INDICE DEI CONTENUTI. La pubblicazione investire nella Regione dell Innovazione è a cura di:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE DEI CONTENUTI. La pubblicazione investire nella Regione dell Innovazione è a cura di: www.area.trieste.it"

Transcript

1 1

2 INDICE DEI CONTENUTI COS È LA HICO REGION? p. 3 PERCHÉ INVESTIRE IN INNOVAZIONE IN QUESTO TERRITORIO? p. 5 LE AREE DI INSEDIAMENTO INDUSTRIALE p. 20 LE STRUTTURE PER LA RICERCA, L INNOVAZIONE E L INCUBAZIONE D IMPRESA p. 26 IL SISTEMA DELLA RICERCA E FORMAZIONE p. 31 LE SPECIALIZZAZIONI TECNOLOGICHE p. 38 I COSTI p. 46 GLI INCENTIVI E LE TASSAZIONI p. 48 LA QUALITÀ DELLA VITA p. 62 I SERVIZI p. 66 La pubblicazione investire nella Regione dell Innovazione è a cura di: AREA Science Park Servizio Marketing e Relazioni Internazionali Padriciano, 99 - Trieste Tel Fax

3 PREFAZIONE Il Friuli Venezia Giulia è la Regione da sempre riconosciuta come nodo cruciale dei flussi commerciali internazionali da e per l Europa dell Est. Oltre che per la propensione storica agli scambi commerciali, la Regione Friuli Venezia Giulia si pone tra i territori più avanzati dell Unione Europea, grazie alla presenza di un equilibrata struttura industriale, con settori noti a livello mondiale, e di un sistema scientifico d avanguardia, fondato su competenze e livelli di eccellenza. Questa condizione è arricchita dalla presenza di cluster tecnologici, centri di eccellenza e strutture d innovazione che consentono al Friuli Venezia Giulia di attestarsi ai primi posti tra le regioni italiane più capaci nel campo dell innovazione. AREA Science Park, il principale parco scientifico e tecnologico multisettoriale italiano, è al cuore del sistema regionale della ricerca e dell innovazione. Situato a Trieste e ramificato in tutta la Regione, rappresenta un efficace sistema di innovazione territoriale che integra il mondo della ricerca e quello dell impresa e che offre alle imprese un ambiente stimolante per la ricerca e lo sviluppo tecnologico di interesse industriale. Dalla consapevolezza del ruolo di AREA Science Park di sistema di innovazione territoriale nasce il progetto HiCo-High-tech integrated Co-operation for cross-border economic growth and SME competitiveness increase, che si svolge in collaborazione con Sviluppo Italia Friuli Venezia Giulia ed EZIT Ente per la Zona Industriale di Trieste con l obiettivo di promuovere l innovazione, di incentivare lo sviluppo dell impresa e di favorire gli investimenti nei settori a più elevato livello di conoscenza e di competitività internazionale nel territorio della così definita HiCo Region, la Regione dell Innovazione. Questo territorio comprende e unisce il Friuli Venezia Giulia e l area frontaliera slovena che, per ragioni geografiche, storiche, culturali ed economiche, ne é la naturale estensione verso l Europa Centro-Orientale. La pubblicazione, investire nella Regione dell Innovazione, vuole rappresentare una vera guida in materia di innovazione, ricerca, industria e territorio per l investitore pubblico e privato orientata alla conoscenza della HiCo Region, una regione dove cultura, tradizioni, capacità di innovazione e qualità della vita rendono attraente e produttivo vivere ed operare. Dunque, uno strumento di informazione e orientamento all innovazione destinato sia ai grandi gruppi industriali sia alle imprese piccole e medie, sia al neo-imprenditore così come all investitore istituzionale. Ringrazio la Direzione Attività Produttive della Regione Friuli Venezia Giulia, sotto la cui regia il progetto HiCo trova attuazione, e i partner di Sviluppo Italia Friuli Venezia Giulia e dell EZIT, per l accurata opera di ricerca e selezione dei dati e delle informazioni che caratterizzano il Friuli Venezia Giulia, nonché le istituzioni slovene dell area frontaliera per il contributo dato alla più efficace rappresentazione della HiCo Region. Ing. Gabriele Gatti Direttore Marketing & Relazioni Internazionali AREA Science Park 3

4 TRENTINO ALTO ADIGE FRIULI VENEZIA GIULIA AUSTRIA GORENJSKA ITALIA PORDENONE UDINE SLOVENIA GORIZIA GORIŠKA VENETO TRIESTE mare Adriatico OBALNO-KRAŠKA CROAZIA 4

5 COS È LA HiCo Region? La HiCo Region è l area territoriale del progetto HiCo, Hi-tech integrated Co-operation for cross-border economic growth and SME competitiveness increase, finanziato dalla Commissione Europea nel quadro del PIC Interreg III A Italia-Slovenia. La HiCo Region si estende dal Friuli Venezia Giulia, una delle regioni italiane più attrattive del famoso Nordest, alle regioni slovene Goriška, Gorenjska e Obalno-Kraška, zone caratterizzate da una concentrazione industriale e servite da una rete di trasporti e servizi logistici in costante sviluppo. Nella HiCo Region, punto centrale in Europa e nodo strategico di vie direttrici internazionali, si trovano sia aziende con una radicata tradizione in attività produttive e di scambio con l estero, sia realtà tecnologicamente all avanguardia, attive nello sviluppo di conoscenze ed innovazioni dirette al mercato. Nella HiCo Region sono presenti risorse umane particolarmente qualificate dal punto di vista tecnologico e formativo. La presenza di istituti di alta formazione, accanto ai numerosi enti e laboratori di ricerca nazionale ed internazionale, oltre all attenzione delle istituzioni verso programmi di incentivazione e sostegno alle imprese, danno un valore aggiunto a questo territorio. L elevata qualità della vita, riconosciuta al territorio dalle indagini di istituti accreditati a livello internazionale, rende ottimale la scelta della HiCo Region. La HiCo Region inoltre, per la propria posizione geografica strategica, rappresenta una piattaforma logistica ideale per l intero sistema economico europeo. Il progetto HiCo nasce dall idea di promuovere lo sviluppo economico e territoriale dell omonima regione, nella direzione di una convergenza della crescita del sistema industriale con lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica e con la diffusione dell innovazione. HiCo è un iniziativa promossa e gestita da: > AREA Science Park - Consorzio per l AREA di Ricerca Scientifica e Tecnologica di Trieste > Sviluppo Italia Friuli Venezia Giulia > EZIT Ente Zona Industriale di Trieste HiCo è un iniziativa di marketing territoriale finalizzata all attrazione di investimenti in ricerca, innovazione e tecnologia nel territorio del Friuli Venezia Giulia e delle vicine regioni di Goris ka, Obalno- Kras ka, Gorenjska. HiCo intende valorizzare le competenze e le conoscenze dei sistemi tecnico-scientifici e produttivi di quest area promovendo la creazione di partenariati scientifici ed industriali, implementando e sperimentando sul campo strutture transfrontaliere di animazione tecnologica e di orientamento alla finanza per l innovazione, attraverso la condivisione di metodologie, servizi e strutture di promozione ed attrazione di investimenti industriali. 5

6 6

7 PERCHÉ INVESTIRE IN INNOVAZIONE IN QUESTO TERRITORIO? Il territorio della HiCo Region è caratterizzato dalla presenza di un equilibrato mix di elementi che lo rendono sistema particolarmente adatto a progetti di investimento in innovazione. Il Friuli Venezia Giulia, porta d accesso all Europa dell Est per la sua naturale posizione geografica, è la regione, da sempre, riconosciuta come piattaforma logistica strategica e nodo cruciale di flussi commerciali internazionali con l Europa dell Est. Oltre che per la propensione storica agli scambi commerciali, la Regione Friuli Venezia Giulia si pone tra i territori più avanzati dell UE, grazie alla presenza di un equilibrata struttura industriale con settori di eccellenza a livello mondiale e a un importante tradizione nel campo della scienza e dell innovazione. Il Friuli Venezia Giulia, regione che accoglie un sistema scientifico d avanguardia, fondato su competenze e know how in ambiti che vanno dalla fisica alla scienza dei materiali, dalla farmacologia alla chimica, dalle nanotecnologie alla bioinformatica, si attesta al 5 posto tra le regioni italiane dotate di maggior capacità innovativa. Questa condizione è favorita dalla disponibilità di risorse umane altamente qualificate, motivate da una profonda cultura del lavoro, arricchita dalla presenza di cluster* tecnologici d avanguardia e di strutture d innovazione. La Regione è da sempre attenta a supportare lo sviluppo della ricerca e dell industria e attesta una qualità di vita invidiabile con un basso tasso di disoccupazione, fattore che assegna al territorio una valenza attrattiva singolare. Elemento rilevante è l adiacenza alla Repubblica di Slovenia, dal maggio 2004 membro effettivo dell Unione Europea, ed in particolare la continuità storico-culturale, oltre che territoriale, con le regioni di Goriška, Obalno-Kraška, Gorenjska. L ambito territoriale così individuato consente nuove sinergie in progetti di investimento in innovazione in alcuni settori chiave sui quali HiCo intende focalizzare l attenzione. Ulteriore fattore facilitatore dell integrazione territoriale e volano per la collaborazione internazionale è la diffusione nella regione HiCo oltre che delle lingue madri, l italiano e lo sloveno, anche del tedesco e dell inglese. * A cluster is defined as a group of inter-related industries (research institutes, universities ) whose linkages mutually reinforce and enhance their competitive advantage Michael Porter, docente Università di Harvard, Friuli Venezia Giulia is the heart of a Euro region of innovation, advanced services and global logistics Financial Times - agosto 2004 Il Friuli Venezia Giulia si caratterizza per una posizione geo-politicoeconomica altamente favorevole citazione dalla ricerca commissionata dalla Regione Friuli Venezia Giulia alla società Monitor Group di M. Porter - dicembre 2004 La decisione di investire in Slovenia parla da sola. Le risorse umane della Slovenia hanno un ottimo livello di formazione e sono tecnicamente qualificate. È un paese sicuro e moderno, la gente è gentile e sembra che tutti parlino l inglese, gli stranieri quindi si possono orientare senza difficoltà Elli Yaniv General Manager Flextronics Semiconductor 7

8 LA CAPACITÀ INNOVATIVA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA l indicatore sintetico RSII (Regional Summary Innovation Index) colloca il Friuli Venezia Giulia al quinto posto in Italia Fonte: rielaborazione dati Cordis 2004 INDICE SINTETICO RSII RELATIVO AD ALCUNE REGIONI EUROPEE ED ITALIANE 1. Stockholm (SE) 1, Karlsruhe (DE) 0,75 2. Uusimaa (FI) 0, Lombardia 0,67 3. Oberbayern (DE) 0, Piemonte 0,66 4. Noord-Brabant (NL) 0, Köln (DE) 0,64 5. South East (UK) 0, Lazio 0,63 6. Île De France (FR) 0, Emilia-Romagna 0,62 7. Stuttgart (DE) 0, Friuli Venezia Giulia 0,59 8. Wien (AT) 0, London (UK) 0,55 9. Eastern (UK) 0, Veneto 0,40 fonte: Ricerca MIB School of Management gennaio 2005 dati Cordis Il Friuli Venezia Giulia al 34 posto nella classifica delle regioni europee più innovative e 5 in Italia 8

9 IL TASSO DI INNOVAZIONE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA A CONFRONTO CON IL TASSO DELLE ALTRE REGIONI ITALIANE Lusinghiero è anche il posizionamento del tasso di innovazione della Regione Friuli Venezia Giulia nei confronti delle altre regioni italiane, qualora si rapportino tra loro i parametri spesa intra-muros in R&S e numero di ricercatori per mille unità di abitanti. 9

10 Il Friuli Venezia Giulia Il Friuli Venezia Giulia, con l approvazione della legge del 1963, rientra tra le cinque regioni italiane a statuto speciale. La maggior autonomia riconosciuta al Friuli Venezia Giulia consente all Amministrazione regionale di poter emanare proprie leggi in materie specifiche concordate con il Governo nazionale. Il Friuli Venezia Giulia geograficamente confina con gli Stati di Austria e Slovenia e la Regione Veneto. La regione è strutturata in quattro province: Trieste, Udine, Pordenone e Gorizia; e Trieste è il capoluogo regionale. La popolazione residente è composta da unità. IL FRIULI VENEZIA GIULIA È RAGGIUNGIBILE: via aereo via mare via terra l aeroporto internazionale di Ronchi dei Legionari si trova a 30 km da Trieste, a 20 km da Gorizia, a 40 km da Udine, ad 80 km da Venezia, e a 90 km da Ljubljana. i porti di Trieste, di Monfalcone e di Nogaro sono collegati ai principali porti del Mediterraneo, dell Asia, dell America, dell Africa e dell Australia. grazie allo sviluppo della rete ferroviaria (con collegamenti diretti verso l interno o l estero) e della rete autostradale: autostrada A23 (collegante l Italia con l Austria) e l A4 (collegante Venezia con Trieste). *Il settore manifatturiero in Friuli Venezia Giulia conta unità locali con addetti. Fonte: censimento Istat La radicata tradizione imprenditoriale, sostenuta dalla presenza di infrastrutture e dalla ricchezza di risorse immateriali, ha assegnato al Friuli Venezia Giulia un ruolo di pieno rispetto a livello internazionale. In Regione la grande industria coesiste con la piccola-medio impresa e con le realtà artigianali. La presenza di cluster affermati in settori manifatturieri tradizionali*, il ruolo di punta di aziende altamente competitive nel manifatturiero avanzato e l esistenza di realtà leader nei servizi assicurativi, si affiancano al rapido incremento delle competenze in settori ad alto tasso di sviluppo (biotecnologie, nanotecnologie, ICT). In Friuli Venezia Giulia si registra, infatti, un elevata specializzazione nel settore scientifico con la presenza di prestigiose istituzioni di ricerca, parchi scientifici, incubatori di imprese, servizi di trasferimento tecnologico che hanno ridefinito il capoluogo di Regione, Trieste, come la Città della Scienza. L offerta turistica è in grado di soddisfare un ampio spettro di segmenti di mercato grazie all integrazione di componenti artisticoculturali, bellezze naturalistiche, eno-gastronomia ed eventi spettacolari. Particolarmente florido risulta il settore balneare, i cui centri maggiori, Lignano e Grado, offrono moderne strutture ricettive ad ospiti internazionali. Comprende invece sia zone di mare che di montagna il calendario annuale delle manifestazioni turistiche che prevede lo svolgimento di festival di respiro internazionale, kermesse sportive e appuntamenti letterari. Ne sono dimostrazione l Air Show delle Frecce Tricolori con l esibizione di venti pattuglie acrobatiche da tutto il mondo, le Giornate del cinema muto (a Pordenone) e 10 Il Friuli Venezia Giulia vanta 130 km di costa, 25 darsene ed oltre posti barca. La nautica da diporto della regione è un settore leader in Italia per dimensione e attrezzature

11 In Regione lo sport del golf, con nove campi adatti ad appassionati a qualsiasi livello d esperienza, è una realtà consolidata. Il Friuli Venezia Giulia è capofila del programma interregionale Non solo Golf per la valorizzazione del circuito del golf al fianco di Sicilia, Sardegna, Toscana, Liguria e Provincia Autonoma di Bolzano. il Far East Festival (a Udine, la rassegna principale in Occidente sulla cinematografia orientale), il SciencePlusFiction (rassegna dedicata al cinema di fantascienza a Trieste), la fiera delle specialità gastronomiche Alimenta (presso il quartiere fieristico di Udine), Cantine Aperte (visita alle cantine vinicole della Regione Friuli Venezia Giulia con degustazioni), l immancabile vetrina dell eno-gastronomia friulana Friuli Doc (nel centro storico di Udine) e Aria di Festa a San Daniele (Udine, per conoscere uno dei prosciutti più ricercati al mondo). Tra gli eventi di carattere sportivo si ricordano la Barcolana (la nota regata del golfo di Trieste), i Giochi Olimpici giovani internazionali Eyof a Lignano (Udine), il torneo calcistico internazionale Nereo Rocco di Gradisca d Isonzo (Gorizia), e tra gli appuntamenti musicali Rototom Sunsplash (a Osoppo - Udine - il maggiore raduno reggae europeo) e Folkfest (festival itinerante della musica etnica). Respiro internazionale hanno inoltre Mittelfest a Cividale (Udine), che accoglie le migliori compagnie teatrali mitteleuropee, e Pordenonelegge.it con la partecipazione dei massimi nomi della letteratura italiana ed estera. Il Friuli Venezia Giulia ospita oltre imprese produttrici di beni d investimento e beni durevoli raggiungendo il traguardo di 8,7 imprese ogni 100 abitanti, di contro alla media nazionale che si attesta all 8,6; l apporto totale del valore aggiunto svetta a mln/ nel I SETTORI INDUSTRIALI DI SPICCO NELLE PROVINCE DELLA HiCo REGION PROVINCE Trieste Udine Gorizia Pordenone Gorenjska Goriška Obalno-Kraška AMBITI cantieristica, trasporti e logistica, industria alimentare e caffé, siderurgia, industria della carta, meccanica, informatica e telecomunicazioni, farmaceutica, diagnostica e tecnologie biomediche sedia-mobile-arredo, impiantistica ed automazione industriale, industria alimentare, chimica, siderurgia, industria della carta, materiali da costruzione, informatica e telecomunicazioni, plastica, trasporti e logistica cantieristica, trasporti e logistica, industria alimentare e vino, meccanica, apparecchiature elettriche ed elettroniche mobile e arredo, meccanica strumentale, meccanica di precisione, elettrodomestici, materiali da costruzione, coltelleria, plastica e gomma telecomunicazioni, gomma, calzature, siderurgia e meccanica industria alimentare, apparecchiature elettriche ed elettroniche, legno-mobile trasporti e logistica, meccanica, industria alimentare 11

12 Le regioni slovene di Goris ka, Obalno-Kras ka, Gorenjska La Gorenjska è una zona di montagna al confine con Austria ed Italia che possiede una buona infrastruttura di trasporti e svolge un ruolo primario nel settore industriale sloveno. Oltre a una base locale per gli investitori stranieri (Siemens, Iskra, Goodyear), dal punto di vista formativo ha una rete ben strutturata di scuole tecniche che copre una vasta gamma di professioni: scienze informatiche, medicina e turismo. Il tessuto economico locale è composto per il 35% da aziende commerciali, per il 20% da aziende manifatturiere, per il 20% da aziende di servizi alle imprese e per il rimanente 25% da altro. Aspetti caratteristici sono il turismo, la forte tradizione nell esportazione e la rilevante presenza dell industria delle calzature e della lavorazione della pelle. Recentemente sono stati predisposti elevati investimenti per la modernizzazione del processo di produzione, in particolare per quanto riguarda i trasporti ed i magazzini. La tradizione industriale della Gorenjska e la presente struttura economica costituiscono incentivo allo sviluppo di investimenti stranieri. Nella Goriška il turismo è fattore di estremo rilievo accanto al settore agro-alimentare che riguarda la produzione di vino e formaggio. L industria registra il maggior successo nella produzione di apparecchi e strumenti elettrici, mobili e lavorazioni del legno. Si delineano opportunità di forte sviluppo nel terziario. Fantasia, tenacia, qualità: sono le armi segrete delle famiglie di imprenditori friulani che hanno trasformato le loro società da piccole imprese ad aziende leader famose in tutto il mondo. Tante storie nate nel solco delle tradizioni di questa terra e proiettate nei meccanismi di un mercato internazionale sempre più complesso Paolo Stefanato, art. Quelli del boom p rivista Meridiani n nov Editoriale Domus Nell Obalno-Kraška rilevante è la presenza del porto commerciale di Capodistria a sostegno del settore trasporti, della distribuzione e della logistica. In termini di successi economici e sociali è una delle migliori regioni della Slovenia: il 71% del valore aggiunto viene prodotto dal settore dei servizi, il 20% dall industria, il 6% dall ingegneria civile e il 3% dall agricoltura. Commercio, industria di produzione e trasformazione (agro-alimentare, automobilistica, mobilifici), trasporti, servizi alle aziende, turismo, costituiscono i settori di maggior rilievo dell economia locale. Aziende d eccellenza 12 Aziende d eccellenza in Friuli Venezia Giulia Tra le aziende industriali di fama internazionale si ricordano: Danieli: la maggiore azienda friulana quotata alla Borsa di Milano con più di addetti e oltre 398 mln di euro di fatturato con rapporti produttivo-commerciali mondiali, produttrice di impianti per acciaierie e laminati a livello leader. Electrolux Group: la più grande azienda industriale multinazionale del Friuli Venezia Giulia, leader mondiale nella produzione e commercializzazione di elettrodomestici bianchi e da incasso. tra i principali marchi proprietari si citano: Rex, AEG-Electrolux, RexElectrolux e Zoppas. Il fatturato consolidato del gruppo Electrolux supera i mln/. Fincantieri: l azienda storica testimone della precisione nella progettazione e dello stile italiano nell allestimento di navi da crociera sul panorama mondiale; opera all insegna del perfezionamento delle

13 performance e della ricerca ed è sostenuta da collaborazioni e accordi internazionali. Fatturato: 2.176,5 mln/ Fantoni: un gruppo moderno e innovativo affermatosi nel mondo nel campo dei mobili per ufficio, settore in cui detiene il titolo di leader; un azienda che ha preservato la propria fedeltà al materiale del legno, investendo nella ricerca e proponendo a livello internazionale un prodotto in continua evoluzione. Fatturato: 250 mln/ Illy: il piacere del caffè italiano conosciuto in 70 paesi del mondo. Nell azienda triestina convergono la forte impronta mitteleuropea e la tradizione dei traffici marittimi intercontinentali. Fatturato: 190 mln/ Snaidero: la multinazionale delle cucine componibili, ai primi posti in Europa con stabilimenti in Francia, Germania, Austria e vendite in tutto il mondo; un network di marchi in Europa affermati nella fascia di mercato medio-alta. Fatturato consolidato: 280 mln/ Aziende d eccellenza slovene nell area transfrontaliera Tra le aziende locali di fama internazionale si ricordano: Iskratel Kranj (Gorenjska): stabilimento con socio primario Siemens (48% delle quote); è attivo dal 1947 nel campo delle telecomunicazioni predisponendo centraline telefoniche. Occupa dipendenti. Fatturato consolidato: 253 mln/ SŽ Acroni Jesenice (Gorenjska): SIJ, Slovenska Industrija Jekla, produce laminati, nastri laminati, lamierini e lamiere. Vi sono occupati lavoratori. Fatturato consolidato: 196 mln/ Hit (Goriška): società di turismo operante dal 1984 nell organizzazione di giochi d azzardo e gestione di attività alberghiere. A Nova Gorica l azienda dirige i due centri d intrattenimento Casinò Perla e Casinò Park. Occupa dipendenti. Fatturato consolidato: 152 mln/ Droga Izola (Obalno-Kraška): azienda appartenente al settore alimentare, i cui prodotti vengono commercializzati in venti paesi esteri. Impiega 631 dipendenti. Fatturato consolidato: 77 mln/ Distretti industriali In Friuli Venezia Giulia sono presenti numerose aggregazioni industriali e quattro distretti, riconosciuti dalla L. R. 27 dd 11/11/99. Le economie di scala, derivanti dalle relazioni a rete tra imprese specializzate che il distretto assicura in termini di costi, flessibilità e diffusione delle competenze, determinano un importante fattore di competitività. Distretto della sedia Distretto: Manzano Provincia: Udine Imprese: Occupati: fonte: - rilevazione al 1 settembre 2005 Il Distretto Industriale è un sistema produttivo omogeneo che si caratterizza per l alta concentrazione di imprese industriali, normalmente di dimensione medio-piccola, forte tradizione artigianale ed elevata specializzazione produttiva. Il Distretto coinvolge un area territoriale comprendente comuni contigui. 13

14 Il distretto di Manzano, che comprende i tre comuni udinesi di Manzano, San Giovanni al Natisone e Corno di Rosazzo - il cosiddetto Triangolo della Sedia -, realizza l 80% della produzione sediaria italiana e il 50% di quella europea. In soli 100 kmq sono concentrate aziende con addetti, che producono prodotti finiti, semilavorati o componenti e lavorazioni conto terzi. Il Triangolo della Sedia è caratterizzato da una forte vocazione all esportazione - segnale tangibile di capacità d adeguamento al mercato - e da una condivisione del sistema di conoscenze, garanzia di sviluppo delle competenze e diffusione del processo innovativo. Distretto del mobile Distretto: Mobile Provincia: Pordenone Imprese: Occupati: fonte: - rilevazione al 1 settembre 2005 Il Distretto del Mobile comprende all incirca aziende situate nella provincia di Pordenone, nello specifico nei comuni di Azzano X, Brugnera, Budoia, Caneva, Chions, Fontanafredda, Pasiano di Pordenone, Polcenigo, Prata, Pravisdomini, Sacile. Vi sono occupati addetti per un fatturato complessivo di 1,5 miliardi di euro annui. La competitività del distretto si fonda sul rispetto della tradizione, nonché sulla professionalità e sulla forte specializzazione nelle produzioni di legno-mobilio, elementi che sostengono le attività industriali. Il Friuli Venezia Giulia esporta circa un quinto dell arredo italiano (fonte: ricerca Monitor Group, 2004). Distretto del coltello Distretto: Coltelleria Provincia: Pordenone Imprese: 200 Occupati: fonte: - rilevazione al 1 settembre 2005 Il distretto maniaghese, formato da 9 comuni della provincia di Pordenone (Maniago, Montereale Valcellina, Fanna, Vajont, Arba, Cavasso Nuovo, Meduno, Sequals, Vivaro), produce circa la metà dei coltelli fabbricati in Italia. 14

15 Nel settore operano 175 aziende a carattere artigianale e 25 industriali a copertura di gran parte del fabbisogno nazionale, che sostengono l elevato livello d esportazione verso i mercati europei e americani. Maniago, sede del distretto, impiega circa addetti nella sola produzione di articoli da taglio, e garantisce la qualità del prodotto attraverso l innovazione tecnologica, l uso di acciai speciali, materiali ad alta resa, macchine a controllo numerico, taglio laser e controllo delle temperature nei trattamenti termici. Distretto agroalimentare Distretto: Agroalimentare Provincia: Udine Imprese: Occupati: fonte: Il Distretto interessa il Friuli Venezia Giulia centrale: istituito dalla Regione nel marzo 2000 (precedentemente denominato distretto del prosciutto) è individuato dai comuni di San Daniele del Friuli, Coseano, Dignano, Ragogna, Fagagna, Rive d Arcano e conta circa aziende. Oltre al prosciutto crudo di San Daniele, riconosciuto a livello mondiale, nel distretto si producono formaggi d alta qualità (come il Montasio), distillati, vini di pregio tutelati e promossi dal marchio vini D.O.C., prodotti dolci e da forno, alimenti biologici. Le aziende del distretto sono insediate in zona pedemontana, intatta dal punto di vista ambientale. La favorevole collocazione si trasforma in valore aggiunto per i prodotti derivanti da queste terre. Le imprese stesse confermano l impegno nei riguardi della sostenibilità ambientale impegnandosi in programmi produttivi eco-compatibili. Il processo di lavorazione del prosciutto rappresenta l elemento trainante del distretto: i 26 produttori (7 produttori artigiani e 19 industriali) lavorano circa 2 milioni di prosciutti l anno, di cui il 20% è destinato ai mercati di esportazione. 15

16 L esistenza del prosciutto di San Daniele è documentata fin dall alto Medioevo, ma è risaputo che la sua origine risale all età dei Celti, primi utilizzatori del sale per la conservazione della carne di maiale. Alla fine degli anni Quaranta i prosciuttifici assumono una connotazione propriamente industriale delineandosi come realtà strutturate, rinomate su scala nazionale. Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele (Udine) riferisce che nel 2004 la produzione della Dop Prosciutto di San Daniele è cresciuta del 7% rispetto al Anche le vendite, secondo le prime proiezioni, fanno registrare un andamento positivo, con un aumento nell ultimo trimestre del 3%. Distretti artigianali Il Friuli Venezia Giulia si è distinto in Italia come la prima regione ad aver dato rilievo giuridico al distretto artigianale affiancandolo al distretto industriale, intendendo così specificare quelle filiere fortemente connotate dalla caratteristica artigianale della produzione. Il 9 luglio 2004 è infatti stato istituito il Distretto Artigianale della pietra Piasentina come applicazione di una norma del testo unico per l artigianato (LR 12/2002, art. 69). Distretto artigianale della pietra Piasentina Distretto: Pietra Piasentina Provincia: Udine Imprese: 9 Occupati: 130 fonte: ufficio studi Confartigianato 2004 Il distretto, istituito il 9 luglio del 2004 interessa l ambito territoriale dei comuni di Faedis, San Leonardo, San Pietro al Natisone e Torreano, in provincia di Udine. Qui si concentrano tanto le cave quanto i laboratori di lavorazione di un materiale lapideo che vanta una storia illustre, una tradizione consolidata ed una serie di caratteristiche che ne hanno determinato il crescente successo come materiale di pregio da impiegare nell edilizia, ma non solo. La Pietra di Faedis o di Torreano, se nel passato è stata utilizzata per la realizzazione di importanti edifici a livello locale, in tempi più recenti alcuni dei maggiori architetti a livello mondiale hanno fatto e fanno 16

17 uso della pietra Piasentina per importanti realizzazioni quali ad esempio il Forum Grimaldi a Montecarlo, il Folk Art Museum di New York, la Piazza Grande di Palmanova ed il Roppongi HiIls a Tokio, solo per citarne alcuni. Dal 1965 i cavatori e gli scalpellini artigiani sono riuniti nel Consorzio Produttori di Pietra Piasentina che si occupa della promozione e dello sviluppo delle attività, della garanzia e tutela del prodotto oltre che di fornire una specifica assistenza ed un mirato sostegno tecnico alle aziende aderenti. 17

18 LA REGIONE DELL INNOVAZIONE IN CIFRE fonte: nostre rielaborazioni dati ricerca realizzata da Mib School of Management, Friulia e Università di Udine Profili di competitività delle imprese del Friuli Venezia Giulia - gennaio 2005 La distribuzione del valore aggiunto per Provincia del Friuli Venezia Giulia Lo schema riproduce, a livello di analisi macro, il contributo al valore aggiunto di industria, agricoltura, costruzioni e servizi delle quattro province del Friuli Venezia Giulia. Si desume che nella provincia di Udine l apporto del settore secondario e del terziario presenta un dato in linea con il valore nazionale, mentre si rileva la specializzazione di Trieste nei servizi e dell area pordenonese nel settore industriale. In linea generale la Regione Friuli Venezia Giulia emerge come la più terziarizzata del Nordest e di tutta Italia. Peso percentuale dei diversi settori in Friuli Venezia Giulia 18 Fonte: nostre rielaborazioni dati Istat, 2002

19 fonte: elaborazione di dati Istat nella ricerca di MIB, Friulia e Università di Udine - gennaio 2005 Il grafico evidenzia una specializzazione settoriale al di sopra della media nazionale nei comparti del legno-mobile, meccanico, metallifero, oltre che nella fabbricazione di mezzi di trasporto (cantieristica navale). La specializzazione regionale, per quanto concerne i servizi, interessa attività di tipo assicurativo. La specializzazione del Friuli Venezia Giulia nei settori tradizionali La specializzazione del Friuli Venezia Giulia nei settori ad alta tecnologia fonte: elaborazione di dati Istat nella ricerca di MIB, Friulia e Università di Udine - gennaio

20 DISTRIBUZIONE REGIONALE DEL NUMERO DI INVESTIMENTI REALIZZATI IN ITALIA NEL 2004* * regioni non presenti: Valle d Aosta, Molise e Basilicata fonte: Analisi mercato italiano 2004 da Nel 2004 il Friuli Venezia Giulia si pone al 2 posto sul panorama italiano, dopo la Lombardia, come numero di investimenti in Private Equity e Venture Capital realizzati. TABELLA FRIULI VENEZIA GIULIA (PER PROVINCE) PROVINCIA TRIESTE PROVINCIA UDINE PROVINCIA PORDENONE PROVINCIA GORIZIA TOTALE FRIULI VENEZIA GIULIA Popolazione N. aziende Tasso disoccupazione 4,2 % 4,3 % 2,6 % 4,9 % 3,9 % Kmq Densità ab/kmq fonte: TABELLA REGIONI GORIŠKA, OBALNO-KRAŠKA, GORENJSKA REGIONE GORIŠKA 20 REGIONE OBALNO- KRAŠKA REGIONE GORENJSKA TOTALE Popolazione Capoluoghi Nova Gorica Koper Kranj - N. aziende Tasso disoccupazione 6,4 % 8,3 % 8,3 % - Kmq Densità ab/kmq fonte: 19/01/05

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

QUALITÀ DELLE ACQUE POTABILI. Elena Pezzetta ARPA FVG Laboratorio Unico Multisito Anna Lutman Laboratorio Unico Multisito - Udine

QUALITÀ DELLE ACQUE POTABILI. Elena Pezzetta ARPA FVG Laboratorio Unico Multisito Anna Lutman Laboratorio Unico Multisito - Udine AMBIENTE, SALUTE E QUALITÀ DELLA VITA 148 QUALITÀ DELLE ACQUE POTABILI La maggior parte dei grandi acquedotti attingono e distribuiscono acqua di elevata qualità (nitrati inferiori a 10 mg/l). Solo alcune

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014 Lo spettacolo dal vivo in Sardegna Rapporto di ricerca 2014 2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Redazione a cura della Presidenza Direzione generale della Programmazione unitaria e della Statistica regionale

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori)

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) Ordinanza 2 concernente la legge sul lavoro (OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) 822.112 del 10 maggio 2000 (Stato 1 aprile 2015) Il Consiglio federale svizzero,

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI. Dott. Nicola ZERBONI

GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI. Dott. Nicola ZERBONI GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI Dott. Nicola ZERBONI Dottore Commercialista in Milano Finanziamenti europei 2007/2013 e contrasto alle irregolarità e alle frodi nei fondi Diretta

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI 1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI L analisi dettagliata del rapporto tra importazione ed esportazione di rifiuti speciali in Veneto è utile per comprendere quali tipologie di rifiuti non

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 7

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 7 Rapporto annuale n. 7 Direzione Studi e Ricerche Dicembre 214 Dicembre 214 Executive Summary 3 Introduzione 5 1. I bilanci dei distretti industriali italiani nel quinquennio 28-13 19 2. Internazionalizzazione,

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA 1 Unioncamere Basilicata RAPPORTO ANNUALE 2002 DELL OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA Il ruolo del turismo nell economia

Dettagli