Numero 4 Dicembre AIESEC, scambi internazionali tra aziende e studenti. L industria al centro. AITI UP!: le startup a lezione d esperienza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Numero 4 Dicembre 2014. AIESEC, scambi internazionali tra aziende e studenti. L industria al centro. AITI UP!: le startup a lezione d esperienza"

Transcript

1 L industria al centro AIESEC, scambi internazionali tra aziende e studenti AITI UP!: le startup a lezione d esperienza

2 L EDITORIALE Se ci giochiamo il nostro destino Stefano Modenini - Direttore AITI Tre concetti chiave da tenere nella giusta considerazione. Il primo è legato al fatto che l industria manifatturiera, anche a seguito di un nuovo orientamento della piazza finanziaria e pur nelle difficoltà dettate dalla competizione internazionale, resta uno dei pilastri dell economia elvetica, un tesoretto che va coltivato e mantenuto competitivo ma su cui il paese può contare. Impressum Il secondo concetto fa riferimento alle nuove imprese, le cosiddette startup. Sono un bene necessario dell economia, una linfa vitale con un forte grado d innovazione che s innesta in un tessuto economico già presente e possibilmente competitivo. Di più, un territorio ambisce a essere un punto di riferimento qualora è in grado di mettere stabilmente in relazione le nuove imprese con quelle già esistenti. Una startup non è un entità fine a se stessa bensì il primo anello (e forse qualcosa di più) della catena che costituisce il nostro sistema economico. Alle nuove imprese si affianca tuttavia un consolidato tessuto d imprese già esistenti sul territorio, con un mercato consolidato. Aziende che innovano anch esse ogni giorno per restare competitive. È doveroso che questo sistema d imprese più mature non venga trascurato perché costituisce una delle sicurezze del nostro Stato. Fare Impresa Editore: Associazione industrie ticinesi (AITI) Redazione: AITI Corso Elvezia 16, c.p. 5130, 6901 Lugano Telefono Fax Il terzo concetto è legato alla necessità di restare un paese aperto, che fa crescere talenti ma che è pure in grado di attirarne. Il mercato del lavoro va controllato e laddove necessario corretto, ma non può essere reso impermeabile al sapere proveniente da fuori Cantone. Chi pensa sia meglio fare così getta le basi per l inevitabile declino della società ticinese. Stampa: Salvioni arti grafiche SA Via Ghiringhelli 9, 6500 Bellinzona Grafica e impaginazione: Plastical Sagl Corso S. Gottardo 14, 6830 Chiasso Diffusione: Tiratura: copie Abbonamento gratuito per i soci AITI Abbonamento supplementare: - CHF 10.- annuo (+IVA) - per i non soci 20.- annuo (+IVA) Frequenza: Fare Impresa appare almeno 4 volte all anno. 2

3 PRIMO PIANO L economia di un paese forte non può fare a meno dell industria p. 5 CONOSCERE L INDUSTRIA Frenzis Group, piccoli ma dinamici p. 13 FORMAZIONE AIESEC: favorisce lo scambio tra aziende e studenti in tutto il mondo L EDITORIALE P. 2 Se ci giochiamo il nostro destino IN BREVE P. 4 IVA anche per le imprese estere II trimestre: produzione in aumento nell industria Disoccupazione in discesa in Svizzera e nell UE Galleria di base del S. Gottardo: inaugurazione il 2 giugno 2016 L ALS con gli Emirati Arabi sta mettendo le ali ai prodotti industriali PRIMO PIANO DA P. 5 L economia di un paese forte non può fare a meno dell industria CONOSCERE L INDUSTRIA DA P. 13 Frenzis Group, piccoli ma dinamici LE RUBRICHE DA P. 15 I SOCI INFORMANO ECSA e Helsinn, Viscom e AMETI ISTANTANEE AITI Made in Ticino, il valore dell outsourcing, apprendistato e SSST, la gestione del collaboratore e gita AITI FORMAZIONE AITI AIESEC: favorisce lo scambio tra aziende e studenti in tutto il mondo AITISERVIZI Tectel SA e TI LAB SA AITI UP! Processi di Startup. Esperienze e scambi di idee per continuare a crescere SPAZIO OPINIONI La disdetta collettiva ECONOMIESUISSE Horizon 2020, trasporti e Green Growth 3

4 IN BREVE Imposta sul valore aggiunto anche per le imprese estere Due modifiche legislative sull imposta sul valore aggiunto in attesa dell entrata in vigore della proposta di revisione parziale dell intera legge. Le ha approvate di recente il Consiglio federale, in attuazione della mozione Cassis, con l obiettivo di diminuire Galleria di base del S. Gottardo: inaugurazione il 2 giugno 2016 L inaugurazione della galleria di base del San Gottardo è fissata per il 2 giugno Ad averlo reso noto è il Consiglio federale precisando che alla cerimonia d inaugurazione ufficiale parteciperà il Consiglio federale in corpore. Tra i invitati alla cerimonia figureranno, oltre a capi di Stato e ministri dei trasporti esteri, anche tutti i membri delle Camere federali e altre personalità del mondo politico, economico e culturale. Con i suoi 57 chilometri di lunghezza, la galleria di base del San Gottardo è il tunnel ferroviario gli svantaggi concorrenziali delle imprese nazionali rispetto alle imprese estere che, secondo la nuova modifica, saranno assoggettate all imposta al pari delle imprese svizzere, se eseguono forniture in territorio svizzero sottoposte all imposta sull acquisto e se la loro cifra d affari in Svizzera ammonta almeno a 100mila franchi. A essere interessate sono in particolare le imprese estere che effettuano in Svizzera lavori nel settore dell edilizia, dell ingegneria civile e nei rami accessori dell edilizi. più lungo del mondo. Costato circa 10 miliardi di franchi (cifre del 1998 senza rincaro e imposta sul valore aggiunto) ha richiesto circa 15 anni di costruzione. II trimestre: produzione in aumento nell industria Secondo i risultati provvisori dell Ufficio federale di statistica (UST), nel secondo trimestre 2014 la produzione nell industria è aumentata del 3,1% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Le cifre d affari sono cresciute del 2,5%. L afflusso di ordinazioni è aumentato del 5,1%, mentre le ordinazioni in portafoglio sono salite dell 1,8%. L ALS con Emirati Arabi sta mettendo le ali ai prodotti industriali Negli ultimi anni le esportazioni svizzere negli Emirati Arabi sono salite da 1,2 miliardi di franchi a 3,2 miliardi. A riferirlo nella newsletter export.news della Switzerland Global Enterprise (l ex Osec) è Chris Watts, direttore regionale Arabia presso Switzerland Global Enterprise, secondo cui si tratta di una crescita incredibile anche se l 80% delle importazioni negli Emirati Arabi Uniti non resta in loco, ma viene riesportata. Secondo Watts a beneficiare dell accordo di libero scambio appena sottoscritto con gli Emirati Arabi sono soprattutto i prodotti industriali, nonché i beni di lusso quali orologi e gioielli. Disoccupazione in discesa in Svizzera e nell UE Tra il terzo trimestre 2013 e il terzo trimestre 2014 il numero di occupati in Svizzera è aumentato dello 1,7%. A riferirlo è l Ufficio federale di statistica (UST). Nello stesso periodo, il tasso di disoccupazione secondo la definizione dell Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) è leggermente salito, passando dal 4,7 al 4,8%. Nell Unione europea è invece calato, passando dal 10,5 al 9,8%. 4

5 PRIMO PIANO L economia di un Paese forte non può fare a meno dell industria Se l economia di un Paese vuole rimanere forte non può fare a meno della manifattura. A dirlo, prendendo come esempio Paesi come la Francia, l Italia e l Inghilterra, che in passato hanno disinvestito nell industria per puntare sui Servizi, è Claudio Boër, un passato da ingegnere all ABB e nell industria della meccanica di precisione e direttore dell ICIMSI ma anche Console a Shanghai per la cooperazione tra Svizzera e Cina nella formazione, ricerca ed innovazione, un presente da vicepresidente della SUPSI e professore universitario in Cina, in quella che lui stesso definisce la fabbrica del mondo. È infatti a Dongguan, metropoli di 8 milioni di abitanti nel Sud manifatturiero della Cina, che Boër continua a vivere d industria, insegnando agli studenti in ingegneria materie come processi manifatturieri avanzati e > 5

6 Più delle metà delle batterie dei telefoni cellulari del mondo ha all interno una sostanza di nome grafite prodotta a Bodio In tutti gli stadi dei Mondiali 2014 di calcio in Brasile è stata garantita la corrente elettrica grazie a macchine costruite a Locarno Chi è Claudio Boër Claudio Boër vanta un esperienza di oltre 16 anni nell industria svizzera durante i quali ha ricoperto, tra le diverse funzioni, la carica di ricercatore e responsabile di progetto presso l ABB a Baden-Dättwil, la carica di direttore aggiunto e responsabile dell implementazione CAD/CAM/ CIM presso la Tornos SA e la carica di direttore aggiunto responsabile dell industrializzazione presso la Charmilles Technologies SA. Docente e professore presso il Politecnico di Losanna, il Politecnico di Milano e, fino al 2012, direttore dell ICIMSI della SUPSI, oggi Claudio Boër è visiting professor presso la Guangdong University of Technology (Cina), consulente del Governatore della provincia del Guangdong (Cina) e membro della Commissione Federale della scuole universitarie professionali. > computer integrated manufacturing, senza trascurare progetti di cooperazione internazionale con la SUPSI ed altre Università di Scienze Applicate svizzere. Insegnare ai futuri ingegneri cinesi spiega l ex direttore dell ICIMSI - è un modo molto forte per promuovere la Svizzera come paese industrializzato e competitivo e non solo come paese dagli scenari stupendi e del cioccolato. Il FTA Free Trade Agreement ha fatto conoscere la Svizzera non solo negli ambienti economici, ma anche ad un pubblico cinese molto più largo che ha scoperto la Svizzera in altri aspetti precedentemente sconosciuti. Ma Boër va anche più in là. La manifattura non solo non può essere sacrificata, a favore, ad esempio, del terziario avanzato, ma deve anche essere messa nelle condizioni di decidere come quello che conta davvero è il savoir faire : se in Ticino sappiamo fare le macchine utensili o certi processi chimici farmaceutici, oppure se sappiamo come gestire la logistica, accresciamo questo sapere, perché è questo sapere che crea innovazione. Eppure in Ticino si fa un gran parlare di industria ad alto valore aggiunto e industria a basso valore Questa volta vogliamo parlare di noi. Dell industria ticinese. Consapevoli che non tutti conoscono, non solo le eccellenze del nostro tessuto produttivo cantonale, ma anche le sue caratteristiche e, perché no, anche le sue virtù. Non siamo ingenui. Sappiamo di correre il rischio di apparire autoreferenziali. Ma se non è l industria ticinese a presentare se stessa, chi può farlo al posto suo? Chi può addentrarsi nelle sue pieghe meglio di chi la mastica al fronte tutti i giorni? Sì, questa volta vogliamo parlare di noi, mettendo in mostra anche quanto di buono l industria produce per se stessa, ma anche per questo Cantone. Perché essere sempre al centro dell attenzione mediatica va bene, ma ogni tanto bisognerebbe farlo con cognizione di causa e con qualche elemento in più in mano. Foto pagina precedente: Firmato accordo con una prestigiosa università cinese e dove spostarsi, come e dove creare nuovi settori o come e dove mettersi insieme per rinforzarsi. Non può essere lo Stato, continua il professore, a scegliere le industrie ad alto valore aggiunto o quelle a basso valore aggiunto. Possono certo essere promossi gli arrivi di alcuni settori industriali, ma aggiunto. Certi ambienti non disdegnerebbero una pianificazione a tavolino in questo senso. Bene, allora una buona volta si dica quali sono le imprese che si vogliono chiudere e quali imprese si vogliono insediare al posto di quelle che si vorrebbero mandare via. Nessuno lo 6

7 dice. Mi sia un Tutti i computer degli ascensori Schindler del mondo sono progettati e realizzati a Locarno: muovono ogni giorni più di 1 miliardo di persone sembra che argomento di cui è facile parlare dal punto di vista politico, meno da quello economico. Ritornando sull industria ad alto valore aggiunto vorrei ricordare che si parla di un industria di questo tipo solo quando si ha un tasso di innovazione molto forte. Che poi questa industria sia pesante, leggera, di consumo o di processi, non importa. Le industrie devono innovarsi continuamente, è l unico modo per essere competitivi. E una delle ragioni per cui, quando presi la direzione dell ICIMSI, cambiai il nome che divenne Istituto CIM per la Sostenibilità nell Innovazione. Il messaggio, che non sono sempre riuscito a far passare, era che non basta avere un idea e poi venire alla SUPSI e chiedere un aiuto per realizzare questa idea in un prodotto od un processo innovativo e competitivo sul mercato. L innovazione è un processo continuo che deve essere alla base di qualsiasi industria. La Svizzera in fatto di innovazione è messa però bene. Sì, il nostro Paese, lo dicono, le statistiche è il Paese più competitivo al mondo. Se guardiamo i pilastri che formano la competitività, ci accorgiamo che uno di questi è proprio l innovazione, ambito dove la Svizzera è sempre prima o terza. Questi sono dati importanti. Significa che il nostro Paese ha un settore di ricerca pubblico e privato molto forte e una buona formazione dei giovani. Non posso fare nomi, ma alcune industrie ticinesi mi hanno chiesto aiuto Insegnare ai futuri ingegneri cinesi è un modo per promuovere la Svizzera come paese industrializzato e competitivo per poter trovare ingegneri cinesi che si possano formare in Svizzera, meglio se in Ticino, per poter essere ingaggiati per fare la produzione in Cina. Ma non per delocalizzare la produzione dal Ticino alla Cina, ma per aumentare la produzione sul mercato che sarà il mercato del futuro per molti prodotti. Da questo si vede che il collegamento tra l industria, la formazione e la ricerca sono estremamente Metà dell oro mondiale passa in Ticino per essere fuso e lavorato in gioielli, lingotti e monete importanti. Per me un cluster, non è solo un cluster industriale, ma un cluster di know-how, di aumento di conoscenza, di facilità di produrre innovazione. Sembrano parole, ma sono concetti estremamente importanti, se si vuole competere con Paesi come la Cina. Non so come la vede lei, ma di questi tempi affermare che le industrie ticinesi sono alla ricerca di personale cinese non suona proprio bene in un Paese, dove si afferma che non c è più lavoro per i residenti. Ne sono consapevole, tant è vero che quando ero direttore dell ICIMSI sono stato attaccato sulla stampa. A volte è difficile far comprendere alle persone che stanno solo in Ticino cosa succede fuori dal Ticino. Se un industria ticinese chiede un ingegnere cinese non è che non vuole dare lavoro a un ingegnere ticinese, ma perché sa che poter vivere e lavorare in Cina bisogna conoscere la lingua madre e le abitudini per poter collegarsi con altre industrie cinesi. Ho detto ingegneri cinesi, ma si formano anche ingegneri ticinesi per andare in Cina a lavorare, ma non è facile. Le dico un altra cosa che non > I rami dell industria Elettronica, meccanica e metallurgia Il comparto dell elettronica, della meccanica e della metallurgia dà lavoro a circa 16mila persone ed è composto da circa 600 aziende. La produzione è molto differenziata: dalla componentistica elettronica alle macchine e apparecchiature elettriche e meccaniche, dalla meccanica di precisione agli strumenti per misurazione, fino all orologeria. Non meno competitiva è la produzione metallurgica, che spazia dalla lavorazione dei metalli preziosi, alla forgiatura e alla fusione di metalli e leghe ferrose utilizzati nei campi dell aeronautica, nel medicale, nella biomedicina, nella nautica e nella produzione di energia. Chimica-farmaceutica Con un fatturato globale di circa 2,3 miliardi di franchi, il settore chimico-farmaceutico ticinese contribuisce con il 9% al PIL cantonale. Le 134 aziende che lo compongono, impiegando oltre dipendenti, svolgono un attività differenziata che copre tutto l iter di produzione di un farmaco: dallo sviluppo formulativo ai test clinici, dalla produzione di principi attivi e prodotti finiti alla commercializzazione, dal marketing al trading. Pur se indirizzata principalmente verso l Unione Europea, l esportazione interessa oltre 120 Paesi nei cinque continenti. 7

8 > suona politicamente corretto. Se cominciamo a limitare l afflusso di cervelli che possono aiutare l industria ticinese a essere competitivi sui mercati mondiali non andiamo nella direzione giusta. Non è sufficiente venire in Cina e chiedere di venire a investire in Ticino, senza voler accettare altri compromessi. A differenza di altre attività economiche, l industria ha bisogno di grandi superfici. In Ticino sono però pochi i terreni industriali disponibili, mentre gli indici di sfruttamento degli edifici permangono bassi per non compromettere la componente paesaggistica del territorio. Come possono essere conciliate queste pur legittime diverse aspettative? Mi rendo conto che puntare tutto sull urbanizzazione per poter creare lavoro come hanno fatto da tempo i cinesi non può essere praticabile in un Se c è un industria che vuole lavorare in Ticino lo spazio lo si deve trovare Tutti gli aerei Boeing sono dotati di turbine (motori) e parti di turbine costruiti in Ticino territorio dove 2/3 sono occupati dalle Alpi, ma nella provincia in cui mi trovo, quella del Guangdong, che ha un po di più di superficie della Svizzera, ci vivono 110 milioni di abitanti, mentre noi siamo in 8 milioni. Questo per dire che se c è un industria che vuole lavorare in Ticino lo spazio lo si deve trovare, altrimenti possiamo dimenticare certe industrie. Lei prima ha riferito che la manifattura non può essere sacrificata, a favore, ad esempio, del terziario avanzato. Cosa intende? I Paesi come la Francia, l Italia e l Inghilterra che hanno disinvestito nella manifattura per puntare sul settore dei Servizi si sono accorti che il settore dei Servizi non vive se dietro non c è un industria forte. Quando si parla di terziario avanzato occorre inoltre tenere sempre in considerazione alcune proporzioni. Su mille industrie o imprese che si creano tipo start-up, anche high-tech, Evoluzione posti di lavoro e frontalieri nell industria dal 1980: sostanziale stabilità Addetti nell industria ticinese % 62% 80-2% % 55% % % 48% 95 +2% % 57% 13-4% % 45% 05 Totale Indigeni Frontalieri compresi gli interinali Mode e abbigliamento Con una cifra d affari di 12 miliardi di franchi e posti di lavoro offerti, il ramo della moda e dell abbigliamento, presente soprattutto nel Mendrisiotto con importanti gruppi italiani, ma anche tedeschi, statunitensi e inglesi, sta vieppiù diventando importante per l economia ticinese. Orientata in massima parte all esportazione, i mercati principali di riferimento sono Italia, Francia e Germania, l industria della moda e dell abbigliamento ha approfittato della vicinanza del Ticino con Milano e della sua centralità geografica sul principale asse europeo Nord-Sud, oltre che delle condizioni quadro riconosciute al Ticino. Logistica Con una trentina di aziende attive e circa addetti, il ramo della logistica, orientato prevalentemente all alta gamma e allo sviluppo di tessuti innovativi, occupa oggi uno spazio non marginale nell economia ticinese. Presente soprattutto nel Mendrisiotto, regione con la più alta densità di imprese attive in questo settore e con la gamma di servizi logistici più completa, il ramo della logistica ha beneficiato più di altri della vicinanza con l Italia e di condizioni quadro riconosciute al Ticino, quali ad esempio la stabilità politica e l ampia offerta e diffusione di tecnologie dell informazione. 8

9 Nell industria si nota dunque una sostanziale stabilità, sull arco degli ultimi 40 anni, sia degli addetti (sui ), sia dei frontalieri (sui ), sia dei posti di lavoro per residenti (12 500): le variazioni dipendono soprattutto dalla congiuntura economica. L esplosione del numero di frontalieri è dunque concentrata nei Servizi, dove sono aumentati da a tra il 1999 e il Ai frontalieri va aggiunto il lavoro notificato, quantificabile a 248 ETP prestatori di servizio (200 distaccati e 48 indipendenti, rispettivamente il 25% e il 12% del totale), vale a dire il personale che NON lavora in linea di produzione, ma che risponde alla necessità di servizi complementari come installazioni, manutenzione, ecc. comunque non reperibili su territorio cantonale; e 88 ETP (pari al 5%) per quanto riguarda le assunzioni d impiego dirette presso un datore di lavoro svizzero (+ 30% interinali nel secondario, soprattutto edilizia). Da notare che dal 2005 al 2013 il lavoro notificato è aumentato per l equivalente di 149 ETP (su un totale di 1745 ETP, vale a dire l 8.5% dell aumento, dovuto invece principalmente all edilizia). ce ne sono 100 che arrivano a uno stadio di sopravvivenza e solo 10 che diventano abbastanza forti per entrare eventualmente nel mercato azionario. Per poter avere 10 imprese creatrici di benessere, bisogna insomma dare la possibilità a studenti di creare una start-up. Siamo capaci? Abbiamo la possibilità di farlo? Quando vedo le cifre di AGIRE e di altre agenzie di questo tipo, vedo invece numeri molto piccoli. Vedo al massimo 100 imprese all anno. Questo significa che ce ne sono 10 che probabilmente riusciranno a fare qualcosa e una che riuscirà a entrare sul mercato azionario. Queste sono le cifre. Puntiamo pure su questi giovani, facciamoli crescere. Anche questa è una via da seguire. Ma non puntiamo Per poter avere 10 imprese creatrici di benessere, bisogna insomma dare la possibilità a studenti di creare una start-up Le imbarcazioni militari e di polizia, nonché gli yacht più grandi del mondo, usano eliche marine realizzate in Ticino tutto sul terziario avanzato. Mi si lasci aggiungere un altra cosa. Non pensiamo di creare un azienda di questo tipo per poi farla rimanere solo in Ticino. Queste aziende devono vedere il mondo. Non c è altra soluzione. L industria ticinese si caratterizza per la forte vocazione all esportazione. In che misura può essere un limite questa dipendenza all esportazione di fronte a una sempre più crescente esternazionalizzazione della produzione verso l Europa orientale e verso l Asia? Più che un problema dei cosiddetti mercati a basso costo mi sembra un problema di mercati europei e americani che non si sono adattati o non sono riusciti ad adattarsi a un mercato inizialmente capace di produrre solo prodotti a basso costo, in seguito un mercato più aperto, che acquista, dove diventa importante posizionarsi con i propri marchi e i propri brand per assumere posizioni di forza. Per fortuna l industria svizzera, soprattutto > Industria delle materie plastiche Industria agro-alimentare Con circa posti di lavoro e 35 aziende attive, l industria ticinese delle materie plastiche rappresenta per effettivo di posti di lavoro il 3.6% del settore secondario ticinese e lo 0,9% dell interno sistema produttivo cantonale. Oltre a una produzione diversificata a favore di molti rami industriali e una costante ricerca di nuovi materiali, prodotti e soluzioni su misura per i clienti, il comparto si contraddistingue per l orientamento all esportazione, che arriva al 75% della produzione, e per l offerta di posti di lavoro con conoscenze professionali e specializzate. Con 120 aziende per un totale di posti di lavoro, l industria agro-alimentare ticinese rappresenta per effettivo di posti di lavoro il 3.9% del settore secondario ticinese e l 1,0% dell interno sistema produttivo cantonale. Tra le doti dell industria agro-alimentare ticinese, i cui prodotti, dall olio al cioccolato, dal caffé ai salumi, dal riso ai prodotti dolciari, sono venduti da decenni con successo in patria e all estero, vi sono la qualità stessa dei prodotti, ma anche l efficienza dei processi e dei servizi offerti. Non meno importante è l impegno sempre maggiore dell industria alimentare a favore della ricerca e dell innovazione. 9

10 Le cerniere delle borse o dei vestiti più costosi sono realizzate in Ticino I satelliti della NASA hanno motori elettrici grandi pochi millimetri progettati e realizzati in Ticino > orologiera, è riuscita a farlo. L industria che abbiamo noi in Ticino, penso a quella della meccanica di precisione, quindi ad AGIE e a Mikron per esempio, si sono imposte sul mercato asiatico, perché la richiesta di precisione e qualità è andata aumentando nel tempo. Per usare un espressione semplicistica si può dire che dai giocattoli cinesi si è passati in fretta agli i-phone e chi, penso alle industrie, è in grado di importare in Cina queste tecnologie avanzate sta avendo successo e continuerà ad averlo anche in futuro, fino a quando perlomeno si riuscirà a essere innovativi. Diverso è il caso dei prodotti di consumo e di lusso. Un Omega o un Rolex continuerà a essere venduto in Cina perché La Cina sta investendo in Africa sostituendosi ai vecchi colonizzatori europei è un nome. E questo rimarrà ancora per un po di tempo se l industria orologiera svizzera continuerà ad avere questa immagine. Per rispondere alla sua domanda, preoccuparsi oggi se andare in Cina o no mi sembra prematuro, tanto più che occorre guardare nello stesso momento sempre anche ad altri mercati, come del resto sta facendo la stessa Cina in Africa, dove sta investendo in modo incredibile, sostituendosi ai vecchi colonizzatori europei. I cinesi stanno costruendo fabbriche e infrastrutture che i Paesi colonizzatori di una volta non hanno fatto. Deve far pensare che un Paese come la Cina, che è la fabbrica del mondo per antonomasia, si stia spostando in Africa per poter fabbricare alcuni prodotti a un prezzo ancora > Carta e arti grafiche Industria orologiera e dei metalli preziosi Con 70 tipografie attive e 900 posti di lavoro, l industria ticinese della carta e delle arti grafiche concentra i suoi sforzi nella formazione professionale di base e continua, nella politica ambientale e nel costante adattamento all evoluzione tecnologica. Fino a qualche tempo fa erano tre i settori che caratterizzavano il mondo delle arti grafiche: prestampa, stampa e finitura. Il progresso tecnologico di questi ultimi anni ha contribuito a rendere meno chiara l identificazione di questi ambiti. Per questo oggi le aziende attive nel settore sono caratterizzate da dimensioni, strutture organizzative e mercati estremamente differenti. Con addetti e 50 aziende, l industria orologiera e dei metalli preziosi si distingue per il forte orientamento all esportazione e per l eccellenza e il riconoscimento mondiale dei propri prodotti. Attive nella fusione, nell affinazione e nella lavorazione in genere di metalli preziosi e affini, le aziende del ramo dei metalli preziosi raffinano almeno la metà dell oro mondiale e si distinguono in particolare per la grande attenzione verso la responsabilità sociale e l impatto ambientale. Le lavorazioni delle aziende del ramo orologiero dal canto loro sono orientate prevalentemente all alta gamma e alla fabbricazione in abbinamento ai metalli preziosi. 10

11 Evoluzione disoccupazione nell industria manifatturiera: sostanziale stabilità I disoccupati (media annua) nel settore industriale non hanno avuto Media annua del numero di disoccupati grandi variazioni. Inoltre, ogni anno la metà dei disoccupati (una media di 350 persone) dell industria beneficia di misure attive di sostegno all occupazione e al ricollocamento +18% -3% -1% -13% -18% -12% +34% +11% -15% +2% +17% grazie alla Fondazione III Millennio, un unità formativa di AITI specializzata in corsi di valutazione di competenze e di stage di ricollocamento Contratti collettivi e salari La metà delle aziende associate ad AITI ha un contratto collettivo firmato dai sindacati (contratto collettivo aziendale oppure affiliati all Unione svizzera del metallo, Swissmem, Viscom o settore orologiero). Nel settore industriale, la media dei salari minimi di assunzione per dipendenti qualificati è superiore ai CHF al mese (per 12 mensilità). Più bassi invece per semi-qualificati (3 600) e non qualificati attivi nella produzione a scarso valore aggiunto. Il tessuto economico ticinese sta domandando una quota sempre più elevata di profili professionali avanzati, creando delle buone opportunità di lavoro per residenti. Esempio 1. Oggi il 30% dei posti di lavoro nell industria elettronica richiede conoscenze professionali specializzate, mentre il 20% dei posti di lavoro è composto da lavori esigenti, indipendenti e molto qualificati. Esempio 2. Dal 2000 al 2008 le esigenze dell industria metallurgica si sono spostate verso livelli formativi e competenze superiori: aumento dal 12% al 26% delle posizioni esigenti indipendenti e molto qualificate a fronte di una diminuzione dal 51% al 45% dei lavoratori senza qualifica e senza formazione conclusa. Indotto fiscale: centinaia di milioni l anno per Cantone e Comuni L industria produce il 21% del PIL cantonale Gettito del settore industriale: 71 milioni per il Cantone, pari al 23% del gettito complessivo (a titolo di paragone, il gettito delle banche è di circa 40 milioni); 54 milioni per i Comuni (applicato il moltiplicatore medio del 76%) per un totale di 125 milioni di gettito (dati 2008). PIL Ticino 21% Ai quali vanno aggiunti, in quanto contabilizzate a parte, le imposte alla fonte per altri 117 milioni a livello cantonale e un centinaio di milioni per i Comuni (dati 2012). Pur con le distinzioni del caso, l industria contribuisce in maniera rilevante a questo indotto, basti pensare che i Comuni a forte caratterizzazione industriale ricevono quasi un terzo dei riversamenti dell imposta alla fonte agli enti locali. Giovani e industria Fonte: USTAT Nel 2014 le aziende industriali ticinesi formatrici mettono a disposizione dei giovani 303 posti di lavoro, pari al 17% del totale. 11

12 In Ticino c è un industria tra le prime al mondo nella produzione di penne a biro di qualità L economia ticinese Ponte tra la Lombardia a Sud e la Regione di Zurigo a Nord, l economia ticinese è composta da circa 21mila imprese, in gran parte PMI, che in totale offrono circa 184mila posti di lavoro. Con un Prodotto interno lordo (PIL) di oltre 24 miliardi di franchi, che rappresenta il 4,2% del PIL nazionale, l economia ticinese si presenta ben bilanciata, con un settore secondario molto competitivo orientato all 80% all esportazione, che contribuisce al 21% del PIL cantonale, e un terziario di servizi avanzato, che produce i 3/4 del PIL cantonale, caratterizzato dalla presenza della terza piazza finanziaria svizzera e dalla terza piazza svizzera per commodity trading. Contraddistinto da una produzione ad alto valore aggiunto, elevata qualità dei prodotti e innovazione tecnologica e scientifica, il settore secondario è molto competitivo nel campo dell elettromeccanica, nella chimica-farmaceutica, nella plastica, nell industria dei metalli preziosi, nel tessile e nella moda, nel settore delle energie rinnovabili e nella logistica, e esporta in gran parte macchine, strumenti di precisione, orologi, apparecchi elettrici, prodotti chimici e gioielli. Le esportazioni, a quota 8 miliardi, sono orientate all Italia (20%), alla Germania (17%), agli USA (10%), all India (10%), alla Cina (10%), alla Francia e alla Gran Bretagna (6%) e in misura minore ad altri Paesi extra UE. Il Ticino economico > più basso che in Cina, ma soprattutto per poter conquistare un mercato che si sta aprendo e si aprirà abbastanza rapidamente. È però vero che alcune aziende svizzere sono tornate in Europa, dopo aver prodotto in Cina. Casi come questi non mi sorprendono. Non saranno i primi e non saranno gli ultimi. In questi casi mi sento di affermare che si è spostata la produzione in Cina senza tenere conto di tutti i parametri che entrano in gioco. A volte queste aziende che tornano in Europa continuano a produrre in Cina, ma per i mercati cinesi e del Sud Est asiatico, con prodotti di solito a valore aggiunto più basso che non potrebbero essere fabbricati comunque in Svizzera. Un esempio tipico è quello della Swatch che diversi anni fa aveva provato a installare una fabbrica nel Sud della Cina e rapidamente si è accorta che non valeva la pena ed è tornata sui suoi passi. Ora è rimasto qualcosa, ma solo produzione di orologi per auto di lusso, che richiedono più manualità che automazione. Ma quello africano sarà davvero il mercato del futuro? Sì, anche se dipenderà in modo importante da chi riesce a investire in PIL TI Settori principali Eccellenze servizi e terziario Eccellenze secondario Valore Export Mercati Export Beni esportati Condizioni quadro strategiche TI questo Continente, nel senso di investire in modo che ci sia un ritorno. Ho visto progetti realizzati da cinesi che sono incredibili. Loro non realizzano solo la fabbrica, ma costruiscono anche strade, ferrovie, villaggi. Attenzione, quello che i cinesi fabbricano in Africa sono prodotti che gli stessi cinesi fanno fatica a realizzare in Cina a causa dei costi di manodopera aumentati dieci volte in dieci anni. Ho conoscenza diretta di molti calzaturifici cinesi che stanno investendo in maniera massiccia in Cina con il supporto del Governo. In conclusione cosa augurerebbe all industria ticinese per il futuro? Per qualsiasi industria la chiave per poter riuscire sul mercato globale è l innovazione. Innovare i servizi, il modo con cui si fa marketing, innovare nelle risorse umane che ci fanno competere. Non importa dove e come. L importante è innovare. Ecco perché, ripeto, l innovazione dovrebbe essere un processo alla base di una qualsiasi industria. 24 miliardi di franchi (4,2% del PIL CH) Terziario e servizi, industria Piazza finanziaria, Piazza commodity trading Elettromeccanica, chimica-farmaceutica, plastica, industria metalli preziosi, industria tessile e moda, settore delle energie rinnovabili, logistica 8 miliardi di franchi Italia, Germania, USA, Cina, India, Francia, Gran Bretagna Macchine, strumenti di precisione, orologi, apparecchi elettrici, prodotti chimici e gioielli Collegamenti Nord-Sud con auto e treno, aeroporto Lugano e Malpensa (1 ora da Lugano), sistema educativo, fiscalità moderata per le imprese, innovazione tecnologica e scientifica, efficienza amministrazione pubblica, pace sociale 12

13 CONOSCERE L INDUSTRIA Frenzis Group SA, Rancate Realtà piccola, ma dinamica da 80 anni sui mercati mondiali Una spiccata predisposizione tecnica unita a una sconfinata voglia di apprendere e mettersi in gioco. Sono questi gli ingredienti che hanno permesso a un impresa familiare a carattere industriale come Frenzis Group SA di Rancate di attraversare indenne 80 anni di storia e di concorrere ancora oggi con successo sui mercati internazionali. Fondata nel lontano 1934 dal nonno di Giorgio Lenz, attuale proprietario insieme alla moglie Daniela, di Frenzis Group SA, con lo scopo di rappresentare le industrie tessili svizzere in Italia, in particolare nel campo della filatura, nel corso degli anni l azienda estende la sua attività, diversificandosi, anche al settore della cartotecnica (macchine copertinatrici) e delle macchine per la produzione di bicchierini e contenitori di cartone per alimenti e bevande, in stretta collaborazione dal 1960 con Hörauf, oggi uno dei fabbricanti leader nei due campi appena descritti. Un cambio di attività dettato dall evoluzione del settore tessile in Italia, ma anche dalla voglia di continuare a rimettersi in gioco, contando sul fiuto imprenditoriale e sulla predisposizione tecnica di una famiglia di ingegneri da generazioni. Due mercati distinti, quelli delle macchine copertinatrici e delle macchine per la produzione di bicchierini e contenitori di cartone per alimenti e bevande, che vedono impegnata ancora oggi l azienda in ambiti diversi e su più fronti. Per il settore delle macchine copertinatrici, che, come dice il nome, servono alla fabbricazione di copertine, ma anche di agende, calendari, giochi di società, Frenzis Group SA offre assistenza tecnica, servizio di manutenzione e pezzi di ricambio, ma acquista anche macchine usate Hörauf per sottoporle a > revisione completa nelle sue 13

14 > officine e poi rivenderle in tutto il mondo. Un attività quest ultima che porta l azienda di Rancate ad operare in Estremo e Medio Oriente, India, Brasile, Stati Uniti e Canada. Altrettanto stimolante è anche l attività legata alle macchine per la produzione di bicchieri di carta e contenitori di cartone per alimenti e bevande che vede impegnata Frenzis Group SA in particolare dal lato commerciale e della vendita soprattutto in Italia. Fedele al suo gusto del business e alla tradizione tessile dell azienda, Giorgio Lenz ha inoltre sviluppato e commercializzato in tutto il mondo il Center-P, un apparecchio elettronico di centratura dei fusi per l ottimizzazione dei processi di filatura. A questi filoni si affianca un ulteriore orientamento completamente diverso Voglia di continuare a rimettersi in gioco, contando sul fiuto imprenditoriale e sulla predisposizione tecnica di una famiglia di ingegneri da generazioni dell azienda, portato avanti in via principale da Daniela Lenz: quello delle traduzioni. Originariamente specializzata in traduzioni scientifiche oggi Frenzis Group SA rileva Daniela Lenz - è in grado di offrire servizi di traduzione, editing e localizzazione per una serie di settori diversi, inclusi amministrazione pubblica, banca e finanza, assicurazioni, giurisprudenza, medicina, farmacologia e relazioni pubbliche, solo per nominarne alcuni. Frenzis Group SA: una piccola realtà dinamica, multidisciplinare, operante a livello mondiale, da quasi un secolo pronta ad affrontare nuove sfide. 14

15 SPAZIO SOCI Sostanze chimiche e legislazione europea: funzionari federali e imprenditori ticinesi a confronto Due giornate di formazione, confronto e dibattito sulla legislazione nel commercio di sostanze chimiche, sulla legislazione europea REACh (Registration Evaluation Authorization of Chemicals) in Svizzera e sull autorizzazione di biocidi e nanoparticelle a livello mondiale. Sono state organizzate di recente in Ticino da ECSA, in collaborazione con Helsinn e HeiQ di Zurzach, su proposta di scienceindustries per confrontare i funzionari federali con i problemi pratici delle piccole e medie imprese a fronte della proliferazione di leggi, ordinanze, regolamenti e norme. ECSA, per bocca del suo direttore Emanuele Centonze, ha sottolineato in particolare la raccomandazione di non introdurre la legislazione REACh in Svizzera fino al 2018, anno in cui essa entrerà completamente in vigore in Europa, ma di promuovere una piattaforma di armonizzazione neutrale concernente i tre dipartimenti (BAG, BAFU e SECO), i Cantoni e gli imprenditori, con il compito particolare di definire lo stato dell arte in Svizzera. A sottolineare i pericoli e opportunità legati alla tematica REACh per i prodotti intermedi delle ditte farmaceutiche è stato anche il direttore di Helsinn Biasca Waldo Mossi. Da parte sua Carlo Centonze della HeiQ si è espresso sulle problematiche legate all omologazione dei biocidi e delle nanoparticelle negli USA e in Europa. Gli imprenditori presenti hanno inoltre ribadito ai funzionari federali la necessità di rigettare o rivedere completamente la proposta di legge sull economia verde. L AMETI cambia ai vertici e premia i migliori apprendisti diplomati L Associazione Industrie Metalmeccaniche Ticinesi (AMETI), riunitasi pochi giorni fa in assemblea, ha rinnovato il proprio consiglio direttivo e premiato i migliori apprendisti diplomati nelle aziende associate AMETI. L incontro è stato pure l occasione per il presidente AMETI Roberto Ballina per fare il punto della situazione sugli obiettivi e sugli scopi futuri dell associazione, ovvero rafforzare l associazione, creando rete e aumentando la comunicazione fra aziende, rinvigorendo così le possibili sinergie che verrebbero a crearsi. Per il cambiamento in seno al consiglio direttivo si registrano le partenze di Milena Cassiano di Synthes Produktions GmbH e di Rolando Hirsbrunner di AGIE Charmilles SA che dopo vari anni di collaborazione hanno deciso di lasciare la carica nel consiglio direttivo. In loro sostituzione, l assemblea dei soci ha eletto Edo Rossetti di Imerys Graphite & Carbon e Gianfranco Rusca di Mikron Tool SA. In presenza dei vertici dell associazione, dei rappresentanti della Divisione della formazione professionale e delle aziende formatrici sono stati poi consegnati i riconoscimenti ai migliori apprendisti diplomati: Luca Danelon (Elettronico Schindler Elettronica SA) media 5.9, Marco Moor (Polimeccanico RUAG Schweiz AG) media 5.5, Matteo Caprari (Progettista meccanico Schindler Elettronica SA) media 5.2, Gionas Bonardi (Informatico - Imery Graphite & Carbon) e Zeno Pontiggia (Informatico - Forbo-Giubiasco SA) media Viscom Ticino ai candidati delle elezioni 2015: Se stampi in Ticino, sostieni anche Telethon Trentanove aziende ticinesi dell industria grafica affiliate a viscom Ticino - l associazione padronale svizzera per la stampa e la comunicazione - si sono fatte promotrici di un iniziativa unica per sostenere la Fondazione Telethon Azione Svizzera e nel contempo ringraziare le candidate e i candidati di tutte le forze politiche alle prossime elezioni cantonali per la fiducia e il sostegno all economia ticinese. Scegliendo una delle 39 aziende aderenti all iniziativa, i candidati avranno la possibilità di sostenere la Fondazione Telethon e di testimoniare la scelta di stampare in Ticino. viscom ha creato, registrato e messo a disposizione dei propri affiliati un logo che se autorizzato dalla committenza figurerà su tutti i prodotti (cartacei e non) tramite il quale logo viene garantita la produzione locale. La convenzione firmata dagli affiliati dell associazione vincola e garantisce che, quale ringraziamento per una produzione indigena, gli affiliati viscom s impegnano a versare un contributo (corrispondente almeno al 2% della cifra d affari globale prodotta, oltre che ad altri versamenti liberi) su un conto, incrementando quindi l importo globale che a fine campagna sarà versato integralmente in favore di Telethon da parte di viscom a nome di tutti gli affiliati. 15

16 ISTANTANEE AITI Outsourcing nelle strategie aziendali: un successo il pomeriggio di riflessione L importanza dell industria ticinese su TeleTicino Qual è il giusto equilibrio tra insourcing e outsourcing? Come si può fare affidamento sull outsourcing nelle strategie aziendali? A queste e ad altre domande si è dato risposta nel corso di un pomeriggio di riflessione organizzato di recente da AITI e AITI Servizi SA in collaborazione Business up SA e T.U.S. SA. All incontro, svoltosi al Parco Maraini Resort di Lugano, che han visto una buona partecipazione di pubblica, hanno partecipato in qualità di relatori Omar Terzi, Marco Cavadini e Daniela Bellesini. In onda il 7 e 14 dicembre 2014 su TeleTicino le puntate di Made in Ticino la trasmissione dedicata all economia ticinese con al centro gli imprenditori e le aziende dell Associazione industrie ticinesi (AITI). Animate da Marco Cobianchi, Marco Favini, Daniele Lotti e Luca Wullschleger - tutti membri di comitato AITI le due puntate consacrate all AITI - diffuse in replica nelle settimane successive e sempre visibili sul sito dell emittente (http://www. teleticino.ch/made-in-ticino) - hanno messo in luce l importanza del settore industriale ticinese per l economia ticinese e per il territorio. Apprendistato e scuole specializzate superiori: binomio apprezzato dalle industrie ticinesi Almeno una cinquantina di persone hanno preso parte all incontro informativo organizzato da AITI, in collaborazione con il Centro arti e mestieri di Bellinzona, AMETI, HR Ticino e ATST, sull apprendistato e sulla Scuola specializzata superiore di tecnica di Bellinzona, che ha visto quali relatori il direttore Divisione della formazione professionale (DFP), Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport (DECS) Paolo Colombo, il direttore Scuola specializzata superiore di tecnica di Bellinzona Manolo Zanella, il presidente dell AMETI e CEO di Tensol Rail SA di Giornico Roberto Ballina, la responsabile risorse umane di Mikron SA di Agno Susanne Cedraschi e il direttore dello stabilimento produttivo Imerys Graphite & Carbon SA di Bodio Edo Rossetti. Dopo aver messo in evidenza come il successo delle industrie svizzere abbia incontestabilmente origine nel modello di formazione professionale basato sulla collaborazione pubblico-privato, da sempre un modello vincente perché orientato alle esigenze delle imprese e alla complementarietà tra teoria e pratica, il pomeriggio informativo si è in seguito concentrato sulla Scuola specializzata superiore di tecnica di Bellinzona e sull importanza per le industrie di individuare e valorizzare i percorsi formativi giusti per continuare a selezionare personale specializzato con la necessaria autonomia, flessibilità e, soprattutto, immediatamente operativo. A seguito dell incontro i partecipanti hanno potuto prendere visione di alcuni progetti della Scuola specializzata superiore di tecnica SSST di Bellinzona e della Scuola specializzata superiore d arte applicata SSS_AA di Lugano, nonché compiere una visita guidata nei laboratori della Scuola. 16

17 Sviscerata la gestione dei rapporti tra datore di lavoro e dipendenti Segreteria AITI in gita a Vercelli e provincia Evidenziare il delicato rapporto tra il diritto e il dovere del datore di lavoro di dare istruzioni al lavoratore sull esecuzione del lavoro e sul comportamento in azienda, da una parte; e il rispetto della personalità, della vita privata e del tempo libero del dipendente dall altra, mettendo in evidenza i punti di incontro e di scontro tra i legittimi interessi delle due parti contrattuali. Questi e altri aspetti sono stati sviscerati nel corso La gestione del comportamento in azienda organizzato in novembre da AITI e AITI Servizi SA con l avvocato Costantino Delogu. Corso durante il quale è stato per esempio messo in evidenza come il lavoratore, secondo l articolo 321a del Codice delle obbligazioni, è tenuto al segreto anche dopo la fine del rapporto di lavoro nella misura in cui la tutela degli interessi legittimi del datore di lavoro lo esiga, o come la disdetta per motivi gravi mette in ogni caso fine al rapporto contrattuale, indipendentemente dal fatto ch essa sia giustificata da motivi gravi oppure no, lasciando al dipendente licenziato unicamente la facoltà di postulare il versamento di un indennità. Si è sviluppata su una doppia visita aziendale - alla Sorin Group, società multinazionale leader nel trattamento di patologie cardiovascolari e all azienda agricola Tenuta Castello, impresa attiva nella produzione e nella commercializzazione di riso la gita dell ufficio AITI organizzata con successo nel mese scorso a Vercelli e provincia, a cui hanno preso parte i collaboratori e il presidente di AITI, nonché i rappresentanti di economiesuisse nella Svizzera italiana. Alcuni eventi AITI in immagini 17

18 FORMAZIONE AITI AIESEC Favorire lo scambio tra aziende e studenti in tutto il mondo Alessia Balducci, Local Commettee President di AIESEC in Lugano, presenta AIESEC: ONG internazionale che favorisce da sempre lo scambio tra aziende e studenti in tutto il mondo. Alle prime offre talenti; ai secondi l opportunità di effettuare uno stage professionale in un impresa estera. Signora Balducci, in Svizzera, in quali città è presente AIESEC? In tutte le città universitarie di rilievo: Berna, Zurigo, San Gallo, Losanna, Ginevra, Basilea, Friburgo e - dal anche a Lugano. Il territorio ticinese è da considerarsi molto interessante, soprattutto perché negli ultimi anni l USI - ma anche la SUPSI e l Accademia di Mendrisio - stanno diventando sempre più internazionali, attraendo studenti da ogni parte del mondo. AIESEC si rivolge alle aziende ticinesi che sono alla ricerca d idee innovative, di nuove prospettive, di profili o competenze difficili da reperire sul mercato, offrendo loro il programma di Internship Global Talent. Di che cosa si tratta? Il Global Internship, comunemente chiamato GIP, è un programma che consente agli studenti di ogni parte del mondo (aderenti ad AIESEC) di accedere al database e di consultare tutte le offerte di stage disponibili. Il GIP va da un minimo di 3 mesi, a un periodo massimo di un anno e mezzo. Aderendo a questo programma, l azienda ticinese avrà accesso al nostro database e sarà supportata da AIESEC Lugano nella ricerca di candidati con competenze specifiche (per esempio la conoscenza di una determinata lingua, l aver fatto studi e/o esperienze particolari, ). Oltre che all integrazione dello stagista al momento del suo arrivo, AIESEC provvede pure a gestire l intero iter burocratico, e a garantire un supporto continuo ad entrambe le parti: prima, durante e dopo il periodo di stage. Il contratto di lavoro, invece, è frutto di un accordo diretto tra l azienda e lo stagista. Da dove provengono gli studenti, o i neo-laureati, disponibili ad effettuare uno stage nelle aziende ticinesi? Europa, Asia e Sud America sono le provenienze più frequenti ma arrivano anche dal Nord America, dagli Emirati Arabi e da molti altri Paesi ancora: potenzialmente, da tutti i 124 Paesi dove AIESEC è presente! Per maggiori informazioni sulla Convenzione e sulle agevolazioni che AIESEC è disposta ad accordare alle aziende associate AITI, consultate il sito: 18

19 Tectel SA Un documento è per sempre? Con Tectel la risposta è sì! A colloquio con Mirko Nesti, Direttore di Tectel SA: società partner di AITI Servizi, che opera nel campo della gestione dei documenti con i più moderni mezzi informatici. Ogni azienda riceve, usa ed invia innumerevoli documenti. Ad oggi la maggior parte di questi vivono in formato cartaceo. La Gestione Elettronica dei Documenti (GED) consente il controllo informatico sia nella lavorazione, sia nel flusso dei documenti (in entrata e in uscita), in un ottica di efficienza. A differenza dei concorrenti, Tectel è specializzata anche e soprattutto nell Archiviazione Ottica Sostitutiva (AOS) L AOS è il processo di sostituzione dei documenti amministrativi (generalmente su carta) con documenti informatici. Grazie alla nostra procedura di digitalizzazione, certificata da PwC e conforme alla legislazione Svizzera, il documento cartaceo digitalizzato diventa un documento informatico con valore legale. In sintesi, l AOS permette di conseguire i seguenti obiettivi: un archiviazione securizzata del documento; la protezione dello stesso da modifiche, manomissioni o perdita; la sua conservazione nel tempo; la semplicità nel rendere disponibili copie dell originale. Quanto può costare passare alla soluzione combinata AOS/ GED? La combinazione delle due procedure consente significative ottimizzazioni: sia dal punto di vista Il documento cartaceo digitalizzato diventa un documento informatico di valore legale dello spazio occupato, sia da quello dell efficienza dei processi. Il primo passo consiste in un analisi della situazione esistente (per gli associati AITI tale analisi è gratuita!). Il costo dell operazione sarà strettamente correlato alle decisioni che l azienda prenderà dopo aver valutato l esito di questa prima analisi. Dove vengono lavorati e immagazzinati i documenti? In entrambe le procedure è prevista la scansione dei documenti per renderli disponibili in formato digitale. A seconda del grado di sensibilità e di riservatezza, abbiamo la possibilità di scansionarli direttamente presso il cliente: gli apparecchi utilizzati per la scansione professionale, infatti, sono modulari, trasportabili e in grado di lavorare offline (nessuna connessione ad internet). Se le richieste di confidenzialità sono tali da non consentire ai nostri collaboratori di effettuare la scansione, offriamo al cliente la possibilità di formare il suo stesso personale. Negli altri casi, il materiale viene trasportato e immagazzinato presso la nostra sede. È importante sottolineare che i documenti affidati a Tectel non lasciano mai la Svizzera! 19

20 TI LAB SA L arte delle incentivazioni e del Corporate Gift Daniela Zorzi, titolare di TI LAB SA - società, con sede presso l Uovo di Manno, che opera con successo nel campo delle incentivazioni e della regalistica aziendale, anche di lusso - ci illustra le molte sfaccettature di questa forma di business. Noi di TI LAB ci occupiamo di Immagine Aziendale. Oggi possiamo veicolare il marchio di un azienda in tanti modi. Il nostro focus è quello di cercare vie promozionali nuove e innovative, attraverso oggetti belli, molto spesso firmati, con un packaging sfizioso, quindi immediatamente riconoscibili da chi li riceve in dono. Naturalmente, nel fare questo, siamo sempre molto attenti a rispettare il budget fissato dal cliente. Trattiamo dall articolo give away di fascia low cost, al regalo speciale per occasioni e clienti importanti. Proprio perché quasi ogni oggetto può diventare un dono, una volta individuato il budget di spesa disponibile, siamo in grado di sottoporre al cliente un amplissima gamma di proposte, che vanno dagli oggetti realizzati nel Far East (e dunque molto economici), a quelli più prestigiosi e costosi, firmati dalle più importanti case del lusso. Oggi, per qualsiasi realtà aziendale, è La nostra mission è far circolare il marchio di un cliente su di un oggetto unico che tutti vorrebbero ricevere fondamentale riuscire ad essere originali. Quello dell originalità, per fortuna, è un concetto che può essere alla portata di tutti In effetti è proprio così! Fortunatamente abbiamo la possibilità di spaziare fra moltissimi oggetti e di adattarli, o modificarli, per il nostro scopo finale. Mi spiego meglio: la nostra mission è quella di far circolare il marchio del nostro cliente su un oggetto piacevole, ben confezionato, personalizzato, dunque unico: un oggetto che tutti vorrebbero ricevere. Spetta a noi specialisti, insomma, accendere il desiderio! La nostra agenzia è concessionaria autorizzata Montblanc. Inoltre distribuisce in esclusiva, solo per il canale aziendale, altri marchi di prestigio, talmente noti che non hanno bisogno di presentazione: Gianfranco Ferrè, Baldinini, Divo Diva, Ducati Corse, Borbonese,... Abbiamo inoltre avviato una stretta collaborazione con Apple, The Bridge, Swatch, Casa Damiani, Cruciani, Alessi, Tuum, Victorinox e molti altri ancora. Se parliamo di regalistica aziendale in Ticino, quali sono i settori merceologici più gettonati? Nell arco dei 12 mesi, si potrebbero idealmente definire 3 macro aree: 1) Il Food&Beverage, che nel periodo natalizio resta il più quotato. Noi ci sforziamo di presentare l eccellenza per ogni categoria di prodotto. Dai vini più votati e di nicchia, ai prodotti della tradizione ticinese, fino ai panettoni artigianali, rigorosamente Made in Ticino. 2) Gli Oggetti Istituzionali o give away. 3) Regali di Rappresentanza. 20

30 aziende 3000 dipendenti. 1 obiettivo comune: la. creazione di un centro tecnologico formativo per il settore orologiero

30 aziende 3000 dipendenti. 1 obiettivo comune: la. creazione di un centro tecnologico formativo per il settore orologiero 30 aziende 3000 dipendenti 1 obiettivo comune: la creazione di un centro tecnologico formativo per il settore orologiero L Associazione ticinese dell industria orologiera (ATIO) nasce con la principale

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEL COMPARTO CHIMICO-FARMACEUTICO IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEL COMPARTO CHIMICO-FARMACEUTICO IN TICINO 2. Chimica e farmaceutica STRUTTURA E EVOLUZIONE DEL COMPARTO CHIMICO-FARMACEUTICO IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA E COSTRUZIONI 2. CHIMICA

Dettagli

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione.

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. NOI CON VIi VOi Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. Una campagna dell Assicurazione contro la disoccupazione in collaborazione

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO 3. Legno e arredo STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA E COSTRUZIONI 2. CHIMICA E FARMACEUTICA

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI FINANZIARI E ASSICURATIVI IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI FINANZIARI E ASSICURATIVI IN TICINO 1. Servizi finanziari e assicurativi STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI FINANZIARI E ASSICURATIVI IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA E COSTRUZIONI

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

Tuttavia, le direttive federali non vietano che le notifiche siano effettuate con procedure diverse rispetto a quella online.

Tuttavia, le direttive federali non vietano che le notifiche siano effettuate con procedure diverse rispetto a quella online. Discorso pronunciato dal Consigliere di Stato Michele Barra in occasione della Conferenza stampa Padroncini e distaccati, una situazione da correggere 26 luglio 2013 Fa stato il discorso orale Pagina 1

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo»

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Torino, 28-30 Novembre 2011 Luca Pignatelli Demografia (2010-2011) Popolazione

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE DELLE PMI - PROCESSO D INTERNAZIONALIZZAZIONE - SVIZZERA

RISTRUTTURAZIONE DELLE PMI - PROCESSO D INTERNAZIONALIZZAZIONE - SVIZZERA RISTRUTTURAZIONE DELLE PMI - PROCESSO D INTERNAZIONALIZZAZIONE - SVIZZERA In questi ultimi anni la crisi economica, in particolare europea, ha inferto colpi durissimi alle PMI. Alcune piccole e medie imprese

Dettagli

SETTORE MACCHINARI MACCHINE UTENSILI

SETTORE MACCHINARI MACCHINE UTENSILI SETTORE MACCHINARI Nel primo semestre del 2010 le importazioni coreane di macchinari e componenti elettromeccanici (V. doganale merceologica 84, 85) hanno totalizzato 52 miliardi USD, con un aumento del

Dettagli

Orologeria in Svizzera: fatti e cifre

Orologeria in Svizzera: fatti e cifre 1 Sommario 1. Orologeria in Svizzera: fatti e cifre 2. L industria orologiera in Ticino 3. Perché una nuova Associazione? 4. L importanza della formazione Orologeria in Svizzera: fatti e cifre ü L orologeria

Dettagli

conferenza stampa AITI 4 maggio 2015 presso Hotel Lido Seegarten, Lugano

conferenza stampa AITI 4 maggio 2015 presso Hotel Lido Seegarten, Lugano conferenza stampa AITI 4 maggio 2015 presso Hotel Lido Seegarten, Lugano Sommario 2 1. Evoluzione congiunturale e prospettive 2015 2. Franco forte e impatto sulle aziende 3. Applicazione iniziativa popolare

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

La nostra visione del traffico transfrontaliero di merci e di viaggiatori è ben diversa! Per illustrarla vi abbiamo invitato a questo incontro.

La nostra visione del traffico transfrontaliero di merci e di viaggiatori è ben diversa! Per illustrarla vi abbiamo invitato a questo incontro. Signore e signori, questo cartello, fotografato alla stazione di confine di Domodossola, dice tutto sull attuale situazione nel traffico ferroviario tra l Italia e la Svizzera: Strutture obsolete Impianti

Dettagli

Effetti economici della messa in esercizio di AlpTransit in Ticino

Effetti economici della messa in esercizio di AlpTransit in Ticino Effetti economici della messa in esercizio di AlpTransit in Ticino Dr. Peter Marti, Metron AG Bellinzona, 22 ottobre 2012 Michele Passardi, Consavis SA Sommario della presentazione 1. Raggiungibilità 2.

Dettagli

Io, la mia start-up e l internazionalizzazione 21 aprile 2015

Io, la mia start-up e l internazionalizzazione 21 aprile 2015 Io, la mia start-up e l internazionalizzazione 21 aprile 2015 Marco Passalia Vice Direttore Cc-Ti Resp. Export Monica Zurfluh Resp. S-GE per la Svizzera italiana CAMERA DI COMMERCIO SWITZERLAND GLOBAL

Dettagli

Comunicato stampa EMBARGO fino al 14.01.15 ore 11.30. Inchiesta congiunturale 2014/2015

Comunicato stampa EMBARGO fino al 14.01.15 ore 11.30. Inchiesta congiunturale 2014/2015 Comunicato stampa EMBARGO fino al 14.01.15 ore 11.30 Inchiesta congiunturale 2014/2015 Dopo il miglioramento fatto registrare nel 2013, la situazione delle aziende ticinesi nel 2014 si è stabilizzata in

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

torino bologna venezia www.fabbricafuturo.it 19 marzo 2015 10 giugno 2015 8 ottobre 2015 Presentano gli eventi 2015 di

torino bologna venezia www.fabbricafuturo.it 19 marzo 2015 10 giugno 2015 8 ottobre 2015 Presentano gli eventi 2015 di Presentano gli eventi 2015 di Idee e strumenti per l impresa manifatturiera del domani bologna 19 marzo 2015 torino 10 giugno 2015 Novità venezia 8 ottobre 2015 www.fabbricafuturo.it Il Progetto e i contenuti

Dettagli

Un approccio sistemico al distretto ticinese di servizi finanziari

Un approccio sistemico al distretto ticinese di servizi finanziari Banche: struttura ed evoluzione Un approccio sistemico al distretto ticinese di servizi finanziari foto Ti-Press / Davide Agosta René Chopard, Centro di Studi Bancari Alcuni elementi introduttivi Metodologia,

Dettagli

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale Import/export La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale di Alfonso Ghini (*) Un analisi della situazione di importazione ed esportazione dei paesi più importanti, mette in

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DELLE BEVANDE IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DELLE BEVANDE IN TICINO 8. Industria alimentare e delle bevande STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DELLE BEVANDE IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA

Dettagli

L immigrazione: un importante fonte di nuove leve per l economia

L immigrazione: un importante fonte di nuove leve per l economia Avvocati e notai Lawyers Newsletter Zurigo, gennaio 2013 L immigrazione: un importante fonte di nuove leve per l economia A partire dal 2002 è stata progressivamente introdotta la libera circolazione delle

Dettagli

Convegno Alptransit 2017 organizzato da SIA Ticino, SUPSI, Rotary Ticino e Alptransit il 24 marzo 2011

Convegno Alptransit 2017 organizzato da SIA Ticino, SUPSI, Rotary Ticino e Alptransit il 24 marzo 2011 Presidente Associazione svizzera Alta Capacità Lugano-Milano già Consigliere nazionale Convegno Alptransit 2017 organizzato da SIA Ticino, SUPSI, Rotary Ticino e Alptransit il 24 marzo 2011 Tempi di percorrenza

Dettagli

Il Sistema Moda verso il rinnovamento strategico in un mercato dove sono strutturalmente cambiate le leve della competizione

Il Sistema Moda verso il rinnovamento strategico in un mercato dove sono strutturalmente cambiate le leve della competizione Il Sistema Moda verso il rinnovamento strategico in un mercato dove sono strutturalmente cambiate le leve della competizione Con il rapporto di ricerca presentato dalla Filtea al direttivo del 6 maggio

Dettagli

LA PROPRIETA INTELLETTUALE QUALE STRUMENTO CHIAVE NELLE STRATEGIE COMMERCIALI DEL MERCATO GLOBALE

LA PROPRIETA INTELLETTUALE QUALE STRUMENTO CHIAVE NELLE STRATEGIE COMMERCIALI DEL MERCATO GLOBALE LA PROPRIETA INTELLETTUALE QUALE STRUMENTO CHIAVE NELLE STRATEGIE COMMERCIALI DEL MERCATO GLOBALE di Avv. Elena Marangoni e-mail info@elenamarangoni.com Le aziende devono guardare alla Proprietà Intellettuale

Dettagli

Sostegno alle attività economiche

Sostegno alle attività economiche Sviluppo economico Comprende tutte le attività per favorire l economia cantonale Politica economica regionale: strumenti che agiscono in ambito precompetitivo e di messa in rete. Strumenti a diretto sostegno

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

Economia, lavoro e società

Economia, lavoro e società Introduzione L export della piccola impresa Daniele Nicolai 1 2 L export realizzato dalle piccole imprese (< 20 addetti) rappresenta il 13,6% del totale delle esportazioni italiane e ammonta ad oltre 38

Dettagli

Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica. Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive

Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica. Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive CONTENUTI a) La filiera Automotive in Italia e in Abruzzo b) La sfida,

Dettagli

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione.

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. NOI CON VIi VOi Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. Una campagna dell Assicurazione contro la disoccupazione in collaborazione

Dettagli

PROGETTO MILANESE DI PROMOZIONE E TUTELA DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE IL CONSIGLIO MILANESE ANTICONTRAFFAZIONE (CMA)

PROGETTO MILANESE DI PROMOZIONE E TUTELA DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE IL CONSIGLIO MILANESE ANTICONTRAFFAZIONE (CMA) PROGETTO MILANESE DI PROMOZIONE E TUTELA DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE IL CONSIGLIO MILANESE ANTICONTRAFFAZIONE (CMA) Progetto Milano INDICE 1.1 Premessa p. 3 1.2 Modelli di

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ Se confrontata con i principali paesi europei, l Italia si colloca nella fascia bassa, per quanto riguarda la presenza di imprese estere sul proprio territorio.

Dettagli

una (potenziale) realtà

una (potenziale) realtà Analisi IL DISTRETTO TICINESE DI SERVIZI FINANZIARI una (potenziale) realtà René Chopard Centro di Studi Bancari 75 Non potevamo mancare al consueto appuntamento di settembre con dati, statistiche e società

Dettagli

Le imprese, i distretti, i territori che raccolgono

Le imprese, i distretti, i territori che raccolgono Economia e Servizi Delocalizzazione e occupazione: il caso delle medie imprese nel Nord-Est Claudio Gagliardi Direttore Centro Studi Unioncamere Nazionale Un interessante studio di Unioncamere testimonia

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Il fatturato dell industria italiana rimarrà su ritmi di crescita ancora superiori al 2% nell anno in corso per poi entrare in

Dettagli

EDILIZIA INDUSTRIA ARTIGIANATO ARCHITETTURA INGEGNERIA 7.12.2015

EDILIZIA INDUSTRIA ARTIGIANATO ARCHITETTURA INGEGNERIA 7.12.2015 Organizzazione Cristiano-Sociale Ticinese Offerte tratte da internet e quotidiani ticinesi Segretariati Bellinzona 091 821 41 51/2/3 Biasca 091 873 01 20 Chiasso 091 682 55 01 Lamone 091 966 00 63 Locarno

Dettagli

Agosto 2010: Notizie economiche ticinesi

Agosto 2010: Notizie economiche ticinesi PROFILI INTERESSANTI Per consultare alcuni dei numerosi profili presenti nel nostro database, cliccate il settore di vostro interesse industriale - logistico - informatico finanziario - fiduciario - contabile

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato.

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, la nuova piattaforma fieristica B2B dedicata ai sistemi

Dettagli

Indice dei prezzi alla produzione e all importazione

Indice dei prezzi alla produzione e all importazione 05 Prezzi 983-1100 Indice dei prezzi alla produzione e all importazione Neuchâtel, 2011 Che cos è l indice dei prezzi alla produzione e all importazione? L indice dei prezzi alla produzione (IPP) misura

Dettagli

Comunicato stampa. Inchiesta congiunturale 2013/2014

Comunicato stampa. Inchiesta congiunturale 2013/2014 Comunicato stampa Inchiesta congiunturale 2013/2014 Sensibile miglioramento nel 2013 per le aziende ticinesi dopo le difficoltà degli ultimi anni. Previsioni sostanzialmente positive anche per il 2014,

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO

Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO 16 dicembre 2011 Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO Nel biennio 2010-2011, i principali gruppi multinazionali italiani mostrano una significativa

Dettagli

Success story. Rudolf Brügger SA, Minusio/Ticino Qualità, precisione e tecnologia a 5 assi: il futuro è a portata di mano

Success story. Rudolf Brügger SA, Minusio/Ticino Qualità, precisione e tecnologia a 5 assi: il futuro è a portata di mano Rudolf Brügger SA, Minusio/Ticino Qualità, precisione e tecnologia a 5 assi: il futuro è a portata di mano Qualità e precisione sono i tratti distintivi dell azienda Rudolf Brügger SA di Minusio, che produce

Dettagli

Rapporto sul mondo del lavoro 2014

Rapporto sul mondo del lavoro 2014 Rapporto sul mondo del lavoro 2014 L occupazione al centro dello sviluppo Sintesi del rapporto ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO DIPARTIMENTO DELLA RICERCA I paesi in via di sviluppo colmano il

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

3L economia saluta con favore questo accordo. 3La Cina è diventata in pochi anni il terzo mercato. 3Sono ancora possibili dei miglioramenti, in

3L economia saluta con favore questo accordo. 3La Cina è diventata in pochi anni il terzo mercato. 3Sono ancora possibili dei miglioramenti, in Accordo di libero scambio con la Cina: un passo importante per le imprese esportatrici dossierpolitica 6 luglio 2013 Numero 10 Libero scambio La ratifica dell accordo di libero scambio tra la Svizzera

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI COMMERCIALI IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI COMMERCIALI IN TICINO 13. Commercio STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI COMMERCIALI IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA E COSTRUZIONI 2. CHIMICA E FARMACEUTICA 3.

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 6 DICEMBRE 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA OVERVIEW CAPITOLO 1 FATTI E TENDENZE INDICE 1.1 L economia internazionale

Dettagli

L importanza economica delle società anonime svizzere quotate in borsa dossierpolitica

L importanza economica delle società anonime svizzere quotate in borsa dossierpolitica L importanza economica delle società anonime svizzere quotate in borsa dossierpolitica 14 dicembre 2009 Numero 30 Studio sull importanza delle società anonime svizzere quotate in borsa Nel nostro paese,

Dettagli

Fa stato il discorso orale. Egregi signori, Gentili signore,

Fa stato il discorso orale. Egregi signori, Gentili signore, Discorso pronunciato dal Consigliere di Stato Michele Barra in occasione dell inaugurazione del Convegno Sfide e opportunità della grande mobilità organizzato da Lions Regio Insubrica Mendrisio, 5 ottobre

Dettagli

Investire nella formazione

Investire nella formazione Repubblica e Cantone Ticino Investire nella formazione Concetto 2006 per la formazione dei Segretari comunali, dei Quadri dirigenti e dei Funzionari amministrativi Dipartimento dell educazione, della cultura

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE LA CONGIUNTURA ITALIANA 1 (aggiornata al 3 giugno 2015) IIL PRODOTTO IINTERNO LORDO IIL COMMERCIIO ESTERO DII BENII LA PRODUZIIONE IINDUSTRIIALE L IINFLAZIIONE IIL MERCATO DEL LAVORO 1 Il presente documento

Dettagli

Background Information

Background Information Background Information Piacenza, 16 luglio 2015 Il Centro Tecnologico e Applicativo (TAC) Macchine Utensili di Piacenza Il Centro Tecnologico e Applicativo Macchine Utensili di Piacenza, rappresenta uno

Dettagli

Conseguenze dell Alptransit sulle relazioni tra Zurigo e Milano

Conseguenze dell Alptransit sulle relazioni tra Zurigo e Milano Embargo, 17.10.2006, ore 12.00 Conseguenze dell Alptransit sulle relazioni tra Zurigo e Milano prof. Angelo Rossi Documento commissionato da Coscienza Svizzera in occasione del Convegno Alptransit 2016:

Dettagli

0.742.140.345.43. Convenzione

0.742.140.345.43. Convenzione Testo originale 0.742.140.345.43 Convenzione tra il Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni e il Ministero dei trasporti e della navigazione della Repubblica

Dettagli

Produzione. MANIFATTURA e MERCATI. Le PMI dopo sette anni di crisi

Produzione. MANIFATTURA e MERCATI. Le PMI dopo sette anni di crisi Produzione MANIFATTURA e MERCATI Le PMI dopo sette anni di crisi Produzione MANIFATTURA e MERCATI Le PMI dopo sette anni di crisi Realizzata da CNA Produzione In collaborazione con Centro Studi CNA MANIFATTURA

Dettagli

Alptransit 2017 Infrastrutture per il trasferimento del traffico merci

Alptransit 2017 Infrastrutture per il trasferimento del traffico merci Alptransit 2017 Infrastrutture per il trasferimento del traffico merci Alptransit sarà all altezza delle esigenze di mercato? Nel 2008, circa 900.000 spedizioni stradali hanno attraversato le Alpi svizzere

Dettagli

CAP 2 Le fonti dell innovazione. Gestione dell innovazione

CAP 2 Le fonti dell innovazione. Gestione dell innovazione CAP 2 Le fonti dell innovazione Gestione dell innovazione 1 La creatività L innovazione può scaturire da molte fonti diverse: Mente degli individui Ricerca universitaria, EPR, incubatori di imprese, fondazioni

Dettagli

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 Area Commercio e Promozione Estero Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Treviso www.tv.camcom.it promozione@tv.camcom.it

Dettagli

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 Prosegue la corsa dell export di settore anche nella parte finale del 2012: + 21,8% nei primi 10 mesi dell anno. La conferma del dato a

Dettagli

CHINA BUSINESS LAB. 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai. Promosso da

CHINA BUSINESS LAB. 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai. Promosso da CHINA BUSINESS LAB 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai Promosso da China Business Lab un evento unico ed esclusivo per iniziare a fare business in China Partner CHINA BUSINESS LAB Shanghai Chamber of Commerce

Dettagli

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Ingegneria civile

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Ingegneria civile Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design Corso di laurea in Ingegneria civile Dipartimento ambiente costruzioni e design Il Dipartimento ambiente

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 Fondata nel 1945, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE è associazione costruttori italiani

Dettagli

Progetto FAIF: posizione del Consiglio federale

Progetto FAIF: posizione del Consiglio federale Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni DATEC Segreteria generale SG-DATEC Servizio stampa Argomentario Progetto FAIF: posizione del Consiglio federale Il

Dettagli

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM Master di I Livello - IX EDIZIONE - A.A. 2015-2016 Premessa Il MIGEM è dedicato a tutti coloro che sentono l esigenza di un programma formativo completo e

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

Disoccupati registrati (-444, -7.2%)

Disoccupati registrati (-444, -7.2%) Disoccupati registrati (-444, -7.2%) Persone in cerca di impiego registrate (-556, -5.7%) Tasso di disoccupazione (-0.3 punti percentuali) Disoccupati ai sensi dell Organizzazione Internazionale del Lavoro

Dettagli

Volontariato internazionale e sensibilizzazione della società civile nella Svizzera italiana

Volontariato internazionale e sensibilizzazione della società civile nella Svizzera italiana Volontariato internazionale e sensibilizzazione della società civile nella Svizzera italiana Chi è Inter-Agire? Inter-Agire è un associazione di volontariato internazionale composta da candidati per una

Dettagli

Il credito ai fornitori non è mai stato tanto amato le aziende pagano le fatture con un ritardo medio di 19,5 giorni

Il credito ai fornitori non è mai stato tanto amato le aziende pagano le fatture con un ritardo medio di 19,5 giorni Statistica sul comportamento di pagamento delle Statistica sul comportamento di pagamento delle aziende in Svizzera aziende in Svizzera A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 892 Urdorf

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

Settembre 2013: Notizie economiche ticinesi

Settembre 2013: Notizie economiche ticinesi PROFILI INTERESSANTI Informiamo la nostra clientela che questo mese la Ti impiego mette a disposizione un profilo specializzato con lo sconto del 50% sull onorario per la selezione: 1. Impiegata Contabile

Dettagli

Obiettivi di sviluppo economico

Obiettivi di sviluppo economico Obiettivi di sviluppo economico Aumento della capacità innovativa e della concorrenzialità delle PMI orientate all'esportazione tramite il sostegno a settori prioritari, il trasferimento del sapere e il

Dettagli

COMUNICATO LGE SOFCPOWER COMUNE DI MORI

COMUNICATO LGE SOFCPOWER COMUNE DI MORI Mezzolombardo, Lunedi 22 Dicembre, 2014 COMUNICATO LGE SOFCPOWER COMUNE DI MORI Le celle a combustibile a ossidi solidi della trentina SOFCpower S.p.a., azienda leader nel settore delle tecnologie pulite,

Dettagli

PanelCODE. La rimozione della soglia di cambio minima con l Euro. Si attendono effetti negativi per la maggior parte delle imprese ticinesi.

PanelCODE. La rimozione della soglia di cambio minima con l Euro. Si attendono effetti negativi per la maggior parte delle imprese ticinesi. PanelCODE congiuntura cantonale L abbandono del tasso minimo di cambio. Il punto di vista dell imprenditoria ticinese Inchiesta extra dell Istituto ricerche economiche (IRE) Sintesi Dalle analisi svolte,

Dettagli

LUGANO COMMODITY TRADING ASSOCIATION - LCTA -

LUGANO COMMODITY TRADING ASSOCIATION - LCTA - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DELLA LUGANO COMMODITY TRADING ASSOCIATION (LCTA) Introduzione La Lugano Commodity Trading Association (LCTA) è un associazione senza scopo di lucro con sede a Lugano nata

Dettagli

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino.

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Specializzazione produttiva o SP., competitività internazionale e crescita economica o SP.,

Dettagli

il ponte fra l Italia e la Germania

il ponte fra l Italia e la Germania il ponte fra l Italia e la Germania Competenze I nostri servizi per le aziende italiane A Accompagnamento e implementazione dell ingresso nel mercato in Germania da parte di madrelinguisti italiani B Consulenza

Dettagli

Tempi incerti per l industria orologiera svizzera

Tempi incerti per l industria orologiera svizzera Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Dario Esposito Barabino & Partners Tel: +39 02 72023535 Mob: +39 380 7360733 Email: d.esposito@barabino.it

Dettagli

SWATCH GROUP: CIFRE PRINCIPALI 2007

SWATCH GROUP: CIFRE PRINCIPALI 2007 COMUNICATO STAMPA BIENNE, 14 MARZO 2008 SWATCH GROUP: CIFRE PRINCIPALI 2007 Utile netto supera per la prima volta il tetto di 1 miliardo di CHF. Margine operativo migliorato a 21.9% (anno precedente 20.2%);

Dettagli

DEI RISULTATI QUALITÀ STORIA DI COPERTINA PANORAMA CAD E MOTORI. n. 164 Novembre 2009

DEI RISULTATI QUALITÀ STORIA DI COPERTINA PANORAMA CAD E MOTORI. n. 164 Novembre 2009 meccanica & automazione Dossier INDUSTRIA DEL CICLO E MOTOCICLO n. 164 Novembre 2009 Mensile - Anno XV - 6,00 - Numero 164 - Novembre 2009 - ISSN 1126-4284 PANORAMA CAD E MOTORI STORIA DI COPERTINA QUALITÀ

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

Linde Gas Partner. I punti chiave del Progetto.

Linde Gas Partner. I punti chiave del Progetto. Linde Gas Partner. I punti chiave del Progetto. 02 03 Il Gruppo Linde Il Gruppo Linde Group The Linde Group, con oltre 63.000 dipendenti, è presente in più di 100 nazioni e nel 2013 ha realizzato un fatturato

Dettagli

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI Grazie mille Gianni e grazie mille alla fondazione Italcementi Pesenti per questo invito. Credo che oggi il punto fondamentale sia cercare di ragionare su quella

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita. Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007

Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita. Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007 Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007 1 % 40 35 30 25 20 15 10 5 0 % Ripartizione per classi dimensionali di fatturato

Dettagli

Avvocati: Maria Bonfiglio Francesca Cagnoni Patrizia Crema Antonio Giannotti Matteo Fiori. Responsabile: Bruno Crema. Servizi legali in outsourcing

Avvocati: Maria Bonfiglio Francesca Cagnoni Patrizia Crema Antonio Giannotti Matteo Fiori. Responsabile: Bruno Crema. Servizi legali in outsourcing Avvocati: Maria Bonfiglio Francesca Cagnoni Patrizia Crema Antonio Giannotti Matteo Fiori Responsabile: Bruno Crema Servizi legali in outsourcing Gli avvocati e le PMI 1. Le Tecnologie Le professioni 2.

Dettagli

COMPANY PROFILE. Adecco better work, better life

COMPANY PROFILE. Adecco better work, better life COMPANY PROFILE Adecco better work, better life Adecco è il leader in Italia e nel mondo nei servizi per la gestione delle risorse umane. Nato nel 1996 in seguito alla fusione tra Adia (Svizzera) ed Ecco

Dettagli

Comune di Benevento Piano Strategico Città e strategie di sviluppo

Comune di Benevento Piano Strategico Città e strategie di sviluppo SCHEDA N 17 Bellinzona - Svizzera PROMOTORE Comune di Bellinzona TEMPI Anno di avvio Anno di conclusione In corso Orizzonte temporale Note: non si tratta di un Paino strategico ma di strategie avviate

Dettagli

5 anni. PBD Svizzera

5 anni. PBD Svizzera 5 anni PBD Svizzera 5 anni d impegno per una politica concreta, orientata verso il fattibile Il partito borghese democratico è un partito innovativo e moderno che tiene conto dell evoluzione della società

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli