STIMOLANTI NARCOTICI CANNABINOIDI GLUCOCORTICOSTEROIDI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STIMOLANTI NARCOTICI CANNABINOIDI GLUCOCORTICOSTEROIDI"

Transcript

1 Per combattere il doping è necessario conoscere gli effetti ed i danni delle sostanze vietate

2 Classi di sostanze vietate solo in competizione STIMOLANTI NARCOTICI CANNABINOIDI GLUCOCORTICOSTEROIDI

3 Classi di sostanze vietate in competizione e fuori competizione AGENTI ANABOLIZZANTI DIURETICI ED AGENTI MASCHERANTI ORMONI PEPTIDICI BETA-2 AGONISTI AGENTI AD ATTIVITA ANTIESTROGENICA

4 Classi di sostanze vietate solo in particolari i sport ALCOOL Aeronautica Tiro con l arco Automobilismo Biliardo Bocce Calcio Ginnastica Karate Pentathlon moderno Motociclismo Pattinaggio Sci Triathlon Wrestling BETABLOCCANTI Aeronautica Tiro con l arco Automobilismo Biliardo Bob Bocce Bridge Schacchi Curling Calcio Ginnastica Pentathlon moderno Motociclismo Bowling a 9 birilli Vela Tiro Sci Nuoto Wrestling

5 Metodi vietati in e fuori competizione 1. AUMENTO DI TRASPORTO DI OSSIGENO Doping ematico: uso di sangue autologo, omologo o eterologo o prodotti contenenti globuli rossi di qualsiasi origine, al di fuori di un trattamento medico legittimo Uso di prodotti che aumentano l assorbimento, il trasporto o il rilascio dell ossigeno (es. eritropoietina), prodotti contenenti emoglobina sintetica, compresi, ma non limitati alle emoglobine basate sui sostituti del sangue, prodotti di emoglobina microincapsulata, perfluorochimici e efaproxiral (RSR13) 2. MANIPOLAZIONE FARMACOLOGICA, CHIMICA E FISICA Consiste nell uso di sostanze e metodi che possano alterare l integrità e la conformità dei campioni raccolti nei controlli antidoping (infusioni intravenose, cateterismo e sostituzione delle urine) 3. DOPING GENETICO E l uso non terapeutico dei geni, elementi genetici e/o cellule, che hanno la capacità di migliorare la prestazione sportiva

6 I DANNI DA DOPING Danni a breve termine Danni a lungo termine Amfetamine Beta bloccanti Mutagenesi farmacologica Cancerogenesi chimica Teratogenesi farmacologica

7 1. STIMOLANTI Efedrina, Amfetamine, Cocaina la vigilanza e la prontezza di riflessi la capacità di concentrazione la fatica, il senso di fame la competitività e l aggressività la capacità di autocontrollo

8 Effetti Avversi a breve termine STIMOLANTI Perdita dell appetito (effetto anoressizzante) alterazioni della pressione arteriosa (ipo- o ipertensione) tremori, agitazione, irritabilità, insonnia tachicardia e disturbi del ritmo cardiaco; dispnea ipertermia anche fatale (climi caldi o competizioni prolungate)

9 STIMOLANTI Effetti Avversi a lungo termine convulsioni li i psicosi infarto del miocardio ictus

10 STIMOLANTI Anfetamina, Efedrina, Cocaina. EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Riduzione fatica, euforia Ictus Sistema nervoso centrale Spiccata azione stimolante t sul sistema nervoso centrale (aumento dell attenzione della competitività, ità senso di benessere, euforia, riduzione del senso di fatica Aumento della frequenza cardiaca Aumento della glicemia e degli acidi grassi liberi Riduzione del senso di fame (effetto anoressizzante) Aumento Frequenza cardiaca Stimolo metabolismo energetico Colpo di calore Eccitazione, Irrequietezza, Insonnia, aggressività Dipendenza Tossicomania Dispnea Vomit o Tremori, eccitazione, aggressività iità Perdita del senso critico Cefalea Insonnia Vomito, anoressia Iperpiressia (colpo di calore) Convulsioni Forte stato depressivo, psicosi Sistema cardiocircolatorio i i Vasocostrizione Ipertensione Tachicardia Disturbi del ritmo Infarto del miocardio

11 Efedrina Contenuta, in basse dosi, in numerose formulazioni farmaceutiche (farmaci per l apparato respiratorio). Naturalmente presente in prodotti di erboristeria tipo Ephedra. Si considera positiva una concentrazione urinaria superiore a 5 mcg/ml (efedrina e metilefedrina)

12 Efedrina Associata alla caffeina (non più proibita) può aumentare la resistenza all esercizio fisico e migliorare le prestazioni ianaerobiche.

13 Quali sono gli effetti avversi?

14 Efedrina Effetti Avversi a breve termine nausea, vomito, sudorazione, sete, irrequietezza, insonnia, tachicardia, ipertensione, aritmie.

15 STIMOLANTI Vietati solo in competizione Le anfetamine sono una classe di stimolanti usati in molti sport per la loro capacità di aumentare l attenzione, la competitività, ità ridurre il senso di fatica, dare euforia, stimolare il metabolismo energetico

16 lesioni dentali da ecstasy Le anfetamine danno: eccitazione irrequietezza insonnia aggressività tossicomania i psicosi convulsioni depressione anoressia

17 Mondiali Parigi 2003 riscontrati casi di doping per assunzione di Modafinil, uno stimolante che è entrato a far parte della lista delle sostanze proibite dalle Olimpiadi di Atene 2004 Kelli White ha dovuto restituire 2 medaglie d oro dei 100 e 200m Calvin Harrison oro nei 4x400m 400

18 NARCOTICI Eroina, Metadone e Morfina. EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Interferenza a livello ll del sistema nervoso centrale con aumento della tollerabilità del dolore Aumento tollerabilità al dolore Alterazioni umore Depressione funzione respiratoria Nausea vomito Broncospasmo Depressione della funzione respiratoria Nausea, vomito Stipsi Riduzione del flusso urinario Aumento della sudorazione Broncospasmo Scialorrea Cambio dell umore Assuefazione Stipsi

19 NARCOTICI Vietati solo in competizione Vengono assunti per ridurre la percezione del dolore Il DOLORE OLORE è un segno d allarme La sua soppressione può condurre l atleta a strafare Rischio di: aggravare le lesioni traumatiche già esistenti causare danni permanenti.

20 Effetti Avversi NARCOTICI Costipazione; nausea e vomito; insonnia e depressione; capacità di concentrazione; perdita di equilibrio e di coordinazione; assuefazione; frequenza cardiaca; bradipnea

21 NARCOTICI Vietati solo in competizione La morfina e l eroina bloccano la percezione del dolore e ne aumentano la tollerabilità. Chi li usa può gareggiare anche con traumi dolorosi

22 NARCOTICI Vietati solo in competizione In cambio danno vomito, depressione del respiro, dipendenza fisica e psichica, alterazione dell umore

23 CANNABINOIDI Hashish, Marijuana EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Aumento del senso di Ridotta capacità di coordinazione Ansia benessere Euforia Euforia Viene ipotizzata t una diminuzione della tensione emotiva prima della gara Euforia e sensazione di benessere Alterata percezione tempo Alterazioni personalità Sonnolenza Apatia Tachicardia Ipotensione ortostatica Dipendenza Alterazioni equilibrio

24 CANNABINOIDI Vietati solo in competizione Marijuana e hashish hi h distorcono la percezione e non consentono ntono la corretta valutazione del rischio. L atleta compie azioni (acrobazie) che non farebbe in condizioni normali

25 CANNABINOIDI Vietati solo in competizione Deficit di memoria Psicosi, schizofrenia Teratogena per il feto Cancerogena (perché viene fumata)

26 3. CANNABINOIDI Viene ipotizzata una della tensione emotiva prima di una gara. Effetti Avversi frequenza cardiaca, ipertensione. disturbi all equilibrio e alla coordinazione; perdita della memoria a breve termine; perdita di concentrazione, allucinazioni, psicosi; temperatura t corporea anomala; anomalie della spermiogenesi e dell ovulazione;

27 GLUCOCORTICOSTEROIDI proibiti per via orale, rettale, im. o ev. per le altre vie è richiesta certificazione medica EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Euforia Potente azione anti-infiammatoriainfiammatoria Aumentata Effetto euforizzante resistenza a stimoli nocivi Aumento della capacità di resistere a stimoli nocivi Azione anti-infiammatoria Alterazioni idroelettrolitiche Ipertensione Osteoporosi Ulcera gastroduodenale Aumentata suscettibilità alle infezioni Alterazione del bilancio elettrolitico Ipertensione Iperglicemia Iperlipidemia Iperuricemia Aumento della suscettibilità alle infezioni Ulcera peptica Osteoporosi Insonnia Cataratta Iperglicemia

28 GLUCOCORTICOSTEROIDI trattamento del dolore acuto anti-infiammatori infiammatori effetto euforizzante riduzione della percezione della fatica Vietati solo in competizione

29 GLUCOCORTICOSTEROIDI Vietati solo in competizione Disturbi elettroliti Insufficienza cardiaca Osteoporosi Immunodepressione Insufficienza renale Amenorrea

30 9. GLUCOCORTICOIDI Proibiti per via orale, rettale, im o ev; per le altre vie è richiesta certificazione medica. in grado di infiammazioni i i e dolore, indurre un senso di euforia

31 GLUCOCORTICOIDI Effetti Avversi Insonnia; ipertensione; cataratta; diabete mellito; osteoporosi; immunodepressione

32 AGENTI ANABOLIZZANTI Testosterone, Nandrolone, Stanozololo EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Nel maschio (età pre-puberale) puberale) Aumento della massa muscolare Diminuzione della massa grassa Aumento della resistenza alla fatica Diminuzione azione catabolica dei glucocorticoidi Aumento della sintesi dei globuli rossi Aumento della densità ossea Aumento sintesi s dei globuli rossi Aumento Densità ossea massa Muscolare Massa grassa Acne Blocco crescita ossa lunghe Danni epatici Danni funzione riproduttiva Aumento trigliceridi e colesterolo Lesioni tendinee Precoce saldatura delle cartilagini epifisarie (blocco crescita ossa lunghe) Inibizione della spermogenesi Nel maschio (età adulta) Oligospermia/azospermia Atrofia testicolare Ipertrofia prostatica Alterazione della funzione epatica con possibilità di tumori Aumento dei lipidi plasmatici Nella donna Soppressione della funzione ovarica Atrofia della ghiandola mammaria Virilizzazione ili i Alterazione della funzione epatica con possibilità di tumori

33 ANABOLIZZANTI Vietati in-out competizione Alterazioni ematochimiche aumento dell ematocrito aumento dell aggregazione piastrinica diminuzione dei livelli di FSH ed LH diminuzione dei livelli di testosterone diminuzione del colesterolo-hdl e del colesterolo totale iperglicemia, iperinsulinemia aumento degli enzimi epatici e degli indici di colestasi

34 ANABOLIZZANTI Vietati in-out competizione Un uso molto prolungato: Danni psichici: - disforia - psicosi - dipendenza - grave depressione Danni epatici: - colestasi - epatite - tumori benigni e maligni Danni cardiovascolari: - cardiomiopatia - infarto miocardico acuto - accidenti cerebrovascolari - embolia polmonare

35 ANABOLIZZANTI Vietati in in-out out competizione Atleti maggiormente esposti al loro utilizzo: Sollevamento pesi Lancio del peso Lancio del disco Bodybuilding Calcio Lotta libera

36 ANABOLIZZANTI Vietati in in-out out competizione Farmaci spesso usati in associazione Human chorionic gonadotropin (HCG): la sintesi di testosterone contrasta l atrofia testicolare Diuretici: la ritenzione idrica diluiscono le urine per il test antidoping

37 ANABOLIZZANTI Vietati in in-out out competizione Farmaci spesso usati in associazione Antiestrogeni: prevengono nei maschi la ginecomastia ACTH: la produzione endogena di steroidi può provocare un senso di euforia

38 ANABOLIZZANTI Ronald Coleman Vietati in in-out out competizione Mr. Olympia Lenda Murray Ms. Olympia Sono ormoni steroidei (testosterone, nandrolone e ecc.) che potenziano la muscolatura e riducono il grasso.

39 ANABOLIZZANTI Vietati in in-out out competizione Il testosterone aumenta la massa muscolare e modifica il comportamento con manifestazioni di irritabilità, aggressività e violenza. Ben Johnson

40 In cambio sono ANABOLIZZANTI cancerogeni per il fegato, provocano dipendenza, modificazioni dei caratteri sessuali, Vietati in in-out out competizione femminilizzazione ili i nei maschi e viceversa.

41 Gli steroidi anabolizzanti Jennifer Capriati Possono in meno di due anni trasformare un atleta

42 O precursori del nandrolone È ben nota la vicenda dei calciatori Guardiola, Stam, de Boer, Monaco, Couto, Bucchi e Davids risultati positivi al nandrolone per aver assunto integratori made in USA inquinati i da precursori del nandrolone.

43 Altri e più recenti casi accertati di nandrolone nei calciatori Mohamed Kallon Emanuele Blasi Saadi Gheddafi

44 IL NANDROLONE APPRODA NEL TENNIS Bohdan Ulirach McEnroe ammette di aver scoperto di aver assunto sostanze usate nell ippica 2004 Rusedski Greg, uno dei 47 tennisti positivi tra i primi 120 della classifica ATP

45 Qualche volta sono così efficaci.. Heidi Krieger...da trasformare direttamente una donna in un uomo come Heidi Krieger.

46 Heidi Krieger oro nel lancio del peso agli Europei 1986 all età di 21 anni Corriere della sera 4 maggio 2003 Andreas Krieger r (39 anni) oggi con la moglie Ute Winter

47 4. AGENTI ANABOLIZZANTI (testosterone, nandrolone, stanzolo ) la massa muscolare, il grasso corporeo la resistenza fisica l aggressività azione catabolica dei glucocorticoidi la sintesi di globuli rossi densità ossea

48

49 AGENTI ANABOLIZZANTI Alterazioni ematochimiche dell ematocrito ematocrito dell aggregazione piastrinica dei livelli di FSH ed LH dei livelli lli di testosterone t t del colesterolo-hdl e del colesterolo totale iperglicemia, iperinsulinemia degli enzimi epatici e degli indici di colestasi

50

51 AGENTI ANABOLIZZANTI Gli effetti avversi legati all uso di agenti anabolizzanti dipendono dall età e dal sesso del soggetto, dalla durata del trattamento, dalla dose e dal tipo di steroide utilizzato Gli effetti avversi possono essere divisi in generici Gli effetti avversi possono essere divisi in generici, specifici per gli uomini, specifici per le donne

52 AGENTI ANABOLIZZANTI Effetti avversi generici acne; danni al sistema riproduttivo e sterilità; ipertensione; rischio di malattie cardiovascolari; anomalie e disfunzioni epatiche e renali; comportamento violento ed aggressivo lesioni tendinee e/o microfratture ossee

53 AGENTI ANABOLIZZANTI Effetti avversi specifici per gli uomini ginecomastia; della produzione di ormoni maschili; atrofia testicolare e oligo-azospermia; sterilità, impotenza; alopecia; rischio di carcinoma della prostata.

54 AGENTI ANABOLIZZANTI Effetti avversi specifici per le donne irsutismo e perdita di capelli; irregolarità del ciclo mestruale amenorrea ipotrofia delle ghiandole mammarie; cambiamento della voce, clitorido-megalia.

55 AGENTI MASCHERANTI Diuretici, Epitestosterone, Probenecid, Espansori del plasma (destrano, idrossietil-amido) EFFETTI Diminuzione dell escrezione di altre sostanze proibite mascherandone la presenza nella urine Alterazione dei parametri ormonali ed ematologici Eliminazione di liquidi con conseguente perdita del peso corporeo (sport con categoria di peso) Alterazione parametri ormonali ematologici Aumentata escrezione urina Alterazione dell equilibrio equilibrio idro-salino Disidratazione collasso Lesioni renali EFFETTI INDESIDERATI Crampi muscolari e senso di fatica Alterazione dell equilibrio idro-salino Disidratazione, collasso Crampi muscolari Senso di fatica Alterazione del metabolismo degli zuccheri e grassi Aumento dell acido urico Formazione di calcoli renali, lesioni renali Reazioni da ipersensibilità

56 AGENTI MASCHERANTI Vietati in-out competizione Hanno la capacità di alterare l escrezione di sostanze proibite, di mascherare la loro presenza nell urina o in altri campioni utilizzati nei controlli antidoping o di modificare i parametri ematologici Zhang Yi

57 AGENTI MASCHERANTI Vietati in-out competizione Servono a diminuire di peso nelle varie discipline a categoria Ivan Ivanov disidratazione amenorrea anemia squilibrio elettrolitico osteoporosi ipotensione

58 8. AGENTI MASCHERANTI diuretici epitestosterone, probenecid, espansori del plasma (destrano, idrossietil-amido) in grado di l escrezione di altre sostanze proibite, nascondere la loro presenza in urina, alterare i parametri ormonali ed ematologici.

59 Diuretici concentrazione, per diluizione, di farmaci vietati eliminazione di liquidi e conseguente del peso corporeo (sports con categorie di peso)

60 Diuretici Effetti Avversi Disidratazione che può provocare episodi tromboembolici; del volume di sangue circolante e della sua densità; crampi muscolari; disfunzioni renali; ipotensione ortostatica, aritmie

61 5. ORMONI PEPTIDICI Eritropoietina Ormone della crescita (GH) Fattore di crescita insulino-simile (IGF-1) Gonadotropina Corionica (hcg) (proibita solo negli atleti di sesso maschile) Gonadotropine pituitarie e sintetiche (LH) Insulina (proibite solo negli atleti di sesso maschile) Corticotropine (ACTH)

62 ORMONI PEPTIDICI Gonadotropina corionica (HCG) ipofisaria e di sintesi (LH) EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Nei soggetti di sesso maschile promuove la produzione di testosterone da parte dei testicoli Stimolo produzione di testosterone Euforia depressione Blocco crescita ossa lunghe Danni epatici Danni funzione riproduttiva In età pre-puberalepuberale Precoce saldatura delle cartilagini epifisarie (blocco crescita ossa lunghe) Inibizione della spermogenesi In età adulta Oligospermia/azospermia Atrofia testicolare Ipertrofia prostatica Alterazione della funzione epatica con possibilità di tumori Aumento dei lipidi plasmatici Si hanno inoltre Aumento Stati di euforia e depressione trigliceridi e colesterolo l Ginecomastia Pubertà precoce negli adolescenti

63 ORMONI PEPTIDICI Corticotropina (ACTH) EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Aumenta la capacità di sopportare lo stress Azione anti-infiammatoria infiammatoria Aumetata sopportazione dello stress Vertigini euforia cefalea insonnia Gastrite ulcera Ipertrofia corticosurrene Tendenza al diabete Ipertrofia del corticosurrene Osteoporosi Miopatie Danni gastro-intestinali fino all ulcera peptica Fragilità della cute Cefalea Ridotta tolleranza ai glucidi Vertigini Euforia, insonnia Obesità Azione Anti-infiammatoria Disturbi muscolari e fragilità ossea

64 ORMONI PEPTIDICI Ormone della crescita (GH) fattore di crescita (IGF-1) EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Aumento sintesi proteica Cardiopatia Aumento della sintesi i Acromegalia nell adulto Ipertensione proteica Ritenzione idrica ed edema (generalizzato e periferico) Aumento della crescita del tessuto muscolare Diabete Artropatie; sindrome del tunnel carpale Incremento della crescita Stimolo staturale nel giovane crescita ossea Cardiomiopatia (gigantismo) Aumento degli Ipertensione arteriosa organi interni Aumento della lipolisi Iperglicemia Diabete Aumento della glicemia Aumentata immissione in circolo delle sostanze energetiche Danni muscolari ed articolari Aumento dimensioni estremità

65 Esempi di morte da doping Flo Jo Griffith ( ) 1998) contrasse una malattia infettiva per abuso di ormone della crescita estratto da cadavere. Aveva detto: quando arrivi sempre seconda, puoi accettarlo o tentare di diventare la numero uno."

66 ORMONI PEPTIDICI Sono piccole molecole proteiche ottenute con nuove biotecnologie: Il GH o ormone della crescita Le GONADOTROPINE La ERITROPOIETINA L INSULINA Vietati in-out competizione IL CAMPIONE PIU SCURO CONTIENE SANGUE TALMENTE DENSO DA NON SCENDERE GIU QUANDO SI CAPOVOLGE LA PROVETTA (ERITROPOIETINA)

67 ORMONI PEPTIDICI Eritropoietina (EPO) EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Stimolo della produzione Poliglobulia dei globuli rossi Aumento della viscosità del sangue Aumento della capacità di Poliglobulia trasporto dell ossigeno trombosi Infarto del miocardio Insufficienza Trombosi cardiaca Stimolo Ictus produzione di globuli rossi Embolia polmonare Convulsioni

68 Funzioni fisiologiche dell eritropoietina (Epo) Organo Funzione Induzione da Rene Vaso Eritropoiesi Ipossia rene ematico Cervello Sopravvivenza neuronale Ipossia astrocita neurone Utero endometrio vaso ematico Angiogenesi Estradiolo (E2) Di-estro Pro-estro Estro Post-estro

69 ORMONI PEPTIDICI Vietati in-out competizione La EPO aumenta la produzione di eritrociti e quindi il trasporto t di ossigeno. In cambio il rischio di morte per trombosi aumenta del 400%

70 ORMONI PEPTIDICI Vietati in-out competizione LA EPO RENDE IL SANGUIE DENSO COME MARMELLATA AUMENTA DI 4 VOLTE IL RISCHIO DI MORTE PER TROMBOSI

71 ORMONI PEPTIDICI Insulina EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Stimolo Facilitazione i della sintesi i proteica Crisi ipoglicemiche (artimie, captazione di glucosio da cardiomiopatie, coma e Ipoglicemia morte) parte dei tessuti (principalmente muscolo, Inibizione della produzione adipociti iti e fegato) endogena Stimolo della sintesi proteica Danni epatici Aumento Captazione tissutale di glucosio Inibizione della sintesi endogena

72 ORMONI PEPTIDICI Vietati in-out competizione GH e gonadotropine hanno gli stessi effetti del testosterone: sono anabolizanti ma provocano blocco della crescita delle ossa lunghe, ginecomastia, depressione, atrofia dei testicoli, tumori al fegato

73 8 dicembre 2003 a 32 anni scompare, per malore, José Maria JIMENEZ ciclista scalatore. Due anni fa decise di ritirarsi in seguito ad una depressione.

74 ORMONI PEPTIDICI Gli effetti ricercati sono variabili della capacità di trasporto di ossigeno (Eritropoietina) della produzione di testosterone endogeno (hcg, LH) azione anabolica: captazione di glucosio nei muscoli, sintesi proteica, lipolisi (GH, IGF-1, Insulina) dei corticosteroidi endogeni (ACTH)

75 Eritropoietina Glicoproteina i fisiologicamentei i prodotta alivello ll renale; stimola la produzione di globuli rossi. la capacità aerobica sport di resistenza come corsa e ciclismo.

76 Effetti Avversi Eritropoietina viscosità del sangue rischio di trombosi; ipertensione; infarto miocardico; ictus; embolia polmonare; convulsioni

77 Ormone della crescita crescita del tessuto muscolare metabolismo delle proteine liberazione di glucosio epatico metabolismo dei carboidrati promuove un stato anabolico

78 Ormone della crescita Effetti Avversi Incremento della crescita staturale, gigantismo (giovani) Acromegalia (adulti) Epifisiolisi della testa del femore Ipertensione arteriosa Iperglicemia i Diabete Ritenzione idrica ed edema (generalizzato e periferico) Artropatie; sindrome del tunnel carpale

79

80 Gonadotropina corionica umana (hcg) Effetti Avversi Ginecomastia nei maschi; disturbi mestruali nelle femmine. Gonadotropina pituitaria e di sintesi (LH) Effetti Avversi alterazioni dell apparato neuroendocrino

81 Insulina Effetti Avversi Alterazioni dell equilibrio idrico e metabolico danni epatici; i produzione endogena di insulina; crisi da ipoglicemia acuta aritmie, i cardiomiopatie, i coma e morte

82 Fattore di crescita insulino simile (IGF-1) Effetti Avversi rischio di cardiopatie; impotenza; effetti analoghi a quelli del GH

83 Beta 2 agonisti Azione stimolante e anabolizzante EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Broncodilatazione i Aumento dell efficacia contrattile del miocardio Azione lipolitica liti (aumento degli acidi grassi liberi) Ipertrofia delle fibre muscolari tipo II Azione cardiostimolante Broncodilatazione Azione lipolitica Ipertrofia fibre muscolari tipo II Agitazione Irritabilità Insonnia Disturbi ritmo cardiaco Iperidrosi Ritenzione urinaria Tremori, agitazione, irritabilità e insonnia Iperidrosi Scialorrea Ritenzione urinaria Anoressia Ipopotassiemia Alterazioni della pressione arteriosa Tachicardia e disturbi del ritmo Dispnea

84 BETA-2 AGONISTI Vietati in-out competizione QUESTI FARMACI POSSIEDONO UN EFFICACE AZIONE SULLE MASSE MUSCOLARI SENZA DETERMINARE I NUMEROSI EFFETTI COLLATERALI LEGATI ALL USO DEGLI STEROIDI. VENGONO INOLTRE UTILIZZATI PER PREVENIRE L ASMA INDOTTA DALL ESERCIZIO FISICO Il clenbuterolo l produce uno specifico anabolismo proteico sia nel muscolo normale che in quello in fase catabolica attraverso l attivazione dei recettori β 2 adrenergici presenti nei muscoli scheletrici stessi Crescita della massa e aumento della forza muscolare

85 BETA-2 AGONISTI Vietati in-out competizione Dosaggio terapeutico: microgrammi al giorno Dosaggi nel doping: microgrammi al giorno EFFETTI COLLATERALI: tremore (molto marcato) ed effetti cardiovascolari i quali tachicardia, palpitazioni, i aritmie, ipertensione. Sono state inoltre osservate ansia, vertigini, cefalea, insonnia e spasmi muscolari.

86 6. BETA 2 AGONISTI ALTE DOSI Effetti anabolizzanti: accertati in veterinaria non dimostrati sugli uomini Effetti avversi: tachicardia, cefalea, ansietà, vertigini, nausea, tremori, insonnia. Meno frequenti: aritmie, ipertrofia e infarto del miocardio, ictus.

87 AGENTI CON ATTIVITA ANTIESTROGENICA Inibitori dell aromatasi, clomifene, cyclofenil EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Capacità anabolizzanti indirette Capacità anabolizzanti indirette Alopecia Alterazioni epatiche Nausee Vomito Nausea e vomito Cefalea e capogiri i Leucopenia, trombocitopenia Reazioni cutanee anche gravi Alopecia Alterazioni epatiche Leucopenia Trombocitopenia

88 AGENTI CON ATTIVITA ANTIESTROGENICA Vietati in-out competizione Sono proibiti in gara e fuori gare esclusivamente per gli uomini: Clomifene mf Ciclofenil Raloxifene Tamoxifene Toremifene Inibitori dell aromatasi (aminoglutetimide, anastrozolo, exemestan, letrozolo, desossicortone e fludrocortisone)

89 7. AGENTI CON ATTIVITÀ ANTIESTROGENICA proibiti solo in atleti di sesso maschile. La classe comprende: inibitori dell aromatasi, clomifene, cyclofenil, tamoxifene. Hanno capacità anabolizzanti tiindirette

90 AGENTI CON ATTIVITÀ ANTIESTROGENICA Effetti Avversi nausea e vomito; cefalea e capogiri; leucopenia, trombocitopenia; reazioni cutanee anche gravi; alopecia; alterazioni epatiche;

91 ALCOOL EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Depressione Assunto a piccole dosi attività Depressione dell attività del riflesse riduce l ansia e la tensione sistema nervoso nervosa Alterazione della coordinazione Aumento della sicurezza di sé Danni epatici Riduzione ansia e tensione nervosa Alterata coordinazione

92 ALCOOL Vietati in particolari sport L alcool attiva l area ventrale del cervello e libera dopamina modificando in positivo tutte le sensazioni i

93 I danni da alcool comprendono gravi ALCOOL Vietati in particolari sport patologie del fegato e rischi per i neonati di madri bevitrici: la sindrole alcolica li fetale

94 BETABLOCCANTI EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Riduzione ansia Sensazione di testa vuota Riduzione i della pressione Effetto nagativo sulle arteriosa Accentuazione prestazioni aerobiche senso di fatica Aumento della percezione Riduzione della frequenza dello sforzo cardiaca Broncospasmo nei Riduzione della contrattilità soggetti con asma del cuore Riduzione capacità Bradicardia Riduzione del consumo Prestazione Ipotensione d ossigeno aerobica Insonnia Riduzione del tremore Riduzione dell ansia Riduzione i attività ità cardiovascolare Possibilità d arresto cardiaco di broncospasmo e crisi ipoglicemica Impotenza

95 BETA-BLOCCANTI proibiti solo in competizione Riducono: la frequenza cardiaca i fenomeni di sudorazione e tremore di tipo emotivo ti iè i t ll t i fi sport in cui è necessario un controllo motorio fine (arco/pistola, tuffi )

96 BETABLOCCANTI Vietati ti in particolari i sport I farmaci beta-bloccanti bloccanti riducono il tremore di base e sono impiegati con effetti strepitosi nelle gare di tiro

97 BETA BLOCCANTI Vietati ti in particolari i sport In cambio provocano insufficienza cardiaca fino al blocco, broncospasmo, morte. E anche depressione, allucinazioni, convulsioni, alopecia

98 BETA-BLOCCANTI Effetti Avversi Ipotensione; bradicardia; insufficienza cardiaca; disturbi cardiocircolatori; insonnia; impotenza

99 Il mondo degli sportivi, professionisti e non, cerca un ingrediente magico e innocuo che sia in grado di migliorare le prestazioni fisiche, aumentando il livello di competitività. Le aziende specializzate promuovono la diffusione di prodotti mirati specificamente allo sportivo Non sempre tali sostanze sono sicure

100 Uso incongruo/pericoloso di integratori o prodotti salutistici. Materie prime e processi produttivi non sempre controllati. Estrema genericità nell'indicazione dei dosaggi: Convinzione che i dosaggi non siano critici come per i medicamenti. mancano riferimenti all età età, al sesso, al peso corporeo, a situazioni patologiche in atto (ipertensione) Manca una reale valutazione dell'efficacia e della tossicità.

101 I Dubbi del Medico Sportivo Può il medico dello sport, motivato da esigenze di prevenzione (assenza di patologie) somministrare farmaci senza violare la legge e l etica professionale? CEFT: Comitato Esenzione Farmaco Terapeutica Il medico di società professionistiche on st deve annotare nella cartella clinica l uso di integratori/prodotti salutistici?

102

103 MEDICAMENTI di USO ESCLUSIVAMENTE OSPEDALIERO ed IMPIEGATI OFF-LABEL Ferlixit endovena: complesso gluconato ferrico manifestazioni da carenza di ferro Spasmomen Fiale: Otilonio premedicazione nella endoscopia digestiva

104 Attività sportiva caratterizzata da elevati ritmi ie carichi ihidi lavoro Aspettative spesso esagerate in rapporto alle capacità atletiche atleta/sportivo Ricorso a scorciatoie per migliorare la performance farmaci - integratori - doping

105 L abuso di prodotti farmacologicamente attivi (farmaci non vietati, integratori, etc.) può comportare rischi Per la salute effetti avversi acuti o cronici, soprattutto per assunzione in dosi massicce o per tempi Per la professione positività ai test antidoping

106

107 Uso incongruo/pericoloso di integratori o prodotti salutistici. ETERNAL LIFE (dimagrante) Dictamnus dasycarpus, pianta contenente numerose tossine 3 casi di insufficienza epatica grave, 1 caso di morte JIN BU HUAN (sedativo, analgesico) Lycopodium serratum pianta contenente un alcaloide morfinosimile 7 casi di epatotossicità t ità e insufficienza i epatica acuta

108 INDICATORI EMATOCHIMICI DELLO STATO FISICO DELL ATLETA Testosterone Diidrotestosterone ACTH Cortisolo DHEAs delta-4- androstenedione GH Valutazione dello stress agonistico e dell impegno psicofisico

109 INDICATORI EMATOCHIMICI DELLO STATO FISICO DELL ATLETA LDH CPK Studio delle caratteristiche i muscolari di un atleta t

110 SPORT D ALTURA Emocromo Sideremia Transferrina Ferritina Curva di dissociazione Hb Difosfoglicerato f

111 INDICATORI DELL USO DI SOSTANZE E METODI PROIBITI

112 Esami per la rilevazione dell'uso di anabolizzanti FSH LH PT PTT Colesterolo Colesterolo HDL GH Testosterone Estradiolo Estrone Prot.C Prot. S D-Dimero PAI-1 ATIII APO A Colesterolo LDL Proteine Totali CPK AST ALT LDH

113 Esami per la rilevazione dell'uso di corticosteroidi Glicemia Kalemia ph ematico Esami per la rilevazione dell'uso di Narcotico Analgesici LH ADH GH Prolattina Testosterone

114 Esami per la rilevazione dell'uso di eritropoietina e derivati Emocromo completo Reticolociti IMR Transferrina Ferritina Acido Folico Vitamina B12 Sideremia CD 71 Glicoforina A Bilirubina CFU-E BFU-E

115 Esami per la rilevazione dell'uso di GH GH LH FSH Colesterolo Trigliceridi Clearance della creatinina Azoto ureico IGF-I IGF- BP2 IGF BP3 NEFA Glucosio Insulina

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI,

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, Nuove tematiche IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, CLASSI DI SOSTANZE VIETATE MARIA GRAZIA RUBENNI Specialista in Medicina dello Sport, FIGC, Firenze Il termine doping sta ad indicare nel sapere

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

COCAINA: MECCANISMO D AZIONE

COCAINA: MECCANISMO D AZIONE COCAINA COCAINA La cocaina è una sostanza liposolubile che attraversa facilmente qualsiasi membrana, usata per tanto tempo come anestetico locale di superficie. Emivita plasmatica in media inferiore a

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica ANESTETICI GENERALI ENDOVENOSI Proprietà: -Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica -Risveglio rapido :questo è possibile quando

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta - WELKOME FITNESS 2013 Evoluzione e ricerca nel mondo degli integratori Vitamina D3: aggiornamenti e nuove applicazioni Dott Marco Neri: Comitato Tecnico Nazionale FIPCF/CONI Comitato scientifico Federazione

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL Kosten Th., O'Connor P.: Management of drug and alcohol with drawal, The New England Journal of Medicine, 348: 1786-95, 2003 Tenendo conto della prevalenza dei

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

IPOTALAMO-FUNZIONI. Termoregolazione. Scaricato da www.sunhope.it

IPOTALAMO-FUNZIONI. Termoregolazione. Scaricato da www.sunhope.it IPOTALAMO-FUNZIONI Termoregolazione Nel corpo, il calore viene prodotto dalla contrazione muscolare, dall assimilazione degli alimenti e da tutti i processi vitali che contribuiscono al metabolismo basale.

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

MOMENT 200 mg compresse rivestite Ibuprofene

MOMENT 200 mg compresse rivestite Ibuprofene PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che può essere usato per curare disturbi lievi e transitori facilmente

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso Il sistema endocrino Il sistema endocrino o sistema ormonale è rappresentato da un insieme di ghiandole e cellule (dette ghiandole endocrine e cellule endocrine) le quali secernono delle sostanze proteiche

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) SOC

REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) SOC SOC REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) TOTALE PERC Esami diagnostici Pressione arteriosa ridotta 1 0.2% Patologie cardiache Cianosi 2 0.4% Bradicardia 1 0.2% Tachicardia 9 1.9% Extrasistoli

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE Ad ogni donazione, dovunque venga fatta, il sangue prelevato viene sottoposto ad analisi dal Centro Trasfusionale dell Ospedale San Michele ( Brotzu ) ed i relativi risultati

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Ipertiroidismo. Serie n. 15a

Ipertiroidismo. Serie n. 15a Ipertiroidismo Serie n. 15a Guida per il paziente Livello: medio Ipertiroidismo - Series n. 15a (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera, dal Prof. Gary Butler

Dettagli

Conoscere la malattia renale per curarsi meglio

Conoscere la malattia renale per curarsi meglio Conoscere la malattia renale per curarsi meglio A cura di Carmelo Libetta Unità Operativa di Nefrologia, Dialisi e Trapianto IRCCS Policlinico San Matteo - Università di Pavia Indice La malattia renale:

Dettagli

Farmaci psicoattivi. Farmaci stimolanti o sedativi capaci di influenzare la psiche

Farmaci psicoattivi. Farmaci stimolanti o sedativi capaci di influenzare la psiche Farmaci psicoattivi Farmaci stimolanti o sedativi capaci di influenzare la psiche Farmaci psicoattivi eurolettici (antipsicotici) Trovano impiego nel trattamento delle psicosi Rappresentativi della classe

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 7. alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 53 7. Bevande alcoliche: se sì, solo in quantità controllata 1. DEFINIZIONE DI UNITÀ ALCOLICA (U.A.) Una Unità Alcolica (U.A.) corrisponde

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la INFIAMMAZIONE Risposta protettiva che ha lo scopo di eliminare sia la causa iniziale del danno cellulare (es. microbi, tossine etc), sia i detriti cellulari e le cellule necrotiche che compaiono a seguito

Dettagli

La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta

La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta U.O. Diabetologia, Policlinico Le Scotte Università di Siena GLI INDICATORI: DEFINIZIONE L indicatore è un informazione, quantitativa

Dettagli

Il dosaggio dei farmaci nell insufficienza renale

Il dosaggio dei farmaci nell insufficienza renale Aggiornamenti in Medicina Generale Modena, 20 02 2010 Il dosaggio dei farmaci nell insufficienza renale Dott. Giulio Malmusi - Nefrologo www.malmusi.it Parliamo di: Come la funzione dei reni influenza

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

-uno o più IONI INORGANICI

-uno o più IONI INORGANICI Coenzimi e vitamine Alcuni enzimi, per svolgere la loro funzione, hanno bisogno di componenti chimici addizionali, i COFATTORI APOENZIMA + COFATTORE = OLOENZIMA = enzima cataliticamente attivo Il cofattore

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Farmaci anticoagulanti Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Emostasi Emostasi Adesione e attivazione delle piastrine Formazione della fibrina

Dettagli

Quota introduzione liquidi. Volume liquidi corporei. Rene

Quota introduzione liquidi. Volume liquidi corporei. Rene A breve termine Riflesso barocettivo A lungo termine Controllo volemia Quota introduzione liquidi RPT GC Pa Volume liquidi corporei Rene Diuresi Un modo per regolare la Pa è quello di aggiungere o sottrarre

Dettagli

50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa

50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa 50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa Gruppi di N Domanda Risposta argomenti Sintomi 1. Ho 52 anni e sono iperteso. Ultimamente vedo meno bene e l ottico mi ha prescritto degli occhiali.

Dettagli

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine.

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. Vinci il muro dell indifferenza, dai più senso alla Tua vita: DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. INTERCOMUNALE SAN PIETRO Via Cassia 600-00189 Roma Uff. Amm.: Telefax 06 33582700 - Segreteria:

Dettagli

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide?

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide? SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO CAPITOLO 7 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE 147 Che cosa è la tiroide? La tiroide è una ghiandola endocrina posta alla base del collo. Secerne due tipi di ormoni,

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G.

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. PROTOCOLLI E PROCEDURE IN CHIRURGIA GESTIONE DELLA RITENZIONE URINARIA Pag. 1 di Pag. 9 ELABORAZIONE Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. Data: 10/03/04 INDICE Premessa

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

LA MOBILITÀ ARTICOLARE

LA MOBILITÀ ARTICOLARE LA MOBILITÀ ARTICOLARE DEFINIZIONE La mobilità articolare (detta anche flessibilità o scioltezza articolare) è la capacità di eseguire, nel rispetto dei limiti fisiologicamente imposti dalle articolazioni,

Dettagli

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO SONO DOVUTE A ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE CON ERITROBLASTOLISI INTRAMIDOLLARE IL MIDOLLO E RICCHISSIMO DI ERITROBLASTI CHE NON RIESCONO A MATURARE E MUOIONO NEL MIDOLLO

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Direttore Dr. Agostino Dossena Crema, lì 06/03/2013 ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Il presente documento contiene le indicazioni principali

Dettagli

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG Vitamina D: passato, presente e futuro Dott. Giuliano Bucciardini MMG Un po' di storia Nel 1650 l'inglese Francis Glisson descrive accuratamente il rachitismo (peraltro noto sin dall'antichità) in De rachitade.

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA Approccio razionale dal territorio al PS Dr. Giorgio Bonari 118 LIVORNO LA RESPIRAZIONE CO2 O2 LA RESPIRAZIONE 1) Pervietà delle vie aeree 2) Ventilazione 3) Scambio Alveolare

Dettagli