Società Dante Alighieri B E R L I N

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Società Dante Alighieri B E R L I N"

Transcript

1 SOCIETA DANTE ALIGHIERI E. V. Gesellschaft für italienische Sprache und Kultur Nollendorfstraße Berlin +49 (0) OGGETTO: Conferenza dal titolo La diffusione della cultura italiana a Berlino attraverso la storia della Società Dante Alighieri di Berlino Introduzione La Storia della Dante Alighieri di Berlino La presente conferenza si inserisce nella lunga serie di iniziative volte a propmuovere l attuale progetto di ricerca storica attivato presso la Società Dante Alighieri di Berlino a cura del Dott. Fabio Ferrarini, con la collaborazione del Prof. Enrico Fava ed il patrocinio Morale della Sede Centrale della Società Dante Aligheri. Tale progetto, intitolato La diffusione della cultura italiana a Berlino attraverso le esperienze di Giovanni Quarantotti e Franz Wallner-Basté è stato ispirato da un alacre lavoro di recupero e riordino dell archivio storico del Comitato della Dante di Berlino che ripercorre la vita dell associazione dal 1956 ad oggi. Breve presentazione del tema di ricerca Il tema di ricerca si concentra sulla diffusione della cultura italiana a Berlino attraverso le esperienze professionali e personali di Giovanni Quarantotti e Franz Wallner-Basté. Lo studio si rivolge in particolare all approfondimento dei processi storici di organizzazione e funzionamento dei sistemi educativi, culturali e propagandistici italiani a Berlino in diverse fasi delle relazioni italo-tedesche: la Seconda Guerra Mondiale, l inizio della Guerra Fredda e la costruzione del Muro di Berlino. L ambito di applicazione del presente progetto riguarda i rapporti italo-tedeschi attraverso la Società Dante Alighieri e i suoi Comitati, nel corso degli Anni Quaranta e Cinquanta, fino all inizio degli Anni Sessanta.

2 In tale contesto, la Società Dante Alighieri svolse un ruolo interessante di mediazione culturale ed operativa tra le istituzioni italiane a Berlino e gli enti tedeschi incaricati di diffondere la lingua e la cultura italiana presso la capitale tedesca. I rapporti di maggiore interesse sono quelli che intercorrono tra le città di Roma e Berlino, passando anche attraverso la città di Trieste. La ricerca si svolge in tre fasi. La prima parte mira a ricostruire dettagliatamente le relazioni tra la capitale italiana e quella tedesca nel corso della Seconda Guerra Mondiale nel settore specifico dell educazione, della propaganda e della diffusione della cultura italiana nel territorio del Terzo Reich. In tale contesto la città di Trieste risulta fondamentale, poiché Giovanni Quarantotti, incaricato sia dalla Società Dante Alighieri di Roma che dal Ministero dell Educazione Nazionale, era un noto intellettuale di origine istriana, fondatore del Comitato della Dante di Capodistria e Preside dell Istituto Carducci di Trieste. Una scelta, dunque, apparentemente non casuale poiché Quarantotti (padroneggiando naturalmente la lingua tedesca), risultava essere un esperto dei temi relativi alla diffusione della lingua e della cultura italiana nei territori di confine e, soprattutto, in un area come quella sottoposta alla dominazione austro-ungarica, dove la presenza germanica (e slava) tendeva ad imporre la propria preponderanza dapprima culturale e, successivamente, politico-ideologica. Il processo di ricostruzione storica, comincia dalla missione che Giovanni Quarantotti fu chiamato a svolgere tra il 1941 ed il 1943 a Berlino. Nell ottobre del 1941, infatti, il Prof. Quarantotti venne nominato fiduciario della Società Dante Alighieri per la Germania, Direttore dei Regi Istituti Magistrali e Direttore Centrale dei Corsi di Lingua e Cultura Italiana in Germania in sostituzione del Prof. Paolo Calabrò. 1 Ciò accadde poiché i Comitati tedeschi della Dante, l organizzazione scolastica e didattica nonché la diffusione della cultura italiana presso la Capitale tedesca, non risultavano adeguati alle aspettative del Governo Italiano. Da Roma, quindi, partirono tutte le direttive e le nomine che consentirono ad un triestino di gestire e migliorare l intero sistema educativo della Capitale del Terzo Reich nel corso degli Anni Quaranta. In tal senso Giovanni Quarantotti risulta la figura ideale intorno alla quale concentrare le ricerche. Questi nacque nel 1881 a Rovigno d Istria, fu un irredentista e nazionalista istriano. Nel 1922 fondò a 1 Archivio Sede Centrale Società Dante Alighieri Lettera Berlino (Germania)/Berlin, 01/ /12/ Unità di conservazione: busta 43-45

3 Capo d Istria il locale Comitato della Dante Alighieri. La sua attività a Berlino, pertanto, contribuì a riorganizzare l intero settore della cultura e dell educazione italiana in Germania. Occorre notare, inoltre che, in qualità di fiduciario della Società Dante Alighieri di Roma, Giovanni Quarantotti era il responsabile generale della gestione di tutti i Comitati della Dante presenti sul territorio tedesco dell epoca (escluso il Comitato di Vienna). Franz Wallner-Bastè, invece, fu il personaggio che mise in comunicazione la Germania e l Italia nel dopoguerra, attraverso il Comitato di Berlino della Società Dante Alighieri. Questi, infatti, fu un uomo politico berlinese, nonché Presidente del Comitato della Società Dante Alighieri di Berlino dal 1957 al Originario di Dresda, proveniva da una famiglia di artisti. Il padre, Franz Wallner, era un autore e direttore teatrale, la madre, Charlotte Basté era un attrice. Esperto di musica, teatro e letteratura, lavorò per molti anni a Berlino come pubblicista. Profondo conoscitore delle tecniche radiofoniche e della cultura italiana, fu autore di traduzioni di opere relative a D Annunzio e Verdi. L anno della sua consacrazione fu il A maggio divenne direttore del Kulturamt di Berlin-Zehlendorf e nel mese di dicembre venne nominato Intendente della DIAS (Drahtfunk im amerikanischen Sektor) di Berlino. Quest ultima, nel settembre del 1946, assunse il nome di RIAS. Nel 1951 venne eletto nel Senato di Berlino in qualità di consigliere del Volksbildung. Infine raggiunse la pensione nel Inoltre, nel corso della sua presidenza, volle avviare esplicitamente un gemellaggio tra le città di Berlino e Trieste. Ciò per dimostrare non solo la vicinanza culturale tra le due città, ma anche le analogie politiche e sociali che accomunavano due città di confine, sottoposte ad occupazione straniera e fondamentalmente divise da opposte ideologie, come Trieste e Berlino. Ciò, ovviamente, senza prescindere dai costanti rapporti tra la Dante di Berlino e la Sede Centrale di Roma, così come gli intensi contatti tra le Istituzioni italiane in Germania Federale (Ambasciata d Italia, Consolato, Istituti Italiani di Cultura) e i Ministeri Italiani. La Seconda Guerra Mondiale, dunque, non interruppe i rapporti di collaborazione italo-tedesca. Sebbene l ideologia nazi-fascista e la propaganda avessero tenuto in ostaggio tutti i più importanti e 2 A. KUTSCH, Lstudienkreis Rundfunk und Geschichte Mitteilungen, 7. Jahrgang nr. 24 Oktober 1981, pp

4 prestigiosi enti culturali tedeschi e italiani, la cooperazione tra i due Paesi riuscì a sopravvivere e spesso si rafforzò nel segno della nuova alleanza europea del dopoguerra. Gli accordi tra le università italo-tedesche, gli enti culturali tedeschi a Roma e viceversa (ad esempio l Associazione Italo-Germanica a Roma), dopo una necessaria ed inevitabile depurazione di carattere ideologico e propagandistico, costituirono una base utile per sviluppare gli scambi tra i due Paesi e, soprattutto, agevolare una complessa e faticosa riconciliazione post-bellica sotto l egida della nascente Comunità Europea. Perché un evento in collaborazione con l Istituto Italiano di Cultura a Berlino? Per illustrare con chiarezza il motivo di tale collaborazione con l Istituto Italiano di Cultura, è opportuno riportare quanto dichiarato negli intenti della ricerca. Tale progetto potrebbe avviare una serie di riflessioni sull ipotesi di creare, in futuro, una scuola italiana a Berlino e sul rinnovamento della Dante come impresa culturale. La naturale evoluzione di questa prima parte di studi, quindi, non guarda soltanto al futuro della Dante di Berlino, ma anche e soprattutto, alle sue origini. Forse proprio perché sarebbe impossibile capire cosa significhi oggi consentire ad un Comitato come quello della Dante di Berlino di sopravvivere senza conoscere ed approfondire la conoscenza del suo glorioso passato: Una piccola associazione con un grande nome. Si tratterebbe, dunque, di recuperare le esperienze fatte in passato, depurarle dalle pesanti influenze ideologiche e rinforzare i rapporti di amicizia e collaborazione italo-tedesca all interno della Comunità Europea. Il presente progetto potrebbe incontrare il favore delle Istituzioni berlinesi e tedesche, particolarmente attente ai temi dell integrazione e dell immigrazione soprattutto attraverso l educazione, la cultura e la formazione professionale. Inoltre potrebbe fornire, anche agli enti politici e culturali italiani presenti a Berlino, una buona base di aiuto per comprendere come migliorare l assistenza scolastica e sociale per i cittadini italiani presenti nel territorio berlinese.

5 Andrebbe altresì incontro alla necessità di dare spazio e credibilità alle nuove generazioni europee, sia in termini di apprendimento che di crescita professionale. Si potrebbe, infine, comprendere come creare nuove forme di occupazione attraverso lo scambio interculturale ed educativo. Per quanto concerne, invece, le potenzialità della Società Dante Alighieri come modello di impresa culturale, è importante notare che, nei momenti di maggiore difficoltà, la Dante Centrale si è rivolta al lavoro ed alla professionalità di fiduciari. Spesso, come nel caso di Giovanni Quarantotti, è stato necessario (quanto utile), inviare un ispettore presso le aree critiche per effettuare una diagnosi e fornire le cure adeguate. Non solo risanamento, dunque, ma anche innovazione e sviluppo. Appare evidente che la Germania, nel corso di varie fasi della sua storia, ha presentato problematiche complesse da risolvere, soprattutto in merito al territorio, alla situazione politica e, talvolta a quella economica. Per quest ultimo aspetto, proprio la Dante di Berlino presenta delle peculiarità assolutamente uniche. Pur trovandosi a rappresentare la cultura italiana nella capitale tedesca, quindi in un Paese come la Germania che presenta meno problemi di carattere economico e finanziario rispetto all Italia, la Dante di Berlino soffre da sempre di una costante difficoltà economica. Berlino, infatti, così come l intera regione del Brandeburgo, costituisce una delle aree tedesche con un maggiore tasso di disoccupazione. Inoltre, a causa dell incredibile ed assai vasta offerta culturale, la ricerca di sponsor e finanziatori risulta ancora più ardua poiché occorre una forte presenza sul territorio, tra le istituzioni e tra il pubblico per avere la visibilità ed il supporto che un marchio prestigioso come quello della Dante Alighieri merita in Italia e nel mondo. Infine è opportuno precisare che, proprio a partire dall archivio storico della Dante di Berlino, sarebbe utile e proficuo realizzare un archivio digitale da utilizzare come molti altri enti, soprattutto tedeschi, al servizio di studenti, ricercatori e utenti interessati alla consultazione. Inserire gli archivi storici on-line e conservarne copia digitale, consentirebbe di non perdere informazioni che talvolta potrebbero rivelarsi persino inestimabili e, contestualmente, abbattere i costi relativi alle trasferte necessarie per consultare gli archivi.

6 Durata: circa 90 minuti Lingua: Italiano Relatore: Dott. Fabio Ferrarini, Società Dante Alighieri Comitato di Berlino (allegato CV) Introduzione: Prof. Enrico Fava (Presidente del Comitato della Dante Alighieri di Berlino)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE L Europa secondo De Gasperi: proposte istituzionali e prospettive teoriche negli anni della ricostruzione

Dettagli

IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR

IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR E LA SOCIETA DANTE ALIGHIERI Protocollo d'intesa Tra

Dettagli

CONVENZIONE tra UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE. Centro Linguistico di Ateneo (Centro di servizi per la didattica e la ricerca)

CONVENZIONE tra UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE. Centro Linguistico di Ateneo (Centro di servizi per la didattica e la ricerca) CONVENZIONE tra UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE Centro Linguistico di Ateneo (Centro di servizi per la didattica e la ricerca) e SOCIETA DANTE ALIGHIERI Comitato di Campobasso VISTA la legge 9 maggio

Dettagli

I SERVIZI CULTURALI A BERLINO

I SERVIZI CULTURALI A BERLINO I SERVIZI CULTURALI A BERLINO Introduzione La Città di Berlino è un Land Autonomo. I suoi abitanti eleggono il parlamento cittadino, il Senatskanzlei; questo elegge il sindaco di Berlino che, dietro approvazione

Dettagli

Istituto Comprensivo di Vertemate con Minoprio - Bregnano Via Vigna, 3 22070 Vertemate con Minoprio (Como) Tel. 031.901578 Fax 031.

Istituto Comprensivo di Vertemate con Minoprio - Bregnano Via Vigna, 3 22070 Vertemate con Minoprio (Como) Tel. 031.901578 Fax 031. Istituto Comprensivo di Vertemate con Minoprio - Bregnano Via Vigna, 3 22070 Vertemate con Minoprio (Como) Tel. 031.901578 Fax 031.8881600 e mail: coic837006@istruzione.it P.E.C. coic837006@pec.istruzione.it

Dettagli

SCHEDA RELAZIONE FUNZIONE STRUMENTALE

SCHEDA RELAZIONE FUNZIONE STRUMENTALE SCHEDA RELAZIONE FUNZIONE STRUMENTALE (art. 37 CCNI 31/08/1999) DOCENTE: GAIMARRI Elisabetta Funzione Strumentale AREA 5 Profilo Docente incaricata per la Funzione Strumentale Area Intercultura Coordinamento

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R.

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e ItaliaNostra onlus Associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale VISTO

Dettagli

DOCUMENTO FINALE DEI GIOVANI ITALIANI DI GERMANIA ED AUSTRIA NELLA SECONDA CONFERENZA DI FRANCOFORTE AL MENO. 31 maggio e 1 giugno 2008

DOCUMENTO FINALE DEI GIOVANI ITALIANI DI GERMANIA ED AUSTRIA NELLA SECONDA CONFERENZA DI FRANCOFORTE AL MENO. 31 maggio e 1 giugno 2008 DOCUMENTO FINALE DEI GIOVANI ITALIANI DI GERMANIA ED AUSTRIA NELLA SECONDA CONFERENZA DI FRANCOFORTE AL MENO 31 maggio e 1 giugno 2008 Nell'ambito della Seconda Conferenza di Giovani Italiani di Germania

Dettagli

Simbolismi Storici dell Architettura

Simbolismi Storici dell Architettura Simbolismi Storici dell Architettura Mariachiara Mongelli Facoltà di Architettura Corso di Laurea Magistrale in Progettazione architettonica Federico Petronzi Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea

Dettagli

L integrazione della lingua italiana nell offerta formativa delle scuole tedesche

L integrazione della lingua italiana nell offerta formativa delle scuole tedesche L integrazione della lingua italiana nell offerta formativa delle scuole tedesche Atti del seminario di formazione e aggiornamento per docenti di Italiano organizzato dall Istituto di Filologia Romanza

Dettagli

Nóēsis Saggi e Studi sulla Cultura della Formazione

Nóēsis Saggi e Studi sulla Cultura della Formazione Nóēsis Saggi e Studi sulla Cultura della Formazione 4 Nóēsis Saggi e Studi sulla Cultura della Formazione Direzione Maura Camerucci (Università degli studi Roma Tre) Comitato scientifico Maria Rita Cifarelli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Pier delle Vigne

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Pier delle Vigne ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Pier delle Vigne Scuola Primaria e Secondaria di I grado P.zza S. Tommaso d Aquino 81043 CAPUA (CE) - Telefax: 0823/962283 Sede associata: Via Baia - S. Angelo in Formis (CE)

Dettagli

Master Universitario di I Livello Didattica dell italiano lingua seconda e lingua straniera: intercultura e mediazione

Master Universitario di I Livello Didattica dell italiano lingua seconda e lingua straniera: intercultura e mediazione ALLEGATO AL D.R. N. 841 DEL 29.09.2009 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO DI CHIETI- PESCARA FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE DIPARTIMENTO DI STUDI FILOSOFICI, STORICI E SOCIALI Master Universitario

Dettagli

Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola elementare Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola dell infanzia

Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola elementare Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola dell infanzia Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento formazione e apprendimento Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola elementare Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola

Dettagli

Scheda sintetica. (8 ottobre 2003)

Scheda sintetica. (8 ottobre 2003) INDAGINE SUL PARTENARIATO GENITORI-SCUOLA Scheda sintetica (8 ottobre 2003) 1. E la prima indagine sociologica sul campo effettuata in Italia. E stata basata su una ricognizione delle esperienze di partenariato

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile-Architettura, Ambientale

Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile-Architettura, Ambientale Denominazione del Corso di Studio: Ingegneria Civile e Ambientale Classe: L-7 Ingegneria Civile e Ambientale Sede: Via Campo di Pile, 67100 L AQUILA Sito web: www.univaq.it Consiglio di Area Didattica

Dettagli

M O Z I O N E N. 4. interventi per favorire i rapporti con le Istituzioni europee

M O Z I O N E N. 4. interventi per favorire i rapporti con le Istituzioni europee CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO XIII LEGISLATURA M O Z I O N E N. 4 interventi per favorire i rapporti con le Istituzioni europee approvata dal Consiglio della Provincia autonoma di Trento

Dettagli

Considerato che gli studenti stranieri con difficoltà di integrazione sono da ritenersi a tutti gli effetti in situazione di svantaggio;

Considerato che gli studenti stranieri con difficoltà di integrazione sono da ritenersi a tutti gli effetti in situazione di svantaggio; DELIBERAZIONE GIUNTA PROVINCIALE Prot. 0088129/2004 DEL 27/7/2004 Oggetto: Adesione al Protocollo d'intesa "Scuole e nuove culture" avente fine di promuovere un piano interistituzionale di interventi per

Dettagli

V Convegno Internazionale Medico Cura Te Stesso Sopravviverà la medicina all abbandono della clinica? 25 27 giugno 2009

V Convegno Internazionale Medico Cura Te Stesso Sopravviverà la medicina all abbandono della clinica? 25 27 giugno 2009 Sessione Parallela OSPEDALI RELIGIOSI: UN OPERA PUBBLICA LA FONDAZIONE DON CARLO GNOCCHI Gianbattista Martinelli Vice Direttore Generale e Responsabile Area Formazione e Sviluppo della Fondazione Don Carlo

Dettagli

PSA: Laboratorio disciplinare di religione per gli insegnanti della scuola elementare

PSA: Laboratorio disciplinare di religione per gli insegnanti della scuola elementare PSA: Laboratorio disciplinare di religione per gli insegnanti della scuola elementare Sottogruppo coordinato da Fortunata Capparo (verbale 2 incontro - 18 /11 2002) L ispettore Gandelli ha iniziato l incontro

Dettagli

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA LICEO CLASSICO LORENZO COSTA La Spezia Piazza G. Verdi, 15 Tel 0187 734520 Il passato ti appartiene......costruisci il tuo futuro! IL NOSTRO LICEO da più di cento anni una presenza significativa nella

Dettagli

Rivista di psicologia, pedagogia ed epistemologia delle scienze umane

Rivista di psicologia, pedagogia ed epistemologia delle scienze umane SPC Scienze del pensiero e del comportamento Rivista di psicologia, pedagogia ed epistemologia delle scienze umane Presentazione del Convegno su Jean Piaget all Istituto Svizzero di Roma* Merete Amann

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze Il CORSO L uso delle nuove tecnologie a scuola ha trasformato la relazione comunicativa tra studenti ed insegnanti, modificando gli stili di apprendimento, le strategie formative e le metodologie educative.

Dettagli

REGOLAMENTO 01/2014 ASSOCIAZIONE DICUNT

REGOLAMENTO 01/2014 ASSOCIAZIONE DICUNT REGOLAMENTO 01/2014 ASSOCIAZIONE DICUNT PREMESSA L Associazione culturale senza scopo di lucro DICUNT, in base alle regole del proprio Statuto, stipula il presente Regolamento Interno che è parte integrante

Dettagli

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 FONDAZIONE TEATRO LA FENICE DI VENEZIA Area formazione&multimedia FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 In collaborazione con PREMESSA Anche per l anno scolastico 2014/2015 La Fondazione

Dettagli

LINGUE E LAVORO CONVEGNO NAZIONALE PER DOCENTI DI TEDESCO IN ITALIA. 17-18 aprile 2015 GOETHE-INSTITUT ROM

LINGUE E LAVORO CONVEGNO NAZIONALE PER DOCENTI DI TEDESCO IN ITALIA. 17-18 aprile 2015 GOETHE-INSTITUT ROM CONVEGNO NAZIONALE PER DOCENTI DI TEDESCO IN ITALIA 17-18 aprile 2015 GOETHE-INSTITUT ROM Convegno Nazionale per docenti di tedesco in italia 17-18 aprile 2015 Goethe-Institut Rom via Savoia, 15-00198

Dettagli

DALLE CARTE D ARCHIVIO ALL EDIZIONE DIGITALE: UN ESPERIENZA DIDATTICA DEL LICEO LAURA BASSI DI BOLOGNA

DALLE CARTE D ARCHIVIO ALL EDIZIONE DIGITALE: UN ESPERIENZA DIDATTICA DEL LICEO LAURA BASSI DI BOLOGNA DALLE CARTE D ARCHIVIO ALL EDIZIONE DIGITALE: UN ESPERIENZA DIDATTICA DEL LICEO LAURA BASSI DI BOLOGNA Nell anno scolastico 2012-2013 le cinque classi della sezione E del Liceo Laura Bassi di Bologna sono

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI VIA MONTE SUELLO, 2 25128 BRESCIA tel. 030-304924 - fax 030-396105 E-MAIL: bscalini@ provincia.brescia.it LICEO STATALE B R E S C I A SCIENTIFICO A. CALINI via Monte

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Docente responsabile del supporto al lavoro del docente Vincenza Mittica PIANO FORMAZIONE

Dettagli

Dai Bisogni Educativi Speciali alle Esigenze Educative Speciali. Strumenti informatici a supporto di una didattica inclusiva

Dai Bisogni Educativi Speciali alle Esigenze Educative Speciali. Strumenti informatici a supporto di una didattica inclusiva Dai Bisogni Educativi Speciali alle Esigenze Educative Speciali Strumenti informatici a supporto di una didattica inclusiva 1 Indice dei materiali Quadro normativo di riferimento Didattica tradizionale

Dettagli

L evoluzione delle leggi sulla cittadinanza Un quadro comparativo

L evoluzione delle leggi sulla cittadinanza Un quadro comparativo L evoluzione delle leggi sulla cittadinanza Un quadro comparativo Graziella Bertocchi e Chiara Strozzi Università di Modena e Reggio Emilia - Dipartimento di Economia Marco Biagi Seminario Nazionale MIUR

Dettagli

Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM), l e-book e i contenuti digitali

Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM), l e-book e i contenuti digitali Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM), l e-book e i contenuti digitali Dipartimento di Scienze dell Educazione e dei Processi Culturali

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

Autismo a Bergamo. intervento di PATRIZIA GRAZIANI Dirigente Ufficio Scolastico Territoriale Bergamo

Autismo a Bergamo. intervento di PATRIZIA GRAZIANI Dirigente Ufficio Scolastico Territoriale Bergamo Autismo a Bergamo 2001 2013 "Il punto di vista del mondo scolastico: come si è attrezzata la scuola negli ultimi dieci anni per dare risposte adeguate ai bisogni speciali degli alunni con autismo" intervento

Dettagli

Solidarietà e ambiente

Solidarietà e ambiente Incontro del 15/04/2011 Solidarietà e ambiente sui banchi di scuola Relatore: Giuliana Scarpa Fd Federazione Trentina della Cooperazione Ufficio Educazione Cooperativa 1 Museo Tridentino di Scienze Naturali

Dettagli

Scuola Teologica di Base S. Antonio di Padova

Scuola Teologica di Base S. Antonio di Padova DIOCESI DI ACIREALE Scuola Teologica di Base S. Antonio di Padova FINALITÀ La Scuola Teologica di Base intende offrire, a tutti coloro che lo desiderano, la possibilità di approfondire la propria fede,

Dettagli

Onlus Associazione Balouo Salo via Timparosa 9, Acicastello (CT), 95021, Italia - CF. 90054350872 www.balouosalo.com - info@balouosalo.

Onlus Associazione Balouo Salo via Timparosa 9, Acicastello (CT), 95021, Italia - CF. 90054350872 www.balouosalo.com - info@balouosalo. Bando di concorso Acqua, Terra, Insieme 2015 Art. 1 Oggetto del Concorso La organizza e promuove l iniziativa Acqua, Terra, Insieme attraverso la realizzazione di tre eventi in occasione di tre giornate

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. CENA

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. CENA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. CENA Centro Risorse Territoriale Via Lepanto 2 04100 Latina 0773 695393 fax 0773 471618 Sito: www.scuolacenalt.eu

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

Corso di formazione nazionale per insegnanti. Le pietre e i cittadini: educare al Patrimonio Culturale, insegnare per competenze

Corso di formazione nazionale per insegnanti. Le pietre e i cittadini: educare al Patrimonio Culturale, insegnare per competenze sezione di Lucia Gorgoni www.pescara.italianostra.it Corso di formazione nazionale per insegnanti Anno scolastico 2013-14, novembre 2013 - febbraio 2014 Direttrice del corso prof.ssa Adriana Avenanti Le

Dettagli

Regione Emilia-Romagna Servizio Tutela e Risanamento Risorsa Acqua

Regione Emilia-Romagna Servizio Tutela e Risanamento Risorsa Acqua VIS Volontariato Internazionale per lo Sviluppo Breve presentazione del soggetto concorrente Concorrente Il VIS, VOLONTARIATO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO, è un Organismo Non Governativo (ONG), senza

Dettagli

I.S.I.S. GIOSUE CARDUCCI DANTE ALIGHIERI. Liceo Classico; Liceo Linguistico; Liceo Musicale

I.S.I.S. GIOSUE CARDUCCI DANTE ALIGHIERI. Liceo Classico; Liceo Linguistico; Liceo Musicale I.S.I.S. GIOSUE CARDUCCI DANTE ALIGHIERI Liceo Classico; Liceo Linguistico; Liceo Musicale Liceo delle Scienze Umane; delle Scienze Umane opzione Economico Sociale;. Ex I. M.: Liceo Socio Psico-Pedagogico

Dettagli

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga,

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze.... Sempre devi avere in mente Itaca raggiungerla

Dettagli

PROGETTO FINESTRE FOCUS

PROGETTO FINESTRE FOCUS Obiettivo Fornire, alle classi che hanno già realizzato negli anni precedenti il progetto Finestre, la possibilità di approfondire il tema del diritto d asilo attraverso specifici percorsi. La musica,

Dettagli

La nostra soluzione integrata

La nostra soluzione integrata Avagliano ischool nasce dalla consolidata esperienza in campo editoriale di Avagliano editore, marchio di prestigio dell editoria libraria tradizionale che vanta più di trent anni di attività La casa editrice

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale Padre A.M. TANNOIA

Istituto Tecnico Commerciale Statale Padre A.M. TANNOIA Istituto Tecnico Commerciale Statale Padre A.M. TANNOIA Codice Meccanografico: BATD09000L tel. 080/8721097 fax 080/3580035 e-mail: batd09000l@istruzione.it Via XXIV Maggio, 62 70033 CORATO (BA) Codice

Dettagli

A cura di Cinzia Olivieri

A cura di Cinzia Olivieri A cura di Cinzia Olivieri Giornata di formazione per i genitori "La scuola è per i nostri figli" Collegamento e condivisione Lo sportello virtuale C2.01 - ore 9,00-12,30 1 Partecipare Partecipiamo per

Dettagli

Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori )

Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori ) Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori ) CORSO DI LAUREA IN MEDIAZIONE LINGUISTICA (Curriculum Traduzione e Interpretazione)

Dettagli

Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze e dei ragazzi immigrati

Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze e dei ragazzi immigrati Ministero della Pubblica Istruzione Osservatorio nazionale per l integrazione degli alunni stranieri e per l educazione interculturale Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze

Dettagli

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte La Agenda Seoul, obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte è uno dei maggiori

Dettagli

L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE NEI CENTRI AGGREGATIVI

L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE NEI CENTRI AGGREGATIVI ASSOCIAZIONE INTERCULTURALE NARRAMONDI onlus Sede Legale: Via L. Settembrini, n 14 90145 Palermo Via Mario Rapisardi n 68/A 90144 Palermo Codice Fiscale: 97148690825 Partita IVA: 05187110829 telefono e

Dettagli

PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA (Linee guida per il Patto Educativo - DPR 21 Novembre

PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA (Linee guida per il Patto Educativo - DPR 21 Novembre Pag. 1 di 5 Nell attuale società frammentata e sempre più complessa, di fronte all emergenza educativa, diventa urgente la necessità che tutti gli educatori si confrontino ed elaborino serie proposte educative

Dettagli

La gestione della qualità nella scuola popolare dei Grigioni

La gestione della qualità nella scuola popolare dei Grigioni La gestione della qualità nella scuola popolare dei Grigioni Qualità scolastica e qualità nell insegnamento Modulo B Ispettorato scolastico dei Grigioni, luglio 2013 Indice La gestione della qualità nella

Dettagli

LINGUE E LAVORO CONVEGNO NAZIONALE PER DOCENTI DI TEDESCO IN ITALIA 17-18 APRILE 2015 GOETHE-INSTITUT ROM

LINGUE E LAVORO CONVEGNO NAZIONALE PER DOCENTI DI TEDESCO IN ITALIA 17-18 APRILE 2015 GOETHE-INSTITUT ROM CONVEGNO NAZIONALE PER DOCENTI DI TEDESCO IN ITALIA 17-18 APRILE 2015 GOETHE-INSTITUT ROM Convegno nazionale per docenti di tedesco in Italia 17-18 aprile 2015 Goethe-Institut Rom via Savoia, 15-00198

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

Le indicazioni Nazionali per il Curricolo nell area linguistico espressiva

Le indicazioni Nazionali per il Curricolo nell area linguistico espressiva Le indicazioni Nazionali per il Curricolo nell area linguistico espressiva Corso di Alta Formazione Facoltà di Psicologia SPAEE - Servizio di Psicologia dell Apprendimento e dell Educazione Formazione

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ASSOCIAZIONE CULTURALE SCUOLA DI MUSICA I MINIPOLIFONICI TRENTO VILLAZZANO-POVO RAVINA-ROMAGNANO COGNOLA SOPRAMONTE BESENELLO SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN

Dettagli

DIPARTIMENTO ITALIANO E STORIA. Introduzione

DIPARTIMENTO ITALIANO E STORIA. Introduzione SETTORE TECNOLOGICO CHIMICA, MATERIALI E BIOTECNOLOGIE ARTICOLAZIONI BIOTECNOLOGIE AMBIENTALI, BIOTECNOLOGIE SANITARIE SETTORE ECONOMICO DIRIGENTI DI COMUNITÀ SEDE CENTRALE: Via Cantù 39-41-43-34134 Trieste

Dettagli

I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE

I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE Vorremmo provare a spiegare come funziona il bilancio della nostra scuola, quali servizi vengono offerti e come sono finanziati. Per chiarezza e trasparenza.

Dettagli

CONCORSO NAZIONALE III Edizione a. s. 2012-2013 Le vicende del confine orientale e il mondo della scuola

CONCORSO NAZIONALE III Edizione a. s. 2012-2013 Le vicende del confine orientale e il mondo della scuola Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca CONCORSO NAZIONALE III Edizione a. s. 2012-2013 Le vicende del confine orientale e il mondo della scuola 1 Ministero dell Istruzione, dell Università

Dettagli

Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con le superfici interattive (LIM e Tablet), l e-book e i contenuti digitali

Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con le superfici interattive (LIM e Tablet), l e-book e i contenuti digitali Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con le superfici interattive (LIM e Tablet), l e-book e i contenuti digitali Dipartimento di Scienze dell Educazione e dei Processi Culturali

Dettagli

cooperazione e sviluppo locale via Borgosesia, 30 10145 Torino tel. 011.74.12.435 fax 011.77.10.964 cicsene@cicsene.org www.cicsene.

cooperazione e sviluppo locale via Borgosesia, 30 10145 Torino tel. 011.74.12.435 fax 011.77.10.964 cicsene@cicsene.org www.cicsene. cooperazione e sviluppo locale via Borgosesia, 30 10145 Torino tel. 011.74.12.435 fax 011.77.10.964 cicsene@cicsene.org www.cicsene.org cooperazione e sviluppo locale progetto CASA tecniche urbane percorsi

Dettagli

Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio

Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio Un caso di successo e integrazione tra passione e rapporto col territorio Mariamargherita Scotti Fondazione Piaggio Breve

Dettagli

Commissione Informatica/Multimedialità

Commissione Informatica/Multimedialità Quando un uomo siede un'ora in compagnia di una bella ragazza, sembra sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa per un minuto e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora. Questa è la relatività.

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

di Marie-Claire Hoock-Demarle

di Marie-Claire Hoock-Demarle ISTITUTO MAGISTRALE STATALE ERASMO da ROTTERDAM Linguistico Scienze Sociali Viale Italia, 409 20099 Sesto San Giovanni (MI) tel. 022428129 - fax 0226224369 - sito web www.erasmosesto.eu - email: mipm070008@istruzione.it

Dettagli

L.R. 15 OTTOBRE 1997, N. 26, ART. 14 PROGETTI CULTURALI ATTRAVERSO I MEZZI DI COMUNICAZIONE DI MASSA ANNUALITÀ 2013 AVVISO PUBBLICO

L.R. 15 OTTOBRE 1997, N. 26, ART. 14 PROGETTI CULTURALI ATTRAVERSO I MEZZI DI COMUNICAZIONE DI MASSA ANNUALITÀ 2013 AVVISO PUBBLICO L.R. 15 OTTOBRE 1997, N. 26, ART. 14 PROGETTI CULTURALI ATTRAVERSO I MEZZI DI COMUNICAZIONE DI MASSA ANNUALITÀ 2013 AVVISO PUBBLICO La Regione Autonoma della Sardegna - Assessorato della Pubblica Istruzione,

Dettagli

L italiano L2 e le lingue extraeuropee di migrazione in Campania. Giuliana Cacciapuoti

L italiano L2 e le lingue extraeuropee di migrazione in Campania. Giuliana Cacciapuoti Università degli studi di Napoli l Orientale Facoltà di Lingue e Letterature straniere Centro Interdipartimentale di servizi Linguistici ed Audiovisivi Corso annuale di Didattica dell Italiano L2 SEMINARIO

Dettagli

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Liceo Artistico Statale Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Via della Rocca,7-10123 Torino - Tel.: 011.8177377 - Fax: 011.8127290 Mail: istpassoni@tin.it - sito web: http://www.lapassoni.it 1 2 Liceo

Dettagli

Giorno della Memoria. 27 gennaio 1945-2015. Un ricordo per le vittime, gli eroi e gli interpreti.

Giorno della Memoria. 27 gennaio 1945-2015. Un ricordo per le vittime, gli eroi e gli interpreti. Giorno della Memoria 27 gennaio 1945-2015 Un ricordo per le vittime, gli eroi e gli interpreti. Il 27 gennaio 1945 il campo di concentramento di Auschwitz viene liberato dalle truppe russe. Il 27 gennaio

Dettagli

UN CORSO DI STENOGRAFIA ONLINE CHE, IN BRASILE, È UN GRANDE SUCCESSO

UN CORSO DI STENOGRAFIA ONLINE CHE, IN BRASILE, È UN GRANDE SUCCESSO 1 UN CORSO DI STENOGRAFIA ONLINE CHE, IN BRASILE, È UN GRANDE SUCCESSO Ad opera di: Waldir Cury Stenografo-revisore in pensione dell Assemblea Legislativa dello Stato di Rio de Janeiro Professore di Stenografia

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI Intercultura è una ONLUS, associazione di volontariato ed ente morale riconosciuto con DPR n. 578/85. E presente in 147 città italiane ed in 65

Dettagli

Torino la mia città 2011-2012. MEIC MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE GRUPPO di TORINO

Torino la mia città 2011-2012. MEIC MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE GRUPPO di TORINO Torino la mia città 2011-2012 MEIC MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE GRUPPO di TORINO MEIC MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE Gruppo di Torino - Corso Matteotti 11-10121 Torino animazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE E DEI DIRITTI UMANI. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE E DEI DIRITTI UMANI. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE E DEI DIRITTI UMANI Art. 1 Finalità La Provincia di Genova, in attuazione di quanto previsto dal proprio Statuto, promuove la cultura della

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Primo Istituto Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media Leonardo Da Vinci Via Concetto Marchesi

Dettagli

Città di Seregno Consiglio Comunale dei Ragazzi anno scolastico 2009/2010. 20 anniversario della CADUTA del MURO di BERLINO

Città di Seregno Consiglio Comunale dei Ragazzi anno scolastico 2009/2010. 20 anniversario della CADUTA del MURO di BERLINO Città di Seregno Consiglio Comunale dei Ragazzi anno scolastico 2009/2010 20 anniversario della CADUTA del MURO di BERLINO Premessa Al termine della seconda guerra mondiale (1939 1945) la Germania, sconfitta,

Dettagli

CARTA ICOMOS DI ENAME

CARTA ICOMOS DI ENAME TERZA VERSIONE RIVEDUTA 5 Luglio 2005 CARTA ICOMOS DI ENAME PER L INTERPRETAZIONE DEI SITI DEL PATRIMONIO CULTURALE Preambolo Obiettivi Principi PREAMBOLO Cosi come la Carta di Venezia ha stabilito il

Dettagli

Riforma, Didattica per competenze, autonomia, flessibilità, alternanza scuola lavoro. A cura di Giorgio Mottola

Riforma, Didattica per competenze, autonomia, flessibilità, alternanza scuola lavoro. A cura di Giorgio Mottola Riforma, Didattica per competenze, autonomia, flessibilità, alternanza scuola lavoro A cura di Giorgio Mottola 1 Premessa Dal 1 settembre 010 è cambiato il volto della scuola secondaria superiore del nostro

Dettagli

PROF. ORLANDINI YVES MATERIA: ALTERNATIVA ALL INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA CLASSE 1 C

PROF. ORLANDINI YVES MATERIA: ALTERNATIVA ALL INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA CLASSE 1 C PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. ORLANDINI YVES MATERIA: ALTERNATIVA ALL INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA CLASSE 1 C DATA DI PRESENTAZIONE: 29 novembre 2013 FINALITÀ

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTO quanto previsto dalla Legge 107 del 13/07/2015 Riforma del sistema nazionale

Dettagli

Alta scuola pedagogica dei Grigioni. Concetto linguistico

Alta scuola pedagogica dei Grigioni. Concetto linguistico Alta scuola pedagogica dei Grigioni Concetto linguistico Marzo 2015 1 Indice Basi legali... p. 2 1. Introduzione... p. 2 2. Lingue e plurilinguismo nella formazione di base 2.1 Le prime lingue... p. 4

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA L ISCRIZIONE Le iscrizioni dei minori stranieri, indipendentemente dalla regolarità

Dettagli

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo:

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo: 01 Perchè si ha il ascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra Nel dopoguerra (alla fine della prima Guerra Mondiale, che si chiama anche Grande Guerra) l Italia si trova in una situazione difficile. In

Dettagli

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.9 ANNO SCOLASTICO 2015/2016

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.9 ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.9 PROGETTO CONTINUITÀ INCONTRARSI A SCUOLA DOCENTI: scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado DESTINATARI: ALUNNI/E CLASSI 5^ SCUOLA PRIMARIA - 1^ - AMBIENTI, FATTI,

Dettagli

Albania e Kosovo. Aspetti socio-culturali. culturali

Albania e Kosovo. Aspetti socio-culturali. culturali Piano Territoriale per l'integrazione - Azioni di integrazione sociale e scolastica Conferenza dei Sindaci U.L.S.S.13 Azienda U.L.S.S.13 Cooperativa Giuseppe Olivotti di Mira Albania e Kosovo Aspetti socio-culturali

Dettagli

La ricerca delle scuole: un regalo miliardario di Maria Teresa Bertani

La ricerca delle scuole: un regalo miliardario di Maria Teresa Bertani La ricerca delle scuole: un regalo miliardario di Maria Teresa Bertani Una ricerca sulle Nei primi mesi del 2003, ad accompagnare l indagine sul gradimento dei costrutti da parte del docente metodologico-disciplinare

Dettagli

BANDO DI CONCORSO A PREMI PER LE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO DELLA PROVINCIA DI TREVISO

BANDO DI CONCORSO A PREMI PER LE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO DELLA PROVINCIA DI TREVISO BANDO DI CONCORSO A PREMI PER LE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO DELLA PROVINCIA DI TREVISO Anno scolastico 2010/2011 La Fondazione Zanetti ONLUS, ente non a scopo di lucro che ha come obiettivo

Dettagli

LA PROTEZIONE DELLE MINORANZE NAZIONALI IN AUSTRIA E ITALIA

LA PROTEZIONE DELLE MINORANZE NAZIONALI IN AUSTRIA E ITALIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE INTERNAZIONALI E DIPLOMATICHE (CLASSE N.15) TESI DI LAUREA IN DIRITTO PUBBLICO COMPARATO LA PROTEZIONE DELLE MINORANZE

Dettagli

Alla Conferenza hanno partecipato più di 110 persone tra tecnici e addetti ai lavori.

Alla Conferenza hanno partecipato più di 110 persone tra tecnici e addetti ai lavori. Conferenza internazionale contro la violenza sulle donne e sui minori "Famiglia moderna. Formazione culturale della non-violenza " Minsk, 14-15 aprile 2011 DOCUMENTO DI SINTESI I giorni 14-15 Aprile 2011

Dettagli

XX PROGRAMMA DI COOPERAZIONE CULTURALE E SCIENTIFICA TRA ITALIA E SPAGNA PER GLI ANNI 2009-2013.

XX PROGRAMMA DI COOPERAZIONE CULTURALE E SCIENTIFICA TRA ITALIA E SPAGNA PER GLI ANNI 2009-2013. XX PROGRAMMA DI COOPERAZIONE CULTURALE E SCIENTIFICA TRA ITALIA E SPAGNA PER GLI ANNI 2009-2013. In applicazione dell Accordo Culturale firmato a Roma l 11 agosto 1955, tra Italia e Spagna, qui di seguito

Dettagli

Germania. Orario d apertura al pubblico: mercoledì: 9.30-12.30; giovedì 16-19 e su appuntamento

Germania. Orario d apertura al pubblico: mercoledì: 9.30-12.30; giovedì 16-19 e su appuntamento Centro Informazioni DAAD, Roma Dott. Tobias Bargmann Dott.ssa Silvia La Placa Germania Centro Informazioni DAAD Roma c/o Sapienza Università di Roma Facoltà di Economia, Ufficio SOrT Via del Castro Laurenziano,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA SETTORE ORIENTAMENTO - Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA SETTORE ORIENTAMENTO - Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA COMO Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Corso di laurea triennale - Classe n. 3 Scienze della mediazione linguistica Caratteristiche e obiettivi del corso

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 704. Istituzione del Museo del Risorgimento di Firenze. d iniziativa del senatore AMATO

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 704. Istituzione del Museo del Risorgimento di Firenze. d iniziativa del senatore AMATO Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 704 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore AMATO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 28 MAGGIO 2008 Istituzione del Museo del Risorgimento di Firenze TIPOGRAFIA

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

Le abilità di pensiero e il loro esercizio (capitolo ottavo)

Le abilità di pensiero e il loro esercizio (capitolo ottavo) Dimensione formativa della didattica: A quali condizioni l apprendimento delle discipline promuove La crescita personale? Apprendere le discipline per potenziare la capacità di Interagire col mondo. Competenza:

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ ΑΡΧΗ 1ΗΣ ΣΕΛΙΔΑΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΠΑΝΕΛΛΗΝΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΕΙΣΑΓΩΓΗΣ ΣΤΗΝ ΤΡΙΤΟΒΑΘΜΙΑ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΕΙΔΙΚΟΥ ΜΑΘΗΜΑΤΟΣ ΞΕΝΗΣ ΓΛΩΣΣΑΣ ΚΕΙΜΕΝΟ PERCHÉ LEGGERE I CLASSICI

Dettagli

Milano, 12 ottobre 2015. Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm.

Milano, 12 ottobre 2015. Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm. Milano, 12 ottobre 2015 Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm. Centro Studi Ana Prot. N. CS 98_2015 Oggetto: concorso per le scuole Il

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI XXIII

ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI XXIII PREMESSSSA Il protocollo di accoglienza e integrazione del nostro Istituto Comprensivo si colloca nel panorama di ricca produzione e ricerca istituzionale e culturale sulla questione integrazione dei bambini

Dettagli