Messinscena: relazione programmatica.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Messinscena: relazione programmatica."

Transcript

1 Messinscena: relazione programmatica. L intervento per la ristrutturazione del Teatro Vittorio Emanuele di Messina si articola seguendo un piano programmatico che, rispettoso della preesistenza, mira a riqualificare l intero edificio collocandolo entro dinamiche che superano il concetto tradizionale della macchina teatrale fine a se stessa. Strategia programmatica. Il disordine volumetrico e architettonico palesato da questa nobile costruzione ha indirizzato la ricerca progettuale verso due obiettivi: un programma volumetrico innovativo, che consideri il teatro come macchina urbana aperta a molteplici livelli di fruibilità e, al tempo stesso, ne razionalizzi gli spazi; una attenta integrazione delle preesistenze, per permettere, in una logica economizzante di rivalutazione delle eccellenze nascoste, alle notevoli potenzialità architettoniche rimaste imbrigliate nel disordine spaziale di disvelarsi, per reazione, nel confronto con la contemporaneità dell intervento. E emersa immediata la possibilità di giocare con il concetto di rappresentazione: teatro come ambito della rappresentazione della cultura, delle emozioni, delle idee; teatro come luogo fisico autorappresentante, in grado di svelare alla città la rappresentazione delle sue forme spaziali, non gioco estetico, ma elemento architettonico capace di catalizzare funzioni e mobilità inaspettate. Abbiamo cercato di inserire queste esigenze in un programma chiaro, che potesse articolare in movimenti le intenzioni progettuali. Abbiamo dunque suddiviso i volumi esistenti inserendoli in quattro mosse d intervento:

2 Primo movimento (primo volume): la conservazione del blocco principale dell edificio e la sua integrazione in un sistema foyer più complesso. Secondo movimento (secondo volume): l individuazione di un volume di vuoto logisticamente nevralgico per i trasporti verticali e di supporto al classico foyer, distributore di percorsi e di spazi di relazione, capace anche di definire dinamiche indipendenti dalle tempistiche del teatro. Terzo movimento (terzo volume): la completa risistemazione dello spazio teatrale, controllando la plasticità dei volumi e la capillarità dei percorsi. Quarto movimento (quarto volume): l individuazione di un nuovo volume di connessione agli spazi oltre il teatro, per garantire un ulteriore livello di permeabilità, un punto notevole di attenzione sia estetica che funzionale. L intervento sull edificio. Sebbene fortemente modificato dalle vicissitudini della Storia l edificio conserva quasi nella sua interezza il blocco di ingresso al Teatro costituito da servizi quali la biglietteria, un bar e soprattutto l originale foyer. La necessità di preservare quel che resta della memoria storica dell edificio ha portato alla scelta di non intervenire in alcun modo sulla preesistenza se non per una mirata operazione di restauro che ne ristabilisca il più possibile l aspetto originale. L intervento di progetto ha dunque interessato le parti già compromesse durante i restauri degli anni ottanta. La non corretta impostazione della sala del teatro relativamente alle norme di visibilità, di acustica e di sicurezza ha favorito la scelta di un completo ridisegno della stessa con conseguente riassetto dell intero sistema distributivo. La nuova pendenza della platea e dei due ordini di galleria ottenuti nel rispetto di una ottimale visibilità da parte del pubblico ha favorito

3 la scelta progettuale di innalzare a quota 3.40 l ingresso principale al teatro. Questa nuova collocazione ha inoltre facilitato l utilizzo degli spazi al di sotto della platea al fine di una destinazione riservata agli innumerevoli impianti e servizi al teatro di cui la nuova struttura necessita. Gli spazi della rappresentazione. La nuova platea (per un totale di 542 posti) è composta da due settori principali ciascuno dei quali suddiviso in tre aree per il pubblico. Il primo settore per un totale di 237 posti si suddivide in due ambiti laterali da 76 posti ed un ambito centrale di 85 posti. Il secondo settore, di 305 posti, si suddivide in due ambiti laterali da 94 posti e uno centrale di 117 posti. Si vengono a determinare così tre principali quote di attraversamento del piano platea (+0.10; +1.75; +3.40) su di un dislivello totale di circa 3.30 mt. La platea, così come disegnata, permette un allargamento del golfo mistico dando così la possibilità di ospitare orchestre più grandi rispetto all assetto precedente. Al fine di ottenere una perfetta visibilità da parte del pubblico, si è anche proceduto al ridotto ma significativo ampliamento del boccascena che passa da un apertura di 14 mt ad una nuova apertura di 15 metri. Questo lieve cambiamento permette di ottenere elevati standard di visibilità e di acustica senza compromettere necessariamente la struttura della torre scenica. L intervento inoltre non altera l esistente numero di posti bensì incrementa, con un secondo auditorium a quota 19,18 mt, la quota originaria di 1050 posti, garantendo al contempo l accessibilità ai portatori di handicap nel rispetto delle norme in materia. L accesso principale al teatro è possibile grazie a due scale a rampa unica che si collocano nello spazio adiacente l ingresso monumentale (su doppia altezza) ed il piano del foyer. Le scale raggiungono l ingresso della platea a quota 3.40 mt su di una fascia che, snodandosi perimetralmente al teatro, diviene la sede privilegiata delle connessioni verticali e dei servizi ad esso connesso.

4 Centralmente rispetto al piano della platea, vengono collocate la cabina regia, lo spazio per il comando luci, lo spazio per il comando suono, ove possono insediarsi, all occorrenza, i traduttori. L accesso al piano galleria ad una quota di 6.70 mt è garantito anch esso da quota 0.00 attraverso una propria scala indipendente, a cui si affianca un ascensore che serve tutti i piani del teatro. Oltre il teatro. Gli altri snodi verticali per la connessione di tutti i livelli sono inseriti lateralmente, speculari sull asse longitudinale del teatro, in corrispondenza alla linea di boccascena. Il loro grado di connettività è ancora maggiore. Sono infatti questi percorsi a portare verso un area di fruibilità indipendente dalle dinamiche teatrali: sopra il volume principale la mobilità si riattiva e produce altri spazi e altre funzioni. Un piccolo auditorium per circa duecento persone si innesta sotto la copertura; un diaframma apribile sostituisce il sipario e consente alla fluidità dello spazio di proseguire, diventando sala per la danza verso la grande vetrata sul mare: il teatro si apre alla scena della città e del suo paesaggio. Il programma funzionale prevede due fasce laterali contenenti, su un lato, servizi igienici e spogliatoi per chi si allena, sull altro, dopo il camerino di supporto all auditorium, la sequenza direzionale, un unico ambiente di uffici flessibile e suddivisibile. Alla chiarezza programmatica (fascia centrale degli eventi: auditorium e danza; fasce laterali di servizio: servizi igienici, spogliatoi, camerino, servizi) risponde la trasparenza del contesto: la naturalità diffusa del mare e lo skyline della costa sono scenari reinventati dalla nuova angolazione della macchina teatrale. Il sistema delle terrazze. Il teatro perde i suoi confini aprendosi all esterno: la terrazza preesistente viene rivalutata e posta in stretta connessione con gli spazi sociali (la sala polivalente a ridosso dell ultima galleria e la zona

5 foyer); viene creata una nuova terrazza, a quota 19,18 mt, che governa il rapporto con il mare e, nell ipotesi di una semplice connessione verticale esterna, attiva un sistema di spazi aperti in quota fruibili come integrazione allo spazio scenico come luoghi di relazione indipendenti, permeabili agli usi (incontri, conferenze, loisir). Le strutture di copertura. Due travi reticolari coprenti in larghezza l intera luce del teatro si susseguono in sezione garantendo la molteplicità funzionale degli spazi superiori e la plasticità volumetrica dell intero edificio. La copertura sostenuta dall ultima reticolare si muove sinuosa verso l acqua, quasi a inghiottire il sistema delle terrazze. Una pelle di zinco permette alla luce brillante del luogo di giocare i suoi riflessi, conferendo al teatro un ulteriore livello di rappresentazione: lo spettacolo di sé verso la città.

Situazione attuale degli accessi

Situazione attuale degli accessi Situazione attuale degli accessi Attualmente gli accessi al quartiere fieristico si rivolgono prevalentemente verso la città per il naturale effetto delle dinamiche di traffico fino ad ora esistite nel

Dettagli

T 011.19714247 - F 011.19714309 info@lucamoretto.it www.lucamoretto.it CORSO MEDITERRANEO 148, 10129 TORINO

T 011.19714247 - F 011.19714309 info@lucamoretto.it www.lucamoretto.it CORSO MEDITERRANEO 148, 10129 TORINO Concorso Internazionale di Idee Piazza della Scala - Milano 2015 Relazione di progetto L architettura è trasformazione, la città è trasformazione; Milano è una città in divenire, in continuo ed incessante

Dettagli

SACAL S.p.A. AEROPORTO CIVILE INTERNAZIONALE DI LAMEZIA TERME

SACAL S.p.A. AEROPORTO CIVILE INTERNAZIONALE DI LAMEZIA TERME SACAL S.p.A. AEROPORTO CIVILE INTERNAZIONALE DI LAMEZIA TERME PROGETTO PER LA SISTEMAZIONE E LA COPERTURA DELL AREA D INGRESSO ANTISTANTE L AEROSTAZIONE DI LAMEZIA TERME RELAZIONE TECNICA I lavori eseguiti

Dettagli

Teatro Kismet OperA Strada S. Giorgio Martire 22/f Bari. Spazi e servizi in formula di affitto e noleggio

Teatro Kismet OperA Strada S. Giorgio Martire 22/f Bari. Spazi e servizi in formula di affitto e noleggio Teatro Kismet OperA Strada S. Giorgio Martire 22/f Bari Spazi e servizi in formula di affitto e noleggio La disponibilità è aperta a compagnie teatrali, gruppi musicali, aziende e, comunque, figure pubbliche

Dettagli

Centro-Video-Gioco-Sport. RELAZIONE TECNICA DI VARIANTE al P.d.C n.118 del 19/09/2007

Centro-Video-Gioco-Sport. RELAZIONE TECNICA DI VARIANTE al P.d.C n.118 del 19/09/2007 Centro-Video-Gioco-Sport FABBRICATI: MULTISALA FITNESS OGGETTO: RELAZIONE TECNICA DI VARIANTE al P.d.C n.118 del 19/09/2007 INQUADRAMENTO GENERALE I fabbricati oggetto dell attuale presentazione di variante

Dettagli

Piazzetta Cardo Nord Est. mag. 14

Piazzetta Cardo Nord Est. mag. 14 Piazzetta Cardo Nord Est mag. 14 Il Sito Espositivo 935.595 mq di area totale 147 Paesi Partecipanti AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI AREE DI SERVIZIO PARTECIPANTI NON UFFICIALI AREE EVENTI CLUSTER

Dettagli

DESIGN STEP UP SPACE PORTFOLIO. www.arkinsrl.com

DESIGN STEP UP SPACE PORTFOLIO. www.arkinsrl.com DESIGN STEP UP SPACE PORTFOLIO www.arkinsrl.com Arkin arte e tecnica Arkin progetta e costruisce facciate di altissima qualità per le più svariate destinazioni d uso: dallo showroom al capannone industriale,

