àcapacita adeguate alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attivita lavorative

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "àcapacita adeguate alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attivita lavorative"

Transcript

1 D. Lgs. 195 / 2003 Requisiti e Formazione Addetti e Responsabili dei SPP interni o esterni Paola Magneschi Settore Prevenzione e Sicurezza Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarieta Regione Toscana * ( !Via Taddeo Alderotti 26/N Firenze Cosa prevede il D.Lgs. 195/2003 CAPACITA, E REQUISITI PROFESSIONALI per i Responsabili e gli Addetti dei S.P.P. àcapacita adeguate alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attivita lavorative àrequisiti professionali: diploma di istruzione secondaria superiore àattestato di frequenza a specifici corsi di formazione con verifica dellèapprendimento Cosa prevede il D.Lgs. 195/2003 CAPACITA, E REQUISITI PROFESSIONALI per i Responsabili e gli Addetti dei S.P.P. àcapacita adeguate alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attivita lavorative àrequisiti professionali: diploma di istruzione secondaria superiore àattestato di frequenza a specifici corsi di formazione con verifica dellèapprendimento Cosa prevede il D.Lgs. 195/2003 CAPACITA, E REQUISITI PROFESSIONALI per i Responsabili e gli Addetti dei S.P.P. àcapacita adeguate alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attivita lavorative àrequisiti professionali: diploma di istruzione secondaria superiore àattestato di frequenza a specifici corsi di formazione con verifica dellèapprendimento 1

2 D.Lgs. 626/ Art. 8-bis Capacita e requisiti professionali degli Addetti e dei Responsabili dei Servizi di Prevenzione e Protezione interni o esterni CORSI Art. 8-bis Comma 2 Corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attivita lavorative (con verifica dell,apprendimento). CORSI Art. 8-bis Comma 4 Specifici corsi di formazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomica e psicosociale, di organizzazione e gestione delle attivita tecnico amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali (con verifica dell,apprendimento). D.Lgs. 626/ Art. 8-bis Capacita e requisiti professionali degli Addetti e dei Responsabili dei Servizi di Prevenzione e Protezione interni o esterni CORSI Art. 8-bis Comma 2 Corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attivita lavorative (con verifica dell,apprendimento). CORSI Art. 8-bis Comma 4 Specifici corsi di formazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomica e psicosociale, di organizzazione e gestione delle attivita tecnico amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali (con verifica dell,apprendimento). Circolare Ministero del Lavoro n.39 del D.Lgs. 195/ Chiarimenti interpretativi Elenco Titoli di Lauree specifiche e chiuso, non estensibile per analogia o per via interpretativa. Chi ha laurea specifica e esonerato dai corsi di cui al c. 2 ma non da quelli di cui al c. 4 n da quelli di aggiornamento quinquennale Chi ha svolto per almeno 6 mesi le funzioni di o AddSPP, pur senza il titolo di studio necessario, può continuare a svolgere tali funzioni, ma e necessario che al tali funzioni fossero ancora in corso di svolgimento (documentato da Nomina formale, indicazione di svolgimento delle funzioni nel Documento Valutazione Rischi, contratto, lettera di incarico, ecc.) Circolare Ministero del Lavoro n.39 del D.Lgs. 195/ Chiarimenti interpretativi Si chiarisce che nel caso in cui i CORSI (comma 2), che dovrebbero essere frequentati entro un anno dalla data di entrata in vigore del decreto ( ), non siano stati attivati entro lèanno, i soggetti potranno frequentarli non appena essi verranno attivati. Art. 3 c. 2: Chi possiede il titolo di studio ma non svolgeva lèattivita di o AddSPP da almeno sei mesi alla data di entrata in vigore del decreto, ed e stato nominato dopo il , può svolgere tale attivita purche àabbia frequentato o frequenti un corso di formazione organizzato da enti e organismi pubblici o da altri soggetti ritenuti idonei dalle Regioni, rispondente ai contenuti minimi di formazione di cui all art. 3 del D.M à (Frequenteranno poi i corsi c. 2 e c. 4 quando attivati) 2

3 CONFERENZA STATO èregioni La Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano COMPITO DI INDIVIDUARE Indirizzi e requisiti minimi dei corsi Eventuali ulteriori soggetti formatori Indirizzi sui corsi di aggiornamento quinquennali CONFERENZA STATO èregioni CONFERENZA STATO èregioni GLI ATTORI GLI ATTORI LE REGIONI LO STATO LE REGIONI LO STATO Assessorati SANITA, Assessorati FORMAZIONE MIN. LAVORO ALTRI MINISTERI Assessorati SANITA, Assessorati FORMAZIONE MIN. LAVORO ALTRI MINISTERI ISTITUTI CENTRALI - INAIL - ISPESL ISTITUTI CENTRALI - INAIL - ISPESL 3

4 CONFERENZA STATO èregioni IL CONTESTO DI RIFERIMENTO LE REGIONI GLI ATTORI LO STATO Elevatissimo numero di persone da formare Assessorati SANITA, Assessorati FORMAZIONE ISTITUTI CENTRALI - INAIL - ISPESL MIN. LAVORO ALTRI MINISTERI Nessuna formazione obbligatoria prevista fino ad oggi Forte diversificazione in riferimento a tipologia di settori di attivita economiche tipologia dei rischi dimensioni aziendali IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Elevatissimo numero di persone da formare Nessuna formazione obbligatoria prevista fino ad oggi Forte diversificazione in riferimento a tipologia di settori di attivita economiche tipologia dei rischi dimensioni aziendali IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Elevatissimo numero di persone da formare Nessuna formazione obbligatoria prevista fino ad oggi Forte diversificazione in riferimento a tipologia di settori di attivita economiche tipologia dei rischi dimensioni aziendali 4

5 INDIRIZZI E REQUISITI DEI CORSI D. Lgs. 195 / 2003 I CORSI DI FORMAZIONE Accordo Conferenza Stato èregioni del 26 Gennaio 2006 Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14 febbraio 2006 ENTRATO in VIGORE il 15 febbraio 2006 ORGANIZZAZIONE Individuazione Responsabile del progetto formativo Docenti con esperienza biennale sui temi trattati Numero massimo partecipanti: 30 Registro delle presenze Presenza obbligatoria: min. 90% delle ore previste METODOLOGIA DIDATTICA Privilegiare metodologie attive: Lezioni frontali, esercitazioni in aula, lavori di gruppo, discussioni Studio di casi, soluzioni a problemi specifici, buone pratiche INDIRIZZI E REQUISITI DEI CORSI ORGANIZZAZIONE Individuazione Responsabile del progetto formativo Docenti con esperienza biennale sui temi trattati Numero massimo partecipanti: 30 Registro delle presenze Presenza obbligatoria: min. 90% delle ore previste CORSI IN MODULI DUE TIPOLOGIE DI MODULI Moduli Generali: comuni a tutti i comparti Moduli Specifici: propri di ogni tipologia di comparto METODOLOGIA DIDATTICA Privilegiare metodologie attive: Lezioni frontali, esercitazioni in aula, lavori di gruppo, discussioni Studio di casi, soluzioni a problemi specifici, buone pratiche 5

6 CORSI IN MODULI DUE TIPOLOGIE DI MODULI Moduli Generali: comuni a tutti i comparti Moduli Specifici: propri di ogni tipologia di comparto CORSI IN MODULI DUE TIPOLOGIE DI MODULI Moduli Generali: comuni a tutti i comparti Moduli Specifici: propri di ogni tipologia di comparto MODULO A (generale) art.8 bis, comma 2 28 h fisse Add.SPP MODULO A (generale) art.8 bis, comma 2 28 h fisse Add.SPP MODULO B (specifico) art.8 bis, comma h (in relazione al macrosettore) TOTALE Min. 64 Max. 120 TOTALE Min. 40 Max. 96 MODULO B (specifico) art.8 bis, comma h (in relazione al macrosettore) TOTALE Min. 64 Max. 120 TOTALE Min. 40 Max. 96 MODULO C (specialist.) art.8 bis, comma 4 24 h fisse (solo per ) MODULO C (specialist.) art.8 bis, comma 4 24 h fisse (solo per ) Modularita: n. di ore multiplo di 4 Per ogni Modulo e obbligatorio ATTESTATO di frequenza con verifica dell,apprendimento MODULO A - base Normativa di riferimento, soggetti aziendali e loro compiti, il SPP nel sistema aziendale di prevenzione, concetti di rischio èdanno - misure di prevenzione, criteri per la valutazione dei rischi, il documento di V.d.R., informazione e formazione dei lavoratori, sorveglianza sanitaria, il Sistema di Prevenzione Aziendale + ASPP + ASPP MODULO A - base Normativa di riferimento, soggetti aziendali e loro compiti, il SPP nel sistema aziendale di prevenzione, concetti di rischio èdanno - misure di prevenzione, criteri per la valutazione dei rischi, il documento di V.d.R., informazione e formazione dei lavoratori, sorveglianza sanitaria, il Sistema di Prevenzione Aziendale + ASPP + ASPP Valutazione: Test (docenti + tutor) Attestato: obbligatorio per poter frequentare moduli B e C Credito formativo: permanente Vale per qualsiasi macrosettore 28 ore 6

7 MODULO B è specifico per ogni macrosettore Analisi e stima del rischio, conoscenza misure di prevenzione e protezione da adottare, individuazione di soluzioni tecniche-organizzative-procedurali, scelta corretta dei DPI, necessita di sorveglianza sanitaria. Argomenti indicati e tempi sono indicativi. Scelta definitiva lasciata ai soggetti formatori in base al settore specifico e alla probabilita/dimensione dei singoli rischi + ASPP + ASPP MODULO B è specifico per ogni macrosettore Analisi e stima del rischio, conoscenza misure dei prevenzione e protezione da adottare, individuazione di soluzioni tecniche-organizzative-procedurali, scelta corretta dei DPI, necessita di sorveglianza sanitaria. Argomenti indicati e tempi sono indicativi. Scelta definitiva lasciata ai soggetti formatori in base al settore specifico e alla probabilita/dimensione dei singoli rischi Valutazioni intermedie: test Valutazione finale: simulazione casi e colloquio/test (docenti + tutor) Attestato: deve riportare il macrosettore Credito formativo: 5 anni Vale all,interno di ogni singolo macrosettore + ASPP + ASPP ore ORE DEI CORSI PER MACROSETTORE PRODUTTIVO Settori ASPP Classificazione Macro-Settori di attivita ATECO A+B A+B+C 1 Agricoltura A Pesca B Estrazione minerali CA Altre industrie estrattive CB Costruzioni F 4 Industrie Alimentari ecc. DA Tessili, Abbigliamento DB Conciarie, Cuoio DC Legno DD Carta, editoria, stampa DE Minerali non metalliferi DI Produzione e Lavorazione metalli DJ Fabbricazione macchine, apparecchi meccanici DK Fabbricaz. macchine app. elettrici, elettronici DL Autoveicoli DM Mobili DN Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas, acqua E Smaltimento rifiuti O 5 Raffinerie ètrattamento combustibili nucleari DF Industria chimica, Fibre DG Gomma, Plastica DH 6 Commercio ingrosso e dettaglio èattivita Artigianali non assimilabili G alle precedenti (carrozzerie, riparazione veicoli - lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri, ecc.) Trasporti, Magazzinaggi, Comunicazioni I 7 Sanita èservizi sociali N Pubblica Amm.ne L Istruzione M 9 Alberghi, Ristoranti H Assicurazioni J Immobiliari, Informatica K Ass.ni ricreative, culturali, sportive O Servizi domestici P Organizz. Extraterrit. Q ARGOMENTO Classificazione Macro- Settori di attivita (ATECO) Settori ATECO Rischio canceroge ni e mutageni Gas Vapori Rischi chimici Polve ri Fumi Nebbi e Liquidi Etic hett atur a Ris chi bio log ici R u m o r e Vi br a zi o n e Rischi fisici 1 Agricoltura A X X X X X X X X X 2 Pesca B X X X X X X 3 Estrazione minerali Altre industrie estrattive Costruzioni 4 Industrie Alimentari ecc. Tessili, Abbigliamento Conciarie, Cuoio Legno Carta, editoria, stampa Minerali non metalliferi produzione e lavorazione metalli Fabbricazione macchine, apparecchi meccanici Fabbricaz. macchine app. elettrici, elettronici Autoveicoli Mobili Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas, acqua Smaltimento rifiuti 5 Raffinerie ètrattamento combustibili nucleari Industria chimica, Fibre Gomma, Plastica CA CB F DA DB DC DD DE DI DJ DK DL DM DN E O DF DG DH Videote rminali Microclima e illuminazion e X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X Radiaz ioni 7

8 MODULO C - specialistico Sviluppo capacita gestionale e relazionali, sistemi di gestione della sicurezza, organizzazione della prevenzione, dinamiche di relazione e comunicazione, fattori di rischio ergonomici e psicosociali, progettazione e gestione della formazione Solo per MODULO C - specialistico Sviluppo capacita gestionale e relazionali, sistemi di gestione della sicurezza, organizzazione della prevenzione, dinamiche di relazione e comunicazione, fattori di rischio ergonomici e psicosociali, progettazione e gestione della formazione Solo per Valutazioni intermedie: test/simulazioni/discussioni Valutazione finale: colloquio (docenti + tutor) Attestato Credito formativo: permanente Vale per qualsiasi macrosettore 24 ore CERTIFICAZIONI Per ogni Modulo Docenti + Tutor: Verifiche intermedie e finali Commissione di Docenti interni: Valutazione globale di apprendimento per ogni partecipante, redige il Verbale del Corso e lo trasmette alla Regione o Provincia autonoma competente per territorio CERTIFICAZIONI Per ogni Modulo Docenti + Tutor: Verifiche intermedie e finali Commissione di Docenti interni: Valutazione globale di apprendimento per ogni partecipante, redige il Verbale del Corso e lo trasmette alla Regione o Provincia autonoma competente per territorio I Soggetti Formatori riconosciuti rilasciano l,attestato di frequenza con verifica dell,apprendimento ovvero Le Regioni rilasciano l,attestato di frequenza con verifica dell,apprendimento I Soggetti Formatori riconosciuti rilasciano l,attestato di frequenza con verifica dell,apprendimento ovvero Le Regioni rilasciano l,attestato di frequenza con verifica dell,apprendimento Le Regioni e le Province autonome si impegnano a riconoscere reciprocamente gi attestati rilasciati Le Regioni e le Province autonome si impegnano a riconoscere reciprocamente gi attestati rilasciati 8

9 CERTIFICAZIONI Per ogni Modulo Docenti + Tutor: Verifiche intermedie e finali Commissione di Docenti interni: Valutazione globale di apprendimento per ogni partecipante, redige il Verbale del Corso e lo trasmette alla Regione o Provincia autonoma competente per territorio CERTIFICAZIONI Per ogni Modulo Docenti + Tutor: Verifiche intermedie e finali Commissione di Docenti interni: Valutazione globale di apprendimento per ogni partecipante, redige il Verbale del Corso e lo trasmette alla Regione o Provincia autonoma competente per territorio I Soggetti Formatori riconosciuti rilasciano l,attestato di frequenza con verifica dell,apprendimento ovvero Le Regioni rilasciano l,attestato di frequenza con verifica dell,apprendimento I Soggetti Formatori riconosciuti rilasciano l,attestato di frequenza con verifica dell,apprendimento ovvero Le Regioni rilasciano l,attestato di frequenza con verifica dell,apprendimento Le Regioni e le Province autonome si impegnano a riconoscere reciprocamente gi attestati rilasciati Le Regioni e le Province autonome si impegnano a riconoscere reciprocamente gi attestati rilasciati Soggetti Formatori riconosciuti Art. 8 bis D.Lgs. 626/94 Regioni e Province autonome Universita ISPESL INAIL Istituto italiano di medicina sociale Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile Amministrazione della Difesa Scuola superiore della pubblica amministrazione Associazioni sindacali dei datori di lavoro o dei lavoratori Organismi paritetici Ulteriori Soggetti Formatori riconosciuti Accordo Conferenza Stato èregioni del 26 Gennaio 2006 Amministrazioni statali e pubbliche limitatamente al proprio personale sia a livello centrale che periferico Ministero Lavoro e Politiche Sociali Ministero della Salute Ministero Attivita Produttive Ministero dell,interno Formez Istituzioni scolastiche statali per il proprio personale Istituti Tecnici e Professionali vari (v. elenco) Ordini e Collegi professionali gia abilitati (D.Lgs. 494/96) limitatamente ai propri iscritti 9

10 Ulteriori Soggetti Formatori riconosciuti Accordo Conferenza Stato èregioni del 26 Gennaio 2006 Amministrazioni statali e pubbliche limitatamente al proprio personale sia a livello centrale che periferico Ministero Lavoro e Politiche Sociali Ministero della Salute Ministero Attivita Produttive Ministero dell,interno Formez Istituzioni scolastiche statali per il proprio personale Istituti Tecnici e Professionali vari (v. elenco) Ordini e Collegi professionali gia abilitati (D.Lgs. 494/96) limitatamente ai propri iscritti Ulteriori Soggetti Formatori riconosciuti Accordo Conferenza Stato èregioni del 26 Gennaio 2006 Amministrazioni statali e pubbliche limitatamente al proprio personale sia a livello centrale che periferico Ministero Lavoro e Politiche Sociali Ministero della Salute Ministero Attivita Produttive Ministero dell,interno Formez Istituzioni scolastiche statali per il proprio personale Istituti Tecnici e Professionali vari (v. elenco) Ordini e Collegi professionali gia abilitati (D.Lgs. 494/96) limitatamente ai propri iscritti Ulteriori Soggetti Formatori riconosciuti Ulteriori Soggetti Formatori riconosciuti Personale docente impiegato (per le predette istituzioni) deve avere esperienza almeno biennale in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro Regioni e Province autonome possono avvalersi anche delle Strutture tecniche operanti nel settore della prevenzione e della formazione professionale Gli eventuali soggetti formatori esterni devono essere in possesso dei requisiti a), b), c) del punto Personale docente impiegato (per le predette istituzioni) deve avere esperienza almeno biennale in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro Regioni e Province autonome possono avvalersi anche delle Strutture tecniche operanti nel settore della prevenzione e della formazione professionale Gli eventuali soggetti formatori esterni devono essere in possesso dei requisiti a), b), c) del punto

11 Ulteriori Soggetti Formatori riconosciuti Personale docente impiegato (per le predette istituzioni) deve avere esperienza almeno biennale in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro Regioni e Province autonome possono avvalersi anche delle Strutture tecniche operanti nel settore della prevenzione e della formazione professionale Gli eventuali soggetti formatori esterni devono essere in possesso dei requisiti a), b), c) del punto Ulteriori Soggetti Formatori riconosciuti Soggetti pubblici e privati con i seguenti requisiti (verificati dalla Regione territorialmente interessata) Punto a) Essere accreditato dalla Regione e P.A. in cui intenda operare, in conformita al modello di definito in ogni Regione e P.A., ai sensi del D.M. 166/01. b) Dimostrare di possedere esperienza almeno biennale maturata in ambito di prevenzione e sicurezza sul lavoro. c) Dimostrare di disporre di docenti con esperienza almeno biennale in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro. Gli eventuali soggetti formatori esterni alla struttura accreditata devono essere in possesso dei requisiti a), b), c) del punto CORSI DI AGGIORNAMENTO almeno QUINQUENNALI CORSI DI AGGIORNAMENTO almeno QUINQUENNALI Riferiti ai contenuti dei rispettivi moduli formativi con particolare riferimento: SETTORE DI RIFERIMENTO NOVITA, NORMATIVE INNOVAZIONI DELLE MISURE DI PREVENZIONE Riferiti ai contenuti dei rispettivi moduli formativi con particolare riferimento: SETTORE DI RIFERIMENTO NOVITA, NORMATIVE INNOVAZIONI DELLE MISURE DI PREVENZIONE Potranno essere effettuati anche con modalita di FORMAZIONE A DISTANZA Potranno essere effettuati anche con modalita di FORMAZIONE A DISTANZA (modificato dal documento di linee guida) 11

12 CORSI DI AGGIORNAMENTO almeno QUINQUENNALI CORSI DI AGGIORNAMENTO almeno QUINQUENNALI Per Responsabili SPP 60 ore per i responsabili SPP dei macrosettori di attivita Ateco (prospetti modulo B). 40 ore per i responsabili SPP dei macrosettori di attivita Ateco (prospetti modulo B). Per Addetti SPP 28 ore per tutti i macrosettori di attivita Ateco (prospetti modulo B). Per Responsabili SPP 60 ore per i responsabili SPP dei macrosettori di attivita Ateco (prospetti modulo B). 40 ore per i responsabili SPP dei macrosettori di attivita Ateco (prospetti modulo B). Per Addetti SPP 28 ore per tutti i macrosettori di attivita Ateco (prospetti modulo B). CORSI DI AGGIORNAMENTO almeno QUINQUENNALI Per Responsabili SPP 60 ore per i responsabili SPP dei macrosettori di attivita Ateco (prospetti modulo B). 40 ore per i responsabili SPP dei macrosettori di attivita Ateco (prospetti modulo B). Per Addetti SPP 28 ore per tutti i macrosettori di attivita Ateco (prospetti modulo B). CORSI DI AGGIORNAMENTO almeno QUINQUENNALI Durata 60 ore, alcuni esempi òedilizia òattivita Industriali òsanita Durata 40 ore, alcuni esempi ò Agricoltura ò Commercio ò Pubbliche Amministrazioni, Scuole ò Alberghi, Ristoranti ò Uffici 12

13 Esperienza lavorativa Come Titolo di studio Modulo A Modulo B Modulo C Verifica di apprendimento > di 3 anni con incarico attuale designati prima del ed attivi al Qualsiasi Esonero Esonero per il macrosett ore Ateco in cui e svolta làattivita Frequenza Verifica dellàapprendimento con valutazione riferita ai moduli per i quali si prevede l'obbligo di frequenza (modulo C) Agricoltura Corso Specifico Modulo B = 36 ore Aggiornamento: 60 ore > di sei mesi < 3 anni con incarico attuale designati prima del ed attivi al Qualsiasi Esonero Frequenza Frequenza Verifica dellàapprendimento con valutazione riferita ai moduli per i quali si prevede l'obbligo di frequenza (B - C) Metalmecc. Corso Specifico Modulo B = 48 ore Aggiornamento: 60 ore < a sei mesi con incarico attuale designati dopo il con formazione inerente ai contenuti dell'art. 3 del Decreto Diploma di istruzione secondaria superiore Esonero Frequenza Frequenza Verifica dellàapprendimento con valutazione riferita ai moduli per i quali si prevede l'obbligo di frequenza (B - C) Alberghi Corso Specifico Modulo B = 8 ore Aggiornamento: 60 ore Nuova nomina con formazione inerente ai contenuti dell'art. 3 del Decreto Diploma di istruzione secondaria superiore Esonero Frequenza Frequenza Verifica dellàapprendimento con valutazione riferita ai moduli per i quali si prevede l'obbligo di frequenza (B - C) attestato ònormativa di riferimento òspecifica del modulo con monte ore òperiodo di svolgimento del corso òsoggetto formatore òdati anagrafici del corsista òforma del soggetto abilitato al rilascio dellèattestato Adempimenti Lèarticolo 8 comma 11: prevede che il datore di lavoro comunichi alla D.P.L. e alla USL territorialmente competente il nominativo della persona designata come R.S.P.P. che puo essere sia interno che esterno allèazienda secondo le disposizioni del comma 5 dello stesso articolo. 13

14 Requisiti I commi 2 e 8 dellèarticolo 8 prevedono che la persona designata per svolgere il ruolo di R.S.P.P., sia interno che esterno, deve possedere le capacita ed i requisiti professionali di cui allèarticolo 2 del dlgs. 195/03 inserito nel 626 come articolo 8 bis. Sanzioni La mancata formazione del responsabile del servizio di prevenzione e protezione aziendale in base al disposto dellèaccordo Conferenza Stato Regioni pubblicato sulla G. U. n. 37 del 14 febbraio 2006 non e direttamente sanzionata dal Dlgs 195/03 ma e riconducibile allèinosservanza di specifici articoli del 626/94 collegati al. Sanzioni ( possibili ) Sanzioni ( possibili ) lèarticolo 8 comma 11 del dlgs. 626/94 prevede la comunicazione del nominativo della persona designata come allèazienda USL e DPL territorialmente competenti. Lèinosservanza dellèarticolo e punita con la sanzione amministrativa da ( 516,00) a ( 3098,00 ) [moltiplicata per cinque dall art della Finanziaria 2007]. lèarticolo 4, comma 4, lettera a. del dlgs. 626/94 prevede la designazione del in base alle regole dellèarticolo 8. Lèinosservanza e punita con lèarresto da tre a sei mesi o con lèammenda da ( 1549,00 ) a ( 4131,00 ). 14

15 Sanzioni ( possibili ) lèarticolo 22, comma 1, del dlgs. 626/94 prevede che il DDL assicuri a ciascun lavoratore una formazione sufficiente ed adeguata con particolare riferimento al proprio posto di lavoro ed alla propria mansione. Lèinosservanza e punita con lèarresto da tre a sei mesi o con lèammenda da ( 1549,00 ) a ( 4131,00 ). In questo caso si utilizza un combinato-disposto con lèarticolo 8 bis, comma 4 del dlgs 626/94, che individua il possesso di un attestato di partecipazione a specifico corso di formazione come requisito necessario per svolgere la funzione di. Come si individua il termine per lèattivazione dei corsi? Considerati i contenuti del decreto legislativo 195/03 e dellèaccordo attuativo che indicano il 14 febbraio 2007 come data per lèattivazione dei percorsi formativi, ai fini della funzionalita della migliore applicazione del decreto si individua nella data del 14 febbraio 2008 il termine ultimo per concludere il percorso formativo. Come si individua il termine per lèattivazione dei corsi? Dal 14 febbraio 2006 i Responsabili SPP di nuova nomina, devono obbligatoriamente aver completato il percorso formativo prima di assumere lèincarico. SPERIMENTAZIONE Le Regioni, in sede di autocoordinamento: SPERIMENTAZIONE che consenta di testare il nuovo impianto formativo, per eventuali adeguamenti in Conferenza Stato èregioni 15

16 Gli atti regionali La Regione Toscana ha recepito i contenuti dell,accordo e delle linee guida con la deliberazione n. 794 del Con il decreto dirigenziale n del sono stati definiti i contenuti dei corsi modulo B per i 9 macrosettori ATECO. Grazie per l,attenzione 16

VICENZA, 6 APRILE 2006

VICENZA, 6 APRILE 2006 I SEMINARI DEL GIOVEDÌ: REQUISITI TECNICO PROFESSIONALI E PERCORSI DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI ED ADDETTI AI SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE AZIENDALE VICENZA, 6 APRILE 2006 REQUISITI TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Docenti: Esperti in legislazione sul lavoro, sicurezza sul lavoro, tecniche di comunicazione.

Docenti: Esperti in legislazione sul lavoro, sicurezza sul lavoro, tecniche di comunicazione. Corso di formazione per R.S.P.P. e A.S.P.P. in materia di Prevenzione e Protezione D.Lgs 81/2008 Art. 32 Comma 2 Conferenza Stato-Regione 26 Gennaio 2006 La frequenza del corso è obbligatoria per i soggetti

Dettagli

ALLEGATO A 2. Accordo Conferenza Stato Regioni del 29/9/05 per Corsi RSPP ASPP

ALLEGATO A 2. Accordo Conferenza Stato Regioni del 29/9/05 per Corsi RSPP ASPP ALLEGAT A 2 Il MDUL B di specializzazione, è relativo al corso di formazione che tratta la natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative. La sua durata varia

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE RSPP E ASPP

CORSI DI FORMAZIONE RSPP E ASPP CORSI DI FORMAZIONE RSPP E ASPP Report sull accordo raggiunto tra i rappresentanti del Governo e degli Assessorati regionali alla Sanità nella riunione del 13 aprile 2005 sulla attuazione dei commi 2,

Dettagli

Corso di Formazione obbligatorio per RSPP/ASPP Modulo specialistico B e Modulo di Aggiornameto

Corso di Formazione obbligatorio per RSPP/ASPP Modulo specialistico B e Modulo di Aggiornameto Promimpresa srl Corso di formazione per ASPP e RSPP modulo specialistico B Macrosettori Ateco B3- Edilizia.. B4- Produzioni.. B7- Sanità.. B8- Istruzione & Pubblica Amministrazione.. B9- Alberghi, Ristoranti

Dettagli

D.Lgs. n. 626/94 - La formazione per ASPP e RSPP. Bozza di Accordo fra Governo e Regioni: contenuti, modalità e frequenza

D.Lgs. n. 626/94 - La formazione per ASPP e RSPP. Bozza di Accordo fra Governo e Regioni: contenuti, modalità e frequenza ISO 9001 : 2000 Certificato n. 97039 Settore Territorio Area Ambiente Energia e Sicurezza D.Lgs. n. 626/94 - La formazione per ASPP e RSPP Bozza di Accordo fra Governo e Regioni: contenuti, modalità e

Dettagli

CORSI: R.L.S. R.S.P.P.

CORSI: R.L.S. R.S.P.P. Prof. Francesco Di Cosmo info@studiodicosmo.it CORSI: R.L.S. R.S.P.P. 1 Corso R.L.S. (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza è una persona eletta

Dettagli

CORSO PER RSPP E ASPP

CORSO PER RSPP E ASPP Area tematica Sicurezza sul lavoro CORSO PER RSPP E ASPP Il D.Lgs. 195/2003 ha riformato il D.Lgs. 626/94 e stabilito le capacità e i requisiti professionali richiesti ai Responsabili (RSPP) e agli Addetti

Dettagli

P R O G R A M M A Z I O N E D I D A T T I C A C A L E N D A R I O 2 0 1 5-2 0 1 6 A R E A F O R M A T I V A S I C U R E Z Z A M O D U L I

P R O G R A M M A Z I O N E D I D A T T I C A C A L E N D A R I O 2 0 1 5-2 0 1 6 A R E A F O R M A T I V A S I C U R E Z Z A M O D U L I P R O G R A M M A Z I O N E D I D A T T I C A C A L E N D A R I O 2 0 1 5-2 0 1 6 AGGIORNATO AL.01.2015 A R E A F O R M A T I V A S I C U R E Z Z A A B3 B4 B5 B6 Modulo formazione base L'approccio alla

Dettagli

DECRETO FORMAZIONE NUOVI ACCORDI STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO SULLA FORMAZIONE

DECRETO FORMAZIONE NUOVI ACCORDI STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO SULLA FORMAZIONE CUREZZA DECRETO FORMAZIONE pressmaster - Fotolia.com NUOVI ACCORDI STATO, REGIONI E PROVINCE AUTOME DI TRENTO E BOLZA SULLA FORMAZIONE Gli Accordi Stato-Regioni, pubblicati in G.U. l 11 Gennaio 2012, stabiliscono

Dettagli

ESTRATTO Catalogo sicurezza 2012

ESTRATTO Catalogo sicurezza 2012 ESTRATTO Catalogo sicurezza 2012 1 REBIS LA SICUREZZA REBIS si pone al fianco delle Aziende, con due obiettivi fondamentali: Incrementare la cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro per la prevenzione

Dettagli

Tutto quello che c'è da sapere sull'rspp (Responsabile del servizio prevenzione e protezione))

Tutto quello che c'è da sapere sull'rspp (Responsabile del servizio prevenzione e protezione)) Tutto quello che c'è da sapere sull'rspp (Responsabile del servizio prevenzione e protezione)) Chi è l RSPP in azienda, quando è obbligatorio, che titoli di studio deve avere, quali corsi e quali aggiornamenti

Dettagli

LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E DI BOLZANO

LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E DI BOLZANO Provv. 26 gennaio 2006, n. 2407. Accordo tra il Governo e le regioni e province autonome, attuativo dell'articolo 2, commi 2, 3, 4 e 5, del D.Lgs. 23 giugno 2003, n. 195, che integra il D.Lgs. 19 settembre

Dettagli

Accordi Stato-Regioni per la formazione 21 dicembre 2011

Accordi Stato-Regioni per la formazione 21 dicembre 2011 Lavorat (+ art. 21 comma 1: componenti dell'impresa familiare [ ], i lavoratori autonomi [ ], i coltivatori diretti del fondo, i soci delle società semplici operanti nel sett agricolo, gli artigiani e

Dettagli

Nuovo accordo Stato Regioni sulla Formazione dei Dirigenti, dei Preposti, dei Lavoratori e dei Datori di lavoro/rspp

Nuovo accordo Stato Regioni sulla Formazione dei Dirigenti, dei Preposti, dei Lavoratori e dei Datori di lavoro/rspp Nuovo accordo Stato Regioni sulla Formazione dei Dirigenti, dei Preposti, dei Lavoratori e dei Datori di lavoro/rspp Il 21 dicembre 2011, la Conferenza Stato Regioni ha approvato gli accordi per la formazione

Dettagli

Elenco Corsi Sicurezza obbligatori comuni a tutti i settori integrato con parte dei contenuti

Elenco Corsi Sicurezza obbligatori comuni a tutti i settori integrato con parte dei contenuti Elenco Corsi Sicurezza obbligatori comuni a tutti i settori integrato con parte dei contenuti dell accordo Rep. 221 del 21/12/2011 e 223 del 21/12/2011 Stato/Regione Sono obbligate a possedere tutte le

Dettagli

VISTO l art. 4 del D. Lgs. 28 agosto 1997 n. 281;

VISTO l art. 4 del D. Lgs. 28 agosto 1997 n. 281; Accordo tra il Governo e le Regioni e Province Autonome, ai fini dell'attuazione dell'art.2, commi 2, 3, 4 e 5 del decreto legislativo 23 giugno 2003, n. 195, che integra il decreto legislativo n. 626

Dettagli

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B Essendo un modulo di specializzazione, esso tratta la natura dei rischi presenti nei luoghi di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative. La sua durata varia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CORSI

PROGRAMMAZIONE CORSI PROGRAMMAZIONE CORSI PRESENTAZIONE Il Dipartimento sui Rapporti di Lavoro sulle Relazioni Industriali della dell Università degli Studi di Bari organizza corsi per Responsabili e Addetti al Servizio di

Dettagli

CORSO B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo

CORSO B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo Centro di Ateneo per la Ricerca, Trasferimento e Alta Formazione nell'ambito dello studio delle condizioni di rischio e di sicurezza e per lo sviluppo delle attività di protezione civile ed ambientale

Dettagli

Provvedimento 26 gennaio 2006, n. 2407

Provvedimento 26 gennaio 2006, n. 2407 Provvedimento 26 gennaio 2006, n. 2407 Accordo tra il Governo e le regioni e province autonome, attuativo dell'articolo 2, commi 2, 3, 4 e 5, del D.Lgs. 23 giugno 2003, n. 195, che integra il D.Lgs. 19

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE RSPP E ASPP

CORSI DI FORMAZIONE RSPP E ASPP CORSI DI FORMAZIONE RSPP E ASPP Ultimo accordo raggiunto nell incontro tecnico del 29/9/2005 tra i rappresentanti delle Amministrazioni centrali interessate e delle Regioni e Province autonome per l attuazione

Dettagli

D.Lgs. n. 626/94 - La formazione per ASPP e RSPP Bozza di Accordo fra Governo e Regioni: contenuti, modalità e frequenza

D.Lgs. n. 626/94 - La formazione per ASPP e RSPP Bozza di Accordo fra Governo e Regioni: contenuti, modalità e frequenza ISO 9001 : 2000 Certificato n. 97039 Settore Territorio Area Ambiente Energia e Sicurezza D.Lgs. n. 626/94 - La formazione per ASPP e RSPP Bozza di Accordo fra Governo e Regioni: contenuti, modalità e

Dettagli

I requisiti professionali richiesti per svolgere il ruolo di Responsabile e di Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione

I requisiti professionali richiesti per svolgere il ruolo di Responsabile e di Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione CAPITOLO 1. I requisiti professionali richiesti per svolgere il ruolo di Responsabile e di Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione Introduzione Il DLgs 23 giugno 2003, n. 195 modifica in modo sostanziale

Dettagli

4 ore (unico modulo didattico)

4 ore (unico modulo didattico) Viale Luca Gaurico 257-00143 ROMA P. IVA e C.F. 05580001005 RI. 188796/1998 REA C.C.I.A.A. n 904271 Capitale Sociale 10.328,00 i.v. Tel. 06.51962114 Fax 06.51965686 commerciale@gruppo-quasar.it amministrazione@gruppo-quasar.it

Dettagli

BREVE ANALISI DEL NUOVO ACCORDO SULLA FORMAZIONE DEI LAVORATORI, DEI PREPOSTI DEI DIRIGENTI E DEI DATORI DI LAVORO CHE ASSUMONO IL RUOLO DI RSPP

BREVE ANALISI DEL NUOVO ACCORDO SULLA FORMAZIONE DEI LAVORATORI, DEI PREPOSTI DEI DIRIGENTI E DEI DATORI DI LAVORO CHE ASSUMONO IL RUOLO DI RSPP BREVE ANALISI DEL NUOVO ACCORDO SULLA DEI LAVORATORI, DEI PREPOSTI DEI DIRIGENTI E DEI DATORI DI LAVORO CHE ASSUMONO IL RUOLO DI RSPP Nella seduta del 21 dicembre 2011 la Conferenza permanente per i rapporti

Dettagli

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Rischio BASSO (Datore di lavoro R.S.P.P. 16 ore - Formazione per i Dipendenti 4 ore modulo generale + 4 ore modulo

Dettagli

ISTRUZIONI PER INDIVIDUARE LA DURATA DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI, DIRIGENTI, PREPOSTI E DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO IL RUOLO DI RSPP

ISTRUZIONI PER INDIVIDUARE LA DURATA DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI, DIRIGENTI, PREPOSTI E DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO IL RUOLO DI RSPP G.QUATTRO SERVIZI S.R.L. via San Rocco, 7 35028 Piove di Sacco (PD) C.F e P.IVA 0348078 02 81 N R.E.A. PD 315121 www.gquattroservizi.it Tel. 049970 127 3 Fax 049 97 117 28 E-mail: info@gquattroservizi.it

Dettagli

Di Gandini Geom. Ivano

Di Gandini Geom. Ivano Di Gandini Geom. Ivano INDICE dei CORSI Titolo Corso LAVORATORI formazione generale 4 ore Corso LAVORATORI formazione specifica BASSO rischio 4 ore Corso LAVORATORI formazione specifica MEDIO rischio 8

Dettagli

MODULO B Macro Settori di attività (ATECO) CORSO per RSPP e ASPP

MODULO B Macro Settori di attività (ATECO) CORSO per RSPP e ASPP MODULO B Macro Settori di attività (ATECO) CORSO per RSPP e ASPP (ex Art. 32 comma 2 D.Lgs. n. 81/08 e smi) Responsabile del corso e docente: Per. Ind. Mario Passarelli Requisiti Docenti: Esperienza almeno

Dettagli

REGIONE LAZIO ASSESSORATO ISTRUZIONE, FORMAZIONE E DIRITTO ALLO STUDIO E ASSESSORATO ALLA SANITA

REGIONE LAZIO ASSESSORATO ISTRUZIONE, FORMAZIONE E DIRITTO ALLO STUDIO E ASSESSORATO ALLA SANITA ALLEGATO 2 REGIONE LAZIO ASSESSORATO ISTRUZIONE, FORMAZIONE E DIRITTO ALLO STUDIO E ASSESSORATO ALLA SANITA DIRETTIVE PER L ATTUAZIONE DELL ACCORDO CONFERENZA STATO-REGIONI E PP.AA.PER LA FORMAZIONE DEI

Dettagli

ACCORDO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE

ACCORDO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE Rischio BASSO Rischio MEDIO Rischio ALTO ACCORDO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE Ruolo Adempimenti Contenuti: Validità * Verifica Finale Disposizioni Transitorie e Esoneri * Tempi Lavorat (art.21 comma1:

Dettagli

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche dell'occupazione Sicurezza e Qualità del Lavoro - Ufficio

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche dell'occupazione Sicurezza e Qualità del Lavoro - Ufficio REGIONE LIGURIA Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche dell Occupazione Ufficio Sicurezza e Qualità del lavoro Prime disposizioni in materia di formazione delle figure professionali di Responsabile

Dettagli

Guida ai corsi di formazione per la Sicurezza sul Lavoro Anno 2014

Guida ai corsi di formazione per la Sicurezza sul Lavoro Anno 2014 Guida ai corsi di formazione per la Sicurezza sul Lavoro Anno 2014 FORMAZIONE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO SOGGETTO FORMATORE ABILITATO Rev. 03 del 15/10/2014 Corsi di Formazione per RSPP - RLS - LAVORATORI

Dettagli

Formazione, informazione, addestramento. Massimo Cecchini

Formazione, informazione, addestramento. Massimo Cecchini La programmazione e la formazione: strumenti essenziali per la salute e la sicurezza sul lavoro Formazione, informazione, addestramento Massimo Cecchini Definizioni (art. 2 D.Lgs. 81/2008) aa) «formazione»:

Dettagli

FORMAZIONE DEI DATORI DI LAVORO CHE RICOPRONO FUNZIONI DI RSPP

FORMAZIONE DEI DATORI DI LAVORO CHE RICOPRONO FUNZIONI DI RSPP FORMAZIONE DEI DATORI DI LAVORO CHE RICOPRONO FUNZIONI DI RSPP ATTENZIONE: in rosso i punti di difficile interpretazione in fase di analisi Art. 34 D.Lgs. 81/08. 2. Il datore di lavoro che intende svolgere

Dettagli

Allegato I. La Formazione via e-learning sulla sicurezza e salute sul lavoro. Premessa

Allegato I. La Formazione via e-learning sulla sicurezza e salute sul lavoro. Premessa Allegato I La Formazione via e-learning sulla sicurezza e salute sul lavoro Premessa La formazione alla sicurezza svolta in aula ha rappresentato tradizionalmente il modello di formazione in grado di garantire

Dettagli

Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro. Anno 2015

Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro. Anno 2015 Imola sede centrale Viale Amendola 56/d Tel 0542-42112 Bologna Centro Via delle Lame 102 Tel 051-5288601 www.assimprese.bo.it info@assimprese.bo.it Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro

Dettagli

SEZIONE 1 DOCUMENTAZIONE SEZIONE 2 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI SEZIONE 3 ALTRO SEZIONE 4 CORSI DI FORMAZIONE

SEZIONE 1 DOCUMENTAZIONE SEZIONE 2 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI SEZIONE 3 ALTRO SEZIONE 4 CORSI DI FORMAZIONE SEZIONE1 DOCUMENTAZIONE SEZIONE2 CANTIERITEMPORANEIEMOBILI SEZIONE3 ALTRO SEZIONE4 CORSIDIFORMAZIONE Sede: CAGLIARI - VIA MONTEPONI, 20 CELL. 340.00.00.230 MAIL: info@sicurezzalavorocagliari.it TECNOLOGIA&SICUREZZASRL

Dettagli

ADDETTO/RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

ADDETTO/RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE ADDETTO/RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE IL CORSO La formazione è organizzato secondo l Accordo tra il Governo e le Regioni e Province autonome, attuativo dell art. 2, c. 2, 3, 4 e

Dettagli

ISO 9001:2008 Certificato n. 4530

ISO 9001:2008 Certificato n. 4530 ISO 9001:2008 SICUREZZA SUL LAVORO CORSI DI FORMAZIONE PER LAVORATORI FORMAZIONE GENERALE (4 ORE) FORMAZIONE SPECIFICA (4-8-12 ORE) I nostri corsi forniscono ai Lavoratori la formazione Generale e la formazione

Dettagli

Catalogo Corsi ADIFER PUGLIA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

Catalogo Corsi ADIFER PUGLIA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO 1 INDICE Formazione del datore di lavoro RSPP Pagina Durata in ore Costo Datore di lavoro RSPP (rischio B-M-A) 4 16-32-48 180-350-450

Dettagli

Sviluppo & Ambiente S.r.l.

Sviluppo & Ambiente S.r.l. Sviluppo & Ambiente S.r.l. via G. Leopardi, 231 80125 Napoli tel. 081/5937455 333/9996324 www.sviluppoeambiente.it CORSO PER COORDINATORE IN MATERIA DI SICUREZZA E DI SALUTE DURANTE LA PROGETTAZIONE E

Dettagli

CORSO SICUREZZA RSPP RISCHIO ALTO (Datori di Lavoro)

CORSO SICUREZZA RSPP RISCHIO ALTO (Datori di Lavoro) CORSO SICUREZZA RSPP RISCHIO ALTO (Datori di Lavoro) PREMESSA Secondo l art. 34 del D.lgs 81/2008 comma 2 il Datore di Lavoro che intende svolgere direttamente i compiti propri del servizio di prevenzione

Dettagli

Sicurezza sul Lavoro Catalogo CORSI settembre-dicembre 2014

Sicurezza sul Lavoro Catalogo CORSI settembre-dicembre 2014 Corsi organizzati presso la sede della di Roma DIRIGENTI Rivolto ai dirigenti individuati dall art. 2 del D.Lgs. 81/08 che devono ottemperare a quanto disposto dall Accordo Stato Regioni e Province Autonome

Dettagli

Repubblica Italiana. Regione Siciliana

Repubblica Italiana. Regione Siciliana OGGETTO: Formazione degli addetti e dei responsabili SPP di cui al D. Lgs. 195/03 (Gazzetta Ufficiale Serie Generale numero 37 del 14 febbraio 2006) Indice 1.Premessa 2.Soggetti Formatori 3.Procedure 4.Certificazione

Dettagli

La bozza di Accordo Stato- Regioni sui nuovi criteri di formazione degli RSPP ANDREA GIACOMINELLI

La bozza di Accordo Stato- Regioni sui nuovi criteri di formazione degli RSPP ANDREA GIACOMINELLI 1 La bozza di Accordo Stato- Regioni sui nuovi criteri di formazione degli RSPP ANDREA GIACOMINELLI La bozza di Accordo Stato-Regioni sui nuovi criteri di formazione degli RSPP Il nuovo Accordo Stato-Regioni

Dettagli

FORMAZIONE A DISTANZA PER RSPP e ASPP

FORMAZIONE A DISTANZA PER RSPP e ASPP FORMAZIONE A DISTANZA PER RSPP e ASPP Il monte ore viene definito sulla base del macrosettore di attività Ateco 1 : RSPP gruppi 1, 2, 6, 8, 9: 40 ore RSPP gruppi 3, 4, 5, 7: 60 ore RSPP 100 ore (60 + 40)

Dettagli

Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro. Anno 2016

Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro. Anno 2016 Imola sede centrale Viale Amendola 56/d Tel 0542-42112 Bologna Centro Via delle Lame 102 Tel 051-5288601 www.assimprese.bo.it www.bolognaimprese.com Guida ai corsi di formazione per la sicurezza del lavoro

Dettagli

CORSO PER RSPP - MODULO B (per tutti i codici ATECO di riferimento) cod. 8362 8362h

CORSO PER RSPP - MODULO B (per tutti i codici ATECO di riferimento) cod. 8362 8362h CORSO PER RSPP - MODULO B (per tutti i codici ATECO di riferimento) cod. 8362 8362h Il modulo B di specializzazione, è relativo al corso di formazione che tratta la natura dei rischi presenti sul luogo

Dettagli

Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio. Il Rettore

Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio. Il Rettore Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio Decreto n. 59536 (919) Il Rettore Anno 2011 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del

Dettagli

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE 19 CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE INDAGINE ANNUALE SUL SISTEMA DEI CONTI DELLE IMPRESE L indagine sul Sistema dei Conti delle Imprese (SCI) condotta dall ISTAT, già indagine sul prodotto lordo, fornisce

Dettagli

Seminario tecnico Quale formazione per la sicurezza. Perugia, 28 settembre 2012. Hotel Giò Jazz Via Ruggero D'Andreotto, 19 (PG)

Seminario tecnico Quale formazione per la sicurezza. Perugia, 28 settembre 2012. Hotel Giò Jazz Via Ruggero D'Andreotto, 19 (PG) Seminario tecnico Quale formazione per la sicurezza Perugia, 28 settembre 2012 Hotel Giò Jazz Via Ruggero D'Andreotto, 19 (PG) La formazione per il Datore di Lavoro Responsabile del Servizio Prevenzione

Dettagli

Decreto RSPP : le principali Regole

Decreto RSPP : le principali Regole Decreto RSPP : le principali Regole di Rino Pavanello segretario naz. Associazione Ambiente e Lavoro Le nuove regole hanno luci e ombre ma costituiscono, comunque una innovazione straordinaria ed una opportunità

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2015-2016 FINANZIABILI DA FONDIMPRESA

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2015-2016 FINANZIABILI DA FONDIMPRESA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2015-2016 FINANZIABILI DA FONDIMPRESA Revisione 0 del 31/08/2015 INDICE 1. CORSO DI FORMAZIONE PER DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO DIRETTAMENTE LE FUNZIONI DI RESPONSABILE DEL

Dettagli

Regione Lazio Giunta regionale. Deliberazione 13 luglio 2012, n. 361

Regione Lazio Giunta regionale. Deliberazione 13 luglio 2012, n. 361 Regione Lazio, d.g.r. 13 luglio 2012, n. 361 - Recepimento Accordo Stato- Regioni e Province Autonome del 21 dicembre 2011 sui corsi di formazione per lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro

Dettagli

Catalogo Corsi Formativi

Catalogo Corsi Formativi Catalogo Corsi Formativi Salute e sicurezza sul lavoro Tutti i corsi erogati dalla nostra scuola sono realizzati conformemente ai requisiti richiesti dalla normativa vigente in materia di formazione per

Dettagli

GUIDA ALLA FORMAZIONE DELLE PRINCIPALI FIGURE IMPIEGATE IN AMBITO SICUREZZA AZIENDALE

GUIDA ALLA FORMAZIONE DELLE PRINCIPALI FIGURE IMPIEGATE IN AMBITO SICUREZZA AZIENDALE GUIDA ALLA FORMAZIONE DELLE PRINCIPALI FIGURE IMPIEGATE IN AMBITO SICUREZZA AZIENDALE La presente ha come scopo quello di riassumere i principali profili normativi individuati dal D.lgs. 81/2008 focalizzando

Dettagli

PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL

PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL Tav.1 Infortuni sul lavoro avvenuti nel periodo 2005-2007 per anno, gestione e sesso Tav. 2 Infortuni sul lavoro avvenuti

Dettagli

GEST EDIL GESTIONE & SICUREZZA CATALOGO CORSI SICUREZZA SUL LAVORO

GEST EDIL GESTIONE & SICUREZZA CATALOGO CORSI SICUREZZA SUL LAVORO GEST EDIL GESTIONE & SICUREZZA CATALOGO CORSI 2014 SICUREZZA SUL LAVORO AULE CORSI Via Provinciale 61 Alzano Lombardo (BG) 346.2891923 info@gestedil.eu gestedil.infad.net WWW.GESTEDIL.EU WWW.CORSISICUREZZA.BG.IT

Dettagli

Elementi essenziali dei corsi di formazione in materia di salute e sicurezza

Elementi essenziali dei corsi di formazione in materia di salute e sicurezza Elementi essenziali dei corsi di formazione in materia di salute e sicurezza La normativa italiana in materia di salute e sicurezza sul lavoro è il risultato di una serie di interventi, succedutisi in

Dettagli

CORSO AGGIORNAMENTO RSPP RISCHIO BASSO (Datori di lavoro)

CORSO AGGIORNAMENTO RSPP RISCHIO BASSO (Datori di lavoro) CORSO AGGIORNAMENTO RSPP RISCHIO BASSO (Datori di lavoro) PREMESSA L aggiornamento del Corso RSPP per Datori di Lavoro a rischio Basso è predisposto per soddisfare le indicazioni presenti nel nuovo Accordo

Dettagli

Via Usciana n 132 Castelfranco di Sotto (PI) Tel 0571/1962649 Fax 0571/1962651 e-mail: info@professionistisicurezza.com INFORMATIVA OTTOBRE 2012

Via Usciana n 132 Castelfranco di Sotto (PI) Tel 0571/1962649 Fax 0571/1962651 e-mail: info@professionistisicurezza.com INFORMATIVA OTTOBRE 2012 INFORMATIVA OTTOBRE 2012 1) NUOVO SITO PROFESSIONISTISICUREZZA Vi invitiamo a visitare il nuovo sito di PROFESSIONISTISICUREZZA Studio di Consulenza & Formazione : www.professionistisicurezza.com dove

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 37 DEL 2 LUGLIO 2007

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 37 DEL 2 LUGLIO 2007 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 18 maggio 2007 - Deliberazione N. 853 - Area Generale di Coordinamento N. 17 - Istruzione - Educazione - Formazione Professionale - Politica Giovanile e

Dettagli

RICONOSCIMENTO AI RESPONSABILI SPP (RSPP) DEI CREDITI PROFESSIONALI E FORMATIVI PREGRESSI

RICONOSCIMENTO AI RESPONSABILI SPP (RSPP) DEI CREDITI PROFESSIONALI E FORMATIVI PREGRESSI Corso di formazione per R.S.P.P. e A.S.P.P. in materia di Prevenzione e Protezione D.Lgs 81/2008 Art. 32 Comma 2 Conferenza Stato-Regione 26 Gennaio 2006 La frequenza del corso è obbligatoria per i soggetti

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Allegato alla Delib.G.R. n. 30/ 35 del 2.8.2007 Disposizioni per la formazione dei responsabili e addetti del servizio di prevenzione e protezione (RSPPe ASPP), di cui all Accordo Stato - Regioni su D.Lgs.

Dettagli

CATALOGO CORSI. Edizione 01-2016. Via San Giovanni Bosco, 6 12100 Cuneo Tel: 0039 0171.187.81.36 Fax: 0039 0171.187.72.37

CATALOGO CORSI. Edizione 01-2016. Via San Giovanni Bosco, 6 12100 Cuneo Tel: 0039 0171.187.81.36 Fax: 0039 0171.187.72.37 CATALOGO CORSI Edizione 01-2016 FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE OBBLIGATORIA ATTREZZATURE DI LAVORO FORMAZIONE VOLONTARIA FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN MATERIA

Dettagli

nei confronti del proprio personale e di quello delle altre istituzioni scolastiche

nei confronti del proprio personale e di quello delle altre istituzioni scolastiche Linee guida per l attuazione dei corsi per ASPP e RSPP di cui all accordo tra Governo e le Regioni e Province autonome dd. 26 gennaio 2006, art. 2 commi 2,3,4,5 del D.Lgs 195/03. Soggetti attuatori : Regioni

Dettagli

Allegato A. Allegato statistico. Interruzione di sezione (pagina dispari)

Allegato A. Allegato statistico. Interruzione di sezione (pagina dispari) Allegato A. Allegato statistico Interruzione di sezione (pagina dispari) Tabella 58 Titolari e soci per attività economica, sesso e anno valori assoluti (A) 2001 2000 Attività Titolari Soci Titolari Soci

Dettagli

IL REGISTRO INAIL DI ESPOSIZIONE A CANCEROGENI PROFESSIONALI

IL REGISTRO INAIL DI ESPOSIZIONE A CANCEROGENI PROFESSIONALI IL REGISTRO INAIL DI ESPOSIZIONE A CANCEROGENI PROFESSIONALI Premessa Presso l Inail è attivo un sistema informativo per la raccolta e l archiviazione di informazioni relative all esposizione professionale

Dettagli

REGIONE LAZIO. 10/07/2012 - prot. 340 GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE

REGIONE LAZIO. 10/07/2012 - prot. 340 GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 361 13/07/2012 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 11849 DEL 12/06/2012 STRUTTURA PROPONENTE Dipartimento: DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE Direzione Regionale:

Dettagli

Servizio di prevenzione e protezione dai rischi

Servizio di prevenzione e protezione dai rischi Servizio di prevenzione e protezione dai rischi Il DATORE di lavoro DESIGNA (oppure) INCARICA NOMINA Servizio INTERNO di prevenzione e protezione Servizio ESTERNO di consulenza alla sicurezza MEDICO competente

Dettagli

CURRICULM VITAE. Informazioni personali. Occupazione /Settore professionale. Esperienza professionale. Nome Cognome

CURRICULM VITAE. Informazioni personali. Occupazione /Settore professionale. Esperienza professionale. Nome Cognome CURRICULM VITAE Informazioni personali Nome Cognome Massimo Bordin Indirizzo Ufficio: Borgo Battisti 3 45020 San Bellino RO Tel/ Fax 0425/703390 Cell 348/2717180 E-mail info@studioingbordin.net Cittadinanza

Dettagli

Area Formazione. Ettore Romanò Responsabile Area Formazione

Area Formazione. Ettore Romanò Responsabile Area Formazione FORMAZIIONE OBBLIIGATORIIA IIN MATERIIA DII SIICUREZZA E SALUTE NEII LUOGHII DII LAVORO (art. 34 D. Lgs. 81/08 art. 37, comma 2, D. Lgs. 81/08) Caro imprenditore, i nuovi Accordi Stato Regioni hanno radicalmente

Dettagli

CHIARIMENTI IN MERITO ALLA SICUREZZA AZIENDALE

CHIARIMENTI IN MERITO ALLA SICUREZZA AZIENDALE REGOLE BASE D.M. 37/2008 CHIARIMENTI IN MERITO ALLA SICUREZZA AZIENDALE 1. Il committente è tenuto ad affidare i lavori di installazione, di trasformazione, di ampliamento e di manutenzione straordinaria

Dettagli

Corso per RSPP Rischio Alto h.48 (Datore di Lavoro)

Corso per RSPP Rischio Alto h.48 (Datore di Lavoro) Corso per RSPP Rischio Alto h.48 (Datore di Lavoro) Descrizione: Il corso viene effettuato secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/2008, art.34 e dall'accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 che ha riunito

Dettagli

Corso di formazione per ASPP - RSPP (MOD. B) - Corso abilitante alla funzione -

Corso di formazione per ASPP - RSPP (MOD. B) - Corso abilitante alla funzione - Studio di Consulenza e Formazione Consulting Professional Napoli - Corso Arnaldo Lucci 102 Cell. 393.943.81.57 Centro di formazione Riferimenti legislativi D.Lgs. 09 Aprile 2008 n. 81 art. 32 comma 2 Per

Dettagli

Moduli B di specializzazione per RSPP e ASPP

Moduli B di specializzazione per RSPP e ASPP L iniziativa è organizzata e omossa da: in collaborazione con: Corso di formazione ofessionale Moduli B di specializzazione per RSPP e ASPP Direttore del corso Prof. Gianpaolo Rosati Dipartimento di ingegneria

Dettagli

ALLEGATO A LA PROVINCIA DI PISA SERVIZIO FORMAZIONE E LAVORO

ALLEGATO A LA PROVINCIA DI PISA SERVIZIO FORMAZIONE E LAVORO ALLEGATO A LA PROVINCIA DI PISA SERVIZIO FORMAZIONE E LAVORO In esecuzione della determinazione dirigenziale n. del emana il seguente AVVISO PUBBLICO PER RICONOSCIMENTO Procedura semplificata di prototipi

Dettagli

NOGA Nomenclatura generale delle attività economiche Struttura

NOGA Nomenclatura generale delle attività economiche Struttura NOGA Nomenclatura generale delle attività economiche Struttura Berna, 2002 Informazioni: Realizzazione: Diffusione: Esther Nagy, BFS Tel. ++41 32 713 66 72 / E-Mail: esther.nagy@bfs.admin.ch Jean Wiser,

Dettagli

CATALOGO CORSI SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI CERTIFICAZIONI FISCO E AMMINISTRAZIONE PRIVACY MANAGEMENT, COMUNICAZIONE E MARKETING

CATALOGO CORSI SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI CERTIFICAZIONI FISCO E AMMINISTRAZIONE PRIVACY MANAGEMENT, COMUNICAZIONE E MARKETING 2015 CATALOGO CORSI SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI CERTIFICAZIONI FISCO E AMMINISTRAZIONE PRIVACY MANAGEMENT, COMUNICAZIONE E MARKETING 2015 CATALOGO CORSI SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI CERTIFICAZIONI FISCO

Dettagli

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PROVVEDIMENTO 26 gennaio 2006

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PROVVEDIMENTO 26 gennaio 2006 CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PROVVEDIMENTO 26 gennaio 2006 Accordo tra il Governo e le regioni e province autonome, attuativo

Dettagli

LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI DEL SETTORE EDILE

LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI DEL SETTORE EDILE LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI DEL SETTORE EDILE Articolo 37, D. Lgs. 81/08 del 9 aprile 2008 e s.m.i. > comma 1 Il datore di lavoro assicura che ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata

Dettagli

I NUOVI ACCORDI STATO-REGIONI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

I NUOVI ACCORDI STATO-REGIONI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO I NUOVI ACCORDI STATO-REGIONI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Sicurezza sul lavoro in edilizia a Bologna e provincia: dati e riflessioni sul 2011 Bologna, 3/5/2012 Dr. Paolo

Dettagli

NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI

NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA STATO REGIONI PROVINCIE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER ASPP - RSPP

CORSO DI FORMAZIONE PER ASPP - RSPP T E C N O S F E R A sas Management Innovation & Business solutions ConsorzioInteruniversitarioRegionalePugliese CENTRO DI ATENEO DI SERVIZI PER LA QUALITÀ CORSO DI FORMAZIONE PER ASPP - RSPP Premessa Il

Dettagli

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08)

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08) FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08) L Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011 (pubblicato in G.U. 11 gennaio 2012 n. 8) disciplina la durata, i contenuti

Dettagli

D.Lgs. 81/08 Art. 34 - Svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi

D.Lgs. 81/08 Art. 34 - Svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi LA FORMAZIONE PER DATORI DI LAVORO ACCORDO CONFERENZA STATO - REGIONI D.Lgs. 81/08 Art. 34 - Svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi 2. Il datore

Dettagli

REGIONE CAMPANIA. INTERVENTI DI FORMAZIONE CONTINUA EX L. 236/93, ART. 9, COMMA 3 Azioni di formazione aziendale PROPOSTA DI PIANO

REGIONE CAMPANIA. INTERVENTI DI FORMAZIONE CONTINUA EX L. 236/93, ART. 9, COMMA 3 Azioni di formazione aziendale PROPOSTA DI PIANO ALLEGATO C A CURA DELL AMMINISTRAZIONE Data e numero di Protocollo: Numero progressivo di arrivo: 1. Dati identificativi Proposta REGIONE CAMPANIA INTERVENTI DI FORMAZIONE CONTINUA EX L. 236/93, ART. 9,

Dettagli

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PROVVEDIMENTO 26 gennaio 2006 Accordo tra il Governo e le regioni e province autonome, attuativo

Dettagli

Nomina a RSPP e ASPP e obblighi di Formazione dopo il 14 febbraio 2008

Nomina a RSPP e ASPP e obblighi di Formazione dopo il 14 febbraio 2008 ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO Soggetto accreditato per la Formazione dalla Regione Lombardia Associazione di Protezione Ambientale di interesse nazionale (D.M. 1/3/88 - G.U. 19/5/88) Nomina a RSPP e ASPP

Dettagli

Metodi, criteri e qualità della formazione dei Responsabili del SPP

Metodi, criteri e qualità della formazione dei Responsabili del SPP FORUM PA 2006 Sicurezza e salute dei lavoratori del comune e della provincia Roma 11 maggio 2006 Metodi, criteri e qualità della formazione dei Responsabili del SPP Patrizia Serranti SPP CNR Bologna Principi

Dettagli

RUOLI per la SSL SOGGETTI A FORMAZIONE SPECIFICA

RUOLI per la SSL SOGGETTI A FORMAZIONE SPECIFICA Dipartimento Prevenzione Medica di Como 22100 Como via Castelnuovo, 1 Tel. 031/370.863 Fax 031/370.425 E-mail progetti.spsal@asl.como.it Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro RUOLI

Dettagli

FORMAZIONE RSPP (DATORE DI LAVORO)

FORMAZIONE RSPP (DATORE DI LAVORO) LAVORO IN SICUREZZA S.R.L. - Società Unipersonale 30174 MESTRE (VE) - VIA EMILIA, 13/A int. 1 e 2 tel. 041.5442959 - fax 041.5442821 e-mail: lavoroinsicurezza@lavoroinsicurezza.it sito web: www.lavoroinsicurezza.it

Dettagli

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE 21 CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE I dati presentati in questo capitolo provengono dalle rilevazioni annuali sui risultati economici delle imprese, condotte in base a quanto disposto dal Regolamento UE N.

Dettagli

Premesso. convengono quanto segue

Premesso. convengono quanto segue Le Regioni e Province Autonome Premesso a) che in data 14 febbraio 2006 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 37 l Accordo, siglato in Conferenza Stato-Regioni, attuativo dell art.2, commi 2 e

Dettagli

TECNICHE DI COMUNICAZIONE E METODOLOGIE DI EROGAZIONE DELLA INFORMAZIONE/FORMAZIONE

TECNICHE DI COMUNICAZIONE E METODOLOGIE DI EROGAZIONE DELLA INFORMAZIONE/FORMAZIONE FORMAZIONE TECNICHE DI personale scolastico (RISCHIO MEDIO) COMUNICAZIONE E METODOLOGIE DI EROGAZIONE DELLA INFORMAZIONE/FORMAZIONE Ex Accordo Stato Regioni del 21.12.2011 Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE SERVIZIO PREVENZIONE

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE SERVIZIO PREVENZIONE Direttiva sulle procedure di attuazione ed approvazione della modulistica per i percorsi di formazione dei Responsabili ed Addetti dei servizi di prevenzione e protezione (RSPP e ASPP) di cui all Accordo

Dettagli