Cubo di RUBIK-Guida per principianti (Metodo a strati)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cubo di RUBIK-Guida per principianti (Metodo a strati)"

Transcript

1 Cubo di RUBIK-Guida per principianti (Metodo a strati) Compilata da Mauro Tombesi Un po di storia. Il "Cubo di Rubik" o "Cubo magico" è uno dei più grandi rompicapi del XX secolo. Fu inventato dall'ungherese Erno Rubik a Budapest nel 1974 e da allora si sono susseguite tante competizioni per la più breve risoluzione del Cubo. Attualmente il record ufficiale nella singola risoluzione è di 7.08 secondi stabilito dall'olandese Erik Akkersdijk durante i Czech Open 2008 tenutisi a Pardubice il luglio Esistono combinazioni possibili, solo una tra queste ha la configurazione dove in ognuna delle sei facce è presente un solo colore, ossia il Cubo risolto. PREMESSA Come altri milioni di persone nel mondo, anche se un po in ritardo, mi sono avvicinato a questo gioco e, dove, se non in Internet, si potevano trovare guide cartacee o filmati che tentassero di spiegare con dovizia le procedure? Purtroppo però, molte di queste, partono dal presupposto che il 1 strato, sia talmente facile da risolvere da poterci arrivare da soli, senza indicazioni; per questo motivo, dopo aver girato un poco l aggeggio, molti, non venendone più a capo, lo gettano inorriditi. Altre, nelle varie combinazioni di movimenti (detti algoritmi), alla fine si intrecciano fra loro e, quando si presentano configurazioni non rispondenti alle descrizioni - succede spesso sul terzo strato-, pur seguendone passo dopo passo le istruzioni, non si riesce a risolverle: a me è capitato spessissimo. Dopo averne provate e riprovate molte, mi sono deciso a farne una mia, unendo alle, (finalmente) mie spiegazioni per il 1 strato, punti presi qua e là che ho ritenuto migliori ai fini dell ottenimento del risultato finale. Spero di essere stato chiaro e di aiuto a qualcuno. Mauro Tombesi Pagina 1

2 INTRODUZIONE Per risolvere il Cubo di Rubik esistono svariati metodi: per chi non ha mai avuto un Cubo tra le mani, Il più semplice anche se più lungo, è il metodo a strati. Per capire il tutto, si ricordi la notazione geometrica usata in ambito internazionale, in cui nel Cubo si distinguono: 54 faccette quadrate ciascuna di un unico colore, dette anche pezzi, 6 facce principali ciascuna costituita da 9 faccette, 3 strati costituiti da 12 faccette e relativi al piano del Cubo, 6 centri fissi, con una faccetta sola, di uno dei 6 colori del Cubo, 12 spigoli, con 2 faccette colorate, collocati negli strati intermedi, 8 angoli, posti negli strati esterni, costituiti da 3 faccette colorate. Centri, hanno un solo colore e identificano i colori delle facce. Sono i punti di riferimento del Cubo. Spigoli, hanno due colori e in quattro di essi uno è il bianco; possono finire su qualunque coppia di facce adiacenti ma il loro destino di spigoli non cambierà mai. Angoli, hanno tre colori possono finire su qualunque terna di facce adiacenti, mai su uno spigolo. Definizione- E definita Mossa ciascuna rotazione di una delle facce, e prende il nome dalla iniziale della faccia stessa: la lettera F faccia frontale (Front) la lettera D inferiore (Down) la lettera R destra (Right) la lettera L sinistra (Left) la lettera B retrostante (Back) la lettera U superiore (Up) Mauro Tombesi Pagina 2

3 Ogni faccia del Cubo può ruotare attorno al proprio Centro, corrispondente di volta in volta ad uno dei tre assi ortogonali, a seconda della posizione in cui si viene a trovare. Definizione- E definito Algoritmo la successione di diverse mosse per completare il posizionamento di ogni cubetto, ed è scritto tramite una particolare notazione, praticamente usata in modo universale nel mondo del cubing: (es. F, R2, L ). L'apostrofo ( ) e il 2 stanno ad indicare il senso e l'angolo di rotazione. In presenza dell'apostrofo dopo la lettera (es. D ), la faccia (inferiore) andrà ruotata in senso antiorario di ¼ di giro (90 ) facendo perno sull'asse Y, se l'apostrofo non c'è il movimento andrà eseguito in senso orario, se una lettera è seguita da un 2 il movimento sarà ripetuto due volte ( 180 ), Così ad esempio la sequenza R U L2 si tradurrà con: Gira la faccia destra di 90 in senso orario, poi gira la faccia superiore di 90 in senso antiorario, infine gira di 180 la faccia sinistra". Per non confondersi fra orario/antiorario, provate a immaginare di avere la faccia da girare direttamente di fronte a voi. È molto utile le prime volte esercitarsi, senza badare ai colori del Cubo. Il tempo speso per "orientarsi" e per capire la notazione è sicuramente un ottimo investimento, però per rendere la cosa più semplice, a fine Guida ci sono le immagini con le mosse di ciascun Algoritmo. Guardando il Cubo, notiamo che ha 3 strati. Mauro Tombesi Pagina 3

4 OPERATIVITA' Necessariamente ho dovuto illustrare con varie immagini le varie mosse: Tuttavia ruotando il cubo per mettersi nelle stesse condizioni, si deve sapere che in F e R potranno finire coppie di facce di qualsiasi altro colore. Però è molto importante ricordare che durante tutte le mosse di ciascun algoritmo, l'orientamento dal nostro punto di vista deve restare sempre lo stesso. Come abbiamo già detto cercheremo di risolvere il Cubo con il metodo a strati. Questo metodo consiste in tre fasi A) Completare il 1 strato, quello superiore, B) completare il 2 strato, quello centrale, (senza scombinare il 1 ) C) completare il 3 strato e così tutto il Cubo. 1 STRATO Si risolve in due passaggi: Formazione di una croce bianca. Inserimento dei singoli angoli. Croce bianca Non è sufficiente formare una croce bianca, è necessario pure che i colori delle facce laterali degli spigoli di questa siano orientati correttamente coi relativi colori dei centri delle facce come in figura. E' consigliabile iniziare con la croce di colore bianco perché è un colore che si distingue facilmente in un Cubo completamente disordinato. Mauro Tombesi Pagina 4

5 Osservando il Cubo si notano due possibili situazioni. Caso 1- Lo spigolo è sul 3 strato,la faccetta bianca è in D (in una delle quattro posizioni). Basterà ruotare D fino ad allineare la faccetta colorata (es. azzurra) col centrale di ugual colore di una delle facce, poi ruotare due volte quella faccia per portare la faccetta bianca in alto. Caso 2- Lo spigolo è in una delle quattro posizioni su una delle facce laterali F, B, D, L. Dopo aver orientato il cubo per avere la faccia con lo spigolo in F, avremo: Caso 2.1) la faccetta bianca in R: Ruotare F per portare lo spigolo in basso, poi D più volte fino a far coincidere il suo colore (es. blu) con la faccia che ha il cubetto centrale dello stesso colore, infine quella faccia 2 volte (es. F) per portare il bianco in alto. Caso 2.2) Faccetta bianca in F: Mauro Tombesi Pagina 5

6 Ruotare R per portare lo spigolo in basso, poi D più volte fino a far coincidere il suo colore (es. blu) con la faccia che ha il cubetto centrale dello stesso colore, infine quella faccia 2 volte ( es.r) per portare il lato bianco in alto. Nota- Nell effettuare le prime mosse, ci si renderà conto che è necessario ruotare spesso la faccia U per non spostare i pezzi della croce già sistemati. Per evitarlo consiglio di portare prima tutti i quattro spigoli con le facce bianche in basso (D), poi allinearli singolarmente ai propri centri e, infine, ruotarli tutti per portare il loro lato bianco in alto a formare la croce. Ora che la croce bianca è terminata, occorre mettere al loro posto i quattro angoli. Angoli 1 strato Questi, come dicevamo per loro natura, si troveranno necessariamente o nel 1 o nel 3 strato. E' consigliabile muovere prima quelli del 3 strato così magari si spostano quelli del 1 che non sono posizionati correttamente. Scelte le facce F e R (es. rosso/blu), dovremo ruotare D per portare il cubetto (Angolo) con gli stessi colori in basso a destra, sotto il cubetto grigio di destinazione. Potremo avere quattro casi differenti Caso 1- Il cubetto ha la faccetta bianca in F (rossa in D): eseguire l'algoritmo F D F (1) (vedere le mosse nelle immagini a fine Guida) Caso 2- La faccetta bianca è in R: posizionare il cubetto in basso a destra, poi eseguire l'algoritmo R D R (2) Caso 3- La faccetta bianca è sulla faccia sotto, in D: Mauro Tombesi Pagina 6

7 iniziare con l algoritmo R D2 R D (3) (si sposta la faccetta bianca da D in F o R), quindi eseguire l opportuno algoritmo del caso 1 o 2. Caso 4- Terminato di posizionare (ed orientare) bene gli angoli che erano sul 3 strato, potremmo trovarne ancora qualcuno che già si trovava sul 1 strato ma nel posto sbagliato, o nel giusto ma coi colori invertiti rispetto alle facce. In questo caso basterà ruotare il Cubo in modo da avere quell angolo in alto a destra come in figura; poi con l'algoritmo R D R D (4) lo portiamo in basso per ritrovarci nel caso 1 o 2 di cui eseguire il relativo algoritmo. Abbiamo terminato il 1 strato che si presenterà così. 2 STRATO Gli spigoli che debbono andare nel 2 strato si possono trovare nel 3 oppure nel 2 ma nel posto sbagliato, o giusto però coi colori invertiti rispetto alle facce. Cominciare a lavorare con quelli del 3 così magari ne scalziamo qualcuno sbagliato dal 2. Individuato uno spigolo con certi colori, (es. rosso/verde), si ruota D per allinearlo alla faccia dello stesso colore del Cubo, ( es. rosso), formando così una T alta tre caselle. Avremo tre casi: Caso 1- Lo spigolo dovrà ruotare verso sinistra e andare al posto di quello grigio scuro. Eseguire l'algoritmo D L D L D F D F (5) Caso 2- Lo spigolo dovrà ruotare verso destra per sostituire sempre quello grigio scuro. Eseguire l'algoritmo D R D R D F D F (6) Mauro Tombesi Pagina 7

8 Caso 3- Spostati tutti gli spigoli dal 3 strato al 2, può certamente verificarsi il caso che in uno dei posti sul 2 strato, se ne trovino di sbagliati, o orientati male. In questo caso formare la T con uno qualsiasi di quelli col giallo (*) del 3 strato, ed eseguire l opportuno algoritmo dei casi 1 o 2 precedenti, per metterlo al posto di quello sbagliato, che sarà sbalzato nel 3, per ritrovarsi in una delle due situazioni precedenti ripetendone gli algoritmi. (*) Lavorando col bianco in alto, necessariamente il giallo al termine potrà stare solo in basso. A questo punto abbiamo terminato il 2 strato che si presenterà così. 3 STRATO Questa è la parte più difficile: consiste nel sistemare il 3 strato, senza però stravolgere i due già completati. Per questo occorre essere a conoscenza del fatto che, anche se durante i passaggi intermedi dei singoli algoritmi, si noteranno spostamenti di faccette in questi strati, non c è da preoccuparsene; alla fine tutto tornerà al posto giusto. Portare la faccia gialla in alto; d'ora in avanti questo sarà il lato U Possiamo raggiungere lo scopo in 4 fasi: 1) Formare la croce gialla, 2) orientarla correttamente con le facce, 3) mettere al posto giusto gli angoli (anche se orientati in maniera sbagliata), 4) orientare correttamente gli angoli. Mauro Tombesi Pagina 8

9 Croce gialla Guardate ora bene solo le caselle gialle del Cubo. Girate il Cubo finché non trovate una delle tre configurazioni descritte come 1, 2 e 3 caso. L'importante è che ci siano caselle gialle dove indicato, (i colori delle facce possono risultare diversi da quelli dell'esempio). Se il vostro Cubo dovesse trovarsi con la croce ultimata per puro caso - fortunato -, potete passare direttamente alla fase successiva. Ripeto: durante l'esecuzione di un qualsiasi algoritmo non dovrete mai cambiare l'orientamento del Cubo rispetto al vostro punto di vista. Tenendo il Cubo come descritto nelle figure e applicando il giusto algoritmo otterremo direttamente una croce gialla. Caso 1- F U R U R F (7) Caso 2- F R U R U F (8) Caso 3- con l'algoritmo (8) ci troveremo nel caso 1, quindi ripetere l'algoritmo (7) Si noti che sebbene abbiamo completato la croce gialla, normalmente le faccette laterali della croce non coincidono tutte con le facce laterali degli strati. Vanno perciò orientate. Orientare la croce Se siete stati fortunati e la croce è già orientata correttamente, passate al punto successivo. Mauro Tombesi Pagina 9

10 Altrimenti seguite questa procedura: Nell immagine, vista dall alto di U, i triangoli indicano le faccette laterali degli spigoli orientate bene coi colori dei rispettivi centri delle facce del Cubo, (ce ne possono essere anche altre, ma a noi bastano queste). A seconda del caso che ci si presenti, (tranne il primo che si può cominciare da qualsiasi faccia in F), sarà necessario: ruotare il Cubo per avere il lato basso delle figure come faccia F, poi eseguire l algoritmo R U R U R U2 R (9) una o due volte fino ad ottenere la perfetta orientazione dei quattro lati della croce con le facce del Cubo. Con la croce orientata possiamo passare al punto seguente. Posizionare gli angoli (non è ancora necessario che siano orientati bene) Se, esaminando il Cubo, non ci fossero angoli posizionati nel posto giusto, (stessi colori delle facce anche se invertiti), per far ruotare tre angoli in senso antiorario da una posizione qualunque eseguire l algoritmo U R U L U R U L (10) ripetendolo un altra volta se necessario senza ruotare il cubo. Quest operazione farà posizionare bene almeno un angolo; allora ruotare il Cubo per farlo trovare in alto a destra come in figura: Quindi eseguire lo stesso algoritmo una o più volte per far ruotare gli altri tre angoli fino a che non saranno tutti posizionati bene con le relative facce. Mauro Tombesi Pagina 10

11 Siamo alla fine, non ci resta che orientare gli angoli che lo necessitino. Orientare gli angoli Possono presentarcisi anche qui varie situazioni: Caso 1- Non vi sono angoli orientati bene con le rispettive facce del Cubo: eseguire l algoritmo: R D R D R D R D (11) una o due volte per farne orientare bene almeno uno. Casi 2, 3, 4- Un angolo (o più) è ben orientato (anche a seguito dell operazione precedente), ruotare il Cubo per posizionare questo/i spigoli come nelle rispettive figure, poi: Senza più ruotarlo e senza preoccuparsi se sembra sconvolgersi tutto: Ripetere l algoritmo tre o quattro volte finché l angolo in alto a destra non sia ben orientato, ruotare U per portare in alto a destra (di F) il successivo angolo non orientato, (se già lo fosse, come nel caso quattro, ruotare di altri 90 ) e ripetere le operazioni precedenti. Ripetere questa procedura fino a ché, gli angoli non saranno tutti a posto. Infine ruotare gli strati per orientare le facce nel modo giusto. Il Cubo è finito COMPLIMENTI NB. Quest ultimo algoritmo ripetuto, è molto comodo perché ci evita di dovercene ricordare molti di più a seconda dei possibili vari orientamenti delle faccette dei singoli angoli. Al sottoscritto è capitato (talvolta) che con tutto il 3 strato sistemato il Cubo non fosse affatto finito, ma si fossero spostati dei cubetti dal 1 al secondo strato e viceversa. In questo caso,(credo dovuto a errori di manovra dell ultimo algoritmo) visto che con questo metodo non dobbiamo battere nessun record di velocità, basterà ruotare sottosopra il cubo e ripartire dalla sistemazione del 2 strato, per finire poi il 3 (stavolta di colore bianco) e, a meno di non ripetere gli stessi errori, tutto si sistemerà nel modo giusto. Mauro Tombesi Pagina 11

12 Io mi sono rotto la testa per imparare le mosse dalle lettere, e la cosa, una volta memorizzate è servita molto: siccome però, sono un perfezionista, ho perso una giornata a fare questi disegni per aiutare gli altri alle prime armi. MT Mauro Tombesi Pagina 12

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il Lezione 5:10 Marzo 2003 SPAZIO E GEOMETRIA VERBALE (a cura di Elisabetta Contardo e Elisabetta Pronsati) Esercitazione su F5.1 P: sarebbe ottimale a livello di scuola dell obbligo, fornire dei concetti

Dettagli

IMSV 0.8. (In Media Stat Virtus) Manuale Utente

IMSV 0.8. (In Media Stat Virtus) Manuale Utente Introduzione IMSV 0.8 (In Media Stat Virtus) Manuale Utente IMSV è una applicazione che calcola che voti può'prendere uno studente negli esami che gli mancano per ottenere la media che desidera. Importante:

Dettagli

IL MODELLO CICLICO BATTLEPLAN

IL MODELLO CICLICO BATTLEPLAN www.previsioniborsa.net 3 Lezione METODO CICLICO IL MODELLO CICLICO BATTLEPLAN Questo modello ciclico teorico (vedi figura sotto) ci serve per pianificare la nostra operativita e prevedere quando il mercato

Dettagli

LE MEDIE MOBILI CENTRATE

LE MEDIE MOBILI CENTRATE www.previsioniborsa.net 2 lezione METODO CICLICO LE MEDIE MOBILI CENTRATE Siamo rimasti a come risolvere il precedente problema del ritardo sulle medie mobili Quindi cosa dobbiamo fare? Dobbiamo semplicemente

Dettagli

INTRODUZIONE I CICLI DI BORSA

INTRODUZIONE I CICLI DI BORSA www.previsioniborsa.net 1 lezione METODO CICLICO INTRODUZIONE Questo metodo e praticamente un riassunto in breve di anni di esperienza e di studi sull Analisi Tecnica di borsa con specializzazione in particolare

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

SCHEDA M MOSAICI CLASSIFICARE CON LA SIMMETRIA

SCHEDA M MOSAICI CLASSIFICARE CON LA SIMMETRIA SCHEDA M MOSAICI CLASSIFICARE CON LA SIMMETRIA Qui sotto avete una griglia, che rappresenta una normale quadrettatura, come quella dei quaderni a quadretti; nelle attività che seguono dovrete immaginare

Dettagli

5 FANTASMAGORICA PROVA. Chicco, Nanà e la Casa di Mago Magone

5 FANTASMAGORICA PROVA. Chicco, Nanà e la Casa di Mago Magone 5 FANTASMAGORICA PROVA Chicco, Nanà e la Casa di Mago Magone STRUTTURA DELL ATTIVITA Inizio Ciao a tutti! Mettiamoci seduti in cerchio! (predisporre i segnaposto e utilizzarli fino a che tutti i bambini

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

PROPULSORE A FORZA CENTRIFUGA

PROPULSORE A FORZA CENTRIFUGA PROPULSORE A FORZA CENTRIFUGA Teoria Il propulsore a forza centrifuga, è costituito essenzialmente da masse rotanti e rivoluenti attorno ad un centro comune che col loro movimento circolare generano una

Dettagli

Costruite un grafo che rappresenti la situazione del torneo (in modo che siano rappresentate le squadre e le partite). Che tipo di grafo ottenete?

Costruite un grafo che rappresenti la situazione del torneo (in modo che siano rappresentate le squadre e le partite). Che tipo di grafo ottenete? IL TORNEO DI CALCIO Avete un gruppo di sei squadre che devono sfidarsi in un torneo di calcio. Il torneo deve essere circolare e di sola andata, cioè ogni squadra deve giocare una partita contro ciascuna

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Questionario Web Based per la Valutazione dello Stress Lavoro Correlato Guida Operativa e Istruzioni per l Uso

Questionario Web Based per la Valutazione dello Stress Lavoro Correlato Guida Operativa e Istruzioni per l Uso Questionario Web Based per la Valutazione dello Stress Lavoro Correlato Guida Operativa e Istruzioni per l Uso 2011 QUAERO People Management & Development Questionario Web Based per la Valutazione dello

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06. Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06. Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06 Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA Il progetto sulla Terza Dimensione Queste attività si

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

AUTOREGOLAZIONE PER IL COMPITO

AUTOREGOLAZIONE PER IL COMPITO B5 queste schede ti aiuteranno a scoprire quanto sia utile autointerrogarsi e autovalutarsi potrai renderti conto di quanto sia utile porsi domande per verificare la propria preparazione se ti eserciterai

Dettagli

Installare Windows Xp Guida scritta da CroX

Installare Windows Xp Guida scritta da CroX Installare Windows Xp Guida scritta da CroX INTRODUZIONE: 2 PREPARAZIONE 2 BOOT DA CD 2 BIOS 3 PASSAGGI FONDAMENTALI 4 SCEGLIERE COSA FARE TRA RIPRISTINO O INSTALLARE UNA NUOVA COPIA 5 ACCETTARE CONTRATTO

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Nuovi problemi per nuove conoscenze

Nuovi problemi per nuove conoscenze Nuovi problemi per nuove conoscenze Daniela Medici & Maria Gabriella Rinaldi 14 gennaio 2004 Le situazioni problema Le situazioni problema sono progettate e messe in scena per costruire nuove conoscenze.

Dettagli

IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA

IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA A cura del 1 LA MATEMATICA: perché studiarla??? La matematica non è una disciplina fine a se stessa poichè fornisce strumenti importanti e utili in molti settori della

Dettagli

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO HEAD COACH ATTILIO CAJA DIFESA SUL PICK AND ROLL Nell analizzare le tendenze offensive delle squadre avversarie ci siamo resi conto di come una grandissima percentuale degli

Dettagli

Alcune nozioni preliminari di teoria elementare di insiemi e funzioni

Alcune nozioni preliminari di teoria elementare di insiemi e funzioni Alcune nozioni preliminari di teoria elementare di insiemi e funzioni Alberto Pinto Corso di Matematica - NUCT 1 Insiemi 1.1 Generalità Diamo la definizione di insieme secondo Georg Cantor, matematico

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

Appunti sull orientamento con carta e bussola

Appunti sull orientamento con carta e bussola Appunti sull orientamento con carta e bussola Indice Materiale necessario... 2 Orientiamo la carta topografica con l'aiuto della bussola... 2 Azimut... 2 La definizione di Azimut... 2 Come misurare l azimut...

Dettagli

IL GIOCO NEL MINIBASKET

IL GIOCO NEL MINIBASKET 88 Premessa IL GIOCO NEL MINIBASKET Inizierò con un gioco di collaborazione e di rapidità per immergerci subito nel cuore di questa lezione. Poichè l argomento è Il Gioco nel Minibasket, vorrei partire

Dettagli

Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza

Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza Lezione 1: Cosa significa confrontare due lunghezze? Attività n 1 DOMANDA N 1 : Nel vostro gruppo qual è la matita più lunga? DOMANDA N

Dettagli

IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE

IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE. Sai che cosa è la propriocezione? SI SENTIRE TUTTE LE PARTI DEL PROPRIO CORPO IN TESTA. Quindi essere padrone delle singole parti del proprio corpo in ogni momento

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

VERNICIATURA PINZE FRENI by Antsrp

VERNICIATURA PINZE FRENI by Antsrp VERNICIATURA PINZE FRENI by Antsrp In questa guida verrà spiegato come verniciare le pinze dei freni senza dover smontare la pinza stessa. Se avete la possibilità (e le competenze) per farlo, è preferibile

Dettagli

0. Piano cartesiano 1

0. Piano cartesiano 1 0. Piano cartesiano Per piano cartesiano si intende un piano dotato di due assi (che per ragioni pratiche possiamo scegliere ortogonali). Il punto in comune ai due assi è detto origine, e funziona da origine

Dettagli

Il principio di induzione e i numeri naturali.

Il principio di induzione e i numeri naturali. Il principio di induzione e i numeri naturali. Il principio di induzione è un potente strumento di dimostrazione, al quale si ricorre ogni volta che si debba dimostrare una proprietà in un numero infinito

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

Casi pratici di comunicazione per il farmacista

Casi pratici di comunicazione per il farmacista Casi pratici di comunicazione per il farmacista 1 Premessa e Punti di vista Un futuro farmacista viene addestrato, ma vuol dire la sua opinione La storia Farmacia lunedì mattina ore 8.15 Buon giorno. Si

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

Lezione 5. Argomenti. Premessa Vincolo di bilancio La scelta ottima del consumatore

Lezione 5. Argomenti. Premessa Vincolo di bilancio La scelta ottima del consumatore Lezione 5 Argomenti Premessa Vincolo di bilancio La scelta ottima del consumatore 5.1 PREESSA Nonostante le preferenze portino a desiderare quantità crescenti di beni, nella realtà gli individui non sono

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Intelligenza Artificiale

Intelligenza Artificiale Intelligenza Artificiale Esercizi e Domande di Esame Tecniche di Ricerca e Pianificazione Esercizi Griglia Si consideri un ambiente costituito da una griglia n n in cui si muove un agente che può spostarsi

Dettagli

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200 Rolleiflex T (Type 1)" Capire l esposizione Una breve guida di Massimiliano Marradi mmarradi.it Prima di tutto occorre scegliere il modo in cui valutare l esposizione. Se valutativa, quindi a vista, useremo

Dettagli

Questa guida ti spiega come usare l applicazione freetime fin dalla prima volta.!

Questa guida ti spiega come usare l applicazione freetime fin dalla prima volta.! freetime more business Manuale d uso versione 1.0 Requisiti essenziali per procedere all uso di freetime sono: essere in possesso di una licenza valida (anche Trial) aver scaricato l applicazione sul vostro

Dettagli

I SISTEMI DI NUMERAZIONE

I SISTEMI DI NUMERAZIONE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. M. ANGIOY CARBONIA I SISTEMI DI NUMERAZIONE Prof. G. Ciaschetti Fin dall antichità, l uomo ha avuto il bisogno di rappresentare le quantità in modo simbolico. Sono nati

Dettagli

LE BOTTEGHE DELL INSEGNARE MATEMATICA

LE BOTTEGHE DELL INSEGNARE MATEMATICA LE BOTTEGHE DELL INSEGNARE Report dei lavori svolti durante la Convention Protagonisti nella scuola per la crescita della società Bologna 13-14 ottobre 2012 MATEMATICA Matematici, mettiamoci in gioco Responsabile

Dettagli

Manuale. Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons

Manuale. Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons Manuale Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons Premessa Gestione Biblioteca scolastica è un software che permette di gestire in maniera sufficientemente

Dettagli

Appunti per il CoderDojo Fosso+Sandon

Appunti per il CoderDojo Fosso+Sandon Appunti per il CoderDojo Fosso+Sandon 22 marzo 2014 Presentazione ai del CoderDojo CoderDojo è un movimento senza scopo di lucro nato in Irlanda nel 2011, rivolto a bambini e adolescenti, con lo scopo

Dettagli

Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri.

Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri. Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri. A partire da questa lezione, ci occuperemo di come si riescono a codificare con sequenze binarie, quindi con sequenze di 0 e 1,

Dettagli

Ho imparato a fare le idee. Approfondimento: ruolo ed evoluzione delle grafiche progettuali. Strategie per progettisti consapevoli

Ho imparato a fare le idee. Approfondimento: ruolo ed evoluzione delle grafiche progettuali. Strategie per progettisti consapevoli Materiali di scarto industriale per una pedagogia sostenibile Ho imparato a fare le idee Strategie per progettisti consapevoli Tasca Ilaria, insegnante di scuola dell infanzia Approfondimento: ruolo ed

Dettagli

Vincolo di bilancio del consumatore, paniere ottimo

Vincolo di bilancio del consumatore, paniere ottimo Microeconomia, Esercitazione 2 (26/02/204) Vincolo di bilancio del consumatore, paniere ottimo Dott. Giuseppe Francesco Gori Domande a risposta multipla ) Antonio compra solo due beni, sigarette e banane.

Dettagli

Sviluppare l attenzione nella scuola dell infanzia

Sviluppare l attenzione nella scuola dell infanzia Sviluppare l attenzione nella scuola dell infanzia L esperienza della Rete Ricerca Infanzia di Treviso Treviso, 25 Marzo 2011 Beatrice Caponi Università di Padova Rete Infanzia Treviso Coinvolgimento di

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY INFORMAZIONI Strategia basata sul semplice utilizzo di due medie mobili esponenziali che useremo solamente per entrare in direzione del trend. Utilizzeremo due grafici

Dettagli

Esercizi di Calcolo delle Probabilita (I)

Esercizi di Calcolo delle Probabilita (I) Esercizi di Calcolo delle Probabilita (I) 1. Si supponga di avere un urna con 15 palline di cui 5 rosse, 8 bianche e 2 nere. Immaginando di estrarre due palline con reimmissione, si dica con quale probabilità:

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Realizzare un film con Windows Movie Maker

Realizzare un film con Windows Movie Maker Realizzare un film con Windows Movie Maker La Teca Didattica Movie Maker è un applicazione di Windows poco sfruttata a scuola, ma molto carina e facile da usare per realizzare piccoli film con i compagni

Dettagli

Microsoft Word 2007 Avanzato Lezione 16. Dimensione delle immagini

Microsoft Word 2007 Avanzato Lezione 16. Dimensione delle immagini Dimensione delle immagini e Scorrimento del testo Dimensione delle immagini Anche oggi parliamo di immagini. Cominciamo proponendo qualche considerazione circa le dimensioni e il ritaglio dell immagine

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

Papermodel PM-21 Mazinger Z vol.1 manga/oav version

Papermodel PM-21 Mazinger Z vol.1 manga/oav version 1 Per costruire questo modello, è necessario stampare su cartoncino formato A4 bianco, il relativo file, che avete scaricato assieme a queste istruzioni dal sito http://raggiogamma.altervista.org Tagliate

Dettagli

Quale figura geometrica manca in qualcuno dei quattro riquadri?

Quale figura geometrica manca in qualcuno dei quattro riquadri? 1 Quale figura geometrica manca in qualcuno dei quattro riquadri? 2 Quanti triangoli sono presenti nella figura? 7 6 5 4 3 3 Trova la parte mancante della casetta 4 Cinque coccinelle vivono in un cespuglio.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello B1

Università per Stranieri di Siena Livello B1 Unità 4 Fare la spesa al mercato CHIAVI In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni e consigli su come fare la spesa al mercato e risparmiare parole relative agli acquisti e ai consumi

Dettagli

DOCUMENTO ESPLICATIVO

DOCUMENTO ESPLICATIVO DOCUMENTO ESPLICATIVO Modificare il proprio menu con Web designer - CATEGORIA MENU Digitate il vostro username e password, vedrete comparire tre tasti: AREA RISERVATA, WEB DESIGNER e LOGOUT ( vedi foto

Dettagli

Lezione 2: come si descrive il trascorrere del tempo

Lezione 2: come si descrive il trascorrere del tempo Lezione 2 - pag.1 Lezione 2: come si descrive il trascorrere del tempo 2.1. Il tempo: un concetto complesso Che cos è il tempo? Sembra una domanda tanto innocua, eppure Sembra innocua perché, in fin dei

Dettagli

TICHU NANJING (per 4 giocatori)

TICHU NANJING (per 4 giocatori) TICHU NANJING (per 4 giocatori) Le carte Sono di quattro tipi (Jade/Sword/Pagoda/Star) (Giada-verde/Spada-nero/Pagoda-blu/Stella-rosso) di 13 valori ognuna che corrispondono alle carte del Poker. L Asso

Dettagli

LA NUOVA STRATEGIA VINCENTE PER MERCATO DEL FOREX

LA NUOVA STRATEGIA VINCENTE PER MERCATO DEL FOREX Titolo LA NUOVA STRATEGIA VINCENTE PER MERCATO DEL FOREX Autore Dove Investire Siti internet www.doveinvestire.com Servizi necessari: ADVFN dati in tempo reale gratuiti e indicatori ATTENZIONE: tutti i

Dettagli

Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo. Sviluppo attraverso la creazione di superiorità numerica e inferiorità numerica

Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo. Sviluppo attraverso la creazione di superiorità numerica e inferiorità numerica Da 3 contro 3 a 1 contro 1 Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo - Ho il pallone / non ho il pallone / recupero il pallone/ perdo il pallone Sviluppo attraverso la creazione di superiorità

Dettagli

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA Tutti gli anni, affrontando l argomento della divisibilità, trovavo utile far lavorare gli alunni sul Crivello di Eratostene. Presentavo ai ragazzi una

Dettagli

LA GEOMETRIA NELLE PIASTRELLE

LA GEOMETRIA NELLE PIASTRELLE LA GEOMETRIA NELLE PIASTRELLE Supponiamo di dover pavimentare delle superfici molto estese e vogliamo evitare le classiche composizioni quadrate, rettangolari o a spina di pesce, per rendere meno banale

Dettagli

Prendetevi il tempo necessario per leggere completamente le istruzioni prima di iniziare a sostituire il rivestimento della vostra fotocamera.

Prendetevi il tempo necessario per leggere completamente le istruzioni prima di iniziare a sostituire il rivestimento della vostra fotocamera. ~Istruzioni generali e suggerimenti per l'applicazione del rivestimento in pelle per fotocamera~ (si richiamano le normative internazionali sul diritto di autore, per la tutela di queste istruzioni) Dovrete

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

LANCIAMO UN DADO PER DECIDERE CHI DEVE INIZIARE IL GIOCO. PARTIRA IL NUMERO PIU ALTO

LANCIAMO UN DADO PER DECIDERE CHI DEVE INIZIARE IL GIOCO. PARTIRA IL NUMERO PIU ALTO IL GIOCO DEL CALCIO I bimbi della sezione 5 anni sono molto appassionati al gioco del calcio. Utilizzo questo interesse per costruire e proporre un gioco con i dadi che assomigli ad una partita di calcio.

Dettagli

I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc..

I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc.. I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc.. ******************************************************** * Sessione

Dettagli

CORSO DI MUSICA PER TUTTI di Cristiano Rotatori

CORSO DI MUSICA PER TUTTI di Cristiano Rotatori Corso di orientamento musicale diviso in lezioni semplici ed essenziali. L obiettivo è di assolvere alla funzione didattica utilizzando i parametri teorico-musicali essenziali in modo propedeutico ma anche

Dettagli

Appunti sulla Macchina di Turing. Macchina di Turing

Appunti sulla Macchina di Turing. Macchina di Turing Macchina di Turing Una macchina di Turing è costituita dai seguenti elementi (vedi fig. 1): a) una unità di memoria, detta memoria esterna, consistente in un nastro illimitato in entrambi i sensi e suddiviso

Dettagli

Kangourou della Matematica 2011 Coppa a squadre Kangourou Semifinale turno A Cervia, 7 maggio 2011. Quesiti

Kangourou della Matematica 2011 Coppa a squadre Kangourou Semifinale turno A Cervia, 7 maggio 2011. Quesiti Kangourou della Matematica 2011 Coppa a squadre Kangourou Semifinale turno A Cervia, 7 maggio 2011 Quesiti 1. Un lungo viaggio Quando a Londra sono le 17.00, a S. Francisco sono le 09.00 (dello stesso

Dettagli

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione 4 LEZIONE: Programmazione su Carta a Quadretti Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10 Minuti Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione SOMMARIO:

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DI UN'ACTIVITY

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DI UN'ACTIVITY GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DI UN'ACTIVITY by Pikkio Ho deciso di realizzare questa piccola guida per spiegare a tutti quelli che si avvicinano per la prima volta a Train Simulator come si fa a realizzare

Dettagli

Laboratorio con le macchine matematiche Analizziamo la Pascalina!

Laboratorio con le macchine matematiche Analizziamo la Pascalina! Laboratorio con le macchine matematiche Analizziamo la Pascalina! Francesca Martignone francesca.martignone@unipmn.it Cristina Coppola ccoppola@unisa.it Laura Lombardi llombardi@unisa.it Tiziana Pacelli

Dettagli

L ambiente grafico e le viste

L ambiente grafico e le viste 1 In questo Tutorial impareremo a conoscere l ambiente grafico di Cinema 4D e a muoverci tra le varie viste dello stesso All apertura di Cinema 4D apparirà la seguente interfaccia Pag. 1 Clicchiamo nella

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir DA DUE A TRE dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ Voglio poterti amare senza aggrapparmi, apprezzarti senza giudicarti, raggiungerti senza invaderti, invitarti senza insistere, lasciarti senza

Dettagli

Calcolo combinatorio

Calcolo combinatorio Calcolo combinatorio (da un file della Prof.ssa Marchisio, con alcune modifiche e integrazioni) Calcolo combinatorio branca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordinare, secondo date

Dettagli

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta Nel corso del primo anno : - riconosce il nome proprio; - dice due-tre parole oltre a dire mamma e papà ; - imita

Dettagli

Appunti di contabilità del condominio approfondimento

Appunti di contabilità del condominio approfondimento Appunti di contabilità del condominio approfondimento I documenti contabili obbligatori ai sensi del codice civile sono il bilancio preventivo con relativo riparto ed il bilancio consuntivo. Necessari,

Dettagli

DISEGNO DI MACCHINE APPUNTI DELLE LEZIONI

DISEGNO DI MACCHINE APPUNTI DELLE LEZIONI DISEGNO DI MACCHINE APPUNTI DELLE LEZIONI Lezione 3: Proiezioni Ortogonali con il metodo europeo Francesca Campana Le proiezioni ortogonali Le proiezioni ortogonali descrivono bi-dimensionalmente un oggetto

Dettagli

Matematica Discreta 2005 Esercizi di preparazione

Matematica Discreta 2005 Esercizi di preparazione Matematica Discreta 2005 Esercizi di preparazione Esercizio 1. Supponiamo di avere un rettangolo di cartone di dimensioni intere n e m e di tagliarlo successivamente secondo la seguente regola: togliamo

Dettagli

I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno

I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno Kangourou Italia Gara del 21 marzo 2002 Categoria Cadet Per studenti di terza media e prima superiore Regole: La prova è individuale. Ogni tipo di calcolatrice è vietato Vi è una sola risposta esatta per

Dettagli

INSTALLAZIONE ed USO VUZE per DOWNLOAD FILE TORRENT

INSTALLAZIONE ed USO VUZE per DOWNLOAD FILE TORRENT INSTALLAZIONE ed USO VUZE per DOWNLOAD FILE TORRENT Questa guida vuole essere un breve tutorial su come installare VUZE sul proprio PC in modo da riuscire a scaricare i file torrent che troviamo su Internet.

Dettagli

LA MACCHINA FOTOGRAFICA

LA MACCHINA FOTOGRAFICA D LA MACCHINA FOTOGRAFICA Parti essenziali Per poter usare la macchina fotografica, è bene vedere quali sono le sue parti essenziali e capire le loro principali funzioni. a) OBIETTIVO: è quella lente,

Dettagli

FINALE ITALIANA 1998. 16 maggio 1998 - Università Bocconi

FINALE ITALIANA 1998. 16 maggio 1998 - Università Bocconi FINALE ITALIANA 1998 16 maggio 1998 - Università Bocconi 1. UN PROBLEMA TURCO Scrivere le quattro cifre del numero 1998 nelle caselle sottostanti in modo che il risultato delle operazioni indicate sia

Dettagli

Alibre Design. Lezione n 6 Messa in tavola. www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22

Alibre Design. Lezione n 6 Messa in tavola. www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22 Alibre Design Lezione n 6 Messa in tavola www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22 Abbiamo già visto nelle lezioni precedenti come avviare Alibre in modalità Pezzo (per disegnare una parte) o in modalità

Dettagli

Clickomania con Blockly

Clickomania con Blockly Clickomania con Blockly Violetta Lonati Sommario Clickomania è un solitario, noto anche come Chain Shot! o Same Game. Il campo di gioco è costituito da una parete inizialmente coperta di mattoni, uno per

Dettagli

GLI ANGOLI. Ricordiamo insieme: ogni volta che una linea spezzata, chiusa o aperta, cambia orientamento si forma un angolo.

GLI ANGOLI. Ricordiamo insieme: ogni volta che una linea spezzata, chiusa o aperta, cambia orientamento si forma un angolo. GLI ANGOLI Ricordiamo insieme: ogni volta che una linea spezzata, chiusa o aperta, cambia orientamento si forma un angolo. A. Osserva questa linea spezzata aperta e continua tu a colorare gli angoli, come

Dettagli

Sante Perazzolo Trainer PNL e coach PNL new code

Sante Perazzolo Trainer PNL e coach PNL new code Sante Perazzolo Trainer PNL e coach PNL new code e-cons s.r.l. Via del Lavoro, 4 35040 Boara Pisani (PD) Quando comunichiamo con altre persone dobbiamo riuscire a capire: se ci stanno seguendo, se comprendono

Dettagli

EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI

EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI 1. LE CARTE AEROPORTUALI. le carte aeroportuali individuano le aeree e gli spazi entro i quali i velivoli di varie categorie possono manovrare, decollare

Dettagli

Come realizzare i disegni in Autocad partendo da un immagine

Come realizzare i disegni in Autocad partendo da un immagine Come realizzare i disegni in Autocad partendo da un immagine L obbiettivo di questo articolo, è quello di poter avere a disposizione le linee di costruzione in qualsiasi scala, senza dover fare decine

Dettagli

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

FLASH PER L'ANIMAZIONE 2

FLASH PER L'ANIMAZIONE 2 FLASH PER L'ANIMAZIONE 2 INTERPOLAZIONE DI FORMA Con questo tipo di interpolazione Flash calcola i fotogrammi intermedi che possono intercorrere fra la mutazione di una forma impostata in due fotogrammi

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 15 marzo 2007 Categoria Ecolier Per studenti di quarta o quinta della scuola primaria

Kangourou Italia Gara del 15 marzo 2007 Categoria Ecolier Per studenti di quarta o quinta della scuola primaria Testi_07.qxp 16-04-2007 12:02 Pagina 5 Kangourou Italia Gara del 15 marzo 2007 Categoria Per studenti di quarta o quinta della scuola primaria I quesiti dal N. 1 al N. 8 valgono 3 punti ciascuno 1. Osserva

Dettagli