A. Arcangeli a a Università di Torino. To link to this article:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A. Arcangeli a a Università di Torino. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250006109438648"

Transcript

1 This article was downloaded by: [ ] On: 05 July 2015, At: 11:57 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: Registered office: 5 Howick Place, London, SW1P 1WG Bolletino di zoologia Publication details, including instructions for authors and subscription information: Spigolatute di critica sopra la posizione sistematica di alcuni Crostacei Isopodi terrestri A. Arcangeli a a Università di Torino Published online: 25 Sep To cite this article: A. Arcangeli (1961) Spigolatute di critica sopra la posizione sistematica di alcuni Crostacei Isopodi terrestri, Bolletino di zoologia, 28:2, , DOI: / To link to this article: PLEASE SCROLL DOWN FOR ARTICLE Taylor & Francis makes every effort to ensure the accuracy of all the information (the Content ) contained in the publications on our platform. However, Taylor & Francis, our agents, and our licensors make no representations or warranties whatsoever as to the accuracy, completeness, or suitability for any purpose of the Content. Any opinions and views expressed in this publication are the opinions and views of the authors, and are not the views of or endorsed by Taylor & Francis. The accuracy of the Content should not be relied upon and should be independently verified with primary sources of information. Taylor and Francis shall not be liable for any losses, actions, claims, proceedings, demands, costs, expenses, damages, and other liabilities whatsoever or howsoever caused arising directly or indirectly in connection with, in relation to or arising out of the use of the Content. This article may be used for research, teaching, and private study purposes. Any substantial or systematic reproduction, redistribution, reselling, loan, sub-licensing, systematic supply, or distribution in any form to anyone is

2 expressly forbidden. Terms & Conditions of access and use can be found at

3 A. ARCANGELT Profeesore emerito di Zoologis nells Universiti di Torino Spigo1atnr.e rli criticn sol~~*i\ In posizioae siste~nittica di itlctlili Crostacei Isopodi terrestri. 10 sono costrctto a scrivere queste poclie riglie per il fatto gih una volta clenunziato (ma non peso in consitlcrazione (la alcuno) clie rnolti Isopoclologi di cliiara famn, come per escrnpio BUDDE - LUKD, con il proscguirc dei lor0 stucli, invcce cli inigliorare illustrazioni c concctti, li lianno pcggiorati'fino a1 punto cli creare entith sistc~naticlic cervclloticlie, 'inconcepibili, guardantlosi bcnc clal forindare i criteri cli tali entiti. Lasciarno da partc il vcccliio Conspectus gencrum fainiliac Oniscicluruni clcl 1904 tli BUDDE-LUND nel quale (Bibl. 4, pp ) Egli si guarrli, bene di darci i carattcri delle diverse tribii (e forse lion li clctte perclii: iton poteva) in cui coiiiprese geiieri scnza alcuna reciproca affiniti. Prcncliarno in considerazione il silo gcnere Olibrinus. Fu ncl 1912 (Bibl. 3, p. 379) clie Egli institui un Trichoniscics antennatiis sopra eseiiiplari raccolti nella Malay Peninsula, senza inclicazione di localiti c tanto iiicno cli notizie ecologiclie. Poi ncl 1912 (Bilil. 5, pp ) avcnclo avuto a clisposizione niateriale piii abbondante, Egli si accorse clie tutte le specie rinvenute di tale forma, pure csscnclo riiolto affiiii fra di lor0 no11 potevano appartenere alla fauiiglia dei Trichoninisciclae, ma alla famiglia dcgli Oniscoidae'); per6 sicconie (secondo hi) per le antennc e la struttura tlei rrophi (?) forniavano una traiisizione alla fainiglia dei Ligiidue, credette neccssario distinguere una nuova sottofaniiglia, quella clegli Olibrinae. Furolio cosi tre ~e specie del nuovo genere OZibrinus, tipo cli qucsta sottofaniiglia : 1. OZibrinrcs cmtennatus (ibidem, pi. 22, figg ) della Penisola nialesc (sciiipre senza indicazionc di localiti) , pigmentatrts dcll'arcipelago Cliagos : Salonion, 1 es.; Coin, Peros, 4 es. cli scsso ignoto olivaceus, di cui alcuni csernplari furono raccolti a Djibouti (Somalia franccee). Quc- ---_-- - (1) hin certaincnte vnleva (lire Oniscitlue.

4 sto ultimo reperto potera indicare clie si trattava di un genere litoraneo. Riguarclo ai caratteri clie BUDDE-LUXD Iia clato sia per il genere sia per la siia sottofaniiglia si pub (lire clie certo no11 si pub trattare tli Triconiscidi, se non altro per la presenza,all apice clcl 10l)o interno della iiiascella clel 1.pi0 cli due penicilli (e iioii tre). BIa tale presenza noii b caratteristica solo dcgli Oniscidae e iicin~iieno caratteristica b la iiiaiicanza cli pseeudotracliee. Iiisoiiiiua l unico carattere intliscutibile sarebbe la presenza di antenrie estcrne lungliissinie, con un flagello di iiiolti articoli ( 10.15). Inrero questo Olibririiis si presentara cosi eccezionale clie non si capisce perclib lo stesso BUDDE-LUXD non abbia scntito il dovere di eseguire iiii esariie piii aceurato, piii pnrticolareggiato e si sia liiilitato a dare solo tre figure (l antenna esterna, la partc tlistale tlel esterno tlella iiiascella sinistra rlcl 1 paio e l uropode sinistro : ma quali figure!). Nb 1 Autore si cur6 di dare una idea dclla forma coniplessiva tlel corpo e dei rapporti fra pleoi~ e pereion. E con una dcscrizionc cosi infelice non so come si possa parlare di una forma rli transizione coil i Ligiidne, faiuiglia clie Olibriniis fa ricortlare solo per la lungliezza clcllc antcniie esterne e (lei nuiiierosi articoli tlcl flagello clello stcsso. Ora senil)ra clie Olibriniis fosee ignoto a BARNARD qiiando iicl 1936 (Bihl. 2, , 10 testfigg.) institiii e tlescrisse 1111 genere nuoro, Caniorta, con C. riicobaricn sopra due eseiiiplari (18-19 ) raccolti nelle isole Nicobare a Cariiorta. Qucsto genere Egli erroiieaiiiente assegn6 alla faniiglia Detoriitlae (erroneamente ritenuta sinoninia clclla farniglia Scyphncidae). La tlcscrizione e lc figure ( tutte infelicissiiiie) fanno ricordare il genere Olibrirlus, tanto clie VAXDEL (Bibl. 7, ) lie riterine Caniorta sinoiiinio tli Olibririiis ed ariiriiise la faiiiiglia clegli Olibririidue clie Egli consitlerb affirie ai Ligiidae (ina tion dissc il perchi). Per6 lie (Bibl. 8, p. 111) canibib opiiiione pcrclib riport6 gli Olibriniis a1 graclo cli sottofaiiiiglia degli Oniscidae e ciob agli Olibrininue. QLICsto concetto Egli torn6 at1 cspriniere lie (Bibl. 10, p. 480), aggiungenrlo a tale sottofaiiiiglia un secor~tlo genere, ritlorris, coil Ad. ve1o.r clclla Grotta di Dalir el Aiti presso Tripoli, Dico subito clie questa foriiia lion pub appartcnere agli Olibrininae e ne vetlrcino la ragione. Veniarno allora ai caratteri die, secondo VAXUEL, avrebbero gli Olibrininne. Gli iincini clie distinguerebbero ( se son reri) cpe-

5 sto genere sarebbero i pezzi boccali (< I oisines rle celles tie Scyphacinae : eiiclite interne cle la niasille terniin6e par tine ioriffe de soies (oii cleirx penicille.~ peic distincts, d a1)ri.s Btctlrle Lund) )) (iliid. p.,180). Ma allora qiianto lianno raffigiirato rispetto ai pezzi Iioccali, BUDDE-LUKD per Olibriniis antennatiis, BARCARD per Caniorta nicobaricn (clie secontlo VAXDEL sarehbe Olibrinus) e VAX- DEL per ridonisciis uelox nnn corrispoiide alla defixiizione cli VAY I DEL copra riportata. E no11 corrispontle pcrclii tutti tre Eli Autori lianiio visto e tlisegiiato male. E cosi l iinico carattere valido per distixiguere gli Olibriniis i q~iello delle antennc esterne con flagello etl articoli da 10 a 15: ilia per unico non inteiirlo altro clie qiiello noniinato dagli Autori, perclii chi sa qiianti altri carattcri ha il genere Olibrinris clie non sono stati riiiiarcati dagli stcssi. E allora io rorrei sapere per quali ragioiii gli Olibrininae tlovrebbero essere essegnati alla faiiiiglia clcgli Oniscidrie. Eppure vi era ixn carattere, qiiello ecologico, elie avrelhc clovato indirizzare il sistematico. Dunquc BARXARD per Camorta nicobaricn (clic VAXDEL ritenne per genere sinoniiiio cli Olibriniis) scrisse (Blibl. 2, p. 190): << Rest of jetty D, il clie accenna at1 un habitat litoraneo. AIa piii esplicito 2: stato VAXDEL clic a proposito della repartizione geografica della sua sottofainiglia Olibrininae (Bild. 9, p. 481) scrissc : (( les seules clonne es Ccologiqiies qiie l on possi.de siir cette soiisfamille sont relatiues ii C. violaceus. L eseniplaire 6tiiclii por ilfonod (1933, p. 214) et qiie j ai moi-mlrne exainirii., a 6tC re coltk par R. Ph. Dollfils ii I iie de Senafra duns iina fente cle rocher, air niceaii siipcrieirr dc l eau en conipagnie tle Dynarnenopsis dumeril. Olpiuiii etc. C est dona iine esp6ce liolopliile, et re mode de vie - qiii este aiissi probablernent celici des aiitres spcces dic genre - rapproche, toiit comnie la miorphologie, les Olibrinae des Scypliacinae D. E va hene. Gli Olibriniis (ocamorta) sono alopetrofili o meglio litoranei c litoranei secondari (cia; Isopodi terrcstri clie prowmgono dalla zona marginale, cioi fornie reiininigranti : solo il genere Ligia dovendosi considerare cniiie litoraneo primitivo). Ala allora VAXDEL dovera peiisarci prima cli ascrivere agli Olibrininae il niiovo genere Adonis coil la specie Ad. uelos raccolta (2-39 nella Grotta cli Dalir el Aiii presso Tripoli (cli Siria) (Bilil. 10, pp , figg ). bii pcriiiettn intaiito tli osservare clic finora xion sono stati riconoscinti in una mxaa sottnfainiglia foriiie litoranee e troglobe. E implieito il concetto clie una specie troglobia alhia aviito originc (la lina foriiia cpigea clie iion poteva esserc litoranea: e d altra parte

6 non 2 possibile concepire clie (la iina forma troglobia alibia aviito origine una fdrma litoranea. Ne tlerira clie ai due lialitat, troglobio c litoraneo, debbono conipetere foririe con caratteri n~orfologici tliffercnti. Vediamo allora alcuni carattcri niorfologici piii appariscenti nei due gencri Olibriniis e Adonis. Vedianio die cosa disse BUDDE-LUXD (Bild. 5, pp ) per il plcotelson. In 01. antennatiis : (( Telsuiii brew, media leuiter rotundate triangiilo prodnicto D. In 01. pignientutics : (( Telsrini brevissiiiiiiiii, niedio uiigiiste rotundato N. in 0. olivuceus : (( Telsuiii breve, niedio seinicirciclatini prodiicto n. E BAHXARD per Cnmortu nicobarica : v Telsori very short, sic-triangular, but apex ruth roiiiided, with (I minute miediun indent D. E nella Tesfig. 10-b Egli ra rappresentato a semplice coiitorno lo stcsso plcotelson clie apparisce conipletaiiiente ahliracciato dal iiiargine posteriore del 5" pleonite. E passianio ad Adoniscris velox tli VAXDEL. Questo Autore nel parlare (lei caratteri del genere si occupa tlcl pleotelson. Nel tratlare della specie dice solaniente: (( Telson (fig. 16 A): le bord poste'rieur fornie rim pointe obtuse D. Troppo poco perb, perclii: tale figura clin~ostrerelihc quello clie lo stesso Autore lion ha rilevato. clic cioi: il pleotclson, a differenza cli Olibriniis, 2 tutt'altro clie hreve, anzi apparisce (nella figura data) tanto sviluppato in lungliezza (la presentare allo scoperto i suoi neopleuron. E non lmta. Egli aggiunge : (( Des pores glandiilaires nombreiix siir les ne'oplerirons 4, 5 et 6 (Iig. 16 A) D. Ma allora i pori gliiandolari mancliere1il)ero su tiitto il resto anteriore clel corpo? L'Autore lo dice, ilia lo sottintende. E come carattcre la presenza di pori gliiandolari solo nei neopleurons 4, 5 e 6, se fosse vero (ma non lo 6) sarelibe rli una iiiiportaiiza granclissinia (e YA.XDEL ci ha pensato). AIa tali pori gliiandolari (si tranq~illizzi il lettore) noii esistono, alineno come li lia raffigurati per posizione, forilia e nun~ero lo stesso VAX- DEL. VAXDEL riguardo ai pori gliiaiidolari i: tli nuovo cacluto in 11na illusioi~e ottica. Se poi si considerano tutti quelli organi del ceplla clie VAXDEL ci lia raffipirato (ibid. figg. 14 e lj), l'iinico clle potrebbe fare pensarc per Adonis ad uii rappresentante della sottofainiglia clegli OIibrinris sarel)l)e l'antenna esterna per il suo flagello tli sette articoli, un ni~niero per6 molto interiore a quello degli Olibrinris e con forma clegli articoli dcllo scapo assai differenti. Di piii nel flagello di Adonis Egli avreblie rivelatola prescnza clegli aestetasco (0 bastoncelli sensori) ncgli articoli 3 e 4. JIa noi no11 possianio (lire clie questi liastoncelli Inancano nel flcgelln delle

7 antcnne di olibrinus pcrchd eviclentenicnte gli Autori non se nc sono occupati. In Adonis t.ez0.r poi VAXDEI. ha trovato : (( Coloration : blanche, pas cle pignient. Appureil ociiluire absent n. Dunqiie iiiorfologia tli vero troglobio. Si rioti clie negli Isopotli litoraiiei clclla serie ligiana pigmento ed occlii esistono setnpre (c cosi in Olibrinirs). In concliisione niorfologia ed habitat cli Jcloniscirs ccl Olibrintis sono cosi differenti da clovcrsi cscliiclere la pertinenza di questi due generi alla stcssa sottofaniiglia. Ma potrclbero appartenere alla stessa Famiglia? 10 no11 credo. Se lo si volesse, come La fatto VANDEL, bisognerelbe allora clie Egli ci dicesse quali sono i carattcri clie un Isopoclo tcrrcstre dcvc presentare per assegiiarlo iiiec~uivocabilme~lte agli Oniscitlae; in altre parole qiiali sono i caratteri della famiglia degli Oniscidne qmle i: (la lui aiuniessa. rldoriisciis verisiinilnieiitc ha avuto orgine (per mntazione) (la iina forriia epigea lion itoranea, fornia clie oggi scmbra cstinta. Per Olibrinus si pub pensarc ciie, come litoraiieo sccondario o reimmigraiite sia clerivato da una forina piire scomparsa. I due progenitori di Adonis ed Olibrirzris rappresentavano lince fitcticlie intlipendenti clie trovarono la lor0 cstinzione sia con il passarc (per Aclonis) alla vita cavernicola, sia con il passarc dalle tcrre interne alla zona litoranea (per Olibrinzis). Si pub pensare clic tali progeiiitori rappresentasscro forriic epigee male riuscite, clie lion avevario acquistato iiiia niorfologia clic potcsse permettere iina ulteriore evoluzionc, evolnzione chc invece fu perriiessa ad iina liiica filetica cli foriiie hcne riuscite quale quella tlegli Oniscidae. Inso~ii~iia Aclonis etl Olibrintcs si clebhono considerare come entiti inclipendenti, la cui posizione sisteniatica potri (cd anclic non potri) essere cliiariti altro clie tlopo stucli pi& approfonditi e noii superficiali qiiali risultano qiielli finora eseguiti clagli Autori. In quest0 inoclo la faiiiiglia degli Oniscidoe pertleri quella eterogciiciti die fjnora Iia tliinostrato e clie d stata la caiisa di tante clivergerize sistematiclie. E vcniamo at1 altra q~icstione. 31; dispiace di essere costretto a torriare sopra un argoniento sul qiiale 110 dovuto insistere in 1111 rcceiite lavoro soopra il genere HaZoporceZlio (Bibl. 1). Inteiiclo parlare dei pori escrctori dellc gliiantlole tegurnentali, tlella crii ir~~portanza per la sisternatica io gii parlai, facendo notare per6 clie occorreva prima tli tiitto individuare la ubieazione e la clisposizione degli stessi con esattezza. Un autore farebbe nieglio a prenderli in considerazionc quando ci dovesse fornirc cognizioni e figure inesattc. La critiea, sp~cialrncnte quaiitlo 2: indirizzata a ricerclic fattc

8 (la un Autore cli ralore indiscusso, i: estreniaiiiente antipatica (clirei anclie clolorosa) per chi la fa, ccl io preferirei astenertncne se no11 mi costringesse il clorere cli ricercatore onesto. Intendo parlare specialmente dei sueltletti pori, qiiali sono stati tlescritti c raffigurati tlall illustrc Prof. VAXDEL in 1111 iniportantc lavoro siii Triconiscitli clcll eniisfero autrale (Billl. 9). Lascianio cla parte la classificazione tlella supcrfaniiglia (lei Spnocheta ( LEGRAKD, 1946) nclla qiiale \ T ~ i u (ibitl. ~ ~ 13. ~ 94) riconoscc iina prima Eerie stilonisciana con tre faiiiiglie fra le tpiali cpella clegli Styloniscitlae, clie secontlo I Autore sarelilic conipletamctitc staccata dalla farniglia tlei Tricoriiscidae facenclo parte cli iina secontla serie tricimosciana, anclie per qiianto rignarcla la repartizione geografica. Cib clie a nie intcressa cli iiietterc in eviclenza sono certe particolariti di cui VASDEL parla per cpiaiito riguarda i pori gltianrlolari nclla siia faiiiiglia tlegli Styloniscidae. Queste particolariti sc, fossero vcre (ma non lo sono) avrel)bero clovuto fornire all illustre Isopodologo iin elenicnto prezioso per carattcrizzare gli stcssi Styloniscidae, tanto piii clie IIOII sono state rileratc COIIIC tali in altre faniiglie, per quatito io eappia. Eel E curioso il fatto clie alle stesse Egli non abbia tlato c~ida iniportanza sistciiiatica clie clovrchhero avere se... fossero vere. Aggiungo peraltro clie tuttc le figure clic I autore ci Iia fornite ncl citato lavoro (senza preoccnparsi tli notificare l ingradiniento clelle inirnagini) per qiiclla pratica che io 110 accpistato iiel giutlicare i tliscgni tlati clagli Autori e nella escciizione tla parte mia tli consiniili clisegni per tante altre specie eli Isopodi, mi portano a ritencrc clie noh corrispontlano alla veriti. Per lo meno niolte eli essc, specialniente quellc clie riguartlano i pleopotli inaschili c la miiscolatura clic presiede a$ stessi non nii conviticoiio affatto... non sono affatto cliiare. Ma toriiianio cpi ai pori gliiantlolari. Per Styloniscus mngellaniccts Dana (specie propria clella Terra tlel Fuoco, (lei territori inagellanici e patagonici, salendo fino a1 Cile) VASDEL (lice (ibitl. p. 21): (( Les plionites 4 et 5 portent tle chaqiie c&d pores glaridrihires n. Per Styloniscus tzibiilue (BARXARD, 1922) di Cape Town in Cape Province Egli scrivc (ibid. p. 26): (( Les pores glnndiilaires qzii s ow vrent stir les ~ 6 t h cles ~ derniers pldonites sont trcs nonibreux. On en corripte 70 environ sir le pldonite 4 (fig. 15 D), 40 environ s w le pl6onite 5, et 6-8 stir le pldotelson (fig. 17 if). Ora le figure prcsentate i~on conviiicono affatto. Intanto i pori glliandolari COUIC

9 sono in esse rapprescntati, cioi: qiiali tronco tli con0 rivolti all'intlietro, non si possono osservare in nessiina altra specie appartenente at1 altra faniiglia. Si noti poi clie, siccome a ciascun poro gliiantlolare, per quanto 2 noto, compete iina ghiaritlola (cd ilna sola) e sicconie per le proporzioni tli granrlezza i corpi gliiantlolari dcbbono superare tli iiiolto in granclezza i pori relativi, non si riescc a capire come c dove possono cssere collocati qiicsti corpi gliiantlolari lie1 rispettivo pleonite. E nor1 1)asta. VAXDEL parla di pori gliianclolari lie1 pleotelson, particolariti die non i: niai stata segnalata in altre specie (la altri Autori. Ed ancora. L'autore noxi parla clella csisteiiza cli pori ghianrlolari e tlella lor0 ubicazione nei pcreioniti! Ed i pori gliiantlolari (e naturalmente anclie i corpi relatiri) ii trovere1)ixro proprio sul <lo, sill So pleonitc e sul pleotelson? AIa allora noii esistere1)bern sugli altri soiiiiti c cpincli nei pereioniti? Sari, inn non ci crctlo. Ed allora ricortlerij, tanto per citare 1111 Autore niolto scrupoloso, clie HEROLD (Bibl. 6, p. 487) riguardo ai Trichonisciis clisse : a Die Epimerendriisen sincl iiieist iceniger tiel eingeschnitten gelappt, gleichen aber sonst diirchaiis den Urostjl-wid den Teberschen Driisen. lch farit1 die Epimerendriisen in allen Segnienten. Sie niiirtdeten lei den voii niir iintersucliten Form einzelrt am obereri Aiisserirande der Epirnerite iind iuuren om zahlrichsten in den Thorocalsegnienten vorhanden D. Ed HEROLD si rifcrira ai Trichonisciis ceri, cioe a qixelli clie sono propri dell'enxisfero scttentrionale. ive tleriva clie se fose vero quanto V~DEL Iin riferito, noi avreniitio nella sitiiazione dci pori gliiaiiclolari un altro carattere tliffcrenziale fra gli Styloniscidae ed i Trichoniscidae tli VANDEL. AIa allora perclil: VAXDEL stesso xiel tlefiriire i caratteri clelle due fainiglic lion parla alfatto (lei pori gliiandolari ni: tlelle ghiandole relative? Continuiamo. Per StyZoriisciis riiclioisi n. sp. rlel nordovest dclla Tasinaxiia VASDEL (hid., p. 33) dice: (( Les pldonites 4 et 5 portent, de choqiie ~616, iirie Jenii-doiizaine Je pores glanclulaires B. Per fortuna non li raffigura. A h allora qiii i pori manclicrebliero nel pleotelson? Per Stylonisciis tlionzsoni ( CIIILTON, 1883) del Sud della Nuova Zelanda, tlelle Isolc Auckland e tli Rap, la pia meridionale tlellc isole poliriesiano (ibirl. p. 40) Egli trovb: (( Le pldonite 4 porte de chaqiie c6te' 9 pores glandrrlaires, le ple'onite 5 de 11 ii 12 pores, et le p~e'oiel50ii 2 D. In Styloniscus otah-ensis (CIIILTON, 1883 pro parte) c~la Solit11 Islanc1 dells Xuova Zclantla, inoit& delle isnlc Auckland e Cliatliain c del sudovest clcll'australia 1'Autore

10 (ibitl. p. 45) trova: (( Le pldonite 4 porte rle chaqrie cbt6 10 pores glanditlaires et le pldonite 5, 9pores N. Anclie qui clunque i pori manclicrelibcro sill pleotclson. Per Stylonisciis phormianiis ( CIIIL- TON, 1901) della A'riorci Zelancla VANDEL (ihitl. p. 50) dice : (( J'ai conipti icne dizaine de pores glanditlaires sitr le cdd drt pldonite 4 (Fig. 41 B) et cinq siir le pldonite 5 (Fig. 41 C)D. Di niiovo allora nianeanza di pori nel pleotclson. Per Stylonisciis spinosiis (PA- TIEXCE, -907) trovato in una scrra tli Glasgow in Scozia C poi iiella le de RCunion e nel JIadagascar VAXDEL non parla cli pori gliianclolari. Ed allora in questa specie noii esisterel)bcro? Per Sfylonisciis (Triclioniscits) iiiaitritensis ( BARNRD, 1936) di blauritius e Madagascar \'A;\DEL (ihicl. p. 58) dice : N J'ai coniptd line tlaitzairie de pores glaritlrtlaires srir chacun des cdds dri pldonite 4, et cinq ci six siir le plconite 5 1). In Cordionisciis steblirigi (PATIEXcC, 1907)' unica specie del genere raccolta dapprinia in iiiolti parclii e giardini di Ingliilterra, Scozia, Irlantla, Belgio, Olanda e Stati Uniti, poi rinvenuta nella Spagna.orientale ((la ARCAXCELI conic Trichoniscrts ( h'esiotoiiiscrts) t.alentiae) 1'Autore (hid ) trova : (( Le bord Iat6rd des p16onites 4, 5 ct 6 prbente line plage allongde qiii renfernie de iionibreiix pores glariririlaires (iine cinqitantnine sitr 4; de 25?t 30 sitr 5 et 6). E siccoiiie questa specie sarehlw sinoninia tli quella clie io nel 1935 clescrissi conic Nesiotoniscrcs Valentioe, ne tleriva die io noii avrei vitso questi nunierosi pori gliiandolari. Per6 l'dutore non ci lia fornito figure e credo clie abbia fatto Ilene. Per Clauigeronisciis Riqitieri Arc. 1930, die fu raccolto (lap prima in Costa-Rim, poi nell'isola tli Barro Colorado nella zona dcl canale tli Panama, poi in diverse stazioni tlella Cortligliera veiiczuelana, genere e specie clie VAKDEL assegna alla sottofaniiglia Styloriiscinae, Egli no11 parla cli pori gliiantlolari, come non ne parlai io quaiitlo descrissi la specie. Nella sottofaiiiiglia (lei A'otonisciriae (degli Styloniscidue) VAK- DEL (iliid. p. 94) ricnosce tre generi: 1. A'otomiscrts con Sot. helnisi ( CHILTOX, 1901), specie propria clell'isola niericlionak dells Nuova Zelantla : 2. Pnranotonisciis con Par. caperisis BARXARD 1933 cli Capetwn nella Provincia tlel Capo : 3. Chiltonella ARCANCELI Per tutti questi tre generi VAX'DEL lion parla rli pori gliiandolari. Dunque di sei generi clie costituiscono la famiglia degli Stynoniscidae i pori gliiandolari sarebbero stati osservati solo in clue : in Styloniscrts ccl in Corclioniscus, ma ncl prirno qualclie specie ne

11 inanclierellie. Per le altre due famiglie della serie stylonisciana, Titanidae e Schoblitlae VAXDEL non fa parola tli pori gliiandolari. Da qiiaiito sopra risulta (~LICS~O. Poichi: la prcsenza (lei pori gliianrlolari i I intlice sieuro clella esistenza cli gliiandole tegumentali ad essi pertinenti, si clovrclhe clccliirre clie nelle specie in cui non sono stati osservati tali gliianclole non esistono? Ma neiiiineno per sopo. I1 male 6 che quelle forniazioni clre come pori gliianrlolari sono state interpretate sono pori gliiandolari : eon cih non si pi, concludere elie inanchino le gliiaiitlolc in parole, i ciii pori gliiandolari possoiio avere iiiia ubicazione etl una conforniazioiie clic li reiitlc tlifficili at1 inclivicluare. E allora noi ribattianio. 0 si cl5 iinportanza ai pori gliiandolari o la si (15. e VAAD,EL ha fatto inenzione tlegli stcssi in diverse specie, ei6 vorrebbe dire clic Egli asegn6 importanza agli stessi. Ma no11 si i accorto cl~e qi~csta iniportanza si dileguava ncl rifcrire la iiiaiicanza (lei pori in specie cieho stesso genere o cii generi affini. Egli non Iia parlato cli pori gliiantlolari siigli epiiiieri (lei pcreioniti. Ma allora se iicgli Styloniscidae noii esistono si avreblicro in essi clclle conclizioni spcciali rlella repartizione clelle gliiandole tegunientali. E di c~ncste coritlizioiii Egli lion ha parlato affatto. Ed b percib cl~e 11el laroro in parola tli \ ARDEL noi troviaino referti fatti c riportate.figllrc clie ci clcbbono far cliilitare rnolto clella writ5 clcgli stessi. Per 11x1 lavoro qualc si era prefisso 1 Isopotlologo franccse a ine semljra clie si richieclcssc quella esattezza clie clorcra foriiiare la ]lase a conclusioni tli indiscntibile valore per la sisteinatica. E perei6 elk io credo clic Egli non sia riuscito ncll intento, pure riconoscenclo clle si E trovato tlaranti a grancli difficolti. Per iina eritica docuincntata era necessario clle io riportassi integralniente i reperti tli VA;\DEL sui pori gliiantlolari, pur snpentlo cli riuscirc asmi iioioso.

12 n I D L T O G It A F I A ( 1) AB(:.~XLELI, I1 sottngciicrc (cli Porccllio) Ilnloporcellio I erliocff dcvc csscrc ronsiclerato come un gciicrc a si (Crostarci Tsopotli tcrrestri): Afti.,fccotf. Scirare cii Torino, ( ), pp (2) DARSARU, K Isopotls collcctcc Ly the R.I.3I.S. tt Invcstiylnr N: I(erort1s fncliori Miis. Yol. XXWIII, Part 11, Calcutta, 1936, pp , 10 textfig. (3) Iil.I)DE-LUSD, G. - Terrestrial Isopocla in: Lanclicstcr, N. F thc Crustaccn collcctctl cliiriiig the n Skcat Exi)ctlition II to >May Pcnineula: Pro. red. %ool. SOC. Loritfort, 1902, I1 (2), , PI. SXSIV-SXSV.. with aclclitions ant1 illristrztions. 2. Splicrilloniiiac. 3. Ar~natlillo. KjGbenhorrt 1901, 111) , l.nl (I) A rcvision of it Crustacca Isopocla tcrrcstria II (5) Tcrrcstrial Isopocla pnrticulary conzitlcrcil in rclation to the clistrihition of tlic Soutlicrri.IiitlnPnrific species, in: TIic percy sl;lilcn trust cxpctlition to tlir Inclinn Occan in 1903 iintlcr the lcacler ship of Slr. 1. Sttrnley Crirtfncr, 111. d., : Tratisact. of tlic Linn. Soc. London, 2 Ser. Zoology, I ol. SS, Part 3, 1912, pp , PI (6) IIEROLD, W. - Bcitrsgc ziir Anatomic untl Physiologic ciniger Lantk-isoiicdcri - IIantung - Sckrctioii - Atniting: Zool. Jokrb. Abt. 1. rinof. Utf. 35, Ilcft 1, 1913, 1 1) , Tnf , 15 Tcxtnlhilcl. (i) VASIIEL, A. - La rkpartition gengraphiqiie cles Oniecnitlea (CrutnrQ tcrrcstrcs): Drill. biol. t l ~ In Frnnre et C ~ C , 13 fig. In Bclgiqiir, T. LSXIX, 1915, Fnsc. -1,.I)II. (8) Ctiicle clcs 1sopotlc.i tcrrcstrcs recctltes a11 \ EnEzucla par le.dr. G. JIarcuzzi: llfeni. Xrrs. Cir. St. A nt. Verona, Vol. 111, 1952, p , 97 figg. (9) \.AXDEL, A. - Les Trirlio~iisritlrs ( CriistacOs-Iseipoelcs) tlc l%&ini3ph6rc aii%trd: Jfcni. Nits. Knt. tlist. A. S. Ser. A, Zool. T. J l, Fasc. 1, Paris, 1952, pi) , i9 fig. (10) Bioapbologira LSSI. JIission IIcnri Coilfait au Lilmn (1951). 8. Isopotks tcrrcatres: Arch. Zool. expl;r. et gdn. T. 91, Fils(*..I, 1955, 111)., , 32 figg.

13 R I t\ S S U N T 0 Si clirnostra clie il grnerc OliLrintrs ~ncltlc-lunci (191 3) per i caratteri e~mnciati e per le figure rlie accorn~iagnarono la clcscrizionc, non pnb cssere aswgnato alla fonii:.lia clrgli Oniscitlae. La istituzione eli una sottofamiglia clcgli Olibrininoe faccntc parte tlella famiplia sucldetta, istituzione fatta da Vanclel nel 1952 diventa aiicorii pii~ inaccettaliile se \ antlcl \-nolc assesnarc a& Olibrirtinae il suo generc Adonis (1955). Qrresto Adonis propria clalla clirczione cli esso clnta da i andel risulta conir iinii ciititi clic awn i. affatto affinc ngli Olibrinrrs. Inoltrc lc condi. zioni in cui furolio raccolti Olibrinus ecl Adonis l~asterelhrro per cliniostrarc quc. stit nianviiiiza cli afliniti Ira i clue gciieri quanclo si pensi clic il primo 6 tin gcncrr litoicrneo ctl il sccanclo un genere cncernicolo. OIiLrirrr~s cci AcIorris si ciehiiouo considerare conic cntiti inciii)cnclenti, la cni posizionr. sistcmatica i: ancora cln clcfinirc. Knn si possono ncccttnre senza riscrvc Ie cuuc~lusioni cli \ AXEL (195,) rclntivc ai Triconiscidi dell cmisfero autralc, i qnali tloviclil)ero costituire nna famiglia a s5, qriella degli Sty)-lonisrirloe. Lc tlrscrizioni r Ic figure atlclottc dall Autore,laseinno molti clubbi relativi alla csat. tczza delle etcssc. La questione clella prcsrnza cli pori gliiantlolari nei pleoriiti e net pleotrlson quale stata arnniessa (InlIoistcsso I ASDEL i. stain trattata con moita Irgcrrzza, tanto die le specie trnttatc clovrrbliero essere riprese in esaine per potcre ronfcrrrlare quanto I Autorc ll;~ sostenuto, nia scnza lornire 1irob.e convinccnti. It is shown that gentis O!ibrinrts Bnclcle-I.rrnel (1912) cannot lie assignet1 to tlrc:.latrlily Oniseicine owing to the ennnciatecl features and the figures which illudrate the clcscription. The institution - establishctl Ly \ anclcl (19.3) - of a new snlifsmily, lielonging to the aliove nientionecl family, Iiecoincs more nnarceptalile if Vanelrl attrilibtc his new grnns Adonis (1955) to the Olibrininac. Just on ac. count of the cleseription given by \ anclel, Adonis cannot at all lie cori~ielerecl allietl to Olibrirtcrs. To dernonstratc the uiilikeness bet\+-ecn Olibrinr~s and Adonis soflicr. it to m y that they were collected in con~pletcl~ clifferent conditions, Iicing tlic former a Iittornf form, the latter a subterranean one. (llibritr1r.p aid.4c/onis must he COIiSickred as Itnrehled forms, dlosc SySlCtiintic. position has not yet been defined. It is not possililc to accept withollt reserve tlie conclusions of \ anclel (195 3). In his opinion the anstrnl Triclroniscitloc uiust lic consiclerecl as a quite dcetinct family named Styyloniscitloe. But Iiotll descriptions ant1 illustrations giben by tl~e Autor leave sonre donlits aliout their cxa&css. The problem of the existence of glandular porcs, aclnlittecl 1))- \ anclcl himself, on pleoniti and pleotclson has I~crn facctl with some levity, so that the clc~~crilivti species must lie exaniinccl spin to ronfirni what the Xnthor has niaintainccl witl10u1 giving proliativc argunients.

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140 This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 14 August 2015, At: 03:03 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Ermanno Bronzini a c d & Pietro Bertolino b d a Aiuto volontario dell'istituto di Parassitologia

Ermanno Bronzini a c d & Pietro Bertolino b d a Aiuto volontario dell'istituto di Parassitologia This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 10 July 2015, At: 08:21 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Bolletino di zoologia

Bolletino di zoologia This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 07 July 2015, At: 12:45 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Concetta Lupo Di Prisco a, Paolo Verdarelli a & Giandomenico Pambianchi a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata,

Concetta Lupo Di Prisco a, Paolo Verdarelli a & Giandomenico Pambianchi a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata, This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 06 July 2015, At: 17:39 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Frizzi Guido a a Istituto di Zoologia e Centro di Genetica, del C. N.

Frizzi Guido a a Istituto di Zoologia e Centro di Genetica, del C. N. This article was downloaded by: [178.63.86.16] On: 15 August 215, At: 13:53 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 172954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Agata Romako a a Istituto di Zoologia della Università di Palermo. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005309436879

Agata Romako a a Istituto di Zoologia della Università di Palermo. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005309436879 This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 05 July 2015, At: 08:06 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

A. Minganti a a Istituto di Zoologia, Univcrsità di Palermo

A. Minganti a a Istituto di Zoologia, Univcrsità di Palermo This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 08 July 2015, At: 02:03 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Genova, 26 febbraio 2014. Commissione di Garanzia - Roma. Osservatorio sui conflitti sindacali - Roma. Prefetto di Genova

Genova, 26 febbraio 2014. Commissione di Garanzia - Roma. Osservatorio sui conflitti sindacali - Roma. Prefetto di Genova CG t FY-#tsL ry F[OERAZt0NEtfÀilAr{ATRASP0fii' Wrh-rsFoRîr Genova, 26 febbraio 2014 Commissione di Garanzia - Roma Osservatorio sui conflitti sindacali - Roma Prefetto di Genova Direzione ATP EsercizioSr!

Dettagli

Scuola primaria classe quinta Scuola secondaria primo grado classe prima Accoglienza 2014-15

Scuola primaria classe quinta Scuola secondaria primo grado classe prima Accoglienza 2014-15 Scuola primaria classe quinta Scuola secondaria primo grado classe prima Accoglienza 2014-15 Usate un solo foglio risposta per ogni esercizio; per ognuno deve essere riportata una sola soluzione, pena

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari

Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari Gennaio 2010 Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari Introduzione In data 10 dicembre 2009, la Banca d'italia ha pubblicato un documento per

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

SU ALCUNE RACCOLTE MEDIEVAL I

SU ALCUNE RACCOLTE MEDIEVAL I SU ALCUNE RACCOLTE MEDIEVAL I DI FAVOL E NOTE LESSICAL I Le molte raccolte di favole in latino, fatte nel M. E., che son o in parte rifacimenti delle favole di cedro e derivazioni di tali rifacimenti,

Dettagli

SULLE VARIETÀ ALGEBRICHE A TRE DIMENSIONI AVENTI TUTTI I GENERI NULLI

SULLE VARIETÀ ALGEBRICHE A TRE DIMENSIONI AVENTI TUTTI I GENERI NULLI G. FANO (Torino - Italia) SULLE VARIETÀ ALGEBRICHE A TRE DIMENSIONI AVENTI TUTTI I GENERI NULLI 1. - La distinzione, che pareva tradizionale, tra scienze di ragionamento e scienze sperimentali è ormai

Dettagli

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata 1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata di Michele Diodati michele@diodati.org http://www.diodati.org Cosa significa accessibile 2 di 19 Content is accessible when it may be used by someone with

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati fu elaborata dall economista inglese David Ricardo (1772-1823) nella sua opera principale: On the Principles of Political Economy and Taxation

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure.

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. TRADUZIONE A CURA DI ASSUNTA ARTE E ROCCO CAIVANO Prima versione dell IFLA 1954 Revisioni principali

Dettagli

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS)

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) Stefano Linares, Linares Associates PLLC - questo testo è inteso esclusivamente per uso personale e non per una distribuzione commerciale. Eventuali copie dovranno

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni : criteri e indicazioni di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: giugno 2010 A) Sistema classico (autore-titolo) nel corpo del testo: es. frase citata da un libro ¹ [N nota in apice] in nota a piè di pag.:

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese Introduzione Nell articolo vengono mostrate vari possibili legami tra la costante di Archimede (pi greco) e la sezione aurea (phi).

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Regolatori di portata 1

Regolatori di portata 1 Regolatori di portata MA Dimensioni MA da Ø 0 a Ø00 D D L Descrizione I regolatori di portata MA vengono inseriti all interno del canale e permettono di mantenere costante la portata al variare della pressione.

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Come scrivere un articolo scientifico La bibliografia: citare da Internet

Come scrivere un articolo scientifico La bibliografia: citare da Internet scrivere in medicina Come scrivere un articolo scientifico La bibliografia: citare da Internet L emergere di Internet come fonte preziosa di informazioni, ha reso necessaria la definizione di alcune regole

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Queste istruzioni si trovano in italiano a pagina 4 di queste note informative.

Queste istruzioni si trovano in italiano a pagina 4 di queste note informative. Authorising a person or organisation to enquire or act on your behalf Autorizzazione conferita ad una persona fisica o ad una persona giuridica perché richieda informazioni o agisca per Suo conto Queste

Dettagli

Requisiti di sistema di Cisco WebEx Meetings Server

Requisiti di sistema di Cisco WebEx Meetings Server Prima pubblicazione: 21 Ottobre 2012 Ultima modifica: 21 Ottobre 2012 Americas Headquarters Cisco Systems, Inc. 170 West Tasman Drive San Jose, CA 95134-1706 USA http://www.cisco.com Tel: 8 526-00 800

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA UN OFFERTA DI RIACQUISTO SULLA TOTALITÀ DI ALCUNE OBBLIGAZIONI IN DOLLARI EMESSE DA TELECOM ITALIA CAPITAL S.A. Milano, 7 luglio 2015 Telecom Italia S.p.A.

Dettagli

MODULO D ISCRIZIONE 2015 41^ EDIZIONE ENTRY FORM LA DUECENTO. Pescaggio/Draft CLASSE

MODULO D ISCRIZIONE 2015 41^ EDIZIONE ENTRY FORM LA DUECENTO. Pescaggio/Draft CLASSE MODULO D ISCRIZIONE 2015 41^ EDIZIONE ENTRY FORM Nome barca/yacht name Cantiere /Shipyard Colore dello scafo/hull color Numero velico/sail number Modello/Model Imbarcazione sponsorizzata/sponsor name Data

Dettagli

NUOVA SEGNALAZIONE DI CROSTACEI DECAPODI NEL CRETACICO INFERIORE DI VERNASSO (UDINE, NE ITALIA)

NUOVA SEGNALAZIONE DI CROSTACEI DECAPODI NEL CRETACICO INFERIORE DI VERNASSO (UDINE, NE ITALIA) A. GARASSINO NUOVA SEGNALAZIONE DI CROSTACEI DECAPODI NEL CRETACICO INFERIORE DI VERNASSO (UDINE, NE ITALIA) NEW DISCOVERY OF DECAPOD CRUSTACEANS IN THE LOWER CRETACEO US OF VERNASSO (UDINE, NE ITALY)

Dettagli

ITALIA: REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA 21 MAGGIO 2015

ITALIA: REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA 21 MAGGIO 2015 BRIEFING ITALIA: REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA 21 MAGGIO 2015 Contenuti I. Ambito di applicazione del DTR II. Interventi contemplati dal DTR III. Incrementi di Producibilità

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Sicurezza del DNS DNSSEC & Anycast Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Perché il DNS Fino a metà degli anni '80, la traduzione da nomi a indirizzi IP era fatta con un grande file hosts Fino ad allora non

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie Quello che devi sapere sulle opzioni binarie L ebook dà particolare risalto ai contenuti più interessanti del sito www.binaryoptionitalia.com ed in particolar modo a quelli presenti nell area membri: cosa

Dettagli

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco a, pensiero Chorus of Hebre Slaves from erdi s Nabuo a, pensiero, sull ali dorate; a, ti posa sui livi, sui olli, Ove olezzano tepide e molli L aure doli del suolo natal! Del Giordano le rive saluta, Di

Dettagli

Guida di Riferimento Virtua

Guida di Riferimento Virtua it Guida di Riferimento Virtua Indice dei Contenuti Componenti...1 Assemblaggio...6 Accensione...14 Spegnimento...16 Caricamento Materiali di Consumo...17 Configurazione...20 Programmazione Host DICOM...31

Dettagli

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat with cap. 3015001 with cap. 3900001 with connector 3900200 with cable A richiesta disponibile la versione certifi- Version available on request 124

Dettagli

Pila.h versione 6. class Pila { private: int marker; int * contenuto; public:

Pila.h versione 6. class Pila { private: int marker; int * contenuto; public: 1 Pila.h versione 6 struct Pila { private: int size; int defaultgrowthsize; int marker; int * contenuto; void cresci(int increment); public: Pila(int initialsize) ; Pila(); ~Pila() ; void copy(pila * to)

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

I l Cotto Nobile Arrotat o

I l Cotto Nobile Arrotat o I l Cotto Nobile Arrotat o RAPPORTO DI PROVA N. 227338 Data: 25062007 Denominazione campione sottoposto a prova: NOBILE ARROTATO UNI EN ISO 105454:2000 del 30/06/2000 Piastrelle di ceramica. Determinazione

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo

1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo 1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo costretti a dire no... chi vi sente capisce subito che per

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli