ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE L. CAMBI D. SERRANI. PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno Scolastico 2014/15

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE L. CAMBI D. SERRANI. PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno Scolastico 2014/15"

Transcript

1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE L. CAMBI D. SERRANI PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno Scolastico 2014/15 ITE D.SERRANI LICEO SCIENTIFICO L. CAMBI Via S. di Santarosa 2/a Via Ippolito Nievo Falconara M.ma AN Falconara M.ma - AN tel tel/fax fax

2 Storia dell Istituto L Istituto di istruzione superiore Cambi- Serrani nasce nel 1998 quando, su proposta dell Ente locale, viene deciso l accorpamento delle due istituzioni già sedi staccate del Liceo Savoia di Ancona e dell ITC D.Serrani, successivamente dotate di autonomia rispettivamente nell a.s. 75/76 e nell a.s. 89/90. L aggregazione soddisfa l esigenza di dimensionare le strutture scolastiche promovendone la funzionalità, permettendo di strutturare un offerta formativa più unitaria nel biennio e più diversificata nel triennio, a seconda delle esigenze espresse dal territorio, senza rinunciare ai corsi e al tipo di preparazione attualmente in vigore. La varietà dell offerta mira a permettere una maggiore e reale possibilità di scelta dello studente e delle famiglie, presupposto necessario per l esplicarsi di un buon impegno nello studio. Presentazione del Piano dell Offerta Formativa Le pagine che seguono contengono il Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) dell Istituto di Istruzione Superiore L. Cambi D. Serrani. È il documento fondamentale relativo all'identità culturale e progettuale dell Istituto; descrive e rende esplicite le caratteristiche culturali e progettuali del Cambi - Serrani ne precisa in modo dettagliato le scelte, offrendo un panorama completo delle attività previste per l anno scolastico in corso, mettendo in primo piano gli obiettivi generali ed educativi e le azioni che contribuiscono allo star bene a scuola. Il P.O.F., quindi, è il documento con cui l Istituto: o cerca di interpretare le esigenze di una società in trasformazione, per adeguare le proposte formativo-culturali; o esplicita le scelte culturali, didattiche ed organizzative che la scuola intende perseguire nel suo compito di formazione ed educazione; o assume impegni nei confronti dell utenza, delle famiglie, del contesto sociale; o si presenta alle altre istituzioni del territorio (enti locali, ASL, scuole, università, associazioni di categoria, imprese, altri soggetti pubblici e privati). In coerenza con gli obiettivi generali ed educativi degli indirizzi di studio, diviene impegnativa risposta (e, nel contempo, stimolo ulteriore) ad attese ed esigenze del contesto culturale, sociale ed economico del territorio. In fase d inizio d anno, è stato elaborato dal Collegio dei Docenti, tenendo conto delle osservazioni e pareri dei genitori e degli studenti risultanti dal monitoraggio effettuato al termine dell anno scolastico precedente; è stato, poi, formalmente approvato dal Consiglio d'istituto, che, preliminarmente, ne aveva tracciato anche le linee d indirizzo generale. È un documento pubblico, è consultabile presso la Segreteria e sul sito web della scuola ed è consegnato a chiunque ne faccia richiesta. Carta d identità e contratto educativo dell Istituto di Istruzione Superiore L. Cambi D. Serrani, investe le aree della decisionalità della scuola, cioè le scelte: o formative ed educative, in relazione a conoscenze da proporre, competenze da far acquisire, capacità da sviluppare, cercando di interpretare le esigenze di una società in trasformazione per adeguare le proposte scientifico - culturali; o curriculari, in ordine ai percorsi disciplinari, trasversali, integrativi, al curricolo implicito, che si perseguiranno; o didattiche, in rapporto all approccio metodologico, alle modalità di verifica, ai criteri di valutazione; o organizzative, per la definizione di ruoli e funzioni, l assegnazione di compiti, le modalità di coordinamento. Pagina 2

3 Comprende un piano di attività organizzato, intenzionale, possibile e verificabile, perché sottoposto a continuo giudizio degli utenti. Si sigla così un contratto fra le parti, in cui gli alunni devono sapere, saper fare, saper essere e saper vivere con gli altri; i docenti devono saper fare e saper comunicare sul piano didattico e saper educare sul piano formativo; i genitori devono collaborare e confrontarsi con i figli e la scuola; il personale non docente deve garantire specifici servizi e prestazioni funzionali. Il tutto nella logica di un servizio pubblico caratterizzato da negoziazione sociale e trasparenza, rivolta all efficacia, all efficienza ed alla produttività. L Offerta Formativa descritta in queste pagine persegue il raggiungimento di obiettivi didattici, che garantiscano competenze funzionali ad uno sviluppo continuo di conoscenze culturali e capacità relazionali e di obiettivi educativi legati a valori etici. Gli uni e gli altri trovano riscontro, poi, nella programmazione di classe ed impegnano tutti i Docenti sia nella coerenza educativa sia nell operatività disciplinare. Ogni alunno, con il proprio vissuto personale, la propria storia, la propria modalità relazionale è accolto dalla comunità educativa del nostro Istituto come valore in sé. Pertanto, il nostro primo impegno è di creare condizioni di contesto affinché, nel rispetto della singolarità, tutti i nostri studenti sviluppino le proprie potenzialità al livello massimo possibile a ciascuno. Tutte le attività della scuola concorrono a garantire un percorso formativo individuale, per educare alla cittadinanza attiva, alla responsabilità personale e sociale, mediante l acquisizione di conoscenze, lo sviluppo di capacità, la maturazione di competenze. Il Piano dell Offerta Formativa riporta analiticamente le volontà dichiarate ed i criteri regolativi della vita dell Istituto, funzionali alle finalità assunte; informa sull impianto organizzativo gestionale e didattico riportando le funzioni degli organismi e dei soggetti che hanno il compito di gestire, monitorare e valutare quanto esplicitato nel Piano. Infine, i Progetti, che ampliano ed integrano l Offerta Formativa di base, sostanziano il Piano, nell intento di rispondere alle legittime attese dei nostri studenti e delle loro famiglie, oggi. L'offerta formativa richiama la domanda della società rivolta oggi alla scuola, che soprattutto se statale, è il soggetto istituzionale primario della mediazione e della trasmissione educativa e culturale, strategica rispetto alla politica formativa del territorio. I Istituto si propone come un'agenzia educativa e formativa integrata nel territorio falconarese e tiene quindi conto da una parte delle peculiarità e delle esigenze del territorio, dall'altra delle problematiche e degli sbocchi della formazione scolastica in un quadro di riferimento internazionale. In tale ottica si è dotato di strumenti di indagine/ricerca per lo studio del territorio e la lettura/interpretazione dei suoi bisogni formativi. Le risorse esterne sono costituite, oltre che dall utenza, da una vasta rete di soggetti pubblici e privati quali: o l Amministrazione comunale o le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado o il servizio socio-sanitario della ASL di Falconara Marittima o l Università di Ancona e le sue sedi decentrate, nonché le Università delle regioni limitrofe o Soggetti, Enti e Associazioni con finalità sociali, culturali ed educative o gli esercizi finanziari e commerciali, turistici, le imprese industriali, che costituiscono una o potenziale occasione di collaborazione, anche per l attuazione di esperienze di stage rivolte agli alunni. Pagina 3

4 Princìpi L Istituto, in collaborazione con le famiglie, intende concorrere alla formazione del cittadino consapevole e attivo attraverso la promozione di una solida cultura di base, volta ad attivare negli studenti specifiche competenze espressive, riflessive, logiche ed operative. In modo particolare esso si caratterizza, fin dalla sua istituzione, per il ruolo di sintesi tra i saperi umanistico-letterari e quelli tecnici-scientifici, in un ottica di armonia e complementarietà fra le due componenti. L Istituto Cambi-Serrani vuole essere non solo il luogo della trasmissione formativa del sapere, ma il laboratorio dove gli studenti sono coattori e cogestori del processo di insegnamento- apprendimento, perché tutte le potenzialità entrino in gioco e si possano esprimere, oltre che con lo studio e l'impegno, con la creatività, la fantasia, la comunicazione. Fa leva sul fattore "motivazione" come primaria forma di lotta alla dispersione scolastica, attraverso interventi di sostegno-recupero e di orientamento, aiutando lo studente a realizzare lo stile costruttivo della fiducia. Finalità educative e culturali Le finalità delle attività curricolari, progettuali, integrative e complementari possono essere così sintetizzate: - concettualizzazione, attualizzazione e personalizzazione del sapere (saper conoscere, saper dire/comunicare, saper fare, saper decidere, saper essere) - consapevolezza della complessità e storicità del sistema socio-culturale, politico, economico a cui si appartiene - costruzione del senso della propria identità - acquisizione della corretta autostima - conoscenza di sé e degli altri, mediante adeguati processi di interiorizzazione - capacità di autovalutazione, di auto-orientamento/riorientamento e di progettazione del proprio futuro - esperienza di valori umani, civili e sociali necessari per l'esercizio di una cittadinanza consapevole in base a quanto si afferma negli obiettivi di Lisbona e nel nostro testo costituzionale. Il piano di studi del nostro Istituto risponde concretamente a tali obiettivi, abbinando alle discipline linguistiche e letterarie, lo studio delle discipline scientifiche e tecniche. PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA La programmazione educativa persegue obiettivi comportamentali che mirano a formare nella persona dello studente un complesso di atteggiamenti fondamentali per la convivenza nella scuola e nella società e devono essere perseguiti con gradualità e continuità lungo tutto il corso degli studi. Consistono essenzialmente nell apprendere a: o mettersi in relazione costruttiva con gli altri, riconoscendone dignità e ruoli o rispettare le norme che regolano la convivenza a scuola e il funzionamento delle istituzioni scolastiche o partecipare attivamente al dialogo educativo con gli insegnanti e al lavoro di gruppo Pagina 4

5 o fruire responsabilmente delle offerte formative proposte dalla scuola o da altri Enti o usare correttamene i materiali e le attrezzature in dotazione o sviluppare il senso dei valori morali e dei principi etico-politici alla base della convivenza civile. La programmazione didattica, elaborata dal Collegio dei Docenti, attraverso le sue articolazioni funzionali, è costitutiva del Piano dell Offerta Formativa e mette in evidenza il rapporto qualificante tra questo e le trasformazioni in atto. Persegue obiettivi trasversali d'istruzione, educazione, formazione e orientamento. Tra questi sono considerati di base: o l educazione linguistica (linguaggi verbali e non, linguaggi disciplinari specifici, linguaggio o informatico; processi di comprensione e produzione, capacità di lettura e decodificazione o dei linguaggi mass-mediali; l attitudine/abitudine alla lettura e alla produzione scritta) o l acquisizione di metodologie e abilità di tipo induttivo (da rafforzare nel biennio) e di tipo deduttivo (da costruire nel triennio: astrazione e trasferimento autonomo di conoscenze da un ambito all altro) o l acquisizione di competenze trasversali, in funzione di un efficace comportamento organizzativo o la maturazione degli studenti sul sapere del loro tempo, attraverso la tendenziale coraggiosa modernizzazione dei contenuti o l integrazione cognitiva e socio-affettiva, con interventi mirati al sostegno-recupero e al rinforzo della motivazione e della fiducia o l assunzione di atteggiamenti e comportamenti corretti, improntati alla partecipazione responsabilità sociale (esercizio del diritto/dovere della cittadinanza). o obiettivi di apprendimento disciplinare e di aree disciplinari. Descrive: o le prestazioni degli studenti in modo operativo (saperi) modulate in: o conoscenze o abilità o competenze Verifica e valuta le predette prestazioni in termini di standard. Fissa i criteri, le modalità e gli strumenti delle verifiche e della valutazione periodica. Obiettivi didattici Gli obiettivi che l Istituto si prefigge di raggiungere sul piano delle conoscenze e delle competenze si possono distinguere secondo la scansione del curricolo interno degli studi -biennio e triennio - e con riferimento ai contenuti caratteristici delle singole discipline o di materie affini (area umanistico - letteraria, linguistica, tecnica, scientifica). Biennio Obiettivi cognitivi prioritari ed essenziali sono l acquisizione: o di un corretto metodo di studio Pagina 5

6 o di valide abilità comunicative o di adeguate capacità di risoluzione di problemi o elaborazione/produzione di testi o di elementi utili a formarsi giudizi e valutazioni consapevoli, anche riguardo al curricolo o scolastico intrapreso e alla sua corrispondenza alle doti e inclinazioni dello studente. Triennio In continuità con i risultati del biennio, si tratterà di: o consolidare le abilità di studio ed espressive o saper utilizzare e produrre documenti (anche di carattere specifico o settoriale: es. progetti, ricerche, approfondimenti) o maturare il senso dell equilibrio e della criticità nelle proprie valutazioni o acquisire le competenze di base necessarie a proseguire la formazione in ambito universitario o professionale. Per quanto concerne gli obiettivi cognitivi tipici delle singole discipline o aree, si fa riferimento alle programmazioni didattiche ed educative redatte da ogni docente e dai vari dipartimenti disciplinari. Il contratto formativo Il contratto formativo risponde alle esigenze di trasparenza, efficienza, efficacia dell'azione amministrativa ed è costitutivo dell'autonomia dell'istituto. È la dimensione metodologica ed operativa fondamentale a cui la scuola intende ispirarsi per raggiungere i propri obiettivi ed il piano dell'offerta formativa ne è la dichiarazione esplicita, formalizzata e partecipata. La pedagogia del contratto ricopre un ruolo importante, se considerata non come formalizzazione dell impegno dovuto, ma come atto pedagogico che permette allo studente di imparare attraverso la conoscenza degli obiettivi e delle situazioni di apprendimento e la consapevolezza delle proprie capacità, doveri, diritti. Per ottenere questo, ogni docente presenta alla classe la propria programmazione e le proprie strategie di intervento stabilendo con essa un accordo per lo svolgimento della regolare attività didattica. Gli allievi sono informati sull uso degli strumenti necessari per lavorare (libri, sussidi didattici, utilizzo laboratori), sui criteri di misurazione e valutazione, sul numero di verifiche orali e scritte per quadrimestre. Allo scopo di raggiungere la massima trasparenza, ogni docente espone chiaramente ai ragazzi: o le mete educative e didattiche comuni o il comportamento che gli alunni devono tenere negli ambienti scolastici o le strategie e le metodologie di intervento o i criteri di valutazione o gli eventuali interventi specifici (es. iniziative di recupero, sostegno) o le attività integrative programmate. Pagina 6

7 L organizzazione didattica Le metodologie di lavoro adottate dalla scuola o dal singolo insegnante sono: o lezione frontale o lezione guidata o lezione dialogata o lavoro di gruppo o lezione laboratoriale o ricerca individuale o di gruppo o discussione o percorsi individualizzati e per aree di progetto Nel rispetto della libertà di insegnamento e delle linee operative fissate dal Collegio dei Docenti, ogni docente sceglierà la metodologia che considererà più adeguata per il raggiungimento degli obiettivi fissati nella programmazione di classe e disciplinare. Il metodo scelto terrà conto dei seguenti elementi: o situazione di ingresso della classe o stili cognitivi e comportamentali degli studenti o obiettivi trasversali ed obiettivi specifici della disciplina o contenuti programmati Valutazione La verifica dell'apprendimento, indispensabile per procedere alla valutazione, è continua e sistematica, ha carattere formativo e non sanzionatorio. La verifica deve essere un fatto quotidiano, evento abituale dell'attività didattica, perché favorisce l'abitudine a studiare ogni giorno e permette di osservare il processo di apprendimento e di aggiustare in itinere l'intervento didattico. Tale verifica avviene attraverso l educazione all'autovalutazione, interventi spontanei o sollecitati, il controllo dei compiti e degli elaborati da svolgere a casa, il controllo degli appunti e della schedatura dei testi, eventuali lavori di gruppo. Al fine di verificare il raggiungimento degli obiettivi, per i quali è stato progettato e realizzato un intervento didattico, si procede alla verifica formativa e sommativa che determina la capacità di organizzare le abilità acquisite nel corso delle singole lezioni. Gli strumenti delle verifiche sono le prove scritte, pratiche e orali. Tutte le valutazioni assegnate dai docenti e dai Consigli di Classe sono inserite sul registro on line, con accesso attraverso il sito web dell Istituto dopo inserimento di ID e password. Il processo di valutazione (continua, formativa, orientativa, trasparente) si configura come momento formativo inteso a potenziare consapevolezza ed a promuovere i successi personali per incentivare la motivazione e favorire lo sviluppo delle potenzialità di ogni allievo, evitando di ridurre la valutazione finale ad una semplice misurazione, cioè ad una semplice media matematica dei voti conseguiti nelle prove di verifica. S intende pervenire ad un giudizio complessivo che tenga conto del progresso in tutto il processo di apprendimento e del raggiungimento degli obiettivi fissati. Saranno utilizzati i seguenti indicatori di voti Pagina 7

8 CRITERI COMUNI: CORRISPONDENZA TRA VOTI E LIVELLI DI CONOSCENZA, COMPETENZA E CAPACITA' INDICATORI DESCRITTORI PE SO (*) LIVELLI PUNTEGGI GREZZI Individuati dai vari dipartimenti disciplinari A Gravemente Nessuna o frammentaria 1 insufficiente Insufficiente Superficiale/imprecisa 2 B C = A x B Conoscenza intesa come acquisizione di contenuti Sufficiente Essenziale e/o con lievi incertezze Discreto Ampia e abbastanza sicura 4 3 Competenza intesa come capacità di utilizzare in concreto le conoscenze acquisite Capacità intesa come abilità di rielaborare le conoscenze, arricchirle, incrementarne le competenze Buono/Ottimo Completa, approfondita e sicura Gravemente Non riesce ad applicare le insufficiente conoscenze Insufficiente Sa applicare le conoscenze in situazioni note, ma commette errori gravi Sufficiente Sa applicare le conoscenze in situazioni note, senza commettere errori gravi Discreto Sa applicare le conoscenze in situazioni nuove con alcune imprecisioni Buono/Ottimo Sa applicare le conoscenze in situazioni nuove e complesse senza commettere errori e imprecisioni Gravemente insufficiente Insufficiente Sufficiente Non è capace di ordinare i concetti essenziali in modo autonomo Ordina con difficoltà i concetti essenziali e solo dietro sollecitazione E' capace di ordinare i concetti essenziali ma in modo non totalmente autonomo e corretto Discreto E' capace di ordinare i 4 concetti in modo autonomo Buono/Ottimo E' capace di ordinare e 5 rielaborare i concetti complessi senza imprecisioni, in modo autonomo e originale Totale punteggio grezzo Voto in decimi (vedi tabella) (*) I pesi vanno assegnati ai rispettivi indicatori e vengono stabiliti a seconda della tipologia di verifica Pagina 8

9 ORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA DIRIGENTE SCOLASTICA Prof.ssa Stefania Signorini CONSIGLIO DI ISTITUTO PRESIDENTE : Sabrina Marini MEMBRO DI DIRITTO: Prof. ssa Stefania Signorini DOCENTI: Prof.ssa. Monica Mazza Prof. Giovanni Graziosi Prof. Stefano Graziosi Prof.ssa Vignini Mariella Prof.ssa Manuela Montevecchi Prof.ssa Orietta Basili Prof. Esposito Pasquale Prof. Vidale Roberto - D.S. VICE PRESIDE: Prof.ssa Orietta Basili COLLABORATORI DEL PRESIDE: Prof.Daniele Lardini Prof.ssa Giuseppina Cesari DIRETTORE AMMINISTRATIVO: Sig.ra Fiorisa Sagrati GENITORI: Sig. Troncon Marco Genitore 2^ E Liceo Sig.ra Fusco Rita Genitore 2^ A ITE Sig.ra Marini Sabrina Genitore 4^ A ITE Sig. Renzi Claudio Genitore 4^A Liceo A.T.A.: Sig.ra Di Gesaro Patrizia Sig.ra Moroni Maria Luisa ALUNNI: Bartolucci Enrico, Casali Michele, Fracascia Giacomo, Grieco Marco FUNZIONI STRUMENTALI ASSEGNATE AI SENSI DELLA C.M N. 204 DEL 28/ 8/ 2000 I.T.E. : Prof. Giuseppe DI PAOLA (Gestione del POF) Prof.ssa Giovanna GRIFFO (Educ. alla salute) Prof.ssa Giuseppina CESARI (Orientamento in uscita) Prof.ssa Paola PAOLONI (Alternanza Scuola-Lavoro) Prof.ssa Luciana MASSACESI (Orientamento in entrata) LICEO: Prof.ssa Marina GIANNINI (Studenti Ed. Salute) Prof.ssa Marina MILLEVOLTE(Orientamento in uscita) Prof.ssa M. Antonella GIACCAGLIA (Gestione del POF ) Prof.sse Silvana SEVERINI e Manuela MONTEVECCHI (Orientamento in entrata) GIUNTA ESECUTIVA: Preside: Prof.ssa Stefania Signorini Direttore amministrativo: Sig.ra Fiorisa Sagrati Docente Prof.: Giovanni Graziosi Genitore: Marco Troncon Personale ATA: Maria Luisa Moroni Studente: Pagina 9

10 ORGANO DI GARANZIA Preside Prof.ssa Stefania Signorini Genitore Claudio Renzi Personale ATA: Maria Luisa Moroni Docente Prof.: Pasquale Esposito Studente Enrico Bartolucci GRUPPI DI LAVORO - REFERENTI SITO WEB Prof.ssa Neri Francesca, prof.ssa Basili Orietta, prof. ssa Elena Casaccia, sig.ra Lucchetti Silvia. COMENIUS - SCAMBI LINGUA I.T.E. - Prof. G. Di Paola Prof.ssa M. Mazza SCAMBI LINGUA LICEO Prof.sse Gallerani Valeria e De Angelis Manuela Martinangeli Lorena USCITE DIDATTICHE E VIAGGI DI ISTRUZIONE LICEO - Prof. Manuela De Angelis I.T.E. - Prof. Pasquale Esposito CERTIFICAZIONI FCE - PET - DELF: LICEO Prof.ssa Gallerani Valeria e De Angelis Manuela I.T.E. Prof. Di Paola Giuseppe (inglese) - Prof.ssa Rossana Carloni (francese) RESPONSABILI DEI DIPARTIMENTI Dipartimenti di Istituto RELIGIONE DISEGNO E STORIA DELL ARTE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Prof.ssa Raponi Rosalba Domenica Prof. Roberto Angeloni Prof.ssa Roberta Palloni Dipartimenti del LICEO LETTERE MATEMATICA + MAT. E FISICA LINGUA INGLESE STORIA E FILOSOFIA SCIENZE NAT., CHIMICA,GEOGRAFIA Prof.ssa Michela D Onofrio Prof.ssa Valeria Gallerani Prof.ssa Marina Millevolte Prof.ssa Samuela Bravi Dipartimenti dell I.T.E. LETTERE Prof. Roberto Vidale LINGUE ESTERE Prof.ssa Monica Mazza MATEMATICA Prof. Graziosi Gaiovanni ECONOMIA AZIENDALE Prof.ssa Nunzia Fioravante DISCIPLINE GIURIDICHE ECONOMICHE Prof. Daniele Gigli SCIENZE, CHIMICA E GEO., GEOGRAFIA Prof.ssa Giovanna Griffo INFORMATICA Prof.ssa Gabriella Frullini Pagina 10

11 COORDINATORI DI CLASSE I.T.E. LICEO 1A FIORAVANTE NUNZIA 1 A GIANNINI MARINA 1 B CASACCIA ELENA 1 B SA MARTINANGELI LORENA 2 A FRULLINI GRABRIELLA 1 C VIGNINI MARIELLA 2 B RE FIORELLA 1 D TOGNI CARLA 2 C GRIFFO GIOVANNA 1 E CORBELLI MARIA EMILIA 3 A GALLI ELEONORA 2 A ROSETTI CRISTIANA 3 B GAGIOTTI GIULIANA 2 B SA DE ANGELIS MANUELA 4 A GIGLI DANIELE 2 C ROMAGNOLI MIRIAM 4 B MAZZA MONICA 2 D MONTEVECCHI MANUELA 4 C VIDALE ROBERTO 2 E GRAZIOSI STEFANO 5 A GRAZIOSI GIOVANNI 3 A GALLERANI VALERIA 5 B DI PAOLA GIUSEPPE 3 B SA BASILI ORIETTA 3C SEVERINI SILVANA 4 A MASTROVINCENZO ELVIRA 4 B SA D'ONOFRIO MICHELA 5 A GIACCAGLIA M. ANTONELLA 5 B UBERTINI GIOVANNA CALENDARIO PER L ANNO SCOLASTICO 2014/15 Il calendario scolastico deliberato dalla Giunta Regionale in data 10 febbraio 2014 per l'a.s. 2014/15 risulta il seguente: - Inizio lezioni: lunedì 15 Settembre Termine lezioni: mercoledì 10 Giugno Le lezioni sono sospese nei seguenti giorni: Tutte le domeniche 1 novembre 2014 ( festa di tutti i santi) 8 dicembre 2014 (Immacolata Concezione) dal 24 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015 (vacanze di Natale) dal 2 aprile al 7 aprile 2015 (vacanze di Pasqua) 25 aprile 2015 (Anniversario della Liberazione) 1 maggio 2015 (festa del lavoro) 2 maggio 2015 (ponte del 1 maggio) 8 maggio 2015 (festa del patrono) 1 giugno 2015 (ponte 2 giugno) 2 giugno 2015 ( festa Nazionale della Repubblica) Suddivisione dell anno scolastico Il Collegio dei Docenti ha confermato, anche per l anno 2014/2015, la suddivisione dell anno scolastico in due quadrimestri. Pagina 11

12 STRUTTURA DELL ORARIO GIORNALIERO DELL ITE NEI GIORNI CON 5 ORE DI LEZIONE PRIMA ORA dalle 8.00 alle 9.00 SECONDA ORA dalle 9.00 alle TERZA ORA dalle alle INTERVALLO dalle alle QUARTA ORA dalle alle QUINTA ORA dalle alle STRUTTURA DELL ORARIO GIORNALIERO DELL ITE NEI GIORNI CON 6 ORE DI LEZIONE PRIMA ORA dalle 8.00 alle 9.00 SECONDA ORA dalle 9.00 alle 9,55 INTERVALLO dalle 9,55 alle TERZA ORA dalle alle QUARTA ORA dalle alle INTERVALLO dalle 11,55 alle QUINTA ORA dalle alle SESTA ORA dalle alle STRUTTURA DELL ORARIO GIORNALIERO DEL LICEO PRIMA ORA dalle 8.00 alle 9.00 SECONDA ORA dalle 9.00 alle TERZA ORA dalle alle INTERVALLO dalle alle QUARTA ORA dalle alle QUINTA ORA dalle alle RISORSE DELL ISTITUTO personale documentazione aule scolastiche laboratori biblioteche aule audiovisivi palestre altri locali Pagina 12

13 .I CORSI DELL ISTITUTO ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE / ECONOMICO CORSO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING: Il diplomato in "Amministrazione,Finanza e Marketing" possiede competenze generali ed approfondite nel campo dei fenomeni economico-aziendali nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi e processi aziendali (organizzazione,pianificazione, programmazione amministrazione, finanze e controllo) degli strumenti di marketing e dell'economia sociale. Elementi caratterizzanti: o Scelta della seconda lingua comunitaria tra francese,spagnolo,tedesco. o Utilizzo sistematico delle nuove tecnologie informatiche o Approccio operativo all'economia Aziendale che viene svolta in laboratorio con software aggiornati ed uso di fogli elettronici e database (Excel-Access). o Progetto Alternanza scuola-lavoro: organizzazione di stage presso aziende ed enti pubblici durante l'attività didattica. o Settimana in lingua, gemellaggi e scambi di classe con l'estero. Attività teatrali in lingua Pagina 13

14 CORSO RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING (*): Elementi caratterizzanti: o Scelta di tre lingue straniere con possibilità di inserimento del lettore di madrelingua. o Utilizzazione sistematica delle nuove tecnologie informatiche. (*) con partenza opzionale dalla classe terza dopo il biennio comune con Indirizzo "Amministrazione,Finanze e Marketing" Pagina 14

15 CORSO WEB MARKETING Elementi caratterizzanti Il corso forma figure professionali, come responsabili dei siti web, esperti di marketing e comunicazione on line, editori e web master, capaci di promuovere l azienda attraverso internet e i social network. Pagina 15

16 LICEO SCIENTIFICO CORSO: LICEO SCIENTIFICO DI NUOVO ORDINAMENTO Il corso di studi istituzionale realizza un curricolo culturalmente integrato fra l area scientifica e l area umanistica. Prevede il rafforzamento delle Scienze Naturali e della Fisica e un potenziamento delle ore di Matematica. Pagina 16

17 CORSO: LICEO SCIENTIFICO CON OPZIONE SCIENZE APPLICATE Attivato per le classi I II III - IV Il corso di studio prevede l introduzione dell Informatica, un potenziamento dell orario delle Scienze Naturali, un rafforzamento della Fisica e della Matematica. Pagina 17

18 CORSO: LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO ( corso ministeriale) Attivato per la classe I Il corso si caratterizza per il potenziamento delle scienze motorie e sportive e delle scienze naturali, rispetto al corso tradizionale. Sono presenti, inoltre,in sostituzione di Latino e di Disegno e Storia dell Arte, gli insegnamenti Diritto ed Economia dello Sport e Discipline Sportive. CORSO: LICEO SCIENTIFICO CON OPZIONE SCIENZE APPLICATE sperimentazione LICEO SPORTIVO Attivato per le classi I - II Il corso si caratterizza per il potenziamento di Scienze Motorie e Sportive e di Scienze Naturali. DISCIPLINE 1 ANNO 2 ANNO Lingua e letteratura italiana 4 4 Lingua e letteratura straniera 3 3 Storia e geografia 3 3 Storia - - Filosofia - - Matematica 5 4 Informatica 1 1 Fisica 1 2 Scienze naturali 3 3 Disegno e storia dell arte 1 1 Scienze motorie e sportive 5 5 Religione cattolica o 1 1 attività alternativa Totale ore settimanali Pagina 18

19 L'Istituto attiva una serie di progetti e corsi che sono rivolti a tutti gli studenti al fine di potenziare l'offerta Formativa e rispondere alle sempre più complesse esigenze di raccordo tra scuola e territorio. PROGETTI I.T.E. D.SERRANI WEBTROTTER A SCUOLA DI COSTITUZIONE SAFE BOOK III I GIOVANI E INTERNET E PREVENIRE LE DIPENDENZE INTERCULTURA E INTEGRAZIONE L ACQUA IN REDAZIONE RAGAZZI ALL OPERA! LA MIGLIORE IDEA IMPRENDITORIALE IMPARA AD INTRAPRENDERE TEATRO Rivolto a tutti gli studenti del primo biennio. E volto a potenziare la capacità di svolgere ricerche e rispondere a quesiti di natura culturale attinenti a varie discipline scolastiche attraverso l uso di internet e dei dispositivi digitali. Gli studenti divisi per squadre parteciperanno a delle gare che si svolgeranno on-line. Patrocinato dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e AICA. Destinatari del progetto sono le classi seconde del Serrani e del Cambi che dopo aver approfondito la costituzione con incontri con studenti universitari, svolgeranno attività di peer tutoring con gli studenti delle scuole medie. Il progetto è rivolto alle classi seconde. Verranno approfondite tematiche che riguardano i cambiamenti fisici dell adolescente, gli stimoli affettivi, l attrazione e la prevenzione di malattie sessualmente trasmissibili, i rischi di internet e il rispetto tra uomo e donna. Si fornirà ai ragazzi un percorso di educazione per arrivare allo sviluppo di una vita di relazione e sessuale matura e senza rischi. Progetti destinati al biennio e alle seconde classi. Si svolgeranno incontri con psicologi dell associazione Marco Vive e con la polizia postale. Prevenire le dipendenze ha lo scopo di far conoscere le conseguenze fisiche, psicologiche e sociali dell uso/abuso di sostanze che creano assuefazione. Si visiterà la comunità di S. Patrignano. Destinatari del progetto gli alunni del triennio. Il progetto ha lo scopo di educare al rispetto e alla valorizzazione delle differenze attraverso lo scambio, la relazione e la conoscenza delle associazioni (Tenda di Abramo e Avulss) e delle loro iniziative sul territorio. Il progetto è rivolto agli studenti delle seconde classi. L acqua è uno dei beni più preziosi per l umanità presente e futura che va salvaguardata attraverso un utilizzo efficace, non inquinante e sostenibile. Il progetto è finalizzato ad avvicinare i giovani al linguaggio musicale. Prima di ogni proiezione ci saranno degli incontri per approfondire l opera e il suo autore accompagnati da momenti di ascolto guidato. Destinatari gli studenti delle quarte e quinte. Con la collaborazione dei teatri Pergolesi e Moriconi di Jesi Destinatari del progetto gli alunni delle classi quinte. Ha lo scopo di promuovere fra i giovani una più ampia diffusione della cultura imprenditoriale ed approfondire il ruolo sociale ed economico svolto dall artigianato e dalle piccole-medie imprese nel territorio. Consulenti CNA e imprenditori soci della Confederazione svolgeranno attività di orientamento finalizzate alla trasmissione degli elementi necessari alla definizione di un idea imprenditoriale. Il progetto si basa su un percorso formativo legato al contesto imprenditoriale locale centrato sull interpretazione dei diversi ruoli d impresa. Gli studenti pianificano il progetto di impresa attraverso tappe del percorso che prevedono una parte teorica in aula e una applicativa, articolata in visita aziendali e laboratori d impresa. Il progetto prevede il coinvolgimento degli studenti dell ITE e del Liceo. L attività consiste nel laboratorio teatrale e nell allestimento di uno spettacolo con la collaborazione di un operatore esterno qualificato. Pagina 19

20 IMPARIAMO IL CINESE CERTIFICAZIONI SETTIMANA IN LINGUA INGLESE MINI SETTIMANA IN LINGUA TEDESCA, FRANCESE E SPAGNOLA OLIMPIADI DELLA MATEMATICA PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER ECDL ECDL ADVANCED ALS LIBERA CORSI DI RECUPERO E SOSTEGNO Il progetto consiste nell apprendimento basilare della lingua cinese con il supporto di esperti. Al termine del corso, totalmente gratuito, lo studente sarà in grado di comprendere e usare espressioni di uso quotidiano e frasi basilari utili a soddisfare bisogni di tipo concreto. Le lezioni, con cadenza settimanale, inizieranno a novembre e termineranno a maggio. Destinatari gli studenti delle seconde e terze classi del Serrani. Il progetto prevede come obiettivo il miglioramento delle competenze linguistiche in tutte le lingue oggetto di studio. Gli studenti vengono preparati a sostenere esami tenuti da enti esterni quali: DELF e DFP (francese), DELE (spagnolo), Goethe Institut (tedesco) e Cambridge ESOL (inglese). Il progetto è rivolto a tutti gli studenti e prevede corsi pomeridiani ed esami con certificazione del possesso della lingua a diversi livelli. In inglese PET- FCE CAE, i certificati rilasciati sono spendibili nel mondo del lavoro e riconosciuti da molte università Obiettivo del progetto è praticare la lingua in modo semplice, naturale, piacevole e divertente, conoscere le abitudini, tradizioni, usi e costumi del Regno Unito, acquisire autonomia linguistica. Il progetto è rivolto alle classi prime nella prima settimana di febbraio. Il progetto prevede come obiettivo il miglioramento delle competenze linguistiche attraverso lo stimolo, la motivazione e l'interesse allo studio della lingua. Destinatari sono gli studenti delle seconde/terze classi. Gli studenti del biennio e del triennio dell'istituto sono sottoposti a delle prove che riguardano quesiti di carattere logico-matematiche che sollecitano le capacità di intuizione e le conoscenze matematiche su argomenti che spaziano nelle diverse aree della disciplina. Le competenze e le conoscenze del computer sono ormai bagaglio culturale dei nostri studenti e la completa padronanza del mezzo informatico è requisito essenziale per il loro futuro. L ECDL - European Computer Driving Licence - Patente Europea del Computer è l unica certificazione internazionale che attesta la capacità di usare il personal computer a diversi livelli di approfondimento e di specializzazione spendibile in ogni ambiente di lavoro e può dare luogo a crediti per i corsi universitari. Destinatari del progetto sono tutti gli studenti i quali possono accedere ai corsi offerti gratuitamente dalla scuola che è test center per la certificazione europea di informatica sia a livello di base che avanzato. Questa certificazione attesta una conoscenza più approfondita di quattro moduli dell ECDL: Elaborazione testi, Foglio elettronico, Basi di dati, Strumenti di presentazione. Destinatari gli studenti delle classi quarte. Il tirocinio viene svolto presso aziende pubbliche e private della zona, ha la durata di 2 settimane nel I quadrimestre e di 1 settimana a fine maggio. Stage estivo facoltativo per le classi quarte. Sono previste anche visite alle aziende e alle istituzioni locali e incontri con esperti del mondo del lavoro Il nostro Istituto aderisce all associazione Libera ( Associazioni, nomi e numeri contro le mafie) e partecipa a progetti in relazione all educazione alla legalità a alla responsabilità civile, anche attraverso incontri-dibattito con esponenti della stessa associazione. Per reinserire con efficacia nel percorso educativo-didattico, per intervenire sui problemi dell'apprendimento in tempi utili e potenziare abilità e capacità. Essi saranno scelti all'interno dei consigli di classe, dando priorità per quanto riguarda il recupero, alle seguenti materie: economia aziendale, italiano, matematica, lingue e scienze delle finanze. La frequenza ai corsi è obbligatoria per gli studenti indicati dal Consiglio di Classe. Le assenze degli studenti vengono segnalate Pagina 20

POF ITE SERRANI A.S. 2013/2014

POF ITE SERRANI A.S. 2013/2014 POF ITE SERRANI A.S. 2013/2014 L'Istituto attiva una serie di progetti e corsi che sono rivolti a tutti gli studenti al fine di potenziare l'offerta Formativa e rispondere alle sempre più complesse esigenze

Dettagli

Laparelli. Istituto Tecnico Commerciale. Foiano della Chiana. Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30

Laparelli. Istituto Tecnico Commerciale. Foiano della Chiana. Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Istituto Tecnico Commerciale Laparelli Foiano della Chiana Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Mercoledì 16 Gennaio 2013 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Amministrazione finanza e marketing

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI VIA MONTE SUELLO, 2 25128 BRESCIA tel. 030-304924 - fax 030-396105 E-MAIL: bscalini@ provincia.brescia.it LICEO STATALE B R E S C I A SCIENTIFICO A. CALINI via Monte

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE GUIDO CAVALCANTI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI Via G. Guerrazzi 178, 50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel 055/4210541/2 FAX 055/4200419 E-mail: fimm495000x@istruzione.it Sito Web: www.scuolacavalcanti.gov.it

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO COORDINATO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale

Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale Piazzale San Sepolcro, 4100 Parma Tel. 051/8176 Fax 051/0641 e-mail albertina@sanvitale.net Web www.sanvitale.net Dove siamo Sede: Piazzale San Sepolcro,

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

Oberdan: la strada per il mio futuro. Liceo. Tecnico economico. Istituto Statale di Istruzione Superiore G. Oberdan Treviglio

Oberdan: la strada per il mio futuro. Liceo. Tecnico economico. Istituto Statale di Istruzione Superiore G. Oberdan Treviglio Istituto Statale di Istruzione Superiore G. Oberdan Treviglio Oberdan: la strada per il mio futuro Liceo Liceo delle Scienze Umane Liceo Economico Sociale (LES) Tecnico economico Amministrazione, finanza

Dettagli

POF LICEO CAMBI A.S. 2013/2014

POF LICEO CAMBI A.S. 2013/2014 POF LICEO CAMBI A.S. 2013/2014 Progetto Web Design Il corso, della durata di 20 h, si pone come obiettivo quello di fornire tutti gli strumenti e le conoscenze necessarie per la realizzazione di un sito

Dettagli

Liceo Scientifico Filippo Buonarroti Pisa

Liceo Scientifico Filippo Buonarroti Pisa Liceo Scientifico Filippo Buonarroti Pisa 1974/2014 Quaranta anni di impegno per l'innovazione nell'apprendimento Liceo Scientifico F.Buonarroti Largo C.Marchesi Pisa 050570339- Fax 050570180 email: pips04000g@istruzione.it

Dettagli

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 Presentazione degli indirizzi Dalle ore 9:30 alle ore 10:00 Presentazione Liceo Scienze Umane Dalle ore 10:00 alle ore 10.30 Presentazione Liceo Scienze Applicate Dalle

Dettagli

LICEO MOLINO. PIACENZA Scuola aperta 2010-2011

LICEO MOLINO. PIACENZA Scuola aperta 2010-2011 LICEO GIULIA MOLINO COLOMBINI PIACENZA Scuola aperta 2010-2011 dirigenza Dirigente scolastico: Prof. MARGHERITA FIENGO Docente Vicario: Prof. ANNAMARIA TRIOLI Da 150 anni nella storia di Piacenza fondato

Dettagli

Istituto d Istruzione Secondaria Superiore. Valceresio. Istituto Istruzione Secondaria Superiore "Valceresio" - Bisuschio (VA)

Istituto d Istruzione Secondaria Superiore. Valceresio. Istituto Istruzione Secondaria Superiore Valceresio - Bisuschio (VA) Istituto d Istruzione Secondaria Superiore Valceresio I nostri percorsi di studio: Liceo: - Liceo Scientifico - Liceo delle Scienze Umane Istituto Tecnico Settore Economico: 1. Amministrazione, Finanza

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO DELLE SCIENZE UMANE (Potenziamento Linguistico - Antropologico) Il Liceo delle Scienze Umane completa la formazione umanistica con materie relative all area psicologica, sociale e formativa allo

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore

Istituto d Istruzione Superiore Istituto d Istruzione Superiore Alfonso M. de Liguori Sant Agata de Goti Distretto scolastico n 8 82019 SANT AGATA DEI GOTI (BN) Tel. 0823/953117 0823/953140(fax) Via S. Antonio Abate n. 32 ANNO SCOLASTICO

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

ISTITUTO CAMILLO FINOCCHIARO APRILE PALERMO

ISTITUTO CAMILLO FINOCCHIARO APRILE PALERMO POF: contenuti essenziali per una consultazione rapida ISTITUTO CAMILLO FINOCCHIARO APRILE PALERMO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Il POF o Piano dell Offerta Formativa è il documento con cui l Istituto definisce

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

Istruzione professionale:

Istruzione professionale: Istruzione professionale: DUE BIENNI + QUINTO ANNO - ESAME DI STATO - ACCESSO AI CORSI UNIVERSITARI Indirizzi attivi: Servizi Commerciali dal terzo anno è possibile anche scegliere Servizi Socio-Sanitari

Dettagli

Piano scolastico di orientamento a.s. 2014/2015

Piano scolastico di orientamento a.s. 2014/2015 I S T I T U T O O M N I C O M P R E N S I V O SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E LICEO SCIENTIFICO Via Cupello n.2-86047 Santa Croce di Magliano (CB) Tel 0874728014 Fax 0874729822

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

Liceo linguistico REGINA MUNDI. «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe)

Liceo linguistico REGINA MUNDI. «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe) Liceo linguistico REGINA MUNDI «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe) OBIETTIVI DEL LICEO LINGUISTICO Il percorso del liceo linguistico è indirizzato

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso FINALITA Il presente documento contiene criteri, principi e indicazioni riguardanti le procedure e le pratiche per un ottimale inserimento

Dettagli

SINTESI DEL P.O.F. Mezzi pubblici: 74 14 14barrato 18 Treno: stazione Lingotto (fronte istituto)

SINTESI DEL P.O.F. Mezzi pubblici: 74 14 14barrato 18 Treno: stazione Lingotto (fronte istituto) Liceo Scientifico Statale Niccolò Copernico C.so Caio Plinio 2 10127 Torino Tel: 011616197-011618622 fax: 0113172352 Sito:www.copernico.to.it E-Mail: lsscopernico@virgilio.it SINTESI DEL P.O.F. Mezzi pubblici:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado

ISTITUTO COMPRENSIVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado Piano Annuale per l Inclusività A.S. 2013/14 L I.C. Tivoli 2 A.Baccelli pone particolare attenzione

Dettagli

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA LICEO CLASSICO LORENZO COSTA La Spezia Piazza G. Verdi, 15 Tel 0187 734520 Il passato ti appartiene......costruisci il tuo futuro! IL NOSTRO LICEO da più di cento anni una presenza significativa nella

Dettagli

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO Prof. Paola Perrone PREMESSA Nell attuale contesto storico, che ha acquisito la tematica europea dell orientamento lungo

Dettagli

DISCIPLINE INSEGNATE MONTE ORE SETTIMANALE PER DISCIPLINA ITALIANO - STORIA - GEOGRAFIA - LATINO

DISCIPLINE INSEGNATE MONTE ORE SETTIMANALE PER DISCIPLINA ITALIANO - STORIA - GEOGRAFIA - LATINO OFFERTA FORMATIVA La Scuola Secondaria di 1 Grado - nel rispetto del Regolamento relativo all assetto ordinamentale, organizzativo e didattico art. 64 D.L. 25 giugno 2008 n. 112, convertito dalla Legge

Dettagli

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. "Ma qual è la pietra che sostiene il ponte?" - chiede Kublai Kan. "Il ponte non è sostenuto da

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. Ma qual è la pietra che sostiene il ponte? - chiede Kublai Kan. Il ponte non è sostenuto da LA CONCRETEZZA DELL'INVISIBILE Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. "Ma qual è la pietra che sostiene il ponte?" - chiede Kublai Kan. "Il ponte non è sostenuto da questa o quella pietra, -

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA Scuola Primaria Anno scolastico 2013/2014 Il Collegio dei Docenti della Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo di Balangero condivide

Dettagli

PROFILO DEL LICEO LINGUISTICO. Il percorso del liceo linguistico è indirizzato allo studio di più sistemi linguistici e culturali.

PROFILO DEL LICEO LINGUISTICO. Il percorso del liceo linguistico è indirizzato allo studio di più sistemi linguistici e culturali. PROFILO DEL LICEO LINGUISTICO Il percorso del liceo linguistico è indirizzato allo studio di più sistemi linguistici e culturali. COSA RICHIEDE IL LICEO LINGUISTICO? Curiosità intellettuale Interesse nei

Dettagli

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA LICEO CLASSICO LORENZO COSTA La Spezia Piazza G. Verdi, 15 Tel 0187 734520 Il passato ti appartiene......costruisci il tuo futuro! IL NOSTRO LICEO da più di cento anni una presenza significativa nella

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Foligno 1 Foligno (PG) Scuola Secondaria di primo grado Giuseppe Piermarini

Istituto Comprensivo Statale Foligno 1 Foligno (PG) Scuola Secondaria di primo grado Giuseppe Piermarini Istituto Comprensivo Statale Foligno 1 Foligno (PG) Scuola Secondaria di primo grado Giuseppe Piermarini DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE 1. Situazione iniziale Anno Scolastico

Dettagli

VITTORIO EMANUELE II

VITTORIO EMANUELE II LICEO CLASSICO STATALE VITTORIO EMANUELE II DISTRETTO SCOLASTICO N 1/39 PALERMO SEDE CENTRALE : VIA SIMONE DI BOLOGNA SUCCURSALE : VIA DEL GIUSINO P IANO DELL O FFERTA 2011-2012 F ORMATIVA Conoscenza

Dettagli

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI DI CARVICO SCUOLA SECONDARIA di CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA Estratto Piano dell Offerta Formativa Anno Scolastico 2015-2016 L OFFERTA FORMATIVA comune a tutti

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico

LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico Non si impara mai pienamente una scienza difficile, per esempio la matematica,

Dettagli

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Anno Scolastico 2012/2013 [[[Nessun bambino può essere considerato straniero, laddove ci si occupa di educazione, di trasmissione di valori, di conoscenze

Dettagli

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA CHE COS E IL

Dettagli

ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014

ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTRUZIONE TECNICA ECONOMICA: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING, RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING, SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA

Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA 1.1 Attività di recupero e sostegno In ottemperanza con le i disposizioni ministeriali e proseguendo sulla linea da anni

Dettagli

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com 0187610831 E-Mail: parentucelli@hotmail.com http://www.parentucelli.com Gli ambienti Laboratori multimediali Informatico Linguistico Nuove Tecnologie Gli ambienti I Laboratori di Scienze Chimica Biologia

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CESALPINO PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2015/2016 MOTIVAZIONE La continuità didattica è parte determinante del processo

Dettagli

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ TRASVERSALI Sviluppa autostima Sviluppa competenze disciplinari e trasversali Impara a cooperare e vivere in gruppo Impara a superare ansie e difficoltà Impara a conoscere

Dettagli

a. s. 2013-2014 PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE 3B DOCENTE Coordinatore Teresa Persiano

a. s. 2013-2014 PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE 3B DOCENTE Coordinatore Teresa Persiano a. s. 2013-2014 PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE 3B DOCENTE Coordinatore Teresa Persiano 1. PROFILO DELLA CLASSE La classe, formata quest anno da 25 alunni, comprende 20 alunne e 1 alunno

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

TURISTICO RELAZIONI INTERNAZIONALI COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO. CORSI STUDENTI LAVORATORI - ex serale

TURISTICO RELAZIONI INTERNAZIONALI COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO. CORSI STUDENTI LAVORATORI - ex serale ATERNO-MANTHONÈ St. TURISTICO RELAZIONI INTERNAZIONALI COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO CORSI STUDENTI LAVORATORI - ex serale Via Tiburtina, 0-6519 PESCARA Tel. 085 408-085 418880 petd07000x@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Corso Serale I.G.E.A. LA FORMAZIONE TRA SCUOLA ED AZIENDA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 DIRIGENTE SCOLASTICO : Dott.ssa ADDOLORATA BRAMATO RESPONSABILE DEL PROGETTO :Prof.ssa LOREDANA CAROPPO REFERENTE SCUOLA

Dettagli

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22 Al Collegio dei Docenti E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Oggetto : Pubblicazione Atto di Indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Anno scolastico 2010/2011 Programmazione didattica Materia d insegnamento: Psicologia

Dettagli

Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo.

Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo. Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo.it Sito: www.istitutomattei.it INDICE Chi siamo Profilo culturale,

Dettagli

ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA. Progetto integrazione diversamente abili

ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA. Progetto integrazione diversamente abili ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA Progetto integrazione diversamente abili Anno scolastico 2010/2011 Istituto Cesare Arici - Via Trieste, 17-25121 - Brescia tel. 030.42432 fax 030.2400638

Dettagli

Istituto Tecnico Economico Regina Mundi ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

Istituto Tecnico Economico Regina Mundi ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING Istituto Tecnico Economico Regina Mundi ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING LA NOSTRA IDENTITÀ Siamo una scuola cattolica e questa appartenenza ci definisce come uomini e professionisti

Dettagli

un luogo per crescere! ISTITUTO TECNICO indirizzo AMMINISTRAZIONE FINANZA e MARKETING Articolazioni dal terzo anno SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

un luogo per crescere! ISTITUTO TECNICO indirizzo AMMINISTRAZIONE FINANZA e MARKETING Articolazioni dal terzo anno SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI 1 un luogo per crescere! ISTITUTO TECNICO indirizzo AMMINISTRAZIONE FINANZA e MARKETING Articolazioni dal terzo anno AMMINISTRAZIONE FINANZA e MARKETING RELAZIONI INTERNAZIONALI per il MARKETING SISTEMI

Dettagli

Come Raggiungerci. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/519000. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127

Come Raggiungerci. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/519000. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127 Come Raggiungerci Tel. 0331/841260 Tel. 0331/519000 Tel. 0331/841260 Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127 ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE Eugenio Montale Via Gramsci, 1 21049 TRADATE C.F.80101550129 Tel.

Dettagli

L I C E O V E R O N E S E. Quale liceo scegliere?

L I C E O V E R O N E S E. Quale liceo scegliere? hioggia (V) L V R S L'intervento formativo del Liceo Veronese ha come priorità la crescita dello studente in tutte le sue dimensioni. L'attività didattica mira a fornire una preparazione culturale solida

Dettagli

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico OPEN DAY Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it 1 Sede Operativa per la Formazione Continua e Superiore Attività conformi

Dettagli

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa P.O.F. piano offerta formativa piano offerta formativa / LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO LICEO ARTISTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE ROSINA SALVO Trapani P.O.F

Dettagli

L ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE E. FERMI

L ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE E. FERMI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE E. FERMI FRANCAVILLA FONTANA (BR) MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA COMMISSIONE EUROPEA Autorità di Gestione del Programma Operativo Nazionale La Scuola

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE

LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE (Ex Liceo Scientifico Tecnologico) Liceo delle Scienze Applicate ovvero l evoluzione della più importante sperimentazione degli ultimi venti anni, quella del Liceo

Dettagli

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing L OFFERTA FORMATIVA La nostra offerta formativa, alla luce del Regolamento di Riordino dei Cicli approvato dal Consiglio dei Ministri il 4.2.2010, comprende: A. - Settore Economico: Amministrazione, Finanza

Dettagli

Piano annuale dell attività di Aggiornamento e Formazione Personale Docente

Piano annuale dell attività di Aggiornamento e Formazione Personale Docente ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "ANTONIO GRAMSCI" Albano/Pavona ANNO SCOLASTICO 2014/15 Piano annuale dell attività di Aggiornamento e Formazione Personale Docente PREMESSA La formazione e l aggiornamento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO SCHEDA PROGETTO POF ARTICOLAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO DI ISTITUTO DELLA SEZ. /PLESSO DI DELLA/E CLASSE/I Anno Scolastico

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI "L. EINAUDI"

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI L. EINAUDI PROPOSTA ATTIVITA A.S. 2008-09 M1/PA08 CURRICOLARE EXTRACURRICOLARE ALTRO Titolo del Progetto Accoglienza- Alfabetizzazione,- Educazione interculturale Responsabile del Progetto Prof. ssa Colombo Lidia

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE CONSIGLI DI CLASSE. CLASSE 5A igea ANNO SCOLASTICO 2009/2010

SCHEDA PROGRAMMAZIONE CONSIGLI DI CLASSE. CLASSE 5A igea ANNO SCOLASTICO 2009/2010 ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE ARCHIMEDE Via Cento n. 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto (BO) C.F. 80073690374 Tel 051 821832/823651 Fax 051 825226 E-Mail: informazioni@isis-archimede.it Sito

Dettagli

La riforma degli Istituti Tecnici

La riforma degli Istituti Tecnici La riforma degli Istituti Tecnici Il progetto di riordino dell istruzione tecnica intende rilanciare a pieno titolo gli Istituti Tecnici quale migliore risposta della scuola alla crisi, perché favorisce

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore del COSSATESE e VALLE STRONA

Istituto di Istruzione Superiore del COSSATESE e VALLE STRONA Istituto di Istruzione Superiore del COSSATESE e VALLE STRONA LICEO SCIENTIFICO COSSATO & VALLEMOSSO LICEO DELLE SCIENZE UMANE COSSATO LICEO LINGUISTICO COSSATO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

Dettagli

proporre iniziative comuni per realizzare la continuità attraverso le fasi dell accoglienza e la formazione delle classi iniziali;

proporre iniziative comuni per realizzare la continuità attraverso le fasi dell accoglienza e la formazione delle classi iniziali; CONTINUITA' Il concetto di continuità nella scienza educativa, si riferisce a uno sviluppo e a una crescita dell individuo che si realizza senza macroscopici salti o incidenti. La continuità nasce dall

Dettagli

1. LINEE D INDIRIZZO

1. LINEE D INDIRIZZO Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F. 80006880308 anno scolastico 2015/16 1. LINEE D INDIRIZZO 1.1 Indirizzi generali

Dettagli

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA QUESTIONARIO DOCENTI Gentile docente, Le chiediamo di esprimere la sua opinione su alcuni aspetti della vita scolastica e sul funzionamento della scuola nella quale attualmente lavora. Le risposte che

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Allegato parte integrante regolamento PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Regolamento per l inserimento e l integrazione degli studenti stranieri nel sistema educativo provinciale (articolo 75 della legge provinciale

Dettagli

PIANO OFFERTA FORMATIVA Scuola Secondaria di Primo Grado Pietra Ligure - Borgio Verezzi

PIANO OFFERTA FORMATIVA Scuola Secondaria di Primo Grado Pietra Ligure - Borgio Verezzi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI PIETRA LIGURE PIETRA LIGURE BORGIO VEREZZI VAL MAREMOLA UFFICI VIA OBERDAN 84 17027 - PIETRA LIGURE SV Tel 019/628109 - fax 019/6295160 PIANO OFFERTA FORMATIVA Scuola Secondaria

Dettagli

I NUOVI ISTITUTI TECNICI

I NUOVI ISTITUTI TECNICI Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico Ettore Molinari Via Crescenzago, 110/108-20132 Milano - Italia tel.: (02) 28.20.786/ 28.20.868 - fax: (02) 28.20.903/26.11.69.47 Sito

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015 DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI Composizione I Dipartimenti sono composti dai docenti, raggruppati per aree disciplinari e/o per

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore

Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore Modugno - Via P. Annibale M. di Francia, Grumo - Via Roma, L ISTITUTO ECONOMICO La formazione tecnica e scientifica di base necessaria a un inserimento altamente

Dettagli

PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DELL'APPRENDIMENTO

PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DELL'APPRENDIMENTO ITIS "LEONARDO DA VINCI" PISA a.s. 2012-2013 PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DELL'APPRENDIMENTO Sezioni del documento Finalità Piano Didattico Personalizzato Indicazioni per

Dettagli

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado.

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado. Offerta formativa L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado Vi operano Il dirigente scolastico La collaboratrice del

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

Il RUOLO DELLA SECONDARIA II

Il RUOLO DELLA SECONDARIA II Orientamento per il successo scolastico e formativo Il RUOLO DELLA SECONDARIA II seconda parte 2011/2012 ruolo orientativo della secondaria II una scuola che ha un RUOLO DI REGIA Sostiene i propri studenti

Dettagli

Sommario. Liceo Linguistico, Socio-Psico-Pedagogico e delle Scienze Sociali G. Pascoli (ordinamento pre-riforma)

Sommario. Liceo Linguistico, Socio-Psico-Pedagogico e delle Scienze Sociali G. Pascoli (ordinamento pre-riforma) Sommario Liceo Linguistico e Liceo delle Scienze Umane Giovanni Pascoli Liceo Linguistico Inglese Francese Tedesco e Spagnolo (5 anni) Liceo delle Scienze Umane Corso Ordinario (5 anni) Corso Opzione Economico

Dettagli

Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi. Claudia de Medici Bolzano

Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi. Claudia de Medici Bolzano Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi Claudia de Medici Bolzano Il 14 dicembre 2010 con delibera della Giunta Provinciale l Istituto De Medici è diventato

Dettagli

alunni stranieri speciali sostegni servizi al suo interno laboratori didattici Situazione della scuola 3 Finalità del progetto 4.

alunni stranieri speciali sostegni servizi al suo interno laboratori didattici Situazione della scuola 3 Finalità del progetto 4. Istituto Omnicomprensivo Statale Beato Simone Fidati Scuola d Infanzia, Primaria, Secondaria primo grado e Secondaria Superiore (IPSIA) Località La Stella - 06043 Cascia (PG) 074376203 0743751017 074376180

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

LICEO LINGUISTICO ISTITUTO TECNICO BIOTECNOLOGIE SANITARIE

LICEO LINGUISTICO ISTITUTO TECNICO BIOTECNOLOGIE SANITARIE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO LINGUISTICO ISTITUTO TECNICO BIOTECNOLOGIE SANITARIE Viale Leonardo Da Vinci, 300 - Modena Tel. 059 35 26 06 - Fax 059 35 27 17 e-mail: MOIS02100T@istruzione.it www.istitutoselmi.gov.it

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE opzione economico sociale CORSO SERALE

LICEO DELLE SCIENZE UMANE opzione economico sociale CORSO SERALE Liceo Antonio Rosmini - Trento LICEO DELLE SCIENZE UMANE opzione economico sociale CORSO SERALE ISCRIZIONE Il Liceo delle Scienze umane opz. economico sociale corso serale è rivolto a studenti che abbiano

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Scuola _I.C. NOLE CAN.SE (TO) a.s._2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore CREMONA con sezioni associate L.S.S. L. CREMONA e ITE G. ZAPPA

Istituto di Istruzione Superiore CREMONA con sezioni associate L.S.S. L. CREMONA e ITE G. ZAPPA Istituto di Istruzione Superiore CREMONA con sezioni associate L.S.S. L. CREMONA e ITE G. ZAPPA Liceo Scientifico Luigi Cremona Metro Il Liceo Scientifico Cremona è facilmente raggiungibile MM3 Zara Maciachini

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ. Istituto Compresivo Rita Levi-Montalcini. Una scuola da scoprire e da vivere

PROGETTO CONTINUITÀ. Istituto Compresivo Rita Levi-Montalcini. Una scuola da scoprire e da vivere PROGETTO CONTINUITÀ Istituto Compresivo Rita Levi-Montalcini [Plesso di Arbostella, Plesso di Fuorni, Plesso di Mariconda, Plesso di Mercatello] Una scuola da scoprire e da vivere icritalevimontalcini.gov.it

Dettagli

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 201-1 Classe V A COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ITALIANO VAIRO NANCY STORIA VAIRO NANCY INGLESE LE PIANE ANTONELLA MATEMATICA FACCHI

Dettagli

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Piano Annuale per l Inclusione 2015/16 1. FINALITA GENERALE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 104/92 Legge

Dettagli

LA STRUTTURA DEL RAV

LA STRUTTURA DEL RAV GUIDA PRATICA ALLA ELABORAZIONE DEL RAV IN FUNZIONE DEL MIGLIORAMENTO Dino Cristanini Vico Equense 30 Gennaio 2015 LA STRUTTURA DEL RAV 1 CONTESTO E RISORSE Quali vincoli presentano? Quali leve positive

Dettagli

Alternanza Scuola Lavoro ( Art. 4, L. 53/2003 D.LGS. 77/2005) Anno scolastico 2012/2013

Alternanza Scuola Lavoro ( Art. 4, L. 53/2003 D.LGS. 77/2005) Anno scolastico 2012/2013 ALLEGATO 1 Progettazione del percorso Alternanza Scuola Lavoro ( Art. 4, L. 53/2003 D.LGS. 77/2005) Anno scolastico 2012/2013 1. Analisi dei bisogni formativi. Il progetto Alternanza scuola-lavoro è un

Dettagli

Liceo Scientifico "Corradino D'Ascanio" Montesilvano

Liceo Scientifico Corradino D'Ascanio Montesilvano Liceo Scientifico Statale Galilei Pescara - Capofila - Liceo Scientifico Statale D Ascanio - Montesilvano Scuola Secondaria I Grado Rossetti-Mazzini Pescara Associazione Focolare Maria Regina onlus che

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe 1^ sezione L Data di approvazione 15/10/2012 Doc.: Mod.PQ12-041 Rev.: 3 Data:

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio VI

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio VI EDUCAZIONE alla SICUREZZA STRADALE Il Progetto Nazionale Il Progetto ha la finalità di educare a comportamenti corretti e responsabili e, in particolare i giovani utenti della strada, ad una guida dei

Dettagli

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro 1 Laboratorio della conoscenza: scuola e lavoro due culture a confronto per la formazione 14 Novembre 2015 Alternanza scuola e lavoro

Dettagli