Introduzione al software engineering"

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione al software engineering""

Transcript

1 Laurea in Ingegneria Informatica! SAPIENZA Università di Roma! (sede di Rieti)! Progettazione del Software! A.A.2009/10! E.Casalicchio! 1 Introduzione al software engineering" L1.2" # Software! # Contesto organizzativo" # L$ingegneria del software" # Qualità" # Modularizzazione " # Principi di base dell$orientazione agli oggetti" 2

2 Il software" Cos$è" # Il prodotto che professionisti costruiscono e supportano nel lungo termine." # Programmi che vengono eseguiti su computer di ogni dimensione e architettura" # Contenuti e documenti" Chi lo fa" # Software engineers" # Ogniuno lo puo$ utilizzare direttamente ed indirettamente" Perchè è importante" # Influenza gli aspetti della nostra vita" # È pervasivo nel commercio, nella cultura e nella vita di tutti i giorni" 3 Il software" Quali sono i passi" # Applicazione di un processo agile and adaptable che porti ad un risultato di high quality che soddisfi le esigenze dell$utente finale." # ossia applicazione di un software engineering approach " Qual$è il prodotto finale - per il sw engineer " # Programmi, contenuti (dati) e documentazione ossia il software" Qual$è il prodotto finale - per l$utente finale" # Le informazioni risultanti " 4

3 Il software" Possibile definizione di software" Il software è: " 1.# Istruzioni (programmi per computer) che quando eseguite forniscono le funzionalità, le proprietà/caratteristiche e le prestazioni prestabilite;" 2.# Strutture dati mediante le quali i programmi trattano adeguatamente le informazioni" 3.# Documenti che descrivono le operazioni e l$uso dei programmi" 5 Perchè è diverso da altri prodotti (I)" Il software si sviluppa o si struttura ma non si fabbrica nel senso tradizionale" # Diversi problemi di qualità " # Produzione di HW e SW sono basate su processi profondamente diversi" # I costi del SW si concetrano nell$ingegnerizzazione" 6

4 Perchè è diverso da altri prodotti (II)" Il software non si consuma (failure rate HW vs SW)" La maggior parte del software viene realizzato in modo specifico e non mediante assemblaggio di componenti:" # Per alcuni settori le cose stanno cambiando " # Si va sempre più verso il service computing" 7 Classificazione del software" Rispetto agli obiettivi" Rispetto al flusso di controllo" Rispetto agli elementi di interesse primario" 8

5 Classificazione del software! Rispetto agli obiettivi" System software" # Programmi scritti per servire altri programmi" # Compilers, editors, file manager, OS, drivers, networking, " Application software" # Risolvono specifiche esigenze di lavoro" # Business oriented (gestionali, dss, elab. dati, controllo di processo)" # Controllo di business function in tempo reale (e.g. point-of-sale transaction processing)" Engineering/scientific software" # Calcolo intensivo" # Real time e event-based systems" 9 Classificazione del software! Rispetto agli obiettivi" Embedded software" # Controllo di prodotti e sistemi per il consumatore" # Dai forni a microonde alle automobili ed impianti industriali" Product-line software" # Per aumentare la produttività aziendale " # Funzionalità di massa o di nicchia" Web applications" # Un nuovo approccio di concepire l$architettare e la fruizione di applicazioni di ogni genere " Ubiquitus computing, " # Software che sfrutta la proprietà di full-distributed computing, ossia il calcolo distribuito su ogni genere di dispositivo di elaborazione" 10

6 Classificazione del software! Rispetto al flusso di controllo! Sequenziali: un unico flusso di controllo governa l$evoluzione dell'applicazione" Concorrenti: le varie attività necessitano di sincronizzazione e comunicazione " Composte da varie attività sequenziali che possono (e devono) essere sincronizzate al fine di garantire la correttezza" " "! corsi di Sistemi Operativi" Dipendenti dal tempo: esistono vincoli temporali riguardanti sia la velocità di esecuzione delle attività sia la necessità di sincronizzare le attività stesse" 11 Classificazione delle applicazioni Rispetto agli elementi di interesse primario! Orientate alla realizzazione di funzioni: la complessità prevalente del sistema riguarda le funzioni da realizzare" Orientate alla gestione dei dati: l$aspetto prevalente è rappresentato dai dati che vengono memorizzati, ricercati, e modificati, e che costituiscono il patrimonio informativo di una organizzazione" "! corso di Basi di Dati" Orientate al controllo: la complessità prevalente del sistema riguarda il controllo delle attività che si sincronizzano e cooperano durante l'evoluzione del sistema" "! ad es. corsi di Sistemi Operativi" 12

7 Applicazioni di interesse per questo corso" Sequenziali" Orientate alla realizzazione di funzioni" "Sono le applicazioni più tradizionali, e vengono spesso adottate come riferimento per i metodi e le tecniche di base per la progettazione" 13 Esercizio" Considerare i seguenti contesti applicativi:" 1.# sistema di controllo di una centrale nucleare" 2.# sistema di prenotazione dei voli di un aeroporto" 3.# risolutore di sistemi di equazioni" 4.# sistema di gestione di una banca dati" 5.# sistema operativo di un elaboratore elettronico" Per ciascuno di essi, fareste ricorso ad applicazioni! sequenziali, concorrenti o dipendenti dal tempo?! 14

8 Introduzione al software engineering" L1.2" # Software" # Contesto organizzativo! # Il processo del software" # Qualità" # Modularizzazione " # Principi di base dell$orientazione agli oggetti" 15 Il contesto organizzativo" Attori nella progettazione del software:" # Committente" # Esperti del domino" # Analista" # Progettista " # Programmatore " # Utente finale" # Manutentore" 16

9 Esercizio" Il Comune di XYZ intende automatizzare la gestione delle informazioni relative alle contravvenzioni elevate sul suo territorio. " In particolare, intende dotare ogni vigile di un dispositivo palmare che gli consenta di comunicare al sistema informatico il veicolo a cui è stata comminata la contravvenzione, il luogo in cui è stata elevata e la natura dell$infrazione." Il sistema informatico provvederà a notificare, tramite posta ordinaria, la contravvenzione al cittadino interessato." Il Comune bandisce una gara per la realizzazione e manutenzione del sistema, che viene vinta dalla Ditta ABC." Quali sono gli attori coinvolti in questa applicazione SW?! 17 Soluzione esercizio" Committente: Comune di XYZ" Esperto del domino: funzionario del Comune, o altro professionista designato, esperto del Codice della Strada" Utenti finali: vigili" Progettista " Analista" Programmatore" Manutentore" Personale " della " ditta ABC" 18

10 Introduzione all$ingegneria del software" L1.2" # Software" # Contesto organizzativo" # Il processo del software! # Qualità" # Modularizzazione " # Principi di base dell$orientazione agli oggetti" 19 Cos$è" Una visione generica di processo" # una serie di passi predicibili, una road map che aiuta nel creare risultati di elevata qualità e nei tempi attesi. " # questa road map è il software process " Chi lo fa" # software engineers e managers (adattamento alle esigenze del progetto)" # committente (definizione, costruzione e testing)" Perchè è importante" # fornisce: stabilità, controllo, organizzazione" # agile solo attività, controlli e documentazione appropriate" Quali sono i passi" # dipendono dal progetto" Quale è il risultato finale" # programmi, documenti e dati" 20

11 Software engineering definizioni" [Bauer %69] L$utilizzo e l$applicazione di sound engineering principles per ottenere, in maniera economicamente vantaggiosa, software affidabile ed efficiente, eseguibile su macchine reali." [IEEE %93] (1) l$applicazione di un approccio sistematico, disciplinato e quantificabile per lo sviluppo, l$operazione e la manutenzione del software. (2) lo studio degli approcci in (1)." sistamaticità e disciplina sono concetti che devono beneficiare di adattabilità e agilità! 21 Il concetto di processo di sviluppo" -#tiene insieme i livelli tecnologici " -#consente lo sviluppo razionale del sw entro i tempi previsti" -#definisce un framework per fornire sw engineering technologies" Supporto automatizzato, in tutto o in parte, ai metodi e processo" tools! Process model! Methods! a quality focus! Fasi tecniche relative alla costruzione del sw:" requirement analysis,design modeling, program construction, testing, support." organizzazione dedicata alla qualità" 22

12 Il concetto di process framework " 0. Software process" 0.1. Process framework" Umbrella activities" Framework activity" " Software engineering action" "... "" " k Software engineering action" Framework activity" " Software engineering action"..."..." n Framework activity" Attività trasversali applicabili durante tutta la durata del processo" set di task che producono un sw engineering work product (e.g. design)" (small number) applicabili a tutti i proggetti software indipendentemente dalla loro dimensione e complessità" 23 Process framework generico" Applicabile alla maggior parte dei progetti ed utile per descrivere la maggior parte dei modelli di processo" Umbrella activities" # software project tracking and control" # Risk management" # Software quality assurance" # Formal technical reviews" # Measurement" # Software configuration management" # Reusability management" # Work product preparation and production" 24

13 Communication" Framework activities" # Comunicazione e collaborazione con il cliente" Planning" # Descrive le operazioni che devono essere svolte, i rischi, le risorse, i prodotti, la pianificazione" Modeling" # Creazione di modelli x la comprensione dei requisiti sw e progettuali" Construction" # Generazione codice e testing" Deployment" # Distribuzione del sw" Umbrella activities" # software project tracking and control" # Risk management" # Software quality assurance" # Formal technical reviews" # Measurement" # Software configuration management" # Reusability management" # Work product preparation and production" 25 Umbrella activities" Software project tracking and control" # individuare possibili fattori antagonisti " # agire per mantenere lo schedule" Risk management" # individuare ed analizzare rischi che possono avere effetti negativi sul prodotto finale e/o sulla sua qualità" Software quality assurance" # definisce e conduce attività per assicurare la qualità del prodotto" Formal technical reviews" # revisione dei work products per individuare e rimuovere errori prima di che essi vengano propagati sulla successiva action o activity" Umbrella activities" # software project tracking and control" # Risk management" # Software quality assurance" # Formal technical reviews" # Measurement" # Software configuration management" # Reusability management" # Work product preparation and production" 26

14 Measurement" Umbrella activities" # raccoglie misure sul processo, sul progetto e sui prodotti" # misure utili per garantire che i requisiti siano soddisfatti" Software configuration management" # gestisce eventuali cambiamenti (nel processo) in corso d$opera" Reusability management" # definisce criteri per ottenere work product riutilizzabili" # inizia meccanismi per realizzare componenti riutilizzabili" Work product preparation and production" # attività per creare i work product documentali (modelli, documenti, log, form, list)" Umbrella activities" # software project tracking and control" # Risk management" # Software quality assurance" # Formal technical reviews" # Measurement" # Software configuration management" # Reusability management" # Work product preparation and production" 27 Software engineering actions" Communication" Planning" Modeling" Construction" Deployment" Studio di fattibilità e raccolta dei requisiti" Analisi dei requisiti" Progettazione e realizzazione" Verifica" Manutenzione" Ciclo di vita del software" 28

15 Software engineering tasks" 1.# Studio di fattibilità e raccolta dei requisiti" # valutare costi e benefici" # pianificare le attività e le risorse del progetto" # individuare l'ambiente di programmazione (hardware/software)" # raccogliere i requisiti" 2.# Analisi dei requisiti" # si occupa del cosa l$applicazione dovrà realizzare" # descrivere il dominio dell$applicazione e specificare le funzioni delle varie componenti: lo schema concettuale" 3.# Progetto e realizzazione" # si occupa del come l$applicazione dovrà realizzare le sue funzioni" # definire l'architettura del programma" # scegliere le strutture di rappresentazione " # scrivere il codice del programma e produrre la documentazione" 29 Ciclo di vita del software" 1.# Studio di fattibilità" 2.# Analisi dei requisiti" 3.# Progetto e realizzazione" 4.# Verifica" # Il programma svolge correttamente, completamente, efficientemente il compito per cui è stato sviluppato?" 5.# Manutenzione" # Controllo del programma durante l'esercizio" # Correzione e aggiornamento del programma" " " " "" 30

16 Personal Software Process (PSP)" Recommends five framework activities:" # Planning" # High-level design" # High-level design review" # Development" # Postmortem" stresses the need for each software engineer to identify errors early and as important, to understand the types of errors! These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001, Team Software Process (TSP)" Each project is launched using a script that defines the tasks to be accomplished" Teams are self-directed" Measurement is encouraged" Measures are analyzed with the intent of improving the team process" These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001,

17 The Primary Goal of Any Software Process: High Quality" Remember:" High quality = project timeliness" Why?" Less rework!" These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001, Come organizzare, ossia quale deve essere la sequenza con cui vengono eseguite le framework activities, sw engineerig actions and tasks"?" 34

18 (prescriptive) Process models" Cos$è" # definiscono un set di attività, azioni, task, milestone e work product necessari a produrre high quality software" # Definisco la sequenza con cui vengono svolte le framework activities e le software engineering actions" Chi lo fa" # software engineers e managers (adattamento alle esigenze del progetto)" # committente" Perchè è importante" # fornisce: stabilità, controllo, organizzazione" # modelli prescrittivi sono rigorosi...ma vanno sempre adattati" Quali sono i passi" # un insieme di attività organizzate un un process flow che può essere lineare, incrementale, evolutivo" Quale è il risultato" # programmi, documenti e dati" 35 Modelli di processo Prescrittivi" Lineari" # the waterfall model" # the incremental model & RAD model" Evolutivi" # the prototype model" # the spiral model" The unified process" Ci dicono come vengono organizzate le fasi del processo/ciclo di vita " 36

19 The Waterfall Model" Communication project initiation requirement gathering Planning estimating scheduling tracking Modeling analysis design Construction code test Deployment delivery support feedback These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001, The Incremental Model" increment # n Co m m u n i c a t i o n P l a n n i n g M o d e l i n g analysis design Co n s t ru c t i o n code test De p l o y m e n t d e l i v e ry fe e d b a c k increment # 2 delivery of nth increment Co m m u n i c a t i o n P l a n n i n g increment # 1 M o d e l i n g analysis design Co n s t ru c t i o n code test De p l o y m e n t d e l i v e ry fe e d b a c k delivery of 2nd increment Co m m u n i c a t i o n P l a n n i n g M o d e l i n g analysis design Co n s t ru c t i o n code test De p l o y m e n t d e l i v e ry fe e d b a c k delivery of 1st increment project calendar time These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001,

20 The RAD Model" Team # n Mo d e lin g business modeling data modeling process modeling Com munication Team # 2 Mo d el i ng business modeling data modeling process modeling Co n st ru ct io n component reuse automatic code generation testing P lan n in g Team # 1 M ode lin g business modeling data modeling process modeling Co nstructi o n component reuse automatic code generation testing De ploym e n t integration delivery feedback Con stru ction component reuse automatic code generation testing days These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001, Evolutionary Models: Prototyping" Com munication Q u ick p lan Mo d e lin g Quick desig n Deployment De live ry & Fe e dback Con stru ction of prototype These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001,

21 Evolutionary Models: The Spiral" communication planning estimation scheduling risk analysis start modeling analysis design deployment delivery feedback construction code test These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001, Still Other Process Models" Component based development" # the process to apply when reuse is a development objective" Formal methods" # emphasizes the mathematical specification of requirements" AOSD" # provides a process and methodological approach for defining, specifying, designing, and constructing aspects" Unified Process" # a use-case driven, architecture-centric, iterative and incremental software process closely aligned with the Unified Modeling Language (UML)" These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001,

22 The Unified Process (UP)! Riconosce l$importanza della comunicazione con il cliente e dell$adozione di metodi lineari per descrivere il punto di vista del cliente nei confronti del sistema (es. use case)" Pone l$accento sul ruolo dell$architettura del software:" # Comprensibilità" # Adattabilità a successive modifiche" # Riuso" Suggerisce un flusso iterativo e incrementale, con un andamento evolutivo fondamentale per le moderne attività di sviluppo software" I methods su cui si basa il UP sono UML e OOP! tools! UML, OOP,! The unified process! a quality focus! 43 The Unified Process (UP)" Elabor elaboration" ation inception" Incep tion inception" constr uction Release software increment tr ansition prod uction These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001,

23 Le fasi del processo unificato" Si passa da una fase all$altra solo se lo stato di avanzamento è sufficiente e l$analisi dei rischi è soddisfacente." Inception (Comunication and planning)! # Use case" # Architettura grezza " # Identificazione di risorse, rischi, schedule " Elaboration (Comunicazione, pianificazione e modellazione)! # Espanzione use case, architettura" # Realizzazione di 5 viste distinte: use case, modello analitico, modello di progettazione, modello implementativo e modello di deployment" # (optional) prototipo eseguibile" Construction! Transition! # Distribuzione versione beta," # Monitoraggio" # Preparazione supporto (manuali)" 45 UP Phases" Workflows UP Phases Inception Elaboration Construction Transition Production Requirements Analysis Design Implementation Test Support Iterations #1 #2 #n-1 #n These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001,

24 UP Work Products" Inception phase Vision document Initial use-case model Initial project glossary Initial business case Initial risk assessment. Project plan, phases and iterations. Business model, if necessary. One or more prototypes Inceptio n Elaboration phase Use-case model Supplementary requirements including non-functional Analysis model Software architecture Description. Executable architectural prototype. Preliminary design model Revised risk list Project plan including iteration plan adapted workflows milestones technical work products Preliminary user manual Construction phase Design model Software components Integrated software increment Test plan and procedure Test cases Support documentation user manuals installation manuals description of current increment Transition phase Delivered software increment Beta test reports General user feedback These courseware materials are to be used in conjunction with Software Engineering: A Practitioner s Approach, 6/e and are provided with permission by R.S. Pressman & Associates, Inc., copyright 1996, 2001,

Modelli di Processo. www.vincenzocalabro.it

Modelli di Processo. www.vincenzocalabro.it Modelli di Processo Il Modello del Processo Il modello del processo stabilisce i principi di base su cui si fonda lo sviluppo del software (e a cui è dovuto il successo o l insuccesso) Non esiste un unico

Dettagli

Ingegneria del Software. Processi di Sviluppo

Ingegneria del Software. Processi di Sviluppo Ingegneria del Software Processi di Sviluppo Ingegneria del Software: Tecnologia Stratificata tools metodi processi Focus sulla qualità Ingegneria del Software: Tecnologia Stratificata (2) Qualità Elemento

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi metodologie a.a. 2003-2004 1 metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi più formalmente: un processo da seguire documenti o altri elaborati da produrre usando linguaggi più o

Dettagli

Progettazione del Software. Emiliano Casalicchio. Dipartimento di Informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Sede di Rieti

Progettazione del Software. Emiliano Casalicchio. Dipartimento di Informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Sede di Rieti Progettazione del Software L3.1 Emiliano Casalicchio Dipartimento di Informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Sede di Rieti http://www.ce.uniroma2.it/courses/psw (Basato su materiale didattico

Dettagli

Ciclo di vita del progetto

Ciclo di vita del progetto IT Project Management Lezione 2 Ciclo di vita del progetto Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Ciclo di vita del progetto Il ciclo di vita del progetto definisce le fasi che collegano l inizio e la fine del

Dettagli

Il modello RAD 1. Rapid Application Development punta a un ciclo di sviluppo molto breve

Il modello RAD 1. Rapid Application Development punta a un ciclo di sviluppo molto breve Il modello RAD 1 Rapid Application Development punta a un ciclo di sviluppo molto breve adattamento del modello a cascata in cui l obiettivo di uno sviluppo rapido è raggiunto grazie a strategie costruttive

Dettagli

Ciclo di Vita Evolutivo

Ciclo di Vita Evolutivo Ciclo di Vita Evolutivo Prof.ssa Enrica Gentile a.a. 2011-2012 Modello del ciclo di vita Stabiliti gli obiettivi ed i requisiti Si procede: All analisi del sistema nella sua interezza Alla progettazione

Dettagli

UML e (R)UP (an overview)

UML e (R)UP (an overview) Lo sviluppo di sistemi OO UML e (R)UP (an overview) http://www.rational.com http://www.omg.org 1 Riassumento UML E un insieme di notazioni diagrammatiche che, utilizzate congiuntamente, consentono di descrivere/modellare

Dettagli

13. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo

13. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo 13. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo come posso procedere nello sviluppo? Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 13. Ciclo di Vita e Processi

Dettagli

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U.

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Università degli studi dell Aquila Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Ing. Gaetanino Paolone (gaetanino.paolone@univaq.it) Prof. Dr. Luciano Fratocchi (luciano.fratocchi@univaq.it) Contenuti (2 ore)

Dettagli

Ciclo di vita del software

Ciclo di vita del software Ciclo di vita del software Nel corso degli anni, nel passaggio dalla visione artigianale alla visione industriale del software, si è compreso che il processo andava formalizzato attraverso: un insieme

Dettagli

2. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo

2. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo 2. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo come posso procedere nello sviluppo? Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 2. Ciclo di Vita e Processi di

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA;PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE;IMPIANTISTICA Processo Lavorazioni aeronautiche

Dettagli

Progetto software 2008/2009. Docente Marianna Nicolosi Asmundo

Progetto software 2008/2009. Docente Marianna Nicolosi Asmundo Progetto software 2008/2009 Docente Marianna Nicolosi Asmundo Obiettivi del corso Coinvolgervi nello sviluppo di un progetto software in cui mettere a frutto le conoscenze che avete acquisito durante i

Dettagli

Metodologie di progettazione

Metodologie di progettazione Metodologie di progettazione 1 Metodologie di progettazione Una procedura per progettare un sistema Il flusso di progettazione può essere parzialmente o totalmente automatizzato. Un insieme di tool possono

Dettagli

Software Embedded Integration Testing. Ing. Matteo Maglio Milano, 17 Febbraio 2011

Software Embedded Integration Testing. Ing. Matteo Maglio Milano, 17 Febbraio 2011 Software Embedded Integration Testing Ing. Matteo Maglio Milano, 17 Febbraio 2011 Chi siamo Skytechnology è una società di ingegneria che opera nell area dei sistemi embedded aiutando i propri Clienti

Dettagli

Introduzione. Il software e l ingegneria del software. Marina Mongiello Ingegneria del software 1

Introduzione. Il software e l ingegneria del software. Marina Mongiello Ingegneria del software 1 Introduzione Il software e l ingegneria del software Marina Mongiello Ingegneria del software 1 Sommario Il software L ingegneria del software Fasi del ciclo di vita del software Pianificazione di sistema

Dettagli

1. L Ingegneria del Software

1. L Ingegneria del Software 1. L Ingegneria del Software Obiettivi della lezione: Definire cosa si intende per Ingegneria del Software Discutere i concetti di prodotto software e di processo software Spiegare il concetto di visibilità

Dettagli

Università degli Studi di Milano 16 gennaio 2007. Dipartimento Informatica e Comunicazione aula Beta

Università degli Studi di Milano 16 gennaio 2007. Dipartimento Informatica e Comunicazione aula Beta Università degli Studi di Milano 16 gennaio 2007 Dipartimento Informatica e Comunicazione aula Beta DICo: seminario 16/01/07 Reply Reply è una società di Consulenza, System Integration, Application Management

Dettagli

Processo parte III. Modello Code and fix. Modello a cascata. Modello a cascata (waterfall) Leggere Sez. 7.4 Ghezzi et al.

Processo parte III. Modello Code and fix. Modello a cascata. Modello a cascata (waterfall) Leggere Sez. 7.4 Ghezzi et al. Modello Code and fix Processo parte III Leggere Sez. 7.4 Ghezzi et al. Modello iniziale Iterazione di due passi scrittura del codice correzione degli errori Problemi: dopo una serie di cambiamenti, la

Dettagli

PIANIFICAZIONE DI PROGETTO DI SISTEMI INFORMATIVI

PIANIFICAZIONE DI PROGETTO DI SISTEMI INFORMATIVI PIANIFICAZIONE DI PROGETTO DI SISTEMI INFORMATIVI OBIETTIVI 1. Descrivere approcci e attività tipiche per pianificare e impostare il progetto di un S.I. 2. Identificare problemi chiave 3. Illustrare alcuni

Dettagli

SCD IS. Processi software. Processi Software. UniPD - 2009 - Ingegneria del Software mod. A 1. Definizioni. Modelli di ciclo di vita

SCD IS. Processi software. Processi Software. UniPD - 2009 - Ingegneria del Software mod. A 1. Definizioni. Modelli di ciclo di vita Processi software Anno accademico 2009/10 Ingegneria del mod. A Tullio Vardanega, tullio.vardanega@math.unipd.it SCD IS Definizioni Ciclo di vita Copre l evoluzione di un prodotto dal concepimento al ritiro

Dettagli

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Paolo Salvaneschi 1 Obiettivi Scopi del corso: - Fornire gli elementi di base della disciplina,

Dettagli

Lezione 2 Ciclo di Vita e ProcessiSoftware

Lezione 2 Ciclo di Vita e ProcessiSoftware Lezione 2 Ciclo di Vita e ProcessiSoftware Ingegneria del Software 2 CVS e Processi Software 1 Riferimenti bibliografici I. Sommerville Ingegneria del Software 8a edizione Cap.4 R. Pressman- Principi di

Dettagli

Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate

Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate Mystic Pizza Gestione Pizzeria Scheda di Progetto Version 1.0 Data 19/03/2007 Indice degli argomenti 1. Introduzione 3 a. Scenario

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Classificazione Nuovo Esame PMP

Classificazione Nuovo Esame PMP Notizie sul nuovo esame PMP a partire dal Agosto 0 Classificazione Nuovo Esame PMP Questo è il link al documento del PMI: Crosswalk Between Current and New PMP Classifications del PMI Di seguito trovi

Dettagli

Concetti di base di ingegneria del software

Concetti di base di ingegneria del software Concetti di base di ingegneria del software [Dalle dispense del corso «Ingegneria del software» del prof. A. Furfaro (UNICAL)] Principali qualità del software Correttezza Affidabilità Robustezza Efficienza

Dettagli

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale 18 aprile 2012 Il punto di vista dell OEM sulla norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale dei veicoli: la sfida dell integrazione nei processi aziendali Marco Bellotti Functional Safety Manager Contenuti

Dettagli

Gestione delle configurazioni software

Gestione delle configurazioni software Gestione delle configurazioni software Attività ausiliaria che abbraccia tutto il processo software. Un cambiamento può avvenire in qualunque momento. Le attività di SCM hanno lo scopo di: 1. Riconoscere

Dettagli

Valorizzazione della professionalità di SW Quality Assurance

Valorizzazione della professionalità di SW Quality Assurance Valorizzazione della professionalità di SW Quality Assurance 17 Esther BEVERE Miriam MERENDA ALTEN Italia Agenda Rilevanza della Professionalità del Software Tester Professionalità nel Testing Percorsi

Dettagli

4.1 Che cos è l ideazione

4.1 Che cos è l ideazione Luca Cabibbo Analisi e Progettazione del Software Ideazione (non è la fase dei requisiti) Capitolo 4 marzo 2013 Il meglio è nemico del bene. Voltaire 1 *** AVVERTENZA *** I lucidi messi a disposizione

Dettagli

ESI International. Project Management & Business Analysis Solutions. www.esi-italy.it

ESI International. Project Management & Business Analysis Solutions. www.esi-italy.it ESI International Project Management & Business Analysis Solutions www.esi-italy.it Chi siamo Leader globali nei servizi di PERFORMANCE IMPROVEMENT in: Project Management Business Analysis Agile Project

Dettagli

Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Corso di Ingegneria del software A. A. 2004-2005. Marina Mongiello

Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Corso di Ingegneria del software A. A. 2004-2005. Marina Mongiello Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del A. A. 2004-2005 1 La progettazione È applicata indipendentemente dal modello di processo utilizzato. Parte dal punto in cui sono

Dettagli

Indice. Prefazione all edizione italiana

Indice. Prefazione all edizione italiana Indice Prefazione all edizione italiana XV Capitolo 1 Il software e l ingegneria del software 1 1.1 L evoluzione del ruolo del software 3 1.2 Il software 5 1.3 La natura mutevole del software 8 1.4 Il

Dettagli

Osservatorio P 3 MO. Il PMO come strumento di diffusione ed enforcement della cultura di Project Management

Osservatorio P 3 MO. Il PMO come strumento di diffusione ed enforcement della cultura di Project Management 10-dic-2008 Osservatorio P 3 MO Il PMO come strumento di diffusione ed enforcement della cultura di Project Management Oscar Pepino Consigliere Esecutivo Reply S.p.A. 2 Sommario Gruppo Reply - scenario

Dettagli

Stima dell'effort. IT Project Management. Lezione 6 Stima dell effort Federica Spiga. Monitoring del progetto (Earned Value)

Stima dell'effort. IT Project Management. Lezione 6 Stima dell effort Federica Spiga. Monitoring del progetto (Earned Value) IT Project Management Lezione 6 Stima dell effort Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Check list del PM Identificare i requisiti del cliente Monitoring del progetto (Earned Value) Identificare i deliverable

Dettagli

Giuseppe Santucci. Qualità nella Produzione del Software. 02- Il sistema assicurazione qualità (SQAS: Sofware Quality Assurance System)

Giuseppe Santucci. Qualità nella Produzione del Software. 02- Il sistema assicurazione qualità (SQAS: Sofware Quality Assurance System) Giuseppe Santucci Qualità nella Produzione del Software 02- Il sistema assicurazione qualità (SQAS: Sofware Quality Assurance System) 02SQAS.1 Peculiarità del SW XXX warrants that the media (!) on which

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

La gestione manageriale dei progetti

La gestione manageriale dei progetti PROGETTAZIONE Pianificazione, programmazione temporale, gestione delle risorse umane: l organizzazione generale del progetto Dimitri Grigoriadis La gestione manageriale dei progetti Per organizzare il

Dettagli

Ciclo di vita dimensionale

Ciclo di vita dimensionale aprile 2012 1 Il ciclo di vita dimensionale Business Dimensional Lifecycle, chiamato anche Kimball Lifecycle descrive il framework complessivo che lega le diverse attività dello sviluppo di un sistema

Dettagli

Gestione di progetto: pianificazione. Introduzione: dove siamo? Introduzione: pianificazione. Simona Bernardi

Gestione di progetto: pianificazione. Introduzione: dove siamo? Introduzione: pianificazione. Simona Bernardi Gestione di progetto: pianificazione Simona Bernardi Corso di Ingegneria del Software 04/ 05 Prof.Susanna Donatelli Introduzione: dove siamo? Gestione di progetto: Pianificazione Monitoraggio e controllo

Dettagli

Redazione e Presentazione di Progetti Informatici

Redazione e Presentazione di Progetti Informatici Redazione e Presentazione di Progetti Informatici Corso di Laurea in Informatica Massimo Ruffolo E-mail: ruffolo@icar.cnr.it Web: http://www.icar.cnr.it/ruffolo Istituto di CAlcolo e Reti ad alte prestazioni

Dettagli

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Unified Process Prof. Agostino Poggi Unified Process Unified Software Development Process (USDP), comunemente chiamato

Dettagli

PROGETTO SOCIALE D INIZIATIVA WIN (WELLFARE DI INIZIATIVA).

PROGETTO SOCIALE D INIZIATIVA WIN (WELLFARE DI INIZIATIVA). PROGETTO SOCIALE D INIZIATIVA WIN (WELLFARE DI INIZIATIVA). Ing Paolo Neri 4 Settembre 2014 Associazione Vecchie e Nuove Povertà Empoli IL «PROGETTO SOCIALE D INIZIATIVA» Missione: favorire l uscita dal

Dettagli

Il Processo di Testing

Il Processo di Testing Il Processo di Testing I deliverable del processo di testing Il testing è un processo; L'esigenza di definire modelli di riferimento a partire dai quali istanziare tali processi; Un modo per fissare riferimenti

Dettagli

Fattori critici di successo

Fattori critici di successo CSF e KPI Fattori critici di successo Critical Success Factor (CSF) Definiscono le azioni o gli elementi più importanti per controllare i processi IT Linee guida orientate alla gestione del processo Devono

Dettagli

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale La Sicurezza Funzionale del Software Prof. Riccardo Sisto Ordinario di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Dipartimento di Automatica e Informatica Sicurezza Funzionale del Vari Aspetti Sicurezza

Dettagli

Processi per lo sviluppo rapido del software

Processi per lo sviluppo rapido del software Lezione 3 Processi per lo sviluppo rapido del software Sviluppo Rapido del Software Slide 1 Riferimenti bibliografici I. Sommerville Ingegneria del Software 8a edizione Cap.17 R. Pressman- Principi di

Dettagli

Finalità del ciclo di vita nel System Engineering

Finalità del ciclo di vita nel System Engineering Fasi del ciclo di vita overview Finalità del ciclo di vita nel System Engineering Modularità Individuazione più agevole delle componenti riutilizzabili Ciclo di vita Esaustività Certezza di coprire tutte

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

simplesoad SOA/BPO ARCHITECT

simplesoad SOA/BPO ARCHITECT SIMPLE ENGINEERING simplesoad SOA/BPO ARCHITECT TRAINING CYCLE SHEET SIMPLESOAD_SA_COURSE_SHEET_IT_2007032701 SIMPLE ENGINEERING 2007 - ALL RIGHTS RESERVED. SIMPLE ENGINEERING IS AN INDEPENDENT EUROPEAN

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

3. SOFTWARE MANAGEMENT

3. SOFTWARE MANAGEMENT 3. SOFTWARE MANAGEMENT Introdurre caratteristiche e problematiche della direzione di progetto software (software management) Discutere la pianificazione di un progetto e la temporizzazione (scheduling)

Dettagli

IL PROCESSO DI FABBRICAZIONE (sviluppo nuovo prodotto)

IL PROCESSO DI FABBRICAZIONE (sviluppo nuovo prodotto) CORSO DI Gestione aziendale Facoltà di Ingegneria IL PROCESSO DI FABBRICAZIONE (sviluppo nuovo prodotto) Carlo Noè Università Carlo Cattaneo Istituto di Tecnologie e-mail: cnoe@liuc.it 1 Il processo di

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 INFORMATICA Processo Sviluppo e gestione di prodotti e servizi informatici Sequenza di processo Analisi

Dettagli

Introduzione alla progettazione del software

Introduzione alla progettazione del software Laurea in Ingegneria Gestionale Progettazione del Software Anno Accademico 2003/04 G. De Giacomo & M.Scannapieco Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Introduzione alla

Dettagli

Insegnamento di Gestione e Organizzazione dei Progetti A.A. 2008/9

Insegnamento di Gestione e Organizzazione dei Progetti A.A. 2008/9 Insegnamento di Gestione e Organizzazione dei Progetti A.A. 2008/9 Lezione 15: P.M.: metodologie di progetto Prof.ssa R. Folgieri email: folgieri@dico.unimi.it folgieri@mtcube.com 1 Modelli di conduzione

Dettagli

02: Project Management

02: Project Management 02: Project Management Le tre P del project management Persone motivate / esperte SEI PM-CMM (People Management Capability Maturity Model) assunzione / selezione addestramento / cultura di gruppo stipendio

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT DI ELEVATA PROFESSIONALITÀ

PROJECT MANAGEMENT SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT DI ELEVATA PROFESSIONALITÀ PROJECT MANAGEMENT SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT DI ELEVATA PROFESSIONALITÀ SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT CENTRATE I VOSTRI OBIETTIVI LA MISSIONE In qualità di clienti Rockwell Automation, potete contare

Dettagli

Il controllo di qualità nei progetti informatici

Il controllo di qualità nei progetti informatici Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Ingegneria del Software Il controllo di qualità nei progetti informatici Giulio Destri Ing. del Sw: Qualità

Dettagli

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it IS Governance Francesco Clabot Consulenza di processo francesco.clabot@netcom-srl.it 1 Fondamenti di ISO 20000 per la Gestione dei Servizi Informatici - La Norma - 2 Introduzione Che cosa è una norma?

Dettagli

Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite. Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica.

Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite. Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica. Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica.it Agile Group Agile Group, gruppo di ricerca su Ingegneria del SW,

Dettagli

Considera tutti i requisiti funzionali (use cases) NON deve necessariamente modellare i requisiti non funzionali

Considera tutti i requisiti funzionali (use cases) NON deve necessariamente modellare i requisiti non funzionali Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Progettazione OO E. TINELLI Punto di Partenza Il modello di analisi E una rappresentazione minima del

Dettagli

Gestione dei Progetti (2005-2006)

Gestione dei Progetti (2005-2006) Gestione dei Progetti (2005-2006) Alessandro Agnetis DII Università di Siena (Alcune delle illustrazioni contenute nella presentazione sono tratte da PMBOK, a guide to the Project Management Body of Knowledge,

Dettagli

Elenco dei manuali. Elenco dei manuali dell'utente di MEGA

Elenco dei manuali. Elenco dei manuali dell'utente di MEGA Elenco dei manuali Elenco dei manuali dell'utente di MEGA MEGA 2009 SP5 R7 1ª edizione (luglio 2012) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono

Dettagli

Giuseppe Santucci. Qualità nella Produzione del Software

Giuseppe Santucci. Qualità nella Produzione del Software Giuseppe Santucci Qualità nella Produzione del Software 03 Revisione del contratto (Contract review) & Piani di sviluppo e qualità (Development and quality plans) 03CR&DQP.1 Contract review? Una cattiva

Dettagli

Lezione 1 Ingegneria del Software II- Introduzione e Motivazione. Ingegneria del Software 2 Introduzione e Richiami 1

Lezione 1 Ingegneria del Software II- Introduzione e Motivazione. Ingegneria del Software 2 Introduzione e Richiami 1 Lezione 1 Ingegneria del Software II- Introduzione e Motivazione Ingegneria del Software 2 Introduzione e Richiami 1 Riferimenti bibliografici I. Sommerville Ingegneria del Software 8a edizione Cap.1 R.

Dettagli

Il linguaggio per la moderna progettazione dei processi aziendali

Il linguaggio per la moderna progettazione dei processi aziendali Il linguaggio per la moderna progettazione dei processi aziendali Organizzare un azienda sotto il profilo dei processi è oramai diventata una disciplina a cavallo tra la competenza aziendalistica ed informatica.

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

Obiettivi della Lezione. Project Management. Software Project Management. Che cos è un progetto

Obiettivi della Lezione. Project Management. Software Project Management. Che cos è un progetto Project Management Dott. Andrea F. Abate e-mail: abate@unisa.it Web: http://www.dmi.unisa.it/people/abate Gestione di Progetti Software: Pianificazione delle attività e rappresentazioni grafiche Obiettivi

Dettagli

IL MODELLO SCOR. Agenda. La Supply Chain Il Modello SCOR SCOR project roadmap. Prof. Giovanni Perrone Ing. Lorena Scarpulla. Engineering.

IL MODELLO SCOR. Agenda. La Supply Chain Il Modello SCOR SCOR project roadmap. Prof. Giovanni Perrone Ing. Lorena Scarpulla. Engineering. Production Engineering Research WorkGROUP IL MODELLO SCOR Prof. Giovanni Perrone Ing. Lorena Scarpulla Dipartimento di Tecnologia Meccanica, Produzione e Ingegneria Gestionale Università di Palermo Agenda

Dettagli

Miglioramento del Processo Produttivo in un azienda di Superconduttori

Miglioramento del Processo Produttivo in un azienda di Superconduttori FACOLTÀ DI INGEGNERIA RELAZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE Miglioramento del Processo Produttivo in un azienda di Superconduttori RELATORI IL CANDIDATO Prof.

Dettagli

ESPERIENZE DI ESECUZIONE DI GAP ANALYSIS E RELATIVI PIANI DI ADEGUAMENTO ALLA ISO 26262 9 Automotive Software Workshop. Ernesto Viale 1 Dicembre 2011

ESPERIENZE DI ESECUZIONE DI GAP ANALYSIS E RELATIVI PIANI DI ADEGUAMENTO ALLA ISO 26262 9 Automotive Software Workshop. Ernesto Viale 1 Dicembre 2011 ESPERIENZE DI ESECUZIONE DI GAP ANALYSIS E RELATIVI PIANI DI ADEGUAMENTO ALLA ISO 26262 9 Automotive Software Workshop Ernesto Viale 1 Dicembre 2011 Skytechnology srl Skytechnology è una società di ingegneria,

Dettagli

Monitoraggio e gestione dell IDoc per i sistemi SAP

Monitoraggio e gestione dell IDoc per i sistemi SAP Libelle EDIMON Monitoraggio e gestione dell IDoc per i sistemi SAP Versione documento: 3.0 Un operazione IDoc correttamente funzionante e senza interruzioni è una parte essenziale dell esecuzione dei processi

Dettagli

UniRoma2 - Ingegneria del Software 1 1

UniRoma2 - Ingegneria del Software 1 1 Object Oriented Analysis - OOA La fase di OOA definisce, secondo un approccio ad oggetti, COSA un prodotto software deve fare (mentre la fase di OOD definisce, sempre secondo un approccio ad oggetti, COME

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Che cos è un prototipo? Prototipazione. Perchè creare prototipi? Insidie. I processi corrono in parallelo

Che cos è un prototipo? Prototipazione. Perchè creare prototipi? Insidie. I processi corrono in parallelo Che cos è un? Prototipazione Un modello approssimato o parziale del sistema che vogliamo sviluppare che simula o esegue alcune funzioni del sistema finale, realizzato allo scopo di valutarne le caratteristiche

Dettagli

IL PERFORMANCE MANAGEMENT

IL PERFORMANCE MANAGEMENT IT PROFESSIONAL SERVICES UNA SOLUZIONE PER IL PERFORMANCE MANAGEMENT for Enterprise Gestire il portfolio applicativo monitorando qualità, produttività e costi dello sviluppo applicativo Overview ARGOMENTI:

Dettagli

Sistemi di BPM su Cloud per la flessibilità delle PMI

Sistemi di BPM su Cloud per la flessibilità delle PMI Sistemi di BPM su Cloud per la flessibilità delle PMI Marco Brambilla, WebRatio e Politecnico di Milano ComoNEXT Lomazzo, 14 Novembre 2012 Dall esigenza Flessibilità del business Risposta immediata ai

Dettagli

Ingegneria del Software I Prova parziale del 27/4/2015 - ESERCIZI

Ingegneria del Software I Prova parziale del 27/4/2015 - ESERCIZI Cognome Nome Matricola Ingegneria del Software I Prova parziale del 27/4/2015 - ESERCIZI Durata: 1h 15' Esercizio 1 (6 pt.). Si supponga di dover implementare un sistema di lettura ed elaborazione automatica

Dettagli

Modellazione di sistema

Modellazione di sistema Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Modellazione di sistema E. TINELLI Contenuti Approcci di analisi Linguaggi di specifica Modelli di

Dettagli

Quality gate. Sono eventi programmati regolarmente e condotti seguendo una procedura standard

Quality gate. Sono eventi programmati regolarmente e condotti seguendo una procedura standard Quality gate Nei punti chiave del processo di sviluppo del software, viene integrato un insieme di quality gate per monitorare la qualità del prodotto intermedio prima che quest ultimo possa passare al

Dettagli

Pianificazione e gestione di progetto. Adozione di tecniche e metodologie usate anche in settori diversi dalla progettazione sw

Pianificazione e gestione di progetto. Adozione di tecniche e metodologie usate anche in settori diversi dalla progettazione sw Pianificazione e gestione di progetto Responsabile di progetto: attività 1) Pianificazione 2) Organizzazione 3) Gestione del personale (staffing) 4) Direzione 5) Controllo Adozione di tecniche e metodologie

Dettagli

Gestione Requisiti. Ingegneria dei Requisiti. Requisito. Tipi di Requisiti e Relativi Documenti. La gestione requisiti consiste in

Gestione Requisiti. Ingegneria dei Requisiti. Requisito. Tipi di Requisiti e Relativi Documenti. La gestione requisiti consiste in Ingegneria dei Requisiti Il processo che stabilisce i servizi che il cliente richiede I requisiti sono la descrizione dei servizi del sistema Funzionalità astratte che il sistema deve fornire Le proprietà

Dettagli

Elenco dei manuali. Elenco dei manuali dell'utente di MEGA

Elenco dei manuali. Elenco dei manuali dell'utente di MEGA Elenco dei manuali Elenco dei manuali dell'utente di MEGA MEGA 2009 R6 1ª edizione (Novembre 2011) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Sicurezza e Gestione delle Reti (di telecomunicazioni)

Sicurezza e Gestione delle Reti (di telecomunicazioni) Sicurezza e Gestione delle Reti (di telecomunicazioni) Tommaso Pecorella tommaso.pecorella@unifi.it Corso di Studi in Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Corso di Studi in Ingegneria Informatica

Dettagli

Ingegneria del Software

Ingegneria del Software Ingegneria del Software Processi di Sviluppo Agile Origini dello Sviluppo Agile Proposta di un gruppo di sviluppatori che rilevava una serie di criticità degli approcci convenzionali: Troppa rigidità dei

Dettagli

Software project management. www.vincenzocalabro.it

Software project management. www.vincenzocalabro.it Software project management Software project management Sono le attività necessarie per assicurare che un prodotto software sia sviluppato rispettando le scadenze fissate rispondendo a determinati standard

Dettagli

Progettazione dei Sistemi di Produzione

Progettazione dei Sistemi di Produzione Progettazione dei Sistemi di Produzione Progettazione La progettazione è un processo iterativo che permette di definire le specifiche di implementazione per passare dall idea di un sistema alla sua realizzazione

Dettagli

GESTIONE DEI PROGETTI. Inizio

GESTIONE DEI PROGETTI. Inizio GESTIONE DEI PROGETTI Problema del management Fallimento negli anni 60, inizio 70 Non tanto dovuto alla competenza Un buon management non garantisce il successo ma un cattivo management risulta spesso

Dettagli

Strumenti di modellazione. Gabriella Trucco

Strumenti di modellazione. Gabriella Trucco Strumenti di modellazione Gabriella Trucco Linguaggio di modellazione Linguaggio formale che può essere utilizzato per descrivere (modellare) un sistema Il concetto trova applicazione soprattutto nell

Dettagli

L integrazione della ISO 26262 con le metodologie Agili

L integrazione della ISO 26262 con le metodologie Agili L integrazione della ISO 26262 con le metodologie Agili 11 Workshop on Automotive Software & Systems Milano, 7 Novembre 2013 Ernesto Viale Agenda Overview AIDA Model AIDA for Agile L integrazione della

Dettagli

Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati

Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati Metodologia DB 1 Due Situazioni Estreme Realtà Descritta da un documento testuale che rappresenta un insieme di requisiti del software La maggiore

Dettagli

Visual Studio 2008: rapido, flessibile, efficiente

Visual Studio 2008: rapido, flessibile, efficiente OGGETTO: Visual Studio 2008 Gentile Cliente, Microsoft è lieta di annunciare la disponibilita di Visual Studio 2008. Microsoft Visual Studio è una famiglia di prodotti progettati per consentire agli sviluppatori

Dettagli

Design for X. Evoluzione del processo progettuale e progettazione integrata di prodotto. Contenuti. Processo di progettazione e sviluppo prodotto

Design for X. Evoluzione del processo progettuale e progettazione integrata di prodotto. Contenuti. Processo di progettazione e sviluppo prodotto Design for X Evoluzione del processo progettuale e progettazione integrata di prodotto Contenuti Processo di progettazione e sviluppo prodotto Fattori di evoluzione del processo progettuale Nuovi approcci

Dettagli