20 DIABETE ATTIVO LA PRIMAVERA È LA STAGIONE DEI VIAGGI ANCHE CON IL DIABETE!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "20 DIABETE ATTIVO LA PRIMAVERA È LA STAGIONE DEI VIAGGI ANCHE CON IL DIABETE!"

Transcript

1 20 DIABETE ATTIVO Edizione 20, 2010 La rivista del team sul diabete di Bayer per le persone con il diabete, i loro familiari e tutti coloro che si prendono a cuore le esigenze dei diabetici. Invecchiare in buona salute con il diabete? Con il nostro aiuto è possibile Il movimento è tutto! ed è anche divertente LA PRIMAVERA È LA STAGIONE DEI VIAGGI ANCHE CON IL DIABETE! Domande e risposte

2 2 IMPRESSUM INDICE Editore Il team di Bayer Diabetes Care Viaggiare col diabete La primavera è la stagione dei viaggi Anche con il diabete! 4 Redazione Sabrina Bjöörn Oltre le nubi la libertà deve essere senza confini soprattutto per i diabetici! 7 Essere diabetici nello Zimbabwe 9 Direttore del team Diabetes Care Walter Bechtiger In evidenza Conferimento del premio Traumpreis Una giornata all Europapark Gite per bambini diabetici 13 Diabete e invecchiamento Invecchiare in buona salute con il diabete 14 Quali sono le esigenze dei diabetici anziani? 16 Il vostro parere è importante! 17 Diabete e sport Il movimento è tutto! 18 Da soli non è divertente! 21 AiperMotion 23 Vacanze con fitness La via sicura per avere successo 24 Alimentazione La primavera mette appetito! 27 Domande e risposte 29 Passatempi Cruciverba, concorso 31 Bayer Diabetes Care Grubenstrasse Zürich Hotline Fax

3 EDITORIALE 3 Finalmente ci siamo! Gli uccellini cinguettano, i prati fioriscono, la natura e le persone si scaldano ai raggi del sole che diventano sempre più forti, rinascono a nuova vita. Noi di Bayer Diabetes Care non siamo andati in letargo, ma abbiamo raccolto e ricercato per voi molti interessanti temi adatti alla stagione! State per partire in vacanza? Con i nostri consigli e suggerimenti per i viaggi, tutto (o quasi) andrà per il verso giusto, perché una buona preparazione è molto importante. Sapevate, ad esempio, che tutti gli aerei Swiss sono dotati di un apparecchio Bayer Contour? Sabrina Bjöörn Responsabile della comunicazione I nostri «team reporter volanti» sono entrati di nuovo in azione per voi e hanno raccontato in questo numero i momenti più emozionanti e ricchi, il premio Traumpreis e l Europapark. Momenti assolutamente da non perdere la prossima volta! premonizione si avveri. Auguriamo ai nostri lettori una bellissima estate e saremo lieti, in autunno, di ritornare a parlarvi di interessanti temi dal mondo del diabete. «Non conta l età anagrafica, ma quella mentale» recita un vecchio detto: a 10 anni, consideravo vecchi già i 30enni, mentre adesso sono circondato da «giovani» 60enni in forma e in ottima salute. Sicuramente, l invecchiamento comporta dei cambiamenti. È nostro desiderio favorire un invecchiamento in buona salute, anche con il diabete. A questo scopo abbiamo raccolto per voi diversi preziosi consigli. Siate sinceri: quante volte prendete l autobus per coprire un tragitto tranquillamente percorribile a piedi? La rubrica «Diabete e sport» si occupa del movimento nella vita di tutti i giorni. Sarete sorpresi di quanto possano essere utili un paio di semplici suggerimenti nella vita quotidiana. Il Böögg, il pupazzo gigante della festa del «Sechseläuten» di Zurigo, è esploso quest anno dopo 12 minuti, promettendo un estate bella e lunga! E noi ci auguriamo che questa

4 4 VIAGGIARE COL DIABETE La primavera è la stagione dei viaggi, anche con il diabete! Un avventuroso safari a dorso di elefante in Tanzania? Un emozionante esperienza di elisci in Canada? O una rilassante vacanza di mare in Grecia? Con i moderni mezzi di trasporto attuali, le possibilità di viaggio sono infinite e non conoscono confini. Basta fare le valigie, salire a bordo e iniziare il viaggio verso la meta desiderata. Ma è così facile anche per i diabetici? Naturalmente, anche i diabetici possono affrontare viaggi frequenti, lunghi e avventurosi come tutte le altre persone. Per evitare che il sogno esotico si trasformi in incubo, è necessaria un accurata programmazione. Infatti, viaggiare significa di solito cambiare le proprie abitudini quotidiane di alimentazione e di movimento, che possono a loro volta influenzare la glicemia. Ecco un paio di consigli utili per delle vacanze senza problemi: Una buona preparazione è molto importante Spesso prima di un viaggio è opportuna una visita medica, per discutere di eventuali problemi che possono comparire durante il viaggio. Il medico potrà chiarire i seguenti punti: Idoneità ai viaggi: soprattutto prima di lunghi viaggi in aereo o di vacanze in posti molto lontani, è importante accertare le proprie condizioni fisiche. Vaccinazioni: queste vanno rinnovate o integrate per tempo (4 6 settimane prima del viaggio). Per i viaggi in molti Paesi tropicali, in Europa Orientale o in Russia, sono richieste o raccomandate determinate vaccinazioni e, se necessario, va programmata la profilassi antimalarica. Farmacia da viaggio Quale che sia la destinazione del viaggio, nei bagagli deve esserci una farmacia da viaggio accuratamente fornita. Accanto alla dotazione ordinaria, ad esempio medicamenti contro la diarrea o la febbre, i diabetici devono pensare anche a tutta una serie di utensili per il diabete. Regola pratica: Portare in viaggio con sé il doppio del fabbisogno per il diabete necessario per la durata del viaggio: qualcosa potrebbe andar persa, potrebbe essere rubata una parte dei bagagli, nonostante tutte le precauzioni l insulina o i sensori per la glicemia potrebbero deteriorarsi. Bagagli Borsa da viaggio Importanti quanto il passaporto, i soldi e le carte di credito sono il certificato medico e la tessera del diabetico, possibilmente in più lingue (disponibile presso, presso la propria associazione diabetologica regionale o presso la ASD). La tessera va messa nel bagaglio a mano o nella borsetta a marsupio, come pure eventuali indirizzi per i casi di emergenza e numeri di telefono di cliniche e ambasciate nei Paesi di destinazione. Nel bagaglio a mano vanno messi Insulina e accessori per l iniezione Compresse antidiabetiche Strisce reattive per almeno i primi 3 4 giorni di un viaggio aereo (nel caso di ritardi o di disguidi nella riconsegna dei bagagli), ancora meglio se per tutta la durata delle vacanze, perché in molti Paesi non sono disponibili. Carboidrati a rapido assorbimento (zucchero, frutta secca) non solo per i viaggi in aereo, ma anche per i lunghi percorsi in auto, in caso di traffico o di incidenti Insulina Anche se si porta in viaggio una quantità sufficiente di insulina bisogna informarsi, Cosa deve contenere la farmacia da viaggio Per il diabete Insulina o compresse Aghi per la penna, siringhe, eventuali accessori per il microinfusore Siringhe monouso da 100 U (nel caso di un guasto del microinfusore o della penna) Attenzione alle unità, in caso di acquisto di insulina nel Paese di destinazione (event. 80 U!) 2 glucometri, con batterie di scorta Sensori o strisce reattive Set di emergenza con glucagone Glucosio Strisce reattive per la misurazione dei corpi chetonici nelle urine Diario del diabete Tessera del diabetico Farmacia da viaggio generica Cerotti e materiale da medicazione Termometro Medicamenti contro mal di mare, nausea, vomito Medicamenti contro disturbi di stomaco, diarrea, stipsi Antibiotici (consultare il medico) Elettroliti e glucosio in polvere (reintegrano i minerali e i liquidi perduti con il vomito e la diarrea) Compresse contro la febbre e i dolori Protezioni contro gli insetti Gel contro le scottature solari e contro il prurito da punture di insetti Gocce nasali e medicamenti contro la tosse Pomata contro distorsioni o contusioni Disinfettante per ferite Per informazioni aggiornate e raccomandazioni mediche su quasi tutti i Paesi di destinazione, consultare il medico o visitare il sito internet dell Istituto Svizzero di Medicina Tropicale e di Sanità Pubblica.

5 5 presso il produttore dell insulina che si usa, sulla disponibilità e sul nome commerciale dell insulina nel Paese di destinazione. Se la vostra insulina non è disponibile nel Paese di destinazione, chiedete al medico quale insulina abbia un effetto corrispondente a quella usata ed è disponibile, secondo le informazioni del produttore, nel Paese di destinazione. Prestare attenzione alla concentrazione, perché in quel Paese può essere diversa. Assicurazioni A integrazione dell assicurazione di base, quasi tutte le casse malati offrono un assicurazione viaggi. Se nel corso di un anno si prevedono più soggiorni di vacanze all estero, vale la pena di stipulare un assicurazione aggiuntiva. Diventando sostenitori Rega, la Guardia aerea svizzera di soccorso (contributo minimo singolo Fr. 30., contributo minimo famiglia Fr. 70. / anno), non sono dovuti in caso di emergenza i costi di trasporto, qualora essi non siano coperti da assicurazioni e casse malati. Senza preoccupazioni dalla partenza all arrivo Per un viaggio piacevole e senza stress, in auto, in treno o in aereo, bisogna osservare alcuni punti: Viaggi in auto (o in treno) Anche in inverno l insulina va protetta dalle temperature troppo basse, per cui si consiglia di tenere il fabbisogno giornaliero a contatto con il corpo, ad esempio nella tasca interna della tuta da sci. L insulina congelata non va più usata. Misurare la glicemia prima della partenza Poco prima di iniziare un viaggio, misurate il livello della glicemia. In caso di ipoglicemia, assumere dello zucchero e attendere fino al ripristino della piena capacità di concentrazione. Pasti e bevande Anche i pasti vanno assunti durante il viaggio seguendo il ritmo consueto. Fate tutto il possibile per evitare l ipoglicemia quando siete al volante, mangiando qualcosa ogni tanto. Portate in viaggio sufficienti provviste per gli spuntini (es. zucchero, pane o frutta). Una coda di auto si forma velocemente e dura spesso più a lungo del previsto. Ai primi segni di un ipoglicemia, interrompete subito il viaggio, assumete una sufficiente quantità di zucchero e fate una pausa di almeno 30 minuti, fino al ripristino della piena capacità di concentrazione. Fate una pausa ogni due ore e misurate il livello della glicemia. Guida e alcool Alla guida, il tasso alcolico deve essere naturalmente pari a zero. Se a una festa si consuma dell alcool, il giorno dopo bisogna fare attenzione: c è il pericolo di un ipoglicemia! Viaggi in aereo Trasporto dell insulina Tutto ciò che serve per il trattamento del diabete va messo nel bagaglio a mano. Infatti, la stiva dell aereo viene riscaldata in maniera insufficiente e, durante i voli ad altitudini di metri, si raggiungono rigide temperature al di sotto dello zero. L insulina non resisterebbe a queste temperature e div- Il giorno della partenza, alla solita ora, iniettare la dose abituale di insulina o prendere le compresse antidiabetiche nella dose consueta. Anche i pasti vanno programmati ai soliti orari. Trasporto dell insulina In estate o in Paesi dove le temperature sono elevate, bisogna trasportare l insulina in una borsa termica. L insulina non deve riscaldare oltre i 40 C, per cui non va deposta sul ripiano posteriore o su quello anteriore dell auto, poiché qui il sole può fare spesso alzare la temperatura oltre i 40 C. Proteggere sempre l insulina dai raggi diretti del sole. Evitare di lasciarla in auto durante lunghe pause, ad esempio per andare al ristorante. Valori sotto controllo Buon viaggio!

6 6 VIAGGIARE COL DIABETE enterebbe inutilizzabile. Anche se la maggior parte delle compagnie mitiga la temperatura delle stive degli aerei, è sempre consigliabile portare con sé a bordo l insulina necessaria per tutta la durata delle vacanze. Norme riguardanti l introduzione a bordo del fabbisogno in medicamenti Dal giorno dell attentato terroristico dell 11 settembre 2001, le norme di sicurezza sono diventate più severe. Da allora, per portare a bordo di un aereo il loro fabbisogno di medicamenti, i diabetici devono esibire un certificato medico. Solo così è possibile avere con sé siringhe, penne, microinfusori e tutti i dispositivi medici necessari. Un modello del certificato medico è disponibile sul nostro sito internet,, oppure si può richiedere per telefono, al numero Il medico compilerà e firmerà il certificato; l importante è avere il certificato a portata di mano durante il viaggio. Pasti e bevande a bordo Sui voli internazionali Swiss sono disponibili gratuitamente dei menu speciali per le persone che soffrono di diabete. Se possibile, ordinate uno di questi menu speciali già al momento della prenotazione, o telefonate al Call Center fino a 24 ore prima del volo. I piatti speciali per le persone con diabete sono preparati senza zucchero e con pochi grassi. Portare in ogni caso con sé fette biscottate o frutta secca, in caso di imprevisti. Controllo della glicemia in caso di cambio del fuso orario Nei viaggi con spostamento del fuso orario, in qualsiasi direzione si viaggi e qualunque sia la terapia antidiabetica, è necessario controllare la glicemia con particolare frequenza. Solo così è possibile aggiustare al meglio la terapia. Nel cambio di fuso orario, vale la seguente regola pratica: Nei voli da est a ovest (la giornata si allunga), le ore in più vengono superate con l insulina rapida. Nei voli da ovest a est (la giornata si accorcia), la dose dell insulina base va diminuita. In ogni caso, lo schema terapeutico preciso va programmato e discusso con il medico! La prima notte dopo il cambio di fuso orario Dopo tante ore di viaggio, arrivati a destinazione molti si abbandonano a un sonno ristoratore. Attenzione, però, perché proprio nella prima notte dopo il cambio di fuso orario, il pericolo di un ipoglicemia è elevato. Per questo, prima di andare a dormire, controllate di nuovo la glicemia! Per godersi le vacanze senza problemi Se tutto viene programmato al meglio, è possibile godersi le vacanze senza imprevisti. Conservi e trasporti i medicamenti, gli apparecchi di misurazione e i sensori come indicato dal produttore. Nei Paesi caldi, l ideale è tenerli in un ambiente climatizzato o in un contenitore termico (es. nel minibar della camera d albergo). I partner all estero In quasi tutti i Paesi si sono attualmente stabilite società o associazioni sul diabete, che aiutano chi cerca dei consigli. La Federazione Internazionale del Diabete elenca sul suo sito internet (www.idf.org) tutte le singole società nazionali. Siete già pronti per le prossime vacanze? In caso di domande, rivolgetevi a noi in qualsiasi momento scrivendo un bayerdiabetes.ch) oppure chiamando la nostra hotline al numero Vi risponderanno poi i nostri specialisti. Lo scopo del nostro lavoro è quello di facilitare la convivenza con il diabete, anche nel periodo più bello dell anno: le vacanze!

7 7 Oltre le nubi la libertà non deve avere confi ni soprattutto per i diabetici! Per questo, Swiss vola con Bayer Contour. Nei viaggi Swiss, quindi, in futuro non perdetevi d animo: rivolgetevi al personale di bordo! Con Contour, le domande sul metabolismo dei carboidrati possono trovare in qualsiasi momento una risposta competente anche in volo, in pochi secondi e grazie a un uso molto semplice! La sicurezza e l affidabilità non sono mai così importanti come durante un viaggio aereo. A cominciare dalle prestazioni tecniche e continuando in tutti i settori, fino all assistenza medica a bordo dell aereo. Già durante la formazione di base, Swiss si occupa dell aggiornamento del suo personale di bordo sulle emergenze mediche, rinfrescando ogni anno le conoscenze nell ambito di corsi intensivi di medicina. Inoltre, per l assistenza immediata delle emergenze, a bordo di tutti gli aerei Swiss è disponibile un Doctors Kit con i prodotti medici più importanti. Intervista con il dott. Christian Kolb Il dott. Christian Kolb è il viceprimario della compagnia aerea Swiss ed è, inoltre, responsabile della composizione dell Emergency Medical Kit, la valigetta con tutto l occorrente per le emergenze in aereo. Dottor Kolb, qual è secondo lei la cosa più importante quando si pensa al benessere e alla salute dei passeggeri? Non avete mai vissuto un emergenza in aereo? Toccando ferro, speriamo che non vi capiti mai! Ma immaginate la seguente situazione: sedete comodamente in aereo, bevete un tanto decantato «Campari Soda», vi fate ispirare dalle riviste di bordo per le prossime vacanze, ma all improvviso vi rendete conto che il vostro glucometro viaggia nella stiva dell aereo, in una valigia! Una piccola disattenzione che potrebbe significare dover trascorrere lunghi e difficili momenti! Per fortuna, Swiss vi aiuta in questi casi a facilitare la convivenza con il diabete. Contour è disponibile in tutti gli aerei Swiss e fa parte del Doctors Kit, destinato ai casi come questo. «L aereo è diventato un mezzo di trasporto accessibile e naturale, per cui attualmente vediamo un numero sempre crescente di passeggeri anziani con diverse malattie, per lo più croniche. Da ciò deriva il mio desiderio di soddisfare i più moderni requisiti medici, sia per quanto riguarda le attrezzature sia per le conoscenze del personale di bordo, e di essere equipaggiati soprattutto per le emergenze a bordo.» Lei si riferisce alla formazione del personale di volo. Ma è possibile addestrare tutto il personale di volo per l assistenza medica a bordo? E in che cosa consiste questa formazione? «Tutti gli assistenti di volo vengono istruiti, all inizio della formazione e successivamente una volta l anno, sulle misure di emergenza da attuare per le malattie più importanti e sulla gestione delle emergenze. Di ciò fa parte anche la conoscenza delle apparecchiature mediche presenti a bordo, costituite tra l altro dal kit di pronto soccorso, dall Emergency Medical Kit (Doctors Kit) e dal defibrillatore.» Sempre pronto per l uso Bayer Contour, al di sopra delle nubi

8 8 VIAGGIARE COL DIABETE Intervista con il dott. Christian Kolb Lei è responsabile, tra l altro, della composizione dell Emergency Medical Kit, disponibile su tutti gli aerei Swiss. Quali sono stati i criteri della composizione? Quali sono i componenti più importanti? senza bisogno di nozioni preliminari. Non è necessaria alcuna codifica antecedente delle strisce reattive e il risultato della misurazione non viene influenzato dalla ridotta pressione atmosferica.» Emergency Medical Kit, dotato di Bayer Contour «La composizione dei medicamenti e degli ausili dell Emergency Medical Kit è destinata al trattamento delle emergenze più frequenti a bordo di un aereo di linea. Le direttive internazionali fissano uno standard minimo che, accanto agli apparecchi per la visita medica (quali stetoscopio, sfigmomanometro per la pressione arteriosa e termometro), prevede anche ausili per il trattamento, quali materiale per le medicazioni, siringhe, liquidi per infusione, catetere urinario, ausili per la respirazione assistita e strumenti per il parto. Inoltre il kit medicamenti in compresse e fiale. Supponiamo che un diabetico si accorga a bordo che il suo glucometro non funziona, o di averlo dimenticato. Chi può assistere il passeggero e come? «Il passeggero può rivolgersi al personale di bordo, che gli metterà a disposizione il glucometro. Siccome il dispositivo è molto maneggevole, qualsiasi diabetico abituato a misurarsi regolarmente la glicemia sarà in grado di usarlo.» È disponibile a bordo anche insulina, glucagone, zucchero, oppure deve essere il paziente a pensarci? Oltre a questa dotazione minima, noi di Swiss disponiamo di altri ausili e medicamenti che riteniamo utili per l assistenza medica, sulla base della nostra esperienza quotidiana a bordo degli aerei. Di questi fanno parte, ad esempio, il glucometro Contour, aggiunto consapevolmente da Swiss alla dotazione minima.» Il glucometro Contour viaggia, quindi, come componente del Doctors Kit su tutti gli aerei Swiss. Quali sono le caratteristiche di Bayer Contour che ha trovato più convincenti? «Sono pericolosi non solo i livelli troppo elevati di glicemia, ma anche e soprattutto le ipoglicemie, che possono comparire improvvisamente e che richiedono un trattamento immediato. Gli assistenti di volo sono preparati a riconoscerne i sintomi e ad affrontarne il trattamento. Come primo rimedio, sono disponibili a bordo succhi di frutta e zucchero, mentre per i casi più gravi si può praticare un infusione a base di glucosio.» «Il dispositivo convince grazie al suo semplice uso e consente una misurazione Pazientemente, il dott. Kolb mi illustra tutti i particolari dell Emergency Medical Kit. Sono positivamente sorpreso dalle molte conoscenze medico-specialistiche del personale di volo. Ciò non significa, naturalmente, che si può affidare la gestione del diabete al personale di bordo dell aereo; in fin dei conti ciascuno è responsabile della propria salute. Ma è enormemente confortante che, in caso di eventi durante il volo, ci sia un team competente pronto a intervenire!

9 9 Essere diabetici nello Zimbabwe Una realtà sanitaria un po diversa Visitiamo in ambulatorio all incirca 150 pazienti al giorno. Naturalmente, a causa delle misere condizioni di vita, il diabete mellito non è così frequente come in Svizzera. Ma la malattia non ha solo cause alimentari, per cui bisogna affrontarla anche qui. Purtroppo, la malattia non è ancora sufficientemente conosciuta nella popolazione, per cui le persone si rivolgono a noi spesso troppo tardi, a volte già con cecità o con le dita dei piedi in necrosi, con voluminosi ascessi o altre complicanze.» Dintorni di Silveira Grazie al moderno trattamento e ai metodi qualitativamente all avanguardia, i diabetici in Svizzera possono oggi condurre una vita (quasi) del tutto normale. Ma come vivono (e sopravvivono) le persone che soffrono di diabete in altri Paesi? Quanto è diffusa la malattia? Chi si occupa di contrastarla? Il dott. Christian Seelhofer e sua moglie Annemarie sono eroi silenziosi che ogni giorno, instancabilmente, combattono per una vita migliore nel terzo mondo. Ultimamente, con l aiuto di contributi economici provenienti dalla Svizzera, hanno costruito un orfanotrofio. Attualmente Christian Seelhofer opera nello Zimbabwe e si occupa, in condizioni semplici, di un ospedale rurale con 200 posti letto. Potete immaginarvi la quotidianità della medicina nello Zimbabwe? Oppure come convivono i diabetici con la loro malattia in un Paese povero come questo? Il dott. Seelhofer ci racconta le sue incredibili esperienze. mi occupo di un ospedale rurale con 200 posti letto. Assistiamo una popolazione di abitanti. La regione è molto povera, non ci sono industrie e la disoccupazione raggiunge all incirca il 90 %. La maggior parte delle persone vive di agricoltura, con due o tre capre, un piccolo campo di grano e dei polli. Tatenda, cittadino dello Zimbabwe Il dott. Seelhofer potrebbe raccontare per delle ore le numerose esperienze vissute nel suo ospedale rurale. Tatenda, con il suo diabete, è solo un incredibile esempio di vita e condizioni sanitarie in Africa. «Tatenda, un uomo di circa 40 anni (lui stesso non conosce la sua data di nascita precisa), si presenta in ambulatorio con un buco nell alluce. La radiografia mostra che l osso è «Da alcuni anni, lavoro qui nel sud dello Zimbabwe. Assieme a un collega del posto, La sala d aspetto dell ospedale

10 10 VIAGGIARE COL DIABETE La terapia prosegue bene per circa otto mesi, ma a causa di problemi di spedizione, Tatenda deve cambiare il tipo di insulina e deve fare tre o più iniezioni al giorno. Lo svolgimento della sua giornata nei campi rende, però, difficile se non impossibile tale frequenza delle iniezioni e, poco tempo dopo, con valori glicemici pessimi e un infezione dei tessuti molli, Tatenda percorre trasportato in un carretto i trenta chilometri che lo separano dall ospedale. Siamo costretti ad amputargli altre due dita del piede, ma riusciamo a passare di nuovo al vecchio tipo di insulina, raggiungendo valori glicemici accettabili. Il paziente è soddisfatto e, dopo un mese, può lasciare l ospedale e tornare a casa a piedi. Ci auguriamo che adesso Tatenda sia in grado di convivere meglio con il diabete. Ma con quali problemi verrà la prossima volta?» Il dott. Seelhofer effettua una visita già compromesso. Non resta che amputare. Il glucometro non è in grado di misurare la glicemia, talmente è elevata. Gli prescriviamo all inizio delle compresse, poiché il trattamento con l insulina non è facile in questo Paese. I valori della glicemia di Tatenda migliorano, ma corrispondono sempre a 15 mmol / l. Il paziente insiste per tornare a casa. Non ha soldi e non può pagare l ospedale, dobbiamo lasciarlo andare. L ospedale dista circa trenta chilometri, che lui deve percorrere a piedi. Non ci sono autobus, il posto è isolato. È possibile, quindi, solo un controllo mensile. Dopo la dimissione ospedaliera, Tatenda viene regolarmente alle visite di controllo. I valori della glicemia non migliorano e, dopo una polmonite, riusciamo a convincerlo della necessità di una terapia insulinica. Con un iniezione due volte al giorno, la glicemia si stabilizza al di sotto di 10 mmol / l e siamo soddisfatti così. Come la maggior parte dei pazienti dello Zimbabwe, anche Tatenda non ha soldi per pagare i medicamenti e il modesto contributo ospedaliero di 1 dollaro al giorno. Noi di Bayer Diabetes Care cerchiamo di contribuire, mettendo gratuitamente a disposizione glucometri e strisce reattive, al miglioramento della vita dei pazienti con diabete nello Zimbabwe. Volete contribuire anche voi? Con solo 1 USD (significa tanto per le persone che vivono lì) si può pagare il contributo ospedaliero di un paziente per un giorno. Contribuite anche voi a rendere più facile la vita dei diabetici nello Zimbabwe. Anche una piccolissima cifra è molto utile in Africa! Conto per le donazioni: Solidarmed Obergrundstr. 97, 6000 Lucerna PC , Causale: Silveira Il vitto ospedaliero Frequente mezzo di trasporto dei malati

11 IN EVIDENZA 11 Conferimento del premio Traumpreis 2009 Tre sogni, tre destini, tre vite! Quando il 13 del mese capita di venerdì, molte persone prudenti restano a casa. Fleur Kläger, Linda Heiler e Raffael Giovanoli mostrano, però, che il 13 può essere anche un giorno fortunato: il 13 novembre, i tre vincitori del Bayer Diabetes Traumpreis hanno infatti ricevuto il loro premio a Zurigo. Con la descrizione del loro sogno, hanno convinto la giuria e hanno raccontato nei dettagli le loro paure, i loro sogni e le loro conquiste. Ancora una volta, è stato dimostrato che nonostante le difficoltà, anche con il diabete si può fare (quasi) tutto. Il «sogno» di Linda Heiler era veramente difficile da realizzare. Per tre mesi ha meditato e si è addestrata in un convento taoista nella Cina centrale, lontana da qualsiasi civilizzazione, da sola, anche per ciò che riguarda il diabete. La situazione in condizioni estreme in Cina le ha insegnato ad acquisire una maggiore consapevolezza del suo corpo. Anche Raffael Giovanoli e sua madre hanno raccontato le loro sorprendenti esperienze. Raffael afferma di accusare stanchezza o calore quando la glicemia non è normale. E sua madre conferma che il vivace ragazzo, che ha 12 anni, si accorge da solo quando cala la glicemia. Raffael riferisce di essersi abituato a un rapido test glicemico e a qualcosa da mangiare. Il fantino Raffael La misurazione della glicemia avviene anche quando pratica l equitazione, il suo hobby. Anche il sogno di Raffael riguarda l equitazione: vorrebbe tanto allenarsi con un vero professionista dell equitazione svizzera. Il suo idolo è Steve Guerdat. Fleur Kläger, che assieme al suo cane Jill ha vinto il primo premio, ha vissuto dal momento della diagnosi sempre con la paura di un ipoglicemia. Per caso, Fleur è venuta a sapere dell esistenza della scuola per cani in Germania che addestra cani per diabetici e ha deciso di effettuare con il suo segugio Jill il corso «Diadog». Da quando Fleur Kläger assieme a Jill ha frequentato questo corso, non ha avuto più alcuna ipoglicemia: Jill l ha avvertita efficacemente prima di qualsiasi calo della glicemia. Fleur Kläger con il suo segugio Jill Tre sogni, tre destini, tre vite: Dalla consegna di un premio è nata un interessante discussione, che ha dimostrato quanto variamente possa essere accettato il diabete. I vincitori dimostrano che nonostante il diabete, è ancora possibile fare molto più, in particolari situazioni, di quanto siano in grado di fare le persone non diabetiche. Ci complimentiamo con i vincitori del premio Traumpreises 2009 e siamo lieti di salutare già da ora i candidati per il concorso 2010 chissà che non si realizzi proprio il vostro sogno! Per informazioni sul premio Traumpreis e l iscrizione al prossimo concorso consultare il sito o chiamare la nostra hotline allo Linda Heiler in Cina

12 OGNI PERSONA COLTIVA DEI SOGNI. ANCHE LEI? NOI LA AIUTIAMO A REALIZZARLI! Desidera scrivere un libro sul diabete, registrare una canzone, realizzare un reportage, cimentarsi in una prestazione sportiva particolare, effettuare una ricerca scientifica, organizzare una mostra, inventare qualcosa? Con il premio da sogno Bayer Diabetes aiutiamo i diabetici a realizzare i loro desideri più nascosti per i quali c è bisogno di un aiuto organizzativo o finanziario. Dimostriamolo insieme, lei e l equipe di Bayer, che nonostante il diabete o proprio con il diabete è possibile realizzare prestazioni straordinarie. PREMIO DA SOGNO BAYER PER LE PERSONE AFFETTE DA DIABETE Partecipi anche lei! Per ulteriori informazioni e registrazione online consulti il sito internet, via su oppure telefonicamente al n Ringraziamo per il suo interesse. Attendiamo la sua iscrizione entro il 30 guigno 2010.

13 IN EVIDENZA 13 Una giornata all Europapark Gite per bambini diabetici La discussione collettiva dei genitori ha luogo in un ambiente separato. Durante la discussione, i bambini vengono accuditi dai collaboratori di Bayer Diabetes Care e da uno specialista in diabetologia. A cura di Michèle Krättli, progettista manifestazioni e aggiornamento di Bayer Diabetes Care l automobile lascia l autostrada e si dirige sicura in direzione dell Europapark Rust. L impazienza aumenta all interno dell auto. I bambini già vedono il parco da lontano. «Mamma guarda l otto volante e lì la grande palla d argento e là dietro, quello è certamente il nuovo trenino appena arriviamo ci voglio andare.» Mi commuovono gli occhioni dei bambini che guardano pieni di meraviglia e gioia dal finestrino. È stata proprio questa la moti- vazione di Bayer Diabetes Care nell offrire la possibilità di gite come questa. Vogliamo offrire ai bambini diabetici un esperienza positiva, proprio perché soffrono di diabete e spesso devono combattere perché sono diversi dalla maggior parte dei loro coetanei. Questi bambini devono avere la possibilità di mettere da parte qualche volta il loro diabete e di divertirsi spensieratamente. Per molti bambini è importante vedere che non sono i soli ad avere il diabete. In occasione di queste gite, essi hanno la possibilità di fare amicizia con altri bambini con la stessa malattia. Un altro obiettivo importante delle nostre gite è quello di consentire ai genitori di mettersi in contatto tra loro e con gli specialisti. Vogliamo mettere a disposizione contatti e offrire degli spazi in cui sia possibile fare amicizia e discutere collettivamente timori e domande. Per questo, a ogni gita all Europapark corrisponde una discussione collettiva con uno specialista in diabetologia. Internet: Hotline: Attendo con gioia le prossime gite, il prossimo gruppo di bambini felici accompagnati dai loro genitori! L anno prossimo sono già in programma altre gite all Europapark. Mettete già da adesso in programma la partecipazione per il prossimo anno. Per ulteriori informazioni sulle gite, sui prezzi ecc. visitare il sito:

14 14 DIABETE E INVECCHIAMENTO Invecchiare in buona salute con il diabete Che cosa si intende per diabetici «anziani»? L età di una persona ha un elevata valenza emotiva: per un bambino di 10 anni, i 30enni sono già molto vecchi, mentre è possibile definire ancora «giovani» i 60enni in forma e in ottima salute. «Non conta l età anagrafica, ma quella mentale» recita per questo un vecchio detto. Indipendentemente dall età e da come ci si sente, è certo che l invecchiamento comporta dei cambiamenti, soprattutto se è presente anche il diabete. Con i nostri consigli per i diabetici, ci rivolgiamo quindi a tutti coloro che desiderano invecchiare in buona salute, con o nonostante il diabete. Che cosa è diverso nei diabetici anziani? Anche se la maggior parte dei diabetici anziani è in forma e in buona salute, ci sono tuttavia un paio di disturbi che possono rendere più difficile la gestione del diabete. Non di rado, i pazienti di questo gruppo di età si lamentano maggiormente di problemi quali stanchezza, smemoratezza o addirittura depressione. Questi sintomi vengono spesso considerati come «tipiche manifestazioni dell invecchiamento» e non di rado il diabete viene sottovalutato come causa. Molte delle alterazioni tipiche dell invecchiamento possono però essere prima causate da una glicemia mal controllata. Consigli per un alimentazione adeguata negli anziani Diversi piccoli pasti nel corso della giornata, per un sufficiente apporto di energia e di sostanze nutritive Alimentazione e invecchiamento: che cosa cambia? Il metabolismo si fa più lento, il fabbisogno energetico giornaliero si riduce, ma il fabbisogno di sostanze nutritive rimane Pasti regolari, per migliorare il ritmo e per un maggiore slancio nella vita di tutti i giorni Controllo del peso 1 2 volte la settimana. Reagire in caso di riduzione o aumento del peso corporeo Ogni giorno 2 3 porzioni di prodotti derivati dal latte intero. Questo apporto di calcio e vitamina D riduce il rischio di fratture ossee 1 2 litri al giorno di bevande senza zucchero

15 15 invariato. È importante quindi comprendere nell alimentazione sostanze nutritive preziose, quali frutta e verdura fresca, carne e pesce magri, derivati del latte, ma anche pane integrale, riso o altri cereali meno lavorati e oli vegetali di valore nutritivo elevato, quali l olio di colza o d oliva. In questo modo, è possibile prevenire il sovrappeso o il sottopeso e assicurare l assunzione di importanti vitamine, minerali e sostanze nutritive anche se l apporto energetico è diminuito. Perché è importante l automisurazione della glicemia? Le misurazioni aiutano il diabetico a mettere in relazione la glicemia con l alimentazione, con l attività fisica o con altre malattie di cui eventualmente soffre. Sulla base dei valori misurati, è possibile adeguare il piano terapeutico, per migliorare complessivamente il controllo del diabete. Raggiungendo buoni valori glicemici, soprattutto negli anziani, è possibile ottenere molti risultati positivi: Più forza ed energia, una migliore memoria e meno capogiri. Si tratta di ridurre gli effetti negativi di una glicemia troppo elevata sulla vita di tutti i giorni e sulle condizioni di salute a lungo termine del diabetico. Quando e con che frequenza bisogna misurare la glicemia? L importante è fare il test e trarre le conseguenze dai valori che ne risultano. Per il diabete di tipo 2, è opportuno ad esempio fare dei profili giornalieri o misurazioni accoppiate prima e dopo mangiato o dopo aver effettuato attività fisica. Non esiste alcuno schema valido in ogni caso. Il paziente può effettuare il test a seconda del suo organismo, in maniera creativa e in diverse situazioni. Una possibilità è, ad esempio, il test basato sui pasti. In questo caso, la glicemia viene misurata poco prima e 1-2 ore dopo mangiato. Un altra possibilità è rappresentata dal profilo a 5 punti. In questo caso, si misura la glicemia per tre giorni consecutivi in 5 momenti della giornata, alla stessa ora: prima e dopo colazione, dopo pranzo, prima e dopo cena. Chi si occupa della gestione del diabete? Per domande sul diabete, sulla misurazione della glicemia o sugli schemi di misurazione è possibile rivolgersi in qualsiasi momento a un medico. Anche i consulenti diabetologi o il personale degli ambulatori medici hanno seguito sempre più spesso miratamente una formazione mirata all assistenza del diabete nelle persone anziane. Dopo il colloquio con uno specialista, è possibile adeguare individualmente l assistenza e il trattamento e regolare i valori target. Senza insulina Senza insulina Lunedì Martedì Prima di mangiare Mattina Mezzogiorno Sera Notte Dopo mangiato Prima di mangiare Dopo mangiato Prima di mangiare Dopo mangiato Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Prima di mangiare Mattina Mezzogiorno Sera Notte Dopo mangiato Lunedì Martedì Prima di mangiare Dopo mangiato Mercoledì Giovedì Venerdì Prima di mangiare Dopo mangiato Sabato Domenica Test basato sui pasti Profilo di misurazione a 5 punti

16 16 DIABETE E INVECCHIAMENTO Quali sono le esigenze dei diabetici anziani? Formazione mirata per gli specialisti La dott.ssa Elsässer è diabetologa e si è specializzata nel campo del diabete associato all invecchiamento. Uno dei suoi compiti consiste nella formazione dei consulenti e del personale degli ambulatori medici. Questi sono spesso i primi interlocutori per il paziente e devono, quindi, essere ben informati non solo scientificamente, ma anche per quanto riguarda la gestione dei diversi gruppi di pazienti. Assieme a una consulente nutrizionale, la dott.ssa Elsässer offre a maggio la possibilità di un corso di formazione per consulenti di diabetologia e per il personale degli ambulatori medici, nel quale si affrontano in particolare le particolari esigenze dei diabetici anziani. Intervista con la dott.ssa Elsässer Dottoressa Elsässer, che cos è per lei l «età avanzata»? Si tratta di una domanda quasi filosofica. Per me, l età è relativa. Da un lato esiste l età biologica, per cui inevitabilmente ci si accorge delle naturali alterazioni dovute all età. Dall altro c è l «età mentale», per cui l età vera è quella che ci si sente. Queste due definizioni sono molto individuali e l età si manifesta per ciascuno in maniera differente. Personalmente trovo l invecchiamento molto interessante: grazie alla loro esperienza di vita, le persone anziane sono spesso più tranquille ed equilibrate rispetto ai più giovani. Perché il «diabete negli anziani» è un tema così importante? Il diabete è una malattia che si manifesta sempre più di frequente e che è in aumento soprattutto negli anziani. Spesso accompagnano il diabete anche altre complicanze, quali ad esempio l ipertensione arteriosa o l arteriosclerosi, che vengono influenzate dall età e che hanno un effetto negativo sul diabete. Soprattutto gli anziani diabetici, quindi, necessitano di una conoscenza approfondita e un buon controllo della malattia, per poter invecchiare in buona salute. Quali sono secondo lei le differenze tra diabetici anziani e giovani? Gli anziani curano e osservano la loro salute in maniera molto più consapevole rispetto ai giovani. Soprattutto in seguito alle prime complicanze legate all età, essi sono più consapevoli e molto ben disposti a investire per la loro salute rispetto ai giovani. Questo ho avuto modo di osservarlo indipendentemente dal tipo 1 o 2 del diabete: decisiva per la consapevolezza della propria salute è veramente l età. Qual è il ruolo dell automisurazione della glicemia nei pazienti anziani? L automisurazione della glicemia aiuta il paziente a comprendere il modo in cui l organismo reagisce agli eventi quotidiani. Il paziente impara ad osservare come si modificano i suoi valori quando fa sport o quando assume differenti tipi di pasti. L automisurazione della glicemia è per tutti i pazienti diabetici, indipendentemente dall età, lo strumento più importante per capire la propria malattia e per gestirla al meglio. L automisurazione consente al medico l aggiustamento e il controllo ottimale della terapia per ciascun paziente. Quali sono gli ostacoli maggiori che i pazienti anziani incontrano nell automisurazione della glicemia? I glucometri sono diventati attualmente così semplici da utilizzare che l età non rappresenta più alcun problema. Molte persone anziane presentano, tuttavia, un certo grado di inibizione a utilizzarli. Questa barriera è rappresentata da un certo timore per la tecnologia o da un senso di colpa nei confronti del sistema sanitario. «Alla mia età non ne vale più la pena» mi dicono spesso, ma un buon controllo della glicemia, soprattutto negli anziani, è estremamente importante e contribuisce a prevenire danni consequenziali, e quindi anche a risparmiare costi per il sistema sanitario. Come si può favorire la motivazione del paziente? La motivazione del paziente è molto individuale. Il medico e il personale dell ambulatorio devono capire per ciascun paziente come aumentarne e favorirne le motivazioni. In generale, ho constatato che, quanto più il paziente conosce la sua malattia ed è in grado di assumersene le responsabilità, tanto più aumenta la motivazione a investire nella sua salute e a tenere sotto controllo il diabete. Lei offre la possibilità di un corso di formazione per il personale degli ambulatori medici per il trattamento dei diabetici anziani. Come può contribuire il personale dell ambulatorio al trattamento del diabete di tipo 2 nell anziano? La terapia prescritta dal medico per il trattamento del diabete è solo una delle componenti che contribuisce alla sua efficacia. È in gioco tutta una serie di altri fattori, quali l alimentazione, il movimento, l aiuto a casa, la spiegazione del glucometro ecc. che il paziente deve conoscere per trattare in maniera competente il suo diabete. Per lo più, è il personale dell ambulatorio medico che si fa carico di gran parte di queste spiegazioni. Il medico e il personale dell ambulatorio possono integrarsi vicendevolmente per offrire al paziente diabetico la migliore assistenza possibile.

17 17 Perché la formazione del personale degli ambulatori sulla gestione del diabetico anziano è così importante? Qual è l obiettivo della formazione? Il personale ambulatoriale possiede già ampie conoscenze in questo campo. Lo scopo di questa formazione è, quindi, quello di riunire le conoscenze di diversi campi specialistici. Il diabete non è da considerare come una malattia isolata, ma va visto in un contesto più ampio. Per questo motivo, effettuo la formazione insieme a una consulente nutrizionale. In questo modo, si coprono e si affrontano da vari punti di vista i diversi aspetti e problemi del trattamento. Quali consigli vorrebbe rivolgere in particolare ai diabetici anziani? Desidero invitare gli anziani che si confrontano con il diabete a non considerare la diagnosi una punizione, ma piuttosto una sfida. Con un buon controllo della glicemia e uno stile di vita adeguato, è oggi possibile invecchiare in buona salute e senza problemi con il diabete. Per noi, lo scopo più importante della terapia consiste nel far sentire bene i pazienti. Soprattutto i pazienti anziani possono e devono, quindi, approfittare delle possibilità offerte dal medico o del consulente diabetologo. Questi aiutano infatti voi e i vostri familiari a convivere meglio con il diabete. Il vostro parere è importante! Provate il nostro kit di misurazione della glicemia Breeze 2 «Invecchiare in buona salute» Il kit di misurazione «Invecchiare in buona salute» è stato concepito in particolare per le esigenze dei diabetici anziani. Con ausili semplici ed efficaci per la gestione del diabete, il kit è destinato a facilitare la convivenza con il diabete soprattutto alle persone anziane. Contenuto del kit di misurazione: «Guida sul diabete: Invecchiare in buona salute» opuscolo informativo per il paziente con informazioni, consigli pratici e pagine di lavoro, in particolare per i diabetici anziani, i loro familiari e le persone che li assistono. L opuscolo vi aiuta nell apprendimento: gli aspetti più importanti sono illustrati con un linguaggio semplice, con molte immagini. Breeze 2 il glucometro realizzato soprattutto per le persone anziane. Misurazione della glicemia semplice e comoda, grazie al sistema di misurazione multipla e alla codifica automatica. DIABASS il software universale con il quale è possibile trasferire i dati dal dispositivo di misurazione al computer e creare efficaci grafici. Glucolet 2 il dispositivo di puntura facile da utilizzare, anche in condizioni di ridotta mobilità delle mani. 1 flacone di schiuma per i piedi Allpresan la schiuma per i piedi con cute secca. Il set di misurazione corrisponde alle vostre esigenze? Provate subito la nostra offerta e comunicateci il vostro parere compilando il breve questionario. Il prezzo normale del kit è di CHF I lettori di Diabetes Aktiv possono acquistare il kit di misurazione entro il 30 giugno per soli Fr Il vostro parere è importante! compilate il breve questionario e comunicateci il vostro parere sul kit: riceverete una bella sorpresa come ringraziamento! Ordinate il kit di misurazione preferibilmente sul sito o mediante la nostra hotline

18 18 DIABETE E SPORT «Il movimento è tutto!» Continuiamo a constatare con stupore che il numero dei diabetici di tipo 2 è in rapido aumento in tutto il mondo. Ma da cosa dipende questo aumento? Quando si cercano le cause nel diabete di tipo 2, entrano in gioco specialmente tre fattori comuni: l errata alimentazione, il sovrappeso e la mancanza di movimento. Ma perché la maggior parte delle persone ignora il rischio di diabete? Non può essere tanto difficile fare un po di movimento! E chi sono gli interessati? Diabete? Certamente non riguarda me! Così reagisce la maggior parte delle persone sane ai primi segni o pericoli di diabete, e sottovaluta ampiamente i consigli sulla prevenzione del diabete. Siate sinceri, com è una vostra normale giornata lavorativa? Di mattina una rapida doccia e via con l auto o con i mezzi pubblici al lavoro, al bar una colazione con cappuccino e cornetto e poi con l ascensore in ufficio. Tutto il giorno al computer, a mezzogiorno uno spuntino tra due meeting, di sera si è troppo stanchi per cucinare e si ordina una pizza o si esce per andare al ristorante. Così lo sport è divertente ad esempio passeggiando in compagnia! Forse questa descrizione è un po esagerata, ma l automobile, le molte macchine sul posto di lavoro e a casa, le scale mobili e gli ascensori hanno ridotto talmente il «training» naturale quotidiano, che senza una consapevole programmazione di ulteriori attività fisiche perdiamo lentamente le nostre capacità fisiche. In stretta correlazione c è l indesiderato sviluppo del nostro metabolismo. Esso diventa lento e reagisce sempre meno bene all insulina. Con il tempo si sviluppa una resistenza all insulina, cui non di rado fa seguito la comparsa di un diabete mellito di tipo 2! Naturalmente è necessaria una predisposizione al diabete perché la malattia compaia.

19 19 Le cifre che aumentano ogni anno mostrano però chiaramente come la malattia sia una realtà che colpisce un numero sempre maggiore di persone. Solo in Svizzera ci sono oltre persone con diabete di tipo 2. A confronto, il numero delle persone in sovrappeso è ancora maggiore. Il 50 % dei 55 65enni in Svizzera è in sovrappeso. Il sovrappeso contribuisce a sua volta all ulteriore diminuzione del movimento. Tuttavia, il nostro movimento si riduce a un minimo non solo durante le giornate lavorative: anche il nostro cambiato rapporto con il tempo libero rende difficile la conduzione di una vita attiva. Non di rado, trascorriamo il nostro tempo libero davanti al televisore, al computer o alla console dei videogiochi. Tutti questi sviluppi contribuiscono all aumento del rischio di diabete ogni anno. L OMS ha presentato, nell ambito del rapporto sulla mancanza di movimento, alcune cifre spaventose. Rapporto OMS sulla carenza di moto Il 60 % della popolazione mondiale è poco attiva (< 30 minuti di attività «moderata» / giorno) Il 10 % non si muove per niente! Il % dei casi di diabete è da imputare solo alla mancanza di movimento Cattive condizioni di forma nei 18 30enni: diabete 6 volte più frequente! I bambini dei Paesi industrializzati sono meno attivi del 70 % rispetto a 30 anni fa Endoorinology and Diabetes University Hospital Zurich Come posso ridurre il mio rischio di diabete? La formula magica è «fare moto»! Infatti, già un bilancio di 500 calorie alla settimana ha provocato, in uno studio, un aumento del 6 % della probabilità di ammalarsi di diabete. Se si pensa che per un ora di cammino vengono bruciate 200 calorie, per un ora di nuoto persino 300 calorie, si comprende che 500 calorie sono un obiettivo facilmente raggiungibile. Accanto alla prevenzione del diabete, il movimento regolare ha un effetto positivo sui valori della glicemia, migliora la resistenza all insulina, produce una lieve riduzione dell ipertensione arteriosa e una regressione dei grassi nel sangue. Così, in presenza di diabete, con il movimento regolare è possibile non di rado ridurre le compresse o l insulina. Sono diabetico posso praticare sport? Equilibrio nella terapia del diabete Difetto: secrezione insulinica e sensore per il glucosio Carboidrati Malattia Sovrappeso Iperglicemia Mantenere l equilibrio I diabetici sono spesso insicuri sulla possibilità di praticare dello sport, su quale praticare e con che frequenza. Siccome nello sport vengono bruciati rapidamente carboidrati, molti diabetici hanno paura di un ipoglicemia. Insulina Sport Mancata assunzione di alimenti Ipoglicemia Il diabetico che pratica sport, più degli altri, deve conoscere bene le reazioni del suo organismo all attività fisica. Ciascuno deve sottoporre a test e riconoscere le reazioni del proprio organismo alle rispettive sollecitazioni. Come un equilibrista, il diabetico deve imparare a mantenersi in equilibrio tra l assunzione di calorie che, se è eccessiva, può condurre all iperglicemia, e lo sport o il consumo di energie che, se è troppo, può causare un ipoglicemia. Ma soprattutto ai diabetici si consiglia di praticare dello sport. Nel trattamento del diabete di tipo 2, lo sport è addirittura essenziale.

20 20 DIABETE E SPORT Sport? Troppo impegnativo per me! Gli «sportivi esordienti», che cercano subito programmi sportivi intensi e impegnativi, vanno disillusi! L effetto positivo sul diabete o sulla prevenzione contro il diabete non si ottiene necessariamente con lo sport rigoroso. È sufficiente già il movimento regolare a intensità moderata per influenzare positivamente il metabolismo. Il polso deve raggiungere nei giovani le pulsazioni al minuto, negli anziani circa Come regola pratica per un attività sportiva regolare sono sufficienti 30 minuti di sport, 2 3 volte la settimana. I diabetici che già praticano attivamente uno sport, possono tranquillamente affrontare un training della resistenza di minuti, tre volte la settimana. Gli sportivi ben allenati possono continuare la loro attività abituale, tenendo però conto dell aumentato fabbisogno di carboidrati. Tenere presente che: il fitness è praticabile indipendentemente dall età. Non si è mai troppo vecchi per trarre giovamento da una regolare attività fisica! La cosa più importante nello sport è divertirsi con l attività sportiva scelta. Quale sport scegliere? Ai diabetici si adattano soprattutto gli sport di resistenza, che mantengono in forma il sistema cardiocircolatorio e i polmoni. Nordic walking, jogging, ciclismo, podismo o nuoto sono l ideale. Il nordic walking ad esempio consente a tutti i gruppi di età di iniziare un training leggero della resistenza. È impegnato oltre l 85 % dei muscoli, il sistema cardiocircolatorio si rinforza e, naturalmente, migliora anche la glicemia. È ovvio che queste attività sportive di resistenza richiedono anche energia. Perciò, i diabetici di tipo 2, che vengono trattati con compresse o con insulina, prima del training devono effettuare un paio di aggiustamenti della terapia. Soprattutto negli sforzi maggiori, la dose di compresse o di insulina va ridotta o va aumentata l assunzione alimentare. Se prima dell inizio dell attività fisica la glicemia corrisponde a 5 6 mmol / l, vanno assunti inoltre grammi di carboidrati. Negli sportivi esordienti è consigliabile inoltre di effettuare una misurazione della glicemia prima, durante e dopo il training. Consigli per aumentare l attività fisica quotidiana Scale sì, ascensore no Nei sottopassaggi, nei centri commerciali, nei negozi e nei palazzi, cercate di usare sempre le scale invece che l ascensore o le scale mobili. In questo modo, si tengono in allenamento soprattutto i grandi muscoli del corpo, il cuore e la circolazione. Treno, tram e autobus sì, auto no Utilizzate più spesso i mezzi di trasporto pubblici invece che l auto. Così automaticamente si va più a piedi. Cercate di portare anche i vostri acquisti o la spesa più a lungo a piedi. Brevi distanze in bici Utilizzate la bicicletta per le brevi distanze che dovete percorrere da soli invece che l auto. Attività fisica in ufficio Sfruttate in ufficio tutte le opportunità per potervi alzare in piedi, ad esempio quando usate il telefono o quando avete bisogno di riflettere. I brevi lavori di scrittura possono essere anche svolti in piedi, con un apposito scrittoio. Il movimento in ufficio previene soprattutto i danni da posizioni errate. Nordic walking, podismo, nuoto, sci di fondo o un altra attività fisica: chi pratica regolarmente movimento, avrà effetti positivi non solo sul diabete. Il benessere generale aumenta, l umore migliora, così come anche le prestazioni fisiche: si avverte una sensazione di vitalità del tutto nuova e ci si pente di non aver iniziato prima a praticare uno sport. Scendere dal mezzo pubblico una fermata prima Scendete dal tram o dall autobus una fermata prima e percorrete un tratto più lungo a piedi. Percorrete a piedi brevi percorsi in città, invece che con il tram. Attività fisica nel tempo libero Andate più spesso al cinema invece di rimanere seduti tutta la serata davanti al televisore. Incontrate amici. Coltivate i vostri hobby.

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA È importante sapere come comportarsi in caso di malattia. Evitate le situazioni a rischio e stabilite preventivamente le regole da seguire. Ricordate:

Dettagli

Se il mio alunno avesse il diabete

Se il mio alunno avesse il diabete Se il mio alunno avesse il diabete Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma Azienda Ospedaliero - Universitaria di Parma Ufficio XIII Ambito territoriale per la provincia di Parma 1 Questo opuscolo nasce

Dettagli

Goditi il viaggio! In viaggio tranquilli, senza preoccupazioni

Goditi il viaggio! In viaggio tranquilli, senza preoccupazioni Goditi il viaggio! In viaggio tranquilli, senza preoccupazioni CONVIVERE CON IL DIABETE Goditi il viaggio! In viaggio tranquilli, senza preoccupazioni Viaggiare in totale relax Essere attivi, viaggiare,

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

VIAGGI SICURI * CON VALORI SICURI. Diabete e guida

VIAGGI SICURI * CON VALORI SICURI. Diabete e guida VIAGGI SICURI * CON VALORI SICURI Diabete e guida Diabete e guida: qual è il problema? Se è vero che le persone con diabete non causano più incidenti del normale automobilista medio, il diabete è per loro

Dettagli

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Il monitoraggio Il principale strumento per monitorare l

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

DIABETE E AUTOCONTROLLO

DIABETE E AUTOCONTROLLO DIABETE E AUTOCONTROLLO Sì, gestire il diabete è possibile. Il monitoraggio della glicemia fa parte della terapia generale del diabete. Grazie all autocontrollo, potete misurare il livello di glicemia

Dettagli

Convivere con il diabete. Goditi il viaggio. In viaggio tranquilli, senza preoccupazioni

Convivere con il diabete. Goditi il viaggio. In viaggio tranquilli, senza preoccupazioni Convivere con il diabete Goditi il viaggio In viaggio tranquilli, senza preoccupazioni Con la consulenza scientifica di Riccardo Fornengo Servizio di Diabetologia ASL TO4 - Chivasso Progettazione, cura

Dettagli

Corsa cominciare è facile. Suggerimenti per partire con il piede giusto.

Corsa cominciare è facile. Suggerimenti per partire con il piede giusto. Corsa cominciare è facile. Suggerimenti per partire con il piede giusto. Per chi pratica già un attività fisica, ma anche per chi è determinato a cominciare, la corsa è la scelta più naturale. Prima di

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere Ministero della Salute La salute dell anziano Vademecum per la promozione e il mantenimento del benessere Care amiche e cari amici, questo piccolo opuscolo racchiude alcuni semplici ma importanti consigli

Dettagli

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME.

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. www.regione.lombardia.it 10 REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Ecco uno strumento utile per combattere il caldo estivo. Una serie

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

Come prepararsi alla maratona Consigli per le quattro settimane prima e dopo la gara

Come prepararsi alla maratona Consigli per le quattro settimane prima e dopo la gara Come prepararsi alla maratona Consigli per le quattro settimane prima e dopo la gara Ogni maratona è un avventura. Tuttavia, se si arriva preparati all appuntamento, l avventura si trasforma in un esperienza

Dettagli

E' divertente essere bambini Guida per i genitori che vogliono gestire serenamente il diabete con i loro figli

E' divertente essere bambini Guida per i genitori che vogliono gestire serenamente il diabete con i loro figli E' divertente essere bambini Guida per i genitori che vogliono gestire serenamente il diabete con i loro figli INDICE Tornare a scuola 04 Attività fisica e gioco 08 Feste 12 Dormire fuori 16 Mangiare

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

controllo metabolico ottimale

controllo metabolico ottimale IL DIABETE MELLITO Il diabete è una malattia cronica caratterizzata da iperglicemia E dovuto ad una carenza assoluta di insulina dovuta alla distruzione autoimmune delle cellule beta pancreatiche Il diabete

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

SCHEDA 4. Quarto Congresso Internazionale su Attività fisica, Invecchiamento e Sport Heidelberg, Germania, agosto 1996

SCHEDA 4. Quarto Congresso Internazionale su Attività fisica, Invecchiamento e Sport Heidelberg, Germania, agosto 1996 SCHEDA 4 Le Linee guida di Heidelberg per la promozione dell attività fisica per le persone anziane (The Heidelberg Guidelines for promoting physical activity among older persons) Quarto Congresso Internazionale

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

Gli integratori: cosa sono e a cosa servono

Gli integratori: cosa sono e a cosa servono Gli integratori: cosa sono e a cosa servono Gli integratori alimentari, nella vita quotidiana, sono prodotti specifici che favoriscono l'assunzione di sostanze quali macronutrienti (carboidrati e proteine)

Dettagli

COME PREPARARE I 10 KM SU STRADA IN 15 GIORNI

COME PREPARARE I 10 KM SU STRADA IN 15 GIORNI COME PREPARARE I 10 KM SU STRADA IN 15 GIORNI CONSIGLI DIETETICI E ALLENAMENTO PER OTTIMIZZARE LA PRESTAZIONE! Che siate atleti già di ottimo livello in cerca del massimo risultato oppure sedentari che

Dettagli

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411 NUTRIZIONE CELLULARE: QUELLO CHE IL TUO MEDICO DEVE SAPERE Parla il Dr. David B. Katzin, M.D., Ph.D. specialista in Scienza della Nutrizione, Fisiologia, Cardiovascolare e Medicina interna (...) Io sono

Dettagli

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc. Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.it Numero Verde 800.350.350 - Coordinamento redazionale: Patrizia Brovelli

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

Il bambino con il diabete a scuola: informazioni utili per il personale docente.

Il bambino con il diabete a scuola: informazioni utili per il personale docente. Il bambino con il diabete a scuola: informazioni utili per il personale docente. a cura di Giuseppe Chiumello con la collaborazione di Riccardo Bonfanti, Franco Meschi e Matteo Viscardi Centro Regionale

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente).

1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente). Alimentazione e Competizione 1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente). 2) Alimentazione pre-gara Nelle discipline di lunga durata (> 60-90 minuti),

Dettagli

CAUSE E CONSEGUENZE. Lingua Italiana

CAUSE E CONSEGUENZE. Lingua Italiana Che cos è il Diabete CAUSE E CONSEGUENZE. Lilly Cos è il Diabete Il DIABETE MELLITO è una malattia frequente che dura tutta la vita. In Italia ci sono 3 milioni e mezzo di persone con Diabete, a cui vanno

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

Camminare con sicurezza. Restate autonomi e mobili

Camminare con sicurezza. Restate autonomi e mobili Camminare con sicurezza Restate autonomi e mobili Indice 3 Prefazione 4 In forma tutti i giorni 5 Allenatevi per la vostra autonomia 6 Diversificate il movimento nella vita quotidiana 7 Il mio allenamento

Dettagli

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Lega Friulana per il Cuore CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato

Dettagli

Il DMT1 costituisce una delle malattie croniche più frequenti e l endocrinopatia più frequente in età pediatrica

Il DMT1 costituisce una delle malattie croniche più frequenti e l endocrinopatia più frequente in età pediatrica Il DMT1 costituisce una delle malattie croniche più frequenti e l endocrinopatia più frequente in età pediatrica In Pediatria: DMT1 90% DMT2 10% (femmine in peri-pubertà, obese) rari MODY(Maturity Onset

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE Per sentirsi bene e in salute è necessario non solo raggiungere un peso salutare ma è necessario fare anche dei cambiamenti nel proprio stile di vita e nel proprio modo

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

IL DIABETE GESTAZIONALE

IL DIABETE GESTAZIONALE IL DIABETE GESTAZIONALE dott.ssa Annamaria Nuzzi Ambulatorio Diabete e Gravidanza S.S.D. Diabetologia e Malattie del Metabolismo A.S.L. CN2 sede di Alba e Canale Resp.. Dott.ssa A. Rosatello COS E IL DIABETE

Dettagli

L ipoglicemia IPOGLICEMIA LIEVE

L ipoglicemia IPOGLICEMIA LIEVE L ipoglicemia L ipoglicemia è la più comune complicanza acuta associata al diabete. La maggioranza dei diabetici curati con insulina fa l esperienza d frequenti ipoglicemie lievi. Circa il 10% presentano

Dettagli

L alimentazione e l allenamento del calciatore

L alimentazione e l allenamento del calciatore L alimentazione e l allenamento del calciatore 1. Come alimentarsi nel precampionato 2. Come alimentarsi durante il campionato 3. L alimentazione del giovane calciatore 4. Differenze tra calciatore professionista

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

Il diabete gestazionale

Il diabete gestazionale Il diabete gestazionale informazioni per la gestante Cosa è il diabete gestazionale? Con il termine di diabete gestazionale (DG) si definisce un disordine della regolazione del glucosio di entità variabile,

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

PREPARAZIONE ALLE CATASTROFI

PREPARAZIONE ALLE CATASTROFI Booklet_8_emergenza_def_rete:Layout 1 21/04/10 10:39 Pagina 1 PREPARAZIONE ALLE CATASTROFI DELLE PERSONE CON DIABETE LOGO _ ORIGINALE / RIDUZIONE PER LEGGIBILITA' Con il Patrocinio di: 09/04/2010 Booklet_8_emergenza_def_rete:Layout

Dettagli

Un problema di cuore.

Un problema di cuore. Le malattie cardiovascolari nella donna Le malattie cardiovascolari nella donna Opuscolo redatto da Maria Lorenza Muiesan* e Maria Vittoria Pitzalis*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*,

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport ALIMENTAZIONE E SPORT Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport Argomenti: 1) Il fabbisogno energetico 2) Gli alimenti 3) L acqua 4) Vitamine, sali minerali, integratori 5) La dieta dello sportivo

Dettagli

Dipartimento Cure Primarie. U.O. Aziendale Pediatria di Comunità. Diabete e scuola. Informazioni utili

Dipartimento Cure Primarie. U.O. Aziendale Pediatria di Comunità. Diabete e scuola. Informazioni utili Dipartimento Cure Primarie U.O. Aziendale Pediatria di Comunità Diabete e scuola Informazioni utili Dipartimento Cure Primarie U.O. Aziendale Pediatria di Comunità Diabete e scuola Informazioni utili Il

Dettagli

Unità Scompenso. Il tuo Medico di Famiglia e l Ospedale alleati per battere lo scompenso cardiaco

Unità Scompenso. Il tuo Medico di Famiglia e l Ospedale alleati per battere lo scompenso cardiaco 641D001 All.1 Azienda USL 1 di Massa e Carrara Unità Scompenso Cardiaco Unità Scompenso Il tuo Medico di Famiglia e l Ospedale alleati per battere lo scompenso cardiaco 2 Unità scompenso cardiaco a. All'interno

Dettagli

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE Francesco Albanese, 67 anni Ex titolare di una impresa edile Operato 5 anni fa di protesi alle ginocchia Sul sito web www.storiedivitainmovimento.it

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

Il ruolo della carne nell alimentazione degli anziani

Il ruolo della carne nell alimentazione degli anziani L'organizzazione settoriale dell'economia svizzera della carne Proviande società cooperativa Finkenhubelweg 11 Casella postale CH-3001 Berna +41(0)31 309 41 11 +41(0)31 309 41 99 info@proviande.ch www.carnesvizzera.ch

Dettagli

QUESTIONARIO SULL ADERENZA ALLA TERAPIA PER L EPATITE C

QUESTIONARIO SULL ADERENZA ALLA TERAPIA PER L EPATITE C ALLEGATO 5 Cod. paz.: Data compilazione / / Centro Clinico QUESTIONARIO SULL ADERENZA ALLA TERAPIA PER L EPATITE C Lo scopo di questa ricerca è quello di comprendere meglio i problemi legati all assunzione

Dettagli

Il diabete: aspetti medico-legali, psicologici e sociali

Il diabete: aspetti medico-legali, psicologici e sociali Il diabete: aspetti medico-legali, psicologici e sociali Giordana Fauci IL DIABETE: ASPETTI MEDICO-LEGALI, PSICOLOGICI E SOCIALI www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Giordana Fauci Tutti i diritti

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

Sarò presto mamma. e fumo ancora!? Adesso smetto di fumare. Per la salute mia e del mio bambino.

Sarò presto mamma. e fumo ancora!? Adesso smetto di fumare. Per la salute mia e del mio bambino. Sarò presto mamma e fumo ancora!? Adesso smetto di fumare. Per la salute mia e del mio bambino. Lega svizzera contro il cancro, Lega polmonare svizzera, Associazione svizzera per la prevenzione del tabagismo,

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

di Paola Uneddu e Michele Arcadipane

di Paola Uneddu e Michele Arcadipane LA DIETA DEL CAMMINANTE Un seminario per chi vuole imparare a nutrirsi correttamente, a disintossicarsi, e magari dimagrire, quando viaggia a piedi (e nella vita di tutti i giorni) di Paola Uneddu e Michele

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Salute. 1 di 1 22/07/11 16:15. (22 luglio 2011) RIPRODUZIONE RISERVATA

Salute. 1 di 1 22/07/11 16:15. (22 luglio 2011) RIPRODUZIONE RISERVATA Dieci consigli per viaggiare in salute - Repubblica.it http://www.repubblica.it/salute/interattivi/2011/07/22/news/di... Salute INTERATTIVO Dieci consigli per viaggiare in salute Vacanze in vista? Per

Dettagli

BD Medical - Diabetes Care. Ipoglicemia. 06_Ipoglicemia.indd 1 29-10-2009 17:11:51

BD Medical - Diabetes Care. Ipoglicemia. 06_Ipoglicemia.indd 1 29-10-2009 17:11:51 BD Medical - Diabetes Care Ipoglicemia 06_Ipoglicemia.indd 1 29-10-2009 17:11:51 Indice L ipoglicemia: cos è? L ipoglicemia: come riconoscerla? Ipoglicemia: cosa la provoca? E come si previene? Ipoglicemia:

Dettagli

guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi

guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi che cosa significa essere au pair? Il programma au pair permette alle ragazze di 18-26 anni di vivere presso

Dettagli

Mangia le mandorle. Vuoi restare in forma? Nuova scoperta. Viaggio tra salute e alimenti Che benessere dalla frutta! Problema acne Cause e cure

Mangia le mandorle. Vuoi restare in forma? Nuova scoperta. Viaggio tra salute e alimenti Che benessere dalla frutta! Problema acne Cause e cure Anno IX - Numero 10 - Novembre 2013 Nuova scoperta Vuoi restare in forma? Mangia le mandorle www.azsalute.it facebook.com/azsalute Viaggio tra salute e alimenti Che benessere dalla frutta! L inganno del

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

Voci da dentro fotolibro emozionale

Voci da dentro fotolibro emozionale Voci da dentro fotolibro emozionale Xvii Convegno Gruppo di Studio di Dialisi Peritoneale Montecatini Terme, 20-22 marzo 2014 Voci da dentro fotolibro emozionale Volume realizzato in occasione del Xvii

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

1. Diversi Mezzi di Trasporto

1. Diversi Mezzi di Trasporto 1. Diversi Mezzi di Trasporto Introduzione Oggi vorrei parlare del traffico e dei mezzi di trasporto: si può p.es. viaggiare in macchina, in treno, in aereo e in pullman. Chi vuole fare un viaggio turistico

Dettagli

Come fare attività fisica nella vita quotidiana

Come fare attività fisica nella vita quotidiana Come fare attività fisica nella vita quotidiana 1 OMS - Regional Office for Europe Cammino e bicicletta http://www.euro.who.int/eprise/main/who/progs/trt /modes/20021009_1 In Europa la maggior parte degli

Dettagli

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti www.e-imd.org Che cosa sono i difetti del ciclo dell urea/le acidurie organiche? Gli alimenti che mangiamo vengono scissi

Dettagli

The Traveller s Handbook for people with epilepsy

The Traveller s Handbook for people with epilepsy The Traveller s Handbook for people with epilepsy Produced as a service to epilepsy ISTRUZIONI DI PRIMO SOCCORSO Se ho una crisi epilettica con convulsioni Proteggetemi la testa. Non bloccate i miei movimenti

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti LO SPORT E SERVITO CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti ALIMENTO - DEFINIZIONE Per alimento si intende qualsiasi sostanza utilizzabile dal nostro organismo ai fini dell accrescimento,

Dettagli

Una corretta alimentazione è uno degli elementi dell'educazione per la cura del diabete

Una corretta alimentazione è uno degli elementi dell'educazione per la cura del diabete CONSIIGLII PER LA PERSONA DIIABETIICA Gentile signore/a questo opuscolo può esserle di aiuto per la convivenza con il diabete. Una corretta alimentazione è uno degli elementi dell'educazione per la cura

Dettagli

Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa

Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa National Community Education Initiative Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa Asking Questions Can Help: An aid for people seeing the palliative care team Italian

Dettagli

COPIA. Il diabete gestazionale. «Prevenzione per la mamma e per il bambino!»

COPIA. Il diabete gestazionale. «Prevenzione per la mamma e per il bambino!» Il diabete gestazionale «Prevenzione per la mamma e per il bambino!» www.associazionedeldiabete.ch Per donazioni: PC-80-9730-7 Associazione Svizzera per il Diabete Schweizerische Diabetes-Gesellschaft

Dettagli

SOMMARIO: Questo documento è di proprietà dell International Beach Hotel che se ne riserva tutti i diritti di legge

SOMMARIO: Questo documento è di proprietà dell International Beach Hotel che se ne riserva tutti i diritti di legge CARTA DEI SERVIZI SOMMARIO: 1. La Carta dei Servizi Turistici e della Ricettività...2 2. Impegno della Direzione... 2 3. Accoglienza...2 4. Modalità di prenotazione...4 5. La privacy e la sicurezza informatica...

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

Aspetti generali del diabete mellito

Aspetti generali del diabete mellito Il diabete mellito Aspetti generali del diabete mellito Il diabete è una patologia caratterizzata da un innalzamento del glucosio ematico a digiuno, dovuto a una carenza relativa o assoluta di insulina.

Dettagli

Alimentazione equilibrata e lavoro d ufficio

Alimentazione equilibrata e lavoro d ufficio Il benessere comincia dall ufficio 4 ottobre 2008 Alimentazione equilibrata e lavoro d ufficio Dott.ssa Cristina Angeloni Università di Bologna Dipartimento di Biochimica G.Moruzzi Centro Ricerche sulla

Dettagli

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN)

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L intestino?il cervello della pancia. Come mantenere naturalmente

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica Tutti noi abbiamo dei periodi di stanchezza, solitamente transitoria, dovuti a cause conosciute come per esempio lo stress o il superlavoro, questa stanchezza

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Comunicato stampa n. 303 23 giugno 2009 Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA Prevenzione dei rischi per la salute derivanti dalle ondate di calore Attivo numero verde

Dettagli

Viaggio in capo al mondo. diario di un viaggio in camper a Capo Nord

Viaggio in capo al mondo. diario di un viaggio in camper a Capo Nord Viaggio in capo al mondo diario di un viaggio in camper a Capo Nord Foto scattate dall autore. Franco Paladini VIAGGIO IN CAPO AL MONDO diario di un viaggio in camper a Capo Nord www.booksprintedizioni.it

Dettagli

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI CORSO REGIONALE DI FORMAZIONE 1 Dicembre 2006 Dietista Silvia Scremin Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione U.L.SS. n.6 Vicenza MENÙ DOCUMENTO

Dettagli

DESG Teaching Letter 5

DESG Teaching Letter 5 DESG Teaching Letter 5 EDUCAZIONE SULLE COMPLICANZE TARDIVE DEL DIABETE In questa Teaching Letter si prendono in esame tre componenti principali dell educare: fornire al paziente le informazioni sulla

Dettagli

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA III SERVIZIO SANITARIO E SALUTE Percorsi di cittadinanza 1 Brainstorming su salute e malattie Attività 1. Rispondi a ognuna delle domande. Attività Ascolta o leggi il dialogo

Dettagli

Piramide alimentare svizzera. sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione

Piramide alimentare svizzera. sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung pag. 1 / 5 Società Svizzera di Nutrizione SSN, Ufficio federale della sanità pubblica UFSP / 2o11 Dolci, snack salati e alcolici In piccole quantità. Oli,

Dettagli

Impara a riconoscere i segni e i fattori di rischio del diabete

Impara a riconoscere i segni e i fattori di rischio del diabete Diabete anche loro possono ammalarsi Impara a riconoscere i segni e i fattori di rischio del diabete Il diabete Il diabete mellito è una malattia caratterizzata da un aumento dei livelli di zucchero (glucosio)

Dettagli