Dettagli

Riqualificazione di Piazza Pellini: complesso di parcheggi, piazza e uffici nel centro Storico

Riqualificazione di Piazza Pellini: complesso di parcheggi, piazza e uffici nel centro Storico Riqualificazione di Piazza Pellini: complesso di parcheggi, piazza e uffici nel centro Storico Concorso, 2 classificato Perugia 2001 Massimo e Gabriella Carmassi con Paolo Vinti Il nostro progetto si propone

Dettagli

Progetto RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA. Descrizione del progetto

Progetto RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA. Descrizione del progetto Progetto A Descrizione del progetto RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA I fattori che hanno determinato la posizione del nuovo ponte: sezione di alveo inferiore rispetto a quella al ponte crollato prolungamento

Dettagli

NORME TECNICHE D ATTUAZIONE

NORME TECNICHE D ATTUAZIONE COMUNE DI CLES PROVINCIA DI TRENTO NORME TECNICHE D ATTUAZIONE VARIANTE AL P.R.G. INTEGRAZIONE DELLA SCHEDATURA DEL CENTRO STORICO Redatto da: Zanolini arch. Paola Data: Prima Adozione: Adozione Definitiva:

Dettagli

SICAMI. SIcilia CinemA MusIca

SICAMI. SIcilia CinemA MusIca SICAMI SIcilia CinemA MusIca COS È SICAMI SICAMI SIcilia CinemA MusIca sarà il principale centro d innovazione d Europa per competenze tecniche e artistiche dell industria cinematografica, audiovisiva,

Dettagli

Criteri di valutazione completi utilizzati per la valutazione delle strutture presenti sul sito di "Alto Adige per tutti" - www.altoadigepertutti.

Criteri di valutazione completi utilizzati per la valutazione delle strutture presenti sul sito di Alto Adige per tutti - www.altoadigepertutti. Criteri di valutazione completi utilizzati per la valutazione delle strutture presenti sul sito di "Alto Adige per tutti" - www.altoadigepertutti.it eccellente asfalto, cemento distanza dall'ingresso

Dettagli

Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone

Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone nella progettazione di tutti gli edifici il rispetto

Dettagli

Ferrara 2002 Massimo e Gabriella Carmassi

Ferrara 2002 Massimo e Gabriella Carmassi Studio della collocazione urbana del polo museale d arte moderna e contemporanea di Ferrara e per la redazione dei rilievi degli edifici costituenti il polo museale Ferrara 2002 Massimo e Gabriella Carmassi

Dettagli

Ristrutturazione del campo da rugby Luciano Denti Ipotesi di fattibilità

Ristrutturazione del campo da rugby Luciano Denti Ipotesi di fattibilità SERVIZIO DECENTRAMENTO U.O. Circoscrizione Est Centro Civico: via Alcide de Gasperi, 67 59100 Prato Tel 0574.52701 Fax 0574.183.7305 circoscrizione.est@comune.prato.it Posta certificata: comune.prato@postacert.toscana.it

Dettagli

Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello

Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello DEEPER UNDERGROUND RELAZIONE GENERALE Criteri Progettuali L idea progettuale di base, per la realizzazione

Dettagli

Benvenuti al. Teatro eatro Antigonentigone

Benvenuti al. Teatro eatro Antigonentigone Benvenuti al Teatro eatro Antigonentigone IL TEATRO ANTIGONE è un piccolo suggestivo teatro nato nel 2010 su progetto di Riccardo Greco L'accoglienza cordiale, l' atmosfera e la sua particolare struttura

Dettagli

Servizi e Allestimenti per Manifestazioni e Spettacoli

Servizi e Allestimenti per Manifestazioni e Spettacoli Azienda L'esperienza, la competenza e la professionalità' sono caratteristiche peculiari della nostra offerta. Per questo motivo General Service grazie a processi aziendali interni, innovativi e fortemente

Dettagli

COMUNE DI CANTU. Regolamento finalizzato all incentivazione economica degli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche

COMUNE DI CANTU. Regolamento finalizzato all incentivazione economica degli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche COMUNE DI CANTU Regolamento finalizzato all incentivazione economica degli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche dicembre 2015 REGOLAMENTO FINALIZZATO ALL INCENTIVAZIONE ECONOMICA DEGLI

Dettagli

SCALE MOBILI PER LE CITTÀ

SCALE MOBILI PER LE CITTÀ PER LE CITTÀ L utilizzo di scale mobili e ascensori per facilitare la mobilità delle persone nelle città d arte o in luoghi difficilmente accessibili vede oggi una significativa accelerazione, e dopo il

Dettagli

08LUALAN RELAZIONE. 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale

08LUALAN RELAZIONE. 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale 08LUALAN RELAZIONE 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale La principale caratteristica dell area oggetto di intervento è la forte presenza dell area boscata, è l essere quasi estranea rispetto

Dettagli

Camerini Principali situati a +1 lato Stage Right 6 Cameroni coro situati al +3 lato stage Right 2. Sala prove Situata al livello - 2

Camerini Principali situati a +1 lato Stage Right 6 Cameroni coro situati al +3 lato stage Right 2. Sala prove Situata al livello - 2 Indirizzo : Via Asti 2, 20149 Milano (Italy) Telefono Stage Door: +39 02006408 1 Web: www.teatronazionale.it P.IVA : 04804550962 Informazioni generali Sala Posti Platea 914 Posti Galleria 472 Posti palchetti

Dettagli

VILLA FIGOLI DES GENEYS PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE TECNICA SUPERAMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE 5 AGOSTO 2014

VILLA FIGOLI DES GENEYS PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE TECNICA SUPERAMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE 5 AGOSTO 2014 VILLA FIGOLI DES GENEYS PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE TECNICA SUPERAMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE 5 AGOSTO 2014 AZV_A1_A3_9.004 INDICE - PREMESSA - TIPOLOGIA DELL INTERVENTO - RIFERIMENTI NORMATIVI -

Dettagli

Facoltà di Economia e Commercio progetto di ristrutturazione dell edificio ex I. R. VE.

Facoltà di Economia e Commercio progetto di ristrutturazione dell edificio ex I. R. VE. Facoltà di Economia e Commercio progetto di ristrutturazione dell edificio ex I. R. VE. LA STORIA DELL EDIFICIO GENERALE La nuova sede dell Ospizio di Carità (Regio Istituto di Riposo per la Vecchiaia),

Dettagli

VIA. Quintino. Sella

VIA. Quintino. Sella VIA Quintino Sella 2 Via Quintino Sella 2 Lo spazio nel cuore di Milano Per chi desidera avere qualcosa di unico. Un nuovo complesso residenziale vicino al centro storico milanese. Comprare da Filcasa

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Realizzare l adattabilità

Realizzare l adattabilità PROGETTARE UNA CITTA OSPITALE Ciclo di incontri sulla progettazione accessibile Realizzare l adattabilità Bergamo, 24 settembre 2015 ADATTABILITA 1. Definizioni, riferimenti normativi 2. Come si progetta

Dettagli

magna pars spazio polifunzionale per eventi via tortona 15 20144 milano tel +39 02 89401384 fax +39 02 58104760 info@magnapars.it www.magnapars.

magna pars spazio polifunzionale per eventi via tortona 15 20144 milano tel +39 02 89401384 fax +39 02 58104760 info@magnapars.it www.magnapars. CHI SIAMO La struttura Il centro congressi Magna Pars, in via Tortona 15 a Milano, si sviluppa al piano terreno di una palazzina dei primi del Novecento. Sede, in origine, di una fabbrica di profumi, la

Dettagli

Centro Architettura>Energia

Centro Architettura>Energia Centro Architettura>Energia Dipartimento di Architettura Università degli Studi di Ferrara Palazzo Tassoni Estense, piano mezzanino Via Ghiara, 36 44121 Ferrara e-mail ae@unife.it tel./fax +39 0532 293631

Dettagli

32 / INteriors&architecture

32 / INteriors&architecture 32 / INteriors&architecture C_In635_R_32_35_tihany.indd 32 05/09/13 11.15 Interni ottobre 2013 INteriors&architecture / 33 a sinistra, il monolito in vetro acidato dell ascensore e sotto un immagine dell

Dettagli

S C H E D A T E C N I C A

S C H E D A T E C N I C A S C H E D A T E C N I C A Aggiornamento OTT.11 TEATRO REMONDINI GENERALITA Il complesso del teatro è dotato dei seguenti impianti: climatizzazione in ogni locale; trattamento dell aria; illuminazione ausiliaria

Dettagli

MOTTO: UN ASSE DI TRADIZIONE E STORIA RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA

MOTTO: UN ASSE DI TRADIZIONE E STORIA RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA MOTTO: UN ASSE DI TRADIZIONE E STORIA RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA INQUADRAMENTO GENERALE Il progetto nasce dalla volontà di riqualificare Piazza Carmelitani attraverso un insieme sistematico di interventi

Dettagli

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE L immobile è ubicato nella primissima periferia cittadina in un contesto di alta qualità, con abitazioni circostanti prevalentemente

Dettagli

IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA

IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA Il complesso del porto ligure, uno dei maggiori e più significativi in Europa, rappresenta il cuore dell attività svolta dai cosiddetti provveditori,

Dettagli

Coo perativa HandiCREA

Coo perativa HandiCREA AUDITORIUM DEL CENTRO CULTURALE SANTA CHIARA 2-100 164-5-105 100x80 85-210x195 I parcheggi indicati si trovano in Via Santa Croce. Auditorium con platea gradinata e posti riservati nella parte alta. Uscite

Dettagli

Protezione solare innovativa 2

Protezione solare innovativa 2 Novità 2014 Protezione solare innovativa 2 Prodotti 4 / 5 Square Module 6 / 7 Sunshade 8 / 9 Lamelle a ventaglio FL 200 10 / 11 Tenda per grandi superfici GFM 3 12 / 13 Tenda per terrazza TM 3 14 / 15

Dettagli

Ristrutturazione urbana del complesso della Caserma Demaniale Di Tullio Progetto preliminare

Ristrutturazione urbana del complesso della Caserma Demaniale Di Tullio Progetto preliminare Ristrutturazione urbana del complesso della Caserma Demaniale Di Tullio Progetto preliminare Macerata 2002 Massimo e Gabriella Carmassi L area demaniale Di Tullio di forma rettangolare occupa il margine

Dettagli

EX-DIREZIONE DELLE SALINE NEL CENTRO STORICO DI CERVIA

EX-DIREZIONE DELLE SALINE NEL CENTRO STORICO DI CERVIA EX-DIREZIONE DELLE SALINE NEL CENTRO STORICO DI CERVIA Complesso di proprietà di Pentagramma Romagna Spa in via XX Settembre n.38 e Corso Mazzini n.41, sito nel Comune di Cervia (RA). OPERE DI RESTAURO

Dettagli

SCHEDA TECNICA. Trecate (NO)

SCHEDA TECNICA. Trecate (NO) Trecate (NO) SCHEDA TECNICA PALCOSCENICO Ribalta piano platea h 1,20 m Declivio palcoscenico 2,5 % Boccascena larghezza utile 10 m - altezza utile 5,50 m Profondità palcoscenico utile 10.00 m (di cui 1,70

Dettagli

IL CANNOCCHIALE VERDE

IL CANNOCCHIALE VERDE RELAZIONE DI APPROFONDIMENTO TEMATICO IL CANNOCCHIALE VERDE Codice: GOUDRON8 PERCORSO PROGETTUALE Il CANNOCCHIALE VERDE In questa sintetica metafora crediamo di aver racchiuso l intento, gli obiettivi

Dettagli

Elena Mostardini ARCHITETTO. Via Pontorme 3, 50053 Empoli (FI) Tel 0571 1820618 Fax 05711979129 Email elena.mostardini@pec.architettifirenze.

Elena Mostardini ARCHITETTO. Via Pontorme 3, 50053 Empoli (FI) Tel 0571 1820618 Fax 05711979129 Email elena.mostardini@pec.architettifirenze. Elena Mostardini ARCHITETTO Via Pontorme 3, 50053 Empoli (FI) Tel 0571 1820618 Fax 05711979129 Email elena.mostardini@pec.architettifirenze.it COMUNE DI EMPOLI (FI) MUVE Museo del Vetro di Empoli PROGETTO

Dettagli

Uto Ughi per Auditorium Conciliazione

Uto Ughi per Auditorium Conciliazione Quando salgo sul palcoscenico, nei miei concerti, sono completamente assorto nello spirito di ciò che sto per suonare. Per qualche attimo sono solo, con il mio strumento, nel silenzio e nell ombra. Ma,

Dettagli

SEMPLICE. COMPATTO. EFFICACE.

SEMPLICE. COMPATTO. EFFICACE. SEMPLICE. COMPATTO. EFFICACE. Il distributore automatico. ABBIAMO AUTOMATIZZATO UN COMPROVATO SISTEMA DI IMMAGAZZINAMENTO... e ne abbiamo perfezionato la forma! Il classico archivio per documenti. L idea

Dettagli

RELAZIONE STATO DI FATTO

RELAZIONE STATO DI FATTO RELAZIONE STATO DI FATTO L intervento è localizzato principalmente nell area denominata Terrazzo del Garove, situata tra il Padiglione di Ponente e i fronti della Reggia esposti a sud. Negli ultimi anni,

Dettagli

5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3. ART.1 Limite di massima edificazione

5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3. ART.1 Limite di massima edificazione 5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3 ART.1 Limite di massima edificazione Per questa parte di zona appositamente delimitata, vale esattamente questo piano con le relative norme di attuazione.

Dettagli

PROPOSTA PER LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA MERCATO VECCHIO

PROPOSTA PER LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA MERCATO VECCHIO PROPOSTA PER LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA MERCATO VECCHIO PRESIDENTE Nell analizzare le criticità e le potenzialità per una riqualificazione del centro antico di Fasano, l associazione ha fatto emergere

Dettagli

Premessa. A cura dell ing. Carmelo Tomaselli.

Premessa. A cura dell ing. Carmelo Tomaselli. Report sugli adempimenti normativi riguardanti l abbattimento delle barriere architettoniche con particolare attenzione a quelle che impediscono l orientamento, la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti

Dettagli

CIMITERO URBANO 1) Completamento ristrutturazione loculi campo O 264.000,00

CIMITERO URBANO 1) Completamento ristrutturazione loculi campo O 264.000,00 CIMITERO URBANO L elenco delle opere di investimento da eseguire nell arco della temporalità del project financing e nella tempistica che sarà indicata nelle successive fasi progettuali si possono così

Dettagli

municipio di noceto, parma, 1998-99

municipio di noceto, parma, 1998-99 Il nuovo Municipio di Noceto sorge in un lotto al margine tra l edificato storico e la campagna che si apre verso la via Emilia. L edificio è volutamente posto di scorcio rispetto alla via Pelacani per

Dettagli

RELAZIONE TECNICA INQUADRAMENTO GENERALE

RELAZIONE TECNICA INQUADRAMENTO GENERALE Permesso di costruire Centro-Video-Gioco-Sport FABBRICATO: BOWLING RELAZIONE TECNICA INQUADRAMENTO GENERALE Il fabbricato oggetto dell attuale presentazione per il rilascio del permesso di costruire è

Dettagli

ecodotti, sottopassi faunistici e fasce arboree

ecodotti, sottopassi faunistici e fasce arboree scheda 5.5 ecodotti, sottopassi faunistici e fasce arboree Ai fini della funzionalità delle reti ecologiche, il problema posto dalle infrastrutture trasportistiche lineari è quello della frammentazione

Dettagli

2 PREMIOSTAND 2015 SETTEMBRE

2 PREMIOSTAND 2015 SETTEMBRE 2 PREMIOSTAND Anche in questa ultima edizione di Lineapelle si è cercato di selezionare quelle aree espositive che, attraverso un particolare tratto distintivo, hanno convinto maggiormente e grazie ad

Dettagli

Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per

Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per escursionismo, turismo nautico e crocieristico Credere

Dettagli

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità Implenia Real Estate In qualità di fornitore globale di servizi, vi affianchiamo durante l intero ciclo di vita del vostro bene immobiliare. Con costanza e vicinanza al cliente. 2 4 Implenia Development

Dettagli

COMUNICATO STAMPA I CANTIERI RENDERANNO NECESSARI NUOVI PERCORSI DI ENTRATA ED USCITA PER GLI UTENTI DELLA METROPOLITANA

COMUNICATO STAMPA I CANTIERI RENDERANNO NECESSARI NUOVI PERCORSI DI ENTRATA ED USCITA PER GLI UTENTI DELLA METROPOLITANA COMUNICATO STAMPA DAL 10 APRILE 2010 INIZIANO ALLA STAZIONE TERMINI I LAVORI INTERNI AL NODO DI SCAMBIO TRA LE LINEE A E B DELLA METROPOLITANA ALLA FINE DEL 2012 IL NODO DI SCAMBIO SARÀ RESTITUITO ALLA

Dettagli

BARRIERE ARCHITETTONICHE

BARRIERE ARCHITETTONICHE Comune di Castel San Pietro Terme Piazza XX Settembre, 3 40024 Castel San Pietro Terme (BO) rea Servizi al Territorio SPORTELLO UNICO PER L EDILIZI BRRIERE RCHITETTONICHE 1 DICHIRZIONE DI CONFORMIT I SENSI

Dettagli

Il contributo delle Associazioni di Categoria. Prof. Ing. Paolo Rigone

Il contributo delle Associazioni di Categoria. Prof. Ing. Paolo Rigone Il contributo delle Associazioni di Categoria Prof. Ing. Paolo Rigone Uncsaal, l Unione Nazionale Costruttori Serramenti Alluminio Acciaio e Leghe, è l Associazione confindustriale delle imprese italiane

Dettagli

Progetto di ristrutturazione della Biblioteca di Scienze Letterarie e Filologiche

Progetto di ristrutturazione della Biblioteca di Scienze Letterarie e Filologiche Progetto di ristrutturazione della Biblioteca di Scienze Letterarie e Filologiche L'immobile oggetto di trasformazione è un fabbricato posto all'angolo tra Via Bava e Via Santa Giulia, con accesso carraio

Dettagli

Cavatigozzi Via Milano via Ghinaglia

Cavatigozzi Via Milano via Ghinaglia Cavatigozzi Via Milano via Ghinaglia Inquadramento cartografico Descrizione/introduzione Itinerario radiale che collega Piazza Risorgimento con la zona periferica ovest di Cremona nei pressi del Quartiere

Dettagli

COMUNE DI CIVITELLA IN VAL DI CHIANA PIANO DI RECUPERO DI CAPANNE POSTE IN LOC. TEGOLETO VIA DELLE SCUOLE.

COMUNE DI CIVITELLA IN VAL DI CHIANA PIANO DI RECUPERO DI CAPANNE POSTE IN LOC. TEGOLETO VIA DELLE SCUOLE. COMUNE DI CIVITELLA IN VAL DI CHIANA PIANO DI RECUPERO DI CAPANNE POSTE IN LOC. TEGOLETO VIA DELLE SCUOLE. Proprietari: Sig.ri FARALLI Pietro e MARTINI Caterina Relazione Tecnica Illustrativa I Tecnici:

Dettagli

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA PROGETTO INTEGRATO SAMPIERDARENA I Progetti Integrati nel

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA PROF. ING. S. CASCONE TIPOLOGIE EDILIZIE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA PROF. ING. S. CASCONE TIPOLOGIE EDILIZIE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA PROF. ING. S. CASCONE TIPOLOGIE EDILIZIE ABITAZIONI PERMANENTI URBANE C RESIDENZE COLLETTIVE: residence,

Dettagli

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione TIPO DI INTERVENTO MODALITÀ TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA PRESCRIZIONI Abbaini Costruzione di nuovi abbaini Denuncia Inizio Attività Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Accorpamenti

Dettagli

Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest. ago. 14

Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest. ago. 14 Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest ago. 14 Il Sito Espositivo 935.595 mq di area totale 147 Paesi Partecipanti AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI AREE DI SERVIZIO PARTECIPANTI NON UFFICIALI

Dettagli

I SERRAMENTI IN PVC NELL AMBIENTE COSTRUITO

I SERRAMENTI IN PVC NELL AMBIENTE COSTRUITO I SERRAMENTI IN PVC NELL AMBIENTE COSTRUITO PREMESSA L Associazione Italiana Centro di Informazione sul PVC ha condotto un analisi ragionata e comparata di alcuni strumenti per regolamentare la materia

Dettagli

INFO ACCESSIBILITA LUOGHI 2014

INFO ACCESSIBILITA LUOGHI 2014 1 INFO ACCESSIBILITA LUOGHI 2014 CAPPELLA MORTUORIA EX OP 3 - X 103-1-119 La cappella si trova all interno del complesso del Distretto Sanitario dell Alta Valsugana. I parcheggi indicati si trovano lungo

Dettagli

Giochi di luce e trasparenze

Giochi di luce e trasparenze Progetto di Antonella Scarpitta Giochi di luce e trasparenze Il progetto di recupero di un vecchio edificio industriale, metallo, vetro e luce, elementi composti tra loro in modo efficace determinano il

Dettagli

COMUNE DI MARANELLO (PROVINCIA DI MODENA)

COMUNE DI MARANELLO (PROVINCIA DI MODENA) COMUNE DI MARANELLO (PROVINCIA DI MODENA) CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA RELAZIONE Presentazione delle scelte progettuali La progettazione della nuova biblioteca

Dettagli

EX LIBRIS RELAZIONE ILLUSTRATIVA

EX LIBRIS RELAZIONE ILLUSTRATIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN MARANELLO RELAZIONE ILLUSTRATIVA I vincoli dati dai confini e l esigenza di evitare costi eccessivi, ci hanno indotto a scelte il

Dettagli

SENZA CONFINI ARREDAMENTO

SENZA CONFINI ARREDAMENTO zenucchi imp. 12 pag.:layout 1 2-10-2009 16:22 Pagina 2 ARREDAMENTO PARETI DI VETRO SCANDITE DA APERTURE CONTINUE E UN PATIO MOZZAFIATO CHE SI AFFACCIA SULLE CAVE DI MARMO DELLE COLLINE BERGAMASCHE: UNA

Dettagli

Detraibile. Installazione di macchinari esterni

Detraibile. Installazione di macchinari esterni INTERVENTI SULLE SINGOLE UNITA' IMMOBILIARI INTERVENTI MODALITÀ CONDIZIONI DI DETRAIBILITÀ Accorpamenti di locali o di altre unità Spostamento di alcuni locali da una unità immobiliare ad altra o anche

Dettagli

DELL' ADATTABILITA' L. 13/89 L. 6/89

DELL' ADATTABILITA' L. 13/89 L. 6/89 AL G. NDACO DEL COMUNE DI SABBIO CHIESE (BS) D.P.R. 380/01 art. 77 e succ. VERIFICA DELL' ADATTABILITA' L. 13/89 L. 6/89 Allegata al progetto di Sportello Unico Attività Produttive da realizzarsi nel Comune

Dettagli

Linee guida del Piano Programma di valorizzazione e gestione del Complesso Ex Convento di Sant Orsola.

Linee guida del Piano Programma di valorizzazione e gestione del Complesso Ex Convento di Sant Orsola. ALLEGATO 2 Linee guida del Piano Programma di valorizzazione e gestione del Complesso Ex Convento di Sant Orsola. Approvate dalla Giunta Provinciale con Deliberazione n. 22 del 18 Febbraio 2014 Palazzo

Dettagli

torre Dei lamberti torre Dei lamberti un po Di storia

torre Dei lamberti torre Dei lamberti un po Di storia eventi e mostre torre Dei lamberti torre Dei lamberti È la torre medioevale che, con i suoi 84 metri d altezza, domina il centro storico della città e dalla cui vista si può ammirare un panorama spettacolare.

Dettagli

SALA MULTIUSO EVENTICA NUOVO CENTRO CAST CASTIONE

SALA MULTIUSO EVENTICA NUOVO CENTRO CAST CASTIONE SALA MULTIUSO EVENTICA NUOVO CENTRO CAST CASTIONE LA SALA Eventica è il risultato di un attenta progettazione, studiata per garantirne l assoluta flessibilità. La sala si trova a Castione in Via San Gottardo,

Dettagli

Ttre piani. di trasparenza. A roma, la verticalita come punto di forza. Case&Stili 57

Ttre piani. di trasparenza. A roma, la verticalita come punto di forza. Case&Stili 57 Ttre piani di trasparenza di mauro fanfoni foto di gianni franchellucci progetto: arch. gundi widmann A roma, la verticalita come punto di forza Case&Stili 57 forme ritrovate un progetto lineare e funzionale

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA

COMUNE DI SENIGALLIA COMUNE DI SENIGALLIA PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI EDIFICI RESIDENZIALI NEL COMPARTO 17R DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE SITO IN CESANO DI SENIGALLIA DITTA: EDRA IMMOBILIARE S.r.l. Via Cimabue, n 7 - SENIGALLIA

Dettagli

Progetto di riqualificazione e recupero edilizio del Cantiere Navale Patrone Moreno a Ceriale (SV)

Progetto di riqualificazione e recupero edilizio del Cantiere Navale Patrone Moreno a Ceriale (SV) Progetto di riqualificazione e recupero edilizio del Cantiere Navale Patrone Moreno a Ceriale (SV) La sede storica di Ceriale - spiega l ingegner Piermichele Moreno -, è una concessione demaniale di 2307

Dettagli

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Allargamento porte Allargamento porte e finestre esterne Allarme finestre esterne Ampliamento con formazione di volumi tecnici Apertura interna Ascensore

Dettagli

29M15 CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN COMUNE DI MARANELLO RELAZIONE GENERALE

29M15 CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN COMUNE DI MARANELLO RELAZIONE GENERALE 29M15 CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN COMUNE DI MARANELLO RELAZIONE GENERALE INTRODUZIONE L idea per la nuova biblioteca di maranello, nasce innanzitutto da due

Dettagli

Le ville di Parco Lauro a Rossano Legenda iconografica

Le ville di Parco Lauro a Rossano Legenda iconografica Le ville di Parco Lauro a Rossano Legenda iconografica Lottizzazione e rilievo del verde (storiografia) Schizzi preliminari di studio Tavola a studio del piano terra Tavola b studio del primo piano Tavola

Dettagli

Illuminazione d emergenza. Un idea brillante da installare

Illuminazione d emergenza. Un idea brillante da installare Illuminazione d emergenza Un idea brillante da installare : un'idea brillante tutta One - One HF Plus - Completa Tutti i modelli della serie presentano lo stesso stile, le stesse funzionalità, lo stesso

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia)

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia) COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia) PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO RELATIVO ALL AREA RICOMPRESA TRA LE VIE GRAMSCI, MAZZINI, BANFI, ED IL CONFINE COL TERRITORIO COMUNALE DI CAVA MANARA

Dettagli

Living contemporaneo dai forti contrasti e linee essenziali

Living contemporaneo dai forti contrasti e linee essenziali Zona giorno Proge t tista km0architetti (Giorgio Marchese) e arch. Salvatore Bettino Fotografie Giammarco Vetrano Living contemporaneo dai forti contrasti e linee essenziali di Maria Francesca Faro L'intervento

Dettagli

SERIE F. Portoni pieghevoli ad apertura rapida

SERIE F. Portoni pieghevoli ad apertura rapida SERIE F Portoni pieghevoli ad apertura rapida Made in Germany Tecnologia unica Velocità di apertura sino 2.5 m/s Sino a 200.000 cicli di carico all'anno Minimi costi di manutenzione Resistenza al vento

Dettagli

di Valentina Piscitelli

di Valentina Piscitelli 26 Aa Primavera 2011 1 Il giocattolo come colla del tempo di Valentina Piscitelli Il Comune di Cormano e la Fondazione Paolo Franzini Tibaldeo - che nel 1989 ha costituito un museo dei bambini a Milano

Dettagli

COSA SI PUO' DETRARRE

COSA SI PUO' DETRARRE COSA SI PUO' DETRARRE Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità alle normative edilizie locali. INTERVENTI

Dettagli

Planimetria dei giardini della Reggia con individuazione del rettangolo in cui verrà collocato il Fantacasino.

Planimetria dei giardini della Reggia con individuazione del rettangolo in cui verrà collocato il Fantacasino. OGGETTO DELL INTERVENTO: DESCRIZIONE L intervento consiste nella costruzione di un padiglione prevalentemente in legno, dalle forme barocche, la cui funzione ludica è esplicitata tanto nell estetica quanto

Dettagli

Centro culturale a Villanueva de la Cañada, Madrid

Centro culturale a Villanueva de la Cañada, Madrid Progetti Carmen Murua Schizzo di studio. Nella pagina a fianco: particolare del fronte d ingresso (ovest). Il piccolo paese di Villanueva de la Cañada si trova nei dintorni di Madrid, inserito nel paesaggio

Dettagli

1.1. Stato dei luoghi e delle destinazioni d uso. 2.2. Consistenza, destinazioni d uso, conformità alle norme, mobilità

1.1. Stato dei luoghi e delle destinazioni d uso. 2.2. Consistenza, destinazioni d uso, conformità alle norme, mobilità INDICE Premessa 1. Inquadramento dell esistente 1.1. Stato dei luoghi e delle destinazioni d uso 1.2. Aspetti urbanistici 2. Analisi proposta progettuale 2.1. Caratteristiche generali 2.2. Consistenza,

Dettagli

Handy Superabile ASSOCIAZIONE ONLUS

Handy Superabile ASSOCIAZIONE ONLUS TOSCANA BAGNO ULTIMA SPIAGGIA Viale Italia, 89 Follonica (Gr) - Telefono 0566 40173 TESTATO PER TE DA: Con l obiettivo di mettere a tua disposizione tutte le informazioni utili per una scelta consapevole

Dettagli

On Stage Laboratorio teatrale per le Scuole Primarie

On Stage Laboratorio teatrale per le Scuole Primarie On Stage Laboratorio teatrale per le Scuole Primarie Introduzione Il presente progetto si riferisce alla strutturazione di un percorso laboratoriale teatrale ai ragazzi delle scuole primarie, con il quale

Dettagli

Progetto/Edificio per la cultura. Teatro a Gradisca d Isonzo

Progetto/Edificio per la cultura. Teatro a Gradisca d Isonzo Progetto/Edificio per la cultura Teatro a Gradisca d Isonzo 48 Progetto&Pubblico Ottobre 2009 Un punto di ritrovo con spazi creati in relazione a precise funzioni, uno strumento musicale nel quale i suoni

Dettagli

di Valentina Piscitelli

di Valentina Piscitelli 18 Aa Inverno 2012 Onde verdi per Un mare cittadino di Valentina Piscitelli 1 Quello che di primo acchito colpisce del progetto per il Liceo Tecnico Marcel Sembat di Sotteville lés Rouen sono le sinuose

Dettagli

TERMINAL CROCIERE A MIAMI

TERMINAL CROCIERE A MIAMI PORTI MIAMI TERMINAL CROCIERE A MIAMI La capitale del traffico croceristico internazionale presenta numerose strutture per l imbarco e lo sbarco che subiscono però il peso degli anni e del massiccio afflusso

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone

Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone nella progettazione di tutti gli edifici il rispetto

Dettagli

Coo perativa HandiCREA

Coo perativa HandiCREA Luoghi e Spazi PERGINE SPETTACOLO APERTO edizione 2015 * TEATRO COMUNALE 1-15 158-10-121 200-269x150 91-220x168 48 Il parcheggio riservato si trova in via Garibaldi, presenza di altri stalli riservati

Dettagli

Progetto di ristrutturazione urbana del Lungomare Vanvitelli Concorso a inviti Ancona 2001 Massimo e Gabriella Carmassi

Progetto di ristrutturazione urbana del Lungomare Vanvitelli Concorso a inviti Ancona 2001 Massimo e Gabriella Carmassi Progetto di ristrutturazione urbana del Lungomare Vanvitelli Concorso a inviti Ancona 2001 Massimo e Gabriella Carmassi L area di intervento è caratterizzata oggi da un certo disordine urbano, corrispondente

Dettagli

L edificio oggetto di intervento è situato a Pisa, in via San Benedetto n.10/12.

L edificio oggetto di intervento è situato a Pisa, in via San Benedetto n.10/12. Progetto di ricerca Dottorato in Scienze e Tecniche dell Ingegneria Civile dell Università di Pisa su proposta di APES scpa su un campione di edifici di Edilizia Residenziale Pubblica della Provincia di

Dettagli