Lo stato di salute dei detenuti tossicodipendenti in Toscana: I risultati di uno studio di coorte toscano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lo stato di salute dei detenuti tossicodipendenti in Toscana: I risultati di uno studio di coorte toscano"

Transcript

1 Lo stato di salute dei detenuti tossicodipendenti in Toscana: I risultati di uno studio di coorte toscano Berti A. Berti A., Orsini C., Silvestri C., Aversa L., Voller F., Cipriani F Osservatorio di Epidemiologia - ARS Toscana - Firenze, 9 novembre XXXIV Congresso dell Associazione Italiana di Epidemiologia

2 Obiettivo e protocollo dello studio: Processo di riordino della sanità peniteziaria avviato con d.p.c.m. 1 aprile 2008 stabilisce che le attività sanitarie diventino competenza delle AUSL ove hanno sede gli istituti penitenziari Indagare lo stato di salute dei soggetti, gli stili di vita, i trattamenti famacologici e il verificarsi di episodi di autolesionismo e autosoppressione Valutare dello stato di salute della popolazione detenuta negli istituti penitenziari della Toscana. Popolazione in studio: detenuti presenti all interno dei 19 istituti penitenziari della Toscana al 15 giugno N=2.895 Tipologia dello studio: studio di coorte prospettico, con rivalutazione dello stato di salute (follow-up) in 3 momenti temporali successivi: al terzo mese (15/09/2009); al sesto mese (15/12/2009); al dodicesimo mese (15/06/2010); dal momento dell arruolamento.

3 Il disturbo da dipendenza da sostanze rappresenta la principale patologia psichica tra i detenuti Difficile definizione del reale stato di tossicodipendenza soprattutto all interno di una struttura penitenziaria a causa della natura del fenomeno della tossicodipendenza e le molteplici variabili che lo caratterizzano. FONTE: Drug users in prison, Statistical bullettin 2010 European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction

4 Forte necessità di tipizzare e analizzare le implicazioni di questa patologia sulle persone, anche in relazione alle conseguenze sanitarie sulla salute dovute all uso di sostanze psicotrope nonché alla forte co-morbilità con altri disturbi mentali e/o comportamenti autolesionistici. Focus sui detenuti tossicodipendenti in Toscana: Indagare e descrivere lo stato pisco-fisico dei detenuti tossicodipendenti (TD) anche in relazione ai non TD e con particolare interesse verso alcune patologie, eventi di tentato suicidio e autolesionismo e ulteriori diagnosi psichiche concomitanti. I DATI QUI PRESENTATI PROVENGONO DALLA SEGNALAZIONE FATTA DAL MEDICO CHE, IN ALCUNI CASI, PUO AVER RIFERITO UN PREGRESSO STATO DI TOSSICODIPENDENZA O, IN ASSENZA DI UNA CONCLAMATA SINTOMATOLOGIA, PUO AVER SOTTOSTIMATO L ENTITA DEL FENOMENO NON RILEVANDO IL DATO

5 Distribuzione per età e genere: Detenuti tossicodipendenti => Diagnosi Disturbi mentali da dipendenza da sostanze 12,7% (N=( 379) dei detenuti UTILIZZO CODICI ICD IX-CM 292, 304, Genere N. TD % N. Non TD % Maschi , ,3 Femmine 10 2, ,7 Totale Età media: 35,5 anni 2,5 anni più giovani rispetto alla popolazione carceraria Non TD

6 Nazionalità: Nazionalità N. TD % N. Non TD % Italia , ,8 Africa del Nord , ,6 Altra Africa 2 0,5 58 2,3 America del Centro-Sud 8 2,1 59 2,3 Asia 2 0,5 57 2,2 Europa dell'est 30 7, ,7 Nord e Centro Europa 4 1,1 41 1,6 Paesi Arabi 3 0,8 13 0,5 Totale

7 Uso di tabacco: TD N= 375 Non TD N= F 87,2% F 68,2% No F 12,8 % No F 31,8 %

8 Patologie: Malattie (alcune) N. TD (N=379) % Non TD (N=2.606) N. % Patologie dei denti e del cavo orale 72 19, ,4 Epatite B 8 2,1 57 2,2 Epatite C 87 23, ,1 HIV 15 4,0 28 1,1 Micosi della cute e degli annessi cutanei 3 0,8 9 0,3 TBC 1 0,3 12 0,5 * I totali di colonna non sono stati riportati poiché ogni singolo detenuto può presentare più di una delle patologie riportate

9 Autolesionismo e tentato suicidio: Autolesionismo Tentato suicidio Non T D T D Non T D T D 10,3% 16,0% 4% 8,4% Si No 0% 1 0% 2 0% 3 0% 4 0% 50%

10 Altre diagnosi psichiatriche: Detenuti con diagnosi di disturbo mentale da sostanze che riportavano almeno un altra diagnosi psichiatrica: Categorie diagnostiche SIRSM* Disturbi mentali organici Disturbi mentali da dipendenza da sostanze Non contati i soggetti che avevano una diagnosi di: Disturbi mentali alcol-correlati Disturbi da spettro schizofrenico Disturbi affettivi psicotici Disturbi depressivi non psicotici Disturbi nevrotici e reazioni da adattamento Disturbi della personalità e del comportamento Disturbi del comportamento alimentare Oligofrenie e ritardo mentale Altro * Sistema informativo regionale per la salute mentale? Doppia diagnosi

11 Altre diagnosi psichiatriche: Confronto con i dati riportati sul Bollettino 2009 del Dip. Dipendenze della AUSL 10 di Firenze : Tra gli utenti in carico presso il Dipartimento Dipendenze con diagnosi di tossicodipendenza e alcoldipendenza, circa l 11,5% (stimata) sono in carico anche presso il Dip. di Salute Mentale.

12 Fenomeno prevalentemente maschile Con prevalenza di detenuti nordafricani e italiani Il 90% sono fumatori Importante interessamento per Epatite C, patologie dei denti e HIV Riportano un maggiore coinvolgimento in atti di autolesionismo e tentato suicidio. Forte disagio psichico Più della metà riportano anche un altra diagnosi psichiatrica Conclusioni: Vista la maggiore vulnerabilità dei detenuti tossicodipendenti rispetto ai non tossicodipendenti, nonché le maggiori difficoltà nel valutare lo stato di dipendenza nel contesto penitenziario, si evidenzia l importanza di un costante e puntuale monitoraggio epidemiologico dello stato di salute di questo specifico segmento di popolazione detenuta, soprattutto al fine di strutturare interventi di riduzione del danno d più specifici e mirati.

13 GRAZIE.

CONVEGNO. Salute e malattia nei detenuti in Italia: i risultati di uno studio multicentrico (10 aprile 2015, Roma)

CONVEGNO. Salute e malattia nei detenuti in Italia: i risultati di uno studio multicentrico (10 aprile 2015, Roma) CONVEGNO Salute e malattia nei detenuti in Italia: i risultati di uno studio multicentrico (10 aprile 2015, Roma) Il 10 aprile prossimo si svolgerà a Roma, presso il Centro Congressi Cavour in via Cavour

Dettagli

LA TOSSICODIPENDENZA ALL INTERNO DELLE STRUTTURE DETENTIVE

LA TOSSICODIPENDENZA ALL INTERNO DELLE STRUTTURE DETENTIVE LA TOSSICODIPENDENZA ALL INTERNO DELLE STRUTTURE DETENTIVE Dr. Sandro LIBIANCHI medico Convegno Salute e malattia nei detenuti in Italia: i risultati di uno studio multicentrico Centro Congressi Cavour

Dettagli

Accessibilità ai servizi : accoglienza e definizione dei bisogni emergenti sanitari

Accessibilità ai servizi : accoglienza e definizione dei bisogni emergenti sanitari Percorsi di accoglienza in carcere e aspetti socio antropologici Pisa 6-20 novembre 2014 Accessibilità ai servizi : accoglienza e definizione dei bisogni emergenti sanitari Dott Franco Alberti Perfezionato

Dettagli

La diffusione delle malattie infettive ed il loro trattamento

La diffusione delle malattie infettive ed il loro trattamento La diffusione delle malattie infettive ed il loro trattamento EMANUELE PONTALI E. O. Ospedali Galliera Genova Convegno Salute e malattia nei detenuti in Italia: i risultati di uno studio multicentrico

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO Fabio Voller Alice Berti Settore Sociale Osservatorio di Epidemiologia Presentazione del volume GAP - Il gioco d azzardo patologico Orientamenti per la prevenzione e la

Dettagli

Malattie infettive in carcere

Malattie infettive in carcere La gestione delle La gestione delle Malattie infettive in carcere A livello internazionale i cittadini detenuti sono considerati una popolazione ad alto rischio di contrarre malattie infettive (HIV, epatiti,

Dettagli

ASPETTI PSICHIATRICI

ASPETTI PSICHIATRICI Le nuove droghe e addiction comportamentali Varese, 5 dicembre 2012 ASPETTI PSICHIATRICI Marcello Diurni RELAZIONE ANNUALE 2011 DELL'OSSERVATORIO EUROPEO DELLE DROGHE E TOSSICODIPENDENZE Cannabis: Prevalenza

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Mangili Roberta Data di nascita 18/04/1963. medico responsabile di struttura semplice

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Mangili Roberta Data di nascita 18/04/1963. medico responsabile di struttura semplice INFORMAZIONI PERSONALI Nome Mangili Roberta Data di nascita 18/04/1963 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio medico responsabile di struttura semplice ASL DELLA PROVINCIA

Dettagli

LO PSICOLOGO EX ART.80 UNA SPECIE IN VIA DI ESTINZIONE?

LO PSICOLOGO EX ART.80 UNA SPECIE IN VIA DI ESTINZIONE? LO PSICOLOGO EX ART.80 UNA SPECIE IN VIA DI ESTINZIONE? Le Aquile Reali sono 3.000 in tutta Europa Gli Psicologi ex art. 80 sono 48 nel Lazio LEGGE 56/89: ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI PSICOLOGO Art.

Dettagli

Curriculum Vitae Marco Cappuccio. 0952542635 marco.cappuccio@aspct.it. Data di nascita 03/12/1960 Nazionalità Italiana

Curriculum Vitae Marco Cappuccio. 0952542635 marco.cappuccio@aspct.it. Data di nascita 03/12/1960 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI Marco Cappuccio 0952542635 marco.cappuccio@aspct.it Data di nascita 03/12/1960 Nazionalità Italiana POSIZIONE ATTUALE RICOPERTA ESPERIENZA PROFESSIONALE 05.11.93 a tuttoggi Azienda

Dettagli

Psicologia e Giustizia Anno 13, numero 2 Giugno-Dicembre 2012

Psicologia e Giustizia Anno 13, numero 2 Giugno-Dicembre 2012 Il Servizio Nuovi Giunti : un quarto di secolo di circolari, normative e attività dello Psicologo Ciro Garuti 1 Abstract Nel presente lavoro ci si soffermerà ad analizzare gli elementi normativi - previsti

Dettagli

Convegno HIV ed AIDS in Toscana: un'epidemia sotto controllo? Firenze, 29 novembre 2012

Convegno HIV ed AIDS in Toscana: un'epidemia sotto controllo? Firenze, 29 novembre 2012 Convegno HIV ed AIDS in Toscana: un'epidemia sotto controllo? Firenze, 29 novembre 2012 SORVEGLIANZA DELL HIV IN TOSCANA: DATI EPIDEMIOLOGICI Monia Puglia Osservatorio di Epidemiologia, Agenzia Regionale

Dettagli

Progetto sui comportamenti a rischio di IST:

Progetto sui comportamenti a rischio di IST: Progetto sui comportamenti a rischio di IST: studio nel Centro fiorentino Cipriani F., Silvestri C., Alice B. Osservatorio di Epidemiologia - ARS Toscana www.ars.toscana.it francesco.cipriani@ars.toscana.it

Dettagli

IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE PER LA SALUTE

IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE PER LA SALUTE PARTE 6 IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE PER LA SALUTE 6.1 Decessi droga correlati e mortalità nei consumatori di droga 6.1.1 Decessi per overdose 6.1.2 Decessi droga correlati 6.2 Decessi correlati al consumo

Dettagli

Linee guida per l'erogazione dell'assistenza sanitaria alle persone detenute negli istituti penitenziari della Toscana

Linee guida per l'erogazione dell'assistenza sanitaria alle persone detenute negli istituti penitenziari della Toscana ALLEGATO B Linee guida per l'erogazione dell'assistenza sanitaria alle persone detenute negli istituti penitenziari della Toscana Premessa La Conferenza Unificata, con Accordo del 22 gennaio 2015 (Rep.

Dettagli

La mortalità dei tossicodipendenti: impatto sulla popolazione giovanile e effetto del trattamento

La mortalità dei tossicodipendenti: impatto sulla popolazione giovanile e effetto del trattamento V CONGRESSO SITD L ADDICTION NELLA MEDICINA E NELLA SOCIETA.. BARI, 15-17 17 MAGGIO 2005 La mortalità dei tossicodipendenti: impatto sulla popolazione giovanile e effetto del trattamento Anna Maria Bargagli

Dettagli

III CONGRESSO NAZIONALE COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE DIPARTIMENTO PSICHIATRIA

III CONGRESSO NAZIONALE COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE DIPARTIMENTO PSICHIATRIA CORTE DI GIUSTIZIA POPOLARE PER IL DIRITTO ALLA SALUTE III CONGRESSO NAZIONALE IL DIRITTO ALLA SALUTE: UN DIRITTO INALIENABILE CRITICITA A CONFRONTO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE DIPARTIMENTO PSICHIATRIA

Dettagli

1.C AREA INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA

1.C AREA INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA 1.C AREA INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA Nella tabella riepilogativa, per le singole tipologie erogative di carattere socio sanitario, sono evidenziate, accanto al richiamo alle prestazioni sanitarie, anche

Dettagli

Prevalenza e fattori correlati dell Uso Problematico di Internet in una popolazione studentesca del pinerolese (TO)

Prevalenza e fattori correlati dell Uso Problematico di Internet in una popolazione studentesca del pinerolese (TO) - Osservatorio Epidemiologico delle Dipendenze, Regione Piemonte - Dipartimento Patologia delle Dipendenze, ASL TO3 Prevalenza e fattori correlati dell Uso Problematico di Internet in una popolazione studentesca

Dettagli

L esperienza dell Emilia-Romagna

L esperienza dell Emilia-Romagna L esperienza dell Emilia-Romagna Alba Carola Finarelli Servizio Sanità pubblica Regione Emilia-Romagna Giugno 1981, Los Angeles Primi casi di una nuova sindrome di immuno-deficienza : fa la prima comparsa

Dettagli

Sondaggio online sulla percezione del fenomeno relativo al suicidio dei poliziotti in Italia Periodo 2012-2014. Associazione www.cerchioblu.

Sondaggio online sulla percezione del fenomeno relativo al suicidio dei poliziotti in Italia Periodo 2012-2014. Associazione www.cerchioblu. Sondaggio online sulla percezione del fenomeno relativo al suicidio dei poliziotti in Italia Periodo 2012-2014 Associazione www.cerchioblu.org Chi ha risposto al sondaggio 536 partecipanti: 85% Poliziotti

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MASSIMO CLERICI Via Roncaglia 18 20146 Milano Telefono cell 338-7106055 Fax tel/fax 02-48018507

Dettagli

L Uso Problematico di Internet tra gli studenti delle scuole superiori dell area geografica del pinerolese (TO): prevalenza e fattori correlati

L Uso Problematico di Internet tra gli studenti delle scuole superiori dell area geografica del pinerolese (TO): prevalenza e fattori correlati - Osservatorio Epidemiologico delle Dipendenze, Regione Piemonte - Dipartimento Patologia delle Dipendenze, ASL TO3 L Uso Problematico di Internet tra gli studenti delle scuole superiori dell area geografica

Dettagli

Aspetti epidemiologici del gioco d azzardo Fabio Volle 1 r e Alice Berti 2

Aspetti epidemiologici del gioco d azzardo Fabio Volle 1 r e Alice Berti 2 Aspetti epidemiologici del gioco d azzardo Fabio Volle 1 r e Alice Berti 2 L epidemiologia delle dipendenze si occupa primariamente di fornire un quadro sulla diffusione di un fenomeno patologico attraverso

Dettagli

Azienda Ulss 18 Rovigo Viale Tre Martiri. UOSD Disabilità SIL Progettualità a favore delle persone con disabilità 18-64 anni

Azienda Ulss 18 Rovigo Viale Tre Martiri. UOSD Disabilità SIL Progettualità a favore delle persone con disabilità 18-64 anni FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA CREARI N. 18-37051 BOVOLONE (VR) Telefono 045 2220476 347-9496138 Fax 0442-330608 E-mail Nazionalità macoralice@tiscali.it

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PSICHIATRICI TERRITORIALI

ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PSICHIATRICI TERRITORIALI I Sessione: Il problema del lavoro rispetto alla psicopatologia e alla psicologia Malattie psichiatriche e lavoro Milano Ospedale San Raffaele 19 Novembre 2010 ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PSICHIATRICI TERRITORIALI

Dettagli

- Di rinviare a successivi provvedimenti la ripartizione e la destinazione delle risorse residue.

- Di rinviare a successivi provvedimenti la ripartizione e la destinazione delle risorse residue. 70 17.9.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 38 b) Bilancio: integrazione di ulteriori 70.000 c) Tempi di realizzazione: 1 anno d) Soggetti da coinvolgere: Soggetti toscani partecipanti

Dettagli

Presentazione del programma e degli obiettivi del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze Patologiche. Silvia Gallozzi

Presentazione del programma e degli obiettivi del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze Patologiche. Silvia Gallozzi Presentazione del programma e degli obiettivi del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze Patologiche Silvia Gallozzi Indicazioni operative specificate nella Determina Regionale B 02807/2013

Dettagli

L Immigrato. Aspetti demografici. Fonti informative:

L Immigrato. Aspetti demografici. Fonti informative: L Immigrato La complessità dei problemi sociali degli immigrati, le caratteristiche, organizzative dei servizi sanitari e la mancanza di strumenti di rilevazione sistematici ad hoc hanno reso difficoltoso

Dettagli

Attività fisica. Fig 10 Pratica sportiva in soggetti di età >3 anni. Confronto Marche Italia Anni 1995-1997.

Attività fisica. Fig 10 Pratica sportiva in soggetti di età >3 anni. Confronto Marche Italia Anni 1995-1997. Attività fisica Il Piano Sanitario Nazionale propone di perseguire l obiettivo di aumentare in media del 10% la prevalenza di individui (giovani ed adulti) che praticano regolarmente (almeno una volta

Dettagli

IL PROFILO DI SALUTE DEGLI ANZIANI IN TOSCANA

IL PROFILO DI SALUTE DEGLI ANZIANI IN TOSCANA SETTORE EPIDEMIOLOGIA dei SERVIZI SANITARI e dei PERCORSI ASSISTENZIALI IL PROFILO DI SALUTE DEGLI ANZIANI IN TOSCANA Documenti dell'agenzia Regionale di Sanità della Toscana Demografia Stili di vita Vaccinazioni

Dettagli

Da compilare SUBITO per tutti i soggetti a cui viene proposto lo studio. 1.1 Data di primo accesso al SerT: giorno mese anno 1.

Da compilare SUBITO per tutti i soggetti a cui viene proposto lo studio. 1.1 Data di primo accesso al SerT: giorno mese anno 1. SEZIONE 1: DATI ANAGRAFICI E INFORMAZIONI PRELIMINARI Da compilare SUBITO per tutti i soggetti a cui viene proposto lo studio 1.1 Data di primo accesso al SerT: giorno mese anno 1.2 Tipologia utente Utente

Dettagli

Psichiatria e Medicina di Base

Psichiatria e Medicina di Base Psichiatria e Medicina di Base Giulio Perugi Istituto G. de Lisio - Carrara Sono fermamente convinto che, per il bene della medicina generale, lo studio della psichiatria debba essere inclusa nella pratica

Dettagli

I FATTORI DI RISCHIO COMPORTAMENTALI NELL AREA METROPOLITANA DI BOLOGNA

I FATTORI DI RISCHIO COMPORTAMENTALI NELL AREA METROPOLITANA DI BOLOGNA I FATTORI DI RISCHIO COMPORTAMENTALI NELL AREA METROPOLITANA DI BOLOGNA Alcool, Tabacco, Sostanze illegali Gioco d azzardo, Internet addiction Raimondo Pavarin Osservatorio Epidemiologico metropolitano

Dettagli

Relazione conclusiva. Valutazione della performance dei Servizi del Dipartimento delle Dipendenze dalla ASL della Provincia di Milano 1

Relazione conclusiva. Valutazione della performance dei Servizi del Dipartimento delle Dipendenze dalla ASL della Provincia di Milano 1 Relazione conclusiva Valutazione della performance dei Servizi del Dipartimento delle Dipendenze dalla ASL della Provincia di Milano 1 Il progetto di ricerca Valutazione della performance dei Servizi del

Dettagli

PROTOCOLLO DI RICERCA MULTICENTRICA LE DIMENSIONI PSICOPATOLOGICHE DELL ADDICTION DA EROINA E COCAINA

PROTOCOLLO DI RICERCA MULTICENTRICA LE DIMENSIONI PSICOPATOLOGICHE DELL ADDICTION DA EROINA E COCAINA PROTOCOLLO DI RICERCA MULTICENTRICA LE DIMENSIONI PSICOPATOLOGICHE DELL ADDICTION DA EROINA E COCAINA A cura di Pier Paolo Pani e Icro Maremmani per IPdF Group* Premessa L indagine psichiatrica sulle componenti

Dettagli

-SUMMARY- Donne Alcol e Droghe: attivazione di un network internazionale per

-SUMMARY- Donne Alcol e Droghe: attivazione di un network internazionale per -SUMMARY- Donne Alcol e Droghe: attivazione di un network internazionale per 1. la promozione di offerte specifiche rivolte al genere femminile e finalizzate alla prevenzione dei rischi relativi all uso

Dettagli

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Maria Bona Venturi CENTRO C.A.S.A. AIDS Dipartimento delle Cure Primarie Azienda USL di Bologna 1 Il Centro C.A.S.A. (Centro

Dettagli

Alcologia R I V I S T A Q U A D R I M E S T R A L E. Pubblicata con il patrocinio della Società Italiana di Alcologia

Alcologia R I V I S T A Q U A D R I M E S T R A L E. Pubblicata con il patrocinio della Società Italiana di Alcologia In caso di mancato recapito inviare all ufficio postale d Firemze CMP per la restituzione previo pagamento resi. N U O V A S E R I E * N. 6 * D I C E M B R E 2 0 0 9 Poste Italiane S.p.A. Spedizione in

Dettagli

Responsabile - Servizio di Psicologia Clinica - Dipartimento delle Dipendenze Patologiche

Responsabile - Servizio di Psicologia Clinica - Dipartimento delle Dipendenze Patologiche INFORMAZIONI PERSONALI Nome Corvino Maria Teresa Data di nascita 02/06/1961 Qualifica dirigente sanitario iss psicologo Amministrazione ASL DI CASERTA 1 Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio

Dettagli

INDICE GENERALE PARTE PRIMA IPNOLOGIA GENERALE

INDICE GENERALE PARTE PRIMA IPNOLOGIA GENERALE .qxd 12/07/2010 17.38 Pagina XXIX INDICE GENERALE PARTE PRIMA IPNOLOGIA GENERALE Capitolo I ASPETTI DELLA MENTE, DINAMICHE MENTALI E GENERALITÀ SULL IPNOSI....3 1. Introduzione.........................................................

Dettagli

PROGETTO ITACA ONLUS. Per la mente, con il cuore. *i dati citati all interno della presentazione sono riferiti alla sola sede di Milano

PROGETTO ITACA ONLUS. Per la mente, con il cuore. *i dati citati all interno della presentazione sono riferiti alla sola sede di Milano PROGETTO ITACA ONLUS Per la mente, con il cuore *i dati citati all interno della presentazione sono riferiti alla sola sede di Milano Progetto Itaca: chi siamo Progetto Itaca Onlus è oggi l Associazione

Dettagli

Alcol e lavoro: «i casi e le condizioni previste dall ordinamento» Anna Guardavilla Giurista

Alcol e lavoro: «i casi e le condizioni previste dall ordinamento» Anna Guardavilla Giurista Alcol e lavoro: «i casi e le condizioni previste dall ordinamento» Anna Guardavilla Giurista D.Lgs. 81/08 art. 41 c.4 Nei casi ed alle condizioni previste dall'ordinamento, le visite sono altresì finalizzate

Dettagli

CARCERE ED OPG: VECCHI E NUOVI SCENARI DELL ASSISTENZA PSICHIATRICA AGLI AUTORI DI REATO Genova 16 maggio 2014

CARCERE ED OPG: VECCHI E NUOVI SCENARI DELL ASSISTENZA PSICHIATRICA AGLI AUTORI DI REATO Genova 16 maggio 2014 CARCERE ED OPG: VECCHI E NUOVI SCENARI DELL ASSISTENZA PSICHIATRICA AGLI AUTORI DI REATO Genova 16 maggio 2014 LA PROGRAMMAZIONE REGIONALE IN TEMA DI ASSISTENZA PSICHIATRICA AGLI AUTORI DI REATO IL DPCM

Dettagli

IMMIGRAZIONE E SALUTE IN TOSCANA

IMMIGRAZIONE E SALUTE IN TOSCANA SETTORE EPIDEMIOLOGIA dei SERVIZI SOCIALI INTEGRATI IMMIGRAZIONE E SALUTE IN TOSCANA Documenti dell'agenzia Regionale di Sanità della Toscana L ospedalizzazione La gravidanza e gli esiti Le malattie infettive

Dettagli

Fase 1 - evidenze scientifiche e best practice PATOLOGIA INFETTIVA STATO DEL PROGETTO AL 7 GIUGNO 2012

Fase 1 - evidenze scientifiche e best practice PATOLOGIA INFETTIVA STATO DEL PROGETTO AL 7 GIUGNO 2012 Fase 1 - evidenze scientifiche e best practice 1 PATOLOGIA INFETTIVA STATO DEL PROGETTO AL 7 GIUGNO 2012 2 PREVALENZA HIV L assunzione di droga per via venosa è responsabile del 30% delle infezioni al

Dettagli

La clinica del Gioco d azzardo patologico nei Dipartimenti per le Dipendenze

La clinica del Gioco d azzardo patologico nei Dipartimenti per le Dipendenze La clinica del Gioco d azzardo patologico nei Dipartimenti per le Dipendenze Giuseppe Zanda (Lucca) Convegno Giocare per vivere o vivere per giocare Torino, 21 novembre 2006 Argomenti Definizione di gioco

Dettagli

CLINICA DELLE DIFFICOLTÀ E DEI DISTURBI DI APPRENDIMENTO IN ETÀ EVOLUTIVA E ADULTA

CLINICA DELLE DIFFICOLTÀ E DEI DISTURBI DI APPRENDIMENTO IN ETÀ EVOLUTIVA E ADULTA CLINICA DELLE DIFFICOLTÀ E DEI DISTURBI DI APPRENDIMENTO IN ETÀ EVOLUTIVA E ADULTA PROGRAMMA DEL CORSO 14/11/2014 Comorbilità e aspetti associati alle difficoltà e ai disturbi dell apprendimento: un introduzione

Dettagli

Osservatori Dipendenze Patologiche AUSL di Ravenna Forlì Cesena Rimini. RAPPORTO DIPENDENZE PATOLOGICHE 2013 Dati relativi al 2012

Osservatori Dipendenze Patologiche AUSL di Ravenna Forlì Cesena Rimini. RAPPORTO DIPENDENZE PATOLOGICHE 2013 Dati relativi al 2012 Osservatori Dipendenze Patologiche AUSL di Ravenna Forlì Cesena Rimini RAPPORTO DIPENDENZE PATOLOGICHE 2013 Dati relativi al 2012 Redazione del Rapporto Osservatorio Ravenna Responsabile: Marcella Fanelli

Dettagli

LA CONOSCENZA DEL DETENUTO

LA CONOSCENZA DEL DETENUTO LA CONOSCENZA DEL DETENUTO -ATTORI -LUOGHI -PROCESSI L Esperto ex art.80 Ordinamento penitenziario Dott. Massimo Ponti Psicologo Nuovi Giunti Regina Coeli Ex Art.80 : Psicologo-Criminologo -Funzioni- -Osservazione,

Dettagli

Curriculum formativo- professionale

Curriculum formativo- professionale Curriculum formativo- professionale Dott. Valenti Aldo nato a Reggio Cal. il 25.10.1956 Dirigente psicologo-psicoterapeuta presso ASP n.5 di Reggio Calabria Recapito: Ufficio 0965347086-0965347208 cell.

Dettagli

Repertorio di prove personalizzate proposte dalle scuole. agli studenti con disabilità intellettiva

Repertorio di prove personalizzate proposte dalle scuole. agli studenti con disabilità intellettiva Repertorio di prove personalizzate proposte dalle scuole agli studenti con disabilità intellettiva Gruppo di lavoro Responsabile del Progetto: Lina Grossi Responsabile del Servizio nazionale di valutazione

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Cognome e Nome. Data di nascita 14 luglio 1966. Dirigente Medico 1 Livello (Psichiatra)

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Cognome e Nome. Data di nascita 14 luglio 1966. Dirigente Medico 1 Livello (Psichiatra) CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome FENZI MELANIA Data di nascita 14 luglio 1966 Qualifica Incarico attuale Dirigente Medico 1 Livello (Psichiatra) Incarico a tempo indeterminato (dal

Dettagli

Parole chiave: giovani, comportamenti rischiosi, incidenti stradali, prevenzione, psicologia ospedaliera.

Parole chiave: giovani, comportamenti rischiosi, incidenti stradali, prevenzione, psicologia ospedaliera. GIOVANI E INCIDENTI STRADALI: LO SPORTELLO PSICOLOGICO DI ASCOLTO PRESSO IL PRONTO SOCCORSO DELL OSPEDALE SAN DONATO DI AREZZO Elisa Casini*, Ilaria Caremani*, Cristina Cerbini*, Fiorenzo Ranieri**, Paolo

Dettagli

DALLA PSICOPATOLOGIA ALL ABUSO DI SOSTANZE

DALLA PSICOPATOLOGIA ALL ABUSO DI SOSTANZE DALLA PSICOPATOLOGIA ALL ABUSO DI SOSTANZE Dist. Ansia Dist. Bipolare Schizofrenia Altri Uso/Abuso Caffeina Tabacco Alcool Droghe illecite SOSTANZE DI SCELTA NEI DISTURBI PSICHICI D.Bipolare + Alcool Cocaina

Dettagli

Evento MEDICINA DEL DISAGIO: UN SERVIZIO IN MOVIMENTO

Evento MEDICINA DEL DISAGIO: UN SERVIZIO IN MOVIMENTO DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE Servizio Comunicazione viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: servizio.comunicazione@aslbrescia.it

Dettagli

Regione Piemonte Assessorato ai Beni Culturali ISBN 978-88-76-78140-7. Impostazione grafica di Simona Ricci

Regione Piemonte Assessorato ai Beni Culturali ISBN 978-88-76-78140-7. Impostazione grafica di Simona Ricci Regione Piemonte Assessorato ai Beni Culturali ISBN 978-88-76-78140-7 Impostazione grafica di Simona Ricci Stampa: Beta Tipografica - Via Casilina Vecchia, 119/b - Roma 2 Monografia n. 8 Analisi della

Dettagli

Gruppo 1 I SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA TRA NUOVE DINAMICHE SOCIALI E SOSTENIBILITA ECONOMICA

Gruppo 1 I SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA TRA NUOVE DINAMICHE SOCIALI E SOSTENIBILITA ECONOMICA Gruppo 1 I SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA TRA NUOVE DINAMICHE SOCIALI E SOSTENIBILITA ECONOMICA Il contesto demografico, epidemiologico e sociale Gli anziani a Cesena Aumento del 35% della popolazione

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Di Rienzo Gloria Data di nascita 18/12/1960. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5)

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Di Rienzo Gloria Data di nascita 18/12/1960. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) INFORMAZIONI PERSONALI Nome Di Rienzo Gloria Data di nascita 18/12/1960 Qualifica Dirigente Psicologo Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente

Dettagli

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T AE. Nome. GIANNANTONIO, Maria Grazia Data di nascita 01/04/1959

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T AE. Nome. GIANNANTONIO, Maria Grazia Data di nascita 01/04/1959 MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T AE INFORMAZIONI PERSONALI Nome GIANNANTONIO, Maria Grazia Data di nascita 01/04/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio

Dettagli

LA SALUTE DEI DETENUTI IN ITALIA: i risultati di uno studio multicentrico. Aprile 2015. Documenti dell'agenzia Regionale di Sanità della Toscana

LA SALUTE DEI DETENUTI IN ITALIA: i risultati di uno studio multicentrico. Aprile 2015. Documenti dell'agenzia Regionale di Sanità della Toscana Documenti dell'agenzia Regionale di Sanità della Toscana SETTORE SOCIALE OSSERVATORIO DI EPIDEMIOLOGIA LA SALUTE DEI DETENUTI IN ITALIA: i risultati di uno studio multicentrico Agenzia regionale di sanità

Dettagli

ATTIVITÀ TERRITORIALE

ATTIVITÀ TERRITORIALE L ATTIVITA DELLA STRUTTURA COMPLESSA DI PSICHIATRIA NEL 2013 ATTIVITÀ TERRITORIALE Redazione: Dr. Romolo Gadaldi Responsabile S.S. Area Territoriale S.C. Psichiatria STRUTTURE DELL AREA TERRITORIALE CPS

Dettagli

Dirigente medico I livello-neuropsichiatra dell Infanzia e dell Adolescenza presso U.O NPIA Distretto Ct/2-ASP di Catania

Dirigente medico I livello-neuropsichiatra dell Infanzia e dell Adolescenza presso U.O NPIA Distretto Ct/2-ASP di Catania INFORMAZIONI PERSONALI Giancarlo Costanza 0952545233 giancarlo.costanza@aspct.it Data di nascita 27/10/1957 Nazionalità Italiana POSIZIONE ATTUALE RICOPERTA Dirigente medico I livello-neuropsichiatra dell

Dettagli

SCHIZOFRENIA. 3. Eloquio disorganizzato( per es. deragliamento o incoerenza) 4. Comportamento grossolanamente disorganizzato o catatonico

SCHIZOFRENIA. 3. Eloquio disorganizzato( per es. deragliamento o incoerenza) 4. Comportamento grossolanamente disorganizzato o catatonico DSM-V DISTURBO DELLO SPETTRO DELLA SCHIZOFRENIA E ALTRI DITURBI PSICOTICI SCHIZOFRENIA A. Due o più dei seguenti sintomi, presente per una parte di tempo significativa durante il periodo di un mese. Almeno

Dettagli

Comunità di Sant Egidio. La crisi entra in carcere

Comunità di Sant Egidio. La crisi entra in carcere Comunità di Sant Egidio La crisi entra in carcere La situazione delle carceri Italiane è oggi particolarmente difficile a causa della crescita del numero dei detenuti, che ha generato un sovraffollamento

Dettagli

Strutture Residenziali: quali indicazioni?

Strutture Residenziali: quali indicazioni? Strutture Residenziali: quali indicazioni? Alcologia oggi Roma, 18 Settembre 2013 XXIII Congresso Nazionale Società Italiana di Alcologia Precedenti ricoveri per problemi alcol-correlati 5.12% dei soggetti

Dettagli

MAURIZIO PARI. m.pari@usl6.toscana.it

MAURIZIO PARI. m.pari@usl6.toscana.it INFORMAZIONI PERSONALI Nome MAURIZIO PARI Data di nascita 19/06/1959 Qualifica Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Collaboratore Professionale Sanitario Esperto Personale Infermieristico -

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Lucia Di Furia Indirizzo Via Toti 6 Ancona Telefono 3386268893 Fax E-mail lucia.difuria@regione.marche.it

Dettagli

Dott.ssa Cristina Selvi Curriculum Vitae

Dott.ssa Cristina Selvi Curriculum Vitae Dott.ssa Cristina Selvi Curriculum Vitae Sono nata a Milano il 31 agosto 1961. 1980 Maturità classica Ho studiato presso l Istituto Vittoria Colonna di Milano dove ho conseguito la Maturità Classica nell

Dettagli

FISAM Unione Nazionale Associazioni Italiane per la Salute Mentale o.n.l.u.s.

FISAM Unione Nazionale Associazioni Italiane per la Salute Mentale o.n.l.u.s. Audizione Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati 10 giugno 2010 Voglio ringraziare la Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati per l'opportunità offerta alla Fisam di portare

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI. Nome. Telefono 0667665321 Fax 0667665330 E-mail r.coglitore@provincia.roma.it

F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI. Nome. Telefono 0667665321 Fax 0667665330 E-mail r.coglitore@provincia.roma.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Telefono 0667665321 Fax 0667665330 E-mail r.coglitore@provincia.roma.it Data di nascita 09.01.1965 ESPERIENZA

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri LA SALUTE DENTRO LE MURA

Presidenza del Consiglio dei Ministri LA SALUTE DENTRO LE MURA Presidenza del Consiglio dei Ministri LA SALUTE DENTRO LE MURA 27 settembre 2013 INDICE Presentazione... 3 Premessa... 5 1) Salute in carcere e diritti umani: i principi ispiratori... 5 2) La popolazione

Dettagli

UOS SPES - ULSS20 VR

UOS SPES - ULSS20 VR UOS SPES - ULSS20 VR Progetto CCM 2012 Individuazione delle disuguaglianze in salute e creazione di conseguenti modelli di azioni di sorveglianza e contrasto UOS SPES - ULSS20 VR Scenario sulle Disuguaglianze

Dettagli

DOSSIER EMERGENZA CARCERI

DOSSIER EMERGENZA CARCERI DOSSIER EMERGENZA CARCERI Se di carcere si muore La sanità in carcere è uno degli aspetti del sistema penitenziario in cui lo sfacelo è più evidente. Un piccolo malanno è l inizio di un calvario che può

Dettagli

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino Il gioco d azzardo Aspetti generali e situazione in Trentino A cura dell Osservatorio per la salute Dipartimento politiche sanitarie Provincia autonoma di Trento Trento, 29 dicembre 2012 Il gioco d azzardo

Dettagli

IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE PER LA SALUTE

IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE PER LA SALUTE PARTE 6 IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE PER LA SALUTE 6.1 Decessi droga correlati e mortalità nei consumatori di droga 6.1.1 Decessi per overdose 6.1.2 Decessi droga correlati 6.2 Malattie infettive droga correlate

Dettagli

DIPARTIMENTO 3 D AREE DI INDAGINE

DIPARTIMENTO 3 D AREE DI INDAGINE DIPARTIMENTO 3 D AREE DI INDAGINE Area Devianza Target di riferimento: Stranieri tossicodipendenti e/o alcoldipendenti detenuti e/o in misura alternativa Area Dipendenza Target di riferimento Stranieri

Dettagli

Percorso Diagnostico, Terapeutico e Assistenziale (PDTA) per le persone con disturbi dello spettro autistico residenti nella provincia di Modena

Percorso Diagnostico, Terapeutico e Assistenziale (PDTA) per le persone con disturbi dello spettro autistico residenti nella provincia di Modena Percorso Diagnostico, Terapeutico e Assistenziale (PDTA) per le persone con disturbi dello spettro autistico residenti nella provincia di Modena Definizioni I disturbi dello spettro autistico (Autistic

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Gugliuzza Teresa Maria Data di nascita 12/09/1963. dirigente medico I livello

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Gugliuzza Teresa Maria Data di nascita 12/09/1963. dirigente medico I livello INFORMAZIONI PERSONALI Nome Gugliuzza Teresa Maria Data di nascita 12/09/1963 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico I livello ASP DI ENNA Dirigente

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCARTABELLATI MARIA Indirizzo STRADA

Dettagli

Azienda U.S.L. 6 Livorno Zona Bassa Val di Cecina Servizio Tossicodipendenze

Azienda U.S.L. 6 Livorno Zona Bassa Val di Cecina Servizio Tossicodipendenze Azienda U.S.L. 6 Livorno Zona Bassa Val di Cecina Servizio Tossicodipendenze Cecina 21/09/2012 Curriculum Formativo e Professionale Dott. Silvano Gagliardi. Titoli di Studio 1) Laurea in Medicina e Chirurgia

Dettagli

ALLEGATO A TURNI DICEMBRE 2013

ALLEGATO A TURNI DICEMBRE 2013 TURNI DICEMBRE 2013 AZIENDA USL 8 DI AREZZO - PUBBLICAZIONE TURNI DI SPECIALISTICA AMBULATORIALE INTERNA DA ASSEGNARE A TEMPO INDETERMINATO E, IN SUBORDINE, A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART.23 DELL

Dettagli

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Direttore dott. Marco Riglietta via Borgo Palazzo, 130-24125 Bergamo Italy Tel +390352270382 - Fax +390352270393 www.asl.bergamo.it/dipartimentodipendenze (PEC): protocollo@pec.asl.bergamo.it

Dettagli

Salute e ricorso ai servizi sanitari della popolazione straniera residente in Italia

Salute e ricorso ai servizi sanitari della popolazione straniera residente in Italia 11 dicembre 2008 Salute e ricorso ai servizi sanitari della popolazione straniera residente in Italia Anno 2005 Sebbene negli ultimi anni sia stata notevolmente approfondita la conoscenza dei principali

Dettagli

CRITERI E MODALITA DI ACCESSO (ACC)

CRITERI E MODALITA DI ACCESSO (ACC) POLITICA CRITERI E MODALITA DI ACCESSO (ACC) U.O. RIABILITAZIONE PSICHIATRICA RESIDENZA FRA MOSE BONARDI L unità di recupero e rieducazione funzionale Fra Mose Bonardi è una struttura per la riabilitazione

Dettagli

I segni fisici dell abuso

I segni fisici dell abuso I segni fisici dell abuso L abuso è una patologia Frequente Prevalenza stimata attorno al 2,5-5 nei Paesi europei con diversa composizione percentuale delle tipologie di abuso nei diversi Paesi Grave Patologia

Dettagli

Legislazione della sanità e della salute: un caso di studio. Indice

Legislazione della sanità e della salute: un caso di studio. Indice LEZIONE LEGISLAZIONE DELLA SANITA E DELLA SALUTE: UN CASO DI STUDIO DOTT.GIANLUCA D AIUTO Indice 1 I LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA -----------------------------------------------------------------------------

Dettagli

METODI EFFICACI E PROSPETTIVE PER UNA NUOVA STRATEGIA NELLA PREVENZIONE DEL SUICIDIO: L IMPORTANZA DEI SERVIZI PER L EMERGENZA. Roma 3 dicembre 2007

METODI EFFICACI E PROSPETTIVE PER UNA NUOVA STRATEGIA NELLA PREVENZIONE DEL SUICIDIO: L IMPORTANZA DEI SERVIZI PER L EMERGENZA. Roma 3 dicembre 2007 METODI EFFICACI E PROSPETTIVE PER UNA NUOVA STRATEGIA NELLA PREVENZIONE DEL SUICIDIO: L IMPORTANZA DEI SERVIZI PER L EMERGENZA Roma 3 dicembre 2007 VALUTAZIONE CLINICA E GESTIONE DEI PAZIENTI CHE HANNO

Dettagli

PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE

PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE ALLEGATO 1 PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE Il presente progetto è finalizzato alla sperimentazione nella Regione Piemonte di un percorso di presa in carico

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ARS TOSCANA

ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ARS TOSCANA DOTT. GIOVANNI BARBAGLI Presidente ARS Toscana ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ARS TOSCANA Dai valori e dai principi generali del Piano sanitario regionale toscano all organizzazione dell offerta

Dettagli

Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso,

Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso, Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso, condannato ad una schiavitù involontaria, essendo obbligato

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2337 del 29 dicembre 2011 pag. 1/7

ALLEGATOA alla Dgr n. 2337 del 29 dicembre 2011 pag. 1/7 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2337 del 29 dicembre 2011 pag. 1/7 LINEE DI INDIRIZZO REGIONALI SULL ORGANIZZAZIONE DELLA SANITA PENITENZIARIA Premessa Il Decreto del Presidente del

Dettagli

TRACCIA DI STUDIO. Tassi o quozienti

TRACCIA DI STUDIO. Tassi o quozienti TRACCIA DI STUDIO Per descrivere e quantificare aspetti epidemiologici, è necessario fare uso di rapporti tra dati legati da un nesso logico. Il risultato viene sovente moltiplicato per un multiplo di

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE (Ai sensi dell art. 46 e 47 del DPR 445/2000)

CURRICULUM PROFESSIONALE (Ai sensi dell art. 46 e 47 del DPR 445/2000) CURRICULUM PROFESSIONALE (Ai sensi dell art. 46 e 47 del DPR 445/2000) La sottoscritta ROSA SALMERI, nata a Catania il 20 marzo 1956 e ivi residente in via Renato Imbriani n. 177, consapevole delle conseguenze

Dettagli

Per ognuna di queste funzioni è presente nella S.C. SMRIA un modulo funzionale in staff con il responsabile.

Per ognuna di queste funzioni è presente nella S.C. SMRIA un modulo funzionale in staff con il responsabile. PROCEDURA UNIFICATA E CONDIVISA DEI RAPPORTI TRA SERVIZI SOCIALI DELLA PROVINCIA E LA S.C. SMRIA (DSM) AUSL DI FERRARA PER L ATTIVITA SOCIO SANITARIA INTEGRATA PER MINORI. La mancanza di una procedura

Dettagli

MORBO DI RAYNAUD: STUDIO DEI MECCANISMI PSICOLOGICI DELLA FORMA PRIMARIA

MORBO DI RAYNAUD: STUDIO DEI MECCANISMI PSICOLOGICI DELLA FORMA PRIMARIA CENTRO DI AIUTO PSICOLOGICO www.aiutopsicologico.it Dott. Carla Anna Durazzi MORBO DI RAYNAUD: STUDIO DEI MECCANISMI PSICOLOGICI DELLA FORMA PRIMARIA Questa ricerca prende l avvio dalla convinzione che

Dettagli

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C!

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! L Epatite C può essere trasmessa attraverso: L uso comune di aghi e siringhe L uso comune di filtri, cucchiai e acqua al momento del consumo di droghe

Dettagli

Raimondo Maria Pavarin ASL Bologna Dipartimento Salute mentale Osservatorio Epidemiologico dipendenze. www.ossdipbo.org

Raimondo Maria Pavarin ASL Bologna Dipartimento Salute mentale Osservatorio Epidemiologico dipendenze. www.ossdipbo.org Percezione del danno, comportamenti protettivi, significati: fenomenologia del consumo di sostanze psicoattive tra i soggetti con età inferiore a anni Raimondo Maria Pavarin ASL Bologna Dipartimento Salute

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) BRUNO AIELLO 166, VIA REGINA MARGHERITA 80053, CASTELLAMMARE DI STABIA, ITALIA Telefono(i) 0818724785 Cellulare: 3392845450

Dettagli

CURRICULUM VITAE. 2002/06 docente di Psicologia giuridica (contrattista) presso la facoltà di Psicologia dell Università di Firenze (9 crediti)

CURRICULUM VITAE. 2002/06 docente di Psicologia giuridica (contrattista) presso la facoltà di Psicologia dell Università di Firenze (9 crediti) CURRICULUM VITAE Dottoressa Carla Fineschi,psicologa psicoterapeuta, nata a Siena il 9/9/56 residente in località Pietriccio di Sovicille Siena tel.3384847834 e-mail carla.fineschi@alice.it Titoli accademi-professionali

Dettagli