CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PROCEDURA DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO ALL OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI PISA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PROCEDURA DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO ALL OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI PISA"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PROCEDURA DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO ALL OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI PISA Art.1 - Oggetto dell'appalto L appalto ha per oggetto l affidamento dei servizi e delle attività di assistenza tecnica all Osservatorio Scolastico Provinciale di Pisa, finalizzata allo svolgimento, da parte di tale struttura, del ruolo di interesse regionale per lo sviluppo del sistema informativo scolastico. I servizi in oggetto comprendono la manutenzione correttiva ed evolutiva dei sistemi tecnologico/informatici utilizzati nell ambito del sistema informativo scolastico regionale della Toscana (principalmente l Anagrafe studenti, l Anagrafe dell edilizia scolastica e il Sistema informativo regionale sull infanzia), la consulenza e l assistenza alla Provincia di Pisa e alla Regione Toscana per la gestione e lo sviluppo di tali sistemi, l assistenza per l utilizzo di tali soluzioni tecnologiche in favore degli enti che le hanno adottate in forma di riuso. La società appaltatrice potrà essere chiamata a partecipare per conto della Provincia di Pisa e/o della Regione Toscana a tavoli tecnici o gruppi di lavoro nazionali sulle questioni relative al sistema informativo dell istruzione/formazione. La società appaltatrice dovrà supportare la Provincia di Pisa per la gestione dell'osservatorio Scolastico Provinciale di Pisa e per la realizzazione delle attività previste dai seguenti accordi, nei quali la Provincia di Pisa è individuata come ente attuatore: Convenzione tra Regione Toscana e Provincia di Pisa per lo sviluppo e il coordinamento del Sistema Informativo Scolastico Regionale (S.I.S.R.); Convenzione tra Regione Emilia-Romagna, Regione Toscana e Provincia di Pisa per l assistenza al riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regione dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Lombardia, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Lazio, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Basilicata, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Molise, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Sicilia, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Campania, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Calabria, Regione Toscana e Provincia di Pisa per l assistenza al riuso della soluzione tecnologica relativa all Anagrafe Regionale dell Edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Sardegna, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica per la costruzione dell Anagrafe Regionale dell Edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Liguria, Regione Toscana e Provincia di Pisa per la gestione condivisa, la manutenzione e lo sviluppo delle soluzioni tecnologiche relative all Anagrafe dell Edilizia Scolastica

2 Tali attività verranno meglio descritte nel successivo art.2. Art. 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Nel presente articolo vengono indicati i dettagli in merito allo svolgimento del servizio richiesto dalla stazione appaltante: A. Assistenza tecnica alla gestione dell'osservatorio Scolastico Provinciale di Pisa o Creazione banca dati provinciale degli studenti di inizio e fine anno scolastico e relativa implementazione del data base storicizzato provinciale, utilizzando il software in uso nel sistema informativo scolastico regionale della Toscana (Zeus). Il flusso dati per la raccolta delle informazioni dalle singole istituzioni Scolastiche fino all'invio alla Regione Toscana è rappresentano qui di seguito: o Produzione di report statistici ai soggetti istituzionali della provincia di Pisa (Provincia, Comuni, Istituzioni scolastiche); o Produzione di report statistici su richieste specifiche degli enti sopra; o Supporto alle istituzioni scolastiche della provincia di Pisa per la gestione dei dati nel tracciato record per il miglioramento della qualità degli stessi; o Supporto tecnico alla gestione dei dati contenuti nel portale dell'osp della Provincia di Pisa; o Supporto tecnico per l elaborazione e l analisi delle informazioni richieste dal progetto sperimentale di valutazione delle scuole della Valdera denominato ValVal (delibera Giunta Unione Valdera n. 142 del 19/12/2014). Importo presunto dell attività: euro ,00 B. Sviluppo del Sistema Informativo Scolastico Regionale (S.I.S.R.) tramite l'espletamento delle attività sotto riportate e dettagliate nella convenzione tra Regione Toscana e Provincia di Pisa. Questo ambito di attività prevede le seguenti azioni.

3 1 - ANAGRAFE STUDENTI In questo ambito di attività si propone di sviluppare e sperimentare procedure informatiche e di fornire consulenza e supporto alla Regione e alle altre Province relativamente a: a) raccolta dalle Istituzioni scolastiche dei dati inerenti gli alunni per la costituzione delle banche dati provinciali e dell anagrafe regionale degli alunni di cui al D.Lgs. n. 76/2005; b) implementazione delle banche dati storicizzate degli alunni a livello provinciale e regionale; c) implementazione delle banche dati degli alunni soggetti al diritto dovere, trasferimento e scambio tra le varie Province dei dati sugli alunni che studiano fuori dalla provincia di residenza; d) raccolta delle comunicazioni inviate agli Osservatori scolastici delle province toscane da parte dei soggetti deputati al controllo del diritto dovere all istruzione relativamente ai passaggi tra percorsi scolastici, formativi, di apprendistato e abbandoni; e) installazione presso gli O.S.P. toscani di nuove versioni o aggiornamenti dei pacchetti gestionali sviluppati nell ambito delle attività svolte con la presente convenzione, garantendo al personale un adeguata formazione mediante incontri a livello locale o regionale; f) estrazioni dati e produzione automatizzata di report statistici relativi alle anagrafi degli studenti, produzione di report geografici interrogabili tramite web. 2 - ANAGRAFE EDILIZIA SCOLASTICA Premesse L Art. 7 della Legge 23/96, istituisce l Anagrafe dell'edilizia scolastica, indicandone gli obiettivi e le modalità di costruzione, nel modo seguente: Il Ministero della pubblica istruzione realizza e cura l'aggiornamento, nell'ambito del proprio sistema informativo e con la collaborazione degli enti locali interessati, di un'anagrafe nazionale dell'edilizia scolastica diretta ad accertare la consistenza, la situazione e la funzionalità del patrimonio edilizio scolastico. Detta anagrafe è articolata per regioni e costituisce lo strumento conoscitivo fondamentale ai fini dei diversi livelli di programmazione degli interventi nel settore. Successivamente Il MIUR attivò l Osservatorio Nazionale per la preparazione della scheda di rilevazione. Nel 2001 la Regione Toscana decise di realizzare un sistema di rilevazione dei dati con la scheda elaborata fino a quel momento dall Osservatorio (seppure non ancora stata approvata definitivamente). Venne quindi organizzato un prodotto software specifico distribuito a Comuni e Province toscane, per il caricamento di tutti i dati previsti dalla scheda. Nel 2003 si decise di passare dal censimento degli edifici ad una vera e propria anagrafe, trasferendo tutto sul web e formando il personale degli EE.LL. nell aggiornamento e nella manutenzione dei dati. Il software in uso attualmente in Toscana viene aggiornato ed implementato disgiuntamente da quello ministeriale, che era stato organizzato dal MIUR sulla base dei campi previsti dalla scheda edificio; l accordo trovato in sede di Conferenza Unificata il 6/2/2014 definisce le modalità di trasferimento dei dati nello SNAES (Sistema Nazionale delle Anagrafi dell Edilizia Scolastica). Il sistema toscano ha ampliato la quantità di informazioni raccolte, il che consente di aumentare i servizi di supporto a tutti i soggetti che si occupano in qualche modo di edilizia

4 scolastica (Comuni, Province, Scuole, Protezione civile, uffici vari quali la Sismica, Provveditorato alle opere pubbliche, Uffici periferici del MIUR, ecc). Il prodotto sviluppato dalla Regione Toscana elimina alcuni limiti del modello nazionale in quanto consente: di storicizzare le informazioni per seguire l evoluzione dell edificio nel tempo di allegare le certificazioni dichiarate consentendo anche il servizio all'ente proprietario dell'edificio di avere una sorta di archivio digitale delle certificazioni; di allegare le planimetrie in CAD e le stesse in formato PDF (con le destinazioni d uso di ogni spazio). di gestire tramite un apposito modulo i finanziamenti assegnati per lavori sull edificio. Inoltre rende possibile: la georeferenziazione di ogni edificio tramite coordinate geografiche e la possibilità di caricare layer cartografici (shape file) per poter sovrapporre gli strati informativi e analizzare i vari fenomeni; il controllo e la correzione dell associazione tra edifici e scuole (intese sia come Istituzioni Scolastiche che come punti di erogazione del servizio scolastico); di avere una reportistica ampia, sia direttamente dall'applicativo con grafici creati in tempo reale, sia utilizzando strumenti di Business Intelligence, sia esportando su fogli di calcolo i dati richiesti; di avere un foglio elettronico dinamico che sintetizza tutti i dati planimetrici e volumetrici dell edificio; di consultare la scheda relativa all'intesa concernente gli elementi non strutturali degli edifici scolastici; di gestire diversi tipi di profilazione, che consente l accesso, oltre agli enti proprietari/gestori degli edifici scolastici e alla Regione, anche alle Istituzioni Scolastiche e altri soggetti che hanno competenze istituzionali riguardo all edificio scolastico. Relativamente all Anagrafe dell Edilizia Scolastica della Toscana, l appalto richiede le seguenti attività: a) manutenzione e sviluppo dell Anagrafe Regionale dell Edilizia scolastica, attraverso l aggiornamento del modello di scheda degli edifici, il caricamento in formato elettronico delle planimetrie attualmente disponibili, aggiornamento della georeferenziazione ed eventuali necessarie manutenzioni evolutive in funzione delle normative di riferimento in materia di edilizia scolastica e da quanto previsto dall'attuazione dell'accordo in Conferenza Unificata del 06 febbraio 2014 sul sistema nazionale delle anagrafi dell'edilizia scolastica; b) aggiornamento delle relazioni edifici-punti di erogazione del servizio conseguentemente alle variazioni introdotte dal piano di programmazione della rete scolastica e offerta formativa e aggiornamento dell'archivio dei percorsi di studio; c) verifica di coerenza e completezza dei dati relativamente all'esportazione dati prevista per la trasmissione al MIUR secondo quanto definito dall'accordo in Conferenza Unificata del 06 febbraio 2014 sul sistema nazionale delle anagrafi dell'edilizia scolastica; d) estrazioni dati e produzione automatizzata di report statistici relativi all'anagrafe dell edilizia scolastica, produzione di report geografici interrogabili tramite web; e) consulenza agli enti gestori degli edifici sul caricamento e sull aggiornamento dei dati. Tecnologie:

5 L'applicativo web-based per la gestione dell AES è stato strutturato e progettato con le seguenti tecnologie: Server Microsoft Windows 2008 Web Server Internet Information Services (IIS) Data Base SQL Server 2008 Linguaggi di programmazione: html, css, java, javascript, asp, jquery, penthao e utilizzo delle API di google (google map e google chart). 3 S.I.R.I.A. - SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE PER LA PRIMA INFANZIA Il S.I.R.I.A. è costituito da un set informativo di dati che riguardano i servizi per l'infanzia (nidi d'infanzia, sezioni primavera, nidi aziendali o interaziendali, spazi gioco educativo, centri bambini e famiglie, servizi educativi in contesto domiciliare). Le 5 schede informative attualmente in uso sono: Scheda Comune, Scheda Unità di offerta, Scheda funzioni di direzione e coordinamento pedagogico per i Comuni, Scheda costi di gestione per unità di offerta del servizio, Scheda funzioni di direzione e coordinamento pedagogico per i titolari/gestori dei servizi. Le schede sopra elencate vengono aggiornate due volte l'anno. Si descrive di seguito il dettaglio delle schede e chi sono i soggetti abilitati all'inserimento e modifica del dato: Scheda generale Comune Compilate dai Comuni titolari e gestori della struttura, contengono informazioni anagrafiche dell'ente, disponibilità di posti, domanda di iscrizione, liste di attesa e dati sui criteri della formazione della graduatoria.

6 Scheda Servizi Anagrafica (Singole Unità di offerta) Compilate dalle singole Unità di offerta dei servizi educativi presenti nel territorio, contengono informazioni anagrafiche della struttura, informazioni anagrafiche del titolare e dell'eventuale gestore, informazioni su autorizzazioni e accreditamento, informazioni sugli utenti, sui tempi di funzionamento e sul personale della struttura. Scheda funzioni di coordinamento pedagogico per i Comuni Compilata dai singoli Comuni, censisce informazioni sul coordinamento pedagogico sia di ambito comunale che di ambito zonale, sulle caratteristiche dei coordinatori, sulla rete e sul coordinamento dei servizi. Scheda costi di gestione Compilata dalle Unità di offerta, riguarda informazioni sull organizzazione, sul funzionamento sia ordinario che, eventualmente, straordinario, sul sistema tariffario, sul bilancio di gestione, sui costi e sui ricavi. Scheda funzioni di coordinamento pedagogico per i titolari/gestori Compilate dai titolari/gestori, riguarda informazioni sul coordinamento pedagogico di ambito comunale, sulla direzione e coordinamento del servizio, sulle caratteristiche dei coordinatori, sulla rete dei referenti. I servizi richiesti nell ambito del presente appalto sono: a) la manutenzione ordinaria del sistema e delle funzionalità attualmente previste (funzione di validazione delle schede, procedura di esportazione dei dati, implementazione dell archivio storico delle schede, sistema di controlli automatici per evidenziare anomalie, reportistica); b) il supporto alla Regione nelle fasi di rilevazioni dati da parte dei Comuni e degli enti titolari/gestori; c) manutenzioni correttive relative sia alle schede Comune che alle schede Unità di offerta, con modifiche del sistema di autentificazione relativamente alle fusioni di Comuni e alla possibilità di accesso da parte delle Zone educative toscane, e con il miglioramento delle funzioni di esportazioni dei dati; d) una manutenzione evolutiva del sistema, secondo le indicazioni che saranno impartite dalla Regione Toscana Settore Infanzia, anche al fine di allineare l applicativo al tracciato record richiesto dal progetto SINSE, e in particolare: Aggiunta di eventuali nuovi set informativi per le rilevazioni dei dati; Modifica di alcune domande relative al questionario di rilevazione. La piattaforma tecnologia attualmente in uso presso la server farm della Regione Toscana (TIX) è composta dalle seguenti tecnologie: server rack 19" Windows Server 2003/2008 standard edition Application Server: IIS6 + Framework 3.5.net Database Access Linguaggio di sviluppo ASP.Net Configurazione in IIS tramite puntamento DNS del dominio regionale www400.regione.toscana.it 4 - INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA DEL S.I.S.R.

7 L OSP di Pisa gestisce, manutiene ed evolve l'intera infrastruttura tecnologica del SISR. Si richiede quindi l'espletamento delle seguenti azioni al fine di gestire al meglio l'intera piattaforma tecnologica: a) manutenzione correttiva dei dieci portali provinciali degli OSP, come concordato a livello regionale dal gruppo di gestione del S.I.S.R.; b) gestione remota dei server virtuali allocati nella Rete Telematica Regionale Toscana presso il data center della Regione Toscana (Tuscany Internet Exchange TIX) sul quale sono installati gli archivi regionali relativi all edilizia scolastica e al portale dell Osservatorio scolastico regionale e il sistema informativo S.I.R.I.A 5 - ULTERIORI ATTIVITA TRASVERSALI PER LO SVILUPPO DEL S.I.S.R. a) Supportare gli eventuali processi di integrazione degli archivi del S.I.S.R. con altri sistemi informativi di competenza della Regione Toscana secondo le esigenze concordate con la Regione Toscana anche attraverso la messa a punto di procedure automatizzate di trattamento dati e banche dati, con le competenti strutture della Regione Toscana; b) Supportare il riuso dei prodotti del S.I.S.R. nelle altre Regioni, secondo modalità concordate in apposite convenzioni tra la Regione Toscana, le Regioni riusanti e la Provincia di Pisa; c) Contribuire, in vista di una reingegnerizzazione dell anagrafe regionale degli studenti, alla manutenzione del livello regionale della nuova anagrafe, anche attraverso un controllo capillare di completezza e correttezza di tutti i dati delle anagrafi provinciali, a partire da quelle dell a.s. 2004/05; d) Supportare la Regione Toscana nei tavoli di coordinamento regionali, interregionali e nazionali presso il MIUR in materia di istruzione, formazione ed edilizia scolastica, nonché nei gruppi tecnici intersettoriali o costituiti appositamente con istituzioni esterne sulle materie oggetto dell appalto; e) Fornire consulenza alle altre Province per l individuazione di eventuali nuove procedure sui pacchetti gestionali degli alunni, per renderle funzionali alla costituzione delle banche dati degli studenti; Importo presunto dell attività: euro ,00 C. Assistenza tecnica e supporto al riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica per le seguenti Regioni: Emilia-Romagna, Lombardia, Lazio, Basilicata, Molise, Sicilia, Calabria, Sardegna e Liguria Nel corso dell anno 2014 la Provincia di Pisa e la Regione Toscana hanno sottoscritto alcuni accordi con altre Regioni italiane finalizzate all assistenza al riuso delle soluzioni tecnologiche per la costituzione dell anagrafe regionale degli edifici scolastici sviluppate in Toscana. L appaltatore dovrà svolgere per conto della Provincia di Pisa (ente individuato da tali accordi quale soggetto attuatore), i servizi e le attività previsti dalle convenzioni per tutta la durata dell appalto e secondo le modalità e le scadenze che sono di seguito descritte per ciascuna convenzione. Regione Emilia-Romagna Realizzazione di tutte le attività previste all'art.2 - Oggetto della convenzione e alla lettera B del Prospetto tecnico.

8 Di seguito si riportano tali estratti della convenzione. Articolo 2 Oggetto della convenzione. Obiettivo della presente Convenzione è completare gli aggiornamenti alle schede degli edifici scolastici da parte degli Enti Locali proprietari e di attivare le comunicazioni di dati con il MIUR, definite dall Accordo in Conferenza Unificata del 06/02/2014, garantendo l assistenza tecnica agli operatori; In particolare nell ambito della presente convenzione verranno realizzate le seguenti attività: - gestione dell applicativo Anagrafe Edilizia Scolastica in termini di riuso; - attività di hosting per i contenuti del sistema; - assistenza tecnica tramite help-desk telefonico con operatori esperti; - incontri regionali di approfondimento; - supporto operativo per elaborare dati analitici ed effettuare analisi conoscitive sul patrimonio edilizio regionale; - supporti tecnici per incontri istituzionali; - comunicazione dati con il MIUR; - integrazione con i dati cartografici. PROSPETTO TECNICO B) Descrizione dell Azione B1) Elenco e descrizione delle attività che verranno svolte B1.1. Gestione dell applicativo Anagrafe Edilizia Scolastica in termini di riuso. La gestione dell applicativo consentirà di completare l accesso al sistema dell AES da parte dei rimanenti Comuni della Regione Emilia-Romagna, garantendo l assistenza tecnica agli operatori. B1.2. Attività di Hosting per i contenuti del sistema La Regione Toscana, tramite la Provincia di Pisa, ha strutturato presso la server farm TIX (Tuscany Internet exchange) una propria infrastruttura tecnologica, dove sono ospitati l applicativo AES e il relativo database contenente i dati della Regione Emilia-Romagna. Tale servizio verrà gestito direttamente dai tecnici della Provincia di Pisa e nello specifico dall'osservatorio Scolastico Provinciale. B1.3. Assistenza tecnica tramite help-desk telefonico con operatori esperti L'Anagrafe dell'edilizia Scolastica tramite applicativo preso in forma di riuso dalla Regione Toscana, è stata popolata inizialmente da due fonti distinte: rilevazione edifici scolastici 2004/05 e banca dati MIUR a.s delle istituzioni scolastiche e punti di erogazione del servizio scolastico presenti nel territorio. Ad oggi l'applicativo è in esercizio e le banche dati sono aggiornate all'anno scolastico in corso per quanto riguarda le scuole del territorio e all'ultima modifica fatta dai proprietari degli edifici per quanto riguarda l'anagrafe prevista dalla Legge 23 del Verrà fornita ai soggetti coinvolti nel progetto assistenza tramite Help-Desk telefonico per favorire: l'aggiornamento delle banche dati, il supporto nelle istruzioni operative e di gestione all'utilizzo del sistema informativo, avere un monitoraggio continuo del popolamento dei dati e della normalizzazione della banca dati.

9 Il tutto verrà fornito tramite servizio telefonico e posta elettronica curato da operatori esperti in materia di Scuola, Anagrafe Edifici e conoscenza del sistema informativo. B1.4. Incontri regionali di approfondimento La Regione Emilia - Romagna, accertata l'importanza di avere uno strumento conoscitivo di supporto al territorio e alle politiche regionali in materia di Edifici Scolastici, promuove la diffusione e l integrazione del sistema informativo AES anche con altri settori della regione. Per quanto premesso, verranno svolti fino a dieci incontri/seminari provinciali e/o regionali con i tecnici dei comuni non presenti nella prima fase di formazione all utilizzo dell applicativo e alla gestione della scheda dell'edificio scolastico e con altri uffici tecnici della Regione (cartografico, protezione civile), per implementare uno studio di fattibilità in merito alle integrazioni delle banche dati esistenti in regione e alla loro fruizione. Tale supporto verrà garantito dalla Provincia di Pisa e nello specifico dall'osservatorio Scolastico Provinciale attraverso la ditta appaltatrice del servizio. B1.5. Supporto operativo per elaborare dati analitici ed analisi conoscitive sul patrimonio edilizio regionale. La conoscenza del proprio patrimonio edilizio in termini di dati generali, dimensionali e planimetrici permette alla regione e ai vari proprietari degli Edifici Scolastici di avere un quadro chiaro del loro patrimonio edilizio scolastico in termini numerici, di vetustà e di eventuali criticità presenti. Per questo la Regione Emilia-Romagna intende attivare un supporto operativo tramite la Provincia di Pisa e nello specifico tramite il suo Osservatorio Scolastico Provinciale nell'organizzazione di questi dati al fine di avere alcune analisi standard sul patrimonio edilizio e richieste ad hoc sul tema. B1.6. Supporti tecnici per incontri istituzionali Come nelle premesse del punto A) Quadro Generale, è volontà di tutte le Regioni che hanno adottato in forma di riuso il sistema informativo dell AES, sviluppato dalla Regione Toscana tramite la Provincia di Pisa, di portare avanti congiuntamente l'applicativo e il set di dati previsto, in maniera tale da avere un quadro omogeneo di dati a livello regionale e nazionale. A tal fine la Provincia di Pisa mette a disposizione delle figure professionali esperte per supportare la Regione Emilia-Romagna nei tavoli tecnici istituzionali B1.7. Comunicazioni dati con il MIUR Il 6 febbraio 2014 è stato siglato un accordo di conferenza unificata per la costruzione dello SNAES - Sistema nazionale anagrafe edilizia scolastica. Nell'allegato tecnico dell accordo viene descritta la nuova architettura del sistema con il relativo flusso dei dati e la calendarizzazione del set informativo che deve transitare dalla regione al MIUR. A tale proposito verrà garantita tramite la Provincia di Pisa il trasferimento dei dati secondo le regole definite da successive comunicazioni da parte del MIUR e l'aggiornamento tramite controlli mirati edificio per edificio dei dati da inviare prima della scadenza (entro il primo dicembre di ogni anno a partire dal 2014). B1.8. Integrazione con i dati cartografici La Regione Emilia-Romagna nell'ottica di integrazione delle varie banche dati e dei vari sistemi informativi a sua disposizione intende anche per l'aes analizzare le varie fonti informative da poter incrociare con l'anagrafe degli edifici e nello specifico con dati cartografici sia a livello di shape file

10 che di set informativi. A tal proposito la Provincia di Pisa utilizzando l'osservatorio Scolastico Provinciale supporterà gli utenti regionali a tale integrazione effettuando analisi dei dati in possesso della Regione e proporre proposte progettuali per la loro integrazione. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Lombardia Realizzazione delle attività previste dai punti B.1.2 e B.1.3 dell'allegato tecnico della relativa convenzione, che seguono la messa in esercizio del sistema, e precisamente: B1.2 - Assistenza continuativa all'avviamento durante il periodo stabilito. Si riporta di seguito la descrizione di questa attività estratta dalla convenzione: Successivamente alla messa in esercizio del sistema, verrà svolta attività di assistenza agli utenti della Regione Lombardia (help-desk, assistenza applicativa di 2 livello- finalizzata al progetto) per l utilizzo delle procedure e dei sistemi oggetto del trasferimento. B1.3 Assistenza per l utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX Importo presunto dell attività: euro 8.000,00 Regione Lazio Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Lazio il sistema dell AES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la Regione Lazio nell utilizzo dell applicativo. In questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, attraverso la ditta aggiudicataria del servizio, forma ed assiste i tecnici della Regione Lazio affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: - supporto preliminare al riuso dell AES presso gli Uffici della Regione Lazio ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; - trasferimento dei dati dell'anagrafe degli edifici presenti nel data base regionale del MIUR all'interno del data base fornito dalla Regione Toscana; - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base del MIUR; - fornitura della tabella scuole relativa all'ultimo anno scolastico cosi come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR; - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio;

11 - riorganizzazione dei codici edificio in merito al nuovo assetto territoriale della Regione Lazio (es. fusioni di Comuni, istituzione di Città metropolitane, ecc.); - formazione in loco degli utenti regionali per l'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione le varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX La piattaforma utilizzata dalla Regione Lazio risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Basilicata Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Basilicata il sistema dell AES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la Regione Basilicata nell utilizzo dell applicativo. In questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, forma ed assiste i tecnici della Regione Basilicata affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: A - supporto preliminare al riuso dell AES presso gli Uffici della Regione Basilicata ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; B - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; C - trasferimento dei dati dell'anagrafe degli edifici presenti nel data base regionale del MIUR all'interno del data base fornito dalla Regione Toscana; D - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base del MIUR; E - fornitura della tabella scuole relativa all'ultimo anno scolastico cosi come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR; F - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio; G - riorganizzazione dei codici edificio in merito al nuovo assetto territoriale della Regione Basilicata (es. fusioni di Comuni, istituzione di Città metropolitane, ecc.); H - formazione in loco degli utenti regionali per l'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione le varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; I - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX

12 La piattaforma utilizzata dalla Regione Basilicata risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Molise Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Molise il sistema dell AES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la Regione Molise nell utilizzo dell applicativo.in questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, forma ed assiste i tecnici della Regione Molise affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: - supporto preliminare al riuso dell AES presso gli Uffici della Regione Molise ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; - trasferimento dei dati dell'anagrafe degli edifici presenti nel data base regionale del MIUR all'interno del data base fornito dalla Regione Toscana; - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base del MIUR; - fornitura della tabella scuole relativa all'ultimo anno scolastico cosi come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR; - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio; - riorganizzazione dei codici edificio in merito al nuovo assetto territoriale della Regione Molise (es. fusioni di Comuni, istituzione di Città metropolitane, ecc.); - formazione in loco degli utenti regionali per l'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione le varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX La piattaforma utilizzata dalla Regione Molise risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Importo presunto dell attività: euro 6.300,00

13 Regione Sicilia Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Sicilia il sistema dell AES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la Regione Sicilia nell utilizzo dell applicativo. In questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, forma ed assiste i tecnici della Regione Sicilia affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: - supporto preliminare al riuso dell AES presso gli Uffici della Regione Sicilia ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; - trasferimento dei dati dell'anagrafe degli edifici presenti nel data base regionale del MIUR all'interno del data base fornito dalla Regione Toscana; - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base del MIUR; - fornitura della tabella scuole relativa all'ultimo anno scolastico cosi come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR; - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio; - riorganizzazione dei codici edificio in merito al nuovo assetto territoriale della Regione Sicilia (es. fusioni di Comuni, istituzione di Città metropolitane, ecc.); - formazione in loco degli utenti regionali per l'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione le varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX La piattaforma utilizzata dalla Regione Sicilia risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Tali servizi dovranno essere svolti entro il 15/7/2015 Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Campania Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema

14 I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Campania il sistema dell AES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la Regione Campania nell utilizzo dell applicativo. In questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, forma ed assiste i tecnici della Regione Campania affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: - supporto preliminare al riuso dell AES presso gli Uffici della Regione Campania ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; - trasferimento dei dati dell'anagrafe degli edifici presenti nel data base regionale del MIUR all'interno del data base fornito dalla Regione Toscana; - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base del MIUR; - fornitura della tabella scuole relativa all'ultimo anno scolastico cosi come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR; - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio; - riorganizzazione dei codici edificio in merito al nuovo assetto territoriale della Regione Campania (es. fusioni di Comuni, istituzione di Città metropolitane, ecc.); - formazione in loco degli utenti regionali per l'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione le varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX La piattaforma utilizzata dalla Regione Campania risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Calabria Realizzazione di tutte le attività specificate dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 B.1.2, B.1.3 e B.1.4), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Gestione dell applicativo Anagrafe Edilizia Scolastica in termini di riuso. La gestione dell applicativo comprenderà le attività di allineamento degli edifici all organico dei plessi scolastici 2014/2015, il supporto tecnico all'operatore regionale, la manutenzione correttiva dell'applicativo (es.: fusioni di comuni, controllo dati SNAES, ecc.) B1.2. Attività di Hosting per i contenuti del sistema La Regione Toscana, tramite la Provincia di Pisa, ha strutturato presso la server farm TIX (Tuscany Internet exchange) una propria infrastruttura tecnologica, dove sono ospitati l applicativo AES e il relativo database contenente i dati della Regione Calabria. Tale

15 servizio verrà gestito direttamente dai tecnici della Provincia di Pisa e nello specifico dall'osservatorio Scolastico Provinciale. B1.3. Comunicazioni dati con il MIUR Il 6 febbraio 2014 è stato siglato un accordo di conferenza unificata per la costruzione dello SNAES - Sistema nazionale anagrafe edilizia scolastica. Nell'allegato tecnico dell accordo viene descritta la nuova architettura del sistema con il relativo flusso dei dati e la calendarizzazione delle set informativo che deve transitare dalla regione al MIUR. A tale proposito verrà garantito, tramite la Provincia di Pisa, il trasferimento dei dati tramite una procedura informatica automatizzata, secondo le regole definite da parte del MIUR entro il primo dicembre di ogni anno a partire dal B1.4. Manutenzione evolutiva del modulo di gestione delle richieste di finanziamento già presente nell applicativo In vista di alcune iniziative di finanziamento per l edilizia scolastica che saranno approvate sia dal MIUR che dalla stessa Regione Calabria, l'attuale modulo per le richieste di finanziamento presente nell applicativo verrà modificato per meglio adempiere alle regole e alle modalità che saranno previste da tali bandi. Questa manutenzione evolutiva e correttiva comprenderà solo lo sviluppo tecnico del modulo e un prima fase di addestramento tramite supporto telefonico all'operatore regionale, il quale avrà successivamente il compito di gestite tutta l'istruttoria online delle richieste. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Sardegna Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema. I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Sardegna il sistema dell ARES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la suddetta Regione nell utilizzo dell applicativo. In questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, forma ed assiste i tecnici della Regione Sardegna, affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: - supporto preliminare al riuso dell ARES presso gli Uffici della Regione Sardegna ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; - trasferimento di tutta l Anagrafe presente nel data base regionale del MIUR nel data base fornito dalla Regione Toscana; - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base regionale del MIUR; - fornitura della tabella scuole regionali relativa all'ultimo anno scolastico così come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR;

16 - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio; - formazione in loco degli utenti regionali (operatori della Regione Sardegna e degli Enti locali competenti in materia di edilizia scolastica) sull'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione delle varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; - riorganizzazione dei codici edificio in relazione al nuovo assetto territoriale della Regione Sardegna (es. fusioni di Comuni, Istituzione di Città metropolitane, ecc.); - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX. La piattaforma utilizzata dalla Regione Sardegna risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Liguria Realizzazione di tutte le attività previste dal punto B dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti da B.1 a B.9). Di seguito si riporta l estratto della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto B) Descrizione dei servizi PUNTO B.1 - Servizio di hosting presso il datacenter Tuscany Internet exchange" (TIX) della Regione Toscana Messa a disposizione per le Regioni riusanti di una infrastruttura tecnologica di tipo IaaS formata da server virtuali sui quali sono distribuiti i vari sistemi informativi relativi all'anagrafe dell'edilizia Scolastica. La piattaforma tecnologica prevede un'assistenza di primo livello (help desk online) e di secondo livello (telefonico) per malfunzionamenti, manutenzioni correttive ed evolutive relative al sistema operativo, al database e a tutti i dispositivi installati per garantire l'esercizio del servizio e dei sistemi informativi. PUNTO B.2 - Upgrade e manutenzioni evolutive al Sistema informativo regionale per la gestione dell'anagrafe dell'edilizia Scolastica Per il periodo di durata della Convenzione sono garantiti aggiornamenti di modeste entità e manutenzione evolutive al sistema informativo. Questi upgrade di varia natura possono dipendere da vari scenari o evoluzioni che si presenteranno durante il periodo di durata della Convenzione, come, ad esempio: fusione di Comuni, costituzione delle Città Metropolitane, passaggio di Comuni da una Regione all'altra, upgrade migliorativi e/o funzionali del sistema informativo, upgrade a richiesta di modeste entità riusabili per tutte le Regioni, ecc.. E' inclusa tra le manutenzione evolutive la migrazione annuale dei dati relativi all'anagrafe delle scuole, così da permettere successivamente all'operatore regionale l'allineamento tra edificio scolastico e punto di erogazione del servizio.

17 PUNTO B.3 - Servizio di help-desk per gli operatori regionali (Amministratori del Sistema Informativo) Durante tutto il periodo di durata della Convenzione è garantita un'assistenza di primo livello (help desk online) e di secondo livello (telefonico) sia sull'utilizzo delle funzioni e procedure del sistema informativo, sia su richieste di dati specifiche per fini istituzionali, informativi e divulgativi. Inoltre verrà garantito l'aggiornamento dei vari manuali utenti. PUNTO B.4 - Supporto per l'analisi, la progettazione e lo sviluppo dei dati secondo quanto previsto dalla Conferenza Unificata del 6 febbraio 2014 L'attività consiste nell'analizzare, progettare e sviluppare un modello di scambio dati tra le Regioni riusanti e il MIUR, secondo le specifiche tecniche che verranno concordate dai successivi tavoli tecnici interregionali e ministeriali, nel rispetto dell accordo approvato dalla Conferenza Unificata il 6 febbraio PUNTO B.5 - Invio annuale dati verso il MIUR per la realizzazione dello SNAES In base alla calendarizzazione dei flussi secondo quanto disposto al punto 2.2 dell'allegato tecnico dell'accordo in Conferenza Unificata del 6 febbraio 2014, le Regioni devono trasferire ogni 1 dicembre i dati relativi alla costituzione dello SNAES secondo le varie modalità tecniche previste al precedente punto 2.1 dell'accordo (carico massivo tramite FTP, utilizzo dell'infrastruttura SPCoop tramite web services). Successivamente alla prima fase di trasferimento dei dati, per la quale si utilizzeranno gli standard del file trasfert (ftp), con costi assi modesti, si passerà al trasferimento standardizzato tramite procedure di cooperazione applicativa utilizzando porte di dominio regionali e web services. Tale attività richiederà un ulteriore analisi e un attività di sviluppo del trasferimento dei dati verso il MIUR. PUNTO B.6 Analisi, progettazione e implementazione della nuova scheda edificio scolastico e scheda plesso scolastico. Questa attività dovrà essere realizzata a seguito di quanto sarà deciso dall Osservatorio nazionale dell edilizia scolastica PUNTO B.7 - Supporto ad analisi statistiche e di controllo dei dati contenuti nell'applicativo. L'attività consiste nel supportare la Regione riusante nell'analizzare i dati della propria banca dati per due finalità: supportare i referenti regionali a produrre materiale statistico aggregato sui dati presenti in anagrafe sia attraverso le funzioni disponibili dei moduli di analisi automatizzati, sia attraverso la funzione relativa alle esportazioni; controllo qualitativo e quantitativo dei dati presenti nel database evidenziando problematiche o lacune. PUNTO B.8 - Allineamento edifici/scuole A seguito dell'inserimento annuale degli Organici di Fatto rilasciati dal MIUR, si prevede l'allineamento allo stato attuale della relazione edificio/plesso. Nei casi di apertura di nuovi plessi o di soppressione degli stessi, i referenti degli Enti gestori degli immobili verranno contattati tramite il gestore regionale- per una puntuale verifica del relativo aggiornamento dell'anagrafe.

18 PUNTO B.9 - Servizio di Open Data Conversione dei set di dati relativi l'aes, nei formati standard di condivisione. Si individuerà con la Regione richiedente un set di dati da pubblicare sull'applicativo o su siti specifici regionali o nazionali. I dati saranno esportati nei vari formati standard (csv, xml, rdf, shapfile se possibile) previsti dagli Open Data. Importo presunto dell attività: euro ,00 SOMMA COMPLESSIVA A BASE DI GARA: ,00, DERIVANTE DALLA SOMMATORIA DELLE SEGUENTI ATTIVITA : OSP PISA: ,00 SISR: ,00 REGIONE E.R.: ,00 REGIONE LOMBARDIA: 8.000,00 REGIONE LAZIO: ,00 REGIONE BASILICATA: ,00 REGIONE MOLISE: 6.300,00 REGIONE SICILIA: ,00 REGIONE CAMPANIA: ,00 REGIONE CALABRIA: ,00 REGIONE SARDEGNA: ,00 REGIONE LIGURIA: ,00

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Rilevazione ed analisi statistica dei dati nazionali

Rilevazione ed analisi statistica dei dati nazionali Castel San Pietro Terme, 9 maggio 2014 Rilevazione ed analisi statistica dei dati nazionali Ruggeri Denis Docente sezione ospedaliera IIS Castelli Brescia, collaboratore MIUR per il portale nazionale della

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

Procedura di registrazione

Procedura di registrazione Agentur für die Verfahren und die Aufsicht im Bereich öffentliche Bau-, Dienstleistungs- und Lieferaufträge Agenzia per i procedimenti e la vigilanza in materia di contratti pubblici di lavoro, servizi

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

News versione 6.0.0. Parte Generale:

News versione 6.0.0. Parte Generale: News versione 6.0.0 Parte Generale: 1. Coesistenza sul PC delle diverse release; 2. Aggiornamento delle modalità di duplicazione, esportazione ed importazione della specifica professionale prescelta; 3.

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Comune di Sanluri Provincia del Medio Campidano Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 66 del 26.11.2004. Sommario Art.

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 2014 n. 194. Gazzetta Ufficiale dell 8 gennaio 2014 n. 5

Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 2014 n. 194. Gazzetta Ufficiale dell 8 gennaio 2014 n. 5 Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 2014 n. 194 Gazzetta Ufficiale dell 8 gennaio 2014 n. 5 REGOLAMENTO RECANTE MODALITÀ DI ATTUAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELL'ANAGRAFE NAZIONALE

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande NARDÒ SOCIALE Nel 2012 si sono dettate le linee guida per l attivazione della social card da attuarsi nel 2013 con lo scopo di andare incontro alle famiglie meno abbienti fornendo generi di prima necessità

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

OsSC Corso Formazione Normativa e processo

OsSC Corso Formazione Normativa e processo OsSC Corso Formazione Normativa e processo Paola Aita, Antonio Galluccio, Raffaella Maione Febbraio Aprile 2014 Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione sono

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli