Fondazione Giuliano e Maria Carmen Magnoni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fondazione Giuliano e Maria Carmen Magnoni"

Transcript

1 Fondazione Giuliano e Maria Carmen Magnoni Relazione di missione anno

2 Fondazione Giuliano e Maria Carmen Magnoni è stata costituita nel 2004 dagli 8 fratelli Magnoni (Giorgio, Pier Sandro, Vittoria, Aldo, Massimo, Ruggero, Consuelo e Giuliana) con l intenzione di onorare la memoria e l esempio dei genitori. La Mission La Fondazione Magnoni intende trasferire l esperienze acquisite dai suoi fondatori nel mondo competitivo delle attività profit mettendola al servizio di iniziative imprenditoriali che si rivolgano ai giovani svantaggiati e per diffondere tra le nuove generazioni modelli innovativi di approccio alla filantropia. La Fondazione si propone di agire come incubatore d impresa sociale gestendo direttamente e/o sostenendo lo start up di iniziative caratterizzate da: 1. Sostenibilità economica ovvero la capacità di rendersi auto sufficienti nel medio periodo 2. Replicabilità ovvero la capacità di Modellizzare le iniziative e moltiplicarle sul territorio nazionale e non 3. Misurabilità ovvero la capacità di quantificare l impatto generato sia da un punto di vista sociale che economico 2

3 Rimandando ogni approfondimento alle pagine seguenti, attualmente le iniziative possono essere così sintetizzate. Attività dirette: Un Campo nel Cortile impianti sportivi di utilità sociale in quartieri connotati da problematiche sociali e carenza infrastrutturale Fondazione Laureus Italia sport per ragazzi provenienti da contesti problematici o a rischio di devianza Partecipazioni: Fondazione Dynamo camp gratuito di Terapia Ricreativa per bambini affetti da patologie gravi e croniche Oltre Venture Capital (attraverso FM Social Investment s.r.l.) prima società italiana di Venture Capital Sociale nata per sviluppare nuove imprese capaci di rispondere alla crescente richiesta di servizi e di relazioni sociali Società Italiana di Filantropia (S.I.F.) Centro di riferimento per la ricerca e la promozione di modelli innovativi di filantropia, sostiene la Cattedra di social entrepreneurship dell Università Luigi Bocconi 3

4 Il 2010 Oltre alla consueta azione di supporto ai Progetti già elencati, il management della Fondazione si è concentrato sul consolidamento di gestione dei primi 15 campi costruiti nell ambito del Campo nel Cortile. Ulteriore attività è stata la ricerca/analisi relativa ai nuovi territori ove ampliare il Progetto Un Campo nel Cortile: come si evince dalla tabella seguente e come più sotto dettagliato, la mancata realizzazione di nuovi interventi corrisponde ad una diminuzione delle erogazioni di terzi vincolate al Progetto: Descrizione 31/12/ /12/2009 Variazioni Erogazioni liberali da Fondatori (2.750) Erogazioni liberali da Partecipanti Erogazioni liberali da terzi (38.890) Erogazioni liberali vincolate da terzi ( ) ( ) Sul fronte dei costi, l onere maggiore è costituito dal personale per circa euro e dai servizi (utenze, consulenza legale, studio paghe, commercialista) per un ammontare di circa euro. 4

5 Ciò conferma quanto detto in merito all importante investimento sul management e sul trasferimento di competenze. Progetto "Un campo nel cortile" ,97 Erogazioni liberali 9.549,00 Oneri per realizzazione progetto 1.439,21 Stipendi e salari ,47 Contributi su stipendi e salari ,65 Pubblicità e propaganda 9.483,24 Viaggi, trasferte e soggiorno 351,40 Fondazione Laureus ONLUS 1.000,00 Erogazioni liberali 1.000,00 Progetto"Trofeo delle fondazioni" ,94 Oneri per realizzazione progetto ,94 Ai progetti sono stati destinati ,91 così ripartiti: Totale ,91 Progetto "Un campo nel cortile" ,97 Erogazioni liberali 9.549,00 Oneri per realizzazione progetto 1.439,21 Stipendi e salari ,47 Contributi su stipendi e salari ,65 Pubblicità e propaganda 9.483,24 5

6 Viaggi, trasferte e soggiorno 351,40 Erogazioni liberali 1.000,00 Progetto"Trofeo delle fondazioni" ,94 Oneri per realizzazione progetto ,94 Di seguito una riclassificazione dell incidenza dei singoli costi sul totale del principale intervento Un Campo nel Cortile. 6

7 Premessa Fondazione Magnoni, attraverso il progetto denominato Un campo nel cortile, si propone di realizzare campi di calcetto in erba sintetica per offrire ai giovani luoghi di aggregazione e crescita in contesti negativamente connotati. Contemporaneamente, affittando gli stessi impianti alla numerosa utenza disposta a pagare, si intende realizzare micro attività imprenditoriali gestite e promosse dall associazionismo locale che, nel tempo, siano in grado di auto sostenersi. Nel 2009 sono stati realizzati 7 campi (di cui uno a 5) in aggiunta agli 8 già realizzati negli anni precedenti sull area di Milano e hinterland. Tutte le realtà selezionate presentano le caratteristiche fondamentali affinché l iniziativa possa avere successo: Il bisogno di una nuova struttura sportiva che possa rispondere alle esigenze della comunità locale; Il forte legame tra Parrocchia e Associazione Sportiva a garanzia della destinazione d uso del bene; La disponibilità a destinare l utile derivante dall affitto del campo a progetti di utilità sociale; Le capacità gestionali dei soggetti che dovranno avviare e affittare i campi sportivi; 7

8 Una volta realizzate le infrastrutture, il ruolo di Fondazione Magnoni è stato orientato all accompagnamento delle realtà parrocchiali nello start up dell attività gestionale. A questo proposito è stato elaborato un sistema di prenotazione e pagamento centralizzato (www.uncamponelcortile.it) con la finalità di facilitare l incontro tra domanda e offerta nell ambito del calcetto amatoriale e la gestione delle strutture da parte delle Associazioni Sportive. L'obiettivo comune a tutti i campi è quello di saturare il più possibile gli orari messi a disposizione per l'affitto, aumentando i nuovi clienti e fidelizzando i vecchi utenti proponendo loro un servizio integrato di alta qualità. Il 2010 Il 2010 è stato più volte identificato come l anno del consolidamento in quanto si è privilegiato il supporto ai campi esistenti e la raccolta di dati economici relativi all andamento dei campi. Non sono quindi stati realizzati nuovi campi seppur numerose risorse siano state dedicate allo Studio di fattibilità di nuove infrastrutture sportive. L attenzione, su impulso dei partner di Progetto (Fondazione CARIPLO, Fondazione De Agostini) è stata concentrata sulle Provincie di Lecco, Varese, Novara e Bergamo. L esito di tali analisi ha generato un possibile piano di sviluppo/ampliamento per il In quanto all andamento dei campi esistenti si sottolinea la elevata capacità di copertura dell ammortamento della quota del debito contratto con Banca Prossima. Di seguito si inserisce l andamento medio del piano di ammortamento confrontato con i ricavi totali generati dall utilizzo serale dei campi. 8

9 Parimenti si osservi l andamento medio dei ricavi trimestrali: quanto analizzato conferma l ipotesi di una forte stagionalità dell andamento dei campi e nel contempo la capacità media di copertura della restituzione della quota di debito. 9

10 Parallelamente alle attività relative alla gestione del Campo nel Cortile ha avuto luogo tra giugno e luglio la consueta attività di Fund Raising denominata Trofeo delle Fondazioni. Giunto alla terza edizione, il Trofeo ha visto la partecipazione di 6 aziende e una raccolta pari a euro al netto delle spese di organizzazione e gestione. L obiettivo per l anno seguente sarà quello di coinvolgere un numero maggiore di sostenitori grazie al supporto comunicativo di importanti aziende (IGP Decaux): qualora lo sviluppo del Progetto dovesse essere confermato oltre le Provincie di Milano e Novara, sarà proposta una fase eliminatoria sovra provinciale e una fase eliminatoria da realizzarsi a Milano. 10

11 Nata nel 2005 e facente parte di un movimento internazionale di 8 Fondazioni, si propone di realizzare iniziative a favore di ragazzi e bambini utilizzando lo sport come strumento di riscatto in contesti sociali degradati. Fondazione Laureus Italia è stata fondata nel 2005 da Fondazione Magnoni al fine di raccogliere le sfide sociali più urgenti a favore di ragazzi svantaggiati, con particolare attenzione ai minori, mediante l utilizzo dell influenza positiva dello sport e l esempio dei suoi maggiori rappresentanti. Fondazione Magnoni nel corso degli anni di operatività di Fondazione Laureus Italia è riuscita a coinvolgere i partner internazionali Mercedes Benz, Richemont e Vodafone Italia, e anche la casa madre, Laureus Sport for Good Foundation. Nel corso del 2009 Fondazione Laureus Italia ha raccolto fondi per le sue attività e progetti per un totale di euro Fondazione Laureus è l unica fondazione in Italia che utilizzi lo sport come strumento per insegnare a vivere in modo costruttivo e legale, nel rispetto di se stessi, degli altri e delle regole del gioco, a ragazzi che quotidianamente vivono una realtà a rischio emarginazione e crimimalità. Nel 2009 Fondazione Magnoni ha sostenuto la Fondazione Laureus sia con contributi destinati ai Progetti sia con conferimenti in natura (uffici, utenze, ecc..). Il progetto denominato POLISPORTIVA LAUREUS prevede l organizzazione di attività sportive (pallavolo, basket, calcio e rugby) e percorsi educativi rivolti a circa 1000 minori di età compresa tra i 6 e i 18 anni provenienti dai quartieri periferici negativamente connotati di Milano. Il progetto si propone sia l obiettivo della riduzione del danno (inserendo nelle attività minori già in carico ai presidi educativi e psico pedagogici 11

12 del territorio) sia quello della prevenzione (facilitando l accesso alle attività sportive a una popolazione giovanile ad alto rischio di dispersione scolastica, sociale e relazionale in genere). Il modello operativo prevede l affiancamento degli allenatori (tecnici specificatamente preparati rispetto alla disciplina sportiva) da parte di tutor educativi (figure dalle competenze pedagogico relazionali) per garantire adeguata attenzione educativa. Ad essi viene fornita una ampia consulenza psicologica da parte di professionisti dell Università Cattolica del Sacro Cuore (incaricata anche del monitoraggio e della valutazione dell intervento). L accesso alle attività avviene o mediante segnalazione esplicita da parte di un presidio educativo (Servizi Sociali, Scuole, associazionismo o cooperazione sociale, parrocchie, ecc..) o attraverso l accesso spontaneo facilitato dal passaparola tra i ragazzi stessi o da una promozione rivolta essenzialmente ai luoghi aggregativi presenti sul territorio di riferimento. Di seguito si riportano dati quantitativi relativi ai singoli interventi promossi dalla Fondazione Laureus Italia ONLUS. Progetto Polisportiva 1 Anno di nascita del progetto: 2007 Utenti coinvolti da inizio progetto: Stagione sportiva iscritti 53% maschi; 47% femmine 75% frequentanti 100% provenienti dalla rete inviante o per richiesta diretta 12

13 Sport Fasce d età Progetto Polisportiva 2 Anno di nascita del progetto: 2009 Utenti coinvolti da inizio progetto: 400 Stagione sportiva iscritti 67% maschi; 33% femmine 85% frequentanti 6 abbandoni 43% provenienti dalla rete inviante o per richiesta diretta 57% utenti paganti 13

14 Sport Fasce d età Progetto Polisportiva Napoli Anno di nascita del progetto: 2010 Utenti coinvolti da inizio progetto: 100 Stagione sportiva iscritti 82% maschi; 18% femmine 96% frequentanti 3 abbandoni 100% provenienti dalla rete inviante o per richiesta diretta 14

15 Sport Fasce d età 15

16 Di fronte all aggravarsi degli equilibri ecologici, alle persistenti sperequazioni sociali e a processi di crescita dalle caratteristiche e dagli effetti controversi si sta assistendo, da tempo, a una crescente ripensamento dei modelli consolidati di produzione e consumo. In risposta a pressioni trasversali, da ogni parte del mondo e in ogni settore dell economia, si moltiplicano, oggi, casi di capitalismo virtuoso che, pur differenti per logiche, obiettivi e impatti, condividono il principio secondo cui sacrificare parte degli interessi particolari a favore di obiettivi di crescita più equi possa fornire spunti per innovazioni imprenditoriali. Oltre a rafforzare il proprio ruolo quale punto di osservazione privilegiato sulle dinamiche in atto, la SIF Chair of Social Entrepreneurship, Dipartimento di Management & Technology, Università Commerciale Luigi Bocconi ha scelto di focalizzare i propri interessi di ricerca e formazione su tematiche di frontiera nel dibattito sui modelli e gli strumenti di intervento privato nel sociale. Il tema che ha guidato le attività della Chair nel corso dell anno accademico è stato quello della crescita e del consolidamento di iniziative imprenditoriali sociali, con particolare riferimento sia alle strategie di espansione e replicazione che all innovazione negli strumenti di supporto finanziario e manageriale. Nel corso dell Anno Accademico la SIF Chair of Social Entrepreneurship ha organizzato e progettato seminari e attività formative, ha sviluppato progetti di ricerca, ha partecipato a conferenze scientifiche e divulgative internazionali, ha progettato eventi scientifici, ha partecipato a forum accademici e academic newsletter, ha progettato attività formative graduate. 16

17 Progetti di ricerca Nel corso dell Anno Accademico la SIF Chair ha rafforzato la ricerca sulle seguenti aree d interesse. A. Modelli di social entrepreneurship: Processi e casi La ricerca ha continuato ad approfondire le peculiarità della SE, declinata in contesti specifici e con riferimento alle fasi di pianificazione e lancio di imprese sociali innovative. B. Nuovi modelli e strumenti di investimento nell innovazione sociale La ricerca si è focalizzata sull analisi delle esperienze più innovative nell ambito del supporto filantropico alle iniziative imprenditoriali sociali. In particolare, la ricerca ha investigato la relazione tra filantropia e social entrepreneurship e le specificità dei nuovi modelli di venture philanthropy e social venture capital. C. Strategie collaborative nello sviluppo della social entrepreneurship La ricerca svolta in collaborazione con la Queen s School of Business ha avuto a oggetto il ruolo, le caratteristiche e i driver degli approcci collaborativi alla social entrepreneurship instaurati tra soggetti appartenenti a settori differenti ma con la medesima missione sociale (cross sector social partnerships). D. La pianificazione strategica nella social entrepreneurship In collaborazione con la Fondazione Giuliano e Maria Carmen Magnoni, il progetto di ricerca, svolto tra maggio e ottobre 2010 e intitolato Monitoraggio, valutazione e linee guida per lo sviluppo del piano strategico di Un Campo nel Cortile, è stato volto a indagare il tema della pianificazione strategica e della crescita nel contesto del progetto Un campo nel cortile promosso dalla Fondazione Magnoni. In particolare, il progetto si è incentrato sul monitoraggio dello stato di avanzamento delle iniziative realizzate nell ambito del progetto Un campo nel cortile, valutandone il grado e le modalità di raggiungimento degli obiettivi attesi. 17

18 Quale risultato della ricerca è stato prodotto un rapporto finale con spunti e suggerimenti manageriali volti a supportare la crescita dell iniziativa, valorizzando i punti di forza del modello di intervento e mitigandone, al contempo, le criticità. Al fine di divulgare i risultati delle ricerche sviluppate, sono stati periodicamente pubblicati articoli sulla rivista Via Sarfatti 25 dell Università Bocconi e distribuita con la rivista Il Mondo. La rivista ha un elevata visibilità presso la faculty e gli studenti Bocconi e ha consentito il rafforzamento della visibilità della Chair e dei temi da essa sviluppati. Campo estivo, primo in Italia, appositamente strutturato per bambini affetti da patologie gravi o croniche in terapia e nel periodo di post ospedalizzazione. Il campo è rivolto gratuitamente a bambini da 7 a 16 anni. L obiettivo è quello di offrire a centinaia di bambini la possibilità di riappropriarsi della propria infanzia Le attività sono accuratamente strutturate in base ai principi della Terapia Ricreativa in modo da essere accessibili a tutti i partecipanti sotto la gestione e la costante supervisione di personale qualificato. Dynamo Camp ha ospitato più di 500 bambini nel corso del 2010 e si prefigge di arrivare a 1000 con l apertura del Camp tutto l anno. 18

- Fondazione Giuliano e Maria Carmen Magnoni - - Relazione di missione anno 2009 -

- Fondazione Giuliano e Maria Carmen Magnoni - - Relazione di missione anno 2009 - - Fondazione Giuliano e Maria Carmen Magnoni - - Relazione di missione anno 2009 - Premessa Fondazione Giuliano e Maria Carmen Magnoni è stata costituita nel 2004 dagli 8 fratelli Magnoni (Giorgio, Pier

Dettagli

Essere fratelli di. Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012

Essere fratelli di. Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012 Essere fratelli di Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012 Contesto di riferimento e obiettivi generali La famiglia è senza dubbio il luogo più importante per la

Dettagli

PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UN MODELLO MANAGERIALE PER LA GESTIONE DEL FENOMENO DEI BENI CONFISCATI

PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UN MODELLO MANAGERIALE PER LA GESTIONE DEL FENOMENO DEI BENI CONFISCATI PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UN MODELLO MANAGERIALE PER LA GESTIONE DEL FENOMENO DEI BENI CONFISCATI Secondo i dati dell ANBSC (Agenzia Nazionale per l Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati

Dettagli

Il Project Manager nelle Organizzazioni Non Profit e nelle Imprese Sociali

Il Project Manager nelle Organizzazioni Non Profit e nelle Imprese Sociali ALTA SCUOLA IMPRESA E SOCIETÀ Il Project Manager nelle Organizzazioni Non Profit e nelle Imprese Sociali VII edizione 13 marzo - 3 luglio 2015 Università Cattolica del Sacro Cuore ALTIS, Alta Scuola Impresa

Dettagli

ACCADEMIA DI PROGETTAZIONE SOCIALE MAURIZIO MAGGIORA

ACCADEMIA DI PROGETTAZIONE SOCIALE MAURIZIO MAGGIORA Un nuovo modo di vivere la progettazione sociale... ACCADEMIA DI PROGETTAZIONE SOCIALE MAURIZIO MAGGIORA Diventare «progettista sociale esperto» Torino, 14 marzo 2013 Agenda Accademia di Progettazione

Dettagli

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Obiettivo: EQUITY! 0 Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Settembre 2012 IL PROGRAMMA Il Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Dettagli

Centro Servizi del Distretto

Centro Servizi del Distretto Centro Servizi del Distretto Idea progettuale Progetto integrato per il rilancio e lo sviluppo del Distretto dell Abbigliamento Valle del Liri Il Centro Servizi del Distretto Idea progettuale 1 Premessa

Dettagli

CONVENZIONE PREMESSO CHE TRA

CONVENZIONE PREMESSO CHE TRA CONVENZIONE CONVENZIONE TRA - l Associazione ItaliaCamp, con sede in viale Pola, 12, 00198 Roma (di seguito, ItaliaCamp ), nella persona del Presidente Pier Luigi Celli, nato a Verucchio (Rimini) l 8 luglio

Dettagli

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi CORSO DI ALTA FORMAZIONE Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi Per le scuole di istituti religiosi e altri enti II edizione Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore 12

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI E SUCCESSIVA GESTIONE DEL MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DI VILLA CROCE Un innovativo progetto di alta formazione manageriale dedicato ai giovani per l ideazione di nuovi

Dettagli

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli Istituti Religiosi

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli Istituti Religiosi ALTA SCUOLA IMPRESA E SOCIETÀ CORSO DI ALTA FORMAZIONE Direzione e gestione delle scuole paritarie degli Istituti Religiosi Università Cattolica del Sacro Cuore Milano, 8 novembre 2014-18 luglio 2015 In

Dettagli

Incubatore d impresa. Per sostenere le nuove idee imprenditoriali

Incubatore d impresa. Per sostenere le nuove idee imprenditoriali Incubatore d impresa Per sostenere le nuove idee imprenditoriali PRESENTAZIONE DELLA BUONA PRATICA L alta mortalità delle imprese nei primi anni di vita è spesso dovuta a una scarsa programmazione prospettica

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

Percorsi Formativi. Facoltà di Scienze XXXXX della formazione FOTO. Laurea magistrale. Piacenza a.a. 2014-2015. www.unicatt.it. www.unicatt.

Percorsi Formativi. Facoltà di Scienze XXXXX della formazione FOTO. Laurea magistrale. Piacenza a.a. 2014-2015. www.unicatt.it. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX della formazione FOTO Laurea magistrale www.unicatt.it Piacenza a.a. 2014-2015 www.unicatt.it INDICE Scienze della formazione 3 Laurea magistrale in Progettazione

Dettagli

PRESENTAZIONE RISULTATI PRELIMINARI DELL INDAGINE FONDAZIONI D IMPRESA PER I GIOVANI COME FAR CRESCERE IL VIVAIO

PRESENTAZIONE RISULTATI PRELIMINARI DELL INDAGINE FONDAZIONI D IMPRESA PER I GIOVANI COME FAR CRESCERE IL VIVAIO PRESENTAZIONE RISULTATI PRELIMINARI DELL INDAGINE FONDAZIONI D IMPRESA PER I GIOVANI COME FAR CRESCERE IL VIVAIO 11 febbraio 2015, Senato della Repubblica Il contesto di riferimento Due principali criticità

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO D I R E Z I O N E G E N E R L E P E R L O S T A T U S D E L L O S T U D E N T E, L E P O L I T I C H E G I O V A N I L I E L E A T T I V I T A M O T O R I E

Dettagli

CSR nelle istituzioni finanziarie:

CSR nelle istituzioni finanziarie: ATTIVITA DI RICERCA 2014 CSR nelle istituzioni finanziarie: strategia, sostenibilità e politiche aziendali PROPOSTA DI ADESIONE in collaborazione con 1 TEMI E MOTIVAZIONI La Responsabilità Sociale di Impresa

Dettagli

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015 Start Up Innovative -Le imprese fanno sistema Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 START UP E INCUBATORI Il Decreto Sviluppo (179/2012), introducendo

Dettagli

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Competitività, sistema produttivo e infrastrutture. Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Gabriele Ghetti, Presidente Piacenza, 27 ottobre 2005 Profilo Soci SIPRO è una Società per Azioni, con

Dettagli

A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma

A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma ( ) Per affrontare i problemi sociali non possiamo fare a meno di ascoltare

Dettagli

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N.

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. 00946860244 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL BILANCIO

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ASSOCIAZIONE CULTURALE SCUOLA DI MUSICA I MINIPOLIFONICI TRENTO VILLAZZANO-POVO RAVINA-ROMAGNANO COGNOLA SOPRAMONTE BESENELLO SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN

Dettagli

Il percorso di smart coaching SMART INNO - SIPRO. Sveva Ruggiero Startup Area, ASTER S.Cons.P.A.

Il percorso di smart coaching SMART INNO - SIPRO. Sveva Ruggiero Startup Area, ASTER S.Cons.P.A. Il percorso di smart coaching SMART INNO - SIPRO Sveva Ruggiero Startup Area, ASTER S.Cons.P.A. Il percorso Costruito in base alle precedenti esperienze di Aster in materia di supporto alla creazione d

Dettagli

RIMOTIVAZIONE MODELLI E PERCORSI DI CONSULENZA ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

RIMOTIVAZIONE MODELLI E PERCORSI DI CONSULENZA ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE RIMOTIVAZIONE MODELLI E PERCORSI DI CONSULENZA ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE INDICE 1 PREMESSA 5 IL PROGETTO RIMOTIVAZIONE 6 PRIMA PARTE IL CONTESTO TEORICO DI RIFERIMENTO 8 CAPITOLO PRIMO I DIVERSI MODELLI

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

UN CAMPO NEL CORTILE. La scelta di intervenire nelle parrocchie è legata alla disponibilità di spazi adatti al progetto e alla missione aggregativa

UN CAMPO NEL CORTILE. La scelta di intervenire nelle parrocchie è legata alla disponibilità di spazi adatti al progetto e alla missione aggregativa UN CAMPO NEL CORTILE Storia Nel 2004 Fondazione Magnoni, sotto la spinta del parroco di Gratosoglio e della Cooperativa sociale S. Martino, ha realizzato un importante intervento a favore dei giovani del

Dettagli

A più voci contro la dispersione scolastica

A più voci contro la dispersione scolastica A più voci contro la dispersione scolastica 1. Contesto dell intervento Abbandoni, interruzioni formalizzate, frequenze irregolari, ripetenze, ritardi : hanno nomi diversi le disfunzioni che caratterizzano

Dettagli

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali www.itinerari.conform.it Il corso Gli obiettivi Il percorso formativo Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni

Dettagli

Accesso al Micro Credito per Immigrati Modena 16/03/2011

Accesso al Micro Credito per Immigrati Modena 16/03/2011 Progetto co-finanziato dall Unione Europea Ministero dell Interno Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi Accesso al Micro Credito per Immigrati Modena 16/03/2011 Finalità sperimentare

Dettagli

DISTRETTO SOCIO - SANITARIO N. 45

DISTRETTO SOCIO - SANITARIO N. 45 DISTRETTO SOCIO - SANITARIO N. 45 1. NUMERO AZIONE 10 2. TITOLO AZIONE VINCERE LE DIPENDENZE SI PUO 3. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ Descrivere sinteticamente le attività che si intendono realizzare all interno

Dettagli

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Formazione Permanente Milano, 24 ottobre - 29 novembre 2012 In collaborazione con: Finalità

Dettagli

pubblica amministrazione

pubblica amministrazione scenario L Ente locale oggi è diventato promotore dello sviluppo di una società territoriale sempre più dinamica, complessa ed esigente. Comuni, Provincie e Regioni rispondono alla collettività e al territorio

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016

SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016 SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016 IPRASE propone in collaborazione con la Graduate School of Business del Politecnico di Milano, un percorso per i Dirigenti scolastici

Dettagli

IL PROJECT PLAN. Madonna della Strada 0984/502489; 348 0127345

IL PROJECT PLAN. Madonna della Strada 0984/502489; 348 0127345 IL PROJECT PLAN NOME GRUPPO RECAPITO PER CONTATTO: Madonna della Strada 0984/502489; 348 0127345 L IDEA E LE PERSONE Caratteristiche progetto: Descrivere brevemente il progetto e com è nata l idea. Valorizzazione

Dettagli

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro Linee Guida A partire dalle esperienze sviluppate dai singoli partner in relazione al coinvolgimento attivo dei giovani all interno delle specifiche realtà locali, il team di lavoro ha elaborato le seguenti

Dettagli

Professione Welfare. Gestione e sviluppo del welfare in azienda CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Milano - II edizione

Professione Welfare. Gestione e sviluppo del welfare in azienda CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Milano - II edizione CORSO DI ALTA FORMAZIONE Professione Welfare Gestione e sviluppo del welfare in azienda Milano - II edizione Università Cattolica del Sacro Cuore ALTIS - Alta Scuola Impresa e Società 6 giornate di lezione

Dettagli

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi)

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi) Sostenere i Il problema I temi che si definiscono dopo di noi legati alle potenzialità e autonoma dei disabili - hanno un impatto sociale estremamente rilevante. In primo luogo va sottolineato che, per

Dettagli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli Piano d azione: Favorire l accesso ad abitazioni dignitose (housing sociale) SERVIZI ALLA PERSONA Bando senza scadenza: Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di

Dettagli

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA 10 GIORNATE DI AULA E 3 MESI IN AZIENDE INNOVATIVE 1

Dettagli

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità Chiara Criscuoli chiara.criscuoli@giovanisi.it Il Progetto Giovanisì: i motivi I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: -Il prolungamento della

Dettagli

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e mondo del lavoro: le ricerche ISTUD Dopo la laurea. Rapporto sul lavoro giovanile ad alta qualificazione (2002)

Dettagli

AREA LAVORARE NEL SOCIALE

AREA LAVORARE NEL SOCIALE AREA LAVORARE NEL SOCIALE IL FUND RAISING PER LA GESTIONE DELL IMPRESA SOCIALE Obiettivo del corso è quello di comprendere le implicazioni sociali, organizzative ed etiche che accompagnano l attività di

Dettagli

L INDEBITAMENTO SOSTENIBILE DELLE IMPRESE

L INDEBITAMENTO SOSTENIBILE DELLE IMPRESE L INDEBITAMENTO SOSTENIBILE DELLE IMPRESE Principi teorici, modelli ed applicazioni pratiche per la valutazione della corretta struttura finanziaria e del rischio d impresa. 1ª EDIZIONE 13 e 14 OTTOBRE

Dettagli

Progetto Digital Education

Progetto Digital Education Progetto Digital Education Progetto Digital Education ABC Digital Un progetto Premessa Assolombarda Far volare Milano L ampliamento del pubblico degli utenti digitali, oltre a ridurre il Digital Divide,

Dettagli

Progetto Digital Education

Progetto Digital Education Progetto Digital Education L obiettivo Il progetto punta a concorrere significativamente alla riduzione del Digital Divide sul territorio al fine di: estendere il mercato degli utilizzatori di servizi

Dettagli

tra Provincia di Lecce, Provincia di Torino, Camera di Commercio I.A.A. di Lecce e BIC Lazio

tra Provincia di Lecce, Provincia di Torino, Camera di Commercio I.A.A. di Lecce e BIC Lazio PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DELLE RETI D IMPRESA In data tra Provincia di Lecce, Provincia di Torino, Camera di Commercio I.A.A. di Lecce e BIC Lazio premesso che Con l'art. 3, comma 4-ter, del

Dettagli

Team Building e Volontariato d impresa

Team Building e Volontariato d impresa Team Building e Volontariato d impresa LE MALATTIE RARE OGNI MINUT0 NEL MONDO NASCONO 10 BAMBINI COME TOMMASO, AFFETTI DA UNA MALATTIA GENETICA RARA. La Formazione di Valore produce VALORE Rebis e Zeta

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito 2009 per immigrati di Milano e provincia Servizi di - Informazione e orientamento sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese - Formazione - Credito ASIIM - Associazione per lo Sviluppo dell

Dettagli

Sviluppo di comunità

Sviluppo di comunità Sviluppo di comunità Rendere la comunità locale un attore del cambiamento sociale S e per comunità si intende un gruppo sociale (comunità locale, scuola, organizzazione, associazione), nel quale relazioni,

Dettagli

COOPERATIVA SOCIALE EDI ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA PORTFOLIO

COOPERATIVA SOCIALE EDI ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA PORTFOLIO COOPERATIVA SOCIALE EDI ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA PORTFOLIO PERCHÉ UN PORTFOLIO DELLE COMPETENZE La Cooperativa Sociale E.D.I. Onlus, al secondo anno di attività e raggiunto

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO Identità DarVoce è un associazione di volontariato di secondo livello in quanto i suoi soci sono associazioni di volontariato; ha personalità giuridica;

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Dettagli

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE!

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! 2014 FORMAPER SVILUPPO DELL IMPRENDITORIALITÀ Formaper è un azienda speciale della Camera di Commercio di Milano nata nel 1987 con la missione

Dettagli

I professionisti. In Italia e nel mondo.

I professionisti. In Italia e nel mondo. Lo studio. Lo Studio Legale Arnaldi Caimmi & Associati è composto da esperti professionisti che hanno maturato competenze in diverse aree di attività, sia in ambito giudiziale che stragiudiziale. Professionisti

Dettagli

Cos è il fundraising 1

Cos è il fundraising 1 La Raccolta di fondi richiede competenze e investimenti. Ha senso sviluppare un progetto di fundraising per un gruppo di organizzazioni nonprofit? La Campagna Lasciti, una strada percorribile. Intervento

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE Allegato alla determinazione direttoriale n. 681/000/DIG/14/0024 del 06.06.2014 ART. 1 PRINCIPI GENERALI Il servizio Educativa Territoriale si inserisce come

Dettagli

Chi siamo Associazione PerMicroLab Onlus non ha scopo di lucro finalità solidarietà sociale

Chi siamo Associazione PerMicroLab Onlus non ha scopo di lucro finalità solidarietà sociale Indice Chi siamo La nostra mission La nostra storia I soci Con chi collaboriamo Il programma Youth Business Italy Il Mentoring I Mentor volontari Contatti Chi siamo L Associazione PerMicroLab Onlus, già

Dettagli

IL CONTESTO: LE EVIDENZE LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE

IL CONTESTO: LE EVIDENZE LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE PREMESSA IL PROGETTO DI SEGUITO ESPOSTO E IL RISULTATO DEL LAVORO DI UN COMITATO di PROGETTO COMPOSTO DAI SEGUENTI PARTNER: Fondazione La Fornace dell Innovazione Cooperativa Sociale IL SESTANTE Consulmarc

Dettagli

Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo.

Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo. Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo.it IL GRUPPO RISORSA UOMO Risorsa Uomo nasce a Milano nel 1985 dall idea

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI SETTEMBRE 2013 GENNAIO 2014 Fondazione CUOA Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale.è la prima business school

Dettagli

Nasce a Bologna la prima Family Business Academy (FBA).

Nasce a Bologna la prima Family Business Academy (FBA). Una iniziativa di Nasce a Bologna la prima Family Business Academy (FBA). In collaborazione con Un progetto innovativo a supporto delle nuove sfide delle Imprese Familiari: un percorso formativo permanente

Dettagli

Imprenditorialità e Innovazione per l Internazionalizzazione delle PMI

Imprenditorialità e Innovazione per l Internazionalizzazione delle PMI Corso di Alta Formazione Imprenditorialità e Innovazione per l Internazionalizzazione delle PMI Evento Finale 25 marzo 2013 -Bergamo Palazzo dei Contratti e delle Manifestazioni BERGAMO SVILUPPO AZIENDA

Dettagli

Contributo FM in relazione al valore totale progetti

Contributo FM in relazione al valore totale progetti 2004-2013 La Fondazione Fondazione Giuliano e Maria Carmen Magnoni onlus è stata costituita nel 2004 a Milano dai figli Giuliano e Maria Carmen Magnoni per dare continuità ai valori che discendono dal

Dettagli

LE POLITICHE GIOVANILI IN ITALIA: ESPERIENZE E PROSPETTIVE

LE POLITICHE GIOVANILI IN ITALIA: ESPERIENZE E PROSPETTIVE www.riccardograssi.it info@riccardograssi.it Master interuniversitario Joventut i Societat Condizione giovanile e politiche giovanili nel sud Europa LE POLITICHE GIOVANILI IN ITALIA: ESPERIENZE E PROSPETTIVE

Dettagli

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione Carta dei Servizi Chi Siamo Che cosa facciamo Come Lavoriamo Dove Siamo Cooperazione allo Sviluppo Centro Studi e Formazione Adozione Internazionale Emissione Gennaio 2013 Sez.III - 1 /9 Indice Indice...

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee IL CONTESTO

Dettagli

Governare il cambiamento per creare valore condiviso

Governare il cambiamento per creare valore condiviso ALTA SCUOLA IMPRESA E SOCIETÀ Percorsi formativi per una nuova Pubblica Amministrazione Governare il cambiamento per creare valore condiviso Corsi settembre - dicembre 2012: 1. Il nuovo governo locale

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI MILANO

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI MILANO CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI MILANO PROGETTO SPORT E CARCERE SAN VITTORE 2013 / 2014 Il Centro Sportivo Italiano Il Centro Sportivo Italiano (C.S.I.) è una associazione non profit (cioè

Dettagli

La compilazione del RAV: una riflessione condivisa Milazzo 8 giugno 2015

La compilazione del RAV: una riflessione condivisa Milazzo 8 giugno 2015 Proviamo a vedere quali sono gli obiettivi finali del RAV: Migliorare gli apprendimenti, assumendo decisioni adeguate; Rendicontare le scelte compiute; Promuovere strategie innovative attraverso la partecipazione

Dettagli

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Scheda progetto Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Il progetto si sviluppa in otto comuni delle province di Bergamo e Brescia. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto si pone i seguenti

Dettagli

LOMBARDIA 2020 Libro Verde sulla Conciliazione Famiglia Lavoro. Materiale propedeutico al seminario territoriale

LOMBARDIA 2020 Libro Verde sulla Conciliazione Famiglia Lavoro. Materiale propedeutico al seminario territoriale LOMBARDIA 2020 Libro Verde sulla Conciliazione Famiglia Lavoro Materiale propedeutico al seminario territoriale Il contesto OBIETTIVO REGIONE LOMBARDIA Costruire un Welfare in grado di porre al centro

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Invita a presentare iniziative di Sostegno a Programmi e reti di volontariato nelle Regioni del Sud Italia Sommario Sezione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MOSCA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MOSCA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2158 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MOSCA Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di temporary manager da parte

Dettagli

Corso di Alta Formazione per addetti e responsabili amministrativi degli enti non profit

Corso di Alta Formazione per addetti e responsabili amministrativi degli enti non profit Corso di Alta Formazione per addetti e responsabili amministrativi degli enti non profit Aspetti legali, fiscali, bilancio, controllo e 231 Milano, 28 maggio 2 ottobre 2015 La partecipazione al corso attribuisce

Dettagli

Hai mai pensato di diventare

Hai mai pensato di diventare Hai mai pensato di diventare Collegati al sito WWW.TU-WELFARE.IT/DITUTTI Compila il modulo di manifestazione di interesse e inviaci il tuo curriculum Attendi l invito all incontro di presentazione del

Dettagli

INTERNATIONAL HR MANAGEMENT

INTERNATIONAL HR MANAGEMENT Facoltà di Economia Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere Corso di Master Universitario Interfacoltà di primo livello in INTERNATIONAL HR MANAGEMENT Programma Aziende Partner 1 Il Master

Dettagli

Progetto La casa di Pollicino

Progetto La casa di Pollicino Progetto La casa di Pollicino Un servizio completo per rispondere alle necessità di bambini autistici e delle loro famiglie Mai più soli insieme si può! www.solidarietaeservizi.it 1 L ORIGINE Il progetto

Dettagli

Non sai cosa scegliere?

Non sai cosa scegliere? Non sai cosa scegliere? Architettura medicina Scienze biologiche Matematica Lingue sociologia ti orienta! Moduli di Orientamento Universitari Simulazioni e Test per l accesso alle Facoltà a numero chiuso

Dettagli

SETTIMANA DEL BENESSERE PSICOLOGICO 7-13 OTTOBRE 2013

SETTIMANA DEL BENESSERE PSICOLOGICO 7-13 OTTOBRE 2013 SETTIMANA DEL BENESSERE PSICOLOGICO 7-13 OTTOBRE 2013 SCHEDA SINTETICA DI PROGETTO Allegato alla Domanda di contributo per attività culturali e di spettacolo TITOLO: Settimana del Benessere Psicologico

Dettagli

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Assemblea 17 giugno, ore 11.30 Date: 2011-06-17 1 (11) Ericsson Internal Premessa La Sezione Elettronica ed Elettrotecnica intende rappresentare un importante elemento

Dettagli

OSSERVATORIO ECO-MEDIA. onlus

OSSERVATORIO ECO-MEDIA. onlus OSSERVATORIO ECO-MEDIA onlus Indice Scenario Istituzione e Missione Organizzazione Attività Ricerca teorica Monitoraggio Divulgazione e promozione Iniziative editoriali Credits Scenario I temi dell ambiente

Dettagli

1 Descrizione sintetica delle finalita' e dell'ambito di intervento del corso.. 3 1.1 Finalità... 3 1.2 Ambito di intervento...

1 Descrizione sintetica delle finalita' e dell'ambito di intervento del corso.. 3 1.1 Finalità... 3 1.2 Ambito di intervento... LO SPORT E PER TUTTI CORSO DI AGGIORNAMENTO: L OPERATORE SPORTIVO TRA DIVERSITA E DISAGIO (EDUCARE ALLO SPORT PERSONE IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTA ) 2^ PARTE 1 INDICE 1 Descrizione sintetica delle finalita'

Dettagli

1. INTRODUZIONE 2. PROGETTO EQUAL II FASE S.O.LE. STRATEGIE PER L OCCUPAZIONE SOSTENIBILE

1. INTRODUZIONE 2. PROGETTO EQUAL II FASE S.O.LE. STRATEGIE PER L OCCUPAZIONE SOSTENIBILE !! 1. INTRODUZIONE Il Progetto d integrazione tra lavoratori e soggetti svantaggiati si inserisce in un attività più ampia realizzata nell ambito del Progetto Equal S.O.LE., e precisamente nell attività

Dettagli

Progetto Volontariato e professionalità

Progetto Volontariato e professionalità Progetto Volontariato e professionalità Unione Nazionale Associazioni Immigrati ed Emigrati www.unaie.it - info@unaie.it ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE CULTURA AMBIENTALE E LAVORO SOLIDALE www.aikal.eu -

Dettagli

Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive

Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive Nuove forme per l accoglienza familiare Firenze, 6 marzo 2013 Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive Dott.ssa Sandra Di Rocco Responsabile P.O. Interventi per Minori e Famiglia del Comune

Dettagli

Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate

Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate 12. Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate Il problema Uno degli aspetti più preoccupanti del fenomeno della disoccupazione

Dettagli

Gli assetti a popolazione

Gli assetti a popolazione Gli assetti a popolazione Lo strategic network (mercato auto) L industrial network (filiera, distretto) I business network (eterarchia-relazione) Il policy network (politica pubblica) Le filiere IL SETTORE

Dettagli

SCHEDA TECNICA INT. 17 All. A/10

SCHEDA TECNICA INT. 17 All. A/10 Settore Servizi Socio-Assistenziali U.O. Attuazione e Gestione Piano Infanzia e Adolescenza SCHEDA TECNICA INT. 17 All. A/10 Intervento Premessa Intervento integrativo in ambito penale di Giustizia Riparativa.

Dettagli

cooperazione e sviluppo locale via Borgosesia, 30 10145 Torino tel. 011.74.12.435 fax 011.77.10.964 cicsene@cicsene.org www.cicsene.

cooperazione e sviluppo locale via Borgosesia, 30 10145 Torino tel. 011.74.12.435 fax 011.77.10.964 cicsene@cicsene.org www.cicsene. cooperazione e sviluppo locale via Borgosesia, 30 10145 Torino tel. 011.74.12.435 fax 011.77.10.964 cicsene@cicsene.org www.cicsene.org cooperazione e sviluppo locale progetto CASA tecniche urbane percorsi

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Bilancio, amministrazione e finanza degli istituti religiosi

Bilancio, amministrazione e finanza degli istituti religiosi Corso di Alta Formazione Bilancio, amministrazione e finanza degli istituti religiosi Per favorire la sostenibilità economica e assicurare la continuità dell opera ALTIS, Università Cattolica del Sacro

Dettagli

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio CoMoDo. Comunicare Moltiplica Doveri (art direction, grafica, fotografia Marco Tortoioli Ricci) Provincia di Terni in collaborazione con i Comuni della provincia Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21

Dettagli