DENSO THERMAL SYSTEMS: PROFILO CORPORATE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DENSO THERMAL SYSTEMS: PROFILO CORPORATE"

Transcript

1

2 DENSO THERMAL SYSTEMS: PROFILO CORPORATE Con una leadership tecnologica e un know-how consolidato, Denso Thermal Systems S.p.A. è tra i primi produttori mondiali di sistemi di climatizzazione per il comfort in abitacolo e di sistemi di raffreddamento del motore. Denso Thermal Systems S.p.a. nasce nel 1986 come Borletti Climatizzazione ed entra a far parte del gruppo Denso nel Protagonista, nell ultimo ventennio, di una continua crescita, oggi è un gruppo industriale internazionale saldamente localizzato in Italia e dotato di un patrimonio di tecnologia e competenze in grado di soddisfare le esigenze di tutti i principali car makers mondiali. Cuore pulsante e principale sede della Denso Thermal Systems S.p.A. è Poirino (in provincia di Torino) che, con i suoi mq di superficie e un organico complessivo di oltre dipendenti, costituisce, con gli altri due stabilimenti di Avellino e Cassino e con l unità di aftermarket di Carmagnola, un efficace realtà in Italia che conta più di professionisti. Denso Thermal Systems è anche una holding internazionale, controllando 3 unità produttive in Europa (Portogallo, Polonia, Spagna), 2 in Sud America (Brasile e Argentina) e una in Asia, per un totale di oltre dipendenti. Ricerca e sviluppo, innovazione continua, investimento in tecnologie e costante attenzione alla qualità sono i nuclei principali su cui l azienda ha fondato la propria filosofia e produzione. Con quattro aree di prodotto diverse (termico abitacolo, termico motore, moduli plancia e moduli frontali), Denso Thermal Systems S.p.A. è in grado di soddisfare appieno le esigenze delle più grandi case automobilistiche mondiali: da Alfa Romeo, a Audi, Citroën, Ferrari, Fiat, General Motors, Iveco, Lancia, Maserati, Opel, Peugeot, Renault, Scania, Seat, Toyota e Volkswagen ed anche Caterpillar, CNH Case New Holland, Lamborghini, Massey Ferguson, Piaggio e Same. Per maggiori informazioni: Frazione Masio, Poirino (To) Tel Fax

3 T PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO TELEFONIA FISSA E MOBILE DEL COMUNE: CHIARIMENTI Gli uffici comunali intendono fare chiarezza una volta per tutte sulle polemiche relative ai contratti telefonici che il Comune di Poirino ha stipulato con la Digital Broker di Torino. Essendo quello della fonia un mercato molto dinamico, il Comune ha deciso di rivolgersi a una ditta di brokeraggio specializzata nel settore, facendo un affidamento diretto e sperimentale per testare il funzionamento e i vantaggi dell offerta in vista di una successiva conferma o riesame della scelta effettuata. Tale ditta ha ricevuto l incarico di individuare il prodotto sul mercato che offre il miglior rapporto qualità/ prezzo. Ci sono state richieste di accesso agli atti di soggetti che hanno voluto indagare sulla scelta dell affidamento diretto alla Digital Broker di Torino. Se fino alla prima settimana di ottobre i contratti in formato cartaceo non erano ancora disponibili, ora sono depositati agli atti perché sono stati stampati dal file che la ditta conservava solo in formato elettronico. Al di là di ogni polemica è sostanziale dire che, grazie a questo servizio di brokeraggio, i costi di gestione della fonia fissa in Comune hanno generato risparmi del 40% circa rispetto allo stesso periodo dell anno scorso. Per quanto riguarda la fonia mobile, sempre per rispondere a quesiti avanzati da soggetti privati e da consiglieri comunali, si vuole pubblicare qui di seguito i nomi di tutti coloro che, in Comune, hanno in dotazione un cellulare. Questi gli assegnatari di cellulari aziendali del Comune: SINDACO Tamagnone Sergio VICE SINDACO Di Fiore Rosario Novara Delfina Marchisio Ilario Orrù Pierluigi SEGRETARIO Di Rosario Giovanni Sferra Alessandra Visconti Gianluca Becchio Piero Pecchio Antonella Lisa Michelangelo Crivello Alessandro È però importante sottolineare che questi cellulari sono a circuito chiuso, cioè possono ricevere da tutti i cellulari ma possono solo chiamare gli altri cellulari aziendali sotto elencati e inseriti nella rete aziendale mobile. Gli assegnatari di una sim aziendale che hanno optato di utilizzare il numero anche per le telefonate personali (dual sim), devono digitare il codice 9 e in questo caso la telefonata viene loro addebitata sulla propria bolletta personale. Appendino Anna Maria Giglio Giuseppe Casetta Vittorio Novo Liliana Cavagliato Giuseppe Casetta Luisa Delbosco Filippo Petrolito Gianfranco Di Marco Arcangelo D Angelo Walter Chiesa Anna Rip. Vigilanza Cellulare di Servizio Rip. Vigilanza (palmare) Carabinieri Poirino Carabinieri Chieri Musso Roberto Brugnano Orlando Mastrullo Michele Beatrice Alderisio Centralino comune (5 numeri) Biblioteca (solo per ricevere) Centralino scuole medie Restano poi altri 5 numeri liberi da assegnare perché restituiti. PRIMO TRATTO DI VIA XX SETTEMBRE A SENSO UNICO A decorrere dalla data di installazione della prescritta segnaletica diventerà esecutiva l Ordinanza, emessa dal Responsabile della Ripartizione Vigilanza, che istituisce il senso unico sul primo tratto di Via XX Settembre, quello compreso tra Via Indipendenza e Via Roma. In sostanza, i veicoli potranno transitare solo immettendosi da Via Indipendenza, e percorrere il breve tratto di via XX Settembre (un centinaio di metri o poco più) avendo come unica direzione di marcia consentita quella che conduce verso Via Roma. Nulla cambia per i residenti in quest ultima via, i quali potranno continuare ad accedere alle proprie abitazioni con provenienza da entrambe le direzioni di Via XX Settembre. Diversa la situazione per quegli automobilisti provenienti dalla zona Sud del centro abitato: dal trivio della chiesetta di San Sebastiano, per recarsi in piazza si troveranno di fronte a due opzioni: o percorrere Via XX Settembre, ma con l obbligo poi di svoltare in Via Arpino, oppure attraverso Via Trieste raggiungere Via Ternavasso e svoltare a sinistra verso l incrocio semaforizzato di Via Colombo. Sono molteplici le motivazioni che hanno determinato l assunzione del provvedimento, in primis l esigenza di dare maggior fluidità e sicurezza al traffico veicolare sulla tratta in questione, la cui carreggiata presenta un restringimento che è la causa principale di episodi di congestione della circolazione dovuta alla difficoltà dell incrocio tra veicoli. Si partirà per un periodo di sperimentazione della durata di 60 giorni dopo il quale, se verrà ravvisato un effettivo miglioramento della mobilità veicolare sulla via e non si registreranno riflessi negativi su quelle limitrofe, si potrà passare al perfezionamento della circolazione statica mediante tracciatura, nel tratto a senso unico, di parcheggi disposti a spina di pesce con implementazione del numero degli stessi. Sul sito sarà pubblicata copia dell ordinanza dalla lettura nella quale sono specificate più nel dettaglio, le ragioni e le finalità del provvedimento. Ottobre

4 PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO M LA MATERNA È RINATA DALLE SUE CENERI Dopo un incendio devastante e non poche polemiche, ha aperto i battenti la nuova scuola materna di strada Vecchia delle Poste 12. Sabato 10 settembre ha avuto luogo l inaugurazione del colorato edificio alle spalle della scuola media, con il taglio del nastro da parte del sindaco Sergio Tamagnone e la benedizione dei locali del parroco don Ottavio Paglietta. Lunedì 12 settembre, invece, il cancello si è spalancato per i piccoli allievi delle cinque sezioni prima ospitate nella vicina scuola media, che saranno raggiunti dai coetanei dei Favari quando inizierà la ristrutturazione del plesso in frazione. Quando la sezione dei Favari tornerà nella frazione, potremmo trasferivi una delle tre ora all elementare Gaidano ipotizza il sindaco Ma questo è ancora tutto da decidere. Rispetto alla precedente costruzione, sono state apportate alcune modifiche: Sono state create compartimentazioni e divisioni nella struttura spiega il primo cittadino perché, se malauguratamente dovesse verificarsi un altro incendio, potrebbe essere circoscritto a una parte molto ristretta dell edificio. Inoltre, è stato aggiunto il parafulmine: Per legge non è assolutamente necessario, visto il tipo di costruzione aggiunge Tamagnone, tant è vero che l assicurazione ha pagato tutti i danni fino all ultimo centesimo. Sono stati anche riprogettati gli impianti idrico, antincendio e del gas. Le modifiche hanno però fatto aumentare il costo che, da poco meno di 2 4 Ottobre 2011

5 M PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO milioni, è salito a euro. L edificio scolastico è costruito dall impresa Habitat Legno di Edolo, in provincia di Brescia, che si era aggiudicata l appalto nel gennaio del 2008 e aveva iniziato a lavorarvi poche settimane dopo. Quando l edificio era ormai quasi finito, nella notte fra l 8 e il 9 agosto del 2009, era stato colpito da due fulmini e, nonostante l intervento in forze dei vigili del fuoco, era andato completamente in fumo: si erano salvate solo le fondamenta in cemento armato. I periti dell assicurazione non avevano trovato nulla d irregolare, la Zurich ha pagato per intero i danni e nella primavera del 2010 ha potuto prendere il via la ricostruzione, affidata alla stessa impresa. La scuola materna è articolata su due bracci, oltre a quello più corto dell ingresso, e contiene sei sezioni, ciascuna delle quali può accogliere fino a un massimo di venti bambini. La struttura modulare, in legno lamellare, fa sì che l edificio possa essere ampliato in futuro e che ogni sezione possa funzionare per conto proprio. Un sostanziale e sostanzioso contributo al Comune è venuto dalla Denso Thermal Systems SpA, che si è accollata la spesa degli arredi. La dirigenza della Denso ci aveva informato di voler fare un contributo liberale al Comune e ci avevano chiesto di fornire un elenco delle necessità ricorda il sindaco Tamagnone Tra le varie voci hanno scelto la più costosa, e hanno deciso di donare l intero arredo. Un dono da euro, che è servito per acquistare banchi, sedie, cattedre e armadi nella nuova struttura. Il 25 giugno, durante l Open Day in occasione della cerimonia per il venticinquesimo anniversario dell insediamento in paese, un componente del consiglio d amministrazione dell azienda ha consegnato l assegno direttamente nelle mani del sindaco. In cambio l amministrazione comunale ha fatto realizzare una targa di ringraziamento che è stata affissa nella nuova scuola. Ottobre

6 PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO T SCOSSA ELETTRICA A TERNAVASSO, ATTIVO DA APRILE L IMPIANTO FOTOVOLTAICO Poirino Notizie era già intervenuto sull argomento fotovoltaico nella primavera di quest anno, annunciando la realizzazione dei due impianti madre delle società Quattordicesima Sun e Quindicesima Sun, nonché dei due impianti realizzati in favore del Comune di Poirino, denominati Ternavasso uno e Ternavasso due da circa 200 Kilowatt l uno. La loro titolarità è stata trasferita al Comune di Poirino e di conseguenza anche i benefici finanziari derivanti dalla cessione di energia elettrica all Enel e l acquisizione dei contributi per la produzione di e- nergia rinnovabile prevista dai cosiddetti Conti energia del G.S.E. nazionale. La settimana scorsa i funzionari comunali competenti nell operazione fotovoltaico ed il sindaco Sergio Tamagnone hanno avuto un proficuo e confortante incontro con i responsabili della Solesa Green Power, i quali hanno confermato che l impianto è in produzione attiva da aprile 2011, che la pratica amministrativa è stata correttamente inviata al Gse per le verifiche necessarie e che lo stesso Gse, pur essendo in ritardo rispetto ai tempi preventivati a causa di rallentamenti amministrativi dovuti a un sovraccarico di pratiche in gestione, in autunno dovrebbe autorizzare l erogazione dei contributi previsti dal conto energia. La contabilizzazione dei proventi in favore del Comune di Poirino può pertanto avvenire con certezza, già a partire dal mese di aprile, migliorando quanto previsto sul bilancio comunale che a preventivo ipotizzava proventi a partire dal secondo semestre. Una boccata d ossigeno per le finanze comunali, in ulteriore sofferenza rispetto alle previsioni in quanto l applicazione del federalismo fiscale ha di fatto per ora ridotto le risorse dell ente di una ulteriore somma complessiva di circa euro rispetto alle previsioni iniziali fornite dall Anci. I responsabili Solesa hanno anche evidenziato che i test effettuati dimostrano una redditività dell impianto migliore rispetto alle previsioni, sia per irradiamento che per reazione fisiologica degli impianti stessi, dato che potrà essere confermato ufficialmente solo al termine del periodo di collaudo dell impianto. L impianto risulta inoltre essere stato correttamente accatastato e valorizzato presso l Agenzia del Territorio di Torino, consentendo quindi di trasformarlo in un immobile imponibile ai fini Ici. I benefici di tale situazione ricadranno sulle finanze comunali a partire dal 2012, fatto salvo che l evoluzione normativa non porti ad altre considerazioni sull argomento dell imposizione ai fini ICI, ancora in una fase di definizione poiché argomento al momento povero di giurisprudenza in merito e ricco di incertezze e sovrapposizione di competenze decisionali da parte degli enti sovracomunali. Una valutazione approssimativa dei benefici finanziari dell operazione è stimabile per ora in circa 80/ euro di energia ceduta più contributi e di circa euro ai fini Ici in quanto, rispetto alle previsioni iniziali, non tutto il valore degli impianti rientra nella pratica di valorizzazione catastale. 6 Ottobre 2011

7 5 MAGGIO 2011 Ultimato a Poirino un parco fotovoltaico da 7,8 MW: energia pulita in armonia con il territorio L impianto a terra che sta sorgendo in località Ternavasso è stato progettato secondo precisi criteri per integrarsi al meglio con l ambiente circostante. Solesa ha realizzato a Poirino (TO), in località Ternavasso, un parco fotovoltaico ad energia solare che si sviluppa su una superficie di 21 ettari ed ha una potenza installata di 7,8 MWp. L impianto a terra è stato progettato secondo precisi criteri per integrarsi al meglio con l ambiente circostante. Il parco produrrà energia in quantità equivalente al fabbisogno di circa famiglie e permetterà di evitare l immissione in atmosfera di tonnellate di CO2 all anno e il consumo di tonnellate equivalenti di petrolio; infatti, più energia verde viene immessa nella rete, più si riduce la necessità di bruciare idrocarburi e inquinanti. L irraggiamento solare di 1500 kwh al mq all anno permetterà una produzione annuale di kw/h di cui kw/h saranno donati al Comune di Poirino. La connessione dell impianto è avvenuta il 29 aprile Grazie alla collaborazione tra le società Solesa, Intes ed Envi- Cons, che hanno dato lavoro ad oltre 140 persone, la costruzione del parco si è conclusa entro i 3 mesi previsti dall inizio dei lavori. Il parco fotovoltaico è stato concepito con perizia progettuale e costruttiva coordinate ad hoc sul territorio per realizzare un opera in grado di integrarsi perfettamente nel paesaggio circostante. Particolare attenzione è stata infatti posta alla mitigazione ambientale curata dalla EnviCons, società partecipata di Solesa. Gli interventi di mitigazione previsti sono stati studiati per inserire l opera nel territorio in modo armonioso, in continuità con l ambiente circostante. A livello tecnico l opera verrà interamente realizzata senza l uso di materiali cementanti o bitumosi (lo stesso stradello realizzato in materiale inerte non poggerà direttamente sul terreno, bensì su un materassino di geotessuto che ne faciliterà la dismissione al termine della durata di vita della centrale). Lungo il perimetro dei campi verranno predisposte fasce arboree costituite da specie rigorosamente autoctone che sul lungo periodo andranno a ricreare corridoi e zone di rifugio per la fauna (oltre che importanti fonti di cibo per i periodi invernali), mentre all interno dell area verrà seminato un prato permanente pluri-specifico, in grado non solo di proteggere il suolo ma anche di garantire la continuità dei processi biologici. Sul lato nord l area umida creata dalla peschiera esistente verrà preservata e rinvigorita per tutelare le esigenze faunistiche (oltretutto la recinzione a protezione dell impianto presenterà varchi per il passaggio di animali di piccola e media taglia) e favorire la biodiversità e i processi ad essa connessi. In sintesi, quindi, questo tipo di opere di mitigazione, non si limiterà ad un semplice mascheramento dell opera, ma sarà esplicitamente mirato a creare una relazione, sia ecologica che percettiva, con il territorio che ospiterà l impianto, mantenendo inoltre inalterate la fertilità e le potenzialità agronomiche del terreno utilizzato. Il parco fotovoltaico di Poirino rappresenta, pertanto, un primo significativo passo verso la costruzione di parchi fotovoltaici in grado, non solo di produrre energia pulita, ma di farlo con una particolare attenzione all armonia tra gli elementi tecnici, estetici ed ambientali propri di un contesto territoriale. SOLESA S.r.l. - Piazza Vittorio Veneto, Torino - Italy - telefono mail: web site: A PROPOSITO DI SOLESA SOLESA è una società che opera nel settore dell energia solare (solare termico, e, soprattutto fotovoltaico), sviluppando, costruendo e finanziando progetti di impianti di energia solare di medie e grandi dimensioni. Nata, nel 2007, per volontà del fondatore, Alfredo Giardina, oggi SOLESA si pone come uno dei primi operatori su scala nazionale per la progettazione di parchi solari. La missione di SOLESA è quella di contribuire, con soluzioni altamente efficienti e innovative, alla generazione di energie rinnovabili e pulite. Attualmente nelle sedi SOLESA dislocate nel centro, nord e sud Italia lavorano più di 40 collaboratori in maniera continuativa la maggioranza dei quali vanta una notevole esperienza maturata nei settori di progettazione elettrica, di progettazione architettonica, nella gestione di progetti e nell installazione di impianti. Tra le referenze più significative ricordiamo, oltre all impianto da 4,6 MWp per la MONDO S.p.a., numerose altre realizzazioni di medie e grandi potenze nei settori di mercato residenziale e industriale. Il 2010 si è rivelato un anno di grande crescita per il gruppo SOLESA grazie allo sviluppo di progetti per un totale di 84,7 MW tra parchi fotovoltaici, impianti industriali e residenziali. Nel 2011 SOLESA, grazie all intervento di importanti istituti bancari, ha ottenuto il finanziamento di 16,7 MWp, di cui SOLESA è costruttore e, in gran parte, proprietario. Per l immediato futuro, con ulteriori 74,4, MW in processo autorizzativo, l obiettivo di SOLESA è consolidare il ruolo di soggetto di riferimento per la produzione di energia solare nell Italia nord-occidentale, nel Lazio e in Sicilia, guardando anche ai mercati del Sud Africa, degli Stati Uniti e dell Australia.

8 PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO C NEL VIVO IL XV CENSIMENTO DI POPOLAZIONE E ABITAZIONI Il censimento generale della popolazione e delle abitazioni è una delle principali rilevazioni dell Istat. Consente di raccogliere informazioni sulla popolazione residente, sulla quale si rilevano vari caratteri statistici, e su quella occasionalmente presente nel Paese, sulla quale si rilevano solo informazioni sommarie. Il censimento della popolazione si effettua in Italia ogni 10 anni, nell anno che termina con 1, con l eccezione degli anni 1891 e 1941, mentre ne fu aggiunto uno nel Dal 1951 il censimento della popolazione è aggregato a quello delle abitazioni. A Poirino l ultimo censimento della popolazione e delle abitazioni ha avuto come data di riferimento il 9 ottobre Quali sono gli obiettivi del censimento? Il conteggio della popolazione e la rilevazione delle sue caratteristiche strutturali, l aggiornamento e la revisione delle anagrafi comunali, la determinazione della popolazione legale, la raccolta di informazioni sulla consistenza numerica e sulle caratteristiche strutturali delle abitazioni e degli edifici. Il campo di osservazione è costituito a livello di ciascun Comune dalla popolazione dimorante abitualmente ossia residente nonché da quella presente. Le unità di rilevazione sono: le famiglie: l insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti e aventi dimora abituale nello stesso Comune; le convivenze: un insieme di persone normalmente coabitanti per motivi religiosi, di cura, di assistenza, militari, di pena e simili, aventi dimora abituale nello stesso Comune, nonché le strutture residenziali collettive che ospitano solo persone non dimoranti abitualmente; le persone temporaneamente presenti alla data del censimento: cioè le persone che sono presenti nell alloggio (o convivenza) alla data del censimento, ma che dimorano abitualmente in un altro alloggio (o convivenza) dello stesso Comune o di un altro Comune o all estero; le abitazioni: cioè un locale o un insieme di locali inseriti in un edificio e destinati stabilmente ad uso abitativo; gli altri tipi di alloggio: cioè un alloggio non classificabile come abitazione che alla data del censimento costituisca la dimora di una o più persone; gli edifici: cioè le costruzioni contenenti spazi stabilmente utilizzabili da persone per usi destinati all abitazione e/o alla produzione di beni e servizi. Terminata la fase di rilevazione, si procederà all attività di confronto tra le risultanze del censimento ed i dati presenti in anagrafe. Alla fine si avrà la determinazione della popolazione legale, che rappresenta un parametro che rimane fisso per dieci anni per certe aree ed incombenze quali l elettorale. Dal 10 ottobre tutti i lunedì, mercoledì, venerdì e sabato tra le 9 e le 11 ed il martedì e giovedì dalle 16,30 alle 18,30 in Comune è possibile ricevere informazioni, supporto nella compilazione dei questionari oltre ovviamente alla consegna presso l apposito ufficio di raccolta. Recupero tombe abbandonate L Ufficio Segreteria Servizi Cimiteriali ha avviato la lunga pratica burocratica per riacquisire le tombe abbandonate nel cimitero di Poirino. La settimana precedente la Festa del Cimitero sono stati nuovamente affissi gli avvisi sulle probabili tombe abbandonate. Questi annunci erano già stati apposti anni fa; quest anno si è deciso di ripeterli per dare un ulteriore possibilità, a eventuali eredi dei concessionari, di far valere i propri diritti sulle tombe. Le tombe abbandonate, ritornando in piena disponibilità del Comune, potranno essere riconcesse ad altri interessati e comunque legate a vincoli nel caso in cui il manufatto costruito sull area dovesse risultare d importante valore architettonico. È già stato predisposto l atto d indirizzo da parte della Giunta Comunale e si procederà, quindi, con le pubblicazioni degli avvisi anche sul sito del Comune e sui periodici. Eventuali chiarimenti possono essere richiesti all Ufficio Segreteria via all indirizzo di posta elettronica: oppure telefonando al numero 011/ interni Ottobre 2011

9 S PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO ADDIO BIDELLI, LO SCODELLAMENTO NELLE SCUOLE VA ALLA COOPERATIVA Nostro malgrado abbiamo dovuto abbandonare il vecchio metodo consolidato, basato sulla collaborazione con i bidelli, per lo scodellamento dei pasti nelle scuole poirinesi. Lo afferma la funzionaria Alessandra Sferra, responsabile dell Ufficio Scuola. I bidelli sono stati impiegati per questo servizio nelle scuole poirinesi praticamente da sempre e quando, nel 2000, da dipendenti comunali sono passati a statali, l attività è comunque rimasta in capo al Comune. L amministrazione municipale finora l aveva portata avanti avvalendosi della possibilità, prevista a livello nazionale, di stipulare un apposita convenzione con le scuole, in base alla quale il Comune pagava circa euro l anno e i bidelli continuavano a scodellare per gli utenti che nel frattempo sono diventati circa 800. Poi i bidelli sono stati via via ridotti di numero e la direzione scolastica ha chiesto al Comune un supporto per continuare a garantire il servizio. L unica possibilità economicamente sostenibile era rappresentata dai cantieri di lavoro e così, per circa quattro anni, i bidelli sono stati supportati dai cantieristi. Quest anno scolastico ha rappresentato la fine di questa collaborazione perché il Comune, per effetto d interpretazioni delle norme vigenti in materia di personale degli enti locali fornite dalla Corte dei Conti, suprema magistratura contabile, non ha potuto dar corso ai cantieri 2011 pur avendo fatto le selezioni spiega Alessandra Sferra - I bidelli, senza il supporto dei cantieristi nelle loro mansioni, non se la sono sentita di proseguire nel servizio ai pasti, che così è stato affidato alla cooperativa sociale La cometa di San Lorenzo. Alla fine sono rimasti tutti scontenti: la scuola e i bidelli perché hanno perso una funzione che svolgevano da anni e che comunque consentiva a questi ultimi di arrotondare lo stipendio, il Comune perché spende di più e non ha potuto avviare i cantieri di lavoro, che erano utili non soltanto alle scuole ma anche al territorio oltre a rappresentare un opportunità occupazionale per alcune famiglie poirinesi. Speriamo almeno che questa scelta obbligata dia un contributo positivo all attività della Cometa, che rappresenta comunque un soggetto economico serio, che può dare opportunità lavorative a soggetti svantaggiati del territorio conclude la funzionaria dell Ufficio Scuola Auspichiamo in ogni modo, senza nulla togliere all attività che la Cometa di San Lorenzo sta organizzando e svolgendo con grande impegno e professionalità, che il prossimo anno si possa tornare alla prassi consolidata. Ottobre

10 PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO C COMUNE: NUOVO SITO, PIÙ SERVIZI ON-LINE In linea con i principi guida della riforma della Pubblica Amministrazione, il Comune di Poirino ha messo in linea il nuovo sito all indirizzo Il portale, realizzato con il contributo della ditta Metanprogetti di Asti, quindi a costo zero, oltre ed essere più dinamico del precedente è stato integrato con nuovi contenuti, con maggiori informazioni e con servizi on-line. È possibile, per esempio, registrandosi, generare autonomamente le dichiarazioni sostitutive di certificazione (nascita, cittadinanza, stato di famiglia, stato civile, ecc.), evitando quindi di recarsi allo sportello. È stata inoltre inserita una sezione, la Guida ai servizi, in cui è possibile, per ogni servizio erogato dal Comune, conoscere quali siano le modalità, i tempi, i costi, i referenti e i loro contatti. Ogni servizio dispone di Posta Elettronica Certificata (Pec) e firma digitale. Con questi due strumenti informatici i privati e i professionisti possono comunicare, trasmettere e ricevere dagli uffici le proprie pratiche amministrative senza passare dallo sportello. Continua la possibilità di scrivere direttamente al sindaco, di segnalare guasti e malfunzionamenti, di visualizzare i provvedimenti amministrativi (delibere, determine, ordinanze, ecc.) con relativi allegati, di pagare la mensa scolastica. Così come continua la possibilità di iscriversi al servizio Poirino Sms, per ricevere gratuitamente le informazioni utili dal Comune direttamente sul proprio cellulare. Presto on-line anche la Carta dei servizi, un documento unico predisposto dai responsabili di Ripartizione sia per facilitare i cittadini nell accesso ai servizi ma anche strumento per fissare gli standard attraverso cui poter valutare la qualità della prestazione erogata. Infine, nel sito è stato inserito il link al portale Dal 1 ottobre, infatti, le pratiche commerciali non possono più essere presentate in formato cartaceo ma vanno presentate solo ed esclusivamente in formato elettronico collegandosi a tale sito. La responsabile dei Sistemi informatici è la funzionaria Antonella Pecchio, che si occupa anche dell aggiornamento del sito. Si accettano proposte migliorative all indirizzo e mail: IN ARRIVO LA CARTA DEI SERVIZI PER I CITTADINI Il Comune di Poirino è pronto ad approvare la Carta dei servizi, predisposta da ogni responsabile di Ripartizione. Lo scopo di questo documento, che sarà presto messo on-line sul sito Internet del Comune (www.comune.poirino.to.it), è duplice. Innanzitutto vuole essere uno strumento di aiuto e di trasparenza per il cittadino, per capire quali sono i suoi diritti i servizi erogati dal Comune e soprattutto chi ne sono i responsabili, quali sono i costi da sostenere e i tempi di conclusione di un iter burocratico. Ma vuole essere anche uno strumento di riferimento, che serve ai responsabili di Ripartizione per poter misurare i propri standard qualitativi. La riforma Brunetta parla di principi meritocratici, di misurazione delle performance individuali, ecc.. In assenza di standard di riferimento sulla qualità dei servizi riferiti agli enti locali e per poter rimanere in linea con i principi guida della riforma stessa, i responsabili di Ripartizione del Comune hanno quindi proceduto in piena autonomia alla definizione degli standard qualitativi di riferimento. Nello specifico, ogni responsabile ha dettagliato sulla carta i servizi erogati e, per quelli a rilevanza esterna, ha fissato i parametri qualitativi (rispetto dei tempi, costumer satisfaction, ecc.) che s impegna a rispettare. Ovviamente gli standard fissati dai responsabili di Ripartizione sono a favore del cittadino, rispetto a quanto fissato dalla normativa di riferimento sul procedimento amministrativo. Sarà poi l Organismo Indipendente di Valutazione (Oiv) a verificare il livello del rispetto dei parametri e dare ai responsabili una valutazione individuale. 10 Ottobre

11 P PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO UNA TARGA PER PADRE GIACOMO MAROCCO È stata inaugurata domenica 18 settembre dal vicesindaco Rosario Di Fiore, all ingresso del camposanto, la lapide dedicata al poirinese padre Giacomo Marocco, il francescano che confessò Camillo Benso di Cavour in punto di morte il 6 giugno Il Municipio ha deciso di rendere omaggio a padre Giacomo Marocco con un iscrizione funebre collocato sul muro di cinta interno del cimitero. La lapide è stata realizzata con il contributo del Lions Club Poirino-Santena. Padre Giacomo Marocco è uno dei personaggi più controversi e celebri della storia poirinese. Nel 1924 l allora amministrazione comunale, gli dedicò l omonima via, prima denominata Pozzo Cristo. La strada dal 2008 si fregia anche di un suo ritratto: un affresco sul muro della casa di Franco Tachis, realizzato da Silvana Baiotto e Laura Lazzaro. Il dipinto esisteva già all inizio del 1900, ma si era completamente perduto a causa degli agenti atmosferici. Il futuro frate era nato a Poirino nel 1808 come Giovanni Luigi, figlio di Antonio Marocco e Giovanna Faber, un agiata famiglia di possidenti terrieri. Frequenta le elementari a Poirino e poi il ginnasio a Chieri. Dopo il diploma inizia il suo cammino religioso nel convento della Pace dei Frati Minori Riformati, una delle famiglie dell Ordine Francescano, dove diventa fra Giacomo. Prende i voti nel 1827 e subito viene mandato nella parrocchia torinese di Santa Maria degli Angeli, la parrocchia della famiglia dei Benso di Cavour. Qui entra in contatto con il grande statista Camillo e tra i due nasce un legame solido. Al punto che il Tessitore vorrà il frate poirinese al suo capezzale per ottenere il perdono dai peccati poco prima di spirare il 6 giugno Frate Giacomo raccoglie la sua confessione nonostante la Chiesa avesse da tempo scomunicato il conte, perché fautore di una politica anticlericale. Il frate non si pentì mai del suo gesto, dicendo di aver fatto il suo dovere mosso da carità cristiana. E custodì fino alla tomba il segreto che la Chiesa voleva ottenere da lui: le ultime parole di Camillo Benso. Fedele al segreto del sacramento, il religioso poirinese non svelò mai la confessione del conte, neppure sotto le pressanti domande dell Inquisizione di papa Pio IX La pagò cara: venne allontanato dalla Chiesa cattolica e gli fu imposto il divieto di confessare. Solo nel 1885, poco prima della sua morte, papa Leone XIII lo riabilitò consacrandolo nuovamente e restituendogli la facoltà di confessare e celebrare la messa. Ottobre

12

13 C PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO CONSORZIO CHIERESE E POIRINO, CHE RICICLONI! Diritti alla meta. Il Consorzio chierese rifiuti fa balzi da gigante verso il podio del più virtuoso d Italia. Da tre anni il Consorzio è al primo posto in Piemonte nella classifica dei Comuni Ricicloni l indagine promossa da Regioni e Legambiente sui dati annuali della raccolta rifiuti. Con il 67,3% della raccolta differenziata, il Css supera i piemontesi Consorzio di Bacino Basso Novarese al secondo posto con il 66,5% e il Covar 14 al terzo posto con il 62,7%. Non abbastanza per aggiudicarsi il trono italiano vinto da Fiemme Servizi della provincia di Trento con il 78,5% di raccolta differenziata. Il Consorzio chierese arriva 14esimo nella classifica Cento di questi consorzi con cinque punti in più rispetto al 2009 e al 2010, quando era giunto 19esimo. Un traguardo ancora più arduo delle scorse edizioni, perché quest anno, per legge, i Comuni devono arrivare almeno al 60% di raccolta differenziata, anziché al 50%. La valutazione si è basata oltre che sulla percentuale di raccolta fatta correttamente, anche sui chili di Co2 risparmiati. Nel Chierese è stata superata abbondantemente la tonnellata e mezza. «La strada da percorrere è l estensione del porta a porta motiva il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza durante la premiazione di giovedì a Roma Ma anche la costruzione d impianti di riciclaggio a partire dall organico, la diffusione di politiche di prevenzione e la realizzazione, per i rifiuti non riciclabili, degli impianti di smaltimento finale». Anche nello stesso Consorzio c è una gara al Comune più virtuoso. Nei 19 serviti dal Css ai primi tre posti rimangono stabili Poirino, Santena e Chieri. Il più riciclone resta Poirino, primo anche nel 2010: 41esimo italiano nei Comuni sopra i 10mila abitanti, ha raggiunto il 72,13% di raccolta differenziata risparmiando 88,4 chili di emissioni. Si conferma anche Santena al secondo posto, 72esima in Italia, con il 68% di raccolta, due punti in più del 2010 cioè il 66%, e 80,7 chili in meno di Co2. Terza Chieri (96esima italiana), che ha superato il 66% rispetto al 63,6% del 2010 e ha risparmiato inoltre 103,3 chili di Co2. Quarta Carmagnola con il 65% di raccolta differenziata e 93,2 chili in meno di Co2. Scende di un posto Trofarello, che nel Chierese quest anno arriva quinta, sebbene membro del Covar 14 anzichè del Css. Nei Comuni sopra i 10mila abitanti Trofarello è 144esima con il 63,5% di raccolta e 87,4 chili di C02 in meno. Nei Comuni sotto i 10mila abitanti arriva primo Cambiano, 194esimo in Italia e il 70,4% di raccolta differenziata, seguono Pecetto (73,8% e meno 100,7 kg di Co2), Pino Torinese (74,2% e 89,8 kg), Villastellone (72,9% e 97,4), Baldissero (74,9% e 69 kg). Castelnuovo Don Bosco, gestita dal Consorzio smaltimento rifiuti astigiano, ha raggiunto il 72,4% di raccolta differenziata, risparmiando 182 chili di Co2. Al 496esimo posto della classica italiana Mombello, 21esima tra i locali, con il 68% di raccolta e meno 65,8 chili di Co2. Scendono agli ultimi posti Isolabella, Riva, Marentino, Pavarolo, Moriondo, Villanova e Andezeno. Fuori classifica i Comuni di Pralormo, Moncucco e Arignano giunti al 50% di raccolta differenziata, ma non abbastanza per la medaglia di ricicloni. (Corriere di Chieri, 22/7/2011) Ottobre

14

15

16 Innovazione in Metanprogetti è un Azienda di metanizzazione e distribuzione gas metano ed energia elettrica nata nel 1983 con la metanizzazione di alcuni comuni nella prov. di Asti, Alessandria e Novara per poi estendersi in provincia di Torino. Attualmente il gasdotto progettato e costruito conta 42 comuni metanizzati, servendo utenze, estese su una rete di distribuzione di circa Km. Nel 2002 a fronte delle disposizioni di legge per la liberalizzazione del mercato del gas Metanprogetti ha dovuto separare l attività di vendita del gas da quelle di distribuzione ed è stata creata a tal fine METANPROGETTI s.r.l. società di distribuzione. Dal mese di aprile 2007, in seguito alla liberalizzazione del mercato dell energia è stata creata la nuova società METANPROGETTI Service s.r.l. che ha rilevato da Metanprogetti la vendita del gas ed offre ai propri clienti la fornitura dell energia elettrica oltre, naturalmente, a quella del gas. La società Metanprogetti s.r.l., è un Azienda che opera nella gestione e trasporto del gas naturale a mezzo di reti urbane nelle province di Asti, Alessandria, Novara, Torino e attualmente in espansione nelle Regioni delle Marche e dell Umbria. La società stata creata nel 2002, a fronte delle disposizioni di legge per la liberalizzazione del mercato del gas. Attualmente il gasdotto progettato e costruito conta 42 comuni metanizzati, servendo utenze, estese su una rete di distribuzione di circa Km. METANPROGETTI s.r.l. svolge direttamente, con personale qualificato, l importante attività di controllo periodico e sistematico del livello di efficienza e sicurezza degli impianti. Tale attività viene svolta con il rilevamento e la localizzazione delle dispersioni gas, grazie all utilizzo di strumentazione tecnologicamente avanzata ed al notevole know how derivatole dalla esperienza pluriennale. METANPROGETTI s.r.l. garantisce sicurezza nella distribuzione del gas metano attraverso il personale altamente qualificato e formato e, inoltre, fornisce da sempre al Cliente finale la consulenza gratuita per l utilizzo corretto del gas. METANPROGETTI s.r.l. dispone inoltre di cartografia informatizzata, con punti precisi via G. P. S. che viene anche utilizzata per potere effettuare la lettura dei consumi. METANPROGETTI S.R.L. Strada Cascina Cauda n Asti - Piemonte - Italy tel fax

17 Metanprogetti METANPROGETTI s.r.l., da sempre sinonimo di qualità ed innovazione, ha diversificato le sue attività puntando su alcune iniziative innovative nell ambito energetico. Ha come mission il finanziamento lo sviluppo e la realizzazione di progetti rivolti al miglioramento dell efficienza energetica nelle strutture pubbliche e private, al mantenimento dei costi relativi agli impianti, attrezzature macchine e sistemi installati per lo scopo sopraccitato utilizzando aziende del gruppo con competenze qualificate e certificate. Audit energetici per ridurre i consumi energetici di organizzazioni pubbliche o private raccogliendo i consumi energetici, analizzando i dati ed applicando tecniche statistiche per individuare le aree di inefficienza energetica. Sviluppare e gestire progetti da Fonti Rinnovabili, tramite i suoi partner, con una società ESC o del gruppo per l autonomia e l efficienza energetica delle organizzazioni, mediante la modalità FTT (Finanziamento tramite terzi). Questo strumento finanziario prevede la partecipazione di un soggetto terzo (oltre al fornitore e cliente) che fornisce le disponibilità finanziarie necessarie alla realizzazione dell intervento desiderato, purché esso sia caratterizzato da un rischio molto contenuto e da un flusso di cassa sostanzialmente stabile originato dai risparmi energetici conseguiti. Ciò permette alla Metanprogetti di ripagarsi dei costi di progettazione, installazione e gestione dell impianto sostenuti in un tempo ragionevole e pianificato. In modo particolare sono finanziati progetti per impianti fotovoltaici e solari termici, per cogeneratori e teleriscaldamento nonché progetti volti alla riduzione dei consumi (riduzione delle dispersioni, sistemi di riscaldamento/raffrescamento, illuminazione). Vento Idroelettrico dro Solare Implementare il Sistema di Gestione per l Energia in conformità alla normativa EN16001 per organizzazioni di ogni tipo e dimensione, in particolar modo a quelle ad alto consumo di energia e per quelle sottoposte ai controlli per le emissioni di gas climalteranti. Questo strumento gestionale rappresenta un efficace linea guida di gestione dei consumi energetici aziendali che consente non solo di identificare tutti gli aspetti energetici, opportunità e risorse per ridurre i consumi ma anche di sviluppare e implementare un approccio professionale e sistematico di azioni per ridurre l emissione dei gas serra aumentando la reputazione dell azienda nella comunità. Le competenze sono state qualificate e certificate da BSI Group Italia. Mettere a disposizione alle organizzazione pubblico/private un Energy Manager (L.10/91) per la gestione responsabile dell utilizzo razionale dell energia (profilo energetico), per la progettazione e gestione di piani attuativi per evitare sprechi e per l ottimizzazione della produzione energetica. Tale figura è soprattutto importante per le Pubbliche Amministrazioni poiché, non avendo una competenza interna, possono utilizzare le competenze messe a disposizione da Metanprogetti.

18 PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO A LA QUALITÀ DELL ACQUA A POIRINO La Smat mette a disposizione dell utenza i dati di rilevamento ai punti di prelievo delle acque potabili. Sul sito dell azienda (www.smatorino.it) è possibile visualizzare la tabella aggiornata con i dati relativi a comuni serviti e punti di prelievo. Qui di seguito il glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento. Concentrazione degli ioni idrogeno (PH) È la misura della quantità di ioni idrogeno presenti nell acqua, e ne fornisce di conseguenza l indicazione sull acidità o la basicità. Poiché i processi naturali in soluzione si svolgono generalmente a valori di ph compresi tra 6 e 9, il parametro evidenzia un eventuale stato di alterazione dell acqua esaminata. Limiti di legge previsti dal D.Lgs. 31/2001: è inserito tra i parametri indicatori, con un valore compreso tra 6,5 e 9,5. Conducibilità elettrica a 20 C I sali disciolti nell acqua consentono il passaggio della corrente elettrica: più alto è il valore di conducibilità, più consistente sarà la quantità dei sali minerali disciolti nell acqua. La conducibilità dipende dalla temperatura, perciò occorre riportare i valori alla temperatura di riferimento (20 C). Limiti di legge previsti dal D.Lgs. 31/2001: 2500 µs/cm. Ioni ammonio NH4+ e nitrito NO2- Quando presenti, possono essere considerati sintomo d inquinamento recente a carico dell acqua, essendo specie chimiche che si generano dalla decomposizione del materiale proteico che deriva dagli organismi viventi. L ammoniaca può anche essere naturalmente presente in acque venute a contatto con residui di depositi marini profondi. Limiti di legge previsti dal D.Lgs. 31/2001: Ammonio: è inserito tra i parametri indicatori, con un valore massimo di 0,50 milligrammi/litro. Nitrito: 0,50 milligrammi/litro. Residuo fisso Il residuo fisso è una misura dei sali disciolti nelle acque e deriva principalmente dalla presenza degli ioni sodio, potassio, calcio, magnesio, cloruro, solfato e bicarbonato. Le specie che contribuiscono al residuo fisso sono prevalentemente di origine naturale, ma possono derivare anche da attività umane presenti sul territorio. Studi eseguiti con gruppi di assaggiatori hanno evidenziato che valori elevati di residuo fisso, maggiori di milligrammi/litro (mg/l), possono rendere l acqua sgradevole o addirittura inaccettabile al gusto, così come valori estremamente bassi danno la sensazione di un acqua piatta, insipida. Il residuo fisso è uno dei parametri più utilizzati per il confronto delle acque di rubinetto con le acque imbottigliate. Le acque possono essere classificate in: minimamente mineralizzate (fino a 50 mg/l), oligominerali o leggermente mineralizzate (fino a 500 mg/l), mediamente mineralizzate (fra 500 e 1500 mg/l), ricche di Sali (oltre 1500 mg/l). Limiti di legge previsti dal D.Lgs. 31/2001: è inserito tra i parametri indicatori, con un valore massimo consigliato di 1500 mg/l. Durezza totale È una caratteristica naturale dell acqua, che deriva sostanzialmente dalla presenza in soluzione di ioni calcio Ca++ e magnesio Mg++; è infatti definita come la concentrazione totale di calcio e magnesio, ed è espressa in milligrammi di carbonato di calcio CaCO3 presenti in un litro d acqua. L unità di misura più utilizzata è il Grado Francese ( F), che corrisponde a 10 milligrammi/litro di CaCO3. Un altra unità di misura piuttosto diffusa è il Grado Tedesco ( D), legato al grado francese dalla seguente relazione: 1 grado tedesco = 1 grado francese x 0,56. Esistono diversi modi di classificare la durezza delle acque, spesso non coincidenti; la scala seguente può servire come orientamento: acque leggere o dolci (durezza inferiore a 15 F), acque mediamente dure (durezza compresa tra 15 e 30 F), acque dure (durezza superiore a 30 F). Limiti di legge previsti dal D.Lgs. 31/2001: è inserito tra i parametri indicatori, con un valore consigliato da 15 a 50 F. 18 Ottobre 2011

19 A PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO Ione fluoruro Lo ione fluoruro si può trovare in natura come costituente di rocce e terreni in combinazione con altri elementi, ma può derivare anche da attività industriali presenti sul territorio. È un elemento importante per l organismo umano, essendo correlato con lo sviluppo dei denti e dello scheletro. L assunzione di quantitativi eccessivi di fluoruro attraverso l acqua o gli alimenti può portare all insorgere di una malattia a danno dei denti, denominata fluorosi. Limiti di legge previsti dal D.Lgs. 31/2001: 1,50 milligrammi/litro. Ione cloruro Lo ione cloruro è ampiamente distribuito in natura sotto forma di sali di sodio (NaCl), di potassio (KCl) e di calcio (CaCl2). La soglia di percezione organolettica (sapore salato) dei cloruri di sodio e di calcio nelle acque potabili è intorno a milligrammi/litro. Limiti di legge previsti dal D.Lgs. 31/2001: è inserito tra i parametri indicatori, con un valore massimo di 250 milligrammi/litro. Ione nitrato I nitrati sono presenti naturalmente nell ambiente facendo parte del ciclo di decomposizione delle sostanze azotate. Inoltre, apporti di nitrati nelle acque di falda possono derivare principalmente dall utilizzo di fertilizzanti contenenti azoto inorganico o da scarichi contenenti azoto di origine organica. Limiti di legge previsti dal D.Lgs. 31/2001: 50 milligrammi/litro. Nichel Naturalmente presente nelle acque che attraversano sottosuoli con particolare composizione mineralogica, il nichel può anche derivare dalle attività antropiche sul territorio, essendo utilizzato principalmente nella produzione di acciai e leghe al nichel. Normalmente l acqua fornisce un contributo poco rilevante all apporto quotidiano di nichel, la cui principale fonte è costituita dai cibi. Limiti di legge previsti dal D.Lgs. 31/2001: 20 microgrammi/litro. BONUS ALLE FAMIGLIE PER LA BOLLETTA DELL ACQUA L Autorità d ambito n. 3 Torinese (ATO 3) ha approvato l agevolazione sull acqua per l anno 2011 per le famiglie in condizioni di disagio economico, che avranno così un risparmio sulla spesa per l acqua. Le novità principali sono l aumento del valore del parametro Isee e dell agevolazione. Chi ha diritto all agevolazione: gli utenti con parametro Isee (Indicatore Situazione Economica Equivalente) per l anno 2010 inferiore o uguale a euro. Come richiedere l agevolazione: la richiesta può essere presentata dall utente, sia intestatario di singola utenza sia facente parte di utenza condominiale, o da soggetti pubblici (Comuni, Consorzi Socio Assistenziali, Comunità Montane, etc.), corredata dell elenco degli aventi diritto (domanda collettiva di agevolazione). I moduli di richiesta sono disponibili presso gli uffici aperti al pubblico di Smat S.p.A. e sul sito Internet La richiesta va presentata in forma cartacea a Smat S.p.A. per posta, fax (fax n. 011/ ), per consegna diretta ovvero all indirizzo Quanto vale l agevolazione: l agevolazione si applica esclusivamente all unità abitativa di residenza ed è pari a: 30 euro/anno per un nucleo familiare fino a 3 persone, 45 euro/ anno per un nucleo familiare maggiore di 3 persone. Quando richiedere l agevolazione: la richiesta per ottenere l agevolazione sulla bolletta 2011 va presentata a Smat S.p.A. entro il 31 dicembre 2011 ed ha validità annuale. Smat S.p.A. corrisponderà l agevolazione mediante accredito su c/c bancario o postale ovvero tramite emissione di assegno circolare intestato all avente diritto. In caso di domanda collettiva e a richiesta del soggetto pubblico che presenta la domanda, le agevolazioni potranno essere corrisposte cumulativamente a quest ultimo che provvederà a riversarle, non appena ricevute, ai singoli aventi diritto. Ulteriori informazioni possono essere ottenute da: Sma Torino S.p.A. (Corso XI Febbraio Torino, Autorità d ambito n. 3 Torinese (ATO 3) (Via Lagrange Torino, torinese.it). Ottobre

20 PERIODICO D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI POIRINO G INAUGURATO NUOVO DISTRIBUTORE DI GAS METANO PER AUTO È il primo in provincia di Torino ed il secondo in regione: il distributore veloce di gas metano per veicoli inaugurato giovedì 22 settembre. È sulla strada regionale 29 fra il paese e i Marocchi, col marchio italo-francese Total Erg. A rendere veloce il rifornimento è la particolare tecnologia usata nella costruzione dell impianto, il secondo del genere in Italia: Il distributore non è attaccato alla normale rete di metanodotto come quelli tradizionali illustra l ingegner Diego Pegorari della Vanzetti, la società che ha progettato l impianto Il metano viene conservato allo stato liquido a -162 gradi in cisterne criogeniche, ed è portato alle stazioni di rifornimento come il carburante tradizionale. Quali vantaggi ci sono? Innanzitutto logistici continua l ingegnere Non dovendo allacciarsi alla rete nazionale l impianto può sorgere ovunque, in teoria anche in autostrada. Inoltre ci sono vantaggi per gli automobilisti: per fare un pieno bastano 2 soli minuti invece dei 15 delle pompe tradizionali, inoltre il metano liquido è più denso di quello gassoso della rete nazionale, e permette quindi all autoveicolo di immagazzinarne di più. Presente all inaugurazione, assieme al sindaco di Poirino, Sergio Tamagnone, anche l assessore regionale al Commercio, William Casoni: Il Piemonte è all avanguardia in Italia in questo settore da sempre. Abbiamo stanziato 90 mila euro per questo progetto perché permette di immagazzinare più metano dei distributori tradizionali, ma soprattutto perché il metano è più compatibile per l ambiante e vogliamo impegnarci per ridurre l inquinamento. Soddisfatti anche i gestori dell impianto, i coniugi Mauro e Filippa Vai: Secondo noi gli impianti devono essere comodi per l utente. A Poirino mancava un distributore di metano e noi andiamo a colmare un vuoto con un servizio migliore degli altri. Con le nostre pompe ci si mette lo stesso tempo per fare il pieno di metano o di super, quindi nessuna coda chilometrica con lunga attesa per gli automobilisti. Chiude lo Sportello Opportunità A Poirino cessa l attività lo Sportello delle Opportunità. Istituito poco meno di un anno fa dalla Città di Chieri in collaborazione con gli altri Comuni di competenza del locale Centro per l Impiego, resterà aperto soltanto a Chieri presso lo sportello unico del Municipio (via Palazzo di Città, martedì e venerdì dalle 9 alle 13). Aggiornamento albo presidenti di seggio e scrutatori Si avvisa che sono aperti i termini per iscriversi all albo dei presidenti di seggio e degli scrutatori. Il termine entro cui presentare domanda sono: 31 ottobre per i presidenti di seggio, 30 novembre per gli scrutatori. I rispettivi moduli di richiesta sono scaricabili dal sito Internet del Comune (www.comune.poirino.to.it) e vanno consegnati, debitamente compilati, entro tali date all Ufficio Servizi demografici. 20 Ottobre 2011

Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento:

Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: CONCENTRAZIONE DEGLI IONI IDROGENO (PH) E' la misura della quantità di ioni idrogeno presenti nell'acqua, e ne fornisce di conseguenza

Dettagli

Qualità dell'acqua nel tuo comune

Qualità dell'acqua nel tuo comune Qualità dell'acqua nel tuo comune Qui di seguito trovate il glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: CONCENTRAZIONE DEGLI IONI IDROGENO (ph) E' la misura della quantità di

Dettagli

CHI SIAMO ESTRA CLIMA S.R.L.

CHI SIAMO ESTRA CLIMA S.R.L. CHI SIAMO ESTRA CLIMA S.R.L. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA CHE DA ANNI OPERA NEL SETTORE DEL RISPARMIO ENERGETICO, VANTANDO UNA LUNGA ESPERIENZA E NUMEROSE COMMITTENZE PUBBLICHE E PRIVATE. Il core business

Dettagli

PROGETTO SOVRAGENDA 21

PROGETTO SOVRAGENDA 21 PROGETTO SOVRAGENDA 21 I DATI AMBIENTALI QUALI STRUMENTO DI CONOSCENZA DELTERRITORIO comune di Legambiente Circolo Udine associazione ambientale che è presente sul territorio udinese dal 1986 con innumerevoli

Dettagli

LE ANALISI SULL ACQUA

LE ANALISI SULL ACQUA LE ANALISI SULL ACQUA L'acqua e i suoi composti naturali Chimicamente l acqua è una molecola composta da due atomi di idrogeno e uno di ossigeno. Durante il suo percorso attraverso il terreno e le rocce,

Dettagli

PROGETTO SOVRAGENDA 21

PROGETTO SOVRAGENDA 21 PROGETTO SOVRAGENDA 21 I DATI AMBIENTALI QUALI STRUMENTO DI CONOSCENZA DELTERRITORIO comune di CAMPOFORMIDO Legambiente circolo Udine Legambiente Circolo Udine associazione ambientale che è presente sul

Dettagli

CONSORZIO CHIERESE PER I SERVIZI

CONSORZIO CHIERESE PER I SERVIZI CONSORZIO CHIERESE PER I SERVIZI P r o v i n c i a d i T o r i n o Sede Legale: Via Palazzo di Città n. 10-10023 CHIERI (TO) Sede Operativa: Strada Fontaneto n. 119-10023 CHIERI (TO) Tel. 011/9414343 -

Dettagli

DOTAZIONI STRUMENTALI ED INFORMATICHE

DOTAZIONI STRUMENTALI ED INFORMATICHE PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI BENI E STRUTTURE COMUNALI, EX ART. 2, COMMI 594 E SEGUENTI, DELLA LEGGE 24.12.2007, N. 244 (LEGGE

Dettagli

ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY + EFFICIENCY DALL OUTSOURCING ALL ENERGIA RINNOVABILE

ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY + EFFICIENCY DALL OUTSOURCING ALL ENERGIA RINNOVABILE ENERGY + EFFICIENCY DALL OUTSOURCING ALL ENERGIA RINNOVABILE 1 2esco.it Il punto di riferimento per le imprese che puntano ad ottimizzare i propri consumi, attraverso il risparmio energetico. 2E Energy

Dettagli

Il contributo di CEV al bilancio dell Ente Socio. Ing. Luigi Corona

Il contributo di CEV al bilancio dell Ente Socio. Ing. Luigi Corona Il contributo di CEV al bilancio dell Ente Socio Ing. Luigi Corona 1 PRODUZIONE DA FONTI RINNOVABILI: PROGETTO 1000 TETTI FOTOVOLTAICI SU 1000 SCUOLE Nel 2008 CEV ha promosso il Progetto 1000 tetti fotovoltaici

Dettagli

Al Responsabile dello Sportello Unico per l Edilizia del COMUNE DI MASER

Al Responsabile dello Sportello Unico per l Edilizia del COMUNE DI MASER Al Responsabile dello Sportello Unico per l Edilizia del COMUNE DI MASER Marca da bollo 16,00 DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI E ATTESTAZIONE DI AGIBILITÀ (legge n. 98/2013 art. 30 ) TOTALE PARZIALE PARZIALE

Dettagli

Programma Elettorale 2009-2014 AMBIENTE-TERRITORIO

Programma Elettorale 2009-2014 AMBIENTE-TERRITORIO AMBIENTE-TERRITORIO 1. PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE (PRGC) E stata approvata recentemente una variante di modesta entità per alcuni interventi che non impegnano in modo rilevante il nostro territorio.

Dettagli

Quanto dura un impianto? La durata di un impianto è di 25 anni.

Quanto dura un impianto? La durata di un impianto è di 25 anni. f o t o v o l t a i c o Cos è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico è un impianto che consente la produzione di energia elettrica attraverso l energia solare, sfruttando le proprietà di materiali

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

COMUNE DI ERULA PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI ERULA PROVINCIA DI SASSARI ALLEGATO ALLA DELIBERA GIUNTA COMUNALE DEL 02.04.2012 COMUNE DI ERULA PROVINCIA DI SASSARI Piano per la razionalizzazione dell utilizzo di beni strumentali (art. 2, commi 594, 596, 597 e 598) L. 244/ 2007.

Dettagli

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Comunicato stampa COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Servono tra i 110 e i 120 milioni di euro per ridurre gli sprechi in campo energetico dei Comuni con meno

Dettagli

Il biometano, un opportunità per i trasporti

Il biometano, un opportunità per i trasporti Il biometano, un opportunità per i trasporti Negli ultimi anni, il gas naturale è un carburante che ha caratterizzato in maniera rilevante in Italia e in Europa l evoluzione del mercato automobilistico,

Dettagli

RICARICANDO IL PIANETA

RICARICANDO IL PIANETA RICARICANDO IL PIANETA UN PENSIERO 100% GREEN La General Building - Energie rinnovabili nasce da un idea che risale al 2000 dell imprenditore Marco Maracci il quale, forte della sua lunga esperienza nel

Dettagli

L ENERGIA CHE CAMBIA ENERGIA

L ENERGIA CHE CAMBIA ENERGIA L ENERGIA CHE CAMBIA ENERGIA L ESPERIENZA DI UN GRANDE GRUPPO DA 60 ANNI AL TUO SERVIZIO Il gruppo AGESP opera da 60 anni al servizio dei cittadini di Busto Arsizio erogando molteplici servizi quali Gas,

Dettagli

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014 Patrocinio Università degli Studi di Genova Facoltà di Architettura - Dipartimento di Scienze per l'architettura Dottorato di Ricerca in "Recupero Edilizio ed Ambientale" Provincia di Genova CONVEGNO FACILITY

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA DEL PROGETTO (Una scheda per ogni singolo progetto. Ogni punto dovrà essere debitamente articolato)

SCHEDA RIASSUNTIVA DEL PROGETTO (Una scheda per ogni singolo progetto. Ogni punto dovrà essere debitamente articolato) Modello A SCHEDA RIASSUNTIVA DEL PROGETTO (Una scheda per ogni singolo Ogni punto dovrà essere debitamente articolato) 1) Denominazione del progetto: Il progetto prende il nome di PENSA RIFIUTO, nel tentativo

Dettagli

PROGETTO SOVRAGENDA 21

PROGETTO SOVRAGENDA 21 PROGETTO SOVRAGENDA 21 I DATI AMBIENTALI QUALI STRUMENTO DI CONOSCENZA DELTERRITORIO comune di Legambiente Circolo Udine associazione ambientale che è presente sul territorio udinese dal 1986 con innumerevoli

Dettagli

COMUNE DI CESENA. Servizio Tributi

COMUNE DI CESENA. Servizio Tributi COMUNE DI CESENA SETTORE ENTRATE TRIBUTARIE E SERVIZI ECONOMICO FINANZIARI Servizio Tributi TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI ( IUC-TASI ) - ANNO 2015 L art. 1, comma 639, della Legge n. 147/2013 (c.d.

Dettagli

Convegno CIPRA: Alpi e innovazione: Cavalese verso l autosufficenza energetica

Convegno CIPRA: Alpi e innovazione: Cavalese verso l autosufficenza energetica Convegno CIPRA: Alpi e innovazione: Cavalese verso l autosufficenza energetica dr. Sergio Finato Assessore all Ambiente e Territorio del Comune di Cavalese Tesero, sabato 21 luglio 2012 1 LE BIOMASSE LEGNOSE

Dettagli

REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Articolo 1 Oggetto del Regolamento

REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Articolo 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l applicazione dell ISEE (Indicatore

Dettagli

Blogecologia.it. 18 maggio 2014. Il primo polo logistico del freddo alimentato da rinnovabili

Blogecologia.it. 18 maggio 2014. Il primo polo logistico del freddo alimentato da rinnovabili Blogecologia.it 18 maggio 2014 Il primo polo logistico del freddo alimentato da rinnovabili A poco meno di un anno dall annuncio, la Solis Spa realizza Solis GreenLog, il primo polo logistico del freddo

Dettagli

Guida per realizzare un impianto di teleriscaldamento. Opuscolo tecnico

Guida per realizzare un impianto di teleriscaldamento. Opuscolo tecnico Guida per realizzare un impianto di teleriscaldamento Opuscolo tecnico Che cos è il teleriscaldamento Il Gruppo Hera, una delle più importanti multiutility italiane che opera nei servizi dell ambiente,

Dettagli

LA CAMPAGNA PROVINCIA ETERNIT FREE

LA CAMPAGNA PROVINCIA ETERNIT FREE LA CAMPAGNA PROVINCIA ETERNIT FREE La campagna Provincia Eternit Free prevede la bonifica delle coperture in eternit e l installazione di impianti fotovoltaici su capannoni agricoli ed industriali, sfruttando

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI SALZA DI PINEROLO Provincia di Torino Borgata Didiero n. 24 10060 SALZA DI PINEROLO Tel e fax 0121/808836 e-mail: comune.salza@dag.it www.comune.salzadipinerolo.to.it PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE

Dettagli

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2 La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui energetici ed emissioni di CO 2 Rapporto di Sostenibilità 2011 I benefici di BIOCASA su energetici e emissioni di CO 2 Il Progetto BIOCASA è la risposta di

Dettagli

valori, qualità, consigli Il corso della vita.

valori, qualità, consigli Il corso della vita. Utenze Servizio domestiche idrico acqua Acqua Hera valori, qualità, consigli Il corso della vita. L acqua è un valore che non va mai fuori corso il ciclo dell acqua Siamo la seconda società italiana nei

Dettagli

IL CONI PER L AMBIENTE

IL CONI PER L AMBIENTE 6 IL CONI PER L AMBIENTE LA POLITICA AMBIENTALE L IMPATTO AMBIENTALE DEL CONI 116 CONI BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2013 IL CONI PER L AMBIENTE LA POLITICA AMBIENTALE Il CONI pone una particolare attenzione

Dettagli

AcegasAps e le sfide della Green Economy

AcegasAps e le sfide della Green Economy AcegasAps e le sfide della Green Economy Il programma INDICE Il Gruppo AcegasAps Spa L economia Green AcegasAps le attività AcegasAps l Efficienza energetica Il Gruppo Hera Il Gruppo AcegasAps La Capogruppo,

Dettagli

RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE

RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE Riqualificare il patrimonio, contenere e ottimizzare la spesa Federico Della Puppa Università IUAV di Venezia Theorema sas Bergamo, 13 dicembre 2013 Imparare a farsi le giuste

Dettagli

1 2 3 4 5 6 Che cosa abbiamo fatto a Castello d Argile per illuminarsi meglio con meno : ovverosia gli atti concreti del nostro impegno per la lotta ai cambiamenti climatici, come previsto dagli obiettivi

Dettagli

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici?

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici? Che cosa è l IMU Come contattare l Ufficio Tributi É la nuova imposta, istituita in via sperimentale dall anno 2012, che sostituisce l imposta comunale sugli immobili (ICI). Chi la paga I cittadini che

Dettagli

OGGETTO: Servizio di refezione scolastica a.s. 2013/2014.

OGGETTO: Servizio di refezione scolastica a.s. 2013/2014. AI GENITORI DEGLI ALUNNI SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO OGGETTO: Servizio di refezione scolastica a.s. 2013/2014. In qualità di gestori del servizio di refezione scolastica

Dettagli

riqualificare risparmiare guadagnare

riqualificare risparmiare guadagnare riqualificare risparmiare guadagnare Il valore da proteggere Spesa annua per il riscaldamento domestico Francia 1150 Spagna 1116 Germania 1104 Ambiente, Energia e Casa. Tre parole unite da un unico comune

Dettagli

La nostra azienda. Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica.

La nostra azienda. Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica. La nostra azienda Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica. I servizi proposti riguardano in special modo progettazione e installazione

Dettagli

Caratteristiche dell'acqua nei comuni di Storo e Bondone.

Caratteristiche dell'acqua nei comuni di Storo e Bondone. Caratteristiche dell'acqua nei comuni di Storo e Bondone. Nei Comuni di Storo e Bondone viene analizzata regolarmente l acqua degli acquedotti per assicurarsi che rispetti i limiti stabiliti dal Decreto

Dettagli

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A.

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. Torino, Palazzo del Lavoro Veicolo societario 100% Pentagramma Piemonte S.p.A. (50% CDP Immobiliare S.r.l. - 50% G.E.F.I.M.) Localizzazione L edificio del Palazzo del Lavoro

Dettagli

Con la presente siamo a sottoporvi la ns. migliore offerta economica relativa all esecuzione dell impianto in oggetto.

Con la presente siamo a sottoporvi la ns. migliore offerta economica relativa all esecuzione dell impianto in oggetto. Via Rubiera, 44 42018 San Martino in Rio (RE) P.Iva: 01218040358 Tel: (+39) 0522 698449 e-mail: info@ecosource-re.it Spett. i OGGETTO: Proposta di esecuzione di 1 impianto fotovoltaico da realizzare sulla

Dettagli

Salone internazionale del Gusto e Terra Madre. Partner istituzionali

Salone internazionale del Gusto e Terra Madre. Partner istituzionali Salone internazionale del Gusto e Terra Madre Partner istituzionali L iniziativa fa parte del Calendario di Torino World Design Capital 2008 Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre, coerentemente

Dettagli

A.M.A. Carta del servizio idrico

A.M.A. Carta del servizio idrico A.M.A. AZIENDA MUNICIPALIZZATA ACQUEDOTTO P A T E R N O Carta del servizio idrico I N D I C E SEZIONE I PRESENTAZIONE DEL SOGGETTO EROGATORE E PRINCIPI FONDAMENTALI 1. Presentazione di A.M.A. 2. Servizi

Dettagli

Nominativo/Ragione Sociale: Residenza/Sede: Provincia. Via : n C.F./P.IVA. Telefono: Cellulare Mail

Nominativo/Ragione Sociale: Residenza/Sede: Provincia. Via : n C.F./P.IVA. Telefono: Cellulare Mail Comune di Piaggine Provincia di Salerno Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: Arch. Angelo Prinzo P.G. OGGETTO: Richiesta di agibilità totale parziale Bollo da 14,62 Il sottoscritto

Dettagli

ISTITUTI RELIGIOSI BENEFICI ECONOMICI DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ISTITUTI RELIGIOSI BENEFICI ECONOMICI DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO C.N.E.C. CENTRO NAZIONALE ECONOMI DI COMUNITA 00167 ROMA VIA CARDINAL MASTRANGELO, 59 TELEFONO 06.66.04.33.73 FAX AUTOMATICO 06.66.04.28.83 ADERENTE ALLA CONSULTA NAZIONALE DELLE AGGREGAZIONI LAICALI e-mail:

Dettagli

Gli interventi ammessi a contributo. Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti

Gli interventi ammessi a contributo. Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti LINEE GUIDA ALLEGATE AL BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI UN CONTRIBUTO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI RISPARMIO ENERGETICO E DI RIDUZIONE DELLE EMISSIONI IN ATMOSFERA Premessa Il presente

Dettagli

L Assessore all Ambiente Gianluigi Bentoglio

L Assessore all Ambiente Gianluigi Bentoglio La conservazione ambientale e le sue problematiche spesso causate dall uomo hanno un qualcosa di positivo e stimolante, e mi spiego meglio: Tutti vorremmo un ambiente bello, pulito ed intatto, ma questo

Dettagli

Ecoabita. Lo standard edilizio ad alta efficienza energetica e qualità dell edilizia

Ecoabita. Lo standard edilizio ad alta efficienza energetica e qualità dell edilizia Ecoabita Lo standard edilizio ad alta efficienza energetica e qualità dell edilizia Ing. Alex Lambruschi Tavolo Tecnico Ecoabita - Comune di Reggio Emilia Ragioni ambientali sociali ed economiche Reggio

Dettagli

Sezione 1 - informazioni sull'amministrazione

Sezione 1 - informazioni sull'amministrazione Istruzioni dettagliate per facilitare la comunicazione delle basi dati all Agid. Di seguito vengono indicati, gli adempimenti necessari per compilare il file excel richiesto dall'agenzia per l'italia Digitale.

Dettagli

Il progetto LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D.

Il progetto LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D. Il progetto I.MO.S.M.I.D. LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D. INDICE 1. Il progetto I.MO.S.M.I.D. 3 2. Un nuovo modello di governance della mobilità

Dettagli

nata a Chieri il 18/10/1971 residente ad Andezeno (TO) Via del Ponte Vecchio 13/q recapito telefonico ( 333.6900450) e-mail: fas_lalla@libero.

nata a Chieri il 18/10/1971 residente ad Andezeno (TO) Via del Ponte Vecchio 13/q recapito telefonico ( 333.6900450) e-mail: fas_lalla@libero. CURRICULUM VITAE Dati anagrafici DR.SSA LAURA FASANO nata a Chieri il 18/10/1971 residente ad Andezeno (TO) Via del Ponte Vecchio 13/q recapito telefonico ( 333.6900450) e-mail: fas_lalla@libero.it Titolo

Dettagli

COMUNE DI VALLEFOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino. Imposta Unica Comunale (IUC) Anno 2014 GUIDA PRATICA

COMUNE DI VALLEFOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino. Imposta Unica Comunale (IUC) Anno 2014 GUIDA PRATICA COMUNE DI VALLEFOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino Imposta Unica Comunale (IUC) Anno 2014 GUIDA PRATICA Con informazioni generali per il versamento ACCONTO 2014 IUC Imposta Unica Comunale in vigore dal

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

Campagna Istituzionale di Diagnosi Energetica dei condomìni con impianto di riscaldamento centralizzato

Campagna Istituzionale di Diagnosi Energetica dei condomìni con impianto di riscaldamento centralizzato Campagna Istituzionale di Diagnosi Energetica dei condomìni con impianto di riscaldamento centralizzato per i Condominii energivori ACCESSO GRATUITO e senza alcun vincolo alla Diagnosi Energetica Campagna

Dettagli

I DATI NUMERICI. Al contrario si riscontra un incremento delle richieste di contenuto informativo rivolte al contact center 055

I DATI NUMERICI. Al contrario si riscontra un incremento delle richieste di contenuto informativo rivolte al contact center 055 I DATI NUMERICI La situazione relativa agli accessi all URP dell anno 213 indica un cambiamento rispetto agli anni precedenti, poiché il numero di contatti diminuisce a livello complessivo. Si tratta comunque

Dettagli

Con la presente siamo a sottoporvi la ns. migliore offerta economica relativa alla esecuzione dell impianto in oggetto.

Con la presente siamo a sottoporvi la ns. migliore offerta economica relativa alla esecuzione dell impianto in oggetto. Via Rubiera, 44 42018 San Martino in Rio (RE) P.Iva: 01218040358 Tel: (+39) 0522 698449 e-mail: info@ecosource-re.it Spett. San Martino in Rio, 26 Gennaio 2012 OGGETTO: Offerta per l esecuzione di 1 impianti

Dettagli

Gli impianti geotermici

Gli impianti geotermici Gli impianti geotermici Valutazioni generali Nell ambito della provincia di Verona, qualunque sia il contesto geologico in cui realizzare l impianto geotermico, il criterio generale prevede di utilizzare

Dettagli

Patto dei Sindaci: iniziative per i privati e le imprese del territorio

Patto dei Sindaci: iniziative per i privati e le imprese del territorio Patto dei Sindaci: iniziative per i privati e le imprese del territorio Focus: PadovaFIT! Federico De Filippi Genova, 13 Gennaio 2016 Empowering Covenant of Mayors Coordinators and Supporters to assist

Dettagli

CONTO ENERGIA LE TRENTA DOMANDE PIU CALDE (Fonte FV n. 6 anno V, novembre-dicembre 2008)

CONTO ENERGIA LE TRENTA DOMANDE PIU CALDE (Fonte FV n. 6 anno V, novembre-dicembre 2008) CONTO ENERGIA LE TRENTA DOMANDE PIU CALDE (Fonte FV n. 6 anno V, novembre-dicembre 2008) 1) Che cosa s intende per meccanismo d incentivazione in conto energia? Il Conto Energia è un incentivo per l installazione

Dettagli

Informazioni e Calcolo ICI 2007

Informazioni e Calcolo ICI 2007 COMUNE DI CHIOGGIA Settore Finanze e Contabilità Ufficio Tributi I.C.I. www.chioggia.org Tributi@chioggia.org Informazioni e Calcolo ICI 2007 NOVITA DAL 1 GENNAIO 2007 L ACCONTO ICI DEVE ESSERE VERSATO

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE

PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE COMUNE DI POMPIANO PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE Allegato D : RELAZIONE SULLE MISURE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE

Dettagli

Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO

Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016 PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO IL PAES e GLI OBIETTIVI Ricognizione su tutto il territorio comunale degli

Dettagli

OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE

OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE SEMINARIO LE IMPRESE E L AMBIENTE Come le imprese partecipano oggi alla tutela dell ambiente? 15 Aprile 2011 OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE Bando

Dettagli

Progetto Le Sorgenti Una casa a servizio della città Cooperativa Santa Francesca Cabrini Due, Lodi, Italia

Progetto Le Sorgenti Una casa a servizio della città Cooperativa Santa Francesca Cabrini Due, Lodi, Italia Descrizione Progetto Le Sorgenti Una casa a servizio della città Cooperativa Santa Francesca Cabrini Due, Lodi, Italia Primo significativo intervento di edilizia eco-sostenibile nella provincia di Lodi,

Dettagli

ALL _ Audit energetici. Piano d Azione per l Energia Sostenibile _. comune di CIVATE In raggruppamento con Valmadrera e Malgrate Provincia di Lecco

ALL _ Audit energetici. Piano d Azione per l Energia Sostenibile _. comune di CIVATE In raggruppamento con Valmadrera e Malgrate Provincia di Lecco comune di CIVATE In raggruppamento con Valmadrera e Malgrate Provincia di Lecco PROVINCIA DI LECCO Settore Ambiente FONDAZIONE CARIPLO promuovere la sostenibilità energetica nei comuni piccoli e medi 2012

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE Comune di CORTEOLONA Provincia di PAVIA 27014 Corteolona (PV) Via Garibaldi, 8 www.comune.corteolona.pv.it Tel. 0382 70024 Fax. 0382 71519 E-mail demografici@comune.corteolona.pv.it GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI

Dettagli

Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani

Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani Il rapporto racconta con numeri, tabelle, cartine il salto impressionante che si è verificato in Italia nel numero degli impianti installati. Attraverso nuovi impianti

Dettagli

DM 19.2.2007- CONTO ENERGIA - benefici economici dei nuovi incentivi e procedura normativa per la produzione e vendita di energia fotovoltaica

DM 19.2.2007- CONTO ENERGIA - benefici economici dei nuovi incentivi e procedura normativa per la produzione e vendita di energia fotovoltaica DM 19.2.2007- CONTO ENERGIA - benefici economici dei nuovi incentivi e procedura normativa per la produzione e vendita di energia fotovoltaica Di Luisa Capicotto Avvocato foro di Roma Specializzato in

Dettagli

TELERISCALDAMENTO AD AOSTA. I PRIMI PASSI DI UNA GRANDE RETE. INAUGURAZIONE DEL CANTIERE DELLA CENTRALE DI TELERISCALDAMENTO IN CITTÀ.

TELERISCALDAMENTO AD AOSTA. I PRIMI PASSI DI UNA GRANDE RETE. INAUGURAZIONE DEL CANTIERE DELLA CENTRALE DI TELERISCALDAMENTO IN CITTÀ. 27-09-2013 Comunicato stampa TELERISCALDAMENTO AD AOSTA. I PRIMI PASSI DI UNA GRANDE RETE. INAUGURAZIONE DEL CANTIERE DELLA CENTRALE DI TELERISCALDAMENTO IN CITTÀ. Per contatti e ulteriori informazioni:

Dettagli

Comune di Jelsi. Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24

Comune di Jelsi. Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24 COPIA Comune di Jelsi Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24 OGGETTO: RELAZIONE AL CONSUNTIVO - ANNO 2011 - PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

IL TELERISCALDAMENTO

IL TELERISCALDAMENTO IL TELERISCALDAMENTO 1. COS è IL TELERISCALDAMENTO? 1.1 Come funziona 1.2 Stato attuale del teleriscaldamento: in Italia, in Europa e nel Mondo 2. VANTAGGI 2.1 Vantaggi per il cittadino-utente 2.2 Vantaggi

Dettagli

Impianti fotovoltaici in esercizio grazie alle agevolazioni tariffarie

Impianti fotovoltaici in esercizio grazie alle agevolazioni tariffarie Impianti fotovoltaici in esercizio grazie alle agevolazioni tariffarie 1. Premessa Il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Dettagli

INFORMATIVA 01/2010. La disciplina dello scambio sul posto

INFORMATIVA 01/2010. La disciplina dello scambio sul posto INFORMATIVA 01/2010 La disciplina dello scambio sul posto Realizzato da: TIS Area Energia & Ambiente Data: Bolzano, 01/04/2010 TIS AREA ENERGIA & AMBIENTE 2 Indice 1 La disciplina dello scambio sul posto...

Dettagli

Modulo A9.03 Mod.COM_69_Schema_Collaudo vers. 00 del 30/01/2015. Allo Sportello Unico Attività Produttive del

Modulo A9.03 Mod.COM_69_Schema_Collaudo vers. 00 del 30/01/2015. Allo Sportello Unico Attività Produttive del Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SCHEMA DI COLLAUDO IMPIANTO PRODUTTIVO ai sensi dell art. 10 del D.P.R. 160/2010, lettera b) Il presente modello deve essere presentato ogni qualvolta

Dettagli

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali PROBLEMATICHE ENERGETICHE ECONOMICHE ED AMBIENTALI SCENARI INTERNAZIONALI

Dettagli

Spett.Le Cliente. Dosso, GIUGNO LUGLIO 2013. Preventivo tipo DA CONFERMARE DOPO UN SOPRALLUOGO. Impianto fotovoltaico da 6,00 KWp

Spett.Le Cliente. Dosso, GIUGNO LUGLIO 2013. Preventivo tipo DA CONFERMARE DOPO UN SOPRALLUOGO. Impianto fotovoltaico da 6,00 KWp Via Prampolini, 5 44047 Dosso (FE) Spett.Le Cliente Dosso, GIUGNO LUGLIO 2013 Preventivo tipo DA CONFERMARE DOPO UN SOPRALLUOGO Impianto fotovoltaico da 6,00 KWp Oggetto: Offerta per realizzazione di impianto

Dettagli

RICHIESTA DI CERTIFICATO DI AGIBILITA (art. 24 e 25 del D.P.R. 380/01 e s.m.i) SITO IN VIA/LOCALITA

RICHIESTA DI CERTIFICATO DI AGIBILITA (art. 24 e 25 del D.P.R. 380/01 e s.m.i) SITO IN VIA/LOCALITA . BOLLO COMUNE DI ROFRANO Settore Urbanistica RISERVATO ALL UFFICIO ARCHIVIAZIONE DEL PROCEDIMENTO RISERVATO AL PROTOCOLLO PRATICA EDILIZIA N DEL / / RISERVATO ALL UFFICIO ACCETTAZIONE VERIFICA ELABORATI

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE COMUNE DI VIZZINI (Città Metropolitana di Catania) Repertorio n. del SCHEMA DI CONVENZIONE INSTALLAZIONE DELLA CASA DELL ACQUA REALIZZAZIONE E GESTIONE DI UN EROGATORE PUBBLICO DI ACQUA POTABILE (ACQUA

Dettagli

PROGETTO ENERGIE RINNOVABILI : FOTOVOLTAICO SU IMMOBILI COMUNALI

PROGETTO ENERGIE RINNOVABILI : FOTOVOLTAICO SU IMMOBILI COMUNALI 151 COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell'umanità Settore Ambiente e Attività Produttive Servizio Ambiente Unità Organizzativa Energia PROGETTO ENERGIE RINNOVABILI : FOTOVOLTAICO SU IMMOBILI COMUNALI

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Allegato A) P.I. 00251860698 SERVIZIO TECNICO PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PREMESSA Il presente piano si riferisce ai servizi tecnico-amministrativi.

Dettagli

La prima ragione è che Firenze rappresenta un campo di analisi e sperimentazione ideale

La prima ragione è che Firenze rappresenta un campo di analisi e sperimentazione ideale La riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente rappresenta una sfida fondamentale per diverse ragioni e con benefici molteplici che possono innescarsi. Per il settore delle costruzioni,

Dettagli

Piano Energetico Regionale e Certificazione Energetica degli edifici

Piano Energetico Regionale e Certificazione Energetica degli edifici Piano Energetico Regionale e Certificazione Energetica degli edifici dott. Damiano Zoffoli Presidente Commissione Politiche Economiche Assemblea Legislativa Regione Emilia-Romagna Confartigianato Forlì-Cesena

Dettagli

Dati ambientali nelle città

Dati ambientali nelle città Dati ambientali nelle città A.Ferruzza I numeri che non ti aspetti. La funzione statistica dei comuni tra riforma e qualità dei servizi, Messina 26-27 settembre 2013 Dati ambientali nelle città: fabbisogni

Dettagli

INFORMATIVA IUC Imposta Municipale Propria (IMU) ACCONTO ANNO 2015 ACCONTO IMU 2015

INFORMATIVA IUC Imposta Municipale Propria (IMU) ACCONTO ANNO 2015 ACCONTO IMU 2015 INFORMATIVA IUC Imposta Municipale Propria (IMU) ACCONTO ANNO 2015 SOGGETTI IMU L imposta è dovuta dai PROPRIETARI e dai TITOLARI DI DIRITTI REALI (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) per

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI CORREGGIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO

REGOLAMENTO COMUNALE PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI CORREGGIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO REGOLAMENTO COMUNALE PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI CORREGGIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO 1. Il Comune di Correggio Articolo 1: Ambito di applicazione

Dettagli

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA CONTESTO PATRIMONIALE GENERALE Consistenza : 265 unità/attività (n. 200 edifici)

Dettagli

CV SERGIO TRUCCO SERGIO TRUCCO

CV SERGIO TRUCCO SERGIO TRUCCO CV SERGIO TRUCCO Informazioni personali, anagrafica Nome e Cognome Indirizzo SERGIO TRUCCO Abitazione: Via Pralormo 31 bis Ufficio: Via Trieste n 10 10046 Poirino Italia Cellulare 339-2281149 Fax 011-9452278

Dettagli

DIFENDERE AMBIENTE E IMPRESE

DIFENDERE AMBIENTE E IMPRESE Poste Italiane Spa - Sped. in a.p. - D.L. 353/2003 conv. in L. 46/2004, art.1, c.1 - CB-NO/Torino Anno 7 n. 26 DEA edizioni s.a.s. Strada del Portone, 127-10095 Grugliasco (TO) marzo 2014 anno vii numero

Dettagli

Scheda divulgativa interna 04- rev.00

Scheda divulgativa interna 04- rev.00 Pensiline fotovoltaiche serie K Scheda divulgativa interna 04- rev.00 Mobilità elettrica In considerazione del continuo aggiornamento delle tecnologie legate al settore della mobilità, spinto anche dalle

Dettagli

Nuvole n. 32, giugno 2008. Fiat e dintorni. di Aldo Enrietti *

Nuvole n. 32, giugno 2008. Fiat e dintorni. di Aldo Enrietti * Fiat e dintorni di Aldo Enrietti * Collocare il Piemonte e Torino nell ambito dell industria autoveicolistica, e quindi del rapporto con Fiat, richiede una preventiva valutazione delle recenti fasi del

Dettagli

di Paolo Enzo Mazzanti

di Paolo Enzo Mazzanti 8 Una famiglia di imprenditori edili di particolare ingegno. E l erede, Michele Vona, si inventa un modello residenziale per la casa flessibile. Con un appello a fondi e grandi investitori: ecco la soluzione

Dettagli

APPROFONDIMENTO 1 PROFESSIONE GEOMETRA 04.2012 - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DONNE GEOMETRA. l iter burocratico per la connessione alla rete

APPROFONDIMENTO 1 PROFESSIONE GEOMETRA 04.2012 - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DONNE GEOMETRA. l iter burocratico per la connessione alla rete APPROFONDIMENTO FOTOVOLTAIICO,, COME CONNETTERSII ALLA RETE l iter burocratico per la connessione alla rete l impianto fotovoltaico come un investimento finanziario, è immediato comprendere l importanza

Dettagli

Indagine Conoscitiva Fatturazione Vendita al dettaglio di gas naturale (Delibera 542/2013/E/com)

Indagine Conoscitiva Fatturazione Vendita al dettaglio di gas naturale (Delibera 542/2013/E/com) Manuale d uso: Indagine Conoscitiva Fatturazione Vendita al dettaglio di gas naturale (Delibera 542/2013/E/com) Integrazioni al paragrafo 6, evidenziate da sottolineatura 1 Accesso alla raccolta... 2 2

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015

NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015 COMUNE DI BAREGGIO Provincia di Milano NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015 Si informa che a seguito del Dpr 5 dicembre 2013, n.159 e del DM 7 novembre 2014 a partire dal 1^ gennaio 2015 entra in vigore

Dettagli

ELENCO CAPITOLI USCITA

ELENCO CAPITOLI USCITA ELENCO CAPITOLI USCITA DESCRIZIONE 2010 2011 Indennità a Sindaco, Assessori e Consiglieri Indennità missione e rimborso spese per amministratori Rimborso datori di lavoro permessi amm.ri 18.400,00 18.400,00

Dettagli

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio VIA SOLFERINO N 55-25121 - BRESCIA www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it Tel. 030-3757406 Fax 030-2899490 1 2 3 INDICE 1 Generalità pag. 04 2 Il comparto

Dettagli

Guida Autorizzazioni per impianti alimentati da fonti rinnovabili

Guida Autorizzazioni per impianti alimentati da fonti rinnovabili A cura del Punto Assistenza Risparmio Energetico Guida Autorizzazioni per impianti alimentati da fonti rinnovabili Pisa Ambiente Innovazione Via Benedetto Croce,62 56125 Pisa Tel. 050 503926 Fax 050 2207745

Dettagli