Convegno " Viaggiare ad occhi aperti - Formazione Universitaria e Turismo Responsabile: un dialogo aperto".

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Convegno " Viaggiare ad occhi aperti - Formazione Universitaria e Turismo Responsabile: un dialogo aperto"."

Transcript

1 Convegno " Viaggiare ad occhi aperti - Formazione Universitaria e Turismo Responsabile: un dialogo aperto". 10 aprile Politecnico di Milano Dipartimento di Architettura e Pianificazione Al convegno " Viaggiare ad occhi aperti - Formazione Universitaria e Turismo Responsabile: un dialogo aperto" hanno preso parte nel corso dell intera giornata 93 persone di cui: - 27 dalle università ( 8 docenti e 19 tra studenti, laureati, ricercatori, dottorandi) - 20 dalle scuole superiori ( 10 docenti, 2 presidi e 8 studentesse che hanno svolto il servizio di catering) - 12 da Ong - 5 da tour operator - 4 da enti locali - 25 relatori La prima parte del Convegno ha avuto come moderatore Antonio Morra, caporedattore dell Ufficio Centrale del Corriere della Sera, che ha introdotto ai lavori presentando il convegno come uno strumento utile non solo per sollecitare gli operatori a capire che il futuro è il turismo responsabile, ma soprattutto per trovare una strada che crei un rapporto tra formazione e turismo responsabile. Dopo la presentazione dei vari relatori e degli argomenti previsti per la giornata, Morra ha passato la parola a Piercarlo Palermo, preside della Facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano, che ha sottolineato alcuni aspetti critici legati al tema del turismo responsabile, ponendo l attenzione in particolare sulle politiche da adottare per tendere ad un turismo utile, nel senso più ampio del termine. Maria Grazia Savardi, dell Assessorato all Istruzione della Provincia di Milano, è poi intervenuta citando le proposte dell Assessorato che vertono su iniziative riguardanti la pace, la convivenza e l interculturalità, specificando che l obiettivo di tali iniziative è l educazione alla cittadinanza attiva. La dott.ssa Savardi ha inoltre posto l attenzione sulla concezione di turismo come strumento di scambio interculturale e sulla conseguente importanza sociale e culturale di tale fenomeno; venendo alla questione principale del convegno, ha poi citato l importanza e più ancora la necessità dell educazione al Turismo Responsabile nella didattica delle scuole e delle università. Da qui il sostegno al progetto dell Icei Viaggiare a occhi aperti. Irma Dioli, Assessora alla Partecipazione, Pace, Cooperazione e Politiche giovanili della Provincia di Milano, ha poi chiuso la prima fase di introduzione e saluti definendo il Turismo Responsabile come uno strumento fondamentale per la Cooperazione Internazionale. Sottolineando l impegno dell Assessorato verso questi temi, ha citato il lavoro svolto per la creazione di protocolli di intesa con alcuni paesi nella direzione del Turismo Responsabile e per la valorizzazione delle buone pratiche e la loro messa in rete. Tema quindi considerato assolutamente prioritario dalla Provincia di Milano, il Turismo Responsabile andrebbe valorizzato secondo l Assessora anche attraverso sinergie tra il mondo accademico, le Ong, i tour operator e la società civile. Il primo intervento della parte del convegno intitolata Per una nuova cultura del turismo è stato svolto da Alfredo Somoza, presidente di ICEI, che ha per prima cosa espresso soddisfazione per la realizzazione di questo incontro, desiderato fortemente anche da AITR per superare la

2 difficoltà a dialogare con il mondo universitario, malgrado la moltiplicazione dei temi legati alla sostenibilità. Alfredo Somoza ha poi posto l attenzione sull utilizzo della terminologia più adeguata tra sostenibilità e responsabilità, dibattito che in Italia è stato molto più breve rispetto a quello sostenuto in altri paesi, poiché si è subito deciso di puntare verso una nuova qualità del turismo, che fosse basata su sostenibilità ambientale da una parte, e responsabilità sociale dall altra. Dopo la presentazione delle priorità dell OMT nella direzione del Turismo Responsabile, Somoza ha introdotto la questione del rischio che questo tipo di turismo diventi solo una nicchia, tema ripreso più volte nell arco di tutta la giornata. Esaminando la situazione attuale (pochissimi operatori di turismo responsabile, il grande mercato che molto lentamente comincia a fare piccoli passi in avanti) l ha definita non del tutto negativa, in quanto, rispetto a dieci anni fa, dei miglioramenti sono stati fatti, e questa tendenza è testimoniata da alcune ricerche svolte in questa direzione, ultima quella di Arianna Lasorsa, sulla presenza di elementi di responsabilità nell offerta dei tour operator. Toccando più specificatamente il tema della formazione, ha sottolineato la necessità delle organizzazioni che si occupano di Turismo Responsabile di avere persone competenti, anche per la sempre maggiore complessità dei progetti. Inoltre ha posto l attenzione sulla necessità di spiegare agli studenti le reali possibilità di lavoro nel settore, in modo da fornire loro una sensibilità ampia al Turismo Responsabile, anche se non andranno a lavorare nella nicchia degli operatori specializzati. Dopo l intervento di Mauro Pedalino del Ministero degli Affari Esteri che ha espresso soddisfazione per la creazione di un momento di interazione virtuosa sul settore del Turismo Responsabile tra la varie figure che se ne occupano, si è svolto l intervento di Eugenio Yunis, dirigente dell UNWTO. Yunis si è focalizzato sulle strategie e sulle linee di intervento dell Organizzazione Mondiale del Turismo, fornendo una serie di dati sulla crescita molto alta e veloce del settore del turismo e presentando tra le linee guida per un turismo più sostenibile l importanza della formazione. La prima parte della mattinata si è chiusa con la presentazione della ricerca Formazione Universitaria e Turismo Responsabile da parte di Giuseppina Sciurba, del settore Formazione ICEI. Obiettivo dell indagine è stato verificare l incidenza della tematiche sostenibili-responsabili all interno della formazione universitaria italiana connessa al turismo per comprendere quanto e in che modo l approccio sostenibile-responsabile faccia parte della formazione turistica e quanto si intende investire nel suo sviluppo. I risultati hanno delineato una situazione in cui la presenza del turismo responsabile è piuttosto alta nei corsi universitari, ma allo stesso tempo il suo insegnamento è spesso frammentato e poco rilevante. Si è poi evidenziato come ancora oggi sia limitata la diffusione della cultura della collaborazione tra i diversi soggetti che a diverso titolo sono coinvolti nel Turismo Responsabile, e il cui contributo risulta importante per un ambito che necessita di ulteriori approfondimenti e sviluppo. L intervento ha messo in luce l importanza delle relazioni tra università, impresa, enti, e la necessità di ricercare, senza pregiudizi e preconcetti, il terreno su cui costruire un dialogo, uno scambio reciproco per far sì che un territorio si trasformi in un area di sviluppo e innovazione, ricordandosi che per plasmare il futuro è importante confrontarsi con le diverse tendenze.

3 La parte del convegno Verso nuove pratiche è stata aperta dall intervento di Hugues de Varine, Consultant Developpment communautaire, sulla nuova Museologia tra Territorio e Comunità locale. De Varine nel suo intervento è partito da una prospettiva diversa, non dal turismo ma dal territorio, per parlare della Nuova Museologia che, in contrasto con la museologia tradizionale, pensa al museo come uno strumento politico per costituire l identità della comunità. Il museo può in questo senso giocare un ruolo centrale per lo sviluppo locale e per una prospettiva di turismo responsabile. Non solo infatti attira i turisti, ma aiuta a resistere agli effetti negativi che il turismo può portare con sé, aumentando inoltre la coscienza che la comunità locale ha degli elementi da salvaguardare. La missione di questi nuovi musei è costituire un luogo in cui si svolga una vigilanza patrimoniale, quindi monitorare e gestire lo sviluppo turistico sul territorio, contribuendo anche all educazione del turista. L intervento di Isabella Inti, urbanista del Laboratorio Multiplicity Lab - Politecnico di Milano, si è focalizzato su una ricerca svolta in collaborazione con l associazione NAGA sulle modalità dell abitare a Milano, intitolata Milano, Cronache dell Abitare, e ha presentato i luoghi della città in cui le persone dormono, lavorano e si incontrano, soffermandosi soprattutto sulle popolazioni temporanee di Milano, allacciandosi in questo senso al tema del turismo. Cesarino Romani, assessore all Ambiente e alle Politiche per lo Sviluppo Sostenibile, ha presentato la situazione della città di Rimini, località di turismo di massa per eccellenza, e il tentativo che l assessorato sta mettendo in atto per rendere tale turismo maggiormente sostenibile. La sfida è proprio quella di ridurre l impatto ambientale del turismo estivo, che ha creato fino ad oggi gravissimi danni. Le azioni intraprese dall assessorato, che vanno nella direzione di inventare un nuovo tipo di turismo, motivate anche dal fatto che il gradimento sta progressivamente diminuendo, sono state per esempio: - L integrazione delle politiche ambientali con quelle europee - La sensibilizzazione dei turisti - La creazione di regole di comportamento - Il contatto, tramite network, con città europee che hanno gli stessi problemi dell area di Rimini - Il coinvolgimento dell intero territorio e di tutti gli agenti che si occupano di turismo. Per questo sono stati sensibilizzati gli albergatori, sono state formate figure come i bagnini eco sostenibili, sono state introdotte le pratiche del car sharing. Tutte queste azioni hanno già portato a risultati concreti molto importanti. Renzo Iorio, Direttore Generale di Accor Hospitality Italia e Presidente dell AICA, ha poi esposto il suo intervento La Responsabilità Sociale di Impresa e la scommessa della sostenibilità, presentando il punto di vista di imprese e produttori. L esperienza di Accor è sicuramente di avanguardia, poiché agisce nella direzione di una forte sensibilità verso il territorio, cosa che dovrebbe essere ovvia secondo Iorio per la sopravvivenza della struttura alberghiera. La clientela ha inoltre aumentato l attenzione verso la cura del territorio, quindi questa sensibilità è diventata un aspetto economico nell offerta. Iorio ha poi parlato di alcune azioni, intraprese dalla sua catena, rivolte alla sostenibilità ambientale, tra cui per esempio la certificazione ISO 14001, e le partnership con Slow Food, oltre al finanziamento di alcuni progetti di sostegno a determinate fasce svantaggiate della popolazione.

4 Nell ultima parte del convegno si è svolta la tavola rotonda, moderata da Paolo Grigolli, della Trento School of Management, che, dopo la presentazione dei partecipanti, ha interpellato Davolio, presidente di AITR, riguardo al paradosso della alta presenza di studenti universitari nei corsi di turismo responsabile, rispetto alle pochissime agenzie turistiche specializzate in questo settore. Maurizio Davolio ha quindi risposto sottolineando che AITR non caldeggia affatto corsi specifici sul turismo responsabile, settore che non deve essere di nicchia, ma il cui sistema valoriale deve permeare l intero turismo. Non deve esistere infatti l operatore di turismo responsabile, bensì tutti gli operatori lo devono promuovere, senza considerarlo una piccola parte a sé stante del turismo. Davolio ha inoltre portato l attenzione sul turismo responsabile non solo nei Paesi in via di Sviluppo, ma anche in Italia, paese su cui AITR lavora ormai da diversi anni. Grigolli ha poi interpellato Leonardo Devoti, responsabile presso il Touring Club di giovani, educazione e scuola, riguardo alla presenza o assenza di collaborazioni fruttuose tra operatori, territorio e università. Devoti ha risposto positivamente, dicendo che esistono alcuni esempi che vanno in questa direzione, e spiegando che il turismo responsabile è un fatto culturale e deve essere qualcosa legato all educazione, alla cultura, a questo proposito ha presentato l esperienza del Touring Club, che fa in modo di preparare culturalmente le persone ad apprezzare il territorio, perché venga dato ad esso un valore, e di conseguenza tutti siano motivati a preservarlo. Si è poi passati al tema dell educazione del consumatore, su cui è intervenuto Gianni Morelli, direttore di ICEI Geo, il settore editoriale di ICEI, che ha posto l attenzione sul problema legato alla ricerca della novità nella creazione di guide turistiche, che porta alla scoperta di luoghi non ancora noti, mettendo subito a rischio l unicità del posto. Riguardo alla potenzialità dell editoria, Morelli ha detto che essa non ha la forza di invertire il processo per arrivare a un turismo più responsabile, ma può diffondere delle conoscenze che possono rivelarsi utili. Chi si occupa di turismo ha invece difficoltà a farsi vedere, si dovrebbe perciò fare più comunicazione, e dare visibilità a tale comunicazione. E poi intervenuta Ellen Bermann, di Initiative Sustainable Tourism Development, soffermandosi sulla difficoltà della sensibilizzazione al turismo responsabile delle persone che già lavorano nel settore turistico da anni, e che hanno una grande resistenza al cambiamento, soprattutto nelle gerarchie più alte. Grigolli ha poi chiesto a Emanuela Manca, coordinatrice del Master in Turismo Responsabile presso il centro studi CTS, di spiegare come si pone il CTS rispetto alla così numerosa presenza di corsi dedicati al turismo nati negli ultimi anni, probabilmente da decreto, senza che si tenesse conto né della domanda né dell offerta. Manca ha spiegato il cambiamento dell utenza dei master del CTS che nei primi era altissima e composta da una massa di studenti incuriositi, ora invece è costituita da persone che vogliono diventare professionisti del turismo responsabile e che in molti casi già fanno parte del mondo del lavoro. Evidenziando il fatto che tutto il turismo ha bisogno di responsabilità, come tutti gli altri settori, ha spiegato che il master forma persone che sanno stare sul mercato turistico in generale, e che possono creare prodotti di turismo responsabile vendibili da qualsiasi tipo di agenzia, non per la sola nicchia delle agenzie specializzate. Si è poi passati al tema della professionalizzazione e della necessità di strumenti per raggiungerla, dell inserimento quindi di una dimensione tecnica in un settore che spesso sfugge alla misurazione scientifica. A questo proposito è intervenuto Giovanni Viganò, docente del master in Economia del Turismo presso l Università Bocconi di Milano, che si è inizialmente molto soffermato sulla paura che il turismo responsabile diventi un segmento turistico, cosa che comporterebbe una

5 ghettizzazione della cultura. Ha inoltre sottolineato come l ottica della sostenibilità sia spesso motivata in modo sbagliato, ovvero legata alla paura di una ribellione da parte della natura, quando invece la sostenibilità dovrebbe essere al primo posto della scala valoriale. Passando poi al tema della misurazione della sostenibilità Viganò ha indicato come elementi validi non tanto i fattori materiali, quanto le relazioni che si instaurano tra i fornitori dell offerta turistica, è quindi su di esse che si deve puntare per ottenere degli indicatori, poiché è il contesto abitativo di una comunità locale che si trasforma in contesto di esperienza turistica. E intervenuto poi alla tavola rotonda Alessandro Capocchi, professore di economia aziendale presso l Università Statale di Milano e coordinatore scientifico della Fondazione Campus di Lucca. Capocchi ha molto insistito sul concetto della cultura locale per lo sviluppo del turismo. Ha poi sollevato il problema del ritardo con cui è nata la formazione turistica in Italia, e del fatto che oggi, nonostante l abbondanza di corsi, non vi sia un modello formativo che riesca a coprire tutti i settori del turismo, tra cui la manodopera sul territorio, fondamentale invece per mantenere le tradizioni e di conseguenza per aumentare la competitività. Il paradosso sottolineato da Capocchi è dunque la perdita di competitività nel turismo italiano, accompagnato dalla crescita dell offerta formativa turistica. Rossana Bonadei, coordinatrice del Corso di laurea specialistica in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici presso l Università di Bergamo, è poi intervenuta sull importanza della partecipazione di tutte le diverse materie, sia economiche che umanistiche e culturali, nella formazione turistica. Raffaella Caso, consulente di turismo responsabile e docente allo IULM, ha poi parlato del Master in Tourism Management, soffermandosi sull importanza dell internazionalità di questo corso, che conta il 50% di studenti stranieri, sia europei che extraeuropei, seguita da Claudio Visentin, dell Università della Svizzera Italiana di Lugano, il cui corso in turismo ha un utenza ancora più internazionale. Visentin ha inoltre detto che il problema italiano della mancanza di collegamento tra le università e il mondo del lavoro nel settore turistico è legato al ritardo con cui è nata la formazione universitaria, in un momento in cui i posti di lavoro erano già stati assegnati; le lauree nel turismo inoltre non sono state secondo lui capaci di difendere la professione. Visentin ha infine sottolineato che, a differenza che in Italia, nel resto del mondo l offerta lavorativa nel turismo è molto ampia. Ha chiuso la tavola rotonda Nando dalla Chiesa, sottosegretario al Ministero dell Università e della Ricerca, che ha parlato della sua esperienza di docente nel primo corso di discipline turistiche, in cui gli studenti erano tantissimi e di diversa provenienza per cui si è posto drasticamente il problema dello sbocco lavorativo, e motivando poi la sua preferenza per i master, rispetto alle lauree triennali e specialistiche, per una corretta formazione nel campo turistico. Dalla Chiesa ha poi presentato il progetto Ethicamente, intrapreso dal Ministero per sopperire alla mancanza di parametri etico-valoriali nella formazione universitaria: alla base del progetto la convinzione che la cultura professionale è tanto più alta quanto più incorpora i valori etico-civili, incorporazione che porta conseguentemente alla crescita dell intero paese. Hanno chiuso la giornata di convegno Alfredo Somoza, Giuliana Ricci, del dipartimento di Architettura e Pianificazione del Politecnico di Milano, e Pina Sardella, vice-presidente di ICEI, ringraziando e esprimendo soddisfazione per la giornata, che ha portato l attenzione su una serie di tematiche su cui è indispensabile confrontarsi per proseguire sulla strada del turismo responsabile, e che ha permesso l adozione di strumenti e linguaggi comuni a tutti i diversi attori che su questa strada stanno lavorando. (Sintesi di Roberta Valle)

Formazione manageriale in Trentino

Formazione manageriale in Trentino Formazione manageriale in Trentino Linee strategiche Dal 2002 il sistema istituzionale trentino ha avviato una serie di esperienze di alta formazione nel settore turistico che, seppure in mutati assetti

Dettagli

Comunicare il Turismo Sostenibile

Comunicare il Turismo Sostenibile UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA DIPARTIMENTO DI SOCIOLOGIA E RICERCA SOCIALE Comunicare il Turismo Sostenibile Master di primo livello Università degli Studi di Milano-Bicocca a.a. 2012-2013 /

Dettagli

Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Progetto Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Progetto Master Comunicare il Turismo Sostenibile Perché comunicare il Turismo Sostenibile La Facoltà di Sociologia dell Università degli Studi di Milano-Bicocca attiverà nel biennio 2013-2014 la seconda edizione del master di primo livello Comunicare

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio CoMoDo. Comunicare Moltiplica Doveri (art direction, grafica, fotografia Marco Tortoioli Ricci) Provincia di Terni in collaborazione con i Comuni della provincia Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21

Dettagli

NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI

NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI Master Universitario di II Livello, Anno Accademico 2014/2015 PERCHÉ QUESTO MASTER Le trasformazioni dei sistemi di welfare locale Nel corso degli ultimi

Dettagli

Indagine sul futuro dei Giovani Albergatori Trentini

Indagine sul futuro dei Giovani Albergatori Trentini Indagine sul futuro dei Giovani Albergatori Trentini Risultati dell indagine 2014 Ricerca commissionata dalla Presidente Giovani Albergatori Trentini dott. Francesca Maffei a cura dell Ufficio Marketing

Dettagli

MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE. Giornalismo divulgazione green economy

MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE. Giornalismo divulgazione green economy MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE Giornalismo divulgazione green economy Il Master in Comunicazione ambientale è ideato dal Centro Studi CTS e da Green Factor, società di consulenza sulle tematiche ambientali,

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti Pubblica Amministrazione Turistica Aspetti generali Compiti Cenni storici Nel periodo tra le due guerre iniziò a maturare una maggiore consapevolezza del ruolo che il turismo poteva svolgere nell economia

Dettagli

NATOURISM CAMPUS LABORATORIO DI IDEE PER L IMPRESA E IL TURISMO

NATOURISM CAMPUS LABORATORIO DI IDEE PER L IMPRESA E IL TURISMO NATOURISM CAMPUS LABORATORIO DI IDEE PER L IMPRESA E IL TURISMO TRENTO 2015/2016 CHI SIAMO E COSA FACCIAMO Natourism, incubatore di imprese del turismo e ambiente nato in provincia di Trento nell ambito

Dettagli

LA CONDIZIONE DEL DOTTORATO DI RICERCA A BOLOGNA NEL 2000

LA CONDIZIONE DEL DOTTORATO DI RICERCA A BOLOGNA NEL 2000 ASSOCIAZIONE DOTTORANDI E DOTTORI DI RICERCA ITALIANI LA CONDIZIONE DEL DOTTORATO DI RICERCA A BOLOGNA NEL Nel dicembre del la sezione di Bologna dell ADI ha condotto un questionario tra gli iscritti ai

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

OBIETTIVI DEL MASTER

OBIETTIVI DEL MASTER L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. 2 turisti stranieri su 3 considerano la cultura e il cibo come principale motivazione di un viaggio in Italia e

Dettagli

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena UNIVERSITÀ, SCUOLE E ORIENTAMENTO IN ITALIA intervento al convegno Essenzialità dell Orientamento per il Futuro dei Giovani, Orvieto 9 11 dicembre

Dettagli

le ragioni del progetto

le ragioni del progetto 1 2 le ragioni del progetto Il progetto mira a mettere in luce la complessità del mondo della cooperazione allo sviluppo, spesso confusa dall opinione pubblica con più superficiali atteggiamenti solidaristici

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali www.itinerari.conform.it Il corso Gli obiettivi Il percorso formativo Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni

Dettagli

Testata: GUIDA VIAGGI Link: http://www.guidaviaggi.it/detail.lasso?id=125416&-session=givi:5fe36f1d18af61d5a6yqff4024c3

Testata: GUIDA VIAGGI Link: http://www.guidaviaggi.it/detail.lasso?id=125416&-session=givi:5fe36f1d18af61d5a6yqff4024c3 Testata: GUIDA VIAGGI Link: http://www.guidaviaggi.it/detail.lasso?id=125416&-session=givi:5fe36f1d18af61d5a6yqff4024c3 08/10/2010-15:36 Al via il portale Talenti Italiani Il t.o. Un Altracosatravel apre

Dettagli

ENTI LOCALI: CORSO DI PREPARAZIONE per CONSULENTI e REVISORI

ENTI LOCALI: CORSO DI PREPARAZIONE per CONSULENTI e REVISORI FACOLTA' DI ECONOMIA Università degli Studi di Bologna ENTI LOCALI: CORSO DI PREPARAZIONE per CONSULENTI e REVISORI dal 28 marzo 2003 al 4 giugno 2003 IL CORSO È VALIDO AI FINI DELLA FORMAZIONE CONTINUA

Dettagli

PERCORSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE 2013-2014

PERCORSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE 2013-2014 PERCORSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE 2013-2014 Archivio Antico 29 Aprile 2014 LA COOPERAZIONE COME STRUMENTO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL ATENEO: NUOVE SFIDE E OPPORTUNITÀ Strumenti per la cooperazione

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori 6ª edizione Turismo culturale per lo sviluppo dei territori Siracusa, 17 ottobre / 19 novembre 2011 PROFILO DEL CORSO 1. OBIETTIVI E METODI DELLA SCUOLA La Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE INTEGRATA PER LE IMPRESE E LE ORGANIZZAZIONI WWW.UNIUD.IT

LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE INTEGRATA PER LE IMPRESE E LE ORGANIZZAZIONI WWW.UNIUD.IT UNIVERSITÀDEGLI STUDI DI UDINE facoltà d innovazione FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE 11 12 LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE INTEGRATA PER LE IMPRESE E LE ORGANIZZAZIONI WWW.UNIUD.IT edizione

Dettagli

Torino, 14 settembre 2010

Torino, 14 settembre 2010 Torino, 14 settembre 2010 INTESA FRA PROVINCIA DI TORINO, UNIVERSITA E POLITECNICO PER OFFRIRE UNA RETE DI SERVIZI A LAUREATI E IMPRESE Firmata oggi a Palazzo Cisterna da Saitta, Pelizzetti e Profumo Mettere

Dettagli

MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE

MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE Il Master Imprenditorialità e Management del turismo sostenibile e responsabile ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Contrasto alla mafia

CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Contrasto alla mafia SOGGETTI PROMOTORI CORSO DI ALTA FORMAZIONE Contrasto alla mafia FONDAZIONE UMG UNIVERSITA DI CATANZARO in collaborazione con Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. La Fondazione Magna Graecia,

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Comunicato stampa PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Presentato a Darfo Boario Terme il programma che apre nuove opportunità turistiche Da cento

Dettagli

p r e s e n ta z i o n e u f f i c i a l e e d i z i o n e 2 0 1 2

p r e s e n ta z i o n e u f f i c i a l e e d i z i o n e 2 0 1 2 c o n i l p a t r o c i n i o d i Città di Lugano 10 p r e s e n ta z i o n e u f f i c i a l e e d i z i o n e 2 0 1 2 s v i z z e r a, lu g a n o 1 6-1 8 N o v e m b r e, 2 0 1 2 s u p p o r t e d b

Dettagli

CORSO FORMAZIONE DI BASE BOLOGNA, IL PALLONE, 23-25 GENNAIO 2015

CORSO FORMAZIONE DI BASE BOLOGNA, IL PALLONE, 23-25 GENNAIO 2015 CORSO FORMAZIONE DI BASE BOLOGNA, IL PALLONE, 23-25 GENNAIO 205 ASSOCIAZIONE ITALIANA TURISMO RESPONSABILE Preparato per: Consiglio Direttivo AITR Preparato da: TAVOLO FORMAZIONE Date: February, 205 Report

Dettagli

La nostra filosofia. L impresa crea più valore se lo fa per tutti

La nostra filosofia. L impresa crea più valore se lo fa per tutti La nostra filosofia L impresa crea più valore se lo fa per tutti Nata nel 2008, VerA offre consulenza specializzata nelle Relazioni Istituzionali e fornisce supporto e assistenza a tutte quelle realtà

Dettagli

Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM. di CANELLA Cecilia

Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM. di CANELLA Cecilia Libera Università di Lingue e Comunicazione di CANELLA Cecilia La missione dell Università IULM Creare professionisti per l Europa attraverso una preparazione fondata su l approfondita conoscenza della

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente? Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro? Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

1 APRILE 2014 FEED THE FOOD

1 APRILE 2014 FEED THE FOOD Qualche breve informazione sull Università che ospiterà l evento... L'Università IULM è il polo di eccellenza per la formazione nei settori di lingue, comunicazione, turismo e valorizzazione dei beni culturali.

Dettagli

Università degli Studi di Trento TEMI ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI ASSISTENTE SOCIALE SPECIALISTA

Università degli Studi di Trento TEMI ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI ASSISTENTE SOCIALE SPECIALISTA Università degli Studi di Trento TEMI ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI ASSISTENTE SOCIALE SPECIALISTA I SESSIONE 2004 Illustri la candidata un progetto di intervento sociale, focalizzandone

Dettagli

Nasce a Bologna la prima Family Business Academy (FBA).

