Verifica finale corso di Guida sicura

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Verifica finale corso di Guida sicura"

Transcript

1 Verifica finale corso di Guida sicura NOTA BENE: le soluzioni si trovano in fondo al documento 1. Quali sono gli scopi di una buona posizione di guida? (barrare tutte le risposte corrette) A) evitare che i piedi si incrocino B) raggiungere tutti i comandi dell autovettura C) fare in modo i passeggeri dell auto siano comodi D) far rimanere il corpo stabilmente ancorato alla vettura 2. Qual è l elemento più importante da tenere a mente quando si sterza il volante, indipendentemente dalla tecnica utilizzata? (solo una risposta corretta) A) le mani non si devono mai incrociare B) almeno una mano deve sempre tenere il volante C) una mano può restare appoggiata sul cambio 3. Se stiamo viaggiando in terza marcia, a una velocità non eccessiva, e inseriamo improvvisamente la seconda, cosa succede? Descriverlo brevemente. 4. Cos è il quarto pedale e a cosa serve?

2 5. Quali sono i punti fondamentali da tenere a mente mentre si guida in strada? (barrare tutte le risposte corrette) A) tenere gli occhi in movimento B) mantenere un basso numero di giri motore C) prevedere il comportamento degli altri D) farsi vedere dagli altri E) cambiare spesso corsia F) non sorpassare mai G) guardare il più lontano possibile 6. Quale particolare di un auto conviene osservare per intuirne in anticipo i movimenti? 7. Perché le auto progettate per le competizioni hanno il motore centrale?

3 8. Perché gli effetti della portanza (Cz) possono essere pericolosi? 9. Cos è l apice? (solo una risposta corretta) A) il punto in cui inizia la curva B) l angolo della curva C) il punto in cui si sfiora l esterno della curva D) il punto in cui si sfiora l interno della curva 10. Quando bisogna dare gas in uscita di curva? (solo una risposta corretta) A) prima di iniziare a sterzare B) quando il volante è dritto C) dipende dalla forma della curva D) quando si è all apice 11. Quali fattori determinano la deformazione e quindi l angolo di deriva degli pneumatici? (barrare tutte le risposte corrette) A) il tipo di ammortizzatori B) la trazione del motore sulle ruote C) la marcia inserita

4 D) l entità dello sterzo E) il trasferimento di carico F) la pendenza della curva 12. Cosa ci permette di sentire l entità della deformazione delle gomme? (suggerimento: passa attraverso il volante) 13. Se aumenta il carico su una gomma, (solo una risposta corretta) A) l aderenza di quella gomma aumenta B) l aderenza di quella gomma diminuisce 14. Arrivare all imbocco di una curva frenando, (solo una risposta corretta) A) provoca più aderenza sulle gomme anteriori e quindi permette di usare meno sterzo B) provoca più aderenza sulle gomme anteriori e quindi costringe a usare più sterzo C) provoca meno aderenza sulle gomme anteriori e quindi permette di usare meno sterzo D) provoca meno aderenza sulle gomme anteriori e quindi costringe a usare più sterzo 15. L ABS solitamente diminuisce lo spazio di arresto. Ma quale altro importantissimo risultato ottiene l ABS (solo una risposta corretta): A) alleggerisce lo sforzo sullo sterzo B) mantiene la direzionalità delle ruote anteriori anche su fondi viscidi C) favorisce l omogeneità del cambio marcia D) evita la perdita di aderenza delle ruote posteriori anche su fondi viscidi

5 16. Si può frenare in curva? (motivare la risposta) 17. Quando bisogna accelerare in una variante? (solo una risposta corretta) A) prima di entrare nella variante B) a metà della variante C) in uscita dalla variante 18. In che modo bisogna modificare la traiettoria se c è una serie di curve ravvicinate? (solo una risposta corretta) A) sacrifichiamo le ultime per far bene la prima B) manteniamo le traiettorie standard, andando più piano C) sacrifichiamo le prime per far bene l ultima D) manteniamo le traiettorie standard, sterzando di più 19. Il sottosterzo e il sovrasterzo sono fenomeni che si manifestano solo in caso di perdita di aderenza. (solo una risposta corretta) A) vero B) falso 20. Quando un auto a trazione anteriore perde aderenza col retrotreno in una lunga curva sul bagnato, cosa bisogna fare per mantenere il controllo della vettura? (solo una risposta corretta) A) controsterzare e frenare B) controsterzare e accelerare C) controsterzare e premere la frizione D) sterzare di più e premere freno e frizione

6 Soluzioni 1. B) e D) 2. B) 3. Scossone in avanti Aumentano bruscamente i giri 4. A sinistra della frizione Premerlo per sorreggere il corpo durante le curve 5. A) C) D) E) G) 6. Le ruote 7. Per ridurre il momento d inerzia 8. Perché riducono il carico e possono portare a improvvise perdite di aderenza 9. D) 10. C) 11. B) D) E) 12. La risposta elastica della gomma veicolata dal piantone fino allo sterzo 13. A) 14. A) 15. B) 16. Sì Cerchio di aderenza Meno che in rettilineo 17. A) 18. C) 19. B) 20. B)

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta)

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta) MANI IN POSIZIONE BASE Posizione base, fondamentale per guidare con qualità e sicurezza: mani sul volante come sul quadrante di un orologio, per indicare le ore 9:15, con i pollici bene ancorati alle razze.

Dettagli

Videocorso Guida Sicura

Videocorso Guida Sicura GUIDA SICURA Le tecniche di guida per limitare i rischi di chi lavora al volante Slide n. 1 Indice del corso La sicurezza comincia da noi Il guidatore Il veicolo Tecniche di guida Come si affronta una

Dettagli

Smorzamento Degli Ammortizzatori

Smorzamento Degli Ammortizzatori Smorzamento Degli Ammortizzatori Lo smorzamento governa la resistenza al movimento degli ammortizzatori, per mezzo di un pistone interno che si muove a bagno d olio quando l ammortizzatore si comprime

Dettagli

Controllo del Differenziale e Dinamica del Veicolo

Controllo del Differenziale e Dinamica del Veicolo e Dinamica del Veicolo Funzione del differenziale 1) Svincolare cinematicamente tra loro gli alberi condotti ) Ripartire convenientemente la coppia motrice Differenziale autobloccante meccanico Tipi di

Dettagli

SETUP DI UN AUTOVEICOLO

SETUP DI UN AUTOVEICOLO Inizio 14.15 Proge&azione di sistemi di trasporto SETUP DI UN AUTOVEICOLO Ing. Mattia Strangi Università degli Studi di Bologna DiparBmento DICAM Ingegneria Civile, Ambientale e dei Materiali www.dicam.unibo.it

Dettagli

EDUCAZIONE STRADALE IL TRIANGOLO DELLA SICUREZZA GUIDA CONSAPEVOLE

EDUCAZIONE STRADALE IL TRIANGOLO DELLA SICUREZZA GUIDA CONSAPEVOLE EDUCAZIONE STRADALE IL TRIANGOLO DELLA SICUREZZA GUIDA CONSAPEVOLE GUIDA SICURA GUIDA ECOLOGICA PER LE CLASSI MEDIE SUPERIORI 3^ 4^ E 5^ CON 2 e 4 RUOTE OBIETTIVI Il progetto ha l obiettivo di valorizzare

Dettagli

Dinamica del veicolo in moto aberrante

Dinamica del veicolo in moto aberrante II WORKSHOP Tecniche ed analisi scientifica per la ricostruzione dei sinistri stradali Dinamica del veicolo in moto aberrante Francesco Timpone Salone dei Quadri - Sessa Aurunca (CE) 05 dicembre 2013 Definizioni

Dettagli

Touring Car Setup Guide (tratto dal sito: R/C Car Handling)

Touring Car Setup Guide (tratto dal sito: R/C Car Handling) Touring Car Setup Guide (tratto dal sito: R/C Car Handling) Osservazione: con il segno + si vuole indicare che la regolazione impostata è stata aumentata. Mentre, con il segno la regolazione impostata

Dettagli

Corso TEORICO di Guida in Sicurezza dei Mezzi Fuoristrada destinato ai Volontari

Corso TEORICO di Guida in Sicurezza dei Mezzi Fuoristrada destinato ai Volontari Questionario Note Le domande dei questionari sono di tipo differente. Nello specifico, questi sono i tipi di domande: SCELTA MULTIPLA (1 opzione): sono elencate alcune risposte possibili e va scelta quella

Dettagli

PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE

PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE PROGRAMMA DEL CORSO Il Corso ha la durata di un giorno e può essere svolto su Circuiti o Mini Impianti. Gli allevi,dopo essere stati accolti dal nostro staff,tornano

Dettagli

PUBBLICA ASSISTENZA di SIENA. Corso Formazione Autisti Soccorritori. Gruppo Formatori Autisti P.A. Siena

PUBBLICA ASSISTENZA di SIENA. Corso Formazione Autisti Soccorritori. Gruppo Formatori Autisti P.A. Siena PUBBLICA ASSISTENZA di SIENA Corso Formazione Autisti Soccorritori Gruppo Formatori Autisti P.A. Siena FATTORI ESTERNI Manutenzione di base CONTROLLO DEI PNEUMATICI Non dei semplici pezzi di gomma ma complesse

Dettagli

DINAMICA DELL ASSETTO IN UN AUTOMODELLO RC

DINAMICA DELL ASSETTO IN UN AUTOMODELLO RC DINAMICA DELL ASSETTO IN UN AUTOMODELLO RC INDICE 1 ANGOLO DI CAMBER STATICO Pag. 2 1.1 Indicazioni Generali per Avantreno e Retrotreno Pag. 2 1.2 Camber Avantreno Pag. 2 1.3 Camber Retrotreno Pag. 2 2

Dettagli

REGOLAZIONE SOSPENSIONI suspension tuning

REGOLAZIONE SOSPENSIONI suspension tuning REGOLAZIONE SOSPENSIONI suspension tuning Francesco Meneghini 2007 Introduzione Nessuna parte nella regolazione della moto è più critica della messa a punto delle sospensioni. Un impropria messa a punto

Dettagli

Guida rapida al setup per modelli OFF-Road Molle

Guida rapida al setup per modelli OFF-Road Molle Guida rapida al setup per modelli OFF-Road Molle Più dure Più morbide Auto + reattiva e diretta (ed anche nervosa) Aiutano a saltare + in alto e + in lungo, quindi sono ottime per piste piatte con tanta

Dettagli

CAMPAGNA DI SICUREZZA STRADALE PER LA PREVENZIONE DAGLI INCIDENTI CAUSATI DA FAUNA SELVATICA

CAMPAGNA DI SICUREZZA STRADALE PER LA PREVENZIONE DAGLI INCIDENTI CAUSATI DA FAUNA SELVATICA CAMPAGNA DI SICUREZZA STRADALE PER LA PREVENZIONE DAGLI INCIDENTI CAUSATI DA FAUNA SELVATICA Questa brochure nasce con un obiettivo importante: fornire agli automobilisti e ai cittadini consigli utili

Dettagli

1 3 5 7 9 11 12 13 15 17 [Nm] 400 375 350 325 300 275 250 225 200 175 150 125 155 PS 100 PS 125 PS [kw][ps] 140 190 130 176 120 163 110 149 100 136 100 20 1000 1500 2000 2500 3000 3500 4000 4500 RPM 90

Dettagli

Programmi e Preventivo.

Programmi e Preventivo. Profilo GuidarePilotare S.r.l. Fondata nel 1982 da Siegfried Stohr, pilota di F1 e psicologo. 1 struttura didattica nel settore della Guida Sicura e Sportiva in Italia dal 1982. Oltre 150.000 clienti assistiti

Dettagli

Consigli di Andrea de Adamich

Consigli di Andrea de Adamich Consigli di Andrea de Adamich {slide=posizione DELLE MANI SUL VOLANTE} Se si guarda al volante come al quadrante di un orologio, la posizione base, cioè quella in rettilineo a vettura dritta, è quella

Dettagli

Le Prime e Più Importanti Regolazioni Sull Automodello

Le Prime e Più Importanti Regolazioni Sull Automodello email : barcooff@lycos.it Url : http://utenti.lycos.it/barcooff/ Le Prime e Più Importanti Regolazioni Sull Automodello Angolo Di Camber o Campanatura Con il termine camber, o campanatura, si indica l

Dettagli

Guida Sicura Bosch. TEC Driving System. TEC Driving System. La miglior garanzia di sicurezza siete voi

Guida Sicura Bosch. TEC Driving System. TEC Driving System. La miglior garanzia di sicurezza siete voi TEC Driving System Guida Sicura Bosch La miglior garanzia di sicurezza siete voi 1 TEC Driving System è la Scuola di Formazione del Gruppo Bosch in Italia nata per rispondere alle esigenze di formazione

Dettagli

SICUREZZA NELLA GUIDA INVERNALE

SICUREZZA NELLA GUIDA INVERNALE SICUREZZA NELLA GUIDA INVERNALE PNEUMATICI, CATENE, GUIDA INVERNALE. REGOLE FONDAMENTALI Prima di iniziare a vedere le diverse tipologie di pneumatico ed accennare a qualche basilare nozione di guida su

Dettagli

LE SOSPENSIONI - parte 1 by Ezio51 - marzo 2003

LE SOSPENSIONI - parte 1 by Ezio51 - marzo 2003 LE SOSPENSIONI - parte 1 by Ezio51 - marzo 2003 Rimaneggiamento dell'articolo originale di Sir Jo, tratto dal Forum di Quellidellelica.com 18 Mar 2003 : 16:46:43 Le sospensioni sono dei componenti essenziali

Dettagli

CORSI DI GUIDA SICURA

CORSI DI GUIDA SICURA Presenta CORSI DI GUIDA SICURA INTRODUZIONE Gli istruttori della Scuola Guida Sicura Pintarally & Go Free Vi faranno provare un emozionante Corso di Guida Sicura con l ausilio di alcune vetture attrezzate

Dettagli

La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso. Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano

La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso. Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano Il perché di un corso sull uso della bicicletta Il motore della bicicletta e la

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO PER I CITTADINI IN CASO DI EVENTO NEVOSO

NORME DI COMPORTAMENTO PER I CITTADINI IN CASO DI EVENTO NEVOSO NORME DI COMPORTAMENTO PER I CITTADINI IN CASO DI EVENTO NEVOSO Le precipitazioni nevose sono eventi atmosferici, non sempre prevedibili, che per le loro caratteristiche provocano disagi e difficoltà su

Dettagli

EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA

EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA Agenda Direttiva 6/2006 Effetto giroscopico La Matrice Scheda di guida Contributi Video dalla Spagna DIRETTIVA 2006/126/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

Guida rapida al set-up off-road

Guida rapida al set-up off-road Guida rapida al set-up off-road Gomme le gomme sono il 90% dell'assetto nel bene e nel male Molle Dure Morbide Anteriore Dure Morbide Dure Morbide rendono la macchina più reattiva salta più in alto e lontano

Dettagli

New Kyron, il SUV più spazioso della categoria

New Kyron, il SUV più spazioso della categoria Potenza e stile New Kyron, il SUV più spazioso della categoria L'AMPIO SPAZIO A DISPOSIZIONE PERMETTE DI VIAGGIARE COMODAMENTE E DI TRASPORTARE AL TEMPO STESSO TUTTO CIO CHE OCCORRE PER IL LAVORO, LO SPORT

Dettagli

10 consigli per una guida eco-compatibile

10 consigli per una guida eco-compatibile La campagna Make Cars Green mira a ridurre l impatto delle auto sull ambiente e a sensibilizzare gli automobilisti prima di mettersi al volante. 10 consigli per una guida eco-compatibile Compra verde Pianifica

Dettagli

GO! CORSO DI GUIDA AVANZATA 2 GIORNI

GO! CORSO DI GUIDA AVANZATA 2 GIORNI GO! CORSO DI GUIDA AVANZATA 2 GIORNI IL CORSO DI GUIDA AVANZATA Il programma 1 GIORNO 2 GIORNO Dalle ore 9.30 Arrivo ospiti in Autodromo Accredito partecipanti ore 09.00 Teoria Guida Avanzata ore 10.00

Dettagli

Relazione sulle ATTIVITA SPERIMENTALI E NUMERICHE SVOLTE SU PNEUMATICI PER GO KART DA COMPETIZIONE

Relazione sulle ATTIVITA SPERIMENTALI E NUMERICHE SVOLTE SU PNEUMATICI PER GO KART DA COMPETIZIONE Relazione sulle ATTIVITA SPERIMENTALI E NUMERICHE SVOLTE SU PNEUMATICI PER GO KART DA COMPETIZIONE Oggetto e scopo della ricerca Le attività svolte hanno avuto l obiettivo di caratterizzare le prestazioni

Dettagli

Proge&azione di sistemi di trasporto

Proge&azione di sistemi di trasporto Inizio 14.15 Proge&azione di sistemi di trasporto Proge&azione di sistemi di trasporto Ing. Mattia Strangi Libero professionista con studio tecnico a Bologna Consulente di tribunale e procura Ingegnere

Dettagli

CON NEVE E GHIACCIO SEI MENO SICURO

CON NEVE E GHIACCIO SEI MENO SICURO CON NEVE E GHIACCIO SEI MENO SICURO QUANDO GUIDI NON ESPORTI A RISCHI NEVE E GHIACCIO: MENO ADERENZA, PIÙ PRUDENZA Quando c è neve sulla strada, mantenere il controllo dell auto diventa più diffi cile,

Dettagli

Movimento e benessere per la nostra schiena

Movimento e benessere per la nostra schiena Movimento e benessere per la nostra schiena Siamo fatti così... Corso di ginnastica posturale correttiva Sciolze 2011 La colonna vertebrale rappresenta la struttura portante del nostro corpo ed è capace

Dettagli

Consigli fondamentali per l uso e la manutenzione dei pneumatici:

Consigli fondamentali per l uso e la manutenzione dei pneumatici: Comunicato stampa Dal 3 al 5 giugno 2008 assicurazioni, scuole guida, società di noleggio auto, forze dell ordine, operatori del settore e giornalisti a scuola a Varano de Melegari (PR). Scopo della manifestazione

Dettagli

GO! CORSO DI GUIDA SICURA ½ GIORNATA - POMERIGGIO

GO! CORSO DI GUIDA SICURA ½ GIORNATA - POMERIGGIO GO! CORSO DI GUIDA SICURA ½ GIORNATA - POMERIGGIO IL CORSO DI GUIDA SICURA - POMERIGGIO Il programma ore 13.30 ore 13.45 ore 14.15 ore 15.00 ore 18.00 ore 18.15 Arrivo ospiti in Autodromo accredito partecipanti

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

Frizione Elettronica Syncro Drive

Frizione Elettronica Syncro Drive Manuale Utente Frizione Elettronica Syncro Drive 932 www.guidosimplex.it Gentile Cliente, grazie per aver acquistato un dispositivo Guidosimplex. Come tutti i nostri prodotti, questo dispositivo, è stato

Dettagli

Eco-Drive accelerate con il piede giusto

Eco-Drive accelerate con il piede giusto Eco-Drive accelerate con il piede giusto www.eco-drive.ch Risparmiare carburante prima di partire Ripartizione dei costi Il grafico mostra la ripartizione dei costi in un impresa di trasporti. L autista

Dettagli

I partner di Quality Alliance Eco-Drive

I partner di Quality Alliance Eco-Drive < I partner di Quality Alliance Eco-Drive Quality Alliance Eco-Drive è partner certificato di SvizzeraEnergia. Eco-Drive è un grande progetto della Fondazione Centesimo per il Clima. Gli organizzatori

Dettagli

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri Federazione Italiana Pallacanestro Settore Giovanile Minibasket e Scuola Lezioni Integrate Minibasket I Fondamentali con palla Traguardi di Competenza. Partiamo dalle linee guida: Motorio/funzionale padronanza,

Dettagli

Scheda n. 1. 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO

Scheda n. 1. 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO Scheda n. 1 Il segnale n. 1 1) preavvisa una doppia curva VF 2) preavvisa un tratto di strada in cattivo stato V F 3) preavvisa una discesa pericolosa

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2014-2015 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-

Dettagli

Convergenza Toe... 20 Effetti Dell impostazione Della Convergenza... 21 Regolazione Della Convergenza... 21 Anteriore... 21 Posteriore...

Convergenza Toe... 20 Effetti Dell impostazione Della Convergenza... 21 Regolazione Della Convergenza... 21 Anteriore... 21 Posteriore... Sommario Introduzione al Car Set-Up... 4 Ordine Del Set-Up... 4 Trasferimento Di Peso... 5 Bilanciamento Dei Pesi... 5 Centro Di Gravità... 5 Downstop... 6 Effetti Delle Impostazioni Del Downstop... 6

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI

CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI Dati e dimensioni Pagina: 1 CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI Dimensioni esterne Lunghezza, mm Larghezza, mm Altezza, mm Dimensioni cerchi - pneumatici: V6 TDI V6 TSI Hybrid V8 TDI Dimensioni vano bagagli

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2015-2016 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-7

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA Area Infrastrutture Civili Servizio Pianifi cazione Mobilità NORME E CONSIGLI PER I CICLISTI

COMUNE DI RAVENNA Area Infrastrutture Civili Servizio Pianifi cazione Mobilità NORME E CONSIGLI PER I CICLISTI COMUNE DI RAVENNA Area Infrastrutture Civili Servizio Pianifi cazione Mobilità NORME E CONSIGLI PER I CICLISTI MARZO 2012 La situazione attuale del traffico cittadino, risultato del predominio dei mezzi

Dettagli

Agilità e potenza. I carrelli elevatori elettrici Linde E 20 E 30. Linde Material Handling

Agilità e potenza. I carrelli elevatori elettrici Linde E 20 E 30. Linde Material Handling Agilità e potenza. I carrelli elevatori elettrici Linde E 20 E 30. Linde Material Handling Linde E 20: un carrello agile e compatto con una portata di 2.0 t. Con un altezza del tettuccio di protezione

Dettagli

Guida avanzata al setup di una Formula 1

Guida avanzata al setup di una Formula 1 Guida avanzata al setup di una Formula 1 By Laymarco e Darios81 MOD RFOF1 Rfactor - ISI 1 INDICE: 1 L aerodinamica 1.1 Gli alettoni 1.2 Raffreddamento dei freni e del motore 1.3 Diffusore posteriore 1.4

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie Corso di Meccanica e Meccanizzazione Agricola Trasmissione del moto Prof. S. Pascuzzi 1 Trasmissione del moto ELEMENTO CONDUTTORE impartisce il moto mediante

Dettagli

Riscaldamento/Rilassamento

Riscaldamento/Rilassamento Riscaldamento/Rilassamento Eseguite ciascuno dei movimenti almeno quattro volte da ogni lato in maniera lenta e controllata. Non trattenete il respiro. 1) Testa Sollevate e abbassate la testa. Fissate

Dettagli

STUDIO DEL COMPORTAMENTO DINAMICO SU STRADA DELLA VETTURA ASTURA

STUDIO DEL COMPORTAMENTO DINAMICO SU STRADA DELLA VETTURA ASTURA ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELLE COSTRUZIONI MECCANICHE, NUCLERI, AERONAUTICHE E DI METALLURGIA

Dettagli

ELECTRONIC STABILITY PROGRAM

ELECTRONIC STABILITY PROGRAM Università degli studi di Bologna Facoltà di Ingegneria CdL in Ingegneria Informatica Progetto di Calcolatori Elettronici M Anno Accademico 2010/2011 Croce Luca Di Mele Nicola Esposito Giovanni ELECTRONIC

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA GUIDA IN SICUREZZA DEI MEZZI SPECIALI 4X4 (FUORISTRADA BASE)

INTRODUZIONE ALLA GUIDA IN SICUREZZA DEI MEZZI SPECIALI 4X4 (FUORISTRADA BASE) PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO ANTINCENDI E PROTEZIONE CIVILE SCUOLA PROVINCIALE ANTINCENDI INTRODUZIONE ALLA GUIDA IN SICUREZZA DEI MEZZI SPECIALI 4X4 (FUORISTRADA BASE) a cura di: STEFANO SELEM

Dettagli

TecniKart: Il tuning in pista

TecniKart: Il tuning in pista TecniKart: Il tuning in pista Mettere a punto l'assetto di un kart a volte assomiglia più ad un arte che a una scienza. Le raccomandazioni che riporto in questo articolo sono frutto della mia esperienza

Dettagli

Cause incidenti stradali e comportamenti dopo gli incidenti, assicurazione

Cause incidenti stradali e comportamenti dopo gli incidenti, assicurazione Cause incidenti stradali e comportamenti dopo gli incidenti, assicurazione Cause incidenti stradali Quasi tutti gli incidenti stradali derivano da errori umani come disattenzione, imprudenza, inosservanza

Dettagli

- Regolamentazione e Requisiti richiestiper la partecipazione alle Sessioni Teoriche e Pratiche del progetto Automobilista Sicuro, Pilota Sicuro

- Regolamentazione e Requisiti richiestiper la partecipazione alle Sessioni Teoriche e Pratiche del progetto Automobilista Sicuro, Pilota Sicuro - Regolamentazione e Requisiti richiestiper la partecipazione alle Sessioni Teoriche e Pratiche del progetto Automobilista Sicuro, Pilota Sicuro La Scuola guida! - Corso di Guida Sicura e di Educazione

Dettagli

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI 2 INTRODUZIONE... 3 STRUTTURA SINTETICA DEL PERCORSO... 6 DIVULGAZIONE DELL INIZIATIVA ED ISCRIZIONE... 8 IL PERCORSO TEORICO... 9 IL SIMULATORE DI GUIDA... 12 GLI ESERCIZI

Dettagli

Le sospensioni 22 R.T.A. 152. di Gianpaolo Riva

Le sospensioni 22 R.T.A. 152. di Gianpaolo Riva Le sospensioni di Gianpaolo Riva Sono elementi nascosti alla vista dell automobilista. Assicurano comfort e tenuta di strada e perciò la loro funzione è indispensabile e fondamentale per la sicurezza attiva.

Dettagli

Vedere e farsi vedere

Vedere e farsi vedere edere e farsi vedere 5 lezione Occhio allo specchio 32 Lo specchio retrovisore è un dispositivo importantissimo che permette al conducente la visibilità della strada alle sue spalle senza tuttavia distogliere

Dettagli

Programma. GuidarePilotare si riserva di apportare modifiche al programma senza preavviso, garantendo parità di contenuto formativo.

Programma. GuidarePilotare si riserva di apportare modifiche al programma senza preavviso, garantendo parità di contenuto formativo. Guida Sicura Base Moto e MaxiScooter. La guida della moto non è così intuitiva come sembra: inoltre abbiamo a che fare con sole due ruote, problemi di equilibrio che si manifestano soprattutto da fermo

Dettagli

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti In questa unità didattica si impara come si può aiutare una persona a muoversi, quando questa persona non può farlo in modo autonomo. Quindi, è necessario

Dettagli

come girare veloci IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA

come girare veloci IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA come girare veloci La regolazione della forcella comincia con il precarico molla (sinistra) aumentando quello standard. Allo stesso modo si incrementa il freno in compressione

Dettagli

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA Indicazioni Generali Gli esercizi Consigli utili Indicazioni generali Questo capitolo vuole essere un mezzo attraverso il quale si posso avere le giuste informazioni

Dettagli

G4S Caratteristiche. Regole Base. Lunghezza: 384mm Larghezza: 200mm Interasse,passo: 259.5-261mm (dipende dall angolo di caster) Peso: 1725g

G4S Caratteristiche. Regole Base. Lunghezza: 384mm Larghezza: 200mm Interasse,passo: 259.5-261mm (dipende dall angolo di caster) Peso: 1725g G4S Caratteristiche Lunghezza: 384mm Larghezza: 200mm Interasse,passo: 259.5-261mm (dipende dall angolo di caster) Peso: 1725g Rapporto cambio 1 a 7.298:1 6.015:1 2 a 5.272:1 4.547:1 Regole Base Prima

Dettagli

FRENI Informazioni per i conducenti Il meglio dalla vostra auto

FRENI Informazioni per i conducenti Il meglio dalla vostra auto FRENI i Informazioni per i conducenti Il meglio dalla vostra auto SISTEMA FRENANTE DALLE PRIME FASI Per esercitare l attrito frenante sulle ruote, i freni di precedente costruzione utilizzavano un sistema

Dettagli

CONTROLLI INIZIALI MANOVRE E PARCHEGGI POSIZIONAMENTO DEL MEZZO

CONTROLLI INIZIALI MANOVRE E PARCHEGGI POSIZIONAMENTO DEL MEZZO CONTROLLI INIZIALI MANOVRE E PARCHEGGI POSIZIONAMENTO DEL MEZZO I CONTROLLI INIZIALI PRIMA DI METTERSI AL VOLANTE E OPPORTUNO CONTROLLARE: REGOLAZIONE DELLA POSIZIONE DI GUIDA QUANTITA DI CARBURANTE DISPONIBILE

Dettagli

90º SPECIALE CARRELLI ELEVATORI

90º SPECIALE CARRELLI ELEVATORI SPECIALE CARRELLI ELEVATORI anthony nadalin, TMHE 90º CON I PIEDI PER TERRA Toyota ha instaurato un rapporto duraturo con molti dei suoi clienti. Il merito di ciò va in gran parte al Sistema di Stabilità

Dettagli

Riduzione dei consumi di un veicolo pesante mediante ottimizzazione del sistema di propulsione

Riduzione dei consumi di un veicolo pesante mediante ottimizzazione del sistema di propulsione Università degli Studi di Bologna FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale Riduzione dei consumi di un veicolo pesante mediante ottimizzazione del sistema

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO IL MURO: DALL APPLICAZIONE APPLICAZIONE TECNICA ALL APPLICAZIONE APPLICAZIONE TATTICA PARTENDO DAL SETTORE GIOVANILE VERSO L ECCELLENZA Settore tecnico giovanile Squadre

Dettagli

Porsche GT3 ProSlot LA POTENZA NON E NIENTE SE NON C E CONTROLLO. In questo articolo descrivo la preparazione di un Porsche "GT" della Proslot.

Porsche GT3 ProSlot LA POTENZA NON E NIENTE SE NON C E CONTROLLO. In questo articolo descrivo la preparazione di un Porsche GT della Proslot. Porsche GT3 ProSlot La preparazione di una vettura richiede sia la cura di tutti i singoli componenti, sia il loro assemblaggio. Solo così è possibile raggiungere l'equilibrio tra potenza e controllabilità.

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate Vedi l'articolo completo sui consigli per la protesi d'anca su www.chirurgiarticolare.it Link diretto cliccando qui... APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto

Dettagli

Diametro esterno Il diametro di un pneumatico gonfio misurato al punto più esterno del battistrada.

Diametro esterno Il diametro di un pneumatico gonfio misurato al punto più esterno del battistrada. APPROFONDIMENTI A proposito di pneumatici (Fonte www.pirelli.it) A PROPOSITO DI PNEUMATICI Più di 100 anni di esperienza e tecnologia hanno reso Pirelli in grado di combinare nei suoi prodotti il massimo

Dettagli

The Micro Rider RIDUCI I COSTI FINO AL 36%, AUMENTI LA PRODUTTIVITÀ DEL 43% E RECUPERI VELOCEMENTE IL TUO INVESTIMENTO!

The Micro Rider RIDUCI I COSTI FINO AL 36%, AUMENTI LA PRODUTTIVITÀ DEL 43% E RECUPERI VELOCEMENTE IL TUO INVESTIMENTO! The Micro Rider RIDUCI I COSTI FINO AL 36%, AUMENTI LA PRODUTTIVITÀ DEL 43% E RECUPERI VELOCEMENTE IL TUO INVESTIMENTO! Progettata per essere più produttiva, perché piccola e veloce Mxr LAVA E ASCIUGA

Dettagli

The DINO files: preparazione Chaparral 2E

The DINO files: preparazione Chaparral 2E The DINO files: preparazione Chaparral 2E Mi sono inizialmente assicurato che sull'auto fosse montato l'alettone racing alleggerito. È riconoscibile dalla caratteristica di avere la parte inferiore cava.

Dettagli

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI 2 INTRODUZIONE...3 STRUTTURA SINTETICA DEL PERCORSO...6 DIVULGAZIONE DELL INIZIATIVA ED ISCRIZIONE...7 IL PERCORSO TEORICO...8 IL SIMULATORE DI GUIDA...10 GLI ESERCIZI

Dettagli

Guida all uso delle piastre per convergenza per kart.

Guida all uso delle piastre per convergenza per kart. Guida all uso delle piastre per convergenza per kart. L uso delle piastre per la regolazione e misurazione della convergenza e del camber del kart è molto semplice ed intuitivo, tuttavia è necessario essere

Dettagli

CARRIER C30R-2B. 2365 kg. Call for Yanmar solutions

CARRIER C30R-2B. 2365 kg. Call for Yanmar solutions CARRIER 2365 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Trasportatore Yanmar, prestazioni ottimali su ogni tipo di terreno. Caratteristiche principali > Dimensioni compatte : Larghezza globale ridotta a

Dettagli

Disegnare il basket. di Andrea Capobianco

Disegnare il basket. di Andrea Capobianco Disegnare il basket di Andrea Capobianco L efficacia della comunicazione è legata ad una buona conoscenza del linguaggio utilizzato. L uso della rappresentazione icnica presuppone necessariamente la condivisione

Dettagli

rischia Chi galleggia

rischia Chi galleggia tecnica pneumatici Chi galleggia...e poi arriva l autunno. Cala la lancetta del termometro, riprende a piovere con insistenza. E la stagione più a rischio per gli automobilisti, insieme all inverno. Visibilità

Dettagli

Le più avanzate tecnologie racing hanno permesso di creare uno pneumatico che dà emozioni. La tenuta è il suo punto di forza: NEOVA raggiunge nuovi

Le più avanzate tecnologie racing hanno permesso di creare uno pneumatico che dà emozioni. La tenuta è il suo punto di forza: NEOVA raggiunge nuovi Ready to ace Le più avanzate tecnologie racing hanno permesso di creare uno pneumatico che dà emozioni. La tenuta è il suo punto di forza: NEOVA raggiunge nuovi livelli. ADVAN NEOVA AD08R INNOVAZIONI

Dettagli

Per loro l aria. quattroruote MENO BAR, SFORZO MAGGIORE LAB 1. Resistenza al rotolamento. Pressione di gonfiaggio (bar) 8 4,3 PNEUMATICI E PRESSIONE

Per loro l aria. quattroruote MENO BAR, SFORZO MAGGIORE LAB 1. Resistenza al rotolamento. Pressione di gonfiaggio (bar) 8 4,3 PNEUMATICI E PRESSIONE quattroruote PNEUMATICI E PRESSIONE LAB 1 Per loro l aria 15 14 Resistenza al rotolamento 13 12 11 10 MENO BAR, SFORZO MAGGIORE Questo diagramma mostra l andamento della resistenza al rotolamento di un

Dettagli

NTR30N. Specifiche. Carrello da traino 3.0 tonnellate

NTR30N. Specifiche. Carrello da traino 3.0 tonnellate NTR30N Specifiche Carrello da traino 3.0 tonnellate NTR30N COMANDI AVANZATI E COMPARTO SPAZIOSO PER FACILITARE L IMPIEGO DEL CARRELLO E FARE SALIRE LA PRODUTTIVITÀ Il carrello da traino NTR30N Cat è l

Dettagli

Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7.

Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7. Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7. lunedì datti lo sprint martedì RINVIGORISCITI mercoledì tonificati

Dettagli

CENTRO DI GUIDA SICURA

CENTRO DI GUIDA SICURA CENTRO DI GUIDA SICURA. Il Centro Guida Sicura dell Autodromo di Franciacorta, realizzato in sinergia con ACI Guida Sicura e accreditato presso la Regione Lombardia, è composto da cinque aree di lavoro

Dettagli

RC 40 Dati tecnici. Carrello elevatore Diesel e GPL. RC 40-16 RC 40-18 RC 40-20 RC 40-25 RC 40-30

RC 40 Dati tecnici. Carrello elevatore Diesel e GPL. RC 40-16 RC 40-18 RC 40-20 RC 40-25 RC 40-30 @ RC 40 Dati tecnici. Carrello elevatore Diesel e GPL. RC 40-16 RC 40-18 RC 40-20 RC 40-25 RC 40-30 2 RC 40 Dati tecnici. 3 Questa scheda tecnica indica soltanto i valori tecnici del carrello elevatore

Dettagli

La catena di assicurazione

La catena di assicurazione La catena di assicurazione A cosa serve la corda? A trattenere una eventuale caduta Solo questo? Che cosa succede al momento dell arresto di una caduta? L arrampicatore avverte uno strappo Quanto è violento

Dettagli

34 Posizioni del Pugilato che protegge il corpo 1

34 Posizioni del Pugilato che protegge il corpo 1 34 Posizioni del Pugilato che protegge il corpo 1 Posizione preparatoria 2 : con entrambi i piedi ravvicinati parallelamente, ergersi con naturalezza mantenendo ferma la {posizione di} attenti; ambedue

Dettagli

Yes, you can. Invacare REM 550. Comando Manuale d uso

Yes, you can. Invacare REM 550. Comando Manuale d uso Yes, you can. Invacare REM 550 Comando Manuale d uso Indice Capitolo Pagina 1 La consolle di guida REM 550 4 2 1.1 Struttura della consolle di guida...4 1.2 Display di stato...7 1.2.1 Indicatore livello

Dettagli

SERPENT SETUP BOOK RCBAZAR.net TECNICA PER L ASSETTO delle 1:10 INDICE

SERPENT SETUP BOOK RCBAZAR.net TECNICA PER L ASSETTO delle 1:10 INDICE TECNICA PER L ASSETTO delle 1:10 INDICE INTRODUZIONE 3 CAPITOLO A - ASSETTO DI BASE 4 A1 FINECORSA INFERIORI (DOWNSTOP) 4 A2 AMMORTIZZATORI 5 A3 CARREGGIATA 7 A4 ALTEZZA DA TERRA 8 A5 CAMBER 9 A6 CASTER

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli

file://c:\elearn\web\tempcontent9.html

file://c:\elearn\web\tempcontent9.html Page 1 of 12 GRANDE PUNTO 1.2 8v GENERALITA'' - IMPIANTO DI CONTROLLO STABILITA'' VEICOLO V.D.C./E.S.P. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE VISTA DI ASSIEME 1 - Centralina ABS/ESP 2 - Sensore angolo sterzo integrato

Dettagli

YARIS VAN. ToyotaBusinessPlus VEICOLI COMMERCIALI

YARIS VAN. ToyotaBusinessPlus VEICOLI COMMERCIALI YARIS VAN ToyotaBusinessPlus VEICOLI COMMERCIALI ToyotaBusinessPlus Qualunque sia la tua attività, con la qualità e l affidabilità di Toyota sei sempre sulla strada giusta. Puoi scegliere tra un intera

Dettagli

ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Sprint

ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Sprint ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS Commissione Motoristica Formula Sprint Art. 1- Definizione Sono considerate manifestazioni di Formula Sprint le competizioni che si svolgono su percorsi preferibilmente

Dettagli

SET-UP SOSPENSIONI. 1)- Che cos è la sospensione; a)- Come fare l assetto, b)- Da dove cominciare. 2)- Settare la moto per il tuo peso;

SET-UP SOSPENSIONI. 1)- Che cos è la sospensione; a)- Come fare l assetto, b)- Da dove cominciare. 2)- Settare la moto per il tuo peso; SET-UP SOSPENSIONI Non sarà una cosa facile trovare l assetto migliore alla tua moto e neppure una cosa di pochi minuti, pertanto consiglio di prendere la cosa con calma e grande disciplina! Alla fine

Dettagli

The Micro Rider RIDUCI I COSTI FINO AL 36%, AUMENTI LA PRODUTTIVITÀ DEL 43% E RECUPERI VELOCEMENTE IL TUO INVESTIMENTO!

The Micro Rider RIDUCI I COSTI FINO AL 36%, AUMENTI LA PRODUTTIVITÀ DEL 43% E RECUPERI VELOCEMENTE IL TUO INVESTIMENTO! The Micro Rider RIDUCI I COSTI FINO AL 36%, AUMENTI LA PRODUTTIVITÀ DEL 43% E RECUPERI VELOCEMENTE IL TUO INVESTIMENTO! Progettata per essere più produttiva, perché piccola e veloce Mxr LAVA E ASCIUGA

Dettagli

EFFETTI DELLA DOPPIA SPINTA

EFFETTI DELLA DOPPIA SPINTA EFFETTI DELLA DOPPIA SPINTA DESCRIZIONE DEL MOVIMENTO, CORRELAZIONE TRA I DUE ARTI I fotogrammi utilizzati sono stati digitalizzati su computer, da immagini filmate con video camera 8 mm e con sincronia

Dettagli

SOLO I CARRELLI TOYOTA CON SAS SANNO COME

SOLO I CARRELLI TOYOTA CON SAS SANNO COME SOLO I CARRELLI TOYOTA CON SAS SANNO COME www.toyota-forklifts.it ABBATTERE I COSTI I carrelli elevatori Toyota equipaggiati con il sistema SAS utilizzano una tecnologia intelligente per ridurre sia i

Dettagli

presenta: GUIDA DEL GIOVANE SIM DRIVER A cura di Marco Conti

presenta: GUIDA DEL GIOVANE SIM DRIVER A cura di Marco Conti presenta: GUIDA DEL GIOVANE SIM DRIVER A cura di Marco Conti Nel mondo del Simracing il talento è importantissimo, ma essere un Sim Driver veloce non è sufficiente a garantire la vittoria; come si sa,

Dettagli

Verifica sperimentale del principio di conservazione dell'energia meccanica totale

Verifica sperimentale del principio di conservazione dell'energia meccanica totale Scopo: Verifica sperimentale del principio di conservazione dell'energia meccanica totale Materiale: treppiede con morsa asta millimetrata treppiede senza morsa con due masse da 5 kg pallina carta carbone

Dettagli