Analisi dell utilizzo delle Tecnologie e Road Map per l innovazione tecnologica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Analisi dell utilizzo delle Tecnologie e Road Map per l innovazione tecnologica"

Transcript

1 Milestone 3 di progetto: Analisi dell utilizzo delle Tecnologie e Road Map per l innovazione tecnologica TRIBUNALE DI GELA

2 SOMMARIO. Framework 2. Osservazioni preliminari 3. Assessment dei stemi Informativi 3.. Analisi e Mappatura delle Tecnologie attualmente utilizzate presso gli Uffici 3.2. Definizione della Matrice della competenza informatiche dei dipendenti 4. Mappatura dei sistemi informativi dell ufficio e verifica delle competenze dei dipendenti 4.. La rilevazione della conoscenza dei dipendenti 5. Nuove tecnologie offerte dall Amministrazione della Giustizia 6. Ideazione di una possibile Road Map per l adozione delle nuove tecnologie messe a disposizione dall amministrazione Allegato n. Questionario per la definizione delle competenze informatiche Allegato n. 2 Matrice delle competenze informatiche Allegato n. 3 Questionario per la rilevazione degli applicativi conosciuti

3 . Framework Il documento di Analisi dell utilizzo delle tecnologie e Road Map per l innovazione tecnologica si inserisce all interno della più ampia cornice di riferimento del progetto di Rafforzamento delle capacità d azione delle Autorità per l amministrazione della giustizia della Regione ciliana, intrapreso dal Tribunale di Gela di concerto con l Affidataria del Servizio, la Solco S.r.l.. Il documento, pur qualificandosi quale esito delle azioni di Linea 2, per una cui descrizione dettagliata si rimanda al Piano Operativo di Dettaglio (P.O.D.), può essere inteso, ancora, quale appendice alle Milestone di Progetto e 2 rispettivamente Analisi organizzativa e Piano di Change Management, costituendone una integrazione imprescindibile. In funzione di queste premesse e al fine di meglio comprendere quanto esposto successivamente, appare opportuno, tuttavia, esplicitare alcuni degli obiettivi di Linea 2. In particolare, questi erano e sono definiti nell analisi del livello di utilizzo delle tecnologie informatiche, dell adozione e utilizzazione delle stesse per il miglioramento organizzativo, nell alfabetizzazione della sicurezza informatica; ed è in relazione a tali obiettivi che il presente documento è stato ideato, anche pianificandone le attività necessarie alla sua stesura, e redatto dal gruppo di lavoro. Una ulteriore considerazione all interno di questa cornice di lavoro appare dovuta. È bene precisare che ogni Ufficio Giudiziario, per adeguarsi alle normative del nuovo Codice dell Amministrazione Digitale, è tenuto a ridurre i costi dell attività amministrativa, innalzando il livello di conoscenza dei dipendenti in merito ai sistemi informativi. Tale dettato normativo intercetterebbe, sovrapponendosi per alcuni versi ad essi, gli obiettivi propri delle attività previste dalla Linea 2 del Progetto di Rafforzamento delle Capacità d Azione per l Autorità per l Amministrazione della Giustizia della Regione ciliana. Con riferimento a quanto esposto, dunque, si è optato per una segmentazione logica del lavoro, sintetizzabile come segue: Assessment dei sistemi informativi; Definizione della matrice di competenze informatiche dei dipendenti; Organizzazione di corsi specifici; Progettazione della diffusione di un piano delle nuove tecnologie. La ratio di tale pianificazione e organizzazione logica del lavoro svolto, si risolverebbe nell idea che tali attività rappresentano un indispensabile supporto al Piano straordinario

4 per la digitalizzazione della Giustizia (Giustizia digitale). Lo stesso Piano, infatti, si articola nelle seguenti tre linee di intervento:. Digitalizzazione degli atti; 2. tifica online; 3. Pagamento online. Il principale obiettivo, che si desume dai suesposti riferimenti normativi, è quello di automatizzare i processi, utilizzare la firma digitale e la posta elettronica certificata (PEC), al fine di disporre di un documento informatico che sia firmato digitalmente e inviato mediante posta elettronica certificata, riducendo i costi della gestione amministrativa e potenziando le capacità di utilizzo delle nuove tecnologie. Dunque, se è possibile prevedere che le finalità appena esplicitate possano essere raggiunte solo mediante una dettagliata conoscenza del nuovo codice dell amministrazione digitale e del D.M. n. 44 del 2 febbraio 2 (Regole tecniche per l adozione delle tecnologiche dell informazione e della comunicazione nel processo civile e penale), diviene evidente il contributo offerto dall azione proposta dal Progetto.

5 2. Osservazioni preliminari Con l intento di fornire un indicazione generale sul contesto all interno del quale si è operato, e in funzione dell obiettivo di descrivere la condizione complessiva e lo stato dei stemi informativi presso il Tribunale di Gela, appare utile evidenziare l adesione dello stesso Ufficio al Piano straordinario della giustizia per la digitalizzazione, la cui fase iniziale ha riguardato l invio delle risorse necessarie da parte del Ministero della Giustizia e la formazione del personale. Inoltre, in considerazione dell evidenza che alle pubbliche amministrazioni è richiesta, per realizzare i propri obiettivi strategici, la gestione delle relazioni con altre organizzazioni sia pubbliche che private, anche il Tribunale di Gela, non facendo eccezione, è investita da tale carico. Nell ambito della propria attività, di fatto, lo stesso Ufficio interagisce con un ampio numero di soggetti sia interni (ovvero che fanno parte della struttura organizzativa della Tribunale), che esterni (ovvero che non fanno parte del Tribunale ma che entrano in contatto con essa). Un ruolo fondamentale, in particolare, è svolto dalle fonti informative, ovvero da coloro che trasmettono alla Procura le notizie di reato: Forze di Polizia, Enti Pubblici e Privati che presentano denunce o querele direttamente o tramite Avvocato. Cosicché occorre riportare che, per quanto concerne la gestione delle informazioni, il Tribunale ha avviato da tempo una crescente informatizzazione di tutti i servizi, dimostrando interesse per tutti gli applicativi che possono consentire una migliore e più efficace gestione delle relative attività, permettendo, almeno in parte, di ovviare alla contrazione di risorse di personale interno (come già evidenziato dalla Milestone di Progetto Analisi Organizzativa) ed aumentando la produttività dei singoli operatori. In ultima istanza, sebbene non sufficienti, l insieme di queste informazioni forniscono alcune preziose indicazioni sulla qualità e quantità di attenzione rivolta, e importanza attribuita, al raggiungimento di un elevato livello di informatizzazione dell Ufficio da parte della Leadership.

6 3. Assessment dei stemi Informativi 3.. Analisi e mappatura delle tecnologie attualmente utilizzate presso gli Uffici Il percorso di analisi e mappatura delle tecnologie utilizzate presso il Tribunale di Gela ha previsto due differenti tipologie di rilevazione. La prima condotta tramite schede di rilevazione strutturate, alcune già concepite dall offerta tecnica, e realizzate tramite interviste alla Dirigenza e ai Responsabili dei stemi Informativi. La seconda, ricavando informazioni dal Questionario per la definizione delle competenze informatiche (Allegato ), presentate nel paragrafo successivo. Nel dettaglio le schede di rilevazione utilizzate sono state volte all indagine del grado diffusione all interno dell Ufficio Giudiziario della dotazione hardware, dei sistemi operativi, del pacchetto office, oltre che a fornire un quadro esauriente del livello di informatizzazione del Tribunale, attraverso la valutazione dell infrastruttura hardware/software, dei sistemi informativi di base a supporto delle decisioni, degli strumenti avanzati per i diversi attori e i servizi in dotazione all interno dell Ufficio. riporta di seguito, dunque, con le tabelle, 2 e 3, il grado di diffusione all interno dell Ufficio Giudiziario della dotazione hardware, dei sistemi operativi e del pacchetto office. Hardware Numero < anno < 2 anni < 3 anni >= 3 anni P.C Stampanti Laser Stampanti multifunzioni Scanner Fotocopiatrici Pacchetto Office Tabella Tabella 2 Numero di PC Office 23 3 Office 27 4 Office 2 24 Libre Office (open source) 6

7 Tabella 3 Dall analisi della dotazione hardware e software sopra descritta si evince come la maggior parte del parco macchine del Tribunale di Gela sia stato implementato di recente, in particolare per quanto riguarda i PC, il 54% circa dei quali presenta un età inferiore ad anno. Inoltre la maggior parte dei PC è dotata delle ultime versioni dei sistemi operativi, ad ulteriore conferma del buon grado di innovazione tecnologica raggiunto dall Ufficio. Al fine di fornire un quadro esauriente del livello di informatizzazione del Tribunale di Gela, si riporta di seguito con le tabelle 4, 5, 6 e 7, la valutazione dell infrastruttura hardware/software, dei sistemi informativi di base a supporto delle decisioni, degli strumenti avanzati per i diversi attori e dei servizi in dotazione all interno dell Ufficio. Tipo Hardware e software di base/ambiente Infrastruttura Hw/Sw Componente Hardware e software di base e di ambiente Comunicazione Reti Rug e RUPA (oggi SPC) Infrastruttura di operabilità stema Operativo Gestore Locale Punto di accesso Tribunale Punti di accesso esterni PCT Punti di accesso esterni Polisweb Model Office Tabella 4 Numero di PC Windows P 39 Windows 7 28 Stato Disp. In sviluppo n disp.

8 Tipo Processo di cognizione Processo di esecuzione Tipo Consolle del Giudice Consolle Avvocati e ausiliari giudici Consolle Cancelliere Consolle Presidente del Tribunale stemi informativi di base a supporto delle decisioni Componente SICC: contenzioso civile SIL: diritto del lavoro SIVG: volontaria giurisdizione SIEC: Esecuzioni civili APC: procedure concorsuali (fallimenti) Portale Vendite /Aste on line Processo Penale - Registro generale REGE Gestione notizie di reato Processo Penale - Digitalizzazione del processo SIDIP Processo esecuzione penale statistiche WEBSTAT Processo esecuzione penale SIEP Processo misure di prevenzione SIPPI Processo spese di giustizia SIAMM Gestione presenze Kairos Processo Amministrativo protocollo e gestione Proteus documentale Processo Amministrativo - Gestione del patrimonio dei beni Processo Penale luoghi custodia detenuti Processo penale - casellario Processo Penale gestione del carico pendente GECO DAP SIC Valeria Tabella 5 Strumenti avanzati per i diversi attori Componente Agenda, Ruoli e gestione fascicolo Redattore Atti Analisi dei dati Consultazione giurisprudenza Redazione, imbusta mento, invio Consultazione Pagamenti telematici Gestione registri Gestione fascicoli Statistiche ministeriali Strumenti per pulizia dati Visione Ruoli Assegnazione cause Analisi dei dati Tabella 6 Stato Disp. In sviluppo n disp. Stato Disp. In sviluppo n disp.

9 Help Desk Portale/sito Tipo Utenti interni Punti di accesso Servizi verticali Servizi orizzontali Intranet interna Componente Servizi Tabella 7 Stato Disp. In sviluppo n disp. Dalle analisi condotte sulle precedenti tabelle, ad esclusione di sistemi, strumenti e servizi ad appannaggio esclusivo dei Tribunali, si dedurrebbe che il Tribunale di Gela non presenta una totale copertura funzionale, ottenendo una matrice di posizionamento strategico sufficiente ma non completa. rileverebbe, ad esempio, l assenza di alcune funzionalità come la messa online di servizi (tra l altro previsti Piano Strategico per la Digitalizzazione della Giustizia). 3.. Definizione della matrice delle competenze informatiche dei dipendenti Come accennato in precedenza, l analisi delle competenze informatiche dei dipendenti è stata condotta mediante la somministrazione di un questionario per la definizione delle competenze informatiche a tutto il personale amministrativo del Tribunale di Gela. Nello specifico, è stato seguito il seguente percorso logico: Progettazione del questionario; Somministrazione dello stesso e valutazione dell esito quantitativo e qualitativo dei risultati; Predisposizione del Piano Formativo del Personale. Per completezza sono stati allegati: un esempio del questionario sottoposto al personale dell Ufficio Giudiziario (Allegato ) e la matrice delle competenze informatiche ricavata dall aggregazione dei risultati di ciascun questionario (Allegato 2). Il questionario per la rilevazione delle competenze informatiche, composto da 4 domande suddivise in argomenti, è stato somministrato in formato cartaceo a 32 dipendenti del Tribunale di Gela. Nel dettaglio, di seguito si riporta il numero di domande per ciascun argomento oggetto di analisi:

10 Hardware (5 domande) Software (4 domande) stemi Operativi (3 domande) Reti (3 domande) Elaborazione testi (3 domande) Foglio elettronico (5 domande) Browser e di internet (6 domande) Posta elettronica (4 domande) curezza Informatica (5 domande) Dematerializzazione (2 domande) Come riportato dalla successiva tabella 8 e analizzando il dettaglio della rilevazione, è possibile formulare alcune considerazioni generali; si dedurrebbe, infatti, dalla stessa, ad esempio, che quasi tutti i dipendenti sono dotati di posta elettronica ministeriale, e/o che coloro che ne sono in possesso la usano quotidianamente, pur non sempre utilizzandola per lo scambio dei documenti. Inoltre pochissimi dipendenti utilizzano la PEC e la firma digitale.

11

12 Tabella 8 Nella parte generale del questionario è stato valutato il livello di conoscenza del personal computer e dei sistemi informativi di ogni dipendente, ed in particolare è emerso che: La maggior parte dei dipendenti utilizza il PC sia a casa che in ufficio; Una quota elevata di dipendenti utilizza il proprio PC assegnato per suo utilizzo esclusivo; Quasi tutti i dipendenti ritengono che il supporto informativo sia di utilità alle proprie attività; Quasi tutti i dipendenti hanno necessità di utilizzare il PC per le proprie attività; Circa un terzo dei dipendenti impiega l 6-8% del tempo lavorando al PC.

13 La successiva tabella 9 presenta graficamente il dettaglio della parte generale del questionario.

14 Tabella 9 La particolare complessità della struttura del questionario, oltre a fornire una misura ed una indicazione generica, per quanto ancorata allo specifico contesto del Tribunale di Gela sulle competenze informatiche dei suoi dipendenti, ha quale ulteriore finalità quella dell'individuazione di risorse particolarmente competenti da poter riconoscere quali referenti per le attività che potranno richiedere una maggiore padronanza dell informatica. In tal senso, con la successiva tabella, si rappresenta la matrice delle competenze informatiche dell Ufficio. Tenendo conto del crescente livello di informatizzazione cui tendono gli Uffici Giudiziari e di quanto sopra esplicitato, si è optato per una impostazione della soglia minima di conoscenza informatica fissata al 7% di risposte esatte.

15 La tabella mostra, per ciascun argomento del questionario, il livello attuale di conoscenza dell Ufficio rapportandolo alle soglie minime e massime previste. Gli argomenti prossimi alla soglia minima di competenza risultano essere la conoscenza della posta elettronica, dei sistemi informativi e browser ed internet; valore compreso tra le soglie e, di conseguenza buona competenza posseduta dai dipendenti del Tribunale di Gela, è quella relativa al flusso per la dematerializzaione, mentre particolare attenzione deve essere posta alla conoscenza dell hardware e delle reti. Tabella Da un analisi più accurata dei dati ottenuti, riportati nella seguente tabella, si dedurrebbe che solo una risorsa ha raggiunto la soglia minima individuata e che la media degli esiti è circa al 47 % di risposte esatte. Tabella

16 Alla luce delle direttive provenienti dal Piano Straordinario per la Digitalizzazione della Giustizia, dalle indicazioni dettate dall offerta tecnica sulle azioni da sviluppare all interno della Linea 2 del Servizio ed in funzione del matching con i risultati ottenuti a seguito della somministrazione del questionario per la rilevazione della conoscenza dei sistemi informativi, si è ritenuto necessario somministrare tre corsi (in date 2 e 3 aprile 22-7 e 8 aprile e 24 aprile 22) sul Nuovo Codice dell Amministrazione Digitale (CAD) per la diffusione della digitalizzazione, della dematerializzazione, della posta elettronica certificata (PEC) e della firma digitale, i cui contenuti sono stati condivisi con la leadership dell Ufficio. Il corso, i cui contenuti sono di seguito riportati nel dettaglio, è stato suddiviso in due giornate per una durata complessiva di ore: Prima giornata (5 ore) - Introduzione; - Dizionario del cambiamento; - Amministrazione digitale; - Giustizia digitale; - Nuovo CAD; - Firma digitale. Seconda Giornata (5 ore) - Posta elettronica certificata (PEC); - D. M. n. 44 del 2 febbraio 2; - Area amministrativa cenni sul protocollo informatico e gestione documentale; - Area penale cenni sul sistema di notificazioni e comunicazioni penali telematici e pagamenti telematici; - Area civile cenni sul processo civile telematico.

17 4. Mappatura dei sistemi informativi dell ufficio e verifica delle competenze dei dipendenti La sezione seguente del documento approfondisce quanto sinora sviluppato presentando, da una parte l insieme dei sistemi informativi ministeriali disponibili all Ufficio e, dall altra, verificando i livelli di competenza nell utilizzo degli stessi da parte dei dipendenti. Il raffronto, l aggregazione e l analisi di tali dati ha permesso al gruppo di lavoro di giungere ad ulteriori riflessioni, legate a specifiche ed eventuali esigenze formative dettagliate in seguito. Per ciò che concerne i sistemi informativi, quelli utilizzati presso il Tribunale di Gela sono:. Rege sistema informativo di gestione del registro generale; 2. amm - sistema informativo dell amministrazione; 3. Proteus stema informativo per il protocollo e la gestione documentale; 4. Geco stema informativo per la gestione contabile dei beni; 5. c stema informativo per la gestione del casellario; 6. cid stema Informativo Contenziosi Civili Individuali Distrettuali; 7. ecic stema Informativo Esecuzione Civile Individuale e Concorsuale; 8. Dap stema informativo per la gestione dei luoghi dei detenuti; 9. Gpp- stema informativo per la gestione delle presenze;. WEBSTAT portale web statistico;. Valeria stema informativo del Consiglio Superiore della Magistratura.

18 Figura Dalla rilevazione, effettuata tramite il questionario per la rilevazione degli applicativi conosciuti (Allegato 3), e come riportato graficamente nella tabella 2, si evince che solo tre dipendenti non conoscono e non utilizzano nessun applicativo, mentre i restanti dipendenti conosce e utilizza almeno un applicativo. Numero di applicativi conosciuti dai dipendenti nessun applicativo un applicativo due applicativi tre applicativi quattro applicativi Tabella 2 Ulteriore dato significativo è evidenziato dall istogramma seguente (Tabella 3), che mostra il grado di diffusione, all interno dell Ufficio, di ogni singolo applicativo. Nel dettaglio, il REGE è il sistema informativo nettamente più conosciuto dai dipendenti,

19 come si evince dalla quota del personale che lo conosce ed utilizza, l altro applicativo più diffuso è il SICID. evidenzia che dalla rilevazione dei questionari somministrati ai dipendenti presenti nessun ha indicato il sistema SIAMM, indicato nella rilevazione dei sistemi informativi di base Numero di dipendenti per singolo applicativo rege sicid siecic sic dap proteus gestione presenze Tabella 3 geco webstat valeria Come riportato precedentemente, al fine di giungere ad una ricognizione competente sui stemi Informativi disponibili e rilevare, al contempo, il livello di conoscenza degli stessi da parte dei dipendenti, è stato redatto uno specifico questionario. Lo strumento è stato somministrato a 3 dipendenti del Tribunale di Gela e, ancora attraverso questo sono state esplorate le conoscenze sulla firma digitale e sulla posta elettronica certificata (PEC). Nello specifico, la composizione del questionario guardava alla possibilità di analizzare quattro distinte macro aree: Generale (7 domande); Posta elettronica (6 domande); Office automation (6 domande); Applicativo (6 domande) - fino ad un massimo di 5 applicativi ministeriali. Tramite gli item presenti all interno dello strumento di rilevazione è stato possibile indagare le conoscenze informatiche possedute dai dipendenti ed il livello delle stesse e, al contempo, individuare le risorse umane particolarmente competenti nell utilizzo degli applicativi ministeriali rispetto al Codice dell'amministrazione Digitale, nonché le

20 carenze informatiche sui sistemi in uso, al fine di valutare le reali esigenze formative dell Ufficio Giudiziario. Per meglio delineare il percorso metodologico intrapreso, occorre chiarire che la valutazione delle esigenze formative in relazione a ciascun sistema informativo è stata effettuata considerando, principalmente, le risposte alle seguenti domande:. Ha partecipato ad un corso per l apprendimento su questo applicativo? 2. Ritiene che un corso su tale applicativo o l affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Sono stati considerati tre possibili range di risposte: A. 75% %; B. 25% < < 75%; C. % 25%; Per la prima domanda si è fatto riferimento (come incognita ) alla percentuale dei si, mentre per la seconda alla percentuale dei no, in quanto entrambe conducono alla non necessità di svolgimento di un corso di formazione. Per valutare il livello di conoscenza relativo ad ogni sistema informativo, si è invece fatto riferimento alla domanda Come giudica il livello di conoscenza di questo applicativo?, stabilendo una scala likert di valutazione a 4 livelli al fine di limitare l errore da tendenza centrale (Insufficiente Limitato Sufficiente Elevato). In base al maggior numero di risposte ottenute dai dipendenti, si è ripartito il livello di conoscenza dell applicativo in 2 macro categorie, ovvero maggiore o uguale a sufficiente (se la maggior parte delle risposte erano del tipo Sufficiente o Elevato ) o minore di sufficiente (se la maggior parte delle risposte erano del tipo Insufficiente o Limitato ).

21 Di seguito il prospetto di valutazione riepilogativo delle esigenze formative: %SI domanda %NO domanda 2 Stato di conoscenza A A >= Sufficiente A B >= Sufficiente A C >= Sufficiente B A >= Sufficiente B B >= Sufficiente B C >= Sufficiente C A >= Sufficiente C B >= Sufficiente C C >= Sufficiente A A < Sufficiente A B < Sufficiente A C < Sufficiente B A < Sufficiente B B < Sufficiente B C < Sufficiente C A < Sufficiente C B < Sufficiente C C < Sufficiente Prospetto Nessuna esigenza formativa L ufficio giudiziario valuta per un eventuale corso di formazione consiglia corso di formazione Legenda Esigenza formativa Tale prospetto fornisce le linee guida per la valutazione delle esigenze formative relative ad ogni sistema informativo in uso presso l Ufficio Giudiziario. È necessario ancora precisare che sulla base del range di risposte entro cui si pongono le prime due domande e del livello di conoscenza generale dell applicativo, si è definita la possibilità/necessità di un percorso formativo per ciascun applicativo, come mostrato di seguito.

22 4.. La rilevazione della conoscenza dei dipendenti Come esposto nella parte introduttiva di questa sezione, il Tribunale di Gela si caratterizza per la presenza e l utilizzo di differenti sistemi informativi. Di seguito viene analizzato il grado di conoscenza dei dipendenti in relazione ad ognuno di essi, ottenuto mediante la somministrazione del Questionario per la rilevazione degli applicativi conosciuti (Allegato 3), e le conclusioni cui si è pervenuti sulle eventuali esigenze formative associate ad ogni applicativo.. Il Re.Ge è il primo sistema informativo di gestione dei registri penali. L applicativo è stato implementato a partire dagli anni 9, diventando il più conosciuto tra quelli relativi agli Uffici Giudiziari: il sistema consente di rendere più funzionali i servizi, facendo fronte ai problemi di coordinamento e di interazione tra uffici requirenti e giudicanti e velocizzando la reperibilità delle informazioni relative all iter del procedimento. Nello specifico, il sistema prevede la trasmissione asincrona dei dati di registro tra l ufficio di Procura e il Tribunale (c.d. funzione postino) con base dati separate. Di seguito si riportano i risultati del questionario somministrato al personale del Tribunale di Gela, al fine di rilevare la conoscenza sul dispositivo Re.Ge.. Rispetto al % del tempo impiegato al personal computer qual è la porzione di tempo che utilizza per questo applicativo? Come giudica il livello di conoscenza di questo applicativo? 8 6 Numero di dipendenti 4 Numero di dipendenti Tempo impiegato su rege -2% 2-4% 4-6% 6-8% 8-% Livello conoscenza rege insufficiente limitato sufficiente elevato

23 Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Ritiene che questo applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Numero di dipendenti Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Ritiene che l'applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? insufficiente limitato sufficiente elevato Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Tabella

24 Come si evince dal prospetto 2 le esigenze formative in merito al sistema informativo Re.Ge. sono le seguenti: Prospetto 2 2. Il sistema siamm è un sistema ministeriale che consente agli uffici giudiziari la gestione informatizzata dei registri in materia di accertamento e recupero delle spese e pene di giustizia. Il sistema prevede la gestione informatizzata del: registro delle somme prenotate a debito per le somme dovute dai soggetti ammessi al beneficio del gratuito patrocinio; registro delle spese pagate per l iscrizione dalle somme anticipate dall Erario; registro recupero crediti e successive vicende del credito per la determinazione delle somme (spese processuali e pene pecuniarie) da recuperare nei confronti delle parti processuali soccombenti. Dal questionario di rilevazione della conoscenza dei sistemi informativi non è possibile illustrare nessun risultato in quanto nessuno dei dipendenti (che non risultano essere tutti i dipendenti del Tribunale) ha indicato il sistema SIAMM. 3. Il sistema proteus è un sistema per la gestione del protocollo informatico e il documentale, all interno è presente una casella di posta elettronica certificata per lo scambio di atti tra uffici giudiziari nonché con altri titolari di una casella PEC, con ricevuta a valore legale. Rispetto al % del tempo impiegato al personal computer qual è la porzione di tempo che utilizza per questo applicativo? consiglia corso di formazione Numero di dipendenti 2 Tempo impiegato su proteus -2% 2-4% 4-6% 6-8% 8-%

25 Come giudica il livello di conoscenza di questo applicativo? Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Ritiene che questo applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? Numero di dipendenti Numero di dipendenti 2 Livello conoscenza proteus insufficiente limitato sufficiente elevato Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Ritiene che l'applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? 2 insufficiente limitato sufficiente elevato

26 Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Tabella 5 Come si evince dal prospetto n.3, le esigenze formative in merito al sistema informativo Proteus sono le seguenti: Prospetto 3 4. Il sistema informativo geco è un sistema per la gestione della contabilità dei beni. Rispetto al % del tempo impiegato al personal computer qual è la porzione di tempo che utilizza per questo applicativo? consiglia corso di formazione Numero di dipendenti Tempo impiegato su geco -2% 2-4% 4-6% 6-8% 8-%

27 Come giudica il livello di conoscenza di questo applicativo? Ha partecipato ad un corso per l' apprendimento su questo applicativo? Ritiene che questo applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? Numero di dipendenti Numero di dipendenti Livello conoscenza geco insufficiente limitato sufficiente elevato Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Ritiene che l'applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? insufficiente limitato sufficiente elevato

28 Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Tabella 6 Come si evince dal prospetto n.4, le esigenze formative in merito al sistema informativo geco sono le seguenti: Prospetto 4 5. Il sistema informativo sic (stema informativo casellario) rappresenta la base per la certificazione del c.d. precedenti penali a livello nazionale. Rispetto al % del tempo impiegato al personal computer qual è la porzione di tempo che utilizza per questo applicativo? L ufficio giudiziario valuta per un eventuale corso di formazione Numero di dipendenti Tempo impiegato su sic -2% 2-4% 4-6% 6-8% 8-%

29 Come giudica il livello di conoscenza di questo applicativo? Ha partecipato ad un corso per l' apprendimento su questo applicativo? Ritiene che questo applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? Numero di dipendenti Numero di dipendenti Livello conoscenza sic insufficiente limitato sufficiente elevato Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? 3 Ritiene che l'applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? insufficiente limitato sufficiente elevato

30 Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? 4 Tabella 7 Come si evince dal prospetto n. 5 lo stato dell esigenze formative per il il sistema informativo c è il seguente: Prospetto 5 6. Il sistema informativo SICID è un sistema di gestione dei registri per la cognizione. Rispetto al % del tempo impiegato al personal computer qual è la porzione di tempo che utilizza per questo applicativo? consiglia corso di formazione Tempo impiegato su sicid -2% 2-4% 4-6% 6-8% 8-%

31 Come giudica il livello di conoscenza di questo applicativo? Ha partecipato ad un corso per l' apprendimento su questo applicativo? Ritiene che questo applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? Numero di dipendenti Numero di dipendenti Livello conoscenza sicid insufficiente limitato sufficiente elevato Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? 7 Ritiene che l'applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? insufficiente limitato sufficiente elevato

32 Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Tabella 8 Come si evince dal prospetto n. 6 lo stato dell esigenze formative per il il sistema informativo SICID è il seguente: Prospetto 6 7. Il sistema informativo SIECIC è un sistema di gestione dei registri per le esecuzioni. Rispetto al % del tempo impiegato al personal computer qual è la porzione di tempo che utilizza per questo applicativo? consiglia corso di formazione Numero di dipendenti Tempo impiegato su siecic 6-2% 2-4% 4-6% 6-8% 8-%

33 Come giudica il livello di conoscenza di questo applicativo? Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Ritiene che questo applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? Numero di dipendenti Livello conoscenza siecic insufficiente limitato sufficiente elevato Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? 4 Ritiene che l'applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? insufficiente limitato sufficiente elevato

34 Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Tabella 9 Come si evince dal prospetto n. 7 lo stato dell esigenze formative per il il sistema informativo SIECIC è il seguente: Prospetto 7 8. Il sistema informativo Dap gestisce principalmente la banca dati dei soggetti privati della libertà personale la c.d. anagrafe penitenziaria alimentata automaticamente dalle procedure a disposizione degli istituti e servizi territoriali, le cui informazioni consentono l erogazione di un servizio informativo on-line al quale accedono oltre. utenti registrati (istituti e servizi penitenziari; uffici giudiziari; tutte le Forze di Polizia). illustrano i risultati ottenuti relativamente dal personale sul sistema Dap, in funzione delle analisi svolte sul questionario di rilevazione della conoscenza dei sistemi informativi. consiglia corso di formazione 4

35 Rispetto al % del tempo impiegato al personal computer qual è la porzione di tempo che utilizza per questo applicativo? Come giudica il livello di conoscenza di questo applicativo? Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Numero di dipendenti 2 2 Numero di dipendenti Tempo impiegato su dap -2% 2-4% 4-6% 6-8% 8-% Livello conoscenza dap insufficiente limitato sufficiente elevato Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? 3

36 Ritiene che questo applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Numero di dipendenti Ritiene che l'applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? 2 insufficiente limitato sufficiente elevato Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Tabella 2 Come si evince dal prospetto n. 8 lo stato dell esigenze formative per il il sistema informativo DAP è il seguente: consiglia corso di formazione Prospetto 8 3

37 9. Il sistema informativo GPP è un sistema di gestione del personale. Rispetto al % del tempo impiegato al personal computer qual è la porzione di tempo che utilizza per questo applicativo? Come giudica il livello di conoscenza di questo applicativo? Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Numero di dipendenti Numero di dipendenti 2 2 Tempo impiegato su GPP -2% 2-4% 4-6% 6-8% 8-% Livello conoscenza GPP insufficiente limitato sufficiente elevato Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo?

38 Ritiene che questo applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Numero di dipendenti Ritiene che l'applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? 2 insufficiente limitato sufficiente elevato Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Tabella 2 Come si evince dal prospetto n. 8 lo stato dell esigenze formative per il il sistema informativo GPP è il seguente: L ufficio giudiziario valuta la possibilità di effettuare un eventuale corso di formazione Prospetto 9

39 . Il WEBSTAT è un sistema web per l acquisizione, il controllo e la gestione dei dati relativi alla statistica giudiziaria in materia civile, penale ed amministrativocontabile. In particolare, tale sistema può: rilevare i dati presso gli Uffici Giudiziari; elaborare dati per esigenze informative di utenti interni ed esterni all Amministrazione Giudiziaria; analizzare il monitoraggio dell attività degli Uffici Giudiziari; diffondere dati a livello nazionale. Di seguito viene fornita la schermata di home del sistema informativo. Figura 2 Dal questionario di rilevazione della conoscenza dei sistemi informativi, si illustrano di seguito i risultati ottenuti relativamente al sistema WEBSTAT. Rispetto al % del tempo impiegato al personal computer qual è la porzione di tempo che utilizza per questo applicativo? Numero di dipendenti Tempo impiegato su webstat -2% 2-4% 4-6% 6-8% 8-%

40 Come giudica il livello di conoscenza di questo applicativo? Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Ritiene che questo applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? Numero di dipendenti Numero di dipendenti Livello conoscenza webstat insufficiente limitato sufficiente elevato Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Ritiene che l'applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? insufficiente limitato sufficiente elevato Livello di adeguamento

41 Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Tabella 22 Come si evince dal prospetto 9 le esigenze formative in merito al sistema informativo WEBSTAT sono le seguenti: Prospetto. Il programma è il sistema informativo del Consiglio Superiore della Magistratura che gestisce gran parte della comunicazione dei dati dagli uffici giudiziari, venne creato per la gestione informatica delle proposte tabellari ed organizzative, avrebbe dovuto assolvere solo ad una valenza conoscitiva (dell assetto organizzativo degli uffici), ma su cui subito venne innestato e costruito un sistema per la predisposizione delle proposte e delle variazioni tabellari. è l anagramma di rileva Rispetto al % del tempo impiegato al personal computer qual è la porzione di tempo che utilizza per questo applicativo? consiglia corso di formazione Numero di dipendenti Tempo impiegato su valeria -2% 2-4% 4-6% 6-8% 8-%

42 Come giudica il livello di conoscenza di questo applicativo? Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Ritiene che questo applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? Numero di dipendenti Numero di dipendenti Livello conoscenza valeria insufficiente limitato sufficiente elevato Ha partecipato ad un corso per l'apprendimento su questo applicativo? Ritiene che l'applicativo sia adeguato rispetto alle attività che deve supportare? insufficiente limitato sufficiente elevato

43 Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Ritiene che un corso su tale applicativo o l'affiancamento di operatori esperti migliorerebbe la sua operatività quotidiana? Tabella 22 Come si evince dal prospetto le esigenze formative in merito al sistema informativo sono le seguenti: L ufficio giudiziario valuta la possibilità di effettuare un eventuale corso di formazione Prospetto

44 5. Nuove tecnologie offerte dall Amministrazione della Giustizia In ottemperanza all obiettivo previsto e dettato dal Ministero della Giustizia, consistente nell apportare le migliorie dovute all efficacia del sistema civile in tutte le fasi in cui si articola il processo civile, si è reso necessario incrementare l utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione. A tal fine, sono stati emanati i seguenti riferimenti normativi: il DM n. 44/2 che stabilisce le regole tecniche per l adozione nel processo civile e nel processo penale delle tecnologie dell informazione e della comunicazione in attuazione dell art. 4, c., del DL n. 93/29 convertito in L n. 24/2, nonché il richiamo all art. 6, c. 4, del DPR n. 68/25 che prevede di adottare, nell ambito del processo civile e penale, particolari disposizioni per l utilizzo della PEC (Posta Elettronica Certificata); il provvedimento dirigenziale del 8 luglio 2 contenente le specifiche tecniche previste dall art. 34 del DM n. 44/2. I provvedimenti in questione hanno ricevuto parere positivo dal Digitpa e dal Garante per la protezione dei dati personali. Al fine di garantire da una parte il trasferimento delle informazioni tra i diversi uffici e dall altra rendere fruibili agli operatori del diritto gli elementi necessari per le decisioni in tempi brevi, è necessario adottare i seguenti punti: Distrettualizzazione dei sistemi dell area civile: costituisce un punto nevralgico dell infrastruttura informatica dell amministrazione e garantisce l affidabilità degli impianti e la sicurezza logica e fisica. Proseguendo l evoluzione dei sistemi, già avviati negli anni scorsi, l area civile si propone di distrettualizzare i sistemi informativi automatizzati riducendo sensibilmente i costi e le difficoltà nella fase di installazione del sw e di distribuzione di nuove release. La scelta produrrà evidenti ricadute anche sui costi dell assistenza sistemistica ordinaria permettendo: a) di concentrare le risorse dedicate all assistenza sistemistica presso le sale server; b) di accrescere il livello di specializzazione delle risorse sistemistiche presso le sale server acquisendo risorse più qualificate per gli interventi più complessi.

45 La scelta si propone l ulteriore obiettivo di semplificare il sistema degli applicativi presenti sul territorio e di permettere un reale colloquio tra gli applicativi medesimi al fine di realizzare un sistema integrato dell area civile. Trasformazione degli applicativi dell area civile in applicativi web: l evoluzione dei sistemi dell area civile verso sistemi web è la conseguenza dell innovazione dei sistemi dell area civile. Tale scelta è, peraltro, motivata dalla decisione di adottare scelte architetturali che favoriscano la cooperazione applicativa tra i vari sistemi come ad esempio la distribuzione dell installazione in maniera uniforme. La disponibilità di applicazioni web reingegnerizzate sia per la gestione del processo civile che del processo penale consente di rivedere la topologia del sistema informatico della Giustizia, in quanto è possibile prevedere che le applicazioni siano installate solo in un numero ridotto di sale server, per consentire di offrire il servizio via rete TLC a un numero elevato di utenti distribuito sul territorio. Cooperazione applicativa tra i sistemi informativi dell area civile: la cooperazione applicativa rappresenta un settore di grande interesse per il Ministero delle Giustizia perché fortemente abilitante al raggiungimento di tutti gli obiettivi miranti alla condivisione delle informazioni e dei servizi. L attenzione è stata rivolta sia alla cooperazione interna tra i sistemi informativi della giustizia, sia alla cooperazione con i domini applicativi delle altre amministrazioni centrali e locali. Evoluzione e distribuzione degli applicativi in uso: l evoluzione e la distribuzione degli applicativi in uso consente l informatizzazione della gestione documentale e l interoperabilità applicativa con altri sistemi, nello specifico il sistema di firma digitale e la trasmissione elettronica dei documenti. Evoluzione e distribuzione dell innovazione tecnologica: l inquadramento generale per l evoluzione e la distribuzione dell innovazione tecnologica, rientra tra gli obbiettivi della giustizia che con il piano di e-gov 22, recepito dal Governo Italiano, ha dato avvio ad un piano straordinario per la digitalizzazione della Giustizia. Gli obiettivi stabiliti sono: ridurre i tempi del processo e dell erogazione dei servizi accessori; facilitare il lavoro dei magistrati e degli operatori della Giustizia; ridurre i costi di gestione e funzionamento amministrativo;

46 liberare risorse umane preziose da attività digitalizzabili; semplificare la fruizione dei servizi da parte di cittadini e imprese. Il piano straordinario si articola in tre linee di intervento:. Digitalizzazione degli Atti: L intervento è rivolto alla diffusione progressiva del sistema informatico per la gestione documentale tra i diversi soggetti ed ha la funzione di raccogliere, catalogare e gestire le informazioni e i documenti prodotti durante le varie fasi del processo. Attualmente, negli Uffici Giudiziari esiste un unico modello di registro per il processo civile, che è caratterizzato da una struttura uniforme a seguito della diffusione del Processo Civile Telematico. Pertanto, la digitalizzazione degli atti mira all aumento dell efficienza e alla riduzione dei costi mettendo a disposizione degli Uffici un unico sistema documentale, per agevolare l accesso all informazioni e agli atti documentali relativi sia ai procedimenti conclusi che in corso. Infine la corretta ed efficiente gestione della documentazione prodotta nel corso dell iter giudiziario, rappresenta un fattore fondamentale per il successo dell azione della magistratura. 2. tifiche penali telematiche: è stato realizzato il sistema delle notifiche e comunicazioni penali telematiche che dematerializza l attuale flusso di lavoro cartaceo consentendo la notificazione e comunicazione degli atti giudiziari fra gli uffici di Cancelleria (giudice) e Segreteria (PM), gli Avvocati e altri utenti (uffici giudiziari, parti offese, periti e consulenti, UNEP, ecc,) per via telematica attraverso lo strumento della posta elettronica certificata (PEC). Gli effetti positivi immediati sono rappresentati dalla riduzione dei tempi di notifica degli atti, essenzialmente istantanei, dal maggiore controllo delle procedure attraverso il monitoraggio del flusso, la gestione delle anomalie ed il tracciamento delle operazioni, nonché dalla riduzione dei costi. 3. E possibile effettuare i pagamenti online attraverso il Punto di Accesso o il Portale dei Servizi Telematici del Ministero, seguendo la seguente procedura: autenticazione e accesso al servizio il Portale del Ministero ovvero il Punto di Accesso autentica in maniera forte il soggetto pagatore, tipicamente un avvocato. Una volta verificata l identità

47 dell utente il Portale del Ministero/Punto di accesso permette al soggetto pagatore di inserire i dati per effettuare la richiesta di pagamento. rilascio codice univoco il Portale del Ministero ovvero il Punto di Accesso, una volta ottenute dal soggetto pagatore le informazioni inerenti il pagamento, richiede in via automatica la generazione di un codice univoco al Ministero della Giustizia (Servizi Telematici), codice che, sempre in via automatica, viene inserito nella richiesta di pagamento che sarà inviata ai fornitori di servizi di pagamento. esecuzione del pagamento, la richiesta di pagamento viene trasmessa sempre in via automatica dal Portale del Ministero/Punto di accesso al fornitore di servizi di pagamento che provvede ad eseguire la disposizione attraverso, al momento, i seguenti strumenti di pagamento: a) bonifico bancario a favore della tesoreria competente (cfr. citato DM 9//26, n 296); b) conto corrente postale dedicato intestato alla tesoreria dello Stato. Il fornitore di servizi di pagamento, eseguita l operazione, provvede a restituire al Portale del Ministero, ovvero al Punto di accesso, la ricevuta del versamento delle somme richieste. Registrazione ricevute, una volta ottenuta la Ricevuta relativa al pagamento richiesto, contenente anche il codice univoco generato in precedenza, il Portale del Ministero ovvero il Punto di Accesso provvede, in via automatica, a registrare la ricevuta, che attesta l univocità del pagamento, su di un apposito archivio gestito dal Ministero della Giustizia (Servizi Telematici). Invio ricevute il Portale del Ministero ovvero il Punto di accesso provvede a restituire al soggetto pagatore la ricevuta che attesta l avvenuto pagamento. La ricevuta restituita automaticamente è un documento informatico (in forma di file xml) contenente tutte le informazioni inerenti il pagamento. Richiesta servizio e comunicazione pagamento il soggetto pagatore, al fine di ottenere il servizio richiesto per il quale ha già

48 eseguito il pagamento (cfr. passi da a 5), comunica l avvenuto pagamento al competente ufficio erogatore. verifica pagamento e annullamento ricevuta, l ufficio erogatore procede alla verifica del pagamento (attraverso l accesso all archivio delle Ricevute) ed all annullamento della ricevuta (per evitarne il riutilizzo). erogazione del servizio l ufficio competente procede all erogazione del servizio.

49 6. Ideazione di una possibile Road Map per l adozione delle nuove tecnologie messe a disposizione dall amministrazione Una delle premesse a sostegno di questa ultima sezione del documento, a valle delle analisi sin qui esposte e in funzione di quanto previsto dal Piano straordinario per la digitalizzazione, è che il nuovo sistema messo a disposizione nel settore civile è il PCT (Processo Civile Telematico) che non può essere installato senza sufficienti risorse hardware. I sistemi presenti all interno del settore civile sono riportati nello schema seguente: Figura 3

50 Grazie a questi nuovi sistemi e all avvio del Processo Civile Telematico sarà possibile depositare gli atti relativamente a:. Decreto ingiuntivo; 2. Esecuzioni; 3. Fallimenti; 4. Atti istruttori; 5. Volontaria giurisdizione. Inoltre è possibile consultare registri e fascicoli informatici mediante la console del magistrato, del cancelliere e dell avvocato. Nell area civile del Tribunale di Gela si evidenzia che non è stata avviata l attività per l implementazione del PCT-Processo Civile Telematico, a meno dell utilizzo del sistema SICID, back office del PCT, che sostituisce i registri SICC, SIVG e SIL rispettivamente per la gestione del contenzioso civile, della volontaria giurisdizione e del lavoro. Di seguito una schematizzazione grafica di una possibile road map per l introduzione del PCT; Figura 4

51 Analogamente, e ancora in relazione a quanto esposto all interno dell analisi, si propone una schematizzazione grafica di una possibile road map per l introduzione delle attività di digitalizzazione del fascicolo; procedura fondamentale per la realizzazione di una gestione omogenea di tutte le fasi del procedimento. Il percorso ideato ha lo scopo di eliminare la consultazione e riproduzione degli atti processuali cartacei, assicurando al contempo un facile utilizzo dei documenti da parte di tutti gli attori del processo: magistrati, avvocati ed uffici di cancelleria. Con l intento di raggiungere tale obiettivo, la Procura potrebbe intraprendere tale percorso al fine di agevolare le attività amministrative connesse ai procedimenti penali e rendere possibile l accesso contemporaneo agli atti per i diversi attori (Avvocati, Magistrati, Cancellieri, etc.) Tipologia di attività Preliminari Tecniche Formazione Diffusione Descrizione - Condivisione dell intervento con tutti gli altri uffici giudiziari del distretto; - studio di fattibilità dei sistemi informativi che permettono la digitalizzazione; - analisi dei punti di forza e di debolezza dei sistemi informativi; - scelta del sistema da utilizzare presso gli uffici giudiziario; - analisi sugli impatti organizzativi. - Verifica degli apparati hardware, software, rete, connettività per il corretto funzionamento dei sistemi; - eventuale approvvigionamento, installazione e configurazione. -Sessione di formazione mirate agli utilizzatori del sistema; -monitoraggio ed analisi dei risultati. - Sensibilizzazione degli ordini degli avvocati. Figura 5

52 ALLEGATO N. Questionario per la definizione delle competenze informatiche

53 Questionario per la rilevazione della matrice delle competenze informatiche COGNOME QUALIFICA NOME COD. FISC. UFFICIO DI APPARTENENZA Le risposte al presente questionario non danno titolo di merito, ma hanno un mero scopo esplorativo e servono per rilevare le attuali competenze informatiche degli utenti. Il compilatore è pertanto pregato di compilare il questionario attenendosi alle seguenti regole: - Compilare il questionario in un tempo massimo di 45 minuti; - n utilizzare internet; - Compilarlo singolarmente. ) Quali tre dispositivi sono considerati dispositivi di output? (Scegliere tre risposte) Rilevatore di impronta digitale Cuffie Monitor Mouse Stampante 2) Quale importante caratteristica è offerta dallo standard USB? Una singola connessione USB ad un computer può sostenere fino a 255 periferiche separate Consente velocità di trasferimento attorno ai 58 Mb/sec in modalità a bassa velocità Consente velocità fino a 92 Mb/sec nella versione 2. Può fornire alimentazione alle periferiche tramite il computer 3) Un tecnico ha bisogno di fare il backup di 4 GB di dati utilizzando un unico dispositivo di memorizzazione. Quale supporto è in grado di memorizzare i 4 GB all interno di un unico disco? Disco Floppy DVD-ROM CD-R DVD+/-R

54 4) Un tecnico sta assistendo un cliente a confrontare due dischi rigidi. Quale unità di misura si utilizza per indicare la velocità di un disco rigido? Giri al minuto Gigabytes Pagine al minuto Cluster al minuto 5) Quali caratteristiche sono determinate dal chipset di una scheda madre? (Scegliere due risposte) La quantità massima di memoria che può essere installata La compatibilità del sistema operativo I tipi di connettori presenti sulla scheda madre Lo schema della tastiera 6) Un utente in una grande azienda di produzione utilizza un PC che è collegato alla rete aziendale. Dove dovrebbe guardare l utente per cercare un server collegato alla rete? Risorse di Rete Pannello di Controllo Risorse del Computer Stampanti e fax 7) Cosa è incluso tipicamente in un service pack? Driver per dispositivi non standard Lista compatibilità hardware (HCL) Aggiornamenti e patch del sistema operativo Definizioni virus 8) Quali di questi sono stemi Operativi? Linux Windows Word Office Microsoft

55 9) Quale combinazione di tasti permette di copiare ed incollare un testo selezionato? ALT + C CTRL + C CTRL + V CTRL + ALT + V ) Ordinare i file per tipo significa: Visualizzarli secondo la dimensione Visualizzarli in base all'estensione Disporre i file di uno stesso argomento in cartelle Visualizzarli in base alla loro importanza ) Con quale combinazione di tasti è possibile spostarsi tra le finestre attive visualizzandole tutte nello stesso momento in una finestra al centro dello schermo? INVIO + TAB ALT + TAB CTRL + TAB ALT + CTRL 2) Quali due porte vengono usate principalmente per la comunicazione e la connettività di rete? Ethernet Modem Parallela DVI PS/2

56 3) Quale tecnologia digitale fornisce una velocità di trasferimento in uscita che è tipicamente inferiore rispetto alla velocità di trasferimento in entrata? ADSL HDSL ISDN PSTN 4) Quale protocollo viene utilizzato per configurare automaticamente i dispositivi di rete? FTP DNS ADSL IPCONFIG DHCP 5) A cosa serve la legenda in un grafico a torta? Descrive l'argomento del grafico Descrive la scala e l'unità di misura Descrive che cosa è riportato in ognuna delle "fette" del grafico 6) E' indispensabile mettere la propria firma in fondo a un messaggio di posta elettronica? Sì, perché in caso contrario, il server di posta si rifiuterebbe di inoltrare il messaggio, ma la si mette per correttezza, perché l'indirizzo del mittente viene automaticamente inserito a piè di pagina 7) L'inserimento di righe in un foglio di calcolo a metà di tabella che contengono dati, provoca la variazione nei riferimenti di cella nelle formule?, escludendo quelle con i riferimenti assoluti, escludendo quelle con i riferimenti relativi, di tutte

57 8) Quali due tipologie di strumenti possono aiutare a proteggere il computer da attacchi maligni? Pulitura disco Software Anti-virus Gestione disco Fdisk Scandisk Software Anti-spyware 9) Come possono gli strumenti web, come Java o Active essere usati per un attacco malevolo? Alterando il livello di interattività di una pagina web Creando delle finestre popup Causando un crash del browser web, rendendo il sistema vulnerabile Installando un programma sconosciuto su un computer 2) Quale è la giusta procedura per impedire ad un utente non autorizzato di indovinare una password e accedere ad un account? Disabilitare il blocco di un account all interno della rete Abilitare un account utente soltanto dopo aver consegnato la password all utente per telefono Bloccare un account dopo un numero finito di tentativi di accesso falliti Impostare la password dell utente in modo da lasciarla in bianco al primo accesso 2) Cosa deve essere fatto per essere sicuri che il software anti-virus su un computer sia capace di rilevare e eliminare i virus più recenti? Pianificare la scansione una volta a settimana Scaricare regolarmente i file delle firme più recenti Pianificare gli aggiornamenti dell anti-virus utilizzando il Task Manager di Windows Seguire le linee guida di configurazione del firewall sul sito del produttore dell anti-virus

58 22) Quale buona pratica dovrebbe essere inclusa in una politica di protezione della password? Incoraggiare gli utenti a documentare le password in un file personale La password dovrebbe contenere un misto di lettere e numeri affinché non sia facile violare l accesso Restringere le password a stringhe di solo testo Restringere le password a stringhe di soli numeri 23) Formattare un testo significa? Copiare il testo Copiare il formato del testo Cambiare forma al testo Cancellare il testo 24) Che cosa indicano le tre icone G C S situate sulla barra della formattazione di un elaboratore di testi? Grassetto, Centrato, nistra Giustificato, Centrato, nistra Grassetto, Corsivo, Sottolineato Grande, Carino, Super 25) Prima di copiare un testo, quale operazione devo eseguire? La selezione del testo La formattazione del testo L'evidenziazione del testo La colorazione del testo 26) Che tipo di barra ha un foglio di calcolo, che un elaboratore testi non ha? La barra del titolo La barra della formula La barra dei menu La barra della formattazione

59 27) Cosa deve essere digitato nella cella C5 per sommare i valori delle celle C e C2 in un foglio di calcolo? C+C2= +C+C2= =+C+C2 =C+C2 28) Una cella di un foglio elettronico può contenere Solo formule Testo, valori o formule Solo numeri Solo valori o formule 29) La rete WWW utilizza documenti creati con il linguaggio FTP HTTP HTML ADSL 3) Cosa si intende per OCR? Un sistema operativo di rete Acronimo di Optical Character Recognition, tecnologia per il riconoscimento dei caratteri stampati su foglio e letti da uno scanner Acronimo di Online Chat Resource, il più grande sito di chat Un particolare tipo di scanner 3) Una mail ricevuta da un mittente sconosciuto: E' meglio non aprirla, può contenere virus Basta controllare che non ci sia scritto spam e poi la posso aprire Se il mittente è un nome di persona posso stare tranquillo

60 32) Il browser è: Un contenitore di pagine ipertestuali Il software che permette la visualizzazione di pagine web Un dispositivo necessario per tradurre i dati digitali del computer in segnali analogici Un software per l'elaborazione di testi 33) Qual è lo strumento che ci consente di trovare una pagina Web senza conoscerne l'indirizzo? I motori di ricerca Il World Wide Web Le newsletter 34) La home page di un sito è: La pagina della casa produttrice del sito La pagina della casa produttrice del browser La prima pagina del sito Una pagina riservata 35) Il JPEG è uno standard di compressione di: Immagini Suoni Video File 36) Con il termine login si fa riferimento Alla procedura di salvataggio Alla procedura di annullamento Alla procedura di ingresso Alla procedura di registrazione Nessuna delle precedenti

61 37) Cosa sono i "Preferiti"? Un insieme di Indirizzi di Posta Elettronica Un insieme di ti prima visitati e memorizzati Un insieme di visitatori del proprio sito web 38) Come si invia tramite posta elettronica un documento digitato in Word? Incollandolo in Outlook Express ed inviandolo Entrare nel documento, selezionarlo e cliccare su MODIFICA-COPIA; entrare nella propria casella di posta, incollare il documento ed inviare Inserire il documento come allegato ed inviare 39) Come è possibile spedire un' a più persone? Inserendo nella casella CC i vari indirizzi di posta elettronica, divisi dal punto e virgola Inserendo gli indirizzi di posta elettronica nella casella A separati l'uno dall'altro dal simbolo * Creando tanti messaggi quante sono le persone a cui inviare il messaggio 4) Word 27 può salvare file in formato: RTF DOC DOC PAG TT

62 ALLEGATO N. 2 Matrice delle competenze informatiche

63

64

65

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE Protocollo PCT di Reggio Emilia 1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE 1.1 Premessa Per effetto dell art.16 bis, 3 comma, del D.L. n.179/2012, conv. con modifiche nella L. 24.12.2012, n. 228 e dell'art. 44

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO ISTRUZIONI PER L'USO VADEMECUM DEL DISTRETTO DELLA CORTE D'APPELLO DI FIRENZE

PROCESSO CIVILE TELEMATICO ISTRUZIONI PER L'USO VADEMECUM DEL DISTRETTO DELLA CORTE D'APPELLO DI FIRENZE PROCESSO CIVILE TELEMATICO ISTRUZIONI PER L'USO VADEMECUM DEL DISTRETTO DELLA CORTE D'APPELLO DI FIRENZE Edizione 1.0 novembre 2014 Nota di presentazione Il vademecum è frutto dell'elaborazione del Referente

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015)

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) 1 Tramite il servizio postale A mani Mediante posta elettronica certificata 2 24 maggio 2013 (= quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI DI SMOBILIZZO DEL CREDITO CERTIFICATO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE AMMINISTRAZIONI DEBITRICI Versione 1.1 del 06/12/2013

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Iscrizione al ReGIndE. tramite il Portale dei Servizi Telematici

Iscrizione al ReGIndE. tramite il Portale dei Servizi Telematici Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A. www.procedure.it Iscrizione al ReGIndE (Registro Generale degli Indirizzi Elettronici) tramite il Portale dei Servizi Telematici Vademecum operativo realizzato dalla società

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140 LINEE GUIDA PER L INSERIMENTO ED IL RIUSO DI PROGRAMMI INFORMATICI O PARTI DI ESSI PUBBLICATI NELLA BANCA DATI DEI PROGRAMMI INFORMATICI RIUTILIZZABILI DI DIGITPA DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

BREVE GUIDA AL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

BREVE GUIDA AL PROCESSO CIVILE TELEMATICO BREVE GUIDA AL PROCESSO CIVILE TELEMATICO PREFAZIONE Il presente lavoro ha come unico intento fornire ai Colleghi Avvocati che si avvicinano al PCT una guida pratica all'uso dello strumento telematico,

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 500 del 9.6.2011 INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Albo Pretorio on line Art. 3 Modalità di pubblicazione e accesso Art.

Dettagli

INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com

INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com La presente Informativa è resa, anche ai sensi del ai sensi del Data Protection Act 1998, ai visitatori (i Visitatori ) del sito Internet

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE 1. L istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

di Roberto Fontana, magistrato

di Roberto Fontana, magistrato 10.1.2014 LE NUOVE NORME SULLA FISSAZIONE DELL UDIENZA E LA NOTIFICAZIONE DEL RICORSO E DEL DECRETO NEL PROCEDIMENTO PER DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO di Roberto Fontana, magistrato Sommario. 1. La nuova

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Direzione generale degli affari generali e riforma La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Dematerializzazione dei document i dell Amministrazione Regionale Conferenza stampa dell Assessore Massimo

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO -

AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO - AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO - (Art.5 c.1 e All.A del "Regolamento per l aggiornamento della competenza professionale"

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Business Process Reengineering

Business Process Reengineering Business Process Reengineering AMMISSIONE ALL'ESAME DI LAUREA Barbagallo Valerio Da Lozzo Giordano Mellini Giampiero Introduzione L'oggetto di questo lavoro riguarda la procedura di iscrizione all'esame

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario.

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario. REGIO DECRETO 30 gennaio 1941 n. 12 ( indice ) (modificato e aggiornato dalle seguenti leggi: R.D.L. n. 734/43, L. n. 72/46, L. n. 478/46, R.D.Lgs. n. 511/46, L. n. 1370/47, L. n. 1794/52, L. n. 1441/56,L.

Dettagli

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Abbiamo creato questo questionario per aiutarti a prepararti per il workshop e per farti pensare ai diversi aspetti delle collezioni digitali

Dettagli

L AMMINISTRATORE DEL SISTEMA INFORMATICO AZIENDALE: REGIME NORMATIVO E OBBLIGHI DI LEGGE. Avv. Luca Giacopuzzi www.lucagiacopuzzi.

L AMMINISTRATORE DEL SISTEMA INFORMATICO AZIENDALE: REGIME NORMATIVO E OBBLIGHI DI LEGGE. Avv. Luca Giacopuzzi www.lucagiacopuzzi. L AMMINISTRATORE DEL SISTEMA INFORMATICO AZIENDALE: REGIME NORMATIVO E OBBLIGHI DI LEGGE Avv. Luca Giacopuzzi www.lucagiacopuzzi.it INDICE: 1) Considerazioni preliminari 1.1) La portata giuridico-formale

Dettagli

Comune di Castelfranco di Sotto

Comune di Castelfranco di Sotto Comune di Castelfranco di Sotto Ufficio Ragioneria OGGETTO: Introduzione alla fatturazione elettronica presso il Comune di Castelfranco di Sotto L obbligo della fatturazione elettronica nei confronti della

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 \ Premessa L obiettivo generale I settori chiave di intervento La cittadinanza digitale Il welfare e la salute Il fisco L edilizia L impresa Gli strumenti

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli