STIMOLANTI NARCOTICI CANNABINOIDI GLUCOCORTICOSTEROIDI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STIMOLANTI NARCOTICI CANNABINOIDI GLUCOCORTICOSTEROIDI"

Transcript

1 Per combattere il doping è necessario conoscere gli effetti ed i danni delle sostanze vietate

2 Classi di sostanze vietate solo in competizione STIMOLANTI NARCOTICI CANNABINOIDI GLUCOCORTICOSTEROIDI

3 Classi di sostanze vietate in competizione e fuori competizione AGENTI ANABOLIZZANTI DIURETICI ED AGENTI MASCHERANTI ORMONI PEPTIDICI BETA-2 AGONISTI AGENTI AD ATTIVITA ANTIESTROGENICA

4 Classi di sostanze vietate solo in particolari i sport ALCOOL Aeronautica Tiro con l arco Automobilismo Biliardo Bocce Calcio Ginnastica Karate Pentathlon moderno Motociclismo Pattinaggio Sci Triathlon Wrestling BETABLOCCANTI Aeronautica Tiro con l arco Automobilismo Biliardo Bob Bocce Bridge Schacchi Curling Calcio Ginnastica Pentathlon moderno Motociclismo Bowling a 9 birilli Vela Tiro Sci Nuoto Wrestling

5 Metodi vietati in e fuori competizione 1. AUMENTO DI TRASPORTO DI OSSIGENO Doping ematico: uso di sangue autologo, omologo o eterologo o prodotti contenenti globuli rossi di qualsiasi origine, al di fuori di un trattamento medico legittimo Uso di prodotti che aumentano l assorbimento, il trasporto o il rilascio dell ossigeno (es. eritropoietina), prodotti contenenti emoglobina sintetica, compresi, ma non limitati alle emoglobine basate sui sostituti del sangue, prodotti di emoglobina microincapsulata, perfluorochimici e efaproxiral (RSR13) 2. MANIPOLAZIONE FARMACOLOGICA, CHIMICA E FISICA Consiste nell uso di sostanze e metodi che possano alterare l integrità e la conformità dei campioni raccolti nei controlli antidoping (infusioni intravenose, cateterismo e sostituzione delle urine) 3. DOPING GENETICO E l uso non terapeutico dei geni, elementi genetici e/o cellule, che hanno la capacità di migliorare la prestazione sportiva

6 I DANNI DA DOPING Danni a breve termine Danni a lungo termine Amfetamine Beta bloccanti Mutagenesi farmacologica Cancerogenesi chimica Teratogenesi farmacologica

7 1. STIMOLANTI Efedrina, Amfetamine, Cocaina la vigilanza e la prontezza di riflessi la capacità di concentrazione la fatica, il senso di fame la competitività e l aggressività la capacità di autocontrollo

8 Effetti Avversi a breve termine STIMOLANTI Perdita dell appetito (effetto anoressizzante) alterazioni della pressione arteriosa (ipo- o ipertensione) tremori, agitazione, irritabilità, insonnia tachicardia e disturbi del ritmo cardiaco; dispnea ipertermia anche fatale (climi caldi o competizioni prolungate)

9 STIMOLANTI Effetti Avversi a lungo termine convulsioni li i psicosi infarto del miocardio ictus

10 STIMOLANTI Anfetamina, Efedrina, Cocaina. EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Riduzione fatica, euforia Ictus Sistema nervoso centrale Spiccata azione stimolante t sul sistema nervoso centrale (aumento dell attenzione della competitività, ità senso di benessere, euforia, riduzione del senso di fatica Aumento della frequenza cardiaca Aumento della glicemia e degli acidi grassi liberi Riduzione del senso di fame (effetto anoressizzante) Aumento Frequenza cardiaca Stimolo metabolismo energetico Colpo di calore Eccitazione, Irrequietezza, Insonnia, aggressività Dipendenza Tossicomania Dispnea Vomit o Tremori, eccitazione, aggressività iità Perdita del senso critico Cefalea Insonnia Vomito, anoressia Iperpiressia (colpo di calore) Convulsioni Forte stato depressivo, psicosi Sistema cardiocircolatorio i i Vasocostrizione Ipertensione Tachicardia Disturbi del ritmo Infarto del miocardio

11 Efedrina Contenuta, in basse dosi, in numerose formulazioni farmaceutiche (farmaci per l apparato respiratorio). Naturalmente presente in prodotti di erboristeria tipo Ephedra. Si considera positiva una concentrazione urinaria superiore a 5 mcg/ml (efedrina e metilefedrina)

12 Efedrina Associata alla caffeina (non più proibita) può aumentare la resistenza all esercizio fisico e migliorare le prestazioni ianaerobiche.

13 Quali sono gli effetti avversi?

14 Efedrina Effetti Avversi a breve termine nausea, vomito, sudorazione, sete, irrequietezza, insonnia, tachicardia, ipertensione, aritmie.

15 STIMOLANTI Vietati solo in competizione Le anfetamine sono una classe di stimolanti usati in molti sport per la loro capacità di aumentare l attenzione, la competitività, ità ridurre il senso di fatica, dare euforia, stimolare il metabolismo energetico

16 lesioni dentali da ecstasy Le anfetamine danno: eccitazione irrequietezza insonnia aggressività tossicomania i psicosi convulsioni depressione anoressia

17 Mondiali Parigi 2003 riscontrati casi di doping per assunzione di Modafinil, uno stimolante che è entrato a far parte della lista delle sostanze proibite dalle Olimpiadi di Atene 2004 Kelli White ha dovuto restituire 2 medaglie d oro dei 100 e 200m Calvin Harrison oro nei 4x400m 400

18 NARCOTICI Eroina, Metadone e Morfina. EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Interferenza a livello ll del sistema nervoso centrale con aumento della tollerabilità del dolore Aumento tollerabilità al dolore Alterazioni umore Depressione funzione respiratoria Nausea vomito Broncospasmo Depressione della funzione respiratoria Nausea, vomito Stipsi Riduzione del flusso urinario Aumento della sudorazione Broncospasmo Scialorrea Cambio dell umore Assuefazione Stipsi

19 NARCOTICI Vietati solo in competizione Vengono assunti per ridurre la percezione del dolore Il DOLORE OLORE è un segno d allarme La sua soppressione può condurre l atleta a strafare Rischio di: aggravare le lesioni traumatiche già esistenti causare danni permanenti.

20 Effetti Avversi NARCOTICI Costipazione; nausea e vomito; insonnia e depressione; capacità di concentrazione; perdita di equilibrio e di coordinazione; assuefazione; frequenza cardiaca; bradipnea

21 NARCOTICI Vietati solo in competizione La morfina e l eroina bloccano la percezione del dolore e ne aumentano la tollerabilità. Chi li usa può gareggiare anche con traumi dolorosi

22 NARCOTICI Vietati solo in competizione In cambio danno vomito, depressione del respiro, dipendenza fisica e psichica, alterazione dell umore

23 CANNABINOIDI Hashish, Marijuana EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Aumento del senso di Ridotta capacità di coordinazione Ansia benessere Euforia Euforia Viene ipotizzata t una diminuzione della tensione emotiva prima della gara Euforia e sensazione di benessere Alterata percezione tempo Alterazioni personalità Sonnolenza Apatia Tachicardia Ipotensione ortostatica Dipendenza Alterazioni equilibrio

24 CANNABINOIDI Vietati solo in competizione Marijuana e hashish hi h distorcono la percezione e non consentono ntono la corretta valutazione del rischio. L atleta compie azioni (acrobazie) che non farebbe in condizioni normali

25 CANNABINOIDI Vietati solo in competizione Deficit di memoria Psicosi, schizofrenia Teratogena per il feto Cancerogena (perché viene fumata)

26 3. CANNABINOIDI Viene ipotizzata una della tensione emotiva prima di una gara. Effetti Avversi frequenza cardiaca, ipertensione. disturbi all equilibrio e alla coordinazione; perdita della memoria a breve termine; perdita di concentrazione, allucinazioni, psicosi; temperatura t corporea anomala; anomalie della spermiogenesi e dell ovulazione;

27 GLUCOCORTICOSTEROIDI proibiti per via orale, rettale, im. o ev. per le altre vie è richiesta certificazione medica EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Euforia Potente azione anti-infiammatoriainfiammatoria Aumentata Effetto euforizzante resistenza a stimoli nocivi Aumento della capacità di resistere a stimoli nocivi Azione anti-infiammatoria Alterazioni idroelettrolitiche Ipertensione Osteoporosi Ulcera gastroduodenale Aumentata suscettibilità alle infezioni Alterazione del bilancio elettrolitico Ipertensione Iperglicemia Iperlipidemia Iperuricemia Aumento della suscettibilità alle infezioni Ulcera peptica Osteoporosi Insonnia Cataratta Iperglicemia

28 GLUCOCORTICOSTEROIDI trattamento del dolore acuto anti-infiammatori infiammatori effetto euforizzante riduzione della percezione della fatica Vietati solo in competizione

29 GLUCOCORTICOSTEROIDI Vietati solo in competizione Disturbi elettroliti Insufficienza cardiaca Osteoporosi Immunodepressione Insufficienza renale Amenorrea

30 9. GLUCOCORTICOIDI Proibiti per via orale, rettale, im o ev; per le altre vie è richiesta certificazione medica. in grado di infiammazioni i i e dolore, indurre un senso di euforia

31 GLUCOCORTICOIDI Effetti Avversi Insonnia; ipertensione; cataratta; diabete mellito; osteoporosi; immunodepressione

32 AGENTI ANABOLIZZANTI Testosterone, Nandrolone, Stanozololo EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Nel maschio (età pre-puberale) puberale) Aumento della massa muscolare Diminuzione della massa grassa Aumento della resistenza alla fatica Diminuzione azione catabolica dei glucocorticoidi Aumento della sintesi dei globuli rossi Aumento della densità ossea Aumento sintesi s dei globuli rossi Aumento Densità ossea massa Muscolare Massa grassa Acne Blocco crescita ossa lunghe Danni epatici Danni funzione riproduttiva Aumento trigliceridi e colesterolo Lesioni tendinee Precoce saldatura delle cartilagini epifisarie (blocco crescita ossa lunghe) Inibizione della spermogenesi Nel maschio (età adulta) Oligospermia/azospermia Atrofia testicolare Ipertrofia prostatica Alterazione della funzione epatica con possibilità di tumori Aumento dei lipidi plasmatici Nella donna Soppressione della funzione ovarica Atrofia della ghiandola mammaria Virilizzazione ili i Alterazione della funzione epatica con possibilità di tumori

33 ANABOLIZZANTI Vietati in-out competizione Alterazioni ematochimiche aumento dell ematocrito aumento dell aggregazione piastrinica diminuzione dei livelli di FSH ed LH diminuzione dei livelli di testosterone diminuzione del colesterolo-hdl e del colesterolo totale iperglicemia, iperinsulinemia aumento degli enzimi epatici e degli indici di colestasi

34 ANABOLIZZANTI Vietati in-out competizione Un uso molto prolungato: Danni psichici: - disforia - psicosi - dipendenza - grave depressione Danni epatici: - colestasi - epatite - tumori benigni e maligni Danni cardiovascolari: - cardiomiopatia - infarto miocardico acuto - accidenti cerebrovascolari - embolia polmonare

35 ANABOLIZZANTI Vietati in in-out out competizione Atleti maggiormente esposti al loro utilizzo: Sollevamento pesi Lancio del peso Lancio del disco Bodybuilding Calcio Lotta libera

36 ANABOLIZZANTI Vietati in in-out out competizione Farmaci spesso usati in associazione Human chorionic gonadotropin (HCG): la sintesi di testosterone contrasta l atrofia testicolare Diuretici: la ritenzione idrica diluiscono le urine per il test antidoping

37 ANABOLIZZANTI Vietati in in-out out competizione Farmaci spesso usati in associazione Antiestrogeni: prevengono nei maschi la ginecomastia ACTH: la produzione endogena di steroidi può provocare un senso di euforia

38 ANABOLIZZANTI Ronald Coleman Vietati in in-out out competizione Mr. Olympia Lenda Murray Ms. Olympia Sono ormoni steroidei (testosterone, nandrolone e ecc.) che potenziano la muscolatura e riducono il grasso.

39 ANABOLIZZANTI Vietati in in-out out competizione Il testosterone aumenta la massa muscolare e modifica il comportamento con manifestazioni di irritabilità, aggressività e violenza. Ben Johnson

40 In cambio sono ANABOLIZZANTI cancerogeni per il fegato, provocano dipendenza, modificazioni dei caratteri sessuali, Vietati in in-out out competizione femminilizzazione ili i nei maschi e viceversa.

41 Gli steroidi anabolizzanti Jennifer Capriati Possono in meno di due anni trasformare un atleta

42 O precursori del nandrolone È ben nota la vicenda dei calciatori Guardiola, Stam, de Boer, Monaco, Couto, Bucchi e Davids risultati positivi al nandrolone per aver assunto integratori made in USA inquinati i da precursori del nandrolone.

43 Altri e più recenti casi accertati di nandrolone nei calciatori Mohamed Kallon Emanuele Blasi Saadi Gheddafi

44 IL NANDROLONE APPRODA NEL TENNIS Bohdan Ulirach McEnroe ammette di aver scoperto di aver assunto sostanze usate nell ippica 2004 Rusedski Greg, uno dei 47 tennisti positivi tra i primi 120 della classifica ATP

45 Qualche volta sono così efficaci.. Heidi Krieger...da trasformare direttamente una donna in un uomo come Heidi Krieger.

46 Heidi Krieger oro nel lancio del peso agli Europei 1986 all età di 21 anni Corriere della sera 4 maggio 2003 Andreas Krieger r (39 anni) oggi con la moglie Ute Winter

47 4. AGENTI ANABOLIZZANTI (testosterone, nandrolone, stanzolo ) la massa muscolare, il grasso corporeo la resistenza fisica l aggressività azione catabolica dei glucocorticoidi la sintesi di globuli rossi densità ossea

48

49 AGENTI ANABOLIZZANTI Alterazioni ematochimiche dell ematocrito ematocrito dell aggregazione piastrinica dei livelli di FSH ed LH dei livelli lli di testosterone t t del colesterolo-hdl e del colesterolo totale iperglicemia, iperinsulinemia degli enzimi epatici e degli indici di colestasi

50

51 AGENTI ANABOLIZZANTI Gli effetti avversi legati all uso di agenti anabolizzanti dipendono dall età e dal sesso del soggetto, dalla durata del trattamento, dalla dose e dal tipo di steroide utilizzato Gli effetti avversi possono essere divisi in generici Gli effetti avversi possono essere divisi in generici, specifici per gli uomini, specifici per le donne

52 AGENTI ANABOLIZZANTI Effetti avversi generici acne; danni al sistema riproduttivo e sterilità; ipertensione; rischio di malattie cardiovascolari; anomalie e disfunzioni epatiche e renali; comportamento violento ed aggressivo lesioni tendinee e/o microfratture ossee

53 AGENTI ANABOLIZZANTI Effetti avversi specifici per gli uomini ginecomastia; della produzione di ormoni maschili; atrofia testicolare e oligo-azospermia; sterilità, impotenza; alopecia; rischio di carcinoma della prostata.

54 AGENTI ANABOLIZZANTI Effetti avversi specifici per le donne irsutismo e perdita di capelli; irregolarità del ciclo mestruale amenorrea ipotrofia delle ghiandole mammarie; cambiamento della voce, clitorido-megalia.

55 AGENTI MASCHERANTI Diuretici, Epitestosterone, Probenecid, Espansori del plasma (destrano, idrossietil-amido) EFFETTI Diminuzione dell escrezione di altre sostanze proibite mascherandone la presenza nella urine Alterazione dei parametri ormonali ed ematologici Eliminazione di liquidi con conseguente perdita del peso corporeo (sport con categoria di peso) Alterazione parametri ormonali ematologici Aumentata escrezione urina Alterazione dell equilibrio equilibrio idro-salino Disidratazione collasso Lesioni renali EFFETTI INDESIDERATI Crampi muscolari e senso di fatica Alterazione dell equilibrio idro-salino Disidratazione, collasso Crampi muscolari Senso di fatica Alterazione del metabolismo degli zuccheri e grassi Aumento dell acido urico Formazione di calcoli renali, lesioni renali Reazioni da ipersensibilità

56 AGENTI MASCHERANTI Vietati in-out competizione Hanno la capacità di alterare l escrezione di sostanze proibite, di mascherare la loro presenza nell urina o in altri campioni utilizzati nei controlli antidoping o di modificare i parametri ematologici Zhang Yi

57 AGENTI MASCHERANTI Vietati in-out competizione Servono a diminuire di peso nelle varie discipline a categoria Ivan Ivanov disidratazione amenorrea anemia squilibrio elettrolitico osteoporosi ipotensione

58 8. AGENTI MASCHERANTI diuretici epitestosterone, probenecid, espansori del plasma (destrano, idrossietil-amido) in grado di l escrezione di altre sostanze proibite, nascondere la loro presenza in urina, alterare i parametri ormonali ed ematologici.

59 Diuretici concentrazione, per diluizione, di farmaci vietati eliminazione di liquidi e conseguente del peso corporeo (sports con categorie di peso)

60 Diuretici Effetti Avversi Disidratazione che può provocare episodi tromboembolici; del volume di sangue circolante e della sua densità; crampi muscolari; disfunzioni renali; ipotensione ortostatica, aritmie

61 5. ORMONI PEPTIDICI Eritropoietina Ormone della crescita (GH) Fattore di crescita insulino-simile (IGF-1) Gonadotropina Corionica (hcg) (proibita solo negli atleti di sesso maschile) Gonadotropine pituitarie e sintetiche (LH) Insulina (proibite solo negli atleti di sesso maschile) Corticotropine (ACTH)

62 ORMONI PEPTIDICI Gonadotropina corionica (HCG) ipofisaria e di sintesi (LH) EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Nei soggetti di sesso maschile promuove la produzione di testosterone da parte dei testicoli Stimolo produzione di testosterone Euforia depressione Blocco crescita ossa lunghe Danni epatici Danni funzione riproduttiva In età pre-puberalepuberale Precoce saldatura delle cartilagini epifisarie (blocco crescita ossa lunghe) Inibizione della spermogenesi In età adulta Oligospermia/azospermia Atrofia testicolare Ipertrofia prostatica Alterazione della funzione epatica con possibilità di tumori Aumento dei lipidi plasmatici Si hanno inoltre Aumento Stati di euforia e depressione trigliceridi e colesterolo l Ginecomastia Pubertà precoce negli adolescenti

63 ORMONI PEPTIDICI Corticotropina (ACTH) EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Aumenta la capacità di sopportare lo stress Azione anti-infiammatoria infiammatoria Aumetata sopportazione dello stress Vertigini euforia cefalea insonnia Gastrite ulcera Ipertrofia corticosurrene Tendenza al diabete Ipertrofia del corticosurrene Osteoporosi Miopatie Danni gastro-intestinali fino all ulcera peptica Fragilità della cute Cefalea Ridotta tolleranza ai glucidi Vertigini Euforia, insonnia Obesità Azione Anti-infiammatoria Disturbi muscolari e fragilità ossea

64 ORMONI PEPTIDICI Ormone della crescita (GH) fattore di crescita (IGF-1) EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Aumento sintesi proteica Cardiopatia Aumento della sintesi i Acromegalia nell adulto Ipertensione proteica Ritenzione idrica ed edema (generalizzato e periferico) Aumento della crescita del tessuto muscolare Diabete Artropatie; sindrome del tunnel carpale Incremento della crescita Stimolo staturale nel giovane crescita ossea Cardiomiopatia (gigantismo) Aumento degli Ipertensione arteriosa organi interni Aumento della lipolisi Iperglicemia Diabete Aumento della glicemia Aumentata immissione in circolo delle sostanze energetiche Danni muscolari ed articolari Aumento dimensioni estremità

65 Esempi di morte da doping Flo Jo Griffith ( ) 1998) contrasse una malattia infettiva per abuso di ormone della crescita estratto da cadavere. Aveva detto: quando arrivi sempre seconda, puoi accettarlo o tentare di diventare la numero uno."

66 ORMONI PEPTIDICI Sono piccole molecole proteiche ottenute con nuove biotecnologie: Il GH o ormone della crescita Le GONADOTROPINE La ERITROPOIETINA L INSULINA Vietati in-out competizione IL CAMPIONE PIU SCURO CONTIENE SANGUE TALMENTE DENSO DA NON SCENDERE GIU QUANDO SI CAPOVOLGE LA PROVETTA (ERITROPOIETINA)

67 ORMONI PEPTIDICI Eritropoietina (EPO) EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Stimolo della produzione Poliglobulia dei globuli rossi Aumento della viscosità del sangue Aumento della capacità di Poliglobulia trasporto dell ossigeno trombosi Infarto del miocardio Insufficienza Trombosi cardiaca Stimolo Ictus produzione di globuli rossi Embolia polmonare Convulsioni

68 Funzioni fisiologiche dell eritropoietina (Epo) Organo Funzione Induzione da Rene Vaso Eritropoiesi Ipossia rene ematico Cervello Sopravvivenza neuronale Ipossia astrocita neurone Utero endometrio vaso ematico Angiogenesi Estradiolo (E2) Di-estro Pro-estro Estro Post-estro

69 ORMONI PEPTIDICI Vietati in-out competizione La EPO aumenta la produzione di eritrociti e quindi il trasporto t di ossigeno. In cambio il rischio di morte per trombosi aumenta del 400%

70 ORMONI PEPTIDICI Vietati in-out competizione LA EPO RENDE IL SANGUIE DENSO COME MARMELLATA AUMENTA DI 4 VOLTE IL RISCHIO DI MORTE PER TROMBOSI

71 ORMONI PEPTIDICI Insulina EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Stimolo Facilitazione i della sintesi i proteica Crisi ipoglicemiche (artimie, captazione di glucosio da cardiomiopatie, coma e Ipoglicemia morte) parte dei tessuti (principalmente muscolo, Inibizione della produzione adipociti iti e fegato) endogena Stimolo della sintesi proteica Danni epatici Aumento Captazione tissutale di glucosio Inibizione della sintesi endogena

72 ORMONI PEPTIDICI Vietati in-out competizione GH e gonadotropine hanno gli stessi effetti del testosterone: sono anabolizanti ma provocano blocco della crescita delle ossa lunghe, ginecomastia, depressione, atrofia dei testicoli, tumori al fegato

73 8 dicembre 2003 a 32 anni scompare, per malore, José Maria JIMENEZ ciclista scalatore. Due anni fa decise di ritirarsi in seguito ad una depressione.

74 ORMONI PEPTIDICI Gli effetti ricercati sono variabili della capacità di trasporto di ossigeno (Eritropoietina) della produzione di testosterone endogeno (hcg, LH) azione anabolica: captazione di glucosio nei muscoli, sintesi proteica, lipolisi (GH, IGF-1, Insulina) dei corticosteroidi endogeni (ACTH)

75 Eritropoietina Glicoproteina i fisiologicamentei i prodotta alivello ll renale; stimola la produzione di globuli rossi. la capacità aerobica sport di resistenza come corsa e ciclismo.

76 Effetti Avversi Eritropoietina viscosità del sangue rischio di trombosi; ipertensione; infarto miocardico; ictus; embolia polmonare; convulsioni

77 Ormone della crescita crescita del tessuto muscolare metabolismo delle proteine liberazione di glucosio epatico metabolismo dei carboidrati promuove un stato anabolico

78 Ormone della crescita Effetti Avversi Incremento della crescita staturale, gigantismo (giovani) Acromegalia (adulti) Epifisiolisi della testa del femore Ipertensione arteriosa Iperglicemia i Diabete Ritenzione idrica ed edema (generalizzato e periferico) Artropatie; sindrome del tunnel carpale

79

80 Gonadotropina corionica umana (hcg) Effetti Avversi Ginecomastia nei maschi; disturbi mestruali nelle femmine. Gonadotropina pituitaria e di sintesi (LH) Effetti Avversi alterazioni dell apparato neuroendocrino

81 Insulina Effetti Avversi Alterazioni dell equilibrio idrico e metabolico danni epatici; i produzione endogena di insulina; crisi da ipoglicemia acuta aritmie, i cardiomiopatie, i coma e morte

82 Fattore di crescita insulino simile (IGF-1) Effetti Avversi rischio di cardiopatie; impotenza; effetti analoghi a quelli del GH

83 Beta 2 agonisti Azione stimolante e anabolizzante EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Broncodilatazione i Aumento dell efficacia contrattile del miocardio Azione lipolitica liti (aumento degli acidi grassi liberi) Ipertrofia delle fibre muscolari tipo II Azione cardiostimolante Broncodilatazione Azione lipolitica Ipertrofia fibre muscolari tipo II Agitazione Irritabilità Insonnia Disturbi ritmo cardiaco Iperidrosi Ritenzione urinaria Tremori, agitazione, irritabilità e insonnia Iperidrosi Scialorrea Ritenzione urinaria Anoressia Ipopotassiemia Alterazioni della pressione arteriosa Tachicardia e disturbi del ritmo Dispnea

84 BETA-2 AGONISTI Vietati in-out competizione QUESTI FARMACI POSSIEDONO UN EFFICACE AZIONE SULLE MASSE MUSCOLARI SENZA DETERMINARE I NUMEROSI EFFETTI COLLATERALI LEGATI ALL USO DEGLI STEROIDI. VENGONO INOLTRE UTILIZZATI PER PREVENIRE L ASMA INDOTTA DALL ESERCIZIO FISICO Il clenbuterolo l produce uno specifico anabolismo proteico sia nel muscolo normale che in quello in fase catabolica attraverso l attivazione dei recettori β 2 adrenergici presenti nei muscoli scheletrici stessi Crescita della massa e aumento della forza muscolare

85 BETA-2 AGONISTI Vietati in-out competizione Dosaggio terapeutico: microgrammi al giorno Dosaggi nel doping: microgrammi al giorno EFFETTI COLLATERALI: tremore (molto marcato) ed effetti cardiovascolari i quali tachicardia, palpitazioni, i aritmie, ipertensione. Sono state inoltre osservate ansia, vertigini, cefalea, insonnia e spasmi muscolari.

86 6. BETA 2 AGONISTI ALTE DOSI Effetti anabolizzanti: accertati in veterinaria non dimostrati sugli uomini Effetti avversi: tachicardia, cefalea, ansietà, vertigini, nausea, tremori, insonnia. Meno frequenti: aritmie, ipertrofia e infarto del miocardio, ictus.

87 AGENTI CON ATTIVITA ANTIESTROGENICA Inibitori dell aromatasi, clomifene, cyclofenil EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Capacità anabolizzanti indirette Capacità anabolizzanti indirette Alopecia Alterazioni epatiche Nausee Vomito Nausea e vomito Cefalea e capogiri i Leucopenia, trombocitopenia Reazioni cutanee anche gravi Alopecia Alterazioni epatiche Leucopenia Trombocitopenia

88 AGENTI CON ATTIVITA ANTIESTROGENICA Vietati in-out competizione Sono proibiti in gara e fuori gare esclusivamente per gli uomini: Clomifene mf Ciclofenil Raloxifene Tamoxifene Toremifene Inibitori dell aromatasi (aminoglutetimide, anastrozolo, exemestan, letrozolo, desossicortone e fludrocortisone)

89 7. AGENTI CON ATTIVITÀ ANTIESTROGENICA proibiti solo in atleti di sesso maschile. La classe comprende: inibitori dell aromatasi, clomifene, cyclofenil, tamoxifene. Hanno capacità anabolizzanti tiindirette

90 AGENTI CON ATTIVITÀ ANTIESTROGENICA Effetti Avversi nausea e vomito; cefalea e capogiri; leucopenia, trombocitopenia; reazioni cutanee anche gravi; alopecia; alterazioni epatiche;

91 ALCOOL EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Depressione Assunto a piccole dosi attività Depressione dell attività del riflesse riduce l ansia e la tensione sistema nervoso nervosa Alterazione della coordinazione Aumento della sicurezza di sé Danni epatici Riduzione ansia e tensione nervosa Alterata coordinazione

92 ALCOOL Vietati in particolari sport L alcool attiva l area ventrale del cervello e libera dopamina modificando in positivo tutte le sensazioni i

93 I danni da alcool comprendono gravi ALCOOL Vietati in particolari sport patologie del fegato e rischi per i neonati di madri bevitrici: la sindrole alcolica li fetale

94 BETABLOCCANTI EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Riduzione ansia Sensazione di testa vuota Riduzione i della pressione Effetto nagativo sulle arteriosa Accentuazione prestazioni aerobiche senso di fatica Aumento della percezione Riduzione della frequenza dello sforzo cardiaca Broncospasmo nei Riduzione della contrattilità soggetti con asma del cuore Riduzione capacità Bradicardia Riduzione del consumo Prestazione Ipotensione d ossigeno aerobica Insonnia Riduzione del tremore Riduzione dell ansia Riduzione i attività ità cardiovascolare Possibilità d arresto cardiaco di broncospasmo e crisi ipoglicemica Impotenza

95 BETA-BLOCCANTI proibiti solo in competizione Riducono: la frequenza cardiaca i fenomeni di sudorazione e tremore di tipo emotivo ti iè i t ll t i fi sport in cui è necessario un controllo motorio fine (arco/pistola, tuffi )

96 BETABLOCCANTI Vietati ti in particolari i sport I farmaci beta-bloccanti bloccanti riducono il tremore di base e sono impiegati con effetti strepitosi nelle gare di tiro

97 BETA BLOCCANTI Vietati ti in particolari i sport In cambio provocano insufficienza cardiaca fino al blocco, broncospasmo, morte. E anche depressione, allucinazioni, convulsioni, alopecia

98 BETA-BLOCCANTI Effetti Avversi Ipotensione; bradicardia; insufficienza cardiaca; disturbi cardiocircolatori; insonnia; impotenza

99 Il mondo degli sportivi, professionisti e non, cerca un ingrediente magico e innocuo che sia in grado di migliorare le prestazioni fisiche, aumentando il livello di competitività. Le aziende specializzate promuovono la diffusione di prodotti mirati specificamente allo sportivo Non sempre tali sostanze sono sicure

100 Uso incongruo/pericoloso di integratori o prodotti salutistici. Materie prime e processi produttivi non sempre controllati. Estrema genericità nell'indicazione dei dosaggi: Convinzione che i dosaggi non siano critici come per i medicamenti. mancano riferimenti all età età, al sesso, al peso corporeo, a situazioni patologiche in atto (ipertensione) Manca una reale valutazione dell'efficacia e della tossicità.

101 I Dubbi del Medico Sportivo Può il medico dello sport, motivato da esigenze di prevenzione (assenza di patologie) somministrare farmaci senza violare la legge e l etica professionale? CEFT: Comitato Esenzione Farmaco Terapeutica Il medico di società professionistiche on st deve annotare nella cartella clinica l uso di integratori/prodotti salutistici?

102

103 MEDICAMENTI di USO ESCLUSIVAMENTE OSPEDALIERO ed IMPIEGATI OFF-LABEL Ferlixit endovena: complesso gluconato ferrico manifestazioni da carenza di ferro Spasmomen Fiale: Otilonio premedicazione nella endoscopia digestiva

104 Attività sportiva caratterizzata da elevati ritmi ie carichi ihidi lavoro Aspettative spesso esagerate in rapporto alle capacità atletiche atleta/sportivo Ricorso a scorciatoie per migliorare la performance farmaci - integratori - doping

105 L abuso di prodotti farmacologicamente attivi (farmaci non vietati, integratori, etc.) può comportare rischi Per la salute effetti avversi acuti o cronici, soprattutto per assunzione in dosi massicce o per tempi Per la professione positività ai test antidoping

106

107 Uso incongruo/pericoloso di integratori o prodotti salutistici. ETERNAL LIFE (dimagrante) Dictamnus dasycarpus, pianta contenente numerose tossine 3 casi di insufficienza epatica grave, 1 caso di morte JIN BU HUAN (sedativo, analgesico) Lycopodium serratum pianta contenente un alcaloide morfinosimile 7 casi di epatotossicità t ità e insufficienza i epatica acuta

108 INDICATORI EMATOCHIMICI DELLO STATO FISICO DELL ATLETA Testosterone Diidrotestosterone ACTH Cortisolo DHEAs delta-4- androstenedione GH Valutazione dello stress agonistico e dell impegno psicofisico

109 INDICATORI EMATOCHIMICI DELLO STATO FISICO DELL ATLETA LDH CPK Studio delle caratteristiche i muscolari di un atleta t

110 SPORT D ALTURA Emocromo Sideremia Transferrina Ferritina Curva di dissociazione Hb Difosfoglicerato f

111 INDICATORI DELL USO DI SOSTANZE E METODI PROIBITI

112 Esami per la rilevazione dell'uso di anabolizzanti FSH LH PT PTT Colesterolo Colesterolo HDL GH Testosterone Estradiolo Estrone Prot.C Prot. S D-Dimero PAI-1 ATIII APO A Colesterolo LDL Proteine Totali CPK AST ALT LDH

113 Esami per la rilevazione dell'uso di corticosteroidi Glicemia Kalemia ph ematico Esami per la rilevazione dell'uso di Narcotico Analgesici LH ADH GH Prolattina Testosterone

114 Esami per la rilevazione dell'uso di eritropoietina e derivati Emocromo completo Reticolociti IMR Transferrina Ferritina Acido Folico Vitamina B12 Sideremia CD 71 Glicoforina A Bilirubina CFU-E BFU-E

115 Esami per la rilevazione dell'uso di GH GH LH FSH Colesterolo Trigliceridi Clearance della creatinina Azoto ureico IGF-I IGF- BP2 IGF BP3 NEFA Glucosio Insulina

Indice generale. 1 Introduzione ai farmaci e al loro uso nello sport 1 David R. Mottram

Indice generale. 1 Introduzione ai farmaci e al loro uso nello sport 1 David R. Mottram Indice generale 1 Introduzione ai farmaci e al loro uso nello sport 1 David R. Mottram 1.1 Definizione di farmaco 1 1.2 Classificazione e nomenclatura dei farmaci 1 1.3 Sviluppo di nuovi farmaci 3 1.4

Dettagli

IL DOPING. Definizione: LISTA DELLE SOSTANZE BANDITE (USA 2002)

IL DOPING. Definizione: LISTA DELLE SOSTANZE BANDITE (USA 2002) IL DOPING Definizione: La somministrazione effettuata dal medico o dall allenatore o altri, o l uso diretto da parte di un atleta, di qualsiasi sostanza estranea all organismo, oppure di una sostanza fisiologica

Dettagli

Prof. Dario D Ottavio

Prof. Dario D Ottavio Prof. Dario D Ottavio già Direttore laboratorio Chimica Clinica e Tossicologia A.O. S. Camillo - Forlanini Roma Biochimico Clinico Commissione Antidoping Ministero della Salute Consulente Tecnico Procure

Dettagli

Tabacco, alcool, droghe

Tabacco, alcool, droghe Tabacco e prestaziome Tabacco, alcool, droghe Essere in pieno possesso delle proprie capacità cardio respiratorie e muscolari è indispensabile per la pratica di uno sport, qualunque esso sia. Alcune sigarette

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO FtM

OPUSCOLO INFORMATIVO FtM 2 INTRODUZIONE Scopo di queste pagine è di fornire alcune informazioni di carattere generale, ma scientificamente corrette, circa il trattamento ormonale che viene somministrato alle persone affette da

Dettagli

HORMONAL PROFILES. Valutazione degli equilibri ormonali

HORMONAL PROFILES. Valutazione degli equilibri ormonali HORMONAL PROFILES Valutazione degli equilibri ormonali Quando l organismo è sottoposto a malattie, infiammazione, sforzi fisici, stili di vita scorretti, oppure durante periodi particolari della vita (menopausa,

Dettagli

CAMPAGNA INFORMATIVA PROMOSSA DAL CIP CON IL CONTRIBUTO DELLA FONDAZIONE ROMA TERZO SETTORE

CAMPAGNA INFORMATIVA PROMOSSA DAL CIP CON IL CONTRIBUTO DELLA FONDAZIONE ROMA TERZO SETTORE CAMPAGNA INFORMATIVA PROMOSSA DAL CIP CON IL CONTRIBUTO DELLA FONDAZIONE ROMA TERZO SETTORE Prefazione La storia del doping è storia di illusioni e di miserie. Prima umane che sportive. E storia di fallimenti

Dettagli

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO 1. Definizione 2. Classificazione 2.1. Diabete mellito di tipo 1 2.2. Diabete mellito di tipo 2 2.3. Diabete gestazionale 2.4. Altre forme di diabete 2.5.

Dettagli

Sistema Endocrino 3. Ormoni del surrene. Fisiologia Generale e dell Esercizio Prof. Carlo Capelli

Sistema Endocrino 3. Ormoni del surrene. Fisiologia Generale e dell Esercizio Prof. Carlo Capelli Sistema Endocrino 3. Ormoni del surrene Fisiologia Generale e dell Esercizio Prof. Carlo Capelli Obiettivi Surrene: secrezione nelle varie zone del surrene, sintesi degli ormoni surrenali, Mineralcorticoidi-aldosterone,

Dettagli

Asse ipotalamo-ipofisi-testicolo

Asse ipotalamo-ipofisi-testicolo Asse ipotalamo-ipofisi-testicolo Ipotalamo GnRH Ipofisi FSH, LH Testicolo LH cellule di Leydig Testosterone FSH cellule di Sertoli Inibina, MIF Androgeni Testosterone DHEA, Androstenedione Testicolo Cellule

Dettagli

Conseguenze generali dell invecchiamento

Conseguenze generali dell invecchiamento Conseguenze generali dell invecchiamento riduzione sintesi proteica declino funzione immunitaria aumento massa grassa perdita massa e forza muscolare riduzione densità minerale ossea La fragilità fisica

Dettagli

Modificazioni endocrine (para)fisiologiche nell anziano

Modificazioni endocrine (para)fisiologiche nell anziano Modificazioni endocrine (para)fisiologiche nell anziano ridotta secrezione estradiolo (menopausa) + ridotta secrezione gonadotropine e testosterone (andropausa) ridotta secrezione DHEA (adrenopausa) ridotta

Dettagli

MENOPAUSA. scomparsa delle mestruazioni per 12 mesi consecutivi.

MENOPAUSA. scomparsa delle mestruazioni per 12 mesi consecutivi. MENOPAUSA scomparsa delle mestruazioni per 12 mesi consecutivi. Nel climaterio le ovaie producono meno ESTROGENI L OVAIO MODIFICAZIONI NELLA VITA RIPRODUTTIVA FEMMINILE MENOPAUSA Inizio della menopausa

Dettagli

Introduzione. Generalità

Introduzione. Generalità DIPENDENZE Introduzione In questo capitolo si illustrano le situazioni di urgenza che si possono verificare in pazienti che abusano di sostanze farmacologiche di natura diversa. Senza entrare in questa

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione Test di autovalutazione Ciascuna delle seguenti domande o affermazioni incomplete è seguita da risposte o completamenti dell affermazione. Individuare la SOLA risposta o completamento dell affermazione

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore TerapiE PER L OSTEOPOROSI Reggio Emilia, MARZO 2015 L artrite reumatoide CALCIO E VITAMINA D Nessun dato

Dettagli

Valutazione della tossicità dei farmaci

Valutazione della tossicità dei farmaci Valutazione della tossicità dei farmaci IT = IT DL50 ED50 maggiore sicurezza del farmaco Studi di tossicologia Definire la minima dose che produce effetti tossici e la massima che non induce alcun effetto,

Dettagli

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA Malattie renali PREMESSA: In tutti i casi di malattia a carico dell emuntorio renale deve essere richiesta la visita specialistica nefrologica con allegati esami ematochimici

Dettagli

e di altri tessuti connessi con la funzione riproduttiva.

e di altri tessuti connessi con la funzione riproduttiva. CORSO DI FORMAZIONE TECNICO EDUCATORE REGIONALE LA MACCHINA DELL UOMO: CENNI DI FISIOLOGIA, ANATOMIA DELL APPARATO LOCOMOTORE LA TRIADE DELLE ATLETE Relatore: Dott.Michele Bisogni Medico chirurgo Specializzando

Dettagli

STRATEGIE DI TRATTAMENTO DELLE TOSSICODIPENDENZE

STRATEGIE DI TRATTAMENTO DELLE TOSSICODIPENDENZE STRATEGIE DI TRATTAMENTO DELLE TOSSICODIPENDENZE Luca Luciani TOLLERANZA Fenomeno a causa del quale un consumatore di sostanze stupefacenti deve assumere dosi sempre maggiori per ottenere l effetto desiderato

Dettagli

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CARDIOCIRCOLATORIO

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CARDIOCIRCOLATORIO APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO TURBE del SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI APP. CARDIOCIRCOLATORIO OBIETTIVI Cenni di ANATOMIA e FISIOLOGIA dell APP. CARDICIRCOLATORIO il

Dettagli

DIABETE MELLITO. Patologia cronica del metabolismo conseguente a disfunzione insulinica. Patologia multisistemica e multifattoriale

DIABETE MELLITO. Patologia cronica del metabolismo conseguente a disfunzione insulinica. Patologia multisistemica e multifattoriale DIABETE MELLITO Patologia cronica del metabolismo conseguente a disfunzione insulinica Patologia multisistemica e multifattoriale Parametri clinici: iperglicemia glicosuria - poliuria - polidipsia cheto-acidosi

Dettagli

Crisi convulsive Sostanze psicoattive

Crisi convulsive Sostanze psicoattive CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO PROVINCIALE DI ROMA Crisi convulsive Sostanze psicoattive CROCE ROSSA ITALIANA - a cura del Capo Monitore V.d.S. Iannozzi Emanuela CRISI CONVULSIVE Susseguirsi di movimenti

Dettagli

STEROIDI ANABOLIZZANTI. Derivati sintetici del testosterone che sono stati modificati per aumentare l azione anabolica rispetto a quella androgenica

STEROIDI ANABOLIZZANTI. Derivati sintetici del testosterone che sono stati modificati per aumentare l azione anabolica rispetto a quella androgenica STEROIDI ANABOLIZZANTI l Derivati sintetici del testosterone che sono stati modificati per aumentare l azione anabolica rispetto a quella androgenica Biosintesi degli Steroidi Androgeni Anabolizzanti CYP17

Dettagli

PROFILO DONNA MENOPAUSA (Valutazione dell equilibrio ormonale)

PROFILO DONNA MENOPAUSA (Valutazione dell equilibrio ormonale) ALLEGATO: Note informative a corredo del risultato analitico utili al paziente ed al suo medico al quale comunque si rimanda per una corretta interpretazione dei dati. Cod. ID: 53480 CCV: 1ad Data: 07/11/2012

Dettagli

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati ANTIPERTENSIVI (1) L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati E uno dei maggiori problemi clinici dei tempi moderni. 1. Molte volte chi è iperteso lo scopre occasionalmente

Dettagli

CLASSIFICAZIONE del DIABETE

CLASSIFICAZIONE del DIABETE Il DIABETE Malattia cronica Elevati livelli di glucosio nel sangue(iperglicemia) Alterata quantità o funzione dell insulina, che si accumula nel circolo sanguigno TASSI di GLICEMIA Fino a 110 mg/dl normalità

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

NUTRI-GENOKIT FUNZIONE GENE POLIMORFISMO RISULTATO EFFETTO. BsmI. TaqIB. FokI. ApaI C677T A1298C. BsmI. TaqI. ApaI. rs9939609.

NUTRI-GENOKIT FUNZIONE GENE POLIMORFISMO RISULTATO EFFETTO. BsmI. TaqIB. FokI. ApaI C677T A1298C. BsmI. TaqI. ApaI. rs9939609. REPORT TECNICO: RISULTATI DELL ANALISI Nella tabella vengono indicati tutti i parametri ed i geni che vengono studiati facendo il test NUTRI-GENOKIT : una guida completa verso l alimentazione personalizzata.

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE ENDOREM, 11,2 mg Fe/ml, concentrato per sospensione per infusione. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA 1 ml

Dettagli

Laboratorio analisi. scheda 02.05 Esami strumentali

Laboratorio analisi. scheda 02.05 Esami strumentali Laboratorio analisi scheda 02.05 Esami strumentali Cos è Profili di laboratorio Il di MediClinic è una struttura organizzata secondo gli standard più moderni e attrezzata con tecnologie di ultima generazione.

Dettagli

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi generali Metodi mirati Scoperta e sviluppo di nuovi

Dettagli

DIPENDENZA DA CANNABINOIDI

DIPENDENZA DA CANNABINOIDI DIPENDENZA DA CANNABINOIDI La cannabis è forse la prima pianta ad essere stata coltivata dall uomo a scopo non commestibile Da sempre è utilizzata per le sue proprietà psicoattive e per produrre fibre

Dettagli

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4 Anemia e nefropatia Stadi 1 4 Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L iniziativa della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) sviluppa linee

Dettagli

Diabete e attività fisica

Diabete e attività fisica Diabete e attività fisica Dott. Francesco Costantino Clinica Pediatrica Servizio di Diabetologia Infantile Università La Sapienza Roma Tipologia del Diabete Diabete mellito tipo 1 E caratterizzato dalla

Dettagli

Aspetti generali del diabete mellito

Aspetti generali del diabete mellito Il diabete mellito Aspetti generali del diabete mellito Il diabete è una patologia caratterizzata da un innalzamento del glucosio ematico a digiuno, dovuto a una carenza relativa o assoluta di insulina.

Dettagli

INTEGRATORI ALIMENTARI IMPIEGATI NELLA PRATICA SPORTIVA. Paolo Giliberti

INTEGRATORI ALIMENTARI IMPIEGATI NELLA PRATICA SPORTIVA. Paolo Giliberti INTEGRATORI ALIMENTARI IMPIEGATI NELLA PRATICA SPORTIVA Paolo Giliberti Das Wundermittel Il 98 % di aspiranti ai giochi olimpici si dichiara disposto ad utilizzare sostanze anche proibite, a condizione

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO. Sistema nervoso periferico. Sistema nervoso centrale. midollo spinale. encefalo. autonomo. parasimpatico. -Cervello -Cervelletto

IL SISTEMA NERVOSO. Sistema nervoso periferico. Sistema nervoso centrale. midollo spinale. encefalo. autonomo. parasimpatico. -Cervello -Cervelletto IL SISTEMA NERVOSO Sistema nervoso centrale Sistema nervoso periferico encefalo midollo spinale sensoriale motorio -Cervello -Cervelletto somatico simpatico autonomo parasimpatico -Midollo allungato Il

Dettagli

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA Anno accademico 2013/2014 FARMACOLOGIA GENERALE 1. Azione farmacologia 2. Meccanismo di azione dei farmaci 3. Vie di somministrazione 4. Assorbimento 5. Distribuzione, ripartizione,

Dettagli

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI,

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, Nuove tematiche IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, CLASSI DI SOSTANZE VIETATE MARIA GRAZIA RUBENNI Specialista in Medicina dello Sport, FIGC, Firenze Il termine doping sta ad indicare nel sapere

Dettagli

2 CONVEGNO DIABESITA

2 CONVEGNO DIABESITA 2 CONVEGNO DIABESITA La co-morbidità nel paziente con diabesità Dott. Roberto Gualdiero 7 Giugno 2014- CAVA DEI TIRRENI Diabesità è il neologismo coniato dall OMS per sottolineare la stretta associazione

Dettagli

artecipa per il gusto di fare sport

artecipa per il gusto di fare sport DIPARTIMENTO di PREVENZIONE Direttore Dr. UMBERTO PACCHIAROTTI ecidi di farne a meno biettivo: gareggia con lealtà artecipa per il gusto di fare sport nvesti sulla tua salute on ne hai bisogno uarda avanti

Dettagli

Senza il dolce, il cuore è più leggero.

Senza il dolce, il cuore è più leggero. Il diabete Il diabete Opuscolo redatto da Franco Veglio*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: Senza il dolce, il cuore è più leggero. L attività fisica

Dettagli

Dott. Marco Rossi farmacista

Dott. Marco Rossi farmacista Le informazioni contenute nel sito possono generare situazioni di pericolo e danni. I dati presenti hanno un fine illustrativo e in nessun caso esortano né spingono ad atti avversi alla salute psicofisica

Dettagli

Introduzione alla psicofarmacologia: come interagiscono i farmaci con il corpo e con il cervello

Introduzione alla psicofarmacologia: come interagiscono i farmaci con il corpo e con il cervello PARTE 1 Parte 1 978-88-08-19583-8 1 Introduzione alla psicofarmacologia: come interagiscono i farmaci con il corpo e con il cervello La farmacologia è la scienza che studia come i farmaci influenzano il

Dettagli

PSICOFARMACI E SINDROME DISMETABOLICA

PSICOFARMACI E SINDROME DISMETABOLICA PSICOFARMACI E SINDROME DISMETABOLICA Dott.ssa Nadia DELSEDIME, M.D., Ph.D PSICHIATRIA SCDU CPR DCA AOU Città della Salute e della Scienza di Torino Università degli Studi di Torino LA SINDROME METABOLICA

Dettagli

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti Cosa succede con la chemioterapia e gli altri trattamenti SANGUE e SISTEMA CARDIO-CIRCOLATORIO: ALTERAZIONI EMATOLOGICHE Anemia Leucopenia Piastrinopenia FEBBRE ALTERAZIONI PSICHICHE Immagine corporea

Dettagli

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma)

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma) LA TERAPIA DEL PAZIENTE GIOVANE Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia farmacologica ha un ruolo fondamentale nel trattamento del Mieloma Multiplo che è una malattia già disseminata nell organismo al

Dettagli

Ministero della Salute Decreto ministeriale 04.07.2002 (Gazzetta Ufficiale 23 luglio 2002, n. 171)

Ministero della Salute Decreto ministeriale 04.07.2002 (Gazzetta Ufficiale 23 luglio 2002, n. 171) Ministero della Salute Decreto ministeriale 04.07.2002 (Gazzetta Ufficiale 23 luglio 2002, n. 171) Modifica degli stampati di specialità medicinali contenenti buprenorfina cloridrato indicata nella terapia

Dettagli

Ordinanza del DDPS sui prodotti e sui metodi dopanti

Ordinanza del DDPS sui prodotti e sui metodi dopanti Ordinanza del DDPS sui prodotti e sui metodi dopanti (Ordinanza sui prodotti dopanti) Modifica del 18 novembre 2003 Il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport,

Dettagli

irsutismo femminile ipertricosi femminile Oggi una bellezza femminile senza peli problemi di salute

irsutismo femminile ipertricosi femminile Oggi una bellezza femminile senza peli problemi di salute La peluriia femmiiniile iin eccesso Un sserriio prrobllema perr lla ffemmiiniilliittà delllla donna Il modello di un corpo senza peli e con la pelle vellutata Peluria in eccesso : il sentirsi poco femminile

Dettagli

ITI ENRICO MEDI. Programmazione. Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza

ITI ENRICO MEDI. Programmazione. Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza ITI ENRICO MEDI Programmazione Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza L insegnamento di Igiene, Anatomia, Fisiologia e Patologia, in particolare, vuol far acquisire agli alunni:

Dettagli

Andamento della pressione

Andamento della pressione Il gradiente pressorio per la circolazione sanguigna è generato dalla pompa del cuore Vasi di trasporto veloce a bassa resistenza Vasi di resistenza Vasi di capacitanza Legge di Poiseuille: P = GS x R

Dettagli

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE CAPITOLO 5_e 1 OBIETTIVI DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE IDENTIFICARE I SEGNI DI GRAVITÀ E LE MANOVRE DI SOSTEGNO 2 ALTRE PATOLOGIE

Dettagli

Relazioni tra sistema endocrino e sistema nervoso

Relazioni tra sistema endocrino e sistema nervoso Relazioni tra sistema endocrino e sistema nervoso Meccanismi di comunicazione cellulare Classificazione degli ormoni Tipologie di recettori ghiandola ormone/i principali azioni fisiologiche ipotalamo

Dettagli

Alcol, droghe e comportamenti a rischio

Alcol, droghe e comportamenti a rischio 26 marzo 2014 h. 09.10-11.00: LEZIONE DI LEGALITA Alcol, droghe e comportamenti a rischio prof.ssa Alessandra Busulini Mosaico - classi 1 e : prevenzione all uso di alcol Mosaico - classi 2 e : prevenzione

Dettagli

PIU TESTOSTERONE, PIU CAPELLI, MENO PROBLEMI ALLA PROSTATA

PIU TESTOSTERONE, PIU CAPELLI, MENO PROBLEMI ALLA PROSTATA PIU TESTOSTERONE, PIU CAPELLI, MENO PROBLEMI ALLA PROSTATA Innalzare il testosterone con metodi naturali e contemporaneamente salvaguardare la salute della prostata, limitando la caduta dei capelli L uomo

Dettagli

NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA. Dott. Adolfo Affuso

NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA. Dott. Adolfo Affuso NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA Dott. Adolfo Affuso La nutrizione artificiale è parte integrante della terapia del paziente Un adeguato apporto nutrizionale migliora l outcome del malato INDICAZIONI ALLA

Dettagli

Un efficace strumento di cura e prevenzione

Un efficace strumento di cura e prevenzione HK HealthKlab HealthKlab Health Klab, il Klab della salute, nasce con l'obiettivo di creare e mantenere salute. Sotto questo marchio operano il Servizio di Prevenzione e Attività Fisica dell'istituto di

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Alcol, tabacco e altre droghe. Conoscere i rischi per decidere i comportamenti

Alcol, tabacco e altre droghe. Conoscere i rischi per decidere i comportamenti Capitolo 4 Alcol, tabacco e altre droghe. Conoscere i rischi per decidere i comportamenti Le basi biologiche della gratificazione: gli effetti piacevoli dell assunzione dell alcol e delle altre droghe

Dettagli

INSUFFICIENZA RENALE ACUTA

INSUFFICIENZA RENALE ACUTA - alterazione funzione renale con quadro clinico molto vario da muto a gravissimo - patogenesi varia, distinta in tre forme: 1. pre-renale (funzionale) 2. renale (organica) 3. post-renale (ostruttiva)

Dettagli

TERAPIA ORMONALE SOSTITUTIVA

TERAPIA ORMONALE SOSTITUTIVA Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore TERAPIA ORMONALE SOSTITUTIVA (ESTROGENI ED ESTROPROGESTINICI) REGGIO EMILIA,,

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

E DIABETE. Prof. Nicola Candeloro. Campobasso 9 Aprile 2014

E DIABETE. Prof. Nicola Candeloro. Campobasso 9 Aprile 2014 ESERCIZIO FISICO E DIABETE Prof. Nicola Candeloro Campobasso 9 Aprile 2014 Steve Redgrave 5 volte oro olimpico (1984,1988,1992,1996,2000) Diabete tipo 1 Effetti del training sul metabolismo energetico

Dettagli

La molla che fa saltare il cuore.

La molla che fa saltare il cuore. L ipertensione arteriosa Ipertensione arteriosa Opuscolo redatto da Franco Veglio*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: La molla che fa saltare il

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Suprefact Depot 9,45 mg impianto 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ogni siringa pre-riempita con tre barrette cilindriche

Dettagli

Gravidanza fisiologica e a rischio

Gravidanza fisiologica e a rischio WOMAN IN CHANGE Donne che cambiano Modena, 25 / 26 / 27 marzo 2010 Gravidanza fisiologica e a rischio Dr.ssa Rossana Bellucci Direttore Laboratorio Test Modena Durante la gravidanza tutte le donne si sottopongono

Dettagli

Il diabetico e lo sport

Il diabetico e lo sport Il diabetico e lo sport S.S.D. Endocrinologia, Diabetologia e Malattie dl Metabolismo Dott.S.E.Oleandri Dott.ssa G. Comba Savigliano 23 ottobre 2012 La terapia del diabete Stile di vita alimentazione attività

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Franco Patrone DIMI, Università di Genova

Franco Patrone DIMI, Università di Genova PRINCIPI DI ONCOLOGIA GERIATRICA Franco Patrone DIMI, Università di Genova Genova, 16 Ottobre 2010 I Tumori nell Anziano: Dimensioni del Problema Più del 50 % dei tumori si manifestano tra i 65 e i 95

Dettagli

La Gialmica ti permette di prendere un appuntamento per una visita con la nostra Nutrizionista, la

La Gialmica ti permette di prendere un appuntamento per una visita con la nostra Nutrizionista, la La Gialmica ti permette di prendere un appuntamento per una visita con la nostra Nutrizionista, la Dott.ssa Ventriglia. Potrai ricevere una dieta personalizzata e bilanciata con i consigli per dimagrire

Dettagli

DOPING. Legislazione e regolamenti sportivi

DOPING. Legislazione e regolamenti sportivi r o v i n c i a d i P a d o v a DOPING. Legislazione e regolamenti sportivi tt. Claudio Terranova ità Operativa Complessa di Tossicologia Forense ed Antidoping ienda Ospedaliera - Università di Padova

Dettagli

Metabolismo GLUCIDICO

Metabolismo GLUCIDICO Metabolismo GLUCIDICO COMPOSIZIONE DI UN ORGANISMO ADULTO Altro 3% Acqua 60% Carboidrati 1% Proteine 16% Lipidi 20% CALORIE TEORICHE PRODOTTE DALL OSSIDAZIONE COMPLETA DEI VARI SUBSTRATI (uomo adulto 70

Dettagli

TIPOLOGIA DELLE PROVETTE

TIPOLOGIA DELLE PROVETTE Pag. 1 di 7 EMATOLOGIA - URGENZE Emocromo EMATOLOGIA (provetta PEDIATRICA) Emocromo Reticolociti Emocromo + Formula CONTA LEUCOCITI SU LIQUIDI CAVITARI PARASSITA MALARICO ESAMI IN SERVICE Ciclosporina

Dettagli

INCREMENTO DELLA VITA MEDIA NELL ULTIMO SECOLO

INCREMENTO DELLA VITA MEDIA NELL ULTIMO SECOLO INCREMENTO DELLA VITA MEDIA NELL ULTIMO SECOLO 100 uomo donna ANNI ANNI DI DI VITA VITA MEDIA MEDIA PREVISTI PREVISTI ALLA ALLA NASCITA NASCITA 80 60 40 DIFFUSIONE USO PENICILLINA VACCINAZIONE ANTIPOLIO

Dettagli

DOPING. Rapporti con la tossicodipendenza. Modalità di accertamento

DOPING. Rapporti con la tossicodipendenza. Modalità di accertamento r o v i n c i a d i P a d o v a DOPING. Rapporti con la tossicodipendenza. Modalità di accertamento tt. ssa Rossella Snenghi ità Operativa Complessa di Tossicologia Forense ed Antidoping ienda Ospedaliera

Dettagli

TIPOLOGIA DELLE PROVETTE

TIPOLOGIA DELLE PROVETTE Pag. 1 di 7 EMATOLOGIA - URGENZE Emocromo EMATOLOGIA (provetta PEDIATRICA) Emocromo Reticolociti Emocromo + Formula BNP (Peptide Natriuretico) CONTA LEUCOCITI SU LIQUIDI CAVITARI 2 ml EDTA k2 454024 PARASSITA

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Foglio illustrativo: informazioni per il paziente ACICLOVIR EG 200 mg compresse ACICLOVIR EG 400 mg compresse ACICLOVIR EG 800 mg compresse ACICLOVIR EG 400 mg/5 ml sospensione orale Medicinale equivalente

Dettagli

Primi passi nella prevenzione del doping

Primi passi nella prevenzione del doping Primi passi nella prevenzione del doping Livello BASE Che cos è il doping? Potenziamento delle prestazioni mediante l uso di sostanze o metodi proibiti Atto sleale che comporta anche dei rischi per la

Dettagli

L integrazione in gravidanza

L integrazione in gravidanza L integrazione in gravidanza Dr. Italo Guido Ricagni Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita OBIETTIVI GENERALI Fornire competenze al MMG: a) Fabbisogni alimentari in gravidanza

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

GLI EFFETTI DELLE DROGHE SUL CORPO UMANO

GLI EFFETTI DELLE DROGHE SUL CORPO UMANO GLI EFFETTI DELLE DROGHE SUL CORPO UMANO Realizzato da Prof.ssa Tiziana Bello LE DROGHE NEL CERVELLO, NEL CORPO, NELLA PSICHE: ECCO CHE COSA SUCCEDE.. DRITTE AL CERVELLO E NON SOLO Tutte le droghe agiscono

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

Igiene nelle Scienze motorie

Igiene nelle Scienze motorie Igiene nelle Scienze motorie IL DOPING Tutte le sostanze sono veleni, non ce n è nessuna che non sia un veleno. La dose giusta differenzia il veleno dal rimedio. Paracelso (1493-1541) DOPING : è controversa

Dettagli

Lotto 1 - Sistemi diagnostici per l esecuzione di test di chimica clinica, immunochimica, droghe, epatite e proteine specifiche 58296581F8

Lotto 1 - Sistemi diagnostici per l esecuzione di test di chimica clinica, immunochimica, droghe, epatite e proteine specifiche 58296581F8 PRODOTTI DATI Numero test presunti/ anno CODICE AZIENDA ULSS N. 13 Prodotto Denominazione Commerciale Nome del Produttore Quantità per confezione Nr. Confezioni necessarie per effettuare gli esami annui

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati Cancro Ictus Bronchite Malattie provocate Danni provocati All apparato respiratorio All apparato cardiovascolare All apparato digerente All

Dettagli

L INFERTILITA MASCHILE

L INFERTILITA MASCHILE L INFERTILITA MASCHILE Dott. CARMINE DI PALMA Andrologia, Urologia, Chirurgia Andrologica e Urologica, Ecografia Come si definisce l infertilità maschile? L'infertilità maschile corrisponde a una ridotta

Dettagli

L alimentazione e l uso degli integratori alimentari nella pratica sportiva

L alimentazione e l uso degli integratori alimentari nella pratica sportiva L alimentazione e l uso degli integratori alimentari nella pratica sportiva Diffusione degli integratori nella pratica sportiva I dati a disposizione sono pochi Secondo il vice-presidente della Commissione

Dettagli

TRATTAMENTO ED ASSISTENZA ALLA DONNA CON NEOPLASIA MAMMARIA NELLA SUA GLOBALITA

TRATTAMENTO ED ASSISTENZA ALLA DONNA CON NEOPLASIA MAMMARIA NELLA SUA GLOBALITA TRATTAMENTO ED ASSISTENZA ALLA DONNA CON NEOPLASIA MAMMARIA NELLA SUA GLOBALITA Luigi Salvagno U.O. di Oncologia ANATOMIA DELLA GHIANDOLA MAMMARIA PROGRESSIONE TUMORALE La progressione neoplastica richiede

Dettagli

SINDROME D ASTINENZA

SINDROME D ASTINENZA SINDROME D ASTINENZA Dipende dalla quantità di sostanza assunta e dalla velocità di eliminazione dall organismo. Nel caso del metadone i sintomi sono gli stessi, ma l insorgenza della sindrome è più lenta,

Dettagli

QUANDO PER UN TEMPO ABBASTANZA LUNGO C E UNA RIDUZIONE DEL FLUIDO O UNA DILATAZIONE DEI TUBI O UN DANNEGGIAMENTO DELLA POMPA.

QUANDO PER UN TEMPO ABBASTANZA LUNGO C E UNA RIDUZIONE DEL FLUIDO O UNA DILATAZIONE DEI TUBI O UN DANNEGGIAMENTO DELLA POMPA. QUANDO PER UN TEMPO ABBASTANZA LUNGO C E UNA RIDUZIONE DEL FLUIDO O UNA DILATAZIONE DEI TUBI O UN DANNEGGIAMENTO DELLA POMPA. IPOVOLEMIA VASODILATAZIONE PERIFERICA INSUFFICIENZA CARDIACA SHOCK IPOVOLEMICO

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE ACICLOVIR ABC 800 mg COMPRESSE ACICLOVIR ABC 400 mg/5 ml SOSPENSIONE ORALE 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Aciclovir

Dettagli

OBESITA, DIABETE E IPERTENSIONE : I MATTONI DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI. Costanza Grasso Cardiologia 2 - AO Città della Salute e della Scienza

OBESITA, DIABETE E IPERTENSIONE : I MATTONI DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI. Costanza Grasso Cardiologia 2 - AO Città della Salute e della Scienza OBESITA, DIABETE E IPERTENSIONE : I MATTONI DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI Costanza Grasso Cardiologia 2 - AO Città della Salute e della Scienza OBIETTIVI DELLA PRESENTAZIONE Malattia cardiovascolare:

Dettagli

Deficit Ormonali Ipofisari Multipli. Serie N. 11

Deficit Ormonali Ipofisari Multipli. Serie N. 11 Deficit Ormonali Ipofisari Multipli Serie N. 11 Guida per il paziente Livello: medio Deficit Ormonali Ipofisari Multipli - Serie 11 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott.

Dettagli

Complicanze Mediche dell Anoressia Nervosa

Complicanze Mediche dell Anoressia Nervosa Complicanze Mediche dell Anoressia Nervosa E semplice individuare le pazienti a rischio clinico? Parametri di laboratorio: ad es albuminemia : raramente alterata (ridotto catabolismo dell albumina e disidratazione).

Dettagli

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 I Ricercatori del Centro di Genomica e Bioinformatica Traslazionale stanno lavorando a linee di ricerca legate a 1. Sclerosi Multipla 2. Tumore della Prostata

Dettagli

Il Diabete Mellito. Mariarosaria Cristofaro UOC Diabetologia-Endocrinologia ASReM Campobasso. Campobasso 19 marzo 2014

Il Diabete Mellito. Mariarosaria Cristofaro UOC Diabetologia-Endocrinologia ASReM Campobasso. Campobasso 19 marzo 2014 Il Diabete Mellito Mariarosaria Cristofaro UOC Diabetologia-Endocrinologia ASReM Campobasso Campobasso 19 marzo 2014 DIABETE MELLITO Definizione Il diabete mellito è una malattia cronica caratterizzata

Dettagli