FARE AFFARI IN SERBIA 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FARE AFFARI IN SERBIA 2013"

Transcript

1 FARE AFFARI IN SERBIA 2013

2 FARE AFFARI IN SERBIA 2013 Pubblicato dall Agenzia per la promozione dell esportazione e degli investimenti stranieri Via Vlajkoviceva, Belgrado, Serbia Telefono: Fax: Supportato da Camera di Commercio Italo-Serba Kneza Milosa 56, Belgrado, Serbia Telefono: Fax: Designato da SIEPA Fotografia- Goran Radosavljevic Copertina- FIAT, Serbia Stampa- Avantguarde

3 04-05 INDICE 01 INTRODUZIONE 02 AMBIENTE ECONOMICO Stabile e prevedibile 03 PERCHE INVESTIRE? Scambio senza limiti Risorse umane Posizione geografica favorevole Costi operativi bassi Incentivi finanziari SIEPA - Un decennio al servizio degli affari in Serbia 04 DOVE INVESTIRE? Industria automobilistica Agricoltura e prodotti alimentari Servizi informatici Industria elettronica Industria edile Industria tessile Industria farmaceutica Servizi condivisi e BPO Fonti di energia rinnovabili Settore immobiliare. Industria del legno e dell arredamento Settore creativo SIEPA - Banca dati dei fornitori 05 PASSI DA PRENDERE Lavorare in Serbia Mercato immobiliare ad uso ufficio e residenziale Normative edilizie SIEPA: Banca dati delle località per gli investimenti

4 INTRODUZIONE Egregi Lettori, Afflusso, 2011 (Milioni di euro) SERBIA 2,200 Romania 1,917 Croazia 1,356 Bulgaria 1,341 Ungheria 1,000 Slovenia 766 Slovacchia 518 Macedonia 303 Siamo testimoni dei profondi cambiamenti nei modi in cui viviamo le nostre vite, comunichiamo, competiamo e organizziamo il nostro business. Nessuno si può permettere di non considerare le sfide che ci pone il mondo, e noi in SIEPA crediamo che questi cambiamenti non dovrebbero portare al pessimismo o a un comportamento passivo. Anzi, noi vediamo il nostro percorso come un continuo miglioramento, dal supporto alle riforme economiche e politiche in Serbia ai servizi che mettiamo a disposizione per i nostri clienti. Non siamo soli nel processo di riforma, dato che abbiamo un forte supporto da parte dell Unione Europea. La Serbia ha ottenuto lo status di Paese candidato all ingresso nell UE nel mese di marzo del 2012, il che è un passo importante che dimostra che siamo pronti per iniziare trattative formali e diventare un giorno Stato membro dell UE traguardo di tutti i governi sin dall anno Il mondo si trova in mezzo a una rivoluzione tecnologica, che ha ispirato un gran numero di idee brillanti e ha aperto una miriade di opportunità. La cosa migliore riguardo a ciò è che lo strumento principale per cogliere i vantaggi da tali opportunità non è una costosa apparecchiatura acquistata lontano, ma qualcosa che si coltiva in zona: le persone. Può darsi che il terreno fertile serbo, conosciuto a livello mondiale, abbia iniziato il processo da solo e la Microsoft ha soltanto continuato questa tendenza costituendo a Belgrado il centro di sviluppo e innovazione. National Cash Register (NCR) deve aver preso in considerazione tutto ciò, quando ha deciso di fondare il suo centro di eccellenza in Serbia. Le persone in Serbia conoscono molto bene la crisi mondiale - probabilmente questa intima comprensione ci aiuta a offrire una migliore prestazione. Abbiamo registrato uno dei risultati migliori nell attirare l IDE (Investimenti Diretti Esteri) nel 2011, superando tutti i nostri concorrenti in zona e portando in Serbia giganti mondiali come Bosch, Siemens e Benetton, Microsoft e Geox. Nello stesso tempo, il nostro export è aumentato ancora di quasi 15% rispetto all anno precedente e la FIAT sta per iniziare ad esportare il suo nuovo modello dopo aver incrementato l investimento di un miliardo di euro. Nonostante il fatto che l UE sia il mercato principale per i nostri prodotti, noi crediamo che l area di libero scambio con la Federazione Russa, Bielorussia e Kazakistan avrà il ruolo più importante nelle nostre future attività commerciali. Noi in SIEPA miglioreremo in continuazione i nostri servizi e offriremo ai nostri clienti il genere di supporto che va oltre le opportunità di lavoro solitamente legate alle Investment Promotion Agencies. Miriamo a diventare il punto centrale per lo sviluppo di business in Serbia e La invitiamo a unirsi alla nostra rete per aiutiarla a crescere. Bozidar Laganin Direttore, SIEPA Fonte: Banche Centrali, IPA Telenor Gazprom FIAT Delhaize Stada Mobikom Austria ABinBev Eurobank EFG US Steel Carlsberg Kronospan Michelin Bosch Heineken Cooper Tires Fonte: Banca Centrale Serba 160 Milioni di euro 150 Milioni di euro 67 Milioni di euro 650 Milioni di euro 570 Milioni di euro 530 Milioni di euro 500 Milioni di euro 280 Milioni di euro 150 Milioni di euro 70 Milioni di euro 50 Milioni di euro 947 Milioni di euro 944 Milioni di euro 932 Milioni di euro 1,602 Milioni di euro Come è stato previsto dal KPMG Belgrado nel novembre 2011, nonostante la crisi mondiale, l afflusso degli investimenti esteri in Serbia nel 2011 è stato il più grande nella regione.

5 08-09 Nel corso degli ultimi anni, l economia serba ha vissuto una crescita grazie a ingenti investimenti stranieri e un miglioramento continuo del proprio ambiente economico, anche durante la crisi e la recessione del Le tasse non sono state aumentate fino a 2012, nonostante l aumento delle entrate pubbliche, mentre gli stipendi reali e gli altri contributi relativi agli stipendi sono stati ridotti. Sono state adottate azioni specifiche per rafforzare la responsabilità fiscale e migliorare la trasparenza delle politiche e della pubblica amministrazione. Questo rimane una priorità fondamentale nel prossimo futuro. Nell agenda del governo sono previste maggiori riforme del sistema pensionistico e delle politiche sociali, il cui scopo è quello di aumentare gli incentivi per i datori di lavoro e diminuire la tassazione degli stipendi. Il governo e la Banca Centrale serba hanno espresso una forte dedizione nell impegno costante con l FMI e la Banca Mondiale, che daranno supporto politico e consigli per le riforme strutturali. Alla fine del settembre 2011, il Consiglio di Amministrazione dell FMI ha approvato per la Repubblica della Serbia un Accordo Stand-By della durata di 18 mesi per un valore di circa 1,1 miliardi di euro. Questo è stato fatto per mantenere la stabilità macroeconomica e finanziaria in un ambiente regionale e globale incerto. Inoltre, il programma è stato indirizzato per migliorare il clima degli investimenti e proteggere l economia della Serbia dai rischi, compresi gli effetti negativi di ricaduta (i cosiddetti effetti di spillover ), dalla seconda fase della crisi globale. La posizione esterna della Serbia è stata valutata più equilibrata rispetto al periodo antecedente alla crisi del Questo si rispecchia in un deficit delle partite correnti inferiore, in un tasso di cambio più competitivo, in un buon livello di riserve internazionali. L attuazione della politica monetaria è stata efficace, mentre la riduzione delle pressioni inflazionistiche ha creato spazio per un ulteriore politica di allentamento. Il sistema bancario è stato valutato come liquido e ben capitalizzato, a seguito delle politiche economiche caute, che sono state perseguite prima e durante la crisi. L adesione all UE rimane la priorità assoluta del governo serbo. Dopo che, nell ottobre del 2011, la Commissione europea ha proposto la Serbia per ricevere lo status di candidato all UE, essa è diventata, il primo marzo del 2011, anche ufficialmente, candidato all ingresso nell UE. Oltre a lodare le riforme sostanziali degli anni precedenti, la Commissione ha sottolineato che la Serbia ha fatto passi importanti verso la creazione di un mercato economico funzionante e verso l ottenimento di un certo grado di stabilità macroeconomica, nonostante la crisi economica e finanziaria globale. Sulla base del programma nazionale per l integrazione europea, il quadro normativo del paese è in procinto di essere pienamente armonizzato con l acquis comunitario entro la fine del Gli investitori esteri godono dello stesso trattamento di cui godono gli investitori serbi; esso è dotato di piena certezza del diritto e di tutela nei confronti dei diritti acquisiti in virtù degli investimenti. La protezione del capitale estero è ulteriormente garantita dai trattati bilaterali sugli investimenti che sono stati ratificati tra la Serbia e altri 32 Paesi. Per conoscere l elenco completo di questi paesi, si prega di consultare il sito web SIEPA. Fino ad oggi, 26 Stati membri dell UE hanno ratificato l Accordo di stabilizzazione e associazione (deve ancora essere ratificato solo dalla Lituania). L Accordo di stabilizzazione e associazione all UE è stato firmato nell aprile del 2008, mentre la domanda di adesione all Unione europea è stata presentata nel dicembre del Per accelerare il processo d integrazione economica e commerciale, la Serbia ha iniziato l attuazione unilaterale dell Accordo interinale sugli scambi e sulle questioni commerciali, nel gennaio del Inoltre, la Serbia sta eliminando gradualmente i dazi doganali sull importazione dei prodotti industriali e di alcuni prodotti agricoli provenienti dai paesi membri dell UE; la Serbia ha in progetto di abolire tutti i dazi doganali entro il I negoziati con l Organizzazione Mondiale del Commercio sono nella loro fase finale. La Serbia si sta sforzando di definire i dettagli tecnici con gli Stati Uniti, il Brasile e l Ucraina. L adesione all Organizazzione Mondiale del Commercio è prevista prossimamente.

6 10-11 Il primo marzo del 2012, la Serbia ha ottenuto lo status di paese candidato all ingresso nell Unione Europea. La Serbia non ha cambiato le aliquote fiscali dal aliquote fiscali in serbia sono ancora tra i più favorevole in Europa. Tra il 2004 e il 2008, la Serbia è stata una delle economie più crescenti d Europa. La forte crescita del PIL è stata in gran parte determinata dai settori di servizi quali le telecomunicazioni, la vendita al dettaglio e il settore bancario. Alla luce della crisi finanziaria globale, l uscita dell economia serba 2009 si è ridotta del 3,5% prima di espandersi dell 1% nel Questo è stato il risultato di una serie completa di misure dello Stato, incluse le misure dei prestiti bancari sovvenzionati dallo stesso stato. Nel 2011, l economia è cresciuta di circa 1,9% (secondo la stima della Banca Centrale serba), ma la crescita dovrebbe rallentare dello 0,5% nel 2012 a causa di una lieve recessione della zona dell euro, la quale rappresenta il principale partner d esportazione della Serbia. PIL, Serbia comparazione con la zona dell euro PIL zona euro Tuttavia, è stimato che l aumento del saldo della bilancia commerciale aumenterà anche il PIL. Esso è dovuto prevalentemente alla prossima realizzazione degli investimenti concordati, in particolare nel settore automobilistico. Partendo dal presupposto che i mercati delle esportazione della Serbia si recupereranno, a partire dal 2013 è prevista una crescita economica più alta, per via dell aumento del saldo della bilancia commerciale, delle spese delle famiglie e delle spese pubbliche. Nel quarto trimestre del 2011 l inflazione ha continuato a diminuire e nel dicembre del 2011 è diminuita quasi fino al limite superiore della soglia di tolleranza prevista, misurando il 7,0% (il target di dicembre: 4,5±1,5%) Pil Serbia Fonte: NBS, Eurostat Nel dicembre del 2011, Bloomberg ha valutato il dinaro serbo come la seconda moneta europea per la sua forza e per la capacità di attirare i capitali stranieri. Il dinaro è cresciuto del 2,7% rispetto all anno precedente, mostrando la ragione che stava dietro l ottimismo di Bloomberg sugli investimenti e la prospettiva economica della Serbia. La stabilità della moneta nazionale è stata ulteriormente rafforzata dalla continua crescita dei proventi delle esportazioni. Nel 2011, il valore del PIL pro capite ha mostrato i segni di una tendenza al rialzo dopo un aumento nel Tuttavia, il PIL pro capite della Serbia è solo il 35% del PIL medio europeo e quindi c è tanto margine di miglioramento. Alla fine del terzo Tasso di crescita annuale in euro 30.4% 2006 Fonte: NBS Pil pro capite, parità dei poteri di acquisto (PPA, PPP in inglese): 10, % , Fonte: Fondo monterario internazionale *valutazione, settembre % , trimestre del 2011, il settore bancario serbo era costituito da 33 banche. Del numero totale di banche, 21 erano di proprietà straniera e 12 di proprietà interna. Di queste, 8 banche erano di proprietà dello Stato (sia come azionista di maggioranza sia come importante socio di minoranza) e 4 di proprietà privata. In termini di quote delle risorse totali del settore bancario, le banche di proprietà straniera più significative vengono dall Italia e dall Austria (22% e 18%, rispettivamente), poi dalla Grecia (16%), dalla Francia (9%) e da altri paesi (8%). Le banche di proprietà straniera sono i membri dei gruppi bancari provenienti da 11 paesi diversi % , * 18.8% , * 15.0% , *

7 12-13 L aliquota del 15% d imposta sull utile d esercizio più bassa d Europa Classifica degli IDE per il numero di progetti: 15.5% 13.5% 13.2% 10.6% 5.9% Germania Italia Austria Slovenia Grecia Fonte: SIEPA, 2013* 5.6% Francia 5.0% Israele 3.3% Stati Uniti 3.0% Croazia Scambio senza limiti Risorse umane Posizione geografica favorevole Costi operativi bassi Incentivi finanziari Classifica degli IDE per il valore: 12.9% Austria 11.1% Italia 10.2% Grecia 8.2% Norvegia Fonte: SIEPA, 2013* 7.7% Germania 7.2% Stati Uniti 5.9% Slovenia 5.1% Russia 5.1% Belgio Molte delle aziende più famose del mondo hanno riconosciuto la potenzialità economica della Serbia e hanno deciso di allocare le loro risorse nel nostro paese. Per alcune aziende, la Serbia funge da centro manifatturiero che consente esportazioni esenti da dazi verso un mercato di quasi 1 miliardo di persone. Le altre sono attirate dalla forza di lavoro altamente qualificata, facilmente addestrabile, con la conoscenza della lingua inglese a livello altissimo e dall imposta sugli utili aziendali estremamente bassa (del 15%). Indipendentemente dal motivo per il loro interesse iniziale, le aziende che decidono di allocare le risorse in Serbia o condurvi scambi trovano un paese affidabile e dinamico, il quale offre un opportunità in più rispetto a quanto hanno percepito all inizio. Se guardiamo l origine nazionale di aziende che hanno investito in Serbia, è chiaro che i paesi dell Unione europea dominano negli investimenti e che anche le aziende americane e russe hanno mostrato un forte interesse. Gli investimenti russi dominano nel settore del petrolio e del gas (Gazprom e Lukoil), mentre l investimento di 16 miliardi di euro da parte di Telenor mette la Norvegia ancora in cima alla lista di valori dell IDE (Investimento Diretto Estero). Il contributo del Belgio agli IDE totali è stato limitato fino a concludere un affare di 1 miliardo di euro per acquisire un rivenditore locale alimentare, Maxi. Le banche greche sono state tra le prime ad entrare nel mercato serbo con molte privatizzazioni e acquisizioni in questo settore tra il 2001 e il L Austria si trova in cima alla lista, in primo luogo per la vicinanza delle due economie e una forte motivazione delle aziende austriache di crescere nei mercati dell Europa dell Est. La Germania e l Italia sono i principali partner commerciali della Serbia (sono alla pari in termini di mercati di esportazione della Serbia) e collaboratori chiave per gli IDE. La Slovenia, il primo paese della ex Yugoslavia a far parte dell UE, svolge un ruolo importante nel portafoglio di investimenti diretti esteri. Le aziende serbe hanno inoltre realizzato diversi investimenti importanti in Slovenia. Tuttavia, il numero di progetti di investimento registrati dimostra un immagine leggermente diversa: mentre la Norvegia, il Belgio e la Russia non sono più nei primi 10, gli Stati Uniti rimangono ancora nell elenco. Le aziende francesi hanno una rappresentanza più forte, prevalentemente per il gran numero di investimenti nel settore automobilistico. La Germania, l Italia, l Austria e la Slovenia sono estremamente importanti in termini di numero di progetti e valore degli investimenti. Traspare l importanza della vicinanza e la conoscenza dei mercati locali e regionali dell Ungheria e della Croazia che occupano i primi posti in termini di numero complessivo dei progetti. Gli investitori israeliani sono fortemente coinvolti nel settore immobiliare con un gran numero di progetti in conduzione, e dunque, negli anni a venire, si attende una loro salita nell elenco. * La banca dati di SIEPA dei progetti di investimento dal 2001 fino ad oggi include più di 300 progetti di investimenti esteri del valore di 19,5 miliardi di euro e tiene traccia di tutti i tipi di investimenti nel settore manifatturiero e nel settore di servizi (privatizzazioni, acquisizioni, investimenti di Greenfield, di Brownfield ecc). Tuttavia, non include gli investimenti di portafoglio. I dati sono ottenuti da fonti diverse: progetti SIEPA, questionari inviati agli investitori, associazioni degli investitori stranieri, notizie. Anche se la SIEPA fa tutto il possibile per fornire i dati più precisi e aggiornati sui progetti di investimento, l agenzia non può essere ritenuta responsabile per informazioni sbagliate o incomplete.

8 14-15 STATI UNITI Il regime delle esportazioni esenti dai dazi doganali si applica a circa prodotti, inclusa la maggior parte dei prodotti semilavorati e finiti, alcuni prodotti agricoli e i prodotti dell industria primaria. L elenco dei prodotti eleggibili è oggetto di revisione e aggiornamento due volte all anno in base alle esigenze delle industrie statunitensi. Grazie agli accordi di libero scambio con questi paesi, la Serbia è il luogo ideale per aprire il centro manufatturiero o distributivo che servirebbe i mercati della Federazione Russa, l Europa del sud-orientale, i paesi dell UE e dell AELS, gli Stati Uniti, la Bielorussia e la Turchia. Oltre alla Comunità degli Stati Indipendenti, la Serbia è l unico paese che gode di un accordo di libero scambio con la Russia. Aumentate le vostre competenze usando i benefici dall accesso al mercato di miliardo di persone senza il regime dei dazi doganali. UE Esistono solo i limiti alle esportazioni di vitello, zucchero e vino, e queste sono limitate da quote annuali. Le importazioni dall UE sono esenti dai dazi doganali per la maggior parte dei prodotti, tuttavia, è prevista la progressiva abolizione dei dazi sull importazione di prodotti agricoli industriali e di certi prodotti agricoli entro il CEFTA Oltre allo scambio esente dei dazi doganali tra i paesi membri, l accordo stabilisce accumulo di origine dei prodotti, il che significa che i prodotti esportati dalla Serbia sono considerati di origine serba se i materiali integrati provengono da altri paesi CEFTA, Unione europea, Islanda, Norvegia, Svizzera (compreso il Liechtenstein) o Turchia, purché tali prodotti abbiano subito una trasformazione sufficiente, i.e. se almeno il 51% del valore aggiunto del prodotto provenga dalla Serbia (se il valore aggiunto è superiore al valore dei materiali utilizzati in Serbia). La Federazione Russa L accordo stabilisce che i beni prodotti in Serbia, cioé quelli che hanno almeno il 51% del valore aggiunto dalla Serbia, sono considerati di origine serba ed esportati in Russia esenti dai dazi doganali. L elenco dei prodotti esclusi dall accordo di libero scambio è soggetto a revisione annuale. A partire dal marzo 2012, l elenco dei prodotti esclusi include: pollame e rifiuti commestibili, alcuni tipi di formaggi, zucchero, spumante, etil-alcool, tabacco, filati di cotone, tessuti, alcuni tipi di compressori, trattori e autovetture nuove e usate. Inoltre, esiste l elenco dei prodotti provenienti dalla Russia che sono esclusi dall accordo. Bielorussia Ci sono solo poche eccezioni all accordo tra la Bielorussia e la Serbia, che riguardano zucchero, alcool, sigarette, auto usate, autobus, e pneumatici. Turchia Le aziende della Serbia possono esportare in Turchia senza pagare i dazi doganali. Le importazioni di prodotti industriali provenienti dalla Turchia sono generalmente esenti dai dazi doganali, tuttavia, i dazi saranno progressivamente eliminati per un gran numero dei prodotti nel corso del periodo di sei anni, fino al I dazi doganali restano in vigore per i prodotti agricoli. EFTA (AELS Associazione Europea per il Libero Scambio) I prodotti industriali esportati dalla Serbia negli Stati membri dell AELS (Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein) sono esentati dal pagamento dei dazi doganali, ad eccezione di un numero molto limitato di beni, compresi i pesci e altri prodotti marini. I dazi doganali per le importazioni di prodotti industriali originari dagli Stati membri dell AELS saranno gradualmente aboliti entro il Il commercio di prodotti agricoli è disciplinato da accordi specifici, stipulati con ogni Paese membro dell AELS, riconoscendo delle concessioni reciproche per categorie specifiche di prodotti.

9 16-17 Secondo il rapporto sui risultati di innovazione dell Unione europea (L EIS - L European Innovation Scoreboard), nel 2011, la Serbia ha dedicato più fondi allo sviluppo scientifico dell anno precedente rispetto a qualsiasi altro paese dell UE. FORMAZIONE La forza lavoro della Serbia offre una combinazione unica di alta qualità, grande disponibilità e efficacia di costi convenienti. Si tratta di uno dei fattori fondamentali per garantire un alta prestazione di lavoro. Per decenni, la Serbia ha promosso intense relazioni con le principali economie occidentali. Ai primi posti dell elenco delle grandi aziende con cui ha mantenuto legami solidi troviamo: Siemens, Alcatel-Lucent, General Motors, Fiat, Ikea e ancora molte altre aziende. Durante gli anni di collaborazione, i lavoratori serbi hanno ricevuto un know-how specifico ed hanno adottato le tecnologie avanzate e uno standard del rigoroso controllo di qualità. Avendo una vasta esperienza nella produzione e nella gestione, il personale locale richiede solo un minimo di formazione per adottare tecnologie e processi di assemblaggio di ultima generazione. Le università e le facoltà serbe formano all incirca laureati ogni anno, dei quali un terzo viene dalle università tecniche. Le istituzioni migliori di questo campo, come la Scuola di Ingegneria Elettrica o la Scuola di Ingegneria Meccanica di Belgrado e l Università Tecnica di Novi Sad, sono riconosciute a livello internazionale per la loro competenza. La formazione tecnica di alta qualità è in maggior parte basata sulle scuole elementari e superiori che offrono un curriculum più avanzato nel campo delle scienze tecniche rispetto alla maggior parte dei paesi dell Europa centro-orientale. La formazione della gestione e management in Serbia è offerta tramite le lauree congiunte e i corsi post-laurea organizzati dalle università locali e dalle rinomate business school occidentali, come la francese HEC, e le scuole inglesi - Sheffield University e Heriot-Watt University. Inoltre, c è un numero crescente delle scuole internazionali elementari e medie in Serbia. In questo momento, esse offrono i programmi in inglese, tedesco, francese e russo e anche gli esami riconosciuti a livello internazionale. Numero delle persone disoccupate registrate, per la fascia di età (novembre 2011) Età Totale 691, , , , , ,078 DISPONIBILITÀ Il mercato del lavoro in Serbia è diventato veramente vivace, con un numero crescente di investitori internazionali che localizzano le loro attività nel nostro paese. L assunzione di giovani laureati e laureandi è semplice se consideriamo l elevato tasso di disoccupazione, in particolare nella fascia di età tra i 20 ed i 30. Molti desiderano lavorare per le imprese internazionali. I lavoratori serbi hanno una forte etica del lavoro e FLESSIBILITÀ Le normative sul lavoro sono trasparenti e comprensive. Durante i giorni di assenza per malattia, viene pagato il 65% dello stipedio medio (viene preso lo stipendio medio di tre mesi precedenti). Ci sono cinque giorni lavorativi alla settimana che vengono distribuiti dallo stesso datore di lavoro. Di solito un giorno lavorativo consiste di otto ore mentre una settimana consiste normalmente di 40 ore. Le ore straordinarie possono arrivare fino a quattro ore al giorno, oppure otto ore alla settimana in totale, e vengono pagate da parte. Per le ferie annuali è prevvisto il minimo di 20 giorni. COSTI COMPETITIVI Gli stipendi medi in Serbia sono talmente bassi da assicurare le operazioni con costi efficaci. Mentre solo leggermente superiori rispetto ai paesi vicini come la Romania, i costi totali per i datori di lavoro sono solo il 60% del livello di costi dei paesi dell Europa centro-orientale. I contributi per la previdenza sociale e le tasse Stipendio lordo mensile (euro) Fonte: Servizio di collocamento nazionale della Republica di Serbia Fonte: Istituto di Vienna, 2013 la demografia è favorevole per le imprese straniere: un patrimonio di persone ambiziose e formate accoppiato ad un alto tasso di disoccupazione mantiene le aspettative dei salari ai livelli competitivi. Il tasso di disoccupazione è pari al 25%, mentre la percentuale dei laureati in cerca di lavoro è pari all incirca al 12%. Il numero di ingegneri e manager è sufficiente a soddisfare la domanda crescente delle aziende internazionali in Serbia. Struttura delle persone disoccupate secondo il livello formativo (dicembre 2010) Scuola elementare 33.47% 244,218 Scuola media Fonte: Servizio di collocamento nazionale della Republica di Serbia Serbia 508 Bosnia Erzegovina 660 Ungheria 771 Slovacchia % 396,350 Università e facoltà 12.19% 88,915 su stipendi arrivano all incirca al 60% della retribuzione netta, ma il carico fiscale per i datori di lavoro può essere in gran parte ridotto attraverso una varietà di incentivi finanziari e fiscali. Lo stipendio medio lordo in tutti i settori economici nel 2013 è stato approssimativamente 508 euro, tuttavia i costi del lavoro variano a seconda delle industrie individuali, le città e i livelli di istruzione. Il rapporto medio delle retribuzioni a seconda dei vari settori economici e varie città possono differire tanto quanto il rapporto 4:1, mentre la fascia di reddito per i lavoratori di diversi livelli di istruzione raggiunge il rapporto 3:1. I livelli di salari, in maggior parte, rimangono e rimarranno ragionevolmente stabili. Lo stipendio minimo deve essere lo stipendio minimo legale determinato dal mutuo consenso del governo serbo, i sindacati di lavoro e l associazione dei datori di lavoro. Al momento esso è 1 all ora. Polonia 846 Repubblica Ceca 999 Croazia 1,048

10 18-19 Londra 2042 km Minsk 1532 km Mosca 2235 km Stoccarda 1451 km Vienna 612 km Bratislava 578 km Durata di volo dalle grandi città FINO A FINO A FINO A Più di Roma, Bucarest, Istanbul, Lubiana, Vienna, Zurigo, Sarajevo ORA Parigi, Praga, Monaco di Baviera, Berlino, Dusseldorf, Francoforte, Kiev, Milano ORE ORE ORE Mosca, Londra, Stoccolma, Amsterdam Toronto, New York Grazie alla sua posizione di confine geografico tra l Oriente e l Occidente, alla Serbia si è spesso riferito come la porta d Europa. Le due strade importanti d Europa, il numero VII corrispondente al percorso del fiume di Danubio e il numero X l autostrada e la linea ferroviaria internazionali si incrociano sul territorio serbo per garantire ottimi collegamenti tra l Europa occidentale e il Medio Oriente. La Serbia è quindi un luogo ideale per un azienda che desidera destinare le proprie operazioni e che vuole raggiungere in modo più efficiente i suoi clienti dell UE, i paesi SEE o il Medio Oriente. Confinante con l UE, la Serbia offre anche la possibilità di godere di tutti i vantaggi tipici di coloro che operano al di fuori dell UE essendo in grado di fornire servizi e trasportare i merci in tempi previsti e flessibili. Il modo più efficace per raggiungere la Serbia è in aereo, utilizzando uno dei due aeroporti internazionali l aeroporto di Belgrado e l aeroporto di Niš. La facilità di viaggiare da Belgrado a quasi ogni destinazione del mondo, direttamente o con scalo, è offerta da quasi tutte le compagnie aeree più grandi del mondo. L orario di voli giornalieri per i fulcri di trasporto più importanti come Francoforte, Roma, Mosca comprende più di quattro voli al giorno. Una volta a Belgrado, l aeroporto di Nikola Tesla si trova a soli 18 km di distanza dal centro e, prendendo l autostrada, non ci vogliono più di 20 minuti per raggiungere il cuore della città. La rete stradale collega l aeroporto con le strade principali internazionali E-75 e E-70 che sono una connessione importante tra la capitale della Serbia e Zagabria, Niš, Novi Sad, Subotica, e altre città della Serbia e della regione. Il traffico aereo a Niš è meno frequente, tuttavia fornisce un buon collegamento internazionale. Salzburg 989 km Lubiana 510 km Graz 699 km Amsterdam 1722 km Amburgo 1547 km Berlino 1255 km Bucarest 641 km Francoforte 1282 km Kiev 1302 km Milano 1009 km Monaco di Baviera 930 km Roma 1289 km Varsavia 1067 km Zurigo 1175 km Praga 907 km Zagabria 442 km Skopje 889 km Gomenizza 1051 km Budapest 384 km Serbia collega l Oriente e l Occidente. La sua preziosa posizione nel cuore del sud-est dell Europa la rende un luogo eccezionale per gli investimenti. Sofia 756 km Salonicco 637 km Konstanza 702 km Istanbul 1356 km Corridoio paneuropeo X Corridoio paneuropeo VII

11 20-21 Per incentivare i nuovi investimenti, il governo serbo fornisce anche una serie di agevolazioni, esenzione e riduzioni delle tasse per una parte dell importo investito in beni immobili (fino al 80%). Regime fiscale vantaggioso Il regime fiscale della Serbia è altamente favorevole per fare affari. L imposta sull utile d esercizio, che viene pagata ad un aliquota uniforme del 15%, è tra le più basse d Europa, mentre l IVA è tra le più competitive d Europa centrale e orientale. La base imponibile è l utile d esercizio imponibile indicato nel bilancio fiscale. Le plusvalenze sono riconosciute ai fini della valutazione dell ires. Le plusvalenze sono Imposta sull utile d esercizio 15% Serbia 10% Bulgaria 16% Romania Aliquote d imposta sui salari 12% Serbia 15% Repubblica Ceca 16% Romania IVA 20% Serbia Fonte: IPA nazionale 20% Slovacchia 20% Repubblica Ceca 19% Polonia 19% Slovacchia 20% Bulgaria generate dalla vendita o dal trasferimento di immobili, dai diritti relativi alla proprietà industriale, come azioni, titoli, alcune obbligazioni. La ritenuta fiscale è calcolata e pagata con l aliquota del 20% sulle varie forme di reddito (dividendi, partecipazioni agli utili, royalties, interessi, plusvalenze, canoni di locazione di beni immobili e altri beni) da parte di non residenti. 19% Ungheria 20% Bulgaria 23% Polonia 19% Repubblica Ceca 16% Ungheria 25% Croazia 20% Croazia 18-32% Polonia 24% Romania Per evitare i carichi fiscali non necessari, la Serbia ha stipulato le convenzioni internazionali contro la doppia imposizione con 42 paesi (dal novembre 2011) 23% Slovacchia 12-40% Croazia 27% Ungheria Analisi costi-utilità Secondo l Eurostat, i costi operativi in Serbia sono tra i più bassi d Europa. I prezzi di energia elettrica, gas e altri combustili, servizi postali, telefonia di rete fissa, servizio di fax e manutenzione di veicoli a motore sono i più bassi rispetto agli altri 37 paesi europei. I costi dei servizi di telecomunicazione, soprattutto dei servizi postali, delle attrezzature di telecomunicazione e delle spese telefoniche sono in fondo alla lista, molto più inferiori rispetto a quasi tutti i paesi europei, solo il 39% della media europea. L industria per la produzione di energia elettrica della Serbia (che è al 100% di proprietà Fonte: Eurostat dello Stato) è l unico fornitore di elettricità al momento. Il prezzo dell energia elettrica varia a seconda della categoria di consumatori e tariffa giornaliera. La compagnia statale Srbijagas è il fornitore primario di gas naturale in Serbia e segue la sua politica dei prezzi in conformità ai prezzi mondiali dei derivati del petrolio e alle fluttuazioni del tasso di cambio del dollaro americano. Il prezzo di riferimento per un metro cubo di gas (valutato per il consumo annuale dei GJ, per la Serbia GJ, e il tasso di cambio 1 EUR = 99,91 RSD) è 0,336 euro per un metro cubo. Prezzo speciale per l energia elettrica per i consumatori industriali Metodologia dell Eurostat (euro centesimi / kwh) SERBIA Bulgaria Romania 8.50 Croazia 9.32 Polonia 9.29 Repubblica Ceca Austria 9.05 Slovacchia Germania Italia Ungheria Senza tasse Tasse e IVA Parametro di refferimento: Consumi annui tra MWh per Serbia 2000 MWh Tasso dicambio: 1 EUR = RSD

12 22-23 SIEPA sportello unico per il sostegno finanziario Per compensare gli investimenti di capitale iniziali e facilitare l avviamento dell impresa, il governo della Serbia offre gli incentivi finanziari per i progetti Greenfield e Brownfield, nel settore manifatturiero, settore di servizi destinati all esportazione e progetti nel settore del turismo. Gli incentivi a fondo perduto sono offerti dalla Siepa nell importo che varia da a euro per ogni nuovo posto di lavoro creato. I requisiti per l assegnazione degli incentivi sono il numero minimo di nuovi posti di lavoro (10 per i servizi, 50 per il settore manufatturiero) e l importo minimo dell investimento (dal 0,5 ad 1 milione di euro, 5 milioni per gli investimenti nel settore di turismo). I fondi statali vengono assegnati sulla base di una serie di criteri come le referenze dell investitore, il coinvolgimento di fornitori nazionali nel prodotto finale, gli effetti dell investimento e sulle risorse umane e gli altri criteri di valutazione degli effetti del progetto sulla comunità locale. Erogazione dei fondi viene fatta in quattro rate per tutta la durata del progetto. I progetti di investimento nelle industrie dei servizi condivisi e BPO (Business processing outsourcing) hanno un trattamento speciale in quanto il valore del contratto di locazione durante tutto il processo di investimento è incluso nel valore dell investimento, e per tali progetti i fondi vengono erogati in due rate. I pacchetti speciali sono disponibili per i grandi investitori che investono almeno 50 milioni di euro e impiegano 300 persone e anche per gli investitori medi che impiegano almeno 150 persone e investono almeno 50 milioni di euro. Questi progetti sono ammissibili a ricevere fino fino al 20% o fino al 10% del valore totale dell investimento, rispettivamente. statistiche basate su implementazione del decreto, Gennaio Numero totale dei progetti attivi euro Valore totale dei progetti euro Valore totale dei sussidi promessi Nuovi posti di lavoro creati euro Valore medio al progetto La SIEPA è stata costituita più di un decennio fa, con la missione di sostenere le aziende estere interessate ad entrare o ad espandere la propria presenza in Serbia e le aziende serbe che operano nei mercati esteri. Oggi, il personale di circa 50 impiegati multilingue gestisce progetti da e per tutto il mondo. Forniamo i servizi professionali alle aziende interessate ad avviare il proprio business in Serbia, concentrandosi su tutte le questioni relative al loro processo decisionale. Il nostro personale è pronto ad offrire informazioni sull ambiente generale degli investimenti e anche sui servizi di consulenza legale e sui servizi specifici di un settore. La nostra rete di contatti fornisce i collegamenti a tutti i livelli del governo serbo e anche con i fornitori di servizi privati. Gestendo il programma di incentivi finanziari offerti da parte del governo, abbiamo sostenuto l apertura di più di 40 mila nuovi posti di lavoro dall inizio del nostro programma nel Allo stesso tempo, abbiamo supportato in modo tecnico e finanziario le aziende serbe per aumentare la loro competitività nei mercati globali. Il lavoro della SIEPA è largamente riconosciuto dalla classifica della Banca Mondiale MIGA che pone l Agenzia tra le prime cinque dei paesi in via di sviluppo e quelli in transizione. La SIEPA si trova in cima alla lista dei nostri riconoscimenti internazionali. L elenco dei nostri clienti include Fiat, Benetton, Panasonic, Bosch e molti altri leader del settore industriale a livello mondiale e regionale. Vi invitiamo a contattare il nostro personale esperto pronto ad assistervi a sviluppare le Vostre attività in Serbia. Lavorare con noi è semplice, facile, e non costa nulla.

13 24-25 Nei capitoli precedenti, abbiamo visto le ragioni principali per cui le compagnie hanno scelto la Serbia come paese ospitante per i loro progetti. Per avere un immagine completa e per comprendere il potenziale e l attrazione dell economia serba, analizzeremo i settori specifici che attirano gli investimenti maggiori. Gli investimenti nell agricoltura e nei prodotti alimentari prendono il secondo posto in termini di IDE per settore. Ci sono diverse ragioni per questo: Primo, il mercato interno in forte espansione è stato segnato da un significante numero di privatizzazioni tra il 2001 e il Questo fenomeno è stato seguito dalle grandi acquisizioni dalla parte di PepsiCo, Heineken e le altre che si verificano dopo il Secondo, il mercato ragionale del CEFTA (Accordo centroeuropeo di libero scambio) ha dimostrato di essere una delle maggiori attrazioni di IDE nel settore. Infine, come si può vedere dalle tabelle esposte, i prodotti agro-alimentari della Serbia hanno un futuro certo non soltanto in Europa, ma altrettanto in Russia e sul mercato di altri paesi. Oltre ai risultati non sorprendenti nel settore finanziario (una grande maggioranza di banche che operano in Serbia ora sono con capitale straniero), nel settore delle telecomunicazioni, di vendite e in quello immobiliare, la Serbia ha attratto investimenti significativi anche nel settore automobilistico, il quale è diventato il leader nell export. Il settore farmaceutico è altrettanto interessante per gli investitori principalmente grazie al collegamento della Serbia con i paesi di FTA (Area di libero scambio), in primo luogo con la Russia dove i nostri prodotti farmaceutici vengono esportati in quantità significative. Gli investimenti nella produzione di materiale da costruzione sono molto importanti sia per valore che per il numero di progetti. Se approfondiamo l analisi dei settori e guardiamo il numero di progetti realizzati in particolari settori, saremo in grado di comprendere il perché dell attrattiva serba. L importanza della crescita dell industria automobilistica sta conquistando sempre più valore. Questo dimostra il fatto che gli investimenti della FIAT, sebbene strategicamente importanti, non sono gli unici il settore ha molto altro da offrire. Gli investimenti agro-alimentari rimangono estremamente importanti anche per quanto riguarda il numero di progetti. Tuttavia, se consideriamo proprio il numero di progetti, il settore manifatturiero ha un ruolo molto più importante rispetto ai termini di valore. I progetti manifatturieri nel settore automobilistico, elettrico e elettronico, tessile, metallurgico e di metallo, giustificano il numero significativo di progetti totali. Queste analisi tendono a confermare il nostro orientamento strategico, considerando il fatto che il governo ha riconosciuto di importanza strategica gli investimenti nel settore automobilistico, elettronico e ICT. Tutto ciò altrettanto conferma che il messaggio chiave rivelato nei capitoli precedenti è stato correttamente compreso dalla parte del mondo degli investimenti. Nelle pagine seguenti, provvederemo alle maggiori informazioni riguardo alle industrie particolari delineate nelle analisi sopra e sottolineeremo i vantaggi di ogni settore singolarmente. IDE per settore in termini di valore Finanziari 16.6% Cibo,bevande e agricoltura 13.9% Telecomunicazioni 11.5% Commercio al dettaglio 10.0% Auto 7.7% Gasolio 7.7% Immobiliare 5.6% Tabacco 5.2% Edilizia 4.4% Farmaceutico 4.2% Metallurgico 2.3% Altro 10.9% IDE per settore in termini di Num di progetti Auto 12.5% Cibo,bevande e agricoltura 11.6% Edilizia 9.6% Tessile 7.9% Elettrico ed elettronico 6.3% Finanziario 5.3% Commercio al dettaglio 5.0% Immobiliare 5.0% Macchinari 4.6% Metallurgico 4.3% Farmaceutico 3.0% Altro 24.9% Fonte: SIEPA, 2013

14 26-27 Industria automobilistica Agricoltura e prodotti alimentari Settore informatico Industria elettronica Industria tessile Industria farmaceutica Servizi condivisi e BPo Fonti di energia rinnovabili Sono stato completamente impressionato dalla Serbia - una perla nascosta per il mondo degli affari. Sono sicuro che condividerò le mie esperienze più che positive con molti altri, dentro e fuori NCR. Jeff McCroskey, VP Services, Europa La nostra attività qui fornirà al Gruppo FIAT i mezzi necessari per estendere la sua base di clientela e sostenere il suo sviluppo da una posizione strategica e, nello stesso tempo, contribuire allo sviluppo industriale e tecnologico della Serbia. Per più di mezzo secolo, FIAT e Zastava hanno giocato un ruolo importante nell evoluzione dell industria automobilistica in Serbia. Dott. Sergio Marchionne Presidente, FIAT Group Settore immobiliare Industria del legno e arredamento Settore creativo

15 28-29 Maggiori Investitori Disponibilità di un elevato numero di personale altamente qualificato; forte educazione tecnica sia nel settore secondario che nel terziario. Posizione geografica perfetta per un efficiente servizio ai clienti di UE, Medio Oriente e Spazio Economico Europeo. Capacità sufficienti per i casi di estesi volumi di produzione. L industria automobilistica in Serbia ha una tradizione lunga più di 70 anni, iniziata dal 1939 nella città di Kragujevac, dove Zastava, fabbrica costruttrice di veicoli a motore, produceva automobili sotto licenza FIAT. I fornitori della Zastava fabbricavano rispettando le regole rigide sul livello di qualità, acquisendo gli standard di produzione di alta qualità che hanno favorito alla collaborazione con gli altri produttori di macchine: Mercedes, Ford, PSA e Opel. Oggigiorno, questo è uno dei settori più importanti in Serbia, raggiungendo quasi il 10% dell intero stock di IDE in Serbia dal Ventisette investitori internazionali hanno investito circa 1,5 miliardi di euro, creando più di posti di lavoro. L industria automobilistica serba soddisfa i bisogni di quasi tutti i maggiori produttori di macchine in Europa e Asia. La produzione di telai, parti per impianti pneumatici e sistemi di sospensione, è quella più prominente nel settore. Un altro gruppo di produzione molto importante è quello che riguarda i componenti del sistema elettrico, come le batterie e i cablaggi. Inoltre, la produzione di componenti del motore, prevalentemente fusi, è piuttosto significativa, insieme alle parti forgiate e lavorate a macchina, come alberi a camme, dischi del freno, valvole e volani. L investimento FIAT è il più grande e il più importante nel settore, non soltanto per l importo investito, ma oltre tutto per il fatto di aver aiutato ad attirare in Serbia gli altri produttori di pezzi di ricambio. Inoltre, questo è uno dei più importanti progetti di investimento negli ultimi 20 anni e un futuro stimolo di crescita dell economia serba. Bisogna altrettanto sapere che, raggiungendo il livello di unità, la capacità di produzione genererà il valore di esporto annuale di 1,5-2 miliardi di euro. Trovateci presso: Automeccanica Mosca, Mosca, Russia Automeccanica Francoforte, Francoforte, Germania La Serbia risponde ai numerosi requisiti necessari per la produzione JIT (Just in Time) con la sua forza di manodopera sempre a disposizione, buone infrastrutture e, non dimentichiamo, il forte e altamente qualificato supporto da parte del governo e delle autorità locali. Mr. Peter Prohaska, Former General Manager, LEONI Serbia

16 30-31 Maggiori Investitori La Serbia è leader mondiale nell export di lamponi surgelati - 95,5 migliaia di tonnellate esportate nel Oltre 6,12 milioni di ettari di terreni agricoli, 60% dei quali sono arabili. La Serbia usufruisce delle condizioni naturali ideali per la coltivazione di cereali, frutta e ortaggi. Il terreno è ancora uno dei più puliti in Europa e la gran maggioranza di frutta cresce in condizioni perfette; la frutta è raccolta a mano, conservata con cura e imballata in modo da raggiungere la qualità più alta e gusto unico. Il clima vario in Serbia e le ampie risorse naturali creano le opportunità eccezionali per lo sviluppo di produzione primaria di ortofrutta. Un eccellente base di materie prime, rete di FTA (Area di Libero Scambio), una lunga tradizione nella produzione di generi alimentari di alta qualità e i forti marchi regionali sono le ragioni principali che hanno incentivato gli investimenti delle società di classe mondiale in Serbia. Come abbiamo visto nelle analisi precedenti, il settore agroalimentare costituisce una porzione imponente di investimenti esteri diretti sia in termini di valore che di numero di progetti. Oltre alle materie prime e alle condizioni ottimali per la produzione di alimenti sani di altà qualità in Serbia, gli investitori possono altrettanto godere del forte supporto degli istituti serbi di ricerca agraria, riconosciuti in tutto il mondo. Le ricerche si concentrano prevalentemente sulla produzione tecnologicamente avanzata che conduce ad un alta qualità di coltivazione vegetale e di produzione di semi eco-compatibili. Inoltre, la legge in Serbia vieta la produzione e l importazione di organismi geneticamente modificati (OGM). Gli alimenti made-in-serbia sono presenti in tutto il mondo, dal Giappone fino agli Stati Uniti e vengono venduti sotto diversi marchi serbi nelle catene dei supermercati internazionali, come Tesco, Lidl, Asda, Spar, Carrefour, Metro, Idea, Leader Price, Kopeika e Rewe. Nei primi dieci mesi del 2011, la Serbia ha esportato 2,24 miliardi di dollari di prodotti agroalimentari, permettendo a questo settore di essere uno dei pochi ad aver registrato un eccedenza commerciale (1,2 miliardi di dollari). I clienti internazionali tengono in continua crescita il numero di ordini di tartufi, lamponi, mele, grano, succhi, concentrati, passati di verdura, marmellate, frutta secca e surgelata e gli altri prodotti di alta qualità della Serbia. Trovateci presso: Foodex, Tokyo, Giappone Sial, Parigi, Francia Seoul Food & Hotel, Seul, Corea World Food Mosca, Mosca, Russia PLMA- etichetta privata, Amsterdam, Olanda World Food Mosca, Mosca, Russia Anuga, Cologne, Germania Agritechnika, Hanover, Germania Un settore assai accattivante che rappresenta il 13,6% di azioni di IDE (Investimenti Diretti Esteri) dal Uno dei pochi settori industriali che registrano un eccedenza; i prodotti alimentari made-in-serbia sono presenti in tutto il mondo.

17 32-33 Maggiori Investitori Serbia - paese di 1,600 aziende ICT innovative che impiegano più di dipendenti. Il quarto centro di sviluppo Microsoft nel mondo è in Serbia, evolvendo nel tempo in un centro innovativo. Competenza settoriale per servizi di sviluppo IT personalizzati e di alto livello, includendo web design, soluzioni hardware e software. Recreate PMS Con l evoluzione del mercato IT verso l ingegneria del software in outsourcing, sistemi offshore, design e integrazioni, la Serbia ha una buona posizione sia geografica che strutturale per fornire le soluzioni affidabili e redditizie per i mercati più esigenti. Una notevole base dati di capitale intellettuale, basso costo della manodopera, competenza tecnica eccellente, buona comunicazione di rete e conoscenza fluente della lingua inglese sono soltanto alcuni dei vantaggi competitivi che aiutano a convincere le compagnie internazionali a espandere i loro affari in Serbia. La formazione tecnica in Serbia è particolarmente forte e circa 33% di laureati arrivano dalle facoltà di ingegneria. L industria impiega forza lavoro altamente qualificata, di cui 70% ha completato gli studi universitari. Un altro vantaggio dello sviluppo di affari in Serbia è il costo competitivo degli ingegneri. In confronto agli stipendi nazionali, gli specialisti nel settore IT guadagnano di più rispetto alla media, però paragonandoli ai loro colleghi in Europa, la situazione è parecchio diversa. Lo stipendio netto varia da 600 a 1200 euro al mese per il personale laureato e altamente qualificato, mentre lo stipendio lordo arriva da 1000 a 2000 euro al mese. Un ampio numero di compagnie ICT serbe mettono a disposizione forti competenze tecniche che stimolano le partnership con aziende internazionali, offrendo loro un posto nei redditizi mercati di nicchia. Trovateci presso: CeBIT, Hannover, Germania La Serbia ha un ottimo potenziale nell industria IT - è la ragione per la quale la più grande azienda di software ha deciso di aprire il centro di sviluppo a Belgrado. Dott. Christopher Brennan, General Manager dell Europa Centrale e Orientale, Microsoft

18 34-35 Maggiori Investitori Gli investimenti significanti sono segnati dalle grandi compagnie: Siemens, Panasonic, Gorenje, Elrad, ETB, Gruner, Eaton La Serbia è un paese con una ricca tradizione nell industria elettronica, già dai tempi di Nikola Tesla, uno dei pionieri e più grandi inventori nel campo di elettricità. Questa industria è stata al culmine nel 1980, quando l industria elettronica in Jugoslavia aveva un capitale di 1 miliardo di dollari e circa dipendenti. Nonostante il fatto che il settore oggigiorno sia soltanto una frazione di quello che era stato, i recenti investimenti diretti esteri nell industria e vari incentivi statali suggeriscono che questo settore abbia un forte potenziale per la crescita. Dal 2001 in poi, l industria era testimone di una ripresa progressiva grazie agli investimenti diretti esteri - approssimativamente 168 milioni di dollari. Tali investimenti, insieme alle prossime aperture di diversi stabilimenti elettronici, illustrano che il meglio deve ancora venire per le compagnie che operano nel settore elettronico in Serbia. Alcuni degli investimenti chiave arrivano dal gigante austriaco, Gruppo ATB, poi dalla compagnia slovena Gorenje, produttrice di elettrodomestici che ha investito un totale di 50 milioni di euro in tre diverse locazioni e, infine non trascurabile, l investimento di Siemens e Panasonic di 13 milioni di euro nella Serbia centrale. L industria elettronica serba è un settore in espansione, orientato all esportazione, destinato solo a crescere con l afflusso recente di investimenti diretti esteri. Rispetto agli anni 2008 e 2009, l export dal settore nel 2010 è aumentato, rispettivamente, del 15% e del 44%. Il deficit del 2009 dovuto alla crisi economica è stato superato rapidamente nel 2010 e, con i nuovi progetti come il primo stabilimento Panasonic in Serbia, l export ha un futuro prosperoso. Tra 15 e 20 aziende elettroniche esportano più di 1 milione di euro all anno ciascuna. Il governo serbo attualmente promuove lo sviluppo di questo settore: insieme all industria automobilistica e settore ITC, l industria elettronica è stata designato come uno dei settori prioritari della strategia nazionale di sviluppo in Serbia. Questo permette agli investitori di usufruire degli incentivi più favorevoli. Le compagnie che operano nell industria elettronica hanno i seguenti vantaggi: gli investimenti nell industria elettronica occupano il terzo posto, secondo il numero di progetti approvati per i finanziamenti, e il quarto posto in termini di tutti gli investimenti fatti in Serbia dal Oltretutto, le numerose iniziative, compresa la promozione del settore informatico e del Centro di Ricerca e Sviluppo in diverse parti del paese e la realizzazione di un grappolo di sistemi elettronici, spingeranno il settore ancora più avanti. Trovateci presso: Embedded World, Norimberga, Germania La tradizione manifatturiera e un insieme di competenze Il settore a priorità elevata - gli investitori usufruiscono incentivi statali assai favorevoli

19 36-37 Maggiori Investitori Il know-how è dovuto a una lunga tradizione e affermati conseguimenti internazionali delle società serbe. L industria edile in Serbia ha una lunga tradizione di importanti affermazioni che per tanti anni attraggono l attenzione internazionale. I numerosi progetti di successo esportati dalle compagnie serbe si possono vedere in tutto il mondo, dall America del Nord all Europa e dall Asia fino all Africa e al Medio Oriente. Oggigiorno, così come nel passato, gli architetti serbi e le imprese di costruzioni sono riconosciuti come i partner altamente istruiti, innovativi e affidabili che offrono una vasta gamma di attività eseguite in conformità alle più rigide norme globali. L emergente mercato immobiliare interno insieme all accordo di libero scambio con la Federazione Russa hanno incentivato lo sviluppo dinamico dell industria edile nazionale. La possibilità di esportazione del materiale edile dalla serbia nel mercato russo senza pagare la tassa doganale, rende il paese particolarmente attraente per gli investitori esteri. Queste opportunità sono adoperate dalle più importanti imprese edili multinazionali e dai produttori che hanno fondato le loro strutture per esportare nell unione doganale della Russia, Bielorussia e Kazakistan. Durante gli ultimi 11 anni, più di 25 compagnie conosciute a livello mondiale hanno investito più di 863 milioni di dollari nell industria edile in Serbia e hanno avuto un effetto significtivo sulla riduzione del tasso di disoccupazione. L Austria è l origine di più del 40% di investitori, seguita da Germania, Francia e Grecia. Poiché il settore edilizio è stato colpito dalla crisi mondiale nel 2010, il governo serbo ha preparato diversi incentivi agli investimenti, al fine di contribuire alla ripresa del settore. Come risultato, l industria edile in Serbia nel 2011 ha registrato un incremento delle attività del 17%. La nuova Legge sulla pianificazione del territorio, adottata in agosto del 2009, ha diminuito il numero di approvazioni neccessari per iniziare le costruzioni e ha migliorato le condizioni per gli investitori esteri interessati al settore immobiliare ed edilizio. Gli investimenti nella costruzione di strade e infrastrutture energetiche sono un elevata priorità del governo. Uno dei più importanti progetti nazionali è la costruzione del Corridoio X, che attraversa la Serbia Centrale, come la parte della grande rete di strade paneuropee. Uno dei progetti recenti è il ponte d Ada a cavallo del fiume Sava nella città di Belgrado, ufficialmente aperto a Capodanno del 2012, dopo 3 anni di lavori. Il nuovo ponte è diventato il punto di riferimento per gli abitanti della Serbia, e con lo spettacolare pilone centrale alto 200m a forma di ago, fa parte dei ponti sospesi a pilone singolo più alti del mondo. Trovateci presso: Budma, Poznan, Polonia Yugbuild, Krasnodar, Federeazione Russa MosBuild, Mosca, Federazione Russa L emergente mercato immobiliare interno, i progetti di sviluppo delle infrastrutture, FTA (Accordo di Libero Scambio) con la Russia sono gli elementi portanti per lo sviluppo del settore

20 38-39 Maggiori Investitori Uno dei settori al prezzo più competitivo in Europa con una tradizione considerevole e una vasta disponibilità di forza lavoro qualificata L Accordo di Libero Scambio esistente, comprendente tutti i prodotti tessili, permette l accesso efficiente ai vari mercati I RY La produzione tessile-abbigliamento ha una lunga storia e una tradizione ammirabile di collaborazione proficua con i partner esteri. Durante questa storia illustre, i principii di manifattura di alta qualità e i costi competitivi, hanno portato la Serbia al posto della principale produttrice di indumenti per le più grandi aziende tessili nell Europa Occidentale. Impiegando tanta forza lavoro, gli investimenti nell industria tessile riducono notevolmente la disoccupazione e quindi godono del pieno supporto del governo interno. In termini di numero di progetti investiti e posti di lavoro creati, l industria tessile occupa uno dei primi posti sulla lista dei settori più invitanti. Compagnie come Benetton, Calzedonia, Golden Lady, Pompea e molte altre utilizzano diffusamente le proprie strutture come le locazioni secondarie per la produzione di capi di abbigliamento di alta qualità. Perciò, loro possono reagire rapidamente agli ordini minori, rispettando i tempi di consegna stretti. I costi competitivi della forza lavoro e la forte tradizione tessile in Serbia, assicurano la produzione degli indumenti di alta qualità ad un prezzo molto conveniente. Nel corso degli ultimi 10 anni, l industria della moda in Serbia è evoluta da industria locale al settore impostato sul design, operativo sul mercato globale. Molti studenti di design della Serbia vanno a lavorare nelle case di moda in tutto il mondo, promuovendo all estero l industria della moda serba. La Serbia collabora prevalentemente con i paesi membri dell UE (Italia, Germania, Francia, Austria e Slovenia), Federazione Russa, Turchia e Cina. Dal 2005, quando è stato istituito il libero commercio dei prodotti tessili nell UE, le vendite di esportazione sono aumentate del 71%. Numerose opportunità di affari, soprattutto nella produzione di filato e capi di abbigliamento fabbricati e confezionati; più di 25 investitori hanno già colto i vantaggi di queste opportunità

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto

FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto A cura dell Ufficio Studi Economici EXECUTIVE SUMMARY Il raggiungimento di un accordo sul nucleare iraniano potrebbe aprire interessanti opportunità per le

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4 I SUSSIDI ALLE ESPORTAZIONI NELL AGRICOLTURA E NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA 10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione.

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione. Il rapporto dell OCSE intitolato Education at a Glance: OECD Indicators è una fonte autorevole d informazioni accurate e pertinenti sullo stato dell istruzione nel mondo. Il rapporto presenta dati sulla

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA Il presente documento contiene le principali misure concrete a breve-medio termine proposte dalla Commissione per contribuire a stabilizzare

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO.

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. di A. Lalomia Premessa Si propongono di seguito venticinque items di Storia da utilizzare per una terza prova su argomenti

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni

I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni Premessa Il senso comune suggerisce che i figli non hanno prezzo ma l esperienza insegna che per farli diventare grandi e sperabilmente autonomi,

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II Lezione 6 IAS 19: Benefici per i dipendenti Marco Rossi Senior Manager Deloitte & Touche S.p.A. marrossi@deloitte.it Facoltà di Economia anno 2011 2012 24 aprile 2012

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Compensazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione con debiti tributari definiti in fase contenziosa o precontenziosa

Compensazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione con debiti tributari definiti in fase contenziosa o precontenziosa CMS_LawTax_CMYK_28-100.eps Newsletter Compensazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione con debiti tributari definiti in fase contenziosa o precontenziosa 3 aprile 2014 INDICE Premessa

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo.

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Reiner Gfeller. Responsabile Asset Management. Allianz Suisse Immobiliare SA. La Allianz Suisse Immobiliare SA collabora dal 2011 con Livit. L azienda

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 07.04.1998 COM (98) 222 PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO I. LO SPIRITO IMPRENDITORIALE:

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC Gestione forestale sostenibile Tutto quello che bisogna sapere Sommario 1. Che cosa si intende per gestione

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania)

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) Capitolo 8 Le imprese nell economia globale: esportazioni, outsourcing e multinazionali [a.a. 2012/13] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) 8-1 Struttura della

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea Aggiornamento 2010 Assumere in Europa una guida per i datori di lavoro eures.europa.eu Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli