FOGNATURE. Luigi Da Deppo e Claudio Datei IDRAULICA, MARITIIMA, AMBIENTALE E GEOTECNICA LIBRERIA INTERNAZIONALE CORTINA PADOVA QUINTA EDIZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FOGNATURE. Luigi Da Deppo e Claudio Datei IDRAULICA, MARITIIMA, AMBIENTALE E GEOTECNICA LIBRERIA INTERNAZIONALE CORTINA PADOVA QUINTA EDIZIONE"

Transcript

1 - UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PADOVA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA IDRAULICA, MARITIIMA, AMBIENTALE E GEOTECNICA Luigi Da Deppo e Claudio Datei FOGNATURE LIBRERIA INTERNAZIONALE CORTINA PADOVA QUINTA EDIZIONE

2 / Indice Indice PREFAZIONE... V INDICE... IX 'l, CAPITOLO l INTRODUZIONE. NORMATIVA GE.l\lERALIT À l 1.2 SOMMARlO DEGLI ARGOMENTI TRATTATI. DEFINIZIONI PRJNCIp ALI. NORl\IIA TIV A Piano del lavoro Definizioni Normativa X-_ CAPITOLO CENNI DI IDROLOGIA l PREMESSE ELABORAZIONE DELLE PRECTPIT AZIONI Tempo di corrivazione o di concentjazione Pluviometria. Definizioni Equazione di possibilità pluviometrica Generalità. Metodo dei casi critici Metodo di Gumbel Test di adattamento di Pearson Indicazioni sul periodo di ritorno Alcune applicazioni Eventi con T,.= l anno... ~ Applicazione. Test di adattamento di Pearson alle precipitazioni di massima intensità registrate a Padova... 3~ X CAPITOLO RICIDAMI DI IDRAULICA PREMESSE MOTO UNIFORME Formule del moto uniforme Canali cilindrici o prismatici Canali con sezioni composte IX

3 FOGNATURE Applicazione: calcolo della portata a moto uniforme in un collettore composto MOTO PERMAJ\I"ENTE Moto permanente gradualmente vario a portata costante Impostazione differenziale per un collettore cilindrico o prismatico Applicazione: calcolo del profi lo di rigurgito in un canale Moto permanente con inunissione di portata lungo il percorso Generalità Confluenze Moto con portata variabile lungo il percorso Fenomeni localizzati. Processi dissipativi Generalità Risalto Applicazione. Progetto di una vasca di dissipazione Salti di fondo Applicazione. Dissipazione di un getto libero CENNI SUL TRASPORTO SOLIDO X: CAPITOLO "" -; RETI DI FOGNATURA: TRACCIATI E PROFILI ELEMENTI FONDAMENTALI PER LA SCELTA DEL TRACCIATO E DEL PROFILO A.l"'l"DAMENTO PLANIMETRICO DELLE RETI ANDAMENTO ALTIMETRICO DELLE RETI DELIMITAZIONE DELLE AREE SCOLANTI [N SUFFICIENZA DELLE RETI URBANE E PROVVEDIMENTI RELA- TIVI CAPITOLO ,- CALCOLO DELLE PORTA TE INFLUENZA DELLA SUPERFICIE SCOLANTE..., COEFFICIENTI DI DEFLUSSO METODI DI CALCOLO DELLE PORTATE MASSIME Generalità Metodo cinematico o razionale Fondamenti del metodo Metodo dell'invaso Premessa Equazioni fondamentali

4 /Julice Sezioni chiuse. Coefficiente uclometrico Sezioni aperte. Coefficiente udomelrico... l Volume d'invaso da assumersi nelle reti di fognatura Calcolo della portata di piena per un collettore di fognatura Applicazione: dimensionamento della fognatura bianca di un quartiere con il metodo dell'invaso PORTATA DELLE ACQUE NERE TABELLA TIPO PER LA PRESENTAZIONE DEI CALCOLI ~~~~~:;~:E~.~;:;~~~~~~~; ;.;:~~~~;~~;.~~~~~~~~~ ;oo~ ~ E VERIFICHES1ATICHE l~~ \ 6.1 INTRODUZIONE FORMA DELLE SEZTONI MATERIALI PER CONDOTTE DI FOGNATUR~ Premessa Condotte di grès e di conglomerato cementizio con rivestimento di grès Tubazioni di conglomerato cementizio con rivestimento di resina Tubazioni di fibrocemento Tubazioni d'acciaio Tubazioni di ghisa Tubazioni di PVC rigido Tubazioni di polietilene Condotte di vetroresioa (PRFY) ~- 6.4 CONDOTTE PER FOGNATUR~:S? Premessa Condotte di conglomerato cementizio } ~::~~~~:~~.. ~~.~~~~-~-~~~~-~ ~ ~~-t-~~~... ~~~~~~~-~ ~~~:.~~~~:~.~~~~:~~~-~-~~~-~~~~~~- - -~ 6.5 CONDOTTE PER FOGNATURA MISTA ~ 6.6 POSA DELLE CONDOTTE Generalità sugli scavi Criteridiposa... :... l Posa delle condotte con microtunneling BLOCCHI D'ANCORAGGIO Analisi statica Applicazione. Blocco d'ancoraggio COMPORTAMENTO STATICO DELLE CONDOTTE Generalità XI

5 FOGNATURE Classificazione del comp01tamento statico Generalità Tubi rigidi Tubi flessibili Tubi semi-rigidi Criteri di posa. Azione del rinterro e dci sovraccarichi Generalità. Tipi di trincea Posa in trincea stretta Posa in trincèa larga Posa in trincea stretta con rijlterro indefinito Caso di due condotte posate nella stessa trincea allo stesso livello Condotte posate nella stessa u incea a 1ivell i differenti Azione dei sovraccarichi verticali Generai ità Modalità di diffusione del sovraccarico accidentale Carichi concentrati secondo il convoglio tipo Convoglio di composizione qualsiasi Sovraccarichi distribuiti Azioni dovute all'acqua Posa in presenza d'una falda Peso dell'acqua contenuta nel tubo Alcune caratteristiche delle terre VERIFICHE Dl STABILITÀ Criteri generali Verifica convenzionale Modalità di rottura Appoggio tipo A Appoggio tipo Appoggio tipo C Coefficienti di sicurezza Statica delle condotte Generalità t Verifica statica in regime elastico Condotte nessibili APPLICAZIONI O.l Condotta flessibile posta in trincea stretta Condotta rigida in trincea larga Condotta rigida in trincea stretta

6 indice 6. 1 l Ispezione e Pulizia delle condotte fognarie Ispezione delle condotte fognarie l Pulizia delle condotte fognarie CAPITOLO OPERE D'ARTE RICORRENTI PRE!V1ESSE CUNETTE Pendenza trasversale delle strade... : Idraulica delle cunette Applicazione. Calcolo della portata di una cunetta CADITOIE STRADALI É Tipi di caditoie Nonne Idraulica delle caditoie Efficienza e rendimento Dimensioni di una grata Applicazione. Efficienza di una caditoia; lunghezza della grata Dimensioni di una bocca di lupo... ; Appl.icazione. Caditoia a bocca di lupo; calcolo della lunghezza dalla luce Portata captata dalle caditoie in un avvallamento Applicazione. Scala delle portate di una caditoia posta in un avvallamento POZZETTI : ~ Pozzetti d'ispezione Pozzetti di alloggio dei sifoni di cacciata Generalità Sifone Contarino Sifone Milano Pozzetti da neve CAPITOLO OPERE D'ARTE PARTICOLARI GENERALITÀ IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO PER FOGNATURE Tipi d'in1pianto ~ Criteri di progetto delle opere civili Volumi da assegnare alle vasche di raccolta xm

7 FOGNA7'UR1: Applicatione: dimensionamento di una vasca per stazione di sollevan1cnto Restituzione delle acque sollevate Impianto di sollevamento a un corso d'acqua con eventuale funzionamento d eu' immissione a sifone Affidabilità c ridondanza Generalità Affidabilità degli elementi in serie Affidabilità degli elementi in parallelo Affidabilità di sistemi in parallelo per produzioni comprese t1 a la rninlrna e la n1assima Ridondanza Costo dell'affidabilità ottenuta per ridondanza Applicazione Considerazioni sulla disponibilità dei volumi d'invaso nelle stazioni di sollevamento Scarico d'emergenza negli impianti di sollevamento Ventilazione Griglie OPERE ELETTROMECCANICHE DEI SOLLEV AMENTl. CENNI Premesse Generalità sul rapporto pompa-motore Motori elettrici. Cenni TeJlsione di alimentazione del motore Potenza di progetto e struttura dell'impianto elettrico Scelta della tensione di alimentazione dell'impianto Influenza delle caratteristiche del sistema eli alimentazione sui motoii. Alimentazione di tiserva....' l Effetti delle variazioni di tensione e frequenza Effetto di tensioni e correnti non sinusoidali o dissimetriche Commutazione dell'alimentazione fra sorgenti diverse Azionamento elettrico: regolazione e controllo. Automazione SCOLMATORI Generalità Scolmatore a stramazzo laterale Scolmatore a.luce di fondo V ASCE-lE DI PRIMA PIOGGIA Generalità

8 Indice Posizione del problema Qualità delle acque di prima pioggia Fonti dell' inquinamento Relazione tra intensità di pioggia e concentrazione di inquinanti Dati sull' inquinamento delle acque di drenaggio urbano Vasche di prima pioggia. Schemi Terminali portuali e fognature bianche Vasche di lam.inazione nelle reti di fognatura ATTRAVERSAMENTI Attraversamenti dei corsi d'acqua Attraversamenti stradali Attraversamenti ferroviari MISURA DELLE PORTATE NEI COLLETTORI DI FOGNATURA Normativa di riferimento Misura delle portate in canali a pelo libero Misura della portata in condotte a pressione DISSABBIATORI Dissabbiatori longitudinali Dissabbiatore circolare Idroestrattori Teoria elementare dei dissabbiatori longitudinali Impostazione elementare Impostazione secondo Camp DISOLEATORI I Generalità Richia1ni legislativi Normativa di riferimento per il dimensionamento del disoleatore Idraulica delle vasche disoleatrici Tipi di disoleatori Criteri progettuali : Applicazione. Dimensionamento di un disoleatore a servizio di una piccola comunità Applicazione. Dimensionamento di un disoleatore a servizio di un piazzale portuale IO RESTITUZIONE DELLE ACQUE DI FOGNA OPERE DI DISSIPAZIONE Dissipatori U.S.B.R I.2 Applicazione. Dimensionamento di una vasca di dissipazione xv

9 FOGNATURE 8. Il.3 Dissipatore a denti Dissipatore a griglia CAPI'fOLO FOGNATURE IN DEPRESSIONE Generalità e principio di funzionamento Descrizione del sistema Funzionamento Campi d'applicazione Stazione del vuoto CAPITOLO IMPIANTI DI SCARICO DELLE ACQUE DAGLI EDIFICI PREMESSE "' 10.2 SCARICO DELLE ACQ~Ric_f l Portata da smaltire ~ l Applicazione: calcolo della portata meteorica scolante dal tetto di un edificio e dàll'insieme tetto-cortile dell'edificio ~ Dimensionamento della grondaia Applicazione: calcolo della pendenza medja da assegnare a una grondaia Disposizione dei pluviali e forma delle grondaie ~ Dimensionamento del pluviale ' Collettori delle acque pluviali Applkazione: calcolo della tensione tangenziale in una condotta per vari gradi di riempi1nento Condotte per collettori e pluviali. Loro ancoraggio Applicazione: calcolo di una grondaia e di un pluviale per un edificio industriale Manutenz.ione delle grondaie Materiali da adottare per i collettori di acque bianche Pozzetti d'ispezione nelle reti interne Dispersione delle acque meteoricbe ,..:-:-: - :ì "' 10.3 RACCOLTA E ALLONTANAMENTO DELLE ACQU~RE.' Ventilazione degli impianti di scarico Condotte di ventilazione Portata delle acque usate Dimensionamento delle colonne di acque usate Dimensionamento dei collettori di acque usate XVI

10 , - indice Diramazioni di scarico dagli apparecchi l Collettori di scarico interni ai fabbricati Collettori di scarico esterni ai fabbricati Formazione di schjuma e sua prevenzione Ispezione di colonne e collettori Uscita dei couettori dai muri perimetrali Isolamento acustico delle colonne di scarico l Applicazione: dimensionamento dell'impianto di scarico delle acque nere da un edificio civile Materiali per le condotte di scarico di acque nere Vasche condensagrassi per gli edifici IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO INTERNI IO Applicazione: dimensionamento di un impianto di sollevamento per acque nere interno a un edificio CAPITOLO Il\IIPIANTI DI WELL-POINT NELLE COSTRUZIONI IDRAULICHE INTRODUZIONE l 1.2 Caratteristiche e proprietà delle terre. L'acqua nel terreno l Proprietà inruci Classificazione granulometrica Pressione totale. Pressione effe-ttiva Moti filtranti Leggi di resistenza al moto Coefficiente di filtrazione Nota: Moto dell'acqua negli acquiferi naturali l 1.4 DRENAGGIO DELLA FALDA Premessa Metodo well-point J Genera.lità l Well-point con eduttore a getto l Drenaggio eseguito mediante la creazione del vuoto Pozzi profondi Pozzi ili sfogo... : APPLICAZIONE DELLA TEORIA IDRAULICA IN CONDIZIONI DI MOTO PERMANENTE l 1.5.l Abbassamento della falda freatica e calcolo della portata da emungere Applicazione. Calcolo della portata da un dreno..... _ Abbassamento della piezometrica nella falda artesiana XVII

11 FOGNA TU!</: ~ Moto vario in un sistema di pozzi (well-point) Transitorio in un sistema di dreni A.2 Applicazione. Calcolo del drenaggio del terreno per la costru7ione di un canale l Transitorio in un pozzo freatico Applicazione. Calcolo del drenaggio del terreno per la costruzione delle fondamenta di un edificio J Disposizione delle punte di well-point l Disposizione plani metrica Disposizione altimetrica Disattivazione degli impianti APPENDICE A.l. Presentazione A.2. Istruzioni per la progettazione delle fognature e degli impianti di tratramento delle acque di rifiuto A.3. Norme tecniche relative alle tubazioni A.4. Istruzioni relative alla normativa per le tubazioni. Decreto ministero dei lavori pubblici, 12 dicembre A.5. Norme tecniche per gli attraversamenti e per i parallclismi di condotte e canali convoglianti liquidi e gas con ferrovie ed altre linee di trasporto A.6. Delibera 4 febbraio Criteri, metodologie e norme tecniche generai i di cui all'art. 2, lettere b). d) ed e) della legge 10 maggio 1976, n. 319, recante norme per la tutela delle acque dall'inquinamento A. 7. Tabelle degli elementi idraulici delle condotte circolari, ovoidal i e a ferro di cavallo, con riempimento parziale A.8. Simboli da usare nei progetti di fognatura BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE INDICE ANALITICO

ACQUEDOTTI. Luigi Da Deppo, Claudio Dolei, Virgilio FioroHo e Paolo Salandin. LIBRERIA l NTERNAZI ONALE CORTINA PADOVA TERZA EDIZIONE

ACQUEDOTTI. Luigi Da Deppo, Claudio Dolei, Virgilio FioroHo e Paolo Salandin. LIBRERIA l NTERNAZI ONALE CORTINA PADOVA TERZA EDIZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PADOVA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA IDRAULICA, MARITI! MA, AMBIENTALE E GEOTECNICA Luigi Da Deppo, Claudio Dolei, Virgilio FioroHo e Paolo Salandin ACQUEDOTTI LIBRERIA l NTERNAZI

Dettagli

Il/La sottoscritto/a, in qualità di progettista

Il/La sottoscritto/a, in qualità di progettista Foglio n 1 di 9 CHECK LIST DI ASSEVERAZIONE DEI CONTENUTI DEL PROGETTO ESECUTIVO Il/La sottoscritto/a, in qualità di progettista delle opere fognarie comprese nel Piano Urbanistico denominato. in Comune

Dettagli

Sistemi di Fognature o Sistemi di Drenaggio Urbano

Sistemi di Fognature o Sistemi di Drenaggio Urbano Sistemi di Fognature o Sistemi di Drenaggio Urbano Insieme integrato di opere idrauliche atte a raccogliere, convogliare e allontanare dalle zone urbanizzate le acque reflue domestiche ed industriali,

Dettagli

FOGNATURE: DEFINIZIONI, NORMATIVA DI RIFERIMENTO E ORGANIZZAZIONE

FOGNATURE: DEFINIZIONI, NORMATIVA DI RIFERIMENTO E ORGANIZZAZIONE Corso di Costruzioni idrauliche (E.A.) A.A. 2010/2011 FOGNATURE: DEFINIZIONI, NORMATIVA DI RIFERIMENTO E ORGANIZZAZIONE (Appunti tratti dalla lezione del 8/45/2011, non rivisti dal docente) Riferimenti

Dettagli

Indice Equazioni fondamentali Dissipazioni di energia nelle correnti idriche

Indice Equazioni fondamentali Dissipazioni di energia nelle correnti idriche Indice 1 Equazioni fondamentali... 1 1.1 Introduzione... 1 1.2 Equazionedicontinuità... 2 1.3 Principio di conservazione della quantità di moto.... 5 1.4 Principiodiconservazionedellaenergia... 8 1.5 Considerazioniconclusive...

Dettagli

PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI NUOVE RETI FOGNARIE E LA SUCCESSIVA PRESA IN CARICA DA PARTE DI AGESP

PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI NUOVE RETI FOGNARIE E LA SUCCESSIVA PRESA IN CARICA DA PARTE DI AGESP PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI NUOVE RETI FOGNARIE E LA SUCCESSIVA PRESA IN CARICA DA PARTE DI AGESP Busto Arsizio, 12 Dicembre 2011 Sommario 1. Ambito di applicazione...

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICO-SPECIALISTICA COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno SETTORE INTERVENTI SUL TERRITORIO E QUALITA URBANA U.O. PROGETTAZIONE e DIREZIONE LAVORI Oggetto: RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE AREA ARTIGIANALE LE MORELLINE

Dettagli

La progettazione del locale igienico

La progettazione del locale igienico Gli impianti idrico sanitari Prof. Simone Secchi Prof. Gianfranco Cellai Corso di Fisica Tecnica Ambientale e Impianti Tecnici La progettazione del locale igienico 1 Ingombro degli apparecchi sanitari

Dettagli

INDIRIZZI E VINCOLI RELATIVI ALLE MODALITA DI PROGETTAZIONE DI RETI FOGNARIE

INDIRIZZI E VINCOLI RELATIVI ALLE MODALITA DI PROGETTAZIONE DI RETI FOGNARIE INDIRIZZI E VINCOLI RELATIVI ALLE MODALITA DI PROGETTAZIONE DI RETI FOGNARIE 1. Ambito di applicazione...2 2. Definizioni... 2 3. Progetto di nuove urbanizzazioni... 3 4. Prescrizioni tecniche da seguire

Dettagli

INDICE 1. OBIETTIVI... 2 2. RELAZIONE ESPLICATIVA SULLO STATO DEI LUOGHI... 3

INDICE 1. OBIETTIVI... 2 2. RELAZIONE ESPLICATIVA SULLO STATO DEI LUOGHI... 3 INDICE 1. OBIETTIVI... 2 2. RELAZIONE ESPLICATIVA SULLO STATO DEI LUOGHI... 3 2.1 Note introduttive sul territorio... 3 2.2 Sistemi drenanti già esistenti... 3 2.3 Bacini imbriferi principali e sottobacini...

Dettagli

Allegato A SCARICHI DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE

Allegato A SCARICHI DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE COMUNE DI VIADANA REGOLAMENTO DI FOGNATURA Allegato A SCARICHI DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE 1. Domanda di concessione del permesso di allacciamento alla fognatura 1.1 La domanda di concessione del permesso

Dettagli

RELAZIONE TECNICA STAZIONE DI CAPODIMONTE IMPIANTO FOGNARIO Cod. commessa C-TAN-CAP. Pagina 1 di 9

RELAZIONE TECNICA STAZIONE DI CAPODIMONTE IMPIANTO FOGNARIO Cod. commessa C-TAN-CAP. Pagina 1 di 9 Pagina 1 di 9 IMPIANTO DI TRATAMENTO E RECAPITO PER SCARICHI DA INSEDIAMENTO CIVILE E ASSIMILABILI AI DOMESTICI MODALITA ESECUTIVE, CALCOLO, MATERIALI E MANUFATTI D ALLACCIAMENTO DELLA RETE FOGNARIA ACQUE

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Area ITALGAS

COMUNE DI FAENZA Area ITALGAS COMUNE DI FAENZA Area ITALGAS 29 gennaio 2013 RELAZIONE TECNICA RETE FOGNARIA 0. VARIANTE La variante dal punto di vista idraulico riguarda sostanzialmente tre punti: 1. la modifica del piccolo lotto di

Dettagli

Comune di Bertinoro (BO) Fratta Terme - comparto attuativo CA 15

Comune di Bertinoro (BO) Fratta Terme - comparto attuativo CA 15 Comune di Bertinoro (BO) Fratta Terme - comparto attuativo CA 15 Relazione idraulica per il dimensionamento del sistema di smaltimento delle acque meteoriche, reflue e degli invasi di laminazione Luglio,

Dettagli

08/04/2014. Gli scarichi idrici

08/04/2014. Gli scarichi idrici Gli scarichi idrici A seconda della loro origine, le acque di scarico domestiche possono essere: acque nere, quelle provenienti dai servizi igienici; acque grigie, quelle provenienti da lavandini, docce

Dettagli

Relazione tecnica fognatura interna

Relazione tecnica fognatura interna Comune di Monza FARCASA S.R.L. PIANO ATTUATIVO IN VIA CAVALLOTTI Allegato 7 Relazione tecnica fognatura interna Ottobre 2013 (Aggiornamento 26/02/2014) Via Valsugana, 6 20052 Monza Tel 039 745508 e-mail:

Dettagli

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo RELAZIONE IDRAULICA

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo RELAZIONE IDRAULICA COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) per ampliamento attività industriale / artigianale ditta CORTI MARMI & GRANITI S.r.l., via Villaggio Sereno n

Dettagli

Relazione tecnica. Committente Cooperativa Edilizia S. Stefano del Ponte Piazza S. Stefano del Ponte, 8 16039 Sestri Levante

Relazione tecnica. Committente Cooperativa Edilizia S. Stefano del Ponte Piazza S. Stefano del Ponte, 8 16039 Sestri Levante Dott. Ing. Stefano Papini Viale Dante, 97/3 Sestri Levante (Ge) Tel. : 0185 459513, Fax : 010 9301050 E-mail: Stefano_Papini@libero.it Relazione tecnica Committente Cooperativa Edilizia S. Stefano del

Dettagli

Figura 1. Esempio di sedimentazione all interno di una condotta di fognatura.

Figura 1. Esempio di sedimentazione all interno di una condotta di fognatura. LA GESTIONE DELLA RETE IDRAULICA DI DRENAGGIO Gestione della rete di fognatura Il corretto funzionamento della rete di fognatura e di conseguenza la sicurezza idraulica del territorio servito è garantita

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Gestore del Servizio Idrico Integrato all interno dell Ambito Territoriale n. 2 Marche Centro Ancona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Regolamento Fognatura e Depurazione ALLEGATO N. 3/A Prescrizioni

Dettagli

Corso di Costruzioni idrauliche

Corso di Costruzioni idrauliche Ingegneria Civile e Ambientale Corso di Costruzioni idrauliche FOGNATURE Condotte, manufatti ricorrenti Giovanna Darvini Università Politecnica delle Marche Anno Accademico 2011-2012 Condotte per fognatura

Dettagli

Programma Integrato di interventi produttivi nell ambito della zona D5 (in variante al PRG vigente)

Programma Integrato di interventi produttivi nell ambito della zona D5 (in variante al PRG vigente) Sommario Capitolo 1- Rete Idrica. Capitolo 2- Rete Metano. Capitolo 3- Rete elettrica e Telematica. Capitolo 4- Rete fognarie Bianche e Nere. Capitolo 5- Impianti di Pubblica Illuminazione. Relazione e

Dettagli

MATERIALI ED OPERE RICORRENTI

MATERIALI ED OPERE RICORRENTI MATERIALI ED OPERE RICORRENTI Requisiti principali delle condotte per fognatura resistenza meccanica ai carici esterni (ed eventualmente interni); tenuta per impedire la fuoriuscita e l'ingresso dei liquidi;

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE EX SCUOLA LEONARDO DA VINCI E RIATTAZIONE A PALAZZO COMUNALE

RISTRUTTURAZIONE EX SCUOLA LEONARDO DA VINCI E RIATTAZIONE A PALAZZO COMUNALE RISTRUTTURAZIONE EX SCUOLA LEONARDO DA VINCI E RIATTAZIONE A PALAZZO COMUNALE IMPIANTO FOGNARIO ACQUE NERE E BIANCHE 1. Oggetto La presente relazione riguarda l impianto di smaltimento delle acque bianche

Dettagli

RELAZIONE SPECIALISTICA DI CALCOLO

RELAZIONE SPECIALISTICA DI CALCOLO RELAZIONE SPECIALISTICA DI CALCOLO 1 - RETI DI FOGNATURA Il sistema di smaltimento delle acque è di tipo separativo, ossia attraverso due reti distinte vengono convogliate le acque d'origine pluviale e

Dettagli

Fognature. Fognature R1 1/2013. EdilStudio Idraulica è un software prodotto da Cointec srl NAPOLI ITALY www.cointec.it

Fognature. Fognature R1 1/2013. EdilStudio Idraulica è un software prodotto da Cointec srl NAPOLI ITALY www.cointec.it Fognature R1 1/2013 FOGNATURE R1 La soluzione FOGNATURE R1 è costituita da una serie di moduli software realizzati per consentire la progettazione, la verifica e la gestione di una rete di fognatura. Attualmente

Dettagli

7.4 ELEMENTI PER LA PROGETTAZIONE FOGNA

7.4 ELEMENTI PER LA PROGETTAZIONE FOGNA 7.4.1 GENERALITA La rete di fognatura è un complesso di canalizzazioni disposte per la raccolta e l allontanamento dai complessi urbani delle acque superficiali (meteoriche, di lavaggio, ecc.) e di quelle

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA PIANO URBANISTICO ESECUTIVO DI INIZIATIVA PRIVATA per insediamento produttivo di nuovo impianto ad uso artigianale, produttivo e commerciale in Comune di Comacchio Loc. San Giuseppe S.S. 309 Romea Spett.le

Dettagli

FOGNATURE R2. Fognature. EdilStudio Idraulica è un software prodotto da Cointec srl NAPOLI ITALY www.cointec.it

FOGNATURE R2. Fognature. EdilStudio Idraulica è un software prodotto da Cointec srl NAPOLI ITALY www.cointec.it Fognature R2 2/2014 FOGNATURE R2 La soluzione FOGNATURE R2 è costituita da una serie di moduli software realizzati per consentire la progettazione, la verifica e la gestione di una rete di fognatura. Attualmente

Dettagli

CALCOLI IDRAULICI DRENAGGIO DELLA PIATTAFORMA STRADALE

CALCOLI IDRAULICI DRENAGGIO DELLA PIATTAFORMA STRADALE CALCOLI IDRAULICI DRENAGGIO DELLA PIATTAFORMA STRADALE Premesse La rete per l evacuazione delle acque meteoriche dal corpo stradale, viene progettata in maniera da captare la totalità delle acque piovane

Dettagli

FOGNATURA NERA SCHEMA TIPO PER ALLACCIO ALLA PUBBLICA PLANIMETRIE E SEZIONI. Futuro sostenibile. ELABORATO: File: schemi_allaccio2007.

FOGNATURA NERA SCHEMA TIPO PER ALLACCIO ALLA PUBBLICA PLANIMETRIE E SEZIONI. Futuro sostenibile. ELABORATO: File: schemi_allaccio2007. Futuro sostenibile SCHEMA TIPO PER ALLACCIO ALLA PUBBLICA FOGNATURA NERA PLANIMETRIE E SEZIONI ELABORATO: File: schemi_allaccio2007.dwg 1 24 Settembre 2014 Rev Data 301.17 E.T.R.A. S.p.A. - 36061 BASSANO

Dettagli

ALLEGATO A1: DISCIPLINARE TECNICO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DELLE ACQUE METEORICHE E DI DILAVAMENTO

ALLEGATO A1: DISCIPLINARE TECNICO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DELLE ACQUE METEORICHE E DI DILAVAMENTO PARTE A: Ricognizione delle infrastrutture ALLEGATO A1: DISCIPLINARE TECNICO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DELLE ACQUE METEORICHE E DI DILAVAMENTO ALLEGATO DISCIPLINARE TECNICO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO

Dettagli

Riqualificazione Urbana del Centro Commerciale Naturale della Frazione di Torrenieri (CIG Z641110D0A)

Riqualificazione Urbana del Centro Commerciale Naturale della Frazione di Torrenieri (CIG Z641110D0A) COMUNE DI MONTALCINO Provincia di Siena Riqualificazione Urbana del Centro Commerciale Naturale della Frazione di Torrenieri (CIG Z641110D0A) PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE SPECIALISTICA INTERVENTI SU RETI

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Gestore del Servizio Idrico Integrato all interno dell Ambito Territoriale n. 2 Marche Centro Ancona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Regolamento Fognatura e Depurazione ALLEGATO N. 3/A Prescrizioni

Dettagli

PRESCRIZIONI TECNICHE RELATIVE ALLA PROGETTAZZIONE DELLE RETI FOGNARIE IN UN PIANO URBANISTICO ATTUATIVO

PRESCRIZIONI TECNICHE RELATIVE ALLA PROGETTAZZIONE DELLE RETI FOGNARIE IN UN PIANO URBANISTICO ATTUATIVO PRESCRIZIONI TECNICHE RELATIVE ALLA PROGETTAZZIONE DELLE RETI FOGNARIE IN UN PIANO URBANISTICO ATTUATIVO PIANI URBANISTICI ATTUATIVI CIVILI Si deve prevedere la separazione delle reti in bianche e nere

Dettagli

SISTEMI INNOVATIVI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE METEORICHE

SISTEMI INNOVATIVI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE METEORICHE SISTEMI INNOVATIVI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE METEORICHE Geoplast www.geoplast.it Ciclo naturale dell acqua La gestione delle acque meteoriche è importante al fine di ripristinare il naturale ciclo dell

Dettagli

- K - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DELLE RETI FOGNARIE STANDARD PROGETTO SP - TEA - 001.

- K - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DELLE RETI FOGNARIE STANDARD PROGETTO SP - TEA - 001. - K - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DELLE RETI FOGNARIE (revisione 04) Pagina 1 di 11 INDICE Pag. PARTE K RETI FOGNARIE K.1 3 REQUISITI DEI PROGETTI DI FOGNATURE PER NUOVE

Dettagli

DOMANDA ALLACCIO CIVICA FOGNATURA ACQUE BIANCHE E NERE PER INSEDIAMENTO: CIVILE - PRODUTTIVO - INDUSTRIALE (1)

DOMANDA ALLACCIO CIVICA FOGNATURA ACQUE BIANCHE E NERE PER INSEDIAMENTO: CIVILE - PRODUTTIVO - INDUSTRIALE (1) DOMANDA ALLACCIO CIVICA FOGNATURA ACQUE BIANCHE E NERE PER INSEDIAMENTO: CIVILE - PRODUTTIVO - INDUSTRIALE (1) Marca da bollo 16,00 Spazio riservato al Protocollo Al Comune di Albenga P.zza San Michele,

Dettagli

PROGETTO GENERALE PER IL COMPLETAMENTO DELLA RETE FOGNANTE E DELLA RACCOLTA DELLE ACQUE BIANCHE DI VIBO VALENTIA CAPOLUOGO E FRAZIONI

PROGETTO GENERALE PER IL COMPLETAMENTO DELLA RETE FOGNANTE E DELLA RACCOLTA DELLE ACQUE BIANCHE DI VIBO VALENTIA CAPOLUOGO E FRAZIONI COMUNE DI VIBO VALENTIA (VV) PROGETTO GENERALE PER IL COMPLETAMENTO DELLA RETE FOGNANTE E DELLA RACCOLTA DELLE ACQUE BIANCHE DI VIBO VALENTIA CAPOLUOGO E FRAZIONI PROGETTO ESECUTIVO Storia del progetto

Dettagli

Il Comune di Lozzo Atestino sorge sulle pendici del monte omonimo, (320 m.) nell area

Il Comune di Lozzo Atestino sorge sulle pendici del monte omonimo, (320 m.) nell area INQUADRAMENTO GENERALE Il Comune di Lozzo Atestino sorge sulle pendici del monte omonimo, (320 m.) nell area SW dei Colli Euganei. La sua popolazione, pari a circa 3100 abitanti, comprende oltre all abitato

Dettagli

Le previsioni del progetto generale delle fognature di Cividale del Friuli

Le previsioni del progetto generale delle fognature di Cividale del Friuli Relazione idraulica Premesse Il progetto generale delle fognature comunali non è conforme allo standard progettuale del gestore Acquedotto Poiana spa. Ciononostante abbiamo ritenuto indispensabile intervenire

Dettagli

INTERVENTO 1 STRALCIO: URBANIZZAZIONI PROGETTO ESECUTIVO 14) IMPIANTO FOGNATURA NERA E PLUVIALE RELAZIONE TECNICA

INTERVENTO 1 STRALCIO: URBANIZZAZIONI PROGETTO ESECUTIVO 14) IMPIANTO FOGNATURA NERA E PLUVIALE RELAZIONE TECNICA REGIONE PUGLIA INTERVENTO COFINANZIATO DAL PO FESR 2007-2013 ASSE VII LINEA DI INTERVENTO 7.1 AZIONE 7.1.2 CODICE OPERAZIONE FE7.100117 PROGRAMMA INTEGRATO DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE PIRP SAN

Dettagli

COMUNE DI SCHIGNANO Provincia di Como ADEGUAMENTO DELLE RETI FOGNARIE COMUNALI E DELL INTERCONNESSIONE CON QUELLA CONSORTILE

COMUNE DI SCHIGNANO Provincia di Como ADEGUAMENTO DELLE RETI FOGNARIE COMUNALI E DELL INTERCONNESSIONE CON QUELLA CONSORTILE Ing. Robe rto M ag na gh i Ing. A lessandro M agnaghi P.i.e. Paolo Epistolio COMUNE DI SCHIGNANO Provincia di Como ADEGUAMENTO DELLE RETI FOGNARIE COMUNALI E DELL INTERCONNESSIONE CON QUELLA CONSORTILE

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO (PROVINCIA DI MODENA) 41026 Pavullo n/f. - Piazza R. Montecuccoli, 1 AREA SERVIZI TECNICI - SERVIZIO LAVORI PUBBLICI Tel. 0536/29932 - Fax. 0536/324307 OGGETTO D.L. 1010/48

Dettagli

Abstract tratto da www.darioflaccovio.it - Tutti i diritti riservati LE FOGNATURE DEGLI EDIFICI

Abstract tratto da www.darioflaccovio.it - Tutti i diritti riservati LE FOGNATURE DEGLI EDIFICI Paolo Pocecco Enrico Altran LE FOGNATURE DEGLI EDIFICI INDICE Presentazione... pag. 9 1. FINALITÀ DELLA PUBBLICAZIONE...» 11 2. DEFINIZIONI...» 13 3. ADEMPIMENTI PRELIMINARI ALLA PROGETTAZIONE...» 16 3.1.

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

PIANO ATTUATIVO ATR10

PIANO ATTUATIVO ATR10 STUDIO DI INGEGNERIA CIVILE-IDRAULICA Dott. Ing. Michele Giorgio Via Stelvio, 2 24125 Bergamo Tel 035-402214 Fax 035-402214 P. IVA 02685550168 C.F.: GRG MHL 71D15 A794F e-mail: michele.giorgio@sfera.biz

Dettagli

LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI SCARICO

LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI SCARICO Impianto di scarico - Pressioni Impianto di scarico Per impianto di scarico si intende quell insieme di tubazioni, raccordi e apparecchiature necessarie a ricevere, convogliare e smaltire le acque usate

Dettagli

ALLACCIAMENTI: MODALITÀ E

ALLACCIAMENTI: MODALITÀ E ASET S.p.A. REGOLAMENTO FOGNATURA E DEPURAZIONE - --------------------------------------------------------------------------------- ALLACCIAMENTI: MODALITÀ E DEFINIZIONE CONTRIBUTI Modificato con Del.

Dettagli

1 PREMESSA pag. 2. 2 CALCOLO IDRAULICO pag. 2. 3 CALCOLO DELLA PORTATA DEGLI SCARICHI REFLUI URBANI.. pag. 2

1 PREMESSA pag. 2. 2 CALCOLO IDRAULICO pag. 2. 3 CALCOLO DELLA PORTATA DEGLI SCARICHI REFLUI URBANI.. pag. 2 1 PREMESSA pag. 2 2 CALCOLO IDRAULICO pag. 2 3 CALCOLO DELLA PORTATA DEGLI SCARICHI REFLUI URBANI.. pag. 2 4 ANALISI DEL MOVIMENTO DELLE ACQUE METEORICHE pag. 3 5 CALCOLO STATICO pag. 4 6 VERIFICA IDRAULICA

Dettagli

FOGNARIO. Catalogo - Listino

FOGNARIO. Catalogo - Listino FOGNARIO Catalogo - Listino versione n 1 del 24/03/2010 F.lli Abagnale sas l AZIENDA Dall'inizio degli anni '70 la ditta Fratelli Abagnale opera nel settore delle costruzione di prefabbricati in cemento.

Dettagli

INDICE cls per cantiere

INDICE cls per cantiere Linea Cantiere INDICE cls per cantiere CANALI PER IL DRENAGGIO LINEARE ACQUE - TRAFFICO LEGGERO PG. 4 GRIGLIE ACCIAIO ZINCATO PG. 4 CANALI PER IL DRENAGGIO LINEARE ACQUE - TRAFFICO PESANTE PG. 5 GRIGLIE

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE PER ALLACCIAMENTO A COLLETTORI FOGNARI NELLA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA

SPECIFICHE TECNICHE PER ALLACCIAMENTO A COLLETTORI FOGNARI NELLA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA SPECIFICHE TECNICHE PER ALLACCIAMENTO A COLLETTORI FOGNARI NELLA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA Aprile 2005 Sommario 1. Prescrizioni tecniche per la realizzazione del collettamento dei sistemi privati

Dettagli

INDICE cls per cantiere

INDICE cls per cantiere Linea Cantiere INDICE cls per cantiere CANALI PER IL DRENAGGIO LINEARE ACQUE - TRAFFICO LEGGERO PG. 4 GRIGLIE ACCIAIO ZINCATO PG. 4 CANALI PER IL DRENAGGIO LINEARE ACQUE - TRAFFICO PESANTE PG. 5 GRIGLIE

Dettagli

ALLACCIO ALLA FOGNATURA ESECUZIONE UTENTE

ALLACCIO ALLA FOGNATURA ESECUZIONE UTENTE Presentazione del progetto ALLACCIO ALLA FOGNATURA ESECUZIONE UTENTE Contestualmente alla domanda il richiedente è tenuto a presentare in DUPLICE copia e su supporto informatico la seguente documentazione,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006.

RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006. RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006. Immobile sito nella frazione di, via, n, Censito in Catasto

Dettagli

COMPATIBILITA IDRAULICA E IDROGEOLOGICA

COMPATIBILITA IDRAULICA E IDROGEOLOGICA Comune di Noventa di Piave Provincia di Venezia Piano Urbanistico Attuativo PROGETTO NORMA n. 28 COMPATIBILITA IDRAULICA E IDROGEOLOGICA RELAZIONE TECNICA Committente Crico Carla Piazza Vittorio Emanuele,

Dettagli

Infrastrutture di supporto degli insediamenti produttivi dell area consortile ASI di Taranto.

Infrastrutture di supporto degli insediamenti produttivi dell area consortile ASI di Taranto. INDICE PREMESSA... 2 1. DATI DI PARTENZA... 4 2. ESPANSIONE DEMOGRAFICA... 5 3. CALCOLO DELLA RETE NERA... 6 3.1 Parametri di calcolo... 6 3.2 Analisi dei beni e dei servizi da fornire ed individuazione

Dettagli

CENNI SULLE RETI DI SCARICO

CENNI SULLE RETI DI SCARICO CAPITOLO 1 1.1 Premessa Col termine rete di scarico si intende un sistema di tubazioni per scaricare al di fuori di un edificio acque piovane o sanitarie. Si usa distinguere tra: rete di scarico esterna

Dettagli

2. Impianti di scarico

2. Impianti di scarico 2. Impianti di scarico Gli impianti di scarico delle acque usate sono costituiti dalla rete di tubi che servono a smaltire all'esterno del fabbricato o dell'unità abitativa le acque provenienti dopo l'uso

Dettagli

Stazioni di sollevamento, vasche di segregazione, pozzetti speciali

Stazioni di sollevamento, vasche di segregazione, pozzetti speciali 2015 Stazioni di sollevamento, vasche di segregazione, pozzetti speciali Primel AG - Via Principale - 7608 Castasegna, Bregaglia (GR) Tel: +41 76 8198688 fedele.pozzoli@bluewin.ch Stazioni di sollevamento

Dettagli

OPERE DI SEPARAZIONE DELLA FOGNATURA MISTA E REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA

OPERE DI SEPARAZIONE DELLA FOGNATURA MISTA E REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA Appalto per: OPERE DI SEPARAZIONE DELLA FOGNATURA MISTA E REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA DOCUMENTI

Dettagli

ALLACCIO ALLA FOGNATURA ESECUZIONE UTENTE

ALLACCIO ALLA FOGNATURA ESECUZIONE UTENTE Presentazione del progetto ALLACCIO ALLA FOGNATURA ESECUZIONE UTENTE Contestualmente alla domanda il richiedente è tenuto a presentare in DUPLICE copia e su supporto informatico la seguente documentazione,

Dettagli

PRESIDI IDRAULICI PER LE ACQUE DI DILAVAMENTO DELLE SEDI STRADALI

PRESIDI IDRAULICI PER LE ACQUE DI DILAVAMENTO DELLE SEDI STRADALI PRESIDI IDRAULICI PER LE ACQUE DI DILAVAMENTO DELLE SEDI STRADALI Presentiamo in questa sezione le caratteristiche costruttive e le modalità di funzionamento degli impianti che proponiamo per il trattamento

Dettagli

COMUNE DI LUSCIANO ANALISI NUOVI PREZZI

COMUNE DI LUSCIANO ANALISI NUOVI PREZZI COMUNE DI LUSCIANO (Provincia di Caserta) Progetto esecutivo dei lavori di: COMPLETAMENTO ED ADEGUAMENTO DELLE RETE FOGNARIA Stralcio 1 LOTTO. ANALISI NUOVI PREZZI 1 Premessa Il computo metrico estimativo

Dettagli

Sistema di rallentamento dell acqua per condotte di scarico a forte pendenza

Sistema di rallentamento dell acqua per condotte di scarico a forte pendenza Sistema di rallentamento dell acqua per condotte di scarico a forte pendenza SYSTEM GROUP 07.2014 1 La velocità della corrente nelle canalizzazioni fognarie deve essere tale da evitare sia la formazione

Dettagli

OSSERVANZA DI LEGGI E NORMATIVE

OSSERVANZA DI LEGGI E NORMATIVE Firmato digitalmente da Luigi Giansanti CN = Giansanti Luigi O = Collegio Periti Industriali di Terni/80006410551 C = IT OSSERVANZA DI LEGGI E NORMATIVE L appalto è soggetto all esatta osservanza di tutte

Dettagli

Libretto di informazioni Per realizzare l allacciamento alla pubblica fognatura. Scarichi Acque Reflue Domestiche

Libretto di informazioni Per realizzare l allacciamento alla pubblica fognatura. Scarichi Acque Reflue Domestiche Libretto di informazioni Per realizzare l allacciamento alla pubblica fognatura Scarichi Acque Reflue Domestiche 1- Informazioni per le opere di allacciamento alla pubblica fognatura 2- Procedura Edifici

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO PROVINCIA DI RIMINI RELAZIONE SUL CALCOLO DELLA RETE DI FOGNA BIANCA E DELLA RETE DI FOGNA NERA OGGETTO: PIANO PARTICOLAREGGIATO di iniziativa PRIVATA COPARTO C2.4 -

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA ARCH. MATTEO CUPPOLETTI Calle Scopici c.n. 122, CHIOGGIA (VE) tel. 041/405368 fax. 041/5509637 RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA Il sottoscritto Arch. Matteo Cuppoletti, nato a Roma il 06.12.1956, iscritto

Dettagli

INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA SULLE COMPONENTI DEL TERRITORIO LOTTO 1 (STRADE, SEGNALETICA, VERDE E ARREDO URBANO) PROGETTO ESECUTIVO

INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA SULLE COMPONENTI DEL TERRITORIO LOTTO 1 (STRADE, SEGNALETICA, VERDE E ARREDO URBANO) PROGETTO ESECUTIVO COMUNE DI NICHELINO (Provincia di Torino) Area Tecnica INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA SULLE COMPONENTI DEL TERRITORIO LOTTO 1 (STRADE, SEGNALETICA, VERDE E ARREDO URBANO) PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE

Dettagli

IMPIANTI DI SCARICO DELLE ACQUE USATE

IMPIANTI DI SCARICO DELLE ACQUE USATE IMPIANTI DI SCARICO DELLE ACQUE USATE Con il termine impianti di scarico si definisce l installazione di tubazioni che permettono il corretto deflusso delle acque di apparecchi idrosanitari, industriali

Dettagli

1. PREMESSE...2 2. CARATTERISTICHE TECNICO FUNZIONALI...3

1. PREMESSE...2 2. CARATTERISTICHE TECNICO FUNZIONALI...3 INDICE 1. PREMESSE...2 2. CARATTERISTICHE TECNICO FUNZIONALI...3 3. RETE FOGNARIA PER ACQUE BIANCHE...4 3.1. Generalità...4 3.2. Pluviogramma di progetto...4 3.3. Dimensionamento della rete...5 4. RETE

Dettagli

COMUNE DI MONZA P.I.I.

COMUNE DI MONZA P.I.I. COMUNE DI MONZA P.I.I. AMBITO 7 VIA LECCO E AREA SISTEMA VIALE LIBERTA' Proponente La Villata S.p.a. ESSELUNGA S.p.a. CEDI S.r.l. Coordinamento generale studio NONIS Via Schievano 12-20143 Milano tel.

Dettagli

ALLEGATO N. 1 Spett. Gestione Acqua SpA Sede Operativa Acos SpA C.so Italia 49 15067 Novi Ligure

ALLEGATO N. 1 Spett. Gestione Acqua SpA Sede Operativa Acos SpA C.so Italia 49 15067 Novi Ligure ALLEGATO N. 1 Spett. Gestione Acqua SpA Sede Operativa Acos SpA C.so Italia 49 15067 Novi Ligure Oggetto : Domanda di autorizzazione all allacciamento in pubblica fognatura Il/la sottoscritto/a nato/a

Dettagli

Unità Tecnologica: 01.01 Fognatura pluviale Si intende per impianto di scarico acque pluviali (da coperture o pavimentazioni all'aperto) l'insieme

Unità Tecnologica: 01.01 Fognatura pluviale Si intende per impianto di scarico acque pluviali (da coperture o pavimentazioni all'aperto) l'insieme MANUALE D'USO 1 Unità Tecnologica: 01.01 Fognatura pluviale Si intende per impianto di scarico acque pluviali (da coperture o pavimentazioni all'aperto) l'insieme degli elementi di raccolta, convogliamento,

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE FOGNARIA NELL AMBITO DI INTERVENTI DI ESPANSIONE URBANISTICA

OPERE DI URBANIZZAZIONE FOGNARIA NELL AMBITO DI INTERVENTI DI ESPANSIONE URBANISTICA Comune di Faenza Sportello Unico per le Attività produttive 7 Incontro Tecnico - 23 Giugno 2005 OPERE DI URBANIZZAZIONE FOGNARIA NELL AMBITO DI INTERVENTI DI ESPANSIONE URBANISTICA ing. Michele Lotito

Dettagli

Relazione specialistica impianti meccanici. 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2. 2. Descrizione degli interventi... 4

Relazione specialistica impianti meccanici. 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2. 2. Descrizione degli interventi... 4 Sommario 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2 2. Descrizione degli interventi... 4 2.1 Impianto protezione idrica antincendio... 4 2.1.1 Rete idranti... 4 2.1.2 Sostituzione del gruppo di pressurizzazione

Dettagli

PE-2005-0098-DRD0-2.doc RELAZIONE TECNICA

PE-2005-0098-DRD0-2.doc RELAZIONE TECNICA RELAZIONE TECNICA Pagina 2 di 7 INDICE OPERE IDRAULICHE... 3 RETI FOGNARIE... 3 TOMBINATURA AUSA... 3 MATERIALI E POSA IN OPERA... 4 RETE IDRICA... 5 RETE GAS METANO... 5 IMPIANTO DI RICIRCOLO ACQUE LAGHETTO

Dettagli

Fognature. Le fognature hanno come scopo principale quello di allontanare le acque di scarico delle. 3.1 Classificazione delle reti

Fognature. Le fognature hanno come scopo principale quello di allontanare le acque di scarico delle. 3.1 Classificazione delle reti 3 Fognature Le fognature hanno come scopo principale quello di allontanare le acque di scarico delle abitazioni e le acque delle precipitazioni dalla zona urbana e farle defluire nel ricettore idrico più

Dettagli

Nel presente piano di manutenzione le opere sono state suddivise in due distinti capitoli:

Nel presente piano di manutenzione le opere sono state suddivise in due distinti capitoli: PREMESSA Il presente Piano di manutenzione, redatto ai sensi dell art 38 del D.P.R. 207/2010, ha lo scopo sia di dare indicazione sul corretto utilizzo delle opere effettivamente realizzate, che di pianificare

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO. Provincia di Milano Comune di Inveruno

PROGETTO ESECUTIVO. Provincia di Milano Comune di Inveruno ELENCO DOCUMENTI 1. 5981/1.RG - Relazione Generale 2. 5981/1.CE - Computo Metrico Estimativo 3. 5981/1.EP Elenco Prezzi Unitari 4. 5981/1.QE Quadro economico 5. 5981/1.CR Cronoprogramma 6. 5981/1.PSC Piano

Dettagli

CALCOLO DEGLI IMPIANTI: IMPIANTO SMALTIMENTO ACQUE METEORICHE (art.29 D.P.R. 207/2010)

CALCOLO DEGLI IMPIANTI: IMPIANTO SMALTIMENTO ACQUE METEORICHE (art.29 D.P.R. 207/2010) Stazione appaltante Responsabile del procedimento Oggetto Prestazione COMUNE DI SAN MAURIZIO CANAVESE P.zza Martiri della Libertà, 1-10077 San Maurizio Canavese (To) tel. 011 9263211- fax 011 9278171 codice

Dettagli

QUANTO SEGUE SONO I LUCIDI PROIETTATI DURANTE LE ORE DI LEZIONE IN AULA E PERTANTO NON RISULTANO ESSERE ESAUSTIVI PER GLI ARGOMENTI TRATTATI.

QUANTO SEGUE SONO I LUCIDI PROIETTATI DURANTE LE ORE DI LEZIONE IN AULA E PERTANTO NON RISULTANO ESSERE ESAUSTIVI PER GLI ARGOMENTI TRATTATI. QUANTO SEGUE SONO I LUCIDI PROIETTATI DURANTE LE ORE DI LEZIONE IN AULA E PERTANTO NON RISULTANO ESSERE ESAUSTIVI PER GLI ARGOMENTI TRATTATI. DEVONO ESSERE UTILIZZATI COME BASE DI RIFERIMENTO PER L APPROFONDIMENTO

Dettagli

1. IMPIANTO DI SCARICO DELLE ACQUE NERE

1. IMPIANTO DI SCARICO DELLE ACQUE NERE 1. IMPIANTO DI SCARICO DELLE ACQUE NERE Si intende per impianto di scarico delle acque nere l'insieme delle condotte, apparecchi, ecc. che trasferiscono l'acqua dal punto di utilizzo alla fogna pubblica

Dettagli

CUP: F83J02000020006 CIG: 63501727B4 (TRATTO A-B) CIG: 63501830CA (TRATTO B-C) CIG:635019068F (TRATTO D-E)

CUP: F83J02000020006 CIG: 63501727B4 (TRATTO A-B) CIG: 63501830CA (TRATTO B-C) CIG:635019068F (TRATTO D-E) Progetto ESECUTIVO per la realizzazione di fognature nere nell alveo del Torrente Carrione centro città ( tratto da area ex lavaggio di Vezzala al Ponte Via Cavour) Residui economie Lavori di Risanamento

Dettagli

Impianti tecnici. Distribuzione acqua per uso sanitario

Impianti tecnici. Distribuzione acqua per uso sanitario Impianti tecnici Distribuzione acqua per uso sanitario Impianti idrici Requisiti - Coibentazione: riferimento ai requisiti di legge per le tubazioni di acqua calda; - Protezione dalla condensa; - Protezione

Dettagli

(IMP) FOGNATURA. e poiché in base alla seconda relazione di Bazin: dato che: si ha che: nel caso di pendenza i = 1% = 0,01 si riduce a:

(IMP) FOGNATURA. e poiché in base alla seconda relazione di Bazin: dato che: si ha che: nel caso di pendenza i = 1% = 0,01 si riduce a: (IMP) FOGNATURA Il tubo PE a.d. è particolarmente indicato per la realizzazione di impianti di scarico in edifici civili ed industriali, oppure in terreni particolarmente instabili dove altri materiali

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DELLA FOGNATURA RELATIVAMENTE ALLE ACQUE NERE E METEORICHE INERENTI IL PROGETTO DI P.U.A., IN ZONA D3.1, AD INIZIATIVA PRIVATA

RELAZIONE TECNICA DELLA FOGNATURA RELATIVAMENTE ALLE ACQUE NERE E METEORICHE INERENTI IL PROGETTO DI P.U.A., IN ZONA D3.1, AD INIZIATIVA PRIVATA RELAZIONE TECNICA DELLA FOGNATURA RELATIVAMENTE ALLE ACQUE NERE E METEORICHE INERENTI IL PROGETTO DI P.U.A., IN ZONA D3.1, AD INIZIATIVA PRIVATA Il presente Piano Urbanistico Attuativo, si pone l obbiettivo

Dettagli

LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE

LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE Pagina 1 di 7 LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE SOMMARIO 1. SCOPO...2 2. VALIDITÀ E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3. INDICAZIONI DI CARATTERE GENERALE...2 4. FOGNATURA...2 4.1.1 Materiali da utilizzare e

Dettagli

Richiedente: Domanda di autorizzazione allo scarico P. di di acque reflue urbane non depurate

Richiedente: Domanda di autorizzazione allo scarico P. di di acque reflue urbane non depurate Alla PROVINCIA di COMO SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE SERVIZIO ACQUE via Borgovico, 148 22100 COMO Il/La sottoscritto /a C.F. in qualità di (*) del Comune di / del Consorzio / della Società nato/a a prov.

Dettagli

RELAZIONE IDRAULICA ACQUE REFLUE

RELAZIONE IDRAULICA ACQUE REFLUE COMUNE DI ROMA S.P.Q.R. DIPARTIMENTO IX III U.O. B50 MONTESTALLONARA LEGGE 18 APRILE 1962 n 167 PROGETTO DEFINITIVO 1 STRALCIO OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA RELAZIONE IDRAULICA ACQUE REFLUE INDICE 1

Dettagli

IMPIANTO DI SCARICO DEI REFLUI

IMPIANTO DI SCARICO DEI REFLUI TITOLO ELABORATO SISTEMAZIONE DELL AREA PARCHEGGIO E REALIZZAZIONE DI UN AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA BREVE DI CAMPER IN LOCALITÀ CANDÀTEN - COMUNE DI SEDICO (BL) FASE PROGETTO ESECUTIVO ELABORATO PROGETTO

Dettagli

LE FOGNATURE DEGLI EDIFICI

LE FOGNATURE DEGLI EDIFICI PAOLO POCECCO ENRICO ALTRAN LE FOGNATURE DEGLI EDIFICI @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi gratuiti disponibili on line: filodiretto con gli autori le risposte degli autori

Dettagli

L obiettivo dell intervento previsto nel presente Progetto Esecutivo

L obiettivo dell intervento previsto nel presente Progetto Esecutivo PREMESSA L obiettivo dell intervento previsto nel presente Progetto Esecutivo riguarda la realizzazione di collettori fognari di raccolta dei reflui provenienti da via Bressane laterale, zone nella frazione

Dettagli

Catalogo di software tecnico per l edilizia low-cost & free

Catalogo di software tecnico per l edilizia low-cost & free Catalogo di software tecnico per l edilizia low-cost & free 8/2014 SofTCat è un catalogo realizzato da Cointec srl, Viale Kennedy 5 80125 NAPOLI ITALY www.cointec.it METEOR progettazione e verifica degli

Dettagli

COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO

COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLA FOGNATURA IN VIA REGINA MARGHERITA E DEPURATORE (art. 5, legge regionale 31.10.1978, n 51 anni 2005e 2006 ) PROGETTO ESECUTIVO Elaborato A

Dettagli

P.U.A. n 3 Via Leopardi

P.U.A. n 3 Via Leopardi P.U.A. n 3 Via Leopardi REGIONE VENETO provincia di Padova comune di Galliera Veneta Relazione idraulica Il committente Comune di Galliera Veneta Via Roma 174 Il progettista Arch. Sara Favotto STUDIO NOVE

Dettagli

1: Ambito di applicazione

1: Ambito di applicazione Allegato 2 al Regolamento Fognatura Indirizzi e vincoli relativi alle modalità di realizzazione di canalizzazioni fognarie, a servizio di aree di nuova lottizzazione a destinazione residenziale e non,

Dettagli

QUANTO SEGUE SONO I LUCIDI PROIETTATI DURANTE LE ORE DI LEZIONE IN AULA E PERTANTO NON RISULTANO ESSERE ESAUSTIVI PER GLI ARGOMENTI TRATTATI.

QUANTO SEGUE SONO I LUCIDI PROIETTATI DURANTE LE ORE DI LEZIONE IN AULA E PERTANTO NON RISULTANO ESSERE ESAUSTIVI PER GLI ARGOMENTI TRATTATI. QUANTO SEGUE SONO I LUCIDI PROIETTATI DURANTE LE ORE DI LEZIONE IN AULA E PERTANTO NON RISULTANO ESSERE ESAUSTIVI PER GLI ARGOMENTI TRATTATI. DEVONO ESSERE UTILIZZATI COME BASE DI RIFERIMENTO PER L APPROFONDIMENTO

Dettagli