Indice generale. 1 Introduzione ai farmaci e al loro uso nello sport 1 David R. Mottram

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice generale. 1 Introduzione ai farmaci e al loro uso nello sport 1 David R. Mottram"

Transcript

1 Indice generale 1 Introduzione ai farmaci e al loro uso nello sport 1 David R. Mottram 1.1 Definizione di farmaco Classificazione e nomenclatura dei farmaci Sviluppo di nuovi farmaci Preparazioni farmaceutiche e trasporto di farmaci all interno dell organismo Assorbimento, distribuzione, metabolismo ed escrezione dei farmaci 5 Assorbimento 6 Distribuzione 7 Metabolismo 8 Escrezione Effetti dell esercizio fisico sulla farmacocinetica I farmaci e i loro bersagli Agonisti e antagonisti Effetti collaterali dei farmaci Reazioni complesse a farmaci I farmaci e la legge 17 Definizione di prodotto medicinale 18 Classi di prodotti medicinali Integratori alimentari 20 Vitamine 20 Proteine e aminoacidi 21 Carboidrati 22 Ginseng 22 Creatina 22 L-Carnitina Perché si usano farmaci nello sport 23 Legittimo uso terapeutico 24 Recupero dagli infortuni 25

2 X Indice generale Uso ricreativo/sociale 25 Miglioramento delle prestazioni Bibliografia 31 2 Uso e abuso di farmaci nello sport 34 Michele Verroken 2.1 Prospettiva storica Definizione di doping La lista del CIO/WADA delle sostanze vietate e dei metodi proibiti 41 Sostanze vietate 41 Metodi proibiti 43 Classi di farmaci soggetti a restrizioni specifiche 45 Sommario Il razionale per l abuso di farmaci nello sport 47 Stimolanti 48 Analgesici narcotici 50 Agenti anabolizzanti 51 Diuretici 54 Ormoni peptidici e analoghi 55 Doping ematico 56 Beta-bloccanti e altri farmaci con azione sedativa 57 Anestetici locali 58 Corticosteroidi 58 Alcol 59 Manipolazione farmacologica, chimica e fisica 59 Sommario L atteggiamento nel confronto dei farmaci nello sport Questioni etiche associate all uso di farmaci nello sport Una prospettiva politica internazionale: azioni e politiche governative Bibliografia 72 3 Stimolanti del sistema nervoso centrale 75 Alan J. George 3.1 Introduzione 75 Basi neurofisiologiche del SNC Amfetamine 76 Effetti delle amfetamine sull umore e sulle prestazioni fisiche 78 Tolleranza e dipendenza 79 Uso terapeutico 79

3 Indice generale XI Tossicità 79 Meccanismo d azione dell amfetamina 80 Farmacocinetica 81 Le amfetamine nello sport 81 Effetti collaterali delle amfetamine in ambito sportivo 84 Perché prendere amfetamine? 84 Conclusioni 85 Ecstasy Altri simpaticomimetici: efedrina, pseudoefedrina e fenilpropanolamina 86 Usi 86 Effetti collaterali 86 Abuso nello sport 87 Effetti collaterali negli atleti 88 Si può giustificare l abuso? Cocaina 89 Farmacologia 89 Metabolismo 90 Farmacocinetica 90 Effetti collaterali 91 Effetti della cocaina negli atleti e nell esercizio fisico 92 Effetti collaterali negli atleti 95 Conclusioni Caffeina, teofillina e altre metilxantine 97 Farmacologia 97 Effetti della caffeina 99 Meccanismo d azione 100 Effetti centrali 101 Effetti collaterali 102 Effetti negli atleti 102 Effetti della caffeina sulla resistenza a breve termine 108 Associazioni con caffeina Conclusioni e prospettive Bibliografia Normative del Comitato Internazionale Olimpico (CIO) relative ai farmaci utilizzati nel trattamento delle malattie dell apparato respiratorio 119 David J. Armstrong e Neil Chester 4.1 Introduzione L asma e la sua terapia 120 Definizione 120 Epidemiologia 120

4 XII Indice generale Fisiopatologia 120 Fattori scatenanti Trattamento dell asma 122 Fase Fase Fase Fase Fase Riduzione graduale della terapia Farmacologia dei farmaci antiasmatici 124 Farmaci antinfiammatori 124 Farmaci broncodilatatori Attività fisica e asma Trattamento dell asma indotta da esercizio (EIA) 134 Trattamento non farmacologico 134 Trattamento farmacologico Trattamento della tosse e del raffreddore 138 Calmanti della tosse 139 Amine simpaticomimetiche 140 Espettoranti 152 Emollienti 153 Le xantine Suggerimenti per il trattamento della tosse e del raffreddore Sommario Bibliografia Gli steroidi anabolizzanti androgeni Alan J. George 5.1 Sommario Introduzione La famiglia del testosterone 161 Biosintesi 161 Biochimica e fisiologia del testosterone 161 Meccanismo d azione del testosterone 164 Ruolo fisiologico del testosterone Analoghi strutturali del testosterone: gli steroidi anabolizzanti 167 Usi clinici degli steroidi anabolizzanti/androgeni 168 Effetti collaterali degli androgeni Steroidi anabolizzanti e sport 171 Fonti, rifornimento e controllo 172 Modalità di somministrazione e uso 174

5 Indice generale XIII Dimensioni del fenomeno 175 Polifarmacologia 177 Epidemiologia dell abuso di steroidi anabolizzanti 178 Efficacia degli steroidi anabolizzanti Un caso particolare 188 Lo strano caso del clenbuterolo Precursori, nandrolone e metabolici 189 5α Diidrotestosterone (DHT) 190 Nandrolone Effetti collaterali degli steroidi anabolizzanti negli atleti 193 Sistema cardiovascolare 194 Tumori 197 Effetti collaterali legati al sesso 198 Danni tendinei 200 Regolazione della glicemia 200 Effetti immunologici 201 Effetti comportamentali e dipendenza 201 Rischi a lungo termine dell abuso di steroidi anabolizzanti 206 Conseguenze indirette dell abuso di steroidi anabolizzanti Aspetti educativi e sociali Il futuro Bibliografia Ormoni peptidici e glicoproteici nello sport 217 Alan J. George 6.1 Ormone della crescita 217 Introduzione 217 Rilascio dell ormone della crescita 217 Effetti dell ormone della crescita 218 Somministrazione e fonti di GH 220 Patologia dell ormone della crescita 221 Uso terapeutico del GH Abuso di GH nello sport 222 Effetti collaterali associati all abuso di GH nello sport 224 Chi abusa di GH e perché? 225 Identificazione dell abuso di GH 225 Fattori sociali associati all abuso di GH Ormone adrenocorticotropo (ACTH) 227

6 XIV Indice generale Somministrazione di ACTH 227 Abuso di ACTH 227 Identificazione dell ACTH Insulina: uso nello sport Gonadotropina corionica umana (hcg) 229 Uso terapeutico dell hcg 229 Abuso di hcg nello sport 229 Effetti collaterali dell hcg nello sport 230 Diffusione dell abuso di hcg Ormone luteinizzante (LH): uso nello sport Il futuro Bibliografia Il doping ematico e lo sport 235 David J. Armstrong e Thomas Reilly 7.1 Introduzione L eritropoiesi 236 Regolazione dell eritropoiesi 238 Ruolo dell eritropoietina in patologia 239 Eritropoietina ricombinante Allenamento in quota Adattamento all altitudine 241 Simulazione dell altitudine Doping ematico Uso di eritropoietina nello sport Sostituti del sangue 250 Modificatori allosterici dell emoglobina 251 Espansori plasmatici Actovegin Controlli per il doping ematico Conclusioni Bibliografia Trattamento farmacologico delle lesioni infiammatorie nello sport 258 Peter Elliott 8.1 Introduzione La risposta infiammatoria 259 Modificazioni del microcircolo durante la risposta infiammatoria 260 I leucociti nell infiammazione 264 Farmaci antinfiammatori e trattamento degli stati infiammatori 270

7 Indice generale XV Meccanismo d azione dei farmaci antinfiammatori 272 I FANS negli infortuni sportivi 275 Durata del trattamento con i FANS 280 Uso topico di FANS negli infortuni sportivi 281 Enzimi proteolitici come farmaci antinfiammatori 282 Farmaci antinfiammatori steroidei Infiammazione acuta e cronica Il trattamento degli infortuni sportivi Riepilogo Bibliografia Alcol, farmaci ansiolitici e sport 289 Thomas Reilly 9.1 Introduzione Ansia e prestazioni sportive Alcol 292 Metabolismo dell alcol 292 Effetti dell alcol sul sistema nervoso 295 Alcol e salute 298 Alcol e risposta fisiologica all esercizio fisico 300 Alcol e sport di precisione e mira 301 Alcol e incidenti sportivi Benzodiazepine Melatonina Marijuana Nicotina Beta-bloccanti Conclusioni Bibliografia Creatina 321 Don MacLaren 10.1 Introduzione Metabolismo della creatina Metabolismo energetico Carico muscolare con creatina Creatina e prestazioni sportive 329 Creatina e sforzi fisici singoli ad alta intensità 331 Creatina e serie ripetute di esercizi ad alta intensità 331 Creatina e forza 332 Creatina e prestazioni di resistenza 332 Creatina e composizione corporea 333

8 XVI Indice generale Aspetti legati alla salute Creatina e uso clinico L uso della creatina nello sport deve essere vietato? Conclusioni Bibliografia Controlli antidoping nello sport 344 Michele Verroken e David R. Mottram 11.1 Storia dei controlli antidoping 344 Introduzione dei controlli per gli steroidi anabolizzanti 348 Controlli fuori competizione Laboratori accreditati dal CIO 352 Accreditamento dei laboratori del CIO 354 Codice etico per i laboratori accreditati dal CIO Programmi di controllo 357 Controllo dell abuso di farmaci nello sport 357 Responsabilità del controllo 360 Procedure di controllo antidoping 362 Metodiche di analisi di laboratorio Il rapporto di analisi 367 Sanzioni Problemi dei controlli antidoping 370 Aspetti organizzativi 370 Limiti delle procedure di controllo antidoping 373 Steroidi anabolizzanti e profilo degli steroidi 374 Testosterone 376 Doping ematico 377 Ormoni peptidici (ormone della crescita ed eritropoietina) 378 Medicinali da banco (OTC) 381 Integratori alimentari 381 Farmaci utilizzati nel trattamento dell asma 383 Farmaci di uso ricreativo 384 Valori soglia per le concentrazioni urinarie delle sostanze vietate 385 Adulterazione dei campioni d urina Le alternative all analisi dell urina nei controlli antidoping 388 Campioni ematici 388 Campioni di capelli È adeguata la lista del CIO/WADA delle sostanze e metodi proibiti? 391 Abbiamo bisogno di una lista di sostanze proibite per tutti gli sport? 391 La lista del CIO dovrebbe includere anche gli integratori alimentari? 392

9 Indice generale XVII 11.8 Conclusioni Bibliografia Diffusione dell abuso di farmaci nello sport 399 David R. Mottram 12.1 Introduzione Statistiche sui controlli antidoping nello sport 399 Statistiche dei lavoratori accreditati dal CIO 399 Statistiche dei Giochi Olimpici di Sydney del Statistiche dei Giochi Olimpici Invernali di Salt Lake City del Indagini sull abuso di farmaci nello sport 412 Indagini sull abuso di farmaci negli adolescenti 413 Indagini sull abuso di farmaci negli atleti Il punto di vista dei medici generici sulla diffusione dell abuso di farmaci nello sport Discussione generale Bibliografia 421 Appendice 424 Glossario 443 Indice analitico 454

IL DOPING. Definizione: LISTA DELLE SOSTANZE BANDITE (USA 2002)

IL DOPING. Definizione: LISTA DELLE SOSTANZE BANDITE (USA 2002) IL DOPING Definizione: La somministrazione effettuata dal medico o dall allenatore o altri, o l uso diretto da parte di un atleta, di qualsiasi sostanza estranea all organismo, oppure di una sostanza fisiologica

Dettagli

Presentazione, Francesco Totti Prefazione alla seconda edizione Prefazione alla prima edizione

Presentazione, Francesco Totti Prefazione alla seconda edizione Prefazione alla prima edizione Indice VII Presentazione, Francesco Totti Prefazione alla seconda edizione Prefazione alla prima edizione XIII XV XVII parte prima Alimentazione, benessere e salute 1. Le regole fondamentali 3 Perché bisogna

Dettagli

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI,

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, Nuove tematiche IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, CLASSI DI SOSTANZE VIETATE MARIA GRAZIA RUBENNI Specialista in Medicina dello Sport, FIGC, Firenze Il termine doping sta ad indicare nel sapere

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

DOPING. Legislazione e regolamenti sportivi

DOPING. Legislazione e regolamenti sportivi r o v i n c i a d i P a d o v a DOPING. Legislazione e regolamenti sportivi tt. Claudio Terranova ità Operativa Complessa di Tossicologia Forense ed Antidoping ienda Ospedaliera - Università di Padova

Dettagli

Introduzione alla psicofarmacologia: come interagiscono i farmaci con il corpo e con il cervello

Introduzione alla psicofarmacologia: come interagiscono i farmaci con il corpo e con il cervello PARTE 1 Parte 1 978-88-08-19583-8 1 Introduzione alla psicofarmacologia: come interagiscono i farmaci con il corpo e con il cervello La farmacologia è la scienza che studia come i farmaci influenzano il

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA SANITA PUBBLICA E DELL INNOVAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA RICERCA SANITARIA E BIOMEDICA E DELLA VIGILANZA SUGLI ENTI Relazione al Parlamento Anno 2012 Sullo

Dettagli

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA Anno accademico 2013/2014 FARMACOLOGIA GENERALE 1. Azione farmacologia 2. Meccanismo di azione dei farmaci 3. Vie di somministrazione 4. Assorbimento 5. Distribuzione, ripartizione,

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E DEL BENESSERE. Corso di Laurea di I livello in Scienze Motorie. Corso di. Farmacologia. a.a.

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E DEL BENESSERE. Corso di Laurea di I livello in Scienze Motorie. Corso di. Farmacologia. a.a. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E DEL BENESSERE Corso di Laurea di I livello in Scienze Motorie Corso di Farmacologia a.a. 2014-2015 III anno 6 CFU Prof. Walter

Dettagli

Farmacodipendenza. Addiction

Farmacodipendenza. Addiction Farmacodipendenza Ricerca compulsiva di una sostanza per ottenere uno stato di piacere /euforia o per alleviare uno stato di sofferenza, nonostante vi siano gravi conseguenze sociali o per la salute Addiction

Dettagli

GENNAIO 2013. Guida alla Lista WADA delle Sostanze Vietate ed Esenzioni a Fini Terapeutici

GENNAIO 2013. Guida alla Lista WADA delle Sostanze Vietate ed Esenzioni a Fini Terapeutici GENNAIO 2013 Guida alla Lista WADA delle Sostanze Vietate ed Esenzioni a Fini Terapeutici Indice Lista WADA delle Sostanze Vietate 3 Esenzioni a Fini Terapeutici 5 Requisiti per una EFT per l asma 9 2

Dettagli

Ordinanza del DDPS sui prodotti e sui metodi dopanti

Ordinanza del DDPS sui prodotti e sui metodi dopanti Ordinanza del DDPS sui prodotti e sui metodi dopanti (Ordinanza sui prodotti dopanti) Modifica del 18 novembre 2003 Il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport,

Dettagli

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica Asma : cos è L'asma è una malattia infiammatoria cronica del polmone. Nei soggetti predisposti l Asma provoca episodi ricorrenti di respiro sibilante, difficoltà respiratoria, senso di costrizione toracica

Dettagli

INTEGRATORI ALIMENTARI IMPIEGATI NELLA PRATICA SPORTIVA. Paolo Giliberti

INTEGRATORI ALIMENTARI IMPIEGATI NELLA PRATICA SPORTIVA. Paolo Giliberti INTEGRATORI ALIMENTARI IMPIEGATI NELLA PRATICA SPORTIVA Paolo Giliberti Das Wundermittel Il 98 % di aspiranti ai giochi olimpici si dichiara disposto ad utilizzare sostanze anche proibite, a condizione

Dettagli

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati ANTIPERTENSIVI (1) L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati E uno dei maggiori problemi clinici dei tempi moderni. 1. Molte volte chi è iperteso lo scopre occasionalmente

Dettagli

HUMANHIGHWAY PER PREVOLAB RICERCA CAMPIONARIA ONLINE SULL ATTEGGIAMENTO PERSONALE E SOCIALE VERSO L UTILIZZO DELLE GIUGNO 2012

HUMANHIGHWAY PER PREVOLAB RICERCA CAMPIONARIA ONLINE SULL ATTEGGIAMENTO PERSONALE E SOCIALE VERSO L UTILIZZO DELLE GIUGNO 2012 HUMANHIGHWAY PER PREVOLAB RICERCA CAMPIONARIA ONLINE SULL ATTEGGIAMENTO PERSONALE E SOCIALE VERSO L UTILIZZO DELLE SOSTANZE ADDITIVE 1 UNIVERSO DELL INDAGINE L intervento è prodotto online. Gli individui

Dettagli

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi generali Metodi mirati Scoperta e sviluppo di nuovi

Dettagli

Corso di Formazione per Soci Aggregati

Corso di Formazione per Soci Aggregati Corso di Formazione per Soci Aggregati Numero slides dedicate Tempo stimato (min) PRESENTAZIONE DEL CORSO 2 15 La FMSI: ruolo e compiti del socio aggregato 9 20 La fisiologia e la classificazione delle

Dettagli

4. Il decreto di cui al comma 1 è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Art. 3.

4. Il decreto di cui al comma 1 è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Art. 3. anche nel rispetto delle disposizioni della Convenzione di Strasburgo, ratificata ai sensi della citata legge 29 novembre 1995, n. 522, e delle indicazioni del Comitato internazionale olimpico (CIO) e

Dettagli

STEROIDI ANABOLIZZANTI. Derivati sintetici del testosterone che sono stati modificati per aumentare l azione anabolica rispetto a quella androgenica

STEROIDI ANABOLIZZANTI. Derivati sintetici del testosterone che sono stati modificati per aumentare l azione anabolica rispetto a quella androgenica STEROIDI ANABOLIZZANTI l Derivati sintetici del testosterone che sono stati modificati per aumentare l azione anabolica rispetto a quella androgenica Biosintesi degli Steroidi Androgeni Anabolizzanti CYP17

Dettagli

FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA. www.slidetube.it

FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA. www.slidetube.it FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA Incidenza superiore al 5% nei pazienti industrializzati Marcato restringimento vie aree (colpi di tosse, respiro superficiale, senso di costrizione

Dettagli

Conoscere per prevenire il doping nei giovani

Conoscere per prevenire il doping nei giovani Provincia di Padova Conoscere per prevenire il doping nei giovani Progetto Sperimentale Iniziative di prevenzione del doping A cura di Renzo Roverato Sintesi dei testi elaborati da: Federica Dabbeni Sala

Dettagli

FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE

FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE Come erogatore di assistenza di primo livello, il MMG è direttamente implicato nella scelta appropriata e nell utilizzo efficiente

Dettagli

DOPING: integratori e conseguenze

DOPING: integratori e conseguenze r o v i n c i a d i P a d o v a DOPING: integratori e conseguenze tt. Claudio Schiraldi ecialista in Medicina dello Sport SI Padova udio.schiraldi@tin.it Progetto Sperimentale: Iniziative di prevenzione

Dettagli

Droga In vivo Studi Note vitro vivo (uomo) clinici Genziana

Droga In vivo Studi Note vitro vivo (uomo) clinici Genziana Droga In In In vivo Studi Note vitro vivo (uomo) clinici Genziana Può aumentare l effetto ipoglicemico può aggravare gli effetti gastrolesivi dei FANS Zenzero può determinare emorragie con salicilati Piantaggine

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE FACOLTÀ DI SCIENZE MOTORIE Corso di Laurea in Scienze Motorie III Anno 6 CFU A.A. 2011-2012 Corso di Farmacologia Prof. Walter Filippelli Obiettivi dell'insegnamento:

Dettagli

Sistema Endocrino 3. Ormoni del surrene. Fisiologia Generale e dell Esercizio Prof. Carlo Capelli

Sistema Endocrino 3. Ormoni del surrene. Fisiologia Generale e dell Esercizio Prof. Carlo Capelli Sistema Endocrino 3. Ormoni del surrene Fisiologia Generale e dell Esercizio Prof. Carlo Capelli Obiettivi Surrene: secrezione nelle varie zone del surrene, sintesi degli ormoni surrenali, Mineralcorticoidi-aldosterone,

Dettagli

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE AREA SALUTE E AMBIENTE Certificato secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE AREA SALUTE E AMBIENTE Certificato secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000 DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE AREA SALUTE E AMBIENTE Certificato secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000 SERVIZIO MEDICINA DELLO SPORT E LOTTA AL DOPING Responsabile Dott. Antonio Mazzeo 035/2270.380 24125

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE E GLI INTEGRATORI. Dott.ssa Valentina Casale medico ufficiale FIGC

L EDUCAZIONE ALIMENTARE E GLI INTEGRATORI. Dott.ssa Valentina Casale medico ufficiale FIGC ASPETTI MEDICO-BIOLOGICI-NUTRIZIONALI: LO SVILUPPO ORGANICO DEL BAMBINO DELLA SCUOLA CALCIO L EDUCAZIONE ALIMENTARE E GLI INTEGRATORI ALIMENTARI Dott.ssa Valentina Casale medico ufficiale FIGC METABOLISMO

Dettagli

Materia : Scienze Motorie e Sportive

Materia : Scienze Motorie e Sportive Materia : Scienze Motorie e Sportive Docente Prof. Mauro Marras Testo in adozione Altri testi o fonti utilizzate N. ore settimanali Manuale Illustrato dell educazione Fisica Scolastica Fotocopie Proiezione

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione Test di autovalutazione Ciascuna delle seguenti domande o affermazioni incomplete è seguita da risposte o completamenti dell affermazione. Individuare la SOLA risposta o completamento dell affermazione

Dettagli

Dr. MASSIMILIANO DI MONTIGNY Responsabile Vendite ES Italia Srl

Dr. MASSIMILIANO DI MONTIGNY Responsabile Vendite ES Italia Srl Dr. MASSIMILIANO DI MONTIGNY Responsabile Vendite ES Italia Srl 1 Le basi di una sana alimentazione e una corretta integrazione per il ciclista moderno Dr. MASSIMILIANO DI MONTIGNY Responsabile Vendite

Dettagli

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO 1. Definizione 2. Classificazione 2.1. Diabete mellito di tipo 1 2.2. Diabete mellito di tipo 2 2.3. Diabete gestazionale 2.4. Altre forme di diabete 2.5.

Dettagli

prefazione ORGANIZZAZIONE CARATTERISTICHE

prefazione ORGANIZZAZIONE CARATTERISTICHE prefazione Verso la metà degli anni 70, durante un congresso dell American College of Sports Medicine, mentre si pensava a quali direzioni potessero prendere le nostre carriere, discutemmo a lungo su quale

Dettagli

Coro di formazione dipartimentale nuovi e vecchi marcatori dei liquidi biologici nelle sostanze d abuso - Arezzo 27 sett. 2010

Coro di formazione dipartimentale nuovi e vecchi marcatori dei liquidi biologici nelle sostanze d abuso - Arezzo 27 sett. 2010 Coro di formazione dipartimentale nuovi e vecchi marcatori dei liquidi biologici nelle sostanze d abuso - Arezzo 27 sett. 2010 Dott. Marco Becattini Ser.T. Arezzo Dipartimento delle Dipendenze Dir.Dott

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLO SPORT LM68

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLO SPORT LM68 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLO SPORT LM68 GENERALITA : Il corso consiste di 4 semestri su due annualità che ammontano rispettivamente a 66 e 54 CFU per un totale di 120 CFU. Il

Dettagli

Interazione tra alcol e farmaci o "sostanze" varie Molti farmaci (in primo luogo tranquillanti ed ansiolitici, ma anche antidolorofici, alcuni antistaminici, perfino sciroppi per la tosse) interagiscono

Dettagli

PIU TESTOSTERONE, PIU CAPELLI, MENO PROBLEMI ALLA PROSTATA

PIU TESTOSTERONE, PIU CAPELLI, MENO PROBLEMI ALLA PROSTATA PIU TESTOSTERONE, PIU CAPELLI, MENO PROBLEMI ALLA PROSTATA Innalzare il testosterone con metodi naturali e contemporaneamente salvaguardare la salute della prostata, limitando la caduta dei capelli L uomo

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE A DISTANZA. Farmaci e doping: normativa ed effetti collaterali legati all abuso

CORSO DI FORMAZIONE A DISTANZA. Farmaci e doping: normativa ed effetti collaterali legati all abuso Farmaci e doping: normativa ed effetti collaterali legati all abuso Prof.ssa Paola Minghetti - Facoltà di Farmacia, Università degli Studi di Milano Prof.ssa Roberta Pacifici - Osservatorio Fumo Alcol

Dettagli

D NE N E E E DI D SPA

D NE N E E E DI D SPA S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale Ospedaliera Aziendale S.S. Polo Riabilitativo Levante Dr.ssa Monica Santangelo Genova 27 Novembre 2014 LE PATOLOGIE MUSCOLO- TENDINEE DI SPALLA NELLO SPORT La terapia

Dettagli

Premesse. Lo sviluppo di nuovi medicinali è un processo molto impegnativo sia dal punto di vista procedurale che economico:

Premesse. Lo sviluppo di nuovi medicinali è un processo molto impegnativo sia dal punto di vista procedurale che economico: Premesse 2 Lo sviluppo di nuovi medicinali è un processo molto impegnativo sia dal punto di vista procedurale che economico: Su 8 molecole che presentano potenzialità terapeutiche solo 1, solitamente,

Dettagli

Nota dell editore Presentazione

Nota dell editore Presentazione 00PrPag 3-08-2007 11:42 Pagina V Autori Nota dell editore Presentazione XI XIII XV Parte I Chimica 1 Struttura dell atomo 3 Teorie atomiche 3 Costituenti dell atomo 4 Numeri quantici 5 Tipi di orbitali

Dettagli

Artica Una nuova innovativa macchina per la crioterapia ambulatoriale

Artica Una nuova innovativa macchina per la crioterapia ambulatoriale Artica Una nuova innovativa macchina per la crioterapia ambulatoriale Cos è la Crioterapia La crioterapia, o terapia del freddo, è una metodologia terapeutica conosciuta da moltissimo tempo. Essa utilizza

Dettagli

GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA

GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA INTRODUZIONE Un corretto regime alimentare è in grado di soddisfare il fabbisogno nutrizionale di un individuo sano. Esistono casi in cui è necessario

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali DIPARTIMENTO DELL INNOVAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA UFFICIO VIII DELL EX MINISTERO DELLA SALUTE OGGETTO:

Dettagli

Creatina...un Killer assolto

Creatina...un Killer assolto Si propone in versione riadattata il seguente articolo tratto dal sito del Dott.Alessandro Gelli Creatina...un Killer assolto Uso corretto e scorretto efficacia, reale e leggendaria Sono il Dott. Alessandro

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

STRATEGIE DI TRATTAMENTO DELLE TOSSICODIPENDENZE

STRATEGIE DI TRATTAMENTO DELLE TOSSICODIPENDENZE STRATEGIE DI TRATTAMENTO DELLE TOSSICODIPENDENZE Luca Luciani TOLLERANZA Fenomeno a causa del quale un consumatore di sostanze stupefacenti deve assumere dosi sempre maggiori per ottenere l effetto desiderato

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

Dott. Marco Rossi farmacista

Dott. Marco Rossi farmacista Le informazioni contenute nel sito possono generare situazioni di pericolo e danni. I dati presenti hanno un fine illustrativo e in nessun caso esortano né spingono ad atti avversi alla salute psicofisica

Dettagli

Il profilo professionale dell operatore socio-assistenziale Evoluzione storico-normativa della figura professionale dell OS A

Il profilo professionale dell operatore socio-assistenziale Evoluzione storico-normativa della figura professionale dell OS A INDICE Parte I Il profilo professionale dell operatore socio-assistenziale Capitolo 1: Evoluzione storico-normativa della figura professionale dell OS A 1. L ausiliario socio-assistenziale (asa), l ausiliario

Dettagli

ISTITUTO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE MARIO NEGRI Laboratori Negri Bergamo Via Mauro Gavazzeni, 11-24125 Bergamo - Italy tel +39.035.319.888 - fax +39.035.319.331 - bergamo@marionegri.it www.marionegri.it

Dettagli

MANUALE PER L ISTRUTTORE DI FITNESS

MANUALE PER L ISTRUTTORE DI FITNESS MANUALE PER L ISTRUTTORE DI FITNESS Presentazione Introduzione PARTE I: ATTIVITÀ FISICA, FORMA FISICA E SALUTE Capitolo I: Attività fisica e salute I rapporti tra attività fisica e salute Cosa sappiamo

Dettagli

STUDIO DI DIETOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA- WWW.ILNUTRIZIONISTARISPONDE.IT Dott. Uliano R

STUDIO DI DIETOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA- WWW.ILNUTRIZIONISTARISPONDE.IT Dott. Uliano R IL METABOLISMO La causa comune dell obesità consiste in un aumento delle entrate caloriche rispetto alle uscite e di conseguenza ad un dispendio energetico non adeguato rispetto a ciò che si mangia. La

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE E GLI INTEGRATORI. Dott.ssa Valentina Casale medico federale FIGC casalevalentina0@gmail.com

L EDUCAZIONE ALIMENTARE E GLI INTEGRATORI. Dott.ssa Valentina Casale medico federale FIGC casalevalentina0@gmail.com ASPETTI MEDICO-BIOLOGICI-NUTRIZIONALI: LO SVILUPPO ORGANICO DEL BAMBINO DELLA SCUOLA CALCIO L EDUCAZIONE ALIMENTARE E GLI INTEGRATORI ALIMENTARI Dott.ssa Valentina Casale medico federale FIGC casalevalentina0@gmail.com

Dettagli

PIANO DEGLI STUDI AA 2008/2009

PIANO DEGLI STUDI AA 2008/2009 Corso di Laurea in SCIENZE DELLE ATTIVITA MOTORIE AMBITO DELLA PREVENZIONE, DEL BENESSERE E DELLA FORMA FISICA DELL UOMO, E DELLO SPORT PIANO DEGLI STUDI AA 008/009 CORSI INTEGRATI, ESAMI E CREDITI Corso

Dettagli

La sorveglianza sanitaria e il medico competente: componente di un team e non voce solista

La sorveglianza sanitaria e il medico competente: componente di un team e non voce solista La sorveglianza sanitaria e il medico competente: componente di un team e non voce solista Convegno Per Aspera ad Astra Roma 25-26 ottobre 2012 Relatore: Dr. Enzo Valenti medico competente medico sui generis

Dettagli

L ALLENAMENTO DELLA FORZA NELLA PALLAVOLO FEMMINILE

L ALLENAMENTO DELLA FORZA NELLA PALLAVOLO FEMMINILE L ALLENAMENTO DELLA FORZA NELLA PALLAVOLO FEMMINILE Relatore: dott.. Massimo Viganò Indice della lezione Introduzione Aspetti fisiologici Modello prestazione forza nel volley Tecniche esecutive Progettazione

Dettagli

- La indica la legge penale 376 del 2000

- La indica la legge penale 376 del 2000 E TEMPO DI INTERVENTI DI PREVENZIONE CONCERTATI Alessandro Donati Bologna, 10 e 24 gennaio 2010 Il progetto è nato dall esigenza di contrastare la diffusione del doping, oltre che nello sport professionistico

Dettagli

INDICE GENERALE PARTE PRIMA IPNOLOGIA GENERALE

INDICE GENERALE PARTE PRIMA IPNOLOGIA GENERALE .qxd 12/07/2010 17.38 Pagina XXIX INDICE GENERALE PARTE PRIMA IPNOLOGIA GENERALE Capitolo I ASPETTI DELLA MENTE, DINAMICHE MENTALI E GENERALITÀ SULL IPNOSI....3 1. Introduzione.........................................................

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE E ALLA

EDUCAZIONE ALLA SALUTE E ALLA EDUCAZIONE ALLA SALUTE E ALLA SALUBRITA DEGLI ALIMENTI Dott.ssa Maria Caterina Sforza Biologo esperto in igiene degli alimenti e della nutrizione Educazione alla salute e salubrità degli alimenti Leggere

Dettagli

Primi passi nella prevenzione del doping

Primi passi nella prevenzione del doping Primi passi nella prevenzione del doping Livello BASE Che cos è il doping? Potenziamento delle prestazioni mediante l uso di sostanze o metodi proibiti Atto sleale che comporta anche dei rischi per la

Dettagli

Sistema endocrino 6. Metabolismo del calcio e del fosfato, ormone paratiroideo, calcitonina, vitamina D

Sistema endocrino 6. Metabolismo del calcio e del fosfato, ormone paratiroideo, calcitonina, vitamina D Sistema endocrino 6. Metabolismo del calcio e del fosfato, ormone paratiroideo, calcitonina, vitamina D Prof. Carlo Capelli Fisiologia Generale e dell Esercizio Facoltà di Scienze Motorie, Università di

Dettagli

CLASSIFICAZIONE del DIABETE

CLASSIFICAZIONE del DIABETE Il DIABETE Malattia cronica Elevati livelli di glucosio nel sangue(iperglicemia) Alterata quantità o funzione dell insulina, che si accumula nel circolo sanguigno TASSI di GLICEMIA Fino a 110 mg/dl normalità

Dettagli

Prof. Dario D Ottavio

Prof. Dario D Ottavio Prof. Dario D Ottavio già Direttore laboratorio Chimica Clinica e Tossicologia A.O. S. Camillo - Forlanini Roma Biochimico Clinico Commissione Antidoping Ministero della Salute Consulente Tecnico Procure

Dettagli

Introduzione e definizioni Prodotti cosmetici Dispositivi medici, PMC e biocidi Alimenti speciali e integratori alimentari

Introduzione e definizioni Prodotti cosmetici Dispositivi medici, PMC e biocidi Alimenti speciali e integratori alimentari 15 crediti ECM LA CLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI VENDUTI IN FARMACIA Contenuti tecnico-professionali specifici n. 15 ore Negli ultimi anni si é andato sempre più evidenziando il problema della classificazione

Dettagli

artecipa per il gusto di fare sport

artecipa per il gusto di fare sport DIPARTIMENTO di PREVENZIONE Direttore Dr. UMBERTO PACCHIAROTTI ecidi di farne a meno biettivo: gareggia con lealtà artecipa per il gusto di fare sport nvesti sulla tua salute on ne hai bisogno uarda avanti

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA (D.M. 270)

PERCORSO DI FORMAZIONE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA (D.M. 270) I primi 2 anni di studio sono finalizzati a fornire le conoscenze nelle discipline di base, biologiche, mediche, igienico preventive e i fondamenti della disciplina professionale, quali requisiti indispensabili

Dettagli

CAMPAGNA INFORMATIVA PROMOSSA DAL CIP CON IL CONTRIBUTO DELLA FONDAZIONE ROMA TERZO SETTORE

CAMPAGNA INFORMATIVA PROMOSSA DAL CIP CON IL CONTRIBUTO DELLA FONDAZIONE ROMA TERZO SETTORE CAMPAGNA INFORMATIVA PROMOSSA DAL CIP CON IL CONTRIBUTO DELLA FONDAZIONE ROMA TERZO SETTORE Prefazione La storia del doping è storia di illusioni e di miserie. Prima umane che sportive. E storia di fallimenti

Dettagli

PROFILO DONNA MENOPAUSA (Valutazione dell equilibrio ormonale)

PROFILO DONNA MENOPAUSA (Valutazione dell equilibrio ormonale) ALLEGATO: Note informative a corredo del risultato analitico utili al paziente ed al suo medico al quale comunque si rimanda per una corretta interpretazione dei dati. Cod. ID: 53480 CCV: 1ad Data: 07/11/2012

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

Conseguenze generali dell invecchiamento

Conseguenze generali dell invecchiamento Conseguenze generali dell invecchiamento riduzione sintesi proteica declino funzione immunitaria aumento massa grassa perdita massa e forza muscolare riduzione densità minerale ossea La fragilità fisica

Dettagli

Biotecnologie ed OGM. Prima parte: DNA ricombinante e microorganismi geneticamente modificati.

Biotecnologie ed OGM. Prima parte: DNA ricombinante e microorganismi geneticamente modificati. Biotecnologie ed OGM Prima parte: DNA ricombinante e microorganismi geneticamente modificati. COSA SONO LE BIOTECNOLOGIE? Si dicono Biotecnologie i metodi tecnici che permettono lo sfruttamento di sistemi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. A al bando di ammissione pubblicato in data 31/07/2012 Art. 1 Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2012/2013, presso la Facoltà di Scienze MMFFN, Dipartimento di Biologia

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. A al bando di ammissione pubblicato in data 15/09/2014 Art. 1 Tipologia: Master universitario di II livello in Nutrizione Umana L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015 il master

Dettagli

Concetto di doping effetti collaterali,

Concetto di doping effetti collaterali, Concetto di doping Si considera doping l assunzione, da parte di un atleta, di sostanze proibite dai regolamenti, non a scopo curativo ma con l intento di migliorare la prestazione di là dagli effetti

Dettagli

Aspetti operativi della sorveglianza sanitaria su tossicodipendenza

Aspetti operativi della sorveglianza sanitaria su tossicodipendenza Aspetti operativi della sorveglianza sanitaria su tossicodipendenza Dott. Giuseppe Giubbarelli Medico del lavoro UO Medicina del lavoro Ospedale di Sassuolo Cosa sono le droghe Sostanze : Psicoattive :(agiscono

Dettagli

Lezioni di Farmacologia e Tossicologia Applicate allo Sport AA 2012/013

Lezioni di Farmacologia e Tossicologia Applicate allo Sport AA 2012/013 Lezioni di Farmacologia e Tossicologia Applicate allo Sport AA 2012/013 Prof.Fulvio Marzatico Laboratorio di Farmacobiochimica Nutrizione Sportiva Nutrizione e Nutriceutica del Benessere Università di

Dettagli

Parte II. Studi e ricerche sulla partecipazione sportiva e gli stili di vita dei giovani

Parte II. Studi e ricerche sulla partecipazione sportiva e gli stili di vita dei giovani Parte II Studi e ricerche sulla partecipazione sportiva e gli stili di vita dei giovani La ricerca Studenti e sport: stili di vita nella provincia di Rovigo anno 2004 Premessa Riprendiamo l articolo 2

Dettagli

Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas

Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas 1 Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas Capitolo 7 Enzimi, le macchine della vita Piccole macchine regolano la funzione del corpo umano in un orchestrazione perfetta e a velocità

Dettagli

Abiraterone nel carcinoma prostatico metastatico: efficacia ed interazioni

Abiraterone nel carcinoma prostatico metastatico: efficacia ed interazioni Abiraterone nel carcinoma prostatico metastatico: efficacia ed interazioni Gli androgeni hanno un ruolo importante nella progressione del carcinoma prostatico. Si è infatti constatato come la castrazione

Dettagli

Valutazione della tossicità dei farmaci

Valutazione della tossicità dei farmaci Valutazione della tossicità dei farmaci IT = IT DL50 ED50 maggiore sicurezza del farmaco Studi di tossicologia Definire la minima dose che produce effetti tossici e la massima che non induce alcun effetto,

Dettagli

DISCIPLINARE PER L ESENZIONE A FINI TERAPEUTICI.

DISCIPLINARE PER L ESENZIONE A FINI TERAPEUTICI. CONI DISCIPLINARE PER L ESENZIONE A FINI TERAPEUTICI. Art.1 Attribuzioni del CONI 1. Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) è l organizzazione antidoping nazionale che ha adottato il Codice Mondiale

Dettagli

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME Cos è? L artrite Lyme è causata dal batterio Borrelia burgdorferi (borreliosi di Lyme) e si trasmette con il morso di zecche quali l ixodes ricinus.

Dettagli

DOPING. Rapporti con la tossicodipendenza. Modalità di accertamento

DOPING. Rapporti con la tossicodipendenza. Modalità di accertamento r o v i n c i a d i P a d o v a DOPING. Rapporti con la tossicodipendenza. Modalità di accertamento tt. ssa Rossella Snenghi ità Operativa Complessa di Tossicologia Forense ed Antidoping ienda Ospedaliera

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport ALIMENTAZIONE E SPORT Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport Argomenti: 1) Il fabbisogno energetico 2) Gli alimenti 3) L acqua 4) Vitamine, sali minerali, integratori 5) La dieta dello sportivo

Dettagli

Tossicita da chemioterapia e differenze di genere. Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole

Tossicita da chemioterapia e differenze di genere. Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole Tossicita da chemioterapia e differenze di genere Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole Tumori e genere:quali dati? Pochi dati prospettici e da trials clinici

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL'INSUBRIA - Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in SCIENZE MOTORIE - A.A. 2013/2014 - D.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL'INSUBRIA - Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in SCIENZE MOTORIE - A.A. 2013/2014 - D. ANNO SEM. CORSO DISCIPLINA Fisica Acquisizione dei concetti di base della fisica e applicazione della teoria nella risoluzione di semplici problemi 1 1 FISICA E STATISTICA Statistica Nozioni introduttive

Dettagli

Trattamento con Tecarterapia nell edema secondario del ginocchio e recupero funzionale

Trattamento con Tecarterapia nell edema secondario del ginocchio e recupero funzionale Trattamento con Tecarterapia nell edema secondario del ginocchio e recupero funzionale Tecnologia Human Tecar. Un nuovo modo di trattare il tessuto biologico. Strumento in grado di far reagire il corpo

Dettagli

I problemi endocrinologici in età evolutiva

I problemi endocrinologici in età evolutiva III CONVEGNO REGIONALE SINDROME DI PRADER WILLI I problemi endocrinologici in età evolutiva Lorenzo Iughetti Dipartimento Materno-Infantile Università di Modena e Reggio Emilia Rappresentazione schematica

Dettagli

INDICE E CARICO GLICEMICO DEGLI ALIMENTI.

INDICE E CARICO GLICEMICO DEGLI ALIMENTI. INDICE E CARICO GLICEMICO DEGLI ALIMENTI. Prof. Roberto Calcagno Ho già trattato in un precedente articolo dell indice glicemico degli alimenti ( G.I. Glicemic Index), ora vorrei integrare questo concetto

Dettagli

POLITERAPIE NEL PAZIENTE ANZIANO. Dipartimento Farmaceutico Azienda USL di Reggio Emilia

POLITERAPIE NEL PAZIENTE ANZIANO. Dipartimento Farmaceutico Azienda USL di Reggio Emilia POLITERAPIE NEL PAZIENTE ANZIANO Dipartimento Farmaceutico Azienda USL di Reggio Emilia PAZIENTI ANZIANI Maggiori utilizzatori di farmaci per la presenza di polipatologie spesso croniche Ridotte funzionalità

Dettagli

Sei interessato a partecipare a studi clinici finalizzati allo sviluppo di nuovi farmaci in Sardegna? Diventa volontario con Fase 1 srl.

Sei interessato a partecipare a studi clinici finalizzati allo sviluppo di nuovi farmaci in Sardegna? Diventa volontario con Fase 1 srl. Sei interessato a partecipare a studi clinici finalizzati allo sviluppo di nuovi farmaci in Sardegna? Diventa volontario con Fase 1 srl. Che cos è Fase 1 srl? Fase 1 è una società a responsabilità limitata

Dettagli

U.O. FISIOPATOLOGIA RESPIRATORIA AZIENDA SANITARIA DI FIRENZE P.PALAGI

U.O. FISIOPATOLOGIA RESPIRATORIA AZIENDA SANITARIA DI FIRENZE P.PALAGI ASMA e SPORT FIRENZE 9 Giugno 2012 Dott. W. Castellani U.O. FISIOPATOLOGIA RESPIRATORIA AZIENDA SANITARIA DI FIRENZE P.PALAGI La correlazione fra ASMA ed ESERCIZIO FISICO risale alla seconda metà del II

Dettagli

TECAR E ONDE D URTO COME TERAPIE ALTERNATIVE NEL TRATTAMENTO DI UN CASO DI ARTROSINOVITE COMPLICATA DA FORMAZIONI OSTEOPERIOSTALI

TECAR E ONDE D URTO COME TERAPIE ALTERNATIVE NEL TRATTAMENTO DI UN CASO DI ARTROSINOVITE COMPLICATA DA FORMAZIONI OSTEOPERIOSTALI INTRODUZIONE ARTROSINOVITE SETTICA: processo infettivo delle articolazioni spesso determinante una rapida distruzione e proliferazione della capsula e delle cartilagini articolari. Le vie,attraverso le

Dettagli

L alimentazione e l uso degli integratori alimentari nella pratica sportiva

L alimentazione e l uso degli integratori alimentari nella pratica sportiva L alimentazione e l uso degli integratori alimentari nella pratica sportiva Diffusione degli integratori nella pratica sportiva I dati a disposizione sono pochi Secondo il vice-presidente della Commissione

Dettagli

Peptidi oppioidi e Analgesici oppiacei

Peptidi oppioidi e Analgesici oppiacei Peptidi oppioidi e Analgesici oppiacei Farmacologia Speciale ß-Endorfina. Gangli della base. Ipofisi. Corteccia. N. arcuato ipotalamo. Amigdala. midollo allungato Encefaline Dinorfine ampia distribuzione

Dettagli

ALIMENTAZIONE E FORZA

ALIMENTAZIONE E FORZA Savigliano, 16 aprile 2011 ALIMENTAZIONE E FORZA Enrico Arcelli Facoltà di Scienze Motorie Università degli Studi di Milano Alimentazione e forza Si pensa che più proteine assunte portino a più forza.

Dettagli

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4 Anemia e nefropatia Stadi 1 4 Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L iniziativa della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) sviluppa linee

Dettagli