Nasce a Bologna la prima Family Business Academy (FBA). Una iniziativa di Nasce a Bologna la prima Family Business Academy (FBA). In collaborazione con Un progetto innovativo a supporto delle nuove sfide delle Imprese Familiari: un percorso formativo permanente

Dettagli

Laboratorio Efficienza Energetica

Laboratorio Efficienza Energetica Laboratorio Efficienza Energetica Incentiviamo le soluzioni vincenti Presentazione del Progetto 1 Laboratorio Efficienza Energetica Incentiviamo le soluzioni vincenti La crisi economica e la modifica strutturale

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori 9ª edizione Turismo culturale per lo sviluppo dei territori Siracusa, 27 ottobre / 6 dicembre 2014 PROFILO DEL CORSO 1. OBIETTIVI E METODI DELLA SCUOLA La Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo Culturale

Dettagli

OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE

OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE MADEEXPO - MILANO 5-8 OTTOBRE 2011 PRESENTAZIONE EVENTO BORGHI&CENTRISTORICI OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE DEI BORGHI E CENTRI STORICI ITALIANI Intervento dell Ing. Francesco

Dettagli

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO PERCORSO FORMATIVO PART TIME E MODULARE IN COLLABORAZIONE CON MAGGIO LUGLIO 2016 CUOA Business

Dettagli

Comune di Alzano Lombardo PROGETTO GIOVANI

Comune di Alzano Lombardo PROGETTO GIOVANI Ente titolare Comune di Alzano Lombardo Riferimenti: Ufficio Servizi alla Persona Via G.Mazzini, 69-24022 (BG) Tel. 035 4289000 Email servizi.sociali@comune.alzano.bg.it Comune di Alzano Lombardo PROGETTO

Dettagli

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono 1 Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono presentati sul mercato del lavoro. Tali informazioni provengono

Dettagli

7. IULM: REPORT STATISTICO

7. IULM: REPORT STATISTICO 7. IULM: REPORT STATISTICO D A T I D I S I N T E S I 13 Aprile 2015 - Inaugurazione a.a. 2014/15 2 Area Statistica, Valutazione e Qualità Università IULM Via Carlo Bo, 1 20143 Milano Tel. 02.89141.2393

Dettagli

A. Tarsia in Curia/Turismo e Psicologia 2 (2009) 365-372

A. Tarsia in Curia/Turismo e Psicologia 2 (2009) 365-372 La formazione turistica universitaria in Italia 365 Amedeo Tarsia in Curia Touring Club Italiano Abstract: Il boom dei corsi di laurea in turismo sembra essersi esaurito. Dopo anni di entusiasmo, l attuale

Dettagli

EDUCARSI AL FUTURO. Questionario di gradimento per le Consulte Provinciali degli Studenti

EDUCARSI AL FUTURO. Questionario di gradimento per le Consulte Provinciali degli Studenti Allegato n. 1 EDUCARSI AL FUTURO Questionario di gradimento per le Consulte Provinciali degli Studenti Ai Presidenti delle Consulte Provinciali degli Studenti di: Ancona, Arezzo, Bari, Bergamo, Bologna,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R.

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e ItaliaNostra onlus Associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale VISTO

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

Fondazione Opera Madonna del Lavoro. Bilancio di missione 2013. sintesi

Fondazione Opera Madonna del Lavoro. Bilancio di missione 2013. sintesi Fondazione Opera Madonna del Lavoro Bilancio di missione 2013 sintesi Missione FOMAL è un Ente Diocesano che opera senza finalità di lucro per la promozione della persona nella società, realizzando attività

Dettagli

Giunta Regionale del a Campania - Ufficio Stampa

Giunta Regionale del a Campania - Ufficio Stampa Promozione dei percorsi inerenti l educazione alla legalità, alla democrazia, alla cittadinanza responsabile, al contrasto della criminalità organizzata per il triennio 2013-2015 PREMESSO CHE: La Regione

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

Rendiconto. Il Board di Acquisti & Sostenibilità

Rendiconto. Il Board di Acquisti & Sostenibilità Rendiconto 2013 Rendiconto 2013 Care amiche e amici, Il 2013 è stato un altro anno di conferme e di crescita per Acquisti & Sostenibilità. Abbiamo superato le 50 adesioni da parte delle Imprese e, nonostante

Dettagli

Tavolo La qualità del prodotto e dell esperienza turistica

Tavolo La qualità del prodotto e dell esperienza turistica Provincia Autonoma di Trento Dipartimento turismo, commercio, promozione e internazionalizzazione tsm Trentino School of Management SMT Scuola di Management del Turismo CONFERENZA PROVINCIALE DEL TURISMO

Dettagli

Il Direttore Generale. Loredana Gulino

Il Direttore Generale. Loredana Gulino PICCOLI E GRANDI INVENTORI CRESCONO: UN LUNGO VIAGGIO NELLE SCUOLE ITALIANE PER PROMUOVERE LA CULTURA BREVETTUALE PREMESSA Quando, nel 2008, ho assunto la direzione della Direzione Generale per la Lotta

Dettagli

Laurea Triennale in Scienze Turistiche (L-15)DURATA DEL

Laurea Triennale in Scienze Turistiche (L-15)DURATA DEL Laurea Triennale in Scienze Turistiche (L-15)DURATA DEL CORSO DURATA DEL CORSO DURATA DEL CORSO La durata del Corso di Laurea è di tre anni per un totale di 180 crediti.obiettivi FORMATIVI Il Corso di

Dettagli

Con l occasione si porgono cordiali saluti.

Con l occasione si porgono cordiali saluti. Roma, 23 maggio 2007 Prot. n. 1517/2007 Al Ministro on. Fabio Mussi Al Sottosegretario on. Luciano Modica Ministero dell Università e Ricerca LORO SEDI OGGETTO: Consultazione telematica. Gentile Ministro,

Dettagli

Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara

Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara Le linee di indirizzo dell Università di Ferrara sono state definite già a partire dal piano strategico triennale 2010-2012: garantire la qualità

Dettagli

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e mondo del lavoro: le ricerche ISTUD Dopo la laurea. Rapporto sul lavoro giovanile ad alta qualificazione (2002)

Dettagli

ALFABETO DEL CITTADINO. Libera Lombardia

ALFABETO DEL CITTADINO. Libera Lombardia ALFABETO DEL CITTADINO Libera Lombardia PREMESSA Il tema della legalità e quello dell impegno che la scuola deve assumere per la costruzione di relazioni consapevoli tra cittadini e tra questi e le istituzioni

Dettagli

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica La Scuola di Volontariato La Scuola di Volontariato è promossa dal Coge Emilia Romagna e dal Coordinamento Centri di Servizio per il Volontariato Emilia Romagna con l intento di stimolare riflessioni sugli

Dettagli

NATOURISM SOLUZIONI INNOVATIVE PER UN TURISMO SOSTENIBILE E COMPETITIVO

NATOURISM SOLUZIONI INNOVATIVE PER UN TURISMO SOSTENIBILE E COMPETITIVO NATOURISM SOLUZIONI INNOVATIVE PER UN TURISMO SOSTENIBILE E COMPETITIVO I PARTNER: CURRICULUM SOCIETARIO Natourism disegna soluzioni innovative per un turismo sostenibile e competitivo. La società nasce

Dettagli

Perché nessuno si perda

Perché nessuno si perda Perché nessuno si perda L istruzione e formazione professionale (IeFP) risorsa strategica per combattere gli abbandoni scolastici e aiutare i giovani a entrare nel mondo del lavoro. Programma in dieci

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO Corso per la specializzazione delle competenze professionali per l implementazione

Dettagli

VADEMECUM UFFICIO PACE

VADEMECUM UFFICIO PACE VADEMECUM UFFICIO PACE In questi ultimi anni, in molti comuni italiani, si è andata diffondendo la pratica dell istituzione di un ufficio pace. Ma che cosa sono questi uffici? E di cosa si occupano? Attraverso

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

CURRICULUM VITAE DI GIOVANNI TOLETTI

CURRICULUM VITAE DI GIOVANNI TOLETTI CURRICULUM VITAE DI GIOVANNI TOLETTI Nome: Toletti Giovanni Data di nascita: 12 novembre 1970 Indirizzo: Via Norberto Bobbio 9, 20096 Pioltello (MI), Italy Telefono: +39 02 2399.2800 Fax: +39 02 2399.4083

Dettagli

MASTER FINANZA PER LO SVILUPPO

MASTER FINANZA PER LO SVILUPPO MASTER FINANZA PER LO SVILUPPO Per diventare professionisti del microcredito Perché un Master in Finanza per lo Sviluppo? Per offrire un percorso di specializzazione che mette insieme due mondi apparentemente

Dettagli

Raccomandazioni delle Istituzioni Europee per uno sviluppo sostenibile e responsabile

Raccomandazioni delle Istituzioni Europee per uno sviluppo sostenibile e responsabile Raccomandazioni delle Istituzioni Europee per uno sviluppo sostenibile e responsabile Dalle definizioni all applicazione CISET-CA FOSCARI SABRINA MENEGHELLO Bologna, 24 ottobre 2014 Parliamo di.. 1. Qualche

Dettagli

MASTER IN REPORTAGE DI VIAGGIO

MASTER IN REPORTAGE DI VIAGGIO MASTER IN REPORTAGE DI VIAGGIO Il Master in Reportage di viaggio nasce dalla collaborazione tra il Centro Studi CTS, la Società Geografica Italiana e il giornalista e fotografo Antonio Politano. L obiettivo

Dettagli

CARTA EUROPEA DELL ENOTURISMO

CARTA EUROPEA DELL ENOTURISMO CARTA EUROPEA DELL ENOTURISMO 1 I. LE BASI DELL ENOTURISMO 1. Per enoturismo si intende designare lo sviluppo di ogni attività turistica e del «tempo libero», dedicate alla scoperta ed al godimento culturale

Dettagli

Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi

Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi Risoluzione in commissione n. 7/00574 in tema di reti di impresa Roma, 7

Dettagli

Architettura Pianificazione Design

Architettura Pianificazione Design POLITECNICO DI TORINO 31 gennaio - 1 febbraio 2014 Castello del Valentino, Viale Mattioli 39, Torino ingresso libero Architettura Pianificazione Design Per riferimenti: tel. 011 090 6254 orienta@polito.it

Dettagli

codiceticounico Verso un codice etico unico per le PMI Vademecum

codiceticounico Verso un codice etico unico per le PMI Vademecum Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo, Servizio Politiche Industriali Misura 2.1 - Azione C del Programma Triennale per lo sviluppo delle attività produttive industriali

Dettagli

Autismo a Bergamo. intervento di PATRIZIA GRAZIANI Dirigente Ufficio Scolastico Territoriale Bergamo

Autismo a Bergamo. intervento di PATRIZIA GRAZIANI Dirigente Ufficio Scolastico Territoriale Bergamo Autismo a Bergamo 2001 2013 "Il punto di vista del mondo scolastico: come si è attrezzata la scuola negli ultimi dieci anni per dare risposte adeguate ai bisogni speciali degli alunni con autismo" intervento

Dettagli

Concetti di marketing turistico

Concetti di marketing turistico Concetti di marketing turistico Introduzione Un impresa, per individuare la linea d azione che ha la maggior probabilità di portare al successo il proprio prodotto, cerca di anticipare i bisogni dei consumatori,

Dettagli

Corso di Laurea in Economia e Gestione delle Amministrazioni Pubbliche Anno Accademico 2015/16

Corso di Laurea in Economia e Gestione delle Amministrazioni Pubbliche Anno Accademico 2015/16 Università degli Studi di Catania - Dipartimento di Economia e impresa Corso di Laurea in Economia e Gestione delle Amministrazioni Pubbliche Anno Accademico 2015/16 Marketing (Anno II, semestre I, n 9

Dettagli

AGE MANAGEMENT. Conoscere la propria azienda per farla crescere. 8 giugno 2015 sede Gruppo 24 ORE, Milano. Estratti del Convegno

AGE MANAGEMENT. Conoscere la propria azienda per farla crescere. 8 giugno 2015 sede Gruppo 24 ORE, Milano. Estratti del Convegno AGE MANAGEMENT Conoscere la propria azienda per farla crescere 8 giugno 215 sede Gruppo 24 ORE, Milano Estratti del Convegno UN PATTO TRA GENERAZIONI PER EVITARE LA CRISI Gli equilibri all interno delle

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI AGENZIA DEL LAVORO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L IMPIEGO 1. LA CONDIZIONE GIOVANILE SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI TRENTO

Dettagli

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti RESTARTAPP ReStartApp è il primo campus per le nuove imprese dell Appennino: un progetto dedicato ai giovani in possesso di idee d impresa o start up originali e innovative, che vedono nel territorio appenninico

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

Politica del personale del Gruppo CSS.

Politica del personale del Gruppo CSS. Politica del personale del Gruppo CSS. Noi disponiamo dei collaboratori e delle collabo - ratrici per affrontare le sfide del futuro. A Valori di politica del personale e prese di posizione della CSS 1

Dettagli

Relazione sull attività didattica e scientifica del Ricercatore. (D.P.R. n. 382/1980)

Relazione sull attività didattica e scientifica del Ricercatore. (D.P.R. n. 382/1980) Relazione sull attività didattica e scientifica del Ricercatore (D.P.R. n. 382/1980) La sottoscritta Maria Giovanna Tongiani, nata a Massa (MS) il 07/05/1955, Ricercatore confermato (S.S.D. SECS-P/08 -

Dettagli

LA STATALE verso la SOSTENIBILITA : un percorso virtuoso per il futuro dell Ateneo.

LA STATALE verso la SOSTENIBILITA : un percorso virtuoso per il futuro dell Ateneo. LA STATALE verso la SOSTENIBILITA : un percorso virtuoso per il futuro dell Ateneo. Riccardo Guidetti Staff Statale Sostenibile: Claudio Gandolfi, Riccardo Guidetti, Nicoletta Rosati, Federico Di Lauro,

Dettagli

Fondazione per l Università a Brindisi

Fondazione per l Università a Brindisi Fondazione per l Università a Brindisi Una Fondazione gestita dagli Enti pubblici e privati del territorio brindisino per il coordinamento e la promozione dell offerta formativa universitaria che altre

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2014-2015. Master universitario di I livello in Management e Gestione della Comunicazione di Crisi e di Emergenza

ANNO ACCADEMICO 2014-2015. Master universitario di I livello in Management e Gestione della Comunicazione di Crisi e di Emergenza FORMULARIO per istituzione e attivazione master di I e II livello ANNO ACCADEMICO 2014-2015 Master universitario di I livello in Management e Gestione della Comunicazione di Crisi e di Emergenza Annuale

Dettagli

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle proteste dei docenti contro le ultime disposizioni del governo, avevamo deciso di non offrire nessuna attività extra-

Dettagli

progetto per lo sviluppo culturale e sociale del territorio mediante la ricerca scientifica di base

progetto per lo sviluppo culturale e sociale del territorio mediante la ricerca scientifica di base La Fondazione Cassa di Risparmio di Bra promuove il progetto per lo sviluppo culturale e sociale del territorio mediante la ricerca scientifica di base La Fondazione Cassa di Risparmio di Bra ha fra i

Dettagli

progetto LiDi Lingue e Didattica CENTRO PER LA FORMAZIONE CONTINUA E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE INSEGNANTE

progetto LiDi Lingue e Didattica CENTRO PER LA FORMAZIONE CONTINUA E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE INSEGNANTE progetto LiDi Lingue e Didattica CENTRO PER LA FORMAZIONE CONTINUA E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE INSEGNANTE Il Centro per la formazione continua e l aggiornamento del personale insegnante cura iniziative

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

IL POSITIONING DEL PRODOTTO

IL POSITIONING DEL PRODOTTO IL POSITIONING DEL PRODOTTO Obiettivi: Far riconoscere i fattori fondamentali attraverso cui l azienda individua e interpreta gli orientamenti della clientela Acquisire consapevolezza dell'importanza di

Dettagli

il primo progetto nazionale dedicato a Formazione Lavoro Volontariato nel settore Beni Culturali

il primo progetto nazionale dedicato a Formazione Lavoro Volontariato nel settore Beni Culturali Versione 1.2 - dicembre 2014 il primo progetto nazionale dedicato a Formazione Lavoro Volontariato nel settore Beni Culturali ArcheoJobs è un portale web che opera su scala nazionale, raccoglie contenuti

Dettagli

Provincia Autonoma TRENTO

Provincia Autonoma TRENTO Provincia Autonoma TRENTO 1 INDICE :::::::::::::: 1. Introduzione a. processo di ascolto 2. Principali temi emersi 3. Le buone pratiche regionali 2 Introduzione 1La Provincia Autonoma di Trento ha attivato

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME

UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME QuickTime e un decompressore TIFF (Non compresso) sono necessari per visualizzare quest'immagine. UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME ANALISI DI ECONOMICITÀ, EFFICACIA ED EFFICIENZA

Dettagli

INTRODUZIONE AL TEMA IL BENESSERE ORGANIZZATIVO

INTRODUZIONE AL TEMA IL BENESSERE ORGANIZZATIVO INTRODUZIONE AL TEMA IL BENESSERE ORGANIZZATIVO www.magellanopa.it INDICE INTRODUZIONE... 3 1. IL QUADRO STORICO DI RIFERIMENTO... 5 2. IL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLA PA... 7 www.magellanopa.it 2 INTRODUZIONE

Dettagli

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale Academy Lindt Academy Percorso di Formazione Manageriale EDIZIONE 2010-2011 Academy Da dove siamo partiti Dal desiderio di definire un percorso che miri a soddisfare i fabbisogni formativi di giovani con

Dettagli