Catalogo IIR InCompany Soluzioni Formative Personalizzate

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Catalogo IIR InCompany Soluzioni Formative Personalizzate"

Transcript

1 Catalogo IIR InCompany Soluzioni Formative Personalizzate

2 Energy & Utilities Indice formazione 2014 Il Mercato e i Costi dell Energia e del Gas 21 Strumenti di gestione del rischio sui mercati dell energia 22 MODELLI PREVISIONALI della DOMANDA e del PREZZO di Energia Elettrica e Gas 23 Rilevare, raccogliere e condividere i dati Energetici 24 Hedging e Trading degli Energy Derivates 25 Gestione contabile dei derivati energetici secondo i principi IFRS/IAS 26 GAS TRADING: gestione del portafoglio e tecniche di trading 27 Contratti di approvvigionamento GAS ed ENERGIA ELETTRICA 28 RECUPERO CREDITI nell energia, gas e acqua 29 Controllo di Gestione nelle Utilities 30 Gestione e manutenzione degli aerogeneratori 31 Come pianificare correttamente la manutenzione nella centrale elettrica 32 Esercizio e Manutenzione delle STAZIONI AT/AT e delle CABINE AT/MT e MT/BT 33 La valorizzazione di Risorse Energetiche derivanti da PROCESSI INDUSTRIALI 34 TURBINE a GAS: ottimizzarne le prestazioni e ridurre il rischio 35

3 Il Mercato e i Costi dell Energia e del Gas n Conoscere le reali ripercussioni della liberalizzazione sul mercato energetico n Verificare quali sono gli strumenti a disposizione degli operatori per influenzare i prezzi n Individuare quali investimenti garantiscono una riduzione della spesa n Comprendere le caratteristiche della filiera e i protagonisti del mercato per agire con successo I mercati del settore energetico: Analisi concreta, scenario normativo ed evoluzione prevista Settore elettrico» Come funziona il Sistema Elettrico Nazionale: andamento dei consumi nella crisi e rivoluzione rinnovabile» Statistiche di settore: Italia ed Europa» Andamento dei prezzi dell energia elettrica in Italia e in Europa, relazioni con andamento degli indicatori brent e cambio euro-dollaro americano» Il Mercato all ingrosso e la Borsa elettrica» Mercato di maggior tutela e salvaguardia e riferimenti di prezzo L incidenza della contrattualistica sui costi» Possibilità di incidenza sui costi negoziabili: la contrattazione bilaterale, l acquisto all ingrosso, l operatività sulla borsa elettrica» Le proposte standard di fornitura sul mercato dell energia elettrica: fornitura modulata, fornitura all ingrosso, gestione del portafoglio, hedging del prezzo.» Aspetti fiscali e gestione ottimale dei costi» Criticità: garanzie, morosità e distacco, regole per lo switching, affidabilità dei fornitori Come gli investimenti/interventi permettono di spendere meno» Elementi di potenziale riduzione e ottimizzazione dei costi» I Sistemi Efficienti di Utenza e Sistemi di Auto Approvvigionamento Energetico» Cogenerazione e fonti rinnovabili» Benefici economici diretti e indiretti: come sono strutturati e dove vanno gli incentivi Ottimizzare la gestione del gas naturale» Possibilità di incidenza sui costi negoziabili: la contrattazione bilaterale, l acquisto all ingrosso, l operatività sulla borsa del gas.» Le proposte standard di fornitura sul mercato del gas: prezzo fisso, indici e aggiornamenti, gestione del portafoglio, hedging del prezzo.» Aspetti fiscali e gestione ottimale» Criticità: garanzie, morosità e distacco, regole per lo switching, affidabilità dei fornitori Energie rinnovabili ed efficienza energetica» I nuovi decreti sugli incentivi al fotovoltaico e alle altre fonti rinnovabili» L efficienza energetica: Titoli di Efficienza Energetica» Il Conto Termico Modalità di utilizzo per una riduzione dei costi» Autoproduzione con fonti rinnovabili, Auto Approvvigionamento Energetico con fonti rinnovabili: aspetti di ricaduta economica sui costi energetici» Interventi di efficienza energetica: aspetti di ricaduta economica sui costi energetici e ricavi ottenibili I grossisti di energia elettrica e gas naturale e struttura organizzativa interna» Caratteristiche minime richieste» Principali adempimenti normativi (es. unbundling, accise )» Principali aree di attività Settore gas» Struttura del sistema gas» Gasdotti dall estero, campi nazionali, rigassificatori e stoccaggi» Borsa del GAS» Il mercato tutelato e i prezzi di riferimento istituzionali 21

4 Strumenti di gestione del rischio sui mercati dell energia n Identificare le diverse tipologie di rischio e le implicazioni economico-finanziarie per l azienda n Comprendere caratteristiche, potenzialità e modalità di funzionamento dei principali strumenti finanziari di hedging n Definire le principali strutture contrattuali utilizzate nella gestione del rischio sui mercati dell energia n Valutare le strategie più opportune per la propria realtà aziendale Analisi del rischio» Le diverse tipologie di rischio e le implicazioni economico-finanziarie per l azienda» Misurare efficacemente il rischio e valutare la performance delle coperture» Gli strumenti finanziari per la copertura del rischio: contratti forward, swap finanziari e contratti future» Come costruire un modello di risk management» Esaminare le caratteristiche e i meccanismi di funzionamento delle diverse tipologie di opzione» Tecniche di analisi per la dinamica dei prezzi spot dell energia elettrica Aspetti legali e contratti» Valutazione e trattamento fiscale dei Rischi Energetici e da Trading - La rilevazione a bilancio e il correlato trattamento fiscale - L Iva nelle cessioni - Il regime Ires e Irap dei conguagli di Terna - Il regime fiscale dell Interconnector virtuale - Il regime fiscale dello stoccaggio virtuale» Standard contrattuali EFET in Italia. Conoscere le clausole di copertura rischi» Gli sviluppi regolamentari dei mercati derivati delle commodities in Europa 22

5 MODELLI PREVISIONALI della DOMANDA e del PREZZO di Energia Elettrica e Gas n Come si costruisce la previsione n Quali sono le variabili che incidono sulle previsioni e come impattano sulla loro efficacia n Quali sono i principali metodi previsionali per il Settore Energia n Come scegliere i modelli in funzione delle tipologie di previsioni che si devono realizzare n Come verificare che vadano bene rispetto alle prestazioni richieste n Quali sono le principali problematiche da affrontare e come risolverle Quali sono le VARIABILI che incidono sull EFFICACIA delle PREVISIONI Settore GAS» Valutare gli effetti della riforma del Mercato del Bilanciamento» Identificare e approfondire gli attuali rischi e trend del Mercato» Quali sono le esigenze di forecasting» Che cosa serve sapere per la Previsione della Domanda» Cosa serve sapere per la Previsione del Prezzo Settore ELETTRICO» I mercati dell energia elettrica» Gli impatti delle regole dell Autorità sul forecasting nel settore elettrico» Scenari di Previsione della Domanda» Esempio di modello di previsione mensile della domanda elettrica nazionale Variabili e tendenze Macro-Economiche in base a cui prevedere Domanda e Prezzo Mercato Elettrico» I fattori causa del rischio prezzo» L elaborazione di scenari previsionali con modelli di simulazione deterministici» La previsione del prezzo all ingrosso nel breve termine Mercato GAS» I fattori rilevanti» Il Target Model Europeo - La previsione della domanda di breve e lungo periodo: modelli econometrici - La previsione del prezzo: modelli econometrici e simulazioni deterministiche Forecasting delle Temperature e delle variabili meteo-climatiche a supporto della previsione della domanda» Impatto su Mercato del Gas e Mercato Elettrico» Stato dell arte della previsione» Disponibilità e tipologia dei dati di osservazione e di previsione MODELLI e STRATEGIE di PREVISIONE» FORECASTING: introduzione e generalità» Modelli di previsione di Breve termine» Modelli di previsione di Lungo termine» In funzione di quali variabili ed esigenze scegliere il modello previsionale» Proprietà dei vari metodi previsionali» Funzionamento dei modelli previsionali APPLICAZIONI ed esempi di utilizzo dei modelli STATISTICI ai fini delle PREVISIONI MODELLI di PREVISIONE di Breve Termine MODELLI di PREVISIONE di Lungo Termine 23

6 Rilevare, raccogliere e condividere i dati energetici n Realizzare efficaci SISTEMI e PREVISIONI di Consumo, Carico e Vendita n Evitare PENALI e ONERI di SBILANCIAMENTO I punti in comune tra Sistema Gas e Sistema Elettrico Come funziona il flusso dei dati nel Sistema Elettrico e nel Sistema Gas» I flussi dati nella filiera gas ed elettrica» Quadro regolatorio e impatti delle novità normative e Delibere dell AEEG» Telelettura e tele gestione» Fattori di rischio, complessità e problematiche più comuni: individuare su quali criticità intervenire e comprenderne l impatto sull intera filiera» Conoscere il processo di Forecasting e le sue fasi» I sistemi informativi aziendali per gli operatori della filiera Sistema Gas Come si struttura la rilevazione e gestione dei dati nel Sistema Gas Criticità relative ai flussi di dati e attività in corso» Conoscere e approfondire gli aggiornamenti normativi» Valutare gli impatti e le applicazioni concrete delle nuove regole dell AEEG» Qual è il flusso dei dati nella filiera» Come avviene attualmente la Misurazione del Gas da parte del Distributore» Stima e programmazione dei consumi Come si struttura la previsione dei dati nel Sistema Gas: criticità L allocazione e la previsione dei consumi nel Sistema Gas: caratteristiche, fattori di rischio ed opportunità» Caratteristiche principali del processo allocativo» Modalità di previsione dei consumi nel Sistema Gas» Le criticità legate alla misura e alle allocazioni ai city gate» Gli impatti del rischio volume» Strategie per la copertura dei fattori di rischio connessi alle allocazioni» La recente evoluzione normativa in tema di misure, allocazioni e bilanciamento» Effetti delle allocazioni sugli sviluppi del bilanciamento e sui nuovi servizi di stoccaggio Sistema Elettrico Flussi dati nel Sistema Elettrico: procedure, modelli e strumenti per la rilevazione, gestione e previsione dei dati da parte dei grossisti» Società di vendita: gestione del rischio Volume» Conoscere, approfondire e chiarire il quadro normativo» La gestione dei dati tra i vari attori della filiera» Dove e come si creano blocchi e criticità nella comunicazione dei dati» Il processo di Forecast e le sue fasi» Come quantificare i costi di sbilanciamento 24

7 Hedging e Trading degli Energy Derivates n Conoscere le diverse tipologie di prodotti derivati per saperli valutare, scegliere e impiegare in modo proficuo n Conoscere le tecniche di Pricing relative a Gas, Elettricità e alle diverse Fonti Energetiche per stimare correttamente il Pricing dei Derivati n Come valutare correttamente l esposizione al rischio per impostare un efficace Hedging Policy n Come definire la strategia di Energy Management per attuare le scelte di business più adatte alle proprie esigenze Approfondire le diverse TIPOLOGIE, i relativi MERCATI e l UTILIZZO delle fonti energetiche come 1 step per affrontare con efficacia il Mercato degli Energy Derivatives» Saper analizzare la natura e l utilizzo di ogni fonte di energia» I processi di trasformazione delle diverse fonti energetiche» Ottimizzare la gestione del rischio» Il concetto di stagionalità e stoccaggio nei Mercati Energetici e come si rapportano ai Prodotti Deriviati» Quali sono gli effetti dei cambiamenti nella struttura di domanda di energia sul prezzo Perché è prioritario conoscere il PRICING delle diverse fonti energetiche e come rapportarle al Pricing dei Derivati: conoscere le diverse metodologie di valutazione» ll PRICING delle FONTI PETROLIFERE» Chi ha la funzione di effettuare il Pricing e perché tale funzione viene accettata dal mercato» Le tecniche di Pricing generalmente utilizzate» Comprendere come i costi di trasporto impattano sul Pricing delle Fonti Petrolifere e come valutarli» Quali sono i limiti e i pregi delle suddette metodologie» Perché e in che modo i prezzi dell elettricità e del gas naturale sono legati al valore delle fonti petrolifere» Le tecniche di pricing relative all elettricità e al gas naturale e come utilizzare Quali DERIVATI REGOLAMENTATI esistono oggi nei mercati energetici e come impiegarli correttamente» Che cos è uno strumento derivato e quali sono le principali tipologie di strumenti finanziari quotati» Le caratteristiche di un derivato quotato e perché è necessario differenziare tra strumenti exchange traded e strumenti over the counter» Come affrontare il problema del credito» Le principali borse e gli Energy Derivatives quotati disponibili - Le specificità e il funzionamento» Il mercato del carbone: struttura dei benchmark internazionali e analisi del legame con il mercato elettrico» CO2: il mercato dei diritti di emissione e il suo ruolo per il Pricing dell energia elettrica» Mercati e punti virtuali di scambio nel gas naturale I DERIVATI OVER THE COUNTER: tecniche Pricing, modalità di utilizzo e differenze tra gli ENERGY SWAPS e le ENERGY OPTIONS» A cosa servono e come utilizzare le medie mensili: il concetto di loading rate» Che cos è un Energy Swap e quali tecniche avanzate di Pricing utilizzare» Come capire quale swap utilizzare in base alla propria esposizione/propensione al rischio» Implementare strategie di Hedging efficaci tramite gli Energy Swap» Cosa si intende Contract for Difference (CFD) e quando utilizzarlo» Che cos è un Opzione: principali tipologie, tecniche di pricing e indicatori di rischio» Capire quali strategie di negoziazione utilizzare per le diverse tipologie di opzioni Dal trading al Risk Management: come valutare correttamente l ESPOSIZIONE al RISCHIO di variazioni dei prezzi energetici ed impostare un efficace HEDGING POLICY» Quali sono i parametri di rischio da osservare e quali sono gli indicatori di esposizione al rischio più comuni» Il concetto di NATURAL HEDGING esistente in un azienda integrata» Come impostare un Hedging Policy» Costruire un modello evoluto di risk management» Dall Hedging Policy all Hedging Strategy» Come monitorare i propri Prodotti Derivati e come adeguarli al concetto di Market to Market» Considerazioni sul trattamento contabile dei derivati Il contributo diretto alle scelte di business: definire una strategia di Energy management sulla base dell appetito al rischio» Le principali attività di Energy management e il loro impatto sul rischio» Proprietary trading e asset backed trading» Origination e prodotti strutturati: l innovazione di prodotto come leva di business e Risk Management Dalla teoria alla pratica: elementi organizzativi chiave nell Energy Management» Modelli operativi emergenti nei maggiori operatori» Considerazioni sulla struttura organizzativa» Processi e sistemi per la gestione dei prodotti energetici 25

