ERGANE Ricostruzione ed Analisi. Emanuele Ruffaldi 16 Giugno 2015

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ERGANE Ricostruzione ed Analisi. Emanuele Ruffaldi 16 Giugno 2015"

Transcript

1 ERGANE Ricostruzione ed Analisi Emanuele Ruffaldi 16 Giugno 2015

2 Scaletta Misure Ricostruzione Caso di studio Conclusioni

3 Tecniche di Misura Tecniche Osservazionali Ispezione visuale Valutazione Soggettiva Stato dell arte su misure Oggettive Motion Capture [Vignalis 2013, e Radwin 2013] Misura della forza (sensore pressione o EMG) [Mogk, 2006] Combinazioni di tecniche [Franzblau, 2006] In generale si effettua il confronto fra le due soluzioni ERGANE Un sistema indossabile wireless capace di valutare lo sforzo muscolare e la postura dell arto superiore per la diagnosi di WMSDs

4 Valutazione Tradizionale Come si fa a tenere conto di più fattori che interagiscono allo stesso tempo? In generale è stato mostrato che i metodi per valutare diversi valori portano a diverse valutazioni del rischio [7] Come fare a stare dietro alla crescita dei costi a seguito dell uso di più di un metodo?

5 Il sistema ERGANE Il sistema può essere usato per monitorare i lavoratori sul luogo di lavoro, mentre portano avanti le loro attività giornaliere. Il sistema fornisce una valutazione in temporeale sulla base di due indici standard per l analisi dei fattori di rischio sul luogo di lavoro: il Rapid Upper Limb Assessment (RULA) ed the Strain Index (SI).

6 Architettura del sistema

7 Ricostruzione del movimento A partire da un sistema inerziale (con o senza magnetometro) vi sono due soluzioni primarie per la ricostruzione: Orientamento di ogni unità inerziale e poi collegamento in una struttura cinematica Valutazione integrata della struttura cinematica imponendo così i vincoli tra i segmenti del corpo Approccio ERGANE 1. Cinematica del braccio espressa in notazione meccanica D-H 2. Filtro di Kalman UKF per gestire le non linearità 3. Valutazione del sistema confrontandolo con dati in motion capture Ruffaldi E., Peppoloni L., Filippeschi A. & Avizzano C.A. (2014). A novel approach to motion tracking with wearable sensors based on Probabilistic Graphical Models. In Robotics and Automation (ICRA), 2014 IEEE International Conference on (pp ).. doi: / ICRA

8 Struttura Cinematica Varie strutture possibili dipendenti dal posizionamento e numero di sensori 5 DoF / 2 Sensori 7 DoF alti / 3 Sensori 7 DoF bassi / 3 Sensori 10 DoF / 4 Sensori La struttura dipende da una serie di parametri come la lunghezza dei segmenti Inserita manualmente Peppoloni L., Filippeschi A., Ruffaldi E. & Avizzano C.A. (2013). A novel 7 degrees of freedom model for upper limb kinematic reconstruction based on wearable sensors. In Intelligent Systems and Informatics (SISY), 2013 IEEE 11th International Symposium on (pp ).. doi: /sisy

9 Calibrazione La procedura di calibrazione viene usata per 1. Valutare lo stato del campo magnetico terrestre nel luogo di lavoro 2. Regolare l orientamento dei sensori inerziali sul corpo

10 Validazione del sistema Confronto delle misure effettuate con il sistema ERGANE rispetto a movimenti acquisiti con motion capture Vicon (MX2+ 7 camere) Valutazione nello spazio delle variabili di giunto Soggetta alle differenze delle strutture cinematiche Valutazione nello spazio metrico Dopo aver allineato I sistemi

11 Visualizzazione del confronto

12 Confronto con il VICON (5DoF/7DoF mm) Forearm Sensor Position Comparison Position x [m] Optical 5DoFs 7DoFs Position y [m] Optical 5DoFs 7DoFs Position z [m] Time [s] Variable E Pi,5 E Pi,7 C Pi,5 C Pi,7 Shoulder IMU arm Elbow IMU forearm Average Optical 5DoFs 7DoFs

13 Validazione del segnale EMG Confronto del SNR durante l esecuzione di un task di prensione rispetto ad un EMG fisso g-tec Filter! 2nd order IIR Hz! Band Power (BP)! Window 256 ms! Overlapping 99%! Electrodes BP! Average BP over the 8 trials! Average BP over the baseline interval! Time Intervals! Activity vs. Baseline! Onset of activity! Conclusion of activity!

14 Relazione tra segnale EMG e angolo del polso nella validazione EMG and Wrist Flexion Reconstruction Mean of EMG band power signals Estimated Wrist Flexion RMS [mv] Angle [deg] Time [s] 100

15 Ricostruzione attività cassiera: metodo Una cassiera è stata equipaggiata di 4 IMUs e una striscia di 8 elettrodi EMG sull avambraccio. L ambiente in cui si è svolta la mansione è stato filmato tramite una camera standard e tramite un sensore RGB-D (Microsoft Kinect). La cassiera ha svolto le normali operazioni inerenti la mansione sia con clienti veri che con clienti fittizi che hanno riproposto una spesa particolarmente pesante. La cassiera ha effettuato due serie equivalenti di operazioni (della durata di circa 15 ciascuna): nella prima la cassiera aveva il braccio destro sensorizzato, nella seconda quello sinistro.

16 Video https://www.youtube.com/watch?v=q5elptjezvc

17 Ricostruzione attività cassiera: risultati Ricostruzione del movimento Ricostruzione dell attività muscolare Valutazione ergonomica dell operazione di spostamento delle lattine tramite metodologia RULA (Rapid Upper Limb Assessment)

18 Esperimento di valutazione Task: operazione di pagamento al supermarket Soggetti: 10 soggetti sani monitorati per due azioni di check-out I soggetti operavano in una situazione ergonomicamente simile a quella reale EMG applicato a flexor carpi radialis, palmaris longus e flexor carpi ulnaris Sistema: ricostruzione del movimento e dello sforzo e calcolo dei valori secondo il sistema RULA (Rapid Upper Limb Assessment, McAtamney 1993) e Strain Index (Moore 1995) Valutazione Ogni test è stato valutato da due valutatori umani considerati come riferimento I soggetti hanno completato un questionario per la valutazione di usabilità Acquisition Board IMUs Peppoloni L., Filippeschi A., Ruffaldi E. & Avizzano C.A. (2015). A novel wearable system for the online assessment of risk for biomechanical load in repetitive efforts. International Journal of Industrial Ergonomics, (in press) EMG

19 Oggetti utilizzati Tra 0.5 e 7.5 kg

20 Segmentazione del Task EMG Features

21 Uscita del sistema di valutazione Informazione associata all azione corrente Informazione associata al Ciclo corrente

22 Risultati Percentuale di tempo speso dai soggetti in ogni intervallo RULA considerato

23 Risultati Confronto con i valutatori umani Ripetitibilità del sistema

24 Risultati di validazione sui valutatori umani I dati sono stati per omogeneità con il test di Levene Una ANOVA a due vie è stata effettuata sul livello di azione RULA con fattori oggetti e valutatore Il fattore oggetto è stato trovato influenzare il livello di azione RULA Il fattore valutatore non è significativo L intersazione è considerata trascurabile

25 Risultati del questionario di usabilità I tre parametri sono stati posti su una scala da 1 a 7. Sotto viene riportato il punteggio medio

26 Discussione Il sistema è capace di dare una stima del punteggio RULA congrua con I valutatori umani Il punteggio associato ad ogni oggetto è ripetibile, nonostante l ampia variabilità tra I soggetti (es. Causata dal modo di afferraggio) La lettiera per gatti, il più pesante e meno confortevole da afferrare, ha il punteggio RULA più alto Il punteggio più basso è associato al Barattolo di Mais, che è il più leggero e facile da afferrare

27 Discussione Il sistema da un punteggio di Strain Index congruo con i valutatori in quasi il 50% dei casi Il punteggio di Strain Index dipende inoltre dall intensità di presa che dipende poi da una valutazione della Maximum Voltuntary Contraction Come discussion in (Cabecas 2007 [8]): La bontà del test varia significativamente in accordo alla soglia di attivazione per l intensità di azione Movimenti acicicli ad alta frequenza producono artefatti nel segnale EMG che possono influenzare il punteggio di Strain Index.

28 Conclusioni Il sistema presentato è stato valutato in un task di misura in laboratorio che ha ricreato l ambiente reale. La valutazione automatica dei punteggi RULA e SI può essere un alternativa possibile all ispezione visiva. Gli utenti hanno valutato il sistema come usabile per un tempo copatibile ad un turno di lavoro, non limitando i movimenti o rendendoli dolorosi.

29 Direzioni Future Automazione Integrare un meccanismo di automazione della segmentazione delle azioni Calibrazione Introdurre la calibrazione automatica della lunghezza dei limb Flessibilità Ottimizzazione degli algoritmi e connessione con il Cloud per una gestione automatica di più lavoratori Estensione del Sistema Estensione ad altri parti del corpo (gambe) e spalla Estensione dell Utilizzo Utilizzo in altri settori come lo Sport Utilizzo in Ambienti Virtuali e Robotica

30 Grazie! website:

31 Riferimenti [1] Italian Government Agency for Injured Workers (AMNIL), I disturbi muscolo-scheletrici e da sovraccarico biomeccanico dei lavoratori nel settore 395 del commercio: un quadro comparato, (2013). [2] N. Vignais, M. Miezal, G. Bleser, K. Mura, D. Gorecky, F. Marin, Innovative system for real-time ergonomic feedback in industrial manufacturing, Applied ergonomics 44 (4) (2013). [3] R. G. Radwin, Automated video exposure assessment of repetitive motion, in: Proceedings of the Human Factors and Ergonomics Society Annual Meeting, Vol. 55, SAGE Publications, [4] J. P. Mogk, P. J. Keir, Prediction of forearm muscle activity during gripping, Ergonomics 49 (11) (2006) [5] A. Franzblau, T. J. Armstrong, R. A. Werner, S. S. Ulin, A cross-sectional assessment of the acgih tlv for hand activity level, Journal of occupational rehabilitation 15 (1) (2005). [6] A. Freivalds, Y. Kong, H. You, S. Park, A comprehensive risk assessment model for work-related musculoskeletal disorders of the upper extremities, 440 in: Proceedings of the Human Factors and Ergonomics Society Annual Meeting, Vol. 44, SAGE Publications, [7] M. E. Chiasson, D. Imbeau, K. Aubry, A. Delisle, Comparing the results of eight methods used to evaluate risk factors associated with musculoskeletal disorders, International Journal of Industrial Ergonomics 42 (5) (2012). [8] J. M. Cabecas, The risk of distal upper limb disorder in cleaners: A modified application of the strain index method, International journal of industrial ergonomics 37 (6) (2007)

32 Strain Index J. Steven Moore, A. Garg, The strain index: a proposed method to analyze jobs for risk of distal upper extremity disorders, American Industrial Hygiene Association 56 (5) (1995) Peppoloni L., Filippeschi A., Ruffaldi E. & Avizzano C.A. (2015). A novel wearable system for the online assessment of risk for biomechanical load in repetitive efforts. International Journal of Industrial Ergonomics, (in press)

CONFRONTO TRA I PRINCIPALI METODI DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO PROFESSIONALE DA SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI

CONFRONTO TRA I PRINCIPALI METODI DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO PROFESSIONALE DA SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI CONFRONTO TRA I PRINCIPALI METODI DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO PROFESSIONALE DA SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI G. Ricupero*, M. Della Pasqua** * INAIL - Direzione Regionale Emilia Romagna - Consulenza

Dettagli

LA DIMENSIONE DEL PROBLEMA

LA DIMENSIONE DEL PROBLEMA LA DIMENSIONE DEL PROBLEMA 31% dei lavoratori sono adibiti costantemente ad attività comportanti movimenti ripetitivi degli arti superiori (46% per oltre la metà dell orario di lavoro). 15% dei lavoratori

Dettagli

DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO

DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO COD. ID: 3456 AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Il sottoscritto chiede di essere ammesso a partecipare alla selezione pubblica, per titoli ed esami, per il conferimento di un assegno

Dettagli

Nuove possibilità per la valutazione del rischio biomeccanico

Nuove possibilità per la valutazione del rischio biomeccanico Azienda Sanitaria Firenze Nuove possibilità per la valutazione del rischio biomeccanico Andrea Belli, Tecnico della Prevenzione San Casciano in Val di Pesa, 20 novembre 2013 Movimentazione manuale carichi

Dettagli

Proposte di Tesi sui Sistemi Real-Time 2012

Proposte di Tesi sui Sistemi Real-Time 2012 Proposte di Tesi sui Sistemi Real-Time 2012 #1: Tele-riabilitazione In collaborazione con Sviluppo di un sistema indossabile per la riabilitazione neuromotoria: Sensori per la registrazione di movimenti

Dettagli

Analisi del movimento: strumenti, metodi e applicazioni. Relatore: Mazzoleni Paolo. Polo Tecnologico Fondazione Don Carlo Gnocchi IRCCS Milano LAM

Analisi del movimento: strumenti, metodi e applicazioni. Relatore: Mazzoleni Paolo. Polo Tecnologico Fondazione Don Carlo Gnocchi IRCCS Milano LAM Analisi del movimento: strumenti, metodi e applicazioni Relatore: Mazzoleni Paolo Polo Tecnologico Fondazione Don Carlo Gnocchi IRCCS Milano Laboratorio di Analisi del Movimento Di che cosa si occupa?

Dettagli

Dispositivi Minimamente Invasivi

Dispositivi Minimamente Invasivi Dispositivi Minimamente Invasivi per Diagnosi, Monitoraggio e Terapia Esercitazione 11 Alessandro Tognetti Nicola Carbonaro a.tognetti@centropiaggio.unipi.it tti@ t i i i i it nicola.carbonaro@centropiaggio.unipi.it

Dettagli

Sensor Systems ADM-E2-M

Sensor Systems ADM-E2-M Sistema di riferimento per navigazione ed assetto Sensor Systems ADM-E2-M Datasheet 2010 Sensor Systems Srl La piattaforma inerziale ADM-E2-M Attitude and Heading Reference System (AHRS) è un sistema ad

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETITIVI DEGLI ARTI SUPERIORI

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETITIVI DEGLI ARTI SUPERIORI VALUTAZIONE DEL DA MOVIMENTI RIPETITIVI DEGLI ARTI SUPERIORI In fase di sopralluogo vengono utilizzate check-list, riprese cinematografiche, interviste ai lavoratori e colloqui con i responsabili per la

Dettagli

Metodi sperimentali di acquisizione dati e valutazione biomeccanica applicati alle sedute. Ing. Gabriele Paolini

Metodi sperimentali di acquisizione dati e valutazione biomeccanica applicati alle sedute. Ing. Gabriele Paolini Metodi sperimentali di acquisizione dati e valutazione biomeccanica applicati alle sedute Ing. Gabriele Paolini INTRODUZIONE QUALI SONO GLI ASPETTI PIU IMPORTANTI NELLA VALUTAZIONE DI UNA SEDUTA? Lo sviluppo

Dettagli

DELMIA Simulazioni ed Analisi ergonomiche. Stefano Garegnani- Design Systems PLM 3D Application Engineering Stefano.garegnani@designsystemsplm.

DELMIA Simulazioni ed Analisi ergonomiche. Stefano Garegnani- Design Systems PLM 3D Application Engineering Stefano.garegnani@designsystemsplm. DELMIA Simulazioni ed Analisi ergonomiche Stefano Garegnani- Design Systems PLM 3D Application Engineering Stefano.garegnani@designsystemsplm.it DELMIA (DELivering Manufacturing Interactive Application).

Dettagli

Applicazioni della Realtà Virtuale al settore della Riabilitazione Motoria. Stato dell arte e caso di studio: il progetto HYPER Alessandro De Mauro

Applicazioni della Realtà Virtuale al settore della Riabilitazione Motoria. Stato dell arte e caso di studio: il progetto HYPER Alessandro De Mauro Applicazioni della Realtà Virtuale al settore della Riabilitazione Motoria. Stato dell arte e caso di studio: il progetto HYPER Alessandro De Mauro Ademauro@vicomtech.org Vicomtech Centro tecnologico no

Dettagli

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale D. Prattichizzo G.L. Mariottini F. Moneti M. Orlandesi M. Fei M. de Pascale A. Formaglio F. Morbidi S. Mulatto SIRSLab Laboratorio

Dettagli

Localizzazione e tracciamento indoor con e senza infrastrutture

Localizzazione e tracciamento indoor con e senza infrastrutture Localizzazione e tracciamento indoor con e senza infrastrutture Davide Merico (davide.merico@disco.unimib.it) Università degli Studi di Milano-Bicocca DISCo, NOMADIS TECH IT EASY - Telemobility Forum 08

Dettagli

Applicazioni di tecniche CAE/RE nella progettazione di moderne protesi in ambito sanitario

Applicazioni di tecniche CAE/RE nella progettazione di moderne protesi in ambito sanitario Applicazioni di tecniche CAE/RE nella progettazione di moderne protesi in ambito sanitario Ing. Tommaso INGRASSIA Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica - Palermo Contenuti

Dettagli

Lezione 22 Trigger. Trigger: seleziona gli eventi interessanti fra tutte le collisioni. Decide se l evento deve essere letto ed immagazzinato.

Lezione 22 Trigger. Trigger: seleziona gli eventi interessanti fra tutte le collisioni. Decide se l evento deve essere letto ed immagazzinato. : seleziona gli eventi interessanti fra tutte le collisioni. Decide se l evento deve essere letto ed immagazzinato. Sistema di acquisizione dati (DAQ): raccoglie i dati prodotti dall apparato e li immagazzina

Dettagli

Analisi del movimento: l arrampicata sportiva

Analisi del movimento: l arrampicata sportiva BergamoScienza 2007 Analisi del movimento: l arrampicata sportiva 1/30 Sommario Introduzione Acquisizione ed elaborazione dei dati Alcuni dati interessanti Conclusione e sviluppi futuri 2/30 1 Alcune domande

Dettagli

Indagine sul rischio da sovraccarico biomeccanico dell arto superiore nell attività di mungitura degli ovini

Indagine sul rischio da sovraccarico biomeccanico dell arto superiore nell attività di mungitura degli ovini T. Marras 1, A. Baldasseroni 2, R. Tartaglia 2, G. Sau 3, J. Rosecrance 4, L. Murgia 5, A. Pazzona 5 1 SPRESAL-Asl Sassari; 2 CeRIMP - Firenze; 3 AOU-Sassari, 4 Dept. ERHS-Colorado State University; 5

Dettagli

Tecniche per l analisi della postura e del movimento

Tecniche per l analisi della postura e del movimento Tecniche per l analisi della postura e del movimento 1/14 Tecniche di analisi La rilevazione, attraverso l utilizzo di sistemi automatici basati su tecnologie avanzate di grandezze cinematiche e dinamiche

Dettagli

Sistemi per l analisi del movimento

Sistemi per l analisi del movimento BergamoScienza 2007 Sistemi per l analisi del movimento AIS-Lab Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano http://ais-lab.dsi.unimi.it 1/48 Sommario Perché l analisi del

Dettagli

Meccanica. Componenti, mobilità, strutture

Meccanica. Componenti, mobilità, strutture Meccanica Componenti, mobilità, strutture Tipi di giunti rotazione o traslazione. Z Z GIUNTI di ROTAZIONE Z1 GIUNTO di TRASLAZIONE Z2 Tipi di link Spesso allungati Ogni geometria Componenti, mobilità,

Dettagli

Tecnologie robotiche e di ambienti virtuali per la neuroriabilitazione Carlo Alberto Avizzano Antonio Frisoli Massimo Bergamasco Scuola Superiore Sant Anna, Pisa Neuroriabiliazione e RV La realtà virtuale

Dettagli

PR362009 24 novembre 2009 Software, controllo basato su PC Pagina 1 di 5

PR362009 24 novembre 2009 Software, controllo basato su PC Pagina 1 di 5 Software, controllo basato su PC Pagina 1 di 5 Utilizzo degli standard IT: ambiente di programmazione TwinCAT integrato in Microsoft Visual Studio TwinCAT 3, dalla standard Automation all extended Automation

Dettagli

3D Motion Gait Analys

3D Motion Gait Analys 3D Motion Gait Analys La Gait Analysis (Gait=passo) è una tecnica che permette tramite analisi computerizzata di monitorare i movimenti del corpo umano con particolare attenzione alle fasi durante il cammino.

Dettagli

Le cadute nell anziano: fattori di rischio, prevenzione e trattamento LA BIOINGEGNERIA DELLE CADUTE. Ing. Armanda Caporizzo

Le cadute nell anziano: fattori di rischio, prevenzione e trattamento LA BIOINGEGNERIA DELLE CADUTE. Ing. Armanda Caporizzo Le cadute nell anziano: fattori di rischio, prevenzione e trattamento LA BIOINGEGNERIA DELLE CADUTE Ing. Armanda Caporizzo Il movimento E un complesso processo di elaborazione di segnali, eseguito sotto

Dettagli

Durante la realizzazione di questo WP verranno anche effettuate delle sperimentazioni per verificare la bontà delle ipotesi in fase di studio.

Durante la realizzazione di questo WP verranno anche effettuate delle sperimentazioni per verificare la bontà delle ipotesi in fase di studio. Allegato WP2 Il pacchetto software implementerà le seguenti funzioni specifiche del progetto allegato, così come delineato nella descrizione del WP 2 che vale come specifica generale: 1. programmazione

Dettagli

ISO-Free DATASHEET ISO-FREE SYSTEM. Specifiche Funzionali: Parametri Elettrici. Conformità. Garanzia 12 mesi

ISO-Free DATASHEET ISO-FREE SYSTEM. Specifiche Funzionali: Parametri Elettrici. Conformità. Garanzia 12 mesi ISO-Free DATASHEET ISO-FREE SYSTEM ISO-FREE è il primo sistema di Functional Training a corpo libero, che incorpora l abilità di riconoscere i movimenti dell utente unitamente al suo equilibrio e postura.

Dettagli

L Analisi del movimento

L Analisi del movimento L Analisi del movimento L Analisi del movimento Qualunque aspetto del movimento umano si voglia studiare, per prima cosa occorre osservarlo (Galileo) L Analisi del movimento E quella disciplina scientifica

Dettagli

Gloreha DAS (Dynamic Arm Support)

Gloreha DAS (Dynamic Arm Support) Gloreha DAS (Dynamic Arm Support) Gloreha DAS (Dynamic Arm Support) Ausilio Supporto Dispositivo di riabilitazione Gloreha DAS (Dynamic Arm Support) è un supporto dinamico per il braccio; è stato sviluppato

Dettagli

ORIENTAMENTI PER LA ADEGUATA PROGETTAZIONE E SISTEMAZIONE DEI POSTI DI LAVORO AL FINE DI CONTENERE IL RISCHIO DI POSTURE INCONGRUE

ORIENTAMENTI PER LA ADEGUATA PROGETTAZIONE E SISTEMAZIONE DEI POSTI DI LAVORO AL FINE DI CONTENERE IL RISCHIO DI POSTURE INCONGRUE ALLEGATO 1/g ORIENTAMENTI PER LA ADEGUATA PROGETTAZIONE E SISTEMAZIONE DEI POSTI DI LAVORO AL FINE DI CONTENERE IL RISCHIO DI POSTURE INCONGRUE Al fine di lavorare in posizioni corrette (degli arti superiori

Dettagli

Attenzione! il valore della Rimodulazione è superiore alla cifra di Negoziazione

Attenzione! il valore della Rimodulazione è superiore alla cifra di Negoziazione Riepilogo Dipartimento ICT Dipartimento ICT nel 2005 diretta nel terzi fondi diretta Reti in Tecnologia Wireless 434.890 79.788 712.457 94.953 578.280 351.500 94.000 Internet di prossima generazione 639.484

Dettagli

SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER L ELIMINAZIONE E LA RIDUZIONE DEI RISCHI

SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER L ELIMINAZIONE E LA RIDUZIONE DEI RISCHI SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER L ELIMINAZIONE E LA RIDUZIONE DEI RISCHI Metodi e Contenuti del Progetto AMBIENTI CONFINATI e ERGONOMIA SOVRACCARICO BIOMECCANICO Ing. Lucia BOTTI Prof. Emilio FERRARI Prof.ssa

Dettagli

Programma del corso. Realtà Virtuale. Interazione. Immersione. Presenza. Interazione

Programma del corso. Realtà Virtuale. Interazione. Immersione. Presenza. Interazione Programma del corso Immersione Realtà Virtuale Presenza Flusso di dati in Ambienti Virtuali AMBIENTE VIRTUALE Informazioni efferenti INTERFACCIA Informazioni afferenti UTENTE Moduli logici di un Ambiente

Dettagli

3 Tecniche di misura della postura e del movimento

3 Tecniche di misura della postura e del movimento 3 Tecniche di misura della postura e del movimento Esistono diverse tecniche di analisi della postura e del movimento che possono essere classificate in base alla strumentazione utilizzata. Di seguito

Dettagli

Dalla materia inerte alle cose costruite perbene dall uomo che abita la Terra

Dalla materia inerte alle cose costruite perbene dall uomo che abita la Terra Dalla materia inerte alle cose costruite perbene dall uomo che abita la Terra ILPO 2007 ERGONOMIA e INDUSTRIAL DESIGN Metodi di valutazione utilizzati nel processo di progettazione e realizzazione dei

Dettagli

Caratteristiche Tecniche

Caratteristiche Tecniche cubestresslite system cubestresslite system è il sistema completo per la gestione dell esame ECG da Sforzo. Include l hardware e il software necessari per l esecuzione dell esame ed è compatibile con gli

Dettagli

TecnoBody. Rehabilitation Systems ISOMOVE

TecnoBody. Rehabilitation Systems ISOMOVE TecnoBody Rehabilitation Systems TM ISOMOVE L Isocinetica elastica In natura sappiamo che il movimento isocinetico non esiste ma è stato costruito in laboratorio per ottimizzare il processo di recupero.

Dettagli

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali HD+ Descrizione generale HD+ è un dispositivo di acquisizione ECG wireless, sviluppato come acquisitore per PC e Tablet che utilizzino piattaforme standard (Windows / MAC OS / Android) e per l utilizzo,

Dettagli

INTERA - STRUMENTI PER LA VALUTAZIONE ERGONOMICA DEGLI AMBIENTI DI LAVORO

INTERA - STRUMENTI PER LA VALUTAZIONE ERGONOMICA DEGLI AMBIENTI DI LAVORO INTERA - STRUMENTI PER LA VALUTAZIONE ERGONOMICA DEGLI AMBIENTI DI LAVORO R. D ANGELO*, P.S. D ONOFRIO*, E. ATTAIANESE**, G. DUCA** RIASSUNTO Il contributo illustra il progetto IntERA (Integrazione dei

Dettagli

BIOMECCANICA A A 2 0 11-2 0 1 2. P r o f. s s a M a r i a G u e r r i s i D o t t. P i e t r o P i c e r n o

BIOMECCANICA A A 2 0 11-2 0 1 2. P r o f. s s a M a r i a G u e r r i s i D o t t. P i e t r o P i c e r n o A A 2 0 11-2 0 1 2 U N I V E R S I TA D E G L I S T U D I D I R O M A T O R V E R G ATA FA C O LTA D I M E D I C I N A E C H I R U R G I A L A U R E A T R I E N N A L E I N S C I E N Z E M O T O R I E

Dettagli

L a p i p at a taf a or o ma a p e p r e ga g r a an a t n ire e l ef e fici c en e za za e n e e n r e ge g t e ica Powered By

L a p i p at a taf a or o ma a p e p r e ga g r a an a t n ire e l ef e fici c en e za za e n e e n r e ge g t e ica Powered By La piattaforma per garantire l efficienza energetica Powered By L efficienza energetica come nuovo punto di forza Secondo la norma ISO EN 50001, l efficienza energetica rappresenta il modo per ottimizzare

Dettagli

A A 2 0 1 2-2 0 1 3 BIOMECCANICA. P i e t r o P i c e r n o, P h D

A A 2 0 1 2-2 0 1 3 BIOMECCANICA. P i e t r o P i c e r n o, P h D A A 2 0 1 2-2 0 1 3 U N I V E R S I TA D E G L I S T U D I D I R O M A T O R V E R G ATA FA C O LTA D I M E D I C I N A E C H I R U R G I A L A U R E A T R I E N N A L E I N S C I E N Z E M O T O R I E

Dettagli

Fissate un appuntamento in questo negozio, personale altamente qualificato scioglierà i vostri dubbi e risolverà i vostri problemi in sella.

Fissate un appuntamento in questo negozio, personale altamente qualificato scioglierà i vostri dubbi e risolverà i vostri problemi in sella. CONCETTI Pedalare bene per ottenere prestazioni soddisfacenti senza accusare disturbi, nemmeno dopo percorsi lunghi a qualsiasi età. Un obiettivo non solo per coloro che sono impegnati in competizioni

Dettagli

Progettazione e realizzazione di un manipolatore elettromeccanico

Progettazione e realizzazione di un manipolatore elettromeccanico Progettazione e realizzazione di un manipolatore elettromeccanico Hermes Giberti Politecnico di Milano u robotica u La progettazione di un sistema automatico richiede una collaborazione sinergica tra le

Dettagli

Test per gli arti superiori

Test per gli arti superiori Test per gli arti superiori TF 1 Lancio della palla medica È uno dei più classici e semplici test per la forza, che si fa lanciando palle di vario peso. Chi è più alto è favorito perché ha leve più lunghe

Dettagli

Analisi biomeccanica del gioco delle bocce: uno studio preliminare

Analisi biomeccanica del gioco delle bocce: uno studio preliminare Analisi biomeccanica del gioco delle bocce: uno studio preliminare Daniela Longo(1), Ario Federici(1) e Emanuele Lattanzi(2) (1) Facoltà di Scienze Motorie Università di Urbino (2) Istituto di Scienze

Dettagli

Test, domande e problemi di Robotica industriale

Test, domande e problemi di Robotica industriale Test, domande e problemi di Robotica industriale 1. Quale, tra i seguenti tipi di robot, non ha giunti prismatici? a) antropomorfo b) cilindrico c) polare d) cartesiano 2. Un volume di lavoro a forma di

Dettagli

Microscopi digitali con Tablet PC. Serie TB. Rivoluzionario. Affidabile. Tablet PC.

Microscopi digitali con Tablet PC. Serie TB. Rivoluzionario. Affidabile. Tablet PC. Microscopi digitali con Tablet PC Serie TB PatenT PENDING Rivoluzionario. Affidabile. Tablet PC. Il nuovo Microscopio Digitale Optika con Tablet PC apre nuove frontiere nella microscopia. I nostri microscopi

Dettagli

M.E.N.T.I.S. Microscope Embedded Neurosurgical Training and Intra-operative System

M.E.N.T.I.S. Microscope Embedded Neurosurgical Training and Intra-operative System Sistema di Realta Virtuale ed Aumentata per la Neurochirurgia Compusurge meeting 13.07.2009 M.E.N.T.I.S. Microscope Embedded Neurosurgical Training and Intra-operative System A. De Mauro 1, J. Raczkowsky

Dettagli

VALUTAZIONE ERGONOMICA DI ATTIVITÀ CARATTERISTICHE DEL SETTORE EDILE

VALUTAZIONE ERGONOMICA DI ATTIVITÀ CARATTERISTICHE DEL SETTORE EDILE Progetto Studio VALUTAZIONE ERGONOMICA DI ATTIVITÀ CARATTERISTICHE DEL SETTORE EDILE Promosso da: ARS di Bergamo CPT di Bergamo INAIL di Bergamo Realizzato da: U.S.C. Medicina del Lavoro ErgoDesign In

Dettagli

SOHE Y. A So Co o PUNTI DI FORZA E LINEE PRODUTTIVE

SOHE Y. A So Co o PUNTI DI FORZA E LINEE PRODUTTIVE se next technology ASTES4 è una società indipendente con sede vicino a Chiasso, nel sud della Svizzera, che raccoglie in sé le più qualificate esperienze professionali nel campo dell'automazione industriale,

Dettagli

Lezione 16: Animazione (2)

Lezione 16: Animazione (2) Lezione 16: Animazione (2) Informatica Multimediale Docente: Umberto Castellani Sommario Introduzione Origini Produrre animazioni Animazione tradizionale (2D) Animazione digitale 2 Animazione 3D Animazione

Dettagli

Controllo di manipolatori flessibili mediante retroazione visiva

Controllo di manipolatori flessibili mediante retroazione visiva Controllo di manipolatori flessibili mediante retroazione visiva Luca Bascetta Nell articolo si presentano i risultati di una tesi di dottorato finalizzata ad investigare l incremento di prestazione ottenibile

Dettagli

PRINCIPALI LAVORAZIONI A RISCHIO DA MOVIMENTI E SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI attività > 4 ore per turno

PRINCIPALI LAVORAZIONI A RISCHIO DA MOVIMENTI E SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI attività > 4 ore per turno PRINCIPALI LAVORAZIONI A RISCHIO DA MOVIMENTI E SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI attività > 4 ore per turno MONTAGGIO, ASSEMBLAGGIO, CABLAGGIO (materie plastiche, metalli preziosi, bigiotteria, metalmeccanica,

Dettagli

CONFRONTO TRA METODI DI APPRENDIMENTO DELLA SCRITTURA MEDIANTE ANALISI CINEMATICA

CONFRONTO TRA METODI DI APPRENDIMENTO DELLA SCRITTURA MEDIANTE ANALISI CINEMATICA Università degli Studi di Trieste Facoltà di Ingegneria Corso di laurea in Ingegneria dell Informazione CONFRONTO TRA METODI DI APPRENDIMENTO DELLA SCRITTURA MEDIANTE ANALISI CINEMATICA Relatore: prof.

Dettagli

Hand of Hope Per la riabilitazione della mano

Hand of Hope Per la riabilitazione della mano Hand of Hope Per la riabilitazione della mano Tentiamo Troviamo speranza Aveva circa vent'anni quando fu colpita da ictus. Ha perso le abilità funzionali su un lato del corpo. All'inizio si sentiva profondamente

Dettagli

Il peso corporeo si misura con :

Il peso corporeo si misura con : Il peso corporeo si misura con : la bilancia elettronica la bilancia ad ago La bilancia a pesi mobili Bilancia a pesi mobili Standardizzazione : Operazioni da effettuare: 1-Contollare che la bilancia sia

Dettagli

Alberto Stella EICAS Automazione S.p.A.

Alberto Stella EICAS Automazione S.p.A. Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente Imprese, università, organismi di ricerca, associazioni e enti territoriali: insieme per la crescita del Manifatturiero Alberto Stella EICAS Automazione

Dettagli

Metodo Ocra: messa a punto di una nuova procedura per l analisi di compiti multipli con rotazioni infrequenti.

Metodo Ocra: messa a punto di una nuova procedura per l analisi di compiti multipli con rotazioni infrequenti. Metodo Ocra: messa a punto di una nuova procedura per l analisi di compiti multipli con rotazioni infrequenti. Enrico Occhipinti, Daniela Colombini, Michele Occhipinti Unità di Ricerca EPM (Ergonomia della

Dettagli

Algoritmi di scheduling

Algoritmi di scheduling Capitolo 2 Algoritmi di scheduling 2.1 Sistemi Real Time In un sistema in tempo reale (real time) il tempo gioca un ruolo essenziale. Le applicazioni di tali sistemi sono molteplici e di larga diffusione.

Dettagli

A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems

A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems Università degli Studi di Genova Facoltà di Ingegneria DIST - Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems Marco Repetto, Massimo

Dettagli

Sistemi e schedulazione in tempo reale

Sistemi e schedulazione in tempo reale Sistemi e schedulazione in tempo reale 1 Sistemi in tempo reale Sistemi di calcolo in cui la correttezza del funzionamento dipende criticamente dal tempo in cui i risultati sono prodotti. Possibili campi

Dettagli

Schema per la raccolta della sintomatologia

Schema per la raccolta della sintomatologia Società Italiana di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale Linee guida per la formazione continua e l accreditamento del medico del lavoro: UE WMSDs Allegato 8 Schema per la raccolta della sintomatologia

Dettagli

La neuroriabilitazione e la Teleriabilitazione

La neuroriabilitazione e la Teleriabilitazione La neuroriabilitazione e la Teleriabilitazione 1 Corso di Alta Formazione Ozonoterapia nella Sclerosi Multipla Daniele Rimini William Liboni Valdellatorre 22 marzo 2014 1 Indice Riabilitazione nella Sclerosi

Dettagli

La nuova gestione del rischio da sovraccarico biomeccanico

La nuova gestione del rischio da sovraccarico biomeccanico La nuova gestione del rischio da sovraccarico biomeccanico Il sovraccarico biomeccanico rappresenta il rischio prevalente tra i rischi occupazionali, ciò determina conseguentemente che le malattie muscolo-scheletriche

Dettagli

ISPEZIONI CON MEZZI AEREI SENZA PILOTA: SENSEFLY EBEE E EXOM. 25 Settembre 2015 Dronitaly - Milano

ISPEZIONI CON MEZZI AEREI SENZA PILOTA: SENSEFLY EBEE E EXOM. 25 Settembre 2015 Dronitaly - Milano ISPEZIONI CON MEZZI AEREI SENZA PILOTA: SENSEFLY EBEE E EXOM 25 Settembre 2015 Dronitaly - Milano Chi siamo Menci Software nasce nel 1999 ed ha oltre 16 anni di esperienza nella ricerca e sviluppo di strumenti

Dettagli

Il rischio da movimenti ripetitivi: alcuni casi studio e analisi delle criticità

Il rischio da movimenti ripetitivi: alcuni casi studio e analisi delle criticità Trieste settembre Il rischio da movimenti ripetitivi: alcuni casi studio e analisi delle criticità Maria Angela Gogliettino INAIL F.V.G. - CONTARP (Consulenza Tecnica Accert. Rischi e Prevenzione) Autori:

Dettagli

VALUTAZIONE DEL CARICO POSTURALE IN EDILIZIA. ESPERIENZA APPLICATIVA DEL METODO OWAS SU UN GRUPPO DI FERRAIOLI.

VALUTAZIONE DEL CARICO POSTURALE IN EDILIZIA. ESPERIENZA APPLICATIVA DEL METODO OWAS SU UN GRUPPO DI FERRAIOLI. VALUTAZIONE DEL CARICO POSTURALE IN EDILIZIA. ESPERIENZA APPLICATIVA DEL METODO OWAS SU UN GRUPPO DI FERRAIOLI. Vincenzo D Elia, Pasqualina Marinilli, Villiam Alberghini UOC PSAL - Azienda USL di Bologna

Dettagli

Riproduzione della frattura tramite simulazioni numeriche supportate da sperimentazioni di laboratorio

Riproduzione della frattura tramite simulazioni numeriche supportate da sperimentazioni di laboratorio Riproduzione della frattura tramite simulazioni numeriche supportate da sperimentazioni di laboratorio Marco Domaneschi Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Politecnico di Milano Tubi commerciali in

Dettagli

SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE SISTEMA SAFECAM

SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE SISTEMA SAFECAM SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE SISTEMA SAFECAM Il sistema per televigilanza SafeCam consente di monitorare, in remoto, costantemente ed in tempo reale, una proprietà, sia essa un capannone

Dettagli

Monitoraggio Impianti Fotovoltaici

Monitoraggio Impianti Fotovoltaici Monitoraggio Impianti Fotovoltaici Descrizione del sistema Sistema innovativo per diagnostica e monitoraggio degli impianti fotovoltaici a livello stringa. Due o più schede di misura per stringa: una sul

Dettagli

REAL POWER VALUTAZIONE DELLA POTENZA PER LO SPORT, LA RIABILITAZIONE E L ALLENAMENTO SPORTIVO

REAL POWER VALUTAZIONE DELLA POTENZA PER LO SPORT, LA RIABILITAZIONE E L ALLENAMENTO SPORTIVO REAL POWER VALUTAZIONE DELLA POTENZA PER LO SPORT, LA RIABILITAZIONE E L ALLENAMENTO SPORTIVO 1 LEG PRESS 2 FUNZIONI * VALUTAZIONE * TRAINING * RIABILITAZIONE SPORTIVA 3 TRAINING Il Real Power consente

Dettagli

XXII CICLO DI DOTTORATO in Meccanica Applicata Curriculum in Sistemi avanzati di manifattura

XXII CICLO DI DOTTORATO in Meccanica Applicata Curriculum in Sistemi avanzati di manifattura XXII CICLO DI DOTTORATO in Meccanica Applicata Curriculum in Sistemi avanzati di manifattura Relazione II anno: Sviluppo di controlli avanzati per manipolatori interagenti con l ambiente Dottorando: Angelo

Dettagli

Wearable technology applicata al. parametri biomedici

Wearable technology applicata al. parametri biomedici Wearable technology applicata al monitoraggio quotidiano di parametri biomedici Prof. Sandro Fioretti Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università Politecnica delle Marche Prevenzione della

Dettagli

Prof. Alessandro Stranieri Lezione n. 5 LE MACCHINE SEMPLICI LEVE CARRUCOLE E CAMME

Prof. Alessandro Stranieri Lezione n. 5 LE MACCHINE SEMPLICI LEVE CARRUCOLE E CAMME Prof. Alessandro Stranieri Lezione n. 5 LE MACCHINE SEMPLICI LEVE CARRUCOLE E CAMME Le macchine Dal punto di vista statico, una macchina è un dispositivo che consente di equilibrare una forza (resistente)

Dettagli

Sensori inerziali nei Mobile Mapping Systems. Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007

Sensori inerziali nei Mobile Mapping Systems. Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007 Sensori inerziali nei Mobile Mapping Systems Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007 MOTO DI UN CORPO RIGIDO NELLO SPAZIO: Descritto da 6 parametri: - un vettore posizione - 3

Dettagli

Il controllo qualità con GOM nel settore Automotive

Il controllo qualità con GOM nel settore Automotive Il controllo qualità con GOM nel settore Automotive La riduzione dei tempi di sviluppo prodotto e la riduzione dei costi forzano le aziende ad aumentare la loro efficienza. Parte importante di questo sforzo

Dettagli

Impianti a disco con spaccalegna integrato

Impianti a disco con spaccalegna integrato 89, Envie (CN) 077 - Fax +39 0175 278421 - info@pezzolato.it www.pezzolato.it Impianti a disco con spaccalegna integrato Macchine professionali per la produzione di legna da ardere REDLINE TLC 1000 1100

Dettagli

Questionario INRS - Università del Wisconsin per lo studio dei sintomi articolari, fattori stressanti e psicosociali (riportato nel metodo OREGE )

Questionario INRS - Università del Wisconsin per lo studio dei sintomi articolari, fattori stressanti e psicosociali (riportato nel metodo OREGE ) ALLEGATI 57 Società Italiana di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale Linee guida per la formazione continua e l accreditamento del medico del lavoro: UE WMSDs Allegato 1 Questionario INRS - Università

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI e-campus FACOLTA di PSICOLOGIA Corso di laurea in Scienze Motorie e Sportive PROF. PIETRO PICERNO

UNIVERSITA DEGLI STUDI e-campus FACOLTA di PSICOLOGIA Corso di laurea in Scienze Motorie e Sportive PROF. PIETRO PICERNO UNIVERSITA DEGLI STUDI e-campus FACOLTA di PSICOLOGIA Corso di laurea in Scienze Motorie e Sportive PROF. PIETRO PICERNO Formazione Gennaio 2010. Dottorato di Ricerca in Scienze dello Sport e Salute (XXII

Dettagli

Sintesi della Lingua Italiana dei Segni mediante l utilizzo del Motion Capture e dei metodi procedurali

Sintesi della Lingua Italiana dei Segni mediante l utilizzo del Motion Capture e dei metodi procedurali Sintesi della Lingua Italiana dei Segni mediante l utilizzo del Motion Capture e dei metodi procedurali Andreea Barticel Introduzione Le lingue dei segni rappresentano il mezzo principale di comunicazione

Dettagli

Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro CASO CLINICO Il giudizio di idoneità nei soggetti portatori di disturbi dell arto superiore

Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro CASO CLINICO Il giudizio di idoneità nei soggetti portatori di disturbi dell arto superiore CASO CLINICO Il giudizio di idoneità nei soggetti portatori di disturbi dell arto superiore Dott. Stefano MARTIGNONE CASO CLINICO 1 M.O. 50 ANNI, MASCHIO, CONIUGATO CON 1 FIGLIO DIPLOMATO IN TELECOMUNICAZIONI

Dettagli

ESEMPIO DI STAMPA DVR. VALUTAZIONE RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI (Titolo VI D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.

ESEMPIO DI STAMPA DVR. VALUTAZIONE RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI (Titolo VI D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i. DVR VALUTAZIONE RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI (Titolo VI D. Lgs. 9 aprile 008, n. 81 e s.m.i.) VALUTAZIONE CON CHECKLIST OCRA Azienda: Azienda SPA Indirizzo: Via Roma, 1 Città: Milano

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I.

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. ALLEGATO 2 al Bando Progetti innovativi di Creatività Digitale ideati

Dettagli

SISTEMI DI PRODUZIONE

SISTEMI DI PRODUZIONE SISTEMI DI PRODUZIONE 1/49 Tipologia di sistemi produttivi Volume Sistema rigido Sistema flessibile Varietà parti 2/49 Modelli di Sistemi di produzione Sono basati sulla ripetitività delle operazioni di

Dettagli

Metodologie di supporto decisionale per l'ottimizzazione delle attività di controllo

Metodologie di supporto decisionale per l'ottimizzazione delle attività di controllo Convegno La scienza e la tecnica rendono sicuro il lavoro Genova 29-30 Ottobre 2009 Metodologie di supporto decisionale per l'ottimizzazione delle attività di controllo Ing. Maria Grazia Gnoni Dipartimento

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

Animazione Digitale lezione 6

Animazione Digitale lezione 6 Animazione Digitale lezione 6 Alberto Borghese Avatar N.B.: Il diritto di scaricare questo file è riservato solamente agli studenti regolarmente iscritti al corso di Animazione Digitale. 1/45 Sommario

Dettagli

EVOLUZIONE DEL LANCIO ETA -CORRELATA

EVOLUZIONE DEL LANCIO ETA -CORRELATA EVOLUZIONE DEL LANCIO ETA -CORRELATA Dott. Nicola de Gasperis Dott. Giovanni Di Giacomo Dott. Alberto Costantini Dott. Andrea De Vita Concordia Hospital for Special Surgery Rome - Italy Per gettare un

Dettagli

Intervenire sull organizzazione del lavoro

Intervenire sull organizzazione del lavoro Intervenire sull organizzazione del lavoro Sistema Ambiente ha un modulo per l esame delle condizioni più specificatamente ergonomiche. Il metodo consente la definizione di parametri oggettivi di misurazione

Dettagli

Alimentatore e batteria

Alimentatore e batteria Alimentatore e batteria DIMENSIONAMENTO DI UN ALIMENTATORE E BATTERIA IN FUNZIONE DEL CONSUMO. CALCOLO DELL AUTONOMIA DI UN IMPIANTO. SCELTA ALIMENTATORE SCOPO. Lo scopo di questa scheda? quello di fornire

Dettagli

R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili

R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili Gli atleti che praticano sport in carrozzina sono ormai destinati a raggiungere carichi di allenamento

Dettagli

Elaborazione grandezze cinematiche e dinamiche

Elaborazione grandezze cinematiche e dinamiche Modulo 3 Elaborazione grandezze cinematiche e dinamiche Bioingegneria per fisioterapisti Univ.degli Studi di Siena Laurea Univ. in Fisioterapia Ing. A. Rossi Misure per Riabilitazione Finalità: Valutazione

Dettagli

Acute effects of a stretching circuit on CMJ kinematics. Luca Russo Ph.D., Luciano Limido Università degli Studi dell Aquila

Acute effects of a stretching circuit on CMJ kinematics. Luca Russo Ph.D., Luciano Limido Università degli Studi dell Aquila Acute effects of a stretching circuit on CMJ kinematics Luca Russo Ph.D., Luciano Limido Università degli Studi dell Aquila Introduzione Da diversi anni la pratica dello stretching viene studiata e gode

Dettagli

La forza. In movimento Marietti Scuola 2010 De Agostini Scuola S.p.A. Novara

La forza. In movimento Marietti Scuola 2010 De Agostini Scuola S.p.A. Novara La forza La definizione di forza Per forza s intende la capacità dell apparato neuro- muscolare di vincere o contrapporsi a un carico esterno con un impegno muscolare. La classificazione della forza Tipi

Dettagli

Nuove tecnologie e autismo: il progetto MICHELANGELO Filippo Muratori IRCCS Stella Maris, Pisa Silvio Bonfiglio FIMI Barco, Saronno Gli obiettivi clinici del progetto Utilizzare le Tecnologie dell Informazione

Dettagli

MODULO INFORMATIVO RELATIVO AL PROGETTO MARCIALONGA SCIENCE

MODULO INFORMATIVO RELATIVO AL PROGETTO MARCIALONGA SCIENCE MODULO INFORMATIVO RELATIVO AL PROGETTO MARCIALONGA SCIENCE Soggetto promotore: Responsabile progetto: Obiettivi dello studio: Protocollo del test: Utilizzo dei dati raccolti: Diritti dei soggetti partecipanti:

Dettagli

Kodak 1500. Telecamera intraorale. Il modo migliore per aprire il discorso

Kodak 1500. Telecamera intraorale. Il modo migliore per aprire il discorso Kodak 1500 Telecamera intraorale Il modo migliore per aprire il discorso Immagini eccellenti, tutte, sempre Vero autofocus Come l occhio umano, la tecnologia brevettata* a lente liquida della telecamera

Dettagli

Pratica della velocita

Pratica della velocita Training B Ticino 2011 l. Di Tizio Pratica della velocita 1. Riscaldamento intensive con eserzitazioni dinamiche - corricchiare e saltellare sugli avampiedi differenti velocita e direzioni - slanci rimbalzati

Dettagli

SALDATRICE DOPPIA TESTA WM2LH

SALDATRICE DOPPIA TESTA WM2LH SALDATRICE DOPPIA TESTA WM2LH WM2LH Saldatrice doppia testa Saldatrice in linea a ciclo automatico con testa fissa e mobile per angoli a 90 Testa sinistra fissa - Testa destra mobile. Saldatura 90 su entrambe

Dettagli