RELAZIONE SOCIALE ca Colonne di S. Lorenzo Milano, Arturo Ferrari. Proprietà Banca Popolare di Milano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE SOCIALE. 1885 ca Colonne di S. Lorenzo Milano, Arturo Ferrari. Proprietà Banca Popolare di Milano"

Transcript

1 88

2 RELAZIONE SOCIALE DEL GRUPPO BIPIEMME 1885 ca Colonne di S. Lorenzo Milano, Arturo Ferrari. Proprietà Banca Popolare di Milano 89

3 RELAz IONE SOCIALE In questa parte del Bilancio Sociale diamo spazio alla relazione con le diverse categorie di stakeholder: descriviamo le strategie che definiamo nei loro confronto, le attività che abbiamo realizzato nel corso dell anno e gli impegni che ci poniamo per migliorare il nostro rapporto con essi. Personale Comunità gruppo bipiemme Fornitori Clienti gruppo bipiemme Soci e Azionisti Ambiente 90

4 Clienti 1950 ca Porta Venezia, Umberto Lilloni. Proprietà Banca Popolare di Milano 91

5 Dati fine 2009 CARtA D IDENtItà 1 Circa clienti delle banche commerciali, di cui privati aziende. La distribuzione territoriale della clientela continua a evidenziare un forte radicamento in Lombardia (66% del totale), seguito da una consistente presenza nel Lazio (circa l 11% del totale). i restanti clienti si distribuiscono maggiormente tra l emilia romagna e la Puglia. tipologia clienti Privati 88,5% aziende 11,5% Privati e aziende PrivAti La clientela privata è circa di 1.170mila unità ed è equamente divisa tra donne e uomini. L età media è di circa 53 anni e l anzianità media di rapporto si attesta all incirca a 14 anni. AzienDe il Gruppo Bipiemme è al servizio di oltre aziende, in prevalenza di piccole dimensioni (oltre il 90%). Piccole imprese 91,1% Medie imprese 8,2% Grandi imprese 0,7% 1 Dati della carta d identità riferiti alla Capogruppo e alle Banche commerciali. Eventuali clienti comuni sono rilevati in ciascuna Società.! Dati e Indicatori pagine

6 CLIENTI Il periodo di forte competitività e di generale incertezza economica, derivante dalla crisi finanziaria che ha coinvolto tutto il mondo, ha evidenziato ancora di più quella che da sempre è la nostra convinzione: l importanza di essere un Gruppo di riferimento del territorio per lo sviluppo dei suoi attori, siano essi famiglie o imprese, dando pieno valore alla relazione di lungo termine con la clientela. Grazie alla nascita di WeBank, il Gruppo ha inoltre rafforzato il posizionamento nell online banking, attuando una strategia coerente con i nuovi modelli distributivi che consente di essere anche banca nazionale e presidiare così adeguatamente segmenti di clientela dal profilo e con comportamenti di acquisto più vicini alla rete virtuale. Il Gruppo Bipiemme che, per la natura cooperativa che lo caratterizza ha tradizionalmente tra i propri valori e obiettivi la prossimità al territorio, definisce così una nuova geografia di insediamento che nasce dalla somma del territorio fisico e del territorio virtuale. 93

7 Casa vecchia a Trarego, Roberto Borsa. Proprietà Banca Popolare di Milano

8 ASPETTATIVE DEI CLIENTI: L ATTIVITà DI ASCOLTO Consideriamo l ascolto dei clienti un attività molto importante. Per conoscere le loro aspettative, il loro livello di soddisfazione e le loro indicazioni su possibili aree di miglioramento, attiviamo da anni diverse modalità di ascolto: da attività meno formalizzate, come il dialogo costante con i clienti, a più strutturate e sistematiche, quali l indagine di Customer Satisfaction e la gestione dei reclami. AScOLTO DEI clienti IN banca AKROS Con l obiettivo di creare occasioni di confronto Banca Akros organizza bimestralmente incontri individuali tra il banker e il cliente. Con circa 200 clienti la frequenza diventa settimanale. Nel contesto economico italiano e occidentale, la Grande Guerra rappresenta l occasione per l emancipazione della donna e l ingresso nel mondo del lavoro. Accanto alla pittura d avanguardia permane in Italia la corrente realista, che predilige la luce e la solidità dell immagine. 95

9 CUSTOMER SATISFACTION 3! Dati e Indicatori pagina 262 Anche nel 2009 abbiamo portato avanti l attività di rilevazione della soddisfazione della clientela attraverso l indagine di Customer Satisfaction. In un periodo così particolare dal punto di vista economicofinanziario, l ascolto dei clienti ci ha aiutato a capire meglio le loro esigenze e a ideare le soluzioni più adatte per incontrare la loro approvazione. Tale monitoraggio, giunto alla quinta edizione per la Capogruppo, alla quarta per Banca di Legnano e Cassa di Risparmio di Alessandria, ha evidenziato per tutte le Società una crescita della soddisfazione complessiva, che ha permesso al Gruppo di mantenere un buon posizionamento all interno del sistema bancario. RISULTATI clienti PRIVATI Dall analisi sui clienti privati emerge il profilo di un Gruppo che ha saputo reggere bene nonostante la crisi economica, offrendo garanzia di stabilità, soprattutto ai clienti investitori, e irrobustendo la relazione tra cliente e banca, aspetto che continua a rappresentare un punto di forza. Il 2009 evidenzia un generale miglioramento dei risultati, soprattutto per quanto riguarda Banca di Legnano e Cassa di Risparmio di Alessandria. SODDISFAZIONE DEI clienti DI ANImA SGR RISULTATI CLIENTI PRIVATI ,5 56,2 60,2 Da una ricerca realizzata negli ultimi mesi 2009 su un campione di clienti di Anima SGR, risulta un livello di soddisfazione medio di 7,1 in una scala da 1 a ,3 32,6 30,5 11,2 11,2 9,3 96

10 Buoni anche i risultati di WeBank, che ha riscontrato un livello elevato di soddisfazione superiore alla media di sistema (75%) sia per il canale puro online (79%) sia per il multicanale (83%). In particolare, sono migliorati: il servizio di help Center (cortesia, tempi di attesa, capacità di risolvere i problemi, ecc.), i processi di apertura conto, la sicurezza delle procedure, le comunicazioni via , bancomat, carte di credito, investimenti, trading online e sito web. L unico dato in decrescita è quello relativo al conto corrente (dal 74% al 71%) a causa della diminuzione dei tassi di interesse. RISULTATI clienti PRIVATE Per i clienti Private è stata realizzata un ulteriore indagine che evidenzia un miglioramento del giudizio complessivo rispetto al Aumentano soprattutto le valutazioni positive RISULTATI CLIENTI PRIVATE ,5 55,6 39,5 33,0 11,0 11,4 nell ambito della relazione con il proprio consulente, per la quale il risultato è superiore a quello mediamente espresso dalla clientela di riferimento del mondo Private italiano sulla base del rapporto conclusivo AIPB 1 del 2009 Analisi CS sulla Clientela Private in Italia. Resta stabile la soddisfazione che riguarda la gestione degli investimenti, mentre un area possibile di miglioramento è la comunicazione, sia per quanto riguarda la trasparenza delle condizioni sia per la tempestività delle informazioni sui prodotti finanziari. 1 Associazione Italiana Private Banking L ultimo anno della Grande Guerra porta una ventata di ottimismo all economia italiana; la pace porta una nuova crescita per BPM che vede salire i depositi. Nel 1919 nasce in Germania la Bauhaus che getta le basi del design moderno applicando alla produzione industriale i dettami più avanzati della ricerca artistica. 97

11 RISULTATI clienti AZIENDE SmALL business L indagine realizzata sulla clientela Small Business mostra un risultato pressochè in linea con il Tale aspetto è soddisfacente tenendo conto del particolare contesto economico che ha influenzato soprattutto il segmento in questione. In particolare, per Cassa di Risparmio di Alessandria la soddisfazione dei clienti è alta, soprattutto per la professionalità e la competenza del consulente di riferimento. Per BPM la capacità del consulente di proporre le soluzioni più adeguate all azienda rimane un area di miglioramento. SMALL BUSINESS ,6 59,8 56,9 30,3 28,9 30,8 11,1 11,3 12, L architetto metafisico, Giorgio De Chirico. Proprietà Banca Popolare di Milano 98

12 GESTIONE RECLAMI Dal 2009 sono entrate in vigore nuove suddivisioni dei reclami, condivise in un gruppo di lavoro di ABI, che focalizzano meglio la distribuzione delle controversie sui principali comparti di prodotto: credito, risparmio, conti e servizi.! Dati e Indicatori pagina 263 In linea con l intero sistema bancario, anche il Gruppo Bipiemme nel 2009 registra un numero di reclami in crescita (28%) rispetto all anno precedente, attribuibili maggiormente alla diminuita fiducia dei clienti nei confronti delle banche piuttosto che a motivi reali; ne è una conferma il fatto che più della metà dei reclami evasi non ha dato esito positivo per il cliente. Il rapporto tra i reclami evasi e quelli in ingresso è pari al 99%, il tempo di evasione è mediamente di 18 giorni. Le contestazioni, nell ordine, hanno riguardato: conti e servizi (48%), risparmio (31%), credito (17%) e altri reclami (4%). In particolare per quanto riguarda il comparto Conti e Servizi nel 2009 si segnalano le crescenti contestazioni legate alla nuova Commissione di Indennizzo Scoperto di Conto, il persistere di problemi legati a disservizi nella consegna della posta alla clientela e i tradizionali reclami legati a carte e bancomat, disposizioni di pagamento non autorizzate, assegni, ecc. Dopo la Grande Guerra si assiste ad uno sviluppo di Banca di Legnano, che intreccia intensi rapporti con molti complessi industriali locali e si impegna a sostenere il terziario. Intorno al 1920 Giorgio De Chirico consacra la pittura Metafisica che ritrae gli oggetti al di fuori del loro contesto consueto, rivelando quindi nuovi significati. 99

13 T RASPARENz A DEL RAPPORTO: GLI IMPEGNI PER LA QUALITà Ritenendo di fondamentale importanza gestire i rapporti con la propria clientela in un ottica di massima trasparenza, fiducia e correttezza, da anni il Gruppo ha scelto di aderire alle iniziative previste dal Consorzio PattiChiari e partecipa al gruppo ristretto di istituti di credito che ne cura la realizzazione. Per dare ulteriore impulso al miglioramento nella relazione con la clientela, il Consiglio Direttivo del Consorzio PattiChiari, grazie anche al coinvolgimento più diretto delle associazioni dei consumatori, ha formulato 30 Impegni per la qualità a cui le banche aderenti 100

14 si devono attenere per garantire il miglioramento dell offerta ai consumatori. I 30 Impegni per la qualità sono stati individuati con lo scopo di soddisfare quattro fondamentali bisogni della clientela nei rapporti con le banche: mobilità del rapporto semplicità e chiarezza informativa assistenza sicurezza. Nel corso del 2009 quasi tutte le iniziative sono state progressivamente attivate e verso la fine dell anno sono cominciati i primi test di monitoraggio per verificarne l andamento. Oltre agli impegni previsti obbligatoriamente dal Consorzio, il Gruppo, in un ottica di atteggiamento virtuoso e di attenzione verso la propria clientela, ha sottoscritto quattro iniziative a carattere facoltativo: criteri di valutazione delle capacità di credito tempi certi delle somme versate con assegno tempi medi di risposta sul credito disponibilità dell elenco dei servizi regolati sul conto. 101

15 102 La Famiglia, Pietro Morando. Proprietà Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria

16 P RODOTTI E SERVIz I PRODOTTI DI FINANzIAMENTO PER FRONTEGGIARE LA CRISI DEI MERCATI Fin da subito il Gruppo Bipiemme ha realizzato e aderito a importanti iniziative per il sostegno di persone e aziende colpite dalla crisi. Oltre a quelle previste nel Protocollo d intenti relativo ai Tremonti Bond (si veda capitolo Soci e Azionisti, pag. 147), sono state adottate ulteriori misure sia a favore di clienti privati che aziende. In particolare, a favore dei privati, il Gruppo ha aderito al Piano Famiglia, un insieme di iniziative realizzate in collaborazione con ABI e le Istituzioni italiane volte a offrire supporto concreto ai soggetti che più risentono di questo momento di crisi (famiglie che nascono o crescono, lavoratori e studenti). Le iniziative, pur definite nel 2009, sono effettivamente operative, in prevalenza, dal Il 29 marzo 1927 muore a Roma Luigi Luzzatti, fondatore e primo presidente di Banca Popolare di Milano. Tra Realismo e Metafisica si colloca la pittura di Pietro Morando, che dipinge perlopiù scene di vita quotidiana o immagini di santi. 103

17 Presidenza del Consiglio dei Ministri dire. fare. popolare. BPM offre un tasso agevolato del 2,50%* per i già clienti e per chi vuole diventarlo, senza spese e commissioni. Per informazioni: AGENZIE BPM (*) Esempio: prestito personale importo 5.000,00 euro, spese di istruttoria e spese incasso rata esenti, importo rata mensile 88,74. TAN 2,500%, TAEG 2,526%. Prendere visione delle condizioni economiche mediante i Fogli Informativi disponibili presso ogni agenzia BPM (D. Lgs. n. 385/93). Il presente messaggio ha finalità esclusivamente promozionali. L erogazione del finanziamento è subordinata alla normale istruttoria da parte dell agenzia. Offerta valida sino al 15/02/2011 salvo esaurimento del Fondo di Garanzia Ministeriale. 104

18 INIZIATIVE DEL PIANO FAmIGLIA RISULTATI A marzo 2010 Sospensione delle rate dei mutui Agevolazione che può essere richiesta per perdita del posto di lavoro, per lutto e cassa integrazione di uno dei cointestatari dell abitazione. Prestito della Speranza Finanziamento realizzato grazie a un accordo tra ABI e CEI (Conferenza Episcopale Italiana) e pensato per le famiglie bisognose, con almeno tre figli o un disabile, che abbiano perso ogni fonte di reddito e che partecipino a un progetto di reinserimento lavorativo o di avvio di attività imprenditoriale. I finanziamenti oggetto dell iniziativa sono stati circa 4,2 milioni di euro. Trattandosi di un iniziativa avviata a fine trimestre, gli importi non sono rilevanti. Anticipazione sociale dell indennità di cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (cigs) Iniziativa destinata a lavoratori e lavoratrici dipendenti di aziende del territorio nazionale. Le erogazioni hanno superato i 4,2 milioni di euro. credito Nuovi Nati Finanziamento volto a favorire l accesso al credito alle famiglie con un nuovo figlio nato o adottato nel triennio Il Gruppo ha stanziato un plafond di 5 milioni di euro per il triennio Le famiglie finanziate sono state circa 100 per un importo complessivo di oltre mezzo milione di euro. Negli anni Trenta, in conseguenza alla crisi del 1929, si verifica un ristagno delle attività economiche ed uno stabilizzarsi della situazione bancaria. La Bauhaus viene chiusa nel 1933 dal regime nazista con l accusa di essere un centro di intellettuali comunisti. 105

19 Relativamente alle aziende, in particolare alle piccole e medie imprese, le Banche del Gruppo con il coinvolgimento delle associazioni di categoria hanno aderito a una serie di iniziative, tra cui: istituzione di un plafond di 280 milioni di euro per il rilancio delle attività produttive, turistiche-ricettive e per le imprese artigiane di Lombardia e Piemonte, per consentire di ottenere finanziamenti a tasso agevolato. Nel 2009 e nel primo trimestre 2010 i finanziamenti erogati dalla Capogruppo sono stati quasi 50 milioni di euro; nuovo accordo con la banca Europea degli Investimenti per migliorare le modalità di accesso ai finanziamenti e le relative condizioni; accordo con Assolombarda per l erogazione alle aziende associate di servizi e finanziamenti a condizioni vantaggiose e assistiti da una garanzia attraverso l utilizzo del Fondo di Garanzia Due figure, Mario Sironi. Proprietà Banca Popolare di Milano 106

20 A conferma dello stretto legame con il proprio territorio di radicamento storico, le singole Banche del Gruppo hanno inoltre realizzato ulteriori iniziative: Banca Popolare di Milano ha incrementato la collaborazione con la cooperativa Artigiana Lombarda di Garanzia, stanziando un plafond di 30 milioni di euro per l erogazione di finanziamenti anticrisi. Banca di Legnano ha aderito al Fondo di Garanzia mondo del Lavoro promosso dalla Fondazione Provinciale della Comunità Comasca a favore di lavoratori dipendenti delle aziende operanti in provincia di Como. Cassa di RIsparmio di Alessandria ha stanziato un plafond di 40 milioni in collaborazione con Confindustria a sostegno della ripresa produttiva e per i nuovi investimenti. In collaborazione con Confidi ha aderito al Fondo regionale di consolidamento per migliorare la capacità di accesso al credito delle PMI; in collaborazione con la Diocesi di Alessandria e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ha concesso microaiuti solidali alle famiglie prive di reddito. ha inoltre realizzato microcredito, un finanziamento a tasso zero per lavoratori in cassa integrazione o mobilità, allo scopo di aiutarli a fronteggiare spese di prima necessità quali spese mediche o tasse universitarie, e Tasse insieme, una forma di finanziamento che nel corso del 2009 ha permesso alle imprese retail clienti di ottenere la liquidità necessaria per il pagamento di imposte e contributi previdenziali. Infine, ha avviato una partnership con il Sistema Edile di Alessandria per la realizzazione del Palazzo dell edilizia e lo sviluppo del settore edile. Nel 1931 Banca Popolare di Milano inaugura la nuova sede: la storica agenzia di piazza Crispi (oggi piazza Meda). Nel periodo fascista Mario Sironi raggiunge notevole fama per i principi della sua pittura che richiamano all ordine, alla chiarezza, alla semplicità e alla plasticità delle figure. 107

21 dire. fare. popolare. dire. fare. solare. finanziamo i tuoi progetti per migliorare l ambiente in cui viviamo. 108

22 PRODOTTI DI FINANzIAMENTO ChE PROMUOVANO STILI DI VITA AMBIENTALMENTE SOSTENIBILI 3 Da sempre il Gruppo, per sua natura e missione, sceglie di avere comportamenti responsabili e sostenibili, integrando nelle attività economiche la dimensione sociale e ambientale quale elemento distintivo della propria attività. Tra i progetti e le iniziative realizzati per favorire investimenti volti alla diminuzione dell impatto ambientale si ricordano: PROGETTO ENERGIA Ampia gamma di finanziamenti per supportare tutti i bisogni inerenti la sfera delle fonti rinnovabili anche in funzione del diverso trattamento fiscale e di incentivi di cui possono beneficare le persone fisiche, le persone giuridiche, i soggetti pubblici ed i condomini: Prodotto Fotovoltaico: contributi per l incentivazione della produzione di energia elettrica mediante l installazione di impianti fotovoltaici tramite il Nuovo Conto Energia di febbraio Nel 2009 il Gruppo ha stanziato a favore di Federfidi un plafond di 50 milioni di euro per l erogazione di finanziamenti fotovoltaici, promosso ai circa 40 consorzi di garanzia di primo livello presenti in Lombardia. Pacchetto Ecologia: finanziamenti di progetti relativi alle fonti energetiche rinnovabili (eolico, biomasse, solare termico, geotermia, coogenerazione, ecc.) con la possibilità di beneficiare di detrazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione che consentano un uso razionale dell energia. 109

23 110

24 PROGETTO ASSOLOmbARDA In collaborazione con Assolombarda, nel 2009: nell ambito del Pacchetto Ecologia, iniziativa per premiare le aziende certificate ISO ed EMAS offrendo condizioni migliorative rispetto alle aziende non certificate; certificazione, iniziativa volta ad aiutare le imprese a sostenere le spese necessarie all ottenimento e al mantenimento delle certificazioni di qualità. mutuo A-PROFITTO Accordo con la Provincia di Milano per l erogazione di prestiti personali agevolati (fino a 25mila euro) per interventi di riqualificazione finalizzati a ridurre i consumi di energia nelle abitazioni. L iniziativa rappresenta un sistema innovativo di credito cofinanziato che consente lo sconto totale degli interessi sui prestiti concessi, presi a carico in parti uguali tra la Provincia di Milano e BPM. ARIA PULITA Specifica formula di finanziamento, in accordo con il Comune di Milano, a sostegno delle spese di conversione delle caldaie di condomìni e aziende presenti sul territorio milanese. Nell ambito del Progetto Energia, i finanziamenti erogati dal Gruppo nel corso del 2009 sono stati oltre 75 milioni, pari all 1,4% dei finanziamenti totali erogati di mutui e prestiti. Durante la Seconda Guerra Mondiale in BPM vengono assunte 301 persone, di cui il 43,5% donne, alcune delle quali in sostituzione dei mariti al fronte. Negli anni Trenta si afferma il Surrealismo, un movimento artistico che cerca di esprimere nelle immagini il mondo irreale e, a volte, angoscioso del sogno. Foto a lato: impianto fotovoltaico installato presso il Centro Servizi BPM Bezzi 2 in via Massaua, 6 a Milano 111

25 INCLUSIONE FINANzIARIA DELLE FASCE DEBOLI Il Gruppo Bipiemme, fedele alla sua tradizione di istituto sensibile alle tematiche sociali, ha realizzato anche nel 2009 un insieme di strumenti, prodotti e servizi per facilitare l accesso al credito ai soggetti più deboli (giovani, immigrati, diversamente abili, lavoratori atipici, ecc.). Si segnalano i seguenti: PREVENZIONE DELL USURA Nel 2009 BPM ha siglato nel Lazio quattro convenzioni con Fondazione Wanda Vecchi, Adventum Associazione onlus, Associazione Ambulatorio Fondo Antiusura e Adiconsum, a favore di privati e di aziende. SERVIZIO bancario DI base Nell ambito dell iniziativa PattiChiari rientra un conto corrente molto semplice, espressamente rivolto a fasce di clienti che si affacciano per la prima volta al mondo bancario, tra cui gli stranieri. DIAmOGLI credito Si tratta di un prestito rivolto a studenti universitari tra i 18 e i 35 anni a supporto della formazione e di un più facile accesso al credito: non sono infatti richieste specifiche garanzie se non i meriti di studio. FREELy È la linea di credito dedicata al mondo dei diversamente abili e ai loro familiari. EXTRAORDINARIO È la linea di prodotti e servizi dedicati ai cittadini stranieri. 112

26 ! Dati e Indicatori pagina 259 Relativamente ai cittadini stranieri, si segnala nel 2009 un incremento del numero di clienti (oggi più di ) e del cross selling, che conferma la capacità acquisitiva e di relazione del nostro Gruppo verso questo segmento. Abbiamo inoltre ampliato l operatività del servizio di Money Transfer sviluppato in collaborazione con Western Union (a mezzo del quale sono state effettuate quasi operazioni) e abbiamo collaborato con il CE.S.P.I. (Centro Studi di Politica Internazionale) alla pubblicazione di il primo sito italiano di comparazione dei costi di invio delle rimesse riconosciuto dalla Banca Mondiale, conseguendo il duplice obiettivo di dare al mercato una maggiore trasparenza dei costi e favorire la competizione Aparecida con i garofani, Simone Gentile. Proprietà Banca Popolare di Milano 113

27 dire. fare. popolare. dire. fare. rispettare. Fondi Etica Sgr: i tuoi investimenti responsabili. 114

28 DIFFUSIONE DI PRODOTTI DI INVESTIMENTO SOCIALMENTE RESPONSABILI! Dati e Indicatori pagina 264 Nella prima parte dell anno il mercato del risparmio gestito italiano ha confermato un trend negativo di raccolta, ma, grazie a un inversione di tendenza nel secondo semestre, il saldo negativo dell intero anno si è limitato a soli 2,9 miliardi (il dato migliore degli ultimi tre anni) e il patrimonio a fine anno si è attestato a quota 428 miliardi (con un recupero del 5,1% rispetto all anno precedente). In linea con l andamento complessivo del risparmio gestito, nel 2009, dopo tre anni consecutivi di contrazione, anche i fondi etici italiani hanno registrato un lieve incremento del patrimonio (sebbene inferiore all 1%), nonostante una raccolta netta ancora negativa per 52 milioni circa. In netta controtendenza, i fondi Valori Responsabili di Etica SGR hanno registrato una raccolta netta positiva per 65,5 milioni di euro che, sostenuta dalla ripresa delle quotazioni di mercato, ha determinato una crescita patrimoniale di 88,2 milioni (+38,5%). Interno magico, Giorgio De Chirico. Proprietà Banca Popolare di Milano 115

29 Anche l apporto del Gruppo Bipiemme è aumentato del 19,4% (da 66,6 milioni di euro nel 2008 a 79,5 milioni a fine 2009), con un numero di clienti in crescita del 34%. APPORTO DEL GRUPPO bipiemme AL PATRImONIO GESTITO TOTALE DI ETIcA SGR (milioni di euro) Patrimonio gestito Etica SGR 317,4 229,2 236,6 di cui Gruppo Bipiemme 79,5 66,6 72,6 (Incidenza del Gruppo) 25,1% 29,1% 30,7% 1961 Maschera, Pablo Picasso. Proprietà Banca Popolare di Milano 116

30 A riconoscimento delle buone performance registrate nel 2009 dai fondi di Etica SGR, anche superiori a quelle degli altri fondi di categoria, per il secondo anno consecutivo due fondi Valori Responsabili hanno ottenuto il prestigioso premio Lipper fund Awards Poiché la sottoscrizione dei fondi Valori Responsabili permette di devolvere 1 euro ogni a favore del Fondo di Garanzia per il microcredito in Italia (che a fine anno ammontava a circa euro), nel 2009, grazie ad apposite convenzioni con alcuni enti locali e Caritas diocesane, Banca Etica 2 ha erogato 25 finanziamenti destinati a persone fisiche e a cooperative sociali. 3 Nel rispetto degli impegni dichiarati nel Bilancio Sociale 2008, il Gruppo Bipiemme, in collaborazione con Etica SGR, ha avviato un programma articolato di sviluppo dei prodotti di investimento socialmente responsabile. Il progetto è partito nel 2009 con la realizzazione di una ricerca di mercato sui clienti attuali e potenziali di fondi etici per analizzarne i diversi livelli di sensibilità rispetto alle tematiche di finanza responsabile, individuandone motivazioni, aspettative e il grado di soddisfazione. 1 Lipper, fornitore di dati finanziari a livello mondiale, ha attribuito il riconoscimento ai fondi Valori Responsabili Obbligazionario Misto per il miglior rendimento triennale nella categoria Mixed Asset EUR Conservative-Eurozone e Valori Responsabili Bilanciato per il miglior rendimento triennale nella categoria Mixed Asset EUR Aggressive-Global. 2 Banca Etica è la prima istituzione di finanza etica nel nostro Paese. Etica SGR, di cui BPM è uno dei soci fondatori, è la società di gestione del risparmio del Gruppo Banca Popolare Etica. Nel 1941 Banca Popolare di Milano pubblica il primo numero de Il tamburino lombardo, il mensile per la propaganda del risparmio destinato ai giovani. Contrario al Nazismo fu sempre Pablo Picasso, del quale molte opere vennero bruciate dal regime stesso come esempio di arte degenerata. 117

31 RISULTATI DELL INDAGINE 2009 SUI FONDI ETIcI Dalla ricerca è emerso che il mercato della finanza etica in Italia ha un enorme potenziale di crescita, tanto più nei momenti di crisi: gli investimenti etici si dimostrano infatti capaci di innovare la finanza e riconquistare la fiducia dei risparmiatori. La ricerca ha messo in luce livelli di soddisfazione molto alti tra i possessori di fondi etici. L analisi sui potenziali sottoscrittori ha evidenziato tuttavia una conoscenza ancora limitata del prodotto, pur con ampie opportunità di sviluppo: il 25% degli intervistati si dichiara infatti molto interessato a questa forma di investimento. Alcuni risultati significativi dell indagine sui titolari di fondi etici: il 51% ha sentito parlare per la prima volta di questo prodotto in banca, mentre il 16% tramite i quotidiani. Dopo averne sentito parlare, il 66% ha cercato maggiori informazioni in banca, mentre il 16% su Internet; il 67% ha scelto i fondi etici per aspetti di tipo culturale e valoriale, il 30% per motivazioni di ordine economico; il 55% esprime un giudizio molto buono sulla chiarezza ed esaustività delle informazioni ricevute, un altro 30% dà un giudizio comunque soddisfacente (tra 6 e 7 su un massimo di dieci). 118

32 SERVIzI E INIzIATIVE PER IL TERzO SETTORE! Dati e Indicatori pagina 261 Anche nel 2009 è rimasto saldo il rapporto, consolidato negli anni, tra il Gruppo Bipiemme e le organizzazioni del Terzo Settore. In questo ambito svolge un ruolo importante Faresolidale, l offerta multifunzionale pensata per creare un punto d incontro e di scambio tra non profit e profit. Per maggiori informazioni sui prodotti e servizi di Faresolidale e sulle iniziative realizzate nel corso del 2009, si rimanda al capitolo Comunità, pag Figura allo specchio, Donato Frisia. Proprietà Banca Popolare di Milano 119

33 SERVIzI ONLINE Il 1 novembre 2009 si è completata la trasformazione di SpA, società di servizi del Gruppo Bipiemme, in banca WeBank SpA. Con la nascita della sua quinta banca retail, il Gruppo ha rafforzato il posizionamento nell online banking, puntando all acquisizione di nuova clientela online mediante l offerta di un servizio bancario completo e consolidando i servizi di internet banking per le banche territoriali. I NUMERI DEI CANALI ON LINE Anno 2009 Totale Privati Aziende Trend N. clienti telematici ,2% N. clienti acquisiti ,1% Accessi totali annui ,1% Clienti attivi a fine periodo ,6% Percentuale clienti attivi su abilitati 87,5% 77,1% 97,9% 0,6 p.p. Richieste di informazioni (saldo c/c, movimenti, esito disposizioni) ,8% N. disposizioni banking ,2% Trading online e operatività fondi ,1% 120

34 NUOVI SERVIZI: mobile banking E PHONE banking Al fine di ampliare le modalità di contatto del cliente con la banca, nel corso del 2009 WeBank ha reso disponibili due nuovi servizi: mobile banking: una nuova modalità per la sola clientela di WeBank di operare in autonomia attraverso un applicazione personalizzata e ottimizzata. Un servizio che permette un nuovo utilizzo della banca online e ne aumenta accessibilità e interazione 1. Phone banking: un nuovo canale di contatto per la clientela del Gruppo, con l obiettivo di offrire un ulteriore strumento di accessibilità ai servizi informativi e dispositivi. contabili ONLINE Nel 2009 la Capogruppo ha promosso un iniziativa di comunicazione finalizzata a incrementare il numero di clienti che aderiscono al servizio (gratuito) di estratto conto e contabili online. Tale servizio, oltre a consentire alla Banca (e al cliente) un significativo risparmio di costi in termini di produzione, stampa e spedizione dei documenti in formato cartaceo, rappresenta per il cliente una modalità immediata e sicura per ricevere l estratto di conto corrente e custodia titoli, le contabili e il documento di sintesi. RISULTATI DELLA campagna Nella comunicazione inviata ai clienti, BPM ha voluto sottolineare anche la cui è stata inviata la comunicazione, quelli Dei clienti della Capogruppo a che al 2 gennaio 2010 avevano attivato scelta ambientale insita il servizio erano (circa il 13%). nell attivazione del servi- 1 L applicazione consente di accedere a servizi informativi e dispositivi; le funzioni informative permettono di consultare non solo il saldo e il margine dei propri conti correnti, ma anche i movimenti con dettaglio delle operazioni; con le funzioni dispositive è possibile effettuare bonifici e giroconti, ricaricare cellulari, carte prepagate e tessere per la tv digitale terrestre. 121

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

Banca Popolare di Milano per l Ambiente

Banca Popolare di Milano per l Ambiente Banca Popolare di Milano per l Ambiente Finanziamenti Fonti Rinnovabili & Risparmio Energetico 0 Carta d identità Banca Popolare di Milano è una Banca Cooperativa fondata a Milano nel 865 Quotata alla

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

PRENDI E LEGGI. Vademecum. Socio. Vantaggi e convenienza

PRENDI E LEGGI. Vademecum. Socio. Vantaggi e convenienza PRENDI E LEGGI Vademecum Socio Vantaggi e convenienza Vademecum Soci LA MIA BANCA È DIFFERENTE. DAL 1893. Perchè la BCC è una banca differente? Perchè è una banca cooperativa, mutualistica, locale. Società

Dettagli

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese II Conferenza regionale sul credito e la finanza per lo sviluppo Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese David Sabatini Resp. Ufficio Finanza Il sistema industriale

Dettagli

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010)

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 7 DICEMBRE 2010 N. 19 INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) Il Consiglio regionale

Dettagli

Benvenuto in ProFamily

Benvenuto in ProFamily Benvenuto in ProFamily Presentazione Prodotti Corporate Milano, 14 giugno 2012 Documento sviluppato da: Via Massaua 6, 20146 Milano 1 Il Gruppo. La Banca Popolare di Milano è una società cooperativa a

Dettagli

Finanziamenti Fonti Rinnovabili & Risparmio Energetico

Finanziamenti Fonti Rinnovabili & Risparmio Energetico Finanziamenti Fonti Rinnovabili & Risparmio Energetico Milano 5 Ottobre 2011 - II Forum Annuale Energia 0 Carta d identità Banca Popolare di Milano è una Banca Cooperativa fondata a Milano nel 1865 Quotata

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002).

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002). Commissione Agricoltura Senato - Roma, 25 Luglio 2013 Presentazione ISA è una società di intermediazione finanziaria, partecipata al 100% dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf),

Dettagli

Allegato "14" Piero Luigi Montani Consigliere Delegato Contesto economico 2011 Scenario macroeconomico Economia mondiale 2011: crescita debole del PIL ed elevata instabilità finanziaria a causa delle tensioni

Dettagli

1) ILLUSTRAZIONE DELLA DELEGA ALL EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI

1) ILLUSTRAZIONE DELLA DELEGA ALL EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI Società Cooperativa - Sede in Modena, Via San Carlo 8/20 Registro delle imprese di Modena e cod. fisc. n. 01153230360 Cap. soc. al 31 dicembre 2010 Euro 761.130.807 Relazione illustrativa del Consiglio

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

Vantaggi. da mettere in conto LE ESCLUSIVE OPPORTUNITÀ PER I SOCI DI BANCO EMILIANO. Grande e Locale

Vantaggi. da mettere in conto LE ESCLUSIVE OPPORTUNITÀ PER I SOCI DI BANCO EMILIANO. Grande e Locale Vantaggi da mettere in conto LE ESCLUSIVE OPPORTUNITÀ PER I SOCI DI BANCO EMILIANO Grande e Locale Differente Banco Emiliano è una Banca di Credito Cooperativo, di esclusiva proprietà di migliaia di soci

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

Mini bond: alternativa alla crisi. Blasio & Partners Avvocati

Mini bond: alternativa alla crisi. Blasio & Partners Avvocati Mini bond: alternativa alla crisi delle PMI Il mercato italiano La dipendenza del tessuto produttivo italiano dal sistema bancario è significativamente più alta rispetto agli altri paesi europei, tanto

Dettagli

L intervento della BEI a sostegno delle Pmi

L intervento della BEI a sostegno delle Pmi Agevolazioni Finanziarie 7 di Tommaso Zarbo (1) Esperto in materia di finanziamenti agevolati Finanziamenti comunitari L intervento della BEI a sostegno delle Pmi Con le recenti turbolenze finanziarie

Dettagli

Gli obblighi di bilancio

Gli obblighi di bilancio IL BILANCIO DELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO di Massimo Avincola e Giorgio Gentili Premessa Negli ultimi anni sono state costituite numerose Società di Mutuo Soccorso, molte delle quali, sono state promosse

Dettagli

Comunicato stampa CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE

Comunicato stampa CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE Comunicato stampa GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA: I RISULTATI DI BILANCIO 2008 CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE Dati economici consolidati riclassificati Proventi Operativi Netti

Dettagli

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI VALLEDOLMO

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI VALLEDOLMO Valledolmo BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI VALLEDOLMO Banca e Territorio Due nuove iniziative Lavora con noi per fare Crescere la Comunità L importanza di essere SOCIO Dalla BCC 4 milioni di euro per Imprese,

Dettagli

Relazione del Consiglio di Amministrazione sul secondo punto all ordine del giorno della parte straordinaria

Relazione del Consiglio di Amministrazione sul secondo punto all ordine del giorno della parte straordinaria Relazione del Consiglio di Amministrazione sul secondo punto all ordine del giorno della parte straordinaria Aumento di capitale sociale ai sensi dell art. 2441, quarto comma, secondo periodo, c.c.; deliberazioni

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA

PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA Il sistema bancario italiano ha deciso di accettare la sfida della

Dettagli

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi 1 Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi Relatore: Cristiano Vincenzi (cristiano.vincenzi@bancopopolare.it) Responsabile Funzione Finanziamenti Agevolati

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e 2014 Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e CGIL, CISL, UIL Siamo il Fondo della formazione delle

Dettagli

REGOLAMENTO INTERMEDIARI DISPOSIZIONI IN MATERIA DI FINANZA ETICA O SOCIALMENTE RESPONSABILE (ART. 117-TER DEL TUF) ESITO DELLE CONSULTAZIONI

REGOLAMENTO INTERMEDIARI DISPOSIZIONI IN MATERIA DI FINANZA ETICA O SOCIALMENTE RESPONSABILE (ART. 117-TER DEL TUF) ESITO DELLE CONSULTAZIONI REGOLAMENTO INTERMEDIARI DISPOSIZIONI IN MATERIA DI FINANZA ETICA O SOCIALMENTE RESPONSABILE (ART. 117-TER DEL TUF) ESITO DELLE CONSULTAZIONI 1 giugno 2007 Il 7 febbraio 2007 la Consob ha diffuso un documento

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento a fine 2005, permette di aggiornare le analisi sull evoluzione in atto in quest area di business

Dettagli

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO In forte accelerazione i flussi commerciali, 56.000 nuovi clienti nei primi quattro mesi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO MOBILIARE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO MOBILIARE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO MOBILIARE INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione Ambito di applicazione 1 TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 2 - Finalità del processo di gestione del patrimonio

Dettagli

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto)

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2.1. Dati significativi di gestione Nelle pagine che seguono sono rappresentate le principali grandezze economico-patrimoniali, ottenute dalla

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4. Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza

Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza a sostegno delle PMI Costante Turco Responsabile Direzione Regionale Centro Sud Italia di Banca Popolare di Vicenza Prato, 9 maggio 2013 La Storia e le caratteristiche

Dettagli

RELAZIONE DI SOSTENIBILITÀ 2013. Abstract

RELAZIONE DI SOSTENIBILITÀ 2013. Abstract RELAZIONE DI SOSTENIBILITÀ 203 Abstract Il 203 è stato un anno ancora pesantemente influenzato da una profonda crisi economica e finanziaria, i cui effetti hanno minato la stabilità di molte famiglie e

Dettagli

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA NOTA TECNICA SUL PIANO CASA L art. 11 della legge 133/08 ha inteso rilanciare un Piano Casa per realizzare un offerta di alloggi in proprietà e in locazione prima casa nelle aree di bisogno abitativo,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

Prof. Carlo Salvatori 1. UNA VISIONE D ASSIEME 5. BANCA VERSUS MERCATO. UniversitàdegliStudidiParma

Prof. Carlo Salvatori 1. UNA VISIONE D ASSIEME 5. BANCA VERSUS MERCATO. UniversitàdegliStudidiParma UniversitàdegliStudidiParma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 5. BANCA VERSUS MERCATO 1. Una visione d assieme 2. I mercati: le tipologie 3. I mercati creditizi: gli intermediari 4. Gli intermediari in

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA Approvato dal Collegio di Indirizzo In data 21 dicembre 2015 AMBITO DI APPLICAZIONE TITOLO I PRINCIPI GENERALI

Dettagli

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Armando De Crinito Direttore Generale Vicario DG Attività produttive, Ricerca e Innovazione Regione

Dettagli

SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO.

SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO. PAC sui Fondi Etici - 2013 Un piccolo risparmio per un futuro più sostenibile. fondi etici, l investimento responsabile. SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO. CAMBIARE I DESTINATARI DEGLI INVESTIMENTI PER COSTRUIRE

Dettagli

Interventi regionali per agevolare l accesso al credito alle imprese artigiane

Interventi regionali per agevolare l accesso al credito alle imprese artigiane LEGGE REGIONALE 16 dicembre 1996, N. 34 Interventi regionali per agevolare l accesso al credito alle imprese artigiane (BURL n. 51, 1º suppl. ord. del 19 Dicembre 1996 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:1996-12-16;34

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2006

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2006 COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2006 2006 ANNO DI SVOLTA PER SEAT PAGINE GIALLE CON UN SECONDO SEMESTRE IN FORTE CRESCITA GRAZIE ALLE INNOVAZIONI

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e 2013 Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e CGIL, CISL, UIL Siamo il Fondo della formazione delle

Dettagli

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 (Articolo 11 del decreto legislativo n. 150/2009) INDICE 1. Introduzione pag. 3 2. Selezione dei

Dettagli

Tutto quello che c è da sapere sulle società cooperative

Tutto quello che c è da sapere sulle società cooperative Tutto quello che c è da sapere sulle società cooperative lo scopo mutualistico cioè non perseguono (o non dovrebbero perseguire) il lucro o profitto come tutte le altre società/imprese, ma hanno l obiettivo

Dettagli

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI ALLEGATO PARTE VI ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI Si esplicitano i criteri adottati, in via generale, dal Gestore per la presentazione delle proposte di delibera al

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica. Riferimenti

Dettagli

Piano per l accesso dei giovani al lavoro, la continuità dei rapporti di lavoro, il sostegno e la promozione del fare impresa

Piano per l accesso dei giovani al lavoro, la continuità dei rapporti di lavoro, il sostegno e la promozione del fare impresa Piano per l accesso dei giovani al lavoro, la continuità dei rapporti di lavoro, il sostegno e la promozione del fare impresa 1. Premessa Le criticità e le difficoltà che incontrano i giovani ad entrare

Dettagli

CONTI, CARTE E SERVIZI SOLUZIONI PER SEMPLIFICARE IL TUO BUSINESS GUIDA ALLA SCELTA DEL CONTO CORRENTE E DEI SERVIZI SU MISURA PER LA TUA AZIENDA

CONTI, CARTE E SERVIZI SOLUZIONI PER SEMPLIFICARE IL TUO BUSINESS GUIDA ALLA SCELTA DEL CONTO CORRENTE E DEI SERVIZI SU MISURA PER LA TUA AZIENDA CONTI, CARTE E SERVIZI SOLUZIONI PER SEMPLIFICARE IL TUO BUSINESS GUIDA ALLA SCELTA DEL CONTO CORRENTE E DEI SERVIZI SU MISURA PER LA TUA AZIENDA Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Offerta

Dettagli

Foglio informativo COPIA CLIENTE

Foglio informativo COPIA CLIENTE Foglio informativo COPIA CLIENTE INFORMAZIONI SUL CONFIDI CONSORZIO FIDI FINSARDEGNA S.C. Sede legale in Viale Elmas 33,35 09122 Cagliari Telefono 070273094 070253185 070274695 Fax 070255451 email: consorzio@finsardegna.it

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER PROCESSI DI RICAPITALIZZAZIONE AZIENDALE

AGEVOLAZIONI PER PROCESSI DI RICAPITALIZZAZIONE AZIENDALE C i r c o l a r e d e l 3 m a g g i o 2 0 1 2 P a g. 1 di 7 Circolare Numero 16/2012 Oggetto ACE _ AIUTO ALLA CRESCITA ECONOMICA - AGEVOLAZIONI PER PROCESSI DI RICAPITALIZZAZIONE AZIENDALE Sommario 1_

Dettagli

La prima banca per i lavoratori dipendenti Pag. 1. L offerta: personalizzazione e sicurezza Pag. 3

La prima banca per i lavoratori dipendenti Pag. 1. L offerta: personalizzazione e sicurezza Pag. 3 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La prima banca i lavoratori dipendenti Pag. 1 L offerta: sonalizzazione e sicurezza Pag. 3 Il credito al consumo: un settore in evoluzione Pag. 5 I dati economico-finanziari

Dettagli

La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009

La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009 La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009 Nei mesi successivi al terremoto il Dipartimento di Protezione Civile, per gestire al meglio le offerte ricevute vis sms per il terremoto

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 7b - Deposito titoli a custodia e/o amministrazione

FOGLIO INFORMATIVO. 7b - Deposito titoli a custodia e/o amministrazione Pagina 1/6 FOGLIO INFORMATIVO 7b - Deposito titoli a custodia e/o amministrazione INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI)

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE l Unione Europea incoraggia la partecipazione delle donne

Dettagli

Cittadini stranieri consumatori

Cittadini stranieri consumatori Cittadini stranieri consumatori Grazie ai dati raccolti dalla Fondazione Leone Moressa è possibile comprendere la struttura dei redditi delle famiglie immigrate e comprenderne gli effettivi livelli.

Dettagli

GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013

GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013 GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013 - Risultato economico netto consolidato dei primi sei mesi 2013 pari a -232 milioni di euro (perdita per l esercizio

Dettagli

La ricchezza Private in Italia

La ricchezza Private in Italia La ricchezza Private in Italia Il contesto attuale, lo scenario futuro, le prossime sfide: una leva per la sostenibilità del sistema e la solidità del paese 14 giugno 2011 Indice 1. La ricchezza Private

Dettagli

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Nell ambito del Fondo per il sostegno all accesso al credito delle imprese del Lazio (art. 20 LR 9/2005)

Dettagli

Dalle Relazioni, il Valore

Dalle Relazioni, il Valore Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto 80 Schemi e prospetti 82 Le strategie e il Valore 86 Il Valore delle relazioni 88 Indici di Sostenibilità 89 78 79 Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4536 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato GIANNI Disposizioni per ridurre il disagio abitativo mediante la partecipazione delle regioni

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE Qualora il titolare sia un consumatore, si avverte che questo conto è particolarmente adatto a chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo

Dettagli

La privatizzazione della Borsa e il nuovo quadro normativo

La privatizzazione della Borsa e il nuovo quadro normativo La Privatizzazione della Borsa e il nuovo Quadro normativo Il processo di riorganizzazione e sviluppo dei mercati finanziari avviato con la legge 1/1991 - relativa alla disciplina dell attività di intermediazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO Approvato dal Consiglio Generale nella seduta del 9 giugno 2014 e modificato dal Consiglio Generale nelle sedute del 13 luglio e del 28 settembre 2015 Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO Approvato dal Consiglio di Indirizzo nella seduta del 14 febbraio 2014 1 SOMMARIO AMBITO DI APPLICAZIONE Pag. 3 1. PRINCIPI GENERALI Pag. 3 1.1. Finalità del

Dettagli

I NOSTRI PRODOTTI E SERVIZI IN CONVENZIONE CON LA CASSA FORENSE.

I NOSTRI PRODOTTI E SERVIZI IN CONVENZIONE CON LA CASSA FORENSE. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per tutte le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi a disposizione della clientela presso ogni filiale della Banca o sul sito bper.it.

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 18 - Martedì 28 aprile 2015

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 18 - Martedì 28 aprile 2015 Bollettino Ufficiale 5 D.g.r. 24 aprile 2015 - n. X/3453 Determinazione in ordine alle iniziative in favore dell inserimento socio-lavorativo delle persone con disabilità e integrazione delle linee di

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI Il Fondo di garanzia per le PMI, gestito dal Medio Credito Centrale-Unicredit e istituito con la L. 662/96 ha conosciuto

Dettagli

Valore Professioni. UniCredit e Confprofessioni per il mondo delle libere professioni

Valore Professioni. UniCredit e Confprofessioni per il mondo delle libere professioni Valore Professioni UniCredit e Confprofessioni per il mondo delle libere professioni Global F&SME Marketing and Segments Small Business Offer Innovation Bologna, Novembre 2010 Valore Professioni è un iniziativa

Dettagli

REGOLAMENTO. (Presentato all Assemblea del 30/04/2013)

REGOLAMENTO. (Presentato all Assemblea del 30/04/2013) REGOLAMENTO (Presentato all Assemblea del 30/04/2013) Articolo 1 Funzionamento del Fondo 1. Il presente Regolamento disciplina il funzionamento: degli organi del Fondo paritetico interprofessionale nazionale

Dettagli

Contributi per processi di aggregazione dei Consorzi Fidi. Regolamento di Attuazione

Contributi per processi di aggregazione dei Consorzi Fidi. Regolamento di Attuazione UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE Contributi per processi di aggregazione dei Consorzi Fidi Regolamento di Attuazione L.R. 7/2006 art. 25 L.R. n.

Dettagli

Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole

Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole XIII Commissione Agricoltura Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole Giorgio Gobbi Servizio Studi di struttura economica e finanziaria della Banca d Italia Camera dei Deputati

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO INDICE Art. 1 Ambito di applicazione TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 2 Finalità del processo di gestione del patrimonio Art. 3 Fondo stabilizzazione erogazioni

Dettagli

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI In un contesto ancora debole, il esprime una redditività in crescita continuando

Dettagli

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS Comunicato stampa Mestre, 29 aprile 2010 Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS UTILI IN FORTE CRESCITA: +107,8% SUL 4 TRIMESTRE 2009, +13,9% SUL 1 TRIMESTRE

Dettagli

vista la legge regionale 13 ottobre 2004, n. 23 avente ad oggetto: Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione ;

vista la legge regionale 13 ottobre 2004, n. 23 avente ad oggetto: Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione ; REGIONE PIEMONTE BU28 11/07/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 20 giugno 2013, n. 6-5984 Contratto di Prestito - Regione Piemonte Loan for SMEs tra Finpiemonte e Banca Europea degli investimenti.

Dettagli

DALLA PARTE DEI SENIOR. Prodotti e servizi che semplificano la vita.

DALLA PARTE DEI SENIOR. Prodotti e servizi che semplificano la vita. DALLA PARTE DEI SENIOR Prodotti e servizi che semplificano la vita. LA BANCA COME TU LA DALLA PARTE DEI SENIOR Prodotti e servizi che semplificano la vita. VUOI Per Una banca che sia il mio consulente

Dettagli

Foglio informativo (C0204) CONTO CORRENTE ASSOCIATI UISP (CC19)

Foglio informativo (C0204) CONTO CORRENTE ASSOCIATI UISP (CC19) Foglio informativo (C0204) CONTO CORRENTE ASSOCIATI UISP (CC19) Conto corrente per consumatori (Conto a pacchetto) Profili: Giovani, Famiglie con operatività bassa, Famiglie con operatività media, Famiglie

Dettagli

Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1

Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1 Oggetto: Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1, art. 3, comma 2, lett. e). Fondo di garanzia etica. L Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale riferisce in ordine

Dettagli

L attività degli intermediari finanziari

L attività degli intermediari finanziari L economia del Friuli Venezia Giulia L attività degli intermediari finanziari Aula Magna del Dipartimento di Scienze Giuridiche, Del Linguaggio, dell Interpretazione e della Traduzione Università di Trieste

Dettagli

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale Realizzato dall EURES Ricerche Economiche e Sociali in collaborazione con il Consiglio Regionale dell Economia

Dettagli

COMUNICATO STAMPA AL VIA LA PARTNERSHIP BANCARIO-ASSICURATIVA TRA IL GRUPPO CATTOLICA E IL GRUPPO BANCA POPOLARE DI VICENZA

COMUNICATO STAMPA AL VIA LA PARTNERSHIP BANCARIO-ASSICURATIVA TRA IL GRUPPO CATTOLICA E IL GRUPPO BANCA POPOLARE DI VICENZA AL VIA LA PARTNERSHIP BANCARIO-ASSICURATIVA TRA IL GRUPPO CATTOLICA E IL GRUPPO BANCA POPOLARE DI VICENZA Siglato in data odierna un protocollo d intesa per una partnership industriale di lungo periodo

Dettagli

La norma prevede diverse tipologie di incentivo prevedendo per ciascuna un regime specifico ed in particolare:

La norma prevede diverse tipologie di incentivo prevedendo per ciascuna un regime specifico ed in particolare: GESTIONE, DISCLOSURE E MONITORAGGIO DEGLI INCENTIVI ( INDUCEMENTS ) VERSATI E/O PERCEPITI DALLA BANCA NELLA PRESTAZIONE DEI SERVIZI DI INVESTIMENTO ED ACCESSORI 1. PREMESSA La disciplina MiFID sugli incentivi

Dettagli

GO INTERNET S.P.A. **.***.** **.***.**

GO INTERNET S.P.A. **.***.** **.***.** GO INTERNET S.P.A. **.***.** PARERE DEL COLLEGIO SINDACALE EMESSO AI SENSI DELL ART. 2441, COMMA 6, C.C., IN ORDINE ALLA CONGRUITÀ DEL PREZZO DI EMISSIONE DELLE AZIONI DI COMPENDIO RELATIVAMENTE ALL OPERAZIONE

Dettagli

Allegato B alla Delibera di Giunta Provinciale n. 20 del 20/02/2013

Allegato B alla Delibera di Giunta Provinciale n. 20 del 20/02/2013 Allegato B alla Delibera di Giunta Provinciale n. 20 del 20/02/2013 INTEGRAZIONI AL PIANO DEGLI INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DELLE POLITICHE DELL ISTRUZIONE, DELLA FORMAZIONE E DEL LAVORO INDICAZIONI

Dettagli

C O N V E N Z I O N E N A Z I O N A L E

C O N V E N Z I O N E N A Z I O N A L E C O N V E N Z I O N E N A Z I O N A L E LEGACOOP UNIPOL Sommario 02 Convenzione Nazionale fra LEGACOOP e Compagnia Assicuratrice Unipol 07 Allegato 1 Prodotti e Condizioni per i Soci e i Dipendenti delle

Dettagli

Punto 5 all ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria

Punto 5 all ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria Punto 5 all ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria Modifica del regolamento del Prestito Obbligazionario Convertendo BPM 2009/2013 6,75%. Conseguente attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Presentazione intermediazione finanziaria finanziamenti partecipazioni sostegno di nuovi investimenti e/o di progetti di sviluppo supporto al Mipaaf

Presentazione intermediazione finanziaria finanziamenti partecipazioni sostegno di nuovi investimenti e/o di progetti di sviluppo supporto al Mipaaf Reggio Emilia, 13 febbraio 2014 Presentazione è una società di intermediazione finanziaria, partecipata al 100% dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf), iscritta agli artt.

Dettagli

sette componenti almeno tre composizione qualitativa BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A.

sette componenti almeno tre composizione qualitativa BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. PUNTO 2. ALL ORDINE DEL GIORNO (parte ordinaria): Elezione dei Consiglieri di Amministrazione, previa determinazione del loro numero, tra cui il Presidente e il Vice Presidente, che resteranno in carica

Dettagli

Presentazione del progetto La mia pensione. Aprile 2015

Presentazione del progetto La mia pensione. Aprile 2015 Presentazione del progetto La mia pensione Aprile 2015 Premessa Il montante contributivo correlato all estratto conto (legge n. 335/1995 cd. Riforma Dini) attualmente è disponibile per i soli collaboratori

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA. Commissione Finanze e Tesoro

SENATO DELLA REPUBBLICA. Commissione Finanze e Tesoro SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Finanze e Tesoro Segnalazione del Presidente dell'autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in merito agli effetti pregiudizievoli per il consumatore derivanti

Dettagli

QUADERNO TECNICO IL MERCATO DEI MUTUI E L ATTUAZIONE DEL PLAFOND CASSA DEPOSITI E PRESTITI

QUADERNO TECNICO IL MERCATO DEI MUTUI E L ATTUAZIONE DEL PLAFOND CASSA DEPOSITI E PRESTITI QUADERNO TECNICO IL MERCATO DEI MUTUI E L ATTUAZIONE DEL PLAFOND CASSA DEPOSITI E PRESTITI 7 maggio 2014 GR Centro Studi Acen Il tema dei mutui alle famiglie è essenziale nel sistema delle costruzioni

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA Viviamo in un territorio ricco di cultura, con elevata potenzialità produttiva materiale e immateriale dove molti giovani trovano modo di esprimere la loro creatività

Dettagli

I TIPI DI MUTUO E I LORO RISCHI

I TIPI DI MUTUO E I LORO RISCHI INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CORTINA D AMPEZZO E DELLE DOLOMITI CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA Sede legale e amministrativa: Corso Italia, 80 32043 Cortina

Dettagli

DARE VALORE ALLE IMPRESE

DARE VALORE ALLE IMPRESE DARE VALORE ALLE IMPRESE Estero, crescita, nuova imprenditoria Accordo Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria indice 2 UN IMPEGNO COMUNE PER LA CRESCITA 3 I PUNTI CHIAVE DEL NUOVO ACCORDO 4

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015 Società per Azioni con Sede Legale in Cagliari Viale Bonaria, 33 Codice fiscale e n di iscrizione al Registro delle Imprese di Cagliari 01564560900 Partita IVA 01577330903 Iscrizione all Albo delle Banche

Dettagli

L offerta di Intesa Sanpaolo riservata ai Soci ARCA Associazione Nazionale Ricreativa, Culturale e Sportiva Dipendenti Gruppo ENEL

L offerta di Intesa Sanpaolo riservata ai Soci ARCA Associazione Nazionale Ricreativa, Culturale e Sportiva Dipendenti Gruppo ENEL L offerta di Intesa Sanpaolo riservata ai Soci ARCA Associazione Nazionale Ricreativa, Culturale e Sportiva Dipendenti Gruppo ENEL Messaggio Pubblicitario Condizioni valide e aggiornate a luglio 2011.

Dettagli