Capitolato speciale d appalto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolato speciale d appalto"

Transcript

1 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 1 Capitolato speciale d appalto AFFIDAMENTO CON CONTRATTO APERTO, DI: 1) SERVIZI DI MANUTENZIONE DI ATTREZZATURE ICT E GESTIONE DELL INVENTARIO; 2) SERVIZI SISTEMISTICI; 3) FORNITURE HARDWARE E SOFTWARE - CUP: F71I CIG: A49

2 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 2 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Formano oggetto dell appalto: 1) Servizio di erogazione di interventi di manutenzione e assistenza hardware e software, nel rispetto dei tempi e delle modalità più avanti descritti, sulle attrezzature hardware, sulle postazioni di lavoro (desktop), sulle attrezzature multimediali e VoIP dell Università Iuav di Venezia, ad esclusione di qualsiasi dispositivo di stampa e server. Verranno compensati solo gli interventi effettivamente erogati. Il limite numerico degli interventi è determinato dai limiti di capienza economica del contratto come da Disciplinare di gara. A titolo puramente indicativo il parco hardware e multimediale sul quale saranno erogati gli interventi qui descritti si compone di circa 600 elaboratori di varie marche sia PC sia Mac di circa 100 attrezzature multimediali (proiettori, supporti di proiezione, attrezzature audio) oltre a 600 dispositivi VoIP. L elenco completo delle tipologie di attrezzature sulle quali avverranno gli interventi di manutenzione è compresa nell'allegato B che deve intendersi parte integrante e sostanziale del presente capitolato. 2) Fornitura di applicativo antivirus e relativo servizio di installazione, manutenzione ed aggiornamento software, per tutta la durata contrattuale, nel numero minimo di 500 licenze, come più avanti dettagliato. 3) Fornitura al piano, e installazione a richiesta, di nuove attrezzature hardware per sostituzione di quelle obsolete o per le quali non sia conveniente la riparazione, ovvero per limitate estensioni del parco hardware nei limiti di capienza economica del contratto come più avanti descritto, oltre all erogazione dei servizi di smaltimento delle attrezzature dismesse (RAEE). 4) Servizio sistemistico e di gestione applicativa di server con S.O. Microsoft Windows nel rispetto dei tempi e delle modalità piu avanti descritti. 5) Servizio di gestione dell inventario (Asset) delle attrezzature di cui al punto 1 inclusa la loro dotazione software e configurazione, come più avanti descritto. 6) Fornitura, installazione, configurazione, manutenzione ed aggiornamento di software di teleassistenza, per la gestione remota delle postazioni di lavoro di cui al punto 1, per tutta la durata contrattuale, nel numero indicativo di 1000 licenze, come più avanti descritto. 7) Servizio di monitoraggio della Customer Satisfaction secondo quanto più avanti descritto. 8) Servizio di assistenza sistemistica. E obbligo dell appaltatore effettuare un sopralluogo presso le sedi dell Università Iuav di Venezia al fine di prendere visione del parco effettivamente presente e valutare tutte le condizioni che possono incidere sulla formulazione dell offerta. Per l erogazione dei servizi previsti dal presente contratto, l appaltatore si obbliga a garantire la presenza continuativa presso l Università Iuav di Venezia di personale di supporto, con funzioni di punto di raccolta delle richieste, a disposizione degli addetti dell Università Iuav di Venezia, nell orario di apertura degli uffici, al fine di ricevere immediatamente le segnalazioni dei guasti e poter intervenire tempestivamente. ART. 2 CARATTERISTICHE ANALITICHE OGGETTO DELLE FORNITURE E DEI SERVIZI. Art. 2.1 Modalità di segnalazione dei guasti e richieste di intervento Ad ogni segnalazione di guasto, od altra tipologia di intervento come più avanti descritta, sarà attribuito, da parte degli addetti dell Università Iuav di Venezia, un identificativo univoco di chiamata,

3 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 3 o Ticket Number per eventuali successivi riscontri, solleciti o contestazioni. All appaltatore sarà fornito un accesso utente all appostio sistema di segnalazione web (helpdesk.iuav.it) dell Università Iuav di Venezia, attraverso il quale l appaltatore potrà e dovrà periodicamente visualizzare le segnalazioni pendenti e comunicarne sia la presa in carico, sia la chiusura. Per una tempestiva segnalazione dei guasti urgenti o non diversamente comunicabili, l appaltatore dovrà inoltre fornire un recapito telefonico attivo e presidiato da operatore nell orario di apertura degli uffici. Sempre ai fini di segnalazione dei guasti l appaltatore dovrà segnalare anche un numero fax ed un indirizzo di posta elettronica attivi. Per quanto riguarda i tempi di espletamento del servizio, di cui alle norme successive, il guasto si intenderà aperto dal momento della segnalazione all appaltatore con una delle modalità di cui sopra. Art. 2.2 Tempi e modalità di esecuzione degli interventi di manutenzione Rientra nell attività del servizio di manutenzione oggetto del presente contratto il ripristino funzionale secondo le seguenti descrizioni: Tipologia Descrizione Val Nuova postazione desktop Rimozione postazione desktop Spostamento postazione desktop Sostituzione postazione desktop Ripristino postazione Nuovo dispositivo VoIP Rimozione dispositivo VoIP Installazione di una nuova postazione PC. Comprede anche l'assegnazione di indirizzo IP dedicato ove applicabile, la configurazione su patch-panel del cablaggio di rete, e l'installazione di tutto il sw necessario allo svolgimento delle proprie funzioni. Non comprende l installazione di attrezzatura VOIP. Eliminazione di una postazione ad esempio per sopravvenuto pensionamento o termine del contratto. Viene dismessa postazione e eliminati dati personali e sensibili dai supporti elettronici. Comprende le eventuali modifiche al patch-panel del cablaggio di rete. Spostazione di una postazione fra stanze, piani, palazzi, sedi. Comprende le modifiche necessarie alla configurazione del PC e della connessione di rete. Sostituzione per guasto o vetustà. Comprende il backup e lo spostamento dei dati nella nuova postazione. Comprende, ove necessario le altre voci relative della presente tabella (guasto hardware o consumabili e bakup dati). Reinstallazione software, secondo procedura (di cui all Allegato C), della postazione, ad esempio a causa di lentezza o incoerenza nella installazione. Comprende backup dato ove necessario. Installazione di nuovo dispositivo VoIP, comprendendo l eventuale configurazione su patch-panel del cablaggio di rete. Rimozione del dispositivo fisico e comunicazione al responsabile del server VoIP per l eliminazione dell utente

4 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 4 Ripristino postazione VoIP Sostituzione postazione VoIP Supporto alla creazione di una nuova presa rete Supporto alla Modifica presa rete Supporto alla Rimozione presa rete Sostituzione HW di consumo Sostituzione HW guasto o aggiornamento HW Installazione/configuraz ione software aggiuntivo Ripristino software non funzionante Ripristino da infezione Virus Installazione stampante virtuale Problemi con software o procedura Firma Digitale Reset del dispositivo VoIP e nuovo caricamento della configurazione. Sostituzione del dispositivo con guasto hardware con medesimo e riconfigurazione del dispositivo e del server VoIP. Configurazione su patch-panel e richiesta di modifica della configurazione degli apparati attivi e comunicazione al responsabile del servizio. Configurazione per VoIP, reti pubbliche protette, apparati particolari ed eventuale modifica del patch-panel e comunicazione al responsabile del servizio. Eliminazione del collegamento in patchpanel, notifica della dismissione della porta al responsabile del servizio. Sostituzione accessori per elaboratori quali tastiere, mouse, cuffie/casse, tappetini per mouse, microfoni audio, ventole, guarnizioni e parti plastiche, ecc. Sostituzione di alimentatori, hard disk, schede video, monitor, memoria RAM delle varie alternative in uso, processori, o installazione di componentistica fornita dall Università Iuav di Venezia. Si intende qualsiasi software venga richiesto al di fuori dello standard di installazione definito nell Allegato C Reinstallazione del singolo applicativo, sia presente nell Allegato C, sia estraneo all Allegato C. Ripristino funzionale dell elaboratore tramite scansione con software specifici per eliminazione di virus, malware, ecc. Esecuzione procedura di installazione stampante di rete o UNIFLOW/EQUITRAC. Installazione, configurazione o ripristino di procedure software di firma digitale Configurazione GApps Configurazione utente della piattaforma GoogleApp/Gmail. 1 Configurazione di strumentazione elaborazione mobile Errore accounting Attivazione, Configurazione, Aggiornamento o ripristino di smartphone, tablet, ebook reader, ecc. Supporto a verifica di problematiche relative all autenticazione via Web (SSO). 3 1

5 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 5 Richiesta supporto per Backup Dati Problema compatibilità pagine WEB Risposta a richiesta info procedure Sostituzione Lampada proiettore Pulizia filtro/lente proiettore Conferenza Skype Supporto tecnico/operativo per l esecuzione di generica attività di backup o sincronizzazione di dati contenuti su elaboratori o terminali mobili Verifica di configurazione del browser in caso di errato caricamento di pagine Web/Portali/Applicazioni Web e risoluzione delle problematiche. Servizio informativo circa procedure informatiche alle quali le diverse categorie di utenza possono accedere. Servizio di sostituzione lampada (manodopera più materiali fino a 3 mt. altezza). Pulizia del filtro aria e della lente di proiezione (manodopera più materiali fino a 3 mt. altezza). Trasporto, configurazione e supporto startup per audio/videoconferenza via SKYPE con portatile, casse e WebCAM in situ (materiali a cura dell Università Iuav di Venezia) Videoconferenza SIP Configurazione e supporto startup videoconferenza tipo SIP via IP 2 Streaming Analisi problema per escalation Gestione Garanzia Verifica funzionalità Aula Informatica Supporto Analisi Streaming (su piattaforma Università Iuav di Venezia) di evento in aule attrezzate. - Gestione del software e delle attrezzature connesse. Analisi di una problematica fra quelle precedentemente elencate che per la soluzione richiede l intervento di un altra struttura. Gestione di tutte le pratiche amministrative e di spedizione che riguardano la riparazione di materiale in garanzia. Periodico controllo piena funzionalità delle attrezzature delle aule informatiche. Supporto al personale Iuav per l analisi, la documentazione e il training su sviluppi procedurali su base oraria da 4 a 8 2 Tutti gli allegati citati nella precedente tabella devono intendersi parte integrante e sostanziale del presente capitolato. Qualunque richiesta pervenga all appaltatore verrà catalogata in una o più delle categorie sopra descritte. All appaltatore verrà riconosciuto un compenso pari alla valorizzazione riportata nella colonna Val moltiplicata per il valore economico unitario di intervento (VEUI) oggetto dell offerta. Il posto di lavoro (desktop) comprende: un elaboratore, il monitor, gli accessori esterni quali tastiere, dispositivi di puntamento, microfoni, casse, webcam, cuffie, e gli apparati VOIP.

6 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 6 L appaltatore dovrà sempre garantire il ripristino della completa funzionalità dell attrezzatura guasta entro e non oltre le ore del secondo giorno lavorativo successivo alla chiamata, se pervenuta entro le ore 13,00, o con riparazione o mediante la sostituzione temporanea o definitiva dell attrezzatura. Per tutti gli interventi il corrispettivo è omnicomprensivo di tutti i costi che l appaltatore dovrà sostenere, inclusi i ricambi eventualmente necessari. I ricambi che si rendessero necessari saranno nuovi e di qualità adeguata in relazione all attrezzatura da riparare. L intervento dovrà avvenire presso la sede in cui è collocata l attrezzatura o, nel caso in cui sussista la necessità di trasportarla presso i laboratori dell appaltatore, il trasporto dovrà essere effettuato a cura di quest ultimo e sarà a suo totale carico. Fanno eccezione gli interventi su attrezzature di cui all articolo 1 punto 3 (nuove forniture). Per gli interventi software fino a un numero massimo di 6 interventi per attrezzatura e per 20gg. dalla data di installazione dell'attrezzatura l appaltatore si farà interamente carico della gestione delle richieste. Ai fini del conteggio del numero di interventi per la determinazione di corrispettivi di cui all art.2 e per il rispetto del numero massimo di interventi di cui alla capienza economica del contratto. Ciascuna chiamata regolarmente chiusa ascrivibile a questa tipologia di intervento non darà luogo ad alcun incremento di interventi remunerabili. Per interventi che coinvolgano guasti hardware farà fede il punto successivo. Nel caso di attrezzature per le quali sia ancora operativa la garanzia del fornitore, l appaltatore si farà integralmente carico di inoltrare la richiesta di intervento in garanzia al fornitore dell'attrezzatura in nome e per conto dell Università Iuav di Venezia, esonerando l Università Iuav di Venezia da qualunque onere di rapporto con il fornitore stesso. Resta inteso che qualora sia necessario provvedere alla spedizione dell'attrezzatura presso il fornitore, il solo onere finanziario della spedizione sarà a carico dell Università Iuav di Venezia. In questo caso l appaltatore dovrà provvedere alla sostituzione temporanea e gratuita delle attrezzature con altre idonee di sua proprietà in attesa della effettiva riparazione in garanzia. Ai fini del conteggio del numero di interventi per la determinazione di corrispettivi di cui all art.2 e per il rispetto del numero massimo di interventi di cui alla capienza economica contrattuale, ciascuna chiamata regolarmente chiusa ascrivibile a questa tipologia di intervento darà luogo ad un incremento del numero complessivo di interventi remunerabili pari a 2 VEUI. Nel caso di attrezzature per le quali non sia più operativa la garanzia del fornitore, l appaltatore dovrà direttamente provvedere alla riparazione delle attrezzature stesse, con ogni onere a suo carico, presso la sede in cui è collocata l'attrezzatura. Nel caso in cui sussista la necessità di trasportarla presso i laboratori dell appaltatore, o sia stata concordata la sostituzione definitiva dell'attrezzatura, l appaltatore dovrà provvedere alla sostituzione temporanea e gratuita dell'attrezzatura con altra idonea in attesa della effettiva riparazione o definitiva sostituzione. E facoltà dell Università Iuav di Venezia respingere la sostituzione temporanea con attrezzature ritenute non idonee, senza che questo comporti sospensiva del termine di esecuzione dell intervento. Nel caso il guasto sia di particolare rilevanza e/o l'attrezzatura risulti in possesso dell Università Iuav di Venezia da più di tre anni l appaltatore potrà proporre all Università Iuav la sostituzione definitiva della stessa con altra idonea di nuova fornitura, secondo quanto previsto dall art.1. Ai fini del conteggio del numero di interventi per la determinazione di corrispettivi di cui all art.2 e per il rispetto del numero massimo di interventi, di cui alla capienza economica contrattuale, ciascuna chiamata regolarmente chiusa ascrivibile a questa tipologia di intervento darà luogo ad un incremento del numero complessivo di interventi ammissibili a liquidazione pari a 5 VEUI, salvo il caso di definitiva sostituzione dell'attrezzatura nel quale non si darà luogo a nessun incremento del numero complessivo di interventi remunerabili. Gli interventi di prima installazione dell applicativo/applicativi antivirus forniti dall appaltatore in relazione all art.1 punto 2 sono a suo totale carico e per attività ascrivibili a questa categoria non si darà luogo a nessun incremento del numero complessivo di interventi remunerabili.

7 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 7 Gli interventi di fornitura di nuove attrezzature secondo quando previsto all art. 1 punto 3 non saranno conteggiati nel numero di interventi remunerabili. Il ripristino del funzionamento delle attrezzature originali, in caso di sostituzione temporanea, dovrà comunque avvenire entro un tempo non superiore ai 30 giorni lavorativi e comunque entro la scadenza del periodo di validità del contratto. Art. 2.3 Forniture hardware Le attrezzature fornite dovranno rispettare i requisiti ambientali ed energetici di cui all Allegato A che deve intendersi parte integrante e sostanziale del presente capitolato. Saranno a carico dell appaltatore tutti gli oneri, nessuno escluso, necessari allo smaltimento a termini di legge dell'attrezzatura sostituita o di altra indicata dall Università Iuav di Venezia. Le attrezzature di nuova fornitura dovranno essere dotate di garanzia hardware per un periodo di almeno tre anni decorrenti dalla data d installazione. Le attrezzature di nuova fornitura dovranno risultare di marca e caratteristiche adeguate e dovrà essere garantita la reperibilità di parti di ricambio per almeno due anni oltre il periodo di scadenza della garanzia. Non sono ammessi hardware assemblati. I prezzi praticati, a parità di caratteristiche tecniche e prestazionali, non potranno essere in alcun caso superiori a quelli praticati nelle Convenzioni Consip SPA eventualmente attive al momento della fornitura. Prima della fornitura l appaltatore dovrà compilare una offerta comparativa con strumentazione di prestazione e qualità comparabile a quella presente nelle Convenzioni Consip SPA. La comparazione dovrà avvenire sulla base del parametro OverAll Rating secondo le procedure descritte dal capitolato Consip. In assenza di convenzioni Consip SPA disponibili l Università Iuav di Venezia si riserva di verificare di volta in volta le offerte prodotte, prima di autorizzare la fornitura. Sulle attrezzature di nuova fornitura l appaltatore dovrà garantire il servizio di manutenzione hardware e software nei termini di cui all articolo 2.2. Le forniture si intendono da effettuare nelle sedi di utilizzo, con consegna al piano presso la postazione dell operatore con ogni onere per trasporto e facchinaggio, imballaggio, disimballaggio e asporto degli imballi a carico dell appaltatore. Tutti gli articoli dovranno essere di società provvista di certificazione ISO 9001 per l intero processo di produzione. Le quantità degli oggetti di fornitura di cui al presente articolo sono stimabili in modo puramente indicativo e non vincolante ai fini contrattuali in circa 75 unità. Gli eventuali ordinativi di fornitura saranno in ogni caso eseguiti compatibilmente con la capacità di spesa del contratto e senza alcun obbligo da parte dell Università Iuav di Venezia. L Università Iuav di Venezia si riserva di ordinare ulteriori forniture, anche non espressamente comprese nel presente contratto, fino al 30% dell importo contrattuale, previa verifica di conformità dei prezzi.

8 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 8 Il Fornitore sarà tenuto, per tutta la durata del contratto, a consegnare attrezzature: aventi caratteristiche non inferiori a quelle offerte; che risultino a catalogo del produttore, all'atto della consegna. Le caratteristiche delle attrezzature proposte in offerta dall appaltatore dovranno essere aggiornate con cadenza semestrale, per tener conto delle evoluzioni tecnologiche intervenute e delle modifiche delle convenzioni Consip attive. Il primo aggiornamento è previsto al dodicesimo mese di vigenza contrattuale. L'adozione delle nuove caratteristiche concordate diventerà effettiva a seguito di una comunicazione scritta di approvazione dell Università Iuav di Venezia indirizzata all appaltatore. A partire dalla data di comunicazione, l appaltatore sarà tenuto a consegnare soltanto attrezzature rispondenti alle caratteristiche così aggiornate. La prima installazione, intesa come caricamento del sistema operativo, software e relativi driver (come da Allegato C) è a carico dell appaltatore. Sono esclusi in qualunque circostanza gli oneri per le licenze software che sono a carico dell Università Iuav di Venezia. Art. 2.4 Fornitura Servizio Antivirus Il servizio comprende la fornitura di almeno 500 licenze di applicativo software antivirus di primaria marca o opensource con caratteristiche pari o migliorative rispetto alle indicazioni riportate più avanti. Il servizio inoltre comprende l attività di installazione sui PC oggetto dei servizi di cui al present e capitolato e tutte le attività di manutenzione e aggiornamento (incluse le eventuali funzioni server side). La soluzione proposta dovrà aver ottenuto punteggio ADV+ per almeno 6 categorie di valutazione (punteggio massimo) La soluzione proposta dovrà essere fra quelle TOP RATED La soluzione proposta dovrà essere citata fra quelle a basso impatto prestazionale I valori di riferimento sono ottenuti da av-comparatives.com e sono relativi all anno Art. 2.5 Servizio sistemistico e di gestione applicativa di server di dominio con S.O. Windows. Il servizio é da intendersi integrato nella gestione e supporto delle richieste relative al parco elaboratori dell Università Iuav di Venezia. Il servizio comprende la gestione di due server virtuali con S.O. Windows Server che controllano il dominio di appartenenza dei PC oggetto dei servizi appaltati. A titolo puramente esemplificativo, il servizio comprende le seguenti attività: l aggiornamento delle patch del sistema operativo il monitoring del buon funzionamento dei servizi attivi il riavvio dei servizi bloccati o il loro ripristino in caso di guasti al software la gestione del supporto alla ridondanza dei servizi di Dominio la gestione dello spazio di storage condiviso fra gli utenti del dominio, senza esclusione di quote e rispetto delle policy aziendali in rispetto ai contenuti la modifica della configurazione dei servizi attivi, tra i quali ActiveDirectory, DNS, Policy di dominio, ecc., secondo quanto verrà indicato dall appaltatore, o secondo quanto proposto

9 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 9 dall appaltante al fine di migliorare le capacità della piattaforma. Nessuna modifica alla configurazione del server o dei servizi potrà venire eseguita senza l autorizzazione del personale dell università Iuav di Venezia. E obbligo dell appaltatore nel prendere in carico la gestione del server, prendere visione di tutte le indicazioni fornite dal personale tecnico dell Università Iuav di Venezia in merito alle procedure fino a quel momento seguite per l installazione e gestione degli stessi server. Ove l Università Iuav di Venezia, durante la durata del periodo contrattuale, ritenesse necessario modificare l architettura del dominio (accounting, file server, printer server, ecc.), sarà obbligo dell appaltatore recepire le eventuali indicazioni fornite. La realizzazione resta comunque a carico dell Università Iuav di Venezia. E obbligo dell appaltatore sottoscrivere i necessari documenti di accettazione formale dell incarico di Amministratore di sistema. Art. 2.6 Servizio di gestione inventario Il servizio consiste nella creazione ed aggiornamento di un archivio elettronico (base dati) contenenti informazioni circa le attrezzature di cui all art.1 e quelle di seguito indicate: attrezzature per riproduzione, proiezione e amplificazione (digitale, analogica e multimediale); plotter e stampanti multifunzione; IP-Cam; attrezzature di videoconferenza. L asset dovrà essere redatto, relativamente agli attributi da comprendere per ogni elemento, in modo da consentire la localizzazione, l assegnazione e gli elementi di dettaglio delle attrezzature. Relativamente alla localizzazione, le informazioni riportate nell asset dovranno fare riferimento ai codici identificativi dei locali dell Università Iuav di Venezia. Relativamente all assegnazione, le attrezzature dovranno essere relazionate alla struttura organizzativa dell Università Iuav di Venezia. Relativamente ai PC/MAC, gli elementi essenziali e necessari dovranno essere: marca, modello, processore, sistema operativo, nome di rete dell elaboratore, campo descrizione computer nel caso di PC Windows, software installati, periferiche collegate e loro caratteristiche, informazioni di login, numero di serie del BIOS e MAC addresses, IP assegnato dal DHCP o statico, memoria installata, numero inventario Iuav, numero interno e nome e cognome dell utilizzatore. Relativamente alle altre attrezzature, gli elementi essenziali e necessari dovranno essere: marca, modello, numero di inventario Iuav, periferiche collegate, ed inoltre, per i proiettori: modello della lampada, storico manutenzione, per gli smartphone: numero telefonico, IMEI, per le stampanti multifunzione: IP, accessori. Per la realizzazione dell asset dovrà essere utilizzato, per una parte consistente dei rilievi, un sistema di rilevazione software. Il software e i dati rilevati dovranno essere basati su standard aperti. Il software dovrà inoltre possedere le seguenti caratteristiche minime: il client dovrà essere distribuibile con procedura automatizzata; possibilità di effettuare scansioni di periferiche mediante agent in reti non direttamente raggiungibili dalla console di gestione; possibilità di rilevare da macchine fisiche e virtuali informazioni quali versione dettagliata del

10 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 10 sistema operativo, software installati, modello monitor e descrizione computer oltre a tutte le caratteristiche hardware dei vari componenti; possibilità di rilevare altri device attivi sulla rete (switch, router, stampanti di rete); supporto ai sistemi operativi MS Windows, Linux, MAC OSX; possedere una console di gestione via web; possedere strumenti per la distribuzione automatizzata di software; essere integrato con il servizio di teleassistenza; essere in grado di rilevare servizi e processi in esecuzione. Le caratteristiche e modalità di erogazione del servizio sopra riportate si intendono minime e inderogabili e in ogni caso dovranno essere applicate le caratteristiche e modalità di erogazione contenute nell apposita sezione dell offerta tecnica aggiudicataria che sarà allegata al contratto e ne formerà parte integrante e sostanziale. Con periodicità semestrale l appaltatore dovrà fornire l asset su supporti informatici contestualmente ad una relazione sullo stato di aggiornamento. Qualora alla prima scadenza non risulti fornito quanto sopra richiesto, con un avanzamento pari ad almeno l 80%, l appaltatore verrà assoggettato ad una penale pari a ,00 ; alle successive scadenze, qualora l aggiornamento risultasse inferiore al 90%, verrà applicata una penale pari a 5.000,00. Art. 2.7 Servizio di fornitura, installazione e configurazione, comprensivo di eventuali licenze, di applicativo/i software atto/i a gestire remotamente le postazioni di elaborazione PC/MAC Il servizio richiede l installazione, configurazione e aggiornamento comprensivo di eventuali licenze di un software client/server per la realizzazione di attività di supporto informatico in modalità di teleassistenza. Tale servizio dovrà essere realizzato con software di primaria marca o opensource e consentire il telecontrollo, ovvero il servizio di teleassistenza ad operatori Iuav e dell appalatatore sulle postazioni desktop già presenti nell Asset. L'appaltatore deve specificare la soluzione fornita e le metodologie con cui vengono applicate le specifiche tecniche sotto descritte: Funzionamento garantito anche in presenza di Firewall Integrazione del servizio con il servizio di asset Disponibilità di un secondo sistema di gestione remota di backup anche minimale basato su OTP (One Time Password) Gestione remota di PC/Server non presidiato da utenti Supporto multipiattaforma (Linux/Windows/Apple) Installazione client disponibile tramite pacchetto [.msi] per Windows ovvero distribuibile in modalità silente tramite policy Nessun limite alle postazioni DALLE quali e possibile avviare una sessione di teleassistenza Numero illimitato di server ovvero postazioni alle quali e possibile fornire teleassistenza Supporto di una connessione sicura Le caratteristiche e modalità di erogazione del servizio sopra riportate si intendono minime e inderogabili e in ogni caso dovranno essere applicate le caratteristiche e modalità di erogazione contenute nell apposita sezione dell offerta tecnica aggiudicataria che sarà allegata al contratto e ne formerà parte integrante e sostanziale.

11 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 11 L Università Iuav di Venezia effettuerà verifiche sull effettiva installazione e operatività con periodicità semestrale. Ad ogni scadenza, in caso in caso di verifica negativa, anche parziale, verrà applicata una penale di 2.500,00. Art. 2.8 Servizio di verifica della Customer Satisfaction con mezzo elettronico Il servizio prevede il rilevamento automatico o elettronico (comunque anonimo) del grado di soddisfazione dell utenza che ha fruito del servizio reso di cui al punto 1. L appaltatore dovrà realizzare un questionario di al più 6 domande che dovrà rivolgere all utenza del servizio secondo modalità da concordare con L Università Iuav di Venezia che misuri l efficienza e l efficacia del servizio reso al fine di migliorare il medesimo. Il numero di domande a misura dell efficienza sarà pari al numero di domande a misura dell efficacia. Ognuna delle domande che verranno poste sarà a scelta multipla con risultati valorizzati da -2 (meno due) a +2 (più due) con esclusione della valorizzazione zero (0). Al risultato dell indagine sulla soddisfazione sarà legato un premio o una penale economica calcolata annualmente misurato con al seguente formula: P= [(media aritmetica della somma delle valorizzazioni delle risposte) / (numero delle risposte)] Con P = Percentuale di soddisfazione dell utenza. Per P compreso tra -2 e zero inclusi verrà applicata una penale pari al 4% sulla remunerazione ammissibile a liquidazione delle richieste di supporto. Per P compreso tra un valore maggiore di 0 e 1 inclusi verrà applicato un premio dell 1% Per P compreso tra un valore maggiore di 1 e 2 incluso verrà applicato un premio del 2% La non esecuzione di questo servizio corrisponderà all esecuzione di una penale del 4% sulla remunerazione ammissibile a liquidazione delle richieste di supporto. Art. 2.9 Servizio di assistenza sistemistica Verranno compensati solo gli interventi effettivamente erogati. Il limite numerico degli interventi è determinato dai limiti di capienza economica del contratto. Nel seguito le attività e gli interventi che saranno erogate secondo le seguenti modalità e tempi: 1) Servizio di manutenzione ordinaria su sistemi operativi e servizi applicativi installati sul parco server dell ateneo nel rispetto dei tempi e delle modalità più avanti descritti. Le attività di manutenzione previste sono tutte quelle rientranti nelle normali attività di amministrazione di sistema. Tipologia Descrizione Val Amministrazione utenze di sistema Verifica servizi applicativi Creazione, modifica, cancellazione e gestione del profilo utente per tutte le utenze di sistema Verifica funzionamento servizi applicativi erogati dal sistema su richiesta del referente del servizio o a seguito di segnalazioni prodotte dal sistema di monitoring 2 2 Manutenzione software di base Aggiornamento software di base (PHP, perl, Apache, 8

12 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 12 Tomcat, antivirus, ) installato su un sistema informatico Manutenzione file system Manutenzione script: bash, perl, php Manutenzione applicativi di gestione: OpenSSH, SQUID, Apache, Sendmail, IIS Manutenzione Directory Service e Database: OpenLDAP, MS Active Directory, DBMS MySQL, Oracle, MS-SQL Manutenzione dei sistemi di SSO Attività periodica di pulizia e riordino file e directory di sistema, file di log degli applicativi installati, verifica occupazione memorie di massa Modifiche a script: bash, perl, php richieste in seguito a cambiamenti delle esigenze dell utenza Iuav o adeguamenti HW/SW Modifiche ad applicativi di gestione: OpenLDAP, OpenSSH, SQUID, Apache, Sendmail, IIS richieste in seguito a cambiamenti delle esigenze dell utenza Iuav o adeguamenti HW/SW Modifiche a Directory Service e Database: Active Directory, DBMS MySQL, Oracle, MS-SQL richieste in seguito a cambiamenti delle esigenze dell utenza Iuav o adeguamenti HW/SW Manutenzione del sistema di SSO basato su Shibboleth in seguito a cambiamenti delle esigenze dell utenza Iuav o adeguamenti HW/SW ) Servizio di monitoraggio e controllo di base dei sistemi, e degli applicativi. Sintetico Descrizione Val Attivazione sistema di segnalazione allarmi Attivazione sistema di reporting Attivazione sistema d invio di segnalazioni agli AdS via SMS ed per le seguenti funzionalità vitali dei sistemi informatici: - eccessivo numero di processi in esecuzione contemporanea - carico di cpu anomalo - disponibilità del server - eccessivo consumo di memoria fisica - spazio libero su disco - spazio libero su area di swap - mancanza di connettività di rete - riavvii/spegnimenti non programmati - raggiungibilità del default gateway - raggiungibilità del name server - raggiungibilità del directory server di autenticazione Attivazione sistema di reporting atto a fornire visibilità dello stato di funzionamento delle macchine per quanto riguarda le serie storiche e real-time di 32 14

13 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 13 utilizzo CPU, spazio disco e altri parametri vitali. I report devono essere inviati automaticamente via e- mail agli AdS Gestione sistema di segnalazione allarmi Gestione sistema di reporting Monitoraggio DBMS Monitoraggio Applicativi di base Analisi dei log di backup/restore Verifica consistenza dei backup Supporto alla redazione piano di backup/restore Attivazione nuovo backup Controllo policy sistemi informatici Verifica ed installazione patch di sicurezza Rilevazione intrusioni Verifica funzionamento del sistema e variazione configurazioni allarmi ed eventi generati automaticamente su richiesta del responsabile Iuav del servizio Verifica funzionamento del sistema e variazione configurazioni dei report generati automaticamente su richiesta del responsabile Iuav del servizio Monitoraggio dello stato di funzionamento dei database utilizzati in ateneo: Oracle, MySQL, PostGres, MS-SQL, MS-Access. I DBMS dovranno essere monitorati con l ausilio di agenti software in grado di inviare allarmi via ed SMS Monitoraggio dello stato di funzionamento degli applicativi server utilizzati in ateneo: Web server Apache, IIS, Proxy server SQUID e Web Service TomCat. Gli applicativi dovranno essere monitorati con l ausilio di agenti software in grado di inviare allarmi via ed SMS Analisi dei log generati dalle procedure di backup/restore e segnalazione di eventuali anomalie al referente Iuav Verifica puntuale della consistenza dei dati di backup e segnalazione di eventuali anomalie al referente Iuav Supporto tecnico ai referenti Iuav nella redazione del piano di backup/restore di un sistema informatico Attivazione nuova procedura di backup/restore di un sistema informatico in accordo con il referente del servizio Controllo compliance impostazioni dei sistemi informatici con le policy Iuav Verifica esistenza di patch di sicurezza non installate sul sistema informatico ed eventuale adeguamento del sistema in accordo con il referente del servizio Rilevazione tentativi di intrusione o utilizzi non conformi alle policy interne dei sistemi attraverso

14 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 14 l analisi dei log di sistema, verifica segnalazioni del sistema antivirus e del firewall interno Ripristino sistema compromesso Ripristino della sicurezza informatica e delle funzionalità del sistema informatico allo stato precedente la compromissione 64 7) Servizio di sviluppo applicazioni Tipologia Descrizione Val Applicazioni web-based Applicazioni Google Apps Integrazione applicazioni con SSO Sviluppo applicazioni web-based (php, java,.net, javascript, gwt, mysql) secondo le indicazioni del referente Iuav (40VAL per progetti compresi entro le 10h di sviluppo) Sviluppo applicazioni integrate in Google Apps secondo le indicazioni del referente Iuav Integrazione delle applicazioni con il sistema SSO web d ateneo Applicazioni per Smart Phone e Tablet Sviluppo Applicazioni su piattaforme ios e Android 200 Applicazioni di System Integration Sviluppo Applicazioni di System Integration 200 A titolo puramente indicativo il parco tecnologico sul quale saranno erogati gli interventi qui descritti si compone di circa 100 server sia fisici sia virtuali. Qualunque richiesta pervenga all appaltatore verrà catalogata in una o più delle categorie sopra descritte. All appaltatore verrà riconosciuto un compenso pari alla valorizzazione riportata nella colonna Val moltiplicata per il valore economico unitario di intervento (VEUI) oggetto dell offerta. Per tutti gli interventi il corrispettivo è omnicomprensivo di tutti i costi che l appaltatore dovrà sostenere. Il supporto sarà erogato presso la sede dell appaltatore in amministrazione remota attraverso tunnel vpn oppure, qualora non sia possibile intervenire remotamente, presso la sede dell Università Iuav di Venezia. Tutte le richieste di assistenza, fatta eccezione per gli allarmi inviati automaticamente dal sistema di monitoraggio servizi applicativi, saranno notificate attraverso l apertura di ticket come descritto al paragrafo 2.1. Presso l Università Iuav di Venezia sono individuati tre livelli di intervento associati ad altrettante criticità.

15 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 15 Criticità 1: anomalie che bloccano completamente uno o più servizi vitali dell Ateneo. Le anomalie con livello di criticità 1 sono prese in carico dalla divisione ICT dell Area Infrastrutture Iuav la quale potrà avvalersi a discrezione del supporto esterno. Le richieste di assistenza con livello di criticità 1 saranno inviate attraverso l apposito sistema di segnalazione direttamente al supporto tecnico esterno per la presa in carico. Criticità 2: anomalie che non bloccano completamente servizi vitali per l Ateneo. Le richieste di assistenza con livello di criticità 2 saranno inviate attraverso l apposito sistema di segnalazione Iuav direttamente al supporto tecnico esterno per la presa in carico; la divisione ICT dell Area Infrastrutture dell Università Iuav avrà facoltà di intervento nei casi di controversia o nei casi in cui sia richiesta una qualche forma di collaborazione. Criticità 3: anomalie che non bloccano completamente i servizi con le modalità delle criticità 1 e 2 o che bloccano completamente servizi non vitali per l ateneo. Le richieste di assistenza con livello di criticità 3 saranno inviate attraverso l apposito sistema di segnalazione Iuav direttamente al supporto tecnico esterno per la presa in carico; la divisione ICT dell Area Infrastrutture dell Università Iuav avrà facoltà di intervento nei casi di controversia o nei casi in cui sia richiesta una qualche forma di collaborazione. All appaltatore sarà fornito un accesso utente all apposito sistema di segnalazione web (helpdesk.iuav.it) dell Università Iuav di Venezia, attraverso il quale l appaltatore potrà e dovrà periodicamente visualizzare le segnalazioni pendenti e comunicarne sia la presa in carico, sia la chiusura. Per una tempestiva segnalazione dei guasti urgenti o non diversamente comunicabili, l appaltatore dovrà inoltre fornire un recapito telefonico attivo e presidiato da operatore nell orario di apertura degli uffici. Sempre ai fini di segnalazione malfunzionamenti l appaltatore dovrà segnalare anche un numero fax ed un indirizzo di posta elettronica attivi. Per quanto riguarda i tempi di espletamento del servizio, di cui alle norme successive, il ticket si intenderà aperto dal momento della segnalazione all appaltatore con una delle modalità di cui sopra. La presa in carico per i servizi di cui al presente articolo dovrà avvenire secondo le seguenti tempistiche: Tabella Service Level Agreement (SLA) Livello Service Level Agreement (SLA) 1 presa in carico entro lo stesso giorno lavorativo dell apertura del ticket 2 presa in carico almeno entro il giorno lavorativo successivo all apertura del ticket 3 presa in carico almeno entro il 4 giorno lavorativo successivo all apertura del ticket ART. 3 SEDI DI LAVORO Le attrezzature, oggetto del servizio di assistenza, sono collocate nei locali dell Università Iuav di Venezia. Le sedi dell Università Iuav di Venezia sono le seguenti:

16 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 16 Tolentini, Santa Croce 191, Venezia Campo della Lana, Santa Croce 601, Venezia Badoer, San Polo 2468, Venezia Casa del Gondoliere, San Polo 2468/b, Venezia Ca Tron, Santa Croce 1957, Venezia Cotonificio, Dorsoduro 2196, Venezia Terese, Dorsoduro 2206, Venezia Magazzini 5,6,7, Dorsoduro 1827 Venezia Laboratorio di Scienza, via Torino, Mestre In ogni caso l'accessibilità ai vari locali è garantita soltanto previo accordo con il personale dell'ufficio interessato. Nel caso sia necessaria assistenza anche al di fuori degli orari di ufficio, compresi i giorni festivi, l appaltatore deve rendersi disponibile a seguito di preavviso di almeno due settimane. Tale eventualità potrà verificarsi esclusivamente in concomitanza di eventi specifici quali: corsi intensivi estivi, convegni, esami, eventi eccezionali. In caso di mancato rispetto di questa condizione l appaltatore verrà assoggettato alle penali previste dal presente capitolato. ART. 4 ORDINATIVI E TEMPI DI CONSEGNA Le forniture saranno disposte con ordini attraverso posta elettronica. Con l ordine verranno comunicati i quantitativi dei prodotti da fornire ed il luogo presso il quale dovrà essere effettuata la consegna. Per le attrezzature hardware il fornitore dovrà provvedere alla consegna entro 15 gg solari, o entro il minor tempo offerto in gara, dal ricevimento dell ordine. ART. 5 TERMINI DELLA PRESTAZIONE La consegna delle singole attrezzature, costituenti la fornitura, nelle quantità di volta in volta richieste (aggiornate in termini di hardware secondo quanto indicato all art.2.3) sempre nell ambito della durata complessiva del contratto, verranno indicate dall Università Iuav di Venezia con apposito ordine scritto. La consegna dovrà avvenire, nei giorni feriali tra le 9.00 e le ore 18.00, entro il tempo massimo definito dai tempi di consegna indicati nell offerta dalla data dell ordine stesso, franco di ogni spesa, ivi compreso lo scarico, la consegna al piano indicato e la distribuzione all indirizzo ed alle singole locazioni indicate. Le attrezzature dovranno essere consegnate pronte all uso e già predisposte secondo l Allegato C. Saranno a carico dell appaltatore stesso le responsabilità per eventuali danni dovuti al trasporto od alla non correttezza, rispetto all ordine del materiale consegnato. Le operazioni dovranno prevedere: la consegna, a cura dell appaltatore, dei colli riguardanti le singole attrezzature ed accessori presso il luogo di utilizzo di ogni singolo pezzo (indirizzo, piano, stanza); i colli dovranno essere accompagnati da una distinta indicante, in chiaro, il contenuto degli stessi;

17 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 17 la comunicazione scritta del giorno e dell ora di consegna al recapito che verrà indicato in sede contrattuale che dovrà pervenire almeno 48 ore prima della consegna del materiale; la verifica da parte del personale incaricato dell Università Iuav di Venezia e di personale dell appaltatore del materiale consegnato e relativa stesura di un verbale di consegna. In caso di mancata presenza del rappresentante dell appaltatore farà fede quanto rilevato dall Università Iuav di Venezia senza che l appaltatore possa opporre eccezioni di sorta. ART. 5 REFERENTI DI CONTRATTO L appaltatore si impegna a garantire la disponibilità di uno o più referenti a cui l Università Iuav di Venezia farà riferimento per gli ordini, le consegne e tutte le prestazioni oggetto del presente capitolato. ART. 6 PUNTI DI CONSEGNA I prodotti oggetto di fornitura dovranno essere consegnati presso le singole sedi dell Università Iuav di Venezia, indicate all art.3, nei luoghi, ai piani e negli orari indicati nell ordine stesso. Qualora venissero consegnati prodotti difformi da quelli offerti o difettosi, l Università Iuav di Venezia si riserva la facoltà di chiedere, entro 3 giorni dalla consegna, la sostituzione degli stessi. In tal caso l appaltatore si impegna a ritirarli e sostituirli, a proprie spese, entro 3 giorni, salvo situazioni di urgenza. Trascorso tale termine infruttuosamente, l Università Iuav di Venezia, potrà avvalersi della facoltà di esecuzione in danno all appaltatore. Art. 7 BREVETTI INDUSTRIALI E DIRITTI D AUTORE L appaltatore assume ogni responsabilità per l uso di dispositivi o per l adozione di soluzioni tecniche o di altra natura che violino diritti di brevetto, d autore ed in genere di privativa altrui. Qualora venga promossa nei confronti dell Università Iuav di Venezia azione giudiziaria da parte di terzi che vantino diritti su beni acquistati o presi in locazione o licenza d uso, l appaltatore assume a proprio carico tutti gli oneri conseguenti, incluse le spese eventualmente sostenute per la difesa in giudizio. L Università Iuav di Venezia non assume alcuna responsabilità nel caso che l appaltatore fornisca dispositivi e/o soluzioni tecniche di cui altri detengano la privativa. Ciascuna parte si obbliga a dare immediato avviso all'altra di qualsiasi azione di rivendicazione o questioni di terzi di cui sopra, della quale sia venuta a conoscenza. Nell ipotesi dell azione giudiziaria citata, l Università Iuav di Venezia, fermo restando il diritto al risarcimento del danno, nel caso in cui la pretesa azionata sia fondata, ha facoltà di dichiarare la risoluzione del contratto, recuperando in caso di acquisto le somme versate, detratto un equo compenso per l avvenuto uso, salvo che l appaltatore ottenga il consenso alla continuazione dell uso delle attrezzature e dei programmi il cui diritto di esclusiva è giudizialmente contestato. ART. 8 DICHIARAZIONI E CERTIFICAZIONI Le forniture dovranno essere prodotte da soggetti aventi: sede commerciale nell UE; certificazione ISO 9001 per l intero processo di produzione; In tutti i casi è richiesto che i modelli offerti siano interamente ingegnerizzati ed assemblati dal

18 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 18 produttore in regime di qualità ISO 9001, anche se personalizzati alle specifiche di Università Iuav di Venezia. Con la documentazione di gara dovrà essere resa dal concorrente apposita dichiarazione, ai sensi dell art. 46 D.P.R. 445/2000, attestante la conformità dei prodotti offerti ai requisiti sopra descritti, la conformità alle norme di sicurezza applicabili, la buona qualità dei prodotti offerti, e l assenza di difetti che li rendano inidonei all uso a cui sono destinati. ART. 9 CONTROLLI/COLLAUDI L Università Iuav di Venezia si riserva la facoltà, per tutta la durata della fornitura, di sottoporre campioni dei diversi tipi di prodotti a collaudi, analisi e prove diretti a verificare la qualità dei prodotti offerti. Qualora si riscontrassero difformità, l Università Iuav di Venezia potrà procedere ad ulteriori verifiche le cui spese saranno a carico dell appaltatore, e all applicazione delle penali previste all art.26 del presente capitolato d appalto e a risolvere il contratto nel caso in cui si verifichino le condizioni previste all art.28 del presente capitolato d appalto. ART. 10 GESTIONE DEL CONTRATTO La gestione amministrativa del contratto è in capo all area infrastrutture dell Università Iuav di Venezia Quest ultima e gli uffici espressamente autorizzati alla stipula del contratto invieranno direttamente gli ordini tramite mail o posta elettronica certificata e provvederanno in autonomia alla verifica dei tempi di consegna, al controllo di conformità della fornitura, nonché al rilievo delle eventuali anomalie che verranno segnalate dagli uffici destinatari dei prodotti commissionati. ART. 11 PAGAMENTI E OBBLIGHI DELL APPALTATORE L appaltatore è tenuto a fornire ogni mese, la fattura relativa alla fornitura ordinata, suddivisa per tutti gli articoli acquistati e consegnati nel mese a ciascuna sede dell Università Iuav di Venezia, indicando gli estremi degli ordini inviati e l elenco degli articoli acquistati. L appaltatore è tenuto a fornire trimestralmente, lo stato di avanzamento dei servizi e forniture e la fattura relativa alle attività di assistenza ammissibili a liquidazione come specificato negli articoli precedenti. ART. 12 CONDIZIONI E MODALITÀ DI ESECUZIONE DEI SERVIZI E DELLE FORNITURE Le condizioni e modalità della fornitura sono quelle indicate nel presente capitolato. ART. 13 CORRISPETTIVO Il contratto che si intende stipulare è un contratto aperto, nel senso che l appaltatore è vincolato alla propria offerta ai sensi degli artt e 1331 del Codice Civile, mentre Università Iuav di Venezia potrà commissionare nel periodo di vigenza del contratto, salve eventuali proroghe, mediante singoli ordinativi, i servizi e le forniture oggetto del presente capitolato, fino alla concorrenza dell importo massimo di euro ,00 (ottocentosettantacinquemila/00) oltre IVA Per ogni singolo articolo e servizio previsto verrà riconosciuto all appaltatore un corrispettivo pari al prezzo unitario proposto dallo stesso in sede di presentazione dell offerta.

19 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 19 In caso la quantità di servizi o beni effettivamente erogati e/o consegnati determinasse corrispettivo inferiore all importo massimo di cui al presente articolo, l appaltatore non può sollevare eccezioni e/o pretendere alcuna indennità, risarcimento o compenso a qualunque titolo. ART DURATA DEL CONTRATTO La durata del contratto è di 60 (sessanta) mesi a decorrere dalla stipula dello stesso. L Università Iuav di Venezia si riserva la facoltà di chiedere la fornitura per un ulteriore periodo massimo di dodici mesi, senza che l appaltatore possa sollevare eccezioni e/o pretendere indennità, mediante comunicazione scritta da inviarsi con un preavviso di almeno 10 giorni solari. ART DEPOSITO CAUZIONALE DEFINITIVO - IMPRESA AGGIUDICATARIA L impresa aggiudicataria sarà tenuta a prestare, immediatamente dopo la comunicazione di aggiudicazione provvisoria, un deposito cauzionale definitivo in misura pari al dieci per cento dell importo contrattuale. In caso di aggiudicazione con ribasso d asta superiore al 10 per cento. Il deposito in questione si intende a garanzia dell adempimento di tutte le obbligazioni assunte e del risarcimento dei danni derivanti da eventuali inadempienze, fatta, comunque, salva la risarcibilità del maggior danno. L importo del deposito cauzionale sarà precisato nella lettera di comunicazione dell aggiudicazione e dovrà essere presentato attraverso le medesime modalità di quelle previste nel disciplinare di gara. L importo della garanzia è ridotto del 50% in quanto il possesso della certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000 è requisito di capacità tecnica. La garanzia dovrà operare a prima richiesta, senza che il garante possa sollevare eccezione alcuna e con l obbligo di versare la somma richiesta, entro il limite dell importo garantito, entro un termine massimo di 15 giorni consecutivi dalla richiesta. A tal fine, il documento stesso dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all articolo 1957, comma 2 del codice civile e la sua operatività entro i 15 giorni sopra indicati. Superato infruttuosamente tale termine, dovranno essere corrisposti gli interessi pari a Euribor a tre mesi su base 365 media mese precedente più 2 (due) punti. Le fideiussioni/polizze dovranno essere intestate a Università Iuav di Venezia. La garanzia dovrà avere validità temporale superiore di 180 giorni al termine della scadenza contrattuale e dovrà, comunque, avere efficacia fino ad apposita comunicazione liberatoria (costituita anche dalla semplice restituzione del documento di garanzia) da parte dell amministrazione beneficiaria, con la quale verrà attestata l assenza oppure la definizione di ogni eventuale eccezione e controversia, sorte in dipendenza dell esecuzione del contratto. Le fideiussioni e le polizze relative al DEPOSITO CAUZIONALE DEFINITIVO, dovranno essere presentate corredate di autentica notarile della firma, dell identità, dei poteri e della qualifica del/i soggetto/i firmatario/i il titolo di garanzia, con assolvimento dell imposta di bollo. La garanzia dovrà essere immediatamente reintegrata qualora, in fase di esecuzione del contratto, essa sia stata escussa parzialmente o totalmente a seguito di ritardi o altre inadempienze da parte dell aggiudicatario. La garanzia fideiussoria in questione è progressivamente svincolata a misura dell avanzamento dell esecuzione, nel limite massimo del settantacinque percento dell iniziale importo garantito. Lo svincolo, nei termini e per le entità anzidetti, è automatico senza necessità di benestare del committente, con la sola condizione della preventiva consegna all istituto garante, da parte

20 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 20 dell appaltatore, del documento, in originale o in copia autentica, attestante l avvenuta esecuzione. L ammontare residuo pari al venticinque per cento dell iniziale importo garantito, è svincolato secondo la normativa vigente. Le modalità di svincolo saranno definite dall Ufficio cui è demandata la gestione del contratto. ART. 16 CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO La sottoscrizione del contratto e dei suoi allegati da parte dell appaltatore equivale a dichiarazione di perfetta conoscenza delle leggi, dei regolamenti e di tutta la normativa vigente in materia di appalti di forniture. L appaltatore con la firma del contratto accetta espressamente e per iscritto, a norma degli articoli 1341, comma 2, e 1342 c.c., tutte le clausole previste nel presente Capitolato, nonché le clausole contenute in disposizioni di legge e regolamenti nel presente atto richiamate. In particolare, il fornitore accetta espressamente e per iscritto, a norma dell art. 1341, 2 comma, le clausole del capitolato speciale contenute nei seguenti articoli: cause sopravvenute-sospensione, pagamenti e fatturazione, recesso. L interpretazione delle clausole contrattuali e delle disposizioni del presente Capitolato deve essere fatta, tenendo conto delle finalità perseguite con il contratto; in ogni caso trovano applicazione gli articoli dal 1362 al 1369 c.c. ART. 17 CAUSE SOPRAVVENUTE SOSPENSIONE Per motivi di pubblico interesse o per fatti sopravvenuti non imputabili a Università Iuav di Venezia, la stessa sospenderà l esecuzione delle prestazioni per tutta la durata della causa ostativa. Decorso il tempo di 60 gg è facoltà dell appaltatore recedere dal contratto senza diritto ad indennizzo alcuno, fatto salvo il pagamento delle prestazioni rese. L Università Iuav di Venezia, fermo quanto previsto nel comma precedente, si riserva la facoltà di sospendere l esecuzione della prestazione per un periodo complessivo massimo di 60 gg senza che l appaltatore possa sollevare eccezioni e/o pretendere indennità. La sospensione dell esecuzione verrà comunicata per iscritto dall Università Iuav di Venezia almeno 24 ore prima della data fissata per la sua decorrenza. ART. 18 SUBAPPALTO E ammesso il subappalto nel limite del 30% dell importo contrattuale. ART CESSIONE DEL CONTRATTO E vietata la cessione anche parziale del contratto fatti salvi casi di cessione di azienda e atti di trasformazione, fusione e scissione di imprese. Università Iuav di Venezia si riserva la facoltà di cessione del contratto ad enti selezionati o costituiti appositamente per l affidamento di funzioni/servizi pubblici alla gestione dei quali siano funzionali o anche indirettamente connesse le prestazioni oggetto del contratto. ART. 20 RESPONSABILITA L appaltatore è responsabile nei confronti di Università Iuav di Venezia dell esatto adempimento delle prestazioni oggetto del contratto e si obbliga ad eseguire le prestazioni del presente appalto a perfetta regola d arte e nel rispetto di tutte le norme in vigore e di quelle che dovessero essere emanate nel

21 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 21 corso della durata del presente appalto, nonché secondo le condizioni, le modalità, i termini e le prescrizioni contenute nel presente capitolato. L Appaltatore è responsabile a tutti gli effetti degli adempimenti connessi alle clausole del contratto oggetto del presente appalto, restando implicitamente inteso che le norme contenute nel presente capitolato speciale d appalto sono da esso riconosciute idonee al raggiungimento di tali scopi, la loro osservanza quindi non ne limita né riduce comunque la responsabilità. L appaltatore è responsabile del comportamento di tutto il personale dipendente dall appaltatore per l esecuzione dei servizi. E altresì, responsabile nei confronti di Università Iuav di Venezia dei danni di qualsiasi natura, materiali o immateriali, diretti ed indiretti, causati a cose o persone e connessi all esecuzione del contratto, anche se derivanti dall operato dei suoi dipendenti e consulenti, nonché dall operato di eventuali subappaltatori, causati a terzi. È fatto obbligo all appaltatore di mantenere l Università Iuav di Venezia sollevata ed indenne da richieste di risarcimento dei danni e da eventuali azioni legali promosse da terzi. Art. 21 POLIZZA ASSICURATIVA RESPONSABILITA CIVILE L Appaltatore è responsabile di eventuali danni che, in relazione ai servizi svolti, potessero derivare ai beni immobili e mobili dell Università Iuav di Venezia, ai dipendenti dell Università Iuav di Venezia, agli studenti nonché a terze persone o a cose di terzi. Prima della sottoscrizione del contratto, l appaltatore dovrà presentare una polizza assicurativa R.C.G., con massimale minimo di Euro per danni alle persone, e di per danni a cose. Tale polizza dovrà coprire tutta la durata del contratto, e dovrà essere allegata in copia al contratto di fornitura. La polizza dovrà esplicitamente contenere le seguenti condizioni di polizza: "in caso di ritardo nel pagamento delle somme dovute a titolo di premio da parte dell'esecutore, la sospensione della efficacia della garanzia, a norma dell'art. 1901, comma 2, del Codice Civile, è subordinata alla comunicazione, da parte dell'assicuratore all'amministrazione universitaria, della inadempienza del contraente e decorre dal quindicesimo giorno successivo alla notifica della comunicazione"; "Si da e si prende atto che, senza il consenso scritto dell'università Iuav di Venezia, in nessun caso potranno aver luogo diminuzioni di somme assicurate, storno o disdetta del contratto". ART PERSONALE L appaltatore si obbliga a retribuire il proprio personale in misura non inferiore a quella stabilita dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro di categoria e ad assolvere tutti i conseguenti oneri compresi quelli concernenti le norme previdenziali, assicurative e similari, aprendo le posizioni contributive presso le sedi degli Enti territorialmente competenti, sollevando pertanto, l'amministrazione dell Università Iuav di Venezia anche da ogni responsabilità per eventuali malattie professionali od infortuni subiti dai propri addetti durante l'espletamento delle operazioni di cui al presente Capitolato speciale d appalto, anche per effetto dell'uso degli attrezzi e del materiale. Le attività contrattuali dovranno essere espletati con personale qualificato e ritenuto idoneo a svolgere le relative funzioni. Il personale impiegato è tenuto ad un comportamento improntato alla massima correttezza, ad agire in

22 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 22 ogni occasione con la diligenza professionale del caso ed ai sensi della legge 3 Agosto 2007, n. 123, art. 6 il personale occupato dall'impresa deve essere munito di apposita tessera di riconoscimento corredata di fotografia, contenente le generalità del lavoratore e l indicazione del datore di lavoro; I lavoratori sono tenuti ad esporre detta tessera di riconoscimento. L appaltatore dovrà provvedere all adeguata istruzione del personale addetto, nonché degli eventuali sostituti, in materia di sicurezza ed igiene del lavoro. Le Imprese partecipanti alla gara potranno ricevere informazioni circa gli obblighi relativi alle vigenti disposizioni in materia di sicurezza e condizioni di lavoro applicabili nel corso dell'esecuzione del contratto, presso l'amministrazione dell'università Iuav di Venezia. L appaltatore è tenuto ad assicurare il personale addetto contro gli infortuni e si obbliga a far osservare scrupolosamente le norme antinfortunistiche ed a dotarlo di tutto quanto necessario per la prevenzione degli infortuni, in conformità alle vigenti norme di legge in materia (D. Lgs. 9 aprile 2008, n.81). In caso di esecuzione della fornitura all interno dei luoghi di lavoro dell Università Iuav di Venezia l appaltatore si obbliga, ai sensi dell art. 26 del D. Lgs. 81/2008, a coordinarsi ed a cooperare con il personale dell Università Iuav di Venezia per l attuazione delle misure di prevenzione e protezione. In particolare, si obbliga a partecipare, ove promossa dall Università Iuav di Venezia, alla riunione di cooperazione e coordinamento. Secondo quanto previsto dall'art. 18, comma 8, della L. 55/90 e dal D.Lgs. 626/94 e successive modifiche ed integrazioni, l appaltatore avrà l'obbligo di predisporre, prima dell'inizio del servizio, il piano delle misure per la sicurezza fisica dei lavoratori. L appaltatore, in quanto datore di lavoro, dovrà fornire prova della avvenuta valutazione dei rischi relativi alla propria attività; tale valutazione dovrà essere oggetto di scambio d informazione con il personale dell Università Iuav di Venezia nei modi previsti dall articolo 7 del D.lgs. 626/94 e successive modifiche ed integrazioni. L appaltatore, in sede di formulazione dell offerta per tale fornitura, dovrà dichiarare di aver tenuto conto delle disposizioni in materia di sicurezza e di protezione dei lavoratori e delle condizioni di lavoro. L'inosservanza delle leggi in materia di lavoro e di sicurezza di cui al presente articolo, determinano la risoluzione del contratto. Tutto il personale adibito al servizio appaltato dovrà essere inteso quale facente capo all Impresa, sotto l esclusiva responsabilità di quest ultima, sia nei confronti dell Università Iuav di Venezia, sia di terzi, e dovrà essere in regola con tutta la normativa vigente in materia di lavoro. L appaltatore dovrà rispettare tutta la normativa vigente in materia di protezione dell impiego e della condizione di lavoro e applicabile in sede di esecuzione della fornitura di servizi oggetto di tale appalto e facendo riferimento all Ispettorato del Lavoro per la Provincia di Venezia. ART FALLIMENTO DELL APPALTATORE O MORTE DEL TITOLARE Il fallimento dell appaltatore comporta, ai sensi dell art. 81, comma 2, del R.D. 16 marzo 1942 n. 267, lo scioglimento ope legis del contratto di appalto o del vincolo giuridico sorto a seguito dell aggiudicazione.

23 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 23 Qualora l appaltatore sia una ditta individuale, nel caso di morte, interdizione o inabilitazione del titolare, è facoltà dell Università Iuav di Venezia proseguire il contratto con i suoi eredi o aventi causa ovvero recedere dal contratto. Qualora l appaltatore sia un Raggruppamento di Imprese, in caso di fallimento dell impresa mandataria o, se trattasi di impresa individuale, in caso di morte, interdizione o inabilitazione del titolare, Università Iuav di Venezia ha la facoltà di proseguire il contratto con altra impresa del gruppo o altra, in possesso dei prescritti requisiti di idoneità, entrata nel gruppo in dipendenza di una delle cause predette, che sia designata mandataria, ovvero di recedere dal contratto. In caso di fallimento di un impresa mandante o, se trattasi di impresa individuale, in caso di morte, interdizione o inabilitazione del titolare, l impresa mandataria, qualora non indichi altra impresa subentrante in possesso dei prescritti requisiti di idoneità, è tenuta all esecuzione della fornitura direttamente o a mezzo delle altre imprese mandanti. ART. 24 PAGAMENTI E FATTURAZIONE Il corrispettivo per i servizi e forniture di cui trattasi, calcolato sulla base del numero effettivo di interventi eseguiti, e materiali acquisiti conteggiati secondo quanto indicato all art.2 e sulla base delle effettive forniture, verrà corrisposto trimenstralmente dietro presentazione di fattura, da emettere in data non anteriore alla fine del trimestre in questione, mediante apposito atto di liquidazione, trattenendo, se del caso, dal corrispettivo le penali di cui all'art.15 Le liquidazioni saranno effettuate sulla base delle fatture, riscontrate regolari, emesse dall appaltatore e subordinate al visto tecnico di regolarità e conformità entro 60 giorni dalla data della fattura. Le fatture dovranno essere intestate ed inviate a: Università Iuav di Venezia, Santa Croce Venezia. La fattura dovrà essere espressa in lingua italiana, l importo espresso in euro e dovrà necessariamente contenere gli estremi del contratto, i riferimenti all ordinativo di fornitura/servizio, il codice CIG e quanto più avanti specificato all art.31. Nel caso di A.T.I. il fatturato verrà liquidato a favore della capogruppo. In caso di fattura irregolare il termine di pagamento verrà sospeso dalla data di contestazione dell Università Iuav di Venezia. In caso di ritardato pagamento il saggio di interesse è determinato in conformità a quanto disposto dall art cc. Dal corrispettivo posto in pagamento saranno direttamente trattenute le eventuali penalità applicate. La mancata trasmissione o mancata disponibilità dei report analitici degli articoli acquistati o dei servizi resi comporterà l applicazione della penale prevista all art. 26 del presente capitolato d appalto. ART. 25 VIGILANZA E CONTROLLI Università Iuav di Venezia ha la facoltà di verificare in qualsiasi momento, durante l esecuzione della fornitura, il regolare ed esatto adempimento delle prestazioni, e a tal fine potrà utilizzare le modalità di verifica e controllo ritenute più adeguate rispetto alla specificità della fornitura/servizio. Prima dell eventuale applicazione di qualsiasi sanzione, le inadempienze e le irregolarità riscontrate dovranno essere contestate all appaltatore, che avrà la facoltà di formulare le sue osservazioni/deduzioni. ART PENALITA

24 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 24 In caso di inadempimento o di adempimento parziale degli obblighi contrattuali assunti, saranno applicate le seguenti penali: 50,00 per ogni giorno di ritardo nella consegna di un singolo ordinativo degli articoli richiesti rispetto al termine di cui all art.4, del presente capitolato; 200,00 per ogni difformità dei prodotti forniti, rispetto a quelli offerti in sede di gara, emersa a seguito dei controlli/collaudi di cui all art. 9, del presente Capitolato d appalto; 200,00 per ogni mancata trasmissione o disponibilità delle fatturazioni analitiche trimestrali per acquisti delle diverse sedi, indicati all art. 3, del presente Capitolato; 100,00 Nel caso di mancato ripristino di una attrezzatura entro i termini definiti, ovvero di ritardo nei casi di sostituzione temporanea o definitiva di cui all art.2; valore pari alla differenza tra il prezzo praticato dall appaltatore e quello previsto dalla convenzione Consip SPA attiva al momento della fornitura, nel caso di fornitura di attrezzature a prezzi superiori a quelli, ove applicabili, previsti dalle convenzioni Consip SPA, attive al momento della fornitura; una penale pari al prezzo dell'attrezzatura nel caso di fornitura di attrezzature o parti difettose o di qualità non accettabile ai sensi degli articoli precedenti; 250,00 per ogni giorno di servizio di assistenza non reso secondo le condizioni contrattuali; 50,00 oltre all importo del VEUI moltiplicato per il peso Val dell intervento per ogni richiesta di assistenza non risolta secondo le condizioni contrattuali; le penali di cui agli articoli 2.6 e 2.7, 250,00 per ogni giornata di ritardo o di mancata presa in carico secondo le condizioni contrattuali per le attività previste all art.2.9. Gli importi sono incrementati degli importi a rivalsa qualora ne ricorrano le condizioni di quanto previsto al successivo art.27. L applicazione delle penali dovrà essere preceduta da una contestazione scritta dell inadempienza, verso cui l appaltatore avrà la facoltà di presentare le proprie controdeduzioni entro e non oltre 8 giorni dalla comunicazione della stessa. AI fini del computo dei termini faranno fede: 1) la data del fax di invio della comunicazione ovvero 2) la data di spedizione della raccomandata ovvero 3) la data di consegna del messaggio PEC. In caso di mancata presentazione o accoglimento delle controdeduzioni l Università Iuav di Venezia procederà all applicazione delle sopra citate penali senza ulteriori preavvisi. L importo delle penalità potrà essere trattenuto dall Università Iuav di Venezia, oltre che dai crediti maturati dall appaltatore, anche dal deposito cauzionale definitivo. In quest ultimo caso l appaltatore è obbligato a reintegrare o a ricostituire detto deposito cauzionale entro dieci giorni dalla data di notificazione del relativo avviso. Non saranno conteggiati, per il calcolo della penale, i tempi trascorsi per indisponibilità dei locali al di fuori del normale orario di lavoro o per altre cause dipendenti dall Università Iuav di Venezia. La previsione delle penali di cui sopra non preclude comunque ulteriori azioni di risarcimento, ai sensi delle norme vigenti, per tutti i danni causati dall appaltatore nello svolgimento della propria attività. E fatto salvo il diritto dell Università Iuav di Venezia al risarcimento dell eventuale ulteriore danno. ART ESECUZIONE IN DANNO

25 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 25 Qualora l appaltatore ometta di eseguire, anche parzialmente, la prestazione oggetto dell appalto con le modalità ed entro i termini previsti, l Università Iuav di Venezia potrà ordinare ad altra ditta l'esecuzione parziale o totale di quanto omesso dall appaltatore stesso, al quale saranno addebitati i relativi costi ed i danni eventualmente derivati all Università Iuav di Venezia. Per il risarcimento dei danni ed il pagamento di penali, l Università Iuav di Venezia potrà rivalersi, mediante trattenute, sugli eventuali crediti dell appaltatore ovvero, in mancanza, sul deposito cauzionale, che dovrà, in tal caso, essere immediatamente reintegrato. Art RISOLUZIONE L'Università Iuav di Venezia si riserva la facoltà di procedere alla risoluzione del contratto d'appalto previa diffida ad adempiere ai sensi degli artt e 1454 Codice Civile, in caso di grave inadempimento e di penali per un importo complessivo superiore al 10% del valore del contratto., in qualunque tempo, senza alcun genere di indennità e compenso per l appaltatore, a suo insindacabile giudizio, nei seguenti casi: qualora le disposizioni prese ed i mezzi applicati per l'esecuzione del servizio non dessero sicuro affidamento; qualora si verifichino gravi irregolarità e negligenze in genere da parte dell appaltatore; qualora l appaltatore manchi ai patti o qualora i servizi e le forniture oggetto del presente contratto non risultino adeguati; qualora il materiale impiegato per l esecuzione dei servizi risulti di qualità inadeguata rispetto allo standard richiesto. ritardi nelle consegne, per più di 3 volte, superiori a 5 giorni rispetto ai termini stabiliti nel presente capitolato. consegne, per più di 3 volte, di prodotti affetti da vizi che li rendano inidonei all uso a cui sono destinati (art.1492 C.C.). Mancato rispetto delle norme in materiale di lavoro e di sicurezza di cui al precedente art.22 In tal caso l appaltatore è tenuto a prestare il proprio servizio fino alla data che l Università Iuav di Venezia riterrà necessaria e nessun compenso, indennità o altro spetterà all appaltatore, il quale avrà solo il diritto di pagamento a prezzi contrattuali del servizio prestato fino alla data di risoluzione, con deduzione, però, dell'ammontare delle penali per i ritardi eventualmente maturati al momento della risoluzione. La risoluzione immediata del contratto potrà conseguire inoltre, ad insindacabile giudizio dell Università Iuav di Venezia, al ripetersi di ritardi negli interventi di assistenza, senza che l appaltatore possa pretendere alcun indennizzo. In caso di risoluzione del contratto saranno dovuti all appaltatore i semplici corrispettivi degli interventi regolarmente effettuati, con deduzione, però, dell'ammontare delle penali per i ritardi eventualmente maturati al momento della risoluzione; tutto ciò con opportuna salvezza di ogni ragione ed azione per rivalsa di danni in conseguenza dell'inadempimento da parte dell appaltatore stesso dei suoi impegni contrattuali. Il provvedimento di risoluzione del contratto sarà regolarmente notificato all appaltatore secondo gli articoli 1454 e 1456 c.c. La risoluzione del contratto potrà, altresì, essere richiesta dall'università Iuav di Venezia in caso di cessione del contratto, cessione dell'impresa, di cessazione della attività, di

26 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 26 concordato preventivo, di stato di moratoria e di conseguenti atti di sequestro o di pignoramento a carico dell'appaltatore. In ogni caso è fatto salvo il diritto dell Università Iuav di Venezia di richiedere il risarcimento dei danni subiti. ART RECESSO Ai sensi dell art.1373 c.c., l Università Iuav di Venezia si riserva la facoltà di recedere unilateralmente dal contratto d'appalto in qualunque tempo, senza alcun genere di indennità e compenso per l appaltatore nel caso in cui venga meno l interesse pubblico o per sopraggiunte esigenze non prevedibili al momento della stipula del contratto. In tal caso all appaltatore sarà accreditato il semplice corrispettivo degli interventi regolarmente effettuati e delle forniture consegnate. L Università Iuav di Venezia si riserva la facoltà di recedere dal contratto di fornitura con un preavviso di 30 giorni tramite raccomandata A/R nel caso a seguito di specifiche decisioni degli organi di indirizzo in materia di gestione dei servizi informatici se ne valutasse la necessità ed opportunità. ART FORO COMPETENTE Per tutte le controversie che dovessero sorgere sulla validità, efficacia, interpretazione, esecuzione e scioglimento del contratto di appalto, sarà competente esclusivamente il Foro di Venezia. ART. 31 RINVIO A NORME DI DIRITTO VIGENTI Per quanto non è contemplato nel presente capitolato, si fa rinvio alle Leggi e Regolamenti in vigore, oltre che al Capitolato Generale per gli appalti di opere e somministrazioni da eseguirsi per conto dell Università Iuav di Venezia, con particolare riferimento alle norme stabilite dal D. Lgs 163/2006. L impresa si impegna per se e per le proprie controparti alla puntuale osservanza delle norme sulla tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla legge 136/2010. ART. 32 STIPULAZIONE CONTRATTO, SPESE, IMPOSTE E TASSE Il contratto sarà stipulato in forma pubblica e immediatamente efficace. La stipula del contratto è subordinata, oltre che all acquisizione della documentazione prevista nel disciplinare di gara, all acquisizione della certificazione di regolarità contributiva di cui all art. 2 del D.L. 210/2002 convertito dalla L. 266/2002 e all art. 38, comma 3 del D.lgs. 163/2006, certificazione che le imprese che risultano aggiudicatarie sono tenute a presentare alla stazione appaltante a pena di revoca dell aggiudicazione, come previsto dall art. 2 dello stesso D.L. 10/2002. Tutte le spese, imposte e tasse inerenti al contratto, sono a carico dell appaltatore. Per quanto riguarda l'i.v.a. si fa espresso rinvio alle disposizioni di legge in materia. Art. 33 ACCETTAZIONE CONDIZIONI Con il solo fatto della presentazione dell'offerta si intendono accettate, da parte dell appaltatore, tutte le condizioni del presente Capitolato, nessuna esclusa, le quali pertanto devono intendersi ad ogni effetto efficaci a norma dell art del codice civile.

27 Università Iuav di Venezia Capitolato Speciale di Appalto Pagina 27 ART. 34 TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI Ai sensi del D.Lgs. n. 196 del il fornitore è designato quale Responsabile del trattamento dei dati personali che saranno raccolti in relazione all espletamento della fornitura e si obbliga a trattare i dati esclusivamente al fine dell espletamento della fornitura. L appaltatore dichiara di conoscere gli obblighi previsti dalla predetta legge a carico del responsabile del trattamento e si obbliga a rispettarli, nonché a vigilare sull operato degli incaricati del trattamento. Le parti prestano il proprio reciproco consenso al trattamento dei propri dati personali all esclusivo fine della gestione amministrativa e contabile del presente contratto con facoltà, solo ove necessario per tali adempimenti, di fornirli anche a terzi. L appaltatore ha l obbligo di agire in modo che il personale dipendente, incaricato di effettuare le prestazioni contrattuali, mantenga riservati i dati e le informazioni di cui venga in possesso, non li divulghi e non ne faccia oggetto di sfruttamento. L appaltatore ha inoltre l obbligo di trattare i dati personali di cui verrà a conoscenza nell esecuzione del contratto in qualità di responsabile, assicurando il rispetto di tutte le prescrizioni di legge e con gli obblighi civili e penali conseguenti. I soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati sono: a) il personale interno dell Università Iuav di Venezia implicato nel procedimento; b) ogni altro soggetto che vi abbia diritto, ai sensi della L. 241/1990 e s.m.i. e del D.Lgs. 196/2003. L appaltatore è responsabile per l esatta osservanza degli obblighi di segretezza anzidetti da parte dei propri dipendenti e collaboratori. In caso di inosservanza degli obblighi di riservatezza, l Università Iuav di Venezia ha la facoltà di dichiarare risolto di diritto il presente contratto, fermo restando che l Impresa sarà tenuta a risarcire tutti i danni che dovessero derivare all Università Iuav di Venezia. L appaltatore potrà citare i termini essenziali del presente contratto esclusivamente nei casi in cui ciò fosse condizione necessaria per la partecipazione dell Impresa stessa a gare ed appalti. Le parti comunicheranno, prima della sottoscrizione del contratto, le informazioni di cui all articolo 13 del D.Lgs. 196/2003, circa il trattamento dei dati personali conferiti per l esecuzione del contratto stesso, nonché di essere a conoscenza dei diritti che spettano loro in virtù dell art.7 della citata normativa. L Università Iuav di Venezia tratta i dati ad esso forniti esclusivamente per la gestione dell appalto e la sua esecuzione, per l adempimento degli obblighi legali ad esso connessi, nonché per fini di studio, statistici e gestionali. Il Responsabile del Procedimento ing.ciro Palermo

28 Università Iuav di Venezia ALLEGATO A al Capitolato Speciale di Appalto Pagina 1 ALLEGATO A Requisiti ambiental i COMPUTER: Caratteristiche/requisiti 1. GARANZIE 1.a ASSISTENZA E MANUTENZIONE ISTRUZIONI PER GLI UTENTI 4. DISASSEMBLAGGIO 5. PARTI IN PLASTICA E IN METALLO CON PESO SUPEROIRE AI 25 g O ESTENSIONE SUPERIORE AI 200 mm2 E' richiesta la garanzia di funzionamento di tutta l'attrezzatura per 2 anni dalla data di consegna [i]. E' richiesta la disponibilità di parti di ricambio per 4 anni dalla data di consegna 1.b (in caso di manutenzione/assistenza "in house"). E' richiesto di fornire: la disponibilità dei pezzi di ricambio, la possibilità di 1.c accedere, potenziare o aggiornare i componenti (almeno: memoria, disco rigido, drive CD o DVD). Le lampade di retroilluminazione nei 1.d monitor sono facilmente rimovibili. I materiali pericolosi devono essere 1.e separabili. Informazioni sull'adempimento del servizio 2.a di Garanzia. Informazioni sulle modalità di ritiro, 2.b recupero e smaltimento dell'attrezzatura a fine vita. E fornito agli utenti un manuale di istruzioni che informi sul loro corretto uso ambientale. Il manuale deve contenere almeno le seguenti indicazioni: - informazioni sulle opzioni attivabili per un minor consumo di energia, - informazioni che il consumo energetico può essere ridotto a zero disconnettendo l'alimentazione o disattivando la presa a muro. Le sostanze, i preparati e i componenti pericolosi (ex Allegato 2 Direttiva RAEE 2002/96) devono essere separabili e rimovibili. 5.a Le parti in plastica (superiori ai 25 g) costituenti la scocca sono costituite al massimo da due polimeri separabili. 5.b Il 90% in volume sia delle parti in materiali plastici e sia delle parti metalliche (con peso superiore ai 25 g o estensione superiore ai 200 mm2) costituenti la scocca ed il telaio sono riciclabili secondo le tecnologie esistenti.

29 Università Iuav di Venezia ALLEGATO A al Capitolato Speciale di Appalto Pagina 2 6. CONSUMO ENERGETICO 7. EMISSIONI ELETTROMAGNETICHE 8. BATTERIE 9. EMISSIONE SONORA IMBALLAGGIO 11.a ETICHETTA ECOLOGICA 12.a DICHIARAZIONE AMBIENTALE DI PRODOTTO 13. BILANCIO AMBIENTALE 14. ALTRO Le attrezzature non devono contenere piombo, cadmio, mercurio (ad eccezione 5.c dei monitor, max 5mg) e cromo esavalente aggiunti (ex Direttiva RoHS 2002/95). La retroilluminazione dello schermo LCD 5.d non deve contenere in media più di 3mg di Mercurio per lampada. Non sono utilizzate plastiche a base di 5.e cloro (es. PVC). Le parti in plastica di peso superiore ai 25 grammi non devono contenere sostanze 5.f ritardanti di fiamma (secondo lo standard elencato dalla Decisione 2005/341/CE). Le parti in plastica presentano una marcatura permanente che identifichi il 5.g materiale, in conformità alla ISO (ad esclusione dei materiali plastici estrusi e le fibre ottiche dei monitor a schermo piatto). Il rivestimento superficiale delle componenti in plastica deve essere evitato 5.h al minimo necessario. Il rivestimento superficiale con metallo dei componenti della scocca deve essere evitato. Possesso dell'energy Star o equivalente nell'ultima versione approvata. Requisiti previsti dalla norma EN categoria A. Il tenore di mercurio è inferiore allo 0,0001%, quello del cadmio inferiore allo 0,001% e quello del piombo inferiore allo 0,01% del peso della batteria. l'attrezzatura deve avere un livello di potenza sonora non superiore a: - 52 db(a) in modalità operativa completa (includendo i lettori ottici), - 40 db(a) in fase di inoperosità. Le plastiche utilizzate per l imballaggio non contengono polimeri alogenati (PVC). Gli imballaggi devono essere separabili a mano e, in caso di imballaggi di cartone, 11.b essere composti al 100% da materiale riciclato. Ecolabel: possesso dell'etichetta sui prodotti oggetto di offerta. Nordic Swan: possesso dell'etichetta sui 12.b prodotti oggetto di offerta. Der Blaue Engel: possesso dell'etichetta 12.c sui prodotti oggetto di offerta. Posseso di etichette ambientali equivalenti 12.d. Possesso di una eventuale dichiarazione ambientale di prodotto. Possesso di un bilancio ambientale.

30 Università Iuav di Venezia - ALLEGATO B - Pagina 1 AFFIDAMENTO CON CONTRATTO APERTO, DI: 1) SERVIZI DI MANUTENZIONE DI ATTREZZATURE ICT E GESTIONE DELL INVENTARIO; 2) SERVIZI SISTEMISTICI; 3) FORNITURE HARDWARE E SOFTWARE - CUP: F71I CIG: A49 ALLEGATO B TIPOLOGIE ATTREZZATURE MARCA ELABORATORI MODELLO DELL GX DELL G1 5 DELL WS DELL PRECISION DELL PRECISION DELL PRECISION QUANTITÀ INDICATIVA DELL PRECISION T DELL PRECISION T DELL LATITUDE C600 6 DELL LATITUDE C610 4 DELL LATITUDE C840 5 DELL LATITUDE D630 3 DELL POWEREDGE DELL DIMENSION 4500 S 4 DELL OPTILPEX 170V 15 DELL OPTIPLEX170L 12 DELL OPTIPLEX GX DELL OPTIPLEX GX OLIVETTI M OLIDATA VASSANT 3 43 OLIDATA OLBIA 44 OLIDATA OXFORD 26 FUJITSU SIEMENS ESPRIMO EDITION P

31 FUJITSU SIEMENS ESPRIMO P FUJITSU SIEMENS ESPRIMO P FUJITSU SIEMENS SCENIC P300 6 ACER VERITON ACER ACER VERITON ACER EXTENSA HEWLETT-PACKARD HP PAVILLON M944 WORKSTAT. 1 HEWLETT-PACKARD HP COMPAQ 6820S 10 HEWLETT-PACKARD HP COMPAQ 6830S 40 HEWLETT-PACKARD PROBOOK4710S 50 HEWLETT-PACKARD HP XW4300 WORKSTATION 2 HEWLETT-PACKARD D530CM 2 IBM THINK PAD R40 2 APPLE COMPUTER INC. MAC BOOK PRO 3 APPLE COMPUTER INC. IMAC 5,1 3 APPLE COMPUTER INC. MAC BOOK AIR 1 APPLE COMPUTER INC. MACPRO TOWER 8 TOSHIBA TECRA A4 5 SONY VAIO PCG-Z1RMP 1 ALTRI (ASSEMBLATI E SOTTOMARCHE) 20 ATTREZZATURE MULTIMEDIALI (PROIETTORI) MARCA MODELLO QUANTITÀ INDICATIVA SANYO PLC-XU48 27 SANYO PLC-XU56 6 SANYO PLC-XP61 1 SANYO PLC-XU46 1 SANYO PLC-XU45 1 SANYO PLC-XU110 3 SANYO PLC-XP46 1 SANYO PLC-XU35 2 SANYO PLC-XU78 3 SANYO PLC-XU20E 1 SANYO PLC-XU20E 1 SANYO PLC-XU55 2

32 SANYO PLC-XU30 1 SANYO PLC-WXL46A 1 SANYO PLC-XP41 1 BENQ PB BENQ SP870 4 EPSON H271B 3 EPSON EMP NEC VT46 1

33 Università Iuav di Venezia ALLEGATO C - Capitolato Speciale di Appalto Pagina 1 Procedura installazione PC Università Iuav di Venezia (sono oscurate le informazioni non necessarie ai fini della formulazione dell'offerta) FASE 1 BACKUP DATI UTENTE Dal vecchio pc, collegarsi, utilizzando le credenziali di posta dell utente, alla sua nuova cartella personale sul dominio int.iuav.it. (\\ \Amministrazione\Area- Riferimento\Personale\Nome-Utente) Copiare nella cartella personale su int.iuav.it, le cartelle: DESKTOP PREFERITI DOCUMENTI il contenuto del DISCO D il contenuto della cartella personale su N. Prendere nota per uso successivo di: NOME DELL UTENTE NOME WINDOWS VECCHIO PC INDIRIZZO IP se non assegnato dal DHCP ( altrimenti segnare DHCP ON) EVENTUALE NUMERO INVENTARIALE IUAV DEL PC E DEL MONITOR VERIFICARE CON ATTENZIONE, IN PARTICOLARE CON DHCP OFF, LA PRESENZA DI SOFTWARE AGGIUNTIVI ( CHIEDERE ALL UTENTE) FASE 2 PULITURA PC (DA FARE SOLO SE PORTIAMO UN VECCHIO PC NEL NUOVO DOMINIO O DISMETTIAMO IL VECCHIO PC) Ultimato il backup accadere come installatore e cancellare gli eventuali dati sensibili. Formattare il disco D Cancellare gli utenti Cancellare i dati dell utente su C FASE 3 SOSTITUZIONE (SOLO CON SOSTITUZIONE PC) Sostituire il vecchio pc con il nuovo pc. Aggiungere al promemoria il Serial Number del nuovo Pc e del nuovo Video FASE 4 INSTALLAZIONE S.O. (DA FARE SOLO SE PC NUOVO) Inserire CD o Penna USB con sistema operativo (installazione Windows 7 Professional 64 Bit) Selezionare Italiano sulle tre voci Premere Avanti e poi Installa. Accetta la licenza Scegli la modalità ESPERTI Opzioni unità avanzate -> Nuovo Crea partizione Mb (viene creata partizione aggiuntiva) Copia files windows Crea l utente installatore Nome pc : SEDE-YYYYMMGG-Progressivo (In caso di immagine mettere IUAV-

34 Università Iuav di Venezia ALLEGATO C - Capitolato Speciale di Appalto Pagina 2 YYYYMMGG-0) Sede: BADOER = BADO CAMPO LANA = LANA CA TRON = TRON COTONIFICIO = COTO ExCICA = CICA MAGAZZINI 6/7 = MAGA TERESE = TERE TOLENTINI = TOLE YYYY = Anno Installazione MM = Mese Installazione GG = Giorno Installazione Progressivo = progressivo da 0 a 9 in base a quanti installati nello stesso giorno Descrizione Computer : Modello Abbreviazione reparto* Nome e cognome utente interno telefonico *Abbreviazione del reparto come da organigramma IUAV Dopo l obbligatorio riavvio del PC inserire la password Scegliere nessuno Usa impostazioni consigliate Attivazione di windows (da non effettuare nel caso di preparazione di una immagine) Disattivare Firewall e disabilitare servizio relativo Disattivare lo Stand-By: Pannello di controllo -> HardWare e Suoni -> Opzioni Risparmio Energia andare su Crea combinazione per risparmio energia scegliere Bilanciato e poi Avanti Disabilitare il servizio di messaggi di Windows (servizio: Centro sicurezza PC) Installare 7Zip (e aggiungere associazione con.7z,.rar,.zip) Installazione Office 2010 (non attivare nelle immagini) Installazione Firefox 9.0 o superiore (installazione standard, non come browser predefinito, non importare nulla) Installazione GoogleChrome 10 (con versione standalone per tutti utenti del PC) o superiore (Browser predefinito no, Motore di ricerca Google) Installazione Explorer 9.0 (Browser predefinito SI) Installazione Java 32 Bit (e disabilitare gli aggiornamenti automatici) Installazione Java 64 Bit (e disabilitare gli aggiornamenti automatici) Copiare sul desktop i collegamenti a Titulus Centrale e Periferico, Esse3, Eusis, Iris, Helpdesk, Gmail su Google Chrome Titulus Installazione PlugIn Esse3 Installazione PlugIn Installazione SKYPE Togliere le Opzioni: Esegui Skype all avvio di Windows Confermare L installazione Installare Barra di Google Fine installazione fare Annulla e Chiudi Installazione NERO 9 Lite (installazione Tipica) Installare OutLook Migration Tool e Google App Sync Installare Gmail Notifier Installare VLC ver o superiore Installare SharpDesk per l OCR Installare Driver 64 Bit Chiavetta Firma digitale Installare Microsoft SilverLight Installare QuickTime Installare Adobe Reader X o superiore (e disabilitare gli aggiornamenti automatici) Installare Adobe Flash Player Installare DoPDF V.7 Installare DWG TrueView 2012 Installare ENTRATEL (Software Agenzia Entrate)

35 Università Iuav di Venezia ALLEGATO C - Capitolato Speciale di Appalto Pagina 3 Copiare Cartella ExportMandati sul desktop Copiare Cartella Procedura Mandati da tracciato excel sul desktop Copiare Driver stampanti Sharp a 64 Bit sul desktop Copiare cartella Agent Avira su desktop Andare su Gestione e cambiare la lettera del lettore CD/DVD da D a E Formattare e rendere partizione attiva la parte rimanente dell HardDisk Eseguire l installazione del client Oracle seguendo la guida di riferimento Installazione client Oracle 11gR2 Inserire sul desktop di installatore un file Licenze Microsoft.txt con i parametri di licenza per Win e Office nel caso si tratti di una immagine e non dell installazione di un PC (i passaggi successivi sono da eseguire solamente per la personalizzazione del pc e DA NON ESEGUIRE in caso di creazione di una immagine per Acronis) PERSONALIZZAZIONE POSTAZIONE FASE 5 ATTIVAZIONE LICENZE (SOLO SE SI PARTE DA UNA IMMAGINE) Avviare il PC ed accedere con diritti amministrativi. Alla richiesta di attivazione di Windows scegliere RICHIEDI IN SEGUITO Attivare Windows 7 con licenza scritta nel file Licenze Microsoft.txt andando su START-> PANNELLO DI CONTROLLO-> SISTEMA E SICUREZZA - SISTEMA Attivare Office 2010 con licenza scritta nel file Licenze Microsoft.txt Avviando WORD e andando su FILE->GIUDA->CAMBIA PRODUCT KEY. Riavvia WORD e avvia l attivazione. FASE 6 INSTALLAZIONE STAMPANTI Installazione stampante sharp mediante programma di installazione sharp contenuto in SHARP Driver 64Bit. Andare su proprietà stampante. Andare su Configurazione, effettuare procedura di configurazione automatica, Andare su Avanzate, andare su Predefinito e impostare il bianco e nero, Scegliere per la stampante un nome semplice senza caratteri strani ad esempio usare SHARP-area di utilizzo (per evitare interferenze con Office 2010). Installazione delle altre stampanti (con porte TCP/IP) mediate l aggiungi stampante di windows, poi seguire le specifiche del punto precedente. (OBBLIGATORIO DUE STAMPANTI PER PC) FASE 6 PERSONALIZZAZIONE (SOLO SE SI PARTE DA UNA IMMAGINE) Cambiare la descrizione del pc secondo lo standard scelto: MARCA MODELLO PC AREA NOME UTENTE INTERNO TELEFONO. Cambiare il nome del pc secondo standard scelto (SEDE-yyyymmgg-progressivo ) Aggiungere il nome al promemoria. Riavviare il pc.

36 Università Iuav di Venezia ALLEGATO C - Capitolato Speciale di Appalto Pagina 4 FASE 7 - CONFIGURAZIONE Accedere con diritti amministrativi. Installare Agent AVIRA, attendere che compaia l icona vicino all orologio. Cambiare da WORKGROUP/DOMINIO a dominio int.iuav.it accedendo con le credenziali di amministratore di dominio. Riavviare il PC. Accedere al pc utilizzando le credenziali di posta dell utente. Aprire internet, confermare le varie richieste di attivazione di Explorer. Inserire come pagina iniziale. Andare su Opzioni Internet e inserire tra i siti attendibili i seguenti siti: https://titulus.iuav.it https://webtech.cineca.it Togliere la spunta su Privacy del blocco popup Visualizzare barra del menu Inserire su Impostazione Visualizzazione Compatibilità ed aggiungere il sito iuav.it Nascondere la barra del menu. Accedere a Google Chrome con le credenziali di posta dell utente Installare Chrome Remote Desktop Aprire Microsoft Word Alla richiesta di Protezione e Miglioramento di Office scegliere Utilizza impostazioni consigliate, confermare con le credenziali di amministratore. Avviare GMail Notifier avviandolo da C:\Program File(X86)\Gmail Notifier\ e impostando sulle preferenze, l avvio automatico. Scegliere la stampante predefinita. Creare sul desktop i collegamenti alla cartella personale e alla cartella condivisa per l area di appartenenza. Ripristinare i preferiti. FASE 8 TEST FUNZIONAMENTO Aprire titulus e testare il funzionamento, accedendo con le credenziali forniteci, verificando che sulla parte di gestione dei file appaia la voce scansione e scansione rapida. Aprire ESSE3 e testare funzionamento ( far scegliere all utente se utilizzare la risoluzione ottimale del pc oppure quella adatta ad esse3 (1360x768)) Effettuare una stampa da ESSE3 Aprire Iris e provare a stampare il cartellino presenze Aprire Eusis e testare funzionamento. (Opzionale)

37 Università Iuav di Venezia Disciplinare di Gara Pagina 1 di 9 DISCIPLINARE DI GARA AFFIDAMENTO CON CONTRATTO APERTO, DI: 1) SERVIZI DI MANUTENZIONE DI ATTREZZATURE ICT E GESTIONE DELL INVENTARIO; 2) SERVIZI SISTEMISTICI; 3) FORNITURE HARDWARE E SOFTWARE - CUP: F71I CIG: A49

38 Università Iuav di Venezia Disciplinare di Gara Pagina 2 di 9 ART. 1 INFORMAZIONI GENERALI Il presente documento disciplina le modalità di presentazione e di valutazione delle offerte per l'affidamento CON CONTRATTO APERTO, DI: 1) SERVIZI DI MANUTENZIONE DI ATTREZZATURE ICT E GESTIONE DELL INVENTARIO; 2) SERVIZI SISTEMISTICI; 3) FORNITURE HARDWARE E SOFTWARE per l Università Iuav di Venezia (d ora in poi IUAV). Il responsabile del procedimento è il dirigente dell'area Infrastrutture, ing. Ciro Palermo, tel fax PEC Allo stesso vanno indirizzate tutte le richieste di informazioni. ART. 2 NORMATIVE DI RIFERIMENTO Gara a procedura aperta comunitaria ai sensi degli articoli 54 e 55 del D.Lgs. 163/2006 e successive modificazioni ed integrazioni e degli articoli 283 e 284 del DPR207/2010 e successive modificazioni ed integrazioni. ART. 3 DOCUMENTI DI GARA I documenti di gara sono costituiti da: 1. Bando di gara; 2. Il presente disciplinare di gara e allegati; 3. Capitolato speciale d appalto e allegati. ART. 4 - MODULISTICA PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA La modulistica di gara è costituita da: 1. modello DICH - per tutti i partecipanti; 2. modello DICH ATI - Raggruppamenti temporanei di imprese; 3. modello DICH Consorzi di imprese 4. modello DICH Consorzi di cooperative/consorzi stabili 5. modello DICH/LR - Idoneità morale 6. modello GAP - art.2 L. del 12/10/1982 n.726 L. del 31/12/1991 n modello MOE per la formulazione dell offerta economica 8. modello MOT per la formulazione dell offerta tecnica. Ciascun modello DICH contiene le dichiarazioni richieste per l ammissione alla gara ed è integrato da uno o più modelli DICH/LR, relativi alle dichiarazioni di idoneità morale che devono essere presentate da tutti gli amministratori muniti di potere di rappresentanza se a concorrere sia una società di capitali, cooperative e loro consorzi, consorzi tra imprese artigiane e consorzi stabili; da tutti i soci - se a concorrere sia società in nome collettivo; da tutti i soci accomandatari - se a concorrere sia società in accomandita semplice - non sottoscrittori del modello DICH. ART. 5 - SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA IMPRESE SINGOLE. Il titolare/legale rappresentante della ditta concorrente dovrà fornire le dichiarazioni previste compilando e sottoscrivendo i moduli DICH. RAGGRUPPAMENTI D IMPRESE (ATI), Consorzi di cooperative/consorzi stabili. I rappresentanti legali o i soci concorrenti dovranno fornire le dichiarazioni previste compilando e sottoscrivendo i relativi modelli DICH.

39 Università Iuav di Venezia Disciplinare di Gara Pagina 3 di 9 Non è consentito che un concorrente partecipi alla gara, qualora previsto, singolarmente nel caso in cui sia componente di un raggruppamento di imprese. Nel caso in cui si verificasse tale situazione saranno escluse le imprese che parteciperanno anche singolarmente. In caso di aggiudicazione, le singole imprese facenti parte del raggruppamento dovranno conferire mandato speciale irrevocabile con rappresentanza ad una di esse qualificata come capogruppo. Il raggruppamento di imprese deve essere costituito con atto notarile entro dieci giorni dalla data di ricevimento della comunicazione di aggiudicazione. ART. 6 - REQUISITI DI CAPACITA TECNICA Per la partecipazione alla presente procedura è richiesto obbligatoriamente quanto segue. 1. Avere reso servizi similari nel triennio precedente la pubblicazione della gara. Al fine di dimostrare il possesso di tale requisito è richiesta la compilazione dell'apposita sezione dei modelli DICH, costituita da un elenco con descrizione dei servizi, periodo di esecuzione, committente, importo contrattuale, codice CPV. 2. Possedere la certificazione del sistema di qualità rilasciata dagli organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, conforme alle norme Europee UNI EN ISO 9001:2000, ovvero la dichiarazione della presenza di elementi significativi e tra loro correlati di tale sistema. Vale a tal fine quanto dichiarato nel modello DICH. 3. Possedere la certificazione di applicazione della norma OHSAS18001:1999 per la gestione della sicurezza e della salute dei lavoratori. Vale a tal fine quanto dichiarato nel modello DICH. In caso di ATI, consorzi o cooperative, i requisiti devono essere posseduti da tutti i componenti. ART. 7 - REQUISITI DI CAPACITA ECONOMICA Per la partecipazione alla presente procedura è richiesto obbligatoriamente quanto segue. Il fatturato complessivo nel triennio precedente la pubblicazione della gara deve essere almeno pari all'importo a base di gara. Vale a tal fine quanto dichiarato nel modello DICH. In caso di ATI, consorzi o cooperative, almeno il 50% del requisito deve essere posseduto dalla capogruppo. ART. 8 - PLICO DA PRESENTARE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA Il plico da presentare per la partecipazione alla gara, a pena di esclusione, dovrà essere sigillato all'esterno e controfirmato sui lembi di chiusura, recare sul fronte la dicitura PROCEDURA APERTA COMUNITARIA SERVIZI E FORNITURE ICT - CIG A49 NON APRIRE SCADENZA ORE 12:00 DEL 23 APRILE 2012 oltre alla ragione sociale del concorrente. Il plico deve essere indirizzato a: Università Iuav di venezia, Ufficio Protocollo, Santa Croce Venezia e presentato esclusivamente secondo le modalità di cui al successivo articolo 12. Il plico deve contenere a pena di esclusione i seguenti documenti, redatti in lingua italiana, suddivisi in tre distinte buste o plichi sigillati e controfirmati sui lembi di chiusura: Busta A Documentazione Amministrativa

40 Università Iuav di Venezia Disciplinare di Gara Pagina 4 di 9 Busta B Offerta Tecnica Busta C Offerta economica. Inoltre: sull esterno della Busta A dovrà essere scritto: Busta A - Documentazione amministrativa oltre alla ragione sociale del concorrente sull esterno della Busta B dovrà essere scritto: Busta B - Offerta Tecnica oltre alla ragione sociale del concorrente sull esterno della Busta C dovrà essere scritto: Busta C - Offerta economica oltre alla ragione sociale del concorrente. La busta A - Documentazione amministrativa dovrà esattamente contenere, a pena di esclusione dalla gara: Un modulo DICH contenente la domanda di partecipazione e le dichiarazioni richieste per l ammissione alla gara, integrato se del caso da un modulo DICH-ATI (ovvero DICH- Consorzi di imprese ovvero DICH-Consorzi di Cooperative) e da tanti moduli DICH/LR quanti sono i soggetti indicati nel modello DICH Dichiarazione sostitutiva del certificato ordinario del Registro delle Imprese della C.C.I.A.A. contenente tutte le informazioni per le quali il certificato del Registro delle Imprese della Camera di Commercio è richiesto compresa l'indicazione che l'attività dell'impresa è attinente con l'oggetto della gara Il modulo GAP compilato Il Capitolato Speciale d Appalto controfirmato in ogni pagina per accettazione La documentazione relativa alla costituzione del deposito cauzionale provvisorio La ricevuta del versamento dei diritti all'autorità di Vigilanza (AVCP). Tutte le dichiarazioni dovranno essere bollate, sottoscritte da ogni singolo interessato e avente titolo con allegata copia fotostatica del documento d identità in corso di validità, pena l esclusione dalla gara. La busta B - Offerta tecnica dovrà esattamente contenere, a pena di esclusione dalla gara: Un Modello MOT compilato, siglato in ogni sua pagina e firmato sull ultima pagina dal titolare della ditta, se trattasi di Azienda individuale, o dal legale rappresentante dell impresa o suo procuratore, se trattasi di Società o dal capofila se ATI o Consorzio di cooperative/consorzi stabili, pena esclusione dalla gara Tanti allegati al Modello MOT quante sono le caselle dello stesso marcate con la lettera X, siglati in ogni pagina e firmati sull ultima pagina dal titolare della ditta, se trattasi di Azienda individuale, o dal legale rappresentante dell impresa o suo procuratore, se trattasi di Società o dal capofila se ATI o Consorzio di cooperative/consorzi stabili, pena esclusione dalla gara. Tutti i documenti dovranno essere bollati, sottoscritti da ogni singolo interessato e avente titolo con allegata copia fotostatica del documento d identità in corso di validità, pena l esclusione dalla gara.

41 Università Iuav di Venezia Disciplinare di Gara Pagina 5 di 9 La busta C - Offerta economica dovrà esattamente contenere, a pena di esclusione dalla gara: Un Modello MOE compilato e siglato in ogni sua pagina e firmato sull ultima pagina dal titolare della ditta, se trattasi di Azienda individuale, o dal legale rappresentante dell impresa o suo procuratore, se trattasi di Società o dal capofila se ATI o Consorzio di cooperative/consorzi stabili, pena esclusione dalla gara. Nella busta deve essere inserita, a pena di esclusione dalla gara, la copia del documento di identità del sottoscrittore. Si precisa che in caso di discordanza tra l'offerta espressa in cifre e quella espressa in lettere sarà ritenuta valida quella più conveniente per l'amministrazione (art. 72 comma 2 del R.D. n. 827/24). Non sono ammesse offerte in aumento, parziali o condizionate. ART. 9 - CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Le imprese concorrenti dovranno conoscere e accettare in ogni sua parte il Capitolato Speciale d Appalto, il quale dovrà essere controfirmato in ogni sua pagina per accettazione e inserito nella busta A ART DEPOSITO CAUZIONALE PROVVISORIO Per partecipare alla gara, è richiesta, a pena di esclusione, la costituzione di un deposito cauzionale provvisorio, a garanzia dell affidabilità dell offerta. Il valore del deposito cauzionale provvisorio deve essere pari allo 0,5% dell importo complessivo previsto dall art. 13 del Capitolato Speciale d Appalto. In caso di mancata costituzione del deposito cauzionale provvisorio e/o costituzione del deposito provvisorio con validità temporale e/o importo inferiori a quelli sopra stabiliti negli atti di gara, si procederà con l esclusione dalla gara. Le fideiussioni bancarie o le polizze assicurative dovranno avere, a pena di esclusione, una validità minima almeno pari a quella indicata quale validità dell offerta, ovvero 180 giorni, decorrente dal giorno fissato per la seduta in cui avverrà l apertura dei plichi contenenti la documentazione di gara. La garanzia dovrà operare a prima richiesta, senza che il garante possa sollevare eccezione alcuna e con l obbligo di versare la somma richiesta entro il limite dell importo garantito entro un termine massimo di 15 giorni consecutivi dalla richiesta. A tal fine, il documento stesso dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all art. 1957, comma 2, del codice civile e la sua operatività entro i 15 giorni sopra indicati. Nel caso in cui, durante l espletamento della gara, vengano riaperti/prorogati i termini di presentazione delle offerte, i concorrenti dovranno provvedere ad adeguare il periodo di validità del documento di garanzia al nuovo termine di presentazione delle offerte, salvo diversa ed espressa comunicazione da parte della stazione appaltante. Il deposito cauzionale provvisorio sarà restituito ai concorrenti non aggiudicatari dopo l aggiudicazione della gara, mentre quello dell aggiudicataria resterà vincolato e dovrà essere valido fino alla costituzione del deposito cauzionale definitivo.

42 Università Iuav di Venezia Disciplinare di Gara Pagina 6 di 9 Nel caso in cui si proceda all emissione dell ordine in pendenza della stipulazione del contratto, il deposito cauzionale provvisorio dell aggiudicataria resterà vincolato fino all emissione del provvedimento di aggiudicazione definitiva, fermo restando l acquisizione del deposito cauzionale definitivo. Le fideiussioni e le polizze relative al deposito cauzionale provvisorio dovranno essere corredate da idonea dichiarazione sostitutiva rilasciata dai soggetti firmatari, il titolo di garanzia ai sensi del DPR 445/2000, circa l identità, la qualifica ed i poteri degli stessi. Si intendono per soggetti firmatari gli agenti, i broker, i funzionari e comunque i soggetti muniti di poteri di rappresentanza dell Istituto di Credito o Compagnia Assicurativa che emette il titolo di garanzia. Tale dichiarazione dovrà essere accompagnata, dal documento d identità dei suddetti soggetti. In alternativa, il deposito dovrà essere corredato di autentica notarile circa la qualifica, i poteri e l identità dei soggetti firmatari il titolo di garanzia, con assolvimento dell imposta di bollo. ART MODALITA DI COSTITUZIONE DEL DEPOSITO CAUZIONALE I depositi cauzionali, che dovranno esplicitamente e sotto pena di esclusione garantire tutti i soggetti che presentano offerta, sia in forma singola sia in forma associata o consorziata, potranno essere costituiti con una delle seguenti modalità: fideiussione bancaria intestata all'università Iuav di Venezia (rilasciata da Istituti di Credito di cui al Testo Unico Bancario approvato con il D.Lgs 385/93) o polizza assicurativa (rilasciata da impresa di assicurazioni, debitamente autorizzata all esercizio del ramo cauzioni, ai sensi del D.P.R , n. 449 e successive modificazioni e/o integrazioni); assegno circolare intestato a Università Iuav di Venezia; polizza intestata all'università Iuav di Venezia rilasciata da Società di intermediazione finanziaria iscritte nell elenco speciale di cui all art. 107 del D.Lgs. 385/93, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero dell Economia e delle Finanze. ART MODALITA DI PRESENTAZIONE DEL PLICO Il plico di partecipazione deve pervenire, a pena d esclusione, entro il giorno 23 Aprile alle ore 12.00, a mezzo di servizio postale raccomandato, oppure mediante consegna a mano dalle ore 9,30 alle ore 12,00 e dalle ore 14,00 alle ore 15,30 di tutti i giorni lavorativi, con esclusione del sabato presso l ufficio Protocollo sito in Santa Croce 601, Venezia. Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente, restando esclusa qualsivoglia responsabilità dello Iuav ove per disguidi postali o di altra natura, ovvero, per qualsiasi motivo, la domanda di partecipazione non pervenga entro il previsto termine perentorio di scadenza all indirizzo di destinazione. Non saranno, in alcun caso, prese in considerazione le offerte pervenute oltre il suddetto termine perentorio di scadenza, anche indipendentemente dalla volontà del concorrente ed anche se spedite prima del termine medesimo; ciò vale anche per i plichi inviati a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, a nulla valendo la data di spedizione risultante dal timbro postale dell agenzia accettante; tali plichi non verranno aperti e saranno considerati come non consegnati. Del giorno e ora di arrivo del plico, nel caso di recapito diretto, farà fede esclusivamente apposita ricevuta dell ufficio protocollo generale di Ateneo. L università Iuav di Venezia non assume alcuna responsabilità circa ritardi dovuti a disservizi degli incaricati della consegna. Il recapito intempestivo dei plichi, indipendentemente dalla modalità utilizzata, rimane ad esclusivo rischio dei concorrenti.

43 Università Iuav di Venezia Disciplinare di Gara Pagina 7 di 9 ART SVOLGIMENTO DELLA GARA La gara sarà dichiarata aperta da un apposita commissione giudicatrice, la quale nel giorno ed all ora che verranno successivamente indicati mediante pubblicazione sul profilo del committente procederà in seduta pubblica, nell ordine: alla verifica dell integrità e della tempestività della ricezione dei plichi medesimi, alla verifica della presenza e dell integrità delle buste A, B e C procedendo alla esclusione dei plichi non confezionati in conformità alle indicazioni del presente disciplinare; all apertura delle buste A di tutte le offerte ed alla verbalizzazione del contenuto, procedendo eventualmente all esclusione dei plichi confezionati in modo non conforme alle indicazioni del disciplinare, ovvero dei plichi incompleti ovvero con dichiarazioni insufficienti o con dichiarazioni carenti delle sottoscrizioni richieste; all apertura delle buste B per i soli plichi ammessi e verbalizzazione del loro contenuto. Si comunica che, durante l operazione di apertura dei plichi, saranno ammessi a formulare eventuali osservazioni solamente coloro i quali esibiranno al presidente della commissione un documento idoneo a comprovare la loro legittimazione ad agire per nome e per conto dei concorrenti ART VALUTAZIONE DELLE OFFERTE TECNICHE In successiva seduta riservata la commissione giudicatrice procederà all'esame dei contenuti delle buste B dei plichi non esclusi, procedendo eventualmente all'esclusione delle offerte confezionate in modo non conforme alle indicazioni del disciplinare, ovvero incomplete ovvero con dichiarazioni insufficienti o con dichiarazioni carenti delle sottoscrizioni richieste. La commissione prenderà in esame le componenti dell offerta attribuendo ad ogni componente i punteggi come specificato nel modello MOT. Ai fini dell'applicazione di quanto previsto dall'articolo 283 del DPR 207/2010 e s.m.i. Il punteggio complessivo P (a) attribuito all'offerta a si otterrà applicando la formula P (a) = Σn [ W i * V (a) i ] in cui: n = numero totale degli elementi valutati, pari a 24 W i = punteggio attribuito all'i-esimo elemento inferiore o uguale al punteggio massimo indicato nel modello MOT; V (a)i = coefficiente della prestazione dell offerta (a) rispetto all'elemento (i) variabile tra zero e uno e definito come la media dei coefficienti proposti dai singoli commissari. Σn = sommatoria. ART. 15 VALUTAZIONE DELLE OFFERTE ECONOMICHE Dopo la valutazione delle offerte tecniche la commissione in seduta pubblica darà lettura dei punteggi ottenuti. I plichi contenenti le offerte economiche ammesse alla valutazione saranno aperti e si procederà

44 Università Iuav di Venezia Disciplinare di Gara Pagina 8 di 9 alla esclusione delle offerte confezionate in modo non conforme alle indicazioni del disciplinare, ovvero incomplete ovvero con dichiarazioni insufficienti o con dichiarazioni carenti delle sottoscrizioni richieste, verbalizzando i contenuti delle buste e dando lettura dei ribassi offerti. La commissione prenderà successivamente in seduta riservata in esame le componenti delle offerte non escluse secondo i pesi e modalità indicate nel modello MOE. Ai fini dell'applicazione di quanto previsto dall'articolo 283 del DPR 207/2010 e s.m.i. Il punteggio complessivo P (a) attribuito all'offerta a si otterrà applicando la formula P (a) = Σn [ W i * V (a) i ] in cui: n = numero totale degli elementi valutati, pari a 6 Wi = peso attribuito all'i-esimo elemento indicato nel modello MOE; V(a)i = Ra/Rmax = coefficiente della prestazione dell offerta (a) rispetto all'elemento (i) variabile tra zero e uno Ra = ribasso offerto dal concorrente a per l'elemento i Rmax = massimo ribasso dell offerta più conveniente per l'elemento i Σn = sommatoria. ART AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA Al fine della valutazione delle offerte economiche la commissione procederà alla redazione di una graduatoria dei punteggi conseguiti (somma del punteggio tecnico e del punteggio economico) in ordine decrescente. Dichiarerà provvisoriamente aggiudicataria l offerta che avrà conseguito il punteggio più alto, salve le verifiche di anomalia che si rendessero eventualmente necessarie. In caso di offerte che avranno ottenuto il medesimo punteggio, si procederà mediate sorteggio in seduta pubblica. L aggiudicazione diverrà definitiva con l adozione di apposito provvedimento amministrativo. ART VERIFICA DI ANOMALIA In caso di offerte anormalmente basse, ai sensi dell art. 284 del DPR 207/2010 e s.m.i. si procederà alla verifica dell anomalia prima dell aggiudicazione definitiva. ART FACOLTA DELLA STAZIONE APPALTANTE La stazione appaltante si riserva la facoltà di procedere all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida e di non aggiudicare per ragioni di pubblico interesse. L Università Iuav di Venezia potrà non procedere all aggiudicazione della gara e/o alla stipulazione del contratto qualora una convenzione espletata o espletanda CONSIP preveda corrispettivi o parametri qualitativi più favorevoli per l Amministrazione. L Amministrazione si riserva la facoltà di non aggiudicare la gara, dandone la debita motivazione, ove venga meno l interesse pubblico alla realizzazione del contratto, oppure ove nessuna delle offerte risulti idonea rispetto alle esigenze dell Amministrazione. ART ALTRE INFORMAZIONI

45 Università Iuav di Venezia Disciplinare di Gara Pagina 9 di 9 Ai sensi della Legge 196/2003, s informa che il titolare dei dati rilasciati per la partecipazione alla presente gara è Università Iuav di Venezia. Le dichiarazioni e l offerta economica e la restante documentazione dovranno essere redatte in lingua italiana. ART CHIARIMENTI SUGLI ATTI DI GARA Eventuali chiarimenti circa gli atti di gara potranno essere richiesti fino al terzo giorno lavorativo antecedente il termine di presentazione offerta indicato nel bando di gara, inviando il quesito tramite al seguente indirizzo: oppure a mezzo fax al numero Le risposte saranno pubblicate sul profilo del committente all URL: entro il giorno antecedente il termine di presentazione offerta indicato nel bando di gara. Il Responsabile del procedimento ing. Ciro Palermo

46 Università Iuav di Venezia Modello DICH - 1Pagina 1 di 7 DICH Per tutti i partecipanti alla gara DOMANDA DI PARTECIPAZIONE UNIVERSITA' IUAV DI VENEZIA AFFIDAMENTO CON CONTRATTO APERTO, DI: 1) SERVIZI DI MANUTENZIONE DI ATTREZZATURE ICT E GESTIONE DELL INVENTARIO; 2) SERVIZI SISTEMISTICI; 3) FORNITURE HARDWARE E SOFTWARE - CUP: F71I CIG: A49 Presentata dall operatore economico Denominazione Sociale : SOTTOSCRITTA DA: IL SOTTOSCRITTO NATO A IL RESIDENTE A IN N. CODICE FISCALE DICHIARANTE IN QUALITA DI (indicare la carica sociale ricoperta o, se procuratore, precisare gli estremi della procura)

47 DELLA SOCIETA (denominazione e ragione sociale) SEDE LEGALE SEDE OPERATIVA NUMERO DI TELEFONO N. FAX CODICE FISCALE SOCIETA PARTITA I.V.A. SOCIETA Ai fini della partecipazione alla gara di cui all oggetto In forma (specificare la configurazione secondo cui si intende partecipare) singola in A.T.I. in Consorzio (specificare, nella eventualità, quale tipologia) visti tutti gli atti di gara, DICHIARA, consapevole della responsabilità penale in cui incorre chi sottoscrive dichiarazioni mendaci e delle relative sanzioni penali di cui all art. 76 de l D.P.R. 445/2000, nonché delle conseguenze amm ini strative di decadenza dai benefici eventualmente conseguiti al provvedimento emanato,ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 n. 445,che i fatti, stati e qualità riportati nei successivi paragrafi corrispondono a verità. REQUISITI DI IDONEITA MORALE E PROFESSIONALE DA RENDERSI CON DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE (artt. 46 e 47, D.P.R. 28/12/2000 n. 445): Dati anagrafici e di residenza dei componenti gli organi di amministrazione, muniti del potere di rappresentanza (art. 38 del D.LGS. 163/2006 e s.m.i.: per le società in nome collettivo dovranno essere

48 Università Iuav di Venezia Modello DICH - 3Pagina 3 di 7 indicati tutti i soci; per le società in accomandita semplice dovranno risultare i soci accomandatari; per le altre tipologie di società dovranno risultare tutti gli amministratori muniti del potere di rappresentanza): N.B. per ciascun nominativo che verrà indicato, dovrà essere redatto e sottoscritto, dalla stessa persona indicata, l apposito modello DICH/LR di non trovarsi in alcuna delle condizioni di esclusione dalla partecipazione alle procedure selettive di cui all art. 38 del D.LGS. 163/2006 e s.m.i. (nel seguito CODICE ) che nel triennio antecedente la data di pubblicazione della gara sono cessati da cariche sociali i seguenti soggetti: soci di società di persone, soci accomandatari, amministratori muniti di poteri di rappresentanza (art. 38 comma 1, lettera c) del CODICE ) (nominativi, dati anagrafici, residenza, carica sociale e relativa data di cessazione dall incarico) Nei confronti dei quali (barrare la circostanza che interessa): non sussiste alcuna delle circostanze di esclusione di cui all art. 38 co. 1 lettera b) e del codice; Oppure in presenza di pronunce a loro carico: il dichiarante ha già adottato misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente rilevante; (barrare la circostanza che interessa) di aver riportato sentenze con il beneficio della non menzione come di seguito precisato: di non aver riportato sentenze con il beneficio della non menzione; i seguenti riferimenti INPS, INAIL competenti in ordine alle posizioni contributivo-previdenziali - assistenzali dell impresa: INPS Ufficio/Sede indirizzo CAP Città

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC allegato B C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC DISCIPLINARE TECNICO Per l espletamento del Servizio di assistenza alla rete informatica Comunale

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA Capitolato speciale per l affidamento del servizio di assistenza hardware e software degli apparati del sistema informatico comunale, di amministrazione del sistema

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA C. E. D. (Centro Elaborazione Dati) Il Responsabile (P.I. Filippo Romano)

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI

CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI Art. 1 Oggetto dell appalto...1 Art. 2 Caratteristiche

Dettagli

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE XIV Corpo di Polizia Municipale Via M. Spadola n 56 97100 Ragusa Tel. 0932 244211 676771 Fax 0932 248826 e mail polizia.municipale@comune.ragusa.it OGGETTO:

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA SERVIZIO DI ASSISTENZA E MANUTENZIONE SOFTWARE E PICCOLI COMPONENTI HARDWARE DELLE APPARECCHIATURE INFORMATICHE DELLA

CONTRATTO DI FORNITURA SERVIZIO DI ASSISTENZA E MANUTENZIONE SOFTWARE E PICCOLI COMPONENTI HARDWARE DELLE APPARECCHIATURE INFORMATICHE DELLA CONTRATTO DI FORNITURA SERVIZIO DI ASSISTENZA E MANUTENZIONE SOFTWARE E PICCOLI COMPONENTI HARDWARE DELLE APPARECCHIATURE INFORMATICHE DELLA C.C.I.A.A. DI LODI. Periodo 1/07/2012 30/06/2015 1 FRA Camera

Dettagli

CAPITOLATO ART. 1 ENTE APPALTANTE. Comune di Castrolibero, via XX Settembre snc, 87040 Castrolibero (CS). ART. 2 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO ART. 1 ENTE APPALTANTE. Comune di Castrolibero, via XX Settembre snc, 87040 Castrolibero (CS). ART. 2 OGGETTO DELL APPALTO CAPITOLATO ART. 1 ENTE APPALTANTE Comune di Castrolibero, via XX Settembre snc, 87040 Castrolibero (CS). ART. 2 OGGETTO DELL APPALTO Il Comune di Castrolibero intende affidare il servizio di manutenzione

Dettagli

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG. QUESITO N.1 Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.: 620254560D A) Atteso che il capitolato Tecnico Allegati 1

Dettagli

89900 - Vibo Valentia - Piazza Martiri d Ungheria - P.I. 00302030796 Telefono 0963/599111 - Telefax 0963/43877

89900 - Vibo Valentia - Piazza Martiri d Ungheria - P.I. 00302030796 Telefono 0963/599111 - Telefax 0963/43877 89900 - Vibo Valentia - Piazza Martiri d Ungheria - P.I. 00302030796 Telefono 0963/599111 - Telefax 0963/43877 GARA INFORMALE PER L INDIVIDUAZIONE DI UNA DITTA CUI AFFIDARE IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E

Dettagli

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART.

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. GARA EUROPEA PER LA FORNITURA DI SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. 3 COMMA 1 lettera a) L.R. 19/2007 CAPITOLATO

Dettagli

AVVISO 1. OGGETTO E FINALITÀ DELL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO

AVVISO 1. OGGETTO E FINALITÀ DELL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO AVVISO Il presente invito costituisce una procedura negoziata ai sensi dell art. 125 comma 1 lett. B) del D.leg. 163/06 e s.m.i. FINALIZZATO ALL INDIVIDUAZIONE DI UN FORNITORE PER LA MANUTENZIONE HARDWARE

Dettagli

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A ALLEGATO 1) FORNITURA MATERIALE ELETTRICO REDATTO DALL ASSISTENTE TECNICO SORANZO LORIS VISTO: IL DIRETTORE S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Arch. Antonietta PASTORE

Dettagli

Capitolato tecnico d a p p a l t o p e r i l noleggio onnicomprensivo di macchine fotocopiatrici digitali multifunzione e dei servizi correlati

Capitolato tecnico d a p p a l t o p e r i l noleggio onnicomprensivo di macchine fotocopiatrici digitali multifunzione e dei servizi correlati Allegato 1 (CIG: ZDA168B866 CUP: D99J15001390007). Capitolato tecnico d a p p a l t o p e r i l noleggio onnicomprensivo di macchine fotocopiatrici digitali multifunzione e dei servizi correlati IL PRESENTE

Dettagli

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA COMUNE DI TREZZO SULL ADDA CAPITOLATO D APPALTO PER L AGGIORNAMENTO, LA MANUTENZIONE, L HOSTING, LA GESTIONE DELLE STATISTICHE E L INTRODUZIONE DI NUOVE FUNZIONALITA DEL SITO INTERNET DEL COMUNE DI TREZZO

Dettagli

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI APPARECCHIATURE HARDWARE E DI SOFTWARE INFORMATICI PER LA GESTIONE DELLE AULE CORSI DEL COMUNE DI LIVORNO

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI APPARECCHIATURE HARDWARE E DI SOFTWARE INFORMATICI PER LA GESTIONE DELLE AULE CORSI DEL COMUNE DI LIVORNO CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI APPARECCHIATURE HARDWARE E DI SOFTWARE INFORMATICI PER LA GESTIONE DELLE AULE CORSI DEL COMUNE DI LIVORNO Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il noleggio

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DEL SERVIZIO

SCHEMA DI CONTRATTO DEL SERVIZIO SCHEMA DI CONTRATTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE Regione Puglia Schema di Contratto del Servizio di Gestione Pag. 1 di 8 SCHEMA DI CONTRATTO PER SERVIZIO DI GESTIONE Tra L Ente Regione Puglia codice fiscale

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE BANDO DEL 16/05/2013 QUESITO N. 35 inviato alla casella di posta elettronica indicata sul bando in data 15/07/2013 Facendo riferimento

Dettagli

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI ASSISTENZA TECNICA E MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE PER IL PERIODO 2016-2017 PER L ICRCPAL

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI ASSISTENZA TECNICA E MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE PER IL PERIODO 2016-2017 PER L ICRCPAL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA CULTURALI E DEL TURISMO Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario Via Milano, 76-00184 ROMA CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CLIENTE DI PROVA Pc Care di Landi Simone San Giovanni Valdarno P.iva: 02071910513 C.F.: LNDSMN81A19F656A Tel: 349.0557086-055.5357644 Fax: 055.5609891 E-Mail: info@simonelandi.it CONDIZIONI GENERALI DI

Dettagli

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO)

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE, PORTIERATO, FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO, PER UFFICI E SERVIZI PROVINCIALI CIG: 4178959A0D ALLEGATO A/4

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 1 Oggetto della fornitura Il presente Capitolato ha per

Dettagli

Allegato 4: Capitolato Tecnico

Allegato 4: Capitolato Tecnico Gara a procedura aperta per l affidamento dei Servizi di manutenzione software ed assistenza all utente per i Sistemi Informativi della Ragioneria e del Personale della Regione Puglia Allegato 4: Capitolato

Dettagli

BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE

BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE Cuggiono (MI) Via Ugo Foscolo e Scuola Media 1 SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE 1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: E.E.S.CO.

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA. Allegato B

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA. Allegato B AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA Allegato B CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA IN SERVICE, LA MANUTENZIONE E LA CONDUZIONE OPERATIVA PER 5 ANNI, DEL GESTIONALE PER I LABORATORI DI ANALISI

Dettagli

COMUNE DI CONDOVE PROVINCIA DI TORINO Piazza Martiri della Libertà n.7 10055 CONDOVE Tel. 0119643102 Fax 0119644197

COMUNE DI CONDOVE PROVINCIA DI TORINO Piazza Martiri della Libertà n.7 10055 CONDOVE Tel. 0119643102 Fax 0119644197 COMUNE DI CONDOVE PROVINCIA DI TORINO Piazza Martiri della Libertà n.7 10055 CONDOVE Tel. 0119643102 Fax 0119644197 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 67 OGGETTO: ASSISTENZA INFORMATICA.

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI OFFERTE TECNICHE PER LA REALIZZAZIONE DEL PORTALE INTERNET L Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili del Circondario del Tribunale di Napoli

Dettagli

Contratto Assistenza Hardware - Software

Contratto Assistenza Hardware - Software Rimini, 2015. PARTNER E CERTIFICAZIONE: Computer NEXT Solutions S.r.l. Sede amministrativa = Via Emilia Vecchia 75 - CAP 47922 Rimini (RN) Sede legale = Via Don Minzoni 64, CAP 47822, Santarcangelo di

Dettagli

Capitolato per la fornitura di apparecchiature hardware e di software informatici per la gestione delle aule corsi del Comune di Livorno

Capitolato per la fornitura di apparecchiature hardware e di software informatici per la gestione delle aule corsi del Comune di Livorno Capitolato per la fornitura di apparecchiature hardware e di software informatici per la gestione delle aule corsi del Comune di Livorno Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il noleggio

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DELLA FORNITURA DI CABLAGGIO STRUTTURATO E ATTIVO PER L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI L ORIENTALE

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DELLA FORNITURA DI CABLAGGIO STRUTTURATO E ATTIVO PER L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI L ORIENTALE PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DELLA FORNITURA DI CABLAGGIO STRUTTURATO E ATTIVO PER L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI L ORIENTALE AGGIORNAMENTO QUESITI DI CARATTERE TECNICO D1-. si chiede se sia possibile

Dettagli

COMUNE DI. Capitolato d Oneri per la Fornitura di contatori di energia elettrica BT monofase e trifase

COMUNE DI. Capitolato d Oneri per la Fornitura di contatori di energia elettrica BT monofase e trifase COMUNE DI FRANCAVILLA DI SICILIA P R O V I N C I A D I M E S S I N A Ente del Parco Fluviale dell Alcantara Area Tecnica Lavori Pubblici Servizio Idroelettrico Piazza Annunziata n. 3 98034 Francavilla

Dettagli

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali COMUNE DI CAER CAPITOLATO D ONERI per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il noleggio full-service

Dettagli

Capitolato Amministrativo

Capitolato Amministrativo ALLEGATO C Capitolato Amministrativo Relativo al bando di gara per l affidamento del Servizio di realizzazione, personalizzazione, erogazione, monitoraggio e rendicontazione dei voucher sociali del valore

Dettagli

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia BANDO ACQUISIZIONI Prodotti Software ALLEGATO 6 Capitolato Tecnico Allegato 6: capitolato tecnico Pag. 1 1 Introduzione Il presente Capitolato Tecnico disciplina gli aspetti tecnici della fornitura a Tecnopolis

Dettagli

Agenzia Intercent-ER 1

Agenzia Intercent-ER 1 PESONAL COMPUTER NOTEBOOK 4 - SERVIZI IN CONVENZIONE 1. SERVIZI COMPRESI NEL PREZZO DEI PERSONAL COMPUTER NOTEBOOK I servizi descritti nel presente paragrafo sono connessi ed accessori alla fornitura dei

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ASL TO 1 S.C. GESTIONE ATTREZZATURE SANITARIE ALLEGATO A Procedura negoziata per l affidamento in economia del servizio di manutenzione ordinaria conservativa, di riparazione di tutti gli impianti gas

Dettagli

Approfondimenti tecnici su framework v6.3

Approfondimenti tecnici su framework v6.3 Sito http://www.icu.fitb.eu/ pagina 1 I.C.U. "I See You" Sito...1 Cosa è...3 Cosa fa...3 Alcune funzionalità Base:...3 Alcune funzionalità Avanzate:...3 Personalizzazioni...3 Elenco Moduli base...4 Elenco

Dettagli

Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva

Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva Ing. Stefano Serra E-MAIL: stefano.serra@asppalermo.org 1 Informazioni sul documento

Dettagli

CAPITOLATO DI SERVIZIO

CAPITOLATO DI SERVIZIO COMUNE DI MONZA UFFICIO ECONOMATO CAPITOLATO DI SERVIZIO CAPITOLATO PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO DEGLI ARCHIVI DEL TRIBUNALE Art. 1 - Oggetto del capitolato Costituisce oggetto del presente

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ARTICOLO 1 OGGETTO DEL CONTRATTO

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ARTICOLO 1 OGGETTO DEL CONTRATTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio I.P.S.S.S. Edmondo De Amicis Sede Centrale: Via Galvani, 6 00153 Roma 065750889/559-065759838 www.edeamicis.com

Dettagli

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese MODALITA PER IL CORRETTO UTILIZZO DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE Approvato con delib. G.C. n. 9 del 21.01.2006 - esecutiva Per l utilizzo corretto del sistema informatico,

Dettagli

Provincia Regionale di Catania

Provincia Regionale di Catania Provincia Regionale di Catania Servizio Pianificazione del Territorio Mobilità - Sistemi Informativi ed E-Government PROGETTO PER L ASSISTENZA, LA MANUTENZIONE E LA RIPARAZIONE DI APPARECCHIATURE INFORMATICHE

Dettagli

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio Remote Service Solution Descrizione del Servizio Redattore: Alberto Redi Luogo e Data Lugano, 25 Novembre 2008 Status: Finale All attenzione di: Protocollo: Security Lab Sagl ViaGreina 2 - CH 6900 Lugano

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASCRIZIONE DEI DIBATTITI CONSILIARI

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASCRIZIONE DEI DIBATTITI CONSILIARI pag. 1 CAPITOLATO SPECIALE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASCRIZIONE DEI DIBATTITI CONSILIARI Art. 1 - Oggetto dell appalto Oggetto dell appalto è il servizio di trascrizione delle registrazioni

Dettagli

Offerta di Manutenzione. Offerta di Manutenzione. Offerta Hardware. Preparata per il

Offerta di Manutenzione. Offerta di Manutenzione. Offerta Hardware. Preparata per il Offerta di Manutenzione Offerta Hardware Preparata per il Offerta di Manutenzione OFFERTA SERVIZI INTEGRATI COMPUTER ASSISTANCE : A Servizi di assistenza tecnica B Gestione finanziaria Noleggi operativi,

Dettagli

Pubblicazione informazioni integrative e correttive

Pubblicazione informazioni integrative e correttive Gara per la fornitura dei servizi di assistenza tecnica e manutenzione per i sistemi dipartimentali e per gli impianti LAN ubicati presso gli uffici centrali e periferici della Regione Basilicata. CIG:

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

Per Pc Service S.r.l.

Per Pc Service S.r.l. Pc Service S.r.l. C.so Europa, 220 Canc 16132 Genova Tel. 010 382447 Fax 010 3745155 P.I 03718740107 Rea 372952 Spettabili Ditte, Società, Professionisti Loro sedi Genova, 2 gennaio 08 Alla cortese attenzione

Dettagli

INDAGINE DI MERCATO SERVIZIO DI MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA E SISTEMISTICA SULLE TECNOLOGIE INFORMATICHE PRESSO I PRESIDI DELLE AA.SS.

INDAGINE DI MERCATO SERVIZIO DI MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA E SISTEMISTICA SULLE TECNOLOGIE INFORMATICHE PRESSO I PRESIDI DELLE AA.SS. INDAGINE DI MERCATO SERVIZIO DI MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA E SISTEMISTICA SULLE TECNOLOGIE INFORMATICHE PRESSO I PRESIDI DELLE AA.SS.LL. TO 2 E TO4 1. OGGETTO DELL INDAGINE La presente indagine

Dettagli

Capitolato per la fornitura di n 450 Personal Computer Desktop e n 50 stampanti laser b/n, e relativi servizi di assistenza hardware.

Capitolato per la fornitura di n 450 Personal Computer Desktop e n 50 stampanti laser b/n, e relativi servizi di assistenza hardware. Area Organizzazione, Formazione e Sistemi Informativi Funzione Tecnologie Informatiche e Telecomunicazioni Capitolato per la fornitura di n 450 Personal Computer Desktop e n 50 stampanti laser b/n, e relativi

Dettagli

Prot. n. P/1532 del 11 marzo 2011 RACCOMANDATA A.R. Codice identificativo di gara (CIG): 1421676425. Spett.le Ditta

Prot. n. P/1532 del 11 marzo 2011 RACCOMANDATA A.R. Codice identificativo di gara (CIG): 1421676425. Spett.le Ditta Prot. n. P/1532 del 11 marzo 2011 RACCOMANDATA A.R. Codice identificativo di gara (CIG): 1421676425 Spett.le Ditta Codesta Ditta è invitata a partecipare alla gara che il Dipartimento di Architettura e

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE

CAPITOLATO TECNICO APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE ALLEGATO A AL DISCIPLINARE DI GARA APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE ALL AZIENDA U.S.L. ROMA H STRUMENTAZIONE HARDWARE E RELATIVO SOFTWARE DI BASE

Dettagli

Condizioni generali di contratto applicabili al Servizio SureData

Condizioni generali di contratto applicabili al Servizio SureData Condizioni generali di contratto applicabili al Servizio SureData Termini e condizioni generali applicabili al servizio SureData di Pc Senza Stress con sede legale in via Europa 34, 20835 Muggio (MB) Italia

Dettagli

*** II tranche chiarimenti

*** II tranche chiarimenti Oggetto: Gara a procedura aperta per la fornitura di Scanner, relativi prodotti software e servizi per l agenzia delle dogane e per il Dipartimento delle Finanze ID SIGEF 1402 I chiarimenti della gara

Dettagli

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 SCHEMA CONTATTO D APPALTO - art. 279 D.P.R. 207/2010 CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 L.R. 11.05.2007 n. 9 - e la Società,

Dettagli

CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK 3 - SERVIZI IN CONVENZIONE

CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK 3 - SERVIZI IN CONVENZIONE CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK 3 - SERVIZI IN CONVENZIONE 1. SERVIZI COMPRESI NEL PREZZO DEI PERSONAL COMPUTER NOTEBOOK I servizi descritti nel presente paragrafo sono connessi ed accessori

Dettagli

CONTRATTO DI ASSISTENZA TECNICA ASSICURATIVA MONTE ORE A SCALARE EROGABILE SOLO NELLE PROVINCE DI MILANO, MONZA E BRIANZA, COMO, LECCO, BERGAMO.

CONTRATTO DI ASSISTENZA TECNICA ASSICURATIVA MONTE ORE A SCALARE EROGABILE SOLO NELLE PROVINCE DI MILANO, MONZA E BRIANZA, COMO, LECCO, BERGAMO. Via A.Volta 15 20852 Villasanta (MB) Tel 02/320621045 039/2878371 Fax 039/8942443 Partita I.V.A. 03481330961 http://www.helpdeskcomputer.it Mail: contact-us@helpdeskcomputer.it CONTRATTO DI ASSISTENZA

Dettagli

VISTO il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante: Codice in materia di protezione dei dati personali, e s.m.i.;

VISTO il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante: Codice in materia di protezione dei dati personali, e s.m.i.; Allegato n. 1 alla determinazione n. 3/DSIL/15 del 10 marzo 2015 AVVISO DI INTERESSE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE DI SUPPORTO INFORMATICO ALLE ATTIVITÀ DEL COLLEGIO E DELL ALTA DIREZIONE

Dettagli

Patrimonio e Servizi Tecnici Settore Apparecchiature Elettromedicali

Patrimonio e Servizi Tecnici Settore Apparecchiature Elettromedicali OGGETTO: PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DELL EVENTUALE FORNITURA, IN UN UNICO LOTTO DI DEFIBRILLATORI DA DESTINARE AI DIVERSI PRESIDI DELLA ASL DI CAGLIARI. (Rif.Pistis/Secci). CAPITOLATO

Dettagli

CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK - SERVIZI IN CONVENZIONE -

CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK - SERVIZI IN CONVENZIONE - CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK - SERVIZI IN CONVENZIONE - 1. SERVIZI COMPRESI NEL PREZZO DEI PERSONAL COMPUTER NOTEBOOK I servizi descritti nel presente paragrafo sono connessi ed accessori

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. Pag. 1/7 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO

Dettagli

di Melara S. Pertini, Collodi F. Rismondo

di Melara S. Pertini, Collodi F. Rismondo SCUOLA MATERNA - SCUOLA ELEMENTARE - SCUOLA MEDIA di Melara S. Pertini, Collodi F. Rismondo Direzione e Segreteria C.F. 80021860327 Via Forlanini 32, 34139 Trieste Tel. 040-912882 / Fax 040-9148004 email

Dettagli

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. All. 1 CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. OGGETTO E LUOGO DI CONSEGNA DELLA FORNITURA...4

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Maretech s.n.c via Monterumici 32g 40133 Bologna Tel. 0516493297 Mob. 3385249036 Partita IVA, Codice Fiscale 02095161200 www.maretech.com Company Profile Maretech snc Presentazione aziendale MareTech snc

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento del servizio di noleggio di macchine fotocopiatrici per la Fondazione Teatro di San Carlo. CIG: 641196266D PREMESSA La Fondazione Teatro di San Carlo intende affidare

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PROCEDURA APERTA PER L AGGIUDICAZIONE DELLA FORNITURA E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI GRUPPI DI CONTINUITA PER LA SALA CED CAPITOLATO AMMINISTRATIVO LOTTO 2 ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell

Dettagli

COMUNE DI FOLLONICA DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI FOLLONICA DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI FOLLONICA DISCIPLINARE DI GARA Per rispondere alle necessità operative di vari uffici dell Ente si effettua la gara per le seguenti forniture: QUANTITÀ DESCRIZIONE n. 1 PC n. 1 Monitor LCD TFT

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale Gino Capponi. Prot. n. 1689/B15 Milano, 21 aprile 2016 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale Gino Capponi. Prot. n. 1689/B15 Milano, 21 aprile 2016 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. 1689/B15 Milano, 21 aprile 2016 Al Sito web della Scuola All albo dell istituto A tutti gli interessati Oggetto: Bando di gara Amministratore di sistema - Amministratore di rete - manutenzione

Dettagli

di Melara S. Pertini, Collodi F. Rismondo

di Melara S. Pertini, Collodi F. Rismondo SCUOLA MATERNA - SCUOLA ELEMENTARE - SCUOLA MEDIA di Melara S. Pertini, Collodi F. Rismondo Direzione e Segreteria C.F. 80021860327 Via Forlanini 32, 34139 Trieste Tel. 040-912882 / Fax 040-9148004 email

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) SCHEMA Concessione in esclusiva, dell uso di spazi pubblicitari su elementi di arredo urbano e segnaletica direzionale privata e pubblica nel territorio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI ELABORATORI ELETTRONICI, STAMPANTI, PACCHETTI SOFTWARE E ACCESSORI OCCORRENTI PER GLI UFFICI COMUNALI.

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI ELABORATORI ELETTRONICI, STAMPANTI, PACCHETTI SOFTWARE E ACCESSORI OCCORRENTI PER GLI UFFICI COMUNALI. C O M U N E D I C O M O CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI ELABORATORI ELETTRONICI, STAMPANTI, PACCHETTI SOFTWARE E ACCESSORI OCCORRENTI PER GLI UFFICI COMUNALI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO 1. L appalto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RESOCONTAZIONE MEDIANTE STENOTIPIA DELLE RIUNIONI DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RESOCONTAZIONE MEDIANTE STENOTIPIA DELLE RIUNIONI DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO VIII LEGISLATURA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RESOCONTAZIONE MEDIANTE STENOTIPIA DELLE RIUNIONI DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE Art.

Dettagli

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel.

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. BANDO DI GARA: APPALTO N. 1/2014 CIG 567040563B 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. 02/88463.267 Fax 02/884.66.237 2.

Dettagli

con D.G.R. n. 40-8340 del 03.03.2008 la Giunta regionale ha preso atto dell adozione del Programma Operativo Italia-Francia Alcotra 2007-2013;

con D.G.R. n. 40-8340 del 03.03.2008 la Giunta regionale ha preso atto dell adozione del Programma Operativo Italia-Francia Alcotra 2007-2013; REGIONE PIEMONTE BU25 21/06/2012 Codice DB1415 D.D. 18 giugno 2012, n. 1609 P. O. Alcotra IT-FR 2007-2013: affidamento diretto ai sensi dell'art. 125, c. 11, del d.lgs. n. 163/2006 e s.m.i. alla societa'

Dettagli

SPERIMENTAZIONE APP per SONDAGGI IN REAL- TIME SULLA CITTA

SPERIMENTAZIONE APP per SONDAGGI IN REAL- TIME SULLA CITTA AVVISO SPERIMENTAZIONE APP per SONDAGGI IN REAL- TIME SULLA CITTA Il Comune di Firenze, per favorire la trasparenza, il dialogo e la partecipazione dei cittadini intende sperimentare nuove forme di contatto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO COMUNE DI CERRETO D ESI PROVINCIA DI ANCONA ASTA PUBBLICA ACQUISTO DI PANNELLI FOTOVOLTAICI ED INVERTER PER LA REALIZZAZIONE DI N 2 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO Art. 1 OGGETTO DELL

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

CONTRATTO DI ASSISTENZA MONTE ORE

CONTRATTO DI ASSISTENZA MONTE ORE CONTRATTO DI ASSISTENZA MONTE ORE tra i sottoscritti : TLS Srl Unipersonale con sede in Bari, CAP 70122, via Abate Giacinto Gimma n. 225, Partita IVA 07152170721, indirizzo email info@tecnologicaservice.net,

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE 1- Premessa 2- Tipologia della prestazione 3- Consistenza apparati di rete e macchine server 4- Luoghi di espletamento

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto Area Servizi alle Persone Assessorato all Informatizzazione

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto Area Servizi alle Persone Assessorato all Informatizzazione FORNITURA DI ATTREZZATURE INFORMATICHE E BENI STRUMENTALI PRESSO IL COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. FOGLIO PATTI E CONDIZIONI ALLEGATO A Art. 1 Oggetto dell appalto Oggetto del presente disciplinare

Dettagli

(OGGETTO DEL CONTRATTO)

(OGGETTO DEL CONTRATTO) CAPITOLATO SPECIALE Procedura negoziata di cottimo fiduciario per la fornitura di kit diagnostici per l esecuzione di 15.000 prove per Salmonella, Listeria monocytogenes, E. coli O157, Campylobacter Legionella,

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI SERVER SUN E10000 E E450 DEL SOTTOSISTEMA HITACHI 9960 E DALLA LIBRERIA ADIC SCALAR 100

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI SERVER SUN E10000 E E450 DEL SOTTOSISTEMA HITACHI 9960 E DALLA LIBRERIA ADIC SCALAR 100 CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI SERVER SUN E10000 E E450 DEL SOTTOSISTEMA HITACHI 9960 E DALLA LIBRERIA ADIC SCALAR 100 TRA L Istituto Nazionale di Previdenza ed Assistenza

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA

ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA INDICE - Rete dati - Descrizione fisica e logica. - Protocolli ed indirizzamento - Referenti informatici di struttura - Servizi: - Sicurezza - DNS - Posta elettronica d Ateneo

Dettagli

Oggetto: Avviso di gara a licitazione privata per contratto di manutenzione ed assistenza tecnica informatica hardware/software

Oggetto: Avviso di gara a licitazione privata per contratto di manutenzione ed assistenza tecnica informatica hardware/software Prot. n. 3318/C15 Cava de Tirereni,29/10/2014 Oggetto: Avviso di gara a licitazione privata per contratto di manutenzione ed assistenza tecnica informatica hardware/software IL DIRIGENTE SCOLASTICO. Vista

Dettagli

CITTA DI CINISELLO BALSAMO. BANDO DI GARA PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA DI SERVER E DI UN CLUSTER AD ALTA AFFIDABILITA PER IL CENTRO SISTEMA SISCoTEL

CITTA DI CINISELLO BALSAMO. BANDO DI GARA PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA DI SERVER E DI UN CLUSTER AD ALTA AFFIDABILITA PER IL CENTRO SISTEMA SISCoTEL CITTA DI CINISELLO BALSAMO BANDO DI GARA PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA DI SERVER E DI UN CLUSTER AD ALTA AFFIDABILITA PER IL CENTRO SISTEMA SISCoTEL 1 AMMINISTRAZIONE APPALTANTE Comune di Cinisello Balsamo;

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente Programma Introduzione a Windows XP Professional Esplorazione delle nuove funzionalità e dei miglioramenti Risoluzione dei problemi mediante Guida in linea e supporto tecnico Gruppi di lavoro e domini

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA approvato con Delibera Commissariale n. 28 del 26/09/2011

Dettagli

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il Fornitore ) Si conviene e si stipula quanto segue: 1. OGGETTO

Dettagli

PROCEDURA APERTA FORNITURA ENERGIA ELETTRICA PER L ANNO 2011 REGOLE TECNICHE PER LO SVOLGIMENTO DELL ASTA ELETTRONICA PREMESSA

PROCEDURA APERTA FORNITURA ENERGIA ELETTRICA PER L ANNO 2011 REGOLE TECNICHE PER LO SVOLGIMENTO DELL ASTA ELETTRONICA PREMESSA PROCEDURA APERTA FORNITURA ENERGIA ELETTRICA PER L ANNO 2011 REGOLE TECNICHE PER LO SVOLGIMENTO DELL ASTA ELETTRONICA PREMESSA Il presente Regolamento disciplina in via operativa lo svolgimento dell asta

Dettagli