Fondazione. Vent anni insieme al non profit. Diamo credito ai progetti migliori, eppure non siamo una banca.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fondazione. Vent anni insieme al non profit. Diamo credito ai progetti migliori, eppure non siamo una banca."

Transcript

1 qgb00inkareigjksjkbnf0qlzsn+tcisalzi3lt0p/fyy/hcksow5g== Fondazione Vent anni insieme al non profit. Diamo credito ai progetti migliori, eppure non siamo una banca. NUOVI BANDI 2011 Testi, calendario e streaming disponibili sul sito

2 Fondazione Vent anni insieme al non profit. Diamo credito ai progetti migliori, eppure non siamo una banca. NUOVI BANDI 2011 Testi, calendario e streaming disponibili sul sito

3 y(7hb9h2*npskkk( +=!"!z!"!. (in) Europa Anno III - Numero 6 7 Febbraio Euro 0,10 A pag. 5 L ANALISI Nell ultimo trimestre del 2010 l economia lombarda è in ripresa: la produzione cresce, ma l occupazione dà segnali negativi A pag. 6 l La sanità lombarda valorizza il ruolo fondamentale del volontariato l Gestione Parchi, il Pirellone cambia il sistema SONO TASSE DA PAZZI I cento balzelli più assurdi raccolti da Confesercenti. Intanto l Istat rileva: i redditi di piemontesi e lombardi sono i più in calo d Italia (pgu) Si paga una tassa sull ombra, una sui gradini euna persino sulla voce. Si versano imposte per possedere un cane, per avere la patente oilpassaporto, per studiare epersino per avere giustizia. Esi paga una tassa pure da... morti. Ci sarebbe quasi da ridere se non fosse tutto vero. La Confesercenti ha raccolto tutte le tasse più assurde nel rapporto Balzelli d Italia: le cento trappole per imprese e famiglie. Saranno irrazionali, stravaganti o pazze che dir si voglia, ma ci sono. E state attenti a quello che fate, perché comunque ve le fanno pagare. Ne sa qualcosa il titolare di un albergo di Desio (Mb) che ha deciso di esporre davanti all ingresso dell esercizio il Tricolore ela bandiera blu dell Unione europea: gli è stato chiesto di pagare 140 euro di imposta. Per ogni bandiera. Si arriva addirittura al paradosso di dover pagare per avvenimenti esituazioni che ormai sono solo sui libri di storia. E il caso della benzina: tra le varie accise, paghiamo dal ,90 lire per finanziare laguerra di Abissinia, 14 lire per la crisi di Suez del 1956, 10 lire per il disastro del Vajont del 1963, altrettanti per l alluvione di Firenze del 1966, sempre 10 lire per il terremoto nel Belice nel 1968, 99 lire per il terremoto del Friuli nel Avessimo almeno i soldi da buttare... Purtroppo, invece, ne abbiamo sempre di meno. Come attesta l ultima rilevazione dell Istat sul reddito delle famiglie italiane: piemontesi elombardi sono i più penalizzati dalla crisi economica, con un calo del reddito complessivo rispettivamente del 4,9 e del 4,1%. Alle pagg. 4-5 Le infrastrutture del Nord-Ovest fanno qualche passo avanti (pgu) Eppur si muovono. Purtroppo non così velocemente come tutti vorremmo, ma nel 2010 qualche passo avanti la realizzazione delle nuove infrastrutture del Nord-Ovest l ha fatto. Cosìsi evince dal Rapporto 2010 di Oti NordOvest, l Osservatorio territoriale infrastrutture che viene presentato in questi giorni a Milano. Le note positive arrivano soprattutto dalla messa in esercizio, ormai da un anno, della tratta ad alta velocità Torino-Milano, dai passi avanti sulla viabilità autostradale del Corridoio 5(cantieri sulla To-Mi e sulla Brebemi), sul corridoio ferroviario Genova-Rotterdam (finanziato il primo lottodel terzo Valico) e sul sistema viabilistico pedemontano lombardo. Alle pagg. 2-3 (IN) Miglietti e Moro Straordinarie imprese per questi due lombardi. Il primo, bresciano, ha stabilito il nuovo record mondiale di corse estreme: ha corso senza sosta per 52 ore nel deserto del Sahara e percorso 421 chilometri. Il secondo, bergamasco, ha conquistato, d inverno, la vetta del Gasherbrum II. )OUT( Alessandro Del Piero Un altro sportivo, invece, non si può dire che abbia fatto una bella figura. La bandiera della Juventus ha chiesto al Comune di Torino sette permessi, per le sue sette auto, per poter circolare liberamente nella Ztl, la zona a traffico limitato. Risultato? Richiesta respinta e ammonizione a Del Piero. Direttore responsabile: Giancarlo Ferrario - Autorizzazione tribunale di Milano n. 655 del 5 novembre Stampa: Tipografia Litosud - Pessano con Bornago - Milano - Via Aldo Moro, 2

4 Attualità (2 ) VIA LIBERA AL COL DI TENDA È stato sbloccatol appalto per i lavoridel nuovo Tunnel del Colle di Tendache collega l Italia e la Francia. L avvio dei lavori, una volta redatto e approvato il progetto esecutivo, è previsto per i primi mesi del E prevista la costruzione di (in) Europa - 7Febbraio 2011 una galleria di circa metri per il traffico dall Italia verso la Francia, mentre l attuale tunnel sarà allargato a servizio del traffico verso l Italia. La Lombardia corre di più Rapporto Oti (pgu) Qualche passo avanti è stato fatto. Magari più in Lombardia che in altre aree del Nord-Ovest; ma certo la possibilità di potersi muovere senza ingorghi e ritardi quotidiani sembra meno lontana. Sia su gomma che su rotaia. A sostenerlo è il Rapporto 2010 di Oti NordOvest, l Osservatorio territoriale infrastrutture che fa capo ad Assolombarda, Unione Industriale di Torino e Confindustria Genova, che viene presentato in questi giorni a Milano. Questo è l incipit del Rapporto: «Nonostante il perdurare della grave crisi economica che condiziona gli investimenti infrastrutturali, il 2010 si presenta come un anno positivamente dinamico per quanto riguarda le opere prioritarie di interesse del Nordovest». Le note positive arrivano soprattutto dalla messa in esercizio ormai da un anno della tratta ad alta velocità Torino-Milano che «sta determinando una radicale trasformazione delle modalità di trasporto e dei collegamenti tra i territori coinvolti». Ma passi avanti sono stati fatti sulla viabilità autostradale del Corridoio 5 (cantieri sulla To-Mi e sulla Brebemi), sul corridoio ferroviario Genova-Rotterdam (finanziato il primo lotto del terzo Valico), sul sistema viabilistico pedemontano lombardo (cantieri a Como e Varese e appalto dei lavori in vista per la parte centrale). Incontrano, invece, ancora difficoltà i processi di realizzazione delle metropolitane e i collegamenti con l aeroporto di Malpensa. Infastrutture QUALCOSA S I M U L incognita dei Comitati No Tav e la carenza di finanziamenti I due corridoi europei tra rischi e progressi (pgu) Sono due i grandi interventieuropei che interessano il Nord-Ovest: il Corridoio 5 nella tratta da Lione a Verona, passando per Torino e Milano e proseguendo poi verso Trieste, eil Corridoio 24 Dei due mari. Corridoio 5 Il punto cruciale è la tratta ferroviaria Lione-Torino. La Commissione Europea aveva posto alcune condizioni per la conferma del finanziamento europeo: entro la fine del 2010 Italia efrancia avrebbero dovuto rinnovare il Trattato con il quale si definiscono il modello finanziario dell opera e il soggetto promotore e approvare il progetto preliminare; entro l inizio del 2011 devono iniziare i lavori di scavo del tunnel della Maddalena; entro la fine del 2011 deveessere approvato il progetto definitivo dell opera. Passi in avanti in questo senso, però, ne sono stati fatti pochi, tanto che è stata chiestaalla Commissione Europea una proroga sulle scadenze temporali. Proprio nei giorni scorsi, però, c è stato un incontro in videoconferenza tra il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli e il segretario di Stato incaricato dei Trasporti francese, Thierry Mariani. I due «hanno Expo concordato -si legge in una nota -di dar vita ad un tavolo tecnico tra i due Ministeri per definire il cosiddetto fasaggio (la realizzazione dell'opera per fasi costruttive) eper verificare icosti nella parte comune del tunnel e dei tratti di reciproca competenza nazionale, al fine di definire le percentuali di investimento a caricodei duepaesi. Illavoro dei tecnici dovrà concludersi nell'arco di giorni». Vanno, invece, più spediti i paralleli interventi stradali: i lavori consistono nell allargamento delle carreggiate autostradali e nella realizzazione della corsia di emergenza su tutto il tracciato da Torino a Milano e viceversa. La tratta Boffalora-Milano sarà dotata, inoltre, di una quarta corsia di marcia poiché è stato realizzato il raccordo Boffalora-aeroporto di Malpensa che scarica una significativa mole di traffico sulla A4. La fine dei lavori è prevista per il Corridoio 24 Il passo avanti più significativo del 2010 per il Corridoio Dei due mari è l autorizzazione da parte del Cipe del La data fatidica è il 2015 L importanza di Brebemi e Tem (pgu) La data fatidica per la realizzazione delle più importanti infrastrutture di collegamento è il maggio 2015, quando sull area di Rho-Pero verrà inaugurato l Expo. Ed è proprio l accessibilità alla manifestazione uno dei problemi principali da risolvere. A che punto siamo? Molte delle opere di cui parliamo in queste pagine sono interessate all esposizione. Di quelle non citate, ricordiamo la prosecuzione dei lavori, avviati a metà 2009, della Brebemi, la nuova primo lotto costruttivo dell opera, il cui costo è stato aggiornato a6.200 milioni di euro dei quali risultano attualmente disponibili 720 milioni. Si tenga conto che lo scorso 15 ottobre, poi, è stato abbattuto l ultimo diaframma del tunnel ferroviario del Gottardo: alla fine del 2016 i lavori saranno conclusi e verrà raddoppiato il volume delle merci trasportate. E quindi fondamentale farsi trovare pronti, altrimenti il sistema portuale ligure perderà competitività nei confronti dei porti del Nord Europa. Le connessioni col Gottardo, cioè le tratte Chiasso-Seregno e Seregno-Bergamo, sono,però, in ritardo: per la prima sono in corso di perfezionamento intese finalizzate all approvazione di una prima fase funzionale, relativa al nodo di Seregno, per la seconda è in corso il progetto definitivo, che dovrebbe concludersi nel marzo 2011 con un anno di ritardo rispetto alle previsioni iniziali. Il rallentamento di questi due progetti è dovuto anche al fatto che mancano i finanziamenti di circa 2,3 miliardi di euro. autostrada che collegherà Brescia a Milano: l avanzamento fisico dell autostrada è pari al 6,5% e la conclusione è prevista per giugno La Brebemi confluirà sulla Tem, la Tangenziale Est Esterna di Milano che connette la A1 alla A4 e raccoglie il traffico che arriva dalla Padana Superiore, dalla Cassanese edalla Rivoltana. Il Progetto definitivo è stato approvato in linea tecnica e successivamente consegnato a Cal Spa lo scorso 21 dicembre. Il cronoprogramma prevede: Conferenza dei Servizi e approvazione del progetto definitivo da parte del Cipe entro la primavera del 2011; inizio lavori nell autunno 2011 per concludersi nel marzo 2015.

5 (in) Europa - 7Febbraio 2011 SAN GOTTARDO, NUOVO TUNNEL? Il governo del Canton Ticino e i vertici di Regione Lombardia si sono incontrati per valutare la costruzione, entro il 2020, di un secondo tunnel per il San Gottardo in sostituzione dell attuale galleria autostradale in vista della sua chiusura prolungata per il risanamento completo, tra il 2020eil2025.Consentirebbelacircolazionesu gomma e garantirebbe i collegamenti attuali. Attualità (3 ) O V E I prolungamenti delle tratte milanesi proseguono e a Torino completato il tratto Porta Nuova-Lingotto Metrò (pgu) Per muoversi in città, occhi puntati sullo sviluppo delle linee metropolitane. Nodo di Milano In ballo ci sono innanzitutto il prolungamento delle tre linee esistenti. Per quello della M1, da Sesto FS a Monza Bettola, i cantieri dovrebbero aprire in questi giorni (con più di un anno circa di ritardo) esi concluderanno entro la fine del Perla linea2, il 20 febbraio verrà inaugurato il prolungamento verso sud fino ad Assago, mentre per il tratto anord, da Cologno a Vimercate, manca ancora il progettodefinitivoecisono problemi di finanziamento. Dicasi lo stesso per il prolungamento della M3 da San Donato Milanese a Paullo: l opera ha un costo di circa 750 milioni di euro, di cui disponibili solo 9 per la redazione del progetto definitivo. Ci sono poi due nuove linee. Per la 4, Lorenteggio-Linate, il Comune di Milano deve definire il vincitore della gara che individua il partner privato con cui costituire la società che realizzerà e gestirà l opera. I lavori delle due tratte della M5 sono già iniziati: la Bignami-Garibaldi verrà pronta per metà 2012; da lì a San Siro per fine Nodo di Torino E ormai prossimo al completamento il tratto Porta Nuova- Lingotto della Linea 1 della metropolitana torinese; concluso lo scavo del tunnel sono state smantellate e rimosse le attrezzature ela stessa talpa per lasciare posto ai lavori per attrezzare la via di corsa dei treni e per l allestimento delle stazioni. L entrata in funzione è prevista per i primi mesi del 2011 in concomitanza con l inizio delle celebrazioni per i 150 anni dell Unità di Italia. Sono poi in programma prolungamenti verso nord e verso sud. Il più avanzato è quest ultimo: i lavori dovrebbero essere presto assegnati, durare 4 anni e vedere la messa in esercizio a metà Va la lombarda, difficoltà per quella piemontese Pedemontane a singhiozzo (pgu) Per chi si deve muovere in auto nell incubo del traffico del Nord-Ovest, la parola magica è Pedemontana. Forse non sarà la panacea di tutti i problemi, ma certo potrebbe alleggerire di molto i problemi degli automobilisti. Bisogna innanzitutto dire che la situazione è un po differente a seconda che la si guardi dalle diverse sponde del Ticino: infatti, ai progressi effettuati sul territorio lombardo, che ha visto l avvio dei primi cantieri, non corrisponde un eguale stato di avanzamento sul territorio piemontese, in cui persistono nodi di carattere progettuale e finanziario. La Pedemontana piemontese Per la Pedemontana piemontese sono state richieste numerose e sostanziali modiche sia dalla Regione Piemonte sia dal Ministero dell Ambiente che varieranno il tracciato e conseguentemente i costi. L'ultimo tracciato, individuato in via definitiva per la gara, ha previsto l'accorpamento in un'unica arteria delle due tratte della Pedemontana, cioè i 21 chilometri fra la Torino-Milano e Vigliano Biellese e il collegamento fra Biella e l'a26. L'opera è stata affidata alla Satap Spa, individuata anche come promotore finanziario. La concessione sarà, però, firmata solo a valle dell'approvazione del preliminare da parte del Cipe (momento in cui sarà anche disposta la quota di finanziamento pubblico). C è da sperare che un accelerazione possa arrivare dopo che la Regione Piemonte ha ottenuto l inserimento della Pedemontana nel quadro programmatico prioritario delle opere strategiche del Governo. Malpensa La Pedemontana lombarda Dopo l'inaugurazione del 6 febbraio 2010 a Cassano Magnago, sono iniziati i lavori per la realizzazione dei 15 km di Tratta A e parallelamente della Tangenziale di Varese. Partiranno inoltre a breve i cantieri per la Tangenziale di Como. Sulla Tratta A, dalla A8 a Cassano Magnago alla A9 a Lomazzo, procedono le operazioni di bonifica da ordigni bellici, verifica archeologica e disboscamento, preliminari alla vera e propria opera stradale. La conclusione dei lavori del primo lotto della Tangenziale di Varese e dellatratta Cassano Magnago/A9-Lomazzo/A8 è prevista nel luglio Lo scorso 14 gennaio si è chiusa la gara della tratta che va dall'autostrada A9 (Lomazzo) all'autostrada A4 (Osio di Sotto) per un valore complessivo di 2,3 miliardi. Cinque i gruppi che si sono presentati e proprio nei giorni scorsi si è insediata la Commissione che dovrà valutare le offerte, la qualità delle opere, il miglioramento del rapporto tra infrastruttura e Andare a prendere l aereo continua ad essere un grosso problema (pgu) L accessibilità all aeroporto di Malpensa è un tema caldo da troppi anni. Anche i numerosi treni che oggi dalla Stazione Centrale e da Cadorna portano dal centro di Milano allo scalo della brughiera non sembrano aver risolto i problemi visto il limitato utilizzo che attualmente ne viene fatto. Si vedrà se il potenziamento della tratta ferroviaria Saronno-Seregno (i cantieri dovrebbero presto essere aperti e chiusi entro la fine del 2012) ela realizzazione di una nuova linea ferroviaria tra Mendrisio e Varese (entro il 2013) che colleghi la linea storica del Gottardo, attraverso la linea Milano-Varese, con l'aeroporto di Malpensa (garantendo il raggiungimento dello scalo in 50minuti dalugano e in 70 minuti da Bellinzona) porteranno qualche positivo cambiamento. I problemi principali, però, riguardano il settore stradale. Tre i progetti in programma: la Magenta-Tangenziale Ovest di Milano, prosecuzione della Malpensa-Boffalora/A4; la variante territorio, la riduzione dei disagi di cantiere, e nelle prossime settimane aggiudicherà l appalto. Una volta conclusa la gara, comincerà la fase di redazione del progetto esecutivo, e si ritiene che entro l autunno di quest anno si avvieranno i lavori con l obiettivo di consegna delle opere entro dicembre Restano da reperire sui mercati finanziari 3,2 miliardi di euro senza contare i secondi lotti delle tangenziali di Como e Varese, che richiedono un finanziamento statale di 415 milioni di euro. SS341 Vanzaghello-Samarate che consentirà il collegamento tra la Malpensa-Boffalora, all'altezza di Vanzaghello, e l'autostrada A8, attraverso la bretella di Gallarate; e la variante SS33 del Sempione Rho-Gallarate, un tracciato stradale di circa 30 km a carreggiata unica con una corsia per senso di marcia. Per tutti e tre gli interventi il problema maggiore è quello di reperire le risorse, ma permangono anche forti ritardi negli iter di approvazione dei progetti, in particolare della variante alla strada statale del Sempione e del collegamento viario Magenta-Tangenziale Ovest di Milano.

6 Economia (4 ) LOMBARDIA, PER ATTRARRE STRANIERI Favorire in Lombardial'attrazione di investimenti esteri di elevata qualità. Questo è l'obiettivo del protocollo d'intesa siglato tra Regione e Invitalia, l'agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa. Il documento (in) Europa - 7Febbraio 2011 prevede l'attivazione di azioni di promozione ela messa a punto di strumenti per facilitare l'ingresso in Lombardia di nuove attività produttive. L A G A B E L L A S U L M A T R IM O N IO P E R C H I S I S P O S A IN C O M U N E L A T A S S A S U L F E R E T R O : 5 8 E U R O P IÙ D U E O T R E M A R C H E D A B O L L O (pgu) Facciamo un concorso per stabilire qual è la più assurda. Già, perché in Italia si paga per sposarsi, ma anche per... morire. C è una tassa per esporre il tricolore eper volare. Ma anche per cercare funghi o andare a pescare. Ci sarebbe da ridere se non fossero tutte imposte vere. La Confesercenti le ha raccolte nel rapporto Balzelli d Italia: le cento trappole per imprese e famiglie. Leggetene la sintesi qui a fianco e poi sicuramente concorderete con la conclusione a cui è arrivato il presidente di Confesercenti, Marco Venturi: «E se mettessimo una tassa salata sulle promesse non mantenute dai politici?». Istat (pgu) Bisogna dire che quando il legislatore ci si mette riesce proprio a far arrabbiare i contribuenti. Perché se uno legge l elenco dei cento Balzelli d Italia, proposto nei giorni scorsi da Confesercenti, finisce per immedesimarsi nei francesi della famosa canzone, dedicata a Bartali da Paolo Conte,«che le balle ancor gli girano». Perché nessuno può sfuggire a questo vero e proprio bestiario di imposte come l ha definito il presidente di Confesercenti, Marco Venturi. Ecco, in sintesi, le più assurde. Le paleo tasse Sono quelle più vecchie, ma che sono ancora in vigore. Si va dalla tassa sui gradini, tornatadi modavistal'esigenza dei comuni di finanziare il servizio di puliziadelle strade (la devono pagare i proprietari di case che hanno i gradini d'ingresso sulla pubblica via) alla tassa sull ombra, nel senso Confesercenti ha raccolto in un rapporto i Balzelli IL BESTIARIO che se con la sporgenza della tenda di un locale, il proprietario invade il suolo pubblico deve pagare l'imposta per occupazione di suolo pubblico. Eche dire dell imposta sul possesso dei cani (si va dai 20 ai 50 euro ad animale) o sul matrimonio, visto che da molte parti sipaga anche per sposarsi in comune? Senza dimenticare le ormai consolidate tasse su caccia e pesca o sulla raccolta dei funghi. Le tasse esoteriche Così definisce la Confesercenti quei balzelli misteriosi su fatti immateriali. Come la tassa sulla voce, nel senso che per i telefonini ad uso privato si pagano 5,16 euro, mentre per i contratti ad uso affari l'importo è di 12,91 euro. O quella sul divertimento, visto che si paga un imposta su tutti gli spettacoli, sia teatrali, che cinematografici; e pure sulle feste private in luogo pubblico. Il top, comunque, è toccato dalla tassa sulle centrali nucleari: sì, anche se non ne abbiamo e non ne avremo sicuramente almeno per dieci anni. Fa niente: intanto nella bolletta elettrica si paga un fondo per un premio ai Comuni che ospitano centrali nucleari: un euro ogni kwh. Le tasse burocratiche Scontate, direte voi. Già, ma fa sempre un certo effetto pagare delle tasse sull insegnamento (oltre alle tasse universitarie, ci sono le tasse sul pubblico insegnamento e le tasse locali sull'abilitazione all'insegnamento) e soprattutto per avere giustizia. E qui l elenco è davvero lungo: 33 euro per i processi di valore fino a euro, 77 per i processi di valoresuperiore a euro e fino a euro e per i processi di volontaria giurisdizione; e via andare fino a 1.221euro peri processidi valore superiore a 520mila euro; per i processi esecutivi Sono piemontesi e lombardi a pagare più pesantemente la crisi economica Le famiglie del Nord-Ovest hanno meno soldi (pgu) La crisi lascia il segno sui redditi di tutte le famiglie italiane. Ma è sulle tasche di piemontesi e lombardi che sta pesando più profondamente. L indagine dell Istat su Il reddito disponibile delle famiglie nelle regioni italiane uscita nei giorni scorsi non lascia dubbi: è il Nord-Ovest, in particolare, appunto, Piemonte e Lombardia, apagare il prezzo più alto del peggioramento economico. Infatti, a fronte di un calo del reddito complessivo delle famiglie italiane del 2,7%, nel Nord-Ovest la flessione ha toccato il 4,1%: una diminuzione nettamente superiore a quella registrata nelle altre aree del Paese (-3,4% nel Nord-Est, -1,8% al Centro e -1,2% nel Mezzogiorno). Al punto che abbiamo perso il primato del reddito pro capite. Fino al 2008, infatti, le famiglie residenti nel Nord-Ovest avevano fatto registrare il più elevato reddito disponibile per abitante, ma nel 2009 questo primato è passato al Nord-Est, dove la Provincia di Bolzano ha guadagnato la testa della graduatoria, scavalcando l Emilia Romagna. Piemonte Come dicevamo, sono le famiglie piemontesi a dover tirare maggiormente la cinghia. Il reddito complessivo disponibile delle famiglie residenti in Piemonte nel 2008 era di oltre 92 milioni di euro; a fine 2009 era sceso a t A livello nazionale il calo dei redditi familiari è stato del 2,7%. In Lombardia è arrivato a -4,1% e in Piemonte addirittura a -4,9% meno di 87,6 milioni di euro, con un calo consistente del 4,9%, la flessione più alta d Italia. Inoltre, se nella maggior parte dei casi questa diminuzione è essenzialmente da attribuire alla marcata contrazione dei redditi da capitale, in Piemonte un importante contributo negativo è venuto dal rallentamento dei redditi da lavoro dipendente. Lombardia Pesante anche il calo che ha interessato le famiglie lombarde: si è passati da un reddito disponibile di 205,4 milioni del 2008 ai 197,1 milioni del 2009, pari a un -4,1%. Second l Istat, la Lombardia sconta pesantemente la battuta d arresto degli utili distribuiti dalle imprese a seguito della diminuzione del valore aggiunto. Il raffronto E non è che si arrivasse da un periodo particolarmente brillante. Anche nel 2008, afronte di un aumento del reddito disponibile nazionale del 2,3%, il Nord-Ovest ha registrato, per questa variabile, il tasso di crescita più contenuto (+1,8%), a causa della debole dinamica di Lombardia e Liguria (+1,2 e +1,8% rispettivamente). Se poi il raffronto va anche più indietro, si nota che i redditi attuali delle famiglie piemontesi e lombarde sono praticamente quasi gli stessi del 2006.

7 (in) Europa - 7Febbraio 2011 PIEMONTE, AIUTI ALLE PMI Aiutare le piccole e medie imprese del settore manifatturiero a mettere in campo i progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in collaborazione con aziende e centri di ricerca di altri Paesi o regioni. Per questo scopo la Regione Piemonte ha pubblicato la nuova edizione del bando Manunet che stanzia 3 milioni di euro in favore delle pmi. Economia (5 ) SULLA BENZINA PAGHIAMO ANCORA PER LA GUERRA DI ABISSINIA d Italia: le cento trappole per imprese e famiglie DELLE TASSE mobiliari di valore inferiore a euro il contributo dovuto èpari a30 euro; eper i processi di opposizione ad atti esecutivi il contributo è pari a 132 euro. Tasse in maschera Sono quelle tipo gli anticipi in bolletta, visto che le fatturazioni avvengono quasi sempre per consumi presunti, in genere più alti di quelli reali. Calcolando prudenzialmente, come hafatto Confesercenti, in una trentina di euro l'eccedenza a bolletta per ognuno dei 40 milioni di utenti, Enel, Italgas ed aziende municipalizzate possono incamerare 1,2 miliardi di euro a bimestre di consumi anticipatiacosto zero. E come le giudichiamo le multe per le violazioni del Codice della strada? Diciamo solo che i Comuni salvano in questo modo i bilanci: nel 2008, mediamente, ogni vigile ha compilato verbali per 43mila euro. E stendiamo un velo pietoso sul canone Rai... Imposte spietate A volte addirittura crudeli. Pagano gli studenti universitari un imposta regionale per il diritto allo studio (ma non era garantito dalla Costituzione?), si paga sulle cambiali un imposta di bollo, si paga 24 euro anche per i ricorsi sulle stesse tasse e pure i disabili pagano di più per volare: su ogni volo aereo dell Unione Europea si applicherà una tassa di 50 centesimi per passeggero con carrozzina a rotelle. Tasse macabre Se state facendo gli scongiuri o vi state toccando siete giustificati. Ma tant è. Perché c è,innanzitutto, latassasul morto: se uno muore, va pagata una tassa per il rilascio del certificatodi constatazione di decesso rilasciato dall'ufficiale sanitario dell'asl, C È C H I H A R IP R IS T IN A T O L A T A S S A D I P O S S E S S O C A N I: D A I 2 0 A I 5 0 E U R O 35 euro più un euro di bollettino postale. Così come c è quella sul feretro: si tratta di un diritto fisso sul decreto di trasportodei defunti (58 euro più due otre marche da bollo da 14,62 euro) che chiedono icomuni in cuièav- venuto il decesso. t Sulla benzina paghiamo accise per finanziare la guerra di Abissinia, la crisi di Suez, il disastro del Vajont... Tasse sul movimento Vuoi la patente? Paghi per l autorizzazione alla guida dei veicoli. Vuoi andare all estero e ti serve il passaporto? Paghi la marca da bollo altrimenti stai a casa. Paga chi va in nave (6 europersbarcare) echi viaggia in aereo (18,71 euro tra imbarco, sicurezza, controllo bagagli...). Per non dire della grandinata di tasse che incombe su ogni acquisto di automobile. La chicca riguarda la benzina: tra le varie accise, paghiamo dal ,90 lire per finanziare la guerra di Abissinia, 14 lire per la crisi di Suez del 1956, 10 lire per il disastrodel Vajontdel 1963, altrettanti per l alluvione di Firenze del 1966, sempre 10 lire per il terremoto nel Belice nel 1968, 99 lire per il terremoto del Friuli nel 1976, 75 lire per il terremoto in Irpinia nel 1980, 205 lire per la missione in Libano (1983), 22 lire per la missione in Bosnia nel Tassa patriottica E quella sul tricolore. Se volete esporre la bandiera italiana o quella dell Unione Europea sarà bene informarsi prima: potreste dover pagare una tassa al Comune. I REDDITI DELLE FAMIGLIE ITALIANE Regioni Redditi* 2008 Redditi* 2009 Variaz. % Piemonte 92,125 87,627-4,9 Valle d Aosta 2,742 2,658-3,1 Lombardia 205, ,109-4,0 Trentino A. A. 21,093 20,854-1,3 Veneto 97,232 93,797-3,5 Friuli V. G. 25,859 24,990-3,4 Liguria 33,092 32,345-2,3 Emilia R. 95,246 91,677-3,7 Toscana 73,984 72,498-2,0 Umbria 16,178 15,921-1,6 Marche 29,458 28,699-2,5 Lazio 108, ,619-1,4 Abruzzo 20,512 19,889-3,0 Molise 4,826 4,809-0,3 Campania 73,970 72,427-2,0 Puglia 54,918 53,776-2,0 Basilicata 8,509 8,376-1,6 Calabria 26,259 26,412 +0,6 Sicilia 65,718 65,917 +0,3 Sardegna 24,270 24,137-0,5 Italia 1.079, ,532-2,7 Fonte: Istat - *milioni di euro Cresce la produzione industriale in Lombardia, ma per l occupazione ancora segnali negativi Congiunturale (gmc) Per fortuna qualche segnale positivo c è: l economia lombarda è in ripresa. La produzione industriale regionale continua a crescere, e nell ultimo trimestre 2010 è aumentata del 2% rispetto al trimestre precedente e del 6% rispetto allo stesso periodo del Anche le aziende artigiane manifatturiere sono in ripresa: per la prima volta dopo molti trimestri si registra un valore positivo della produzione sia su base annua, +2,4%, che sul trimestre precedente, +1%. Quasi tutti i settori mostrano variazioni positive, tranne l abbigliamento per l industria e l alimentari e i minerali non metalliferi per l artigianato. Questi iprincipali risultati dell indagine congiunturale sul quarto trimestre 2010 realizzata da Unioncamere e Confindustria Lombardia, Regione e le associazioni artigiane. Eil futuro? Le aspettative degli industriali per il primo trimestre del 2011 sono positive, ci si aspetta un ulteriore crescita della domanda, interna ed estera, e della produzione. Anche le aspettative sull occupazione migliorano, manon sembra che si potrà già segnare un sorpasso di chi entra su chi esce, infatti ben il 79% degli imprenditori non prevede nuove assunzioni. L artigianato, invece, non pare avere prospettive così positive come l industria: le aspettative sulla produzione sono stazionarie se non addirittura negative. Ma èancora presto per avere effetti positivi sul mercato del lavoro. Nell industria i lavoratori usciti superano quelli entrati, segnando un saldo negativo tra entrati e usciti pari allo 0,9%. Le aziende che hanno fatto ricorso alla cassa integrazione è salito al 23,7%. Andamenti simile anche per l artigianato, che nel quarto trimestre dell anno scorso ha segnato un saldo occupazionale negativo tra lavoratori entrati ed usciti pari allo 0,6% econ la quota di imprese che hanno utilizzato gli ammortizzatori sociali salita al 12%.

Fondazione. Vent anni insieme al non profit. Diamo credito ai progetti migliori, eppure non siamo una banca.

Fondazione. Vent anni insieme al non profit. Diamo credito ai progetti migliori, eppure non siamo una banca. qgb00inkareigjksjkbnfxe6clpmwlzh47rw/d8n38pqnartam8qyw== Fondazione Vent anni insieme al non profit. Diamo credito ai progetti migliori, eppure non siamo una banca. NUOVI BANDI 2011 Testi, calendario e

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA IL SISTEMA PEDEMONTANO

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA IL SISTEMA PEDEMONTANO ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA IL SISTEMA PEDEMONTANO Dicembre 2012 1. INQUADRAMENTO TERITORIALE Il progetto del corridoio viabilistico pedemontano rappresenta un asse trasversale

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A EXPO 2015

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A EXPO 2015 ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A EXPO 2015 Dicembre 2008 1. Inquadramento territoriale e programmatico L esposizione universale che si realizzerà a Milano

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA Dicembre 2011 1. Inquadramento territoriale e programmatico L aeroporto di Malpensa è localizzato in una delle aree

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA Dicembre 2008 1. Inquadramento territoriale e programmatico L aeroporto di Malpensa è localizzato in una delle aree

Dettagli

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA Gennaio 2010 1. Inquadramento territoriale e programmatico L aeroporto di Malpensa è localizzato in una delle aree

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 14 DICEMBRE 2009 INDICE 1. Overview...6 1.1 La propensione all investimento dei POE...6 1.2 Analisi territoriale...13 1.3 Analisi

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 213 Sommario IL MERCATO DEL PROJECT

Dettagli

Analisi del mercato delle auto

Analisi del mercato delle auto Analisi del mercato delle auto Le immatricolazioni ripartono grazie alla necessità di sostituire il vecchio parco di auto non catalizzate. La scomparsa imminente della benzina super fa crescere le vendite,

Dettagli

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA Ufficio Stampa EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA TURISMO ESTERO, CONFESERCENTI- REF: GLI STRANIERI CONTINUANO A SCEGLIERE L ITALIA, MA CONOSCONO POCO IL SUD: PREFERITO IL CENTRO-

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI Gennaio 2016 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio Reno-Alpi

Dettagli

Emergenze di oggi prospettive per il domani

Emergenze di oggi prospettive per il domani Assimpredil Ance Emergenze di oggi prospettive per il domani Avv. Marzio Agnoloni Presidente Milano Serravalle-Milano Tangenziali S.p.A. 12 maggio 2014 Profilo della Società Milano Serravalle Milano Tangenziali

Dettagli

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM Dicembre 2012 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio n. 6 della rete europea TEN-T riguarda

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA. CORRIDOIO Reno-Alpi. (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam )

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA. CORRIDOIO Reno-Alpi. (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam ) ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO Reno-Alpi (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam ) Dicembre 2014 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio Reno-Alpi

Dettagli

alta velocità per il Ticino?

alta velocità per il Ticino? AlpTransit 2019: un futuro ad alta velocità per il Ticino? 24 marzo 2011 SUPSI, Lugano-Trevano Alptransit e le infrastrutture italiane del Nordovest: stato di avanzamento, problemi e prospettive Vittorio

Dettagli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli P R E M E S S A Con la presente rilevazione, la Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica si propone di fornire un censimento completo delle strutture di accoglienza per stranieri, residenziali

Dettagli

L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006

L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006 L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006 CRITERI DI ESPOSIZIONE DEI DATI L analisi che segue espone i dati dello spettacolo relativi alle manifestazioni avvenute nel primo semestre 2006 rilevati

Dettagli

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Qual è la percentuale di popolazione in Italia raggiunta da servizi di accesso a Internet a banda larga e a banda ultralarga? Quanto

Dettagli

FNM: COSA SUCCEDE. GIOVEDI 28 maggio ORE 21 SALA CONFERENZE BIBLIOTECA CIVICA

FNM: COSA SUCCEDE. GIOVEDI 28 maggio ORE 21 SALA CONFERENZE BIBLIOTECA CIVICA Il Circolo Pd di Castellanza organizza una ASSEMBLEA PUBBLICA SU FNM: COSA SUCCEDE GIOVEDI 28 maggio ORE 21 SALA CONFERENZE BIBLIOTECA CIVICA Aprile 2001 Atto integrativo all'accordo di programma Giugno

Dettagli

IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA NEI PRIMI 8 MESI DEL 2009

IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA NEI PRIMI 8 MESI DEL 2009 IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA NEI PRIMI 8 MESI DEL Estratto dall'osservatorio Congiunturale sull'industria delle costruzioni - Novembre NEI PRIMI 8 MESI DEL Le L analisi dei bandi di gara

Dettagli

RINNOVO CCNL EDILIZIA PRIMA DELLA CRISI, UNA LUNGA FASE DI CRESCITA

RINNOVO CCNL EDILIZIA PRIMA DELLA CRISI, UNA LUNGA FASE DI CRESCITA 13 novembre 2009 CONFERENZA STAMPA SALARIO, DIRITTI, SICUREZZA IL CONTRATTO NAZIONALE PER MIGLIORARE LE CONDIZIONI DI LAVORO E UNIRE I LAVORATORI PRIMA DELLA CRISI, UNA LUNGA FASE DI CRESCITA Il settore

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l. MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009

EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l. MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009 EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l 2015 MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009 LE OPERE ESSENZIALI (FONDI STATALI EXPO) PRIVATI PREVISTI COMUNI PROVINCIA REGIONE INTERVENTI

Dettagli

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012 Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata Anno 2012 Premessa Nel settore della vigilanza privata il 2012 è stato un anno di record per gli ammortizzatori sociali, in particolare per

Dettagli

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI per IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI ELEMENTI DI SINTESI INVESTIMENTI IN OPERE PUBBLICHE: 3,9 miliardi il valore degli investimenti in opere pubbliche

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA NEL III TRIMESTRE 2013

IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA NEL III TRIMESTRE 2013 IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA NEL III TRIMESTRE 2013 MERCATO DELLE EROGAZIONI ITALIA III trimestre 2013 Le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l acquisto dell abitazione per 4.958,08 milioni

Dettagli

Abstract Documento di Monitoraggio del PRIIM (oggetto della GR del 23 marzo 2015)

Abstract Documento di Monitoraggio del PRIIM (oggetto della GR del 23 marzo 2015) Abstract Documento di Monitoraggio del PRIIM (oggetto della GR del 23 marzo 2015) Grandi opere Le Autostrade. Proseguono i lavori di progettazione e realizzazione delle terze corsie dell Autostrada del

Dettagli

NODO METROPOLITANO DI TORINO

NODO METROPOLITANO DI TORINO ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA NODO METROPOLITANO DI TORINO FONTE: http://www.barrieracentro.it/mobilita/pdf/mobilita.pdf Dicembre 2013 1. STATO DI AVANZAMENTO DEGLI INTERVENTI

Dettagli

C.so Sempione, 264-20028 San Vittore Olona (MI) Tel. Milano, 0331.51.20.20 Marzo Fax 2005 0331.42.47.77 e-mail: duediligence@erif.it www.erif.

C.so Sempione, 264-20028 San Vittore Olona (MI) Tel. Milano, 0331.51.20.20 Marzo Fax 2005 0331.42.47.77 e-mail: duediligence@erif.it www.erif. C.so Sempione, 264-20028 San Vittore Olona (MI) Tel. Milano, 0331.51.20.20 Marzo Fax 2005 0331.42.47.77 e-mail: duediligence@erif.it www.erif.it 1 EXPO 2015: Cos è e Quale Tema COS E : Esposizione mondiale

Dettagli

I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE

I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE 1. LE REGIONI ITALIANE Amministrativamente il territorio della Repubblica Italiana è deviso in 20 regioni. Ogni regione ha il

Dettagli

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico L analisi che il CRESME ha condotto, sulla base dell incarico ricevuto da ANCE COMO, con il contributo dalla CAMERA DI COMMERCIO DI COMO e sostenuto da Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri di

Dettagli

Francesca Belinghieri. Novara, 11 giugno 2014

Francesca Belinghieri. Novara, 11 giugno 2014 Novara, 11 giugno 2014 "Il Nuovo SET (Servizio Emergenze Trasporti), uno strumento operativo per la gestione delle emergenze a supporto delle Autorità Pubbliche e delle Imprese". Francesca Belinghieri

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

Carlo Carminucci, Isfort Roma, 4 dicembre 2012

Carlo Carminucci, Isfort Roma, 4 dicembre 2012 LA RIORGANIZZAZIONE DEI BACINI DEL TPL SU GOMMA: IL QUADRO REGIONALE Carlo Carminucci, Isfort Roma, 4 dicembre 2012 Tre flash introduttivi sulle prospettive di mercato del Tpl 1. Il calo dei consumi di

Dettagli

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia-

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- DANIELE NICOLAI 1 Focus Introduzione imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- e di recessione in Europa ma il nostro Paese

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

ASSOLOMBARDA - CONFINDUSTRIA GENOVA - UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO

ASSOLOMBARDA - CONFINDUSTRIA GENOVA - UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO NordOvest Infrastrutture Newsletter di oti nordovest osservatorio territoriale infrastrutture n. 20 - Gennaio 2010 www.otinordovest.it a cura di ASSOLOMBARDA - CONFINDUSTRIA GENOVA - UNIONE INDUSTRIALE

Dettagli

La competitività dei territori italiani nel mercato globale

La competitività dei territori italiani nel mercato globale La competitività dei territori italiani nel mercato globale Zeno Rotondi, Responsabile Ufficio Studi Italia Bologna, aprile 2011 Indice Quadro congiunturale La competitività dei territori e il ritorno

Dettagli

OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE

OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE 1/2 3,6k 1k 1,5k OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE DICEMBRE #17 (2 a+2b) 12,5% 75,5% 1.41421356237 2 RITARDI AI MINIMI E PROTESTI IN FORTE CALO NEL TERZO TRIMESTRE SINTESI DEI RISULTATI

Dettagli

L andamento del mercato dei contratti pubblici in Sardegna

L andamento del mercato dei contratti pubblici in Sardegna L andamento del mercato dei contratti pubblici in Sardegna Cagliari, 18 novembre 2014 Annalisa Giachi Promo PA Fondazione 1 I temi di oggi 1. Il quadro complessivo della spesa pubblica in Sardegna nel

Dettagli

Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni

Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni Pagina 1 di 5 Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni giovedì 17 settembre 2015 Chiamparino: soddisfazione per una scelta condivisa, ora accelerazione nei confronti con il

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA IL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI CENTRALI E TERRITORIALI DELLA REPUBBLICA COSTA 6,4 MILIARDI DI EURO (209

Dettagli

CON IL PROJECT FINANCING

CON IL PROJECT FINANCING PROJECT FINANCING infrastrutturale italiano nel decennio che va dal 1990 al 2000 ha subito un blocco L assetto degli investimenti, per una cifra che si aggira intorno ai 205.000 miliardi di lire in meno,

Dettagli

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Direttore Settore Attuazione Mobilità Trasporti Ambiente Corridoi Europei in Italia (Reti TEN) Milano: una posizione strategica rispetto alle

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 6 DICEMBRE 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA OVERVIEW CAPITOLO 1 FATTI E TENDENZE INDICE 1.1 L economia internazionale

Dettagli

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Dopo sei anni di continui cali nelle erogazioni per finanziamenti per investimenti in edilizia, anche

Dettagli

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE Scendono del 50% le richieste per l edilizia residenziale, -30% per quella non residenziale. Tengono gli immobili destinati all agricoltura (-12,9%),

Dettagli

Linee generali dell'attività di Coopfond

Linee generali dell'attività di Coopfond INCONTRO CON I PARTECIPANTI AL MASTER DI 2 LIVELLO SULL'IMPRESA COOPERATIVA Linee generali dell'attività di Coopfond Aldo Soldi Direttore Generale Roma, 30 ottobre 2013 0 AGENDA 1 Cos è Coopfond 2 La rendicontazione

Dettagli

X RAPPORTO SULL'APPRENDISTATO Ministero del Lavoro Isfol (scheda di sintesi)

X RAPPORTO SULL'APPRENDISTATO Ministero del Lavoro Isfol (scheda di sintesi) X RAPPORTO SULL'APPRENDISTATO Ministero del Lavoro Isfol (scheda di sintesi) Presentazione X Rapporto di monitoraggio sullo stato di avanzamento dell apprendistato, appuntamento annuale dell Isfol, che

Dettagli

IMMATRICOLAZIONI IN ITALIA (1950-2013) - Centro Studi Auto Aziendali -

IMMATRICOLAZIONI IN ITALIA (1950-2013) - Centro Studi Auto Aziendali - 1 IMMATRICOLAZIONI IN ITALIA (1950-2013) 3.000.000 2.500.000 2.490.570 2.159.465 2.000.000 1.749.740 1.500.000 1.304.345 1.000.000 2007-2013 calo 47,7 % 500.000 0 1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957

Dettagli

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE E quanto rilevato dall Osservatorio Mutui Casa alle Famiglie di Banca per la Casa Milano, febbraio 2007 - Il novimestre 2006 conferma la

Dettagli

COOPSETTE. Rassegna Stampa del 07/12/2011

COOPSETTE. Rassegna Stampa del 07/12/2011 COOPSETTE Rassegna Stampa del 07/12/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Il presente Osservatorio nasce da una collaborazione CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA Alla sua elaborazione

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report IL SENTIMENT DELLE IMPRESE ASSOCIATE RIFERITO ALLE DINAMICHE DEL CREDITO NEL TERRITORIO PROVINCIALE ANCE SALERNO: RISCHIO USURA SEMPRE ELEVATO Sebbene il trend risulti in diminuzione

Dettagli

Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi

Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi G. Benedetto Responsabile Direzione Attività Produttive Autorità di Gestione del POR Regione Piemonte L azione di Governo in risposta alla crisi: Interventi

Dettagli

Il dato risulta sostanzialmente in linea con quello rilevato presso l intero tessuto imprenditoriale italiano (27,8%).

Il dato risulta sostanzialmente in linea con quello rilevato presso l intero tessuto imprenditoriale italiano (27,8%). L Osservatorio Andamento delle imprese Le imprese che nel 2012 hanno sofferto più delle altre gli effetti della crisi sono quelle di più piccole dimensioni, ubicate nel centro e nel mezzogiorno. Nella

Dettagli

CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE

CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE Edizione 2002 in collaborazione con RAPPORTO SUL CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE - Edizione 2002 RAPPORTO SUL

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

Infrastrutture e mobilità per vincere la sfida di Expo

Infrastrutture e mobilità per vincere la sfida di Expo MOBILITY CONFERENCE 2014 Infrastrutture e mobilità per vincere la sfida di Expo Avv. Marzio Agnoloni Amministratore Delegato Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A. 11 Febbraio 2014 1 Indice Inquadramento

Dettagli

Il Sud Italia: da zavorra a strumento di crescita

Il Sud Italia: da zavorra a strumento di crescita Strettamente riservato Napoli, 25 settembre 2015 Il Sud Italia: da zavorra a strumento di crescita Valerio De Molli Managing Partner The European House - Ambrosetti 2015 The European House - Ambrosetti

Dettagli

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO 2 RAPPORTO UIL SUI COSTI DELLA POLITICA (LUGLIO 2012) COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO OLTRE 1,1 MILIONI DI PERSONE VIVONO DI POLITICA, IL 4,9% DEL TOTALE

Dettagli

Consumare il grano destinato alla semina

Consumare il grano destinato alla semina Consumare il grano destinato alla semina La scelta della Giunta di usare i fondi FAS per compensare le minori risorse su sanità e trasporto pubblico locale: è una strategia lungimirante? Le ragioni della

Dettagli

Capitolo 7. Infrastrutture

Capitolo 7. Infrastrutture Capitolo 7 Infrastrutture Variabili e indicatori utilizzati: Dotazione infrastrutturale viaria Dotazione infrastrutturale ferroviaria Numero di autovetture circolanti Numero di veicoli per trasporto merci

Dettagli

Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 2004-2005) - 50 100 150 200 250 300 350

Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 2004-2005) - 50 100 150 200 250 300 350 Camera dei Deputati 81 Senato della Repubblica Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 040) Migliaia 0 0 10 0 20 300 30 Piemonte 0,0 Valle

Dettagli

UNA STRATEGIA PER LA CULTURA. UNA STRATEGIA PER IL PAESE

UNA STRATEGIA PER LA CULTURA. UNA STRATEGIA PER IL PAESE UNA STRATEGIA PER LA CULTURA. UNA STRATEGIA PER IL PAESE Rapporto Annuale Federculture 2013 - Roma e Lazio, dati e tendenze - La dotazione culturale e l offerta Il territorio del Lazio, con all interno

Dettagli

L uso dei dispositivi di sicurezza in Italia. I dati del Sistema Ulisse

L uso dei dispositivi di sicurezza in Italia. I dati del Sistema Ulisse L uso dei dispositivi di sicurezza in Italia. I dati del Sistema Ulisse di Giancarlo Dosi L utilità dei dispositivi di sicurezza L utilità del casco e delle cinture di sicurezza è ormai fuori discussione.

Dettagli

IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI I dati della Banca d Italia sul mercato del credito mostrano un diverso andamento per quanto riguarda i mutui

Dettagli

L IMPRENDITORIA GIOVANILE NEL 2013

L IMPRENDITORIA GIOVANILE NEL 2013 L IMPRENDITORIA GIOVANILE NEL Confronto con il 2012 ed il 2008 e focus su amministratori e titolari d azienda febbraio 2014 P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it

Dettagli

L offerta comunale di asili nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia

L offerta comunale di asili nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia 14 giugno 2010 L offerta comunale di asili nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia Anno scolastico 2008/2009 L Istat diffonde i principali risultati della rilevazione rapida relativa

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI I BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN ITALIA

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI I BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN ITALIA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI I BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN ITALIA Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 2015 Sommario I BANDI DI GARA PER

Dettagli

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI Secondo le nostre stime, sono oltre 1,3 milioni le persone che vivono direttamente, o indirettamente, di politica.

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

Il mercato IT nelle regioni italiane

Il mercato IT nelle regioni italiane RAPPORTO NAZIONALE 2004 Contributi esterni nelle regioni italiane a cura di Assinform Premessa e obiettivi del contributo Il presente contributo contiene la seconda edizione del Rapporto sull IT nelle

Dettagli

DIAMO CREDITO ALLE IMPRESE FEMMINILI

DIAMO CREDITO ALLE IMPRESE FEMMINILI PROGETTO: DONNA E IMPRESA: CAPITANE CORAGGIOSE DIAMO CREDITO ALLE IMPRESE FEMMINILI The future liesin the handsofwomen thathavethe couragetodream Kerry Kennedy, Firenze Giugno 2013 al Convegno di Microsoft

Dettagli

Il talento delle idee: concorso per la selezione e premiazione delle migliori start up innovative

Il talento delle idee: concorso per la selezione e premiazione delle migliori start up innovative UniCredit S.p.A. e Giovani Imprenditori di Confindustria con il patrocinio di Il talento delle idee: concorso per la selezione e premiazione delle migliori start up innovative Iniziativa per il sostegno

Dettagli

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA N 4/2011 I trim. 2011 Direzione Affari Economici e Centro Studi IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA INDICE I MUTUI PER NUOVI INVESTIMENTI IN COSTRUZIONI --------------------------------------------------------

Dettagli

... e i pagamenti delle imprese ... G e n n a i o 2 0 1 413

... e i pagamenti delle imprese ... G e n n a i o 2 0 1 413 ...... Osservatorio sui protesti...... G e n n a i o 2 0 1 4 Osservatorio sui protesti In calo i mancati pagamenti e i gravi ritardi delle imprese... Sintesi dei risultati Nel terzo trimestre del i dati

Dettagli

LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE

LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE VISTA la legge 11 febbraio 1994, n. 109, recante Legge quadro in materia di lavori pubblici, nel testo aggiornato pubblicato nel supplemento

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Fondo Centrale di Garanzia. Sezione speciale per le imprese femminili

Fondo Centrale di Garanzia. Sezione speciale per le imprese femminili Fondo Centrale di Garanzia Sezione speciale per le imprese femminili Aprile 2013 Crisi e imprenditoria femminile: quale risposta Nel momento di difficoltà che il nostro Paese sta attraversando, l imprenditoria

Dettagli

UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA

UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA Le famiglie con un reddito principale da lavoro autonomo presentano un rischio povertà quasi doppio rispetto a quello delle famiglie di lavoratori dipendenti.

Dettagli

Oltre il Pil 2013: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane

Oltre il Pil 2013: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Venezia, 13 dicembre 2013 Oltre il Pil 2013: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Presentazione Rapporto Oltre il Pil 2013 Serafino Pitingaro Responsabile Area

Dettagli

Alternativa di tracciato zona sud: analisi di traffico

Alternativa di tracciato zona sud: analisi di traffico ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DELLA TANGENZIALE EST ESTERNA DI MILANO E IL POTENZIAMENTO DEL SISTEMA DELLA MOBILITÀ DELL'EST MILANESE Alternativa di tracciato zona sud: analisi di traffico

Dettagli

Edilizia scolastica: la nuova normativa già esiste, si tratta di finanziarne i progetti e di controllarne l esecuzione.

Edilizia scolastica: la nuova normativa già esiste, si tratta di finanziarne i progetti e di controllarne l esecuzione. Edilizia scolastica: la nuova normativa già esiste, si tratta di finanziarne i progetti e di controllarne l esecuzione. di Osvaldo Roman Fra gli obiettivi programmatici del governo Renzi quello riguardante

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 870 MILA UNITÀ, OLTRE 9 MILA IN PIÙ NELL ULTIMA SETTIMANA

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 870 MILA UNITÀ, OLTRE 9 MILA IN PIÙ NELL ULTIMA SETTIMANA Roma, 20 Novembre 2015 I giovani presi in carico sono 537.671. A più di 228 mila è stata proposta almeno una misura. Crescere in Digitale: oltre 35.100 gli iscritti a dieci settimane dal lancio I GIOVANI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri Analisi UNRAE delle immatricolazioni 2008 AUMENTA DI OLTRE 3 PUNTI LA QUOTA DI CITY CAR

Dettagli

IRVAPP ISTITUTO PER LA RICERCA VALUTATIVA SULLE POLITICHE PUBBLICHE FONDAZIONE BRUNO KESSLER. Garanzia Giovani in Trentino

IRVAPP ISTITUTO PER LA RICERCA VALUTATIVA SULLE POLITICHE PUBBLICHE FONDAZIONE BRUNO KESSLER. Garanzia Giovani in Trentino FONDAZIONE BRUNO KESSLER IRVAPP ISTITUTO PER LA RICERCA VALUTATIVA SULLE POLITICHE PUBBLICHE Garanzia Giovani in Trentino Rapporto di monitoraggio 2015 1 Aprile 2014 - Giugno 2015 FBK-IRVAPP in collaborazione

Dettagli

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA Capitolo 1. Il programma delle infrastrutture mobili e del sistema viabilistico nell area metropolitana. Come già detto, nel documento Indirizzi di politica urbanistica, elaborato dall Assessorato all

Dettagli

Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane

Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Venezia, 27 gennaio 2015 Serafino Pitingaro Responsabile Area Studi e Ricerche Unioncamere Veneto 1 Senza

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO

CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO SINTESI OSSERVATORIO MEDIA NIMBY FORUM - III EDIZIONE Dall analisi dell Osservatorio

Dettagli

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

SEFIT. La pianificazione cimiteriale: come e perché Daniele Fogli

SEFIT. La pianificazione cimiteriale: come e perché Daniele Fogli La pianificazione cimiteriale: come e perché Daniele Fogli L incidenza della cremazione in Italia Incidenza attuale e passata della cremazione in Italia In Italia la cremazione, nel corso del 2005, ha

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA RAPPORTO 2007

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA RAPPORTO 2007 ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA RAPPORTO 2007 gennaio 2008 INDICE 1 Presentazione pag. 4 2 Executive summary pag. 5 3 Lo scenario generale pag. 6 4 Il quadro del Nordovest

Dettagli

Siamo stati a Cisano Bergamasco, nel quartier

Siamo stati a Cisano Bergamasco, nel quartier Foto di Matteo Mottari Grandi opere VITALI, INVESTIRE E CREDERE NEL FUTURO PER CRESCERE OLTRE AL RIFACIMENTO DELLA PISTA DELL AEROPORTO DI ORIO AL SERIO IL COLOSSO OROBICO DELL EDILIZIA STA CURANDO ALTRI

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

4. TRASPORTI E INFRASTRUTTURE

4. TRASPORTI E INFRASTRUTTURE Densità di autovetture circolanti nelle città metropolitane (fonte: Istat, 1998; auto circolanti per chilometri quadrati di territorio comunale) 4. TRASPORTI E INFRASTRUTTURE 4.1. LE AUTO SEMPRE PADRONE

Dettagli

Comunicato Stampa del 5 marzo 2013 Nel 2012 tradotti 358mila detenuti, per un costo di 40 milioni

Comunicato Stampa del 5 marzo 2013 Nel 2012 tradotti 358mila detenuti, per un costo di 40 milioni Comunicato Stampa del 5 marzo 2013 Nel 2012 tradotti 358mila detenuti, per un costo di 40 milioni Nel 2012 la polizia penitenziaria ha effettuato 176.836 servizi di traduzione per un totale di 358.304

Dettagli