STORIA AGONISTICA DELLA CONTROVERSA A.R. 155

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STORIA AGONISTICA DELLA CONTROVERSA A.R. 155"

Transcript

1 STORIA AGONISTICA DELLA CONTROVERSA A.R. 155 Di Alberto Strada Gennaio 1992 viene presentata alla stampa specializzata ed al pubblico la 155, prima media ALFA Romeo prodotta e progettata interamente dalla FIAT da quando nel 1988 il prestigioso marchio milanese ne entrò a far parte. Il nuovo veicolo andava a sostituire la vecchia 75 (presentata nel 1985), auto che rappresentava la storia e la filosofia tecnica dell ALFA e che vendeva ancora moderatamente bene, e da questa si distaccava pesantemente per soluzioni adottate e per target commerciale. La 155 rendeva chiara la sua origine FIAT adottando molte soluzioni comuni alle altre vetture del gruppo; il pianale era quello della Tipo (comune anche alla Lancia Dedra e alla FIAT Tempra), così come le sospension i anteriori McPherson e le posteriori a bracci longitudinali, la trazione anteriore o integrale e i motori 1.9 Diesel, 2.0 Turbo 16v e 1.7 Benzina (quest ultimo omologato ma mai utilizzato sulla vettura). Dell ALFA Romeo restavano i motori 1.7, 1.8 e 2.0 Twin Spark e 2.5 V6, il sistema frenante a quattro dischi e i cambi. La linea, opera del centro stile FIAT, spigolosa e dalla bellezza forse troppo soggettiva, riprendeva e provava a modernizzare quella a cuneo della 75. Il risultato finale fu un ondata di critiche sulla linea, sull auto in genere (considerata una FIAT motorizzata ALFA) e sulla scelta della trazione anteriore per molti incompatibile con il modo di essere di un ALFA. La macchina non entusiasmava ma, moderatamente, vendeva, meno della 75 ma tanto quanto bastava per fare utili; il problema era far capire che quella cosa era un ALFA condizione indispensabile considerando che ormai era deciso che non si sarebbero più costruite ALFA a trazione posteriore. Se per alcune macchine basta la linea ed il comportamento stradale per far dire questa è una belva sportiva per la 155, che in quanto a tenuta di strada non era seconda a nessuno (come quasi tutte le FIAT), non era sufficiente; serviva qualcosa di nuovo, servivano le gare. A caratterizzare le corse dei primi anni 90 era il diminuito interesse per la sempre più noiosa e meno combattuta Formula 1 ed il ritorno della passione per le gare Turismo, ovvero con macchine derivate dalla grande produzione di serie ed in particolar modo per i modelli del segmento medio alto, molto in voga negli anni 60 e 70 ma poi gradatamente scomparse. Sarebbe stato questo il campo d azione della nuova media ALFA. I campionati turismo nel 1992 erano divisi in una miriade di campionati nazionali senza alcuna regola unitaria ma con regolamenti tecnici e sportivi diversi da nazione a nazione; per iniziare alla FIAT, che stava per smantellare la squadra rally della Lancia che tanto aveva vinto in quegli anni, l ideale era cominciare con il Superturismo ovvero con il campionato italiano organizzato dalla CSAI e promosso dalla Salerno Corse, rinato nel 1988 (anno in cui fu vinto dalla i turbo) e da allora dominato dalle invincibili BMW M3. 1

2 Il regolamento tecnico prevedeva macchine appartenenti alla categoria S1 ovvero fino a 2 litri turbo o 2.5 litri aspirato, con trazione libera ma ripresa da uno dei modelli di serie, possibilità di elaborazione della carrozzeria e spoiler in abbondanza. Nacque così la bellissima 155 GTA, che solo nel nome ricordava ben più floridi anni, talmente bella da non sembrare neanche una 155; base di partenza era la più sportiva delle 155 ovvero la Q4 a trazione integrale. Era appunto la trazione integrale uno dei pochi richiami alla macchina di serie: il 2.0 turbo 16 valvole di origine FIAT (era lo stesso motore montato con diverse potenze sulle Lancia Delta HF Integrale, Dedra HF Integrale, Thema Turbo e FIAT Croma Turbo e che in versione Gruppo A aveva vinto tanti mondiali con la Delta da rally) passava dai 193 cavalli originali ai 400 sempre a 6000 giri/minuto, i passaruota erano più larghi portando il veicolo a sfiorare il metro e 80 centimetri dal metro e 72 di origine, la sospensione posteriore era anch essa McPherson, lo spoiler anteriore non aveva nulla a che fare con il fascione originale e sopra al bagagliaio era inserito un vistoso alettone posteriore, infine gli scarichi uscivano dalle bandelle sottoporta. Il Superturismo 1992 fu una cavalcata trionfale per le 155 GTA, con Larini campione italiano e con il titolo costruttori arrivato anche grazie alle vittorie di Nannini e Tamburini. Per il 1993 le ambizioni erano tante per la rinata ALFA Corse (rivitalizzata nello storico impianto Autodelta di Settimo Milanese) ma anche il panorama internazionale era mutato; nel tentativo di dare un ordine alla miriade di serie nazionali la FIA (Federazione Internazionale dell Automobile) aveva varato due tipi di regolamenti quello per vetture D2, più simili alle vetture di serie (già adottato con successo da anni in Inghilterra) e quello per vetture D1, i mostri ipertecnologici. L ALFA che aveva già l ottima base di partenza della GTA puntò sul più prestigioso e combattuto campionato europeo, quello tedesco per vetture D1 il DTM (Deutschland Tourenwagen Meisterschaft) che estremizzava i concetti aerodinamici ma prevedeva solo motori aspirati. Nacque così la 155 V6 TI evoluzione aspirata della GTA; il motore era il V6 a 60 della 155 V6 da 163 cavalli modificato per raggiungere i 420 cavalli a giri/minuto e dotato di testata a 24 valvole. Caratteristico della vettura erano il fondo parzialmente carenato, lo spoiler anteriore molto pronunciato con funzione di air-scoop e l ala posteriore. Parallelamente al programma DTM (gestito dell ALFA Corse in prima persona) presso l Abarth di Torino si allestì in pochi mesi il programma D2 per l intero Superturismo italiano, per le gare tedesche svolte con pochi partecipanti durante le prove del DTM e per alcune gare di quello Francese e Spagnolo. La 155 D2 altro non era che la TS ribassata, priva di spoiler (il vicepresidente della FIA Ecclestone aveva dichiarato che le turismo D2 dovevano sembrare dei taxi da corsa), e dotata del 2 litri 16 valvole della GTA in versione aspirata con potenze variabili tra i 265 e i 285 cavalli a 8500 giri/minuto (fissati per regolamento); unica concessione fatta alla sportività furono gli aerodinamici specchietti retrovisori ereditati dalla GTA e dalla V6 TI. 2

3 Per entrambi i programmi sportivi non si badò a spese vennero costruiti oltre 40 unità dei costosi motori V6, almeno 10 furono le 155 V6 TI ed altrettante le TS. A scopo promozionale venne allestita anche una nuova evoluzione della splendida GTA da far correre nel CIVM (Campionato Italiano Velocità in Montagna), ovvero in salita; rispetto alla versione da pista l evoluzione disponeva di 440 cavalli a 6500 giri/minuto e gli scarichi erano posti nel posteriore. Anche il 1993 fu un anno glorioso l ALFA non solo vinse tutto ciò che poteva essere vinto ma sbaragliò le Mercedes e dominò il DTM (compreso la grande classica sul tracciato lungo del Nurburgring) con il solito Nicola Larini (altri piloti erano Nannini, Francia e Danner); vinse anche il titolo tedesco (per dire il vero poco combattuto) di classe D2 con Giudici, alcune gare francesi con Gache e Moreno ed in Italia dove la vettura fu competitiva solo dopo la terza gara mancò di un soffio il titolo con Tarquini. In montagna, tramontata l ipotesi di poter battere nella classifica assoluta i prototipi e appiedato il poco ottimista Irlando si corse per dimostrare la bontà del progetto e a scopo promozionale con piloti jolly presi dal vivaio ALFA (Larini, Nannini, Francia e la Vidali) o da altre categorie come i rally. Anche nel 1994 la FIAT (nella persona dell amministratore della gestione sportiva Giorgio Pianta) allargò i suoi investimenti sportivi con l ALFA: i programmi ufficiali erano quelli Inglesi e Tedeschi, mentre si affidavano a due squadre private le sorti del marchio nel campionato italiano e ai concessionari quelle nel campionato Spagnolo. Se sul fronte D1 non vi erano novità di rilievo e si puntò tutto sull evoluzione della V6 TI 93 (scocca ribassata, carreggiate maggiorate ed esasperazione aerodinamica) il nuovo regolamento D2 portò a riprogettare il corpo vettura della 155 TS. Per il 1994 la FIA aveva pensato di rendere più affascinanti le D2 allo scopo di contrastare le odiate D1 (odiate perché rubavano spettatori alla Formula 1) così rispetto all anno prima era possibile commercializzare una vettura dotata di spoiler anteriore e posteriore (benché rispondente a determinate misure) e quindi prepararla per la classe D2 senza dover eliminare gli spoiler. L auto che ne scaturì dalla geniale mente dell ingegner Limone era una creatura perfetta e imbattibile, degna sorella della V6 TI, simile alla versione 93 ma con gli spoiler mobili grazie alla possibilità di spostarli anche sulla vettura di serie; questa soluzione sarà combattuta dai Team rivali, costerà una squalifica, poi rientrata, ed alla fine verrà bandita dalla FIA. In Inghilterra il BTCC (British Touring Car Championship), il più prestigioso e combattuto campionato D2 del mondo, venne dominato dagli uomini Abarth di Ninni Russo (gli stessi del mondiale rally) che si appoggiavano sulla FIAT UK; Tarquini fu campione, l ALFA regina tra le marche e anche il secondo pilota Gianpiero Simoni vinse una gara. In Germania Nannini dominò i primi ¾ del campionato ma l incostanza delle prestazioni e le scorrettezze degli avversari regalarono il titolo alla Mercedes, all ALFA restò la soddisfazione del maggior numero di vittorie con diversi piloti ad attestazione della bontà del progetto. 3

4 In Italia l ALFA pagò lo scotto della rivalità dei suoi due team semi ufficiali: la meglio organizzata Nordauto di Cremona (concessionaria della casa) con Tamburini e la Vidali e l outsider Euroteam con Modena e Brand. Più veloce Modena ma con un mezzo inferiore e poco affidabile, costante e sempre all arrivo Tamburini ma con problemi di prestazioni e assetto; si vinse molto ma alla fine fu la sorprendente Audi 80 a trazione integrale a vincere il titolo relegando Tamburini in seconda posizione. La partecipazione nel campionato spagnolo, poco conosciuto ma molto combattuto, fu fortemente voluta e finanziata dai concessionari ALFA Romeo spagnoli con auto 94 nuove di zecca e gli ottimi piloti Campos e Villalmil. Qui con un programma abbozzato all ultimo momento l ALFA vinse il titolo con Campos dopo aver avuto lungamente al comando anche Villalmil. Il 1995 fu un anno di rivoluzione tecnica: in D1 per precisa volontà della casa ed in D2 per l ennesimo regolamento tecnico. La FIA per evitare le polemiche del 1994 ritornò al principio dei taxi da corsa ma dotate di ali, non derivate da un modello di serie, dedicate unicamente al modello da corsa e rispettanti alcuni vincoli quali ad esempio la sagoma del veicolo. Anche gli specchietti dovevano essere quelli di serie. Il nuovo regolamento nasceva in contemporanea con il restyling della 155 di serie che ora aveva lo scudetto frontale cromato le carreggiate allargate (1.73 metri circa) ed un motore Twin Spark a 16 valvole. La nuova 155 D2 nasceva in un era di ripensamenti e tagli di budget alla FIAT; la nuova creatura innovativa e simile alla vecchia GTA nelle forme adottava, però, per precisi limiti di spesa, il poco potente motore FIAT 16 valvole delle precedenti stagioni, con i suoi cavalli contro i 305 della concorrenza. Fu allestito un programma ufficiale D2 in Italia per Tarquini, in Inghilterra il nuovo materiale venne affidato alla Prodrive di David Richards che schierava l idolo locale Derek Warwich, in Francia una vettura fu affidata a Gache, in Spagna Campos e Villalmil continuarono la loro avventura caldeggiata dai concessionari e venne abbozzato e poi subito abortito un programma per Busi in Giappone. Per quanto riguardava il DTM unica novità regolamentare era lo sdoppiamento del campionato in due; una serie nazionale chiamata DTM e gestita dall autorità sportiva tedesca ed una internazionale con uguali regole gestita dalla FIA e chiamata ITS (International Tourincar Serie). Qui il budget aumentò, con esso i piloti ALFA (Larini, Nannini, Alboreto, Danner, Modena, Bartels) e nacque il mostro elettronico di casa ALFA che con la 155 V6 TI 94 poco aveva a che fare. La nuova ALFA aveva tre centraline elettroniche, una per ogni differenziale (anteriore, posteriore e centrale), tra loro comunicanti al fine di ripartire al meglio la trazione e simulare un controllo di trazione; a questo doveva contribuire anche il sistema ABS dell ennesima generazione messo a punto dalla Kesley-Hayes dotato dei classici 6 sensori ma anche di un raggio laser posto nel sottoscocca per valutare le pendenze e le asperità del circuito e agire di conseguenza. 4

5 Al posto del classico cambio sequenziale a cloche delle vecchie V6 TI la nuova vettura aveva un semiautomatico con comandi a bilanciere sul volante; il tunnel centrale di questo ardito esperimento sembrava più una sala computer che un auto da corsa; all esterno l aerodinamica si complicava sempre più. Il prototipo nacque sfortunato, ed il primo modello venne distrutto subito da Larini in un incidente in prova, penalizzando e rallentando le produzioni sia di ALFA Corse che della Abarth e portando ad una nuova rivisitazione del budget. Inutile dire che La 155 V6 TI 95 non fu azzeccata; l idea era buona ma le centraline ed i dispositivi elettronici non riuscirono mai a lavorare al meglio insieme ed a dialogare tra loro, la messa appunto era proibitiva l affidabilità precaria ed il consumo delle gomme distruttivo, il fatto poi che i piloti non ufficiali dotati di vetture 94 fossero più veloci la diceva lunga sulla situazione. Sembra una barzelletta ma la 155 V6 TI 95 non corse mai nel 1995; per i piloti da classifica venne approntata una ibrida 94 evoluzione 95 veloce e con una nuova aerodinamica mentre Alboreto tentò invano di svezzare la 95 anche se mai con tutta l elettronica a bordo contemporaneamente (ne guadagnò le ultime file dello schieramento ed un paio di principi di incendio). Il DTM e l ITS furono dominati dalla Mercedes e a poco servì l aiuto di Tarquini e Giovanardi (neo acquisto Nordauto in Italia) piloti jolly in alcune gare. Sul fronte D2 le cose non furono più allegre; vennero prodotte solo quattro versioni 95 nuove di zecca e alla Abarth vennero creati i kit di aggiornamento per le 93 e le 94 dei privati o dell ALFA stessa. In Italia Tarquini si dimostrò competitivo ma poco affidabile ( lui e la macchina) e forse troppo arrembante; quando a metà stagione era chiaro che il dominio delle nuove A4 era totale il nuovo materiale venne dato alla Nordauto (che fino ad allora aveva corso con le 94 ex BTCC aggiornate 95), l Abarth si sciolse e Tarquini volò in Inghilterra presso la Prodrive. Nel BTCC le cose erano, se possibile peggiori, le nuove ALFA viaggiavano a metà schieramento (pareva per una strana sottodimensione in lunghezza di circa 5 mm rispetto alle ALFA italiane e per la congenita mancanza di potenza del motore) e Tarquini poté ambire solo ad alcuni piazzamenti al quinto posto. In Francia il regolamento che permetteva molta libertà progettuale all avantreno rispetto all auto di serie favoriva le Peugeot progettate in questo modo e sfavoriva l ALFA che si poteva accontentare di essere la prima delle auto che rispettavano alla lettera il regolamento FIA D2 e quindi era virtualmente relegata al terzo posto, per protesta contro questa situazione e per una carenza di budget (era inutile spendere ed essere presi in giro da un regolamento assurdo che condannerà da allora il campionato francese ad essere solo meta dei privati) il programma venne chiuso a metà stagione. Ironia della sorte ancora una volta l avventura nel campionato spagnolo salvò capra e cavoli e fu resa parzialmente ufficiale dall arrivo di Giorgio Francia, pilota da sempre nell ambito ALFA Romeo. 5

6 Nella penisola Iberica questo fu l anno del riscatto di Villalmil che vinse solo all ultima gara titolo piloti e marche dopo un anno teso e combattuto anche con i propri compagni di squadra. Il 1996 fu l anno dell ultima rivoluzione in tutti i campi: La FIAT decise di smantellare dopo la squadra Abarth anche l ALFA Corse e di creare la moderna FIAT Auto Corse che raggruppava le sedi di Settimo Milanese e di Torino e che vede come amministratore delegato Benigno Bartoletti, manager da sempre in orbita FIAT ed appassionato di corse, come direttore sportivo il solito Giorgio Pianta e come direttore tecnico Sergio Limone. Venne definitivamente abbandonato il programma D2, tutto il materiale passò dalla sede di Torino ai nuovi capannoni della Nordauto di Cremona che oltre ad essere concessionaria ALFA Romeo puntava a diventare il punto di riferimento unico per l allestimento, la revisione e i pezzi di ricambio delle 155 TS in circolazione; inoltre, nominato direttore tecnico Bruno Chiazzaro, si lavorava per l evoluzione 96 della 155, evoluzione non solo dell aerodinamica da applicare su modelli preesistenti ma progettazione e costruzione di un telaio ed un corpo vettura ex novo. A livello ufficiale ci si concentra sulla D1 o meglio sul nuovo campionato per vetture Classe 1, si perché la FIA modificava le denominazioni dei due regolamenti tecnici; dalla D2 nasce la Classe 2 e dalla D1, e dalle ceneri del DTM, nasce il campionato del mondo per vetture turismo di Classe 1: l ITC (International Touringcar Championship). La nuova 155 V6 TI 96 era probabilmente la migliore delle 155 Classe 1 mai costruite: era più bassa, più larga (beneficiando dell allargamento del modello di serie), più potente grazie al motore V6 Twin Spark a 90 con valvole pneumatiche in vece di quelle tradizionali mosse da alberi a camme e dotato di 520 cavalli a giri/minuto, più stabile grazie alle sospensioni posteriori di origine ALFA 75 e soprattutto più semplice, razionale ed affidabile; abortiti tutti i fronzoli elettronici della 95 si optava per quanto di più semplice e facilmente regolabile vi fosse in commercio come la trazione integrale veramente ripresa da quella di serie con differenziali meccanici, come l ABS della Bosch, potente e essenziale, derivato dalla grande serie, come il sequenziale degli anni passati con i comandi spostati sul volante e azionati da appositi bilancieri. La squadra corse (Larini, Nannini e Fisichella) fu affiancata da una nuova struttura privata la JAS, che sostituiva la deludente Schubel Enginering, e schierava piloti come Tarquini, Modena, Bartels, Watt e Danner. Il Titolo sfuggì di poco e venne conquistato dallo squadrone Opel, con oltre 10 vetture, anche a causa dell ostracismo Mercedes che sconfitta da entrambe le concorrenti decise nell ultima gara in Giappone di far eliminare dai propri piloti a pochi giri dalla vittoria Danner regalando letteralmente anche il titolo marche alla Opel. La FIAT amareggiata e probabilmente toccata pesantemente nel budget dallo stipendio miliardario di Schumacher alla Ferrari abbandonò a fine anno l ITC e venne seguita dalla nemica, ma leale, Opel (anch essa provata dai costi) decretando la fine del bellissimo ITC. 6

7 Nella Classe 2 l impegno dell ALFA Nordauto partito tra lo scetticismo generale fu invece proficuo; Giovanardi vinse le prime 2 gare, poi solo problemi di gioventù della nuova macchina progettata da Chiazzaro, naturale evoluzione di quella 95, e l eccessiva irruenza del pilota impedirono una lotta più serrata con Audi e BMW. Per il 1997 avvenne quello che era prevedibile ovvero la FIAT non schierò ufficialmente nessuna ALFA in nessun campionato; la storica struttura di Settimo Milanese venne chiusa e tutto passò a Torino. Giorgio Pianta fu licenziato dalla FIAT Auto Corse, forse perché ritenuto responsabile degli sprechi degli anni d oro. Sembrava che l avventura ALFA nello sport dovesse essere definitivamente conclusa. Però accade l imprevedibile, quello che nessuno poteva credere, una struttura privata, la Nordauto, riuscì ad allestire tre 155 TS per la Classe 2 totalmente nuove cioè riprogettate da zero dalla scocca al motore, che per la prima volta era l eccezionale ALFA Romeo Twin Spark 16 valvole da 320 cavalli a 8500 giri/minuto, dall aerodinamica all impianto frenante (in Classe 2 l ABS era da sempre bandito ma la ripartizione di frenata regolata dal pilota in corsa era comunque possibile e spesso le trazioni anteriori non utilizzavano i freni posteriori per far sbandare la macchina nelle curve lente). La nuova ALFA Nordauto per il campionato italiano era velocissima e affidabile anche se un po fragile (le carreggiate anteriori allargate nell ultimo restyling tendevano a piegarsi al minimo contatto violento e portavano al taglio della gomma); in qualifica era un fulmine (sono quasi tutte di Giovanardi le pole positions) e il titolo sfuggì per un soffio a causa dell imprendibile BMW 320 di Naspetti. La FIAT decise allora di appoggiare ufficialmente la Nordauto, a fianco di Giovanardi venne schierato Tamburini e si parlò anche di Larini (operazione poi abortita); così le vittorie portarono la FIAT a preparare il ritorno in grande stile con la vettura destinata a sostituire la 155. Sempre nel 1997 la Nordauto partecipò coi suoi piloti al morente Superturismo spagnolo vincendo le quattro prove e portando Giovanardi al titolo. Una 155 TS 96 aggiornata aerodinamicamente al 97 allestita dalla Nordauto venne schierata dalla JAS nell ADAC Cup tedesca, che aveva affiancato e poi sostituito il DTM, con Modena e conseguì significativi piazzamenti. Nel 1996 una 155 V6 TI 93 prima e una 94 verso fine stagione vennero schierate nel campionato italiano di salita (CIVM) ottenendo significative vittorie di classe; l impresa che aveva come artefici la FIAT e il pilota La Vecchia proseguì nel 1997 con una 155 V6 TI 95 evoluzione 96 che, dominando letteralmente la propria classe, vinse il campionato battendo le veloci e numerose Skoda Felicia Kit. Questa avventura prosegue anche nel 1998 con due V6 TI 96 schierate da La Vecchia e da Giudici. Sempre nel 98, nel Superturismo, affianco al Team Nordauto che schiera le 156 ufficiali le tre (schierate dalla Lucchini e da Roda) proseguono la loro storia in questo campionato come private di lusso sbaragliando facilmente la concorrenza. Nella sua storia agonistica la meno ALFA tra le ALFA ha corso ovunque ed in qualunque categoria; alcune 155 Q4 e V6 sono state preparate per il Gruppo N ed 7

8 hanno corso e vinto nel CIVT (Campionato Italiano Velocità Turismo), le Classe 2 private hanno corso in Slovenia, Spagna, Germania, Australia e Sudafrica ed ora alcune 96 revisionate Nordauto gareggiano e vincono in Argentina, altre Classe 2 corrono in montagna. La facilità nell aggiornare anche i modelli 93 e 94 alle più veloci versioni 95, e 96 rendono questo usato da corsa molto interessante e longevo. Sempre per il Gruppo N nel 1995 e nel 1996 furono allestite, sempre dalla Nordauto, alcune TS 16v per il CIVT dove hanno riportato varie vittorie e sono state usate per iniziative promozionali ( Sicuri sulla strada, Sicuri in pista ). Un ricordo poi speciale va alle livree di queste ALFA da corsa e ai relativi sponsor; dalla Martini della GTA (rossa e blu) e delle V6 TI 95 e 96 (con i colori bianco e blu delle Lancia da rally) alle Pagine Gialle della 155 D2 del 94 (tutta gialla), dalle rosse livree ufficiali ALFA Romeo a quelle analoghe con sponsor Selenia Oil, Shell, TV Spielfilm e Fina, dalla livrea rosso-gialla-blu di Nissen nel DTM 1994 alla bianca auto jolly usata nel 1995 da Giovanardi e Tarquini nell ITS. Molte sono State le vittorie in Italia delle 155 Classe 2 private (tra i team ricordiamo la Tecnica Racing, il Challenge Team, la Varese Corse, la Soli by Guercino e il Jolly Club) che negli anni 94, 95, 96 e 97 hanno quasi monopolizzato lo schieramento portando in dote livree bellissime e variegate. Dei molti modelli 155 TS prodotti a Torino e poi portati a Cremona alcuni sono rimasti distrutti in gara (il rogo della Vidali a Imola nel 93, il telaio storto di Brand nel 94, ecc.), altri corrono ancora in categorie minori e i più recenti continuano a vincere nei campionati Superturismo internazionali. I pochi esemplari prodotti delle GTA e delle V6 TI sono quasi tutti di proprietà della FIAT, o di ricche scuderie private (il modello che portò Larini al titolo DTM 93 venne regalato al pilota a fine stagione ed è ancora in suo possesso), che li utilizza in manifestazioni e gare (come le salite) a scopi promozionali e per far vedere al pubblico quei mostri che la fine del DTM ha condannato al pensionamento. Le Gruppo N di proprietà di piloti o scuderie private continuano la loro storia agonistica, e così faranno fino alla scadenza della loro fiche di omologazione. Va inoltre rammentata che l ampiezza dei programmi sportivi dell ALFA nel turismo internazionale permise a molti piloti non facenti parte dei programmi ufficiali del gruppo FIAT di cimentarsi, in qualità di piloti jolly, al volante delle TS della Classe 2; tra questi rammentiamo Jean Alesi che nel 93 corse nel SuperT Francese affianco all amico e pilota Philippe Gache, Nicola Larini e Alessandro Nannini piloti ALFA nel DTM mandati una tantum nel SuperT Italiano a fare spettacolo e, seppure solo in prove private, Giovanna Amati (ultima donna ad aver guidato una Formula 1). Anche sulle V6 TI della Classe 1 si presentarono piloti ospiti ; oltre ai già citati Giovanardi e Tarquini nel 95 e Modena nel 94 si presentò in alcune gare del 94 anche l asso americano Danny Sullivan (già uomo di punta della spedizione ALFA di inizio anni 90 nel campionato Indy CART americano), si parlò anche dell ex pilota di Formula 1 Roberto Moreno e nel 96 pareva probabile far correre in alcune gare anche il neo ferrarista Michael Schumacher. 8

9 Nel settembre 1997 viene presentata la 156, nuova media ALFA Romeo, ed entro il dicembre dello stesso anno la 155 esce definitivamente di produzione dopo essersi stancamente portata avanti (commercialmente parlando) per tutto l anno; tirando le somme dei sei anni di vita commerciale e sportiva del modello non si può fare a meno di notare che se nelle corse è stata una delle ALFA più vincenti della storia (seconda forse solo alle mitiche Giulia GT Junior, GT, GTA e GTAm) nelle vendite, fatta l esclusione per i buoni successi in Germania, rappresentò un passo indietro rispetto alla 75 relegando il marchio ad una posizione di nicchia. La 155 vinse e fu un auto sportiva, da intenditori, ma non emozionò mai, poteva avere anche il marchio FIAT che, della differenza, non se ne sarebbe accorto nessuno, questa fu la sua colpa non si riuscì mai a legare quella belva da corsa al suo marchio o meglio si fece pubblicità all ALFA, che ritrovò così la sua anima sportiva, ma ironia della sorte non si riuscì mai a far credere che la macchina grazie alla quale l ALFA Romeo tornava in auge era un ALFA con tutte le carte in regola; era come se in corsa non vi fosse la 155 ma solo il suo scudetto. Elenco delle 155 da competizione e loro anni di produzione: Model Year : Alfa Romeo 155 GTA (1992) Alfa Romeo 155 GTA 93 (1993) Alfa Romeo 155 V6 TI (1993) Alfa Romeo 155 TS D2 (1993) Alfa Romeo 155 Q4 Gr. N (1993) Model Year : Alfa Romeo 155 V6 TI 94 (1994) Alfa Romeo 155 Silverstone D2 (1994) Alfa Romeo 155 V6 TI 95 (1995) Alfa Romeo 155 V6 TI 94 evoluzione 95 (1995) Model Year : Alfa Romeo 155 TS D2 95 (1995) Alfa Romeo 155 TS 16v Gr. N (1995) Alfa Romeo 155 V6 Gr. N (1995) (preparata per privati Gruppo N da scuderie private) Alfa Romeo 155 V6 TI 96 (1996) Alfa Romeo Nordauto 155 TS D2 96 (1996) Alfa Romeo Nordauto 155 TS D2 97 (1997) v D2 '93 step v D2 '93 step 2 ' v D2 '95 ' TS 16v D2 ' V6 24v D1 '93 '94 ' V6 24v D1 ' Turbo 16v S1 ' Turbo 16v S1 '93 0 Potenza in Cavalli 9

1985: Il sogno diventa realtà

1985: Il sogno diventa realtà Riprende il nostro viaggio all interno del Minardi Team e, in questo nuovo capitolo, affronteremo insieme il momento più importante, l esordio nel Mondiale di Formula 1, al Gran Premio del Brasile sul

Dettagli

Schede tecniche esemplari storici e modelli attuali

Schede tecniche esemplari storici e modelli attuali Schede tecniche esemplari storici e modelli attuali 1. Gilera Saturno 500 militare Marmitta Abarth (1956 1957) Motore: 4 tempi monocilindrico mm 84x90 cm 3 498,7 Potenza e regime: CV 22 a 5000 giri/min

Dettagli

LANCIA BETA MONTECARLO. Premessa

LANCIA BETA MONTECARLO. Premessa LANCIA BETA MONTECARLO Premessa Parlare della Lancia Beta Montecarlo significa anzitutto ricordare la passione per le corse che Vincenza Lancia ha sempre fatto trasparire nei suoi capolavori. La Beta Montecarlo

Dettagli

MARCA Alfa Romeo CARATTERISTICHE MODELLO 155 ANNO DI PRODUZIONE

MARCA Alfa Romeo CARATTERISTICHE MODELLO 155 ANNO DI PRODUZIONE MODELLO Alfetta GTV Turbodelta 1981 CARROZZERIA Alfa Romeo Vettura preparata dall Autodelta, targata Firenze e perfettamente funzionante MOTORE 2000 turbo CILINDRATA 2000 c.c. GOMME CERCHI 14 PREZZO MODELLO

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO LEGEND 2013

REGOLAMENTO TECNICO LEGEND 2013 REGOLAMENTO TECNICO LEGEND 2013 CATEGORIA LEGEND DEFINIZIONE E SPIRITO DELLA CATEGORIA: Categoria con sostanziali possibilità di preparazione. Si corre con modelli che rappresentano le vetture da rally

Dettagli

LucaLorenzini. ProgrammaSportivo2011. w w w. g i a g u a. c o m. Luca Lorenzini +39 328 4947568 luca.lorenzini@giagua.com www.giagua.

LucaLorenzini. ProgrammaSportivo2011. w w w. g i a g u a. c o m. Luca Lorenzini +39 328 4947568 luca.lorenzini@giagua.com www.giagua. LucaLorenzini w w w. g i a g u a. c o m ProgrammaSportivo2011 Luca Lorenzini +39 328 4947568 luca.lorenzini@giagua.com www.giagua.com Licenza FIA internazionale C rilasciata CSAI 337081 Biografia Luca

Dettagli

AUTOCAPITAL. di Elvio Deganello foto di Art Photo

AUTOCAPITAL. di Elvio Deganello foto di Art Photo di Elvio Deganello foto di Art Photo Metamorfosi Nel 1965 Carlo Abarth allestì un efficientissima coupé da corsa partendo dalla base dell umile Fiat 850 berlina. Velocissima e aggressiva, dominò la classe

Dettagli

MARCA Alfa Romeo CARATTERISTICHE. MODELLO 1900 TI super ANNO DI PRODUZIONE

MARCA Alfa Romeo CARATTERISTICHE. MODELLO 1900 TI super ANNO DI PRODUZIONE MODELLO 1900 TI super 1953 CARROZZERIA Berlina Alfa 5-6 posti Rispetto alla versione TI normale, la Super ha un motore portato a 1975cc. L esemplare è perfettamente restaurato, in condizioni da museo.

Dettagli

VENDITA RESTAURO ELABORAZIONE VETTURE STORICHE DA COMPETIZIONE ALFA ROMEO RICOSTRUZIONE DI PARTI MECCANICHE

VENDITA RESTAURO ELABORAZIONE VETTURE STORICHE DA COMPETIZIONE ALFA ROMEO RICOSTRUZIONE DI PARTI MECCANICHE VENDITA RESTAURO ELABORAZIONE VETTURE STORICHE DA COMPETIZIONE ALFA ROMEO RICOSTRUZIONE DI PARTI MECCANICHE MARCA Alfa Romeo MODELLO Alfetta 18 GT 1974 CARROZZERIA Alfa Romeo Unico proprietario in buonissimo

Dettagli

Magazine indipendente pseudo storico, pseudo sportivo, pseudo sociologico, pseudo tecnico pseudo insomma! Sommario

Magazine indipendente pseudo storico, pseudo sportivo, pseudo sociologico, pseudo tecnico pseudo insomma! Sommario Anno 2 Numero 13 Febbraio 2014 Magazine indipendente pseudo storico, pseudo sportivo, pseudo sociologico, pseudo tecnico pseudo insomma! Sommario 2. La Pista del Vicenza Slot Cars cresce. 3. Breve storia

Dettagli

L inizio di una grande passione

L inizio di una grande passione Innanzitutto un saluto a tutti i nostri lettori che decideranno di intraprendere con noi questo viaggio all interno del mondo giallo-blu del Minardi Team e delle corse. In questi mesi cercheremo di conoscere

Dettagli

Fraz. Di Tortona - AL Tel. +39 0131 879555 Fax. +39 0131 879566 P.I. 01845640067. Marco Petrini

Fraz. Di Tortona - AL Tel. +39 0131 879555 Fax. +39 0131 879566 P.I. 01845640067. Marco Petrini Marco Petrini Marco Petrini nasce a Firenze, Italia il 20 aprile 1971. Laureato in Economia e Commercio all Università di Parma nel 1997. Attualmente, Marco è Amministratore Delegato della Socoplas S.p.a.,

Dettagli

comunicato stampa 24 ore Daytona 1999

comunicato stampa 24 ore Daytona 1999 Per informazioni, contattare: Luca Cattaneo. Luca Cattaneo Tel. 0335-203063 comunicato stampa 24 ore Daytona 1999 E-mail: Lucat@ibm.net Tel. 0335-203063 Fax 02 93 59 07 24 Cambio di equipaggio per la Porsche

Dettagli

Progetto 037 4WD H. La 037 4WD H Trazione integrale a propulsione IBRIDA 1 INTRODUZIONE

Progetto 037 4WD H. La 037 4WD H Trazione integrale a propulsione IBRIDA 1 INTRODUZIONE La 037 4WD H Trazione integrale a propulsione IBRIDA 1 INTRODUZIONE Al Rally Legend 2010 fu presentata da Beppe Volta la LANCIA DELTA ECV1 Evo 87, un veicolo sperimentale con un innovativo motore brevettato

Dettagli

Nuova Opel Insignia.

Nuova Opel Insignia. Nuova Opel Insignia. Un auto nata nel futuro. Arriva Opel Insignia, l auto che sposta in avanti gli standard di qualità del suo segmento, grazie al design raffinato e alle tecnologie più avanzate al servizio

Dettagli

Fabbricazione di macchine da corsa con omologazione per la circolazione su strada. Porte ad ali di gabbiano, motore centrale e struttura leggera;

Fabbricazione di macchine da corsa con omologazione per la circolazione su strada. Porte ad ali di gabbiano, motore centrale e struttura leggera; Fabbricazione di macchine da corsa con omologazione per la circolazione su strada. Porte ad ali di gabbiano, motore centrale e struttura leggera; peso inferiore ai 1000 kg e potenza tra 270 e 375 cv. Nel

Dettagli

il complesso si sviluppa su un area totale di 74.000 m 2, di cui 23.000 m 2 coperti, con 2.000 m 2 di galleria storica (una delle più importanti per

il complesso si sviluppa su un area totale di 74.000 m 2, di cui 23.000 m 2 coperti, con 2.000 m 2 di galleria storica (una delle più importanti per il complesso si sviluppa su un area totale di 74.000 m 2, di cui 23.000 m 2 coperti, con 2.000 m 2 di galleria storica (una delle più importanti per i veicoli industriali in Italia), 8.000 m 2 di esibizione

Dettagli

1/8 Off Road Brushless.

1/8 Off Road Brushless. 1/8 Off Road Brushless. Regolamento tecnico Sono ammessi alla categoria tutti i modelli tipo Buggy, in scala 1/8 a ruote scoperte, con trasmissione 4wd spinti esclusivamente da un motore elettrico alimentato

Dettagli

Trasmettiamo Emozioni. Produzioni Televisive

Trasmettiamo Emozioni. Produzioni Televisive Trasmettiamo Emozioni. Produzioni Televisive Mettetevi comodi. A trasmettere emozioni ci pensiamo NOI. INDICE Go-TV : il gruppo 2 Go-KartTv 4 On-Race Tv 6 Talenti Da Corsa 8 Il Tuo Sogno In Pista 10 Pacchetti

Dettagli

Società holding nel settore del tempo libero e del divertimento www.fbrand.it

Società holding nel settore del tempo libero e del divertimento www.fbrand.it Società holding nel settore del tempo libero e del divertimento www.fbrand.it Simulatore professionale di Formula Uno Code: SYM030 [0.PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO] FBRAND S.r.l. Sede legale, amministrativa

Dettagli

Il Puma ruggisce ancora

Il Puma ruggisce ancora Il Puma ruggisce ancora 15 luglio 2014 In occasione del meeting ufficiale del Marchio, Il patron Adriano Gatto ha presentato in anteprima una city-car che verrà commercializzata nel 2015, anche a propulsione

Dettagli

CHALLENGE FORMULE STORICHE 2014

CHALLENGE FORMULE STORICHE 2014 CHALLENGE FORMULE STORICHE 2014 REGOLAMENTO SPORTIVO 1. Generalità GPS Classic srl titolare di licenza Promoter CSAI n. 353827 valida per l anno 2014 indice e promuove una serie di gare di velocità in

Dettagli

Incentive di Guida Sportiva

Incentive di Guida Sportiva Incentive di Guida Sportiva Documento elaborato da Corsi di Guida Sicura S.A.R.L. di. Tutte le informazioni contenute nel presente documento sono da considerarsi riservate; pertanto è vietata la cessione

Dettagli

300 SL Mercedes-Benz

300 SL Mercedes-Benz 300 SL Mercedes-Benz Denominazione di fabbrica: W 194 Anno di fabbricazione: 1952 Periodo di produzione: 1952; unità prodotte: 10 Prezzo originario: veicolo sperimentale invendibile Storia e Tecnica Il

Dettagli

TITOLO PRESENTAZIONE. VALLELUNGA CLASSIC 28-29 Marzo Hospitality & Events Opportunities

TITOLO PRESENTAZIONE. VALLELUNGA CLASSIC 28-29 Marzo Hospitality & Events Opportunities VALLELUNGA CLASSIC 28-29 Marzo Hospitality & Events Opportunities VALLELUNGA CLASSIC 28-29 Marzo Esordisce a Vallelunga il 28 Marzo con la Vallelunga Classic TITOLO il calendario PRESENTAZIONE eventi di

Dettagli

Gennaio - Febbraio - Marzo 2015 Anno XIX- Numero 1-2 - 3

Gennaio - Febbraio - Marzo 2015 Anno XIX- Numero 1-2 - 3 Gennaio - Febbraio - Marzo 2015 Anno XIX- Numero 1-2 - 3 Il nostro Convivio Sociale - Sabato 10 gennaio 2011 Ristorante La Ducareccia Roberto Panunzi Campione Sociale Velocità in salita 2014 riceve la

Dettagli

BRM Classic 1/24 Slot Car World Championship 2015

BRM Classic 1/24 Slot Car World Championship 2015 BRM Classic 1/24 Slot Car World Championship 2015 Per la seconda edizione del campionato mondiale BRM Slot Car 1/24, il club 100% Slotcar, sempre sotto il patrocinio della casa madre, organizza per il

Dettagli

Art & Cars 50 Jahre Porsche 911 04/2013. Francesco Greco

Art & Cars 50 Jahre Porsche 911 04/2013. Francesco Greco Art & Cars 50 Jahre Porsche 911 04/2013 Francesco Greco Porsche 911 Carrera RSR 2.8, 1973 Come lei nessuna code 066.007 Nel lontano 1972, la necessità di allestire una piccola serie di vetture predisposte

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2014. Lunghezza pista: 4.996 m RASSEGNA STAMPA AGGIORNATA AL

RASSEGNA STAMPA 2014. Lunghezza pista: 4.996 m RASSEGNA STAMPA AGGIORNATA AL RASSEGNA STAMPA 2014 Lunghezza pista: 4.996 m RASSEGNA STAMPA AGGIORNATA AL 31 OTTOBRE 2014 Gazzetta dello Sport Campionato Italiano Formula 4 28 ottobre 2014 (pag. 30) Gazzetta dello Sport Campionato

Dettagli

TUTTO DI AUTO NUMERO 2 MARZO 2O13 ON THE ROAD TUTTO SULLA SRT VIPER

TUTTO DI AUTO NUMERO 2 MARZO 2O13 ON THE ROAD TUTTO SULLA SRT VIPER TUTTO DI AUTO NUMERO 2 MARZO 2O13 ON THE ROAD TUTTO SULLA SRT VIPER IN QUESTO NUMERO: -Ford Kuga: nuovo design -Mercedes CLA: coupé o berlina? -Opel Adam: piccola chic -Chevrolet Malibu: viaggi comodi

Dettagli

COPPA MONZA 19-20 - 21 INTEREUROPA GIUGNO 2015 AUTODROMO NAZIONALE DOVE LA STORIA INCONTRA LA STORIA. www.coppaintereuropa.com

COPPA MONZA 19-20 - 21 INTEREUROPA GIUGNO 2015 AUTODROMO NAZIONALE DOVE LA STORIA INCONTRA LA STORIA. www.coppaintereuropa.com AUTODROMO NAZIONALE MONZA 19-20 - 21 GIUGNO 2015 COPPA INTEREUROPA Main Partner DOVE LA STORIA INCONTRA LA STORIA Media Partner Ingresso 14 - Libero accesso al paddock e parcheggio gratuito Partner www.coppaintereuropa.com

Dettagli

Carissimo, Cordialità. Ing. Giovanni Mancini. Roma, venerdì 4 marzo 2005

Carissimo, Cordialità. Ing. Giovanni Mancini. Roma, venerdì 4 marzo 2005 Roma, venerdì 4 marzo 2005 Carissimo, Ti sottopongo una relazione sulle problematiche che riguardano la personalizzazione dell'auto in Italia ed una proposta di legge risolutiva. E la chiave di svolta

Dettagli

Tutto quanto non è espressamente indicato in questo Regolamento e negli allegati tecnici emessi dal Bureau e/o dalla C.S.A.I. sono vietati.

Tutto quanto non è espressamente indicato in questo Regolamento e negli allegati tecnici emessi dal Bureau e/o dalla C.S.A.I. sono vietati. N.B.1 : Gli aggiornamenti e/o modifiche effettuati rispetto al testo 2011 sono in rosso: Gli aggiornamenti e/o modifiche effettuati nel 2012 sono evidenziati in giallo: Nr. Data Articolo aggiornato 1 9/3/2012

Dettagli

INFORMAZIONI. La Turbo nera del XXI Secolo. Nuova Saab Turbo X

INFORMAZIONI. La Turbo nera del XXI Secolo. Nuova Saab Turbo X INFORMAZIONI Nuova Saab Turbo X La Turbo nera del XXI Secolo Automobile ad alte prestazioni per ricordare i 30 anni delle Saab turbo Innovativa trazione integrale Saab XWD Estetica molto originale che

Dettagli

CHALLENGE FORMULE STORICHE 2015

CHALLENGE FORMULE STORICHE 2015 CHALLENGE FORMULE STORICHE 2015 REGOLAMENTO SPORTIVO 1. Generalità GPS Classic srl titolare di licenza Promoter ACI n. 353827 valida per l anno 2015 indice e promuove una serie di gare di velocità in pista

Dettagli

GRUPPO SPORT PROTOTIPI SLALOM

GRUPPO SPORT PROTOTIPI SLALOM - Manche di prove cronometrate 5 giri + 1 di riscaldamento - 1^ manche 5 giri + 1 di riscaldamento - 2^ manche 5 giri + 1 di riscaldamento - Premiazione Art. 1 - Conduttori ammessi. Potranno partecipare,

Dettagli

200.000,00 25.000,00. Per la prossima stagione 2009 il montepremi totale destinato alle due formule del Trofeo sarà di ben

200.000,00 25.000,00. Per la prossima stagione 2009 il montepremi totale destinato alle due formule del Trofeo sarà di ben SUBARU IMPREZA RALLY CUP 2009. OGGI ANCHE DIESEL. LA SFIDA RADDOPPIA. ALLA SUBARU IMPREZA RALLY CUP SONO NATI MOLTI CAMPIONI. Subaru Impreza Rally Cup è nata nel 2001 per consentire agli appassionati di

Dettagli

Ferrari 250 GTO All'asta di Pebble Beach un esemplare d'eccezione

Ferrari 250 GTO All'asta di Pebble Beach un esemplare d'eccezione Ferrari 250 GTO All'asta di Pebble Beach un esemplare d'eccezione Lotto numero 3, ex-jo Schlesser. "Rivolgersi al dipartimento per un preventivo, da vendere senza riserve". Bastano le prime righe della

Dettagli

ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Sprint

ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Sprint ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS Commissione Motoristica Formula Sprint Art. 1- Definizione Sono considerate manifestazioni di Formula Sprint le competizioni che si svolgono su percorsi preferibilmente

Dettagli

Squadra Corse Gallarate

Squadra Corse Gallarate PROGETTO RIEVOCATIVO In occasione del 62 anno dalla prima partecipazione dell Esercito Italiano alla competizione automobilistica 1000 Miglia (1952 2014). PROLOGO Nel 1952, a sette anni esatti dalla fine

Dettagli

Le più belle MASERATI DA!GARA DAL!1926 AD OGGI. Giancarlo Reggiani

Le più belle MASERATI DA!GARA DAL!1926 AD OGGI. Giancarlo Reggiani Le più belle MASERATI DA!GARA DAL!1926 AD OGGI Giancarlo Reggiani 1 Le più belle MASERATI DA!GARA dal 1926 ad oggi Fotografie: Francesco e Giancarlo Reggiani Testi e progetto grafico: Giancarlo Reggiani

Dettagli

La Panda senza tempo ora è 4X4

La Panda senza tempo ora è 4X4 Numero 18-08 novembre 2012 INSERTO DI APPROFONDIMENTO MOTORISTICO DI PROFESSIONE CALCIO - Non vendibile separatamente 2 La Panda senza tempo ora è 4X4 8 Alfa Mito SBK Solo 200 esemplari La Panda si rinnova:

Dettagli

POTENZA SPORTIVA IN OGNI DETTAGLIO. ACCESSORI BMW M PERFORMANCE.

POTENZA SPORTIVA IN OGNI DETTAGLIO. ACCESSORI BMW M PERFORMANCE. BMW M Performance BMW Serie 1 BMW Serie 3 BMW Serie 5 www.bmw.it Piacere di guidare POTENZA SPORTIVA IN OGNI DETTAGLIO. ACCESSORI BMW M PERFORMANCE. BMW Serie 1. BMW Serie 3. BMW Serie 5. 10/2007 Esordio

Dettagli

GALATEO DI GUIDA. REGOLE DI COMPORTAMENTO IN PISTA DI ARISTOTELIS Aris VASILAKOS. Questo documento è parte integrante dei regolamenti ROTW

GALATEO DI GUIDA. REGOLE DI COMPORTAMENTO IN PISTA DI ARISTOTELIS Aris VASILAKOS. Questo documento è parte integrante dei regolamenti ROTW GALATEO DI GUIDA REGOLE DI COMPORTAMENTO IN PISTA DI ARISTOTELIS Aris VASILAKOS Questo documento è parte integrante dei regolamenti ROTW 1 Esiste una regola principale che ogni pilota (virtuale e non)

Dettagli

CRG-MAXTER CON DE CONTO MATTATORE ALLA WSK CHAMPIONS CUP

CRG-MAXTER CON DE CONTO MATTATORE ALLA WSK CHAMPIONS CUP CRG RACING TEAM CRG-MAXTER CON DE CONTO MATTATORE ALLA WSK CHAMPIONS CUP De Conto su CRG-Maxter si aggiudica una spettacolare Finale ad Adria nella prima prova internazionale in KZ. Prestazione positiva

Dettagli

KERB M A S E R A T I L I G I E R JS2 & CAFE BIKES

KERB M A S E R A T I L I G I E R JS2 & CAFE BIKES KERB Periodico euro 5,00 MOTORI A T T R A Z I O N E F A T A L E L I G I E R JS2 & M A S E R A T I GRANTURISMO MC STRADALE di cultura motoristica Bimestrale Anno III n.1 2014 (8) CAFE BIKES W A L T Z -

Dettagli

LAMBORGHINI CONTENUTO

LAMBORGHINI CONTENUTO LAMBORGHINI CONTENUTO 1 piano di gioco con due circuiti, 5 miniature Murcielago Lamborghini scala 1:87, 5 carte Automobili, 10 carte Piloti, 39 carte Tecnologia (13 di marca Rossa, 13 di marca Gialla e

Dettagli

1:8 EP 4WD INFERNO MP9E

1:8 EP 4WD INFERNO MP9E 1:8 EP 4WD INFERNO MP9E caratteristiche tecniche lunghezza: 490 mm; larghezza: 307 mm; altezza: 180 mm; passo: 325 mm; carreggiata ant. e post. 254 mm; rapporto di riduzione: 12,6:1; peso circa.: 3.700

Dettagli

tecnica sottosistemi E S Pe pneumatici: TECNOLOGIE IN RICERCA DI PERFEZIONE 1 AUTO TECNICA 12/07

tecnica sottosistemi E S Pe pneumatici: TECNOLOGIE IN RICERCA DI PERFEZIONE 1 AUTO TECNICA 12/07 tecnica sottosistemi E S Pe P pneumatici: TECNOLOGIE IN RICERCA DI PERFEZIONE 1 AUTO TECNICA 12/07 Con l avanzata dei sistemi elettronici e la continua evoluzione dei pneumatici invernali, è necessario

Dettagli

T.A.I. MOTORSPORT A.S.D Via Palazzolo 146 25031 Capriolo Bs Licenza A int. n.352978 ITALIAN SERIES 2015

T.A.I. MOTORSPORT A.S.D Via Palazzolo 146 25031 Capriolo Bs Licenza A int. n.352978 ITALIAN SERIES 2015 T.A.I. MOTORSPORT A.S.D Via Palazzolo 146 25031 Capriolo Bs Licenza A int. n.352978 ITALIAN SERIES 2015 Regolamento generale 1-Premessa: T.A.I. Motorsport a.s.d organizza per il 2015 una serie composta

Dettagli

DRIVELIFE TV & WEB MAGAZINE EDIZIONE 10 NOVEMBRE

DRIVELIFE TV & WEB MAGAZINE EDIZIONE 10 NOVEMBRE DRIVELIFE TV & WEB MAGAZINE EDIZIONE 10 NOVEMBRE 1 TIMELINE D EDIZIONE 2012, EDIZIONE 10 Novembre PORSCHE PANAMERA SPORT TURISMO - CITROEN ROMA MACRO INTERVISTA MR. METTERE NOME/QUALIFICA - OPEL MOKKA

Dettagli

STAND ASA GIRO D ITALIA

STAND ASA GIRO D ITALIA LISTA TALK SHOW Le vetture comprese nella Lista Talk Show, se valutate di interesse dall Organizzazione, potranno godere di iscrizione gratuita al Meeting ASA 2016 dislocate negli Stand ASA descritti,

Dettagli

REGOLAMENTO ENDURANCE DI 6 ORE

REGOLAMENTO ENDURANCE DI 6 ORE REGOLAMENTO ENDURANCE DI 6 ORE Questa corsa a squadre si svolgerà sulla pista di Baia Sardinia (Kartodromo Pista dei Campioni) il 8 ottobre 2011 su kart forniti dall organizzazione. Il regolamento di questa

Dettagli

MA e la Lancia Beta Montecarlo. MA era nato in una officina di riparazione auto dove fino agli anni sessanta si

MA e la Lancia Beta Montecarlo. MA era nato in una officina di riparazione auto dove fino agli anni sessanta si Le mille e una auto Quando si acquista un auto storica non si sfoglia un catalogo, non si entra dal concessionario; l acquisto è frutto di ricerca attiva, di nostalgia di auto guidate o solo viste passare

Dettagli

ENDAS Motori Formula Crono Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Crono

ENDAS Motori Formula Crono Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Crono ENDAS Motori Formula Crono Pag. 1 ENDAS Commissione Motoristica Formula Crono Art. 1 - Definizione Sono considerate Formula Crono le manifestazioni automobilistiche che prevedono la partenza a cronometro

Dettagli

Zafira turbo metano: la prima vettura sul mercato con motore turbo metano che unisce prestazioni elevate ad emissioni e consumi ancora più contenuti

Zafira turbo metano: la prima vettura sul mercato con motore turbo metano che unisce prestazioni elevate ad emissioni e consumi ancora più contenuti Notizie Stampa 3 Dicembre 2008 Opel al 33 Bologna Motor Show Sette anteprime Opel per il pubblico del Motor Show Anteprima mondiale: Zafira Turbo ecom Design sportivo, dinamicità di guida e tecnologia

Dettagli

A seguire, l intero documento delle regole stabilite da LFSIC sul comportamento da tenere in pista.

A seguire, l intero documento delle regole stabilite da LFSIC sul comportamento da tenere in pista. A seguire, l intero documento delle regole stabilite da LFSIC sul comportamento da tenere in pista. É caldamente raccomandato che tutti I piloti di LFS aderiscano a queste regole, dato che hanno effetto,

Dettagli

Tipo di vettura: GDBF4FH-SLH f - Fiche A/N 5695

Tipo di vettura: GDBF4FH-SLH f - Fiche A/N 5695 Tipo di vettura: GDBF4FH-SLH f - Fiche A/N 5695 06 Confronto Impreza spec. C 05-06 Modello lunghezza larghezza altezza passo carreggiata anter. carreggiata poster. luce da terra peso 2006 MY GDBF4FH-SLH

Dettagli

Il programma MitJet parte da un foglio bianco con l obiettivo di soddisfare tre caratteristiche :

Il programma MitJet parte da un foglio bianco con l obiettivo di soddisfare tre caratteristiche : Una vettura da corsa semplice, veloce e poco costosa. Una idea che nasce nel 007 all interno del reparto R&D della Tork Engineering, società francese specializzata nella progettazione, prototipazione e

Dettagli

www.ferroviedellostato.it 00161 Roma Piazza della Croce Rossa, 1 Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani

www.ferroviedellostato.it 00161 Roma Piazza della Croce Rossa, 1 Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani Piazza della Croce Rossa, 1 00161 Roma www.ferroviedellostato.it Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani La storia dell Alta Velocità inizia

Dettagli

Tutto pronto a Maranello per il lancio della nuova Ferrari, la F14-T.

Tutto pronto a Maranello per il lancio della nuova Ferrari, la F14-T. Tutto pronto a Maranello per il lancio della nuova Ferrari, la F14-T. Sarà un'auto innovativa, in ossequio a regolamenti tecnici completamente cambiati: motore turbo, propulsione ibrida, forte componente

Dettagli

MARTINI RACING, INSEGUENDO IL MITO

MARTINI RACING, INSEGUENDO IL MITO LA STORIA MARTINI RACING, INSEGUENDO IL MITO 45 ANNI ANNI DI STORIA Torino, 8 novembre 2013. La storia del Martini Racing inizia il 4 aprile del 1968, quando la filiale tedesca della Martini & Rossi decide

Dettagli

SARTORIALE L ESCLUSIVITÀ TUTTA DEL

SARTORIALE L ESCLUSIVITÀ TUTTA DEL TUTTA L ESCLUSIVITÀ DEL SARTORIALE [ DI ENZO RIZZO - FOTO DI MASSIMO PACIFICO ] Maserati e Zegna, due alfieri del made in Italy nel mondo, hanno iniziato una collaborazione che, come primo passo, ha dato

Dettagli

CHI SIAMO. Studio Borsetti Eventi cura la regia logistica e organizzativa di tutte le manifestazioni e iniziative della Scuderia.

CHI SIAMO. Studio Borsetti Eventi cura la regia logistica e organizzativa di tutte le manifestazioni e iniziative della Scuderia. E V E N T I La Scuderia San Giorgio, certamente la più antica nel panorama italiano dello sport amatoriale, prese vita nel lontano 17 ottobre 1947 grazie alla grande passione e alla tenacia di quattordici

Dettagli

TROFEO BRANCADORI 2012

TROFEO BRANCADORI 2012 TROFEO BRANCADORI 2012 Il settore velocità Pista & Salita Autostoriche si arricchisce di una nuova iniziativa per 500 e derivate a ruote coperte e scoperte (Formula Monza 875), da sempre sinonimo di competizione,

Dettagli

FORMULA RENAULT 2.0 ITALIA. www.renaultsportitalia.it

FORMULA RENAULT 2.0 ITALIA. www.renaultsportitalia.it FORMULA RENAULT 2.0 ITALIA STAGIONE 2012 www.renaultsportitalia.it SOMMARIO 03 PRIMO GRADINO PER LE CATEGORIE SUPERIORI 04 LA SERIE GIUSTA PER CRESCERE 05 CALENDARIO 2012 06 FORMAT DEI WEEKEND 07 LE VETTURE

Dettagli

FUORISTRADA GIAPPONESI NELL USO MILITARE E DI POLIZIA

FUORISTRADA GIAPPONESI NELL USO MILITARE E DI POLIZIA FUORISTRADA GIAPPONESI NELL USO MILITARE E DI POLIZIA Chissà se i tecnici delle industrie Alleate che, durante la Guerra, progettarono i piccoli fuoristrada paracadutabili da impiegare nella giungla contro

Dettagli

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica Comunicato stampa MERCATO AUTO DI NUOVO IN CRESCITA A DOPPIA CIFRA A NOVEMBRE: +23,5% Si preannuncia una chiusura d anno positiva - pur restando i volumi lontani dai livelli fisiologici per l Italia (almeno

Dettagli

CORSO DI GUIDA SICURA EVOLUTA. presso CENTRO INTERNAZIONALE GUIDA SICURA. Varano de Melegari: 12/12/2007

CORSO DI GUIDA SICURA EVOLUTA. presso CENTRO INTERNAZIONALE GUIDA SICURA. Varano de Melegari: 12/12/2007 Varano de Melegari: 12/12/2007 CORSO DI GUIDA SICURA EVOLUTA 1 presso CENTRO INTERNAZIONALE GUIDA SICURA Documento elaborato da: Gordon de Adamich - Dorado C.I.G.S. S.p.A. Tutte le informazioni, le procedure,

Dettagli

Porsche GT3 ProSlot LA POTENZA NON E NIENTE SE NON C E CONTROLLO. In questo articolo descrivo la preparazione di un Porsche "GT" della Proslot.

Porsche GT3 ProSlot LA POTENZA NON E NIENTE SE NON C E CONTROLLO. In questo articolo descrivo la preparazione di un Porsche GT della Proslot. Porsche GT3 ProSlot La preparazione di una vettura richiede sia la cura di tutti i singoli componenti, sia il loro assemblaggio. Solo così è possibile raggiungere l'equilibrio tra potenza e controllabilità.

Dettagli

LOCATION il complesso si sviluppa su un area totale di 74.000 m 2, di cui 23.000 m 2 coperti, con 2.000 m 2 di galleria storica (una delle più

LOCATION il complesso si sviluppa su un area totale di 74.000 m 2, di cui 23.000 m 2 coperti, con 2.000 m 2 di galleria storica (una delle più CHI SIAMO Happy Racer Driving School: l esperienza di un gruppo che ha vinto e gareggiato in tutto il mondo al servizio di tutti gli appassionati e neopatenti per apprendere sia la sicurezza della guida

Dettagli

DELTA. RIeVOLUZIONE TECNICA SPECIAL TEST FASCINO DEL PERICOLO! ELABORATE IN PROVA FRENI& TUNING TOP TUNINGBMW VORSTEINER GTRS4 550 CV

DELTA. RIeVOLUZIONE TECNICA SPECIAL TEST FASCINO DEL PERICOLO! ELABORATE IN PROVA FRENI& TUNING TOP TUNINGBMW VORSTEINER GTRS4 550 CV FEBBRAIO 2015 TOP TUNINGBMW VORSTEINER GTRS4 550 CV FEBBRAIO 2015 ANNO XX - MENSILE 4,90 SPECIALE TURBO N 202 TECNICA FRENI& TUNING SPECIAL TEST FASCINO DEL PERICOLO! FIAT UNO TURBO IE 1.3262 CV FORD FIESTA

Dettagli

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica Comunicato stampa MERCATO AUTO ITALIANO POSITIVO ANCHE AD AGOSTO: +10,6% Nonostante un giorno lavorativo in più rispetto ad agosto 2014, i volumi di questo mese non erano così bassi dal 1964 Torino, 1

Dettagli

2 0 1 3 CAMPIONATO TEDESCO Formula 3 ATS FORMEL 3 CUP

2 0 1 3 CAMPIONATO TEDESCO Formula 3 ATS FORMEL 3 CUP 24 ANNIVERSARIO 380 GARE 104 VITTORIE 118 POLE 208 PODI 2 0 1 3 CAMPIONATO TEDESCO Formula 3 ATS FORMEL 3 CUP Via Redipuglia 18/20 20010 Bareggio (MI) Italia Tel / Fax 0039 02 90276450 www.adm-motorsport.com

Dettagli

1 Edizione TALENTI AL VOLANTE VINCI LA TUA TRENTO BONDONE 2014 Pista alle Cave di Vittorio Veneto (Treviso)

1 Edizione TALENTI AL VOLANTE VINCI LA TUA TRENTO BONDONE 2014 Pista alle Cave di Vittorio Veneto (Treviso) REGOLAMENTO 1 Edizione TALENTI AL VOLANTE VINCI LA TUA TRENTO BONDONE 2014 Pista alle Cave di Vittorio Veneto (Treviso) Articolo 1- Organizzatore L organizzatore del Concorso Talenti al Volante è la Pintarally

Dettagli

Titolo PNEUMATICI VETTURA ESTATE C O L L E C T I O N

Titolo PNEUMATICI VETTURA ESTATE C O L L E C T I O N Titolo PNEUMATICI VETTURA ESTATE TM C O L L E C T I O N P Zero TM Collection - Le caratteristiche sportive garantiscono il pieno controllo alla guida delle vetture top di gamma. Sviluppati per auto sportive

Dettagli

Background. La nostra azienda è nata nel 1921.

Background. La nostra azienda è nata nel 1921. Background La nostra azienda è nata nel 1921. Eravamo una tipografia industriale. Stampavamo le locandine dei film e ovviamente locandine pubblicitarie per la Fiat La prima rivoluzione si ebbe con l avvento

Dettagli

MINI ENDURANCE FIA GT

MINI ENDURANCE FIA GT MINI ENDURANCE FIA GT Gare riservate a modelli riproducenti le vetture partecipanti al mondiale FIA GT. Per equiparare i modelli e renderli competitivi allo stesso modo, si è scelto un pacchetto telaio

Dettagli

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta)

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta) MANI IN POSIZIONE BASE Posizione base, fondamentale per guidare con qualità e sicurezza: mani sul volante come sul quadrante di un orologio, per indicare le ore 9:15, con i pollici bene ancorati alle razze.

Dettagli

La guarnizione su misura.

La guarnizione su misura. La guarnizione su misura. Nava Linea Sport è un'azienda specializzata nella produzione di guarnizioni. E' in grado di fornire al proprio cliente la più ampia gamma di guarnizioni speciali per auto sportive,

Dettagli

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica Comunicato stampa MAGGIO ANCORA POSITIVO (+10,8%), ANCHE SE LA CRESCITA RALLENTA I volumi delle vetture ad alimentazione alternativa crescono del 12,9% da inizio 2015, con una quota di mercato del 13,9%

Dettagli

MINI CHALLENGE AGGIORNAMENTO ART.3 DELLA CIRCOLARE INFORMATIVA N 2 DEL 06.05.2013

MINI CHALLENGE AGGIORNAMENTO ART.3 DELLA CIRCOLARE INFORMATIVA N 2 DEL 06.05.2013 MINI CHALLENGE CIRCOLARE INFORMATIVA N 4 DEL 31.05.2013 AGGIORNAMENTO ART.3 DELLA CIRCOLARE INFORMATIVA N 2 DEL 06.05.2013 3 DISTANZIALI TAMPONI SOSPENSIONI Si autorizza il montaggio di distanziali sugli

Dettagli

ALFA ROMEO 4C DRIVING EXPERIENCE

ALFA ROMEO 4C DRIVING EXPERIENCE ALFA ROMEO 4C DRIVING EXPERIENCE IN PISTA PER DAVVERO L autodromo di Varano de Melegari, a 25 km da Parma, ospita la sede permanente del, la scuola di pilotaggio ufficiale di Alfa Romeo. Il tracciato ideale

Dettagli

Race and work with passion

Race and work with passion 2014 off road program story Race and work with passion La Boano Moto nasce nel 1976 a Caraglio (CN) dalla passione del fondatore Roberto Boano, pilota Italiano e Mondiale di motocross e di sua moglie Silvana.

Dettagli

OTTOBRE 2011 ANNO XX NUMERO 176 3,00. www.paddock.it FORMULA 1 IL MIRAGGIO RED BULL IL FUTURO È AD EST

OTTOBRE 2011 ANNO XX NUMERO 176 3,00. www.paddock.it FORMULA 1 IL MIRAGGIO RED BULL IL FUTURO È AD EST ANNO XX NUMERO 176 OTTOBRE 2011 www.paddock.it 3,00 Poste Italiane Spa - Spedizione in A. P. D.L. 353/2003 (conv. in L.27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB (Torino) - Nr. 176 - ottobre 2011 - Editore Promit

Dettagli

NISSAN 370Z ROADSTER

NISSAN 370Z ROADSTER NISSAN 370Z ROADSTER PRONTI A PARTIRE Il vento è dalla tua parte. A CIELO APERTO Premi il tasto e lasciati travolgere da una ventata di energia. In qualsiasi momento il tetto elettrico automatico si ripiega

Dettagli

PORTA PIù DI QUELLO CHE PESA.

PORTA PIù DI QUELLO CHE PESA. PORTA PIù DI QUELLO CHE PESA. V E I C O L I T R A S P O R T O L E G G E R O P I A G G I O. G R A N D I L A V O R A T O R I D I P I C C O L A T A G L I A. QUALCOSA DI INCONFONDIBILE: LA STORIA L Ape è un

Dettagli

Squadra Corse Gallarate

Squadra Corse Gallarate PROGETTO RIEVOCATIVO In occasione del 61 anno dalla prima partecipazione dell Esercito Italiano alla competizione automobilistica Mille Miglia (1952 2013). PROLOGO Nel 1952, a sette anni esatti dalla fine

Dettagli

ARO Tipo 10 ( ruote indipendenti ) 82-84 I / I O / O 82-5067 84-5030

ARO Tipo 10 ( ruote indipendenti ) 82-84 I / I O / O 82-5067 84-5030 Marca / Modello Anno Fissaggi Ant. Post. Anteriore Posteriore ARO Tipo 10 ( ruote indipendenti ) 82-84 I / I O / O 82-5067 84-5030 Tipo 10 ( ponte rigido al retrotreno ) 84-85 I / I 82-5067 - Tipo 24 85-86

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2015 RASSEGNA STAMPA AGGIORNATA AL

RASSEGNA STAMPA 2015 RASSEGNA STAMPA AGGIORNATA AL RASSEGNA STAMPA 2015 RASSEGNA STAMPA AGGIORNATA AL 28 MAGGIO 2015 Corriere dello Sport Campionato Italiano Rally Auto Storiche 27 maggio 2015 (pag. 23) Corriere dello Sport Campionato Italiano Rally Auto

Dettagli

CHI È ALBERTO CHI È ALBERTO 2001

CHI È ALBERTO CHI È ALBERTO 2001 CHI È ALBERTO 2001 2001 CHI È ALBERTO Alberto Viberti è nato ad Alba il 17-09-1994. Spinto dalla passione Alby esordisce in gara a soli 7 anni. Partecipa a numerose gare nazionali di go-kart tenutesi sui

Dettagli

Motocicli. Motocicli

Motocicli. Motocicli Motocicli Storia Contributo del design 3 modelli Personaggi Riviste e servizi Luoghi Eventi Motocicli Storia del Motociclo Il motociclo come lo conosciamo oggi è il risultato di una serie di lunghi esperimenti

Dettagli

Gabriele. Lancieri. driver profile

Gabriele. Lancieri. driver profile Gabriele Lancieri driver profile stagione _2011 Gabriele Lancieri driver profile 1982/1996 Karting - Risultati principali: 1992 1 Cl G.P. Polonia (pre-europeo) Pole Position G.P. Belgio (Camp. Europeo)

Dettagli

CASE HISTORY: Progetto WF01

CASE HISTORY: Progetto WF01 CASE HISTORY: Progetto WF01 Il progetto Il progetto descritto nasce, ad inizio 2009, dalla volontà del Team Cliente di realizzare una vettura sport interamente in fibra di carbonio (compatibilmente con

Dettagli

Nuova Gamma Porter. euro

Nuova Gamma Porter. euro Nuova Gamma Porter euro 6 euro 6 euro 6 MAGGIORE POTENZA* MAGGIORE COPPIA* Nuovo Motore La gamma di veicoli a benzina per uso commerciale trova nel motore MultiTech Euro 6 la risposta efficiente, durevole,

Dettagli

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica Comunicato stampa GIUGNO IN RISALITA PER IL MERCATO DELL AUTO (+3,8%), MA I VOLUMI RIMANGONO BASSI Facilitare l accesso al credito per i consumatori e incoraggiare l aumento della quota di mercato delle

Dettagli

ROTWFORMULA12015CHAMPIO NSHIPROTWFORMULA12015CH AMPIONSHIPROTWFORMULA12 015CHAMPIONSHIPROTWFORM ULA12015CHAMPIONSHIPROTW FORMULA12015CHAMPIONSHIP

ROTWFORMULA12015CHAMPIO NSHIPROTWFORMULA12015CH AMPIONSHIPROTWFORMULA12 015CHAMPIONSHIPROTWFORM ULA12015CHAMPIONSHIPROTW FORMULA12015CHAMPIONSHIP ROTWFORMULA12015CHAMPIO NSHIPROTWFORMULA12015CH AMPIONSHIPROTWFORMULA12 015CHAMPIONSHIPROTWFORM ULA12015CHAMPIONSHIPROTW FORMULA12015CHAMPIONSHIP ROTWFORMULA12015CHAMPIO NSHIPROTWFORMULA12015CH AMPIONSHIPROTWFORMULA12

Dettagli

Cadillac al Salon International de l'auto 2007 di Ginevra

Cadillac al Salon International de l'auto 2007 di Ginevra Per pubblicazione: 19-02-2007, 00:01 GM Communications Detroit, Michigan, USA media.gm.com Cadillac al Salon International de l'auto 2007 di Ginevra Anteprima europea della sedan CTS completamente rinnovata

Dettagli

ASSOCIAZIONE CENTRI SPORTIVI ITALIANI PROGRAMMA

ASSOCIAZIONE CENTRI SPORTIVI ITALIANI PROGRAMMA ASSOCIAZIONE CENTRI SPORTIVI ITALIANI ACSISPORTMORI MANIFESTAZIONI SOCIALI LUDICO-SPORTIVE-RICREATIVE 2014 REGOLAMEN DI MANIFESTAZIONE SPORTIVA AUMOBILISTICA NON AGONISTICA Formula Inseguimento Denominazione..F.C.

Dettagli

Rally Passion. Stagione agonistica 2007

Rally Passion. Stagione agonistica 2007 Rally Passion 2008 Stagione agonistica 2007 Presentazione Struttura sportiva nel settore delle corse automobilistiche soprattutto nei rally; riconosciuta dal CONI, fondata a Bassano del Grappa su una base

Dettagli