Manuale del revisore legale La revisione contabile per imprese industriali, commerciali e PMI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale del revisore legale La revisione contabile per imprese industriali, commerciali e PMI"

Transcript

1 REVISIONE, CONTROLLO E GOVERNANCE Alberto Pesenato Manuale del revisore legale La revisione contabile per imprese industriali, commerciali e PMI V Edizione In conformità al D.Lgs. n. 39 del 27/01/2010, che attua la direttiva n. 43/2006 CE, ai regolamenti di attuazione e ai documenti Coso Report I e III. Verifiche, verbali e questionari sul controllo qualità.

2 QUESTO VOLUME È ANCHE ONLINE Consultalo gratuitamente ne La Mia Biblioteca, la prima biblioteca professionale in the cloud con le pubblicazioni di CEDAM, UTET Giuridica, IPSOA. Grazie al suo evoluto sistema di ricerca puoi accedere ai tuoi scaffali virtuali e ritrovare tra i tuoi libri la soluzione che cerchi da PC, ipad o altri tablet. Ovunque tu sia. Per conoscere le modalità di accesso al servizio e consultare il volume online collegati a e clicca su Richiedi la tua password. La consultazione online viene offerta all acquirente del presente volume a titolo completamente gratuito ed a fini promozionali del servizio La Mia Biblioteca e potrebbe essere soggetta a revoca da parte dell Editore. Copyright 2012 Wolters Kluwer Italia S.r.l. Strada 1, Palazzo F Milanofiori Assago (MI) I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento totale o parziale, con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm e le copie fotostatiche), sono riservati per tutti i Paesi. Le fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume/fascicolo di periodico dietro pagamento alla SIAE del compenso previsto dall art. 68, commi 4 e 5, della legge 22 aprile 1941, n Le riproduzioni diverse da quelle sopra indicate (per uso non personale cioè, a titolo esemplificativo, commerciale, economico o professionale e/o oltre il limite del 15%) potranno avvenire solo a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da AIDRO, Corso di Porta Romana, n. 108, Milano, e sito web L elaborazione dei testi, anche se curata con scrupolosa attenzione, non può comportare specifiche responsabilità per eventuali involontari errori o inesattezze. Fotocomposizione a cura di Sinergie Grafiche s.r.l. Via Pavese, 1/3 - Rozzano (MI) Finito di stampare nel mese di gennaio 2012 dalla L.E.G.O. S.p.A.

3 Dal dire al fare: Gli strumenti per il professionista e l azienda revisione, controllo e Governance Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/2001 (con cd-rom) di Alberto Pesenato e Elisa Pesenato, III ediz., 2011, euro 70, Internatl auditing di M. Anaclerio, A. Miglietta, R. Salvi, F. Servato, II ediz., 2011, euro 45, Sindaco e revisore di società (con cd-rom) di A. Bompani, B. Dei, P. Sorignani, A. Traversi, VII ediz., 2011, euro 139, Manuale del revisore legale (con cd-rom) di Alberto Pesenato, IV ediz., 2011, euro 99, Il professionista e il D.Lgs. 231/2001 a cura di Annalisa De Vivo, 2010, euro 25, Comunicazione finanziaria a cura di Enzo Rocca, 2010, euro 39, Revisione contabile e Internal Auditing di A. Cortesi, S. Fossati, I. Spertini, P. Tettamanzi, 2009, euro 58,00 05 le altre collane Commercio e fiscalità Internazionale Finanziamenti Marketing e vendite Contabilità e bilancio Finanza aziendale Controllo di gestione Gestione aziendale e management 05-governance.indd :15:02

4 Requisiti del sistema Hardware e Software I requisiti hardware e software necessari per poter utilizzare il CD-Rom sono i seguenti PC con almeno 64 Mb di memoria RAM Sistema operativo Microsoft Windows (95/98/NT/2000/XP/Vista/7 Hard disk con almeno 30 Mb liberi CD-ROM Drive Adobe Acrobat Reader Microsoft Excel Browser (IE, Mozilla, Chrome) Installazione Da Windows NT Xp: inserire il CD-Rom nel lettore; si avvia automaticamente. In caso contrario: fare clic su Avvio e scegliere il comando Esegui digitare D:\index.html fare clic su Ok

5 A Sanansquano e Goliardia sempre vicini in spirito A coloro Giuseppina e Giulio Clotilde e Luigi che mi hanno concesso l opportunità e quindi il privilegio di studiare All amorevole Edda Malvezzi Finesso per il magistero speso a dispetto dei Lupi Neri e anche a Marisa per quel tratto di vita condiviso...we re about ready to engage the pride of Europe... Major Dundee (Sierra Charriba) the director cut Sam Peckinpah

6

7 L Autore Alberto Pesenato Revisore Legale, Consulente Area 231/2001, Dottore Commercialista; ha conseguito la laurea in Economia e Commercio presso l università di Padova sede di Verona ed il Certificate in «Contemporary Marketing» presso la U.C.L.A. Extension (University California Los Angeles). Ha maturato un esperienza più che decennale presso primarie società multinazionali di revisione (Whinney Murray Ernst & Ernst poi Ernst & Whinney, Peat Marwick Mitchell & Co, Sala Scelsi Farina - BDO, KMG - Fides Certificazione poi KPMG Peat Marwick Spa). L esperienza professionale maturata l ha portato a collaborare con diverse università in Italia ed all estero (corso di revisione presso la facoltà di Economia e Commercio di Trieste e presso la Scuola di Amministrazione e Controllo Aziendale di Gorizia, corso di ragioneria generale ed applicata della facoltà di Scienze Economiche e Bancarie di Udine). Nel 1993 ha fatto parte del corpo docente esterno ai corsi di revisione presso SDA Bocconi (Scuola di Direzione Aziendale dell Università Luigi Bocconi) e presso la «Russian Economics Academy named after G.V. Plekhanov» di Mosca - C.S.I. È autore di «Modello di organizzazione gestione e controllo ex D.Lgs. 231/2001. Applicazione per società non quotate e PMI: i casi ALPE Holding SpA e Karrell Srl», Ipsoa editore, III Edizione Per la casa editrice Cedam, ha pubblicato in passato quattro testi sull argomento specifico e sul bilancio consolidato, adottati in corsi universitari di revisione oltre che articoli apparsi in riviste specializzate. Da lungo tempo si dedica alla formazione con seminari, convegni e giornate di studio su temi di carattere professionale. Dal 1986 collabora con la Rivista Amministrazione & Finanza. In Italia, per alcuni networks di professionisti, organizza, dirige e segue nella pratica l attività delle visite sindacali (ex art c.c.) e della Revisione Legale (ex D.Lgs. 39/ 2010 in attuazione della Direttiva 43/2006 CE con riferimento alla soluzione dei problemi riferiti alla «rete»); fa parte dell Organo di Vigilanza ex D.Lgs. 231/2001 di varie aziende. Con la presente Opera egli espone in modo organico e completo la metodologia e le procedure di revisione contabile da adottare nelle verifiche del Collegio Sindacale e del Revisore Legale nelle imprese industriali e commerciali di media e grande dimensione non quotate nonché nelle PMI facendo riferimento al D.Lgs. n. 39 del 27/01/2010 e relativi Regolamenti attuativi. Il «Manuale del Revisore Legale» è segnalato dal MEF-RGS tra i principali testi di riferimento sull argomento (Ministero dell Economia e Finanze - Ragioneria Generale dello Stato - La revisione legale dei conti - Bibliografia). L Autore è disponibile a rispondere a qualsiasi quesito sul presente volume ed accogliere contributi nel sito IX

8 Presentazione V Edizione Questa quinta edizione integra e completa l approccio operativo che si è sin qui voluto dare all opera. Ho provveduto all usuale aggiornamento e «manutenzione» di varie parti del volume, quali: i) i paragrafi 1.3 e 1.4 riguardanti i principi di revisione di riferimento e documenti CoSO I e III; ii) opportuno riferimento allo studio SEF dell ODCEC di Milano riguardante la stima ed il budget dei tempi (Cap. 30); iii) un nuovo capitolo che accoglie 3 check lists riferite al Controllo della Qualità (Cap. 33) utili al soggetto incaricato costituito in forma di società ed al Revisore Legale singolo (a quest ultimo è dedicata la terza check list). Sono state aggiornate le parti riguardanti: a) la relazione di revisione (Cap. 11); b) le attestazioni scritte (Cap. 14); c) le appendici (App ); queste accolgono anche i regolamenti emanati dal MEF; d) la determinazione del Rischio di Revisione e riepilogo delle verifiche (Capp ); e) la determinazione del Rischio Intrinseco, raccolta prima in tre capitoli, è stata ampliata dedicando ad essa capitoli specifici (Capp ); f) il Capitolo 8 è stato integrato con cenni sul campionamento statistico; g) i capitoli della parte VI (Capp ) fanno specifico riferimento al Controllo della Qualità; h) la parte VII (PMI) è stata aggiornata con la check list sul Controllo della Qualità, budget dei tempi e attestazioni scritte; i) la parte VIII (PMI) è stata rivista aggiornando i verbali; l) altri capitoli che contenevano più argomenti sono stati divisi in modo che ognuno di essi accogliesse un argomento specifico; m) la revisione nelle PMI espone una metodologia semplice accolta nelle parti 6 e 7 del CD allegato. La tecnica applicata fa riferimento anche alla «Guida all utilizzo dei principi di revisione internazionali nella revisione delle Piccole e Medie Imprese» volume I e II, seconda edizione, dell International Federation of Accountants (IFAC) - ottobre Tutti gli strumenti del CD a corredo del manuale sono stati aggiornati di conseguenza. Ho voluto inserire un breve e indispensabile vademecum per facilitare l utilizzo del CD e la conseguente consultazione delle parti stampate del «Manuale». I concetti di Rischio di Revisione 1, significatività e conseguente attività di verifica espresse nel presente Manuale sono rivolti al Revisore Legale che svolga la propria attività su società di dimensioni Medio/Grandi non quotate e nelle PMI. Attualmente il mercato della revisione per la totalità delle Società quotate, assicura- 1 Il metodo applicato definito del Risk Approach è comunemente in uso a livello internazionale (Cap.8). X

9 Presentazione V Edizione zioni, banche e gruppi è di competenza delle Società di Revisione e solo il rimanente potrà essere di competenza di singoli Revisori Legali o di studi associati di revisione; tutti dovranno proporre interventi di alta qualità professionale a meno che non vogliano cedere anche questa quota di mercato alle società di revisione creando con loro delle joint ventures che potrebbero rivelarsi controproducenti se non professionalmente letali. È a questi colleghi Revisori Legali indipendenti che è rivolto il presente «Manuale del Revisore Legale» che propone un approccio tradizionale e semplice facilmente applicabile sia in entità economiche non quotate sia alle PMI 1. Si privilegia qui l approccio professionale dettato dall esperienza individuale del revisore lasciando alle «Big Four» ed alle loro «sorelle» l approccio peculiare e macchinoso per non dire eccessivamente complesso che adottano per le società quotate. Il punto di forza del Manuale è costituito dal CD allegato che contiene tutti e solo gli strumenti operativi per svolgere il Lavoro di revisione con riferimento agli I.S.A. (International Standards on Auditing) in conformità al D.Lgs. n. 39 del 27 gennaio 2010 e relativi regolamenti. Nel CD il Revisore Legale troverà unicamente i documenti da utilizzare (Check Lists, Questionari sul Controllo Interno, lettere di conferma esterna, relazioni di revisione ecc.) per svolgere il lavoro; a supporto di questi strumenti vi è la parte descrittiva ed esplicativa che troverà nel volume e che per motivi operativi non è riportata nel CD. Il Revisore Legale, in questo modo, potrà fare riferimento al Manuale nella parte cartacea per approfondire sotto l aspetto concettuale e normativo il lavoro che sta svolgendo utilizzando gli strumenti proposti nel CD. Per rendere più agevoli i riferimenti tra strumento utilizzato e riferimenti professionali è stato riportato in ogni carta di lavoro presentata nel CD, oltre ai principi I.S.A. e CoSO Report, anche il capitolo di riferimento da consultare. In questa quinta edizione sono presentati e suggeriti i seguenti strumenti: a) per tutte le imprese i concetti generali (parte I), i Verbali da redigere nelle 4 visite conformati agli ultimi documenti Assirevi ed il commento conclusivo sul bilancio (parte VIII); b) per le imprese di maggiori dimensioni: adeguate e complete check list, questionari, programmi di revisione tratti dai Principi di Revisione (ISA - richiamati in ogni carta di lavoro proposta), dalla «Pratica Professionale» italiana ed internazionale (Auditing Guidelines) ed ai documenti CoSO Report I e III che mettono il Revisore Legale, in condizione di condurre agevolmente il proprio intervento e verificare che siano applicati i principi di revisione di riferimento Parti II, III, IV, V; c) per le PMI: la pianificazione dell intervento Sindaco/Revisore (Parte VII) comprensivo dei Verbali da redigere nelle 4 visite ed il commento conclusivo sul bilancio (Parte VIII); d) le relazioni di revisione Assirevi e CNDCEC nonché 18 esempi di opinione riguardanti differenti aspetti dell evidenze riscontrate; 1 Vedere CD allegato punto 6. XI

10 Presentazione V Edizione e) appropriate check lists sul controllo qualità derivate dai principi di revisione ISCQ 1 applicabili sia che il soggetto abilitato sia costituito come società sia che operi individualmente (Cap. 33). Sempre per le PMI un set di carte di lavoro comprendenti questionari, check lists e programmi di revisione, tratti dalle parti II, III, IV, V sintetici ma completi per condurre il lavoro di verifica sindacale e controllo contabile del revisore (Parte VII - nel CD 6-7) sempre con opportuni riferimenti ai Principi di Revisione ISA (richiamati in ogni carta di lavoro proposta) e dalla «Pratica Professionale» italiana ed internazionale (Auditing Guidelines) nonché ai documenti CoSO Report I e III. Il materiale proposto è già stato opera di discussione e di applicazione da parte di molteplici componenti di Collegi Sindacali e Revisori che negli ultimi anni hanno partecipato ai convegni sull argomento che mi hanno visto relatore in molte parti d Italia (vedere sezione Convegni). Il presente «Manuale del Revisore Legale» è segnalato tra i prinicpali testi di riferimento dal MEF-RGS (Ministero dell Economia e Finanze - Ragioneria Generale dello Stato - La Revisione Legale - Bibliografia). Ringraziamenti Riconoscenza particolare ai colleghi Dott. Walter Turrina dell ODCEC Verona, al Rag. Mario Dascola Revisore Legale in Milano per l aggiornamento apportato ai Capitoli 20 e 29 ed alla Dott.ssa Elisa Pesenato per il prezioso ed indispensabile contributo nell approfondimento apportato alle parti II e III (SCI). Gratitudine personale agli amici Paolo, Anna, i due Gigi, Silvana, Tiziana, Chiara, Eleonora, Flavio, Giancarlo, Antonella, Roby, Siro, Carmelo, Davide, Giusi, Annamaria. Ancora all amico Marco Mattana ed Art Pecò Wien per la cura del sito web e della parte tecnica. Alberto Pesenato XII

11 Presentazione IV Edizione In seguito al recepimento della direttiva 43/2006 CE tramite la promulgazione del D.Lgs. n. 39 del 27 gennaio 2010 (La Revisione Legale) e dei regolamenti attuativi, il Manuale è stato aggiornato con opportuni richiami al decreto ed ai regolamenti in modo da armonizzare la parte tecnica e metodologica. Come è mia consuetudine ho voluto proporre un lavoro che privilegiasse il «come» il Revisore Legale debba eseguire il proprio intervento professionale e con «quali strumenti» lo stesso debba ottemperare al proprio compito con riferimento alle società di medio/grande dimensione non quotate e alle PMI. Il testo è stato adeguato a quanto richiesto dal D.Lgs. 39/2010 e dai regolamenti di attuazione ed integrato con commenti appropriati per rendere l opera aggiornata nell ottica di un approccio che il singolo professionista possa attuare utilizzando la propria individuale esperienza professionale. Il metodo applicato definito del Risk Approach 1 è comunemente in uso a livello internazionale. Per i motivi sopra esposti i concetti di Rischio di Revisione, significatività e conseguente attività di verifica si rivolgono al Revisore Legale che svolga la propria attività su società di dimensioni Medio/Grandi non quotate nonché nelle PMI. Attualmente il mercato della revisione per la totalità delle Società quotate, assicurazioni, banche e gruppi in Italia è di pertinenza delle Società di Revisione e solo il rimanente potrà essere di competenza di singoli Revisori Legali o di studi associati di revisione; questi ultimi dovranno proporre interventi di alta qualità professionale a meno che non vogliano cedere anche questa quota di mercato alle società di revisione creando con loro delle joint ventures. È a questi colleghi Revisori Legali indipendenti che è rivolto il presente «Manuale del Revisore Legale» che propone un approccio tradizionale e semplice facilmente applicabile sia in entità economiche di Media/Grande dimensione non quotate, sia in dimensioni ridotte quali le PMI. Si privilegia l approccio professionale del revisore lasciando alle «Big Four» ed alle loro «sorelle» l approccio specifico e laborioso per non dire complicato che adottano per società quotate che poco si adatta ad entità economiche non quotate. Il punto di forza del presente «Manuale del Revisore Legale: La revisione contabile per imprese industriali, commerciali e PMI» è costituito dal CD allegato che contiene tutti gli strumenti operativi per svolgere il Lavoro di revisione con riferimento agli I.S.A. (International Standards on Auditing) in conformità al D.Lgs. n. 39 del 27 gennaio 2010 in attuazione alla direttiva 43/2006 CE e relativi regolamenti. Nel CD il Revisore Legale troverà unicamente i documenti da utilizzare (Check Lists, Questionari sul Controllo Interno, lettere di circolarizzazione, Relazioni di revisione ecc.) per svolgere il lavoro; a supporto di questi strumenti vi è la parte descrittiva ed esplicativa che troverà nel volume e che per motivi operativi non è riportata nel CD. Il Revisore Legale, in questo modo, potrà fare riferimento al Manuale nella parte 1 Parte I - Cap. 8. XIII

12 Presentazione IV Edizione cartacea per approfondire sotto l aspetto concettuale e normativo il lavoro che sta svolgendo utilizzando gli strumenti proposti nel CD. Per rendere più agevoli i riferimenti tra strumento utilizzato e riferimenti professionali è stato riportato in ogni carta di lavoro presentata nel CD, oltre ai principi I.S.A. e CoSO Report, anche il capitolo di riferimento da consultare. In questa quarta edizione sono presentati e suggeriti i seguenti strumenti: a) per tutte le imprese i concetti generali (parte I), i Verbali da redigere nelle 4 visite conformati agli ultimi documenti Assirevi ed il commento conclusivo sul bilancio (parte VIII); b) per le imprese di maggiori dimensioni: adeguate e complete check list, questionari, programmi di revisione tratti dai Principi di Revisione (ISA - richiamati in ogni carta di lavoro proposta), dalla «Pratica Professionale» italiana ed internazionale (Auditing Guidelines) ed al CoSO Report che mettono il Revisore Legale, in condizione di condurre agevolmente il proprio intervento e verificare che siano applicati i principi di revisione di riferimento Parti II, III, IV, V); c) per le P.M.I.: la pianificazione dell intervento Sindaco/Revisore (Parte VII) comprensivo dei Verbali da redigere nelle 4 visite ed il commento conclusivo sul bilancio (parte VIII). Sempre per le PMI un set di carte di lavoro comprendenti questionari, check lists e programmi di revisione, tratti dalle parti II, III, IV, V) sintetici ma completi per condurre il lavoro di verifica sindacale e controllo contabile del revisore (parte VII)sempre con opportuni riferimenti ai Principi di Revisione (ISA - richiamati in ogni carta di lavoro proposta) e dalla «Pratica Professionale» italiana ed internazionale (Auditing Guidelines) nonché al CoSO Report. Il materiale proposto è già stato opera di discussione e di applicazione da parte di molteplici componenti di Collegi Sindacali e Revisori che negli ultimi anni hanno partecipato ai convegni sull argomento che mi hanno visto relatore in molte parti d Italia (vedere sezione Convegni). La mia gratitudine va innanzitutto agli amici Paolo, Anna, i due Gigi, Silvana, Tiziana, Chiara, Eleonora, Flavio, Giancarlo, Antonella, Carmelo, Davide, Giusi, Annamaria e gli amici di Porta Vescovo per il sostegno morale. Riconoscenza particolare al collega Dott. Walter Turrina per l aggiornamento apportato ai Capitoli 17 e 58 ed alla Dott.ssa Elisa Rachele Pesenato per il prezioso ed indispensabile contributo nell approfondimento apportato alle parti II e III e senza il cui notevole impegno questa quarta edizione non sarebbe potuta giungere a compimento. Un ringraziamento, come nelle due precedenti edizioni, all amico Marco Mattana per il contributo informatico oltre che costante, scrupoloso e tempestivo oltremodo essenziale per lo sviluppo del presente volume. XIV

13 Presentazione III Edizione Il successo editoriale ottenuto dal Manuale di revisione contabile ha gratificato il mio impegno di esporre schematicamente l enorme mole di statuizioni decretate dai principi in tema di revisione contabile, dalla pratica professionale sul controllo legale dei conti e di proporre in CD una completa serie di carte di lavoro di immediato e facile utilizzo. Le diverse migliaia di copie vendute in questi anni testimoniano la validità del presente manuale quale strumento utilizzato, dai Sindaci/Revisori delle società non quotate, nei controlli e nelle verifiche richieste ed imposte dalla legge italiana ed anche comunitaria ed appare sicuramente significativo che un opera di queste dimensioni sia giunta alla terza edizione in soli 3 anni. Ogni edizione ha avuto un integrazione ed un ampliamento e quindi il titolo stesso che inizialmente riguardava le sole aziende industriali e commerciali in generale si è esteso nella seconda edizione alle Piccole e Medie Imprese illustrando, anche per queste entità, le verifiche da eseguire ed i verbali da stendere. La presente edizione, oltre a nuovi strumenti di auditing è integrata da una serie di questionari e check lists che fanno diretto riferimento allo studio redatto dalla Treadway Commission (CoSO Report) 1 che è, per questo motivo, richiamata nel titolo. Il codice civile, i cambiamenti apportati dalla riforma del diritto societario, il testo unico per l intermediazione finanziaria (T.U.F.) hanno ridisegnato il sistema di governo delle imprese quotate e di quelle a loro facenti capo. È cambiato di conseguenza lo scenario in tema di Corporate Governance e le imprese italiane hanno dovuto adeguarsi all innovazione conseguente al cambiamento delle leggi. Il sistema di controlli societari in questi anni è stato adottato anche da una gran parte delle imprese non quotate, almeno per quelle di maggiore dimensione. Alcuni interventi di rilievo quali il Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana S.p.A. 2 hanno definito in modo chiaro tra altri importanti concetti quello di controllo interno che è strettamente legato al tema di Corporate Governance. I recenti defaults delle borse mondiali hanno riaffermato l importanza e la validità del CoSO Report indicato quale best practice come architettura nella costruzione di un efficace sistema di controllo interno considerato elemento fondamentale nell ambito della Corporate Governance. Nel nostro paese il sistema dei controlli societari è stato ridefinito ed i compiti, ruoli, attribuzioni sono stati ampliati prevedendo un sistema multifunzionale assegnando al Collegio Sindacale compiti di generale sorveglianza sull amministrazione e sul sistema di controllo interno ed affidando al revisore contabile indipendente o ad una società di revisione il controllo e la revisione contabile sul bilancio d esercizio e sul bilancio consolidato per le società non ammesse alla redazione del bilancio abbreviato. La direttiva 43/ 2006 CE ha riaffermato questo concetto 3. 1 Cap. I Par App La direttiva 2006/43/CE modifica le Direttive 78/660/Cee e 83/349/Cee ed abroga la direttiva 84/ 2537Cee. XV

14 Presentazione III Edizione Il CNDCEC nell arco del 2009 ha proposto il Collegio Sindacale quale punto di riferimento nelle verifiche sopra descritte indicando, alle altre nazioni, il sistema di controlli e la metodologia applicativa utilizzati da tale organo quale best practice. I professionisti che si occupano di controlli societari: Sindaci, Revisori Contabili, Revisori Interni, i componenti gli Organi di Vigilanza, dei Comitati per il Controllo Interno, di Audit Comettee ed altre funzioni di controllo sono chiamati a compiti impegnativi e responsabilità rilevanti 1. Costoro devono fare riferimento non solo ai doveri legali ma anche alle best practices internazionali che costituiscono, in un era di globalizzazione, un punto di riferimento con cui misurare la diligenza nello svolgimento dei doveri assegnati. Per questi motivi ho ampliato questa terza edizione rivedendo tutte le parti che abbisognavano di manutenzione includendo 11 nuovi questionari sul controllo interno e curando che i complessivi 24 facessero riferimento al CoSO Report come pure le 2 check list ed un questionario di controllo in modo che il lettore e lo studioso trovino uno sviluppo utile ed esaustivo di quanto esposto nel lavoro della Treadway Commission. Oltre a ciò ho conformato i verbali del sindaco e del revisore gli ultimi documenti Assirevi. In questa terza edizione sono presentati e suggeriti i seguenti strumenti: a) per tutte le imprese i concetti generali (parte I), i Verbali da redigere nelle 4 visite conformati agli ultimi documenti Assirevi ed il commento conclusivo sul bilancio (parte VIII); b) per le imprese di maggiori dimensioni: adeguate e complete check list, questionari, programmi di revisione tratti dai Principi di Revisione (ISA - richiamati in ogni carta di lavoro proposta), dalla «Pratica Professionale» italiana ed internazionale (Auditing Guidelines) ed al CoSO Report che mettono il professionista, revisore contabile indipendente, in condizione di condurre agevolmente il proprio intervento e verificare che siano applicati i principi contabili di riferimento Parti II, III, IV, V); c) per le P.M.I.: la pianificazione dell intervento Sindaco/Revisore (Parte VII) comprensivo dei Verbali da redigere nelle 4 visite ed il commento conclusivo sul bilancio (parte VIII). Per le PMI un set di carte di lavoro comprendenti questionari, check lists e programmi di revisione, tratti dalle parti II, III, IV, V) sintetici ma completi per condurre il lavoro di verifica sindacale e controllo contabile del revisore (parte VII) sempre con opportuni riferimenti ai Principi di Revisione (ISA - richiamati in ogni carta di lavoro proposta) e dalla «Pratica Professionale» italiana ed internazionale (Auditing Guidelines) nonché al CoSO Report. Il materiale che propongo è già stato opera di discussione e di applicazione da parte di molteplici componenti di Collegi Sindacali e Revisori che negli ultimi anni hanno partecipato ai convegni sull argomento che mi hanno visto relatore in molte parti d Italia (vedere sezione Convegni). La mia gratitudine va innanzitutto agli amici carissimi Paolo, Anna, Valeriano, Betta, 1 Cap. I par XVI

15 Presentazione III Edizione i due Gigi, Silvana, Tiziana, Chiara, Roby, Marco, Siro, Eleonora, Davide, Carmelo, Giusi per il sostegno morale. Riconoscenza particolare al collega Dott. Walter Turrina per l aggiornamento apportato ai Capitoli 17 e 58. Un ringraziamento specifico, come nelle due precedenti edizioni, all amico Marco Mattana per il contributo informatico oltre che costante, scrupoloso e tempestivo oltremodo essenziale per lo sviluppo del presente volume. XVII

16 Presentazione II Edizione L uscita di questa seconda edizione del manuale, voluta fortemente dall editore a conferma del lusinghiero successo che l opera ha ottenuto, mi rende oltremodo orgoglioso. Il notevole consenso che i colleghi professionisti hanno tributato alla prima edizione mi ha spinto ad ampliare l oggetto della trattazione ed estenderlo alle verifiche del Collegio Sindacale ed ai controlli del Revisore nelle PMI; il presente Manuale quindi consta di due parti aggiuntive. Le 6 parti già esistenti dalla prima alla sesta sono state aggiornate con specifici riferimenti a tutti i principi di revisione emanati all ottobre 2007 nonché a quelli ancora in bozza allo stato attuale. Ho potuto aggiungere 8 nuove check list riguardanti i rischi di errori significativi e frodi, la valutazione al fair value, revisione degli strumenti finanziari derivati nonché un riepilogo per valutare il rischio di revisione in tutti i cicli e voci di bilancio. Nella prima delle 2 parti aggiunte (Parte VII) ho ridotto i questionari e le check list proposti nelle parti II, III, IV, V in un complesso di circa 90 carte di lavoro. Ogni carta di lavoro presentata porta in testa i principi di revisione di riferimento e tutte sono già predisposte in forma di faldone per un utilizzo immediato. Nella seconda parte aggiunta (Parte VIII) ho inserito la pianificazione, i 4 verbali del Sindaco, i 4 verbali del Revisore ed il verbale di commento sul bilancio per un totale di circa 70 pagine. I verbali sopra citati sono preceduti da 192 controlli che fanno riferimento al principio di revisione 300 e, nelle PMI, vanno a sostituire la parte II del manuale riguardante appunto la pianificazione. I verbali sono di per sé esaustivi in quanto ogni verifica corrisponde ad un commento sintetico ma completo; il professionista in questo modo ha il controllo totale di tutti i controlli da effettuare evitando duplicazioni o dimenticanze. In questi giorni, alla vigilia di questo lancio editoriale mi auguro di aver fornito agli oltre revisori italiani un utile strumento di lavoro. Quest opera si propone l ambizioso obiettivo di dare al professionista ogni strumento necessario per poter eseguire in maniera completa la revisione contabile nelle aziende industriali, commerciali nonché indicare precise guidelines per le verifiche sindacali ed i controlli del revisore nelle P.M.I. In questa seconda edizione sono presentati e suggeriti i seguenti strumenti: a) per tutte le imprese i concetti generali (parte I) nonché i Verbali da redigere nelle 4 visite ed il commento conclusivo sul bilancio (parte VIII); b) per le imprese di maggiori dimensioni: adeguate e complete check list, questionari, programmi di revisione tratti dai Principi di Revisione e dalla «Pratica Professionale» italiana ed internazionale (Auditing Guidelines) che mettono il professionista, revisore contabile indipendente, in condizione di condurre agevolmente il proprio intervento e verificare che siano applicati i principi contabili di riferimento Parti II, III, IV, V); c) per le P.M.I.: la pianificazione dell intervento Sindaco/Revisore (Parte VII) compren- 1 Appendice 10. XVIII

Metodologie per la determinazione del rischio di revisione

Metodologie per la determinazione del rischio di revisione Metodologie per la determinazione del rischio di revisione di Alberto Pesenato (*) La determinazione del rischio di revisione, richiesta dai principi di revisione ISA Italia adottati dal MEF, si è sviluppata

Dettagli

Il collegio sindacale incaricato della revisione legale e dell analisi del rischio (metodo del risk approach)

Il collegio sindacale incaricato della revisione legale e dell analisi del rischio (metodo del risk approach) Il collegio sindacale incaricato della revisione legale e dell analisi del rischio (metodo del risk approach) di Alberto Pesenato (*) Uno degli aspetti maggiormente critici nell impostazione dell attività

Dettagli

Revisionelegalee controllo qualità: budget e consuntivo ore

Revisionelegalee controllo qualità: budget e consuntivo ore Revisionelegalee controllo qualità: budget e consuntivo ore di Alberto Pesenato (*) Il controllo di qualità stabilito dal D.Lgs. n. 39/2010 e basato sui Principi di Revisione ISA: 200-220 - ISCQ si riferisce

Dettagli

Parte prima IL SINDACO DI SOCIETÀ

Parte prima IL SINDACO DI SOCIETÀ Parte prima IL SINDACO DI SOCIETÀ 1. Il revisore legale contabile... 3 1.1. La riforma del diritto societario: premessa introduttiva... 5 1.2. Il registro dei revisori contabili... 14 1.3. Il registro

Dettagli

Il controllo della qualità nella revisione legale

Il controllo della qualità nella revisione legale Il controllo della qualità nella revisione legale di Alberto Pesenato (*) Il D.Lgs. n. 39/2010 ha stabilito che il soggetto abilitato alla revisione legale sarà sottoposto a un controllo di qualità basato

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 300 PIANIFICAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 300 PIANIFICAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 300 PIANIFICAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

Principi di Revisione. Luca Bonvino 24 settembre 2014

Principi di Revisione. Luca Bonvino 24 settembre 2014 Principi di Revisione Luca Bonvino 24 settembre 2014 1 La revisione iniziò ad affermarsi all inizio del 1900 come conseguenza del ricorso da parte delle imprese a forme di risparmio diffuso: si trattava

Dettagli

COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI

COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI La riforma della revisione legale - D.Lgs. 39/2010, valutazione preliminare del rischio cliente, valutazione

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER SPECIALISTICO IN REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE in collaborazione con MASTER SPECIALISTICO IN REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE 30 Novembre, 01-06 07 14-15 Dicembre 2012 Aga hotel - Catania Via Ruggero di Lauria, 43 DESTINATARI

Dettagli

LA TUTELA DEL CONTRAENTE DEBOLE NEL REGOLAMENTO ROMA I

LA TUTELA DEL CONTRAENTE DEBOLE NEL REGOLAMENTO ROMA I STUDI E PUBBLICAZIONI DELLA RIVISTA DI DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO E PROCESSUALE 79 PAOLA PIRODDI LA TUTELA DEL CONTRAENTE DEBOLE NEL REGOLAMENTO ROMA I QUESTO VOLUME È ANCHE ONLINE Consultalo gratuitamente

Dettagli

Parte prima IL SINDACO DI SOCIETÀ

Parte prima IL SINDACO DI SOCIETÀ Parte prima IL SINDACO DI SOCIETÀ 1. Il revisore legale contabile... 3 1.1. La riforma del diritto societario: premessa introduttiva... 5 1.2. Il registro dei revisori legali... 17 1.3. Il registro del

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO AIDC Milano - EUTEKNE LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PMI

MASTER SPECIALISTICO AIDC Milano - EUTEKNE LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PMI LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PMI Il Master specialistico in La revisione legale dei conti per le PMI è un percorso completo, finalizzato a formare il professionista in materia di revisione legale

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 230 LA DOCUMENTAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE. Indice

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 230 LA DOCUMENTAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE. Indice PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 230 LA DOCUMENTAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal

Dettagli

ISA 200 Obiettivi generali del revisore indipendente

ISA 200 Obiettivi generali del revisore indipendente Pianificazione del programma di revisione e determinazione del livello significatività dei controlli, materialità dell errore Relatore Prof. Marco Mainardi ISA 200 Obiettivi generali del revisore indipendente

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRINCIPIO DI REVISIONE 002 (CNDCEC PR 002) MODALITA DI REDAZIONE DELLA RELAZIONE DI CONTROLLO CONTABILE AI SENSI DELL ART. 2409

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 220 CONTROLLO DELLA QUALITÀ DELL INCARICO DI REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 220 CONTROLLO DELLA QUALITÀ DELL INCARICO DI REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 220 CONTROLLO DELLA QUALITÀ DELL INCARICO DI REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 220 CONTROLLO DELLA QUALITÀ DELL INCARICO DI REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 220 CONTROLLO DELLA QUALITÀ DELL INCARICO DI REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 220 CONTROLLO DELLA QUALITÀ DELL INCARICO DI REVISIONE CONTABILE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

Controllo qualità nella revisione: valutare le risorse umane

Controllo qualità nella revisione: valutare le risorse umane Controllo qualità nella revisione: valutare le risorse umane di Alberto Pesenato (*) Il controllo di qualità fa esplicito riferimento alla preparazione e competenza professionale delle risorse umane impiegate

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

SCHEMA DI SVOLGIMENTO. Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone. La relazione di revisione.

SCHEMA DI SVOLGIMENTO. Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone. La relazione di revisione. TEMA N. 3 L istituto della revisione legale dei conti (TRACCIA ASSEGNATA ALL UNIVERISTÀ DI VERONA - I SESSIONE 2010) SCHEMA DI SVOLGIMENTO Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone.

Dettagli

Indice. Oggetto del presente principio di revisione internazionale (ISA Italia) 1-6 Data di entrata in vigore... 7 Obiettivi... 8. Definizioni...

Indice. Oggetto del presente principio di revisione internazionale (ISA Italia) 1-6 Data di entrata in vigore... 7 Obiettivi... 8. Definizioni... PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 600 LA REVISIONE DEL BILANCIO DEL GRUPPO CONSIDERAZIONI SPECIFICHE (INCLUSO IL LAVORO DEI REVISORI DELLE COMPONENTI) (In vigore per le revisioni contabili

Dettagli

Obbligatori dal 2015 i principi di revisione ISA Italia. di Raffaele Marcello e Laura Pedicini

Obbligatori dal 2015 i principi di revisione ISA Italia. di Raffaele Marcello e Laura Pedicini Obbligatori dal 2015 i principi di revisione ISA Italia di Raffaele Marcello e Laura Pedicini Con la determina della Ragioneria generale dello Stato del 23 dicembre 2014, sono stati adottati i principi

Dettagli

Corso La nuova revisione legale Verbania, 14 e 22 marzo 2011

Corso La nuova revisione legale Verbania, 14 e 22 marzo 2011 Corso La nuova revisione legale Verbania, 14 e 22 marzo 2011 Obiettivi Il corso si propone l obiettivo di fornire una panoramica esauriente delle finalità della revisione legale e della certificazione

Dettagli

RevisionelegaleePMI: un approccio sistematico

RevisionelegaleePMI: un approccio sistematico RevisionelegaleePMI: un approccio sistematico di Alberto Pesenato (*) Il controllo di ualità stabilito dal D. Lgs. n. 39/2010 e basato sui Principi di Revisione ISA: 200-220 ISCQ 1 si riferisce anche alla

Dettagli

@REGOLA REVISIONE LEGALE DEI CONTI. Software per la revisione legale basato sui principi di revisione internazionali

@REGOLA REVISIONE LEGALE DEI CONTI. Software per la revisione legale basato sui principi di revisione internazionali @REGOLA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Software per la revisione legale basato sui principi di revisione internazionali Indice e sintesi dei contenuti Indice 1. Quadro normativo 2. Descrizione del processo

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA 580 ATTESTAZIONI SCRITTE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA 580 ATTESTAZIONI SCRITTE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 580 ATTESTAZIONI SCRITTE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2015 o successivamente)

Dettagli

SOMMARIO. 1.4 Evoluzione normativa per la redazione dei bilanci e principi contabili di riferimento. 1.5 I principi di revisione di riferimento

SOMMARIO. 1.4 Evoluzione normativa per la redazione dei bilanci e principi contabili di riferimento. 1.5 I principi di revisione di riferimento SOMMARIO 1. Il controllo legale dei conti (P.R 1.: 200-265 - 300-315 - 330-500 - 520) 1.1. Evoluzione storica e riferimenti normativi del ruolo del revisore in italia 1.2 La normativa europea 1.3 La Revisione

Dettagli

I NUOVI PRINCIPI DI REVISIONE ISA ITALIA. Gaspare Insaudo Dottore Commercialista, Revisore Legale

I NUOVI PRINCIPI DI REVISIONE ISA ITALIA. Gaspare Insaudo Dottore Commercialista, Revisore Legale I NUOVI PRINCIPI DI REVISIONE ISA ITALIA Gaspare Insaudo Dottore Commercialista, Revisore Legale 1 il contesto - Importanza dei principi di revisione quali regole di controllo del bilancio - La storia

Dettagli

DATA ORA AULA TESTI DI RIFERIMENTO

DATA ORA AULA TESTI DI RIFERIMENTO PROGRAMMA DEL CORSO DI REVISIONE AZIENDALE 1. Presentazione del corso La revisione Obiettivi del corso Programma del corso Testi consigliati PARTE I: NORMATIVA E ASPETTI GIURIDICI DEL CONTROLLO LEGALE

Dettagli

IL PUNTO SULLA REVISIONE LEGALE

IL PUNTO SULLA REVISIONE LEGALE IL PUNTO SULLA REVISIONE LEGALE Terza Giornata Triveneta Venerdì 25 Novembre 2011 Padova www.commercialistideltriveneto.org Copyright 2011 DIDACOM S.r.l. SCUOLA DI FORMAZIONE PER PROFESSIONISTI Via Gramsci,

Dettagli

Revisione legale e controllo qualità: le verifiche periodiche e i relativi verbali

Revisione legale e controllo qualità: le verifiche periodiche e i relativi verbali Revisione legale e controllo qualità: le verifiche periodiche e i relativi verbali di Alberto Pesenato (*) Il controllo di qualità stabilito dal D.Lgs. n. 39/2010 è basato sui Principi di Revisione ISA:

Dettagli

Revisione legale e controllo qualità: le conferme esterne

Revisione legale e controllo qualità: le conferme esterne Revisione legale e controllo qualità: le conferme esterne di Alberto Pesenato (*) Il controllo di qualità stabilito dal D. Lgs. n. 39/2010 e basato sui Principi di Revisione ISA: 200-220 ISCQ 1 fa riferimento

Dettagli

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) PRIMO MODULO

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) PRIMO MODULO Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) Master IL NUOVO DIRITTO SOCIETARIO Aspetti giuridici ed economici, con particolare riferimento alla governance societaria Allegato 1 Programma didattico-scientifico

Dettagli

Il PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE

Il PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE Il PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE NELLE PMI

LA REVISIONE LEGALE NELLE PMI Professionista Impresa A. Pesenato LA REVISIONE LEGALE NELLE PMI Verifiche del Collegio Sindacale, controlli del Revisore Legale ex art. 2403 c.c. e art. 14 D.Lgs. n. 39 del 27/01/2010 QUESTO EBOOK È UN'ANTEPRIMA

Dettagli

Indice. Appendice: Considerazioni in merito all accordo tra il revisore e l esperto esterno del revisore

Indice. Appendice: Considerazioni in merito all accordo tra il revisore e l esperto esterno del revisore Introduzione PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 620 UTILIZZO DEL LAVORO DELL ESPERTO DEL REVISORE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 560 EVENTI SUCCESSIVI

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 560 EVENTI SUCCESSIVI PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 560 EVENTI SUCCESSIVI (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2015 o successivamente)

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 500 ELEMENTI PROBATIVI

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 500 ELEMENTI PROBATIVI PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 500 ELEMENTI PROBATIVI (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva)

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A.

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. (APPROVATE DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA SOCIETÀ NELLA RIUNIONE DEL 10 MAGGIO 2012) TOD S S.P.A.

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

L ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Treviso L ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DI REVISIONE LEGALE 23 novembre 2010 Relatore: dott. Marco Della Putta 1 Indice: a) La pianificazione della

Dettagli

Il bilancio dell esercizio: novità dall OIC

Il bilancio dell esercizio: novità dall OIC Il bilancio dell esercizio: novità dall OIC Il LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPOSA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale olandese presente in Italia con i più autorevoli

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 450 VALUTAZIONE DEGLI ERRORI IDENTIFICATI NEL CORSO DELLA REVISIONE CONTABILE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 450 VALUTAZIONE DEGLI ERRORI IDENTIFICATI NEL CORSO DELLA REVISIONE CONTABILE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 450 VALUTAZIONE DEGLI ERRORI IDENTIFICATI NEL CORSO DELLA REVISIONE CONTABILE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi

Dettagli

Novità in tema di regolamenti del registro dei revisori legali. Agenda

Novità in tema di regolamenti del registro dei revisori legali. Agenda Novità in tema di regolamenti del registro dei revisori legali 9 aprile 2013, Dott. Daniele Bernardi Agenda I regolamenti di attuazione, I compensi per gli incarichi di revisione legale, L indipendenza

Dettagli

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità di Fabrizio Bava e Alain Devalle (*) Le verifiche periodiche del revisore legale trovano una loro disciplina

Dettagli

FNM SpA Linee di Indirizzo del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi

FNM SpA Linee di Indirizzo del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi FNM SpA Linee di Indirizzo del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi Approvate dal Consiglio di Amministrazione in data 17 aprile 2014 Linee di Indirizzo del SCIGR 1. Premessa Il Sistema di

Dettagli

bilancio di esercizio l indipendenza di analisi, di valutazione e di giudizio nella funzione di controllo.

bilancio di esercizio l indipendenza di analisi, di valutazione e di giudizio nella funzione di controllo. PARTE PRIMA 1 Introduzione Il bilancio di esercizio rappresenta uno dei principali strumenti di comunicazione delle informazioni: - Patrimoniali; - Finanziarie; - Economiche; delle imprese e di tutti gli

Dettagli

ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO CONTABILE NELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO

ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO CONTABILE NELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO CONTABILE NELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Premessa Le società di Mutuo Soccorso, se pur assimilate agli enti di tipo associativo, hanno una propria legge di riferimento

Dettagli

L applicazione dei principi di revisione internazionali (ISA Italia) alle imprese di dimensioni minori

L applicazione dei principi di revisione internazionali (ISA Italia) alle imprese di dimensioni minori REVISIONE LEGALE Documento di ricerca n. 194 Assirevi Le attestazioni della Direzione In sostituzione del documento di ricerca n. 167, Assirevi ha pubblicato il documento di ricerca n. 194 che, alla luce

Dettagli

I nuovi principi di revisione ISA Italia

I nuovi principi di revisione ISA Italia I nuovi principi di revisione ISA Italia Bologna 23 giugno 2015 Marco Cevolani Senior Partner Michele Dodi - Principal 2013 Grant Thornton International Ltd. All rights reserved. Introduzione 2004 Riforma

Dettagli

Valerio Cellini Il falso in bilancio. Aspetti economico-aziendali e giuridici

Valerio Cellini Il falso in bilancio. Aspetti economico-aziendali e giuridici A13 Valerio Cellini Il falso in bilancio Aspetti economico-aziendali e giuridici Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173

Dettagli

Anno accademico 2014-2015

Anno accademico 2014-2015 Revisione e Ragioneria societaria Modulo di Revisione Aziendale (Parte IV) Anno accademico 2014-2015 Prof.ssa Anna Paris (anna.paris@unisi.it) Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici Università degli

Dettagli

IL PROCESSO DI REVISIONE. 1) Introduzione alle finalità e oggetto della revisione Modelli di governance Fonti normative e D.

IL PROCESSO DI REVISIONE. 1) Introduzione alle finalità e oggetto della revisione Modelli di governance Fonti normative e D. IL PROCESSO DI REVISIONE. 1) Introduzione alle finalità e oggetto della revisione Modelli di governance Fonti normative e D.Lgs 39 / 2010 Le fasi principali dell attività di revisione Obiettivi e principi

Dettagli

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva)

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva) PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 402 CONSIDERAZIONI SULLA REVISIONE CONTABILE DI UN IMPRESA CHE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

La pianificazione dell attività di revisione 28 / 05 / 2012 Dott. Teresa Aragno

La pianificazione dell attività di revisione 28 / 05 / 2012 Dott. Teresa Aragno La pianificazione dell attività di revisione 28 / 05 / 2012 Dott. Teresa Aragno Servizio: Nome servizio Pag. 1 1 LA REVISIONE LEGALE (art. 14 D. LGS. 39/2010) Il revisore o la società di revisione incaricati

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA. Indice

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA. Indice PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2014

Dettagli

IL CONTROLLO DEI CREDITI

IL CONTROLLO DEI CREDITI IL CONTROLLO DEI CREDITI Relatore: Dott. Aldo Cecilia Loiacono OPEN Dot Com Spa Servizio: Nome servizio Pag. 1 PREMESSA INDISPENSABILE: COME ORGANIZZARE E FARE LA REVISONE CONTABILE 1. STABILISCO COME

Dettagli

I nuovi principi di revisione

I nuovi principi di revisione I nuovi principi di revisione «ISA Clarified» di Fabrizio Bava e Alain Devalle (*) Il 21 ottobre sul sito del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili sono stati pubblicati i

Dettagli

INTRODUZIONE ( Capp. 77 78) Il principio di revisione 200 A64, A65 indica una nozione dell entità aziendale di minori dimensioni.

INTRODUZIONE ( Capp. 77 78) Il principio di revisione 200 A64, A65 indica una nozione dell entità aziendale di minori dimensioni. ALBERTO PESENATO Revisore Legale Consulente Area 231/2001 Dottore Commercialista www.albertopesenato.net I PARTECIPANTI SONO INVITATI A STAMPARE IL PRESENTE MATERIALE UTILE E NECESSARIO AD UN EFFICACE

Dettagli

IL SINDACO REVISORE CONTABILE. a cura di Lelio Bigogno

IL SINDACO REVISORE CONTABILE. a cura di Lelio Bigogno IL SINDACO REVISORE CONTABILE a cura di Lelio Bigogno CONFERIMENTO DELL INCARICO L art. 2409-quater del Codice Civile stabilisce che l incarico di controllo contabile è conferito dall assemblea, sentito

Dettagli

La relazione di revisione

La relazione di revisione La relazione di revisione Corso di Audit e Governance Università degli Studi di Bergamo Prof.ssa Stefania Servalli Indice Normativa e prassi professionale di riferimento in Italia I principi di revisione

Dettagli

2.1 L associazione professionale 19. 2.2 Gli Standard professionali dell internal auditing 23. 2.3 Le competenze professionali 29

2.1 L associazione professionale 19. 2.2 Gli Standard professionali dell internal auditing 23. 2.3 Le competenze professionali 29 Prefazione di Vittorio Mincato XIII Introduzione 1 Ringraziamenti 5 Parte prima LA PROFESSIONE DI INTERNAL AUDITING 1 La definizione di internal auditing 9 2I riferimenti della professione 19 2.1 L associazione

Dettagli

PROPOSTA FORMATIVA FQR

PROPOSTA FORMATIVA FQR PROPOSTA FORMATIVA FQR 1. Modulo: Contabilità Generale COGE 1: La contabilità generale COGE 2: Analisi di bilancio COGE 3: I principi contabili internazionali CONSO 1: Il bilancio consolidato (corso base)

Dettagli

Introduzione. Introduzione. 1. I contenuti del Codice di Autodisciplina promosso da Borsa Italiana 2. Le modifiche approvate nel marzo 2010

Introduzione. Introduzione. 1. I contenuti del Codice di Autodisciplina promosso da Borsa Italiana 2. Le modifiche approvate nel marzo 2010 Oggetto: Sintetica descrizione del contenuto del Codice di Autodisciplina, promosso da Borsa Italiana S.p.A., approvato dal Comitato per la corporate governance nel marzo 2006 e successivamente modificato

Dettagli

Osservazioni generali

Osservazioni generali Documento di consultazione n. 1/2014 Schema di Regolamento 20/2008 recante nuove disposizioni in materia di controlli interni, gestione dei rischi ed esternalizzazione Legenda Nella riga Commentatore i

Dettagli

ESAME IL 20 NOV SOCIETA E REVISIONE

ESAME IL 20 NOV SOCIETA E REVISIONE ESAME IL 20 NOV SOCIETA E REVISIONE Il 20 novembre c è la prova d esame scritta! Questo libro è uscito a settembre e offre 37 temi svolti con percorso dalla teoria alla pratica. E un best seller. RICORDA!

Dettagli

I PRINCIPI DI REVISIONE INTERNAZIONALI (ISA Italia)

I PRINCIPI DI REVISIONE INTERNAZIONALI (ISA Italia) nr. 16 - Marzo 2015 I PRINCIPI DI REVISIONE INTERNAZIONALI (ISA Italia) Gruppo di Ricerca Principi di Revisione ASSIREVI nr. 16 - Marzo 2015 I PRINCIPI DI REVISIONE INTERNAZIONALI (ISA Italia) Gruppo

Dettagli

IL PROCESSO DI REVISIONE. 7) Conclusioni audit e reporting: La relazione di revisione sul bilancio

IL PROCESSO DI REVISIONE. 7) Conclusioni audit e reporting: La relazione di revisione sul bilancio IL PROCESSO DI REVISIONE. 7) Conclusioni audit e reporting: La relazione di revisione sul bilancio! " # $ %&'&$%&'' (# )*'& %&'' 1 Documento n. 560 Eventi successivi Con il termine eventi successivi si

Dettagli

Revisione Legale dei conti

Revisione Legale dei conti Revisione Legale dei conti L attuale normativa in tema di revisione legale (e problemi non ancora risolti) D.Lgs. 39/2010 Studio Duodo & Associati 1 Agenda: L attuale normativa in tema di revisione legale

Dettagli

VERIFICA, nel corso dell esercizio, della REGOLARE TENUTA della CONTABILITA e della CORRETTA RILEVAZIONE dei FATTI di GESTIONE

VERIFICA, nel corso dell esercizio, della REGOLARE TENUTA della CONTABILITA e della CORRETTA RILEVAZIONE dei FATTI di GESTIONE COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI VERIFICA, nel corso dell esercizio, della REGOLARE TENUTA della CONTABILITA e della CORRETTA RILEVAZIONE dei FATTI di GESTIONE FIORANNA NEGRI ASSIREVI

Dettagli

Il software per la revisione legale

Il software per la revisione legale Il software per la revisione legale IL SOFTWARE PER LA REVISIONE LEGALE Perché utilizzare Revisoft Revisoft si basa sul presupposto che il Collegio sindacale, per la professionalità ed esperienza dei suoi

Dettagli

TROVARE NEI TUOI LIBRI LA SOLUZIONE CHE CERCAVI, DA OGGI È PIÙ SEMPLICE.

TROVARE NEI TUOI LIBRI LA SOLUZIONE CHE CERCAVI, DA OGGI È PIÙ SEMPLICE. TROVARE NEI TUOI LIBRI LA SOLUZIONE CHE CERCAVI, DA OGGI È PIÙ SEMPLICE. www.lamiabiblioteca.com Usa il lettore QR CODE del tuo smartphone e guarda subito la video presentazione de La Mia Biblioteca. Spesso

Dettagli

Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230

Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230 Guida al controllo contabile di Fabrizio Bava e Alain Devalle * Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230 Il principio di revisione n.230 stabilisce le regole

Dettagli

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A.

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. 1 Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 1 giugno

Dettagli

Circolare n. 38/2013 IRDCEC concordato in bianco, procedura e aspetti della governance

Circolare n. 38/2013 IRDCEC concordato in bianco, procedura e aspetti della governance INDICE Esame di Stato dei Revisori legali e Registro revisori legali Direttiva n. 2014/56/UE Modifica direttiva 2006/43/CE Enti di interesse pubblico regolamento UE n. 537/2014 Formazione continua del

Dettagli

Collana Software. Claudio Di Taddeo, Fabio Mosca

Collana Software. Claudio Di Taddeo, Fabio Mosca SOFTWARE Collana Software Claudio Di Taddeo, Fabio Mosca Gestione commesse e risorse economiche di uno studio professionale Strategie lavorative, tempi di realizzazione e calcolo della redditività con

Dettagli

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2015 o successivamente) Indice

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2015 o successivamente) Indice PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 720 LE RESPONSABILITÀ DEL REVISORE RELATIVAMENTE ALLE ALTRE INFORMAZIONI PRESENTI IN DOCUMENTI CHE CONTENGONO IL BILANCIO OGGETTO DI REVISIONE CONTABILE

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE (In vigore per le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale svolte dal 1 gennaio 2015)

Dettagli

AMMINISTRAZIONE E REVISIONE NEL CONDOMINIO

AMMINISTRAZIONE E REVISIONE NEL CONDOMINIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO AMMINISTRAZIONE E REVISIONE NEL CONDOMINIO Dott.ssa Laura Restelli Milano, 18 maggio 2015 IL REVISORE DEI CONTI CONDOMINIALE Revisore Condominiale ART. 1130

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 530 CAMPIONAMENTO DI REVISIONE. indice

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 530 CAMPIONAMENTO DI REVISIONE. indice PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 530 CAMPIONAMENTO DI REVISIONE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2015 o

Dettagli

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Premessa Il Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 Attuazione della direttiva

Dettagli

I soci di AUDITA sono orientati ad un profondo rispetto dei valori della deontologia professionale.

I soci di AUDITA sono orientati ad un profondo rispetto dei valori della deontologia professionale. P R E S E N TA Z I O N E AUDITA è una Società di Revisione e Organizzazione Contabile nata nel 2011 su iniziativa di sei professionisti del settore. Opera su tutto il territorio nazionale con la priorità

Dettagli

Relazione di revisione

Relazione di revisione COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI Relazione di revisione 24 novembre 2014 Claudio Mariani Membro della Commissione Controllo Societario ODCEC Milano Socio KPMG - Professore a contratto,

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 570 CONTINUITA AZIENDALE INDICE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 570 CONTINUITA AZIENDALE INDICE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 570 CONTINUITA AZIENDALE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva)

Dettagli

IL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO

IL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO INDICE PARTE I IL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO CAPITOLO PRIMO IL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO 1. Gli obiettivi aziendali ed il sistema di controllo interno...3 2. L evoluzione della nozione e degli obiettivi

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 VERBALE DI RIUNIONE DEL 8 APRILE 2013 ---------- Il giorno 8 del mese di Aprile 2013 alle ore 9,00 i sottoscritti Santolini rag. Livio, Monti dott. Roberto, Ricci dott.sa Silva, sindaci revisori effettivi

Dettagli

Controllo qualità erevisione: elementi probativi, carte di lavoro e loro archiviazione

Controllo qualità erevisione: elementi probativi, carte di lavoro e loro archiviazione Controllo qualità erevisione: elementi probativi, carte di lavoro e loro archiviazione di Alberto Pesenato (*) Il controllo di qualità dell attività di revisione si riferisce anche alla metdologia applicata

Dettagli

i soggetti sottoposti al controllo condizioni per le esenzioni

i soggetti sottoposti al controllo condizioni per le esenzioni A. SVILUPPO STORICO: NORMA COMUNITARIA LA IV a DIRETTIVA 25/7/1978 N. 78/660 Art. 1 Art. 11 Art. 51 comma 1: Art. 51 comma 2: i soggetti sottoposti al controllo condizioni per le esenzioni in cosa consiste

Dettagli

LA/IL REVISORE CONTABILE

LA/IL REVISORE CONTABILE Aggiornato il 9 luglio 2009 LA/IL REVISORE CONTABILE 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?...

Dettagli

Il CONTROLLO CONTABILE. a cura di Andrea Rossi

Il CONTROLLO CONTABILE. a cura di Andrea Rossi Il CONTROLLO CONTABILE a cura di Andrea Rossi Overview del processo di revisione Fase prelim inare Fase di verifica sul bilancio Determ inazione della materialità Valutazione rischio di individuazione

Dettagli

CODICE DI AUTODISCIPLINA (aspetti generali - sintesi)

CODICE DI AUTODISCIPLINA (aspetti generali - sintesi) CODICE DI AUTODISCIPLINA (aspetti generali - sintesi) Codice di autodisciplina Sintetica descrizione del contenuto del Codice di Autodisciplina approvato nel marzo 2006 dal Comitato per la corporate governance

Dettagli

A) Revisione LEGALE e Revisione VOLONTARIA. B) Revisione DIRETTA e revisione INDIRETTA. C) Revisione INTEGRALE e revisione a CAMPIONE

A) Revisione LEGALE e Revisione VOLONTARIA. B) Revisione DIRETTA e revisione INDIRETTA. C) Revisione INTEGRALE e revisione a CAMPIONE Ordine dei Dottori Commercialisti di Ivrea Pinerolo - Torino Le tipologie di revisione dei bilanci Il Controllo contabile Centro Congressi Torino Incontra 17 gennaio 2005 Valter Cantino e Fabrizio Bava

Dettagli

MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015)

MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015) MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015) 1 INDICE DEI CONTENUTI 1. INTRODUZIONE E FINALITA DEL DOCUMENTO 2. MISSIONE 3. AMBITO 4. PROFESSIONALITA

Dettagli

Revisione Aziendale. Parte I. Revisione Aziendale. La revisione aziendale, la revisione contabile, revisione legale dei conti

Revisione Aziendale. Parte I. Revisione Aziendale. La revisione aziendale, la revisione contabile, revisione legale dei conti Revisione Aziendale Aspetti introduttivi 1 Revisione Aziendale Parte I Inquadramento concettuale e normativo della revisione aziendale. La revisione aziendale, la revisione contabile, revisione legale

Dettagli

BILANCIO. Verifiche contabili e sistema di controllo interno. Check list e fac-simili. CONTABILITÀ. di Antonio Cavaliere

BILANCIO. Verifiche contabili e sistema di controllo interno. Check list e fac-simili. CONTABILITÀ. di Antonio Cavaliere VERIFICHE PERIODICHE per il revisore legale e per i sindaci Verifiche contabili e sistema di controllo interno. Check list e fac-simili. di Antonio Cavaliere Con le modifiche introdotte al Codice civile

Dettagli

CAPITOLO IV LA DOCUMENTAZIONE DEL LAVORO

CAPITOLO IV LA DOCUMENTAZIONE DEL LAVORO CAPITOLO IV LA DOCUMENTAZIONE DEL LAVORO 1 DOCUMENTO 230: LA DOCUMENTAZIONE DEL LAVORO Il revisore può avere una conoscenza approfondita della società revisionata e della sua attività, in ragione dei rapporti

Dettagli

Il CONTROLLO INTERNO E PUBBLICO DELLA QUALITA DEL LAVORO DI REVISIONE

Il CONTROLLO INTERNO E PUBBLICO DELLA QUALITA DEL LAVORO DI REVISIONE COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI Il CONTROLLO INTERNO E PUBBLICO DELLA QUALITA DEL LAVORO DI REVISIONE Mario Difino Paolo Martinotti Il 22 controllo settembre interno 2014e pubblico della

Dettagli

IL REGISTRO DEI REVISORI: ACCESSO, FORMAZIONE E CONTROLLO DELLA QUALITÀ. Annalisa DE VIVO

IL REGISTRO DEI REVISORI: ACCESSO, FORMAZIONE E CONTROLLO DELLA QUALITÀ. Annalisa DE VIVO : ACCESSO, FORMAZIONE E CONTROLLO DELLA QUALITÀ Annalisa DE VIVO Diretta 19 aprile 2010 ISTITUZIONE DEL REGISTRO Con il d.lgs. n. 39/2010 è istituito un UNICO REGISTRO DEI REVISORI LEGALI. L autorità pubblica

Dettagli

I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE

I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE 1 Bilancio e comunicazione aziendale Vi sono diverse tipologie di bilanci: Obbligatori: quando sono previsti da norme di legge (bilancio d esercizio,

Dettagli

Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi 3 Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi 1. Premessa Il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi di Fiat S.p.A. (la Società ) costituisce elemento

Dettagli