Gioco & Giovani Rapporto Nomisma 2009 gioco.indd :12:41

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gioco & Giovani Rapporto Nomisma 2009 gioco.indd 3 23-09-2009 12:12:41"

Transcript

1 Gioco & Giovani Rapporto Nomisma 2009

2 Gioco & Giovani Copyright 2009 Nomisma Spa Edito da A.G.R.A. srl via Nomentana Roma tel fax Finito di stampare nel mese di settembre 2009 Realizzazione editoriale: Agra srl Progetto grafico: Blu omelette Stampa: Das Print Roma Nomisma Società di Studi Economici SpA Strada Maggiore 44, Palazzo Davia Bargellini Bologna tel , fax Tutti i diritti sono riservati a Nomisma Spa. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta o utilizzata in alcun modo, senza l autorizzazione scritta di Nomisma Spa, né con mezzi elettronici né meccanici, incluse fotocopie, registrazione o riproduzione attraverso qualsiasi sistema di elaborazione dati. Consiglio di Amministrazione Gualtiero Tamburini Presidente Giorgio De Rita Amministratore Delegato Claudio Albertini Paolo Bruni Giancarlo De Martis Massimo Garuti Piera Magnatti Enzo Mignarri Massimo Panzali Juan Enrique Perez Calot Tiziana Primori Michele Liberatore (Segretario) Comitato Tecnico Scientifico Filippo Andreatta Presidente Giovanni Ajassa Andrea Babbi Enrica Elena Belli Massimo Bergami Giliberto Capano David Taguas Coejo Erik Jones Federico Merola Giulio Napolitano Francesca Pasinelli Maurizio Sobrero Piera Magnatti (Segretario) Gruppo di lavoro Silvia Zucconi (Coordinamento) Paolo Bono Romina Filippini Martina Marzorati Giulia Sartori Si ringraziano per la preziosa collaborazione Vito Pacillo e Alessandro Giacomo Dessì

3 Ringraziamenti Nomisma ringrazia tutti coloro i quali, in questo primo anno di attività, hanno offerto suggerimenti, indicazioni, riflessioni e spunti di lavoro per avviare e promuovere l Osservatorio Gioco & Giovani. Un grazie dovuto perché i contributi sono stati molti e preziosi ma anche un grazie grande perché la spinta e la motivazione ad andare avanti su un tema così complesso e difficile è stata per noi indispensabile. Un grazie particolare all Associazione nazionale dirigenti ed alte professionalità della scuola, ANP, ed al suo Presidente Giorgio Rembado per il sostegno e il patrocinio del Rapporto 2009 e alla Prof.ssa Licia Cianfriglia e al Prof. Antonino Petrolino per i preziosi suggerimenti durante la programmazione e la realizzazione dell indagine presso le scuole superiori. Un grazie sincero al Comitato Olimpico Nazionale Italiano, CONI, ed al suo Presidente Giovanni Petrucci per l attenzione e la spinta a completare il nostro progetto di ricerca e per il supporto offerto per la sua valorizzazione. Un grazie collettivo a tutti i Presidi e Docenti che hanno aderito al progetto di ricerca e che lo hanno promosso all interno delle proprie scuole ed ai loro studenti per la qualità e l attenzione nel rispondere alle nostre domande. Un grazie affettuoso al Prof. Luigi Laudanna del Liceo Visconti di Roma ed ai suoi alunni della IIa F: Sofia Albanese, Giulio Alessandroni, Emilio Aquino, Andrea Ballesio, Riccardo Balsamo, Silvia Carletti, Lucrezia Ciocci, Vittoria Coltellacci, Ilaria De Rita, Flaminia Delle Cese, Eleonora Gila, Claudia Minati, Laura Miracapillo, Margherita Porfirio, Paolo Rinaldi, Lavigna Stefanini e Cristiano Turchetti per la progettazione e la sperimentazione del questionario utilizzato per l indagine di campo. Un grazie speciale a Brulli Energia Spa per modo e sostanza nell accompagnare il nostro lavoro.

4 Indice Presentazione 7 di Giorgio De Rita 1. Giochi con vincita in denaro: i numeri chiave Il gioco e gli italiani: abitudini e comportamenti Il valore del mercato entrate erariali e mercato dei giochi Il ruolo DEL GIOCO nell economia nazionale e regionale Le scommesse sportive Il gioco a distanza Il gioco e i giovani Premessa L indagine dell Osservatorio Gioco & Giovani di Nomisma: finalità conoscitive e principali aspetti metodologici Le caratteristiche dei giovani anni in Italia Stili di vita dei ragazzi italiani Il profilo del campione d indagine I giovani e il gioco: alcune caratteristiche preliminari Giochi di fortuna: quanti e quali A cosa giocano i ragazzi? Quanto giocano i ragazzi? Il profilo di chi non gioca Gioco: significati, concetti o preconcetti I significati del gioco per i ragazzi Vincere facile? I giocatori: abitudini, motivazioni e fattori d incentivo Cosa incentiva il gioco Il gioco nel quotidiano 71

5 4.3 Quanto spendono i giovani Risorse economiche Perdere: un rischio consapevole Vincite e consumi Gioco e società Il contesto familiare Abitudini di gioco in famiglia e nei giovani Il gioco e le relazioni familiari Le reti informative Gioco e stili di vita Il gioco e i suoi rischi Da vizio a dipendenza La percezione dei rischi Vita e gioco Gioco e informazione Marketing e gioco Il gioco nella carta stampata Il mercato pubblicitario on line Promuovere cultura Il sistema normativo: regolamentazione dell accesso per i più giovani Una definizione di gioco d azzardo I giovani e la normativa Una percezione dei rischi limitata? Considerazioni conclusive 131 Appendice Nota metodologica 143 Risoluzione del Parlamento europeo del 10 marzo 2009 sull integrità del gioco d azzardo online 147

6 7 Presentazione di Giorgio De Rita Organizzare le basi. Se volessimo condensare in uno slogan le molte riflessioni che la lettura di questo primo Rapporto su Gioco e Giovani suscita questo sarebbe un buon candidato. I temi e le chiavi di lettura sono molti e ciascuno appare complesso. La dimensione della platea di giocatori giovani e giovanissimi in primo luogo, una platea che va allargandosi ogni giorno pervadendo quasi per intero la popolazione giovanile. La dimensione e l aggressività della tecnologia, in secondo luogo, che non solo moltiplica le occasioni e la frequenza di gioco ma che progressivamente e, forse, subdolamente allontana il giocatore dalla realtà. La pubblicità diretta ed indiretta che cresce più che linearmente rispetto ai volumi di gioco e che oggi appare capace di raggiungere livelli di penetrazione e sofisticazione fino a ieri non immaginabili. Il bisogno di informazione e, attraverso questa, di tutela dei più giovani di fronte ai rischi ed alle patologie connessi al gioco d azzardo; informazione che appare del tutto impreparata di fronte ad un fenomeno così rilevante. La regolazione di un quadro economico ed industriale di assoluto rilievo, nel quale convivono e si confondono obiettivi tra loro molto distanti, in particolare di sottrazione di risorse al gioco illegale senza allargare i rischi di dipendenza dal gioco. La destinazione delle risorse raccolte dall attore pubblico, le quali spesso hanno poco o nullo raccordo con i bisogni dei giovani, dello sport, della promozione sociale. Temi che, ciascuno, a loro volta potrebbero essere declinati ulteriormente su ambiti specifici ognuno meritevole di riflessioni ed approfondimento ma che qui trovano solo spunti, analisi provvisorie, interpretazioni semplici o forse ingenue. Non è infatti pretesa di Nomisma andare a fondo delle singole problematiche, non avendone né risorse né strumenti adeguati, ci preme più semplicemente alimentare il dibattito offrendo i risultati delle nostre ricerche sul rapporto tra il mondo giovanile e i giochi pubblici con vincita in denaro, giochi che al di là delle definizioni normative sono, a nostro avviso, a tutti gli effetti giochi d azzardo.

7 8 Gioco & Giovani Quel che emerge dal nostro lavoro con chiarezza è la necessità di riconoscere che proprio nella complessità dei temi del gioco, nella loro articolazione, nella pluralità di obiettivi dell attore pubblico, nella condizione di responsabilità collettiva degli operatori, degli educatori e del mondo dell informazione sta la grande ricchezza del gioco pubblico. Ma è una ricchezza nascosta o, almeno, da coltivare con cura ed attenzione. La complessità infatti è un bene, se genera competenza, se stimola l intelligenza, se costringe all approfondimento. Tutto questo è possibile se si parte, appunto, dall organizzare le basi della propria riflessione e della propria azione di regolatore pubblico o di operatore privato. Come un ingegnere progetta una casa partendo dalle fondamenta, un medico elabora la cura guardando i parametri fondamentali, un dirigente guida un azienda motivando le persone. Così il gioco, e soprattutto il gioco proposto ai giovani, ha bisogno di elementi fondanti capaci di reggere e, se possibile, prevenire le innumerevoli distorsioni che il gioco stesso porta con sé. Elementi che, al contrario, appaiono assenti dal panorama che il Rapporto sembra delineare. Per raccogliere dati ed elaborare analisi sul gioco Nomisma ha raccolto oltre questionari compilati, durante l orario scolastico, dagli studenti delle ultime due classi delle scuole superiori. La dimensione del campione e la sua stratificazione per localizzazione e tipologia di scuola ci rende confidenti circa la qualità dei dati raccolti, dati che solo in parte sono stati usati per il Rapporto ma che sono disponibili per chi voglia approfondire qualche specifico aspetto. In Italia i giovani che nel corso dell anno hanno avuto una o più occasioni di gioco sono, tra gli studenti di età compresa tra i 16 e i 19 anni, circa (il 68% della popolazione in questa fascia di età), di questi circa ragazzi e ragazze dedicano al gioco e alle scommesse almeno un ora al giorno, tutti i giorni. Qualunque sia il profilo del giocatore, le sue motivazioni, le sue preoccupazioni, deve poi essere sottolineato che il 44% dei giocatori ha preferito omettere la risposta alla domanda quanto spendi per il gioco?, testimonianza diretta di un pudore comprensibile ma anche preoccupante. Specie se consideriamo che i dati complessivi dicono che la raccolta su scala nazionale vale 2,5 euro al giorno per persona (tutti i giorni, neonati e non giocatori compresi). Certo si gioca per vincere e, spesso, si usa la vincita per altro dal gioco (solo l 8% dichiara di re-investire in gioco le vincite, il 12% non ha invece mai vinto nulla) ma resta, ulteriore forma di preoccupazione, la deriva verso offerte di gioco con vincita istantanea che, come è noto e dimostrato da studi internazionali, favorisce la propensione a rigiocare immediatamente. Ecco, di nuovo, il tema della informazione e della costruzione di un tessuto culturale solido per prevenire ed affrontare le problematiche del gioco. Tessuto che appare in via di realizzazione ma che è ancora non adeguato rispetto alle esigenze

8 Presentazione 9 concrete, anche se è da dire che la famiglia gioca in questo un ruolo primario. La percentuale di giovani giocatori nelle famiglie che giocano è dell 80,3% contro il 36,8% delle famiglie che non giocano. La scuola, le istituzioni, i media non per questo possono chiamarsi fuori. Resta allora una responsabilità a cui tutti siamo chiamati, riconoscendo il valore del gioco e le sue molte funzioni positive, garantire cioè risorse, impegno, intelligenza per organizzarne le basi, riuscendo ad essere anche in questo di esempio e di traino per l intera comunità europea, nella stessa misura nella quale lo siamo per dimensione e per modernità di assetto in termini di mercato.

9

10 11 1. Giochi con vincita in denaro: i numeri chiave 1.1 Il gioco e gli italiani: abitudini e comportamenti L approfondimento sull approccio al gioco degli italiani e sui relativi comportamenti assume un rilievo sempre maggiore in un contesto in cui cresce in maniera costante il ruolo economico dei giochi pubblici. Comprendere i comportamenti di gioco significa individuare alcune caratteristiche del mercato che la semplice analisi delle dimensioni complessive lascerebbe in penombra. Nel 2008, 28 milioni di italiani, su una popolazione di oltre 50 milioni, hanno avuto almeno un occasione di gioco. Il gioco non sembra essere solo una voce di consumo sporadica; l 11,6% degli italiani dichiara di giocare una volta a settimana e l 1,4% afferma di giocare ogni giorno o quasi. Oltre 6 milioni e mezzo di italiani giocano quindi almeno una volta a settimana; per oltre 700 mila persone il gioco è una componente irrinunciabile del proprio quotidiano. Oltre il 22% degli italiani ha sperimentato più di una tipologia di gioco; più di 13 milioni di italiani ne praticano addirittura più di tre. Una così ampia propensione al gioco rende il mercato italiano uno dei più floridi di tutto il mondo. Questi sono i risultati più significativi che fotografano i principali comportamenti di consumo degli italiani che scaturiscono dall indagine realizzata nel 2008 dall Osservatorio Gioco & Giovani su un campione rappresentativo di italiani 1. 1 Indagine realizzata da Demetra (www.opinioni.net) su un campione rappresentativo della popolazione italiana di età superiore a 15 anni. Il margine massimo di errore al livello fiduciario del 95% è pari a 4%.

11 12 Gioco & Giovani Figura 1.1. I giocatori in Italia (2008; valori percentuali) Non risponde 0,4% Non giocatori 44,6% 55,0% Giocatori Fonte: indagine Demetra-Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma. Figura 1.2. La frequenza di gioco (2008; valori percentuali) Ogni giorno o quasi 1,4% Una volta alla settimana 11,6% Non ha giocato nel ,6% 9,2% 2-3 volte al mese GIOCATORI 55% 32,8% Più raramente Non risponde 0,4% Fonte: indagine Demetra-Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma. Il 28% degli italiani cioè più di 14 milioni di persone nel 2008 ha giocato almeno una volta al Lotto. Anche SuperEnalotto e Gratta & Vinci sono giochi di grande diffusione. Sono oltre 11 milioni gli italiani che hanno cercato di indovinare il 6 mentre hanno tentato la fortuna delle lotterie istantanee più di 10 milioni di persone. Anche le lotterie nazionali riscuotono un buon successo rappresentando nel 2008 un occasione di gioco per 5,5 milioni di italiani. In forte calo l affezione nei confronti dei concorsi a pronostico (Totocalcio, Totogol, Totip...) che rappresentano un occasione di gioco per poco più di 2 milioni di italiani. Anche le scommesse sportive hanno un bacino di utenza analogo (2,7 milioni), ma con dimensioni che nel tempo si stanno ampliando. Proprio in relazione alle scommesse sportive, è importante considerare la profonda trasformazione nella fruizione dovuta ai nuovi canali di partecipazione proposti dalla rete. Nel 2008, il 2,8% degli italiani (1,4 milioni) ha effettuato scommesse on line; ciò implica che quasi uno scommettitore su due utilizza internet

12 Capitolo 1. Giochi con vincita in denaro: i numeri chiave 13 per realizzare le proprie puntate. L impiego del web rendendo più agevoli le comunicazioni non solo ha inciso sui comportamenti dei giocatori, ma ha anche contribuito ad allargare il bacino d utenza. Tabella 1.1. I giochi più popolari (2008; valori assoluti) Segmenti di gioco (1) Numero di giocatori in Italia (milioni di italiani) Lotto 14,4 SuperEnalotto 11,6 Lotterie istantanee Gratta & Vinci 10,1 Lotterie nazionali 5,5 Scommesse sportive 2,7 Concorsi a pronostico (Totocalcio, Totogol, Totip ) 2,3 (1) Al momento della realizzazione dell indagine il poker on line non era ancora presente nell offerta di gioco. Fonte: indagine Demetra-Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma. Le caratteristiche peculiari di ogni gioco (modalità di partecipazione, tempi e luoghi di fruizione etc.) possono in parte spiegare il maggior o minor successo dei singoli segmenti; tuttavia per comprendere meglio la diffusione e il significato del gioco come fenomeno sociale è importante analizzare le motivazioni che vi sottendono. I giochi con vincita in denaro sono caratterizzati infatti da diverse dimensioni, alcune con connotazione positiva (divertimento, passione, speranza di poter cambiare la propria situazione economica con una spesa limitata), altre negative (rischio, dipendenza, perdita di denaro). Il significato attribuito al gioco assume contorni profondamente discordanti in funzione della fruizione (giocatori/ non giocatori). Tra i giocatori, la speranza di vincere denaro è la motivazione preponderante. Oltre il 43% dei giocatori individua nella possibilità di veder mutata la propria condizione economica con una spesa modica il principale stimolo a giocare. Una prospettiva così allettante costituisce la ragione principale per tentare almeno una volta la fortuna. Occorre tuttavia esaminare il gioco anche in relazione alla dimensione ludica a cui spesso è abbinato. Il gioco infatti può essere anche un espressione secondaria di interessi, hobby e passioni e può coincidere con la partecipazione ad eventi collettivi e aggregativi, come nel caso dei giochi legati a manifestazioni sportive; inoltre anche all interno di più piccole comunità e gruppi di riferimento può divenire un rituale socializzante. A conferma di ciò, il 20% dei giocatori identifica il gioco con divertimento. Anche tra i giocatori emergono connotazioni negative: il 16% vede il gioco soprattutto come fattore di perdita di denaro. Preoccupante è anche la quota di giocatori che ritengono che il gioco sia una dipendenza (8,2%); questo significa che oltre due milioni di italiani vivono il gioco come una dipendenza. Tale preoccupazione assume ulteriore enfasi se si considera che quasi il 5% dei giocatori vede il gioco come un rischio, un divertimento che se non correttamente gestito può trasformarsi in dipendenza.

13 14 Gioco & Giovani Figura 1.3. Il significato del gioco (2008; valori percentuali; risposta multipla) , , ,5 15,9 20,2 18, Una speranza di vincere soldi Una perdita di denaro Un Una divertimento dipendenza Un rischio Fonte: indagine Demetra-Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma. 6,9 8,2 4,7 9,5 2,6 1,6 Una passione 3,4 4,8 Altro 1,7 3,2 Non risponde Non giocatori Giocatori Chi non gioca ha una posizione ancor più critica. Il gioco è perdita di denaro per il 37% degli italiani che non giocano. L aspetto ludico è decisamente in secondo piano: solo il 7% pensa che il gioco sia soprattutto divertimento mentre il 2,6% pensa che sia una passione. L accezione negativa è quindi nettamente dominante; ciò nonostante la possibilità e l aspettativa di una vincita in denaro rimane un aspetto connaturato al gioco anche per il 18,5% di chi non gioca. Poiché rischio e dipendenza sono connotazioni che ricorrono sia tra chi gioca che tra chi non gioca, non si può trascurare la percezione degli italiani rispetto alla disponibilità di informazioni adeguate sul gioco e le sue possibili implicazioni negative. Il 53% degli italiani ritiene che l informazione sia assolutamente carente soprattutto laddove è necessario comprendere il rischio della dipendenza da gioco. La necessità di sensibilizzare l opinione pubblica in realtà è molto più ampia poiché occorre considerare che un ulteriore 32,8% ritiene che vi sia comunque inadeguatezza sull informazione attualmente a disposizione. Gli italiani che richiedono più informazione sui rischi connessi al gioco sono quindi l 86%. A questo proposito, a dispetto del differente approccio motivazionale al gioco tra utenti e non-utenti, la preoccupazione è condivisa: l informazione è gravemente carente sia per il 53,6% dei giocatori che per il 52,9% dei non giocatori. La stragrande maggioranza degli italiani è concorde nel ritenere l opera di sensibilizzazione condotta sinora insufficiente, rendendo così difficile il contribuito alla prevenzione e al mantenimento della sola dimensione ludica del gioco. La richiesta di misure a tutela dei soggetti che giocano, soprattutto se più esposti a questo genere di rischi, è chiara e deve passare innanzitutto per una maggiore e più corretta informazione.

14 Capitolo 1. Giochi con vincita in denaro: i numeri chiave 15 Figura 1.4. Sul rischio di dipendenza da gioco ritiene di avere tutte le informazioni necessarie? (2008; valori percentuali; risposta unica) Non risponde 5,4% 8,7% Si, completamente No 53,1% 32,8% Si, ma solo in parte Fonte: indagine Demetra-Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma. Sempre in considerazione di potenziali rischi connessi al gioco è indicativo che il 19,2% dell opinione pubblica dichiari di conoscere, tra amici e conoscenti, chi si è ritrovato in situazioni di grave difficoltà economica a causa del gioco. Ciò pare confermare la diffusione del fenomeno, che non sembra possa essere circoscrivibile alla ristretta cerchia degli habitué, dal momento che quasi un italiano su cinque ha conosciuto situazioni prossime al disagio economico e sociale imputabili al gioco. Figura 1.5. Tra i suoi parenti, amici, conoscenti ci sono persone che si sono rovinate con il gioco? (2008; valori percentuali; risposta unica) Si, qualcuno Si, diversi 1,7% 17,5% Non risponde 0,4% 80,4% No, nessuno Fonte: indagine Demetra-Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma. La protezione dei più giovani rispetto ai rischi del gioco deve essere una delle principali priorità. È opinione diffusa che gli operatori del gioco non abbiano predisposto meccanismi di tutela sufficienti: il 74,1% degli italiani ha un giudizio negativo del sistema e ritiene l azione degli operatori del settore non adeguata o comunque caratterizzata da strumenti poco efficaci. La crescente disponibilità di modalità e luoghi alternativi ove accedere e prendere parte ai giochi con vincita in denaro, se da un lato agevola ed amplia la partecipazione, dall altro può rendere anche più difficile il controllo delle normative proprio

15 16 Gioco & Giovani rispetto ai limiti d età. L opinione giudica decisamente fragile il sistema di verifica e tutela del rischio in una delle categorie che potrebbero essere più esposte. Figura 1.6. Secondo Lei, gli operatori del gioco hanno predisposto sufficienti tutele per evitare le dipendenze da gioco dei giovani? (2008; valori percentuali; risposta unica) Non risponde Si, completamente 2,6% 8,9% Si, ma solo in parte 14,4% 74,1% No Fonte: indagine Demetra-Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma. La dimensione problematica del gioco rispetto ai giovani va esaminata anche in relazione ad altri rischi a cui tale fascia di età può essere esposta. Figura 1.7. Secondo Lei, per i giovani d oggi quali sono i pericoli più grandi? (2008; valori percentuali; della prima risposta in ordine di importanza) Droghe pesanti 41,7 Alcol Droghe leggere 18,9 17,0 Bullismo 6,4 Disturbi alimentari Malattie sessuali Dipendenza da gioco Tabacco Altro 4,0 3,1 2,6 1,4 3,3 Non risponde 1, Fonte: indagine Demetra-Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma. La preoccupazione maggiore, come lecito attendersi, è legata a droghe ed alcol. Sono soprattutto le droghe pesanti, segnalate dal 41,7% dell opinione pubblica italiana, ad essere ritenute le principali problematiche giovanili, a cui occorre aggiungere anche le droghe leggere (17,0%) e l alcol (18,9%). Seguono il mobbing dell età evolutiva (6,4%) e i disturbi alimentari (4,0%). Non è banale comunque che già oggi la dipendenza da gioco sia ritenuta il più grave pericolo per i giovani dal 2,6% degli italiani e che allo stesso tempo sia consi-

16 Capitolo 1. Giochi con vincita in denaro: i numeri chiave 17 derata più pericolosa del tabacco. Per di più, considerando l insieme delle citazioni la dipendenza da gioco sale al 6,8%, passando dall ottavo al sesto posto. 1.2 Il valore del mercato Negli ultimi anni i temi relativi allo sviluppo e alle prospettive del mercato del gioco hanno trovato sempre maggiore spazio nell agenda politica italiana, sia sotto la spinta delle Istituzioni europee nell ambito del processo di integrazione dei mercati, sia perché il settore ha acquistato una rilevanza di primo piano, grazie ad un fatturato in continua espansione. Il 2008 per il comparto dei giochi è stato un anno estremamente positivo: il valore dell intero settore è aumentato di quasi il 13% rispetto al 2007, raggiungendo 47,5 miliardi euro di raccolta nel Una delle industrie più grandi del paese, con importanti variabili economiche connesse, tra cui (non ultima) la prospettiva di ulteriore gettito per le casse dello Stato. A riprova di ciò è opportuno citare i recenti provvedimenti proposti all interno del Decreto legge n. 39 del 28 aprile 2009 approvato dal Parlamento (legge di conversione n. 77 del 24 giugno 2009), in cui viene prevista la possibilità di creare nuovi giochi pubblici da cui attingere risorse a copertura degli interventi a favore delle zone colpite dal sisma dell aprile 2009; in particolare viene data facoltà all Aams e al Ministero delle Finanze di: indire nuove lotterie istantanee e modalità differenti per il gioco del Lotto, introdurre le cosiddette videolotteries e nuovi giochi di sorte legati al consumo, consentire la raccolta a distanza dei giochi di carte anche in forma diversa dal torneo. Tabella 1.2. Raccolta per segmenti di gioco ( ; valori in milioni di euro e percentuali) RACCOLTA Var. Composizione Segmenti di gioco milioni di euro milioni di euro % % New Slot ,2 45,6 Gratta & Vinci ,6 19,3 Lotto ,3 12,3 Scommesse sportive ,9 8,2 SuperEnalotto ,3 5,3 Giochi a base ippica ,3 4,8 Bingo ,2 3,4 Totocalcio, Totogol, Il9, Big Match ,2 0,4 Lotterie ,1 0,2 Giochi di abilità on line _ 242* n.d. 0,5 Totale raccolta ,8 100,0 * da settembre Fonte: Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma su dati Aams.

17 18 Gioco & Giovani Nel 2008 il maggior contributo alla raccolta è scaturito dalle New Slot, che da sole hanno contribuito per circa il 46% al totale degli incassi. Rispetto al 2007, il segmento degli apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro è cresciuto del 15,2%, per un valore complessivo di quasi 21,7 miliardi di euro, cifra impressionante considerato che nel 2006 gli incassi ammontavano a 15,4 miliardi e che dal 2003 al 2008 le New Slot hanno registrato un %, grazie alla nuova regolamentazione che ha permesso l emersione delle giocate. Il secondo segmento di gioco per consistenza è il Gratta & Vinci, che ha raccolto nel 2008 più di 9 miliardi di euro (19,3%). La crescita del Gratta & Vinci (+16,6% rispetto al 2007) ha confermato i risultati degli anni precedenti dal 2006 ad oggi gli incassi sono raddoppiati e la predilezione degli italiani per questo gioco, favorita da una formula accattivante e di rapido consumo. Discorso a sé merita il Lotto. Pur conservando una quota di mercato importante, con una raccolta di circa 5,8 miliardi di euro nel 2008, da qualche anno il Lotto registra un trend negativo (-5,3% rispetto al 2007), tanto che dal 2003 al 2008 la flessione è stata del 15,7%. Tra le tipologie di gioco in ascesa vi sono le scommesse sportive, che rispetto al 2007 hanno segnato un incremento del 50,9%, e il SuperEnalotto con un inatteso +29,3%. La spesa per le scommesse sportive a fine 2008 ha sfiorato i 4 miliardi (8,2% sul totale), ovvero 1,3 miliardi di euro in più rispetto all anno precedente, anche grazie allo sviluppo della modalità on line. Il risultato estremamente positivo del SuperEnalotto è invece merito soprattutto del montepremi di oltre 100 milioni di euro raggiunto nel mese di ottobre 2008, del jackpot di ripartenza pari a 20 milioni e del parallelo interesse che ne è scaturito; infatti, dopo i primi 6 mesi del 2008 quando il valore delle giocate era arrivato solo a 908 milioni di euro, con una diminuzione tendenziale di circa il 12,5% rispetto allo stesso periodo del 2007 il SuperEnalotto ha chiuso l anno con una raccolta di 2,5 miliardi. Tra i giochi in flessione, i concorsi a pronostici sono i più penalizzati, con un calo della raccolta rispetto al 2007 di oltre il 25%. Totocalcio, Totogol, Il9 e Big Match segnano così il passo con incassi pari a 175 milioni di euro (0,4% sul totale). Anche i giochi a base ippica, con una raccolta di 2,3 miliardi di euro, perdono terreno; solo nel 2007 le scommesse sportive (+50,9%) e quelli ippiche (-17,3%) erano segmenti di analoghe dimensioni ma il 2008 ha ulteriormente enfatizzato le differenti dinamiche dei due segmenti. La crisi dell ippica non è fatto nuovo, dal 2003 ad oggi, infatti, questo segmento ha perso ben il 23,3% della raccolta destando più di una preoccupazione, tanto da essere oggetto lo scorso novembre di un provvedimento approvato dal Parlamento, che prevede un parziale re-investimento delle entrate provenienti dal settore degli apparecchi da intrattenimento nell ippica, decisione seguita alle proteste dei lavoratori del settore ed alla conseguente sospensione delle corse, che si è protratta per più di un mese, tra ottobre e novembre 2008.

18 Capitolo 1. Giochi con vincita in denaro: i numeri chiave 19 Il Bingo, che già nel 2007 aveva segnato una leggera diminuzione (-1,7%), a fine 2008 ha registrato un ulteriore e più significativo calo (-5,2%); in termini assoluti, il segmento è stato penalizzato dal mancato rinnovo delle concessioni agli operatori, tanto che a novembre 2008 delle 289 sale aperte nel 2007 ne rimanevano solo 212 (gli ultimi dati parlano però di una nuova crescita del loro numero, +6,6% pari a 226). Di fatto la raccolta media per sala è rimasta sostanzialmente stabile, se non lievemente cresciuta. Il 2008 ha poi registrato la comparsa di una grande novità nelle tipologie di gioco. Da settembre sono infatti attivi il Poker on line e gli altri skill game (black jack, bridge, scacchi, dama etc.). I dati relativi al periodo settembre dicembre 2008 mostravano già un interesse impressionante, tale da generare un volume di gioco pari a 242 milioni di euro. Ulteriori conferme del grande potenziale del segmento arrivano anche dai numeri disponibili per il 2009; gli skill game nel primo semestre hanno oltrepassato il miliardo di euro e rappresentano il 4,6% della raccolta, una quota superiore a quella del Bingo e dei concorsi a pronostico e Big Match. Pur non essendo possibile fare un paragone con l anno precedente, è opportuno sottolineare che, se confrontato con l ultimo quadrimestre del 2008, nei primi quattro mesi del 2009 l incasso ha registrato un +170%. Così come accaduto qualche anno fa con le New Slot, anche nel caso del poker on line è doveroso sottolineare come questo trend sia il frutto, almeno nel primo periodo, dell emersione di un mercato già precedentemente esistente che però si consumava illecitamente sui siti esteri dove questa modalità era già attiva. Figura 1.8. Raccolta degli skill games per mese (settembre giugno 2009; in milioni di euro) ,1 187,6 199,7 188, ,7 143, , ,9 73,9 0 18,1 set 08 ott 08 nov 08 dic 08 gen 09 feb 09 mar 09 apr 09 mag 09 giu 09 Fonte: Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma su dati Aams. Oltre all esplosione di questi nuovi segmenti di gioco, il 2009 sembra confermare le linee di tendenza già evidenziate per il Le New Slot migliorano la loro performance con un incasso di oltre 12 miliardi (+13,1% rispetto al I semestre 2008) e mantengono una posizione di primo piano

19 20 Gioco & Giovani nel mercato (46,1%). Le lotterie, trainate dal Gratta & Vinci, hanno incassato oltre 4,9 miliardi, una cifra che rappresenta il 18,9% del totale della raccolta. I dati disponibili segnalano inoltre un ulteriore progresso per le scommesse sportive, con incassi per 2,1 miliardi e un incremento del 7,5%, un espansione del mercato che, tuttavia, mostra qualche segno di rallentamento rispetto al vero e proprio boom del 2008, quando la variazione rispetto al I semestre del 2007 fu pari a +63,8% per effetto, anche in questo caso, dell emersione delle giocate. Tabella 1.3. Raccolta per segmenti di gioco (gennaio-giugno ; valori in milioni di euro e percentuali) Raccolta gen-giu 2008 Raccolta gen-giu 2009 Var. % Composizione % New Slot ,1 46,1 Lotterie ,7 18,9 Lotto ,8 10,9 Scommesse sportive ,5 8,1 SuperEnalotto ,5 4,2 Giochi a base ippica ,2 4,1 Skill games n.d 4,6 Bingo ,4 2,8 Totocalcio, Totogol, Il9, Big Match ,3 0,3 Totale ,8 100,0 Fonte: Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma su dati Aams. Figura 1.9. La raccolta dei giochi pubblici: le previsioni per il 2009 e il 2010 (valori in miliardi di euro) +12,8% +13,3% 60 rispetto al 2007 rispetto al ,8 52, ,2 47, PREVISIONI Fonte: Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma su dati Aams. Il SuperEnalotto mantiene le aspettative nate negli ultimi mesi del 2008 e chiude il semestre con oltre 1 miliardo di euro di raccolta, il 20,5% in più rispetto al primo semestre 2008 (186 milioni di euro). Un risultato più che positivo considerando le difficoltà degli ultimi anni: dal 2003 al 2006 le somme giocate erano infatti scese del 3,2%. Il Lotto, pur raggiungendo la ragguardevole cifra di 2,8 miliardi, perde

20 Capitolo 1. Giochi con vincita in denaro: i numeri chiave 21 ancora terreno rispetto allo stesso periodo del 2008 (-4,8%), con circa 144 milioni in meno. Registrano segni negativi, e di ben maggior entità, anche i giochi a base ippica (-18,2%), il Bingo (-12,4%) e i concorsi a pronostico che perdono il 15,3%, con una raccolta di 83 milioni di euro, pari ad appena lo 0,3% del mercato. 1.3 entrate erariali e mercato dei giochi Nei primi cinque mesi del 2009 le entrate erariali derivanti dai giochi sono ammontate a milioni di euro, con un aumento del +1,7% rispetto al La raccolta derivante dalle sole imposte indirette, comprensive delle concessioni, è invece di circa milioni di euro, +5,2% rispetto al Nel 2008, nel complesso, a fronte di una raccolta di oltre 47 miliardi di euro, 7,7 miliardi di euro erano andati all Erario (al netto delle concessioni), quasi 600 milioni in più rispetto al Se si considera il quinquennio , le entrate provenienti dal settore del gioco sono cresciute del 121%, vale a dire 4,2 miliardi in più rispetto al Tale risultato è correlato all espansione del mercato e non alla crescita del prelievo; la tassazione media è passata dal 22,6% della raccolta nel 2003 al 16,3% nel 2008, con una riduzione ulteriore dello 0,8% tra il 2007 e il La minor imposizione fiscale ha sostenuto l incremento delle vincite dei giocatori, che nel 2008 hanno superato il 68% della raccolta complessiva. Tabella 1.4. Entrate erariali(1) per segmento di gioco ( ; valori in milioni di euro e variazioni percentuali) Segmenti di gioco Var. 2003/2008 milioni di euro % New Slot ,6 Lotterie ,3 Lotto ,0 SuperEnalotto ,3 Bingo ,3 Giochi a base sportiva ,2 Giochi a base ippica ,0 Giochi di abilità a distanza 7 n.d. Totale ,0 (1) Al netto delle concessioni. Fonte: Osservatorio Gioco & Giovani Nomisma su dati Aams. Il sistema di tassazione dei giochi risulta particolarmente articolato, differenziandosi a seconda dei singoli segmenti sia per valore dell aliquota che per meccanismo di calcolo. 2 Si fa qui riferimento al totale delle imposte dirette e indirette, comprensive anche delle concessioni; dati del Ministero dell Economia e delle Finanze, Dipartimento delle finanze, gennaio-maggio 2009.

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

VI Rapporto su enti locali e terzo settore

VI Rapporto su enti locali e terzo settore COORDINAMENTO Michele Mangano VI Rapporto su enti locali e terzo settore A cura di Francesco Montemurro, con la collaborazione di Giulio Mancini IRES Lucia Morosini Roma, marzo 2013 2 Indice 1. PREMESSA...

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014 Lo spettacolo dal vivo in Sardegna Rapporto di ricerca 2014 2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Redazione a cura della Presidenza Direzione generale della Programmazione unitaria e della Statistica regionale

Dettagli

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA 1 Unioncamere Basilicata RAPPORTO ANNUALE 2002 DELL OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA Il ruolo del turismo nell economia

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis Il modello italiano di tassazione del gioco d azzardo: linee guida

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Audizione dell Ufficio parlamentare di bilancio sull attuazione e le prospettive del federalismo fiscale

Audizione dell Ufficio parlamentare di bilancio sull attuazione e le prospettive del federalismo fiscale Audizione dell Ufficio parlamentare di bilancio sull attuazione e le prospettive del federalismo fiscale Tendenze dell autonomia tributaria degli enti territoriali di Alberto Zanardi Consigliere dell Ufficio

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI 23 luglio 2014 Anno 2013 ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI Vengono diffusi oggi i risultati della prima rilevazione sul lavoro volontario, frutto della convenzione stipulata tra Istat, CSVnet (rete

Dettagli

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39 Qualità dei servizi internet da postazione fissa - Delibere n. 131/06/CSP, 244/08/CSP e 400/10/CONS Anno riferimento: 2014 Periodo rilevazione dei dati: 2 SEM. X Per. Denominazione incatore Tempo attivazione

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Fonti: Eurostat - Regional statistic; Istat - Politiche di Sviluppo e

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento al 31 dicembre 2013 Marzo 2014 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est indipendentista ma anche italiano Il Gazzettino, 17.03.2015 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Prof. CRONISTORIA DELLA DISCIPLINA DAL 1979

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro

Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro Il presente Rapporto è stato realizzato da un gruppo di ricerca congiunto

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Famiglie e lavoro. Rapporto annuale 2014

Famiglie e lavoro. Rapporto annuale 2014 Famiglie e lavoro Rapporto annuale 2014 Famiglie e lavoro Rapporto annuale 2014 Il presente rapporto è frutto di un lavoro di ricerca dello Staff SSRMdL di Italia Lavoro, coordinato da Maurizio Sorcioni,

Dettagli

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro EXECUTIVE SUMMARY 2 Executive Summary La ricerca si è proposta di indagare il tema del rapporto Giovani e Lavoro raccogliendo il punto di vista di

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Irepa Informa Anno 2 Numero 2 2 Trimestre Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Le dinamiche congiunturali del secondo trimestre Nel secondo trimestre, i principali indicatori congiunturali

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Adotta il seguente regolamento:

Adotta il seguente regolamento: REGOLAMENTO RECANTE MODIFICAZIONI AL DECRETO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 19 GIUGNO 2003, n. 179 RECANTE NORME CONCERNENTI I CONCORSI PRONOSTICI SU BASE SPORTIVA, AI SENSI DELL ARTICOLO 16

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2014 SUL MERCATO DELLE CASE PER VACANZA 1 AGOSTO 2014 SINTESI PER LA STAMPA

OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2014 SUL MERCATO DELLE CASE PER VACANZA 1 AGOSTO 2014 SINTESI PER LA STAMPA OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2014 SUL MERCATO DELLE CASE PER VACANZA 1 AGOSTO 2014 SINTESI PER LA STAMPA L Osservatorio Nazionale Immobiliare Turistico 2014 di FIMAA-Confcommercio (Federazione

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Convegno Romeni emergenti o emergenza Romania? Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Prof. Stefano Rolando Segretario generale delle e Direttore scientifico

Dettagli