Dopo un anno di lavoro le vacanze

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dopo un anno di lavoro le vacanze"

Transcript

1 Periodico di informazione e attualità Anno VI - n luglio 2009 Arrivederci al Meeting Il modo migliore di augurarsi buone vacanze Dopo un anno di lavoro le vacanze sono in dirittura di arrivo. Aspettate, spesso sospirate, possono essere un momento in cui respirare. Un aiuto a non farsi trascinare in questo periodo nella dimenticanza di tutto e di tutti è indubbiamente l appuntamento del Meeting, che si svolgerà dal 23 al 29 agosto alla Fiera nuova di Rimini. «La conoscenza è sempre un avvenimento»: questo il tema che darà il titolo alla trentesima edizione. Lungi dal voler proporre un inaccessibile discorso per addetti ai lavori, sarà a tema innanzitutto l uomo e il suo rapporto con il mondo. In un clima generale di preoccupante incertezza e diffusa sfiducia verso il futuro, il Meeting vuole riporre al centro del dibattito la dinamica attraverso cui l uomo conosce il reale e si domanda cosa sia la conoscenza. Un interpretazione arbitraria, una costruzione del soggetto? Esiste solo la conoscenza scientifica? Oppure la conoscenza è «un incontro tra una energia umana e una presenza» e dunque sempre un avvenimento, che accade in modalità e figure diverse tra loro e comporta costitutivamente un elemento irriducibile di alterità? Gli appuntamenti del Meeting saranno l occasione per approfondire il tema e anche per incontrare testimoni per i quali la vita continua ad essere l avventura di una conoscenza sempre nuova proprio perchè avvenimento. Come ogni anno il programma è ricco di temi interessanti: l Africa coi suoi conflitti dimenticati, testimonianze di opere e racconti dai vari continenti, la crisi e le nuove povertà, l enciclica Caritas in Veritate, il federalismo fiscale, il rapporto fra le diverse religioni, il futuro del welfare, la riforma della giustizia, il rapporto fra esperienza elementare e diritto naturale e l appuntamento dell Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà. Fra gli ospiti della XXX edizione figurano il Presidente del Senato Renato Schifani, presidenti e primi ministeri esteri attuali (Kenya, Sierra Leone ed Etiopia) e passati (Tony Blair), imprenditori italiani e stranieri, intellettuali (fra cui Giampaolo Pansa, Rémi Brague, Mary Ann Glendon, Joseph H.H.Weiler), numerosi politici (fra i quali i ministri Franco Frattini, Maurizio Sacconi e Giulio Tremonti, ed esponenti dell opposizione come Enrico Letta e Vannino Chiti), amici del popolo del Meeting come i coniugi Cleuza e Marcos Zerbini e don Juliàn Carròn. Sul sito è possibile prendere visione del programma completo aggiornato in tempo reale, mentre in fondo alla newsletter ci sarà la segnalazione di alcuni fra incontri e mostre della settimana riminese. Anche CDO Opere Sociali sarà presente con uno spazio all interno dell area istituzionale di CDO (padiglione C1): luogo dove venire a contatto con le opere associate che saranno a Rimini nella settimana e possibilità per ascoltare iniziative ed esigenze, e soprattutto occasione per presentare le opportunità che CDO Opere Sociali offre. In particolare verranno presentate le iniziative formative per i soci realizzate insieme alla Fondazione per la Sussidiarietà, l edizione 2009/2010 della Scuola per Opere di Carità e la novità della Scuola di Impresa Sociale. Arrivederci a Rimini quindi, e buone vacanze. IN CORSO D OPERA MILANO Un Museo da ascoltare. Percorsi al Museo degli Strumenti Musicali del Castello Sforzesco di Milano, ascolti dal vivo ed ingresso gratuito. Venerdì 17 luglio e 24 luglio alle ore ed alle Le visite saranno effettuate per gruppi di massimo 30 persone, con priorità a chi avrà prenotato telefonicamente. La durata del percorso sarà di 45 minuti e il ritrovo presso la Torre del Filerete. INFO E PRENOTAZIONI: Centro Studi Arcipelago Musica Tel Quarto incontro per il workshop sul tavolo minori e famiglia del Facility Manager: La carta dei servizi delle realtà sociali per i minori. Lunedì 20 luglio dalle ore alle presso la sede di CDO Opere Sociali in via M.Macchi 54 (MI). Il programma verterà sulla necessità e le opportunità della carta dei servizi e sul processo di costruzione e di realizzazione della carta dei servizi. Interverrà Domenico Pietrantonio, Presidente Cooperativa Solidarietà e Servizi di Busto Arsizio. INFO e ISCRIZIONI: COMO Riccardo Muti ama la Cometa: il 5 novembre 2009 alle ore 20.30, al Teatro Sociale di Como, sarà in scena una prova generale in forma di concerto di Don Pasquale, dramma buffo in tre atti di Gaetano Donizetti, diretto per l occasione dal Maestro R.Muti. Il ricavato della serata sarà interamente utilizzato per completare la mensa e la cucina di Cometa. I biglietti, da 70 a 25 euro a cui è possibile aggiungere liberamente ulteriori importi, sono in vendita da sabato 13 giugno presso la biglietteria del Teatro Sociale e online sul sito del teatro: INFO: Julia Arneri Borghese Ufficio Comunicazione Cometa Tel:

2 Cooperativa Sociale L Arca 1 di Monte San Savino (Arezzo) IMPRESE DAL VIVO 2 Una scommessa nel settore socio-sanitario vinta da oltre 20 anni Parlare della Cooperativa L Arca 1 è come rivedere la storia di oltre 20 anni di un lavoro tra amici che, ad oggi, lavorano ancora insieme in questa realtà, nonostante le fatiche e la non più giovane età di alcuni di loro. La cooperativa, costituita nel mese di luglio del 1987, è nata da quell esperienza iniziale che è stata per molti: l associazione Arca, l esperienza di vita di CL dentro il carisma di don Giussani e quella con don Severino, che già operava da alcuni anni come volontariato di sostegno a ragazzi con handicap. L idea di costituire una Cooperativa Sociale è stata voluta per sostenere e accrescere l esperienza dell associazione stessa, sostenuta solo attraverso donazioni, con uno strumento commerciale e giuridico più attinente e capace di partecipare a gare di appalto pubbliche nel settore socio-sanitario; la Regione Toscana aveva infatti iniziato da alcuni anni ad esternalizzare alcune attività all interno di questo settore, afferma Fabio Valocchia, Presidente de L Arca 1. Alcuni di noi, me compreso, lavoravano già nel settore dei pubblici appalti (pulizie e sanificazioni) e c era anche chi aveva un proprio studio commerciale prosegue Valocchia pertanto è stato abbastanza naturale e conveniente anche per noi, iniziare questa nuova avventura imprenditoriale, che poi nel tempo avrebbe portato i suoi frutti. Per la cooperativa L Arca 1 aggiudicarsi i primi appalti non è stato facile, poiché oltre alle limitate conoscenze nel settore specifico di progettazione di servizi socio-sanitari, in quel periodo questo settore era monopolizzato da alcune grosse realtà cooperative, realtà con cui oggi L Arca 1 collabora fattivamente. Con il tempo è nata anche con l amministrazione pubblica una reale stima e attiva collaborazione. Ovviamente in tutti questi anni è radicalmente cambiato il Welfare sociale aumentando la quantità ma soprattutto la qualità generale dei servizi. Aggiunge Valocchia: All inizio eravamo meri prestatori d opera dell ente pubblico, adesso collaboriamo, progettiamo e realizziamo con loro servizi socio-sanitari ed educativi. Devo dire con onestà che lavorare con l ente pubblico in questi termini è davvero soddisfacente poiché contrariamente a come si può pensare, siamo assolutamente liberi nella gestione e nel metodo educativo che portiamo avanti senza condizionamenti. Questo rapporto, la crescita del fatturato, con conseguente maturazione professionale, ha portato L Arca 1 ad investire insieme al Consorzio Comars in attività proprie, con un rischio imprenditoriale maggiore, da cui sono nate due attività: il Centro Minori San Martino ad Arezzo e la Struttura residenziale Psichiatrica Villanova a Perugia. ATTUALITÀ La scuola (non) va in vacanza La cooperativa L Arca 1 occupa alle proprie dipendenze 150 addetti nel settore socio-sanitario ed educativo; attualmente svolge la propria attività, in prevalenza attraverso il Consorzio Sociale Comars, nei seguenti servizi: progettazione e realizzazione di studi di fattibilità inerente ai servizi socio-assistenziali ed educativi; gestione privata di una propria struttura per 14 malati psichiatrici a Villanova (Pg) convenzionata con la USL 3 Perugia; centro diurno Handicap a Monte San Savino; gestione privata di un proprio centro residenziale educativo per n.12 minori in difficoltà denominata San Martino ; gestione in concessione di una struttura residenziale di 25 posti letto per anziani a Monte San Savino; gestione in convenzione con gli enti appaltanti di RR.SS.AA. per anziani autosufficienti e non; assistenza domiciliare ad anziani, minori e soggetti con handicap; gestione di servizi educativi a portatori di handicap, minori e soggetti psichiatrici; servizi educativi nel settore della 1 infanzia ed extrascolastici. Cooperativa Sociale L Arca 1 Sede Legale: Via Fiorenzuola, 16 - Monte San Savino (AR) Sede amministrativa: Via Andrea Sansovino, 28 Monte San Savino (AR) Tel 0575/ fax 0575/ sito web: Non è raro che le circolari più rivoluzionarie siano emanate nel mese in cui tutti gli istituiti scolastici sono chiusi. Così come i docenti, precari o trasferiti, rimangano in attesa della loro destinazione, proprio ad agosto. La scuola quindi non chiude mai. Si prepara, un po sorniona, al prossimo anno scolastico. Una scuola che parla al futuro, manifesto che indica alcuni punti irrinunciabili per un miglioramento dell offerta formativa la quale permetta di rispondere alla forte domanda di apprendimento, è il documento che consente di non essere colti impreparati e che può rappresentare un buon punto di partenza per chi è impegnato in questo ambito educativo. Proponiamo alcuni passaggi dell introduzione di Bernhard Scholz, Presidente della Compagnia delle Opere e rimandiamo al resto dell introduzione stessa e del documento che può essere scaricato dal sito Oggi, sempre di più, i giovani chiedono di ricevere dalla scuola non solo nozioni, ma anche, e soprattutto, orientamenti, insegnamenti fondamentali, criteri per interpretare l esistenza e il delicato passaggio al mondo del lavoro. Nella misura in cui la scuola offre opportunità di contatto con la cultura di cui si sostanzia la vita del popolo e della comunità essa assolve il suo compito; quando invece se ne allontana e diviene preda di una didattica stanca e rituale essa finisce, a causa degli scarsi risultati, sul banco degli imputati. Il passaggio ad un sistema pubblico di istruzione meno ingessato e quindi più libero, autenticamente paritario e capace di offrire percorsi personalizzati, è una necessità. Lo scopo del manifesto è rendere il tema del futuro della scuola di dominio pubblico. Di più: è richiamare l attenzione di tutti coloro cui sta a cuore il cammino della conoscenza dei nostri giovani, affinché si ricrei attorno ad alcuni, pochi, punti fondamentali una riflessione e un consenso attivi e operosi. [ ]

3 L APPROFONDIMENTO Bilancio Sociale 2008: l esperienza prima di tutto Per documentare il raggiunto perseguimento delle proprie finalità sociali, favorendo da un lato la trasparenza dell agire associativo, dall altro la partecipazione dei soci alle attività svolte, CDO Opere Sociali pubblica dal 2003 il Bilancio Sociale. In sei anni di attività di rendicontazione, l Associazione ha progressivamente migliorato la redazione del documento fino a renderlo lo strumento di comunicazione che meglio di ogni altro permette di fotografare l impatto sociale ed economico delle proprie attività e di evidenziare al tempo stesso i risultati ottenuti, in relazione agli impegni assunti e agli effetti prodotti sui diversi portatori di interesse. Tuttavia, con l edizione 2008, CDO Opere Sociali ha inteso fare un ulteriore passo avanti. Proseguendo nel tentativo, intrapreso l anno precedente, di intercettare più da vicino le attese e le richieste degli stakeholder, l Associazione si è spinta in una nuova direzione: dare voce, per la prima volta, sia alle opere associate coinvolte direttamente nei progetti, sia alle persone a cui erano indirizzati. Attraverso la modalità dell intervista, CDO Opere Sociali è così riuscita a esprimere in termini qualitativi tutta la ricchezza esperienziale del proprio operato, talmente concreta da essere difficile da rendicontare in maniera meramente numerica. Un approccio innovativo descrivere l esperienza che ha finito per dettare anche la modalità di presentazione dei progetti e dei servizi messi in campo nel corso del Per ognuno di essi si è infatti esplicitato per la prima volta il bisogno da cui è scaturito, la risposta che ha cercato di darvi CDO Opere Sociali, la modalità operativa utilizzata e il valore aggiunto apportato. Come a dire che, nel rendicontare un anno di attività, non si è partiti da una propria attribuzione di valore ma dal riconoscimento dell esistente: un bisogno che emerge, una criticità che deve essere affrontata, una risposta che va ulteriormente migliorata. A tutti buona lettura! Il Bilancio Sociale 2008 sarà scaricabile dal sito tra una settimana, con la possibilità di compilare on-line il questionario di gradimento. Periodico di informazione e attualità a cura di CDO Opere Sociali Redazione: Via Mauro Macchi, Milano Tel Mail: SCAFFALE Partecipazione sociale e apprendimento di Valentina Mazzoni - Qui Edit L autrice compie una ricerca che prende avvio da un particolare e originario angolo di visuale: nella nostra società, accanto alle agenzie educative tradizionali, vi sono una serie di altri protagonisti della cosiddetta educazione non formale e informale. Si tratta per esempio di coloro che lavorano nell ambito del Terzo Settore e in particolare delle associazioni di promozione sociale. I pedagogisti se ne sono interessati recentemente e si sono resi conto della consistenza del fenomeno legato a questi nuovi spazi di apprendimento dette anche comunità di pratica. Quali i tratti del fenomeno? Le modalità relazionali presenti all interno delle associazioni sono quindi caratteristiche originarie della pratica delle associazioni, così come la crescita verso una maggiore professionalità rappresenta un importante sfida rispetto la dimensione del senso perseguita al loro interno. BANDI La Fondazione Telecom Italia ha pubblicato un bando di finanziamento per progetti di inserimento lavorativo di persone non occupate, emarginate e svantaggiate, comunque prive delle normali reti di assistenza sociale. La durata di ogni progetto sarà compresa fra 18 e 24 mesi. Ogni singolo progetto potrà ricevere un contributo economico non superiore a euro, destinato a coprire fino a un massimo dell 80% dei costi sostenuti. FTI prenderà in esame unicamente le richieste presentate da soggetti non profit, che abbiano fra le proprie finalità statutarie l inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati e garantiscano provate competenze ed esperienze. Il termine di presentazione delle domande è il 16 settembre Informazioni: o tel

4 4 Il fund raising e l impensabile L esperienza del tavolo di Bolzano È da tempo che il dialogo con molti soci ha suggerito a CDO Opere Sociali di promuovere e intensificare le attività formative sul fronte del fund raising. L organizzazione e i contenuti dei corsi sono concordati con collaboratori esterni, la modalità di svolgimento è fortemente caratterizzata dallo stile della CDO: un numero di enti associati che seguono un percorso comune e cercano di progettare concretamente e insieme un evento di raccolta fondi. Si tratta quindi di un iniziativa che CDO promuove, contattando le realtà sul territorio italiano, e che segue direttamente in tutto il suo svolgimento. L ultima esperienza di questo tipo, in ordine di tempo, si è realizzata a Bolzano. A Marco Guerra, Direttore Generale dell Associazione Promosolida - Punto Liberatutti O.n.l.u.s., che ne ha voluto fortemente la realizzazione, poniamo alcune domande. Partiamo dal bilancio di questa iniziativa Oltre ogni previsione. Nel primo incontro uno dei partecipanti al tavolo ha rivolto al nostro docente questa domanda: Ma perché devo mettermi in rete con altri soggetti? Mi sembra controproducente. Ciascuno tenderebbe a tenere per sé le opportunità per l attività di fund raising, quando però una persona riconosce la verità che si impone, mettendo in discussione ciò che pensa, accadono fatti impensabili. Così, dopo due lezioni, la stessa persona presentando al proprio Consiglio direttivo il lavoro in atto, spiega ai suoi consiglieri l importanza fondamentale della rete, quindi della CDO, e si gioca nel tavolo in maniera totalmente diversa. Nascono così fin da subito collaborazioni a 360 gradi: il Centro Culturale Romano Guardini di Bolzano propone un incontro pubblico dal titolo: La certezza della nostra speranza - Iconografia mariana nei masi dell Alto Adige tratte dal libro di Natalia Giatti, intervallato dal concerto Mariano dell associazione corale Non Nobis Domine di Merano. Il ricavato della vendita dei libri sarà destinato all Associazione Promosolida Punto Liberatutti Onlus di Bolzano che accompagna ragazzi in situazione di disagio minorile. È solo l inizio di un gruppo di persone che a partire dall opera a cui partecipano, hanno deciso di investire in un lavoro comune e di proseguire anche dopo la fine del corso, mettendo a tema tutto: contenuti, attività, calendari Qual è la natura del corso e delle opere che vi hanno partecipato? Al corso hanno partecipato associazioni che svolgono attività di centri giovanili, centri culturali, sostegno e formazione della funzione genitoriale anche nell ambito scolastico, servizi di accompagnamento di minori in situazioni di disagio minorile, servizi di catalogazione/ formazione catalogatori/ promozione della lettura, Diesse di Bolzano e AVSI Alto Adige. La cosa che più ci ha impressionato e su cui abbiamo lavorato è la cosiddetta mission dell opera. Proprio su questo prima passaggio fondamentale, ci siamo accorti che davamo per scontato e già condiviso ciò che non lo era; definire con chiarezza la mission è importante nel cercare di rispondere al bisogno che abbiamo incontrato, nel coinvolgere altri e raccontare quello che facciamo. Perché è così importante il fund raising e quando è efficace? Perché è innanzitutto la possibilità di incidere culturalmente. Cosa c è di più importante che incontrare l imprenditore, l amministratore, il funzionario, e che ciascuno possa sposare la causa dell opera? Che cosa può nascere da un fatto così? Magari economicamente può non cambiare nulla, perché non ci sono fondi, ma ogni incontro può essere utile per soddisfare altre necessità: volontari, materiali, rapporti che mi introducano ad altri rapporti. Quello che però mi impressiona è che sempre più spesso le persone che incontriamo avvertono che in fondo il bisogno che muove me è lo stesso che muove loro in ciò che fanno. Proprio questo fa nascere l impensabile. L attività di fund raising è quindi è un iniziativa personale, non può essere delegata a terzi; in secondo luogo nasce dentro l opera ed è Elenco delle ONP del tavolo di Bolzano: Associazione Servizi Bibliotecari Onlus Associazione AVSI Alto Adige Centro Culturale Romano Guardini Punto d incontro per giovani Cilla Diesse didattica e innovazione scolastica Gruppo Giovanile il Melograno Associazione Genitori presenti Associazione Promosolida - Punto Liberatutti Onlus continuamente sollecitata, nella strada da percorrere e nelle modalità, dall opera stessa. Quali sono gli aspetti più innovativi emersi? Ciò che raccontano gli amici terremotati dell Abruzzo quando uno è solo fa per uno, quando uno è insieme fa per cinque ; molti fra noi lo sapevamo già, ma solo intellettualmente. Abbiamo cominciato a fidarci ed ora stiamo cominciando a capire quanto è vero e quanto sostiene tutto. Non perché l unione fa la forza, ma perché si impone l imprevedibile. A volte la raccolta fondi si limita ad azioni improvvisate, oppure ad investimenti, in termini soprattutto di risorse umane, scriteriati (con forti aspettative). Come evitare questi estremi? Posso dire solo quello che ho fatto io: ho chiesto di esser aiutato da uno che già lo faceva. Mi hanno mandato Antonio e Danila e loro mi hanno raccontato come facevano. Ho provato ad ipotizzare un mio piano di fund raising, l ho presentato ai docenti ed agli amici del tavolo i quali mi hanno corretto. Ora provo ad applicarlo. Compagnia delle opere Opere sociali è una grande risorsa per noi, ma come sempre occorre qualcuno disposto ad andare fino in fondo alla propria domanda.

5 5 MEETING 2009 Dal programma degli incontri Domenica 23 Agosto h LAVORO: OPPORTUNITÀ O CONDANNA? Partecipano: Simona Beretta, Docente di Politiche Economiche Internazionali all Università Cattolica Sacro Cuore di Milano; Mara Carfagna, Ministro per le Pari Opportunità; Ivan Guizzardi, Segretario Generale FeLSA-CISL; Lorenza Violini, Docente di Diritto Costituzionale all Università degli Studi di Milano. Introduce Dario Odifreddi, Responsabile Dipartimento Lavoro e Formazione della Fondazione per la Sussidiarietà. h AFRICA: CONFLITTI DIMENTICATI Partecipa: Franco Frattini, Ministro degli Affari Esteri Italiano. Sono stati invitati: Mwai Kibaki, Presidente della Repubblica del Kenya; Ernest Bai Koroma, Presidente della Repubblica della Sierra Leone; Meles Zenawi, Primo Ministro della Repubblica Federale Democratica d Etiopia. Introduce Roberto Fontolan, Direttore Centro Internazionale di Comunione e Liberazione. In occasione dell incontro intervento di saluto di Antonella Mularoni, Segretario di Stato per gli Affari Esteri della Repubblica di San Marino. Il programma completo e costantemente aggiornato della XXX edizione del Meeting per l amicizia fra i popoli è consultabile sul sito h CRISI GLOBALE: LE RISPOSTE DEL NON PROFIT Sono stati invitati: Salvo Andò, Rettore della Libera Università Kore di Enna; Giulio Boscagli, Assessore alla Famiglia e Solidarietà Sociale della Regione Lombardia; Giorgio Fiorentini, Direttore del Master in Management delle aziende cooperative e imprese sociali non profit all Università Bocconi di Milano; Carlo Fratta Pasini, Presidente Banco Popolare; Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà. Introducono Damiano Zazzeron, Responsabile Portale nonprofitonline.it e Gianfranco Fabi, Direttore Radio 24. Lunedì 24 Agosto h LO SVILUPPO NASCE DALL IO Partecipano: Giuseppe Folloni, Docente di Economia all Università degli Studi di Trento e Direttore Scientifico Dipartimento Sviluppo e Cooperazione Internazionale Fondazione per la Sussidiarietà; Cleuza Ramos, Responsabile dell Associazione Trabalhadores Sem Terra di San Paolo, Brasile; Marcos Zerbini, Deputato al Parlamento dello Stato di San Paolo, Brasile. Introduce Alberto Piatti, Segretario Generale Fondazione AVSI. In occasione dell incontro intervento di saluto di Elisabetta Belloni, Direttore Generale Cooperazione e Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri. h ENZO. Un avventura di amicizia Presentazione del libro di Emilio Bonicelli, Giornalista (Ed. Marietti 1820). Sono stati invitati: l Autore; Giuliano Barbolini, Senatore della Repubblica Italiana. Introduce Giancarlo Cesana, Docente di Igiene all Università degli Studi di Milano Bicocca. h LA CONOSCENZA È SEMPRE UN AVVENIMENTO Partecipa Carmine Di Martino, Docente di Gnoseologia all Università degli Studi di Milano. Introduce Giancarlo Cesana, Docente di Igiene all Università degli Studi di Milano Bicocca.

6 Martedì 25 Agosto 6 h DON GIUSSANI. La sua esperienza del mondo, dell uomo, di Dio Presentazione del libro di Massimo Camisasca, (Ed. San Paolo). Partecipano: l Autore, Superiore Generale Fraternità Sacerdotale dei Missionari di San Carlo Borromeo; Aldo Cazzullo, Giornalista e Scrittore; Mauro Mazza, Direttore RAI 1. Introduce Alberto Savorana, Portavoce di Comunione e Liberazione. h IL FUTURO DEL WELFARE Partecipano: Vannino Chiti, Vice Presidente del Senato; Maurizio Sacconi, Ministro del Welfare; Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà. Introduce Edoardo Segantini, Inviato de Il Corriere della Sera. h AIDS, UN PROBLEMA CULTURALE Partecipano: Rose Busingye, Responsabile Meeting Point di Kampala; Filippo Ciantia, Medico e Responsabile AVSI della Regione dei Grandi Laghi; Edward Green, Direttore dell AIDS Prevention Research Project della Harvard School of Public Health and Center for Population and Development Studies. Introduce Marco Bregni, Presidente Associazione Medicina e Persona. h AVVENIMENTO E RAGIONE IN SAN PAOLO Partecipa Julián Carrón, Presidente Fraternità di Comunione e Liberazione. Introduce Emilia Guarnieri, Presidente Fondazione Meeting per l amicizia fra i popoli. Mercoledì 26 Agosto h LAVORARE NEL TEMPO DELLA CRISI. LAVORARE NEL NON PROFIT UN CAFFÈ CON Monica Poletto, Presidente CdO Opere Sociali. Introduce Francesco Liuzzi, Docente Scuola di Impresa della Fondazione per la Sussidiarietà. h ASSISTENZA IN ITALIA. ACCESSIBILITÀ ALLE CURE Sono stati invitati: Giovanni Bissoni, Assessore Politiche per la Salute Regione Emilia-Romagna; Ornella Fouillouze, Amministratore Delegato Sysline; Antonio Angelo Liori, Assessore alla Sanità della Regione Autonoma della Sardegna; Mariuccia Rossini, Presidente Gruppo Segesta. Introduce Francesco Bombelli, Presidente Consorzio HCM, Milano. h DAL LIMITE ALL INNOVAZIONE Partecipano: Giorgio Oggianu, Presidente DigitAbile Spa; Sergio Sperotto, Amministratore Unico Seret Dimetior srl; Andrea Stella, Ass.ne Lo Spirito di Stella Onlus. Introduce Antonio Intiglietta, Presidente Ge.Fi. Giovedì 27 Agosto h ESPERIENZA ELEMENTARE E DIRITTO NATURALE Partecipano: Paolo Carozza, Professor of Law, Notre Dame University; Robert George, McCormick Professor of Jurisprudence and Director of the James Madison Program in American Ideals and Institutions at Princeton University; Mary Ann Glendon, Learned Hand Professor of Law at Harvard Law School. Introduce Marta Cartabia, Docente di Diritto Costituzionale all Università degli Studi di Milano Bicocca. h PERSONA, COMUNITÀ E STATO È stato invitato: Tony Blair, Presidente Tony Blair Faith Foundation. Introduce Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà. h RESPONSABILITÀ SOCIALE: SOLO BENEFICENZA O SOSTEGNO ALLO SVILUPPO? Sono stati invitati: Giuseppe Guzzetti, Presidente ACRI; Gabriello Mancini, Presidente Fondazione Monte dei Paschi di Siena; Maurizio Lupi, Vice Presidente Camera dei Deputati; Marco Sala, Amministratore Delegato Lottomatica; Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà. Introduce Antonio Quaglio, Caporedattore de Il Sole 24 Ore.

7 Venerdì 28 Agosto 7 h LA SPERANZA AI CONFINI DELL UMANO Partecipa Josè Berdini, Coordinatore Responsabile dei Centri terapeutici Cooperativa PARS. Introduce Alberto Savorana, Portavoce di Comunione e Liberazione. h POVERTÀ Sono stati invitati: Luigi Campiglio, Pro-Rettore e Docente di Politica Economica all Università Cattolica Sacro Cuore di Milano; Ana Lydia Sawaya, Senior Director CREN (San Paolo, Brasile); Luca Zaia, Ministro Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Introduce Marco Lucchini, Direttore Fondazione Banco Alimentare Onlus. h LA SCUOLA CHE PARLA AL FUTURO Sono stati invitati: Mariastella Gelmini, Ministro dell Istruzione, Università e Ricerca; Fabrizio Foschi, Presidente DIESSE; Gianfelice Rocca, Vice Presidente Confindustria per l Education. Introduce Franco Nembrini, Insegnante. h OLTRE LA CRISI? Partecipano: Enrico Letta, Deputato al Parlamento Italiano, PD; Giulio Tremonti, Ministro dell Economia e delle Finanze. Introduce Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà. h IMPRENDITORI ED EDUCATORI Sono stati invitati: Giacomo Castiglioni, Presidente Univercomo; Ermanno Gatti, Titolare della Gastronomia Eredi di Gatti Luciano s.n.c.; Massimo Giammatteo, Titolare di GM; Franco Curletto, Hair Stylist. Introduce Bernhard Scholz, Presidente Compagnia delle Opere. Sabato 29 Agosto h L ITALIA AL CUORE DELL EUROPA Partecipa Renato Schifani, Presidente del Senato. Introduce Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà. h QUI E ORA Presentazione del libro di Luigi Giussani (Ed. BUR, Milano). Partecipano: Giancarlo Cesana, Docente di Igiene all Università degli Studi di Milano Bicocca; Oscar Giannino, Giornalista. Introduce Emilia Guarnieri, Presidente Fondazione Meeting per l amicizia fra i popoli.

8 8 MEETING 2009 Dal programma delle mostre Napoli. Nessun dono di grazia più vi manca - Pad. B5 In una città come Napoli, in un quartiere come quello di Rione Sanità dove la crisi è permanente, sono accaduti fatti e incontri, gesti, parole, canzoni che nella loro semplicità hanno il seme della novità e della speranza. La mostra è un cammino attraverso questa storia, documenta la resurrezione di un umanità che nell incontro con il cristianesimo fiorisce appieno; racconta di uomini che ritornano liberi e, nelle contraddizioni presenti, sono capaci di guardare al futuro con speranza. Anche l esposizione di una reliquia di San Gennaro richiama al fatto che l incontro con l Avvenimento cristiano permette di vivere dentro ogni circostanza con una nuova speranza: nello sciogliersi del grumo di sangue si scioglie il cuore dell uomo. I visitatori sono immersi nei vicoli della città, con le loro bellezze e contraddizioni, e possono conoscere il popolo napoletano e la sua tradizione. La mostra si chiude con un immagine che da un particolare, (una finestra), si apre verso l orizzonte del mare, ad indicare che tutto ciò che i visitatori hanno incontrato è un apertura verso l infinito. Da Costantino a San Paolo. La nascita della basilica cristiana - Pad A3 La mostra mette in evidenza l inizio del grande fenomeno delle basiliche cristiane a Roma, Milano e Aquileia, a partire dalle più antiche testimonianze che, secondo ricerche in corso, potrebbero addirittura appartenere alla fine del III secolo o all epoca di Massenzio. È tuttavia noto che il più forte impulso allo sviluppo della basilica cristiana viene conferito da Costantino dopo l Editto del 313. Nella mostra si mette l accento sui L elenco completo delle mostre della XXX edizione del Meeting per l amicizia fra i popoli è consultabile sul sito del Meeting nella sezione mostre dell edizione 2009 ( indirizzo esatto asp?id=673&edizione=4715&item=2 ) casi più significativi compresi nel IV secolo a Roma e nel suburbio, a cominciare dalle fondazioni volute personalmente da Costantino o da membri della sua famiglia, per proseguire con quelle promosse dai pontefici o da altri membri della gerarchia ecclesiastica, e concludendo il percorso con il complesso di San Paolo fuori le mura, in ossequio anche alla celebrazione dell Anno paolino. Il tema appare di straordinario fascino sia sul piano monumentale-architettonico per la varietà degli esempi, sia sul piano della vita stessa e della liturgia che ruotano intorno ai complessi basilicali medesimi Lo scopo della mostra, innanzitutto didattico, mostra un rigoroso approfondimento del tema prescelto, che rappresenta un punto fermo di un iter storico ed artistico che inaugura, come nessun altro, la civiltà cristiana. Una vita felice per Dio e per il Re. L avventura quotidiana nelle riduzioni del Paraguay - Pad C5 Una vita quotidiana determinata dall avvenimento cristiano: questa è in sintesi la esperienza delle riduzioni del Paraguay. Un esperienza che si sviluppa in uno spazio di circa 150 anni, dalla fine del 1500 alla metà del 1700, con una storia ricchissima, in cui la vita di persone famose, dalla vita avventurosa si intreccia a quella di umili indios guaranì. Proprio da questo incontro tra gli indios guaranì e il cristianesimo vissuto nella sua interezza, è nata un esperienza assolutamente unica, originale, diversa. Era una civiltà nuova in mezzo alla foresta. Una civiltà nuova, in cui tutti gli aspetti dell esistenza erano riconosciuti e valorizzati. Lo scopo della mostra è di entrare nella vita quotidiana delle riduzioni: per questo si è pensato di ricostruire una di queste riduzioni, con la sua piazza, la chiesa, le case, il collegio, i laboratori.

Insegnando. Dentro la realtà per la crescita della persona SCUOLA PRIMARIA PARITARIA DON LUIGI MONZA

Insegnando. Dentro la realtà per la crescita della persona SCUOLA PRIMARIA PARITARIA DON LUIGI MONZA E d u c a r e Insegnando Dentro la realtà per la crescita della persona SCUOLA PRIMARIA PARITARIA DON LUIGI MONZA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA a.s. 2012-13 (estratto) L istituzione scolastica è espressione

Dettagli

Partecipazione e Sussidiarietà. Essere protagonisti in una società che cambia

Partecipazione e Sussidiarietà. Essere protagonisti in una società che cambia Percorsi Formativi CENTRO DI ATENEO PER LA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA Partecipazione e Sussidiarietà. Essere protagonisti in una società che cambia Summer School Università Cattolica del Sacro Cuore

Dettagli

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri sforzi?...abbiamo il coraggio di verificare quello che stiamo facendo

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 4 NOTA INTRODUTTIVA E METODOLOGICA 6 IL COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER 7 PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 1.1 CONTESTO DI RIFERIMENTO 9

Dettagli

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO 1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO L ASSOCIAZIONE L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio, è stata costituita da 8 soci fondatori all inizio dell anno

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2014

RASSEGNA STAMPA 2014 RASSEGNA STAMPA 2014 Indice: 10.01.2014 LegaCoop Fundraising strumento su misura per la cooperazione 3 06.02.2014 Tiscali Social Il fundraiser figura chiave del non profit e non solo 4 07.02.2014 Avvenire

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTO SPIRITO Corso Mazzini, 199 57126 LIVORNO - Tel. 0586.260938 Fax 0586.268117 Email: santospirito@fmalivorno.it PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno Scolastico 2012-2013

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità I nuovi progetti Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità Idea di fondo «Il tema dello sviluppo coincide con quello dell inclusione relazionale di

Dettagli

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Progetto Educativo Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Parrocchia San Pietro Apostolo Via Don Bosco 12 Azzano X La scuola dell infanzia Beata Vergine del Rosario,

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg CURRICOLO DI RELIGIONE hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw CATTOLICA ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghj

Dettagli

SCUOLA DELLE OPERE 2014-2015. Lavorare insieme condizione per la scoperta e per il cambiamento

SCUOLA DELLE OPERE 2014-2015. Lavorare insieme condizione per la scoperta e per il cambiamento SCUOLA DELLE OPERE 2014-2015 Lavorare insieme condizione per la scoperta e per il cambiamento Presentazione LA SCUOLA DELLE OPERE PROFIT E NON PROFIT INSIEME La Scuola delle Opere ha quale scopo principale

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005 CONVEGNO NAZIONALE SCUOLA E VOLONTARIATO Palermo, 16-18 gennaio 2005 "Non so quale sarà il vostro destino, ma una cosa la so: gli unici tra voi che saranno felici davvero saranno coloro che avranno cercato

Dettagli

EXPO VILLAGE EXPO 2015. Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus

EXPO VILLAGE EXPO 2015. Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus EXPO VILLAGE EXPO 2015 Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus Ente proponente Fondazione PIME Onlus è un ente senza scopo di lucro, legato

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

IL BILANCIO SOCIALE E IL SUO RADICAMENTO NELLE ASSOCIAZIONI LINEE GUIDA E RIFLESSIONI SULLE METODOLOGIE

IL BILANCIO SOCIALE E IL SUO RADICAMENTO NELLE ASSOCIAZIONI LINEE GUIDA E RIFLESSIONI SULLE METODOLOGIE di Sergio Ricci 1 IL BILANCIO SOCIALE E IL SUO RADICAMENTO NELLE ASSOCIAZIONI LINEE GUIDA E RIFLESSIONI SULLE METODOLOGIE Intervento per il Convegno Turismo Sociale e Bilancio Sociale : contributi in un

Dettagli

Condividere i bisogni per condividere il senso della vita

Condividere i bisogni per condividere il senso della vita Condividere i bisogni per condividere il senso della vita L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio è stata costituita all inizio dell anno 2010, è iscritta al registro delle ONLUS

Dettagli

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano CITTA-DIAMOCI La Caritas di Bolzano-Bressanone offre ai giovani interessati al Servizio Civile Nazionale tre posti all interno di strutture che lavorano con persone senza dimora. Descrizione progetti 1.

Dettagli

TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE. 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010

TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE. 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010 TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010 Chi siamo? Nuova Planetario Viaggi spa, è un azienda autonoma, che opera nel settore del turismo, ma è anche

Dettagli

Il caso della Scuola Oliver Twist

Il caso della Scuola Oliver Twist Il caso della Scuola Oliver Twist di Giorgio Vittadini C è un opinione che oggi va per la maggiore: quella secondo cui, per poter essere efficacemente impegnati nella realtà, occorre partire da una visione

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento PROGETTO EDUCATIVO 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento Nella Scuola dell Infanzia Stella Mattutina l azione educativa mira al raggiungimento delle

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

X Ciclo di Seminari Tematici per le Organizzazioni Non Profit Incremento dell opera e sviluppo dell io: tra governance e partecipazione

X Ciclo di Seminari Tematici per le Organizzazioni Non Profit Incremento dell opera e sviluppo dell io: tra governance e partecipazione SALA ASSEMBLEE INTESA SANPAOLO P.zza Belgioioso 1 Milano ore 10-13 X Ciclo di Seminari Tematici per le Organizzazioni Non Profit Incremento dell opera e sviluppo dell io: tra governance e partecipazione

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi CORSO DI ALTA FORMAZIONE Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi Per le scuole di istituti religiosi e altri enti II edizione Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore 12

Dettagli

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa Convegno Nazionale La Mediazione familiare, una risorsa per genitori e bambini nella separazione Bologna, 1 e 2 dicembre 2006 LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Esperimenti di cittadinanza con adolescenti stranieri: i laboratori teen press

Esperimenti di cittadinanza con adolescenti stranieri: i laboratori teen press Codici Agenziadiricercasocialesc Italy20124MilanopiazzaIVNovembre1 t.+390289053913fax+390236560403 codici@codiciricerche.it www.codiciricerche.it P.Iva/codicefiscale05064170961 NOTADI RICERCA acuradi StefanoLaffi

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

Una finestra sul mondo

Una finestra sul mondo Domus Coop Una finestra sul mondo LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno strumento che noi della Cooperativa Sociale Domus Coop mettiamo a disposizione di chi vuole conoscerci per orientarsi al

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA. PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA (Linee guida per il Patto Educativo - DPR 21 Novembre 2007, n. 235)

SCUOLA PRIMARIA. PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA (Linee guida per il Patto Educativo - DPR 21 Novembre 2007, n. 235) Pag. 1 di 5 SCUOLA PRIMARIA PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA (Linee guida per il Patto Educativo - DPR 21 Novembre 2007, n. 235) Nell attuale società frammentata e sempre più complessa, di fronte all

Dettagli

Discorso di apertura

Discorso di apertura 3 Incontro delle IUS Discorso di apertura Roma, 13 luglio 2001 Luc Van Looy, sdb Iniziamo un incontro che si trova tra memoria e futuro, in un punto importante della storia umana e della congregazione

Dettagli

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene Cooperativa Sociale Mission. Promuovere e perseguire lo sviluppo d autonomie di persone con svantaggi psicofisici, favorendo l integrazione e la cultura dell accoglienza nella comunità locale, attraverso

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

Nell ambito del progetto Gioventù al Lavoro - Youth at Work Piano Locale Giovani per le Città Metropolitane

Nell ambito del progetto Gioventù al Lavoro - Youth at Work Piano Locale Giovani per le Città Metropolitane Nell ambito del progetto Gioventù al Lavoro - Youth at Work Piano Locale Giovani per le Città Metropolitane 15 Maggio 2015 Aula Rettorato, Università degli Studi di Messina - Piazza Pugliatti, 1 L evento

Dettagli

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli Istituti Religiosi

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli Istituti Religiosi ALTA SCUOLA IMPRESA E SOCIETÀ CORSO DI ALTA FORMAZIONE Direzione e gestione delle scuole paritarie degli Istituti Religiosi Università Cattolica del Sacro Cuore Milano, 8 novembre 2014-18 luglio 2015 In

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola San Martino Treviglio dell infanzia e primaria paritaria PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Un bambino non è un vaso da riempire ma un fuoco da accendere (Plutarco) - 02 - novembre 2015 grafica: Paolo

Dettagli

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013 + Oratorio, passione educativa e talenti Siena, 19 gennaio 2013 I suoi strumenti e il suo linguaggio sono quelli dell esperienza quotidiana dei più giovani: aggregazione, sport, musica, teatro, gioco,

Dettagli

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA PROGETTO IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA Anno 2010 1 Progetto In-Contro Nuovi spazi di comunicazione. Percorsi di partecipazione giovanile

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico regionale per la Lombardia Ufficio III Ordinamenti scolastici

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico regionale per la Lombardia Ufficio III Ordinamenti scolastici MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico regionale per la Lombardia Ufficio III Ordinamenti scolastici FoRAGS FORUM REGIONALE ASSOCIAZIONI GENITORI SCUOLA Rimettere

Dettagli

L Italia non è un Paese per giovani

L Italia non è un Paese per giovani L Italia non è un Paese per giovani su ogni giovane italiano oggi gravano 80.000 euro di debito pubblico e 250.000 euro di debito pensionistico. ASSEMBLEA DELL ASSOCIAZIONE GIOVANI COOPERATORI TRENTINI

Dettagli

In Liguria una strategia per vincere la sfida del cambiamento demografico.

In Liguria una strategia per vincere la sfida del cambiamento demografico. In Liguria una strategia per vincere la sfida del cambiamento demografico. La complessità del quadro demografico Le persone ultra sessantenni sono oltre 540.000, di cui le donne sono 261.000; gli ultra

Dettagli

DATA: 05 Luglio 2014 PAGINA: 4

DATA: 05 Luglio 2014 PAGINA: 4 DATA: 05 Luglio 2014 PAGINA: 4 DATA: 05 Luglio 2014 pag. 22 DATA: 05 Luglio 2014 pag. 11 ANSA DATA: 04 Luglio (ANSA) - TREVISO, 4 LUG - E' stato presentato oggi, a Treviso, un progetto di formazione pilota

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Workshop n. 10 L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Introducono il tema e coordinano i lavori - Simona Cherubini, Lega delle Cooperative - Giancarlo Pasinetti,

Dettagli

La nuova frontiera di una formazione per la cittadinanza

La nuova frontiera di una formazione per la cittadinanza II CONVEGNO SETTORE NAZIONALE APPRENDIMENTO TERRITORIALE SAN MARINO, 13 e 14 MAGGIO 2011 La nuova frontiera di una formazione per la cittadinanza Sala Montelupo, Castello di Domagnano Piazza F.da Sterpeto,

Dettagli

Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa

Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa Un progetto di sostenuto da Chi siamo I Cappuccini Per la strada, i Cappuccini sono quelle persone

Dettagli

Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Scuola dell Infanzia

Istituto Comprensivo Alfredo Sassi Scuola dell Infanzia Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Renate Veduggio - Briosco Scuola dell Infanzia Anno scolastico 2014/15 RACCONTO LA MIA SCUOLA PRESENTAZIONE La scuola dell infanzia dell Istituto Comprensivo di Renate

Dettagli

La comunicazione della Fondazione svolge un doppio ruolo

La comunicazione della Fondazione svolge un doppio ruolo la comunicazione La comunicazione della Fondazione svolge un doppio ruolo Da una parte assolve il compito primario di informare e aggiornare gli stakeholder sulle sue attività istituzionali, attraverso

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO D I R E Z I O N E G E N E R L E P E R L O S T A T U S D E L L O S T U D E N T E, L E P O L I T I C H E G I O V A N I L I E L E A T T I V I T A M O T O R I E

Dettagli

BILANCIO SOCIALE 2011

BILANCIO SOCIALE 2011 BILANCIO SOCIALE 2011 Estratto del Bilancio Sociale 2011 1 Il Consorzio Farsi Prossimo è costituito da 11 cooperative sociali (al 31/12/2011), che operano sul territorio della Diocesi di Milano, unite

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato 30/11/2014 1 IL DISCERNIMENTO Adattamento de Il discernimento. Una comunità cristiana

Dettagli

La Scuola dei Diritti Umani

La Scuola dei Diritti Umani La Scuola dei Diritti Umani «Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.»

Dettagli

Newsletter di ottobre 2013.

Newsletter di ottobre 2013. Newsletter di ottobre 2013. 20 ANNI INSIEME. Domenica 20 ottobre2013 il nostro Villaggio è stato teatro di un grande avvenimento: ragazzi, educatori e volontari che nel corso degli anni hanno, a vario

Dettagli

A.S. 2015/2016 5 ANNI :

A.S. 2015/2016 5 ANNI : : A.S. 2015/2016 5 ANNI Il tema unificante del lavoro è la Felicità, uno dei diritti fondamentali dell uomo. La felicità è lo stato d animo positivo di chi ritiene soddisfatti tutti i propri desideri.

Dettagli

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 PREMESSA L Insegnamento della Religione Cattolica (I.R.C.) fa sì che gli alunni

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

LA NOSTRA MISSIONE, LA NOSTRA IDENTITÀ

LA NOSTRA MISSIONE, LA NOSTRA IDENTITÀ 0. LA NOSTRA MISSIONE, LA NOSTRA IDENTITÀ Una vita al servizio della comunità L Antoniano è l amore di Dio all opera. Realizziamo la nostra testimonianza francescana attraverso opere di carità, azioni

Dettagli

un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi

un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi conferenza stampa TORINO fa SCUOLA Urban Center Metropolitano, 27 maggio 2015 un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi Il rinnovamento della

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

INFORMAGIOVANI CHIAVARI - VILLAGGIO DEL RAGAZZO - COMUNE DI CHIAVARI

INFORMAGIOVANI CHIAVARI - VILLAGGIO DEL RAGAZZO - COMUNE DI CHIAVARI CARTA DEI SERVIZI INTRODUZIONE Nel quadro, ampio e articolato, dei servizi e delle attività realizzate e promosse dal Villaggio del Ragazzo, il punto di riferimento è rappresentato dalla mission perseguita

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

Educare alla cittadinanza il senso dell esperienza

Educare alla cittadinanza il senso dell esperienza Educare alla cittadinanza il senso dell esperienza Note esplicative del percorso..se c è di mezzo la pubblicità realizzato dalle classi quinte della Scuola Primaria N. Stigliani Insegnante Caterina Genovese

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura

Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura Corso di formazione specialistica su dialogo, tecnologie e comunicazione globale promosso dalla rete nazionale di scuole Rete Dialogues (retedialogues.it) Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura INTRODUZIONE

Dettagli

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone BP 2009 non solo parole Sbilanciamoci è un invito a partecipare alla scelta su come investire soldi pubblici, tramite il Bilancio Partecipato. Il

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

Il ministro Martina a cascina don Guanella: Voi, modello da imitare

Il ministro Martina a cascina don Guanella: Voi, modello da imitare Il ministro Martina a cascina don Guanella: Voi, modello da imitare di Claudio Bottagisi VALMADRERA Avete fatto passi non soltanto giusti ma addirittura straordinari e siete un modello nazionale e un esempio

Dettagli

e ilgioco com inciò..

e ilgioco com inciò.. e ilgioco com inciò.. PROGETTO EDUCATIVO 1.1 PRESENTAZIONE GENERALE Il progetto CRD si rivolge a bambini/e e ragazzi/e della scuola primaria e secondaria di primo grado del paese con attività diurne presso

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Report delle attività.

Report delle attività. La Colletta Alimentare in Oratorio. Report delle attività. OraDona Chi recupera più cibo. La Colletta Alimentare in Oratorio è una iniziativa costituita da una serie di attività svolte all interno del

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

Enti e Territorio. Classe III AN anno scolastico 2012/2013 Referente: Prof.ssa Angela Mancini

Enti e Territorio. Classe III AN anno scolastico 2012/2013 Referente: Prof.ssa Angela Mancini Enti e Territorio Classe III AN anno scolastico 2012/2013 Referente: Prof.ssa Angela Mancini Progetto di alternanza scuola lavoro realizzato dagli alunni di una classe terza del Liceo economico sociale

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale PROGETTO EDUCATIVO Scuola per l infanzia ASILO INFANTILE Suor Tarcisia PONCHIA Religiosa educatrice direttrice Presente nella scuola per 65 anni Scuola paritaria depubblicizzata Ente Morale con amministrazione

Dettagli

STIMATE/I DOCENTI DEI CORSI PRE-SERALI E SERALI DELL ISTITUTO GIULIO CARISSIME STUDENTESSE E STUDENTI

STIMATE/I DOCENTI DEI CORSI PRE-SERALI E SERALI DELL ISTITUTO GIULIO CARISSIME STUDENTESSE E STUDENTI Associazione di Volontariato per l Inserimento e la Professionalità degli Handicappati STIMATE/I DOCENTI DEI CORSI PRE-SERALI E SERALI DELL ISTITUTO GIULIO CARISSIME STUDENTESSE E STUDENTI INFORMO LE SIGNORIE

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA ISTITUTO PARITARIO D.M. 15.02.2014 Liceo Internazionale Quadriennale IL NUOVO MODO DI FARE SCUOLA. WWW.LICEOINTERNAZIONALE.ORG Liceo Internazionale Quadriennale In

Dettagli

CAPITOLO QUINTO CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE

CAPITOLO QUINTO CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE CAPITOLO QUINTO CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE A conclusione del lavoro di ricerca, si ritiene di riassumere alcune considerazioni nate alla luce sia del lavoro di documentazione, sia di quello di indagine.

Dettagli