Fulvo di Borgogna (direttive d allevamento svizzere)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fulvo di Borgogna (direttive d allevamento svizzere)"

Transcript

1 Fulvo di Borgogna (direttive d allevamento svizzere) Redatto da: Urban Hamann

2 Storia della razzahte Nascita relativamente sconosciuta Conigli selvatici giallo rossi furono incrociati con diverse razze (giganti, lepri, ecc) Razze giallo rosse in USA, Inghilterra e paesi del continente europeo erano già conosciute prima Borgogna (FR) = Fissazione della razza e colore rosso fulvo

3 Storia della razza Espansione in Svizzera e Italia dal 1933 La Germania ed altri paesi diedero la preferenza al più massiccio Nuova Zelanda rosso. Evoluzione FR = più rosso, pelo più corto e molle Evoluzione CH+I = come il tipo originario

4 Fulvo di Borgogna originale rossiccio (allevamento francese) più rosso, pelo corto e leggermente molle

5 Distribuzione Forte in Svizzera Medio forte in Germania e Cecoslovacchia Frequente in Italia (importazioni regolari dalla Svizzera) Pure riconosciuto in: Austria Paesi dell est europeo Benelux Scandinavia Francia (Fulvi rossicci originali)

6 Standard europeo Fulvo di Borgogna (allevamento svizzero) 1. Tipo e forma del corpo Peso Pelliccia Testa e orecchie Colore di copertura, omogeneità Sottocolore Presentazione 5

7 1. Tipo e forma del corpo Corpo leggermente allungato Linea dorsale e bacino pure allungati e arrotondati Ugualmente largo davanti e dietro Petto pieno nuca forte Zampe forti e diritte mittellang Posizione rialzata sostenuta zampe in posizione larga Linea ventrale elevata iheit)

8 1. Tipo e forma del corpo difetti leggeri (generale) Petto stretto, scapole sporgenti Debole nuca Zampe anteriori fini leggermente cedute Parte posteriore cascante, angolata o stretta Linea dorsale irregolare

9 1. Tipo e forma del corpo difetti leggeri (generale) Nessun o poco portamento Linea del ventre cascante (che tocca il suolo) Posizione delle zampe posteriori leggermente convergente Leggeri difetti della coda Leggeri difetti della pelliccia Giogaia abbastanza grande nelle vecchie femmine ecc

10 1. Tipo e forma del corpo difetti leggeri altri esempi Pelle del petto allentata giogaia Zampe cedute (sinistra)

11 1. Tipo e forma del corpo difetti leggeri altri esempi Posizione del ventre abbassata che tocca il suolo Tipo corto e zampe anteriori storte

12 1. Tipo e forma del corpo difetti gravi (generale) Completa deviazione dal tipo della razza Difetti generali del corpo e dello scheletro Malformazioni, mutilazioni, anomalie Difetti nelle parti genitali Ferite da morsicatura o lacerazioni sulla testa e le orecchie più grandi di 15 mm

13 1. Tipo e forma del corpo difetti gravi (generale) Marcata testa maschile nella femmina Testa femminile nel maschio Unghia (e) mancante, eccezione unghia del pollice Difetti della pelliccia, difetti nella giogaia ecc Abbassamento nelle scapole

14 2. Peso 3,50 kg Peso minimo 3,50 3,75 kg 8 Punti 3,75 4,00 kg 9 Punti 4,00 5,00 kg 10 Punti über 5,00 kg troppo pesante Peso nello Standard svizzero 3,50 kg peso minimo 3,500 3,990 kg deduzione pos. corpo 4,000 4,700 kg peso ideale 4,710 5,000 kg deduzione pos. corpo 5,00 kg peso massimo

15 3. Pelliccia folta, pelo di media lunghezza (ca mm) Ben guarnito di peli a resta regolari Orecchie villose

16 3. Pelliccia difetti leggeri Leggera muta Parti del corpo debolmente ricoperte di pelo (osservare le orecchie) Pelo leggermente corto o lungo Debole foltezza del sottopelo Pelo di copertura leggermente molle Peli a resta molto grossolani Leggero infeltrimento Pochi baffi o corti ecc.

17 3. Pelliccia difetti gravi Forte muta (non lascia giudicare la qualità della pelliccia) Zone senza pelo Pelo evidentemente corto o lungo Troppo poca densità del sottopelo Peli a resta molto radi Forte infeltrimento Forte formazione di arricciamenti Mancanza dei baffi

18 4. Testa e orecchie 1,0 Testa forte Fronte e muso larghi Maschio = guance molto sviluppate Orecchie solide e carnose Portate a V Leggermente più lunghe della altre razze medie 11,0 13,0 cm 0,1 Vedi le orecchie aperte, arrotondate e portate a V

19 4. Testa e orecchie difetti leggeri Forma stretta e fine della testa Orecchie fini e con pieghe Orecchie portate larghe o strette Orecchie leggermente corte o lunghe (non corrispondenti al tipo) Testa forte, con però orecchie con pieghe e portate strette Portamento largo delle orecchie

20 4. Testa e orecchie difetti gravi Forma della testa che non corrisponde al tipo della razza Forma della testa non conforme al sesso Portamento completamente errato Lunghezza delle orecchie meno di 9,5 cm / più di 14,0 cm Portamento delle orecchie dov è il limite fra difetto leggero e difetto grave?

21 5. Colore di copertura e omogeneità Giallo-rosso di tonalità intensa Omogeneo su tutto il corpo Naso, occhi e mascella inferiore da chiari sino a crème Ventre color crema, macchie del grembo più scure Parte inferiore della coda bianca Occhi bruni Unghie color corno scuro

22 5. Colore di copertura e omogeneità difetti leggeri Colore sbiadito Colore frammischiato Colore rosso scuro Sfumatura scura o di ruggine (controllare bordo delle orecchie e testa, vedi foto) Parti schiarite (fianchi, testa, zampe ) Formazione di fasce

23 5. Colore di copertura e omogeneità difetti leggeri Colore del ventre biancastro o rossastro Parti schiarite da parte alla coda (foto) Leggermente frammischiato di peli bianchi

24 5. Colore di copertura e omogeneità difetti leggeri Copertura irregolare Parte del bacino macchiata Parti schiarite sui fianchi Grandi parti chiare sugli occhi o sulla mandibola Fasce chiare

25 5. Colore di copertura e omogeneità difetti gravi Colore di copertura troppo chiaro e sbiadito Colore di copertura troppo scuro, tendente al bruno Fortemente frammischiato di bianco, macchie bianche Petto o zampe completamente chiari Fasce o ventre bianco puro Colore degli occhi sbagliato Colore diverso delle unghie Unghie senza pigmento

26 5. Colore di copertura e omogeneità difetti gravi Unghia senza pigmento Colore di copertura bianco sul ventre

27 6. Sottocolore Leggermente più chiaro del colore di copertura Puro e caldo nella tonalità Più chiaro a partire dalla radice del pelo Dalla radice del pelo ca. 6 mm biancastro Sottocolore sul ventre più chiaro e bianco alla radice

28 6. Sottocolore difetti leggeri Sottocolore sbiadito Sfumatura bruna sotto la copertura Colore intermedio evidente Sottocolore leggermente frammischiato di bianco Sottocolore sino alla radice del pelo senza parte bianca (foto1) Sottocolore stretto, parte bianca più larga (foto 2) 1 2

29 6. Sottocolore difetti gravi Sottocolore fortemente impuro Tonalità di colore nettamente discostante Colore intermedio evidente

30 7. Presentazione vedi Generalità nello standard Semplicemente detto: conigli puliti, sani e con unghie tagliate Difetti leggeri e gravi vedi Generalità nello standard Grazie per l attenzione e buon divertimento al nostro corso!!!

ALLEGATO B: RAZZE DEL REGISTRO ANAGRAFICO ( STANDARD MORFOLOGICI )

ALLEGATO B: RAZZE DEL REGISTRO ANAGRAFICO ( STANDARD MORFOLOGICI ) ALLEGATO B: RAZZE DEL REGISTRO ANAGRAFICO ( STANDARD MORFOLOGICI ) 1. Gigante (G.) DESCRIZIONE PUNTI 1. Tipo e forma del corpo 20 2. Peso 10 3. Pelliccia 20 4. Testa e pelliccia 15 5. sovracolore e lucentezza

Dettagli

FCI Standard N 8 / 05.09.2013 AUSTRALIAN TERRIER. La fotografia non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza.

FCI Standard N 8 / 05.09.2013 AUSTRALIAN TERRIER. La fotografia non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. FCI Standard N 8 / 05.09.2013 AUSTRALIAN TERRIER La fotografia non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. 2 LINGUA ORIGINALE FCI DI TRADUZIONE: tedesco ORIGINE: Australia DATA DI PUBBLICAZIONE

Dettagli

ALBO ESPERTI DEL REGISTRO ANAGRAFICO SPECIE CUNICOLA

ALBO ESPERTI DEL REGISTRO ANAGRAFICO SPECIE CUNICOLA ALBO ESPERTI DEL REGISTRO ANAGRAFICO SPECIE CUNICOLA CIRCOLARE 1 / 2012 Considerazioni e disposizioni di giudizio 1 ALBO ESPERTI DEL REGISTRO ANAGRAFICO SPECIE CUNICOLA CIRCOLARE 1 / 2012 Considerazioni

Dettagli

Capra di Saanen ( 1 )

Capra di Saanen ( 1 ) Stato: 20.02.2008 Capra di Saanen ( 1 ) m f m f 90 80 85 60 fine bianca con corto, ben aderente bianca, tollerate piccole macchie pigmentate; Colore bianco impuro Becchi più severo macchie nere, più grandi

Dettagli

ALPENLÄNDISCHE DACHSBRACKE FCI Standard N 254 / 13.09.2000 ORIGINE: Austria

ALPENLÄNDISCHE DACHSBRACKE FCI Standard N 254 / 13.09.2000 ORIGINE: Austria ALPENLÄNDISCHE DACHSBRACKE FCI Standard N 254 / 13.09.2000 ORIGINE: Austria Commento di Luisa Salinas UTILIZZAZIONE: questo cane robusto e resistente alle intemperie viene utilizzato dal cacciatore in

Dettagli

NORME TECNICHE DEL LIBRO GENEALOGICO E DEL REGISTRO ANAGRAFICO DELLA SPECIE CUNICOLA. ALLEGATO A - Quadro sinottico delle razze del Libro genealogico

NORME TECNICHE DEL LIBRO GENEALOGICO E DEL REGISTRO ANAGRAFICO DELLA SPECIE CUNICOLA. ALLEGATO A - Quadro sinottico delle razze del Libro genealogico NORME TECNICHE DEL LIBRO GENEALOGICO E DEL REGISTRO ANAGRAFICO DELLA SPECIE CUNICOLA CAPITOLO 1 Caratteri morfologici delle razze del libro genealogico I caratteri morfologici delle razze del libro genealogico

Dettagli

FCI Standard N 341/ 06.09.2013 TERRIER BRASILEIRO. L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza.

FCI Standard N 341/ 06.09.2013 TERRIER BRASILEIRO. L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. FCI Standard N 341/ 06.09.2013 TERRIER BRASILEIRO L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. 2 LINGUA ORIGINALE FCI DI TRADUZIONE: inglese. ORIGINE: Brasile DATA DI PUBBLICAZIONE

Dettagli

L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza.

L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. FCI Standard N 296 / 19.09.2013 CANE DA PASTORE SCOZZESE A PELO CORTO (Collie Smooth) L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. 2 LINGUA ORIGINALE FCI DI TRADUZIONE: tedesco

Dettagli

MILLEFIORI VENETA O MILLEFIORI DI LONIGO BOZZA DI STANDARD

MILLEFIORI VENETA O MILLEFIORI DI LONIGO BOZZA DI STANDARD I GENERALITÀ Origine MILLEFIORI VENETA O MILLEFIORI DI LONIGO BOZZA DI STANDARD Razza Veneta, selezionata dall'allevatore Luca Rizzini alla fine del XX secolo a partire da esemplari di polli di tipologia

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DLELO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 23.03.1991. UTILIZZAZIONE: Cane di utilità, cane da pastore e cane di servizio polivalente

DATA DI PUBBLICAZIONE DLELO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 23.03.1991. UTILIZZAZIONE: Cane di utilità, cane da pastore e cane di servizio polivalente FCI Standard N 166 / 30.08.1991 CANE DA PASTORE TEDESCO ORIGINE: Germania DATA DI PUBBLICAZIONE DLELO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 23.03.1991 UTILIZZAZIONE: Cane di utilità, cane da pastore e cane di servizio

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 05.03.1998

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 05.03.1998 FCI Standard N 97 / 05.03.1998 SPITZ TEDESCHI ORIGINE: Germania DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 05.03.1998 UTILIZZAZIONE: Cane da guardia e da compagnia CLASSIFICAZIONE F.C.I. Gruppo

Dettagli

Standard Europeo COCINCINA NANA

Standard Europeo COCINCINA NANA Standard Europeo COCINCINA NANA Origine : Cina. Importata in Europa nel 1886. Aspetto generale : Piccolo pollo, basso di portamento, con corpo largo,raccolto,con portamento verso l avanti. Piumaggio molto

Dettagli

Traduzione in italiano a cura del sig. Pietro Paolo Condo CANE CORSO

Traduzione in italiano a cura del sig. Pietro Paolo Condo CANE CORSO Traduzione in italiano a cura del sig. Pietro Paolo Condo FCI Standard N 343 pubblicazione del 17.12.2015 in vigore dal 1 gennaio 2016 CANE CORSO Questa illustrazione non è necessariamente a dimostrazione

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 06.03.07

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 06.03.07 FCI Standard N 183 / 18.04.2007 ZWERGSCHNAUZER ORIGINE: Germania DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 06.03.07 UTILIZZAZIONE: Cane di casa e di compagnia CLASSIFICAZIONE F.C.I. Gruppo

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori www.ala-avicoltori.it info@ala-avicoltori.it MOROSETA

Associazione Lombarda Avicoltori www.ala-avicoltori.it info@ala-avicoltori.it MOROSETA MOROSETA I GENERALITA Origine: Asia dell'est, probabilmente la Cina. Per alcuni ricercatori è stata selezionata in Giappone, secondo altri è originaria dell' Africa del Sud. Nei trattati letterari è menzionata

Dettagli

Italia 27.11.1989. Cane da compagnia. Gruppo 9: Cani da compagnia Sezione 1: Bichon e affini Senza prova di lavoro

Italia 27.11.1989. Cane da compagnia. Gruppo 9: Cani da compagnia Sezione 1: Bichon e affini Senza prova di lavoro BOLOGNESE fci-standard n 196 Con commenti allo standard di francesco cochetti giudice all rounder ENCI fci / italia origine Italia DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE 27.11.1989 UTILIZZAZIONE

Dettagli

FCI Standard N 287 / 05.09.2013 AUSTRALIAN CATTLE DOG. La fotografia non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza.

FCI Standard N 287 / 05.09.2013 AUSTRALIAN CATTLE DOG. La fotografia non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. FCI Standard N 287 / 05.09.2013 AUSTRALIAN CATTLE DOG La fotografia non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. 2 LINGUA ORIGINALE FCI DI TRADUZIONE: tedesco ORIGINE: Australia DATA DI

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 22.01.1999

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 22.01.1999 FCI Standard N 311 / 04.10.2000 CANE LUPO DI SAARLOOS ORIGINE: Olanda DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 22.01.1999 UTILIZZAZIONE: Il Cane lupo di Saarloos non è stato allevato per

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 13.03.2001. UTILIZZAZIONE: cane da caccia sopra e sotto il terreno

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 13.03.2001. UTILIZZAZIONE: cane da caccia sopra e sotto il terreno FCI Standard N 148 / 09.05.2001 BASSOTTI ORIGINE: Germania DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 13.03.2001 UTILIZZAZIONE: cane da caccia sopra e sotto il terreno CLASSIFICAZIONE F.C.I.-

Dettagli

Norme Tecniche del Disciplinare del Libro Genealogico del Gatto di Razza

Norme Tecniche del Disciplinare del Libro Genealogico del Gatto di Razza Norme Tecniche del Disciplinare del Libro Genealogico del Gatto di Razza llegato Standard di razza Volume V Standard IV categoria In accordo con la edizione 01.01.2014 de FIFe-Standard : ategory IV ll.

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 13.03.2001. UTILIZZAZIONE: Cane per la caccia a vista, la corsa e il coursing.

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 13.03.2001. UTILIZZAZIONE: Cane per la caccia a vista, la corsa e il coursing. FCI Standard N 193 / 02.04.2001 LEVRIERO RUSSO (Borzoi) ORIGINE: Russia DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 13.03.2001 UTILIZZAZIONE: Cane per la caccia a vista, la corsa e il coursing.

Dettagli

1. TACCHINO ERMELLINATO DI ROVIGO

1. TACCHINO ERMELLINATO DI ROVIGO 1. TACCHINO ERMELLINATO DI ROVIGO AREA DI ORIGINE: Regione Veneto. TIPO ED INDIRIZZO PRODUTTIVO: Tacchino rustico di taglia media, precoce e a rapido impennamento. Ottimo pascolatore,si presta molto bene

Dettagli

F.C.I. Standard Nr. 235/ 02 04 2001 Alano Tedesco (Deutsche Dogge) Traduzione Italiana Dott. A. Bottero, Dott. M.L. Marchese, Dott. A.

F.C.I. Standard Nr. 235/ 02 04 2001 Alano Tedesco (Deutsche Dogge) Traduzione Italiana Dott. A. Bottero, Dott. M.L. Marchese, Dott. A. Lo Standard F.C.I. Standard Nr. 235/ 02 04 2001 Alano Tedesco (Deutsche Dogge) Traduzione Italiana Dott. A. Bottero, Dott. M.L. Marchese, Dott. A. Murante Origini: Germania Data della pubblicazione dello

Dettagli

Testo redatto dal Dott. Vincenzo Ferrara STANDARD DEL SEGUGIO MAREMMANO

Testo redatto dal Dott. Vincenzo Ferrara STANDARD DEL SEGUGIO MAREMMANO Testo redatto dal Dott. Vincenzo Ferrara STANDARD DEL SEGUGIO MAREMMANO NOME DELLA RAZZA SEGUGIO MAREMMANO ORIGINE: ITALIA UTILIZZAZIONE Cane da caccia da seguita utilizzato prevalentemente nella caccia

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE 01.04.2008

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE 01.04.2008 FCI Standard N 144 / 09.07.2008 DEUTSCHER BOXER ORIGINE: Germania DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE 01.04.2008 UTILIZZAZIONE: Cane di utilità e di compagnia CLASSIFICAZIONE F.C.I.

Dettagli

Il terranova: lo standard lunedì 01 febbraio 2010

Il terranova: lo standard lunedì 01 febbraio 2010 Il terranova: lo standard lunedì 01 febbraio 2010 Origine: Canada Patronato F.C.I. Data di pubblicazione dello standard originale valido: 24.07.1996 Funzione : Cane da slitta per carichi pesanti, cane

Dettagli

FCI Standard N 37 / 06.09.2013 CÃO DE AGUA PORTUGUÊS. L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza.

FCI Standard N 37 / 06.09.2013 CÃO DE AGUA PORTUGUÊS. L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. FCI Standard N 37 / 06.09.2013 CÃO DE AGUA PORTUGUÊS L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. 2 LINGUA ORIGINALE FCI DI TRADUZIONE: tedesco ORIGINE: Portogallo DATA DI

Dettagli

ABC AMICI BASSOTTO CLUB ITALIA

ABC AMICI BASSOTTO CLUB ITALIA ABC AMICI BASSOTTO CLUB ITALIA Società Specializzata di Razza riconosciuta dall E.N.C.I. Federazione Cinologica Internazionale FCI Standard n 148 Edizione del 09-05-2001 - D DACHSHUNDE BASSOTTO TEDESCO

Dettagli

Guida al riconoscimento delle specie di scoiattoli presenti in Italia

Guida al riconoscimento delle specie di scoiattoli presenti in Italia LIFE+ EC-SQUARE ROSSO SCOIATTOLO Guida al riconoscimento delle specie di scoiattoli presenti in Italia Foto di: Veronique Adriaens, Sandro Bertolino, Dario Capizzi, Jean-Louis Chapuis, Monica Chasseur,

Dettagli

CANE LUPINO DEL GIGANTE LUVIN CANE DA PASTORE DELL APPENNINO REGGIANO SCHEDARIO FOTOGRAFICO & BIOMETRICO

CANE LUPINO DEL GIGANTE LUVIN CANE DA PASTORE DELL APPENNINO REGGIANO SCHEDARIO FOTOGRAFICO & BIOMETRICO CANE LUPINO DEL GIGANTE LUVIN CANE DA PASTORE DELL APPENNINO REGGIANO SCHEDARIO FOTOGRAFICO & BIOMETRICO 3^ Parte Associazione di Volontariato del Cane Lupino del Gigante Località Costa de Grassi, Castelnovo

Dettagli

PROGETTO ARCA Conservazione della biodiversità delle razze Livorno ed Ancona.

PROGETTO ARCA Conservazione della biodiversità delle razze Livorno ed Ancona. PROGETTO ARCA Conservazione della biodiversità delle razze Livorno ed Ancona. Negli ultimi decenni l andamento generale a livello produttivo, è stato quello di ottenere una maggiore quantità di prodotto

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 06.03.07

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 06.03.07 FCI Standard N 172 / 18.04.2007 BARBONI (Caniche) ORIGINE: Francia DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 06.03.07 UTILIZZAZIONE : Cane da compagnia CLASSIFICAZIONE F.C.I.: Gruppo 9 Cani

Dettagli

1. ANCONA. AREA DI ORIGINE: Italia Centrale

1. ANCONA. AREA DI ORIGINE: Italia Centrale 1. ANCONA AREA DI ORIGINE: Italia Centrale TIPO ED INDIRIZZO PRODUTTIVO: Pollo mediterraneo, di tipo campagnolo, molto vivace e forte. Buona attitudine alla produzione di uova. Elevata rusticità, buona

Dettagli

Cari ragazzi, con questo manuale vi aiuterò a realizzare gli animali della giungla utilizzando dell'argilla. Mi raccomando, prima di iniziare andate

Cari ragazzi, con questo manuale vi aiuterò a realizzare gli animali della giungla utilizzando dell'argilla. Mi raccomando, prima di iniziare andate Cari ragazzi, con questo manuale vi aiuterò a realizzare gli animali della giungla utilizzando dell'argilla. Mi raccomando, prima di iniziare andate a leggere le avvertenze...e buon lavoro! 1. 3. 5. 7.

Dettagli

FCI Standard N 101 / 17.04.2015 BOULEDOGUE FRANCESE

FCI Standard N 101 / 17.04.2015 BOULEDOGUE FRANCESE NOME: Bouledogue Français ORIGINE: Francia FCI Standard N 101 / 17.04.2015 BOULEDOGUE FRANCESE Data di pubblicazione dello standard originale vigente: 03.11.2014 UTILIZZAZIONE: Cane da compagnia e da guardia

Dettagli

Toelettatura del Flat Coated Retriever

Toelettatura del Flat Coated Retriever Toelettatura del Flat Coated Retriever Come altri cani a pelo semilungo frangiato, il flat coated retriever non ha bisogno di eccessive e partcolari cure del mantello. Il manto di copertura è costituito

Dettagli

LE MALATTIE GENETICHE CLASSE 3 C

LE MALATTIE GENETICHE CLASSE 3 C LE MALATTIE GENETICHE CLASSE 3 C Malattia causata da allele dominante Il nanismo acondroplastico è una malattia causata da un allele dominante; gli individui che ne sono affetti sono di statura molto bassa,

Dettagli

Il mio regalo per il WWF

Il mio regalo per il WWF WWF Svizzera Concorso lavoro a maglia Casella Postale 8010 Zurigo Il mio regalo per il WWF Numero federe per borsa dell acqua calda: N. socio: Signora Signor Cognome: Nome: Via/N.: NPA/Località: Tel.:

Dettagli

B A N T A M di Fabrizio Focardi

B A N T A M di Fabrizio Focardi B A N T A M di Fabrizio Focardi Disegno: Ludlow 1894 Dallo Standard Inglese: La Rosecomb è una gemma da esposizione. Nei tempi passati raggiunse probabilmente il più alto grado di perfezione mai raggiunto

Dettagli

Appendice situata all estremo superiore del tronco con la quale termina la colonna vertebrale. Vertebre coccigee (18-22) CARATTERE DI RAZZA

Appendice situata all estremo superiore del tronco con la quale termina la colonna vertebrale. Vertebre coccigee (18-22) CARATTERE DI RAZZA CODA Appendice situata all estremo superiore del tronco con la quale termina la colonna vertebrale Vertebre coccigee (18-22) CARATTERE DI RAZZA coda Funzioni: -timone direzionale ed organo di equilibrio

Dettagli

CONOSCI LA RISERVA NATURALE REGIONALE SENTINA

CONOSCI LA RISERVA NATURALE REGIONALE SENTINA CONOSCI LA RISERVA NATURALE REGIONALE SENTINA Quaderno del birdwatching di: Data del rilevamento: / / Ora (inizio rilevamento) : (fine rilevamento) : Descrizione area rilevamento: Località Provincia Condizioni

Dettagli

Standard morfologico dello Spinone italiano

Standard morfologico dello Spinone italiano Standard morfologico dello Spinone italiano Segreteria Nazionale Via Cavour, 15 21100 VARESE Tel: 0332-285189 Fax: 0332-283328 www.spinone-italiano.it mail: info@spinone-italiano.it 1 Standard Morfologico

Dettagli

Opuscolo a cura di: Alessandro Martella, Caterina Longo, Annalisa Santucci, Alessio Amoroso (Clinica Dermatologica di Modena).

Opuscolo a cura di: Alessandro Martella, Caterina Longo, Annalisa Santucci, Alessio Amoroso (Clinica Dermatologica di Modena). IO SONO IL MELANOMA! Opuscolo a cura di: Alessandro Martella, Caterina Longo, Annalisa Santucci, Alessio Amoroso (Clinica Dermatologica di Modena). Sono un tumore maligno della pelle e se non mi controlli,

Dettagli

Stretching 1. Polmoni e Intestino Crasso

Stretching 1. Polmoni e Intestino Crasso Stretching 1 Polmoni e Intestino Crasso Elemento: Metallo mano biancastra come colorito della pelle, viso allungato con labbra a fessura, occhi chiari acquosi e tristi, spalle strette e gambe lunghe, andatura

Dettagli

Fare scienze: dalla lettura di una storia affascinante sino ad un incontro speciale

Fare scienze: dalla lettura di una storia affascinante sino ad un incontro speciale Fare scienze: dalla lettura di una storia affascinante sino ad un incontro speciale Sempre più in questi ultimi anni ci siamo rese conto che è possibile promuovere, ovvero trasmettere in modo efficace,

Dettagli

COM È FATTA UNA FARFALLA?

COM È FATTA UNA FARFALLA? COM È FATTA UNA FARFALLA? CORPO SUDDIVISO IN 3 SEGMENTI - TESTA - TORACE - ADDOME 3 PAIA DI ZAMPE = 6 ZAMPE 2 PAIA DI ALI = 4 ALI 1 SPIRITROMBA: è l organo con cui le farfalle succhiano il nettare dai

Dettagli

CARATTERIZZAZIONE GENETICA DELLA RAZZA AVICOLA VALDARNESE BIANCA. Recupero e valorizzazione della razza Gallina Nera Atriana

CARATTERIZZAZIONE GENETICA DELLA RAZZA AVICOLA VALDARNESE BIANCA. Recupero e valorizzazione della razza Gallina Nera Atriana CARATTERIZZAZIONE GENETICA DELLA RAZZA AVICOLA VALDARNESE BIANCA RAZZA VALDARNESE BIANCA Razza utilizzata prevalentamente per la produzione di carne Non trascurabile la sua attitudine alla deposizione

Dettagli

ROSSO CREMA ALBICOCCA

ROSSO CREMA ALBICOCCA ROSSO Il colore rosso (fulvo) è dovuto al gene "O", epistatico rispetto al gene "B" (fenotipo nero/bruno). Si trova sul cromosoma Y. Esprime per la feomelanina, che a differenza dell'eumelanina (bruna)

Dettagli

Commento allo standard del cane da pastore tedesco

Commento allo standard del cane da pastore tedesco I caratteri somatici generali Il cane da pastore tedesco è di taglia media, leggermente allungato, forte e ben muscoloso, con ossatura asciutta e struttura solida. Questi suggerimenti impongono una struttura

Dettagli

La zanzara tigre (Aedes albopictus)

La zanzara tigre (Aedes albopictus) La zanzara tigre (Aedes albopictus) Introduzione In questo capitolo saranno descritte alcune caratteristiche della zanzara tigre al fine di capire meglio: perché la si cerca e combatte come riconoscerla

Dettagli

Scopri la tua Prakriti/ Test Ayurvedico

Scopri la tua Prakriti/ Test Ayurvedico Scopri la tua Prakriti/ Test Ayurvedico STRUTTURA FISICA V - Molto alto o molto basso, esile, ossuto P - Corporatura media K - Grosso, massiccio, struttura ampia PESO V - Leggero, con ossa sporgenti, variazioni

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI CATANIA PARAMORFISMI

LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI CATANIA PARAMORFISMI LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI CATANIA Dipartimento di Scienze Motorie PARAMORFISMI Si tratta di deformità in genere transitorie, correggibili volontariamente, non sostenute da alterazioni anatomiche

Dettagli

VARIETA' PERNICIATE A MAGLIE di Fabrizio Focardi

VARIETA' PERNICIATE A MAGLIE di Fabrizio Focardi VARIETA' PERNICIATE A MAGLIE di Fabrizio Focardi Mi sono più volte occupato di queste varietà poiché sono presenti in molte razze e perché, sia per la selezione che per la valutazione, è necessaria una

Dettagli

GUARDIE ECOZOOFILE PROTEZIONE CIVILE

GUARDIE ECOZOOFILE PROTEZIONE CIVILE American bulldog Origine: USA. Classificazione F.C.I.: RAZZA NON RICONOSCIUTA Cane di media taglia. E un cane che da l impressione di grande potenza e dinamicità. Grande forza. Razza dalla costruzione

Dettagli

REGISTRO ANAGRAFICO DELLE POPOLAZIONI BOVINE AUTOCTONE E GRUPPI ETNICI A LIMITATA DIFFUSIONE

REGISTRO ANAGRAFICO DELLE POPOLAZIONI BOVINE AUTOCTONE E GRUPPI ETNICI A LIMITATA DIFFUSIONE REGISTRO ANAGRAFICO DELLE POPOLAZIONI BOVINE AUTOCTONE E GRUPPI ETNICI A LIMITATA DIFFUSIONE AGEROLESE INDICE DELLE NORME TECNICE Caratteristiche Morfologiche Pag. 6 Attitudine Pag. 7 Criteri d iscrizione

Dettagli

Analizziamo in tabella le peculiarità dei mammiferi.

Analizziamo in tabella le peculiarità dei mammiferi. IL CENOZOICO Brevi suggerimenti didattici. La vita recente Iniziamo il percorso visualizzando la linea del tempo delle ere studiate aggiungendo l era cenozoica. Il nome Cenozoico viene dalla lingua greca.

Dettagli

Introduzione alle andature classiche (II): l ambio e il trotto

Introduzione alle andature classiche (II): l ambio e il trotto Introduzione alle andature classiche (II): l ambio e il trotto [02000007] ABSTRACT In questa breve serie (4) di articoli, vengono presi in considerazioni alcuni concetti di base sulle andature canine e

Dettagli

Omicidio di Meredith Kercher Tribunale di Perugia

Omicidio di Meredith Kercher Tribunale di Perugia Omicidio di Meredith Kercher Tribunale di Perugia CONSIDERAZIONI TECNICHE SUL REGGISENO REPERTATO NELLA CAMERA DELLA KERCHER Prof. Francesco Vinci docente di Medicina Legale, Patologia Forense, Indagini

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL LIBRO GENEALOGICO DELLA RAZZA GRIGIO ALPINA NORME TECNICHE CAPITOLO I. Articolo 1 FINALITÀ DELLA SELEZIONE

DISCIPLINARE PER IL LIBRO GENEALOGICO DELLA RAZZA GRIGIO ALPINA NORME TECNICHE CAPITOLO I. Articolo 1 FINALITÀ DELLA SELEZIONE DISCIPLINARE PER IL LIBRO GENEALOGICO DELLA RAZZA GRIGIO ALPINA CAPITOLO I Articolo 1 FINALITÀ DELLA SELEZIONE La selezione dei bovini della razza Grigio Alpina ha lo scopo di produrre soggetti precoci

Dettagli

COLLO. -Nella parte anteriore del tronco. -Sorregge la testa e la unisce al tronco. Forma a tronco di piramide

COLLO. -Nella parte anteriore del tronco. -Sorregge la testa e la unisce al tronco. Forma a tronco di piramide COLLO -Nella parte anteriore del tronco -Sorregge la testa e la unisce al tronco Forma a tronco di piramide Base scheletrica = 7 vertebre cervicali Le prime due (Atlante e epistrofeo) collare lesioni 1)

Dettagli

I tassi innamorati. Scuola Primaria di Vezzano classe prima - anno scolastico 2008/09

I tassi innamorati. Scuola Primaria di Vezzano classe prima - anno scolastico 2008/09 I tassi innamorati Scuola Primaria di Vezzano classe prima - anno scolastico 2008/09 In collaborazione con Comune di Vezzano e Consorzio Vigilanza Boschiva della Valle dei Laghi Due tassi, un maschio e

Dettagli

CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA

CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA Esercizi di fisioterapia Il tratto cervicale è la prima parte della colonna vertebrale. Quando si parla di cervicalgia si intende un dolore a livello del collo che

Dettagli

COPERTINA PER NEONATO CON GATTINI

COPERTINA PER NEONATO CON GATTINI COPERTINA PER NEONATO CON GATTINI Le misure fornite sono per una copertina da culla, le cui dimensioni sono 60 x 74 cm. Materiali: - un pezzo di stoffa azzurra di circa 50 x 60 cm (base del pannello centrale)

Dettagli

French Tip Overlay Bianco Regole, istruzioni per i giudici e criteri 1

French Tip Overlay Bianco Regole, istruzioni per i giudici e criteri 1 Regole, istruzioni per i giudici e criteri 1 Regole della competizione 3 ore per completare 2 mani. Queste sono unghie da competizione quadrate tradizionali con tip (bianche) French. Alle unghie devono

Dettagli

SCHEDA TECNICA PER IL MONTAGGIO DELLE COPERTURE LA COPERTURA TOSCANA.

SCHEDA TECNICA PER IL MONTAGGIO DELLE COPERTURE LA COPERTURA TOSCANA. SCHEDA TECNICA PER IL MONTAGGIO DELLE COPERTURE LA COPERTURA TOSCANA. La COPERTURATOSCANA, prodotta da COTTOREF, è composta da tre articoli fondamentali: tegole, coppi e colmi, oltre ad una serie di pezzi

Dettagli

Riscaldamento/Rilassamento

Riscaldamento/Rilassamento Riscaldamento/Rilassamento Eseguite ciascuno dei movimenti almeno quattro volte da ogni lato in maniera lenta e controllata. Non trattenete il respiro. 1) Testa Sollevate e abbassate la testa. Fissate

Dettagli

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer Più tonica e soda Hai sempre guardato con sospetto i classici pesini, pensando che non facessero per te? Dai un occhiata a queste foto e scoprirai tanti esercizi semplici in grado di scolpirti dalla testa

Dettagli

Il Setter Inglese Standard morfologico

Il Setter Inglese Standard morfologico Il Setter Inglese Standard morfologico Utilizzazione: Cane da caccia e compagnia. Classificazione: Gruppo 7 cani da ferma Sezione 2 cani da ferma Britannici. Soggetti a prova di lavoro. Testa Dolicocefala:

Dettagli

Ginnastica preparatoria

Ginnastica preparatoria Ginnastica preparatoria Le attività di una ginnastica per attività sportiva sono essenzialmente 4: Riscaldamento muscolare allungamento dei muscoli tonificazione (potenziamento ) muscolare minimo allenamento

Dettagli

Zoognostica. (scienza applicata) Conoscere e valutare i caratteri: -morfologici - fisiologici -patologici. v i. esteriori FENOTIPO

Zoognostica. (scienza applicata) Conoscere e valutare i caratteri: -morfologici - fisiologici -patologici. v i. esteriori FENOTIPO Zoognostica (scienza applicata) Conoscere e valutare i caratteri: -morfologici - fisiologici -patologici esteriori v i FENOTIPO Valutazione morfo-funzionale del cane CINOGNOSTICA Cino=cane Gnostica=conoscenza

Dettagli

Corso avanzato di massaggio antistress

Corso avanzato di massaggio antistress Corso avanzato di massaggio antistress Massaggio parte anteriore del corpo, delle mani e del viso 21 novembre 2009 www.cmosteopatica.it Massaggio parte anteriore, Pagina 1 Massaggio parte anteriore Il

Dettagli

I marsupiali IL CANGURO

I marsupiali IL CANGURO I marsupiali I marsupiali devono il loro nome alla tasca marsupiale che è presente nelle femmine. Questa "tasca" serve a contenere i piccoli, che sono partoriti poco sviluppati e finiscono il loro sviluppo

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

PAESE D ORIGINE GERMANIA GRUPPO 4 - BASSOTTI

PAESE D ORIGINE GERMANIA GRUPPO 4 - BASSOTTI PAESE D ORIGINE GERMANIA GRUPPO 4 - BASSOTTI Questa razza comprende tre varieta : Standard, Nano e Kaninchen. Ogni varieta comporta tre tipi di pelo: pelo raso, pelo lungo, pelo duro. L'origine del Bassotto

Dettagli

NOVITÀ. Omologato fino a 20 kg BREVI POD. L unico marsupio che pensa anche alla tua schiena.

NOVITÀ. Omologato fino a 20 kg BREVI POD. L unico marsupio che pensa anche alla tua schiena. NOVITÀ. Omologato fino a 20 kg BREVI POD L unico marsupio che pensa anche alla tua schiena. 2 Il MODO PIÙ NATURALE PER PORTARE TUO FIGLIO. Anthony Buysse, Product designer Quando portiamo in braccio un

Dettagli

AIRONE BIANCO MAGGIORE 90x150 cm. - Migratore, svernante. AIRONE CENERINO 95x185 cm. - Migratore, svernante, nidificante.

AIRONE BIANCO MAGGIORE 90x150 cm. - Migratore, svernante. AIRONE CENERINO 95x185 cm. - Migratore, svernante, nidificante. AIRONE BIANCOMAGGIORE 90x150 cm. - Migratore, svernante. Più grande degli altri ardeidi bianchi (dimensioni del cenerino) ha un caratteristico sopracciglio verdastro AIRONE CENERINO 95x185 cm. - Migratore,

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE : 18.08.1965

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE : 18.08.1965 FCI standard N 142 / 04.06.1996 SLOVENSKY CUVAC ORIGINE: Repubblica Slovacca DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE : 18.08.1965 UTILIZZAZIONE: deriva dal suo abituale impiego, fin dai

Dettagli

Test per gli arti superiori

Test per gli arti superiori Test per gli arti superiori TF 1 Lancio della palla medica È uno dei più classici e semplici test per la forza, che si fa lanciando palle di vario peso. Chi è più alto è favorito perché ha leve più lunghe

Dettagli

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley Giochi tradizionali adatti alla pallavolo ASINO Si può giocare in un numero imprecisato di bambini che si mettono in cerchio; si tira la palla a colui che lo precede e così via. Quando si sbaglia (la palla

Dettagli

PROTOCOLLO Rebalancing Chakra System PERCORSO TRATTAMENTO CLIENTI

PROTOCOLLO Rebalancing Chakra System PERCORSO TRATTAMENTO CLIENTI PROTOCOLLO Rebalancing Chakra System PERCORSO TRATTAMENTO CLIENTI Primo incontro: Indagine conoscitiva su condizioni psicofisiche cliente. Compilazione scheda personale ed esecuzione Chakra Test. Massaggio

Dettagli

RELAZIONE INTERVENTO CROCE ROSSA ITALIANA

RELAZIONE INTERVENTO CROCE ROSSA ITALIANA Giulia Poggi 1 A RELAZIONE INTERVENTO CROCE ROSSA ITALIANA La Croce Rossa è un associazione internazionale fondata a Ginevra (Svizzera) nel 1864 da Henry Dunant. Nel 1859 durante la battaglia di Solferino

Dettagli

Claudia Porta. Come realizzare una. Bambola Waldorf. Cartamodello e istruzioni per bambola, maglia, pantaloni e pannolino

Claudia Porta. Come realizzare una. Bambola Waldorf. Cartamodello e istruzioni per bambola, maglia, pantaloni e pannolino Claudia Porta Come realizzare una Bambola Waldorf Cartamodello e istruzioni per bambola, maglia, pantaloni e pannolino 1 2 3 Le bambole Waldorf sono bambole di stoffa morbide e semplici, realizzate a mano

Dettagli

Norme Tecniche del Disciplinare del Libro Genealogico del Gatto di Razza

Norme Tecniche del Disciplinare del Libro Genealogico del Gatto di Razza Norme Tecniche del Disciplinare del Libro Genealogico del Gatto di Razza Allegato A Standard di razza Volume I Parte Generale In accordo con la edizione 01.01.2014 de FIFe-Standard : General Part INDICE

Dettagli

ALLEGATO 7 PSR SICILIA 2014/2020 SCHEDE DESCRITTIVE DELLE RAZZE ANIMALI IN VIA DI ESTINZIONE

ALLEGATO 7 PSR SICILIA 2014/2020 SCHEDE DESCRITTIVE DELLE RAZZE ANIMALI IN VIA DI ESTINZIONE ALLEGATO 7 PSR SICILIA 2014/2020 SCHEDE DESCRITTIVE DELLE RAZZE ANIMALI IN VIA DI ESTINZIONE Palermo, Luglio 2014 SCHEDE DESCRITTIVE DELLE RAZZE ANIMALI IN VIA DI ESTINZIONE Studi CE sulle piccole razze

Dettagli

3^ settimana dall'ultima mestruazione (U.M.) Fecondazione dell'ovocita, formazione dell'embrione e suo impianto in cavità uterina.

3^ settimana dall'ultima mestruazione (U.M.) Fecondazione dell'ovocita, formazione dell'embrione e suo impianto in cavità uterina. LO SVILUPPO FETALE DI SETTIMANA IN SETTIMANA Testo del dr. Massimiliano Monti (La Spezia) www.ginecolink.net Lo sviluppo fetale è un meraviglioso processo che, con tappe precise e finemente regolate, porta

Dettagli

Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico. Di Marco Donatiello

Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico. Di Marco Donatiello Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico Di Marco Donatiello Principi base dei ritratto Ritratto: Il termine si riferisce propriamente ad un'opera pittorica o ad un disegno, anche se per estensione

Dettagli

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley I giochi tradizionali adatti alla pallavolo e Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley ricerca e composizione di: Rosario Ravalli docente regionale allenatori FIPAV Foggia Questo piccolo

Dettagli

Ordinanza dell USAV sulla protezione degli animali nell allevamento

Ordinanza dell USAV sulla protezione degli animali nell allevamento Ordinanza dell USAV sulla protezione degli animali nell allevamento 455.102.4 del 4 dicembre 2014 (Stato 1 gennaio 2015) L Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV), visto l articolo

Dettagli

UN MODELLO PER L OSSERVAZIONE E LA DESCRIZIONE A CURA DELL EQUIPE TUTORIALE

UN MODELLO PER L OSSERVAZIONE E LA DESCRIZIONE A CURA DELL EQUIPE TUTORIALE UN MODELLO PER L OSSERVAZIONE E LA DESCRIZIONE A CURA DELL EQUIPE TUTORIALE L OSSERVAZIONE NON È MAI BANALE L OSSERVAZIONE PUÒ ESSERE: spontanea o mirata/sistemica globale o analitica volta a cogliere

Dettagli

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA PETTORALI PANCA PIANA APERTURE PANCA 30 SPALLE LENTO AVANTI ALZATE LATERALI ALZATE 90 GAMBE SQUAT AFFONDI

Dettagli

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Specifico per il tiro con la pistola ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Capitolo 5 Associazione e mappatura genetica negli eucarioti

Capitolo 5 Associazione e mappatura genetica negli eucarioti Capitolo 5 Associazione e mappatura genetica negli eucarioti 5.1 Il gene recessivo sh ( shrunken ) produce nel seme del granturco un endosperma raggrinzito; il suo allele dominante sh + produce, invece,

Dettagli

GENI LETALI E SUBLETALI

GENI LETALI E SUBLETALI GENI LETALI E SUBLETALI Si definiscono geni letali quelli che provocano la morte della progenie soprattutto nei primi stadi di vita. Invece i geni subvitali sono quelli che determinano la comparsa di anomalie

Dettagli

DISCIPLINARE DEL LIBRO GENEALOGICO DELLE RAZZE BOVINE CHAROLAISE E LIMOUSINE. Art.1

DISCIPLINARE DEL LIBRO GENEALOGICO DELLE RAZZE BOVINE CHAROLAISE E LIMOUSINE. Art.1 DISCIPLINARE DEL LIBRO GENEALOGICO DELLE RAZZE BOVINE CHAROLAISE E LIMOUSINE Art.1 1. Ai sensi dell articolo 3 della Legge 15 gennaio 1991 n. 30 sulla disciplina della riproduzione animale, il libro Genealogico

Dettagli

Accessori automotive per misure elettriche

Accessori automotive per misure elettriche Accessori automotive per misure elettriche ADK Automotive Diagnose Kit Set di misura per elettrauto Articolo-Nr. 129393 Questo particolare set di puntali di misura, é stato sviluppato per rispondere alle

Dettagli

CARRELLO ITALIANO Il carrello sterzante detto Italiano è nato a seguito di una esigenza prettamente italiana dovuta alla situazione in cui versavano le linee ferroviarie agli inizi del 1900. I tracciati

Dettagli

Genetica del colore del mantello nel cavallo

Genetica del colore del mantello nel cavallo Genetica del colore del mantello nel cavallo Corso di laurea in Scienze e Tecniche Equine MIGLIORAMENTO GENETICO ED ETNOLOGIA DEGLI EQUINI A.Sabbioni. Anno Accademico 2007-08 1 Principali geni per il colore

Dettagli

Liuteria Tools. Attrezzature e forniture per liutai

Liuteria Tools. Attrezzature e forniture per liutai Liuteria Tools Attrezzature e forniture per liutai Catalogo 2009 Piega fasce Piegafasce digitale, con la possibilità di selezionare i gradi desiderati. Solido corpo largo per una presa sicura con i morsetti.

Dettagli

INC - GENNAIO 2007 Border Collie oggi: l'articolo di Karen Dalglish Nel 1975 fu avanzata richiesta al Kennel Club affinché i Border Collie fossero

INC - GENNAIO 2007 Border Collie oggi: l'articolo di Karen Dalglish Nel 1975 fu avanzata richiesta al Kennel Club affinché i Border Collie fossero INC - GENNAIO 2007 Border Collie oggi: l'articolo di Karen Dalglish Nel 1975 fu avanzata richiesta al Kennel Club affinché i Border Collie fossero riconosciuti ufficialmente come una razza canina. Tale

Dettagli

1. COLOMBO ASCOLANO. AREA DI ORIGINE: Italia Centrale, Emilia Romagna e Campania.

1. COLOMBO ASCOLANO. AREA DI ORIGINE: Italia Centrale, Emilia Romagna e Campania. 1. COLOMBO ASCOLANO AREA DI ORIGINE: Italia Centrale, Emilia Romagna e Campania. TIPO E CONFORMAZIONE: razza di taglia molto grande, con petto ampio, corpo di media lunghezza, portamento inclinato verso

Dettagli