CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PROCEDURA DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO ALL OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI PISA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PROCEDURA DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO ALL OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI PISA"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PROCEDURA DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO ALL OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI PISA Art.1 - Oggetto dell'appalto L appalto ha per oggetto l affidamento dei servizi e delle attività di assistenza tecnica all Osservatorio Scolastico Provinciale di Pisa, finalizzata allo svolgimento, da parte di tale struttura, del ruolo di interesse regionale per lo sviluppo del sistema informativo scolastico. I servizi in oggetto comprendono la manutenzione correttiva ed evolutiva dei sistemi tecnologico/informatici utilizzati nell ambito del sistema informativo scolastico regionale della Toscana (principalmente l Anagrafe studenti, l Anagrafe dell edilizia scolastica e il Sistema informativo regionale sull infanzia), la consulenza e l assistenza alla Provincia di Pisa e alla Regione Toscana per la gestione e lo sviluppo di tali sistemi, l assistenza per l utilizzo di tali soluzioni tecnologiche in favore degli enti che le hanno adottate in forma di riuso. La società appaltatrice potrà essere chiamata a partecipare per conto della Provincia di Pisa e/o della Regione Toscana a tavoli tecnici o gruppi di lavoro nazionali sulle questioni relative al sistema informativo dell istruzione/formazione. La società appaltatrice dovrà supportare la Provincia di Pisa per la gestione dell'osservatorio Scolastico Provinciale di Pisa e per la realizzazione delle attività previste dai seguenti accordi, nei quali la Provincia di Pisa è individuata come ente attuatore: Convenzione tra Regione Toscana e Provincia di Pisa per lo sviluppo e il coordinamento del Sistema Informativo Scolastico Regionale (S.I.S.R.); Convenzione tra Regione Emilia-Romagna, Regione Toscana e Provincia di Pisa per l assistenza al riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regione dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Lombardia, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Lazio, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Basilicata, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Molise, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Sicilia, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Campania, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Calabria, Regione Toscana e Provincia di Pisa per l assistenza al riuso della soluzione tecnologica relativa all Anagrafe Regionale dell Edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Sardegna, Regione Toscana e Provincia di Pisa per il riuso della soluzione tecnologica per la costruzione dell Anagrafe Regionale dell Edilizia Scolastica; Convenzione tra Regione Liguria, Regione Toscana e Provincia di Pisa per la gestione condivisa, la manutenzione e lo sviluppo delle soluzioni tecnologiche relative all Anagrafe dell Edilizia Scolastica

2 Tali attività verranno meglio descritte nel successivo art.2. Art. 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Nel presente articolo vengono indicati i dettagli in merito allo svolgimento del servizio richiesto dalla stazione appaltante: A. Assistenza tecnica alla gestione dell'osservatorio Scolastico Provinciale di Pisa o Creazione banca dati provinciale degli studenti di inizio e fine anno scolastico e relativa implementazione del data base storicizzato provinciale, utilizzando il software in uso nel sistema informativo scolastico regionale della Toscana (Zeus). Il flusso dati per la raccolta delle informazioni dalle singole istituzioni Scolastiche fino all'invio alla Regione Toscana è rappresentano qui di seguito: o Produzione di report statistici ai soggetti istituzionali della provincia di Pisa (Provincia, Comuni, Istituzioni scolastiche); o Produzione di report statistici su richieste specifiche degli enti sopra; o Supporto alle istituzioni scolastiche della provincia di Pisa per la gestione dei dati nel tracciato record per il miglioramento della qualità degli stessi; o Supporto tecnico alla gestione dei dati contenuti nel portale dell'osp della Provincia di Pisa; o Supporto tecnico per l elaborazione e l analisi delle informazioni richieste dal progetto sperimentale di valutazione delle scuole della Valdera denominato ValVal (delibera Giunta Unione Valdera n. 142 del 19/12/2014). Importo presunto dell attività: euro ,00 B. Sviluppo del Sistema Informativo Scolastico Regionale (S.I.S.R.) tramite l'espletamento delle attività sotto riportate e dettagliate nella convenzione tra Regione Toscana e Provincia di Pisa. Questo ambito di attività prevede le seguenti azioni.

3 1 - ANAGRAFE STUDENTI In questo ambito di attività si propone di sviluppare e sperimentare procedure informatiche e di fornire consulenza e supporto alla Regione e alle altre Province relativamente a: a) raccolta dalle Istituzioni scolastiche dei dati inerenti gli alunni per la costituzione delle banche dati provinciali e dell anagrafe regionale degli alunni di cui al D.Lgs. n. 76/2005; b) implementazione delle banche dati storicizzate degli alunni a livello provinciale e regionale; c) implementazione delle banche dati degli alunni soggetti al diritto dovere, trasferimento e scambio tra le varie Province dei dati sugli alunni che studiano fuori dalla provincia di residenza; d) raccolta delle comunicazioni inviate agli Osservatori scolastici delle province toscane da parte dei soggetti deputati al controllo del diritto dovere all istruzione relativamente ai passaggi tra percorsi scolastici, formativi, di apprendistato e abbandoni; e) installazione presso gli O.S.P. toscani di nuove versioni o aggiornamenti dei pacchetti gestionali sviluppati nell ambito delle attività svolte con la presente convenzione, garantendo al personale un adeguata formazione mediante incontri a livello locale o regionale; f) estrazioni dati e produzione automatizzata di report statistici relativi alle anagrafi degli studenti, produzione di report geografici interrogabili tramite web. 2 - ANAGRAFE EDILIZIA SCOLASTICA Premesse L Art. 7 della Legge 23/96, istituisce l Anagrafe dell'edilizia scolastica, indicandone gli obiettivi e le modalità di costruzione, nel modo seguente: Il Ministero della pubblica istruzione realizza e cura l'aggiornamento, nell'ambito del proprio sistema informativo e con la collaborazione degli enti locali interessati, di un'anagrafe nazionale dell'edilizia scolastica diretta ad accertare la consistenza, la situazione e la funzionalità del patrimonio edilizio scolastico. Detta anagrafe è articolata per regioni e costituisce lo strumento conoscitivo fondamentale ai fini dei diversi livelli di programmazione degli interventi nel settore. Successivamente Il MIUR attivò l Osservatorio Nazionale per la preparazione della scheda di rilevazione. Nel 2001 la Regione Toscana decise di realizzare un sistema di rilevazione dei dati con la scheda elaborata fino a quel momento dall Osservatorio (seppure non ancora stata approvata definitivamente). Venne quindi organizzato un prodotto software specifico distribuito a Comuni e Province toscane, per il caricamento di tutti i dati previsti dalla scheda. Nel 2003 si decise di passare dal censimento degli edifici ad una vera e propria anagrafe, trasferendo tutto sul web e formando il personale degli EE.LL. nell aggiornamento e nella manutenzione dei dati. Il software in uso attualmente in Toscana viene aggiornato ed implementato disgiuntamente da quello ministeriale, che era stato organizzato dal MIUR sulla base dei campi previsti dalla scheda edificio; l accordo trovato in sede di Conferenza Unificata il 6/2/2014 definisce le modalità di trasferimento dei dati nello SNAES (Sistema Nazionale delle Anagrafi dell Edilizia Scolastica). Il sistema toscano ha ampliato la quantità di informazioni raccolte, il che consente di aumentare i servizi di supporto a tutti i soggetti che si occupano in qualche modo di edilizia

4 scolastica (Comuni, Province, Scuole, Protezione civile, uffici vari quali la Sismica, Provveditorato alle opere pubbliche, Uffici periferici del MIUR, ecc). Il prodotto sviluppato dalla Regione Toscana elimina alcuni limiti del modello nazionale in quanto consente: di storicizzare le informazioni per seguire l evoluzione dell edificio nel tempo di allegare le certificazioni dichiarate consentendo anche il servizio all'ente proprietario dell'edificio di avere una sorta di archivio digitale delle certificazioni; di allegare le planimetrie in CAD e le stesse in formato PDF (con le destinazioni d uso di ogni spazio). di gestire tramite un apposito modulo i finanziamenti assegnati per lavori sull edificio. Inoltre rende possibile: la georeferenziazione di ogni edificio tramite coordinate geografiche e la possibilità di caricare layer cartografici (shape file) per poter sovrapporre gli strati informativi e analizzare i vari fenomeni; il controllo e la correzione dell associazione tra edifici e scuole (intese sia come Istituzioni Scolastiche che come punti di erogazione del servizio scolastico); di avere una reportistica ampia, sia direttamente dall'applicativo con grafici creati in tempo reale, sia utilizzando strumenti di Business Intelligence, sia esportando su fogli di calcolo i dati richiesti; di avere un foglio elettronico dinamico che sintetizza tutti i dati planimetrici e volumetrici dell edificio; di consultare la scheda relativa all'intesa concernente gli elementi non strutturali degli edifici scolastici; di gestire diversi tipi di profilazione, che consente l accesso, oltre agli enti proprietari/gestori degli edifici scolastici e alla Regione, anche alle Istituzioni Scolastiche e altri soggetti che hanno competenze istituzionali riguardo all edificio scolastico. Relativamente all Anagrafe dell Edilizia Scolastica della Toscana, l appalto richiede le seguenti attività: a) manutenzione e sviluppo dell Anagrafe Regionale dell Edilizia scolastica, attraverso l aggiornamento del modello di scheda degli edifici, il caricamento in formato elettronico delle planimetrie attualmente disponibili, aggiornamento della georeferenziazione ed eventuali necessarie manutenzioni evolutive in funzione delle normative di riferimento in materia di edilizia scolastica e da quanto previsto dall'attuazione dell'accordo in Conferenza Unificata del 06 febbraio 2014 sul sistema nazionale delle anagrafi dell'edilizia scolastica; b) aggiornamento delle relazioni edifici-punti di erogazione del servizio conseguentemente alle variazioni introdotte dal piano di programmazione della rete scolastica e offerta formativa e aggiornamento dell'archivio dei percorsi di studio; c) verifica di coerenza e completezza dei dati relativamente all'esportazione dati prevista per la trasmissione al MIUR secondo quanto definito dall'accordo in Conferenza Unificata del 06 febbraio 2014 sul sistema nazionale delle anagrafi dell'edilizia scolastica; d) estrazioni dati e produzione automatizzata di report statistici relativi all'anagrafe dell edilizia scolastica, produzione di report geografici interrogabili tramite web; e) consulenza agli enti gestori degli edifici sul caricamento e sull aggiornamento dei dati. Tecnologie:

5 L'applicativo web-based per la gestione dell AES è stato strutturato e progettato con le seguenti tecnologie: Server Microsoft Windows 2008 Web Server Internet Information Services (IIS) Data Base SQL Server 2008 Linguaggi di programmazione: html, css, java, javascript, asp, jquery, penthao e utilizzo delle API di google (google map e google chart). 3 S.I.R.I.A. - SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE PER LA PRIMA INFANZIA Il S.I.R.I.A. è costituito da un set informativo di dati che riguardano i servizi per l'infanzia (nidi d'infanzia, sezioni primavera, nidi aziendali o interaziendali, spazi gioco educativo, centri bambini e famiglie, servizi educativi in contesto domiciliare). Le 5 schede informative attualmente in uso sono: Scheda Comune, Scheda Unità di offerta, Scheda funzioni di direzione e coordinamento pedagogico per i Comuni, Scheda costi di gestione per unità di offerta del servizio, Scheda funzioni di direzione e coordinamento pedagogico per i titolari/gestori dei servizi. Le schede sopra elencate vengono aggiornate due volte l'anno. Si descrive di seguito il dettaglio delle schede e chi sono i soggetti abilitati all'inserimento e modifica del dato: Scheda generale Comune Compilate dai Comuni titolari e gestori della struttura, contengono informazioni anagrafiche dell'ente, disponibilità di posti, domanda di iscrizione, liste di attesa e dati sui criteri della formazione della graduatoria.

6 Scheda Servizi Anagrafica (Singole Unità di offerta) Compilate dalle singole Unità di offerta dei servizi educativi presenti nel territorio, contengono informazioni anagrafiche della struttura, informazioni anagrafiche del titolare e dell'eventuale gestore, informazioni su autorizzazioni e accreditamento, informazioni sugli utenti, sui tempi di funzionamento e sul personale della struttura. Scheda funzioni di coordinamento pedagogico per i Comuni Compilata dai singoli Comuni, censisce informazioni sul coordinamento pedagogico sia di ambito comunale che di ambito zonale, sulle caratteristiche dei coordinatori, sulla rete e sul coordinamento dei servizi. Scheda costi di gestione Compilata dalle Unità di offerta, riguarda informazioni sull organizzazione, sul funzionamento sia ordinario che, eventualmente, straordinario, sul sistema tariffario, sul bilancio di gestione, sui costi e sui ricavi. Scheda funzioni di coordinamento pedagogico per i titolari/gestori Compilate dai titolari/gestori, riguarda informazioni sul coordinamento pedagogico di ambito comunale, sulla direzione e coordinamento del servizio, sulle caratteristiche dei coordinatori, sulla rete dei referenti. I servizi richiesti nell ambito del presente appalto sono: a) la manutenzione ordinaria del sistema e delle funzionalità attualmente previste (funzione di validazione delle schede, procedura di esportazione dei dati, implementazione dell archivio storico delle schede, sistema di controlli automatici per evidenziare anomalie, reportistica); b) il supporto alla Regione nelle fasi di rilevazioni dati da parte dei Comuni e degli enti titolari/gestori; c) manutenzioni correttive relative sia alle schede Comune che alle schede Unità di offerta, con modifiche del sistema di autentificazione relativamente alle fusioni di Comuni e alla possibilità di accesso da parte delle Zone educative toscane, e con il miglioramento delle funzioni di esportazioni dei dati; d) una manutenzione evolutiva del sistema, secondo le indicazioni che saranno impartite dalla Regione Toscana Settore Infanzia, anche al fine di allineare l applicativo al tracciato record richiesto dal progetto SINSE, e in particolare: Aggiunta di eventuali nuovi set informativi per le rilevazioni dei dati; Modifica di alcune domande relative al questionario di rilevazione. La piattaforma tecnologia attualmente in uso presso la server farm della Regione Toscana (TIX) è composta dalle seguenti tecnologie: server rack 19" Windows Server 2003/2008 standard edition Application Server: IIS6 + Framework 3.5.net Database Access Linguaggio di sviluppo ASP.Net Configurazione in IIS tramite puntamento DNS del dominio regionale www400.regione.toscana.it 4 - INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA DEL S.I.S.R.

7 L OSP di Pisa gestisce, manutiene ed evolve l'intera infrastruttura tecnologica del SISR. Si richiede quindi l'espletamento delle seguenti azioni al fine di gestire al meglio l'intera piattaforma tecnologica: a) manutenzione correttiva dei dieci portali provinciali degli OSP, come concordato a livello regionale dal gruppo di gestione del S.I.S.R.; b) gestione remota dei server virtuali allocati nella Rete Telematica Regionale Toscana presso il data center della Regione Toscana (Tuscany Internet Exchange TIX) sul quale sono installati gli archivi regionali relativi all edilizia scolastica e al portale dell Osservatorio scolastico regionale e il sistema informativo S.I.R.I.A 5 - ULTERIORI ATTIVITA TRASVERSALI PER LO SVILUPPO DEL S.I.S.R. a) Supportare gli eventuali processi di integrazione degli archivi del S.I.S.R. con altri sistemi informativi di competenza della Regione Toscana secondo le esigenze concordate con la Regione Toscana anche attraverso la messa a punto di procedure automatizzate di trattamento dati e banche dati, con le competenti strutture della Regione Toscana; b) Supportare il riuso dei prodotti del S.I.S.R. nelle altre Regioni, secondo modalità concordate in apposite convenzioni tra la Regione Toscana, le Regioni riusanti e la Provincia di Pisa; c) Contribuire, in vista di una reingegnerizzazione dell anagrafe regionale degli studenti, alla manutenzione del livello regionale della nuova anagrafe, anche attraverso un controllo capillare di completezza e correttezza di tutti i dati delle anagrafi provinciali, a partire da quelle dell a.s. 2004/05; d) Supportare la Regione Toscana nei tavoli di coordinamento regionali, interregionali e nazionali presso il MIUR in materia di istruzione, formazione ed edilizia scolastica, nonché nei gruppi tecnici intersettoriali o costituiti appositamente con istituzioni esterne sulle materie oggetto dell appalto; e) Fornire consulenza alle altre Province per l individuazione di eventuali nuove procedure sui pacchetti gestionali degli alunni, per renderle funzionali alla costituzione delle banche dati degli studenti; Importo presunto dell attività: euro ,00 C. Assistenza tecnica e supporto al riuso della soluzione tecnologica relativa all'anagrafe Regionale dell'edilizia Scolastica per le seguenti Regioni: Emilia-Romagna, Lombardia, Lazio, Basilicata, Molise, Sicilia, Calabria, Sardegna e Liguria Nel corso dell anno 2014 la Provincia di Pisa e la Regione Toscana hanno sottoscritto alcuni accordi con altre Regioni italiane finalizzate all assistenza al riuso delle soluzioni tecnologiche per la costituzione dell anagrafe regionale degli edifici scolastici sviluppate in Toscana. L appaltatore dovrà svolgere per conto della Provincia di Pisa (ente individuato da tali accordi quale soggetto attuatore), i servizi e le attività previsti dalle convenzioni per tutta la durata dell appalto e secondo le modalità e le scadenze che sono di seguito descritte per ciascuna convenzione. Regione Emilia-Romagna Realizzazione di tutte le attività previste all'art.2 - Oggetto della convenzione e alla lettera B del Prospetto tecnico.

8 Di seguito si riportano tali estratti della convenzione. Articolo 2 Oggetto della convenzione. Obiettivo della presente Convenzione è completare gli aggiornamenti alle schede degli edifici scolastici da parte degli Enti Locali proprietari e di attivare le comunicazioni di dati con il MIUR, definite dall Accordo in Conferenza Unificata del 06/02/2014, garantendo l assistenza tecnica agli operatori; In particolare nell ambito della presente convenzione verranno realizzate le seguenti attività: - gestione dell applicativo Anagrafe Edilizia Scolastica in termini di riuso; - attività di hosting per i contenuti del sistema; - assistenza tecnica tramite help-desk telefonico con operatori esperti; - incontri regionali di approfondimento; - supporto operativo per elaborare dati analitici ed effettuare analisi conoscitive sul patrimonio edilizio regionale; - supporti tecnici per incontri istituzionali; - comunicazione dati con il MIUR; - integrazione con i dati cartografici. PROSPETTO TECNICO B) Descrizione dell Azione B1) Elenco e descrizione delle attività che verranno svolte B1.1. Gestione dell applicativo Anagrafe Edilizia Scolastica in termini di riuso. La gestione dell applicativo consentirà di completare l accesso al sistema dell AES da parte dei rimanenti Comuni della Regione Emilia-Romagna, garantendo l assistenza tecnica agli operatori. B1.2. Attività di Hosting per i contenuti del sistema La Regione Toscana, tramite la Provincia di Pisa, ha strutturato presso la server farm TIX (Tuscany Internet exchange) una propria infrastruttura tecnologica, dove sono ospitati l applicativo AES e il relativo database contenente i dati della Regione Emilia-Romagna. Tale servizio verrà gestito direttamente dai tecnici della Provincia di Pisa e nello specifico dall'osservatorio Scolastico Provinciale. B1.3. Assistenza tecnica tramite help-desk telefonico con operatori esperti L'Anagrafe dell'edilizia Scolastica tramite applicativo preso in forma di riuso dalla Regione Toscana, è stata popolata inizialmente da due fonti distinte: rilevazione edifici scolastici 2004/05 e banca dati MIUR a.s delle istituzioni scolastiche e punti di erogazione del servizio scolastico presenti nel territorio. Ad oggi l'applicativo è in esercizio e le banche dati sono aggiornate all'anno scolastico in corso per quanto riguarda le scuole del territorio e all'ultima modifica fatta dai proprietari degli edifici per quanto riguarda l'anagrafe prevista dalla Legge 23 del Verrà fornita ai soggetti coinvolti nel progetto assistenza tramite Help-Desk telefonico per favorire: l'aggiornamento delle banche dati, il supporto nelle istruzioni operative e di gestione all'utilizzo del sistema informativo, avere un monitoraggio continuo del popolamento dei dati e della normalizzazione della banca dati.

9 Il tutto verrà fornito tramite servizio telefonico e posta elettronica curato da operatori esperti in materia di Scuola, Anagrafe Edifici e conoscenza del sistema informativo. B1.4. Incontri regionali di approfondimento La Regione Emilia - Romagna, accertata l'importanza di avere uno strumento conoscitivo di supporto al territorio e alle politiche regionali in materia di Edifici Scolastici, promuove la diffusione e l integrazione del sistema informativo AES anche con altri settori della regione. Per quanto premesso, verranno svolti fino a dieci incontri/seminari provinciali e/o regionali con i tecnici dei comuni non presenti nella prima fase di formazione all utilizzo dell applicativo e alla gestione della scheda dell'edificio scolastico e con altri uffici tecnici della Regione (cartografico, protezione civile), per implementare uno studio di fattibilità in merito alle integrazioni delle banche dati esistenti in regione e alla loro fruizione. Tale supporto verrà garantito dalla Provincia di Pisa e nello specifico dall'osservatorio Scolastico Provinciale attraverso la ditta appaltatrice del servizio. B1.5. Supporto operativo per elaborare dati analitici ed analisi conoscitive sul patrimonio edilizio regionale. La conoscenza del proprio patrimonio edilizio in termini di dati generali, dimensionali e planimetrici permette alla regione e ai vari proprietari degli Edifici Scolastici di avere un quadro chiaro del loro patrimonio edilizio scolastico in termini numerici, di vetustà e di eventuali criticità presenti. Per questo la Regione Emilia-Romagna intende attivare un supporto operativo tramite la Provincia di Pisa e nello specifico tramite il suo Osservatorio Scolastico Provinciale nell'organizzazione di questi dati al fine di avere alcune analisi standard sul patrimonio edilizio e richieste ad hoc sul tema. B1.6. Supporti tecnici per incontri istituzionali Come nelle premesse del punto A) Quadro Generale, è volontà di tutte le Regioni che hanno adottato in forma di riuso il sistema informativo dell AES, sviluppato dalla Regione Toscana tramite la Provincia di Pisa, di portare avanti congiuntamente l'applicativo e il set di dati previsto, in maniera tale da avere un quadro omogeneo di dati a livello regionale e nazionale. A tal fine la Provincia di Pisa mette a disposizione delle figure professionali esperte per supportare la Regione Emilia-Romagna nei tavoli tecnici istituzionali B1.7. Comunicazioni dati con il MIUR Il 6 febbraio 2014 è stato siglato un accordo di conferenza unificata per la costruzione dello SNAES - Sistema nazionale anagrafe edilizia scolastica. Nell'allegato tecnico dell accordo viene descritta la nuova architettura del sistema con il relativo flusso dei dati e la calendarizzazione del set informativo che deve transitare dalla regione al MIUR. A tale proposito verrà garantita tramite la Provincia di Pisa il trasferimento dei dati secondo le regole definite da successive comunicazioni da parte del MIUR e l'aggiornamento tramite controlli mirati edificio per edificio dei dati da inviare prima della scadenza (entro il primo dicembre di ogni anno a partire dal 2014). B1.8. Integrazione con i dati cartografici La Regione Emilia-Romagna nell'ottica di integrazione delle varie banche dati e dei vari sistemi informativi a sua disposizione intende anche per l'aes analizzare le varie fonti informative da poter incrociare con l'anagrafe degli edifici e nello specifico con dati cartografici sia a livello di shape file

10 che di set informativi. A tal proposito la Provincia di Pisa utilizzando l'osservatorio Scolastico Provinciale supporterà gli utenti regionali a tale integrazione effettuando analisi dei dati in possesso della Regione e proporre proposte progettuali per la loro integrazione. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Lombardia Realizzazione delle attività previste dai punti B.1.2 e B.1.3 dell'allegato tecnico della relativa convenzione, che seguono la messa in esercizio del sistema, e precisamente: B1.2 - Assistenza continuativa all'avviamento durante il periodo stabilito. Si riporta di seguito la descrizione di questa attività estratta dalla convenzione: Successivamente alla messa in esercizio del sistema, verrà svolta attività di assistenza agli utenti della Regione Lombardia (help-desk, assistenza applicativa di 2 livello- finalizzata al progetto) per l utilizzo delle procedure e dei sistemi oggetto del trasferimento. B1.3 Assistenza per l utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX Importo presunto dell attività: euro 8.000,00 Regione Lazio Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Lazio il sistema dell AES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la Regione Lazio nell utilizzo dell applicativo. In questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, attraverso la ditta aggiudicataria del servizio, forma ed assiste i tecnici della Regione Lazio affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: - supporto preliminare al riuso dell AES presso gli Uffici della Regione Lazio ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; - trasferimento dei dati dell'anagrafe degli edifici presenti nel data base regionale del MIUR all'interno del data base fornito dalla Regione Toscana; - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base del MIUR; - fornitura della tabella scuole relativa all'ultimo anno scolastico cosi come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR; - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio;

11 - riorganizzazione dei codici edificio in merito al nuovo assetto territoriale della Regione Lazio (es. fusioni di Comuni, istituzione di Città metropolitane, ecc.); - formazione in loco degli utenti regionali per l'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione le varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX La piattaforma utilizzata dalla Regione Lazio risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Basilicata Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Basilicata il sistema dell AES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la Regione Basilicata nell utilizzo dell applicativo. In questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, forma ed assiste i tecnici della Regione Basilicata affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: A - supporto preliminare al riuso dell AES presso gli Uffici della Regione Basilicata ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; B - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; C - trasferimento dei dati dell'anagrafe degli edifici presenti nel data base regionale del MIUR all'interno del data base fornito dalla Regione Toscana; D - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base del MIUR; E - fornitura della tabella scuole relativa all'ultimo anno scolastico cosi come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR; F - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio; G - riorganizzazione dei codici edificio in merito al nuovo assetto territoriale della Regione Basilicata (es. fusioni di Comuni, istituzione di Città metropolitane, ecc.); H - formazione in loco degli utenti regionali per l'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione le varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; I - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX

12 La piattaforma utilizzata dalla Regione Basilicata risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Molise Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Molise il sistema dell AES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la Regione Molise nell utilizzo dell applicativo.in questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, forma ed assiste i tecnici della Regione Molise affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: - supporto preliminare al riuso dell AES presso gli Uffici della Regione Molise ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; - trasferimento dei dati dell'anagrafe degli edifici presenti nel data base regionale del MIUR all'interno del data base fornito dalla Regione Toscana; - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base del MIUR; - fornitura della tabella scuole relativa all'ultimo anno scolastico cosi come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR; - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio; - riorganizzazione dei codici edificio in merito al nuovo assetto territoriale della Regione Molise (es. fusioni di Comuni, istituzione di Città metropolitane, ecc.); - formazione in loco degli utenti regionali per l'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione le varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX La piattaforma utilizzata dalla Regione Molise risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Importo presunto dell attività: euro 6.300,00

13 Regione Sicilia Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Sicilia il sistema dell AES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la Regione Sicilia nell utilizzo dell applicativo. In questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, forma ed assiste i tecnici della Regione Sicilia affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: - supporto preliminare al riuso dell AES presso gli Uffici della Regione Sicilia ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; - trasferimento dei dati dell'anagrafe degli edifici presenti nel data base regionale del MIUR all'interno del data base fornito dalla Regione Toscana; - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base del MIUR; - fornitura della tabella scuole relativa all'ultimo anno scolastico cosi come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR; - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio; - riorganizzazione dei codici edificio in merito al nuovo assetto territoriale della Regione Sicilia (es. fusioni di Comuni, istituzione di Città metropolitane, ecc.); - formazione in loco degli utenti regionali per l'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione le varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX La piattaforma utilizzata dalla Regione Sicilia risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Tali servizi dovranno essere svolti entro il 15/7/2015 Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Campania Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema

14 I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Campania il sistema dell AES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la Regione Campania nell utilizzo dell applicativo. In questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, forma ed assiste i tecnici della Regione Campania affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: - supporto preliminare al riuso dell AES presso gli Uffici della Regione Campania ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; - trasferimento dei dati dell'anagrafe degli edifici presenti nel data base regionale del MIUR all'interno del data base fornito dalla Regione Toscana; - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base del MIUR; - fornitura della tabella scuole relativa all'ultimo anno scolastico cosi come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR; - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio; - riorganizzazione dei codici edificio in merito al nuovo assetto territoriale della Regione Campania (es. fusioni di Comuni, istituzione di Città metropolitane, ecc.); - formazione in loco degli utenti regionali per l'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione le varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX La piattaforma utilizzata dalla Regione Campania risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Calabria Realizzazione di tutte le attività specificate dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 B.1.2, B.1.3 e B.1.4), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Gestione dell applicativo Anagrafe Edilizia Scolastica in termini di riuso. La gestione dell applicativo comprenderà le attività di allineamento degli edifici all organico dei plessi scolastici 2014/2015, il supporto tecnico all'operatore regionale, la manutenzione correttiva dell'applicativo (es.: fusioni di comuni, controllo dati SNAES, ecc.) B1.2. Attività di Hosting per i contenuti del sistema La Regione Toscana, tramite la Provincia di Pisa, ha strutturato presso la server farm TIX (Tuscany Internet exchange) una propria infrastruttura tecnologica, dove sono ospitati l applicativo AES e il relativo database contenente i dati della Regione Calabria. Tale

15 servizio verrà gestito direttamente dai tecnici della Provincia di Pisa e nello specifico dall'osservatorio Scolastico Provinciale. B1.3. Comunicazioni dati con il MIUR Il 6 febbraio 2014 è stato siglato un accordo di conferenza unificata per la costruzione dello SNAES - Sistema nazionale anagrafe edilizia scolastica. Nell'allegato tecnico dell accordo viene descritta la nuova architettura del sistema con il relativo flusso dei dati e la calendarizzazione delle set informativo che deve transitare dalla regione al MIUR. A tale proposito verrà garantito, tramite la Provincia di Pisa, il trasferimento dei dati tramite una procedura informatica automatizzata, secondo le regole definite da parte del MIUR entro il primo dicembre di ogni anno a partire dal B1.4. Manutenzione evolutiva del modulo di gestione delle richieste di finanziamento già presente nell applicativo In vista di alcune iniziative di finanziamento per l edilizia scolastica che saranno approvate sia dal MIUR che dalla stessa Regione Calabria, l'attuale modulo per le richieste di finanziamento presente nell applicativo verrà modificato per meglio adempiere alle regole e alle modalità che saranno previste da tali bandi. Questa manutenzione evolutiva e correttiva comprenderà solo lo sviluppo tecnico del modulo e un prima fase di addestramento tramite supporto telefonico all'operatore regionale, il quale avrà successivamente il compito di gestite tutta l'istruttoria online delle richieste. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Sardegna Realizzazione di tutte le attività previste dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti B.1.1 e B.1.3), per la messa in esercizio del sistema. Di seguito si riportano gli estratti della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto: B1.1. Messa a disposizione del sistema. I servizi di seguito elencati hanno lo scopo di trasferire alla Regione Sardegna il sistema dell ARES e di fornire la necessaria assistenza tecnica per rendere operativa la suddetta Regione nell utilizzo dell applicativo. In questa fase, la Regione Toscana, attraverso l attività operativa di cui si farà carico la Provincia di Pisa, forma ed assiste i tecnici della Regione Sardegna, affinché questi possano raggiungere la necessaria autonomia nella gestione del sistema. I servizi previsti sono: - supporto preliminare al riuso dell ARES presso gli Uffici della Regione Sardegna ed analisi dell impatto tecnologico ed applicativo; - configurazione e messa a disposizione dell applicativo; - trasferimento di tutta l Anagrafe presente nel data base regionale del MIUR nel data base fornito dalla Regione Toscana; - supporto all individuazione delle anomalie nei dati presenti nel data base regionale del MIUR; - fornitura della tabella scuole regionali relativa all'ultimo anno scolastico così come risulta dall'organico di fatto fornito dal MIUR;

16 - individuazione degli edifici scolastici non censiti tramite procedure automatiche di incrocio tra lo stato attuale degli edifici censiti e le scuole attualmente presenti sul territorio; - formazione in loco degli utenti regionali (operatori della Regione Sardegna e degli Enti locali competenti in materia di edilizia scolastica) sull'utilizzo dell'applicativo e sulla gestione delle varie informazioni presenti nell'anagrafe degli edifici scolastici; - riorganizzazione dei codici edificio in relazione al nuovo assetto territoriale della Regione Sardegna (es. fusioni di Comuni, Istituzione di Città metropolitane, ecc.); - assistenza tecnica ed applicativa durante la messa in esercizio del sistema. B1.3. Utilizzo dell'infrastruttura telematica della Regione Toscana TIX. La piattaforma utilizzata dalla Regione Sardegna risiederà all'interno del data center TIX su server virtuali e su storage centralizzata. Il presidio tecnico del TIX fornirà assistenza sistemistica di primo livello, provvedendo anche ai backup dei dati. Importo presunto dell attività: euro ,00 Regione Liguria Realizzazione di tutte le attività previste dal punto B dall'allegato tecnico della relativa convenzione (punti da B.1 a B.9). Di seguito si riporta l estratto della convenzione in cui si descrivono i servizi da svolgere nell ambito del presente appalto B) Descrizione dei servizi PUNTO B.1 - Servizio di hosting presso il datacenter Tuscany Internet exchange" (TIX) della Regione Toscana Messa a disposizione per le Regioni riusanti di una infrastruttura tecnologica di tipo IaaS formata da server virtuali sui quali sono distribuiti i vari sistemi informativi relativi all'anagrafe dell'edilizia Scolastica. La piattaforma tecnologica prevede un'assistenza di primo livello (help desk online) e di secondo livello (telefonico) per malfunzionamenti, manutenzioni correttive ed evolutive relative al sistema operativo, al database e a tutti i dispositivi installati per garantire l'esercizio del servizio e dei sistemi informativi. PUNTO B.2 - Upgrade e manutenzioni evolutive al Sistema informativo regionale per la gestione dell'anagrafe dell'edilizia Scolastica Per il periodo di durata della Convenzione sono garantiti aggiornamenti di modeste entità e manutenzione evolutive al sistema informativo. Questi upgrade di varia natura possono dipendere da vari scenari o evoluzioni che si presenteranno durante il periodo di durata della Convenzione, come, ad esempio: fusione di Comuni, costituzione delle Città Metropolitane, passaggio di Comuni da una Regione all'altra, upgrade migliorativi e/o funzionali del sistema informativo, upgrade a richiesta di modeste entità riusabili per tutte le Regioni, ecc.. E' inclusa tra le manutenzione evolutive la migrazione annuale dei dati relativi all'anagrafe delle scuole, così da permettere successivamente all'operatore regionale l'allineamento tra edificio scolastico e punto di erogazione del servizio.

17 PUNTO B.3 - Servizio di help-desk per gli operatori regionali (Amministratori del Sistema Informativo) Durante tutto il periodo di durata della Convenzione è garantita un'assistenza di primo livello (help desk online) e di secondo livello (telefonico) sia sull'utilizzo delle funzioni e procedure del sistema informativo, sia su richieste di dati specifiche per fini istituzionali, informativi e divulgativi. Inoltre verrà garantito l'aggiornamento dei vari manuali utenti. PUNTO B.4 - Supporto per l'analisi, la progettazione e lo sviluppo dei dati secondo quanto previsto dalla Conferenza Unificata del 6 febbraio 2014 L'attività consiste nell'analizzare, progettare e sviluppare un modello di scambio dati tra le Regioni riusanti e il MIUR, secondo le specifiche tecniche che verranno concordate dai successivi tavoli tecnici interregionali e ministeriali, nel rispetto dell accordo approvato dalla Conferenza Unificata il 6 febbraio PUNTO B.5 - Invio annuale dati verso il MIUR per la realizzazione dello SNAES In base alla calendarizzazione dei flussi secondo quanto disposto al punto 2.2 dell'allegato tecnico dell'accordo in Conferenza Unificata del 6 febbraio 2014, le Regioni devono trasferire ogni 1 dicembre i dati relativi alla costituzione dello SNAES secondo le varie modalità tecniche previste al precedente punto 2.1 dell'accordo (carico massivo tramite FTP, utilizzo dell'infrastruttura SPCoop tramite web services). Successivamente alla prima fase di trasferimento dei dati, per la quale si utilizzeranno gli standard del file trasfert (ftp), con costi assi modesti, si passerà al trasferimento standardizzato tramite procedure di cooperazione applicativa utilizzando porte di dominio regionali e web services. Tale attività richiederà un ulteriore analisi e un attività di sviluppo del trasferimento dei dati verso il MIUR. PUNTO B.6 Analisi, progettazione e implementazione della nuova scheda edificio scolastico e scheda plesso scolastico. Questa attività dovrà essere realizzata a seguito di quanto sarà deciso dall Osservatorio nazionale dell edilizia scolastica PUNTO B.7 - Supporto ad analisi statistiche e di controllo dei dati contenuti nell'applicativo. L'attività consiste nel supportare la Regione riusante nell'analizzare i dati della propria banca dati per due finalità: supportare i referenti regionali a produrre materiale statistico aggregato sui dati presenti in anagrafe sia attraverso le funzioni disponibili dei moduli di analisi automatizzati, sia attraverso la funzione relativa alle esportazioni; controllo qualitativo e quantitativo dei dati presenti nel database evidenziando problematiche o lacune. PUNTO B.8 - Allineamento edifici/scuole A seguito dell'inserimento annuale degli Organici di Fatto rilasciati dal MIUR, si prevede l'allineamento allo stato attuale della relazione edificio/plesso. Nei casi di apertura di nuovi plessi o di soppressione degli stessi, i referenti degli Enti gestori degli immobili verranno contattati tramite il gestore regionale- per una puntuale verifica del relativo aggiornamento dell'anagrafe.

18 PUNTO B.9 - Servizio di Open Data Conversione dei set di dati relativi l'aes, nei formati standard di condivisione. Si individuerà con la Regione richiedente un set di dati da pubblicare sull'applicativo o su siti specifici regionali o nazionali. I dati saranno esportati nei vari formati standard (csv, xml, rdf, shapfile se possibile) previsti dagli Open Data. Importo presunto dell attività: euro ,00 SOMMA COMPLESSIVA A BASE DI GARA: ,00, DERIVANTE DALLA SOMMATORIA DELLE SEGUENTI ATTIVITA : OSP PISA: ,00 SISR: ,00 REGIONE E.R.: ,00 REGIONE LOMBARDIA: 8.000,00 REGIONE LAZIO: ,00 REGIONE BASILICATA: ,00 REGIONE MOLISE: 6.300,00 REGIONE SICILIA: ,00 REGIONE CAMPANIA: ,00 REGIONE CALABRIA: ,00 REGIONE SARDEGNA: ,00 REGIONE LIGURIA: ,00

ARES - ANAGRAFE REGIONALE EDILIZIA SCOLASTICA

ARES - ANAGRAFE REGIONALE EDILIZIA SCOLASTICA ARES - ANAGRAFE REGIONALE EDILIZIA SCOLASTICA L'applicativo come servizio di supporto alle decisioni per gli Enti Locali Nel documento verranno descritte le linee generali dell'architettura dell'applicativo

Dettagli

CURRICULUM SOCIETARIO

CURRICULUM SOCIETARIO SOLUXIONI S.R.L. Via Livornese, 173 56122 - PISA Tel: 320.3034129 Fax: 050.5200907 P.I.: 01710740505 Email: info@soluxioni.it Web: www.soluxioni.it CURRICULUM SOCIETARIO RAGIONE SOCIALE SOLUXIONI SRL Sede

Dettagli

Allegato 4 Capitolato Tecnico. ARTI Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione S.P. per Casamassima, Km 3 70010 Valenzano BA

Allegato 4 Capitolato Tecnico. ARTI Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione S.P. per Casamassima, Km 3 70010 Valenzano BA REGIONE PUGLIA ASSESSORATO AL DIRITTO ALLO STUDIO Progetto Osservatorio Regionale dei Sistemi di Istruzione e Formazione in Puglia - Attività cofinanziata dall Unione Europea a valere sul P.O. Puglia FSE

Dettagli

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio dei Comuni e del territorio 28 aprile 2015 1 Legge 56/2014 Del Rio 85. Le province di cui ai commi da 51 a 53, quali enti con funzioni di area

Dettagli

Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione

Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione SOFTWARE PER LA GESTIONE DEL MAGAZZINO DEGLI AUSILI TERAPEUTICI 1. INFRASTRUTTURA... 2 2. CARATTERISTICHE DEL SOFTWARE... 2 3. ELABORAZIONI... 3 4. TEMPI

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica

Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Appl_vo/Verticale Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica Amministrazione: Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Responsabile

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Roma, 18/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 110

Roma, 18/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 110 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 18/07/2013 Circolare

Dettagli

Il nuovo OS.SI.F: l Osservatorio l sulla sicurezza sul web

Il nuovo OS.SI.F: l Osservatorio l sulla sicurezza sul web Il nuovo OS.SI.F: l Osservatorio l dell ABI sulla sicurezza sul web Banche e Sicurezza 2005 Soluzioni, Strumenti e Metodologie per una nuova strategia di protezionep Convegno ABI - Bancaria Editrice 6-7

Dettagli

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 DEFINIZIONE DEI CRITERI DI COFINANZIAMENTO PUBBLICO NAZIONALE DEGLI INTERVENTI SOCIO STRUTTURALI COMUNITARI PER IL PERIODO DI PROGRAMMAZIONE 2007-2013 IL CIPE VISTA

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo operativo del 18 settembre 2012, tra il Ministero

Dettagli

PIEMONTE. D.G.R. n. 76 688 del 1/8/2005

PIEMONTE. D.G.R. n. 76 688 del 1/8/2005 PIEMONTE D.G.R. n. 76 688 del 1/8/2005 Oggetto: Programmazione della rete scolastica nella Regione Piemonte - anni scolastici 2005/06-2006/07 art. 138 del D.lgs 112/98. Indicazioni programmatiche inerenti

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Servizi al Cittadino SETTORE : Caboni Ignazio. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 26/11/2014. in data

COMUNE DI SESTU. Servizi al Cittadino SETTORE : Caboni Ignazio. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 26/11/2014. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Servizi al Cittadino Caboni Ignazio DETERMINAZIONE N. in data 2193 26/11/2014 OGGETTO: Sistema informativo gestionale dei servizi demografici passaggio alla piattaforma

Dettagli

FRA. il (Soggetto Consultante), in rappresentanza dei propri associati, rappresentato da, nato a il, C.F., che interviene nella qualità di del,

FRA. il (Soggetto Consultante), in rappresentanza dei propri associati, rappresentato da, nato a il, C.F., che interviene nella qualità di del, SCHEMA DI CONVENZIONE FRA LA PROVINCIA DI BOLOGNA E (SOGGETTO CONSULTANTE) PER LA PARTECIPAZIONE DI QUEST ULTIMO, QUALE INTERMEDIARIO DEL CITTADINO, ALLA FASE DI SPERIMENTAZIONE DI EROGAZIONE DEI SERVIZI

Dettagli

- 5 MAR. 20W. Spett.le. Provincia di Bergamo. Offerta n. 32/2014 del 28/01/2014 rev 1. Oggetto: Assistenza 2014

- 5 MAR. 20W. Spett.le. Provincia di Bergamo. Offerta n. 32/2014 del 28/01/2014 rev 1. Oggetto: Assistenza 2014 H/V'! VEROELLINO PROT. N. - 5 MAR. 20W Tit....fj... CI... Z; Fase., Spett.le Comune di Verdellino Provincia di Bergamo Offerta n. 32/2014 del 28/01/2014 rev 1 Oggetto: Assistenza 2014 Con la presente abbiamo

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde

Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde 1. Premesse 1.1 Per incarico della Regione Lombardia, Lombardia Informatica S.p.A. cura la realizzazione della Carta Regionale dei Servizi (CRS) e la sua

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma)

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Appalto per l Affidamento del Servizio di MANUTENZIONE, MONITORAGGIO E CONDUZIONE DEI SERVIZI DI SERVER FARM dell Azienda Sanitaria Locale Roma H compresa la realizzazione di due progetti IT finalizzati

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

Protocollo di intesa. Premesso che

Protocollo di intesa. Premesso che I o DE Z IO EHI LE ANACI Protocollo di intesa Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri (di seguito ''CNI '), con sede in Roma, Via XX Settembre 5, nella persona del suo Presidente e legale rappresentante

Dettagli

Azione 1 CAPITOLATO TECNICO

Azione 1 CAPITOLATO TECNICO Azione 1 Conversione della CTR scala 1:5000, ed. 1998 e successivi aggiornamenti, qualora disponibili, in database topografico CAPITOLATO TECNICO 1 PREMESSA La Regione Campania nell ambito del complessivo

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO FORNITURA DI SERVIZI DI PRESIDIO DEL CENTRO DI CALCOLO E MANUTENZIONE CORRETTIVA ED EVOLUTIVA DEL SISTEMA INFORMATIVO DEL SETTORE AMMINISTRATIVO ALLEGATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

COMUNE DI L'AQUILA CAPITOLATO

COMUNE DI L'AQUILA CAPITOLATO COMUNE DI L'AQUILA Via Francesco Filomusi Guelfi 67100 - L'Aquila CAPITOLATO GARA PER LA FORNITURA ED INSTALLAZIONE DI APPARECCHIATURE E SERVIZI PER LA RILEVAZIONE AUTOMATICA DELLE PRESENZE DEL PERSONALE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo ai sensi dell art. 9 del decreto legislativo 28 agosto

Dettagli

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT)

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) CONSIP S.p.A. Allegato 6 Capitolato tecnico Capitolato relativo all affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) Capitolato Tecnico

Dettagli

C è aria di cambiamento nel mondo dell assistenza sanitaria integrativa!

C è aria di cambiamento nel mondo dell assistenza sanitaria integrativa! C è aria di cambiamento nel mondo dell assistenza sanitaria integrativa! EC CONSULTING Via A. Grandi, 21 20090 Vimodrone (MI) TEL.: 02.27408094 FAX: 02.27409150 e-mail info@ecconsulting.it web www.ecconsulting.it

Dettagli

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Laura Castellani

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Laura Castellani REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE E SISTEMA INFORMATIVO AREA DI COORDINAMENTO RETI DI GOVERNANCE DEL SISTEMA REGIONALE E INGEGNERIA DEI SISTEMI INFORMATIVI E DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

1 Caratteristiche di Agit

1 Caratteristiche di Agit 1 Caratteristiche di Agit 1.1 Agit Agit è un prodotto creato ad hoc per gestire le problematiche dell ufficio impianti termici installato e funzionante presso: l Amministrazione provinciale di Genova (210.000

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche Regione Marche Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo operativo del 18 settembre 2012, tra

Dettagli

1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN

1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN 1 - CODICE PROGETTO 1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN 2 - TIPOLOGIA DI INTERVENTO/AREA FUNZIONALE DEL PPL Il progetto è riconducibile a quella che il Piano Provinciale del Lavoro definisce quale Area 1: organizzazione

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Applicazione: Anagrafe regionale dell'edilizia scolastica

Applicazione: Anagrafe regionale dell'edilizia scolastica Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: Anagrafe regionale dell'edilizia scolastica Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

La soluzione offerta dal Consorzio Civica

La soluzione offerta dal Consorzio Civica SwG-SUAP La soluzione offerta dal Consorzio Civica Sommario - L ARCHITETTURA DEL SISTEMA - LE FUNZIONALITA - EVOLUZIONI PREVISTE - IL SITO INTERNET - REQUISITI DI UTILIZZO - CONDIZIONI COMMERCIALI - IL

Dettagli

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Il sistema di governo della programmazione Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Gli organismi coinvolti nel processo programmatorio Assemblea Distrettuale

Dettagli

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Provincia di Forlì-Cesena Comune di Forlì Comune di Cesena Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Normativa di riferimento D.P.R. 20 ottobre

Dettagli

Analisi funzionale della Business Intelligence

Analisi funzionale della Business Intelligence Realizzazione di un sistema informatico on-line bilingue di gestione, monitoraggio, rendicontazione e controllo del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Francia Marittimo finanziato dal

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

Sistema Informativo Gestione Impianti Termici - SIGIT

Sistema Informativo Gestione Impianti Termici - SIGIT Sistema Informativo Gestione Impianti Termici - SIGIT Contesto Secondo la normativa Europea sul rendimento energetico dell'edilizia (Direttiva 2002/91/CE) la Legge regionale 28 maggio 2007, n. 13 Disposizioni

Dettagli

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI DeltaDator garantirà un servizio di manutenzione correttiva, di manutenzione adeguativa e di manutenzione evolutiva.

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali

Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali Milano, settembre 2009 v.1.3 Pagina 1 Premessa La predisposizione di questa sperimentale Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali (Carta SID) vuole rispondere

Dettagli

Allegato Tecnico VideoNet

Allegato Tecnico VideoNet Allegato Tecnico VideoNet Nota di lettura Definizioni ed Acronimi 1 Descrizione del Servizio 1.1 Descrizione generale 1.2 Descrizione dei servizi offerti 1.2.1 Visualizzazione in real time dei flussi video

Dettagli

Strumento evoluto di Comunicazione con i Venditori

Strumento evoluto di Comunicazione con i Venditori Strumento evoluto di Comunicazione con i Venditori GAS 2 net è una soluzione web-based compliant con le definizioni di strumento evoluto come richiesto dalla normativa vigente (Del. AEEG n 157/07, Del.

Dettagli

Contratto. assistenza software. anno 2015. Comune di TESERO (TN)

Contratto. assistenza software. anno 2015. Comune di TESERO (TN) info@icasystems.it A LESSANDRIA - BERGAMO - VERONA CREMONA - CAGLIA R I - FOGGIA - NAPOLI - PALMI (RC) CATANIA Contratto di assistenza software anno 2015 Comune di TESERO (TN) 62//2015 ICA SYSTEMS Srl

Dettagli

A relazione degli Assessori Cavallera, Vignale,

A relazione degli Assessori Cavallera, Vignale, REGIONE PIEMONTE BU3 16/01/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 9 dicembre 2013, n. 40-6859 Iniziativa volta a garantire maggiore equita' nell'erogazione delle agevolazioni nell'ambito sanitario delle

Dettagli

I servizi di e-government

I servizi di e-government I servizi di e-government La Community regionale Net-SIRV 14 dicembre 2009 Andrea Boer Dirigente Servizio Progettazione e Sviluppo Reseaux della Società dell informazione Un RESEAU è una rete permanente

Dettagli

D.C. Posizione assicurativa e Rapporto Enti:

D.C. Posizione assicurativa e Rapporto Enti: D.C. Posizione assicurativa e Rapporto Enti: Potenzialità applicativo PAssWeb Relatore: Francesco Gemelli Direzione Centrale Posizione Assicurativa e Rapporto Enti 1 BANCA DATI di POSIZIONE ASSICURATIVA

Dettagli

registroelettronico@otto.to.it

registroelettronico@otto.to.it registroelettronico@otto.to.it Registro Elettronico L adozione di un sistema di gestione computerizzata delle attività didattiche nel loro insieme, una questione oggi rimarcata anche a livello normativo,

Dettagli

Requisiti della Business Intelligence

Requisiti della Business Intelligence Realizzazione di un sistema informatico on-line bilingue di gestione, monitoraggio, rendicontazione e controllo del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Francia Marittimo finanziato dal

Dettagli

METIDE/RUBENS. dei servizi per l impiego. e per l orientamento. Roma, febbraio 2005. CESOS Centro di Studi Economici Sociali e Sindacali

METIDE/RUBENS. dei servizi per l impiego. e per l orientamento. Roma, febbraio 2005. CESOS Centro di Studi Economici Sociali e Sindacali METIDE/RUBENS Modello integrato per la gestione in qualità dei servizi per l impiego e per l orientamento CESOS Centro di Studi Economici Sociali e Sindacali Roma, febbraio 2005 IL CONTESTO POLITICO ED

Dettagli

Il Catasto dei rifiuti

Il Catasto dei rifiuti Il Catasto dei rifiuti Il Catasto dei rifiuti Rosanna Andolina, Cristina Mazzetti Normativa Nel nostro Paese così come a livello comunitario, la contabilità dei rifiuti è reputata strategica per una corretta

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

Software a cura della FinWin S.r.l. www.finwin.it. pag. 1 di 5

Software a cura della FinWin S.r.l. www.finwin.it. pag. 1 di 5 Software a cura della FinWin S.r.l. www.finwin.it pag. 1 di 5 INDICE Introduzione Pag. 3 Erogazioni proprie Pag. 4 Erogazioni plafonate Pag. 4 Vantaggi Pag. 5 pag. 2 di 5 1. INTRODUZIONE La Suite FinWin

Dettagli

Verbale di accordo. tra. premesso che:

Verbale di accordo. tra. premesso che: Verbale di accordo In Padova, in data 28 maggio 2014 tra Cassa di Risparmio del Veneto S.p.A. e le OO.SS. di Cassa di Risparmio del Veneto premesso che: - il d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, rubricato Codice

Dettagli

Programmazione e qualità della produzione statistica

Programmazione e qualità della produzione statistica Martedì 9 Novembre 2004, ore 16,45 Sala nord-ovest Sessione parallela Programmazione e qualità della produzione statistica coordinatore Giorgio Alleva Paola Baldi Il ruolo delle Regioni e degli Enti locali

Dettagli

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA PIATTAFORMA SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLE DINAMICHE ASSOCIATIVE

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA PIATTAFORMA SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLE DINAMICHE ASSOCIATIVE LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA PIATTAFORMA SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLE DINAMICHE ASSOCIATIVE La piattaforma SmartPlanner è una piattaforma software multitasking erogata in modalità SaaS,

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Editions Srl, azienda informatica fondata a Viterbo nel 1999, è costituita da due realtà distinte in stretta cooperazione fra loro. Editions, come azienda informatica si occupa

Dettagli

Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila

Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila A M B I T O T E R R I T O R I A L E N. 5 - Ufficio di Piano - All. A CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

Specifiche Tecniche e Funzionali Applicativo DIAGNOS PLUS (09/2015)

Specifiche Tecniche e Funzionali Applicativo DIAGNOS PLUS (09/2015) Specifiche Tecniche e Funzionali Applicativo DIAGNOS PLUS (09/205) Circolarità Anagrafica in Comuni sino a 00.000 abitanti Indice Scopo del Documento 3 DIAGNOS PLUS, lo scenario 3 DIAGNOS PLUS, a cosa

Dettagli

Movimentazioni giornaliere dei prodotti con inserimento automatico tramite causali di movimentazione.

Movimentazioni giornaliere dei prodotti con inserimento automatico tramite causali di movimentazione. Capitale Sociale. 50.000,00 Sede Amm. e Comm.le: Via Acqueviole, 50 98057 MILAZZO (ME) Reg. Soc. Trib. ME n. 32010 C.C.I.A.A. ME n. 126426 Partita IVAe Codice.Fiscale IT01603150838 tel. 0909284834 fax

Dettagli

PROFILO AZIENDALE 2011

PROFILO AZIENDALE 2011 PROFILO AZIENDALE 2011 NET STUDIO Net Studio è un azienda che ha sede in Toscana ma opera in tutta Italia e in altri paesi Europei per realizzare attività di Consulenza, System Integration, Application

Dettagli

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova Ing. Davide D Amico MIUR- DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE SCOLASTICO Dirigente Ufficio

Dettagli

Progetti Innovativi di Alternanza Scuola Lavoro SCHEDA DI LETTURA

Progetti Innovativi di Alternanza Scuola Lavoro SCHEDA DI LETTURA Progetti Innovativi di Alternanza Scuola Lavoro SCHEDA DI LETTURA Norme di riferimento - D.lgs.15 aprile 2005, n. 77, "Definizione delle norme generali relative all'alternanza scuola-lavoro, a norma dell'articolo

Dettagli

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE 1 Introduzione 1.1 Premessa 1. Il presente Allegato A2

Dettagli

La norma ISO27001 non prevede esplicitamente la redazione di un PIANO della SICUREZZA. Sono richiesti dalla norma i seguenti documenti:

La norma ISO27001 non prevede esplicitamente la redazione di un PIANO della SICUREZZA. Sono richiesti dalla norma i seguenti documenti: QUESITO 1: In relazione alla gara in oggetto si sottopone il seguente quesito: Rif. Disciplinare, Pag 14: punto 9 Piano per la sicurezza delle informazioni redatto in conformità alla norma UNI EN ISO27001:2005,

Dettagli

CRM: fidelizzazione e gratificazione per i vostri clienti

CRM: fidelizzazione e gratificazione per i vostri clienti CRM: fidelizzazione e gratificazione per i vostri clienti I. Il CRM Il Customer Relationship Management (CRM) punta a costruire, estendere ed approfondire le relazioni esistenti tra un'azienda ed i suoi

Dettagli

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il Sistema Informativo Territoriale (SIT) del Comune di Castelfiorentino è il punto d'accesso per i servizi e alle informazioni

Dettagli

Gi obiettivi del progetto, già richiamati nel testo della convenzione, sono riportati di seguito in forma sintetica:

Gi obiettivi del progetto, già richiamati nel testo della convenzione, sono riportati di seguito in forma sintetica: ALLEGATO A 1. Inquadramento PROPOSTA PROGETTUALE Il progetto ha come obiettivo principale la definizione ed esecuzione di tutte le attività necessarie alla costituzione del RUC (Registro Unico dei Controlli)

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO Sistema di controllo accessi per Zone a Traffico Limitato. Descrizione tecnico economica del sistema

COMUNE DI ROVIGO Sistema di controllo accessi per Zone a Traffico Limitato. Descrizione tecnico economica del sistema Sistema di controllo accessi per Zone a Traffico Limitato Descrizione tecnico economica del sistema Indice INDICE... 2 1. OBIETTIVI... 3 2. DESCRIZIONE GENERALE DEL SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI... 5 2.1.

Dettagli

ALLEGATO B COMUNE DI ORBETELLO

ALLEGATO B COMUNE DI ORBETELLO ALLEGATO B COMUNE DI ORBETELLO Capitolato tecnico per l'affidamento della fornitura di creazione di una banca dati, tramite digitalizzazione delle schede individuali e dei fogli di famiglia del servizio

Dettagli

Sistema Regionale di Accreditamento per l Educazione Continua in Medicina - ECM

Sistema Regionale di Accreditamento per l Educazione Continua in Medicina - ECM All. DDG del 8 febbraio 2012 n. 1347 REGIONE CALABRIA Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Sistema Regionale di Accreditamento per l Educazione Continua in Medicina - ECM Indice Documento

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

Sistema Pagamenti del SSR

Sistema Pagamenti del SSR Sistema Pagamenti del SSR Utente del sistema di fatturazione regionale Manuale Utente Versione 1.2 del 15/01/2014 Sommario Sistema Pagamenti del SSR Utente del sistema di fatturazione regionale Manuale

Dettagli

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc.

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Risultati attesi 1 / Deliverables 2 Fase 1 - Infrastrutture di base La fase 1 prevede lo svolgimento delle seguenti

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. di cui al. BANDO DI SELEZIONE PER IL REPERIMENTO DI UN ESPERTO INFORMATICO nei ruoli del personale della scuola

CAPITOLATO TECNICO. di cui al. BANDO DI SELEZIONE PER IL REPERIMENTO DI UN ESPERTO INFORMATICO nei ruoli del personale della scuola ALLEGATO CAPITOLATO TECNICO di cui al BANDO DI SELEZIONE PER IL REPERIMENTO DI UN ESPERTO INFORMATICO nei ruoli del personale della scuola 1 INDICE 1. Premessa... 3 2. Definizione della fornitura... 3

Dettagli

InFormAL. Sistema informativo public domain per la gestione delle attività formative nelle Amministrazioni Locali

InFormAL. Sistema informativo public domain per la gestione delle attività formative nelle Amministrazioni Locali InFormAL Sistema informativo public domain per la gestione delle attività formative nelle Amministrazioni Locali PREMESSA Nell ambito del progetto di Osservatorio domanda e offerta di formazione nella

Dettagli

checkonly4you - Progetto D.Lgs. 231/2007 per SIM di Consulenza

checkonly4you - Progetto D.Lgs. 231/2007 per SIM di Consulenza L imminente applicazione del provvedimento definitivo recante disposizioni attuative per la tenuta dell Archivio Unico Informatico, conseguente all adozione del Decreto Legislativo n. 231 del 21 novembre

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PIAZZA MARCONI - VETRALLA P.

Dettagli

Policy Argo Software in materia di protezione e disponibilità dei dati relativi ai servizi web

Policy Argo Software in materia di protezione e disponibilità dei dati relativi ai servizi web Policy Argo Software in materia di protezione e disponibilità dei dati relativi ai servizi web Premessa La Argo software srl è impegnata costantemente a pianificare e monitorare le proprie azioni per la

Dettagli

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 18-01-2010 Messaggio n. 1715 OGGETTO: Nuovo servizio online per le Aziende e i Consulenti:

Dettagli

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Scheda di Progetto Mod. PRO rev. 0 del 04.10.06 Parte prima Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Premessa: Un sistema integrato

Dettagli

S C H E M A D I O F F E R T A T E C N I C A

S C H E M A D I O F F E R T A T E C N I C A S C H E M A D I O F F E R T A T E C N I C A ALLEGATO 2 AL BANDO DI GARA D APPALTO RELATIVA AD UN CONTRATTO ANNUALE PER IL SERVIZIO DI HOSTING WEB, DATA BASE SERVER, SVILUPPO SOFTWARE E SERVIZIO GESTIONE

Dettagli

Ing. Giancarlo Napoli Dipartimento di Prevenzione Azienda USL Viterbo

Ing. Giancarlo Napoli Dipartimento di Prevenzione Azienda USL Viterbo Sistemi informativi per la raccolta e la trasmissione dei dati di esposizione Ing. Giancarlo Napoli Dipartimento di Prevenzione Azienda USL Viterbo Dott. Paolo Bruno Angori Regione Toscana Project Manager

Dettagli

SISTEMA CODICE UNICO DI PROGETTO, CUP (codice: G17H03000130001), E SISTEMA MONITORAGGIO INVESTIMENTI PUBBLICI, MIP (codice: G17H03000130011)

SISTEMA CODICE UNICO DI PROGETTO, CUP (codice: G17H03000130001), E SISTEMA MONITORAGGIO INVESTIMENTI PUBBLICI, MIP (codice: G17H03000130011) SERVIZIO CENTRALE DI SEGRETERIA DEL CIPE UFFICIO VIII SISTEMA CODICE UNICO DI PROGETTO, CUP (codice: G17H03000130001), E SISTEMA MONITORAGGIO INVESTIMENTI PUBBLICI, MIP (codice: G17H03000130011) RAPPORTO

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Relazione Attività Di Progetto Uno degli obiettivi del progetto CST Area di TARANTO è stato quello di garantire la diffusione dei servizi innovativi

Dettagli

Brochure informativa del prodotto

Brochure informativa del prodotto Versione 1.0 Brochure informativa del prodotto Ipweb s.r.l. --- G.A.R.I. WEB: Brochure informativa del prodotto 1 Le informazioni contenute nel presente documento possono essere soggette a modifiche senza

Dettagli

Applicazione: TWIST - Trasmissione Web Incidenti Stradali

Applicazione: TWIST - Trasmissione Web Incidenti Stradali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: TWIST - Trasmissione Web Incidenti Stradali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Oggetto: riepilogo circolare

Oggetto: riepilogo circolare Oggetto: riepilogo circolare Direzione Generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l istruzione e per l innovazione digitale. Avviso pubblico rivolto

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Allegato 2 Offerta Tecnica Pag. 1 di 10 ALLEGATO 2 - OFFERTA TECNICA La busta B - Gara a procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i per l affidamento dei servizi per

Dettagli

Oggetto; Anagrafe alunni scuole paritarie - Aggiornamento frequenze 2009/10

Oggetto; Anagrafe alunni scuole paritarie - Aggiornamento frequenze 2009/10 Oggetto; Anagrafe alunni scuole paritarie - Aggiornamento frequenze 2009/10 Con la nota prot. 2859 del 21 ottobre u.s la Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi ha invitato

Dettagli

Bando Cl@ssi 2.0 Scuole statali secondarie di secondo grado

Bando Cl@ssi 2.0 Scuole statali secondarie di secondo grado Prot. n 3334 del 6 settembre 2010 Bando Cl@ssi 2.0 Scuole statali secondarie di secondo grado Il Piano Nazionale Scuola Digitale, della Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi

Dettagli

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI Pagina 1 di 6 CARTA dei? Pagina 2 di 6 per Hardware e Software di BASE Analisi, Progetto e Certificazione Sistema Informatico (HW e SW di base) Le attività di Analisi, Progetto e Certificazione del Sistema

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli