RELAZIONE DESCRITTIVA CONSISTENZA dell INFRASTRUTTURA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE DESCRITTIVA CONSISTENZA dell INFRASTRUTTURA"

Transcript

1 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura CONSORZIO SERVIZI VALLE CAMONICA Daro Boario Terme (BS) Via Mario Rigamonti, 65 Tel Fax Codice Fiscale Partita IVA Capitale Sociale ,55 C.C.I.A.A REA n GESTIONE E VALORIZZAZIONE DELLA INFRASTRUTTURA DI TELECOMUNICAZIONI DEL CONSORZIO DEI COMUNI BIM DI VALLE CAMONICA ASSEGNATA AL CONSORZIO SERVIZI VALLE CAMONICA IN GESTIONE, ESTENSIONE, UTILIZZO, MANUTENZIONE, SVILUPPO E POTENZIAMENTO ALLEGATO I RELAZIONE DESCRITTIVA CONSISTENZA dell INFRASTRUTTURA Pagina 1 di 14

2 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura 1 CONSISTENZA DELLA RETE. Struttura della rete A seguito di una serie articolata di investimenti atti negli ultimi anni, sul territorio della Valle Canonica è stata presente una rete per telecomunicazioni a banda larga mista (Fibra Ottica Ponti Radio distribuzione wireless) in grado di portare servizio di connettività alle sedi municipali ed agli enti istituzionali e successivamente ai cittadini ed LLE imprese della Valle. La Rete è attivata dagli apparati elettronici che provvedono alla trasmissione e commutazione del segnale (Router e Ponte Radio) posti ai nodi della Rete. Le consistenze di tale rete risultano essere: Dorsale in Fibra Ottica: Iseo Edolo Cavo da 24 Fibre Ottiche (12 coppie), tagliate, intestate e connettorizzate in appositi armadi situati all interno delle stazioni erroviarie del percorso, di cui: 16 F.O. (8 coppie) escono dalla stazione sugli Sbracci laterali verso le municipalità 8 F.O. (4 coppie) transitano direttamente dalla stazione erroviaria di Iseo a quella di Edolo; Percorso di posa lungo il tracciato erroviario Iseo Edolo (Km 80 circa) in apposita canaletta sul sedime erroviari; Tipologia di Fibra Ottica installata nel cavidotto erroviario Monomodale SMR, conorme alle speciiche ITU T G652; Un unico cavo di 48 ibre ottiche (24 coppie) sono così impiegate: dalla n.1 alla n. 24, sono invece di proprietà di NordCOM, main contractor dell opera realizzata, che vengono utilizzate esclusivamente ad uso interno alla concessione trasporti delle Ferrovie Nord, come esplicitato nel contratto di ornitura depositato presso gli uici del Consorzio BIM; dalla n. 25 alla n. 48, appartenenti al Consorzio B.I.M., anno parte di un unico cavo da 48 ibre ottiche posato lungo la dorsale; Possibile Estensione lungo la Dorsale in Fibra Ottica: Iseo Brescia (FNM_NordCOM) E esistente un cavo in Fibra Ottica con 24 ibre (spente) di proprietà FNM_NordCOM tra la stazioni erroviaria di Iseo e quella di Brescia (lato ovest) Lunghezza della tratta = metri. Le 24 Fibre sono connettorizzate in tutte le stazioni FNM da Iseo a Brescia:questo rende più acile l accesso agli operatori locali; A Iseo il cavo parte dallo stesso locale dove arrivano e sono intestate in un apposito armadio le 24 Fibre di proprietà BIM, rendendo così immediata l interconnessione. A Brescia il cavo arriva alla stazione ovest nel locale di ronte al punto dove terminano i binari per la Valle Camonica. Le caratteristiche elettriche/meccaniche del cavo in Fibra ottica sono conormi rispettivamente alle Norme IEC/ITU-T che la rende compatibile con quella del BIM tra Iseo ed Edolo. Il Consorzio BIM prima ed ora Consorzio servizi valle Camonica ha in essere una trattativa con NordCOM per l utilizzo di più d una coppia in questa tratta. Pagina 2 di 14

3 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura Sbracci in F.O. dalla Dorsale ai Comuni : 28 stacchi/svincoli in Fibra Ottica (sbracci) collegano la Dorsale alle sedi comunali / istituzionali comprese nel perimetro della errovia per una distanza massima dalla dorsale di 2km; 16 ibre ottiche (8 coppie) costituiscono ogni sbraccio è costituito da che arrivano alle sedi municipali dove sono intestate in appositi armadi; Tipologia di Fibra Ottica: Monomodale SMR, conorme alle speciiche ITU T G652 Cavidotto lungo gli Sbracci in Fibra Tutto il percorso in Fibra Ottica degli Sbracci è costituito dal cavo della ibra ottica, anche di un Cavidotto consistente in tre tubi in PVC da 40mm di diametro (tritubo) di cui solo di questi è utilizzato per contenere il cavo in ibra ottica; gli altri due sono liberi, a meno del tratto utilizzato da Telecomitalia ogni 150 metri ca. lungo il percorso degli Sbracci il cavidotto è reso accessibile da appositi chiusini/tombini. Sbracci in Ponte Radio dalla Dorsale ai Comuni: 19 connessioni tramite Ponte Radio staccano dalla Dorsale in ibra ottica per le sedi comunali non raggiunte dalla ibra (ovvero con distanza superiore a 2 km dalla errovia); Tecnologia ad emissione radio tipo hiperlan a 5.4 GHz. Rilancio del segnale Radio su alcune direttrici realizzato tramite n 10 ripetitori di proprietà di TowerTel, utilizzati in concessione d uso, con apposito contratto contratto che include anche l utilizzo delle acilities quale tralicci, alimentazione, UPS ecc e la relativa manutenzione. Distribuzione banda larga all interno dei territori comunali: Realizzazione della copertura con onde radio hiperlan per utenti residenziali di 20 comuni mediante 20 ombrelli wireless; Tecnologia hiperlan a 5.4 GHz, compatibile con il progetto della Provincia di Brescia per l integrazione con la banda larga distribuita sul territorio dei restanti Comuni, realizzati nell ambito di un inanziamento provinciale; Ripetitori per Ponti radio: Per quanto riguarda i siti di rilancio per Ponti Radio di tutti i progetti sopra menzionati, è in essere un contratto con il ornitore Towertel per l uso di 10 Ripetitori con scadenza issata per 08/08/2012 Il canone annuo è di ,00 + IVA pe0 Ripetitori, inclusa manutenzione, accesso e uso dell energia elettrica Pagina 3 di 14

4 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura Documentazione d impianto Una descrizione più dettagliata della Inrastruttura di Telecomunicazione può essere richiesta presso il Consorzio Servizi di valle Camonica, disponendo dei seguenti documenti: Planimetria generale di rete Cartograia d impianto per settore (Alta Valle Camonica, Bassa Valle Camonica) e per singolo Comune Manuale degli apparati elettronici Documentazione di collaudo delle inrastrutture Caratteristica del cavo e della F.O. Schema topograico della rete. Elenco dei comuni serviti dall inrastruttura, suddivisi tra quelli collegati con sbracci in ibra e quelli collegati in ponte radio Equipaggiamenti elettronici di cui sono dotate le singole sedi, divisi per Switch Alta Valle Switch Bassa Valle Ponti Radio & UPS Alta Valle Ponti Radio & UPS Bassa Valle Ponti Radio all interno dei Comuni Il tutto con rierimento alla data del collaudo delle inrastrutture medesime. E tutt ora in corso la valutazione dello stato di consistenza della inrastruttura esistente i cui esiti possono essere resi disponibili, per quanto parziali, presso la sede della Stazione appaltante previa richiesta. Planimetria generale Pagina 4 di 14

5 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura Collegamenti in Fibra e in Ponte Radio D O R S A L E & S B R A C C I COPERTURA HIPERLAN COMUNE SEDE TIPO DI COLLEGAMENTO ROUTER N ANTENNE COLLEGATA FIBRA RADIO HP Procurve Omnidir. Settor. Angolo Terme Municipio X 2650PWR 2 0 Artogne Municipio X 2626 Berzo Demo Municipio X 2650PWR 1 2 Berzo Ineriore Municipio X 2650PWR Bienno Municipio X 2626 Borno Municipio X 2650PWR 5 2 Braone Municipio X 2626 Breno Municipio X 2650PWR Sede BIM X 5308XL Sede CM X Sede ASL X Capo di Ponte Municipio X 2650 Cedegolo Municipio X 5308XL Cerveno Municipio X 2626 Ceto Municipio X 2650PWR Cevo Municipio X 2650PWR 2 0 Cimbergo Municipio X 2650PWR 2 0 Cividate Camuno Municipio X 2626 Corteno Golgi Municipio X 2650PWR 1 3 Daro Boario Terme Municipio X 2650PWR Edolo Municipio X 5308XL 1 2 Ospedale X Esine Municipio X 2626 Ospedale X Gianico Municipio X 2650 Incudine Municipio X 2650PWR 1 2 Iseo Municipio X 2650 Losine Municipio X 2650PWR Lozio Municipio X 2650PWR 1 3 Malegno Municipio X 2626 Malonno Municipio X 2626 Marone Municipio X 2626 Monno Municipio X 2650PWR 1 2 Niardo Municipio X 2626 Ono San Pietro Municipio X 2650PWR 2 0 Ossimo Municipio X 2650PWR 2 2 Paisco Loveno Municipio X 2650PWR 1 2 Paspardo Municipio X 2650PWR 2 0 Pian Camuno Municipio X 2626 Piancogno Municipio X 2626 Pisogne Municipio X 2626 Ponte di Legno Municipio X 2650PWR 1 2 Prestine Municipio X 2626PWR 2 0 Sale Marasino Municipio X 2650PWR Saviore dell A. Municipio X 2650PWR 2 7 Sellero Municipio X 2626PWR Sonico Municipio X 2626 Sulzano Municipio X 2626 Temù Municipio X 2650PWR 1 2 Vezza d Oglio Municipio X 2650PWR 1 2 Vione Municipio X 2650PWR 1 2 Zone Municipio X 2650PWR Pagina 5 di 14

6 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura SWITCH Alta Valle colleg. FO colleg. RADIO hp porte 6.6Mpps 9.6Gbps (J4900B) hp 2626 PWR 24 porte 6.6Mpps 9.6Gbps (J8164A) hp porte 10.1Mpps 13.6Gbps (J4899B) hp 2650 PWR 48 porte 10.1Mpps 13.6Gbps (J8165A) hp 5308XL Chassis 8 slot 48Mpps 76.8Gbps (J4819A) modulo 24 porte 10/100Tx (J4820B) modulo 24 porte 10/100Tx PoE (J8161A) 4 empty slot mini GBIC (J4878B) redundant power supply per 5308XL (J8168A) LX-LC mini GBIC (J4859B) r LH-LC mini GBIC (J4860B) Pagina 6 di 14

7 SWITCH Bassa Valle colleg. FO colleg. RADIO hp porte 6.6Mpps 9.6Gbps (J4900B) Allegato I Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura hp 2626 PWR 24 porte 6.6Mpps 9.6Gbps (J8164A) hp porte 10.1Mpps 13.6Gbps (J4899B) hp 2650 PWR 48 porte 10.1Mpps 13.6Gbps (J8165A) hp 5308XL Chassis 8 slot 48Mpps 76.8Gbps (J4819A) modulo 24 porte 10/100Tx (J4820B) modulo 24 porte 10/100Tx PoE (J8161A) 4 empty slot mini GBIC (J4878B) redundant power supply per 5308XL (J8168A) LX-LC mini GBIC (J4859B) Artogne 1 2 Berzo Ineriore 2 Bienno 1 2 Borno Braone 1 2 Breno Capo di Ponte 1 2 Cerveno 1 2 Ceto 2 Cimbergo Cividate 1 2 Daro Boario 2 Esine 1 2 Gianico 1 2 Iseo Losine 2 Lozio comune Malegno 1 2 Marone stazione Marone Municipio r Niardo 1 2 Ono Ossimo Paspardo Piancamuno 1 2 Piancogno 1 2 Pisogne Prestine Sale Marasino 2 Sulzano 1 2 Zone Lozio palo r 14 SIRTEL 12 SIRTEL r Totale Alta Valle LH-LC mini GBIC (J4860B) Pagina 7 di 14

8 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura wireless P2P RN700 collegamento FO collegamento radio wireless P2M RN800 wireless P2M RN900 UPS 1500VA 2 ore UPS 3000VA 2 ore Berzo Demo r 2 1 Cedegolo 1 Cevo 2 1 Corteno 1 Edolo 1 Incudine 1 Malonno Monno 1 Paisco 1 Ponte di Legno 1 Saviore r 8 1 Saviore traliccio r 3 Sellero 1 Sonico Temu 1 Vezza comune r 2 1 Vione SIRTEL r SIRTEL SIRTEL r SIRTEL r SIRTEL r 2 1 Totale Alta Valle PONTI RADIO & UPS Alta Valle Pagina 8 di 14

9 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura PONTI RADIO & UPS Bassa Valle collegament o FO collegament o radio wireless P2P RN700 wireless P2M RN800 wireless P2M RN900 UPS 1500VA 2 ore Angolo Terme 2 1 Artogne Berzo Ineriore 1 Bienno Borno 15 1 Braone Breno Capo di Ponte Cerveno Ceto 1 Cimbergo 2 1 Cividate Daro Boario 1 Esine Gianico Iseo Losine 1 Lozio comune 4 1 Malegno Marone stazione Marone Municipio Niardo Ono r 3 1 Ossimo 4 1 Paspardo 2 1 UPS 3000VA 2 ore Piancamuno Piancogno Pisogne Prestine 2 1 Sale Marasino 1 Sulzano Zone 1 Lozio palo SIRTEL r SIRTEL SIRTEL SIRTEL SIRTEL 1 Totale Bassa Valle Pagina 9 di 14

10 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura ALTA VALLE Comune di Modello Antenne 01 Berzo Demo Alvarion 1 omnidirezionali / 2 settoriali 02 Corteno Golgi Breeze Access 1 omnidirezionali / 3 settoriali 03 Edolo VL 1 omnidirezionali / 2 settoriali 04 Incudine hyperlan 1 omnidirezionali / 3 settoriali 05 Monno Indoor/outdoo omnidirezionali / 2 settoriali 06 Paisco loveno 1 omnidirezionali / 2 settoriali 07 Ponte di Legno 1 omnidirezionali / 2 settoriali 08 Temù 1 omnidirezionali / 2 settoriali 09 Vezza d Oglio 1 omnidirezionali / 2 settoriali 10 Vione 1 omnidirezionali / 2 settoriali Totali 10 omnidirezionali 21 settoriali Ponti Radio Wireless Access all interno dei Comuni BASSA VALLE Comune di Modello Antenne 01 Angolo - Municipio RN900 2 omnidirezionali 02 Borno - Municipio RN800 4 Settoriali - Traliccio Sirtel RN800 2 pannellari - Fraz. Cirese (palo illuminazione pubblica) RN800 2 pannellari, 1 omnidirezionale - Fraz. Croce di Salven (palo illuminazione pubblica) RN800 2 pannellari, 1 omnidirezionale - Fraz. Croce di Salven 2 (palo illuminazione pubblica) RN800 2 pannellari, 1 omnidirezionale - Parco delle Doline (palo illuminazione pubblica) RN800 2 pannellari 03 Cevo - Municipio RN900 2 omnidirezionali 04 Cimbergo - Municipio RN900 2 mnidirezionali 05 Lozio - Fraz. Laveno - Municipio RN800 1 omnidirezionale, 1 pannellare Lozio - Fraz. Resone (palo realizzato ex-novo) RN800 2 pannellari 06 Ono San Pietro - Municipio RN900 2 omnidirezionali 07 Ossimo Sup. - Municipio RN800 1 omnidirezionale, 1 pannellare Ossimo In. - Palo realizzato ex-novo RN800 1 omnidirezionale, 1 pannellare 08 Paspardo - Municipio RN900 2 omnidirezionali 09 Prestine - Municipio RN900 2 omnidirezionali 10 Saviore dell'adamello - Municipio RN800 1 omnidirezionale, 1 pannellare Saviore - Traliccio Sirtel RN800 2 settoriali Saviore - Fraz. Valle - Sede Comunale Via Trento 9 RN800 2 settoriali, 1 pannellare Saviore - Fraz. Fresine (palo illuminazione pubblica) RN800 1 omnidirezionale, 1 pannellare Totali 20 omnidirezionali 8 settoriali 18 pannellari Pagina 10 di 14

11 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura 2 LINEE GUIDA PER LA CONDIVISIONE DELLA RETE La Rete TLC di Valle Camonica in oggetto è progettata e sviluppata secondo linee guida che rimangono valide e vanno tutelate anche per la Gestione e Valorizzazione della inrastruttura medesima, oggi in capo al Consorzio Servizi Valle Camonica a seguito di stipula di convenzione n. 734 del 10 gen 2012 con scadenza 31 dic 2026 in base alle Delibere n. 210/10 e n. 210/11 del 29/10/2001 il Consorzio Comuni BIM di Valle Camonica è stato individuato dai singoli Comuni consorziati come Ente guida per la realizzazione di una inrastruttura a banda larga principalmente in Fibra Ottica all interno del proprio territorio per promuoverne lo sviluppo tecnologico sia per il Pubblico che per il Privato. parte di questa inrastruttura del Consorzio BIM è utilizzata per una Intranet che collega tra loro tutte le sedi comunali e sedi istituzionali sul territorio ( BIM, Comunità Montana, Centro Culturale, Biblioteche ASL ecc ) a questi progetti originari, si è aggiunto nel 2005 il progetto Banda Larga della Provincia di Brescia rivolto a tutti i soggetti del territorio (compresi i cittadini e le imprese) dei Comuni rientranti nelle aree Obiettivo 2 e a Sostegno Transitorio; iniziativa che riguarda anche i comuni della Valle Canonica. le Amministrazioni Comunali della Valle coordinate dal BIM e Comunità Montana hanno messo a disposizione della Provincia (che ha suo tempo ha aidato tramite gara pubblica alla società Linkem) quella parte della inrastruttura del BIM che serve per la distribuzione della connettività sul territorio camuno, in cambio della gestione e manutenzione dell intera inrastruttura del BIM per la durata del contratto tra Provincia e Linkem (sei anni). alla scadenza del contratto tra la Provincia e Linkem previsto per ottobre 2013 cessano gli obblighi reciproci di cui al punto precedente. esiste un Protocollo d Intesa, tra il consorzio Comuni BIM e ASL di ValleCamonica, approvato dal CDA con delibera n 012/10 del 23/02/2000, per la realizzazione di una rete integrata della Vallecamonica, nel rattempo Consorzio BIM ha adattato la sua inrastruttura in Fibra Ottica (DORSALE + FRISL ) per collegare tra di loro in Fibra Ottica l ospedale di Edolo, quello di Esine e la sede amministrativa ASL di Breno, con l obbiettivo di permettere alcune applicazioni di Telemedicina tra gli ospedali della Valle ed (in uturo) verso l ospedale civile di Brescia L utilizzo da parte della ASL di una parte di inrastruttura del BIM è regolata da varie Determine emanate nel tempo con le relative condizioni concordate e/o da concordare; In base a D.L.n.112 del 25 giugno 2008,Telecom Italia ha chiesto l utilizzo di uno dei tre tubi (cavidotto) da 40mm in PVC posati nel territorio dei comuni di Bienno, Berzo Ineriore ed Esine come parte del progetto FRISL, per contenere un cavo in Fibra Ottica di proprietà di Telecom Italia. Esiste una Scrittura Privata tra Telecom Italia ed il Consorzio BIM,(a cui è data delega da parte dei Comuni interessati) che regola i termini della condivisione e manutenzione del cavidotto in questione. Con atto convenzionale n 734 del 10 gennaio 2012 il Consorzio BIM di Valle Camonica stipula con Consorzio Servizi Valle Camonica rapporto per LA GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE A BANDA LARGA DI PROPRIETÀ DEL CONSORZIO COMUNI B.I.M. DI VALLE CAMONICA, L UTILIZZO E LA MANUTENZIONE DELLE STESSE, IL LORO SVILUPPO E POTENZIAMENTO AL FINE DELLA CREAZIONE DI SERVIZI DI TLC, ANCHE INTEGRATI, PER SOSTENERE ED INCREMENTARE IL LIVELLO DI COMPETITIVITÀ DEL TERRITORIO con scadenza 31 dic 2026 Pagina 11 di 14

12 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura 3 ATTUALI UTILIZZATORI DELLA RETE 3.1 Utilizzo delle Fibre Ottiche L utilizzo delle Fibre Ottiche è attualmente il seguente: 4 Fibre Ottiche N 1, 2, 3 e 4 della dorsale e degli sbracci collegano: o 28 sedi municipali o la sede del Consorzio BIM o la sede della Comunità Montana di Valle Camonica o la sede della Comunità Montana del Sebino Bresciano. Esse sono accese e utilizzate tramite gli apparati HP ProCurve, distribuiti come da tabella sopra, per l erogazione del servizio di connettività. Su tali ibre è oggi attivo il servizio di connettività e distribuzione della banda larga territorio, ad uso della Pubblica Amministrazione Locale sul territorio, attraverso la Intranet del BIM. Al momento le due coppie utilizzate per l erogazione del servizio di connettività a banda larga della Provincia di Brescia e per la VPN del BIM sono condivise in orma indierenziata con l obiettivo di ottimizzare l uso degli apparati attivi già presenti. Qualora il traico andasse in crisi per mancanza di banda, necessiti attivare un partizionamento della banda in modo virtuale mediante strumenti di monitoraggio e/o con proporzionalità opportuna, oppure provvedendo a suddivisione isica delle due reti su ibre separate 2 Fibre Ottiche N 37, 38 (dorsale) N 11, 12 (sbracci) collegano tra loro gli ospedali di Edolo ed Esine e questi alla sede dell ASL in Breno per chiudere ad anello le tre sedi menzionate in una rete locale. Gli apparati di accensione installati nelle tre sedi (SWITCH Telsey mod e GBIC) appartengono all ASL di Valle Camonica Sebino 2 Fibre Ottiche N 39, 40 (dorsale) N 13, 14 (sbracci) sono libere in previsione dell utilizzo da parte dei Comuni soci del Consorzio per le loro applicazioni locale (Telesorveglianza, M.A.N. di Unione di Comuni ec ) Al momento sono utilizzate per collegare tra loro gli ospedali di Edolo ed Esine e questi alla sede dell ASL in Breno con un anello ottico 3.2 Utilizzo del cavidotto Tutto il percorso in Fibra Ottica sia della Dorsale che degli Sbracci si compone, oltre che del cavo vero e proprio contenete la ibra ottica, anche di un Cavidotto costituito da tre tubi in PVC da 40mm di diametro; allo stato risulta uno solo di questi tre tubi utilizzato per contenere il cavo in ibra ottica; gli altri due sono liberi, salvo utilizzi speciici (cr. Telecom Italia) Telecom Italia sta usando uno dei tre tubi (cavidotto) da 40mm in PVC posati nel territorio dei comuni di Bienno, Berzo Ineriore ed Esine per un percorso complessivo circa 4,0 km. 3.3 Utilizzo dei Ponti Radio e Ripetitori Tutti i collegamenti in Ponte Radio Hyperlan sopra elencati, compresi i ripetitori di rilancio del segnale all interno di 20 Comuni, sono attualmente utilizzati per la Intranet del Consorzio BIM e per la distribuzione della Banda Larga del progetto della Provincia di Bs. Pagina 12 di 14

13 PROGETTO CONTRATTORE Allegato I Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura 4 CONTRATTI di MANUTENZIONE IN ESSERE INFRASTRUTTURA DEL BIM IN GESTIONE AL CONSORZIO SERVIZI VALE CAMONICA DATA COMPLETAMENTO GARANZIA / MANUTENZIONE SCADENZA CONTRATTO OPERA MANUTENZIONE GARANZIA E MANUTENZIONE INCLUSE NEL DORSALE IN FIBRA OTTICA NORDCOM 21/11/ /11/2012 CONTRATTO DI FORNITURA. SBRACCI IN F.O. E RADIO - Alta Valle CEIT IMPIANTI 31/12/2006 SBRACCI IN F.O. E RADIO - Bassa Valle CEIT IMPIANTI 31/12/2006 NESSUN CONTRATTO DI MANUTENZIONE. GARANZIA SUI MATERIALI / LAVORI COME DA COSTRUTTORE / CONTRATTORE ( 12 / 24 mesi ) GARANZIA E MANUTENZIONE INCLUSE NEL INFRASTRUTTURA DI RILANCIO RADIO SIRTEL 08/O8/2006 CONTRATTO DI FORNITURA - ARTICOLO 2 08/08/2012 Punti ) e g). WIRELESS ACCESS - Alta Valle MEGABEAM 31/12/2006 WIRELESS ACCESS - Bassa Valle CEIT IMPIANTI 31/12/2006 NESSUN CONTRATTO DI MANUTENZIONE. GARANZIA SUI MATERIALI / LAVORI COME DA COSTRUTTORE / CONTRATTORE ( 12 / 24 mesi ) RETE ASL VALLECAMONICA NORDCOM + CEIT 29/10/2007 A cura ASL VALLECAMONICA parte speciica. USO CAVIDOTTO Esine-Berzo-Bienno TELECOM ITALIA 06/2009 DA DEFINIRE COPERTO Pagina 13 di 14

14 Relazione descrittiva consistenza dell inrastruttura 5 CONCESSIONI ANAS IN ESSERE COMUNE CONTRATTORE N. PROT. ANAS DATA CONCESSIONE ANAS OGGETTO DELLA CONCESSIONE CAPO DI PONTE CEIT IMPIANTI O /02/2005 ATTRAVERSAMENTO SOTTERRANEO DI INFRASTRUTTURA DI TELECOMUNICAZIONE DELLA SS 42 AL KM CEDEGOLO CEIT IMPIANTI O /02/2005 ATTRAVERSAMENTO SOTTERRANEO DI INFRASTRUTTURA DI TELECOMUNICAZIONE DELLA SS 42 AL KM CEDEGOLO CEIT IMPIANTI O /02/2005 FIANCHEGGIAMENTO DI INFRASTRUTTURA DI TELECOMUNICAZIONE IN PARTE STAFFATO DEL PONTE SUL FIUME OGLIO DELLA SS 42 DAL KM AL KM NIARDO CEIT IMPIANTI OO236 11/01/2005 ATTRAVERSAMENTO SOTTERRANEO DI INFRASTRUTTURA DI TELECOMUNICAZIONE DELLA SS 42 AL KM LOSINE CEIT IMPIANTI OO236 11/01/2005 ATTRAVERSAMENTO SOTTERRANEO DI INFRASTRUTTURA DI TELECOMUNICAZIONE DELLA SS 42 AL KM CETO CEIT IMPIANTI OO235 11/01/2005 ATTRAVERSAMENTO SOTTERRANEO DI INFRASTRUTTURA DI TELECOMUNICAZIONE DELLA SS 42 AL KM Pagina 14 di 14

ASSOCIAZIONE TITOLARI DI SINDACATO REGIONALE ORDINE DEI FARMACISTI FARMACIA BRESCIA TITOLARI DI FARMACIA BRESCIA

ASSOCIAZIONE TITOLARI DI SINDACATO REGIONALE ORDINE DEI FARMACISTI FARMACIA BRESCIA TITOLARI DI FARMACIA BRESCIA gruppo "B" 1 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Orari di Ambulatorio Medici e Pediatri di Famiglia

Orari di Ambulatorio Medici e Pediatri di Famiglia Codice: 39036 ALBERTINELLI AGNESE 335_7041996 DARFO BOARIO TERME Via de Gasperi, 28 0364_527648 10.00 12.00 SI ANGOLO TERME Via Regina Elena, 34 0364_548961 8.00 9.30 SI ANGOLO TERME TERZANO Via P.Riverberi

Dettagli

1. SERVIZIO DI SEGRETARIATO SOCIALE DI BASE

1. SERVIZIO DI SEGRETARIATO SOCIALE DI BASE La rete dei servizi 1. SERVIZIO DI SEGRETARIATO SOCIALE DI BASE Tabella n. 35. Distretto di Valle Camonica. Numero prestazioni e cartelle aperte per comune di residenza. I semestre 2008. COMUNI N. CARTELLE

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO. Lavori di realizzazione di parte del collettore intercomunale della Valle Camonica e del depuratore di Esine (BS).

PROGETTO ESECUTIVO. Lavori di realizzazione di parte del collettore intercomunale della Valle Camonica e del depuratore di Esine (BS). Comunità Montana di Valle Camonica Valle Camonica Servizi S.p.A. PROGETTO ESECUTIVO Lavori di realizzazione di parte del collettore intercomunale della Valle Camonica e del depuratore di Esine (BS). Primo

Dettagli

PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE. Allegato III alla Relazione: STATO DI FATTO DELLE RETI TECNOLOGICHE.

PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE. Allegato III alla Relazione: STATO DI FATTO DELLE RETI TECNOLOGICHE. PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE VARIANTE DI ADEGUAMENTO ALLA L.R. N.12 DELL' 11 MARZO 2005 Delibera C.P di adozione Delibera C.P di approvazione BOZZA DI PIANO Allegato III alla Relazione:

Dettagli

PIANO DI INTERVENTO PER TRASPORTO PERSONE DISABILI PRESSO I SERVIZI DIURNI SOCIO-SANITARI

PIANO DI INTERVENTO PER TRASPORTO PERSONE DISABILI PRESSO I SERVIZI DIURNI SOCIO-SANITARI Allegato alla Deliberazione della Giunta Esecutiva n. del Comunità Montana di Valle Camonica Breno (Bs) UFFICIO DI PIANO PIANO DI INTERVENTO PER TRASPORTO PERSONE DISABILI PRESSO I SERVIZI DIURNI SOCIO-SANITARI

Dettagli

REGOLAMENTO D USO PER LA CONCESSIONE DEL MARCHIO COLLETTIVO PARCO DELL ADAMELLO

REGOLAMENTO D USO PER LA CONCESSIONE DEL MARCHIO COLLETTIVO PARCO DELL ADAMELLO REGOLAMENTO D USO PER LA CONCESSIONE DEL MARCHIO COLLETTIVO PARCO DELL ADAMELLO (APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA COMUNITA MONTANA DI VALLE CAMONICA N 237 IN DATA 08/11/2006) SOMMARIO

Dettagli

03/05/2012. software applicativi e servizi VOLI Vallecamonica On LIne

03/05/2012. software applicativi e servizi VOLI Vallecamonica On LIne software applicativi e servizi VOLI Vallecamonica On LIne 2012/2013 1 la convenzione normativa Convenzione normativa tra Consorzio BIM e Consorzio Sol.Co. Camunia per la gestione dei servizi relativi all

Dettagli

Assessorato al Lavoro. I SERVIZI PER LA DISABILITA http://sintesi.provincia.brescia.it. Centri per l'impiego Ufficio Collocamento Mirato

Assessorato al Lavoro. I SERVIZI PER LA DISABILITA http://sintesi.provincia.brescia.it. Centri per l'impiego Ufficio Collocamento Mirato Assessorato al Lavoro I SERVIZI PER LA DISABILITA http://sintesi.provincia.brescia.it Centri per l'impiego Ufficio Collocamento Mirato 1 IL LAVORO DELLE PERSONE DISABILI SERVIZI DEI CENTRI PER L IMPIEGO

Dettagli

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO CONSORZIO COMUNI B.I.M. DI VALLE CAMONICA Procedura per l individuazione di un socio privato che partecipi alla costituzione di una società di capitali nella forma di società a responsabilità limitata

Dettagli

CONDIZIONI DI SERVIZIO PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DELLA INFRASTRUTTURA DI RETE A LARGA BANDA (Service Level Agreement)

CONDIZIONI DI SERVIZIO PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DELLA INFRASTRUTTURA DI RETE A LARGA BANDA (Service Level Agreement) CONSORZIO SERVIZI VALLE CAMONICA 25047 Darfo Boario Terme (BS) Via Mario Rigamonti, 65 Tel. 0364.542111 - Fax 0364.535230 Codice Fiscale 01254100173 Partita IVA 00614600989 Capitale Sociale 4.052.725,55

Dettagli

Bilancio di Previsione 2006 Bilancio Pluriennale 2006 2008. Relazione tecnica di accompagnamento ASPETTI GENERALI

Bilancio di Previsione 2006 Bilancio Pluriennale 2006 2008. Relazione tecnica di accompagnamento ASPETTI GENERALI Bilancio di Previsione 2006 Bilancio Pluriennale 2006 2008 Relazione tecnica di accompagnamento ASPETTI GENERALI Il Bilancio di Previsione 2006 viene redatto tenendo conto della pesante congiuntura della

Dettagli

NOTE TECNICHE. Rev. 3.1. Canciani ing. Alvaro Comune di Novara

NOTE TECNICHE. Rev. 3.1. Canciani ing. Alvaro Comune di Novara NOTE TECNICHE Rev. 3.1 Canciani ing. Alvaro Comune di Novara Schede tecniche Sedi da Collegare Riferimento in mappa 1 Centro stella CED Piazza Trieste e Trento Sede CED, Uffici Demografici, Tecnico, Polizia

Dettagli

Architetto Fausto Bianchi. Studio Tecnico Arch. Fausto Bianchi via Sala 38-25048 Edolo (BS) tel. 0364 73207 - fax. 0364 71156

Architetto Fausto Bianchi. Studio Tecnico Arch. Fausto Bianchi via Sala 38-25048 Edolo (BS) tel. 0364 73207 - fax. 0364 71156 Regione Lombardia P G T2014 Comune di Temù Provincia di Brescia Comune di TEMU' Piano di Governo del Territorio Documento di Piano Adozione: Delibera del Consiglio Comunale n. 38 del 27/12/2013 Approvazione:

Dettagli

ASL. servizi socio-sanitari DIPARTIMENTO CURE PRIMARIE DISTRETTO SOCIO-SANITARIO. Carta dei servizi socio-sanitari VALLECAMONICA-SEBINO

ASL. servizi socio-sanitari DIPARTIMENTO CURE PRIMARIE DISTRETTO SOCIO-SANITARIO. Carta dei servizi socio-sanitari VALLECAMONICA-SEBINO 3 aggiornamento: Settembre 2008 ASL DI VALLECAMONICA-SEBINO DIPARTIMENTO CURE PRIMARIE DISTRETTO SOCIO-SANITARIO Carta dei servizi socio-sanitari servizi socio-sanitari L'AMBITO TER- RITORIALE DEL- L'ASL

Dettagli

Disciplinare di produzione della denominazione di origine protetta «Silter»

Disciplinare di produzione della denominazione di origine protetta «Silter» Disciplinare di produzione della denominazione di origine protetta «Silter» Art. 1 Denominazione La Denominazione di Origine Protetta (DOP) Silter è riservata esclusivamente al formaggio che risponde alle

Dettagli

ALLEGATO n. 1 DESCRIZIONE E VALUTAZIONE ECONOMICA DELLA RETE A FIBRE OTTICHE 1/11

ALLEGATO n. 1 DESCRIZIONE E VALUTAZIONE ECONOMICA DELLA RETE A FIBRE OTTICHE 1/11 ALLEGATO n. 1 DESCRIZIONE E VALUTAZIONE ECONOMICA DELLA RETE A FIBRE OTTICHE 1/11 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 3 2 PIANO TELEMATICO REGIONALE... 4 3 DESCRIZIONE DELLA RETE... 5 3.1 PERCORSO DI POSA... 5

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO. Trentino in Rete: il progetto nella Comunità della Valle dei Laghi 16 giugno 2011

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO. Trentino in Rete: il progetto nella Comunità della Valle dei Laghi 16 giugno 2011 Trentino in Rete: il progetto nella Comunità della Valle dei Laghi 16 giugno 2011-1 - Il contesto 1/2 La digitalizzazione, l innovazione e la disponibilità di infrastrutture a larga banda sono le leve

Dettagli

Wireless Internet Banda Larga

Wireless Internet Banda Larga Wireless Internet Banda Larga SERVIZI FORNITI DA ROMAGNA RIPETITORI Romagna Ripetitori Srl Via Lasie 10/L - Imola (BO) www.romagnaripetitori.it info@romagnaripetitori.it Tel. 0542.066536 Fax. 051.3764109

Dettagli

Obiettivi. Patti Territoriali

Obiettivi. Patti Territoriali Obiettivi realizzare infrastrutture in fibra ottica nelle aree svantaggiate rispetto alla disponibilità di infrastrutture di telecomunicazioni, secondo i principi di precompetitività e salvaguardia del

Dettagli

Il Trentino in RETE. Trentino Network s.r.l.

Il Trentino in RETE. Trentino Network s.r.l. Il Trentino in RETE Trentino Network s.r.l. Marzo 2011 I Progetti Provinciali DORSALE IN FIBRA OTTICA completamento previsto fine 2011 primi mesi 2012 RETE RADIO (Winet) per l estensione di connettività

Dettagli

Il progetto di realizzazione di una dorsale in fibra ottica in Provincia di Belluno

Il progetto di realizzazione di una dorsale in fibra ottica in Provincia di Belluno Il progetto di realizzazione di una dorsale in fibra ottica in Provincia di Belluno Andrea Marchi Provincia di Belluno Unità di Progetto Reti e Infrastrutture Tecnologiche Sedico, Villa Patt - 18 marzo

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SOCIO SANITARI

CARTA DEI SERVIZI SOCIO SANITARI CARTA DEI SERVIZI SOCIO SANITARI ASL DI VALLECAMONICA - SEBINO NUOVA EDIZIONE NOVEMBRE 2014 Vicini al cittadino: non è uno slogan, ma un impegno concreto da tradurre ogni giorno in realtà. La Carta dei

Dettagli

Direzione Regionale della Lombardia

Direzione Regionale della Lombardia Prot. 2010/57163 Direzione Regionale della Lombardia Attivazione della Direzione Provinciale di Competenza territoriale per la registrazione degli atti notarili e degli atti emessi dagli Ufficiali roganti

Dettagli

Allegato A: Disciplinare di produzione Denominazione d Origine Protetta (DOP) SILTER Articolo 1 - DENOMINAZIONE

Allegato A: Disciplinare di produzione Denominazione d Origine Protetta (DOP) SILTER Articolo 1 - DENOMINAZIONE Allegato A: Disciplinare di produzione Denominazione d Origine Protetta (DOP) SILTER Articolo 1 - DENOMINAZIONE La Denominazione di Origine Protetta (DOP) Silter è riservata esclusivamente al formaggio

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE TERRE VERDIANE N. 51 DEL 12.11.2007

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE TERRE VERDIANE N. 51 DEL 12.11.2007 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE TERRE VERDIANE N. 51 DEL 12.11.2007 OGGETTO: PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA E POSA DI TELECAMERE DESTINATE ALLA VIDEO-SORVEGLIANZA. APPROVAZIONE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SOCIO SANITARI

CARTA DEI SERVIZI SOCIO SANITARI CARTA DEI SERVIZI SOCIO SANITARI ASL DI VALLECAMONICA - SEBINO NUOVA EDIZIONE OTTOBRE 2012 Vicini al cittadino: non è uno slogan, ma un impegno concreto da tradurre ogni giorno in realtà. La Carta dei

Dettagli

ALLEGATO A2. Legenda: PT: piano terra 1P: primo piano. Superficie da Comodare [mq] COMUNE Denominazione INDIRIZZO PROVINCIA Descrizione.

ALLEGATO A2. Legenda: PT: piano terra 1P: primo piano. Superficie da Comodare [mq] COMUNE Denominazione INDIRIZZO PROVINCIA Descrizione. Legenda: PT: piano terra 1P: primo piano Arosio Stazione di Arosio via Trieste, 3 CO Sala Attesa 12 PRESENZIATA Barasso Stazione di Barasso via F.Rossi, 42 VA Sala Attesa + Atrio 45 PRESENZIATA Bollate

Dettagli

Trentino in Rete. Trento, 13 marzo 2008

Trentino in Rete. Trento, 13 marzo 2008 Trentino in Rete Trento, 13 marzo 2008 Lo stato di attuazione (dorsale in fibra ottica) Tratte lineari Progettate: 219 km In fase di appalto: 240 km In fase di realizzazione: 81 km Realizzate: 183 km Totale

Dettagli

BANDO DI GARA AVVISO DI PRECISAZIONE 26/10/2012

BANDO DI GARA AVVISO DI PRECISAZIONE 26/10/2012 BANDO DI GARA Progettazione, Fornitura e posa in opera, avvio operativo, collaudo e manutenzione in garanzia di un sistema di controllo autorizzato degli accessi al centro della Città di Prato AVVISO DI

Dettagli

DESCRIZIONE DEL PROGETTO, DEGLI INTERVENTI E DELLA GESTIONE DEI SERVIZI

DESCRIZIONE DEL PROGETTO, DEGLI INTERVENTI E DELLA GESTIONE DEI SERVIZI FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Piano di Sviluppo Locale 2007/2013 Gruppo d Azione Locale di Valle Camonica e Val di Scalve Valle Camonica Val di Scalve Provincia di Brescia Provincia di Bergamo

Dettagli

Programma di sviluppo rurale 2007-2013

Programma di sviluppo rurale 2007-2013 Programma di sviluppo 2007-2013 Allegato 16: ELENCO COMUNI IN AREE C E D IN DIGITAL DIVIDE L accesso alle infrastrutture di telecomunicazione a larga banda e alle tecnologie informatiche evolute è riconosciuto

Dettagli

PINNA ROSSELLA SINDACO

PINNA ROSSELLA SINDACO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DLg N. 172 del 12-09-2012 OGGETTO Contenimento della spesa e miglioramento dell'efficienza. Approvazione del progetto esecutivo per la realizzazione di una dorsale in

Dettagli

Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese

Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese Pres. Egidio Cadamuro Pag. 1 La mancata disponibilità di servizi di comunicazione in banda larga

Dettagli

I canali di comunicazione

I canali di comunicazione I canali di comunicazione tipo velocità min velocità max doppino telefonico 300bps 10 mbps micro onde 256kbps 100 mbps satellite 256kbps 100 mbps cavo coassiale 56 kbps 200 mbps fibra ottica 500 kbps 10

Dettagli

Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili

Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili Una estesa e moderna rete in Fibra Ottica Retelit è l operatore indipendente leader nel mercato wholesale grazie a Una rete costruita lungo le strade

Dettagli

RELAZIONE SUL TRASPORTO PUBBLICO DEL COMUNE DI BORNO

RELAZIONE SUL TRASPORTO PUBBLICO DEL COMUNE DI BORNO RELAZIONE SUL TRASPORTO PUBBLICO DEL COMUNE DI BORNO La mobilità fa capo all unica strada importante che interessa Borno: la S.P. 5 Malegno Borno Confine Bergamasco che, attraversando il territorio comunale

Dettagli

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI SOLARUSSA, URAS E VILLAURBANA

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI SOLARUSSA, URAS E VILLAURBANA CONSULMEDIA SRL STUDIO TECNICO PER. IND. DE GREGORIO ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI SOLARUSSA, URAS E VILLAURBANA PAESEDIGIT@LE Panchine intelligenti, wifi e videosorveglianza Specifiche Tecniche progetto

Dettagli

La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica

La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica goffredo.cerquozzi@tin.it 31 gennaio 2008 Villa Mondragone Monte Porzio Catone RETE IN RAME Centrale borchia cavetto di raccordo armadio di distribuzione altri

Dettagli

COMUNE DI MALEGNO Provincia di Brescia

COMUNE DI MALEGNO Provincia di Brescia COMUNE DI MALEGNO Provincia di Brescia Altopiano del Sole Relazione della Giunta Comunale al bilancio di previsione 2008. Anche quest anno la Giunta vuole sottoporre all approvazione del Consiglio Comunale

Dettagli

OFFERTA ADSL WIRELESS

OFFERTA ADSL WIRELESS OFFERTA ADSL WIRELESS Versione: 2.0 Data: 06/05/2011 Autore: Tgi solution Srl Pag. 2 di 7 INDICE 1 ADSL WIRELESS 4 2 COME FUNZIONA L ADSL WIRELESS 4 3 SERVIZIO DI SOPRALUOGO 4 4 SERVIZIO DI INSTALLAZIONE

Dettagli

NGN & WIFI PROMOSSI DALLA PA

NGN & WIFI PROMOSSI DALLA PA Il Trentino Territorio d innovazione Mario Groff mario.groff@trentinonetwork.it L infrastrutturazione in larga banda ed in fibra ottica sono elementi abilitanti allo sviluppo imprenditoriale, dei servizi

Dettagli

Trentino in Rete. Trentini connessi. PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Reti e Telecomunicazioni

Trentino in Rete. Trentini connessi. PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Reti e Telecomunicazioni Trentino in Rete Trentini connessi PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Reti e Telecomunicazioni Trentino in Rete vuol dire Internet ad alta velocità in tutta la provincia per allargare conoscenze ed

Dettagli

Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA

Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA L Agenda Digitale Europea e l Emilia-Romagna Banda Larga

Dettagli

Soluzione Tecnica per la Piccola e Media Impresa

Soluzione Tecnica per la Piccola e Media Impresa Soluzione Tecnica per la Piccola e Media Impresa 1 di 21 Sommario 1 INTRODUZIONE... 3 2 PROGETTO ABRUZZO... 4 2.1 ANELLO IN FIBRA OTTICA... 4 2.2 DISTRIBUZIONE OTTICA PER COMUNI LUNGO LE DIRETTRICI DI

Dettagli

Trentino in Rete: il progetto nella Comunità territoriale della Valle di Fiemme

Trentino in Rete: il progetto nella Comunità territoriale della Valle di Fiemme Trentino in Rete: il progetto nella Comunità territoriale della Valle di Fiemme 28 aprile 2011-1 - Il contesto 1/2 La digitalizzazione, l innovazione e la disponibilità di infrastrutture a larga banda

Dettagli

Pubbliche Amministrazioni ed Enti Locali. Esigenze di connettività intersede. Esigenze di connettività IP. Esigenze di connettività di servizio

Pubbliche Amministrazioni ed Enti Locali. Esigenze di connettività intersede. Esigenze di connettività IP. Esigenze di connettività di servizio Università di Cagliari conferenza GARR_05 la Rete dapertutto Pisa 10-13 Maggio 2005 Rete Civica multiservizi nell area metropolitana di Cagliari Campus networks e MAN Gianni Fenu Contesto istituzionale

Dettagli

SICUREZZA INTEGRATA Realizzazione della interconnessione tra le sale operative delle forze dell ordine UDINE 6 LUGLIO 2009

SICUREZZA INTEGRATA Realizzazione della interconnessione tra le sale operative delle forze dell ordine UDINE 6 LUGLIO 2009 SICUREZZA INTEGRATA Realizzazione della interconnessione tra le sale operative delle forze dell ordine UDINE 6 LUGLIO 2009 Direttore Centrale - Guglielmo Berlasso Protezione Civile della Regione 03 Luglio

Dettagli

Grandi carnivori: Diffondere la conoscenza per Educare alla convivenza

Grandi carnivori: Diffondere la conoscenza per Educare alla convivenza Grandi carnivori: Diffondere la conoscenza per Educare alla convivenza TUTELA DEI GRANDI CARNIVORI SULLE ALPI PROGETTO CANDIDATO AL BANDO 2009 DELLA FONDAZIONE CARIPLO Sistematizzare e diffondere la conoscenza

Dettagli

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO. Fornitura e posa apparati di rete dati comprensiva di integrazione cablaggi dell'edificio 8.

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO. Fornitura e posa apparati di rete dati comprensiva di integrazione cablaggi dell'edificio 8. Pag 1 di 6 Pag 2 di 6 Descrizione Generale L impianto prevede la fornitura, installazione, messa in esercizio e collaudo di una rete dati e per il collegamento di un edificio nuovo, denominato Edificio

Dettagli

Indagine sulla conoscenza e fruizione del patrimonio culturale: verso l Osservatorio per la Cultura e il Turismo della Valle Camonica

Indagine sulla conoscenza e fruizione del patrimonio culturale: verso l Osservatorio per la Cultura e il Turismo della Valle Camonica Indagine sulla conoscenza e fruizione del patrimonio culturale: verso l Osservatorio per la Cultura e il Turismo della Valle Camonica VISION E MISSION DELL OSSERVATORIO VISION Diventare il luogo di osservazione

Dettagli

Formato europeo per il curriculum vitae

Formato europeo per il curriculum vitae Formato europeo per il curriculum vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome Martinelli Elisa Indirizzo Via Giovanni Pascoli, 25 25040 Artogne (Brescia) Telefono 0364 / 598756 Tel. Cellulare 349 / 7140850 Fax 0364

Dettagli

COMUNITA MONTANA DI VALLE CAMONICA 25043 Breno (Brescia) ***** N. 93

COMUNITA MONTANA DI VALLE CAMONICA 25043 Breno (Brescia) ***** N. 93 COMUNITA MONTANA DI VALLE CAMONICA 25043 Breno (Brescia) ***** Verbale di deliberazione della Giunta Esecutiva N. 93 OGGETTO: REGIONE LOMBARDIA BANDO VOUCHER DIGITALE. Approvazione proposta progettuale,

Dettagli

INTERNET WIRELESS VELOCE

INTERNET WIRELESS VELOCE INTERNET WIRELESS VELOCE EOLO porta internet a banda ultra-larga ovunque, senza fili né contratto telefonico, anche dove gli altri non arrivano. Con EOLO navighi veloce, senza complicazioni e senza sorprese.

Dettagli

una Rete Regionale di Eccellenza Gabriele Falciasecca febbraio 2011

una Rete Regionale di Eccellenza Gabriele Falciasecca febbraio 2011 una Rete Regionale di Eccellenza Gabriele Falciasecca febbraio 2011 1 Gli obiettivi della L.R. n. 11 del 2004 Promuovere l Information Communication Technology (ICT) Intervento integrato per pubbliche

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO. Trentino in Rete. Settembre 2014

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO. Trentino in Rete. Settembre 2014 Trentino in Rete Settembre 2014-1- Gli obiettivi Sviluppo della società dell informazione Le infrastrutture telematiche come elemento fondamentale per lo sviluppo economico e sociale del territorio provinciale

Dettagli

SERVIZI PER LA RICERCA DEL LAVORO

SERVIZI PER LA RICERCA DEL LAVORO SERVIZI PER LA RICERCA DEL LAVORO ACLI SPORTELLO INFORMA LAVORO COSA FA Colloquio, compilazione di un questionario informativo, consegna di materiale informativo, aiuto a compilare curriculum vitae e lettera

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO TURISTICO DEL SISTEMA TURISTICO LA SUBLIMAZIONE DELL ACQUA

PROGRAMMA DI SVILUPPO TURISTICO DEL SISTEMA TURISTICO LA SUBLIMAZIONE DELL ACQUA PROGRAMMA DI SVILUPPO TURISTICO DEL SISTEMA TURISTICO LA SUBLIMAZIONE DELL ACQUA (art. 4 legge regionale n. 15/ 2007, Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo ) PROCEDIMENTO DI VALUTAZIONE

Dettagli

Comune di Novara PROGETTO CAVOUR

Comune di Novara PROGETTO CAVOUR Comune di Novara PROGETTO CAVOUR Oggetto: Progetto Cavour. Nell ambito del progetto regionale RUPAR2 e dello sviluppo della rete civica comunale è in corso di valutazione la fattibilità di interconnettere

Dettagli

Per la Banda Larga in Valle ora i comuni sceglieranno l operatore più conveniente

Per la Banda Larga in Valle ora i comuni sceglieranno l operatore più conveniente Poste Italiane Stampe in A.P. art. 2/b 45% legge 662/1996 Filiale Brescia Contiene IP Prezzo 1,00 Anno XXIV - N 10-10 luglio 2010 - Editore A. G. Zanolli - Responsabile E. Carbone. Autoriz. Trib. di BS

Dettagli

Tutto ciò premesso, si stipula e si conviene quanto segue

Tutto ciò premesso, si stipula e si conviene quanto segue PROTOCOLLO TRA I COMUNI DI BIENNO, BRENO, MALEGNO, NIARDO E PRESTINE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INFORMATIVI ALL UNIONE DEI COMUNI DEGLI ANTICHI BORGHI DI VALLECAMONICA L anno duemilaundici, il giorno

Dettagli

Progetto Banda Larga con tecnologia. WiMax. nel Comune di Bentivoglio

Progetto Banda Larga con tecnologia. WiMax. nel Comune di Bentivoglio Progetto Banda Larga con tecnologia WiMax nel Comune di Bentivoglio Indice La copertura della banda larga... Specifiche di progetto per la copertura del territorio del Comune di Bentivoglio... Potenze

Dettagli

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network)

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Provincia autonoma di Trento Servizio Semplificazione e Sistemi Informativi ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Pagina 1 di 11 INDICE 1 PREMESSA 2 LE COMPONENTI

Dettagli

6-12 settembre BORNO. Bando di selezione

6-12 settembre BORNO. Bando di selezione Workshop residenziale Graffi di china e graffiti su roccia! Dai graffiti su roccia ai segni su carta e computer, per raccontare le storie, la storia e le storielle 6-12 settembre BORNO Bando di selezione

Dettagli

Infratel: dalla fase di start - up..

Infratel: dalla fase di start - up.. INFRASTRUTTURE DI RETE PER IL MEZZOGIORNO Il piano Infratel Salvatore Lombardo Resp Infrastrutturazione RETE Catania 19 Maggio 2006 1 Infratel: dalla fase di start - up.. 13 Novembre 2003 22 Dicembre 2003

Dettagli

Offerta ERMES Operatori. Avviso OEO-1 501. Offerta ERMES Operatori AVVISO

Offerta ERMES Operatori. Avviso OEO-1 501. Offerta ERMES Operatori AVVISO Offerta ERMES Operatori AVVISO per la concessione agli operatori di comunicazione elettronica di risorse della Rete Pubblica Regionale (RPR) ai sensi della D.G.R. 1 37 3 del 1 8 luglio 2 01 4 ID AVVISO:

Dettagli

NT-3 Norma Tecnica di collaudo degli impianti in fibra ottica NT-3. Norma Tecnica DI COLLAUDO DEGLI IMPIANTI IN FIBRA OTTICA.

NT-3 Norma Tecnica di collaudo degli impianti in fibra ottica NT-3. Norma Tecnica DI COLLAUDO DEGLI IMPIANTI IN FIBRA OTTICA. NT-3 Norma Tecnica DI COLLAUDO DEGLI IMPIANTI IN FIBRA OTTICA Abstract Questo documento contiene le modalità di collaudo tecnico degli impianti in fibra ottica di Infratel. Tale documento sarà il riferimento

Dettagli

I VIAGGI DEI MUSEI DI VALLE CAMONICA PROPOSTE DI VIAGGIO 2 GIORNI / 1 NOTTE

I VIAGGI DEI MUSEI DI VALLE CAMONICA PROPOSTE DI VIAGGIO 2 GIORNI / 1 NOTTE I VIAGGI DEI MUSEI DI VALLE CAMONICA quando viaggiare diventa un modo di stare per via e condividere con alcuni compagni di viaggio: la scoperta di nuove terre, la comprensione della loro vita intima e

Dettagli

SCHEMA ACCORDO PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI DI USO SU INFRASTRUTTURE FRA. Il Comune di Ponte di Piave di seguito denominato Comune, con

SCHEMA ACCORDO PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI DI USO SU INFRASTRUTTURE FRA. Il Comune di Ponte di Piave di seguito denominato Comune, con SCHEMA ACCORDO PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI DI USO SU INFRASTRUTTURE FRA Il Comune di Ponte di Piave di seguito denominato Comune, con sede in Ponte di Piave Piazza G. Garibaldi n 1, C.F. 80011510262

Dettagli

ADSLSUBITO.IT. WEB: www.adslsubito.it Email: info@adslsubito.it. Documentazione tecnica

ADSLSUBITO.IT. WEB: www.adslsubito.it Email: info@adslsubito.it. Documentazione tecnica WEB: www.adslsubito.it Email: info@adslsubito.it Documentazione tecnica Broadband immediata nei Comuni medio/piccoli Decreto Ministero delle Telecomunicazioni 4 Ottobre 2005 DECRETO LANDOLFI : BANDA LARGA

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 995 DEL REGISTRO GENERALE ASSUNTA IL GIORNO: 10/09/2015

DETERMINAZIONE N. 995 DEL REGISTRO GENERALE ASSUNTA IL GIORNO: 10/09/2015 DETERMINAZIONE N. 995 DEL REGISTRO GENERALE ASSUNTA IL GIORNO: 10/09/2015 DA UFFICIO: POLIZIA LOCALE SERVIZIO: SERVIZIO POLIZIA LOCALE CENTRO DI COSTO: GESTIONE PROGETTO SICUREZZA DEL TERRITORIO PL OGGETTO:

Dettagli

Prof.ssa Sara Michelangeli. Computer network

Prof.ssa Sara Michelangeli. Computer network Prof.ssa Sara Michelangeli Computer network Possiamo definire rete di computer (Computer network) un sistema in cui siano presenti due o più elaboratori elettronici ed i mezzi per connetterli e che consenta

Dettagli

Rete a Larga Banda GRANDE MANTOVA Il progetto GRANDE MANTOVA Obbiettivi : affrontare insieme problematiche comuni per il bene del territorio e dei cittadini Temi : viabilità e mobilità, sicurezza, piani

Dettagli

P r o v i n c i a A u t o n o m a d i T r e n t o SESTA RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLA MANOVRA ANTICONGIUNTURALE

P r o v i n c i a A u t o n o m a d i T r e n t o SESTA RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLA MANOVRA ANTICONGIUNTURALE P r o v i n c i a A u t o n o m a d i T r e n t o SESTA RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLA MANOVRA ANTICONGIUNTURALE ai sensi dell art. 74 della legge provinciale 28 marzo 2009, n. 2 Disposizioni

Dettagli

LA BANDA LARGA IN VAL SUSA È REALTÀ

LA BANDA LARGA IN VAL SUSA È REALTÀ LA BANDA LARGA IN VAL SUSA È REALTÀ PRESENTAZIONE DEI LAVORI DI FORNITURA E GESTIONE DI CONNETTIVITÀ IN BANDA LARGA PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DELLA VALLE DI SUSA La prima fase è terminata Rispettando

Dettagli

1. DEFINIZIONE DELLA TOPOLOGIA DELLA RETE RADIO... 3 2. DESCRIZIONE DEGLI APPARATI RADIO... 4 3. DISTRIBUZIONE DEGLI APPARATI RADIO...

1. DEFINIZIONE DELLA TOPOLOGIA DELLA RETE RADIO... 3 2. DESCRIZIONE DEGLI APPARATI RADIO... 4 3. DISTRIBUZIONE DEGLI APPARATI RADIO... INDICE 1. DEFINIZIONE DELLA TOPOLOGIA DELLA RETE RADIO... 3 2. DESCRIZIONE DEGLI APPARATI RADIO... 4 3. DISTRIBUZIONE DEGLI APPARATI RADIO... 5 4. ALLEGATI TECNICI... 7 Pagina 2 di 7 1. DEFINIZIONE DELLA

Dettagli

REP. N. COMUNE DI PROVINCIA DI

REP. N. COMUNE DI PROVINCIA DI REP. N. COMUNE DI PROVINCIA DI CONVENZIONE PER INSTALLAZIONE DI APPARATI RADIO LAN PER SERVIZI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA WIRELESS TRA IL COMUNE DI E LA DITTA WIRELESS VERONA S.R.L. Con la presente scrittura

Dettagli

Esame di INFORMATICA COS E UNA RETE. Lezione 6 COMPONENTI DI UNA RETE VANTAGGI DI UNA RETE

Esame di INFORMATICA COS E UNA RETE. Lezione 6 COMPONENTI DI UNA RETE VANTAGGI DI UNA RETE Università degli Studi di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA A.A. 2008/09 COS E UNA RETE Una rete informatica è un insieme di PC e di altri dispositivi che sono collegati tra loro tramite

Dettagli

Adesioni Privati Sistema Turistico "La Sublimazione dell'acqua"

Adesioni Privati Sistema Turistico La Sublimazione dell'acqua Adesioni Privati Sistema Turistico "La Sublimazione dell'acqua" 1 a.c. di abondio giovanni centro assistenza caldaie gianico BS 2 ABBIGLIAMENTO martinelli franca emma e c snc artogne BS 3 abondio domenico

Dettagli

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro La banda larga tra presente e futuro Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della Banda Larga. Le iniziative nella provincia di Belluno Villa Patt di Sedico Belluno,18 marzo 2009 A cura di:

Dettagli

Tecnologie e potenzialità della banda larga

Tecnologie e potenzialità della banda larga Tecnologie e potenzialità della banda larga Unione degli Industriali di Pordenone 1 febbraio 2010 Dip. di Ingegneria Elettrica Gestionale e Meccanica Università degli Studi di Udine Pier Luca Montessoro

Dettagli

Trentino Territorio dell Innovazione

Trentino Territorio dell Innovazione DIPARTIMENTO INNOVAZIONE, RICERCA E I.C.T. Trentino Territorio dell Innovazione Presentazione sintetica dei progetti della Provincia Autonoma Trento in relazione alla banda larga e ultralarga La vision

Dettagli

UIRNET PER LA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SECURITY PRESSO LE STRUTTURE LOGISTICHE INTERMODALI (INTERPORTI) DI PRIMO LIVELLO

UIRNET PER LA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SECURITY PRESSO LE STRUTTURE LOGISTICHE INTERMODALI (INTERPORTI) DI PRIMO LIVELLO BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA ACCELERATA Relativa alla: GARA UIRNET PER LA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SECURITY PRESSO LE STRUTTURE LOGISTICHE INTERMODALI (INTERPORTI) DI PRIMO LIVELLO Risposte

Dettagli

il contributo della multiutility locale al superamento del divario digitale nell Appennino Emiliano Castello di Sarzano, 29 ottobre 2011

il contributo della multiutility locale al superamento del divario digitale nell Appennino Emiliano Castello di Sarzano, 29 ottobre 2011 il contributo della multiutility locale al superamento del divario digitale nell Appennino Emiliano Castello di Sarzano, 29 ottobre 2011 1 La rete in fibra ottica regionale La Regione Emilia Romagna, in

Dettagli

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA 1 IL QUADRATO DELLA RADIO Le nuove realtà del mondo ICMT: la rete, gli operatori e l l industria L' IMPIEGO DELLE TECNOLOGIE WIRELESS PER

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO. Trentino in Rete: il progetto nella Comunità Valsugana e Tesino 17 maggio 2011

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO. Trentino in Rete: il progetto nella Comunità Valsugana e Tesino 17 maggio 2011 Trentino in Rete: il progetto nella Comunità Valsugana e Tesino 17 maggio 2011-1 - Il contesto 1/2 La digitalizzazione, l innovazione e la disponibilità di infrastrutture a larga banda sono le leve attraverso

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RICEZIONE E LA DISTRIBUZIONE DEI PROGRAMMI TV VIA CAVO

REGOLAMENTO PER LA RICEZIONE E LA DISTRIBUZIONE DEI PROGRAMMI TV VIA CAVO REGOLAMENTO PER LA RICEZIONE E LA DISTRIBUZIONE DEI PROGRAMMI TV VIA CAVO CAPITOLO I Norme generali Applicazione Art. 1 Il presente regolamento, regola la costruzione, l esecuzione, la manutenzione e il

Dettagli

ARGOMENTI. Euro.PA s.r.l.

ARGOMENTI. Euro.PA s.r.l. INIZIATIVE A BANDA LARGA CONNESSIONI IN RETE PER UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO DELL ALTOMILANESE 14 NOVEMBRE 2012 ARGOMENTI 1. La banda Larga nell Altomilanese; 2. Progetti di connessione in rete: i finanziamenti

Dettagli

RETE CIVICA PIEVENET Progetto completo di una rete WLAN in standard 802.11b-g di IW5CDF Perito Elettronico Guido Galletti

RETE CIVICA PIEVENET Progetto completo di una rete WLAN in standard 802.11b-g di IW5CDF Perito Elettronico Guido Galletti RETE CIVICA PIEVENET Progetto completo di una rete WLAN in standard 802.11b-g di IW5CDF Perito Elettronico Guido Galletti Premessa: Questo è il primo di una serie di articoli dedicati al WIFI. Si descrive

Dettagli

Progetto per la realizzazione di infrastrutture di rete in Banda Larga con tecnologia Hiperlink/Wireless

Progetto per la realizzazione di infrastrutture di rete in Banda Larga con tecnologia Hiperlink/Wireless Progetto per la realizzazione di infrastrutture di rete in Banda Larga con tecnologia Hiperlink/Wireless La soluzione wdsl wireless alla portata di tutti 1 Premessa A seguito del recentissimo Decreto Legge

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI VALLECAMONICA-SEBINO

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI VALLECAMONICA-SEBINO AZIENDA SANITARIA LOCALE DI VALLECAMONICA-SEBINO Sede Legale: Via Nissolina, 2-25043 - Breno (BS) - Tel. 0364/329.1 - Fax 0364/329310 www.aslvallecamonicasebino.it DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio

Dettagli

OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti

OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti SISTEMA TVCC A TECNOLOGIA I.P. Quantit à Costo Unitario Costo Complessivo OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti Si prevede la videosorveglianza nei corridoi principali ai diversi piani in corrispondenza

Dettagli

A SERVIZIO DEGLI ENTI LOCALI E DEL TERRITORIO PER IL CITTADINO

A SERVIZIO DEGLI ENTI LOCALI E DEL TERRITORIO PER IL CITTADINO LA LARGA BANDA TRA PRESENTE E FUTURO LA LARGA BANDA TRA PRESENTE E FUTURO Le nuove reti tecnologiche a servizio dell innovazione, dello sviluppo e del territorio Mercoledì 18 marzo 2009 SOCIETA INFORMATICA

Dettagli

Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K )

Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K ) Codice Voce Descrizione Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K ) Totale in Iva esclusa = A x

Dettagli

REALIZZAZIONE CABLAGGIO STRUTTURATO RETE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE TITO SARROCCHI DI SIENA

REALIZZAZIONE CABLAGGIO STRUTTURATO RETE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE TITO SARROCCHI DI SIENA REALIZZAZIONE CABLAGGIO STRUTTURATO RETE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE TITO SARROCCHI DI SIENA PROGETTO REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DETERMINANTE DELLA FONDAZIONE MONTE DEI PASCHI DI SIENA SOMMARIO

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

La classificazione delle reti

La classificazione delle reti La classificazione delle reti Introduzione Con il termine rete si intende un sistema che permette la condivisione di informazioni e risorse (sia hardware che software) tra diversi calcolatori. Il sistema

Dettagli

SPI TELECOMUNICAZIONI GROUP SRL Telecomunicazioni connettività sicurezza

SPI TELECOMUNICAZIONI GROUP SRL Telecomunicazioni connettività sicurezza Spett.le: Referente: CLIENTE: Sig./Sig.ra Data: Oggetto: / /2012 WDLS Collegamenti Ns. Riferimento: Spett.le, come da Vs. richiesta, con la presente siamo a fornirvi il computo tecnico economico per quanto

Dettagli

Conferenza Stampa Scuola di Applicazione dell Esercito e Università degli Studi ditorino Sala degli Stemmi, Palazzo Arsenale 27 aprile 2015

Conferenza Stampa Scuola di Applicazione dell Esercito e Università degli Studi ditorino Sala degli Stemmi, Palazzo Arsenale 27 aprile 2015 Conferenza Stampa Scuola di Applicazione dell Esercito e Università degli Studi ditorino Sala degli Stemmi, Palazzo Arsenale 27 aprile 2015 Angela Re Responsabile Reti e Sistemi Cos è la MAN (Metropolitan

Dettagli

Esame di INFORMATICA

Esame di INFORMATICA Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 6 COS E UNA RETE Una rete informatica è un insieme di PC e di altri dispositivi che sono collegati tra loro tramite cavi oppure

Dettagli