8 Gestione contabile dei derivati energetici secondo i principi IFRS/IAS n Contabilizzare e rappresentare correttamente in bilancio sia i derivati speculativi sia i derivati di copertura n Sapere in quali casi i contratti sulle commodities energetiche si contabilizzano come derivati n Individuare i derivati impliciti nei contratti su commodities e contabilizzarli separatamente n Capire quando è possibile utilizzare l accezione uso proprio I principali Derivati utilizzati nel settore energia» SWAPS» FORWARDS» FUTURES» OPTIONS Definizione e classificazione degli strumenti finanziari su commodities energetiche secondo i principi contabili IAS/IFRS I derivati energetici secondo lo IAS 39 e IFRS 9» Classificazione e categorie di strumenti finanziari su commodities - Strumenti ibridi non finanziari: quando un contratto su materie prime energia comprende derivati??incorporati separabili» Regole di rilevazione, valutazione ed esposizione - introduzione alla valutazione dei derivati energetici - attività e passività finanziarie» Metodi di valutazione a Fair Value dei prodotti energetici strutturati - Come viene definito il Fair Value - Modello basato sul costo storico (cost model) - Modello basato sui valori correnti (fair value model) - Come contabilizzare utili e perdite» Coperture: tipologia e metodi di rappresentazione - Gli strumenti di copertura - Componenti di copertura: elemento coperto e strumento di copertura del rischio coperto - Modelli di copertura: il valore flussi di cassa ragionevoli e investimenti netti - Regole e requisiti per la contabilizzazione di copertura» Own use exemption: possibilità di applicazione I derivati energetici secondo IAS 32: classificazione degli strumenti finanziari come passività o patrimonio netto I derivati energetici secondo IFRS 7: informativa quantitativa e qualitativa da fornire in bilancio Attività in derivati energetici e Budget: un approccio di budgeting sull attività di trading Trattamento contabile dei derivati energetici secondo principi contabili internazionali e secondo principi contabili italiani Attività e passività finanziarie Hedge accounting Cash flow hadge Fair value hedge Cenni sugli impatti della fiscalità sulla gestione dei derivati energetici 26

9 GAS TRADING: gestione del portafoglio e tecniche di trading n Scoprire le opportunità per Grossisti e Clienti industriali di stoccaggi fisici e virtuali n Conoscere i meccanismi di funzionamento delle Aste di Capacità n Chiarire le dinamiche del prezzo del gas n Capire le dinamiche di Trading e Portfolio management n Gestire e misurare il rischio legato all attività Caratteristiche del mercato gas» I principali hub» I fondamentali: domanda e offerta» I contratti gas: aspetti principali Il nuovo regime di bilanciamento in Italia» Il cambiamento rispetto al precedente sistema» Il meccanismo di funzionamento Le piattaforme regolate di scambio del gas naturale in Italia Stoccaggi fisici e virtuali : funzionamento e opportunità» La regolamentazione in Italia» Il meccanismo di funzionamento» Valutazione e ottimizzazione di un contratto di stoccaggio fisico Le dinamiche del prezzo del gas e gli aspetti principali dei contratti» L andamento dei prezzi: cointegrazione e correlazione» I prezzi spot e prezzi forward Gestione del portafoglio e Trading» Trading direzionale: gli strumenti» Location trading e gestione della capacità di trasporto» Cross-commodities trading» Trading around assets Prezzi spot e prezzi forward» Definizione» Ipotesi di NA» Relazioni (con costo storage)» Payoff di una posizione forward Introduzione alle Opzioni, Portafogli di Opzioni e Coefficienti di Sensibilità» Introduzione e definizione di strumenti non lineari» Payoff di opzioni europee call e put» Hedgers e Speculators, Sellers and Buyers» Strategie con opzioni (portafogli di opzioni)» Greche (definizione e discretizzazione)» Misura di rischio: il VaR Caratteristiche principali e applicazione dei prodotti strutturati» Definizione ed esempi (cap, floor, fullservice, swing, VPP, storage)» Pricing framework (codipendenza delle decisioni)» Misura di rischio: il PaR» Hedging problem di trading 27

10 Contratti di approvvigionamento GAS ed ENERGIA ELETTRICA n Padroneggiare in modo sistematico e completo tutti i principali aspetti contrattuali n Analizzare tutte le principali tipologie di contratti per conoscerne gli elementi più complessi n Conoscere la normativa per superare gli aspetti critici particolari n Aggiornare e perfezionare i contratti esistenti per renderli più rispondenti alle proprie esigenze Conoscere lo stato attuale del MERCATO del GAS: operatori, filiera, concorrenza, sviluppi futuri» Novità normative e in che misura incidono sul mercato del gas» La separazione tra l attività di distribuzione dall attività di vendita (unbundling)» Quanti operatori sono presenti» Prezzo del gas naturale e dinamiche di mercato» Come funziona la Borsa del Gas: volumi e liquidità Politiche di regolamentazione» Mercato unico» Introduzione della concorrenza» Autorità di regolazione» Diritto di accesso al sistema, tariffe e obblighi di separazione Classificazione dei principali CONTRATTI GAS I contratti BILATERALI» Contenuto dei contratti» Tipologie» Indicizzazioni, coperture, prezzi fissi, clausole principali Tipologie di contratti lato elettrico» I soggetti che operano nel mercato elettrico» L idoneità» L autoproduzione (SEU e SAAE)» L andamento del prezzo, della domanda e dell offerta Politiche di regolamentazione e scenari» Quale impatto hanno sul Mercato Elettrico le novità normative» Approfondimento sulle maggiorazioni (parti A e uc) e loro peso in bolletta» Effetti del FV sui prezzi e sul mercato» Effetti e conseguenze della crisi economica» Novità per impianti di produzione da Fonti Rinnovabili Classificazione dei principali CONTRATTI del SETTORE ELETTRICO I contratti bilaterali» Contenuto dei contratti» Tipologie» Indicizzazioni, coperture, prezzi fissi, format tipici di fatture sul mercato libero CONTRATTI nel settore GAS e ELETTRICO e COMPRENDERE come STRUTTURARLI I contratti di Approvvigionamento tra Grossisti e Venditori» Struttura standard dei contratti di Approvvigionamento» Inserire le clausole di copertura dei rischi» Approfondire la struttura dei contratti Take or Pay» Clausole contrattuali principali ALTRI CONTRATTI nel SETTORE del GAS» I contratti relativi ai Rigassificatori (GNL)» I contratti di stoccaggio» I contratti di trasporto e distribuzione Importazione e trading» Importazione» Autorizzazione all importazione» Grossisti» Clausole di destinazione territoriale IL CONTRATTO DI TOLLING» Funzioni» Aspetti regolamentari» Contenuto del contratto 28

11 RECUPERO CREDITI nell energia, gas e acqua n Contenere il RISCHIO INSOLVENZA per ridurre l impatto sugli EFFETTI FINANZIARI, sul BILANCIO e sul BUDGET n Analizzare il ciclo di Vita del Cliente per individuare gli strumenti adeguati di gestione dell insolvenza n Valutare l impatto del rischio di credito sui margini aziendali La gestione dei pagamenti e delle morosità dei clienti Il quadro normativo di riferimento Settore del gas naturale» Regole su misurazione, calcolo e fatturazione dei consumi» Tempi e modalità di pagamento. La rateizzazione» Morosità, tempi e modalità di sospensione della fornitura» Modalità e costi per la riattivazione» Utilizzo delle garanzie Servizio di default: novità introdotte dall Autorità per l energia al Testo integrato morosità gas» Il servizio di default delle imprese di distribuzione gas: presupposti legali» Differenza di trattamento tra clienti disalimentabili e non disalimentabili» Principali aspetti di funzionamento del servizio di default» L evoluzione del contenzioso davanti al Giudice amministrativo Settore elettrico» Misurazione e fatturazione dei consumi» Ricostruzione dei consumi in caso di malfunzionamento» Rateizzazione dei pagamenti» Morosità e sospensione della fornitura / Morosità e switching del cliente» Sistema indennitario delle società di vendita in caso di mancato incasso dei crediti» Disciplina dell inadempimento delle società di vendita» Clienti finali non disalimentabili La gestione efficace del contenzioso con il cliente moroso» Il processo di Prevenzione e Recupero Crediti» Strumenti per la prevenzione della morosità» Azioni giudiziali. Effetti della normativa sui consumatori» Procedure di esecuzione forzata» Effetti del fallimento del cliente» Tipologie di cessione dei crediti Il credit manager: evoluzione di un ruolo» Il credit manager tradizionale / Il credit manager evoluto» Credit Risk Policy Il ciclo di vita del cliente L acquisizione ed il rinnovo dei clienti» Attivare nuove forniture: come fare?» La valutazione in entrata della solvibilità del cliente quale strumento per attenuare la futura gestione della morosità/recupero crediti» I criteri di valutazione: un focus sul segmento di clientela BtB» La profilazione dei clienti ai fini della gestione credito L impatto del credito sul Capitale Circolante» L importanza della rapidità negli incassi, aspetti finanziari e di bilancio» La cessione pro soluto del Credito, aspetti gestionali e finanziari» L assicurazione del credito: tutela dell evento Cigno Nero La gestione del recupero crediti nell energia & gas oggi» Il monitoraggio e la reportistica: KPI chiave e continuità dell analisi» Lo scaduto Fresco: il ruolo di customer care e di collection del Contact Center L impatto del rischio di credito sui margini e sulla gestione del ciclo di vendita» L utilizzo dei mercati e degli strumenti di default previsti dalla normativa» La portata a perdita: nuove opportunità previste dalla legge n.134/2012 (conversione in legge del D.L. 22/6/2012 n.83 c.d. Decreto Crescita) Le sinergie con la GDO, il web e il mobile: quali servizi per dare valore aggiunto al cliente 29

12 Controllo di Gestione nelle Utilities n Come implementare un sistema di Controllo di Gestione strategico a supporto degli obiettivi di un azienda Utility n Quali strumenti impostare il sistema di Controllo di gestione più adatto agli obiettivi n Come costruire un idoneo Piano dei Conti n Quali sono le caratteristiche principali dell Unbundling Funzionale e gli impatti organizzativi e contabili dell Unbundling Contabile Implementare un sistema di controllo di gestione strategico» Quadro dell importanza strategica del Controllo di Gestione nelle Utilities» Come diffondere la cultura del Controllo di Gestione» Il sistema di Controllo di Gestione per commessa/per progetto/per cliente» Come impostare il sistema di Controllo di Gestione più adatto agli obiettivi» Quali sono le possibili implicazioni strategiche derivanti dal legame tra Controllo di Gestione e Organizzazione» Come trasformare le esigenze operative in strategia e la strategia in operatività Leve fondamentali del controllo di gestione nel settore energetico» Come individuare le leve e i driver fondamentali per il Controllo di Gestione» Come impostare un modello efficace e aggiornato alla luce dell evoluzione del settore» Descrizione sintetica delle analisi da impostare attraverso un esercizio integrato» Prime riflessioni su schemi e indicatori nel settore energetico Budgeting» Dalla Pianificazione Strategica al Budget» Budget Operativi; Budget Investimenti; Budget Finanziari» L approccio incrementale e lo zero-based budget» Il budget e la turbolenza ambientale: l analisi di sensitività e lo scenario-based budget» Focus sulla rilevanza dello scenario energetico» I ruoli e gli attori coinvolti Monitoring, reporting e balanced scorecard» Quali sono i requisiti degli indicatori» I KPI economici: ROS, ROI, ROE» I KPI gestionali/operativi: come definirli e quali sono quelli veramente importanti» Come monitorare le performance dell attività aziendale» Il reporting gestionale multi-livello Elementi di analisi degli investimenti» Definizione di investimento» L approccio DCF: Free Cash Flow; WACC» Indicatori di redditività: NPV; IRR; Pay-Back Time; EV (Enterprise Value) Conoscere tutte le novità sull unbundling funzionale e suoi impatti attuali» Quali attività del settore elettrico e del gas naturale sono soggette all unbundling funzionale» Caratteristiche principali dell unbundling funzionale (delibera AEEG 11/07):» Il Programma degli adempimenti e il Rapporto annuale sulle misure adottate da inviare ad AEEG» Prospettive di evoluzione della regolazione operata dall AEEG in esecuzione del D.Lgs 93/2011 Le nuove disposizioni in tema di unbundling: impatti organizzativi e contabili nelle aziende» Il Testo Integrato AEEG per la corretta applicazione dell unbundling contabile: le novità e le interpretazioni» Come predisporre e mantenere i Rendiconti secondo le nuove disposizioni previste dall Autorità» Come implementare la raccolta dei dati in base alle nuove modalità previste per la separazione contabile nelle imprese dei settori Gas ed Energia elettrica» Come cambia il metodo per il ribaltamento dei costi: primi effetti derivanti dall applicazione dei nuovi drivers imposti dall AEEG» L unbundling IAS 30

13 Gestione e manutenzione degli aerogeneratori n Raggiungere una maggiore autonomia nella gestione e nella manutenzione del Parco Eolico n Riconoscere le cause, l entità e le conseguenze dei guasti più frequenti per prevenirli n Assicurarsi una maggiore efficienza ed integrità degli organi della macchina n Approfondire i Sistemi Organizzativi e le Metodologie per massimizzare il rendimento dell Impianto n Conoscere gli strumenti di diagnostica e monitoraggio sull Aerogeneratore e la Sottostazione Operation & Maintenance di un Parco Eolico: introduzione agli aspetti strategici e tecnico-gestionali - Conoscere l architettura del Sistema Elettrico e la sua specifica Manutenzione - La Manutenzione degli Aerogeneratori - La manutenzione delle Opere Civili - L analisi della corretta dislocazione delle Basi Operative - Aspetti di gestione del Magazzino - Aspetti di Organizzazione / Sicurezza / Ambiente / Qualità nelle attività di Operation & Management - I sistemi di Monitoraggio e come valutare le risorse interne Quale modello organizzativo adottare nella Manutenzione - Comprendere l adeguata dislocazione di risorse, mezzi e attrezzature in base alle caratteristiche del Parco Eolico e a seconda delle diverse tipologie di turbine - Definizione del Baricentro ovvero la corretta localizzazione dei centri nevralgici in base a: - La Stock dimension : come stabilire l esatto dimensionamento del magazzino attraverso - Esempi di efficienza: la struttura organizzativa di Vestas Assicurare la disponibilità della wind farm attraverso una corretta e completa manutenzione della turbina - Le nuove esigenze del mercato nell O&M - Tipologia e frequenza di guasti: a livello meccanico; a livello elettrico - L importanza del manuale di manutenzione e della relativa documentazione - Manutenzione preventiva e predittiva - Tecniche e strumenti di Condition Monitoring - Le principali tecniche di monitoraggio dei riduttori: Vibrazioni, Oil particle counter. - Gestione in remoto delle turbine a cura di un centro di monitoraggio. - Contratti in di manutenzione in outsourcing: quale gestione e quali controlli Gestione della wind farm attraverso il sistema SCADA - Illustrazione generale dei sistemi SCADA - I principali componenti del sistema SCADA di un parco eolico - L Architettura Rete di Comunicazione - Gestione del Data Analysis e del Data Transfer - Gestione allarmi in remoto e relativa valutazione - Interfaccia con il gestore - La Manutenzione predittiva attraverso SCADA 31

14 Come pianificare correttamente la manutenzione nella centrale elettrica n Quali sono gli strumenti e le soluzioni per garantire una gestione flessibile dell impianto n Conoscere le tecniche di diagnostica per prevenire i guasti e predisporre interventi tempestivi n Come valutare le prestazioni di sicurezza per prevenire gli infortuni Organizzazione della manutenzione» La pianificazione delle attività di manutenzione nella centrale elettrica:» Tipi di manutenzione: Preventiva, predittiva, su condizione, a guasto» Come programmare in maniera integrata le attività manutentive» Quali esigenze / conseguenze dalla flessibilità di produzione La manutenzione preventiva» I parametri RAMS, MTBF, MTTR» La manutenzione del macchinario principale (determinazione degli intervalli manutentivi, driver di guasto principali) La manutenzione a guasto» Interventi più frequenti / tipici» Quali interventi possibili: costi e benefici. Manutenzione predittiva, diagnostica e sistemi di controllo» Analisi componenti e del parco impianti» Quali strategie di monitoraggio possono essere utilizzate» Il monitoraggio remoto» Gli strumenti di diagnostica» Registrazione e analisi dei dati» esempi ed esercitazioni L utilizzo dei servizi di manutenzione di imprese esterne» Evoluzione dei servizi di manutenzione terziarizzati» Leggi, norme Iso, Cen, Uni» Tipologie di servizi» Modalità di utilizzo: vantaggi e svantaggi» L approccio WIn-Win e il livello di soddisfazione dei contraenti» Pianificazione e gestione di un contratto di Servizi di manutenzione» Il Contratto di global service caratteristiche e innovazioni» La misura dei Key Performance Indicators, il livello di servizio e le penali» La valutazione dell offerta economicamente più vantaggiosa» Il Testo Unico sulla Salute e Sicurezza D.LGS. 9 aprile 2008/n 81» Inquadramento legislativo e organizzativo» Il Sistema di Gestione Sicurezza sul Lavoro (SGSL)» I documenti operativi DUVR, POS, DUVRI,ODL, PDL nel ciclo della programmazione e controllo dei lavori di manutenzione e delle revisioni periodiche di legge» Le nuove prospettive della terziarizzazione Manutenzione predittiva, diagnostica e sistemi di controllo» Le diverse tipologie di politica manutentiva: A guasto, preventiva, ciclica, su condizione, predittiva e proattiva» Il diagramma P-F e gli intervalli di degrado» Distribuzione di probabilità di guasto 32

15 Esercizio e Manutenzione delle STAZIONI AT/AT e delle CABINE AT/MT e MT/BT n Individuare criticità degli impianti e gestire i sovraccarichi n Prevenire attraverso il monitoraggio e la diagnostica n Organizzare piani di manutenzione efficaci n Apprendere le metodologie più efficaci per l esercizio delle Cabine Prescrizioni tecniche, criteri progettuali e caratteristiche costruttive degli Autotrasformatori AT/AT» Installazione, attivazione ed esercizio Le prescrizioni tecniche e le caratteristiche costruttive dei trasformatori AT/MT Gli interruttori AT ed MT» Tipi costruttivi e i dispositivi di comando» Le soluzioni future I sezionatori AT: conoscere la Classificazione ed esaminare le caratteristiche costruttive I trasformatori di corrente AT: valutare i tipi costruttivi e le classi di precisione I trasformatori di tensione AT» Induttivi e capacitivi: esaminare le peculiarità» Considerare le caratteristiche costruttive Le caratteristiche costruttive degli scaricatori AT Gli Impianti blindati in SF6» Conoscere le caratteristiche costruttive» Comparare le differenze tecniche ed economiche con impianti in aria» Analizzarne le componenti e la pressione di esercizio I servizi generali ed ausiliari L automazione delle stazioni:» Concetti generali, sistemi standardizzati e sistemi di protezione Le Protezioni:» di sbarra, di trasformatore, distanziometrica, teleprotezione Effettuare i controlli tecnici e specialistici sistematici su:» sezionatori, sistema di protezione, comando e controllo Effettuare correttamente i controlli di sorveglianza:» su interruttori, trasformatori di corrente e di tensione, sezionatori e sul sistema di protezione, comando e controllo I corretti controlli termografici da effettuarsi su:» trasformatori di corrente e di tensione e passanti di trasformatori Le verifiche sul sistema di protezione, comando e controllo Gestire correttamente l esercizio e il monitoraggio delle stazioni blindate in SF6 Effettuare correttamente la diagnostica su» impianti blindati, interruttori AT, sezionatori AT, trasformatori di corrente e di tensione AT, scaricatori AT Analizzare l esercizio delle reti di distribuzione MT a neutro isolato e a neutro compensato» Generazione centralizzata e distribuita» Strutture tipiche reti MT» Schemi di impianto» Stato di funzionamento del neutro delle reti» Selezione dei guasti a terra nelle reti a neutro isolato e a neutro compensato» L evoluzione dello stato del neutro MT» Caratteristiche del sistema di protezione e regole tecniche Cenni di Calcolo delle correnti di cortocircuito nelle reti MT/BT» Progettazione e dimensionamento delle cabine elettriche MT/BT» La nuova Norma CEI 0-16 sulle regole tecniche di connessione» Sezione ricevitrice: prescrizioni sul dispositivo generale La corretta conduzione e manutenzione delle cabine elettriche» Legislazione, delibere AEEG e norma CEI relativamente a impianti esistenti, indennizzi automatici e penali» La pianificazione e programmazione della manutenzione» La manutenzione preventiva: Procedure di conduzione delle cabine elettriche MT/BT» La manutenzione correttiva» Apparecchiature MT» Attrezzi e attrezzature» Lavori su circuiti BT» Lavori in vicinanza di circuiti MT» La Termografia su linee, cablaggi e tutte le principali componenti della macchina» Impianto di terra» Verifiche iniziali e periodiche e valutazione dei rischi ai sensi del nuovo testo unico sulla salute e sicurezza 33

16 La valorizzazione di Risorse Energetiche derivanti da PROCESSI INDUSTRIALI n Valutare gli aspetti tecnologici ed economici per il consumo di energia n Conoscere benefici, potenzialità e criticità del Teleriscaldamento n Individuare i criteri di dimensionamento e tutti gli step della progettazione n Comprendere i rapporti tra le Società di gestione e i fornitori di energia secondaria n Valutare la possibilità della realizzazione di una rete di Teleriscaldamento Panoramica aggiornata di settore: Teleriscaldamento Chiarire e approfondire tutte le novità della normativa di riferimento Caratteristiche delle Reti di Distribuzione e scelta dello schema e delle Tecnologie più idonee allo specifico caso I contratti di vendita calore da teleriscaldamento e la struttura dei prezzi Caratteristiche delle Centrali di generazione che alimentano le reti di Teleriscaldamento» Tipologia delle Centrali di cogenerazione per teleriscaldamento» Il dimensionamento delle centrali di cogenerazione in funzione del carico termico» Sistemi ad accumulo» Caldaie di integrazione» Pompe di calore» La Trigenerazione: produzione del freddo con assorbitori e/o chiller elettrici» A quali condizioni la scelta della Trigenerazione è premiante se unita al Teleriscaldamento L impatto della normativa sul progetto delle Centrali di Cogenerazione per Teleriscaldamento: vincoli e opportunità di cui tener conto nel progetto dell impianto Il teleriscaldamento e la nuova normativa sulla certificazione energetica e sugli impianti termici Quali analisi sul territorio è necessario compiere per valutare la possibilità della realizzazione di una rete di teleriscaldamento» Analisi situazione locale e valutazione utenza» Sopralluoghi sul territorio» Definizione indicatori energetici» Caratterizzazione termica potenziali utenze In che modo strutturare uno Studio di Fattibilità tecnico-economica Esempio di calcolo pay-back impianto Criteri di dimensionamento di un sistema di teleriscaldamento Come si struttura la progettazione di dettaglio delle Reti 34

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014 AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager Novembre 2014 AZZEROCO 2 AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2.1 RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2 ELEMENTI DELLA RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2.1 Condotte... 12 2.2.2 Allacciamenti... 12 2.2.3 Impianti di ricezione

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

elettrotecnico/elettrotecnica

elettrotecnico/elettrotecnica Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di elettrotecnico/elettrotecnica 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

Rifasamento industriale e penali in bolletta. www.icar.com- sales@icar.com

Rifasamento industriale e penali in bolletta. www.icar.com- sales@icar.com Rifasamento industriale e penali in bolletta www.icar.com- sales@icar.com Le penali per basso cosfi Le Aziende Distributrici applicano le penali per basso cosfi perché : devono predisporre impianti di

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 29 MAGGIO 2015 258/2015/R/COM PRIMI INTERVENTI IN MATERIA DI MOROSITÀ NEI MERCATI RETAIL DELL ENERGIA ELETTRICA E GAS NATURALE E REVISIONE DEI TEMPI DELLO SWITCHING NEL SETTORE DEL GAS NATURALE

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA Per tutelare i clienti che subiscono interruzioni o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas e per incentivare le società

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Edizione n.1 Marzo 2012 - 1 - INDICE GENERALE 1 Premessa... - 7-2 Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)... - 8-2.1 Principi generali della... - 8 - Box:

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 2 Agenda 17.00 17.15 Introduzione Matteo Carcano Orc Software 17.15 17.30 Le opportunità di

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing I servizi di Business Process Outsourcing rappresentano uno strumento sempre più diffuso per dotarsi di competenze specialistiche a supporto della

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E 2010 Redexe S.u.r.l., Tutti i diritti sono riservati REDEXE S.r.l., Società a Socio Unico Sede Legale: 36100 Vicenza, Viale Riviera Berica 31 ISCRITTA ALLA CCIAA

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Allegato A TESTO INTEGRATO

Allegato A TESTO INTEGRATO TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA Periodo di regolazione 2008-2011

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Federesco Le Energy Service Company La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Seminario Strumenti, opportunità e potenzialità dell efficienza energetica a supporto del sistema locale

Dettagli

I regolamenti europei EMIR e REMIT

I regolamenti europei EMIR e REMIT I regolamenti europei EMIR e REMIT Implementazione pratica per un azienda NFC- Sommario I. L EMIR ed i suoi obblighi II. REMIT e i suoi obblighi III. EMIR: l implementazione pratica in azienda Che cos

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli