News > Esteri > Politica - Martedì 01 Luglio 2014, 17:00

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "News > Esteri > Politica - Martedì 01 Luglio 2014, 17:00"

Transcript

1 "Prima parte" L oro del M23 tra Dubai e Roma L'oro congolese saccheggiato dal M23 sarebbe dovuto essere acquistato da 2 noti imprenditori romani di origine ebraica" Fulvio Beltrami Goma - Era dal gennaio 2014 che i giornalisti della Regione dei Grandi Laghi, sottoscritto compreso, erano a conoscenza del bottino di guerra portato in Uganda dal Movimento ribelle congolese M23 dopo la decisione di ritirarsi dall est del Congo ponendo fine ad una devastante guerra durata 20 mesi. Il ritiro fu ordinato dal Presidente ugandese Yoweri Museveni per evitare che uno scontro diretto tra la ribellione e la brigata di intervento della missione di pace ONU in Congo, MONUSCO, potesse compromettere il rafforzamento dell asse Kampala-Pretoria teso a realizzare l obiettivo di controllo geostrategico del Sudafrica e Uganda sull Africa Orientale e l Africa del Sud, ed aumentare le frizioni tra gli Stati membri della East African Community (EAC), già arrivate a pericolosi livelli causa la guerra diplomatica tra Tanzania e Rwanda in atto dal All interno della brigata di intervento vi sono le truppe del Sud Africa e Tanzania. Il bottino di guerra, composto da materiali preziosi, carbone, legno pregiato e tasse di occupazione è valutato a 57 milioni di dollari, di cui il 23% composto dall oro saccheggiato (13,5 milioni di dollari). I principali beneficiari di questa manna insanguinata sono stati: l alto comando militare del movimento ribelle congolese, in primis il Generale Sultani Makenga -attualmente in esilio in Uganda-, il Governo ugandese, alti ufficiali dell Esercito congolese, una importante raffineria a Dubai, e due multinazionali occidentali, una americana e una europea. La notizia e la ricca documentazione in possesso di alcuni giornalisti dell'area è stata, dagli stessi, autocensurata per motivi di sicurezza. Nessuno ha avuto il coraggio di pubblicare queste informazioni causa le prevedibili reazioni dei poteri forti regionali e occidentali. La notizia, in pratica, era diventata un ottimo scoop ma impubblicabile. Estratto ad uso rassegna stampa dalla pubblicazione online integrale e ufficiale reperibile al link 1 / 5

2 A rompere il silenzio è stato il settimanale regionale 'The East African' nella sua edizione del 28 giugno Un dossier di due pagine spiega il network tra M23, Uganda, Esercito congolese che ha reso possibile questo storico saccheggio che supera di gran misura il valore totale del saccheggio delle materie prime congolesi attuato dall Uganda durante la seconda guerra panafricana ( ): circa 10 milioni di dollari secondo le stime delle Nazioni Unite, che nel 2010 hanno imposto al Governo di Kampala il risarcimento del danno a Kinshasa. Decisione ampiamente ignorata dall Uganda fino ad ora. Rimangono ancora avvolte in una cappa di mistero e omertà le identità della raffineria di oro a Dubai e delle due multinazionali occidentali. In compenso si parla della pesante complicità del LMBA (London Bullion Market Assets), l unica borsa al mondo a determinare i prezzi di compravendita dell oro e la l acquisto secondo le norme di tranciabilità per impedire che il mercato ufficiale sia inondato dall oro provenienti dalle zone di conflitto. Il bottino di guerra riguardante il prezioso minerale ammonterebbe a 4 tonnellate, di cui la metà venduta a Dubai, dal 18 al 26 dicembre 2013, grazie ad una serie di transazioni commerciali lampo e ipersegrete, organizzate dal Governo ugandese in collaborazione con la raffineria di Dubai e le due multinazionali occidentali. Copia dei documenti relativi a questa transazione in cui compaiono le identità dei partnercomplici europei, americani e medio orientali, sarebbe in possesso di un giornalista keniota ma impubblicabili al momento per seri motivi di sicurezza. La reticenza, fortunatamente infranta da 'The East African', era dovuta dalla consapevolezza dei giornalisti in possesso di prove, testimonianze e documentazione, dei rischi personali nel pubblicare in anteprima la notizia. Consapevolezza rafforzata dall atteggiamento delle Nazioni Unite che, pur essendo a conoscenza del immenso traffico illecito, ha deciso di attuare un silenzio stampa con l obiettivo di permettere il rafforzamento del monitoraggio del commercio di metalli preziosi, monitoraggio realmente in vigore. La prima prova lampante di quanto raccontato nel reportage è rappresentata dalle statistiche sul andamento prezzi dell oro presso il LMBA di Londra relative al mese di dicembre. Il prezzo internazionale per un kg d oro registrato il 02 dicembre 2013 era di dollari. Il 18 dicembre si registra una improvvisa caduta del 5%. Il trend negativo subirà un ulteriore diminuzione del 5,8% il 20 dicembre. A fine mese il prezzo dell oro sarà diminuito del 6,2% attestandosi a dollari al chilo. Il considerevole crollo del prezzo internazionale coincide con le date delle operazioni 'clandestine' della vendita dell oro saccheggiato nel Congo dal M23. Causa l'emissione in pochi giorni di 2 tonnellate di oro sul mercato internazionale il prezzo registrato il 02 dicembre 2013 sarà ripristinato solo il 26 febbraio 2014 quando un kg di oro verrà quotato dollari. Come un quantitativo così significativo di oro possa essere stato immesso sul mercato a Dubai da un Paese notoriamente coinvolto con l'instabilità del Congo, sfuggendo a tutti i controlli internazionali, rimane un mistero che fa intravvedere le complicità internazionali, e alimenta il sospetto di un coinvolgimento dell alta finanza. Fattore determinante per rendere possibile la vendita di una quantità simile di oro non certificato nonostante le restrizioni imposte dalla legge americana contro i minerali di guerra: la Dodd-Frank Act e della simile legge recentemente varata dal parlamento europeo. Il rimanente tesoro (altre 2 tonnellate di oro) custodite in varie località sicure protette dall Esercito ugandese, è, allo stato attuale, Estratto ad uso rassegna stampa dalla pubblicazione online integrale e ufficiale reperibile al link 2 / 5

3 invendibile. Le Nazioni Unite, in collaborazione con gli Stati Uniti, Unione Europea e i maggior istituti finanziari internazionali, sta attuando un severo monitoraggio di tutte le transazioni di oro della regione dei Grandi Laghi per intercettare il bottino di guerra del M23. Questa unione di intenti internazionale ha costretto persino il Governo ugandese, principale autore del saccheggio, ad applicare scrupolosamente le attività di monitoraggio degli acquisti di oro. Una situazione paradossale e obbligata di un Paese che ha organizzato il saccheggio e nasconde il bottino nel suo territorio. La aziende occidentali e asiatiche legalmente operanti nel mercato d oro in Uganda si son ben guardate di comprare anche solo parte di questo bottino, in quanto una tale operazione sarebbe facilmente rintracciata dai meccanismi di controllo ed equivalerebbe all'accusa di crimine internazionale per finanziamento di ribellioni e gruppi armati. La totale adesione all embargo dell oro del M23, attuata dalla aziende straniere operanti legalmente nel settore dei metalli preziosi nella regione di Grandi Laghi -Burundi, Kenya, Rwanda, Tanzania e Uganda-, ha costretto i dirigenti del M23 e i loro soci all interno dell Esercito e Governo ugandese a tentare altre vie indirette. La prima via è stata quella di attuare la vendita delle 2 tonnellate ancora custodite in zone militarmente protette all interno dell Uganda, attraverso il canale parallelo collegato alla mafia internazionale. Tentativo evidentemente non ancora andato in porto, in quanto nessuna fluttuazione del prezzo internazionale dell'oro di un certo rilievo è stata registra presso il LMBA di Londra dopo il 'colpo grosso' del dicembre Il tentativo di utilizzare il mercato nero avrebbe coinvolto anche circuiti finanziari ed imprenditoriali italiani. Nel marzo 2014, sulla variopinta arena degli investitori internazionali in Uganda, che raggruppa un esercito composto da seri e responsabili investitori stranieri ma anche da avventurieri stile Far West americano, contrabbandieri, trafficanti di armi e di esseri umani e mafie internazionali, compare un giovane connazionale con ingenti capitali a disposizione per l'acquisto di oro. Secondo le affermazioni imprudentemente fatte dallo stesso giovane italiano (sui 31 anni) durante avvenimenti mondani, i finanziamenti erano stati messi a disposizione di due noti imprenditori italiani di Roma di origine ebraica con stretti agganci con i poteri forti dell Italia. Contando sull appoggio di un noto individuo di cittadinanza italiana ed ex funzionario pubblico da vent anni resiedente in Uganda, il 'broker' italiano avrebbe tentato di istallare un laboratorio per la verifica dell'autenticità dell oro e una piccola raffineria presso una abitazione privata presa in affitto nel quartiere residenziale di Mwenga, dovo è ubicato il famoso e storico ristorante italiano, Caffé Roma. Nessuna registrazione della ditta, nemmeno su mentite spoglie, è stata fatta da parte di questo 'broker' e dei suoi presunti finanziatori ebrei romani. Il loro emissario era in possesso di un semplice visto turistico con validità di tre mesi. I finanziamenti, circa euro depositati su un conto valuta estera con possibilità di finanziamenti fino a 2 milioni di euro al mese, erano custoditi presso il famoso istituto finanziario egiziano in Uganda, International Cairo Bank. Noto istituto coinvolto in vari scandali finanziari nazionali, sospettato di riciclaggio di denaro proveniente dal mercato illecito dei minerali dal Congo e per aver 'salvato' il 14% dei depositi e beni appartenenti alla Famiglia Mubarak, al momento della caduta del regime Estratto ad uso rassegna stampa dalla pubblicazione online integrale e ufficiale reperibile al link 3 / 5

4 durante la primavera egiziana. A seguito dell'alquanto insolito comportamento del giovane broker italiano, le attività clandestine di questa coppia improvvisata e al quanto folclorista di moderni cercatori d oro italiani, hanno attirato l attenzione di un giornalista keniota che ha intrapreso una finta trattativa spacciandosi per venditore di oro congolese. Secondo quanto riportato dal giornalista, nei due incontri avvenuti presso l Hotel Sheraton a Kampala, il giovane italiano, assistito sempre dal connazionale risiedente a Kampala, avrebbe chiarito la piena disponibilità a comprare oro senza certificazione di origine, situazione ideale per piazzare l oro del M23. Il giovane sostenne, secondo quanto riporta il giornalista, di non avere problemi per il trasporto in quanto già in possesso di finte autorizzazioni rilasciate dal governo ugandese e di una pista d atterraggio preferenziale presso l'aeroporto di Ciampino, lontano da occhi indiscreti e controlli inattesi. L indagine giornalistica non è stata completata causa l improvvisa chiusura delle attività e il ritorno del giovane broker in Italia. Secondo le informazioni disponibili, ma non confermate, gli ipotetici investitori ebraici della Roma che conta, avrebbero deciso di sospendere l operazione causa il comportamento stravagante e completamente naif del loro uomo in Uganda. Secondo testimonianze raccolte anche presso note prostitute ugandesi di alto bordo, il giovane broker non avrebbe fatto mistero della sua missione e della metodologia da applicare, rendendosi ben presto un personaggio noto presso gli ambienti mondani di Kampala: Big Mike, The Babbles e il Cayenne, prestigioso ristorante discoteca gestito da un italiano per conto di una cordata di investitori ugandesi di origine indiana. In meno di due mesi, le attività illecite del giovane broker erano diventate di dominio pubblico a Kampala, rendendo evidentemente impossibile attuare operazioni che necessitano di un adeguato clima di 'discrezione e segretezza', da qui la decisione dei finanziatori di richiamare in patria il loro rappresentante. Noi non possiamo confermare quanto sostenuto dal Collega keniota, il quale sostiene di avere documentazione sufficiente per comprovare i risultati dell inchiesta. Personalmente, posso confermare l esistenza di questo personaggio italiano affiancato da un connazionale 'tuttofare' che raccontava in giro una storia simile a quella proposta dal Collega. Che poi sia frutto di una mente malata rifugiatesi in Africa o la realtà... Un dato che abbiamo potuto verificare noi di 'L'Indro' e confermare è che il giovane broker e il connazionale 'tuttofare' non sono attualmente presenti in Uganda. Il primo per ragioni d affari e il secondo per una vacanza di due mesi... La seconda via tentata per riciclare l oro del M23 consiste nel tentativo di venderlo facendolo passare come oro proveniente dal Sud Sudan, attraverso la complicità di vari generali dell Esercito sud sudanese (SPLA) ancora fedeli al Presidente Salva Kiir. Dal maggio scorso le ditte legali di acquisto metalli preziosi stanno ricevendo offerte provenienti da generali sud sudanesi relative alla vendita di oro in lotti da 150, 200 kg al mese. Il piano prevederebbe di frazionare la vendita delle 2 tonnellate di oro del M23 gelosamente protetto e custodito dal Governo ugandese tramite presta nomi (i generali del SPLA) e una serie di transazioni commerciali per un massimo di 200 kg mensili con l obiettivo di esaurire lo stock in dieci mesi. L operazione di riciclaggio dell origine di questo oro sembra trovare serie difficoltà causa la Estratto ad uso rassegna stampa dalla pubblicazione online integrale e ufficiale reperibile al link 4 / 5

5 Powered by TCPDF (www.tcpdf.org) News > Esteri > Politica - Martedì 01 Luglio 2014, 17:00 reticenza delle ditte legali ad attuare gli acquisti di oro proveniente dal Sud Sudan che non siano accompagnati da chiari certificati di origine secondo le rigorose normative delle Nazioni Unite. L oro del M23 che attualmente è custodito nei nascondigli in Uganda e bloccato dalle difficoltà di vendita, servirebbe per risolvere tre necessità. La prima quella di finanziare il riarmo del gruppo ribelle congolese M23 per una sua eventuale e futura riattivazione nel tormentato scenario congolese. La seconda quella di assicurare ingenti profitti ai generali del UPDF coinvolti nell operazione. La terza di risolvere il deficit del governo ugandese nel finanziamento delle guerre -guerre per procura, guerre segrete e missioni di 'pace' in Somalia, Repubblica Centroafricana e Sud Sudan- combattute sulle aree che rientrano nel progetto di dominio imperialistico dell Uganda sulla zona Sub Sahariana del continente. Secondo i risultati delle indagini giornalistiche condotte di cui questo articolo rappresenta solo una anticipazione volutamente non dettagliata, nessuna ditta occidentale del mercato aurifero che opera legalmente nella regione è implicata nell acquisto dell oro del M23, destinato a languire ancora per molto tempo nelle località segrete in Uganda. Dopo l interruzione dell'autocensura decisa dal settimanale 'The East African', i giornalisti africani in possesso delle prove stanno valutando tempistica e modalità della pubblicazione di tali prove, destinate a creare uno tsunami all interno del mondo finanziario internazionale. Estratto ad uso rassegna stampa dalla pubblicazione online integrale e ufficiale reperibile al link 5 / 5

News > Esteri > Politica - Venerdì 03 Gennaio 2014, 10:00

News > Esteri > Politica - Venerdì 03 Gennaio 2014, 10:00 Congo: la minaccia non è il Profeta di Dio Fulvio Beltrami Kigali - Per la Repubblica Democratica del Congo il 2013 é stato un anno decisamente negativo. Inauguratosi con l escalation della guerra all

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

Bukavu (R. D. Congo) Comitati di federazione di solidarietà con l'africa nera http://www.umoya.org

Bukavu (R. D. Congo) Comitati di federazione di solidarietà con l'africa nera http://www.umoya.org Bukavu (R. D. Congo) Comitati di federazione di solidarietà con l'africa nera http://www.umoya.org Africa, Congo, Guerra, COLTÁN e.. IL TUO TELEFONINO Dove si trova la Repubblica Democratica del Congo?

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Isabella Soi

CURRICULUM VITAE. Isabella Soi CURRICULUM VITAE Isabella Soi ISTRUZIONE E FORMAZIONE 2002 2005 Dottorato in Storia, Istituzioni e Relazioni Internazionali dell Africa e dell Asia moderna e contemporanea, Dipartimento Storico Politico

Dettagli

PERCHÉ PARLARE DEI MINERALI DEI CONFLITTI? Documento di posizione FOCSIV

PERCHÉ PARLARE DEI MINERALI DEI CONFLITTI? Documento di posizione FOCSIV PERCHÉ PARLARE DEI MINERALI DEI CONFLITTI? Documento di posizione FOCSIV Perché parlare dei minerali dei conflitti? Smartphone, telefoni cellulari, tablet e molti altri dispositivi elettronici sono beni

Dettagli

FRANCIA: LE MOTIVAZIONI DELL INTERVENTO IN MALI

FRANCIA: LE MOTIVAZIONI DELL INTERVENTO IN MALI Sede legale e amministrativa: Palazzo Besso - Largo di Torre Argentina, 11-00186 Roma Sede secondaria: Largo Luigi Antonelli, 4-00145 Roma Web: www.ifiadvisory.com; Mail: info@ifiadvisory.com Umberto Profazio

Dettagli

Gli obblighi di diligenza Tutto ciò che i nostri clienti dovrebbero sapere

Gli obblighi di diligenza Tutto ciò che i nostri clienti dovrebbero sapere Gli obblighi di diligenza Tutto ciò che i nostri clienti dovrebbero sapere Gentile Cliente, innanzitutto la ringraziamo per la fiducia accordata a PostFinance. Noi vogliamo offrirle il miglior servizio

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL TAVOLO PROVINCIALE DI COOPERAZIONE DECENTRATA NEL BACINO DEL FIUME CONGO

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL TAVOLO PROVINCIALE DI COOPERAZIONE DECENTRATA NEL BACINO DEL FIUME CONGO PROTOCOLLO DI INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL TAVOLO PROVINCIALE DI COOPERAZIONE DECENTRATA NEL BACINO DEL FIUME CONGO Premesso che: la Repubblica Democratica del Congo e la Repubblica del Congo (nota anche

Dettagli

Presentare le operazioni militari e le capacità militari

Presentare le operazioni militari e le capacità militari Presentare le operazioni militari e le capacità militari Military PESD mission Rafforzare capacità dell Unione Europea ad agire in ambito esterno attraverso lo sviluppo delle capacità civili e militari

Dettagli

Le parole per dirlo. Emigranti -Migranti. Immigrati. Rifugiato. Clandestino-irregolare. Aree di accoglienza. Flussi migratori

Le parole per dirlo. Emigranti -Migranti. Immigrati. Rifugiato. Clandestino-irregolare. Aree di accoglienza. Flussi migratori In viaggio Le parole per dirlo Emigranti -Migranti Immigrati Rifugiato Clandestino-irregolare Aree di accoglienza Flussi migratori Carta dei flussi migratori Condizioni di vita insostenibili Le cause economia

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

Le imprese e il rischio di violazioni dei diritti umani: l approccio di ActionAid

Le imprese e il rischio di violazioni dei diritti umani: l approccio di ActionAid Le imprese e il rischio di violazioni dei diritti umani: l approccio di ActionAid Un po di dati Operiamo da oltre trent anni a fianco delle comunità p iù svantaggiate per garantire loro migliori condizioni

Dettagli

Per iniziare, guarda questo breve video:

Per iniziare, guarda questo breve video: Per iniziare, guarda questo breve video: http:///la-carestia-in-somalia.htm Per svolgere le attività proposte, ricava notizie dal tuo libro di geografia e dai seguenti siti: https://it.wikipedia.org/wiki/carestia

Dettagli

Africa subsahariana: verso un futuro di sviluppo?

Africa subsahariana: verso un futuro di sviluppo? Africa subsahariana: verso un futuro di sviluppo? intende realizzare una serie di analisi per il provvedono alla strutturazione all andamento e alle prospettive Nel decennio tra il 1995 e il 2004, la produzione

Dettagli

Centro Missionario Diocesano - Trento. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. I.R.

Centro Missionario Diocesano - Trento. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. I.R. Centro Missionario Diocesano - Trento I.R. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. Progetto Anno Pastorale 2008/2009 ALLA RICERCA DEL BENE COMUNE! Ma cos è questo bene

Dettagli

Storia d Israele in mappe

Storia d Israele in mappe Storia d Israele in mappe INDICE Introduzione............................................................. p. 1 MAPPE DEL PERIODO ANTICO ll regno di Davide e Salomone..........................................

Dettagli

Le relazioni dell India con i paesi subsahariani

Le relazioni dell India con i paesi subsahariani Le relazioni dell India con i paesi subsahariani SABINA SHESHI 880662 POLITICA, ISTITUZIONE E SVILUPPO PROFESSOR GIOVANNI CARBONE CORSO DI SCIENZE SOCIALI PER LA GLOBALIZZAZIONE Repubblica dell India Capitale:

Dettagli

Oggetto: La situazione congiunturale del mercato dei rottami di metalli non ferrosi

Oggetto: La situazione congiunturale del mercato dei rottami di metalli non ferrosi Convegno autunnale Assofermet Capri 12 ottobre 2002 Intervento del Presidente di Eurometrec, Fernando Duranti Oggetto: La situazione congiunturale del mercato dei rottami di metalli non ferrosi La congiuntura

Dettagli

Risoluzione ONU 1973/2011 sulla Libia. Traduzione italiana dal testo inglese.

Risoluzione ONU 1973/2011 sulla Libia. Traduzione italiana dal testo inglese. Risoluzione ONU 1973/2011 sulla Libia. Traduzione italiana dal testo inglese. Ecco il testo integrale della risoluzione 1973 (2011) sulla Libia, approvata dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO NAZIONALE IMMIGRATI E CASA 9 RAPPORTO LUGLIO 2012 VIA LORENZO MAGALOTTI, 15 00197 ROMA TEL. 06/8558802 FAX 06/84241536 E' in corso

Dettagli

Protocollo di intesa di Vivian Wiwoloku. tra Il Pellegrino della terra e il Consorzio Sviluppo e Legalità

Protocollo di intesa di Vivian Wiwoloku. tra Il Pellegrino della terra e il Consorzio Sviluppo e Legalità Protocollo di intesa di Vivian Wiwoloku tra Il Pellegrino della terra e il Consorzio Sviluppo e Legalità Premessa L Associazione Il pellegrino della terra nasce nel 1986, su iniziativa del pastore Vivian

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica video A questo punto Francia e Inghilterra, decise a non permettere ulteriori

Dettagli

Emergenza alimentare nel Corno d Africa: supporto alle famiglie vulnerabili in Somalia.

Emergenza alimentare nel Corno d Africa: supporto alle famiglie vulnerabili in Somalia. Emergenza alimentare nel Corno d Africa: supporto alle famiglie vulnerabili in Somalia. Agosto 2011 - Donne e bambini nella Bay Region, Sud Somalia, beneficiari del progetto di COOPI. Foto archivio COOPI.

Dettagli

Economia, ricchezza e povertà: alcuni processi globali in atto. Lorenzo Giovanni Bellù Economista, FAO UN - Roma 6 Novembre 2010

Economia, ricchezza e povertà: alcuni processi globali in atto. Lorenzo Giovanni Bellù Economista, FAO UN - Roma 6 Novembre 2010 Economia, ricchezza e povertà: alcuni processi globali in atto. Lorenzo Giovanni Bellù Economista, FAO UN - Roma 6 Novembre 2010 Alcune domande Quanti siamo? Quanti poveri ci sono? Tra questi ultimi, quanti

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

LA FONDAZIONE AVSI 4.000.000 beneficiari diretti La sua missione è promuovere la dignità della persona

LA FONDAZIONE AVSI 4.000.000 beneficiari diretti La sua missione è promuovere la dignità della persona LA FONDAZIONE AVSI La Fondazione AVSI è un organizzazione non governativa, ONLUS, nata nel 1972 e impegnata con oltre 100 progetti di cooperazione allo sviluppo in 37 paesi del mondo di Africa, America

Dettagli

Il lavoro Minorile QUANTI SONO I BAMBINI CHE LAVORANO? Nel mondo i bambini (0 14 anni) sono più di due miliardi. L' 87% di essi vive nei Paesi del Sud del mondo Ma solo pochissimi di essi hanno un'infanzia

Dettagli

SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE

SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE Titolo SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.24option.com/it ATTENZIONE: tutti i diritti sono riservati

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

Focus: il caso dell abitazione

Focus: il caso dell abitazione Focus: il caso dell abitazione I grafici sono stati elaborati nell indagine Le difficoltà d accesso all abitazione da parte degli immigrati curata da Paola Bertolini e Francesco Pagliacci in occasione

Dettagli

Ottobre 2013. 89ª Giornata Mondiale del Risparmio

Ottobre 2013. 89ª Giornata Mondiale del Risparmio Ottobre 2013 89ª Giornata Mondiale del Risparmio Obiettivi ACRI ha chiesto ad IPSOS di condurre un indagine con lo scopo di fornire informazioni e dati di trend, ove possibile dal 2001, rispetto a: Percezione

Dettagli

I mercati di fronte alla crisi russo-georgiana

I mercati di fronte alla crisi russo-georgiana I mercati di fronte alla crisi russo-georgiana La crisi tra Russia e Georgia, scoppiata in tutta la sua drammaticità lo scorso 8 agosto, sembra spaventare i mercati finanziari, già messi a dura prova dalla

Dettagli

Scuola Media Piancavallo www.scuolapiancavallo.it pagina 1 di 5

Scuola Media Piancavallo www.scuolapiancavallo.it pagina 1 di 5 L Africa è il terzo continente della terra per superficie. Ha una forma simile a un triangolo, le coste sono poco articolate. A ovest è bagnata dall Oceano Atlantico, a sud è bagnata dall Oceano Indiano

Dettagli

Contesto. Obiettivi. Attività. Costi

Contesto. Obiettivi. Attività. Costi Contesto Obiettivi Destinatari Attività Soggetto proponente e partners Costi Tempi e risultati attesi Info e adesioni Contesto Villaggio: Hutwe Provincia: Nord-Kivu Stato: Rep. Dem. del Congo (RDC) Hutwe

Dettagli

CRONOLOGIA ESSENZIALE

CRONOLOGIA ESSENZIALE CRONOLOGIA ESSENZIALE 1992: MISSIONI DI PETERSBERG, ambito UEO; (adottate nel Trattato di Amsterdam - 1997) 1993: NASCITA DI EUROCORPS 1996: NASCITA DI EUROFOR, EUROMARFOR, EUROGENDFOR. 1996: ACCORDI DI

Dettagli

Produzione e reddito

Produzione e reddito Corso di Economia italiana AA 2013-2014 Prima parte Produzione e reddito Prof. Silvia Nenci silvia.nenci@uniroma3.it Produzione e prodotto interno lordo, PIL Prodotto interno lordo di una nazione (PIL)

Dettagli

I migranti forzati nel mondo 1

I migranti forzati nel mondo 1 33. i migranti forzati Nel mondo Capitolo 3 / I migranti forzati nel mondo 1 1 A cura di UNHCR in collaborazione con Cittalia. 175 I migranti forzati nel mondo 13,9 milioni I nuovi migranti forzati nel

Dettagli

CONFLITTI nel MONDO (2015)

CONFLITTI nel MONDO (2015) CONFLITTI nel MONDO (2015) I giornali e le televisioni di tutto il mondo parlano ogni giorno del conflitto in corso tra Israele e Palestina. Continui aggiornamenti sul numero di vittime, sulle brevi tregue

Dettagli

OroVero Servizio di Deposito Oro

OroVero Servizio di Deposito Oro OroVero Servizio di Deposito Oro INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Lecchese s.p.a Piazza Manzoni angolo Via Azzone Visconti - 23900 Lecco Tel.: 0341.357511 Fax: 0341/282478 Indirizzo telematico:

Dettagli

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA Doc. XXII n. 12 PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE d iniziativa del senatore MICHELONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 23 OTTOBRE 2013 Istituzione di una Commissione

Dettagli

Rapporto sul mondo del lavoro 2014

Rapporto sul mondo del lavoro 2014 Rapporto sul mondo del lavoro 2014 L occupazione al centro dello sviluppo Sintesi del rapporto ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO DIPARTIMENTO DELLA RICERCA I paesi in via di sviluppo colmano il

Dettagli

LA TRACCIABILITÀ DEI MINERALI 1 di GIANNI ALIOTI

LA TRACCIABILITÀ DEI MINERALI 1 di GIANNI ALIOTI LA TRACCIABILITÀ DEI MINERALI 1 di GIANNI ALIOTI Sono responsabile dell'ufficio internazionale della federazione dei metalmeccanici della CISL. Ho pochi rapporti con i paesi africani, fatto salvo il Sudafrica

Dettagli

Cristina Scarpocchi, Università della Valle d Aosta, AIIG Piemonte I rifugiati nel mondo: le dimensioni del fenomeno e le implicazioni geopolitiche

Cristina Scarpocchi, Università della Valle d Aosta, AIIG Piemonte I rifugiati nel mondo: le dimensioni del fenomeno e le implicazioni geopolitiche Cristina Scarpocchi, Università della Valle d Aosta, AIIG Piemonte I rifugiati nel mondo: le dimensioni del fenomeno e le implicazioni geopolitiche AIIG Associazione Italiana Insegnanti di Geografia Torino,

Dettagli

L economia australiana brilla sulle altre

L economia australiana brilla sulle altre L economia australiana brilla sulle altre 28 marzo 2011 Le stime sulla crescita per molti paesi sviluppati hanno subito una flessione a causa della tragedia che continua a investire il Gippone, uno dei

Dettagli

La droga controlla la tua vita? Nella tua vita e nella tua comunità. Nessuno spazio alla droga. Sandro Calvani Direttore UNICRI

La droga controlla la tua vita? Nella tua vita e nella tua comunità. Nessuno spazio alla droga. Sandro Calvani Direttore UNICRI La droga controlla la tua vita? Nella tua vita e nella tua comunità. Nessuno spazio alla droga. Sandro Calvani Direttore UNICRI Roma, 26 Giugno 2008 Nel 2007 la coltivazione di papavero da oppio a livello

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ALLA FINE DEL XIX SECOLO I RAPPORTI FRA GLI STATI DIVENTANO SEMPRE PIÙ TESI CAUSE COMPETIZIONE ECONOMICA RIVALITA COLONIALI POLITICHE NAZIONALISTICHE

Dettagli

Costituzione della Repubblica Italiana. Diritti e doveri dei cittadini

Costituzione della Repubblica Italiana. Diritti e doveri dei cittadini Costituzione della Repubblica Italiana Diritti e doveri dei cittadini Art. 2 La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge

Dettagli

FONTI DI FINANZIAMENTO AL TERRORISMO: LA MINACCIA SAUDITA. di Luca Fucini * * * Secondo un analisi condotta dallo Stratetic Studies Institutes dello

FONTI DI FINANZIAMENTO AL TERRORISMO: LA MINACCIA SAUDITA. di Luca Fucini * * * Secondo un analisi condotta dallo Stratetic Studies Institutes dello FONTI DI FINANZIAMENTO AL TERRORISMO: LA MINACCIA SAUDITA di Luca Fucini * * * Secondo un analisi condotta dallo Stratetic Studies Institutes dello US Army War College, le organizzazioni terroristiche

Dettagli

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo:

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo: 01 L Europa divisa La seconda guerra mondiale provoca (fa) grandi danni. Le vittime (i morti) sono quasi 50 milioni. L Unione Sovietica è il Paese con più morti (20 milioni). La guerra con i bombardamenti

Dettagli

Lezione 8: Il dibattito tra protezionismo e libero scambio: Organizzazione del commercio estero e la banca mondiale

Lezione 8: Il dibattito tra protezionismo e libero scambio: Organizzazione del commercio estero e la banca mondiale Corso di Economia e Politica economica nei mercati globali S. Papa spapa@unite.it Lezione 8: Il dibattito tra protezionismo e libero scambio: Organizzazione del commercio estero e la banca mondiale Facoltà

Dettagli

Che cosa sta cercando di dirci il Mercato delle Materie Prime?

Che cosa sta cercando di dirci il Mercato delle Materie Prime? Che cosa sta cercando di dirci il Mercato delle Materie Prime? 11 Aprile, 2011 L aumentare della Violenza fa Salire il Prezzo del Petrolio Le continue e crescenti crisi tra le nazioni produttrici di petrolio

Dettagli

... COSTI DI GUERRA COSTI DI GUERRA LA GUERRA IN IRAQ. 2000 miliardi di dollari. sta costando agli USA. LA GUERRA DEL GOLFO del 1991

... COSTI DI GUERRA COSTI DI GUERRA LA GUERRA IN IRAQ. 2000 miliardi di dollari. sta costando agli USA. LA GUERRA DEL GOLFO del 1991 I razzi M270A1 costato 1.88 milioni di dollari COSTI DI GUERRA - 1... COSTI DI GUERRA Eurofighter-2000 32 milioni di euro " COSTI delle armi fonte settimanale tedesco Stern LA GUERRA DEL GOLFO del 1991

Dettagli

Appunti di storia Classe 5^- Prof.ssa Livia Dumontet

Appunti di storia Classe 5^- Prof.ssa Livia Dumontet LA CRISI DEL 29 La crisi del 1929 rappresenta un periodo della storia economica del Novecento durante il quale si ridussero su scala mondiale: Produzione Occupazione Redditi Salari Consumi Investimenti

Dettagli

Considerazioni a confutazione degli argomenti del Comitato d iniziativa «Salvate l oro della Svizzera (Iniziativa sull oro)»

Considerazioni a confutazione degli argomenti del Comitato d iniziativa «Salvate l oro della Svizzera (Iniziativa sull oro)» Dipartimento federale delle finanze DFF Considerazioni a confutazione degli argomenti del Comitato «Salvate l oro della Svizzera (Iniziativa sull oro)» Stato: settembre 2014 L oro è stato venduto a seguito

Dettagli

Nessuna «catena d oro» per la nostra Banca nazionale

Nessuna «catena d oro» per la nostra Banca nazionale Nessuna «catena d oro» per la nostra Banca nazionale dossierpolitica 1. settembre 2014 Numero 5 Iniziativa sull oro Il 0 novembre 2014 il popolo dovrà pronunciarsi sull iniziativa popolare «Salvate l oro

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

LA GEO-INGEGNERIA. http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/04/scie-chimiche-laccordo-segretodei.html

LA GEO-INGEGNERIA. http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/04/scie-chimiche-laccordo-segretodei.html LA GEO-INGEGNERIA Cristiano Di Paolantonio ha attivato a Pordenone il presidio Stop Scie Chimiche che si impegna a denunciare all opinione pubblica quello che è forse il più grande complotto in atto ai

Dettagli

AGENZIA DI INFORMAZIONE FINANZIARIA

AGENZIA DI INFORMAZIONE FINANZIARIA AGENZIA DI INFORMAZIONE FINANZIARIA RAPPORTO ANNUALE 2009 www.aif.sm 5. TIPOLOGIE METODI E TRENDS Tra le funzioni incluse nel mandato del GAFI e del MONEYVAL rientrano anche l individuazione delle tecniche

Dettagli

I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio?

I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio? I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio? 14 marzo, 2011 Dovrebbe essere sufficiente dire che il più grande fondo obbligazionario mondiale, Pimco, ha deciso di uscire dal mercato

Dettagli

Il mercato globale tra nord e sud. Il Caso del Caffè.

Il mercato globale tra nord e sud. Il Caso del Caffè. Il mercato globale tra nord e sud. Il Caso del Caffè. Scheda di presentazione: Autore: Marco Rusca, Sme Stabio. data: 4. 2012 Classe di riferimento: IV media Durata: 2 ore lezione Scopo e organizzazione:

Dettagli

- Cenni sulla funzione Risorse Umane in Azienda

- Cenni sulla funzione Risorse Umane in Azienda 1 Testimonianza dal mondo aziendale Cenni sulla funzione Risorse Umane in Azienda Relatore: Marco CAMURATI - Cenni sulla funzione Risorse Umane in Azienda La funzione Risorse Umane si occupa di uomini

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI IN AFRICA

LA GESTIONE DELLA CRISI IN AFRICA LA GESTIONE DELLA CRISI IN AFRICA Il caso della Repubblica Democratica del Congo e del Sudan di Nicodemo N Kashama 50 INFORMAZIONI DELLA DIFESA 4/2013 dei paesi africani dalle potenze occidentali negli

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Percorsi e storie d impresa a Roma

Percorsi e storie d impresa a Roma Percorsi e storie d impresa a Roma Esperienze, valutazioni e prospettive degli imprenditori stranieri Sintesi dei principali risultati Indagine realizzata attraverso la somministrazione telefonica o diretta

Dettagli

Le sfide internazionali della cooperazione civile-militare

Le sfide internazionali della cooperazione civile-militare Le sfide internazionali della cooperazione civile-militare Prof. David Alexander CESPRO - Università di Firenze Assistenza militare nei disastri: situazione generale Valori medii annuali 1999-2008 Disastri:

Dettagli

CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI

CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI COMUNICATO STAMPA CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI Vera "emergenza casa" per milioni di lavoratori immigrati

Dettagli

Il processo di pace e democratizzazione nella Repubblica Democratica del Congo

Il processo di pace e democratizzazione nella Repubblica Democratica del Congo Il processo di pace e democratizzazione nella Repubblica Democratica del Congo Il conflitto negli anni 90 RDC e sviluppo umano 2006: le prime elezioni democratiche nel paese Il ruolo delle Nazioni Unite

Dettagli

Formazione. Corsi di. Anno Accademico 2014/2015. Criminologia Sicurezza Pubblica Security Privata Intelligence. e-learning. www.unised.it.

Formazione. Corsi di. Anno Accademico 2014/2015. Criminologia Sicurezza Pubblica Security Privata Intelligence. e-learning. www.unised.it. Dipartimento di Scienze Criminologiche Dipartimento di Scienze della Security e Intelligence Corsi di Formazione e Master Anno Accademico 2014/2015 Criminologia Sicurezza Pubblica Security Privata Intelligence

Dettagli

STORIA DELLA GLOBALIZZAZIONE

STORIA DELLA GLOBALIZZAZIONE LA GLOBALIZZAZIONE Con il termine Globalizzazione si intende, in generale, L interconnessione tra le diverse aree del Mondo dovuta alla diffusione/imposizione di modelli sociali, economici e culturali

Dettagli

Comparto della SICAV irlandese Hedge Invest International Funds PLC, Hedge Invest SGR ricopre il ruolo di Investment Manager

Comparto della SICAV irlandese Hedge Invest International Funds PLC, Hedge Invest SGR ricopre il ruolo di Investment Manager Comparto della SICAV irlandese Hedge Invest International Funds PLC, Hedge Invest SGR ricopre il ruolo di Investment Manager per la quale Report Via Vittor Pisani 22-20124 Milano tel. +39 02 667441 - fax.

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

Rapporto di sostenibilità Conai 2013 12,5 12,2 11,4 10,9

Rapporto di sostenibilità Conai 2013 12,5 12,2 11,4 10,9 14 Rapporto di sostenibilità Conai 2013 La prevenzione Nella lista di priorità per la gestione dei rifiuti definita dall Unione europea al primo posto c è la prevenzione. Per il rifiuto di imballaggio

Dettagli

Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti

Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti Osservatorio Assolombarda e Camera di commercio - Osmi Borsa Immobiliare Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti Grazie ai prezzi più bassi e a una maggiore presenza di immobili di pregio

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

CONFERENZA DI LUIGI BELLAVITA E PIERLUIGI NOVELLO MILANO 7 MARZO 2013 ISTITUTO SAN CARLO

CONFERENZA DI LUIGI BELLAVITA E PIERLUIGI NOVELLO MILANO 7 MARZO 2013 ISTITUTO SAN CARLO CONFERENZA DI LUIGI BELLAVITA E PIERLUIGI NOVELLO MILANO 7 MARZO 2013 ISTITUTO SAN CARLO Il 19 luglio 1943 il generale Alexander sbarcò in Sicilia. Al Suo seguito un esercito militare, dotato dei più moderni

Dettagli

FIONA SOLOMON Responsible Jewellery Council (RJC)

FIONA SOLOMON Responsible Jewellery Council (RJC) FIONA SOLOMON Responsible Jewellery Council (RJC) Fiona Solomon è entrata a far parte del Responsible Jewellery Council (RJC) (Consiglio per una Gioielleria Responsabile) nell ottobre del 2007, presso

Dettagli

INDICE. INTRODUZIONE. PIANO DELL INDAGINE pag. 1 PARTE PRIMA CAPITOLO I L INGERENZA UMANITARIA UNILATERALE TRA LA DOTTRINA E LA PRASSI

INDICE. INTRODUZIONE. PIANO DELL INDAGINE pag. 1 PARTE PRIMA CAPITOLO I L INGERENZA UMANITARIA UNILATERALE TRA LA DOTTRINA E LA PRASSI INDICE INTRODUZIONE. PIANO DELL INDAGINE pag. 1 PARTE PRIMA CAPITOLO I L INGERENZA UMANITARIA UNILATERALE TRA LA DOTTRINA E LA PRASSI 1. Il significato giuridico di ingerenza umanitaria pag. 9 2. Grozio:

Dettagli

Disponibilità annuale pro capite di acqua dolce

Disponibilità annuale pro capite di acqua dolce EMERGENZA ACQUA Disponibilità annuale pro capite di acqua dolce Le società umane si sono sviluppate laddove c era disponibilità d acqua. Le prime civiltà furono, infatti, civiltà fluviali. Il Nilo, il

Dettagli

Dossier Statistico Immigrazione 2007 XVII Rapporto Caritas - Migrantes

Dossier Statistico Immigrazione 2007 XVII Rapporto Caritas - Migrantes Migranti nel mondo, in Sardegna,nel Medio Campidano ASSESSORATO AL LAVORO - IMMIGRAZIONE ED EMIGRAZIONE Osservatorio provinciale sui flussi migratori Presentazione del Dossier Statistico Immigrazione 2007

Dettagli

Capitolo 10. Il mercato valutario. La strategia di copertura della Volkswagen

Capitolo 10. Il mercato valutario. La strategia di copertura della Volkswagen EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo 10 Il mercato valutario La strategia di copertura della Volkswagen 10-3 La Volkswagen, il più grande produttore europeo di autovetture, ha comunicato una diminuzione

Dettagli

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica Veloce e Fragile Le dinamiche dell economia britannica 2 maggio, 2011 Rimbalzo nel primo trimestre per il Regno Unito? Come è già stato precedentemente sottolineato, l economia britannica è un economia

Dettagli

Diritti bambini. I dati riportati sono tratti da un

Diritti bambini. I dati riportati sono tratti da un Diritti bambini L assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1959 ha stilato la Dichiarazione dei Diritti del Fanciullo ampliata e integrata nel 1989 con la Dichiarazione dei Diritti del Bambino

Dettagli

La crisi cambia i viaggi di San Valentino: gli innamorati scelgono mete più economiche

La crisi cambia i viaggi di San Valentino: gli innamorati scelgono mete più economiche COMUNICATO STAMPA OSSERVATORIO VOLAGRATIS La crisi cambia i viaggi di San Valentino: gli innamorati scelgono mete più economiche Per San Valentino prevalgono i viaggi verso destinazioni a prezzi più accessibili.

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA PER I FORNITORI

CODICE DI CONDOTTA PER I FORNITORI CODICE DI CONDOTTA PER I FORNITORI La Weatherford ha la reputazione di essere un'organizzazione che adotta esclusivamente prassi aziendali etiche e che richiede di agire, in tutte le operazioni aziendali,

Dettagli

Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti

Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti Facoltà di Scienze Politiche Università di Bari Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti Modulo 15 La bilancia dei pagamenti e il mercato valutario Hill, cap. 10 (prima parte) La bilancia

Dettagli

Aggiornamento sui mercati obbligazionari

Aggiornamento sui mercati obbligazionari Aggiornamento sui mercati obbligazionari A cura di: Pietro Calati 20 Marzo 2015 Il quadro d insieme rimane ancora costruttivo Nello scorso aggiornamento di metà novembre dell anno passato i segnali per

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net Analisi Settimanale dei Mercati 26 settem, 2010 Visita il nuovo network di social trading di etoro: openbook.etoro.com Si sono mossi al rialzo i mercati azionari nel corso di questa settimana sulla scia

Dettagli

WORLDLESS CHILDREN LUCA CATALANO GONZAGA

WORLDLESS CHILDREN LUCA CATALANO GONZAGA WORLDLESS CHILDREN LUCA CATALANO GONZAGA PREMESSA Ad oltre 1 miliardo di bambini nel mondo viene negato il sano sviluppo sancito dalla Convenzione sui Diritti dell'infanzia del 1989 violando il diritto

Dettagli

Simposio Internazionale Economia Solidale e Sviluppo Sostenibile per l Africa

Simposio Internazionale Economia Solidale e Sviluppo Sostenibile per l Africa Simposio Internazionale Economia Solidale e Sviluppo Sostenibile per l Africa Pontificia Accademia delle Scienze Città del Vaticano 29 Novembre 2013 Simposio Internazionale ECONOMIA SOLIDALE E SVILUPPO

Dettagli

rientro del denaro ottimizzando l'efficienza delle vostre risorse aziendali interne.

rientro del denaro ottimizzando l'efficienza delle vostre risorse aziendali interne. Il Servizio ALL in di Intercrediti offre, in affiancamento alle risorse aziendali, la gestione completa del cliente, dalla fase dell ordine fino ad arrivare all Azione Legale se necessaria. Servizio di

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012.

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. di Giacomo Fabiani e Vera Facchinutti, 5 F Sull'onda della moda esplosa negli ultimi anni degli studi sui servizi

Dettagli

Indice del costo d'acquisto delle commodities per le imprese industriali Approfondimento Il mercato del cacao

Indice del costo d'acquisto delle commodities per le imprese industriali Approfondimento Il mercato del cacao Indice del costo d'acquisto delle commodities per le imprese industrialii Appro ofondimento Il mercato del cacao a cura dell Ufficio Informazione Economica e Statistica Giugno 2012 Nel mese di marzo, l

Dettagli

News > Esteri > Politica - Giovedì 06 Dicembre 2012, 19:44

News > Esteri > Politica - Giovedì 06 Dicembre 2012, 19:44 "Ancora dubbi sulle..." Guerra civile in Siria: il punto della situazione Lo scontro si fa ogni giorno più teso fra Al Assad e le forze ribelli, che si stanno rafforzando" Caterina Varenna Lo scontro si

Dettagli

Borse di Studio On-line. Responsabili del Progetto: Cons. Andrea Luca Lepore e Cons. Nicola Occhipinti

Borse di Studio On-line. Responsabili del Progetto: Cons. Andrea Luca Lepore e Cons. Nicola Occhipinti Borse di Studio On-line Responsabili del Progetto: Cons. Andrea Luca Lepore e Cons. Nicola Occhipinti Referente per successivi contatti con l Amministrazione: Cons. Nicola Occhipinti Descrizione sintetica

Dettagli

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO DICEMBRE 2009 Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO Prospettive e Determinanti del Prezzo del Petrolio Bruno Chiarini Recessione e petrolio Occorre ricordare che l economia italiana

Dettagli

GLI ASCARI ERITREI E LA BATTAGLIA DI CHEREN

GLI ASCARI ERITREI E LA BATTAGLIA DI CHEREN GLI ASCARI ERITREI E LA BATTAGLIA DI CHEREN Ho ricevuto queste foto da Angelo Granara che a sua volta le ha avute da suo nipote Enrico e quest ultimo dall Ambasciata Italiana in Eritrea. Senza indugi le

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

DELLA SCUOLA DEL SABATO CRISI IN CIELO 1 TRIMESTRE 2016

DELLA SCUOLA DEL SABATO CRISI IN CIELO 1 TRIMESTRE 2016 LEZIONE 1 DELLA SCUOLA DEL SABATO CRISI IN CIELO 1 TRIMESTRE 2016 SABATO 2 GENNAIO 2016 Durante questo trimestre studieremo i risultati della ribellione di Satana, e come fu contrastata dal piano divino

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli