BROCHURE INFORMATIVA PER LE COPPIE INSERITE IN UN PROGRAMMA DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BROCHURE INFORMATIVA PER LE COPPIE INSERITE IN UN PROGRAMMA DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA"

Transcript

1 Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale Via della Vecchia Ceramica, Pordenone C.F. e P.I PEC Presidio Ospedaliero di Pordenone - Sacile Via Montereale 24 - Pordenone S.S.D. di Fisiopatologia della Riproduzione Umana e Banca del Seme e degli Ovociti Responsabile: Dott. Francesco Tomei BROCHURE INFORMATIVA PER LE COPPIE INSERITE IN UN PROGRAMMA DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Sede: Padiglione A - 4 piano tel (dalle ore alle ore 13.00), fax , FASE AMBULATORIALE (incontro preliminare ecografia basale e transfer simulato monitoraggio ecografico e ormonale) La fase ambulatoriale inizia con un incontro preliminare, al quale devono essere presenti entrambi i partners; ha lo scopo di informare la coppia al fine di espletare al meglio tutto l iter (portare cortesemente fotocopia del documento di identità e pagamento del ticket di entrambi, da effettuarsi alle casse situate presso la Portineria dell Ospedale). Prevede: firma dei consensi: alle procedure di procreazione assistita, alla piccola chirurgia ritiro esami richiesti da consegnare in fotocopia (eventuali ulteriori esami da consegnare tassativamente entro la data dell ecografia basale) ritiro protocollo terapeutico personalizzato ritiro prescrizioni farmaci: 1. prescrizione di farmaci non concedibili dal S.S.N. (acido folico, pillola, lavande vaginali, agonisti ed antagonisti, metformina, Gonasi) con la quale ci si può recare in Farmacia ad acquistare i farmaci, 2. prescrizione di farmaci prescrivibili a carico del S.S.N. (es. antibiotico, Prontogest, Crinone, Pregnyl,) che andrà consegnata al medico di base per ottenere la ricetta rossa, 3. prescrizione denominata nota 74 che consente di ottenere gratuitamente i farmaci utilizzati per l induzione della crescita follicolare multipla (Elonva, Gonal F, Puregon, Meropur, Fostimon) e per l induzione dell ovulazione (Ovitrelle) con varie modalità: es. con la prescrizione del medico di base su ricetta rossa o direttamente al distretto di appartenenza o alla farmacia ospedaliera ove previsto. Raccomandazioni relative ai farmaci: La terapia va assunta nelle dosi raccomandate mantenendo costante l intervallo tra una somministrazione e l altra. N.B. la nota 74 va utilizzata entro 60 giorni dall emissione; la paziente deve controllare che le vengano consegnati tutti i farmaci (verificare il totale delle U.I. prescritte) della nota 74 e non solo quelli indicati nei primi giorni di terapia, perché questa dovrà essere continuata e verrà adeguata in base ai monitoraggi ecografici e al dosaggio dell estradiolo che si effettueranno a partire dalla 7^ giornata di induzione della crescita follicolare multipla (ICFM) M.C Rev. 1 del Brochure informativa Pagina 1 di 8

2 fare in modo di non trovarsi mai senza farmaci, in particolare nei giorni festivi; la mancata assunzione può comportare la sospensione del ciclo comunicare il residuo di farmaci ad ogni monitoraggio per quanto riguarda le modalità di conservazione dei farmaci e la via di somministrazione attenersi a quanto riportato sulla confezione al momento del ritiro accertarsi che l Ovitrelle sia stato conservato in frigorifero dal farmacista e continuare a conservarlo in frigo fino al suo utilizzo iniziare l assunzione dell acido folico e dell integratore per il partner già nei giorni immediatamente successivi all incontro preliminare assumere la pillola o l anello vaginale, utilizzati per la sincronizzazione del ciclo, esattamente come prescritto dal medico del Centro PMA: dal giorno al giorno compreso (né più né meno!!!); durante l assunzione la paziente potrebbe avere delle perdite di sangue, ciò è ininfluente eseguire l eventuale iniezione di Decapeptyl 3.75 o di Enantone 3.75 per via intramuscolare nel giorno stabilito, senza vincoli di orario; tale farmaco può causare irregolarità mestruali, ciò è ininfluente eseguire l iniezione dei farmaci utilizzati per l induzione della crescita follicolare multipla per via sottocutanea (sulla pancia, coscia o deltoide) in una fascia oraria serale (indicata preferibilmente tra le 19 e le 21); sono ammesse variazioni di un ora al massimo rispetto alla somministrazione precedente, nel caso sia prevista l assunzione di più fiale contemporaneamente di uno stesso farmaco (es. Fostimon, Meropur), è possibile diluire fino a 4 polveri con un solo liquido per ridurre il volume da iniettare nel caso sia previsto un protocollo con farmaci antagonisti (Cetrotide o Orgalutran) per evitare l ovulazione spontanea, eseguire l iniezione per via sottocutanea alla stessa ora degli altri farmaci ma in zona diversa; questa terapia solitamente inizia alcuni giorni dopo l avvio della stimolazione ovarica e continua fino all ultimo giorno di stimolazione iniziare la terapia antibiotica la sera del pick up e proseguire come da indicazione medica avviare il supporto luteale con Prontogest ½ fiale im. dalla sera del pick-up fino all embriotransfer proseguire il supporto luteale mediante l applicazione del Crinone gel dalla sera dell embriotransfer fino al test di gravidanza, senza mai sospendere; potrebbe essere utile praticare ogni 3-4 gg una lavanda vaginale nel caso il gel tenda ad accumularsi in vagina e non venga espulso spontaneamente; eseguire le lavande vaginali come da protocollo terapeutico: il giorno stesso di pick up ed embrio-transfer (prima di partire da casa) N.B. Eseguire un test di gravidanza, mediante prelievo di sangue per BHCG, prima di iniziare la terapia per la sincronizzazione e prima di iniziare la terapia per la stimolazione. L ecografia basale si effettua prima di avviare la terapia per l induzione della crescita follicolare ed ha lo scopo di escludere problemi di recente insorgenza. La paziente entro la data dell ecografia, deve aver consegnato tutti gli accertamenti richiesti, nonché gli esami previsti per l anestesia e la scheda di anamnesi preoperatoria. LE PAZIENTI SOTTOPOSTE A IUI NON ESEGUONO L ECOGRAFIA BASALE. Successivamente a questa ecografia, nel giorno prestabilito dal protocollo terapeutico, la paziente inizia la terapia per l induzione della crescita follicolare multipla (ICFM) mediante iniezioni serali di un farmaco a dosaggio prestabilito per 5 o 6 giorni; nei giorni successivi la dose verrà confermata o variata in base ai monitoraggi. M.C Rev. 1 del Brochure informativa Pagina 2 di 8

3 Monitoraggi ecografici e dell estradiolo. Il monitoraggio prevede un ecografia transvaginale ed un prelievo di sangue per il dosaggio dell estradiolo. Si effettua ogni 2 o 3 giorni al mattino, a vescica vuota, per un numero di volte variabile (non superiore alle 4) e dipendente dalla risposta di ciascuna paziente alla terapia in corso; normalmente una stimolazione ovarica dura circa giorni. Il pagamento del ticket per il monitoraggio si effettua alle Casse in Portineria dell Azienda per l Assistenza Sanitaria mentre il pagamento per i prelievi di sangue si effettua una sola volta, al primo accesso, direttamente alla Sala Prelievi c/o la Segreteria del percorso F Urgenze. Per motivi organizzativi è necessario che la paziente esegua il prelievo dell estradiolo (Sala Prelievi Pad. A piano seminterrato) al mattino alle ore 7,00; successivamente, a partire dalle ore 8.30 verrà effettuata l ecografia transvaginale presso il nostro Servizio, in base ad un numero progressivo assegnato ad ogni paziente tramite sorteggio effettuato durante il colloquio preliminare (le ultime ecografie terminano in tarda mattinata). Nella stessa data viene effettuata, se vi è indicazione, la consulenza anestesiologica. In mattinata, alla paziente verrà comunicato la terapia da assumere fino al monitoraggio successivo. Inserimento in lista operatoria: al momento opportuno la paziente verrà inserita nella lista operatoria e quando verrà contattata riceverà istruzioni in merito. LE PAZIENTI SOTTOPOSTE A IUI NON ESEGUONO PRELIEVO PER ESTRADIOLO, ESAMI PER ANESTESIA NE VISITA ANESTESIOLOGICA E L AGGIORNAMENTO DELLA TERAPIA VERRA COMUNICATO AL MOMENTO DEL MONITORAGGIO. FASE OPERATIVA (inseminazione intra-uterina - prelievo degli ovociti - trasferimento degli embrioni) Raccomandazioni pre-inseminazione intra-uterina due sere prima della IUI, alle ore 20.30, effettuare l iniezione di 2 f. di Gonasi HPn 5000 (sottocute/intramuscolo) o di 2 f. di Pregnyl 5000 (intramuscolo) la sera precedente la IUI, alle ore 20.30, effettuare l iniezione sottocute di ½ f. di Gonasi o intramuscolo di ½ f. di Pregnyl (intramuscolo) la mattina della IUI eseguire una lavanda vaginale prima di partire da casa presentarsi in reparto, accompagnata dal marito, nel giorno ed ora stabiliti non è necessario il digiuno Raccomandazioni pre-intervento di prelievo ovocitario (o pick-up) 36 ore prima del pick-up, ad un orario preciso, effettuare l iniezione sottocute di Ovitrelle per indurre l ovulazione; eventuali irregolarità nei tempi di somministrazione (> ai 15 min.) vanno comunicati il mattino seguente; la paziente dovrà scrivere data e ora di esecuzione sulla confezione dell Ovitrelle e consegnarla ai sanitari il giorno dell intervento. Il pomeriggio precedente il pick-up eseguire una peretta evacuativa il giorno del pick-up eseguire una lavanda vaginale prima di partire da casa presentarsi in reparto, accompagnata dal marito, nel giorno ed ora stabiliti portare camicia da notte o pigiama e pantofole rimanere a digiuno dalla mezzanotte del giorno precedente(solidi, liquidi compreso acqua) assumere o sospendere i farmaci in base alle indicazioni dell Anestesista M.C Rev. 1 del Brochure informativa Pagina 3 di 8

4 rimuovere lenti a contatto, protesi dentarie mobili, anelli, trucco e smalto per unghie comunicare tempestivamente all Anestesista se sono intervenute modificazioni di rilievo nelle condizioni generali dopo la consegna della scheda di anamnesi preoperatoria Prelievo degli oociti o pick-up La paziente si presenta in reparto a digiuno dalla mezzanotte precedente, accompagnata dal partner; l intervento si effettua in sedazione senza intubazione, dura mediamente dai 10 ai 20 minuti e nel primo pomeriggio, salvo complicazioni la coppia lascia il Servizio previa autorizzazione del medico. In tale giorno il partner deve fare la raccolta del seme. Modalità di raccolta del seme: la raccolta seminale viene eseguita in sede, salvo impedimenti non ovviabili altrimenti, mediante ipsazione (masturbazione) dopo adeguato periodo di astinenza (quello indicato nelle Informazioni per i pazienti ) per ottenere un campione di concentrazione e motilità ottimali per la procedure previste. Il paziente deve segnalare eventuali patologie o assunzione di farmaci intercorsi nei tre mesi antecedenti la raccolta. In casi particolari è ammessa la raccolta domiciliare in contenitore sterile che andrà idoneamente trasportato per preservarlo da bruschi sbalzi di temperatura; in questo caso il paziente dovrà sottoscrivere dichiarazione attestante che il campione seminale è il proprio, come da legge 40/2004 e relative linee guida ministeriali (GU n 101 del 30/04/2008). In caso di situazioni seminali critiche o di difficoltà di raccolta al momento del pick up della partner, si rende necessario procedere al recupero di spermatozoi dal testicolo mediante agoaspirazione testicolare (TESA). Questa procedura viene eseguita in sala chirurgica dal medico endocrinologo, previa applicazione di crema anestetica (45-60 minuti prima) ed utilizzo di cloruro di etile al momento dell agoaspirato; dura alcuni minuti e non richiede permanenza a letto. E prevista una profilassi antibiotica con Ciproxin 500mg. 1 cpr. al momento dell intervento ed 500mg.1 cpr. a distanza di 12 ore. Congelamento ovocitario ( su indicazione della biologa il giorno del pick up): nell eventualità in cui vengano prelevati almeno 6 ovociti soprannumerari maturi, di buona qualità, oltre a quelli candidati alla fecondazione a fresco, il laboratorio IVF potrebbe proporre di procedere al congelamento di suddetti ovociti mediante vitrificazione per un successivo impiego mediante procedura di solo embrio-transfer. Raccomandazioni post-pick-up la dimissione è condizionata dalla presenza di un accompagnatore e dalla disponibilità di un assistenza continua da parte di un adulto responsabile per le prime 24 ore dall intervento non guidare veicoli, usare macchinari, assumere bevande alcooliche o prendere decisioni importanti nelle 24 ore successive ad un anestesia riposo domiciliare fino all embrio-transfer, proseguire la terapia antibiotica come da protocollo avviare il supporto luteale mediante Prontogest ½ f. im dalla sera del pick-up al giorno dell embriotransfer e proseguire poi con l applicazione del Crinone 8 gel al momento di coricarsi; normale apporto di liquidi, analgesici al bisogno (escluso l acido acetilsalicilico) Nei 2 o 3 giorni successivi all intervento, è normale che si presentino: - scarso sanguinamento vaginale - fastidio addominale di tipo mestruale - distensione addominale moderata Tuttavia, la paziente ci deve contattare nel caso in cui si presentino: - rialzo della temperatura corporea ( superiore a C) - nausea o vomito gravi - dolore addominale acuto - sanguinamento vaginale superiore o uguale alla mestruazione. M.C Rev. 1 del Brochure informativa Pagina 4 di 8

5 Il giorno successivo al pick-up la coppia viene contattata telefonicamente allo scopo di comunicare l esito della fertilizzazione e l eventuale data dell embrio-transfer. Trasferimento degli embrioni o embrio-transfer: la paziente si presenterà presso la nostra struttura all orario indicato e porterà con sé pigiama o camicia da notte e pantofole; non è necessario il digiuno; l intervento dura pochi minuti, è indolore per cui non è prevista anestesia/analgesia, ma vengono somministrate 20 gocce di diazepam e quindi la paziente deve essere accompagnata. L embrio-transfer si esegue con la vescica piena (non eccessivamente) in quanto migliora la visualizzazione tramite ecografia. Raccomandazioni post-transfer: riposo a letto post-transfer di 20, quindi svuotare la vescica, vestirsi, attendere la lettera di dimissione quindi rientrare a domicilio e per 2 giorni adeguato riposo (non a letto) fino al test di gravidanza non svolgere attività fisiche impegnative, non sollevare pesi evitare situazioni che possano innalzare la temperatura corporea o causare disidratazione (esercizio intenso, sauna, abbronzatura solare o artificiale, ecc) introdurre un normale apporto di liquidi evitare i rapporti sessuali fino al test di gravidanza evitare l utilizzo prolungato di mezzi di locomozione in caso di dolori pelvici tipo mestruale assumere Buscopan cf (massimo 3 cf/die): se persistono o aumentano contattare i medici del Centro PMA, così pure in caso di febbre > 37.5 C (tenendo conto che un lieve rialzo della temperatura corporea è legato all assunzione del progesterone/crinone) in taluni casi il Crinone gel potrebbe non fuoriuscire dalla vagina dopo l assorbimento del farmaco (circa mezz ora) e formare un tappo vaginale che riduce la superficie di assorbimento per le successive somministrazioni: in tal caso procedere delicatamente con una lavanda in caso di meteorismo intestinale (addome gonfio senza aumento ponderale e/o contrazione importante della diuresi), utili cialde di carbone vegetale in taluni casi si manifestano perdite ematiche vaginali (se lievi si consiglia riposo a letto, se le perdite aumentano rivolgersi al Centro o al Pronto Soccorso). in caso di aumento di peso e/o riduzione della diuresi (<0.8 litri al dì) e/o difficoltà respiratoria, contattare i medici della PMA o eventualmente rivolgersi al Pronto Soccorso. non assumere bevande alcoliche (consentito mezzo bicchiere di vino ai pasti) non utilizzare saponi o lavande vaginali che possono alterare l ambiente vaginale non assumere farmaci, oltre a quelli prescritti nella lettera di dimissione e nelle istruzioni succitate, senza il consenso del personale sanitario della PMA o del medico di fiducia che ben conosce la vostra storia non modificare o sospendere autonomamente i farmaci prescritti, senza contattare i medici della PMA è sconsigliabile bagnarsi in acqua di piscina o mare è possibile fare la doccia e lavarsi i capelli è possibile svolgere le normali attività quotidiane, rispettando i punti precedenti effettuare il prelievo per il test ematico di gravidanza ( BHCG) preferibilmente c/o il percorso F (urgenze) del nostro Laboratorio utilizzando la stessa impegnativa usata per gli estradioli, diversamente contattare un Laboratorio Analisi che garantisca la refertazione in giornata e, ritirato l esito, comunicarlo al Centro PMA. in caso di insuccesso, nelle pazienti che hanno assunto Decapeptyl 3.75 o Enantone 3.75, la seconda mestruazione potrebbe avvenire in ritardo in quanto tali farmaci inibiscono per circa 70 giorni l attività ovarica spontanea. M.C Rev. 1 del Brochure informativa Pagina 5 di 8

6 FASE POST-OPERATIVA (terapia di supporto test di gravidanza) Dopo il ciclo di concepimento assistito all interno dell apparato genitale sono presenti embrioni con potenzialità di impiantarsi nell utero e di dare origine ad una gravidanza, per cui consigliamo di seguire i suggerimenti e le avvertenze sopra e sotto riportati. E consigliabile un periodo di riposo domiciliare di 14 giorni a partire dal giorno del pick-up. (L INPS copre per la paziente un periodo di malattia di 14 gg. a partire dal giorno del pick-up e per il partner, che sia sottoposto ad agoaspirato testicolare degli spermatozoi, un periodo di 12 giorni; Msg 7412/2005) Terapia di supporto: proseguire l applicazione del Crinone gel, dell acido folico ed eventuali altri farmaci prescritti. La terapia non va interrotta per alcun motivo se non preventivamente concordato con un medico del Centro di Procreazione Assistita. A distanza di 14 giorni dal pick-up (e non dall embrio-transfer) la paziente deve eseguire il test di gravidanza (beta HCG) su sangue e non il test urinario. Non effettuare il test prima di tale data. L esame dovrà essere comunque eseguito anche in caso di flusso mestruale, perchè questo non esclude una gravidanza evolutiva. La terapia non va sospesa fino a che la paziente non ci comunicherà l esito del test di gravidanza; l interruzione della supplementazione luteale può compromettere il risultato finale. Se il test di gravidanza fosse positivo, la paziente dovrà proseguire la terapia con il Crinone fino alla 12^ settimana e l acido folico per tutta la gravidanza. Il BHCG andrà ripetuto a distanza di 3 giorni dal primo dosaggio e ricontrollato dopo una settimana. Le fisseremo inoltre l appuntamento per la prima ecografia ostetrica, dopo di che la paziente si farà seguire dal proprio ginecologo. Di seguito viene descritta la sindrome da iperstimolazione ovarica. Questa sindrome ha una incidenza molto bassa ma richiede un pronto intervento medico. Le pazienti a maggior rischio per l insorgenza di questa sindrome sono coloro che rispondono alla stimolazione maturando un numero elevato di follicoli (per lo più soggetti di giovane età), ma non è possibile escludere a priori nessuna paziente. E quindi importante leggere attentamente anche la parte riguardante questa sindrome. Lo schema riportato nella pagina seguente dovrà essere compilato solo se indicato dal medico al momento della dimissione. In caso di dubbi, sintomi o complicazioni diverse da quelle suddette, si metta in contatto con il personale dell equipe. LA SINDROME DA IPERSTIMOLAZIONE OVARICA Che cos è la sindrome da iperstimolazione ovarica Può essere definita come una serie di sintomi causati da un passaggio abnorme di liquidi dal circolo ematico (sangue) a distretti che, normalmente, non contengono liquidi (ad esempio addome, pleure ecc.) La sindrome è accompagnata da un aumento notevole del volume delle ovaie. Non è possibile prevedere con certezza quali pazienti possono andare incontro all insorgere della sindrome. E certo, comunque, che la sindrome peggiora se si instaura una gravidanza. Quali sono le cause della sindrome I meccanismi che permettono l instaurarsi della sindrome non sono chiari ma è possibile che la crescita abnorme di follicoli produca, attraverso l emissione di estrogeni in circolo, una alterazione della permeabilità dei vasi capillari ed un conseguente passaggio di liquido nelle cavità virtuali del corpo. L ormone HCG ( che prima Le viene somministrato per produrre la maturazione dei Suoi follicoli con M.C Rev. 1 del Brochure informativa Pagina 6 di 8

7 l iniezione di Ovitrelle e che poi è prodotto dall eventuale embrione che si impianta) mantiene questa sindrome o ne rallenta la remissione. Come accorgersi e controllare l insorgenza della sindrome Al di là di sensazioni dolorose e fastidiose dovute al traumatismo del prelievo di ovociti, generalmente la sindrome da iperstimolazione si manifesta con: abnorme sensazione di gonfiore addominale aumento di peso senso di pesantezza al bacino diminuzione della quantità di urina giornaliera aumentata sensazione di sete nel caso queste sensazioni vengano notate dovranno essere prese le seguenti precauzioni: avvisare immediatamente il personale del Centro P.M.A. ai numeri sotto riportati osservare il più stretto riposo (preferibilmente a letto) iniziare subito una dieta asciutta, molto ricca di proteine ( soprattutto carne) e assolutamente priva di sali bere, nell arco delle 24 ore, al massimo ¾ di litro di liquidi (indipendentemente dal tipo di liquidi e tenendo presente che alcuni cibi contengono grande quantità di acqua, ad esempio la frutta). compilare lo schema seguente con assoluta precisione ed inviarlo al Centro P.M.A. Data trasferimento dei gameti o degli embrioni Giorno Peso Kg Circonferenza addominale cm Volume urine Volume liquido ingerito ml Note dello schema Misurare il peso corporeo appena sveglia Misurare la circonferenza addominale stando sdraiata a letto, con un metro flessibile, segnando sull addome dei punti di riferimento ( ad esempio l ombelico) Tenere urine delle 24 ore e misurarle in un contenitore graduato ( eseguire la misurazione sempre alla stessa ora della mattina, ad esempio alle 8.00). Segnare la quantità di liquido bevuto nelle 24 ore ( non superare mai i ¾ di litro) M.C Rev. 1 del Brochure informativa Pagina 7 di 8

8 Come si cura la sindrome Se viene accertata l insorgenza della sindrome e se i sintomi sono severi, è necessario il ricovero in una struttura specializzata, per la necessità di eseguire: terapia medica con Cabergolina (vedi consenso informato) controlli giornalieri ematochimici controlli giornalieri dell assetto emocoagulativo e ormonale controlli giornalieri della funzionalità renale controlli ecografici consulenze internistiche consulenze nefrologiche Recapiti telefonici: dalle ore alle ore da lunedì a venerdì Per urgenze e da usare solo ed esclusivamente durante la procedura in corso Organigramma: Dott. Francesco TOMEI Responsabile della Struttura Dott. Massimo MANNO Responsabile Laboratorio PMA Dott.ssa Giuseppa FUGGETTA Ginecologa Dott.ssa Stefania PICCOLO Ginecologa Dott.ssa Marta CERVI Biologa Dott.ssa Cristina FAVRETTI Biologa Claudia RAGAGNIN Tecnico di Laboratorio Donatella ZADRO Tecnico di Laboratorio Silvana CESTER Coordinatore Infermieristico Anna BATTISTELLA Infermiera Professionale (Segreteria) Gabriella BONONCINI Infermiera Professionale Elvira GIANNINI Infermiera Professionale Paola BOMBEN Assistente Sanitaria (Segreteria) Rita PAGURA Operatore Socio-Sanitario M.C Rev. 1 del Brochure informativa Pagina 8 di 8

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia ANESTESIA Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa fa l Anestesista Pag. 2 Visita Anestesiologica Pag. 2 Che cosa significa Consenso Informato Pag. 3 Esami preoperatori Pag. 4 Prescrizioni

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Prof. Giovanni Battista La Sala - Direttore PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G.

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. PROTOCOLLI E PROCEDURE IN CHIRURGIA GESTIONE DELLA RITENZIONE URINARIA Pag. 1 di Pag. 9 ELABORAZIONE Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. Data: 10/03/04 INDICE Premessa

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

Consumo medio giornaliero di sodio e potassio nella popolazione italiana adulta

Consumo medio giornaliero di sodio e potassio nella popolazione italiana adulta PROGRAMMA MINISAL Sottoprogetto ISS www.menosalepiusalute.it MINISAL-GIRCSI BUONE PRATICHE SULL'ALIMENTAZIONE: VALUTAZIONE DEL CONTENUTO DI SODIO, POTASSIO E IODIO NELLA DIETA DEGLI ITALIANI Consumo medio

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 NORME IGIENICO - SANITARIE I prodotti fitosanitari sono sostanze pericolose:

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RAZIONALE Scopo di queste Raccomandazioni

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C.

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C. Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI T.A.C o meglio T.C. Gentili Pazienti in modo molto semplice vogliamo fornirvi alcune informazioni utili per

Dettagli

INTRODUZIONE 7 Per avere informazioni sulla gestione della mia patologia e sul programma di Trapianto Polmonare a chi mi devo rivolgere?

INTRODUZIONE 7 Per avere informazioni sulla gestione della mia patologia e sul programma di Trapianto Polmonare a chi mi devo rivolgere? Policlinico S.Orsola-Malpighi S.Orsola-Malpighi Policlinico Guida al Trapianto di Polmone Orientarsi Supplemento d informazione a Diario di Bordo - Reg. Tribunale di Bologna n. 6759 del 31/12/97 n. 70

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

1. Come si svolgono gli accertamenti a Firenze e a chi vengono fatti? 2. Qual è l iter di accertamento

1. Come si svolgono gli accertamenti a Firenze e a chi vengono fatti? 2. Qual è l iter di accertamento Continuiamo con la nostra serie di interviste ad operatori che si occupano dell'applicazione delle attuali leggi sui consumi di sostanze Oggi incontriamo il dr. Francesco Ruffa - Medico Chirurgo, referente

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL Kosten Th., O'Connor P.: Management of drug and alcohol with drawal, The New England Journal of Medicine, 348: 1786-95, 2003 Tenendo conto della prevalenza dei

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Documentazione per la formazione

Documentazione per la formazione La mia formazione professionale di base come assistente di farmacia Documentazione per la formazione Versione luglio 2007 Nome/cognome Farmacia Inizio della formazione professionale Fine della formazione

Dettagli

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO COMMISONE AZIENDALE DEL FAMACO POCEDUA SULLA PESCIZIONE DI FAMACI PE INDICAZIONI N AUTOIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FAMACO 1. SCOPO/OBIETTIVO Informare il Personale Medico dell Aziende Sanitarie della

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELL UTENTE ALLA COLONSCOPIA

GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELL UTENTE ALLA COLONSCOPIA GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELL UTENTE ALLA COLONSCOPIA LA COLONSCOPIA: CHE COS È E PERCHÉ VIENE ESEGUITA La colonscopia è un esame che permette di visualizzare l intestino ed individuare o escludere la

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. La radioterapia. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA Per prenotare ed eseguire un esame è necessario: 1. Il paziente deve avere una richiesta medica completa che comprenda cognome e nome, data di nascita, numero

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte 69^ FIERA INTERNAZIONALE DEL BOVINO D LATTE Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte Dott.ssa Paola Amodeo Specialista SATA Sistemi Alimentari e Qualità degli Alimenti ARAL - Ass Reg

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

Sommario IL PORT SOTTOCUTANEO. Che cos è? Come viene impiantato? DOVE VIENE POSIZIONATO IL PORT? L intervento L uso del Port

Sommario IL PORT SOTTOCUTANEO. Che cos è? Come viene impiantato? DOVE VIENE POSIZIONATO IL PORT? L intervento L uso del Port Che cos è il Port? Le informazioni fornite in questo opuscolo vi aiuteranno a capire meglio che cosa sono i port e a trovare risposta ad alcuni quesiti riguardanti i port sottocutanei Bard Access. Sommario

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 MINIMI ED ALTRI ISTITUTI ECONOMICI 130 euro al 5 livello; 112 euro al 3 livello; 132 euro in media Tranche: 1/1/ 13 35 euro; 1/1/ 14 45 euro; 1/1/ 15 50 euro Conglobamento

Dettagli

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina 2014 Next MMG Semplicità per il mondo della medicina Documento che illustra le principali caratteristiche di Next MMG EvoluS Srl Corso Unione Sovietica 612/15B 10135 Torino tel: 011.1966 5793/4 info@evolu-s.it

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica ANESTETICI GENERALI ENDOVENOSI Proprietà: -Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica -Risveglio rapido :questo è possibile quando

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org Lo scopo di questa scheda informativa è illustrare alle persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ai loro amici e familiari il modo migliore per poter vivere una vita normale con

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Chemioterapia e i suoi principali effetti collaterali. Guida informativa per i pazienti. Unità Operativa Ematologia e Centro Trapianti Midollo Osseo.

Chemioterapia e i suoi principali effetti collaterali. Guida informativa per i pazienti. Unità Operativa Ematologia e Centro Trapianti Midollo Osseo. Chemioterapia e i suoi principali effetti collaterali. Guida informativa per i pazienti. Unità Operativa Ematologia e Centro Trapianti Midollo Osseo. Ospedale Oncologico Armando Businco Cagliari. Le informazioni

Dettagli