La costanza nel mutamento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La costanza nel mutamento"

Transcript

1 Atel Holding SA Bahnhofquai 12, CH-4601 Olten Fa testo quanto verbalmente espresso. 24 aprile 2008 Assemblea generale ordinaria di Atel Holding SA del 24 aprile 2008 La costanza nel mutamento Dr. Rainer Schaub, Presidente del Consiglio d amministrazione Benvenuto L odierna assemblea generale si svolge per la prima volta sotto il nome di Atel Holding SA. Questa nuova società è prima di tutto il risultato intermedio di un processo di trasformazione intrapreso due anni fa, un processo che alla fine riunirà Atel, l azienda di approvvigionamento energetico della Svizzera occidentale EOS ed eventualmente anche le attività svizzere di Électricité de France sotto il mantello di un nuovo gruppo svizzero attivo nel settore dell'energia elettrica. Con la conversione delle vostre vecchie azioni di Aar e Ticino SA di Elettricità in nuove azioni di Atel Holding SA vi siete schierati attivamente a favore di questo processo di trasformazione. Atel Holding detiene ora il 99,82 per cento di tutte le azioni di Aar e Ticino SA di Elettricità. Ancora nel semestre in corso raggiungeremo presumibilmente una partecipazione del 100 per cento, portando così a termine, anche sotto il profilo formale, l auspicata semplificazione della struttura degli azionisti. Si tratta infatti di uno dei requisiti fissati per la prevista fusione con EOS ed eventualmente anche con le attività svizzere del gruppo EDF. Telefono Fax Internet

2 Pagina 2/7 Attualmente è in corso la valutazione di Atel ed EOS. Essa costituisce il prerequisito di base per la realizzazione della fusione. L obiettivo resta la struttura degli azionisti stabilita nel contratto consorziale: consorzio degli azionisti svizzeri di minoranza: 30 per cento EOS: 30 per cento EDF: 25 per cento il pubblico, inclusa la partecipazione della società A2A nata dalla fusione delle aziende elettriche di Milano e Brescia: 15 per cento. Contiamo di poter condurre la valutazione e realizzare i passi successivi nel corso dei prossimi mesi. Naturalmente, è ancora necessario chiarire alcune questioni in questo contesto. Sarebbe infatti un errore restare invischiati nei dettagli e accordarsi soltanto su un minimo comune denominatore. Vogliamo avere il coraggio di agire in grande stile. E chiediamo la volontà di creare un'azienda con una direzione unitaria e un orientamento industriale il gruppo energetico svizzero leader con un orientamento europeo. Al momento prevediamo di perfezionare la fusione verso la fine del 2008 e di avviare la nuova società all inizio del Con la vostra presenza testimoniate di essere altrettanto convinti delle nostre capacità e delle prospettive future della nostra nuova, grande azienda. Perché credete nel potenziale dei mercati energetici. Ma anche perché sapete di poter fare affidamento su fattori di provato successo. Il nostro mercato resta infatti immutato, nonostante la nuova azienda. Anche le collaboratrici e i collaboratori sono i medesimi di prima, così come restano invariati i valori che hanno tenuto alto il nome di Atel nel corso degli ultimi 114 anni. Radicata nella società Atel deve la sua storia di successo proseguita durante tutti questi anni alle decisioni lungimiranti dei suoi organi di direzione, all impegno attivo delle sue collaboratrici e dei suoi collaboratori, agli azionisti, ai clienti e al sostegno del Canton Soletta, ma anche al contesto economico e sociale in cui si muove. Ci siamo sempre sentiti obbligati nei

3 Pagina 3/7 confronti di questo contesto. Attraverso il nostro mandato di approvvigionamento, attraverso l alta qualità dei nostri servizi, ma anche tenendo sempre i piedi per terra nelle questioni rilevanti per la società. Puntiamo sulla costanza. Vogliamo riconoscere i risultati. Vogliamo creare incentivi al loro raggiungimento, ma senza mai perdere di vista il nostro buonsenso e il nostro raziocinio. Nell interesse dell azienda, nell interesse degli azionisti, nell interesse di tutta la piazza economica svizzera. Ma non vogliamo limitarci semplicemente a portare avanti ciò che si è rivelato efficace in passato. Vogliamo anche guardare avanti. Per questo motivo, oltre che sulla continuità dei valori puntiamo anche sul mutamento nell organizzazione aziendale, una strategia che ha dato i suoi frutti anche nel Lo sviluppo di Atel Nell esercizio 2007 il Gruppo Atel ha realizzato un ottimo risultato. La dinamica rallegrante dell ultimo anno è stata caratterizzata da alcuni fattori: la situazione economica favorevole sui principali mercati: la Germania, la Svizzera e l Italia; la notevole disponibilità delle aziende elettriche; un eccellente gestione della qualità e dei costi e una realizzazione professionale dei progetti; il successo commerciale. Il Consiglio d amministrazione osserva con soddisfazione che tutte le divisioni hanno contribuito alla realizzazione di questo risultato di successo; che il programma di riorganizzazione e di focalizzazione degli ultimi anni dà i suoi frutti; che il settore dei servizi energetici registra un evoluzione positiva e che siamo pronti ad affrontare al meglio il futuro o grazie a grandi progetti quali l Alptransit Gottardo della Atel Installationstechnik SA;

4 Pagina 4/7 o grazie alla costruzione di centrali elettriche da parte della nostra controllata tedesca, il Gruppo GAH. Il Consiglio d amministrazione rileva inoltre che l energico ingresso sul mercato estero europeo si è rivelato un ottima scelta strategica e che il trend di successo pluriennale registrato seguendo la strategia di commerciante di energia elettrica basato sulla produzione prosegue. La strategia di successo ha avuto inoltre ripercussioni sul rallegrante aumento del 6,7% dell occupazione a 9'034 posti di lavoro a tempo pieno; sullo sviluppo dell utile del gruppo; sulla richiesta di raddoppiare la distribuzione di dividendi agli azionisti. Vi proponiamo la distribuzione di un dividendo nettamente superiore, nell ordine del 25 per cento dell utile consolidato. A fronte del ritardo temporale della registrazione contabile dei risultati, il Consiglio d amministrazione vi chiede di operare, al posto di una distribuzione di dividendi, una riduzione del valore nominale di 10 CHF per azione nominativa. Rispetto alle vostre vecchie azioni, ciò corrisponde a un raddoppio dei dividendi da 40 a 80 CHF, per giunta privilegiato fiscalmente. Quest anno Atel punta nuovamente a realizzare una crescita del fatturato. Dobbiamo tenere conto, in questo contesto, anche dell accresciuta importanza assunta dalle condizioni quadro. La progressiva liberalizzazione, la situazione dei prezzi e l aumento degli interventi sul piano regolamentare costituiscono infatti ulteriori sfide. Le condizioni quadro Il successo della nostra azienda dipende in misura non indifferente da questi sviluppi in atto senza sosta. Senz'altro non esagero affermando che l'energia e l'approvvigionamento energetico vanno assumendo un ruolo sempre più centrale nella

5 Pagina 5/7 percezione dell opinione pubblica, risvegliando così anche il desiderio di regolamentazione degli ambienti politici. Attualmente questi ultimi trovano un ambito d intervento ampio e sfaccettato anche sotto l'etichetta insospettabile della liberalizzazione del mercato dell energia elettrica. Un aspetto essenziale è costituito dal cambiamento climatico. A Bali gli Stati aderenti alla Convenzione sul clima dell ONU si sono accordati su una linea di condotta comune per ridurre in tempi brevi i gas a effetto serra e poter mantenere così sotto controllo il riscaldamento terrestre. Dal canto suo, l UE si è prefissa di agire rapidamente. Entro il 2020 essa intende ridurre le emissioni di gas a effetto serra del 20, eventualmente del 30 per cento rispetto al Nello stesso arco di tempo essa intende inoltre aumentare al 20 per cento del consumo energetico complessivo la percentuale di energie rinnovabili. La Svizzera ha adottato a grandi linee questi obiettivi. Si tratta di obiettivi molto ambiziosi, poiché la nostra produzione di energia elettrica è già oggi in larga misura esente da CO 2. Gli obiettivi potranno essere raggiunti soltanto se riusciremo ad attuare la politica energetica del Consiglio federale, basata sui quattro pilastri dell efficienza energetica, delle energie rinnovabili, della politica estera in materia energetica e degli impianti di grande potenza. Crediamo in questi quattro pilastri. Grazie al suo forte ancoraggio al settore dei servizi energetici, Atel vanta un posizionamento eccellente per continuare a promuovere con slancio l efficienza energetica. Da qui al 2030 intendiamo inoltre fornire un contributo sostanziale di circa 5 TWh alla crescita nazionale anche nel comparto delle energie rinnovabili. Abbiamo già messo a disposizione le risorse necessarie a questo scopo. Ma realizzare una maggiore efficienza energetica e produrre più energia rinnovabile non significa automaticamente meno corrente elettrica, al contrario. La riduzione delle emissioni di CO 2 si accompagnerà infatti inevitabilmente a un aumento del consumo di energia elettrica. Perché efficienza non significa soltanto risparmio. Efficienza significa anche sostituire energie fossili con energia elettrica. Basti pensare, a questo proposito,

6 Pagina 6/7 alle termopompe al posto del riscaldamento a gasolio, al traffico su rotaia al posto dei chilometri di strada e ai motori ibridi ed elettrici al posto di quelli a benzina. Con il suo concetto di recente introduzione, il Politecnico federale segna la strada futura della politica energetica. La scienza attribuisce un ruolo chiave all elettricità in questo contesto. Anche la politica riconosce il crescente fabbisogno di energia elettrica. Oltre all efficienza energetica, alle energie rinnovabili e all importazione di energia elettrica essa prevede pertanto anche la costruzione di nuovi impianti di grande potenza in Svizzera. Ma nessuno vuole le centrali alimentate a carbone, mentre le centrali combinate a gas non sono convenienti a causa dei vincoli che sono tenute a rispettare, quanto meno fino a quando il Parlamento non allenterà le proprie disposizioni in materia di compensazione di CO 2. Non vi sono tuttavia segnali in tal senso. Resta dunque l energia nucleare. Non vogliamo certo esaltarla. Ciò nonostante, oggi essa incontra, sia in Svizzera che all'estero, una maggiore accettazione anche soltanto rispetto a qualche anno fa. L energia nucleare non ha un impatto sull'aria, non produce emissioni di CO 2, è economica e consolida la sicurezza degli approvvigionamenti. Inoltre richiede poco posto e concede spazio sufficiente alla natura. Siamo disposti a partecipare alla costruzione di una nuova centrale nucleare. Saremmo anche a disposti a fungere da capofila in un simile progetto. Abbiamo la volontà, possediamo le necessarie competenze e vogliamo assumerci insieme al Canton Soletta la nostra responsabilità per la sicurezza degli approvvigionamenti energetici del Paese. Siamo naturalmente aperti a partnership e partecipazioni. Vogliamo essere partner paritetici in un rapporto basato sulla reciprocità. È quanto ci impone non solo la razionalità economica, ma anche quella politica. Come è accaduto spesso nella storia di successo della nostra azienda, ci troviamo dunque di fronte a grandi decisioni e investimenti. Grazie alla nostra presenza in Svizzera e all estero, alla nostra estensione sul mercato e alla nostra solidità finanziaria possiamo e vogliamo compiere un grande passo avanti e anche finanziarlo.

7 Pagina 7/7 Sintetizzando, posso dunque affermare che nel 2008 intendiamo perfezionare strutture appropriate per il futuro costruire un nuovo gruppo energetico ancora più potente portare avanti lo sviluppo della nostra capacità produttiva in Svizzera e all estero brillare grazie al nostro solido lavoro quotidiano al fronte. Vi ringrazio per il vostro sostegno.

Alpiq: buon risultato per Atel ed EOS

Alpiq: buon risultato per Atel ed EOS Comunicato stampa Olten, 18 marzo 2009 Conferenza stampa annuale congiunta a Berna Alpiq: buon risultato per Atel ed EOS Nell esercizio 2008, le due imprese energetiche svizzere Atel ed EOS hanno ottenuto

Dettagli

Atel fornitrice completa di servizi energetici

Atel fornitrice completa di servizi energetici Aar e Ticino SA di Elettricità Bahnhofquai 12, CH-4601 Olten Fa testo quanto verbalmente espresso 26 aprile 2007 112 a Assemblea generale di Atel del 26 aprile 2007 Atel fornitrice completa di servizi

Dettagli

Il 2005 è stato un anno impegnativo

Il 2005 è stato un anno impegnativo Aar e Ticino SA di Elettricità Bahnhofquai 12, CH-4601 Olten Fa testo quanto verbalmente espresso. 27 aprile 2006 111 a Assemblea generale dell Atel del 27 aprile 2006 Il 2005 è stato un anno impegnativo

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Politica energetica e ruolo delle aziende

Politica energetica e ruolo delle aziende Politica energetica e ruolo delle aziende Giovanni Bernasconi TicinoEnergia e SPAAS Manno, 27 novembre 2013 Evoluzione consumi in Ticino 1950-2012 2 2 Bilancio energetico 2012 Struttura Consumo totale:

Dettagli

Apertura del mercato elettrico: sfide e opportunità

Apertura del mercato elettrico: sfide e opportunità Apertura del mercato elettrico: sfide e opportunità Fa stato il testo orale Relazione di Fritz Kilchenmann, presidente del Consiglio di amministrazione di BKW FMB Energie SA, in occasione dell Assemblea

Dettagli

Solida redditività operativa Maggior utile netto

Solida redditività operativa Maggior utile netto Esercizio 2009 Fa stato il testo orale Solida redditività operativa Maggior utile netto Relazione di Beat Grossenbacher, responsabile Finanze e Servizi, in occasione della conferenza stampa annuale del

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI

I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI Ing. Manlio Palmarocchi STES SONO ANNI CHE STES, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI E DEI RISULTATI CHE ARRIVANO DALL ONU ATTRAVERSO L IPCC, UNO

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Lo scenario energetico in Italia

Lo scenario energetico in Italia Lo scenario energetico in Italia Il Bilancio Energetico Nazionale Il Ministero dello Sviluppo Economico pubblica annualmente il Bilancio Energetico Nazionale (BEN) del nostro Paese. Questo ci dà l opportunità

Dettagli

un autentico rilancio dello sviluppo europeo e italiano necessita di un sistema

un autentico rilancio dello sviluppo europeo e italiano necessita di un sistema Le fonti ri n n ova b i l i : politiche e pro s p e t t i ve e u ro p e e di Vittorio Prodi un autentico rilancio dello sviluppo europeo e italiano necessita di un sistema energetico rinnovato e ambientalmente

Dettagli

www.solarworld-italia.com

www.solarworld-italia.com www.solarworld-italia.com >>NON HO PIÙ NIENTE A CHE FARE CON LE FONTI FOSSILI.

Dettagli

Richiamiamo di seguito le principali ipotesi assunte, rimandando alla Tab. 4-6 il dettaglio dei valori numerici.

Richiamiamo di seguito le principali ipotesi assunte, rimandando alla Tab. 4-6 il dettaglio dei valori numerici. 5773/2207; DGR-8745/2008) riguardanti le prestazioni energetiche degli edifici e degli impianti, sia nuovi (autorizzati successivamente al 1 gennaio 2010) che quelli oggetto di ristrutturazioni significative.

Dettagli

Nello scorso mese di novembre, la Cc-Ti, insieme

Nello scorso mese di novembre, la Cc-Ti, insieme Attualità Energia, efficienza energetica, risorse in azienda di Lisa Pantini Nello scorso mese di novembre, la Cc-Ti, insieme ad importanti partner (TicinoEnergia, il Centro di coordinamento del programma

Dettagli

Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani

Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani Il rapporto racconta con numeri, tabelle, cartine il salto impressionante che si è verificato in Italia nel numero degli impianti installati. Attraverso nuovi impianti

Dettagli

ENERGIA E SOSTENIBILITÀ

ENERGIA E SOSTENIBILITÀ LE PROPOSTE DI CONFINDUSTRIA L elevato costo dell energia penalizza la competitività e riduce il potere d acquisto delle famiglie, sottraendo risorse allo sviluppo di nuove attività e agli investimenti.

Dettagli

Sistema ibrido VITOCALDENS 222-F

Sistema ibrido VITOCALDENS 222-F Sistema ibrido VITOCALDENS 222-F Perchè un sistema ibrido conviene? 2/3 Per sistema ibrido si intende un dispositivo o un impianto in cui sono presenti generatori di calore alimentati da diverse fonti

Dettagli

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE Manifesto per l energia del futuro È in discussione in Parlamento il disegno di legge sulla concorrenza, che contiene misure che permetteranno il completamento del

Dettagli

Energia che basta e avanza! Il Sole.

Energia che basta e avanza! Il Sole. Il Sole. Energia che basta e avanza! Ogni giorno il Sole produce una quantità di energia 3000 volte superiore al fabbisogno dell umanità intera e questo ancora per altri 5 miliardi di anni. L energia solare:

Dettagli

SCUOLA DIOCESANA REDEMPTORIS MATER

SCUOLA DIOCESANA REDEMPTORIS MATER SCUOLA DIOCESANA REDEMPTORIS MATER L ENERGIA IN ITALIA E LA CREAZIONE DELLE CENTRALI NUCLEARI Azione del Governo in merito all energia nucleare e alle fonti di energia rinnovabili (Albenga, 27 aprile 2009)

Dettagli

L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI.

L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI. L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI. www.assoelettrica.it INTRODUZIONE Vieni a scoprire l energia dove nasce ogni giorno. Illumina, nel cui ambito si svolge la terza edizione

Dettagli

Memoria per l audizione di Anigas

Memoria per l audizione di Anigas X COMMISSIONE ATTIVITA PRODUTTIVE, COMMERCIO E TURISMO CAMERA DEI DEPUTATI Indagine conoscitiva sulla strategia energetica nazionale sulle principali problematiche in materia di energia Memoria per l audizione

Dettagli

Risultato influenzato dal difficile contesto di mercato e dagli oneri straordinari

Risultato influenzato dal difficile contesto di mercato e dagli oneri straordinari Fa stato il testo orale Esercizio 2011 Risultato influenzato dal difficile contesto di mercato e dagli oneri straordinari Relazione di Beat Grossenbacher, responsabile Finanze e Servizi, in occasione della

Dettagli

Î ± ± di maggioranza. 6835 R1 10 giugno 2014 FINANZE E ECONOMIA ݱ²½» ²»

Î ± ± di maggioranza. 6835 R1 10 giugno 2014 FINANZE E ECONOMIA ݱ²½» ²» Î ± ± di maggioranza ²«³» ± ¼ Ü ³»² ± 6835 R1 10 giugno 2014 FINANZE E ECONOMIA ݱ²½» ²» della Commissione speciale energia sul messaggio 10 luglio 2013 concernente l'approvazione del rapporto di gestione

Dettagli

Comunicato. I ticinesi campioni svizzeri nella tutela del clima

Comunicato. I ticinesi campioni svizzeri nella tutela del clima Comunicato I ticinesi campioni svizzeri nella tutela del clima Zurich Svizzera www.zurich.ch Zurigo Compagnia di Assicurazioni SA Zurigo Compagnia di Assicurazioni sulla Vita SA Media Relations Thurgauerstrasse

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Bellinzona, venerdì 14 marzo 2014. Risultati finanziari 2013

Bellinzona, venerdì 14 marzo 2014. Risultati finanziari 2013 Bellinzona, venerdì 14 marzo 2014 Risultati finanziari 2013 Presentazione dei risultati finanziari 2013 Rispetto al 2012 la Banca dello Stato del Cantone Ticino registra una buona progressione dell utile

Dettagli

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA ISTITUTO DI RICERCHE ECONOMICHE E SOCIALI Osservatorio Energia Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA PREMESSA Nel marzo 2007, l Unione europea ha varato il primo concreto

Dettagli

Il ruolo delle pompe di calore nel futuro contesto energetico. Ennio Macchi Dipartimento di Energetica - Politecnico di Milano

Il ruolo delle pompe di calore nel futuro contesto energetico. Ennio Macchi Dipartimento di Energetica - Politecnico di Milano Il ruolo delle pompe di calore nel futuro contesto energetico Dipartimento di Energetica - Politecnico di Milano Il quesito cui cercherò di rispondere 2 La pompa di calore utilizza energia elettrica per

Dettagli

Assemblea Ordinaria del 26 27 Aprile 2010. Relazione illustrativa degli Amministratori sul punto 1 dell ordine del giorno:

Assemblea Ordinaria del 26 27 Aprile 2010. Relazione illustrativa degli Amministratori sul punto 1 dell ordine del giorno: PIERREL S.p.A. Sede legale in Milano, Via Giovanni Lanza 3 - Capitale sociale Euro 14.420.000,00 i.v. - Codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano n. 04920860964 Relazione

Dettagli

Una scelta logica: riscaldare con la legna.

Una scelta logica: riscaldare con la legna. Una scelta logica: riscaldare con la legna. Bosco curato. Calore piacevole. Clima sano. Riscaldare con la legna: un ciclo naturale senza spreco di risorse. Sappiamo tutti a cosa deve mirare una politica

Dettagli

- Sehr geehrte Damen und Herren - Mesdames, Messieurs - Gentili Signore, egregi Signori, - benvenuti alla conferenza stampa sul bilancio della Posta

- Sehr geehrte Damen und Herren - Mesdames, Messieurs - Gentili Signore, egregi Signori, - benvenuti alla conferenza stampa sul bilancio della Posta Intervento di Peter Hasler Presidente del Consiglio di amministrazione, La Posta Svizzera SA Conferenza stampa sul bilancio, 13 marzo 2014 FA FEDE IL TESTO EFFETTIVAMENTE PRONUNCIATO Lucido 1 Abbiamo posto

Dettagli

PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI

PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI Lo studio WETO-H2 ha elaborato una proiezione di riferimento del sistema energetico mondiale e due scenari di variazione,

Dettagli

Axpo Italia SpA prima tra i trader italiani nelle graduatorie stilate dalla rivista Energy Risk

Axpo Italia SpA prima tra i trader italiani nelle graduatorie stilate dalla rivista Energy Risk Genova, 13/02/2013 Comunicato Stampa prima tra i trader italiani nelle graduatorie stilate dalla rivista Energy Risk La società, consociata del gruppo svizzero Axpo attivo nei mercati europei dell'energia,

Dettagli

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG TERZA CONFERENZA AMBIENTALE DEI MINISTRI E DEI LEADER POLITICI REGIONALI DELL'UNIONE EUROPEA LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG Dopo l incontro di preparazione tenuto nella regione Rhône-Alpes, Francia, il 28

Dettagli

Conferenza stampa. La partecipazione di AET al progetto Lünen. "Malagestione" di Sergio Salvioni e Silvano Toppi. La Centrale Le Valli

Conferenza stampa. La partecipazione di AET al progetto Lünen. Malagestione di Sergio Salvioni e Silvano Toppi. La Centrale Le Valli Conferenza stampa La partecipazione di AET al progetto Lünen "Malagestione" di Sergio Salvioni e Silvano Toppi La Centrale Le Valli Monte Carasso, 1. febbraio 2011 La partecipazione di AET al progetto

Dettagli

Assemblea straordinaria degli Azionisti. 1 convocazione: 8 maggio 2012 ore 15.30 2 convocazione: 9 maggio 2012 ore 15.30

Assemblea straordinaria degli Azionisti. 1 convocazione: 8 maggio 2012 ore 15.30 2 convocazione: 9 maggio 2012 ore 15.30 KME Group S.p.A. Assemblea straordinaria degli Azionisti 1 convocazione: 8 maggio 2012 ore 15.30 2 convocazione: 9 maggio 2012 ore 15.30 Punto 1 ordine del giorno Proposta di autorizzazione all acquisto

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas COMUNICATO Energia: da aprile bollette elettricità ancora in calo (-3,1%), aumento per il gas (+3,6%) Oltre al caro- petrolio, pesa sul gas il basso grado di concorrenza

Dettagli

Diventate membri dell associazione. L unione delle forze del settore solare

Diventate membri dell associazione. L unione delle forze del settore solare Diventate membri dell associazione L unione delle forze del settore solare Il vostro supporto neutrale per informazioni, formazione, assicurazione di qualità e pubblicità comune Il vostro portavoce per

Dettagli

Passaggio a generatori di calore mobili a pellet

Passaggio a generatori di calore mobili a pellet Programma Generatori di calore mobili della Fondazione per la protezione del clima e la compensazione di CO₂ KliK Passaggio a generatori di calore mobili a pellet Meno costi e meno CO₂! Optate per un generatore

Dettagli

Creare posti di lavoro proteggendo il clima I lavori verdi nei paesi del G8 e in Italia

Creare posti di lavoro proteggendo il clima I lavori verdi nei paesi del G8 e in Italia Briefing Creare posti di lavoro proteggendo il clima I lavori verdi nei paesi del G8 e in Italia Luglio 2009 I leader del G8 a L Aquila hanno l opportunità di dare impulso all economia e all occupazione

Dettagli

Nota per incontro con On.le Andrea Ronchi, Ministro per le Politiche Comunitarie

Nota per incontro con On.le Andrea Ronchi, Ministro per le Politiche Comunitarie Nota per incontro con On.le Andrea Ronchi, Ministro per le Politiche Comunitarie Introduzione L Europa dovrà affrontare delle sfide importanti nell immediato futuro: ripresa economica, politica monetaria,

Dettagli

Energia: indici e misurazione

Energia: indici e misurazione nergia: indici e misurazione Introduzione La richiesta energetica di un processo produttivo incide in maniera sostanziale sul suo impatto ambientale; le ragioni alla base di questa affermazione vanno ricercate

Dettagli

Analisi e riflessioni sulle tendenze e la regolamentazione del mercato energeticoambientale

Analisi e riflessioni sulle tendenze e la regolamentazione del mercato energeticoambientale Analisi e riflessioni sulle tendenze e la regolamentazione del mercato energeticoambientale in Italia Francesco Gullì Alba, 27 gennaio 2011 Tre angoli di visuale Dinamica del prezzo del petrolio (accresciuta

Dettagli

Atel / Motor-Columbus: avviate le prossime tappe verso la ristrutturazione

Atel / Motor-Columbus: avviate le prossime tappe verso la ristrutturazione NOT FOR DISTRIBUTION IN THE UNITED STATES, CANADA, AUSTRALIA, JAPAN Comunicato stampa dell 8 ottobre 2007 Atel / Motor-Columbus: avviate le prossime tappe verso la ristrutturazione Aar e Ticino SA di Elettricità

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Le cifre caratteristiche più importanti del primo semestre 2012 in sintesi:

Le cifre caratteristiche più importanti del primo semestre 2012 in sintesi: San Gallo, 3 settembre 212 Comunicato stampa Solido risultato di Helvetia Nel corso del primo semestre 212 il Gruppo Helvetia ha ottenuto un profitto di CHF 162.7 milioni. Con un volume d affari di CHF

Dettagli

Allocuzione presidenziale Dr. Gabriele Gabrielli, Président d Electrosuisse

Allocuzione presidenziale Dr. Gabriele Gabrielli, Président d Electrosuisse Fa stato il parlato Assemblea generale di Electrosuisse del 19 maggio 2016 a Baden Allocuzione presidenziale Dr. Gabriele Gabrielli, Président d Electrosuisse Gentili signore ed egregi signori Cari membri

Dettagli

Preventivo 2016. In milliardi

Preventivo 2016. In milliardi Panoramica Preventivo 2016 In milliardi Deficit Uscite Per il 2016 è atteso un deficit del bilancio ordinario di 0,4 miliardi. Le direttive del freno all indebitamento potranno pertanto essere rispettate

Dettagli

Rapporto dei presidenti

Rapporto dei presidenti Rapporto dei presidenti Nonostante le difficili condizioni quadro economiche, nel 2015 il Gruppo Migros ha ottenuto un fatturato pari a CHF 27.4 miliardi, con una crescita dello 0.1 %. Inoltre è riuscita

Dettagli

Strategia territoriale per le aree dell arco alpino

Strategia territoriale per le aree dell arco alpino Strategia territoriale per le aree dell arco alpino Documento di sintesi I cantoni alpini intendono rafforzare l area alpina quale spazio vitale, economico e culturale poliedrico, caratterizzato dalla

Dettagli

Un passo avanti e due indietro: il settore termoelettrico nel sistema EU ETS

Un passo avanti e due indietro: il settore termoelettrico nel sistema EU ETS Un passo avanti e due indietro: il settore termoelettrico nel sistema EU ETS Milano, 28-02-06 www.kyototarget.org Per approfondimenti: Davide Zanoni, zanoni@avanzi.org Tel. 02-36518110 Cell 333 4963144

Dettagli

Energia e ambiente: sviluppo sostenibile. Prof. Ing. Sergio Rapagnà Facoltà di Agraria Università degli Studi di Teramo

Energia e ambiente: sviluppo sostenibile. Prof. Ing. Sergio Rapagnà Facoltà di Agraria Università degli Studi di Teramo Energia e ambiente: sviluppo sostenibile Prof. Ing. Sergio Rapagnà Facoltà di Agraria Università degli Studi di Teramo La quantità di energia consumata dipende dal grado di sviluppo dell economia Tempo:

Dettagli

Verso il futuro con un parco di produzione ampio e solido

Verso il futuro con un parco di produzione ampio e solido Esercizio 2010 Fa fede la versione orale Verso il futuro con un parco di produzione ampio e solido Relazione di Hermann Ineichen, direttore del settore d attività Energia Svizzera, alla conferenza stampa

Dettagli

Energia, tecnologia e sfide ambientali: fosche previsioni della ricerca europea per il mondo nel 2030

Energia, tecnologia e sfide ambientali: fosche previsioni della ricerca europea per il mondo nel 2030 IP/3/661 Bruxelles, 12 maggio 23 Energia, tecnologia e sfide ambientali: fosche previsioni della ricerca europea per il mondo nel 23 Nel 23 il consumo mondiale di energia risulterà raddoppiato; tra le

Dettagli

1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia

1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia ! "# 1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia 4. Le dinamiche del cambiamento 5. Quali dimensioni

Dettagli

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA Città a mobilità elettrica è un progetto sperimentale che attraverso l utilizzo dei mezzi alimentati ad energia pulita, vuole dimostrare concretamente che un altro modo

Dettagli

MAMMA!!!! SPEGNI QUELLA LUCE!!!!

MAMMA!!!! SPEGNI QUELLA LUCE!!!! MAMMA!!!! SPEGNI QUELLA LUCE!!!! Immagine elaborata con i dati forniti dal Defense Meteorological Satellite Program (DMSP) Operational Linescan System (OLS). ( NASA) ENERGIA L energia è la capacità di

Dettagli

IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC)

IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC) IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC) Conferenza stampa Bellinzona, 10 aprile 2013 Evoluzione consumi in Ticino 1950-2011 10.4.2013 Conferenza stampa 2 Bilancio energetico 2011 -Struttura Consumo totale

Dettagli

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013 Gentile famiglia Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Il Comune di Brivio ha sottoscritto il Patto dei Sindaci, iniziativa Europea nata

Dettagli

Quanto calore consumano gli edifici residenziali in Ticino? Aggiornamento della metodologia di stima dell indice energetico per il fabbisogno termico

Quanto calore consumano gli edifici residenziali in Ticino? Aggiornamento della metodologia di stima dell indice energetico per il fabbisogno termico Analisi Quanto calore consumano gli edifici residenziali in Ticino? Aggiornamento della metodologia di stima dell indice energetico per il fabbisogno termico Pamela Bianchi, Luca Pampuri, Giorgia Crivelli,

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 23 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Bruno Pfister Il 23 è stato un anno positivo per Swiss Life. Tutte le nostre unità di affari

Dettagli

PIANO ENERGETICO AMBIENTALE DEL COMUNE DI POTENZA Linee guida

PIANO ENERGETICO AMBIENTALE DEL COMUNE DI POTENZA Linee guida PIANO ENERGETICO AMBIENTALE DEL COMUNE DI POTENZA Linee guida P.I. Gino D Angelo Tecnico Responsabile per la Conservazione e l Uso dell Energia del Comune di Potenza Introduzione Il Tecnico Responsabile

Dettagli

deterioramento compreso tra il 25% e il 30% del livello di rating. Moody s: 3. Il costo medio del capitale nel nucleare

deterioramento compreso tra il 25% e il 30% del livello di rating. Moody s: 3. Il costo medio del capitale nel nucleare 1. Premessa Una recente analisi dell agenzia di rating Moody s sulle implicazioni finanziarie dell investimento nucleare ci permette alcune riflessioni e confronti con la situazione italiana, dove Enel,

Dettagli

All acquisto di un auto pensate al clima

All acquisto di un auto pensate al clima All acquisto di un auto pensate al clima Informazioni riguardo alle prescrizioni sulle emissioni di CO ² delle automobili Schweizerische Eidgenossenschaft Confédération suisse Confederazione Svizzera Confederaziun

Dettagli

Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA GENNAIO - MARZO 2001

Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA GENNAIO - MARZO 2001 Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA GENNAIO - MARZO 2001 INDICE 1. Commento 2. Fonti primarie di energia 3. Indice dei consumi di energia in fonti primarie 4. Emissioni di CO

Dettagli

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.10. Gas naturale P.10

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.10. Gas naturale P.10 119 Situazione attuale (2008) La diffusione del gas naturale in Svizzera è iniziata a partire dalla metà degli anni Settanta, con la realizzazione del gasdotto di transito, che attraversa il paese per

Dettagli

EcoCondens Kompakt BBK

EcoCondens Kompakt BBK Semplicemente più vicini. 01 EcoCondens Kompakt BBK Caldaia a gas a condensazione BRÖTJE La vicinanza è il nostro punto forte 02 Perchè? Perché vicinanza significa per noi assistenza, progresso e personalizzazione.

Dettagli

PLT ENERGIA APPROVA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2015 FORTE CRESCITA DELLA MARGINALITA : EBITDA +15,7% ED EBIT +19,4%

PLT ENERGIA APPROVA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2015 FORTE CRESCITA DELLA MARGINALITA : EBITDA +15,7% ED EBIT +19,4% PLT ENERGIA APPROVA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2015 FORTE CRESCITA DELLA MARGINALITA : EBITDA +15,7% ED EBIT +19,4% Ricavi pari a 24,3 milioni di euro (9,8 milioni di euro al primo

Dettagli

Dopo il referendum: una nuova strategia energetica low carbon per l Italia.

Dopo il referendum: una nuova strategia energetica low carbon per l Italia. Le proposte degli Ecologisti Democratici Dopo il referendum: una nuova strategia energetica low carbon per l Italia. La predisposizione di un nuovo piano energetico nazionale rappresenta per l Italia non

Dettagli

Iniziativa «Salvate l oro della Svizzera (Iniziativa sull'oro)»

Iniziativa «Salvate l oro della Svizzera (Iniziativa sull'oro)» Dipartimento federale delle finanze DFF Iniziativa «Salvate l oro della Svizzera (Iniziativa sull'oro)» Stato: settembre 2014 Domande e risposte Che cosa vuole l iniziativa popolare «Salvate l oro della

Dettagli

L ENERGIA CHE CAMBIA ENERGIA

L ENERGIA CHE CAMBIA ENERGIA L ENERGIA CHE CAMBIA ENERGIA L ESPERIENZA DI UN GRANDE GRUPPO DA 60 ANNI AL TUO SERVIZIO Il gruppo AGESP opera da 60 anni al servizio dei cittadini di Busto Arsizio erogando molteplici servizi quali Gas,

Dettagli

SIRAM al servizio del progresso energetico

SIRAM al servizio del progresso energetico SIRAM al servizio del progresso energetico Il Gruppo Siram in Italia SIRAM SPA Leader in Italia nei servizi energetici e multitecnologici per il mercato Pubblico e Privato sede legale Milano 4 Unità di

Dettagli

APG SGA Ambiente. Relazione ambientale 2014 Fatti e cifre

APG SGA Ambiente. Relazione ambientale 2014 Fatti e cifre APG SGA Ambiente Relazione ambientale 2014 Fatti e cifre Benvenuti da APG SGA APG SGA è la principale impresa di pubblicità esterna della Svizzera, specializzata in soluzioni Out of Home digitali e analogiche

Dettagli

L esercizio commerciale 2014: L essen ziale in breve

L esercizio commerciale 2014: L essen ziale in breve News sulla previdenza 1/2015 Swisscanto Supra L esercizio commerciale 2014: L essen ziale in breve Maggiori interessi; grado di copertura confortevole 2 Cifre indicative 2014 3 Riserve 4 Grado di copertura

Dettagli

"Un'industria automobilistica europea più forte e competitiva"

Un'industria automobilistica europea più forte e competitiva COMMISSIONE EUROPEA Antonio TAJANI Vicepresidente della Commissione europea, responsabile per l'industria e l'imprenditoria "Un'industria automobilistica europea più forte e competitiva" Piano d azione

Dettagli

Tariffe verdi Assicurazione autoveicoli. Un gesto a favore dell ambiente

Tariffe verdi Assicurazione autoveicoli. Un gesto a favore dell ambiente Tariffe verdi Assicurazione autoveicoli Un gesto a favore dell ambiente Rispettare la natura è sempre la scelta giusta Pensare al futuro Il riscaldamento climatico I gas a effetto serra, responsabili del

Dettagli

Prospettive dell'energia nucleare in Italia Sala del Mappamondo, Palazzo Montecitorio, Camera dei deputati, giovedì 20 ottobre 2005

Prospettive dell'energia nucleare in Italia Sala del Mappamondo, Palazzo Montecitorio, Camera dei deputati, giovedì 20 ottobre 2005 Comitato per la valutazione delle scelte scientifiche e tecnologiche Prospettive dell'energia nucleare in Italia Sala del Mappamondo, Palazzo Montecitorio, Camera dei deputati, giovedì 20 ottobre 2005

Dettagli

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Usi finali C.3. Apparecchiature elettriche e illuminazione privata C.3

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Usi finali C.3. Apparecchiature elettriche e illuminazione privata C.3 Apparecchiature elettriche e illuminazione privata 201 Situazione attuale (2008) I dati forniti dalle aziende di distribuzione dell elettricità consentono di stimare il consumo dovuto agli apparecchi elettrici

Dettagli

Il Protocollo di Kyoto e fonti di energia alternativa Storia, significati e prospettive

Il Protocollo di Kyoto e fonti di energia alternativa Storia, significati e prospettive Il Protocollo di Kyoto e fonti di energia alternativa Storia, significati e prospettive In collaborazione con Laura Palomba I CAMBIAMENTI CLIMATICI ED IL PROTOCOLLO DI KYOTO L effetto serra è un fenomeno

Dettagli

2. Responsabilità del CdA/mancati accantonamenti/postergazioni e determinazione del danno

2. Responsabilità del CdA/mancati accantonamenti/postergazioni e determinazione del danno Questioni giuridiche di attualità per l ufficio di revisione Corso TK del 28.6.2011 1. Termine dell Opting Out La MSA detiene al 100% XSA e YSA le quali hanno una somma di bilancio inferiore a CHF 10 Mio

Dettagli

I cambiamenti climatici e le politiche dell'unione europea. Iter storico e nuove sfide

I cambiamenti climatici e le politiche dell'unione europea. Iter storico e nuove sfide I cambiamenti climatici e le politiche dell'unione europea. Iter storico e nuove sfide Laura Scichilone Dottore di ricerca in Storia del federalismo e dell unità europea CRIE-Centro di eccellenza Jean

Dettagli

Energy is our business. Rapporto annuale 2007

Energy is our business. Rapporto annuale 2007 Energy is our business Rapporto annuale 2007 Atel, quale fornitrice leader a livello europeo di servizi energetici, è attiva nella produzione, nel commercio e nella distribuzione di energia elettrica e,

Dettagli

Energia e monumento. Raccomandazioni per il miglioramento energetico dei monumenti. Berna, 16 Iuglio 2009. 1. Introduzione

Energia e monumento. Raccomandazioni per il miglioramento energetico dei monumenti. Berna, 16 Iuglio 2009. 1. Introduzione Ufficio federale dell energia Commissione federale dei monumenti storici Berna, 16 Iuglio 2009 Energia e monumento Raccomandazioni per il miglioramento energetico dei monumenti 1. Introduzione Ridurre

Dettagli

Canada Energia 2014. ICE Canada Energia 1

Canada Energia 2014. ICE Canada Energia 1 Canada Energia 2014 Nell ultima relazione della Commissione Nazionale Energetica Canadese (NEB) sono stati evidenziati i trend più importanti relativi alla produzione, al consumo, e agli interscambi di

Dettagli

Alptransit 2017 Infrastrutture per il trasferimento del traffico merci

Alptransit 2017 Infrastrutture per il trasferimento del traffico merci Alptransit 2017 Infrastrutture per il trasferimento del traffico merci Alptransit sarà all altezza delle esigenze di mercato? Nel 2008, circa 900.000 spedizioni stradali hanno attraversato le Alpi svizzere

Dettagli

SALVADANAIO FOTOVOLTAICO

SALVADANAIO FOTOVOLTAICO SALVADANAIO FOTOVOLTAICO Sicuri nel futuro con un investimento che rende. SolarWorld. And EveryDay is a SunDay. www.solarworld-italia.com Weltjahresene Domanda energetica mondiale annuale Riserve mondiali

Dettagli

Relazioni illustrative degli Amministratori

Relazioni illustrative degli Amministratori Relazioni illustrative degli Amministratori Parte ordinaria punto 4 all ordine del giorno Relazione illustrativa degli Amministratori Autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie, ai sensi

Dettagli

Il presenta capitolo analizza alcuni dei dati provinciali relativi al tema energia. Gli indicatori proposti sono in sintesi:

Il presenta capitolo analizza alcuni dei dati provinciali relativi al tema energia. Gli indicatori proposti sono in sintesi: Energia Energia Premessa Il presenta capitolo analizza alcuni dei dati provinciali relativi al tema energia. Gli indicatori proposti sono in sintesi: Richiesta di energia primaria Consumi energetici per

Dettagli

Stampa climaticamente neutrale

Stampa climaticamente neutrale Stampa climaticamente neutrale Vi forniamo la soluzione più congeniale! www.climatepartner.com Diventate partner nella tutela del clima: diventate anche Voi ClimatePartner! La stampa climaticamente neutrale

Dettagli

Ammodernamento dell automazione dell edificio

Ammodernamento dell automazione dell edificio Programma Automazione edifici della Fondazione per la protezione del clima e la compensazione di CO₂ KliK Ammodernamento dell automazione dell edificio 1 investimento, 7 vantaggi! Scegliete già oggi di

Dettagli

SALVADANAIO FOTOVOLTAICO

SALVADANAIO FOTOVOLTAICO SALVADANAIO FOTOVOLTAICO Sicuri nel futuro con un investimento che rende www.solarworld-italia.com Un valido investimento * Conto Energia Il Gestore Servizi Elettrici (GSE) retribuisce per 20 anni l energia

Dettagli

Obblighi informativi verso il pubblico previsti dalla delibera Consob n. 11971 del 14.05.1999 e successive modifiche www.gewiss.

Obblighi informativi verso il pubblico previsti dalla delibera Consob n. 11971 del 14.05.1999 e successive modifiche www.gewiss. COMUNICATO STAMPA del 09 maggio 2007 - Cenate Sotto (BG) Obblighi informativi verso il pubblico previsti dalla delibera Consob n. 11971 del 14.05.1999 e successive modifiche www.gewiss.com L Assemblea

Dettagli

Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona. Direzione generale Energia e trasporti 1

Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona. Direzione generale Energia e trasporti 1 Libro verde sull efficienza energetica Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona Direzione generale Energia e trasporti 1 Il precedente: Il Libro verde sulla sicurezza dell

Dettagli

In contatto con la tua energia. Soluzioni e servizi dedicati

In contatto con la tua energia. Soluzioni e servizi dedicati In contatto con la tua energia Soluzioni e servizi dedicati In contatto con la tua energia Il successo dei nostri clienti è da sempre al centro dei nostri interessi. Li consideriamo, infatti, come veri

Dettagli

g i u g n o 2 0 0 8 Dynameeting spa via Uberti 37 20129 Milano t + 39 02 581421.1 f +39 02 70049330 www.dynameeting.it

g i u g n o 2 0 0 8 Dynameeting spa via Uberti 37 20129 Milano t + 39 02 581421.1 f +39 02 70049330 www.dynameeting.it g i u g n o 2 0 0 8 Dynameeting spa via Uberti 37 20129 Milano t + 39 02 581421.1 f +39 02 70049330 www.dynameeting.it Dynameeting Dynameeting opera nel mercato della vendita di energia elettrica e gas

Dettagli

IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC)

IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC) IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC) Il ruolo dei Comuni nell attuazione del PEC Pomeriggio SvizzeraEnergia sui nuovi mezzi finanziari per la politica energetica comunale 10.9.2014 Giovanni Bernasconi Sezione

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 37/21 DEL 21.7.2015. Piano Energetico Ambientale Regionale. Linee di Indirizzo Strategico Verso un economia condivisa dell Energia.

DELIBERAZIONE N. 37/21 DEL 21.7.2015. Piano Energetico Ambientale Regionale. Linee di Indirizzo Strategico Verso un economia condivisa dell Energia. Oggetto: Piano Energetico Ambientale Regionale. Linee di Indirizzo Strategico Verso un economia condivisa dell Energia. L Assessore dell Industria ricorda che con la deliberazione della Giunta regionale

Dettagli