IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ"

Transcript

1 IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ Convegno sull inserimento lavorativo delle persone con disabilità: iniziative, servizi, esperienze e riflessioni Esperienze aziendali tratte dal video prodotto in occasione del convegno Claudio Cainelli Presidente di Meccanica Cainelli s.r.l. con sede a Volano; Antonio Clemente Risorse Umane di Hotel du Lac et du Parc con sede a Riva del Garda; Armando Tamanini Responsabile tecnico e responsabile del personale di Menz & Gasser SpA con sede a Novaledo; Giovanni Zambelli Direttore del personale di Risto 3 con sede a Trento; Giovanni Scotto di Carlo Direttore risorse umane di Ebara Pumps Europe SpA con sede a Cles San Michele all Adige, 3 giugno 2015

2 CLAUDIO CAINELLI Presidente della Meccanica Cainelli srl RAGIONE SOCIALE: MECCANICA CAINELLI Srl SEDE: Volano NUMERO TOTALE DIPENDENTI: 46 QUOTA D OBBLIGO: 2 NUMERO DISABILI IN FORZA: 1 SCOPERTURE: 1 Meccanica Cainelli è un azienda manifatturiera che opera nella Vallagarina e ha necessità di acquisire, di assumere persone che hanno un alta competenza in materia tecnologica. Nel passato ci siamo avvalsi della sinergia con Agenzia del Lavoro per colloquiare, per monitorare, per poter verificare se era possibile attingere dalle categorie protette per le assunzioni del nostro personale. La nostra esperienza è stata molto positiva: abbiamo contattato il Centro per l impiego di Rovereto che ha presentato prima i curriculum delle persone, dopodiché abbiamo fatto una serie di colloqui personali, all interno dei quali abbiamo individuato alcune persone che potevano essere adatte alle nostre esigenze. Abbiamo iniziato con una persona inserendola con un tirocinio, questo perché per la persona era importante che capisse se il tipo di lavoro era adatto, se poteva reggere, diciamo, i ritmi di lavoro, e quindi abbiamo iniziato con 4 ore giornaliere. Dopo 3 mesi la persona ha capito che chiaramente il lavoro poteva andargli bene, noi stessi come azienda abbiamo conosciuto e formato la persona secondo le nostre esigenze, dopodiché abbiamo proceduto con l assunzione. Questa è stata proprio una sinergia tra l Ente Pubblico e il privato, perché è servito per mettere le nostre esigenze e le esigenze della persona che in quel momento cercava lavoro, metterle in contatto. L azienda è in contatto con il centro per l impiego di Rovereto. Ha richiesto i nominativi per un inserimento

3 ANTONIO CLEMENTE Risorse umane RAGIONE SOCIALE: HOTEL DU LAC ET DU PARC SEDE: Riva del Garda NUMERO TOTALE DIPENDENTI: 17 QUOTA D OBBLIGO: 1 NUMERO DISABILI IN FORZA: 1 SCOPERTURE: 0 Ci occupiamo di inserimento nel mondo lavorativo, in particolare nella nostra azienda, di persone con disabilità, da almeno 10 anni. Fortunatamente abbiamo potuto verificare, anche attraverso le mie esperienze in aziende precedenti, che l approccio all inserimento è cambiato positivamente perché si è verificato che le aziende vedono le persone con disabilità da quello che poteva essere inizialmente un obbligo di assunzione previsto dalla legge o esclusivamente derivante da aiuti contributivi, allo stato attuale invece li inseriscono alla stregua del personale che effettua le ordinarie attività e cercano anche in questa fase di valutare nell approccio iniziale all inserimento quale sia la mansione più opportuna e dove le persone possano essere più produttive. Oltre a ciò abbiamo potuto verificare anche un ruolo più attivo dell Ufficio del Lavoro che è entrato in stretta collaborazione con le aziende per fornire un maggiore supporto. Ritengo che sia, come ho già detto, molto utile il supporto che arriva dall Ufficio del Lavoro, ma forse anche, ripetendomi, dicendo una banalità, è fondamentale il processo di selezione, come deve essere in ogni assunzione, anche in questo caso, per fare in modo che le persone possano essere produttive il più possibile, occorre valutare quale sia la mansione più adeguata a quelle che sono le proprie caratteristiche. La mia esperienza nell inserimento delle persone con disabilità spazia da diversi settori di attività, da quella dei servizi dove magari l inserimento di tali profili è più dedicato a determinate mansioni, a quella industriale dove naturalmente trova qualche difficoltà in più ed è spesso legata a quelli che sono gli obblighi e le convenzioni previsti dalla legge. Posso dire da questo punto di vista che forse il settore turistico, che è quello di cui mi occupo adesso, è quello che rispetto ad altri offre una maggiore flessibilità. L azienda attualmente risulta coperta. Nella stagione estiva, già da alcuni anni, assume due o tre disabili oltre la quota d obbligo

4 ARMANDO TAMANINI Responsabile tecnico e responsabile del personale RAGIONE SOCIALE: MENZ & GASSER Spa SEDE: Novaledo NUMERO TOTALE DIPENDENTI: 217 QUOTA D OBBLIGO: 14 NUMERO DISABILI IN FORZA: 12 SCOPERTURE: 2 In questi ultimi anni l azienda ha assunto un ruolo abbastanza importante nell inserimento di queste figure che hanno delle disabilità che pregiudicano a volte molti inserimenti o molti sviluppi professionali. L azienda sviluppando questo sentimento di solidarietà, di etica, di socializzazione, ha inserito parecchie figure, essendo anche cresciuta dal punto di vista numerico, quindi, la legge fra il resto ci impone anche dei numeri che dobbiamo poi rispettare. Abbiamo iniziato già negli anni 70 a inserire queste figure, c erano delle normative diverse, ed era quasi un rapporto di imposizione fra l Agenzia del Lavoro, la Provincia, e l azienda, poi negli anni 2000 con l introduzione della legge 68 del 99 e con l introduzione poi anche dei tirocini mirati, questo ha facilitato di molto l inserimento di queste figure perché chiaramente erano accompagnate da tutor che li aiutavano a dialogare con le persone, a tenere dei rapporti fra azienda e figure disabili, quindi questo sicuramente ha contribuito a sviluppare questa tipologia di assunzione. All inizio è sempre molto complicato perché i vari responsabili di reparto voglion sempre le figure migliori, quelli senza nessun tipo di problema né fisico, né psichico, e diciamo che col tempo ci si è abituati proprio a queste figure, e dobbiamo dire oggi, abbiamo inserito delle figure in produzione, in laboratorio, in tutti i reparti, con nessunissimo problema proprio di integrazione, sono veramente paragonati, sono a tutti gli effetti uguali agli altri, la disabilità è passata veramente in secondo piano. Abbiamo fatto anche un accordo con l Anffas, per esempio, e abbiamo fatto un tirocinio mirato, anche lì, oggi uno dei ragazzi dell Anffas è un dipendente Menz & Gasser, e questo, devo dire, è una grande soddisfazione per l azienda per tutti noi, perché vedere che un ragazzo con una disabilità importante riesce a fare quello che fa una figura normale, per noi questo ci riempie il cuore. L azienda, in accordo con il Centro per l Impiego di Borgo Valsugana, intende attivare un nuovo tirocinio e procedere ad una nuova assunzione.

5 GIOVANNI ZAMBELLI Direttore del personale Risto 3 RAGIONE SOCIALE: Risto 3 SEDE: Trento NUMERO TOTALE DIPENDENTI: 1017 QUOTA D OBBLIGO: 16 NUMERO DISABILI IN FORZA: 17 SCOPERTURE: 0 Noi come Risto 3 abbiamo nel nostro Dna e nella nostra mission il rispetto delle persone, quindi la nostra esperienza non può essere che giudicata positiva. Abbiamo diverse persone con disabilità che abbiamo sempre cercato di integrare il più possibile nella nostra attività e devo dire che i risultati visti, insomma, i casi più o meno gravi che abbiamo inserito, ci danno ragione. Per noi è importante seguire soprattutto la parte di integrazione in quanto, se l inserimento poi dettato anche dalla norma e dalla legge, crediamo che il seguire il più possibile la persona, magari anche con dei progetti, come abbiamo fatto ultimamente sia con l Agenzia del Lavoro e con altri enti, sia molto importante per far si che poi il risultato della persona che viene a fare il nostro lavoro all interno delle nostre strutture sia soddisfacente per entrambi. Il problema è sempre quello di trovare la giusta collocazione alle persone, nel senso che ognuno la ha propria storia, le proprie problematiche, noi siamo un po vincolati per il tipo di attività che svolgiamo quotidianamente nel senso che non abbiamo grandi possibilità di integrare le persone in diverse mansioni, però crediamo che, come dicevo prima, se la persona è seguita, se la persona collabora, e devo dire che la nostra esperienza è quella di aver trovato sempre persone motivate e volonterose di fare il loro lavoro, perché alla fine al di là di questa difficoltà, la volontà e lo spirito è sempre positivo, quindi direi che queste persone riescono a svolgere il loro lavoro tranquillamente come le persone normodotate. Preferiamo seguire l inserimento attraverso l Agenzia del Lavoro con la quale abbiamo una collaborazione da diversi anni e abbiamo anche un accordo di inserimento progressivo e devo dire che il fatto che queste persone riescono ad essere seguite anche con un tutor e aiutate, accompagnate nell integrazione del lavoro, sicuramente è un canale che preferiamo anche se, nulla vieta, noi riceviamo circa curriculum e domande di lavoro l anno tra le quali vi sono sicuramente anche delle persone disabili. Quindi sicuramente il tirocinio e l accompagnamento è uno strumento che fa sì che la persona che venga inserita all interno della cooperativa sia seguita in tutte le fasi, si eviti quell abbandono classico e tipico che potrebbe poi succedere in una realtà anche poi di fatto grossa come Risto 3, teniamo presente che siamo più di 1.000, e quindi è varia anche la nostra organizzazione, non sempre è puntuale e precisa nei confronti delle persone che hanno questo tipo di difficoltà, quindi sicuramente il tirocinio e l accompagnamento, è una cosa che ci porta a fare le cose fatte bene come crediamo, insomma, di poter fare. Quello che notiamo ultimamente che sta diventando un po anche critico, è sicuramente l allungamento della vita lavorativa delle persone e quindi fa si che persone che svolgevano normalmente le loro mansioni a 40 anni, lo devono fare fino a 65-67, quindi chiaramente questo, il fisico è diverso e quindi entrano delle problematiche di salute.

6 L altro aspetto è anche per chi di fatto viene colpito da qualche malattia, da qualche problematica varia che fa si che la persona non sia più in grado di svolgere la mansione per la quale è stata assunta, quindi ricollocare questo e trovare la giusta occupazione e collocazione per queste persone diventa sempre più difficile. L azienda attualmente risulta coperta, ha in carico più disabili rispetto all obbligo

7 GIOVANNI SCOTTO DI CARLO Direttore risorse umane RAGIONE SOCIALE: EBARA PUMPS EUROPE Spa SEDE:Cles NUMERO TOTALE DIPENDENTI: 198 QUOTA D OBBLIGO: 13 NUMERO DISABILI IN FORZA: 13 SCOPERTURE: 0 Ebara Pumps Europe è un azienda italiana che fa parte di una grande multinazionale giapponese con sede a Tokio. Nello stabilimento di Cles abbiamo il cuore della nostra produzione. L inserimento dei disabili è avvenuto da subito, da quando abbiamo aperto le attività, quindi oltre 25 anni fa, ed è proseguito nel tempo. Non abbiamo avuto particolari difficoltà, anche se c è stato un cambiamento di approccio per quanto riguarda gli ultimi inserimenti. Se un tempo gli inserimenti dei disabili erano costantemente fatti in ambito produttivo, adesso abbiamo cominciato ad inserire dei disabili anche in ambito impiegatizio. In ogni caso tutti gli inserimenti attualmente vengono fatti in coerenza con la necessità dell azienda, c è bisogno di una persona in quella posizione, e noi cerchiamo di trovare dei disabili che abbiano delle caratteristiche ed un background sia scolastico che talvolta anche universitario e/o di esperienze professionali precedenti che siano adatte alle nostre esigenze, questo per cercare di ottemperare a quelle che sono le richieste della legge, e dall altra parte di ottimizzare i costi dell azienda. Queste ultime esperienze di inserimento sono andate molto bene e diciamo che questa è un po la strada che noi stiamo cercando di perseguire. Un aspetto importante che la nostra azienda vive tutti i giorni è quello derivante dalla cultura giapponese, e cioè un profondissimo rispetto che crea un rapporto quasi familiare tra azienda e dipendente. Questo viene vissuto anche in Italia, nonostante naturalmente l azienda risponda alle leggi italiane, ma in termini etici e di comportamento quotidiano, questa è una, veramente, pietra miliare nel rapporto azienda e dipendenti. A maggior ragione, quindi, questo rapporto viene considerato per le persone meno fortunate. L azienda attualmente risulta coperta

LA CARTA DEI SERVIZI PER I LAVORATORI DISABILI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

LA CARTA DEI SERVIZI PER I LAVORATORI DISABILI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO LA CARTA DEI SERVIZI PER I LAVORATORI DISABILI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO POSSIAMO GARANTIRTELO: I CENTRI PER L IMPIEGO SONO VICINI, E TI SONO VICINI indice dei servizi ACCOGLIENZA ISCRIZIONE IN ELENCHI

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Asilo nido. Quaderno dello stage MODULO BAMBINI LA STRUTTURA LE ATTIVITÀ IL PERSONALE UN BAMBINO

Asilo nido. Quaderno dello stage MODULO BAMBINI LA STRUTTURA LE ATTIVITÀ IL PERSONALE UN BAMBINO Asilo nido Quaderno dello stage MODULO BAMBINI LA STRUTTURA LE ATTIVITÀ IL PERSONALE UN BAMBINO MODULO BAMBINI Quaderno di...classe... a.s.... Nominativo tutor aziendale... Informazioni raccolte durante

Dettagli

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente Buongiorno, mi chiamo Tatsiana Shkurynava. Sono di nazionalità bielorussa, vivo in Italia a Reggio Calabria. In questo breve articolo vorrei raccontare della mia esperienza in Italia. Tutto è cominciato

Dettagli

Marketing / Orientamento (Processo Principale) INDICE

Marketing / Orientamento (Processo Principale) INDICE INDICE 1 di 1 Istituto di Istruzione Superiore J.C. Maxwell Marketing / Orientamento (Processo Principale) Codice PQ 010 MARKETING / ORIENTAMENTO INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE 1.3 RESPONSABILITÀ

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM INFORMAZIONI ANAGRAFICHE E RECAPITI: Nome e Cognome: Michela Zaninelli Luogo e data di nascita: Rovereto 12.01.1985 E-mail: m.zaninelli@unitn.it TITOLI DI STUDIO Luglio 2011-Settembre

Dettagli

Il canale duale tedesco: forme organizzative e soggetti della progettazione

Il canale duale tedesco: forme organizzative e soggetti della progettazione Heinrich Lintze - Brema Altes Gymnasium Il canale duale tedesco: forme organizzative e soggetti della progettazione 1 la struttura della pubblica istruzione in Germania e gli ultimi sviluppi 1.1 cultura

Dettagli

Silvia Trampetti. il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta

Silvia Trampetti. il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta Silvia Trampetti il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta Riflessioni e idee per l inclusione finanziaria di studenti universitari meritevoli Prefazione a cura del Prof. Dott. G.

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ODIGITRIA ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: A. -ASSISTENZA 06 - DISABILI OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVO GENERALE L obiettivo generale riferito

Dettagli

Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre

Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre Nel mese di marzo, a chiusura del primo semestre, l Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio ha monitorato il servizio di tutorato

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

NEWSLETTER. Luglio 2007. I l g r u p p o I t a l i a n o

NEWSLETTER. Luglio 2007. I l g r u p p o I t a l i a n o NEWSLETTER - I N V E N T A R E I L F U T U R O - Luglio 2007 I l g r u p p o I t a l i a n o Il gruppo italiano Inventare il futuro è iniziato lo scorso mese di maggio e si riunisce quasi ogni settimana

Dettagli

CODICE ETICO per la gestione delle biblioteche

CODICE ETICO per la gestione delle biblioteche ELABORAZIONE DATI CODICE ETICO per la gestione delle biblioteche Comportamenti professionali che gli operatori Co.Libri' si impegnano ad attuare, rispettare e promuovere nella gestione dei servizi di biblioteca

Dettagli

Bamboccioni non si nasce: la storia di Serena Mortari

Bamboccioni non si nasce: la storia di Serena Mortari Bamboccioni non si nasce: la storia di Serena Mortari a cura di Valentina Boscolo Serena. Nomen omen è il caso di dire, quando la guardi infonde tranquillità, ma soprattutto intelligenza e raffinatezza.

Dettagli

Come scrivere una lettera di presentazione?

Come scrivere una lettera di presentazione? Come scrivere una lettera di presentazione? Dividerla in tre sezioni: 1. Perché sto scrivendo e chi sono: Se state rispondendo ad un annuncio, inserzione, sui giornali, siti-web ecc allora potete esordire

Dettagli

UNA TECNICA DI MEMORIA CHE NON SERVE A NIENTE : IMPARARE CODICI BINARI A VELOCITÀ SUPERSONICA.

UNA TECNICA DI MEMORIA CHE NON SERVE A NIENTE : IMPARARE CODICI BINARI A VELOCITÀ SUPERSONICA. I UNA TECNICA DI MEMORIA CHE NON SERVE A NIENTE : IMPARARE CODICI BINARI A VELOCITÀ SUPERSONICA. Un codice binario è un stringa di numeri che, indipendente dalla sua lunghezza, presenta una successione

Dettagli

sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto!

sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto! IIS Alessandrini sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto! IPS Lombardini (sezione associata) Le proposte di a ttivita e stage delle associazioni che aderiscono al Punto Scuola Volontariato di

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANDOLINA ILENIA Telefono 333 2341974 E-mail ilenia.andolina@gmail.com Nazionalità Italiana Data di nascita 07/ 09/ 1980 ESPERIENZA LAVORATIVA 1 ESPERIENZE LAVORATIVE

Dettagli

25 febbraio 2012 Scuola e formazione. Beatrice de Gerloni Nicoletta Pontalti

25 febbraio 2012 Scuola e formazione. Beatrice de Gerloni Nicoletta Pontalti 25 febbraio 2012 Scuola e formazione Beatrice de Gerloni Nicoletta Pontalti Anna 25 min 10 min 10 min Progetto didattico Animare la memoria della Grande Guerra Progetto nato all interno della Rete Trentino

Dettagli

PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Alternanza scuola/lavoro l alternanza non è uno strumento formativo, ma si configura piuttosto come una metodologia formativa, una vera e propria modalità di apprendere PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA

Dettagli

Alternanza Scuola-Lavoro in scambio dell ITCG G. Maggiolini di Parabiago (MI)

Alternanza Scuola-Lavoro in scambio dell ITCG G. Maggiolini di Parabiago (MI) ALTERNANZA SCUOLA LAVORO dell istituto ITCG MAGGIOLINI di PARABIAGO (MI) in SCAMBIO CON BOLZANO Convegno alternanza scuola lavoro - Job&OrientaVerona 24 Novembre 2011 LITCG Maggiolini di Parabiago già

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI

ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE IT051PO003FSE ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI Anno scolastico 2012/2013 Pon Imprenditore DONNA Codice Progetto- C5 120h di Tirocinio e stage Simulazione aziendale, alternanza

Dettagli

Trento, 9 novembre 2006. DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327. BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor

Trento, 9 novembre 2006. DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327. BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor Trento, 9 novembre 2006 DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327 BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor Presidente. Io sono stato più parco nei consumi di tempo e quindi mi ritrovo

Dettagli

Scuola di sci Sauze d Oulx Project Piazza Assietta 4 10050 Sauze d Oulx (TO) Tel. 0122 858942 Fax 0122 857877 info@sauzeproject.it

Scuola di sci Sauze d Oulx Project Piazza Assietta 4 10050 Sauze d Oulx (TO) Tel. 0122 858942 Fax 0122 857877 info@sauzeproject.it INSEGNAMENTO DELLO SCI ALPINO E DISABILI: L ESPERIENZA DELLA SCUOLA DI SCI SAUZE D OULX PROJECT e IL PROGETTO SciiAbiille 1 Premessa Gli effetti dell attività sportiva sul benessere fisico sono noti da

Dettagli

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1

Dettagli

Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare. Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata NADIA VANDI

Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare. Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata NADIA VANDI Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata Perché la scuola si è occupata di tecnologie digitali Esperienza di didattica

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il Progetto: LEGA NAZIONALE COOPERATIVE E MUTUE Recapiti territoriali: Numero Verde: 800 910677 Sito Internet: www.serviziocivilepegaso.org

Dettagli

Linee guida per la stipulazione tirocini legge n 68/99 presso datori di lavoro privati

Linee guida per la stipulazione tirocini legge n 68/99 presso datori di lavoro privati PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO Settore Servizi alla Persona e Sviluppo Socio Economico Servizio Politiche del Lavoro e Coordinamento Provinciale Ufficio Inserimento Mirato Linee guida per la stipulazione tirocini

Dettagli

I PRIMI PASSI NEL MERCATO DEL LAVORO: COME PRESENTARSI ALLE AZIENDE IN MODO EFFICACE ED INCISIVO

I PRIMI PASSI NEL MERCATO DEL LAVORO: COME PRESENTARSI ALLE AZIENDE IN MODO EFFICACE ED INCISIVO 16 Maggio 2012 I PRIMI PASSI NEL MERCATO DEL LAVORO: COME PRESENTARSI ALLE AZIENDE IN MODO EFFICACE ED INCISIVO Caterina Fancello Scienze e Tecnologie Informatiche Università di Bologna DI COSA PARLEREMO:

Dettagli

CONGRESSO TEMATICO NAZIONALE LAZISE [VR] CENTRO CONGRESSI HOTEL PARCHI DEL GARDA

CONGRESSO TEMATICO NAZIONALE LAZISE [VR] CENTRO CONGRESSI HOTEL PARCHI DEL GARDA CONGRESSO TEMATICO NAZIONALE LAZISE [VR] CENTRO CONGRESSI HOTEL PARCHI DEL GARDA [ MISSION ] [PROGRAMMA PRELIMINARE] [PROGRAMMA PRELIMINARE] [RELATORI e MODERATORI] [RELATORI e MODERATORI] [INFORMAZIONI]

Dettagli

STUDIUM SCUOLA PRATICA DI PSICOPATOLOGIA 2000-2001 CORSO SCUOLA TUTOR DEI MOMENTI DELLA TECNICA FORMAZIONE LUISA RESCALDINA

STUDIUM SCUOLA PRATICA DI PSICOPATOLOGIA 2000-2001 CORSO SCUOLA TUTOR DEI MOMENTI DELLA TECNICA FORMAZIONE LUISA RESCALDINA Nome file data Contesto Relatore Liv. revisione Lemmi 010428TU_LR1.pdf 28/04/2001 SPP/TU L Rescaldina Trascrizione Lavoro Salute mentale STUDIUM SCUOLA PRATICA DI PSICOPATOLOGIA 2000-2001 CORSO SCUOLA

Dettagli

Il concetto di consulenza personale. Guida all elaborazione

Il concetto di consulenza personale. Guida all elaborazione Il concetto di consulenza personale Guida all elaborazione Sommario 1 Requisiti personali e professionali: qualifiche e competenze specifiche... 4 2 Visione dell uomo, principi etici e fondamenti giuridici...

Dettagli

Le Cooperative Socie

Le Cooperative Socie Le Cooperative Socie Chi siamo Con.Solida è il sistema delle cooperative sociali trentine: organizzazioni che si rivolgono a tutta la comunità offrendo servizi educativi e ricreativi, di cura e di assistenza

Dettagli

Designers' Inquiry - italiano INFORMAZIONI PERSONALI. 1. Sesso 1. M 2. F. 2. Età. 3. Nazionalità 1. Italiana 2. Altro

Designers' Inquiry - italiano INFORMAZIONI PERSONALI. 1. Sesso 1. M 2. F. 2. Età. 3. Nazionalità 1. Italiana 2. Altro INFORMAZIONI PERSONALI 1. Sesso 1. M 2. F 2. Età 3. Nazionalità 1. Italiana 2. Altro 4. Qual è il tuo titolo di studio? 1. Nessun titolo di studio 2. Licenza media inferiore 3. Qualifica professional 4.

Dettagli

PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro

PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro IL COLLOCAMENTO DISABILI ex lege 68/1999 Parlare di COLLOCAMENTO MIRATO non significa che non vi sia più obbligo da parte dei datori di lavoro di assumere

Dettagli

"Comunicare la salute attraverso l'informazione ai cittadini: l'esperienza di PRONTOSANITA in Trentino"

Comunicare la salute attraverso l'informazione ai cittadini: l'esperienza di PRONTOSANITA in Trentino Trieste 8 novembre 2012 "Comunicare la salute attraverso l'informazione ai cittadini: l'esperienza di PRONTOSANITA in Trentino" Sandra Chighizola Direttore Servizio Comunicazione Interna ed Esterna Committed

Dettagli

PROGETTO LEONARDO M.A.R.IO. Mercato Azienda Riorganizzazione Internazionale Operativa A.S. 2013/2014

PROGETTO LEONARDO M.A.R.IO. Mercato Azienda Riorganizzazione Internazionale Operativa A.S. 2013/2014 PROGETTO LEONARDO M.A.R.IO Mercato Azienda Riorganizzazione Internazionale Operativa A.S. 2013/2014 FRANCOFORTE 18/07/2014-22/08/2014 Alessandra Io ho lavorato presso un ufficio di consulenza commerciale

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

LAVORO & MATERNITÀ: DA PROBLEMA A OPPORTUNITÀ PER RIDARE COMPETITIVITÀ ALL ITALIA

LAVORO & MATERNITÀ: DA PROBLEMA A OPPORTUNITÀ PER RIDARE COMPETITIVITÀ ALL ITALIA LAVORO & MATERNITÀ: DA PROBLEMA A OPPORTUNITÀ PER RIDARE COMPETITIVITÀ ALL ITALIA indagine AstraRicerche per Manageritalia e Edwi HR - 19 maggio 2014-1 LAVORO & MATERNITÀ: DA PROBLEMA A OPPORTUNITÀ PER

Dettagli

Sesso Femminile Data di nascita 02/02/1973 Nazionalità Italiana. Direttore sanitario, Psicologo, Psicoterapeuta

Sesso Femminile Data di nascita 02/02/1973 Nazionalità Italiana. Direttore sanitario, Psicologo, Psicoterapeuta Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Chiara Della Betta via Cupa 7/c, 61020 Montecchio di Sant'Angelo in Lizzola chiara.dellabetta@studioamaltea.it www.studioamaltea.it www.centroamalteaonline.org https://www.facebook.com/chiara.dellabetta

Dettagli

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE Unione Europea Fondo Sociale Europeo Con l Europa investiamo nel vostro futuro Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Direzione Didattica Statale, 1 Circolo, Nocera Superiore (SA) -

Dettagli

Offerte lavoro psicologi: consigli per trovare lavoro in psicologia Pag. 1 di 5 Stefano Sirri, Psico-Pratika N 16

Offerte lavoro psicologi: consigli per trovare lavoro in psicologia Pag. 1 di 5 Stefano Sirri, Psico-Pratika N 16 Offerte lavoro psicologi: consigli per trovare lavoro in psicologia Pag. 1 di 5 OFFERTE LAVORO PSICOLOGI: Consigli per trovare lavoro in psicologia Trovare lavoro come psicologi non è sempre semplice.

Dettagli

Garni Laurino Signora Elisabetta Cheloidi

Garni Laurino Signora Elisabetta Cheloidi 5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Introduzione Garni Laurino Signora Elisabetta Cheloidi Sono Chelodi Elisabetta gestisco il Garni Laurino a Cavalese da ormai 8 anni, ho ristrutturato l intera struttura nel

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

ELEMENTI DI SINTESI DEL PROGETTO

ELEMENTI DI SINTESI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO INSIEME. Servizi Sociali per l autonomia SETTORE E AREA DI INTERVENTO A01/06 ASSISTENZA ANZIANI E DISABILI OBIETTIVI DEL PROGETTO ELEMENTI DI SINTESI DEL PROGETTO Obiettivo specifico

Dettagli

INTERVISTA A DIANE FRYMAN Amministratore Delegato Performance Technology Solutions s.r.l. su Radio24 24 gennaio 2003

INTERVISTA A DIANE FRYMAN Amministratore Delegato Performance Technology Solutions s.r.l. su Radio24 24 gennaio 2003 INTERVISTA A DIANE FRYMAN Amministratore Delegato su Radio24 24 gennaio 2003 Viaggio nelle professioni legate alla net-economy --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA DONATA BIANCHI, SILVIA MAMMINI, ROSA DI GIOIA ...FINALITÀ verificare

Dettagli

IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale. Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte

IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale. Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte La domanda iniziale La signora M.B. si è avvicinata

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Avere cura: un valore, un impegno, una opportunità SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA Pazienti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente

Dettagli

Carla Soprani Comitato Cittadino Antidroga Ravenna comantidroga@libero.it www.perglialtri.it/comantidroga

Carla Soprani Comitato Cittadino Antidroga Ravenna comantidroga@libero.it www.perglialtri.it/comantidroga VERBALE COORDINAMENTO NAZIONALE DELLE REALTA DI AUTO AIUTO Bologna 18 ottobre 2008 Presenti: Carla Soprani Comitato Cittadino Antidroga Ravenna comantidroga@libero.it www.perglialtri.it/comantidroga www.perglialtri.it/convegnonazionaleautoaiuto

Dettagli

INCONTRO MIMMO GARGANO BITETTO. con. www.mimmogargano.it

INCONTRO MIMMO GARGANO BITETTO. con. www.mimmogargano.it INCONTRO BITETTO con www.mimmogargano.it MIMMO GARGANO Domenico Gargano Sono stato Assessore al Personale, Servizi Sociali e Sanitari, Anagrafe e Demografici, Polizia Municipale del Comune di Bitetto.

Dettagli

Questionario Professione Giovani Psicologi

Questionario Professione Giovani Psicologi Questionario Professione Giovani Psicologi DATI SOCIO-ANAGRAFICI Genere M F Età Provincia residenza Stato civile: celibe/nubile coniugato/a separato/a divorziato/a vedovo Anno di iscrizione all Ordine

Dettagli

ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE SEDE DI TRENTO DELLA PROVINCIA DI TRENTO

ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE SEDE DI TRENTO DELLA PROVINCIA DI TRENTO ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DELLA PROVINCIA DI TRENTO ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE SEDE DI TRENTO 8 LUGLIO 2011 PROTOCOLLO I.N.P.S. - ORDINE CONSULENTI DEL LAVORO DELLA PROVINCIA DI

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO voce 4 - TITOLO DEL PROGETTO:Unicità della persona nel sociale voce 5 - SETTORE e Area di Intervento: Assistenza: A1 - Anziani voce 7 - OBIETTIVI DEL PROGETTO:

Dettagli

Pomeriggio del 20 11-2008 Protocollo e Accoglienza Giusi Cappellini Preside dell I.C. Mazzoni e del CTP - Prato

Pomeriggio del 20 11-2008 Protocollo e Accoglienza Giusi Cappellini Preside dell I.C. Mazzoni e del CTP - Prato Pomeriggio del 20 11-2008 Protocollo e Accoglienza Giusi Cappellini Preside dell I.C. Mazzoni e del CTP - Prato Mi è stato chiesto di intervenire perché, dirigendo un istituto comprensivo del centro G.B.Mazzoni

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

24 CLOSED MEETING L estetica del volto

24 CLOSED MEETING L estetica del volto 24 CLOSED MEETING L estetica del volto Relatori: Gaetano Calesini, Renato Cocconi, Alessandro Fiorini, Mirko Raffaini Du Lac et Du Parc Grand Resort RIVA DEL GARDA (TN) Venerdì 25 e sabato 26 settembre

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GIULIA commessa à la

Dettagli

DOCUMENTI STAGE 2012 Sede I.T.C.

DOCUMENTI STAGE 2012 Sede I.T.C. DOCUMENTI STAGE 2012 Sede I.T.C. STUDENTE classe Convenzione di Tirocinio di formazione ed orientamento Progetto formativo e di orientamento Foglio controllo presenze Indicazioni per lo Studente e l Azienda

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

T E S T A B A R B A R A

T E S T A B A R B A R A C U R R I C U L U M V I T A E E L A B O R A T O S U L L A B A S E D E L F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo T E S T A B A R B A R A Via Dello Sport 8, 20026 Novate Milanese

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) E-mail Codice Fiscale Cittadinanza Alessandra Barzaghi a.barzaghi@ismu.org BRZLSN85B53A010L italiana Data di nascita 13.02.1985 Istruzione

Dettagli

Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching

Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching L esperienza del coaching comincia nel momento in cui si decide di iniziare, nel momento in cui si programma la prima sessione, proprio perché la volontarietà

Dettagli

Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi

Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi Indice Chi è SAIT Il processo di pricing da analogico verso il digitale Progetto Price Optimization in SAIT: Obiettivi

Dettagli

FACOLTA SCIENZE POLITICHE UNIVERSITA DI SASSARI

FACOLTA SCIENZE POLITICHE UNIVERSITA DI SASSARI FACOLTA SCIENZE POLITICHE UNIVERSITA DI SASSARI Ragione Sociale MASTER BIENNALE IN GIORNALISMO Indirizzo PIAZZA UNIVERSITA 11 07100 SASSARI Telefono 079228945 Fax 079228966 E-mail labcom@uniss.it Rappresentante

Dettagli

Tutto quello che vorreste sapere per. chiarirvi le idee

Tutto quello che vorreste sapere per. chiarirvi le idee Tutto quello che vorreste sapere per chiarirvi le idee Che cos è il programma tirocini MAE-CRUI? Il Programma di tirocini MAE CRUI si propone di avviare studenti e neo laureati ai tirocini formativi e

Dettagli

I caregiver familiari raccontano la loro vita agli "arresti domiciliari"

I caregiver familiari raccontano la loro vita agli arresti domiciliari I caregiver familiari raccontano la loro vita agli "arresti domiciliari" Parte la campagna #maipiùsoli : uno spot video, lanciato oggi in rete e prossimamente su reti Rai e Mediaset, racconta la quotidianità

Dettagli

Risultati dell indagine per la rilevazione del grado di soddisfazione del Centro Diurno Disabili del Comune di Calolziocorte

Risultati dell indagine per la rilevazione del grado di soddisfazione del Centro Diurno Disabili del Comune di Calolziocorte Risultati dell indagine per la rilevazione del grado di soddisfazione del Centro Diurno Disabili del Comune di Calolziocorte 01 A cura di Àncora Servizi Premessa metodologica Àncora Servizi, in collaborazione

Dettagli

Il questionario: analisi statistica dell esperienza di Stage

Il questionario: analisi statistica dell esperienza di Stage Stage 2011/2012 Complesso riabilitativo Fatebenefratelli- Genzano Il questionario: analisi statistica dell esperienza di Stage Liceo Socio-Psico-Pedagogico J. Joyce Ariccia Introduzione Al termine dell

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

La valutazione del percorso formativo

La valutazione del percorso formativo La valutazione del percorso formativo L esperienza del biennio di Padova 1999-2000 Maria Carla Acler Premessa Il presente lavoro nasce dal desiderio di diffondere tra i colleghi l esperienza maturata all

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: OREFO 10 SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA DISABILI COD.A06 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI Il progetto intende favorire

Dettagli

Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale

Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale CONVEGNO INTERNAZIONALE ACCREDITAMENTO, PROGRAMMI DI VALUTAZIONE ESTERNA E SICUREZZA DEL PAZIENTE Roma, 7-8 marzo 2011 Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Via IV novembre n 10,12016,PEVERAGNO CN. alessio_voltolin@alice.it. italiana ESPERIENZA LAVORATIVA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Via IV novembre n 10,12016,PEVERAGNO CN. alessio_voltolin@alice.it. italiana ESPERIENZA LAVORATIVA CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Via IV novembre n 10,12016,PEVERAGNO CN Telefono 347/9042939 349/0533493 Fax E-mail alessio_voltolin@alice.it Nazionalità italiana Data di nascita

Dettagli

Formazione civica Materiali per la programmazione di percorsi di cittadinanza per adulti stranieri

Formazione civica Materiali per la programmazione di percorsi di cittadinanza per adulti stranieri Formazione civica Materiali per la programmazione di percorsi di cittadinanza per adulti stranieri LAVORARE LAVORARE IN ITALIA CITTADINI STRANIERI E LAVORO Per lavorare in Italia ci sono regole differenti

Dettagli

ACTL Osservatorio Stage

ACTL Osservatorio Stage ACTL Osservatorio Stage 1 Dal 1999 ACTL Sportello Stage è il maggior ente italiano di promozione degli stage. Nel 2011 ha promosso 7284 stage in tutto il territorio nazionale. 2 Gli stage attivati nel

Dettagli

1. RICERCA, INFORMAZIONE, SENSIBILIZZAZIONE

1. RICERCA, INFORMAZIONE, SENSIBILIZZAZIONE 1. RICERCA, INFORMAZIONE, SENSIBILIZZAZIONE 6 Non appena si è avviato il progetto, le prime iniziative che la Spazio - Lavoro ha intrapreso sono state quelle relative alla preparazione del territorio nel

Dettagli

Redazione spaziliberi / Consulta regionale handicap

Redazione spaziliberi / Consulta regionale handicap Lo scorso 31 marzo si è svolto a Genova, nell ambito del progetto Rete in Movimento, un incontro del Laboratorio locale volto a definire gli obiettivi operativi e ad individuare le azioni da mettere in

Dettagli

Indice. Il bilancio delle competenze. Il curriculum vitae Il mio progetto. Banche dati

Indice. Il bilancio delle competenze. Il curriculum vitae Il mio progetto. Banche dati Indice Il bilancio delle competenze Competenze Il curriculum vitae Il mio progetto Stabilire mete Banche dati Il bilancio delle competenze La consapevolezza di sé comporta la conoscenza dei propri stati

Dettagli

STAKEHOLDERS INTERESSI RISORSE/POTERI PROBLEMI Migliorare la formazione Budget influenza politica

STAKEHOLDERS INTERESSI RISORSE/POTERI PROBLEMI Migliorare la formazione Budget influenza politica Progetto di Formazione Docenti Studio di caso di Valentina Mariano Perché del progetto La Legge di Riforma della Scuola richiede al personale docente maggiori competenze per attuare le numerose innovazioni

Dettagli

REGOLAMENTO NUCLEO INTEGRAZIONE LAVORATIVA

REGOLAMENTO NUCLEO INTEGRAZIONE LAVORATIVA AMBITO TERRITORIALE ALTO SEBINO Comuni di: Bossico, Castro, Costa Volpino, Fonteno, Lovere, Pianico, Riva di Solto, Rogno, Solto Collina, Sovere. REGOLAMENTO NUCLEO INTEGRAZIONE LAVORATIVA INDICE ART.

Dettagli

Dentro l azienda, per l azienda.

Dentro l azienda, per l azienda. Dentro l azienda, per l azienda. Chi è Empeiria Network di professionisti di consolidata esperienza manageriale Dotati di elevate competenze multidisciplinari in settori diversificati, sono in grado di

Dettagli

Allegato A PROGETTO OPERATIVO C.S.E. VALUTARE PER VALORIZZARE: PER UNA MIGLIORE QUALITÀ DI VITA

Allegato A PROGETTO OPERATIVO C.S.E. VALUTARE PER VALORIZZARE: PER UNA MIGLIORE QUALITÀ DI VITA Allegato A PROGETTO OPERATIVO C.S.E. VALUTARE PER VALORIZZARE: PER UNA MIGLIORE QUALITÀ DI VITA PREMESSA 1. Normativa di riferimento La legge n. 328/00 enuncia all art. 14 le disposizioni per la realizzazione

Dettagli

Formazione per l apprendistato Il tutor aziendale

Formazione per l apprendistato Il tutor aziendale Formazione per l apprendistato Il tutor aziendale Centro per Impiego della Provincia di Grosseto Centro per l Impiego Grosseto Via Scopetani Cittadella dello Studente tel. 0564 484719 fax 0564 484970 centroimpiego@provincia.grosseto.it

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: LEGA NAZIONALE DELLE COOPERATIVE E MUTUE Via A. Guattani, 9 00161 Roma Tel. 06/84439386-327

Dettagli

L anno 2010 il giorno del mese di.., presso in Via n., Premesso che

L anno 2010 il giorno del mese di.., presso in Via n., Premesso che Protocollo d intesa metodologico-operativo tra la Provincia di Fermo Settore Formazione Professionale, Scuola e Politiche del Lavoro e Settore Politiche Sociali, gli Ambiti Territoriali Sociali XIX e XX

Dettagli

La formazione di base

La formazione di base Formazione La formazione di base LA FORMAZIONE DI BASE PROFESSIONALIZZANTE Per formazione di base si intende la formazione scolastica, professionale, accademica e di riqualificazione che, attuandosi secondo

Dettagli

CODICE ETICO. ANFFAS onlus di Varese. ANFFAS Onlus di VARESE CODICE ETICO

CODICE ETICO. ANFFAS onlus di Varese. ANFFAS Onlus di VARESE CODICE ETICO ANFFAS Onlus di VARESE CODICE ETICO Contenuti 1. INTRODUZIONE 3 2. IL CODICE ETICO 3 3. I DESTINATARI 4 4. EMANAZIONE, VERIFICA E SANZIONI 4 5. PRINCIPI DI CONDOTTA 8 5.1 RELAZIONI CON IL PERSONALE DIPENDENTE

Dettagli

Bollettino mensile N. 10. A cura della redazione

Bollettino mensile N. 10. A cura della redazione Bollettino mensile N. 10 Ultime dal progetto L esperienza della visita al CPI di Torino A cura della redazione Nel mese di novembre (18-19), nell ambito del progetto di assistenza tecnica attivato dall

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO DI STEFANO TRONCA WWW.STEFANOTRONCA.COM QUESTO E-BOOK È UNA CREAZIONE DI STEFANO TRONCA. TUTTI I DIRITTI RISERVATI Ciao sono Stefano! La mia vita di blogger

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: Meeting of Generations SETTORE e Area di Intervento: Settore A ASSISTENZA Area d intervento 01) Anziani OBIETTIVI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Il progetto

Dettagli

Istituto comprensivo di Positano e Praiano L. Porzio Questionario di gradimento del servizio scolastico rivolto al personale ATA 12 risposte

Istituto comprensivo di Positano e Praiano L. Porzio Questionario di gradimento del servizio scolastico rivolto al personale ATA 12 risposte Istituto comprensivo di Positano e Praiano L. Porzio Questionario di gradimento del servizio scolastico rivolto al personale ATA 12 risposte Riepilogo Gentile Collaboratore, Presto servizio nella scuola

Dettagli

Alberto Di Stefano e Marco Maio Progetto alternanza scuola lavoro Provincia di Genova

Alberto Di Stefano e Marco Maio Progetto alternanza scuola lavoro Provincia di Genova Alberto Di Stefano e Marco Maio Progetto alternanza scuola lavoro Provincia di Genova IL PROGETTO Il Progetto Alternanza Scuola Lavoro, sperimentato per la prima volta nove anni fa, coinvolge oggi tutti

Dettagli