COMUNE DI SAN CESARIO SUL PANARO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2013 / 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI SAN CESARIO SUL PANARO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2013 / 2015"

Transcript

1 1. COMUNE DI SAN CESARIO SUL PANARO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2013 / 2015

2 2. INDICE SEZIONE CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI DELL ENTE...3 SEZIONE ANALISI DELLE RISORSE...17 SEZIONE PROGRAMMI E PROGETTI...29 Quadro Generale degli Impieghi per Programma...30 Programma PGR1100 AMBIENTE E SVILUPPO SOSTENIBILE...32 Programma PGR1200 LA VIABILITA' E LA MOBILITA'...35 Programma PGR1300 I SERVIZI A RETE E LA GESTIONE DEL PATRIMONIO COMU...38 Programma PGR1400 SICUREZZA E QUALITA' URBANA...41 Programma PGR2100 IL BENESSERE SOCIO-SANITARIO DEI CITTADINI E L'INT...44 Programma PGR2200 POLITICHE EDUCATIVE E AUTONOMIA SCOLASTICA...47 Programma PGR3100 LO SPORT E L'ASSOCIAZIONISMO...50 Programma PGR3200 CULTURA, PROMOZIONE DEL TERRITORIO E POLITICHE GIO...53 Programma PGR4100 LA PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA...56 Programma PGR4200 LA COOPERAZIONE CON ALTRI ENTI...59 Programma PGR5100 POLITICA DEL PERSONALE...62 Programma PGR5200 INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DEI SERVIZI AL CITTADINO...65 SEZIONE SEZIONE SEZIONE

3 3. SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI DELL ENTE.

4 POPOLAZIONE Popolazione legale al censimento. n Popolazione residente alla fine del penultimo anno precedente (art.110 D. L.vo 77/95) n di cui: maschi n femmine n nuclei familiari n comunità/convivenze n Popolazione all 1/1 del penultimo anno precedente n Nati nell anno n Deceduti nell anno n 85 saldo naturale n Immigrati nell anno n Emigrati nell anno n 243 saldo migratorio n Popolazione alla fine del penultimo anno precedente n di cui In età prescolare (0/6) n In età scuola obbligo (7/14 anni) n In forza lavoro 1 occupazione (15/29 anni) n In età adulta (30/65 anni) n In età senile (oltre 65 anni) n 1.282

5 Tasso di natalità ultimo quinquennio: Anno Tasso , , , , , Tasso di mortalità ultimo quinquennio: Anno Tasso , , , , , Popolazione massima insediabile come da strumento urbanistico vigente abitanti n. entro il n Livello di istruzione della popolazione residente: Condizione socio-economica delle famiglie:

6 Superficie in Kmq. 27, RISORSE IDRICHE * Laghi n 2 * Fiumi e Torrenti n TERRITORIO STRADE * Statali Km 2,696 * Provinciali Km 8,352 * Comunali Km. 53,027 * Vicinali Km 9,330 * Autostrade Km 5, PIANO E STRUMENTI URBANISTICI VIGENTI Se SI data ed estremi del provvedimento di approvazione * Piano regolatore adottato si no * Piano regolatore approvato si no Del. G.R. n. 87 del 4/2/1997. * Programma di fabbricazione si no... * Piano edilizia economica e popolare si no... PIANO INSEDIAMENTI PRODUTTIVI * Industriali si no Del. C.C. n. 33 del 31/5/1999 Ampliamento comparto Graziosa * Artigianali si no... * Commerciali si no... * Altri strumenti (specificare) si no... Esistenza della coerenza delle previsioni annuali e pluriennali con gli strumenti urbanistici vigenti (art. 12, comma 7, D.L.vo 77/95) si no Se SI indicare l area della superficie fondiaria (in mq.)... AREA INTERESSATA AREA DISPONIBILE P.E.E.P... P.I.P mq..

7 SERVIZI PERSONALE Q.F. PREVISTI IN PIANTA ORGANICA N. IN SERVIZIO NUMERO B1 4 2 B1 B B3 C C Q.F. D1 9 6 D1 D3 3 3 D3 PREVISTI IN PIANTA ORGANICA N. IN SERVIZIO NUMERO Totale personale al dell anno precedente l esercizio in corso di ruolo n 45 fuori ruolo n AREA TECNICA AREA ECONOMICO FINANZIARIA N. PREV. QUALIFICA PROF.LE Q.F. P.O. N. IN Q.F. SERVIZIO B1 Esecutore tecnico 2 1 B1 QUALIFICA PROF.LE N. PREV. P.O. N. IN SERVIZIO B3 Collaboratore tecnico 1 1 B3 Collaboratore amministrativo 2 1 C Istruttore tecnico 2 2 C Istruttore contabile 3 3 D1 Istruttore direttivo 3 3 D1 Istruttore direttivo 1 0 D3 D3 Funzionario contabile 1 1

8 AREA DI VIGILANZA AREA DEMOGRAFICA / STATISTICA Q.F. QUALIFICA PROF.LE N. PREV. P.O. N. IN SERVIZIO Q.F. B1 B1 QUALIFICA PROF.LE N. PREV. P.O. N. IN SERVIZIO B3 B3 Collaboratore amministrativo 1 0 C Agente polizia municipale 4 3 C Istruttore amministrativo 3 3 D1 Istruttore direttivo addetto al coordinamento e controllo 1 1 D1 D3 D3 NOTA: per le aree non inserite non devono essere fornite notizie sui dati del personale. In caso di attività promiscua deve essere scelta l area di attività prevalente.

9 9. TIPOLOGIA ESERCIZIO IN CORSO STRUTTURE PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno Asili nido n. 1 posti n. 63 posti n. 63 posti n. 63 posti n Scuole materne n. 2 posti n. 178 posti n. 178 posti n. 178 posti n Scuole elementari n. 1 posti n. 288 posti n. 288 posti n. 288 posti n Scuole medie n. 1 posti n. 263 posti n. 263 posti n. 263 posti n Strutture residenziali per anziani n. posti n posti n posti n Farmacie Comunali n. n. n. n Rete fognaria in Km. Bianca Nera Mista 24,63 24,63 24,63 24, Esistenza depuratore si no si no si no si no Rete acquedotto in Km. 41,831 41,831 41,831 41, Attuazione servizio idrico integrato si no si no si no si no Aree verdi, parchi, giardini n. 13 n. 13 n. 13 n. 13 hq hq hq hq. 1815

10 Punti luce illuminaz. pubblica n n n n Rete gas in Km. 56,649 56,649 56,649 56, Raccolta rifiuti in quintali: Civile , , , ,57 Industriale Raccolta differenziata si no si no si no si no Esistenza discarica si no si no si no si no Mezzi operativi n. 3 n. 3 n. 3 n Veicoli n. 5 n. 5 n. 5 n Centro elaborazione dati si no si no si no si no Personal computer n. 48 n. 48 n. 48 n Altre strutture (specificare)

11 ORGANISMI GESTIONALI ESERCIZIO IN CORSO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno CONSORZI n. 1 n. 1 n. 1 n AZIENDE n. 1 n. 1 n. 1 n ISTITUZIONI n. n. n. n SOCIETA DI CAPITALI n. 5 n. 5 n. 5 n CONCESSIONI n. 2 n. 2 n. 2 n Denominazione Consorzio Consorzio Attività Produttive Aree e Servizi Comuni associati (indicare il n. tot. e nomi) Provincia di Modena e tutti e 47 i comuni della provincia Denominazione Azienda Azienda Servizi alla Persona Delia Repetto Enti Associati Comuni di Bastiglia, Bomporto, Castelfranco Emilia, Nonantola, Ravarino e San Cesario sul Panaro Denominazione Istituzione/i Ente/i Associato/i

12 Denominazione S.p.A. Hsst-Mo s.p.a., Hera s.p.a., Seta s.p.a., Amo s.p.a., Lepida s.p.a Ente/i Associato/i Servizi gestiti in concessione Riscossione imposta sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni Soggetti che svolgono i servizi Duomo GPA s.r.l Unione di Comuni (se costituita) n Comuni uniti (indicare i nomi per ciascun unione) Altro (specificare)

13 ACCORDI DI PROGRAMMA E ALTRI STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA ACCORDO DI PROGRAMMA Oggetto Nuova sede dei servizi territoriali Altri soggetti partecipanti AUSL Modena Impegni di mezzi finanziari ,00 Durata dell accordo 30 anni L accordo è già operativo data di sottoscrizione 24 ottobre PATTO TERRITORIALE Oggetto Altri soggetti partecipanti Impegni di mezzi finanziari Durata del Patto territoriale Il Patto territoriale è: - in corso di definizione - già operativo Se già operativo indicare la data di sottoscrizione ALTRI STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA (specificare) Oggetto Altri soggetti partecipanti

14 14. Impegni di mezzi finanziari Durata Indicare la data di sottoscrizione

15 FUNZIONI ESERCITATE SU DELEGA Funzioni e servizi delegati dallo Stato Riferimenti normativi Funzioni o servizi Trasferimenti di mezzi finanziari Unità di personale trasferito Funzioni e servizi delegati dalla Regione Riferimenti normativi Funzioni o servizi Trasferimenti di mezzi finanziari Unità di personale trasferito

16 Valutazioni in ordine alla congruità tra funzioni delegate e risorse attribuite 1.4 ECONOMIA INSEDIATA Numero imprese per attività economica al 31/12/2011 A Agricoltura, silvicoltura pesca 174 B Estrazione di minerali da cave e miniere 2 C Attività manifatturiere 104 D Fornitura di energia elettrica, gas,... 1 E Fornitura di acqua; reti fognarie,... - F Costruzioni 83 G Commercio all'ingrosso e al dettaglio H Trasporto e magazzinaggio 30 I Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione 23 J Servizi di informazione e comunicazione 8 K Attività finanziarie e assicurative 5 L Attività immobiliari 35 M Attività professionali, scientifiche e tecniche 15 N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi P Istruzione - Q Sanità e assistenza sociale 1 R Attività artistiche, sportive, di intrattenimento. 6 S Altre attività di servizi 20 X Imprese non classificate 1 TOTALE 628

17 17. SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

18 FONTI DI FINANZIAMENTO Quadro Riassuntivo TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE ENTRATE Esercizio Anno 2010 (accertamenti competenza) Esercizio Anno 2011 (accertamenti competenza) Esercizio in corso 2012 (previsione) Previsione del bilancio annuale Anno successivo 2 Anno successivo % scostamento della col. 4 rispetto alla col Tributarie , , , , , ,00 1,190 Contributi e trasferimenti correnti , , , , , ,00 1,070 Extratributarie , , , , , ,00 1,000 TOTALE ENTRATE CORRENTI , , , , , ,00 1,150 Proventi oneri di urbanizzazione destinati a manutenzione ordinaria del patrimonio Avanzo di amministrazione applicato per spese correnti TOTALE ENTRATE UTILIZZATE PER SPESE CORRENTI E RIMBORSO PRESTITI (A) , , , , , , ,00 1,150 (continua)

19 FONTI DI FINANZIAMENTO Quadro Riassuntivo (continua) TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE ENTRATE Esercizio Anno 2010 (accertamenti competenza) Esercizio Anno 2011 (accertamenti competenza) Esercizio in corso 2012 (previsione) Previsione del bilancio annuale Anno successivo 2 Anno successivo % scostamento della col. 4 rispetto alla col. 3 Alienazione di beni e trasferimenti di capitale Proventi di urbanizzazione destinati a investimenti Accensione mutui passivi , , , , , ,00 0, , , , , , ,00 0,420 Altre accensioni prestiti Avanzo di amministrazione applicato per : - fondo ammortamento - finanz.to investimenti TOTALE ENTRATE C/CAPITALE DESTINATE A INVESTIMENTI (B) , , , , , ,00 0,690 Riscossione di crediti Anticipazioni di cassa , , ,00 TOTALE FONDI (C) , , ,00 TOTALE GENERALE ENTRATE (A+B+C) , , , , ,00 1,130

20 ANALISI DELLE RISORSE Entrate tributarie TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE ENTRATE Esercizio Anno 2010 (accertamenti competenza) Esercizio Anno 2011 (accertamenti competenza) Esercizio in corso 2012 (previsione) Previsione del bilancio annuale Anno successivo 2 Anno successivo % scostamento della col. 4 rispetto alla col Imposte , , , , , ,00 1,280 Tasse , , , , , ,00 0,980 Tributi speciali ed altre entrate proprie 8.192, , , , , ,00 0,780 TOTALE , , , , , ,00 1, IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Esercizio in corso ALIQUOTE IMU Esercizio bilancio previsione annuale GETTITO DA EDILIZIA RESIDENZIALE (A) Esercizio in corso Esercizio bilancio previsione annuale GETTITO DA EDILIZIA NON RESIDENZIALE (B) Esercizio in corso Esercizio bilancio previsione annuale TOTALE DEL GETTITO 2013 (A+B) IMU I Casa 5,5 5, , ,00 IMU altri fabbricati 9,8 9, , ,00 Fabbr. Prod.vi 9,8 9, , ,00 Altro 9,8 9, , ,00 TOTALE , , , , ,00

21 Valutazione, per ogni tributo, dei cespiti imponibili, della loro evoluzione nel tempo, dei mezzi utilizzati per accertarli. L art. 13 del D.L. 201/2011 ha introdotto in via sperimentale l Imposta Municipale Propria a decorre dall anno Per l anno 2013 l'art. 1, comma 380, della legge 24 dicembre 2012, n. 228 (legge di stabilità per l'anno 2013) ha introdotto significative novità alla disciplina in particolare: 1. lett. a) ha soppresso la riserva allo Stato della quota di imposta di cui all art. 13 c.11 del D.L. n. 201/2011; 2. lett. f) ha riservato allo Stato il gettito dell'imu, derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, calcolato ad aliquota standard dello 0,76 per cento; 3. lett. g) ha stabilito che i comuni possono aumentare sino a 0,3 punti percentuali l'aliquota standard dello 0,76 per cento, per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D; 4. lett. i) ha previsto, tra l'altro, che gli importi relativi alla lett. f) possono essere modificati a seguito della verifica del gettito dell'imu riscontrato per il 2012, da effettuarsi ai sensi del comma 3 dell'art. 5 dell'accordo del 1 marzo 2012 presso la Conferenza Stato città e autonomie locali. Inoltre con D.L. n. 54 del 21/5/2013 è stato sospeso il versamento della prima rata IMU relativamente ad alcune tipologie di immobili (prima casa, terreni agricoli e immobili strumentali all attività agricola) al fine di riformare l imposizione fiscale sul patrimonio immobiliare entro il 31 agosto Queste continue modifiche normative rendono particolarmente complicato costruire una base dati aggiornata e attendibile, senza gravare il contribuente con la presentazione di dichiarazioni ulteriori rispetto a quanto già previsto dalla normativa. A partire dal 2013, l ufficio tributi inizierà il recupero evasione IMU Per l ICI indicare la percentuale d incidenza delle entrate tributarie dei fabbricati produttivi sulle abitazioni..% L ICI non è più in vigore dall 1/1/ Illustrazione delle aliquote applicate e dimostrazione della congruità del gettito iscritto per ciascuna risorsa nel triennio in rapporto ai cespiti imponibili. Alla luce di quanto esposto al precedente punto si è ritenuto opportuno redigere gli schemi di bilancio sulla base delle aliquote in vigore per l anno 2012 rinviando eventuali revisioni a quando si conosceranno le modalità di riforma previste dal governo. Il gettito iscritto a bilancio è stato stimato sulla base dei versamenti IMU 2012 e delle risultanze catastali. Per quanto riguarda la Tassa Rifiuti e Servizi, in vigore dall 1/1/2013, gli schemi di bilancio sono redatti sulla base del piano finanziario definitivo approvato da ATERSIR con delibera n. 10 del 24/04/2013 nonché dei costi relativi alla gestione della riscossione e alle riduzioni dell imposta a carico del bilancio comunale. Poiché anche questa Tassa sarà oggetto della revisione da parte del governo prevista entro il 31 agosto 2013 non si è ritenuto opportuno inserire sulle annualità 2014 e 2015 la maggiorazione prevista dalla legge a fronte del taglio dei trasferimenti erariali in quanto, al momento, non stimabile. Le aliquote delle altre imposte (addizionale comunale IRPEF, TOSAP, pubblicità e affissioni) rimangono invariate rispetto agli esercizi 2011 e Indicazione del nome, del cognome e della posizione dei responsabili dei singoli tributi. Dottoressa Francesca Sola, Responsabile del Settore Finanziario Altre considerazioni e vincoli. Con l introduzione del federalismo fiscale (d. lgs. 23/2011) a partire dall esercizio 2012 sono venuti meno i trasferimenti erariali, a favore di quote di compartecipazione a tributi erariali, addizionali su tali tributi e tributi propri. Tali quote confluivano nelle assegnazioni da federalismo municipale al titolo I del bilancio nel Fondo sperimentale di riequilibrio, il cui ammontare per l esercizio 2012 non è ancora stato determinato in via definitiva dal Ministero dell Economia e delle Finanze. Con la legge di stabilità 2013, a partire dall esercizio 2013 e a seguito delle modifiche introdotte nella disciplina IMU, è soppresso il fondo sperimentale di riequilibrio ed è istituito il fondo di solidarietà il cui ammontare non è ancora stato comunicato dal Ministero. Pertanto a bilancio è stata iscritta una stima di euro che tiene conto di una stima degli ulteriori tagli agli enti locali (il cui ammontare per ogni comune non è ancora stato comunicato) e del confronto tra il gettito IMU 2012 ad aliquota base e della stima del gettito IMU 2013 con la nuova disciplina di cui sopra. Per tutte queste ragioni di incertezza si è ritenuto di confermare gli importi del gettito Imu e del Fondo di Solidarietà per l intero triennio, riservandosi di variarle in realzione alle modifiche legislative che interveranno, alle ulteriori comunicazioni ministeriali e all effettivo gettito IMU e TARES. 21.

22 ANALISI DELLE RISORSE Contributi e trasferimenti correnti TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE ENTRATE Contributi e trasferimenti correnti dallo Stato Contributi e trasferimenti correnti dalla Regione Esercizio Anno 2010 (accertamenti competenza) Esercizio Anno 2011 (accertamenti competenza) Esercizio in corso 2012 (previsione) Previsione del bilancio annuale Anno successivo 2 Anno successivo % scostamento della col. 4 rispetto alla col , , , , , ,00 1, , , , , , ,00 0,860 Contributi e trasferimenti dalla Regione per funzioni delegate Contributi e trasferimenti da parte di organismi comunitari e internazionali Contributi e trasferimenti da altri enti del settore pubblico , , , , , ,00 1,450 TOTALE , , , , , ,00 1, Valutazione dei trasferimenti erariali programmati in rapporto ai trasferimenti medi nazionali, regionali e provinciali. I trasferimenti erariali sono stati previsti attenendosi alle disposizioni legislative vigenti e alle comunicazioni del Ministero dell Economia e delle Finanze e comprendono: Il fondo per gli interventi di province e comuni (contributi sulle rate di ammortamento dei mutui), il rimborso servizio mensa insegnanti, la TARES scuole statali e gli interessi sulle anticipazioni di tesoreria Considerazioni sui trasferimenti regionali in rapporto alle funzioni delegate o trasferite, ai piani o programmi regionali di settore. Trasferimenti dalla Regione Emilia Romagna per diritto allo studio, asilo nido, libri di testo scuole medie e educazione ambientale (che viene meno dal 2014).

23 Illustrazione altri trasferimenti correlati ad attività diverse (convenzioni, elezioni, leggi speciali, ecc.). Trasferimenti da USL di Modena a titolo di fondo per le non autosufficienze euro. Trasferimenti da Provincia di Modena per progetto Salvasfratti legato all emergenza abitativa euro per il solo esercizio Per l esercizio 2014 previsti euro da Provincia di Modena quale rimborso per le elezioni amministrative Altre considerazioni e vincoli. Osservando il trend storico è evidente la forte riduzione dei trasferimenti dovuta sia all introduzione del federalismo municipale, sia al taglio delle risorse destinate agli enti locali che si traduce in una drastica riduzione delle risorse derivanti da regione, provincia e altri enti.

24 ANALISI DELLE RISORSE Proventi extratributari TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE ENTRATE Esercizio Anno 2010 (accertamenti competenza) Esercizio Anno 2011 (accertamenti competenza) Esercizio in corso 2012 (previsione) Previsione del bilancio annuale Anno successivo 2 Anno successivo % scostamento della col. 4 rispetto alla col Proventi dei servizi pubblici , , , , , ,00 1,110 Proventi dei beni dell Ente , , , , , ,00 0,970 Interessi su anticipazioni e crediti Utili netti delle aziende spec. e partecipate, dividendi di società 1.782, , , , , ,00 0, , , , , , ,00 0,910 Proventi diversi , , , , , ,00 0,850 TOTALE , , , , , ,00 1, Analisi quali-quantitative degli utenti destinatari dei servizi e dimostrazione dei proventi iscritti per le principali risorse in rapporto alle tariffe per i servizi stessi nel triennio. I proventi dei servizi pubblici a domanda individuale (asilo nido, mensa scolastica, trasporto scolastico e servizi parascolastici) sono coerenti con le rette applicate Dimostrazione dei proventi dei beni dell ente iscritti in rapporto all entità dei beni ed ai canoni applicati per l uso di terzi, con particolare riguardo al patrimonio disponibile. I proventi dei beni dell ente comprendono i fitti attivi e il canone di concessione delle reti del servizio idrico integrato Altre considerazioni e vincoli. Non sono previsti aumenti delle tariffe dei servizi pubblici.

25 ANALISI DELLE RISORSE Contributi e Trasferimenti in c/capitale TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE ENTRATE Alienazione di beni patrimoniali Trasferimenti di capitale dallo Stato Trasferimenti di capitale dalla Regione Trasferimenti di capitale da altri Enti del settore pubblico Trasferimenti di capitale da altri soggetti Esercizio Anno 2010 (accertamenti competenza) Esercizio Anno 2011 (accertamenti competenza) Esercizio in corso 2012 (previsione) Previsione del bilancio annuale Anno successivo 2 Anno successivo % scostamento della col. 4 rispetto alla col , , , , , ,00 0, , , , , , , , ,00 0, , , , ,00 0, , , , , , ,00 0,900 TOTALE , , , , , ,00 0, Illustrazione dei cespiti iscritti e dei loro vincoli nell arco del triennio. Si rimanda all apposito allegato al bilancio di previsione Altre considerazioni e illustrazioni. Gli importi previsti nella categoria Alienazioni di beni patrimoniali si riferiscono alle concessioni cimiteriali. Nei trasferimenti dallo stato sono stati inseriti i contributi per il restauro di Villa Boschetti. Nei trasferimenti di capitale da altri soggetti sono compresi gli oneri compensativi di attività estrattive e gli oneri di urbanizzazione.

26 ANALISI DELLE RISORSE Proventi ed oneri di urbanizzazione TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE ENTRATE Esercizio Anno 2010 (accertamenti competenza) Esercizio Anno 2011 (accertamenti competenza) Esercizio in corso 2012 (previsione) Previsione del bilancio annuale Anno successivo 2 Anno successivo % scostamento della col. 4 rispetto alla col , , , , , ,00 0,420 TOTALE , , , , , ,00 0, Relazioni tra proventi di oneri iscritti e l attuabilità degli strumenti urbanistici vigenti Opere di urbanizzazione eseguite a scomputo nel triennio: entità ed opportunità. Nono sono previste opere di urbanizzazione a scomputo di oneri Individuazione della quota dei proventi da destinare a manutenzione ordinaria del patrimonio e motivazione delle scelte. In ottemperanza a quanto previsto dalla legge, non è stata imputata alcuna quota dei proventi da concessioni edilizie a manutenzione ordinaria del patrimonio Altre considerazioni e vincoli

27 ANALISI DELLE RISORSE Accensione di prestiti TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE ENTRATE Finanziamenti a breve termine Esercizio Anno 2010 (accertamenti competenza) Esercizio Anno 2011 (accertamenti competenza) Esercizio in corso 2012 (previsione) Previsione del bilancio annuale Anno successivo 2 Anno successivo % scostamento della col. 4 rispetto alla col Assunzioni di mutui e prestiti Emissione di prestiti obbligazionari TOTALE Valutazione sull entità del ricorso al credito e sulle forme di indebitamento a mezzo di utilizzo di risparmio pubblico o privato. Pur avendo un basso indebitamento, non è previsto il ricorso all indebitamento in modo da non aggravare il raggiungimento degli obiettivi di patto di stabilità Dimostrazione del rispetto del tasso di delegabilità dei cespiti di entrata e valutazione sull impatto degli oneri di ammortamento sulle spese correnti comprese nella programmazione triennale Altre considerazioni e vincoli.

28 ANALISI DELLE RISORSE Riscossione di crediti e Anticipazioni di cassa TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE ENTRATE Riscossioni di crediti Esercizio Anno 2010 (accertamenti competenza) Esercizio Anno 2011 (accertamenti competenza) Esercizio in corso 2012 (previsione) Previsione del bilancio annuale Anno successivo 2 Anno successivo % scostamento della col. 4 rispetto alla col Anticipazioni di cassa , , ,00 TOTALE , , , Dimostrazione del rispetto dei limiti del ricorso alla anticipazione di tesoreria. L anticipazione di tesoreria è stata prevista nel rispetto dei limiti previsti dall art. 222 del TUEL (3/12 delle entrate correnti accertate nel penultimo esercizio) Altre considerazioni e vincoli.

29 29. SEZIONE 3 PROGRAMMI E PROGETTI

30 Considerazioni generali e motivata dimostrazione delle variazioni rispetto all esercizio precedente. Si rinvia al contenuto della Relazione della Giunta Comunale al Rendiconto Obiettivi degli organismi gestionali dell ente. Si rinvia al contenuto del Piano Generale di Sviluppo approvato con delibera consigliare n. 97 del 15/12/2009. Quadro Generale degli Impieghi per Programma Quadro Generale degli Impieghi per Programma Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Programma n Spese correnti Spese per Totale Spese correnti Spese per Totale Spese correnti Spese per Totale Consolidate Di sviluppo investimento Consolidate Di sviluppo investimento Consolidate Di sviluppo investimento PGR , , , , , , , , ,91 PGR , , , , , , , , ,31 PGR , , , , , , , , ,43 PGR , , , , , , , , ,81 PGR , , , , , ,86 PGR , , , , , , , ,25 PGR , , , , , , , , ,97 PGR , , , , , , , , ,54 PGR , , , , , ,80 PGR , , , , , ,79 PGR , , , , , , , , ,33 Totali , , , , , , , , ,00

31 3.4 PROGRAMMI E PROGETTI 31.

32 32. Programma PGR1100 AMBIENTE E SVILUPPO SOSTENIBILE PROGRAMMA N AMBIENTE E SVILUPPO SOSTENIBILE RESPONSABILE Arch. Alessandro Magnani Descrizione del programma AMBIENTE E SVILUPPO SOSTENIBILE Motivazione delle scelte Sviluppo sostenibile come principio ispiratore delle politiche di governo del territorio e, conseguentemente, risparmio energetico. Redazione del Piano Strutturale Comunale, quale strumento di pianificazione territoriale onnicomprensivo. Attuazione del piano delle attività estrattive attraverso la redazione di piani di coordinamento per la realizzazione di poli estrattivi. Completamento del progetto del bacino irriguo Finalità da conseguire Nuova pianificazione urbanistica Riqualificazione del centro storico Tutela dell'ambiente Risparmio energetico Risorse umane da impiegare Le risorse umane saranno quelle necessarie per il raggiungimento degli obiettivi del programma Risorse strumentali da utilizzare Attrezzature hardware, software, altre attrezzature Coerenza con il piano/i regionale/i di settore

33 3.5 - RISORSE CORRENTI ED IN CONTO CAPITALE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA ENTRATE 33. ENTRATE SPECIFICHE STATO REGIONE 7.500,00 PROVINCIA UNIONE EUROPEA CASSA DD.PP. - CREDITO SPORTIVO - ISTITUTI DI PREVIDENZA ALTRI INDEBITAMENTI (1) Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Legge di finanziamento e articolo ALTRE ENTRATE , , ,00 TOTALE (A) , , ,00 PROVENTI DEI SERVIZI PROVENTI DEI SERVIZI DELL ENTE TOTALE (B) QUOTE DI RISORSE GENERALI QUOTE DI RISORSE GENERALI , , ,91 TOTALE (C) , , ,91 TOTALE GENERALE (A+B+C) , , ,91 (1) : Prestiti da istituti privati, ricorso al credito ordinario, prestiti obbligazionari e simili.

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA CITTA' DI NARDO' Provincia di LECCE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER L'ESERCIZIO 2015 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI

Dettagli

COMUNE DI LUISAGO. (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE

COMUNE DI LUISAGO. (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE COMUNE DI LUISAGO (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE ANNO 202 INDICE - Introduzione - Territorio - Popolazione - Strutture - Personale - Struttura: dati economico-patrimoniali organizzazione -

Dettagli

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO 2.1.1 - Quadro Riassuntivo Tributarie 4882257,22 7796539,38 9231139,44 8414080,00 8731772,96 8840675,26 8,85- Contributi e trasferimenti correnti

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE

RELAZIONE PREVISIONALE Comune di SAVA Provincia di TARANTO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER L'ESERCIZIO 2014 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI

Dettagli

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO 2.1.1 - Quadro Riassuntivo Tributarie 11568066,42 9718909,97 10494965,10 10771886,36 11034546,46 11219546,46 2,64 Contributi e trasferimenti

Dettagli

Gestire la programmazione finanziaria, la funzione amministrativa-contabile e l'economato

Gestire la programmazione finanziaria, la funzione amministrativa-contabile e l'economato FUNZIONE SERVIZIO PROCESSO ORGANI ISTITUZIONALI PARTECIPAZIONE E DECENTRAMENTO SEGRETERIA GENERALE, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE 24 Servizi di supporto interno: Gestire Segreteria, Protocollo, Servizi informativi

Dettagli

COMUNE DI PIRAINO - Provincia di Messina - PIANO DELLA PERFORMANCE ANNO 212 Approvato con la deliberazione di Giunta Municipale n 275 del 27/11/212 OBIETTIVO STRATEGICO Obiettivo strategico DIRIGENTI E

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO COMUNE DI RAGALNA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO 2013-2015 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI DELL'ENTE 1

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA DA ALLEGARSI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2014

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA DA ALLEGARSI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2014 COMUNE DI CORTANDONE Provincia di Asti RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA DA ALLEGARSI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PREMESSA Il Comune di Cortandone ha una popolazione residente al 31/12/2013 di

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA Comune di Salice Salentino Provincia di LECCE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER L'ESERCIZIO 2015 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA INSEDIATA E

Dettagli

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 I conti del cittadino: come sono stati spesi i soldi di tutti Ecco le cifre del conto del bilancio 2005 LE ENTRATE ACCERTATE NEL 2005 SONO STATE PARI AD 43.962.251,42

Dettagli

A cura dell Ufficio del Controllo di Gestione

A cura dell Ufficio del Controllo di Gestione Giovani idee in. Porto Partecipo al Bilancio Com è strutturato il bilancio del Comune A cura dell Ufficio Che cos è il bilancio del Comune? Il bilancio è un insieme di documenti necessari per l organizzazione

Dettagli

Consuntivo 2010. Documenti allegati

Consuntivo 2010. Documenti allegati Consuntivo 2010 Consuntivo 2010 Documenti allegati Relazione dei revisori dei conti Elenco dei residui attivi e passivi distinti per anno di provenienza Conto del Bilancio Conto economico Conto Patrimoniale

Dettagli

VERIFICHE PRELIMINARI

VERIFICHE PRELIMINARI COMUNE DI TAGGIA PROVINCIA DI IMPERIA **** PARERE DEL REVISORE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2013 E DOCUMENTI ALLEGATI **** REVISORE UNICO Marco Rossi Commercialista Revisore Contabile Pubblicista

Dettagli

COMUNE DI CISLIANO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2012. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser.

COMUNE DI CISLIANO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2012. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser. Stampa per Codice di Bilancio 1 0 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 0.00.0000 1 1 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE - FONDO INVESTIMENTO 0,00 38.560,00 0,00-38.560,00 0,00 0.00.0000 1 2 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE - FONDO

Dettagli

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1 Residui conservati N. di Conto del tesoriere Determinazione dei Maggiori o e stanziamenti riferimento residui minori CODICE DESCRIZIONE definitivi allo Riscossioni

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2002-2003 - 2004 SEZIONE 3 PROGRAMMI

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2002-2003 - 2004 SEZIONE 3 PROGRAMMI RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2002-2003 - 2004 SEZIONE 3 PROGRAMMI Comune di Roseto degli Abruzzi 3.1 - Considerazioni generali e motivata dimostrazione delle variazioni rispetto all'esercizio

Dettagli

UNIONE MONTANA DEI COMUNI

UNIONE MONTANA DEI COMUNI UNIONE MONTANA DEI COMUNI "VALLI SAVENA - IDICE" - BOLOGNA - PIANORO VIALE RISORGIMENTO N.1-40065 - BO C.F.: 02961561202 P. I.V.A.: 02961561202 RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA TRIENNIO 2012-2014 SEZIONE

Dettagli

COMUNE DI LORIA PROVINCIA DI TREVISO. Pag. 1 di 82

COMUNE DI LORIA PROVINCIA DI TREVISO. Pag. 1 di 82 PROVINCIA DI TREVISO Pag. 1 di 82 PROVINCIA DI TREVISO Relazione Previsionale e Programmatica 2012-2014 Pag. 2 di 82 SEZIONE 1 - CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA

Dettagli

Comune di Santa Lucia di Piave (TV) BILANCIO 2011

Comune di Santa Lucia di Piave (TV) BILANCIO 2011 ENTRATE: PREVISIONE 2011 Quota avanzo dell'anno precedente (Titolo 0) 150.000,00 Entrate Tributarie (Titolo 1) 2.152.100,00 Entrate derivanti da contributi e trasferim. correnti dello Stato (Titolo 2)

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2013

BILANCIO DI PREVISIONE 2013 COMUNE DI ACQUALAGNA Provincia di PESARO-URBINO PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2013 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE RAG. GINETTA ALUIGI Parere dell

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E DOTAZIONE L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2011

BILANCIO DI PREVISIONE 2011 COMUNE DI Lanciano Provincia di Chieti PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2011 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE Dott.ssa Francesca AIMOLA Dott. Luigi Alfredo

Dettagli

COMUNE DI REGGIOLO. Provincia di REGGIO EMILIA

COMUNE DI REGGIOLO. Provincia di REGGIO EMILIA COMUNE DI REGGIOLO Provincia di REGGIO EMILIA PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLO SCHEMA DI RENDICONTO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2010 E DOCUMENTI ALLEGATI IL REVISORE Dott. Valerio Fantini Comune di

Dettagli

COMUNE DI GATTATICO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

COMUNE DI GATTATICO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA COMUNE DI GATTATICO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015-2017 (punto 9.3 del principio della programmazione, allegato al DPCM 23/12/2011) CRITERI DI VALUTAZIONE ADOTTATI

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 COMUNE DI MARANO SUL PANARO Provincia di Modena PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E DOCUMENTI ALLEGATI IL REVISORE UNICO Nadia Monari Parere dell Organo di Revisione

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni come

Dettagli

C O M U N E D I P O N T E C A G N A N O F A I A N O PROVINCIA DI SALERNO

C O M U N E D I P O N T E C A G N A N O F A I A N O PROVINCIA DI SALERNO Albo Pretorio online n. Registro Pubblicazione pubblicato il C O M U N E D I P O N T E C A G N A N O F A I A N O PROVINCIA DI SALERNO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE O G G E T T O ORIGINALE N. Approvazione

Dettagli

Consiglio Comunale 18 dicembre 2009

Consiglio Comunale 18 dicembre 2009 Consiglio Comunale 18 dicembre 2009 IL BILANCIO E STATO REDATTO TENENDO CONTO DELLA LEGGE N. 133/2008 GESTIONE CORRENTE Per la gestione ordinaria è prevista per l esercizio 2010 una spesa complessiva di

Dettagli

28/07/2014. In collaborazione con. www.risorsecomuni.it 7 novembre 2013 / MILANO, Palazzo delle Stelline

28/07/2014. In collaborazione con. www.risorsecomuni.it 7 novembre 2013 / MILANO, Palazzo delle Stelline il BILANCIO dell Ente Locale e i vincoli del PATTO di STABILITA interno In collaborazione con 26 luglio 2014 / MILANO MILANO, Palazzo delle Stelline www.risorsecomuni.it 7 novembre 2013 / MILANO, Palazzo

Dettagli

Sezione Seconda Il nuovo ordinamento contabile

Sezione Seconda Il nuovo ordinamento contabile Capitolo 3: La programmazione 111 soggiace ai limiti degli stanziamenti indicati nell ultimo bilancio approvato, ove esistano. L ultimo comma dell art. 163 disciplina l ipotesi in cui la scadenza del termine

Dettagli

COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014

COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014 COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014 COMUNE DI VEGLIE BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2014 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE

BILANCIO DI PREVISIONE Comune di Cernusco Lombardone BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 al 19 maggio 2015 www.comune.cernuscolombardone.lc.it BILANCIO COME FUNZIONA Il bilancio di previsione del Comune risulta in pareggio: il

Dettagli

Comune di LEVERANO Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011

Comune di LEVERANO Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011 Provincia di LECCE BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011 PARTE I - ENTRATA 22/06/2011 9:15 Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 314.100,35 34.790,99

Dettagli

Castelvetro di Modena. Relazione Previsionale e Programmatica 2015/2017

Castelvetro di Modena. Relazione Previsionale e Programmatica 2015/2017 Relazione Previsionale e Programmatica 2015/2017 Introduzione Comune di Castelvetro di Modena Relazione Previsionale e Programmatica 2015/2017 Pag.1 Relazione Previsionale e Programmatica 2015/2017 Introduzione

Dettagli

BILANCIO ARMONIZZATO CON ALLEGATI 2015-2017 PROVINCIA DI VICENZA

BILANCIO ARMONIZZATO CON ALLEGATI 2015-2017 PROVINCIA DI VICENZA BILANCIO ARMONIZZATO CON ALLEGATI - PROVINCIA DI VICENZA Provincia di Vicenza - ESERCIZIO PARTE I - ENTRATA Pag.1 Titolo, Tipologia Fondo pluriennale vincolato per spese correnti Fondo pluriennale vincolato

Dettagli

COMUNE DI CASTELFRANCO EMILIA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2014 / 2016

COMUNE DI CASTELFRANCO EMILIA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2014 / 2016 1. COMUNE DI CASTELFRANCO EMILIA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2014 / 2016 2. INDICE SEZIONE 1... 3 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI

Dettagli

Relazione sullo stato di. realizzazione dell attività. programmata nell anno 2010

Relazione sullo stato di. realizzazione dell attività. programmata nell anno 2010 COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA (TRAPANI) Relazione sullo stato di realizzazione dell attività programmata nell anno 2010 1 - LA LETTURA DEI RISULTATI DELLA GESTIONE 1.1 - Il risultato della gestione di competenza

Dettagli

RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013

RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013 RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013 RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ESERCIZIO 2013 (Art. 151 comma 6 D.to Lgs. 267/2000) Premessa: L art.151 c.6 del D.to Lgs. 267/2000 prevede

Dettagli

Relazione sulla gestione finanziaria e sul funzionamento dei controlli interni

Relazione sulla gestione finanziaria e sul funzionamento dei controlli interni CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LIGURIA Relazione sulla gestione finanziaria e sul funzionamento dei controlli interni Comune di Lerici (SP) esercizio finanziario 2003 (art. 7, comma

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA COMUNE DI CELLINO SAN MARCO Provincia di BRINDISI RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER L'ESERCIZIO 2015 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA INSEDIATA

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2012

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2012 BILANCIO DI PREVISIONE INDICE SISTEMATICO DEL BILANCIO BILANCIO DI PREVISIONE 2012 Pag. I ENTRATE TITOLO I - ENTRATE TRIBUTARIE CATEGORIA 1 - IMPOSTE Pag. 1 CATEGORIA 2 - TASSE Pag. 2 CATEGORIA 3 - TRIBUTI

Dettagli

Comune di Maddaloni Provincia di Caserta Piazza Matteotti, 9 C.A.P. 81024 cod Fisc: 80004330611 Partita IVA 00136920618

Comune di Maddaloni Provincia di Caserta Piazza Matteotti, 9 C.A.P. 81024 cod Fisc: 80004330611 Partita IVA 00136920618 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE/2013 Delibera n. 36 del 25/07/2013 Oggetto: Approvazione dell ipotesi di Bilancio stabilmente riequilibrato 2012 della Relazione e Programmatica e del Bilancio Pluriennale

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2011

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2011 BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2011 INDICE SISTEMATICO DEL BILANCIO BILANCIO DI PREVISIONE 2011 Pag. I ENTRATE TITOLO I - ENTRATE TRIBUTARIE CATEGORIA 1 - IMPOSTE Pag. 1 CATEGORIA 2 - TASSE Pag. 2 CATEGORIA

Dettagli

Osservatorio sui Bilanci delle Autonomie Locali

Osservatorio sui Bilanci delle Autonomie Locali Osservatorio sui Bilanci delle Autonomie Locali GUIDA ALLA LETTURA DEI BILANCI COMUNALI L esame dei bilanci dei Comuni può costituire un utile strumento di analisi e di supporto all elaborazione di linee

Dettagli

Comune di Almenno San Salvatore

Comune di Almenno San Salvatore Comune di Almenno San Salvatore Provincia di Bergamo 035/6320211 - FAX 035/643041 Piazza San Salvatore, 11 C. F. 00533860169 PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2014

Dettagli

BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016

BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 BILANCIO PLURIENNALE 2014 - Pagina 1 di 201 PREVISIONI DEL BILANCIO PLURIENNALE 2014 - AVANZO DI AMMINISTRAZIONE di cui: Avanzo vincolato Avanzo finanziamento investimenti Avanzo fondo ammortamento Avanzo

Dettagli

Comune di Bricherasio

Comune di Bricherasio Avanzo di Amministrazione + Fondo Pluriennale Vincolato iscritto in Entrata di cui: - Fondi Vincolati - Finanziamento Investimenti - Fondo Ammortamento 22.000,00 469.074,66 - Fondi Non Vincolati 22.000,00

Dettagli

COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA DI NAPOLI * SETTORE RAGIONERIA - FINANZE - TRIBUTI - ECONOMATO *

COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA DI NAPOLI * SETTORE RAGIONERIA - FINANZE - TRIBUTI - ECONOMATO * COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA DI NAPOLI * SETTORE RAGIONERIA - FINANZE - TRIBUTI - ECONOMATO * SCHEMA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE * PROT. N 21051 DEL 15/06/2010 UFFICIO ISTRUTTORE: RAGIONERIA * CAPO SETTORE:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA 2009

PROGRAMMAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA 2009 PROGRAMMAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA 2009 Nel complesso quadro normativo di riferimento della programmazione e previsione economico-finanziaria degli enti locali, predisporre il bilancio di previsione

Dettagli

COMUNE DI PARABIAGO. Provincia di Milano RELAZIONE TECNICA AL CONTO DEL BILANCIO ANNO 2013

COMUNE DI PARABIAGO. Provincia di Milano RELAZIONE TECNICA AL CONTO DEL BILANCIO ANNO 2013 COMUNE DI PARABIAGO Provincia di Milano RELAZIONE TECNICA AL CONTO DEL BILANCIO ANNO 2013 Relazione al Rendiconto della Gestione - anno 2013 Pagina 137 di 195 Relazione Tecnica al Conto del Bilancio -

Dettagli

Il bilancio di previsione 2012

Il bilancio di previsione 2012 1 Bilancio parte corrente 2012 Entrate Entrate correnti (titoli 1+2+3): 56.590.403,00 Proventi delle concessioni edilizie che finanziano spese correnti: proventi contravvenzioni al cds che finanziano spese

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 473.546,34 473.546,34 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti 90.000,00 90.000,00 Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 383.546,34

Dettagli

COMUNE DI BUSTO GAROLFO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio

COMUNE DI BUSTO GAROLFO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio Stampa per Codice di Bilancio 1 0 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 0.00.0000 1 1 AVANZO AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO 0,00 682.808,90 92.602,01 0,00 775.410,91 0.00.0000 1 2 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE FINANZIAMENTO

Dettagli

VERBALE del 18/11/2013

VERBALE del 18/11/2013 VERBALE del 18/11/2013 PARERE SUL BILANCIO DI PREVISIONE 2014-2016 E SUOI ALLEGATI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Il COLLEGIO DEI REVISORI Premesso che l organo di revisione ha esaminato la proposta di bilancio

Dettagli

COMUNE DI CARPENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA BILANCIO PLURIENNALE - ENTRATE TRIENNIO 2012-2014

COMUNE DI CARPENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA BILANCIO PLURIENNALE - ENTRATE TRIENNIO 2012-2014 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AVANZO AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO PROVENTI CONCESSIONI EDILIZIE AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO MONETIZZAZIONI AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: ALIENAZIONI

Dettagli

Relazione dell organo di revisione

Relazione dell organo di revisione COMUNE DI COSTA MASNAGA Provincia di LECCO Relazione dell organo di revisione - sulla proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione 2011 - sullo schema di rendiconto per l esercizio

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 COMUNE DI CAMPI SALENTINA Provincia di Lecce PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE Dott. Giovanni La Verde Comune di Campi

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO: 2013

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO: 2013 BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO: 0 AVANZO AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 0,00 98.80,00 0,00 98.80,00 0,00 Totale Avanzo di Amministrazione 0,00 98.80,00 0,00 98.80,00 0,00 Pagina di BILANCIO DI PREVISIONE

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 152.989,91 148.585,09 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 152.989,91 148.585,09 Entrate

Dettagli

COMUNE DI BUDRIO Provincia di Bologna NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015-2017

COMUNE DI BUDRIO Provincia di Bologna NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015-2017 COMUNE DI BUDRIO Provincia di Bologna NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015-2017 PREMESSA Ai sensi di quanto previsto dal principio contabile applicato concernente la programmazione di bilancio

Dettagli

Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2014

Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2014 Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2014 La scadenza ordinaria per l approvazione del bilancio di previsione è stabilita al 31 dicembre di ogni anno (art. 151 del D. Lgs. n. 267/2000). Entro tale

Dettagli

Comune di Busano. VARIAZIONI Ultimo esercizio. esercizio in corso

Comune di Busano. VARIAZIONI Ultimo esercizio. esercizio in corso Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO PREVISIONI Avanzo di Amministrazione di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati Entrate Tributarie TITOLO 101 CATEGORIA

Dettagli

BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE

BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE Avanzo di amministrazione 1.000.00 Entrate tributarie (titolo I) 63.778.705,00 Entrate da trasferimenti (titolo II) 15.725.005,58 Entrate extratributarie (titolo III)

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2013

BILANCIO DI PREVISIONE 2013 COMUNE DI CAPRIVA DEL FRIULI Provincia di Gorizia PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2013 E DOCUMENTI ALLEGATI IL REVISORE Dott. Davide Furlan 1 Sommario Verifiche

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2010

BILANCIO DI PREVISIONE 2010 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2010 Approvato con deliberazione Consiglio Comunale n. 55-315 del 28 aprile 2010 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno

Dettagli

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2008 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 1.326.30 376.60

Dettagli

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2009 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 376.60 875.00

Dettagli

Comune di San Polo d Enza (Provincia di Reggio Emilia) Relazione Previsionale e Programmatica 2014-2016

Comune di San Polo d Enza (Provincia di Reggio Emilia) Relazione Previsionale e Programmatica 2014-2016 Comune di San Polo d Enza (Provincia di Reggio Emilia) Relazione Previsionale e Programmatica 2014-2016 Comune di San Polo d Enza (Provincia di Reggio Emilia) Relazione Previsionale e Programmatica 2014-2016

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione BILANCIO CONSUNIVO PER L'ANNO 2013 GESIONE DELLA ENRAA Conto esoreria Riscossioni Accertamenti otale otale al 31/12 Accert. al 31/12 Maggiori o minori Entrate Avanzo di Amministrazione 152.989,91-152.989,91

Dettagli

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO 2.1.1 - Quadro Riassuntivo TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE ENTRATE Esercizio Previsione % Esercizio Esercizio in corso del bilancio

Dettagli

Comune di Frassinello Monferrato

Comune di Frassinello Monferrato Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 36.600,00 36.600,00 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 36.600,00 36.600,00 Entrate Tributarie

Dettagli

COMUNE DI SALA CONSILINA

COMUNE DI SALA CONSILINA 1.01.41.0012 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (ICI) 2007 200.051,03 (Pag.1) 1.01.41.0012 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (ICI) 2008 66.546,28 1.01.41.0012 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (ICI) 2009 531.847,67

Dettagli

COMUNE DI SCHIO PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE (P.E.G.) (Previsioni Assestate) - Esercizio Finanziario 2013 PARTE I - ENTRATA direzione: D0 SETTORE 02

COMUNE DI SCHIO PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE (P.E.G.) (Previsioni Assestate) - Esercizio Finanziario 2013 PARTE I - ENTRATA direzione: D0 SETTORE 02 direzione: D0 SETTORE 02 servizio: S04 SERVIZIO RISORSE UMANE E RELAZIONI SINDACALI Centro responsabile: R48 Servizio risorse umane e relaz.sindacali Pag.1 TITOLO I ENTRATE TRIBUTARIE Categoria 1 02 Tasse

Dettagli

COMUNE DI CASSINA DE' PECCHI PEG CONSUNTIVO - GESTIONE DELLE ENTRATE - ESERCIZIO 2011

COMUNE DI CASSINA DE' PECCHI PEG CONSUNTIVO - GESTIONE DELLE ENTRATE - ESERCIZIO 2011 PAG. 1 Residui (A) Competenza (F) Competenza (G) Competenza (H) Competenza (I=G+H) AVANZO DI AMMINISTRAZIONE T 520.138,00 520.138,00 520.138,00 - FONDO DI CASSA AL 1 GENNAIO T 1.336.135,21 1.336.135,21

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015

BILANCIO DI PREVISIONE 2015 CITTA DI VALMADRERA PROVINCIA DI LECCO BILANCIO DI PREVISIONE 2015 CITTA DI VALMADRERA PROVINCIA DI LECCO RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA DEL BILANCIO 2015 RELAZIONE TECNICA BILANCIO 2015 RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Comune di Villa Guardia. Bilancio preventivo 2004

Comune di Villa Guardia. Bilancio preventivo 2004 Comune di Villa Guardia Bilancio preventivo Entrate Quadro generale riassuntivo Spese Titolo I: Entrate tributarie 2.345.977,46 Titolo I: Spese correnti 3.626.368,07 Titolo II: Entrate da contributi e

Dettagli

COMUNE DI BARANZATE PROVINCIA DI MILANO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL TRIENNIO 2009-2011

COMUNE DI BARANZATE PROVINCIA DI MILANO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL TRIENNIO 2009-2011 COMUNE DI BARANZATE PROVINCIA DI MILANO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL TRIENNIO 2009-2011 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL ECONOMIA INSEDIATA E

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015 - PARTE ENTRATA

BILANCIO DI PREVISIONE 2015 - PARTE ENTRATA CAP codice voce econ Descrizione della tipologia di entrata da inserire nelle risorse ASSESTATO 2014 PREVISIONE 2015 0 0000000 Avanzo di amministrazione 50.200,00 50.000,00 Titolo 1 ENTRATE TRIBUTARIE

Dettagli

STAMPA CONTO CONSUNTIVO

STAMPA CONTO CONSUNTIVO C O M U N E D I A R Z I G N A N O CONTO CONSUNTIVO Esercizio finanziario CONTO CONSUNTIVO - ENTRATE COMUNE DI ARZIGNANO Pagina 1 STAMPA CONTO CONSUNTIVO GESTIONE DELLE ENTRATE- ANNO 1000000 conservati

Dettagli

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA 1 TITOLO I ENTRATE TRIBUTARIE 1 1 Categoria 01 - IMPOSTE 1010020 I.C.I 354.100,00 374.003,00 6.731,37 367.271,63 1010021

Dettagli

STAMPA CONTO CONSUNTIVO

STAMPA CONTO CONSUNTIVO C O M U N E D I A R Z I G N A N O CONTO CONSUNTIVO Esercizio finanziario CONTO CONSUNTIVO - ENTRATE COMUNE DI ARZIGNANO Pagina 1 STAMPA CONTO CONSUNTIVO GESTIONE DELLE ENTRATE- ANNO 1000000 Residui conservati

Dettagli

COMUNE DI MASON VICENTINO PROVINCIA DI VICENZA RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2013-2015

COMUNE DI MASON VICENTINO PROVINCIA DI VICENZA RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2013-2015 COMUNE DI MASON VICENTINO PROVINCIA DI VICENZA RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2013-2015 RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO: 2013-2014 - 2015 Modello n. 2 per Comuni e Unione di

Dettagli

Comune di Mendicino Esercizio: 2012 CONTO DEL BILANCIO - GESTIONE DELLE ENTRATE Data: 21-01-2014 Pag. 1

Comune di Mendicino Esercizio: 2012 CONTO DEL BILANCIO - GESTIONE DELLE ENTRATE Data: 21-01-2014 Pag. 1 Comune di Mendicino Esercizio: 2012 CONTO DEL BILANCIO - GESTIONE DELLE ENTRATE Data: 21-01-2014 Pag. 1 1 - ENTRATE TRIBUTARIE 01 - IMPOSTE 1.01.0010 - I.M.U. RS 0,30 1 0,00 0,00 0,00-0,30 INS CP 1.097.859,00

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA BILANCIO SPERIMENTALE DI PREVISIONE FINANZIARIO 2014/2016 EMENDATO

COMUNE DI BRESCIA BILANCIO SPERIMENTALE DI PREVISIONE FINANZIARIO 2014/2016 EMENDATO COMUNE DI BRESCIA BILANCIO SPERIMENTALE DI PREVISIONE FINANZIARIO /2016 EMENDATO BILANCIO SPERIMENTALE DI PREVISIONE INDICE Nota tecnica introduttiva pag. 3 Bilancio di Previsione Entrata pag. 5 Bilancio

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO ENTRATE COMUNE DI BRUGHERIO - ESERCIZIO 2012 BILANCIO DI PREVISIONE PARTE I - ENTRATA Valuta: EURO Pag.1

Dettagli

CITTA DI CONEGLIANO. Provincia di Treviso RELAZIONE DELLA GIUNTA AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ANNO 2012

CITTA DI CONEGLIANO. Provincia di Treviso RELAZIONE DELLA GIUNTA AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ANNO 2012 CITTA DI CONEGLIANO Provincia di Treviso RELAZIONE DELLA GIUNTA AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ANNO 2012 Ai sensi art. 151 6 comma - D.Lgs 267/2000 COMUNE DI CONEGLIANO RELAZIONE DELLA GIUNTA AL RENDICONTO

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione Comune di Spilamberto (MO)

Relazione al bilancio di previsione Comune di Spilamberto (MO) febbraio 9 Relazione al bilancio di previsione 2015 Comune di Spilamberto (MO) 1. Il bilancio Il Bilancio di Previsione è il documento di programmazione e controllo dell'ente; deve assolvere contemporaneamente

Dettagli

BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013

BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013 Pagina 1 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 825.833,33 282.28 282.28 di cui: AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO 288.951,87 80.28 80.28 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: FINANZIAMENTO INVESTIMENTI AVANZO DI AMMINISTRAZIONE:F.AMMORTAMENTO

Dettagli

COMUNE DI TRECASE ELENCO RESIDUI ATTIVI AL 31/12/2013

COMUNE DI TRECASE ELENCO RESIDUI ATTIVI AL 31/12/2013 Pag. 1 1 ENTRATE TRIBUTARIE 1.01 IMPOSTE 1.01.0010 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI 10 2012 377 DC 51 31/10/2012 DIVERSI 92.818,77 RISCOSSIONI SALDO IMU PER RIDETERMINAZIONE PREVISIONI MEF 10 2013 413 LS

Dettagli

ASSESSORATO AL BILANCIO SERVIZIO FINANZIARIO COMUNE DI TORTOLI RENDICONTO DELLA GESTIONE 2008

ASSESSORATO AL BILANCIO SERVIZIO FINANZIARIO COMUNE DI TORTOLI RENDICONTO DELLA GESTIONE 2008 ASSESSORATO AL BILANCIO SERVIZIO FINANZIARIO COMUNE DI TORTOLI RENDICONTO DELLA GESTIONE 2008 GESTIONE PARTE CORRENTE DI COMPETENZA ENTRATE CORRENTI SPESE CORRENTI PERSONALE ACQUISTO BENI ENTRATE IMPOSTE

Dettagli

STAMPA CONTO CONSUNTIVO

STAMPA CONTO CONSUNTIVO C O M U N E D I A R Z I G N A N O CONTO CONSUNTIVO Esercizio finanziario CONTO CONSUNTIVO - ENTRATE COMUNE DI ARZIGNANO Pagina 1 STAMPA CONTO CONSUNTIVO GESTIONE DELLE ENTRATE- ANNO conservati Conto del

Dettagli

Comune di Cermenate. Relazione al Rendiconto esercizio 2013

Comune di Cermenate. Relazione al Rendiconto esercizio 2013 Comune di Cermenate Relazione al Rendiconto esercizio 2013 1 Gestione finanziaria RESIDUI In conto COMPETENZA Totale Fondo di cassa al 1 gennaio 2013 651.836,65 Riscossioni 1.988.202,33 6.567.464,69 8.555.667,02

Dettagli

COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di NAPOLI. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009

COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di NAPOLI. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009 Provincia di NAPOLI BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009 PARTE I - ENTRATA 14/05/2009 :00 Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 1.147.632,00 1.698.132,00

Dettagli

Comune di Salerano. VARIAZIONI Ultimo esercizio

Comune di Salerano. VARIAZIONI Ultimo esercizio Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione + Fondo Pluriennale Vincolato iscritto in Entrata di cui: - Fondi Vincolati - Finanziamento Investimenti - Fondo Ammortamento 101.000,00 9.000,00

Dettagli

COMUNE DI ROCCAGORGA

COMUNE DI ROCCAGORGA COMUNE DI ROCCAGORGA Provincia di Latina PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE Verdone Antonio Revisore Unico Parere dell

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2015-2017

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2015-2017 COMUNE DI CASTELFIDARDO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2015-2017 - Modello ufficiale RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2015-2017 (D.LGS.77/95) INDICE DEGLI ARGOMENTI TRATTATI Sezione 1 - Caratteristiche

Dettagli

LA RELAZIONE CONTABILE

LA RELAZIONE CONTABILE LA RELAZIONE CONTABILE Struttura del Bilancio di Previsione Il bilancio di previsione comunale è il documento di indirizzo politicofinanziario con il quale il Consiglio Comunale, su proposta della Giunta,

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2008

BILANCIO DI PREVISIONE 2008 COMUNE DI RIMINI Provincia di Rimini PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2008 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE Rimini Domus del Chirurgo - dettaglio mosaico

Dettagli

Comune di Brivio. Bilancio di Previsione 2012

Comune di Brivio. Bilancio di Previsione 2012 Comune di Brivio Bilancio di Previsione 2012 Comune di Brivio Linee generali Il bilancio di previsione 2012 si caratterizza proprio per un forte elemento «previsionale», legato ai recenti interventi legislativi

Dettagli