Giornale Italiano di MEDICINA SESSUALE e RIPRODUTTIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giornale Italiano di MEDICINA SESSUALE e RIPRODUTTIVA"

Transcript

1 Vol. 13 N. S2 Giugno 2006 Giornale Italiano di MEDICINA SESSUALE e RIPRODUTTIVA Italian Journal of Sexual and Reproductive Medicine Organo Ufficiale di Educazione Continua in Medicina della Società Italiana di Andrologia Già Giornale Italiano di Andrologia, fondato nel 1994 da G. Fabrizio Menchini Fabris Direttori Scientifici / Editors in Chief Edoardo S. Pescatori (Modena), Paolo Turchi (Prato) Direttore Responsabile / Managing Editor Vincenzo Gentile (Roma) Board Editoriale / Editorial Board Antonio Aversa (Roma) Ignacio Moncada Ibarren (Madrid) Furio Pirozzi Farina (Sassari) Andrea Salonia (Milano) Collaborazione Editoriale / Editorial Assistant Paolo Rossi (Pisa) Consulenza in Medical Writing / Medical Writing Advisor Giuse Cavallotti (Milano) Consulenza Statistica / Statistical Advisor Elena Ricci (Milano) Copyright SIAS S.r.l. via L. Bellotti Bon Roma Ufficio Editoriale / Editorial Office Lucia Castelli Pacini Editore S.p.A. Via A. Gherardesca Ospedaletto Pisa Tel Fax Editore / Publisher Pacini Editore S.p.A. Via A. Gherardesca Ospedaletto Pisa Tel Fax

2 Informazioni per gli Autori comprese le norme per la preparazione dei manoscritti Il Giornale Italiano di Medicina Sessuale e Riproduttiva Italian Journal of Sexual and Reproductive Medicine è l organo ufficiale di formazione della Società Italiana di Andrologia, che pubblica, in lingua italiana o inglese, lavori redatti in forma di editoriali, articoli originali, articoli di aggiornamento, articoli finalizzati alla formazione in tema di evidence-based medicine, casi clinici, lettere al Direttore. Ogni contributo in linea con le norme editoriali generali e specifiche per le singole rubriche viene sottoposto a processo di peer-review in doppio cieco, ed è valutato alla luce delle più recenti linee guida Consensus Conferences internazionali. L accettazione per pubblicazione è subordinata all esecuzione di eventuali modifiche richieste dai reviewers ed al parere conclusivo dei Direttori. Le seguenti indicazioni sono state redatte secondo gli Uniform Requirements for Manuscripts Submitted to Biomedical Journals (Br Med J 1988;296:6/2). Invio dei manoscritti L invio può essere effettuato per posta elettronica all indirizzo (modalità preferita) o per posta al seguente indirizzo: Lucia Castelli, redazione del Giornale Italiano di Medicina Sessuale e Riproduttiva, Pacini Editore S.p.A., Via Gherardesca 1, Ospedaletto (PI) (Tel Fax ). Nella lettera di accompagnamento dell articolo, firmata da tutti gli Autori, deve essere specificato che i contributi sono inediti, non sottoposti contemporaneamente ad altra rivista, ed il loro contenuto conforme alla legislazione vigente in materia di etica della ricerca. In caso di sperimentazioni su umani, gli Autori devono attestare che tali sperimentazioni sono state svolte secondo i principi riportati nella Dichiarazione di Helsinki (1983); gli Autori sono tenuti a dichiarare di aver ottenuto il consenso informato per la sperimentazione e per l eventuale riproduzione di immagini. Per studi su cavie animali, gli Autori sono invitati a dichiarare che sono state rispettate le relative leggi nazionali e le linee guida istituzionali. Inoltre tutti i lavori devono contenere in allegato la seguente dichiarazione sottoscritta dagli Autori: I sottoscritti autori del lavoro trasferiscono, nel caso della pubblicazione nel Giornale Italiano di Medicina Sessuale e Riproduttiva, tutti i diritti d Autore all Editore e garantiscono l originalità del contenuto e la non contemporanea valutazione del lavoro presso altre Riviste. Conflitto di interessi Gli Autori devono dichiarare se hanno ricevuto finanziamenti o se hanno in atto contratti o altre forme di finanziamento, personali o istituzionali, con Aziende i cui prodotti sono citati nel testo. Questa dichiarazione verrà trattata dai Direttori come una informazione riservata. I lavori accettati verranno pubblicati con l accompagnamento di una dichiarazione ad hoc, allo scopo di rendere nota la fonte e la natura del finanziamento. Responsabilità dei testi pubblicati Gli Autori sono gli unici responsabili delle affermazioni contenute nell articolo. Esame dei manoscritti La Redazione accoglie solo i testi conformi alle norme editoriali generali e specifiche per le singole rubriche. La loro accettazione è subordinata alla revisione critica di esperti, all esecuzione di eventuali modifiche richieste ed al parere conclusivo dei Direttori scientifici. Gli Autori verranno informati dell eventuale accettazione o meno dei manoscritti entro 60 giorni, salvo eventuali imprevedibili ritardi. Agli Autori è riservata la correzione ed il rinvio (entro e non oltre 72 ore dal ricevimento) delle sole prime bozze del lavoro. Le eventuali modifiche e correzioni devono essere ridotte al minimo e apportate esclusivamente sulle bozze di stampa. Un modulo per la richiesta ed il pagamento degli estratti verrà inviato unitamente alle bozze a cura dell Editore. Preparazione dei manoscritti Il testo deve essere scritto preferibilmente con il programma Microsoft Word versione 6.0 o successive oppure salvato in formato.rtf (Rich Text Format) con interlinea 2, margine di 2,5 cm, 25 righe per pagina, carattere Times, corpo 12. Non utilizzare in nessun caso programmi di impaginazione grafica quali Publisher, Aldus Pagemaker o Quark X- press. Non formattare il testo in alcun modo (evitare stili, bordi, ombreggiature ). Le immagini devono essere salvate in uno dei seguenti formati: JPEG- GFIF compliant (.jpg); Power Point (.ppt); Tagged Image File (.tif). I supporti devono essere etichettati con il nome del primo autore, il titolo del lavoro, il nome e la versione del programma utilizzato. Nel caso di invio per posta, gli articoli in versione cartacea devono essere accompagnati dal relativo dischetto (31/2 in formato MS-DOS, Windows o Macintosh) o CD su cui è registrata l ultima versione corretta del testo, corrispondente alla copia dattiloscritta. I dischetti devono riportare sull apposita etichetta il nome del primo Autore, il titolo abbreviato dell articolo, il tipo di sistema operativo (Dos o Macintosh), il programma di scrittura e la versione, il nome del/i file/s del/i documento/i. Ogni file deve obbligatoriamente essere accompagnato dalla relativa copia cartacea. Norme generali per gli Autori Il testo deve essere in lingua italiana o inglese. Qualora in italiano, gli Autori dovranno comunque fornire traduzione in Inglese di: titolo del lavoro, parole chiave, riassunto, didascalie delle tabelle e delle figure, delle domande di valutazione e delle relative risposte. Nel testo dell elaborato non deve essere compreso il nome di nessuno degli Autori, né dell Istituto di appartenenza, per permettere un processo di peer revision con modalità che permettono una valutazione da parte dei revisori senza conoscere l identità degli Autori (revisione in doppio cieco). Nella prima pagina devono comparire: il titolo, in italiano ed inglese; il nome per esteso e il cognome degli Autori e l istituto o ente di appartenenza; le parole chiave, in italiano ed inglese (una lista di 3-10 parole chiave, conformi alle norme dell Index Medicus) ai fini di un inserimento negli elenchi delle banche dati internazionali; la rubrica cui si intende destinare il lavoro (decisione che è comunque subordinata al giudizio della Direzione); il nome, l indirizzo, il recapito telefonico e l dell Autore cui sono destinate la corrispondenza e le bozze. Nella seconda pagina comparirà il riassunto (breve, non deve superare le 250 parole, ed adeguato all estensione del testo) in Italiano ed Inglese (summary). Il riassunto, che, non dovrà essere semplicemente descrittivo, bensì indicare con precisione lo scopo dello studio, i principali risultati, riportando, se possibile i dati specifici, ed infine le conclusioni essenziali, secondo il seguente schema: Premessa, Scopo, Metodi,,. Si richiede di utilizzare solamente le abbreviazioni riconosciute a livello internazionale. Nella sezione Scopo va sintetizzato con chiarezza l obiettivo (o gli obiettivi) del lavoro, vale a dire l ipotesi che si è inteso verificare; nei Metodi va riportato il contesto in cui si è svolto lo studio, il numero e il tipo di soggetti analizzati, il disegno dello studio (randomizzato, in doppio cieco ), il tipo di trattamento e il tipo di analisi statistica impiegata. Nella sezione vanno riportati i risultati dello studio e dell analisi statistica. Nella sezione va riportato il significato dei risultati soprattutto in funzione delle implicazioni cliniche. A seguire il testo che potrà essere scritto in italiano o in inglese e suddiviso nelle seguenti sezioni: Introduzione, Metodi, e Discussione. Le note esplicative, i ringraziamenti, la bibliografia, le legende e

3 le tabelle dovranno essere riportate nelle ultime pagine su fogli separati, con i testi dattiloscritti come sopra. La bibliografia va limitata alle voci essenziali identificate nel testo con numeri arabi ed elencate al termine del manoscritto nell ordine in cui sono state citate. Devono essere riportati tutti gli Autori. Le riviste devono essere citate secondo le abbreviazioni riportate su Index Medicus. Esempi di corretta citazione bibliografica per: Articoli e riviste: Bisset WM, Watt JB, Rivers RPA, Milla PJ. Postprandial motor response of the small intestine to enteral feeds in preterm infants. Arch Dis Child 1989;64: Libri: Smith DW. Recognizable patterns of human malformation. Third Edition. Philadelphia: WB Saunders Co Capitoli di libri o Atti di Congressi: Milla PJ. Electrogastrography in childhood: an Overview. In: Chen JDZ, McCallum RW, eds. Electrogastrography Principles and Applications. New York: Raven Press Ltd, 1994: Le unità di misura. Tutte le misurazioni dovranno essere espresse in unità SI (Système International), riportando eventualmente di seguito, tra parentesi i medesimi dati in unità convenzionali. Le abbreviazioni. Ad eccezione che per le unità di misura riconosciute, le abbreviazioni sono sconsigliate. La prima comparsa di una abbreviazione deve sempre essere preceduta dal termine completo che la stessa sostituisce. I nomi di farmaci. Si deve impiegare il nome generico. Se gli autori lo desiderano il nome commerciale può essere indicato in calce. I permessi. Il materiale desunto da altre fonti dovrà sempre essere accompagnato dal permesso scritto sia dell Autore che dell Editore per la riproduzione sulla rivista. Il Copyright. La rivista è protetta da copyright. Una dichiarazione per il trasferimento alla rivista dei diritti d autore, verrà apposta tramite timbro, sulle prime bozze di stampa e dovrà essere firmata dall autore. I ringraziamenti, indicazioni di grants o borse di studio, vanno citati al termine della bibliografia. Le note, contraddistinte da asterischi o simboli equivalenti, compariranno nel testo, a piè di pagina. I termini matematici, formule, abbreviazioni, unità e misure devono conformarsi agli standards riportati in Science 1954;120:1078. Le Tabelle devono essere pienamente comprensibili e completare il testo, evitando ripetizioni dello stesso. Devono essere contenute nel numero (evitando di presentare lo stesso dato in più forme), dattiloscritte una per pagina e numerate progressivamente con numerazione romana e contraddistinte da una didascalia precisa (in italiano e in inglese) riprodotte con interlinea 2 su figli separati. Si consiglia di compilare le tabelle con un numero di colonne compreso fra 6 e 12. Nel testo della tabella e nella legenda utilizzare, nell ordine di seguito riportato, i seguenti simboli: *,,,,, **,, Le Figure, per gli invii per posta, vanno riprodotte in foto. I grafici e i disegno possono essere in fotocopia purché di buona qualità. Le figure devono essere numerate e devono riportare sul retro, su un apposita etichetta, il nome dell Autore, il titolo dell articolo, il verso (alto). Ogni figura dovrà essere corredata da didascalia in italiano e inglese. Gli Autori sono invitati ad inviare le illustrazioni su dischetto, secondo le seguenti norme: salvare le immagini in files separati dal testo e dalle tabelle. È possibile utilizzare dischetti da 31/2, Iomega Zip o CD. Inviare immagini esclusivamente in formato TIFF o EPS, oppure in formato JPEG. Inserire nel nome del file un estensione che identifichi il formato del file (esempio:.tif;.eps;.jpeg;.ppt). Le domande: per il numero di domande da allegare si faccia riferimento alla sezione delle norme specifiche per le singole rubriche. Norme specifiche per le singole rubriche 1. Editoriali: sono intesi come brevi considerazioni generali e pratiche su temi d attualità o di commento ad articoli originali, in lingua italiana o inglese, sollecitati dai Direttori o dai componenti il Comitato di redazione. È omesso il riassunto. 2. Articoli originali: comprendono lavori che offrono un contributo nuovo o frutto di una consistente esperienza, anche se non del tutto originale, in un determinato settore. Nell ottica del carattere educazionale della rivista, anche gli articoli originali devono dedicare una parte significativa delle sezioni Introduzione e Discussione allo stato dell arte dell argomento. Devono anche essere allegate 3-5 domande a scelta multipla (ognuna con almeno 3 possibili risposte, e quella corretta evidenziata in grassetto). E prevista la seguente strutturazione: introduzione, materiale e metodi, risultati, discussione e conclusioni. Il testo non dovrebbe superare le 15 pagine dattiloscritte comprese iconografia, bibliografia e riassunto (max. 200 parole). Legenda di tabelle e figure a parte. 3. Articoli di aggiornamento: possono anche essere commissionate dai Direttori. Di regola non devono superare le 20 pagine dattiloscritte, comprese tabelle, figure e voci bibliografiche. Legenda di tabelle e figure sono a parte. È omesso il riassunto. Devono essere allegati 3 gruppi di 3-5 domande a scelta multipla (ognuna con almeno 3 possibili risposte, e quella corretta evidenziata in grassetto): il primo gruppo ad 1/3 del manoscritto, il secondo a metà, ed il terzo alla fine. 4. Articoli finalizzati alla formazione in tema di Evidence-Based Medicine: in genere vengono commissionati dai Direttori. Sono da allegare 3 gruppi di 3-5 domande a scelta multipla (ognuna con almeno 3 possibili risposte, e quella corretta evidenziata in grassetto): il primo gruppo ad 1/3 del manoscritto, il secondo a metà, ed il terzo alla fine. 5. Casi clinici: il caso clinico dovrebbe essere di interesse generale ed illustrare l applicazione di recenti Linee Guida internazionali al caso in esame tenendo conto delle indicazioni riportate nella letteratura scientifica per quanto attiene diagnosi, prognosi e terapia. Sono desiderabili casi clinici che descrivono le principali difficoltà che si incontrano nella pratica clinica o che hanno come oggetto problemi ancora irrisolti o inusuali nei processi decisionali che riguardano le patologie più comuni. Il caso clinico dovrebbe avere una lunghezza di circa tre pagine. Devono essere allegate 3-5 domande a scelta multipla (ognuna con almeno 3 possibili risposte, e quella corretta evidenziata in grassetto). 6. Lettere al Direttore: possono far riferimento anche ad articoli già pubblicati. In questo caso la lettera verrà preventivamente inviata agli Autori dell articolo e l eventuale risposta degli stessi pubblicata in contemporanea. La loro estensione non dovrebbe superare le due pagine dattiloscritte, precedute dal titolo. Promemoria per gli Autori Lettera di accompagnamento dell articolo con dichiarazione di originalità e di cessione dei diritti all editore e, se del caso, che gli Autori sono in possesso del consenso informato dei pazienti alla sperimentazione e/o alla riproduzione delle immagini. Titolo, parole chiave, riassunto e didascalie in italiano e in inglese. Invio preferenziale per all indirizzo Gli estratti sono addebitati agli Autori a prezzo di costo. Assegni e vaglia vanno inviati a: Giornale Italiano di Medicina Sessuale e Riproduttiva Pacini Editore S.p.A., via Gherardesca, Ospedaletto (PI). Abbonamenti Il Giornale Italiano di Medicina Sessuale e Riproduttiva è trimestrale. I prezzi degli abbonamenti annuali per i non Soci sono i seguenti: Italia 60; estero 70. Questo fascicolo 20. Le richieste di abbonamento e ogni altra corrispondenza relativa agli abbonamenti vanno indirizzate a: Giornale Italiano di Medicina Sessuale e Riproduttiva Pacini Editore S.p.A., via Gherardesca, Ospedaletto (PI) Tel Fax Finito di stampare presso le Industrie Grafiche della Pacini Editore S.p.A. - Settembre 2006

4 Information for authors including editorial standards for the preparation of manuscripts The Giornale Italiano di Medicina Sessuale e Riproduttiva Italian Journal of Sexual and Reproductive Medicine is the official journal of the Italian Society of Andrology in the field of Medical Education. It publishes both in Italian and English, contributions in the form of editorials, updates, original articles, Evidence-based Medicine articles, case reports, letters to the Editor. Each contribution undergoes a double-blind peer-reviewing process and is evaluated on the basis of the most recent Guidelines and International Consensus Conferences. The eventual acceptance of articles for publication is conditional upon the implementation of any changes requested by reviewers, and the final decision of the Editor. Authors will be informed about acceptance of the manuscript within 60 days; they will be given 72 hours for proof-correction (only a set of proofs will be sent to Authors): corrections should be reduced to the minimum and must be made directly on the received proofs. A form for reprints order and payment will be sent together with the proofs. Manuscripts submission The manuscript to be submitted for publication should be sent by regular mail or (preferred way) to: Lucia Castelli, Editorial Office Giornale Italiano di Medicina Sessuale e Riproduttiva, Pacini Editore S.p.A., Via Gherardesca 1, Ospedaletto (PI) (Tel Fax ) A separate covering letter, signed by every Author, must state that the material submitted has not been previously published, and is not under consideration (in whole or in part) elsewhere, and that it is conform with the regulations currently in force regarding research ethics. If an experiment on humans is described, a statement must be included that the work was performed in accordance with the principles of the 1983 Declaration of Helsinki. The Authors are solely responsible for the statements made in their paper, and must state that they have obtained the informed consent of patients for their participation in the experiments and for the reproduction of photographs. For studies performed on laboratory animals, the authors must state that the relevant national laws or institutional guidelines have been adhered to. All papers should also include a separate covering letter undersigned by all Authors stating that, if and when the manuscript is accepted for publication, the authors hand over the transferable copyrights of the accepted manuscript to the publisher; and that the manuscript or parts thereof will thus not be published elsewhere, in any language, without the consent of the copyright holder. Copyrights include, without spatial or time limitation, the mechanical, electronic and visual reproduction and distribution; electronic storage and retrieval; and all other forms of electronic publication or any other types of publication including all subsidiary rights. Conflict of Interests In the letter accompanying the article, Authors must declare if they got funds, or other forms of personal or institutional financing or even if they are under contract from Companies whose products are mentioned in the article. This declaration will be treated by the Editor as confidential, and will not be sent to the referees. Accepted works will be published accompanied by a suitable declaration, stating the source and nature of the financing. The following indications are based on the Uniform Requirements for Manuscripts Submitted to Biomedical Journals (Br Med J 1988;296:6/2). Manuscript preparation The text must be typewritten in either Italian or English. Word 6.0 or following versions are preferred (save files in DOC or.rtf format, 25 lines per page, double line spacing and 2,5 cm margins, font Times 12). Do not use desktop publishing programmes such as Aldus Pagemaker, Quark X-Press or Publisher. Retain from complex formatting. Picture should be submitted as separate files from text files, on separate diskettes or cartridges. 3 1/22 diskettes, Iomega Zip, and CDs can be submitted. Submit only TIFF, JPEG or PPT files, with a minimum resolution of 300 dpi and 10 x 15 cm format. Figures in the form of photographs must be provided in 3 original copies, labelled and numbered on the back, with the indication of the Author, of the title of the article and of the top of the picture. Diskettes/CDs containing texts and/or figures should be labelled with the last name of the first author, an abbreviated title of the manuscript, computer type, word processing programme and version, and file name(s) of the document(s). A typewritten copy must always be included. General instructions for Authors Text must be written in Italian or English. If the text is in Italian, Authors should provide the English translation of: title; key words; an abstract; captions and legends for all tables and figures; questions and answers for the education section. No name of Authors or Institutions should appear in the text in order to have a full double-blind peer-reviewing process. On the first page of the manuscript should appear: title (in Italian and English); full name of Authors; institute or organisation to which each author is affiliated; a set of key-words (from 3 to 10, conforming to the Index Medicus rules); the category under which the authors intend the work to be published (although the final decision here rests with the Editor); the name, mailing address, and telephone and fax numbers of the author to whom correspondence and the galley proofs should be sent. The second page should contain the abstract (concise, less than 250 words) in Italian and English: the abstract must be subdivided into the following sections: Background, Objective(s), Method(s), Results, Conclusion(s). In the Aim section, the aim (or the aims) of the work must be clearly summarised (i.e., the hypothesis the Authors want to verify); in the Method(s) section, the Authors must report the context of the study, the number and the kind of subjects under analysis, the kind of treatment and of statistical analysis used. In the Results section are reported the results of the study and of the statistical analysis. In the Conclusions section is reported the significance of the results with regard to clinical implications. Authors are asked to use only abbreviations internationally accepted. The following pages should contain the text written in Italian or English: the text must be subdivided into the following sections: Introduction, Method(s), Results, Discussion. At the end of the text should appear the bibliography, the legends to the tables and figures. The bibliography must be limited to the most essential and relevant references, identified in the text by Arabic numbers and listed at the end of the manuscript in the order in which they are cited. The format of the

5 references in the bibliography section should conform with the examples provided in N Engl J Med 1997;336: The first six Authors must be indicated, followed by et al. Journals should be cited according to the abbreviations reported on Index Medicus. Examples of the correct format for bibliographic citations: Journal/articles: Bisset WM, Watt JB, Rivers RPA, Milla PJ. Postprandial motor response of the small intestine to enteral feeds in preterm infants. Arch Dis Child 1989;64: Books: Smith DW. Recognizable patterns of human malformation. Third Edition. Philadelphia: WB Saunders Co Chapters from books or material from conference proceedings: Milla PJ. Electrogastrography in childhood: an Overview. In: Chen JDZ, McCallum RW, eds. Electrogastrography Principles and Applications. New York: Raven Press Ltd, 1994: All units of measurement should be reported in the metric system in the terms of the International System of Units (SI), reporting in parentheses, if necessary, the same data in conventional units. Abbreviations should be avoided unless they are standard units of measurement. The full term for which an abbreviation stands should precede its first use in the text. Drugs should be referred to by their chemical name; the commercial name should be used only when absolutely unavoidable (capitalizing the first letter of the product name). If a figure or a text has been published, acknowledge the original source and submit written permission from the copyright holder to reproduce the material. Permissions are required irrespective of authorship or publisher, except for documents in public domain. A statement for copyright assignment to the journal will be included in the proofs and must be signed by the Author. Acknowledgements and the citation of any grants or other forms of financial support should be provided after the bibliography. Notes to the text, indicated by an asterisks or similar symbols, should appear at the bottom of the relevant page. Mathematical terms and formulae, abbreviations, and units of measure should conform to the standards set out in Science 1954;120:1078. Tables (in 3 copies) must be limited in number (the same data should not be presented twice, in both the text and tables), typewritten one to a page, and numbered consecutively with Roman numbers. In the text and legend of the tables, Authors must use, in the exact order, the following symbols: *,,,, **,, Figures in the form of photographs must be provided in 3 original copies, labelled and numbered on the back, with the indication of the Author, of the title of the article and of the top of the picture. Please check the section devoted to specific instructions for the number of questions to provide. Specific instructions for the various categories of papers 1. Editorials (written on the invitation of the Editor or a member of the Editorial Board) are brief discussions of the general and practical aspects of topics of current interest. They should be written in Italian or English; no abstract is necessary. 2. Original articles represent reports of new and original work, or descriptions of a consolidated body of experience (even if not entirely original) in a given field. Due to the educational mission of the journal, original article should devote part of the Introduction and Discussion sections to the state-of-the-art on the subject. 3 multiplechoice questions should be included (each of them with 3 different answers, the right one in bold). The text must be sub-divided into the following sections: Introduction, Materials and methods, Results, Discussion, and Conclusions. The text must not exceed 15 typewritten pages, pictures, bibliography and summary included (legend of figures and tables apart). The abstract, must be less than 200 words and must be subdivided into the following sections: Objective(s), Method(s), Results, Conclusion(s). 3. Update articles may be submitted for consideration by authors, or may be written on the invitation of the Editor. They should not exceed 20 typewritten pages, including the bibliography, tables, and figures (but not including the legends). No abstract is necessary. 3 groups of 3-5 multiple-choice questions should be included (each of them with 3 different answers, the right one in bold). The first group after 1/3 of the article; the second at the half of the article, the last at the end of the article. 4. Evidence-based-medicine education articles: written on the invitation of the Editor or a member of the Editorial Board. 3 groups of 3-5 multiple-choice questions should be included (each of them with 3 different answers, the right one in bold). The first group after 1/3 of the article; the second at the half of the article, the last at the end of the article. 5. Case reports will be considered for publication only if they describe very rare cases or are of particular didactic interest. The presentation should include a clear exposition of the case and a discussion of the differential diagnosis. The text must be concise (less than three pages), and furnished with no more than 1 or 2 figures or tables, and with a few essential bibliographic references. 3-5 multiple-choice questions should be included (each of them with 3 different answers, the right one in bold). 7. Letters to the Editor may address problems of current interest in the area of andrology, or may comment on articles that have recently appeared in the journal. In the latter case, the letter will be sent to the authors of the article in question and their eventual reply will be published together with the letter. Letters to the editor should be written in Italian, must not exceed 2 typewritten pages, and must be furnished with a title. 8. Reviews of books. The journal reserves the right to publish reviews (either unsolicited or written on the invitation of the Editor) of books. The text should be in Italian, and should not exceed 1 to 2 typewritten pages. Memorandum for Authors The Authors should send a letter accompanying their article containing a declaration to the effect that the work being submitted is original and that copyright is transferred to the publisher; moreover, if necessary, the Authors should state that informed consent on the part of the patients has been obtained for their participation in the experiments and/or for publication of photographs. Title, key-words, summary, captions in Italian and English. Preferably send article by to Authors are charged cost price for off-prints. Cheques and money orders should be sent to: Giornale Italiano di Medicina Sessuale e Riproduttiva Pacini Editore S.p.A., via Gherardesca, Ospedaletto (PI), Italy. Subscriptions The Giornale Italiano di Medicina Sessuale e Riproduttiva is published every three months. Subscriptions rates for non-members are the following: Italy 60; Abroad 70; Single issue 20 Subscriptions form should be addressed to: Giornale Italiano di Medicina Sessuale e Riproduttiva Pacini Editore S.p.A., via Gherardesca, Ospedaletto (PI), Italy Tel Fax Printed by Industrie Grafiche Pacini Editore S.p.A. - September 2006

6 Società Italiana di Andrologia Presidente Vincenzo Gentile LA CHIRURGIA DEL PENE: TRADIZIONE, RICERCA, EVOLUZIONE XXIII Congresso Nazionale delle Sezioni Regionali Ca' Granda Università degli Studi di Milano settembre 2006 Presidente del Congresso Edoardo Austoni Presidente Onorario Enrico Pisani Sezione Regionale S.I.A. Lombardia - Piemonte - Val d Aosta Consiglio di Coordinazione Coordinatore Luigi Rolle Segretario Matteo Marzotto Caotorta Consiglieri Enrico Conti Beatrice Lillaz Rolando Noseda Gruppo di Coordinamento Locale a Milano Alberto Cazzaniga Andrea Ceresoli Gaetano Grasso Macola Andrea Guarneri Ai Ling Romanò Mauro Seveso

7 Società Italiana di Andrologia Comitato Esecutivo Presidente Vincenzo Gentile Past-president Edoardo Austoni Segretario Bruno Giammusso Tesoriere Giorgio Piubello Consiglieri Ciro Basile Fasolo Alessandro Palmieri Gianfranco Savoca Delegato Nazionale per le Sezioni Regionali M. Antonella Bertozzi Commissione Scientifica Presidente Fulvio Colombo Carlo Bettocchi Giorgio Franco Andrea Salonia Francesco Sasso Silvia Voliani S.I.A. Società Italiana di Andrologia Via L. Bellotti Bon 10, Roma Tel. e Fax

8 Indice sintetico Editoriale S1 L Andrologia sul territorio s2 Disfunzioni sessuali maschili s4 Il paziente con DE S4 Disfunzione erettile Fisiopatologia S5 Disfunzione erettile Diagnostica S7 Disfunzione erettile Terapie orali s8 Chirurgia protesica peniena s15 Disfunzione erettile sottogruppo Neurogeni S20 Disfunzione erettile sottogruppo Sclerodermia S21 Disfunzione erettile sottogruppo Diabetici S22 Disfunzione erettile sottogruppo Insufficienza Renale Cronica S23 Disfunzione erettile sottogruppo Trapiantati S24 Disfunzione erettile e BPH/LUTS S25 Disfunzione erettile sottogruppo Neoplasia Prostatica S27 Disfunzione erettile sottogruppo Neoplasia Vescicale S34 Disfunzione erettile sottogruppo Neoplasia del Retto S35 Eiaculazione precoce s36 Pene curvo (congenito ed acquisito) s41 Ricerca di base s41 Qualità di vita s41 Terapie non chirurgiche s42 Chirurgia non protesica s43 Chirurgia protesica s47 Neoplasie del pene s48 Altra chirurgia peniena s52 Trauma penieno e perineale s55 Priapismo S58 Problematiche dimensionali del pene s60 Prostatite S63 Disfunzioni sessuali femminili s65 Diagnostica S65 Terapia S65 Transessualismo S68 Conversione androginoide s68 Conversione ginoandroide s69 Sessuologia S71 Ipogonadismo S76 Epidemiologia S76 Fisiopatologia S77 Terapia S78 Infertilità maschile s80 Seminologia S80 Diagnostica citogenetica s80 Terapia farmacologica s84 Terapia chirurgica s86 Terapia e PMA S87

9 COMUNICAZIONI, POSTER E VIDEO Varicocele S90 Varicocele nell adolescente s90 Diagnosi S90 Varicocele e fertilità s91 Correzione mediante scleroterapia s93 Correzione chirurgica s96 Correzione laparoscopica s97 Patologia delle vie seminali s98 Patologia testicolare s100 Indice degli Autori S104

10 Indice Editoriale V. Gentile S1 L andrologia sul territorio s2 C 36. P 25. Progetto di collaborazione della Sezione Marche-Emilia Romagna e RSM, con i servizi amministrativi scolastici e Regione Emilia Romagna: risultati preliminari T. Zenico, G. Basunti, F. Modenini, M. Soli, V. Tellarini, G. Ughi, P.L. Macini, A. Finarelli S2 Questionario della Sezione Regionale Siciliana S.I.A. su tecniche terapeutiche di attuale interesse e comune dibattito: risultati e considerazioni I. Gattuccio, F. Montalto, F. Zangara, M. Parrinello, F. Gattuccio S2 Disfunzioni sessuali maschili s4 Il paziente con DE S4 C 10. C 42. Il profilo del paziente con DE in Italia: i dati dell Erectile Dysfunction Observational Study (EDOS) V. Mirone, F. Fusco, G. Dalena, R. Sicuteri, A. Rossi, D. Valle, S. Kontodimas, per il Gruppo EDOS italiano s4 Cosa si aspetta il paziente con DE P. Rossi, M. Linardon, F. Menchini Fabris S4 Disfunzione erettile Fisiopatologia S5 C 37. C 38. P 11. Sospensione del fumo e miglioramento della perfusione cavernosa dei parametri emodinamici ed emogasanalitici R. Aponte, M. Carrino, R. Giannella, B. Fontana, D.Mattace Raso, A. Oliva S5 Ciclismo e DE: ricerca epidemiologica tipo caso-controllo R. Aponte, M. Carrino, P. Brigante, A. Troncone, R. Ricciardi, D. Mattace Raso S6 L ipogonadismo acquisito dell età adulta condiziona negativamente la risposta farmacologica nei pazienti con sindrome metabolica e il recupero di normali parametri vascolari all eco-color-doppler penieno dinamico dopo terapia con Sildenafil S. La Vignera, G. Sidoti, E. Vicari S6 Disfunzione erettile Diagnostica S7 Gc 5. Valutazione della gravità della DE: differenza tra quanto percepito dal clinico e quanto rilevato con la scala IIEF-EF. Dati italiani dello Erectile Dysfunction Observational Study (EDOS) F. Fusco, A. Rossi, D. Valle, S. Kontodimas, R. Sicuteri, G. Dalena, V. Mirone, per il Gruppo EDOS italiano s7 Disfunzione erettile Terapie orali s8 C 9. P 10. P 19. P 48. P 9. Confronto tra pazienti al primo trattamento (naive) per la DE e pazienti non-naive: dati dello Erectile Dysfunction Observational Study (EDOS) F. Fusco, R. Sicuteri, A. Rossi, D. Valle, S. Kontodimas, G. Dalena, V. Mirone, per il Gruppo EDOS italiano s8 Differenze nei parametri emodinamici penieni dopo terapie a breve termine per la disfunzione erettile organica R. Bruzziches, E. Greco, M. Pili, G. Spera, A. Aversa S8 Miglioramento della funzione erettile spontanea in pazienti con moderata disfunzione erettile trattati con Sildenafil a dose fissa G. De Giorgi, B. Grossetti, G. Maso, S. Crivellaro, U. Moro, S. Bierti, E. Kocjancic, B. Frea S9 di uno studio sulla modificazione dei livelli di ansia, depressione e qualità di vita in pazienti con disfunzione erettile in trattamento con Sildenafil A. Vitarelli, V. Affatati, G. Lorusso, O. Todarello, A. Pagliarulo S9 La disfunzione erettile e l impiego del Sildenafil in una popolazione di pazienti con recente intervento cardiochirurgico A. Di Patria S10

11 COMUNICAZIONI, POSTER E VIDEO C 11. Completa affidabilità di Vardenafil 20 mg nella penetrazione e nel completamento del rapporto: studio della efficacia di Vardenafil per la disfunzione erettile II (RELY II) F. Montorsi, A. Salonia, L. Valiquette, G. Zanni, F. Dehò, L. Barbieri, A. Briganti, E. Rubio-Aurioles, per il Vardenafil Study Group S11 P1. Valutazione di un regime alternativo con l uso di Tadalafil 3 volte a settimana, in uomini con disfunzione erettile: lo studio SURE in Italia V. Mirone, F. Fusco, A. Palmieri, P. Verze, G. Dalena, R. Sicuteri, A. Rossi S11 P2. Somministrazione al bisogno o assunzione a giorni alterni di Tadalafil nel trattamento della disfunzione erettile: quale risulta più efficace e meglio tollerabile? Nostra esperienza S. Tazzioli, A. Delle Rose, V. Li Marzi, M. Marzocco, G. Nicita S12 P4. Valutazione della terapia a lungo termine con Tadalafil in pazienti con disfunzione erettile: update dopo 6 mesi C. Giacchetto, G. De Grande, E. Vicari, S. La Vignera, G. Cutrale, C. Pavone, S. Minì, S. Dammino, P. Panella, F. Mastroeni, G. Turiano, Q. Paola, D. Di Trapani, F. Lanzafame, G. Cirota, R. Allegro S13 P 20. P 14. Efficacia a distanza della terapia con Sildenafil nel deficit erettivo N. Dinelli, F. Menchini Fabris, P. Rossi, G.F. Menchini Fabris S13 Valutazione psico-fisica del maschio con Maca (Lepidium Meyenii) T. Zenico, M. Mercuriali, P. Lilli, C. Vivacqua, H. Hanitzsch, C. Saltutti, E. Bercovich S14 Chirurgia protesica peniena s15 C 51. P 23. C 52. C 53. V 8. V 10. Dieci anni di chirurgia protesica: nostra esperienza S. Ciampalini, K. Periklis, S. Bucci, G. Liguori, C. Trombetta, E. Belgrano S15 Implantologia protesica nella DE: l esperienza di un centro urologico pubblico E. Conti, S. Lacquaniti, D. Croce, P.P. Fasolo, G. Sebastiani, R. Mandras, L. Puccetti, G. Fasolis S15 Tasso di infezione e tasso di complicanze dopo impianto di protesi peniene a 3 componenti con un nuovo protocollo di preparazione cutanea pre e post operatorio: follow-up a breve termine F. Dehò, G. Henry, A. Salonia, A. Briganti, V. Di Girolamo, G. Savoca, F. Abdollah, R. Matloob, P. Rigatti, F. Montorsi S16 Procedura di revisione delle protesi idrauliche tricomponenti: incidenza e prevenzione E. Caraceni, A. Branchi, G. Leone, A. Marronaro, A. Marconi S16 AMS 700 CX Inhibizone con pompa tactile. Procedura chirurgica E. Caraceni, A. Branchi, G. Leone, A. Marronaro, A. Marconi S17 Recupero anatomo-funzionale dopo amputazione peniena mediante lipectomia ed impianto di protesi soffici G. Alei, P. Letizia S17 V6. Contemporaneo impianto di protesi peniena e sfinterica uretrale dopo chirurgia pelvica radicale. Approccio con incisione trasversale. Nostra esperienza preliminare O. Sedigh, M. Paradiso, M.E. Graziano, R. Rossi, F. Liberale, U. Ferrando S18 V7. Riabilitazione sessuale e ripristino della continenza urinaria mediante posizionamento di protesi idraulica tricomponente e dispositivo invance: singolo intervento, singola incisione L. Rolle, I. Morra, C. Ceruti, F. Ragni, A. Tamagnone, M. Timpano, P. Destefanis, C. Negro, D. Fontana S18 P 58. P 57. Il trattamento delle complicanze nella chirurgia protesica: risultati dopo 24 anni M. Marzotto Caotorta, M. Ruggieri, B. Gorgone, M. Mensi, S. Sandri S19 Necrosi della mucosa del glande dopo impianto protesico del pene: una complicanza drammatica ma a prognosi favorevole L. Rolle, C. Ceruti, A. Tamagnone, M. Timpano, A. Cugiani, D. Fontana S19 Disfunzione erettile sottogruppo Neurogeni S20 P 13. Studio osservazionale sulla prevalenza di disfunzione erettile in una popolazione di soggetti affetti da sclerosi multipla G. Palleschi, A. Pastore, A. Tubaro, G. Bova, A.S. Mariani, A. Carbone S20

12 XXIII CONGRESSO NAZIONALE SIA DELLE SEZIONI REGIONALI MILANO 2006 C 12. Tadalafil in pazienti con disfunzione erettile e danno midollare F. Giuliano, A. Sanchez Ramos, D. Loechner Ernst, G. Del Popolo, Y. Zhao, M. Marzotto Caotorta. J. Casariego...S21 Disfunzione erettile sottogruppo Sclerodermia S21 C 13. L'inibizione prolungata della fosfodiesterasi tipo 5 migliora la funzione endoteliale in soggetti affetti da sclerosi sistemica e disfunzione erettile A. Aversa, M. Proietti, R. Bruzziches, C. Rossi, E.A. Greco, C. Letizia, F. Salsano, G. Spera S21 Disfunzione erettile sottogruppo Diabetici S22 P 22. P 21. Utilizzo di testosterone in gel associato a Tadalafil nella terapia di pazienti diabetici affetti da deficit erettile M. Scarfini, A. De Carolis, E. Vannozzi, E. Spera S22 della riabilitazione sessuale con PGE1 intracavernosa ed orale sistematica, nei pazienti diabetici, non responder alla terapia orale G. Passavanti, V. Pizzuti, M. Carlucci, A.M. Aloisi, F.M. Costantini, A. Bragaglia, R. Paolini S22 Disfunzione erettile sottogruppo Insufficienza Renale Cronica S23 C 39. Dialisi cronica e DE: alta incidenza, scarsa motivazione terapeutica M. Carrino, P. Branno, R. Aponte, A. Oliva, R. Giannella, F. Zucco S23 Disfunzione erettile - sottogruppo Trapiantati S24 C 16. Disfunzione erettile dopo trapianto di fegato: il Sildenafil è una terapia sicura ed efficace? L. Carmignani, P. Acquati, M.F. Donato, F. Agnelli, G. Rossi, S. Paparella, L.R. Fassati, F. Rocco S24 V9. Impianto di protesi peniena con modellamento dell albuginea in un paziente portatore di trapianto di rene e pancreas O. Sedigh, M. Paradiso, F. Lasaponara, R. Rossi, M.E. Graziano, U. Ferrando S24 Disfunzione erettile e BPH/LUTS S25 C 29. C 40. C 30. P 3. Anorgasmia e/o disfunzione erettile in pazienti con prostato-vesciculite e/o con LUTS (Lower Urethral Tract Symptoms) C. Battiato, S. La Vignera, F. Calzavara, F. Garrone, E. Vicari S25 Effetti della dutasteride sulla funzione sessuale maschile di 194 pazienti trattati per ipertrofia prostatica benigna (IPB) G. Paulis, S. Voliani, M.A. Bertozzi, G.F. Menchini Fabris S25 Testosterone gel nei maschi affetti da LUTS: una possibilità terapeutica F. Colombo, A. Guarneri, A.L. Romanò, E. Inneo, E. Austoni S26 Tamsulosina e Tadalafil in pazienti con ipertrofia prostatica benigna e disfunzione erettile: nostra esperienza con la terapia combinata a lungo termine P. Ronchi, G. Paradiso Galatioto, G.L. Gravina, A.M. Costa, G. Pace, C. Vicentini S27 Disfunzione erettile sottogruppo Neoplasia Prostatica S27 C 64. C 71. Mancanza di affidabilità dell International Index of Erectile Function ricordato nei candidati a prostatectomia radicale A. Salonia, G. Zanni, A. Gallina, A. Saccà, A. Briganti, L. Bua, M. Raber, E. Farina, R. Colombo, P. Rigatti, F. Montorsi S27 Miglior conservazione dello sfintere uretrale e dei fasci neurovascolari durante la prostatectomia radicale retropubica F. Montorsi, A. Salonia, N. Suardi, A. Gallina, G. Zanni, A. Briganti, F. Dehò, R. Naspro, E. Farina, P. Rigatti.....S28 P8. Elettrostimolazione intraoperatoria dei nervi cavernosi con elettrodi impiantabili A. Briganti, A. Salonia, F. Dehò, N. Suardi, G. Zanni, E. Strada, F. Pelucchi, D. Angiolilli, P. Rigatti, F. Montorsi..S28 C 14. Fattori predittivi dell efficacia di Sildenafil 100 mg al bisogno nei pazienti sottoposti a prostatectomia radicale retropubica nerve-sparing bilaterale F. Montorsi, A. Salonia, G. Zanni, A. Gallina, A. Briganti, L. Barbieri, F. Dehò, N. Suardi, F. Fabbri, F. Sozzi, E. Farina, P. Rigatti S29

13 COMUNICAZIONI, POSTER E VIDEO C 72. P 7. P 16. P 17. P 18. C 15. Gc 6. Funzione erettile in relazione alla continenza urinaria dopo prostatectomia radicale nerve-sparing V. Li Marzi, S. Tazzioli, M.T. Filocamo, A. Delle Rose, M. Marzocco, G. Del Popolo, M. Mencarini, D. Villari, G. Nicita S30 Recupero della funzione erettile dopo prostatectomia radicale nerve sparing: prospettive e problemi aperti D. Vecchio, M. Pastorello, M. Poluzzi, G. Carluccio, G. Caleffi, R. Ballario, A. Molon S30 La terapia riabilitativa della disfunzione erettile nel paziente post prostatectomia radicale nerve sparing bilaterale G. Ranieri, G. Simoncini, G. Paradiso Galatioto, G. Pace, C. Vicentini S31 La riabilitazione peniena nel paziente affetto da disfunzione erettile (DE) secondaria a prostatectomia radicale (RRP). Studio clinico su 40 pazienti G. Paulis, P. Valenti, F. Menchini Fabris, G. Todeschini, G. F. Menchini Fabris S31 Riabilitazione farmacologica per il recupero della funzione sessuale dopo prostatectomia radicale retropubica retrograda nerve sparing G. Santelli, F. Repetti, S. Torcigliani, F. Tori, M. Aquilini, N. Fontana, M. Paoluzzi S32 Non esiste differenza significativa tra terapia con PDE5-I on demand e PDE5-I in regime riabilitativo nei pazienti sottoposti a prostatectomia radicale con tecnica nerve-sparing bilaterale F. Montorsi, A. Salonia, A. Gallina, G. Zanni, A. Saccà, F. Dehò, A. Briganti, M. Ghezzi, L. Barbieri, U. Capitanio, E. Farina, S.J. Schuit, P. Rigatti S32 Sospensione della terapia riabilitativa per la disfunzione erettile nei pazienti non informati sottoposti a prostatectomia radicale retropubica nerve sparing bilaterale A. Salonia, A. Gallina, G. Zanni, A. Saccà, S.J. Schuit, L. Barbieri, M. Raber, A. Briganti, E. Farina, P. Rigatti, F. Montorsi S33 Disfunzione erettile - sottogruppo Neoplasia Vescicale S34 C 62. P 47. Trattamento intravescicale con BCG e sessualità maschile: esiste una correlazione? M.C. Sighinolfi, S. Micali, S. De Stefani, A. Mofferdin, N. Ferrari, M. Giacometti, M. Rivalta, G. Bianchi S34 Quality of life nei pazienti sottoposti a trattamento oncopreventivo endovescicale A. Abbona, F. Morabito, M. Billia, R. Rossi, U. Ferrando S34 Disfunzione erettile - sottogruppo Neoplasia del Retto S35 C 41. P 5. Ruolo predittivo della manometria rettale nella diagnostica del DE (deficit erettile) post chirurgia del retto G. Dachille, G.M. Ludovico, C. Caliandro, A. Rucci, E. Ruggieri, V. Sciscio, E. Maselli, G. Porcelli, S. Montemurro S35 Ruolo della riabilitazione farmacologica post-operatoria nel DE iatrogeno (deficit erettile) nei pazienti sottoposti a protectomia per CR del retto nerve sparing G. Dachille, G.M. Ludovico, C. Caliandro, A. Rucci, E. Ruggieri, V. Sciscio, E. Maselli, G. Porcelli. S, Montemurro S36 Eiaculazione precoce s36 C 22. C 23. C 24. C 20. C 21. Eiaculazione precoce: risultati di uno studio osservazionale europeo G. La Pera, F. Giuliano, D.L. Patrick, H. Porst, M. Rothman, R. Hasmonay, S. Marchand S36 Eiaculazione precoce: la prospettiva femminile G. La Pera, D.L. Patrick, F. Giuliano, J. Dean, A. Kokoszka, P. McNulty, R. Hasmonay, M. Rothman S37 Eiaculazione precoce, eroina ed adolescenti: un fenomeno allarmante G. La Pera, F. Peris, Z. Marianantoni, A. Carderi, S. Livi, M. Lentini S38 Nostra esperienza con l uso di gabapentin nel trattamento on demand dell eiaculazione precoce primitiva in uno studio a breve termine in cieco, crossover vs. placebo F. Pirozzi Farina, A. Curreli, G. Morgia S38 Paroxetina mesilato vs. paroxetina mesilato e Sildenafil nel trattamento dell eiaculazione precoce: nostra esperienza S. Tazzioli, A. Delle Rose, M. Mencarini, V. Li Marzi, M. Marzocco, G. Nicita S39

14 XXIII CONGRESSO NAZIONALE SIA DELLE SEZIONI REGIONALI MILANO 2006 P 42. Sertralina on demand nel trattamento della ejaculazione precoce: due diverse metodiche di assunzione F. Palmiotto, M. Cavaliere, G. Nucci, A. Zappavigna, C. Zoccali S39 Pene curvo (congenito ed acquisito) s41 Ricerca di base s41 P 24. Il Tight Skin Mouse (TSK) come modello genetico animale di induratio penis plastica V. Mirone, C. Imbimbo, A. Palmieri, N. Longo, R. d Emmanuele di Villabianca, F. Mangiapia, G. Cirino, G. Lungarella S41 Qualità di vita s41 P 50. Qualità della vita sessuale delle partner di soggetti affetti da induratio penis plastica M.C. Sighinolfi, A. Mofferdin, S. Micali, S. De Stefani, N. Ferrari, M. Giacometti, G. Bianchi S41 Terapie non chirurgiche s42 C 65. C 66. Idroelettroionoforesi transdermica nel trattamento della malattia di La Peyronie A. Gavazzi, T. Cai, N. Mondaini, E. Meliani, E. Sarti, U. Farina, A. Costanzi, F. Melone, R. Bartoletti S42 Il trattamento della malattia di La Peyronie con ipnosi. Case report e prospettive terapeutiche R. Castellani S42 Chirurgia non protesica s43 C 28. C 54. P 53. P 54. Vita di relazione, estetica, facilità di introduzione vaginale, e deficit erettivo psicogenico prima e dopo correzione chirurgica di pene curvo congenito G. Cavallini, R. Castellani S43 Valutazione della soddisfazione sessuale di pazienti sottoposti a chirurgia dell induratio penis plastica: analisi di 10 anni di esperienza M. Capone, G. Mazza S44 Corporoplastica con patch nella malattia di Peyronie:10 anni di esperienza M. Marzotto Caotorta, M. Ruggieri, B. Gorgone, M. Mensi, S. Sandri S44 10 anni di esperienza nel confezionamento di corporoplastica M. Paradiso, O. Sedigh, G.L. Milan, M.E. Graziano, F. Varvello, U. Ferrando S45 V2. Corporoplastica di raddrizzamento con derma negli incurvamenti congeniti del pene: indicazioni, tecnica e risultati A. Simonato, P. Traverso, C. Ambruosi, C. Gastaldi, G. Ruggiero, F. Venzano, A. Romagnoli, G. Carmignani......S45 V 3. P 55. Corporoplastica di raddrizzamento per allungamento penieno con graft libero di tunica albuginea crurale in paziente con malattia di La Peyronie A. Vitarelli, G. Lorusso, I. Intermite, A. Pagliarulo S46 Il patch sostitutivo nella chirurgia di placca può indurre reazioni cicatriziali non prevedibili L. Rolle, A. Tamagnone, M. Timpano, C. Negro, C. Ceruti, E. Bollito, A. Marsico, D. Fontana S46 Chirurgia protesica s47 V1. Induratio penis plastica: corporoplastica con tecnica mininvasiva. Impianto di tutore assiale soffice di piccolo calibro e grafting di vena safena M. Silvani, S. Quaranta, E. Cianini, D. Concone, I. Dato, P. Ghiron, A. Giammarinaro, D. Minocci, C. Porta......S47 Neoplasie del pene s48 C 68. C 67. Il carcinoma squamoso del pene: rivalutazione critica degli aspetti macroscopici condizionanti la terapia iniziale della neoplasia primitiva G. De Giorgi, B. Grossetti, G. Maso, S. Crivellaro, U. Moro, S. Bierti, E. Kocjancic, B. Frea S48 Il trattamento conservativo del carcinoma del pene mediante l utilizzo di innesti cutanei G. Garaffa, C. Trombetta, G. Liguori, E. Belgrano, S. Minhas, D.J. Ralph S48

15 COMUNICAZIONI, POSTER E VIDEO P 60. V 12. P 61. C 69. P 62. funzionali della glandulectomia con ricostruzione mediante lembo cutaneo G. Morelli, G. Campo, F. Menchini Fabris, G. Pomara, G. Giannarini, D. Paperini, M. De Maria, R. Minervini....S49 Amputazione parziale del pene per carcinoma squamocellulare con ricostruzione mediante lembo ventrale fenestrato G. Alei, P. Letizia S49 Storia naturale del carcinoma a cellule squamose del pene: raro caso di tumore localmente avanzato con erosione completa dei genitali esterni e del tessuto osseo pubico A. Gavazzi, N. Mondaini, T. Cai, E. Meliani, E. Sarti, U. Farina, A. Costanzi, F. Melone, R. Bartoletti S50 Neurofibroma del pene associato a deficit erettile da ipoafflusso arterioso in paziente affetto da morbo di Von Recklinghousen G. Garaffa, C. Trombetta, E. Belgrano, S. Minhas, D. Ralph S50 Raro caso di metastasi peniena da adenocarcinoma prostatico in paziente in blocco androgenico totale e PSA indosabile: ruolo prognostico dell associazione tra adenocarcinoma invasivo ed intraduttale T. Cai, N. Mondaini, A. Gavazzi, E. Meliani, R. Bartoletti S51 Altra chirurgia peniena s52 C 56. Il trattamento del linfedema dei genitali maschili G. Garaffa, C. Trombetta, E. Belgrano, A. Freeman, S. Minhas, J.D. Ralph S52 V11. Necrosi della cute del pene e ricostruzione con intascamento scrotale in due tempi: case report G. La Pera, F. Peris, P. Greca, R. Urso, G. Maggiulli, A. Felici, M. Lentini S52 C 73. C 74. Modifica della tecnica MAGPI di Duckett per la soluzione chirurgica delle ipospadie glandulari e coronali S. Vallasciani, A. Borsellino, L. Martini, F. Ferro S53 Correzione delle ipospadie prossimali G. Marrocco, S. Vallasciani, A. Spagnoli, A. Borsellino, P. Atzori, F. Ferro S53 Trauma penieno e perineale s55 C 63. P 15. C 55. P 59. P 46. Ruolo dell imaging nella diagnostica dei traumi penieni P. Panella, A. Garufi, G.D. Priolo, L. D Arrigo, P. Pepe, A. Cacciola, F. Savoca, M. Aquilino S55 Il ruolo della radiologia interventistica nella disfunzione erettile A. Mahlknecht, M. Fallaha, V. Pecorari, A. Wieser, M. Zerbini, K. Psenner S55 Chirurgia ricostruttiva genitale nelle fratture peniene: nostra esperienza e rivisitazione in 38 pazienti M. Paradiso, O. Sedigh, G.L. Milan, M.E. Graziano, F. Varvello, U. Ferrando S56 Frattura traumatica di uretra e corpo cavernoso S. Blanco, F. Fortuna, A. Bianchi, M. Grasso S56 Trauma penieno da autoerotismo. Subrogaziofilia? G. Campo, F. Menchini Fabris, G. Giannarini, G. Pomara, G. Morelli, D. Paperini, G. Cuttano, M. De Maria......S57 Priapismo S58 P 29. P 30. Priapismo indotto da olanzapina. Descrizione di un caso clinico e revisione della letteratura G. Abatangelo, F. Nigro, G. Benedetto, A. Tasca S58 Embolizzazione percutanea nel priapismo ad alto flusso: descrizione di un caso clinico e revisione della letteratura A. Mofferdin, S. De Stefani, M.C. Sighinolfi, S. Micali, F. Annino, M. De Santis, G. Bianchi S58 Problematiche dimensionali del pene s60 P 44. P 45. Dismorfopenofobia: osservazioni cliniche D. Bonanno, P.M. Michetti, M. Zaccagnini, E.E. De Mayo, C. De Dominicis S60 Compliance del paziente e capacità di allungamento dell estensore penieno nel pene corto funzionale ed acquisito. preliminari di uno studio di fase II P. Gontero, M. Di Marco, N. Mondaini, M. Galzerano, G. Giubilei, F. Fontana, B. Frea, A. Tizzani S60

16 XXIII CONGRESSO NAZIONALE SIA DELLE SEZIONI REGIONALI MILANO 2006 V4. Impianto penieno apicale e pericavernoso. Note di tecnica J. Salhi, M. Del Prete S61 V 5. Falloplastica di ingrandimento con tecnica personale mediante intexen G. Alei, P. Letizia S61 Prostatite S63 P 26. P 27. P 28. Il ruolo del microtrauma perineale e della pratica del ciclismo nell etiopatogenesi e nell evoluzione clinica della prostatite T. Cai, N. Mondaini, A. Gavazzi, G. Giubilei, E. Meliani, S. Mazzoli, R. Bartoletti S63 Esercizio fisico e dolore cronico pelvico: effetti dell attività fisica costante in maschi affetti da prostatite cronica NIH tipo III G. Giubilei, N. Mondaini, A. Minervini, P. Iazzetta, C. Saieva, A. Lapini, S. Serni, R. Bartoletti, M. Carini S63 Alfuzosina 10 mg può essere utilizzata in maniera sicura nei giovani pazienti con prostatite N. Mondaini, G. Giubilei, A. Ungar, P. Gontero, T. Cai, A. Gavazzi, P. Geppetti, R. Bartoletti S64 Disfunzioni sessuali femminili s65 Diagnostica S65 Gc 1. C 18. Valutazione della funzione sessuale femminile in pazienti sottoposte ad intervento chirurgico per prolasso urogenitale A. Zucchi, E. Costantini, F. Fioretti, G. Cochetti, C. Bruscia, L. Mearini S65 Valutazione mediante questionario della qualità della vita sociale e sessuale delle donne affette da incontinenza urinaria A. Ceresoli, F. Colombo, A.L. Romanò, L. Rivolta, E. Austoni S65 Terapia S66 C 19. C 17. Vulvar vestibulitis syndrome: potenziale ruolo terapeutico degli androgeni G. Fantini, R. Munarriz, A. Salonia, I. Goldstein, P. Rigatti, F. Montorsi S66 Soluzioni tecniche nel trattamento dell atresia vaginale o delle stenosi gravi della vagina nella donna: nostra esperienza G. Liguori, C. Trombetta, A. Amodeo, S. Bucci, L. Salamè, G. Garaffa, S. Guaschino, E. Belgrano S66 Transessualismo S68 Conversione androginoide s68 C 58. Gc 3. Trattamento chirurgico del disturbo di identità di genere androginoide: la nostra tecnica C. Trombetta, G. Liguori, L. Salamè, S. Bucci, A. Amodeo, G. Garaffa, E. Belgrano S68 La riattribuzione chirurgica di sesso (RCS) nei transessualismi andro-ginoidi: confronto fra due tecniche P. Verze, C. Imbimbo, A. Palmieri, D. Arcaniolo, G. Dalena, V. Mirone S68 Conversione ginoandroide s69 V 13. C 57. Riconfigurazione dei caratteri sessuali nel disturbo di identità di genere in senso ginoandroide C. Trombetta, L. Salamè, A. Lissiani, G. Liguori, E. Belgrano S69 Confezionamento della neouretra in corso di riconversione dei caratteri sessuali in senso ginoandroide: tempo unico o tempi differiti? C. Trombetta, G. Garaffa, G. Liguori, A. Amodeo, S. Bucci, L. Salamè, D. Ralph, E. Belgrano S69 Sessuologia S71 C 26. Transessualismo e crimini di tipo omicidiario al cinematografo G. Corretti, I. Baldi, C. Nisita S71

17 COMUNICAZIONI, POSTER E VIDEO C 25. C 27. Autori di reati sessuali, struttura di personalità e dipendenza da sostanze A. Pistuddi S71 Disfunzioni sessuali maschili e disregolazione affettiva P.M. Michetti, D. Bonanno, F. Iori, C. De Dominicis, R. Rossi, C. Simonelli S72 P6. Prostatectomia radicale laparoscopica nerve sparing e riabilitazione sessuologica: farmacoterapia e la risposta sessuale della partner E. Longhi, V. Pansadoro, F. Montorsi, A. Pansadoro S72 P 52. P 43. P 49. P 51. Discinesia del pavimento pelvico: sessualità e psicopatologia G. Corretti, C. Nisita, F. Mungai, S. Cortopassi, F. Lemmi, C. Stasi, M. Bellini S73 Ruolo dei disturbi sessuali nell indurre i giovani all uso di sostanze: risultati preliminari G. La Pera, F. Peris, Z. Marianantoni, A. Carderi, S. Livi, M. Lentini, T. Macchia S73 Disfunzione erettile psicogena e refrattarietà al Sildenafil E. Longhi, A. Pycha, A. Salonia, P. Rigatti, F. Montorsi, M. Lodde S74 Disturbo da avversione sessuale: caso clinico B.C. Gargiullo, R. Damiani S74 Ipogonadismo S76 Epidemiologia S76 C 59. P 12. La frequenza dei sintomi della sindrome dell aging male nella popolazione di età superiore a 55 anni in cinque aree italiane: i risultati dello studio AMIES G. Forti, a nome del Gruppo di Studio AMIES S76 Ipogonadismo maschile: realtà di laboratorio o realtà clinica? M. Grasso, F. Fortuna, B. Salvatore, C. Lania, E. Acmet, M. Bertona S76 Fisiopatologia S77 P 33. C 60. Sindrome di Wolfram e ipogonadismo maschile in un gruppo familiare: nuovo complesso sindromico? M. Vetri, F. Mangiola, D. Minnella S77 Variazioni della concentrazione sierica del testosterone totale (TT) in seguito a ossigeno terapia iperbarica (OTI) G. Passavanti, V. Pizzuti, M. Brauzzi, P. Tanasi, R. Pagni, E. Norgini, F. Longo, C. Cenderelli, M. Carlucci, A.M. Aloisi, R. Paolini S77 Terapia S78 C 61. Gc 4. Terapia testosteronica in uomini con sindrome da deficienza androgenica indotta da oppioidi (Opiad Syndrome) M. Carlucci, I. Ceccarelli, G. Pari, G. Sindaco, A. Suman, G. Passavanti, P. Fiorenzani, M.G. Coppola, E. Aceto, A.M. Aloisi S78 Effetti del testosterone sui sistemi antiossidanti plasmatici nell ipogonadismo secondario A. Mancini, E. Leone, R. Festa, G. Grande, A. Silvestrini, A. Pontecorvi, L. De Marinis, E. Meucci S78 Infertilità maschile s80 Seminologia S80 C 34. Relazione fra concentrazione, motilità e morfologia spermatica G. Cavallini, M. Nadalini, M.C. Magli, N. Cavallini, A.P. Ferraretti, L. Gianaroli S80 Diagnostica citogenetica s80 C 31. di uno studio citogenetico e molecolare su pazienti infertili G. Peluso, S. Vaccarella, G. Arena, P. Cozza, N. Gallo, G. Morrone S80

18 XXIII CONGRESSO NAZIONALE SIA DELLE SEZIONI REGIONALI MILANO 2006 C 32. C 33. P 31. P 32. Incidenza delle mutazioni del gene CFTR in pazienti infertili: uno studio italiano G. Peluso, P. Cozza, N. Gallo, G. Arena, G. Morrone S81 Infertilità, ipogonadismo e macro-orchidismo possono essere manifestazioni dell amiloidosi familiare ereditaria da mutazione leucina-75-prolina dell apolipoproteina AI P.R. Martini, T. Scalvini, R. Tardanico, G. Gregorini, F. Scolari, L. Biasi, A. Gambera, L. Obici, G. Merlini S82 Sindrome del maschio XX. Studio clinico e genetico di un caso G. Peluso, S. Vaccarella, G. Arena, P. Cozza, N. Gallo, G. Morrone S82 Pseudoermafroditismo maschile e deficit di 5-alfa-reduttasi: nuova mutazione in omozigosi del gene SRD5A2 M. Vetri, G. Piticchio, F. Mangiola, S. Bertelloni, F. Baldinotti S83 Terapia farmacologica s84 C 43. C 44. P 34. C 45. Ruolo della terapia antiossidante nell infertilità maschile G. Ranieri, G. Paradiso Galatioto, G. Simoncini, G. Pace, G. Angelozzi, A. Sacchetti, C. Vicentini S84 Effetti sulla produzione di alcune citochine e sul quadro spermatico della terapia con L-arginina, L-carnitina, vitamina E, coenzima Q10, in alcuni modelli clinici di infertilità maschile E. Vicari, R. Castiglione, F. Garrone, C. Battiato, G. Sidoti, S. La Vignera S84 Testosterone gel nel trattamento della asteno-teratozoospermia: revisione di 25 pazienti G. Todeschini, P. Rossi, M. Scibona, E. Greco, M.A. Bertozzi, N. Dinelli, F. Menchini Fabris S85 Il trattamento maschile migliora i risultati dell inseminazione artificiale I. Natali, S. Simi, P. Turchi S85 Terapia chirurgica s86 C 46. Soggetti affetti da infertilità da ejaculatory duct obstruction (EDO) dovuta a cisti della vescicola seminale associata ad agenesia renale omolaterale: risultati dopo resezione transuretrale del dotto eiaculatore (TURED) G. Pace, G. Galatioto Paradiso, G. Ranieri, P. Ronchi, C. Vicentini S86 C 47. Correzione del varicocele nell azoospermia non ostruttiva G. Maio, S. Saraeb, S. Raineri S87 Terapia e PMA S87 V 15. C 48. C 49. P 37. C 50. Tese microchirurgica nell'azoospermia secretoria P. Parma, G. Guatelli, B. Dall Oglio, L. Luciano, V. Galletta, C. Bondavalli S87 Ruolo del prelievo chirurgico di spermatozoi nell anejaculazione da mielolesione F.I. Scroppo, M. Spinelli, M. Citeri, G. Tesoriere, D. Giacchetta, T. Redaelli, G.M. Colpi S88 Recupero chirurgico degli spermatozoi con processing ed estrazione a distanza: una procedura possibile L. Rolle, A. Tamagnone, M. Timpano, C. Negro, C. Ceruti, A. Cugiani, D. Fontana S88 Tese e FIVET/ICSI: la nostra esperienza A. Natali, G. Vignolini, M. Rossetti, L. Manoni, F. Nelli, G. Giubilei, A. Minervini, B. Fuzzi, L. Criscuoli, I. Noci, M. Carini S89 TESE + ICSI nella grave insufficienza spermatogenetica primitiva: nostra esperienza P. Parma, S.Guatelli, B. Dall Oglio, L. Schiavon, M. Luciano, V. Galletta, E. De Luise, C. Bondavalli S89 Varicocele S90 Varicocele dell adolescente s90 C 8. Report: consensus conference varicocele dell adolescente. Roma 4-5 novembre 2005 G. Mazzoni, A. Guerani S90 Diagnosi S90 C 1. Valutazione ecografica del varicocele intratesticolare S. Bucci, G. Liguori, A. Amodeo, L. Salame, C. Trombetta, E. Belgrano S90

19 COMUNICAZIONI, POSTER E VIDEO Varicocele e fertilità s91 C 3. C 4. C 35. Il trattamento chirurgico del varicocele migliora la qualità del liquido seminale: studio preliminare E. Acmet, M. Solaro, S. Blanco, E. La Valle, G. Limonta, M. Grasso, P. Mocarelli S91 Trattamento sclerotizzante retrogrado percutaneo del varicocele e risultati sui parametri seminali e sulla fertilità I. Gattuccio, F. Montalto, F. Zangara, M. Parrinello, C. Gagliardo, F. Gattuccio S91 Valore predittivo dell agoaspirato testicolare nel risultato della terapia chirurgica del varicocele M. Carrino, R. Aponte, P. Brigante, B. Fontana, G. Dello Russo, D. Masala S92 Correzione mediante scleroterapia s93 C 5. C 6. C 7. P 38. P 39. P 41. Scleroterapia anterograda (SA) del varicocele sec. Tauber. Nostra esperienza su 250 casi G. Abatangelo, G. Benedetto, E. Scremin, E. Ioverno, F. Nigro, P. Ferrarese, A. Tasca S93 Confronto tra scleroterapia anterograda sec. Tauber (SA) e legatura subinguinale sec. Marmar (LS) nel trattamento del varicocele idiopatico G. Abatangelo, N. Piazza, G. Benedetto, F. Nigro, C. Mazzariol, F. Di Tonno, P. Ferrarese, C. Pianon, A. Tasca....S93 La sclerosi antero/retrograda: logica evoluzione del trattamento sclerosante del varicocele S. Minucci, G. Mazzoni, G. Antonini, V. Gentile S94 Scleroembolizzazione anterograda sec. Tauber: 4 anni di esperienza D. Vecchio, M. Pastorello, M. Poluzzi, G. Carluccio, G. Caleffi, R. Ballario, A. Molon S94 Estesa necrosi scrotale dopo scleroembolizzazione secondo Tauber. Descrizione di un caso clinico E. Conti, S. Lacquaniti, P.P. Fasolo, G. Sebastiani, R. Mandras, L. Puccetti, G. Fasolis S95 Varicocele destro in situs viscerum inversus F. Rosso, F. Gallo, M. Schenone, C. Giberti S95 Correzione chirurgica s96 C 2. P 40. Valutazione dell efficacia di procedure chirurgiche nella terapia del varicocele G. Ughi, A. Romano, G. Capparelli, C. Ippolito, G.P. Daniele, M. Spurio, L. Spisani, C. Daniele S96 Trattamento chirurgico simultaneo di varicocele e ipermotilità del testicolo T. Zenico, C. Vivacqua, H. Hanitszch, P. Lilli, C. Saltutti, R. Gunelli, M. Fiori, E. Bercovich S96 Correzione laparoscopica s97 V 14. Ultradissezione laparoscopica del funicolo spermatico in corso di varicocelectomia G.A. Scalese, M. Romano, V. Disanto S97 Patologia delle vie seminali s98 P 35. P 36. Agenesia renale ed ectopia dello sbocco ureterale destro all interno di una voluminosa cisti della vescicola seminale omolaterale: un caso clinico P. Leone, R. Migliari, S. Rosadi, S. Trovarelli S98 Le cisti mülleriane della prostata: presentazione di tre casi trattati mediante approccio transperineale su guida ecografica S. Bierti, G. De Giorgi, B. Frea S98 Patologia testicolare s100 P 67. Gc 2. P 63. Torsione del testicolo: nostra esperienza negli ultimi 3 anni A. Delle Rose, M. Mencarini, S. Tazzioli, V. Li Marzi, M. Marzocco, G. Nicita S100 Vantaggi e limiti della tumorectomia testicolare microchirurgica G. Franco, F. D Amico, M. Telera, D. Dini, G. Del Vecchio, A. Cavaliere, C. Laurenti S100 Tumorectomia testicolare microchirurgica in paziente affetto da sindrome di Goldenhar M. Telera, D. Granata, G. Del Vecchio, M. Ciccariello, D. Mini, G. Franco S101

20 XXIII CONGRESSO NAZIONALE SIA DELLE SEZIONI REGIONALI MILANO 2006 P 64. P 65. P 66. C 70. Leiomioma dell epididimo: a proposito di un caso R. Ponchietti, S. Trovarelli, V. Tallis, E. Paliouri, C. Miracco, S. Tripodi S101 Lipo-sarcoma multifocale del funicolo spermatico: indicazioni al trattamento chirurgico e descrizione di un caso con follow-up a lungo termine I. Gattuccio, S. Bianco, F. Montalto, F. Zangara, M. Parrinello, C. Gagliardo, F. Gattuccio S102 Il mesotelioma maligno della tunica vaginale del testicolo; importanza della diagnosi precoce e della radicalità chirurgica G. Liguori, G. Garaffa, C. Trombetta, S. Bucci, A. Amodeo, L. Salamè, R. Bussani, A. Boltar, E. Belgrano S102 Neoplasie testicolari a cellule di Leydig caratteristiche cliniche e istologiche e follow up a lungo termine L. Carmignani, R. Salvioni, F. Gadda, M. Colecchia, G. Gazzano, T. Torelli, F. Rocco, G.M. Colpi, G. Pizzocaro..S103 Indice degli Autori S104

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Istruzioni per gli autori

Istruzioni per gli autori Istruzioni per gli autori Informazioni generali LO SCALPELLO OTODI Educational è la rivista ufficiale della Società Italiana degli Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri d Italia (OTODI) e pubblica articoli

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Prodotto Isi Web Knowledge

Prodotto Isi Web Knowledge Guida pratica all uso di: Web of Science Prodotto Isi Web Knowledge acura di Liana Taverniti Biblioteca ISG INMP INMP I prodotti ISI Web of Knowledge sono basi di dati di alta qualità di ricerca alle quali

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Web of Science SM QUICK REFERENCE GUIDE IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? General Search

Web of Science SM QUICK REFERENCE GUIDE IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? General Search T TMTMTt QUICK REFERENCE GUIDE Web of Science SM IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? Consente di effettuare ricerche in oltre 12.000 riviste e 148.000 atti di convegni nel campo delle scienze, delle scienze

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale Sheet nr.1 for the Italian tax authorities DOMANDA DI RIMBORSO PARZIALE-APPLICATION FOR PARTIAL REFUND * applicata sui canoni pagati da residenti dell'italia

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche. di Laura Colombo

I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche. di Laura Colombo I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche di Laura Colombo Ultimo aggiornamento: marzo 2011 Sommario L analisi bibliometrica Indicatori bibliometrici o Impact Factor o Immediacy Index o

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Come scrivere un articolo scientifico La bibliografia: citare da Internet

Come scrivere un articolo scientifico La bibliografia: citare da Internet scrivere in medicina Come scrivere un articolo scientifico La bibliografia: citare da Internet L emergere di Internet come fonte preziosa di informazioni, ha reso necessaria la definizione di alcune regole

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

Come recuperare il Citation Index di un articolo o di un autore: breve guida

Come recuperare il Citation Index di un articolo o di un autore: breve guida Come recuperare il Citation Index di un articolo o di un autore: breve guida A cura del Gruppo Informazione e comunicazione della Biblioteca Biomedica Redazione: Tessa Piazzini Premessa: Solitamente parlando

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Linee Guida. Redazione e Valutazione. Abstract

Linee Guida. Redazione e Valutazione. Abstract Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie Linee Guida Redazione e Valutazione Abstract Questo documento è di proprietà della SIFO. Ogni riproduzione, se

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure.

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. TRADUZIONE A CURA DI ASSUNTA ARTE E ROCCO CAIVANO Prima versione dell IFLA 1954 Revisioni principali

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

Come scrivere un articolo scientifico La rassegna

Come scrivere un articolo scientifico La rassegna Come scrivere un articolo scientifico Con il termine "rassegna" si intende una sintesi critica dei lavori pubblicati su uno specifico argomento. Essa, pertanto, va incontro ad una esigenza particolarmente

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

SUR+ OA: Configurazione del processo di import. Versione: 0.6 (draft) 25 agosto 2010

SUR+ OA: Configurazione del processo di import. Versione: 0.6 (draft) 25 agosto 2010 SUR+ OA: Configurazione del processo di import Versione: 0.6 (draft) 25 agosto 2010 Autore: Andrea Bollini 1. Premessa E possibile configurare un mapping dei dati recuperati da banche dati esterne verso

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Le linee guida evidence based

Le linee guida evidence based Le linee guida evidence based Linee guida: definizione Raccomandazioni di comportamento clinico, prodotte attraverso un processo sistematico, allo scopo di assistere medici e pazienti nel decidere quali

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni : criteri e indicazioni di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: giugno 2010 A) Sistema classico (autore-titolo) nel corpo del testo: es. frase citata da un libro ¹ [N nota in apice] in nota a piè di pag.:

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita di Francesca Battisti Come gestiamo le nostre emozioni? Assistiamo ad esse passivamente o le ignoriamo? Le incoraggiamo o le sopprimiamo? Ogni cultura

Dettagli

Potenze di 10 e il SI

Potenze di 10 e il SI Le potenze di 10 e il SI - 1 Potenze di 10 e il SI Particolare importanza assumono le potenze del numero 10, poiché permettono di semplificare la scrittura di numeri grandissimi e piccolissimi. Tradurre

Dettagli

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Università degli studi di Modena e Reggio Emilia I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Domati F., Maffei S., Kaleci S., Di Gregorio C., Pedroni M., Roncucci

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza Irene Corradino Clinical Operations Unit Fondato nel 1998 con sede a Milano Studi clinici di fase I-II in oncologia, soprattutto in Italia, Svizzera, Spagna ARO = Academic Research Organization Sponsor/CRO

Dettagli

Come scrivere una Review

Come scrivere una Review Come scrivere una Review Federico Caobelli per AIMN Giovani Fondazione Poliambulanza - Brescia federico.caobelli@gmail.com SOMMARIO Nel precedente articolo, scritto da Laura Evangelista per AIMN Giovani,

Dettagli

il software per la gestione del programma scientifico SEMTIFIC

il software per la gestione del programma scientifico SEMTIFIC il software per la gestione del programma scientifico SEMTIFIC le principali funzioni 1/2 CARATTERISTICHE DEL CONGRESSO SCIENTIFICO - Possibilità di predefinire le caratteristiche del congresso a supporto

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Linee guida per la classificazione e conduzione degli studi osservazionali sui farmaci IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto del Ministero della Salute

Dettagli

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Premessa Il Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 Attuazione della direttiva

Dettagli

BANDO 2015 ART. 1 ART. 2

BANDO 2015 ART. 1 ART. 2 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 10 BORSE DI STUDIO PER IL PERFEZIONAMENTO ALL ESTERO DI NEOLAUREATI MAGISTRALI O LAUREATI ANTE DM 509/99. BANDO 2015 ART. 1 È' indetto

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Procedura per sottoscrivere la partecipazione Il professionista sanitario che voglia

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE Unità operativa BAISI DOTT. BENIAMINO LP0972 (AGO) BIOPSIA PROSTATA ECOGUIDATA 206,71 LP8141 ASPORTAZIONE CONDILOMI O ALTRA LESIONE DEL PENE 160,00 LP8108 ASPORTAZIONE

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Lotta alla povertà, cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Con il contributo del Ministero

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli