Vi presento Tommy, mio figlio autistico. Donna e disabile, doppia discriminazione. Wheelchair rugby, campionato da urlo MAGAZINE.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Vi presento Tommy, mio figlio autistico. Donna e disabile, doppia discriminazione. Wheelchair rugby, campionato da urlo MAGAZINE."

Transcript

1 3 marzo 2013 MAGAZINE Redazione: Piazza Cavour Roma Poste Italiane spa Spedizione in abbonamento postale 70% - Roma GIANLUCA NICOLETTI Vi presento Tommy, mio figlio autistico SPORT Wheelchair rugby, campionato da urlo PARI OPPORTUNITÀ Donna e disabile, doppia discriminazione

2

3 EDITORIALE di Mario Carletti Direttore Centrale Riabilitazione e Protesi, Inail Il tornado Matilde non porta devastazioni Travolge, trascina, scuote ma non fa danni, anzi costruisce. Mi permetto una confidenza perché conosco la professoressa Matilde Leonardi da anni. Non solo perché nota professionista e medico (lavora all Istituto neurologico Besta di Milano), ma soprattutto perché ho avuto modo di collaborare con lei in più di una occasione e ne sono stato travolto. Ovviamente dal suo entusiasmo, dalla voglia di fare, dalla determinazione: solo lei poteva riuscire nella impresa non facile di coordinare, come presidente della Commissione tecnico-scientifica, gli incontri dell Osservatorio nazionale sulla disabilità e sintetizzare, rendendoli ufficiali, i lavori delle diverse sottocommissioni. Abbiamo quindi in mano per la prima volta in Italia un programma d azione sulla disabilità, come previsto dalla convenzione Onu. Tanta enfasi perché non è proprio scontato che i lavori delle Commissioni sfocino in documenti concreti. Il compito poi si complica se gli interlocutori, come in questo caso specifico, sono decine, a loro volta portatori di altre decine di istanze, in un gioco complesso che ricorda, per la moltiplicazione esplosiva, il chicco di riso sulla tavola della dama. Sette le aree tematiche individuate dall Osservatorio, affrontate e sviscerate da sei gruppi di lavoro, tante le ambizioni ma anche molto chiari i punti di partenza. Innanzitutto, provare ad avere dati statistici reali e concreti dai quali trarre indicazioni utili per qualsiasi tipo di intervento. Senza numeri su cui basarsi nessuna proposta può essere presa in seria considerazione e, a oggi, l Osservatorio ha preso atto che in Italia ci sono diverse fonti e molteplici numeri, ma non aggregati e raccolti in modo serio e omogeneo. Non manca poi l approfondimento su temi cardine come il lavoro, la scuola, l autonomia, l accessibilità, la salute e il diritto alla vita. Insomma, siamo davanti a un Programma biennale che naturalmente dovrà passare al vaglio politico del Consiglio dei ministri per le valutazioni globali, di fattibilità e sostenibilità. Il cammino è lungo, ma iniziare con un passo fermo e sicuro è già molto importante. Donne e disabili, otto marzo amaro Ostacoli nella vita personale, sul lavoro, nella rivendicazione del diritto alla salute. Se per una donna qualsiasi è già difficile, per una donna disabile il quotidiano può trasformarsi in un vero e proprio percorso a ostacoli. Questo mese SuperAbile Magazine riflette sul binomio donna e disabilità, interpellando esperte, esponenti delle associazioni e dirette interessate. Torna poi il tema dell essere genitori, con un intervista a Gianluca Nicoletti, noto conduttore radiofonico, che ha appena pubblicato un volume sulla sua esperienza di padre di un ragazzo autistico. E poi tante storie dall Italia e non solo. A cominciare da una bella novità: l esordio della Nazionale del wheelchair rugby, che ora punta a rappresentare il nostro Paese alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro Poi, come di consueto, tanta cultura: scrittori, editori, registi che hanno compreso che la disabilità non è una dimensione-ghetto, ma un aspetto della vita che interessa tutti a prescindere dalla propria esperienza personale. E che può essere narrata in modi inediti. Non ci credete? Guardate gli scatti di Christian Rocher, un fotografo poco conosciuto in Italia ma autore di un lavoro molto interessante e singolare. 3

4 NUMERO tre Marzo 2013 EDITORIALE 3 Il tornado Matilde non porta devastazioni di Mario Carletti ACCADE CHE... 5 Osservatorio nazionale disabilità: approvato il primo Programma d azione 7 Istat: 145mila alunni disabili e 65mila insegnanti di sostegno L INCHIESTA 8 Se questa è una donna (disabile) di Laura Badaracchi 11 Immagine e pubblicità: il modello impossibile di Antonella Patete 13 Avanti tutta. Anche di fronte a certe umiliazioni di Michela Trigari INSUPERABILI 14 Senza di te cosa sarei Intervista a Gianluca Nicoletti di Chiara Ludovisi CRONACHE italiane 16 Con le mani in pasta, a sfidare il mercato di Sara Mannocci sotto la lente 18 Ecco perché ho smesso di volare di Maurizio Molinari PORTFOLIO 20 La bellezza e l audacia SPORT 24 Scende in campo l Italia del rugby di Stefano Caredda Turismo 26 Viaggio in Europa. E senza sorprese di Giorgia Gay CULTURA 28 Come Tommy divenne una star del web di Giovanni Augello 29 Il ragazzo che amava i cavalli di A.P. 32 Mister Eugenio: quando il rap è in Lis di M.T. 33 Voci nel buio, film e laboratorio di A.P. RUBRICHE 34 Inail... per saperne di più Menomazioni dell apparato visivo 35 Senza barriere Casa per tutti. Il vademecum 36 Lavoro Impiegati di notte. Gli esoneri per la disabilità 37 L esperto risponde Esami, Ausili PINZILLACCHERE 38 Il francobollo del mese Anche in Italia il valore è in Braille di Gian Piero Ventura Mazzuca 39 Bambole buone. Oltre ogni limite di M.T. 40 Il pranzo della domenica GusTop di Carla Chiaramoni 41 Le parole per dirlo Assistente sessuale di Franco Bomprezzi 41 Fatti una skarrozzata. Almeno per provare di M.T. Dulcis in fundo 42 Strissie - I pupassi di Adriana Farina e Massimiliano Filadoro Superabile Magazine Anno II - numero tre, marzo 2013 Direttore: Mario Carletti In redazione: Antonella Patete, Laura Badaracchi e Diego Marsicano Direttore responsabile: Stefano Trasatti Hanno collaborato: Giovanni Augello, Stefano Caredda, Carla Chiaramoni, Giorgia Gay, Daniele Iacopini, Chiara Ludovisi, Sara Mannocci, Maurizio Molinari, Michela Trigari di Redattore Sociale; Franco Bomprezzi, Gian Piero Ventura Mazzuca; Erica Battaglia, Giorgia Di Cristofaro, Rosanna Giovèdi e Daniela Orlandi del Consorzio sociale Coin Progetto grafico: Giulio Sansonetti Editore: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Redazione: Superabile Magazine c/o agenzia di stampa Redattore Sociale Piazza Cavour Roma Stampa: Tipografia Inail Via Boncompagni Milano Autorizzazione del Tribunale di Roma numero 45 del 13/2/ Un ringraziamento, per averci gentilmente concesso l uso delle foto, a Contrasto (pagg. 3, 8-9, 12-13), Anmil (pagg. 4, 10-11), Pietro Sparaco e Uildm Bergamo (pag. 10), Giulia Macchia Vercesi (pagg ), Fondazione il Sole (pagg ), Vivek Gohil (pag. 18), Christian Rocher (pagg ), Diversamenteagibile.it (pag. 26), Unicef (pag. 31), Unitalsi (pag. 40), Enrico Ercolani (pag. 41). In copertina, una foto di Gianluca Nicoletti e del figlio Tommaso scattata da Fabrizio Intonti (Fabriziointonti.com)

5 ACCADE CHE... welfare Osservatorio nazionale disabilità: approvato il primo Programma d azione Varato, finalmente, il primo Programma d azione italiano per la promozione dei diritti e l integrazione delle persone con disabilità. Ad approvarlo, il 12 febbraio scorso, l Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità. La notizia è arrivata circa tre mesi dopo l invio, nel novembre 2012, del primo Rapporto italiano alle Nazioni Unite sulla implementazione della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità nel nostro Paese. Dal respiro biennale, il testo dovrà essere sottoposto all esame del Consiglio dei ministri e al parere della Conferenza unificata, per poi essere adottato come decreto Pietro Barbieri è il nuovo portavoce del Forum nazionale del Terzo Settore. Membro del Coordinamento nazionale dal 2008, è presidente dal 96 della Fish (Federazione italiana per il superamento dell handicap). «Dobbiamo saper rappresentare la società civile in maniera non inerte davanti alla crisi. E la disabilità è collocata in questa proposta», ha dichiarato. del presidente della Repubblica. «Un gran risultato perché non abbiamo proposto una politica per i disabili, ma una politica per l Italia che sappia accogliere anche le persone con disabilità», ha commentato la presidente del comitato tecnicoscientifico dell Osservatorio, Matilde Leonardi, dell Istituto neurologico Besta di Milano. Precisando: «Abbiamo voluto mettere una pietra miliare. Era fondamentale fare il piano d azione prima che cadesse il governo, perché chiunque venga dopo possa avere un piano d azione biennale al quale attenersi». Sette le aree principali individuate dall Osservatorio nel nuovo piano: dalla salute Turismo al lavoro, dalla scuola agli interventi nei progetti di cooperazione all estero. Uno dei primi obiettivi indicati dal programma è quello di avere cifre precise sulla disabilità in Italia. «Vogliamo provare a mettere insieme tutte le fonti per rendere i dati amministrativi anche statistici ha spiegato Leonardi. Non sappiamo, per esempio, quale sia il tasso di disoccupazione delle persone con disabilità. Senza Torna Gitando.all, dal 21 al 24 marzo a Vicenza Un nuovo padiglione dedicato al design for all e agli ausili per la vacanza, comprese le nuove tecnologie per la comunicazione e l informazione al servizio del tempo libero. Torna Gitando.all, il Salone del turismo e dello sport accessibile, in programma alla Fiera di Vicenza dal 21 al 24 marzo. Al suo interno il Meeting internazionale del turismo accessibile, quest anno in collaborazione con la Commissione europea e l European network accessible tourism, e Buy Italy for all, una sorta di borsa dove le agenzie di viaggio, le associazioni e i tour operator stranieri possono comprare vacanze accessibili in Italia. Tra gli eventi, si segnalano il concorso Libero accesso, la mostra europea Cities for all e le aree esperienziali. Ma anche esibizioni sportive, un percorso a ostacoli in sedia a ruote, test drive per le persone disabili e il museo tattile Omero. Entrata libera. Per informazioni, Gitando.it. un parametro di riferimento, abbiamo solo un idea di quanti disabili lavorino». Altra proposta condivisa: «Una profonda riforma del sistema di certificazione della disabilità. Quello attuale è un sistema percentualistico risarcitorio, che crea discrepanze e non sempre può offrire risposte ai bisogni delle persone». Oltre ai gruppi di lavoro su scuola, accessibilità, vita indipendente, diritto alla vita e salute, ce n è uno collegato con il ministero degli Affari esteri: «Ci è sembrato giusto che la nostra modalità di pensiero fosse trasferita anche nelle azioni sulla disabilità fuori dall Italia, mantenendo una linea nostrana all approccio da esprimere nel lavoro che il terzo settore svolge nella cooperazione internazionale». (immagine Fotolia) [G.A.] E dopo di noi? Sempre più soli. Perché nei prossimi anni, in Italia, il numero delle persone disabili che rischiano di restare senza supporto alla morte dei propri cari è destinato ad aumentare. Lo rivela anche uno studio del Cnel: infatti il 45% dei ragazzi disabili sotto i 24 anni ha una disabilità grave, o è affetto da multidisabilità, e vive in famiglia. 5

6 ACCADE CHE... Baby-sitter per bambini autistici. Grazie a un corso organizzato a Roma e Napoli dall'associazione Ipertesto, in collaborazione con Culturautismo, che durerà fino a giugno. Rivolto a diplomati, studenti di Scienze dell'educazione o Psicologia, animatori di centri diurni e operatori sociali, il corso è incentrato sui disturbi pervasivi dello sviluppo e prevede un tutoraggio. Per informazioni: tel. 06/ (Roma), tel. 081/ (Napoli), culturautismo.it. Ricorrenze L Istituto per i ciechi di Trieste compie 100 anni Per la disabilità visiva di Trieste è tempo di festeggiare il centenario. L Istituto regionale Rittmeyer, infatti, compie un secolo di vita e lo celebra continuando il programma di visite guidate bendate, mostre, concerti, cene al buio, open day e spettacoli iniziato due anni fa. Nato nel 1913 grazie alla donazione della baronessa Cecilia de Rittmeyer, da centro assistenziale per i ciechi l istituto Workshop Danza integrata, laboratorio aperto a tutti Movimento scenico e somatico insieme alla contact improvisation: elementi per creare un linguaggio comune tra danzatori con e senza disabilità. Così il corpo diventa strumento per raccontare storie. È il laboratorio di danza integrata condotto da Marisa Brugarolas ogni martedì pomeriggio, fino a maggio, presso l Accademia di Spagna a Roma (piazza San Pietro in Montorio 3). L insegnante è responsabile dal 2005 del progetto Ruedapiés. Costo: 2 euro a lezione. Per iscriversi: 6 si è pian piano trasformato in ente educativo. Punto di riferimento del Friuli Venezia Giulia per le persone non vedenti e le loro famiglie, organizza laboratori occupazionali e artigianali, attività motorie e di psicomotricità, pet-therapy, progetti personalizzati, promuovendo ricerche nell ambito dell assistenza ai disabili visivi in partnership con vari Paesi della Ue. Info: Istitutorittmeyer.it. Un manuale contro i disturbi visivi sul lavoro. Sono le Linee guida per le aziende su prevenzione delle disabilità e degli infortuni alla vista pubblicate dalla Fondazione Bietti in collaborazione con la Camera di commercio di Roma. Non è il videoterminale a fare danni, ma una cattiva progettazione di postazioni e modalità di lavoro, si legge nella prefazione. Quindi sì all ergonomia e ai comportamenti corretti dei lavoratori. MONDO INAIL Con la Comunità di Sant Egidio per una sicurezza senza frontiere La Comunità di Sant Egidio di Roma e l Inail Lazio insieme per una giornata di formazione senza frontiere voluta per affermare una cultura della sicurezza e della prevenzione degli incidenti sul lavoro, con particolare riguardo al settore edilizio e all ambiente domestico. L iniziativa, rivolta soprattutto agli studenti immigrati della Scuola di lingua e cultura italiana della Comunità di Sant Egidio, ha visto la partecipazione di oltre mille persone straniere. Una sorta di festa in famiglia fatta però di incontri con gli esperti e approfondimenti sugli aspetti legali.

7 Il concorso Apriti sesamo, per una cultura a prova di sensi Sostenere e promuovere idee che favoriscano l accessibilità dei luoghi e delle opere d arte per le persone con disabilità sensoriale. È l obiettivo di Apriti sesamo, il primo concorso nazionale per la selezione di progetti pilota promosso dal ministero per i Beni e le attività culturali, Centro per i servizi educativi del museo e del territorio, Unione italiana ciechi e ipovedenti ed Ente nazionale sordi. L iniziativa si rivolge a giovani creativi capaci di elaborare percorsi comunicativi in grado di abbattere le barriere sensoriali e migliorare la fruizione del patrimonio artistico-culturale contemporaneo. I progetti dovranno tener conto delle nuove tecnologie e di come rendere percepibili gli spazi legati all architettura. Info: beniculturali.it. Scuola Istat: 145mila alunni disabili e 65mila insegnanti di sostegno Aumenta dello 0,1% la presenza di alunni con disabilità nelle scuole statali e non. L ultimo rapporto Istat ne rileva infatti circa 145mila nell anno , di cui 81mila nella scuola primaria (pari al 2,9% del totale) e poco più di 63mila in quella secondaria di primo grado (pari al 3,5%). Il ritardo mentale è il problema più frequente (39% dei casi), seguito dai disturbi dell apprendimento, dell attenzione, del linguaggio e affettivo-relazionali. Secondo i dati del ministero dell Istruzione, si contano poco più di 65mila insegnanti di sostegno, ma il 40% di loro è diverso rispetto all anno precedente. Al Sud si registra il maggior numero di ore di sostegno assegnate per alunno (12 ore medie settimanali, contro le 9 del Centro-Nord) e il minor numero di ore prestate dall assistente educativo (poco più di 5 ore, contro le quasi 13 del Nord). Una famiglia su dieci, infine, ricorre al tribunale per ottenere più ore di sostegno per i propri figli. teatro Corsi di recitazione in Lis Novità in vista per i Diversamente Comici: La città dei sordi in festival, in programma a luglio ai giardini della Filarmonica di Roma, e La città dei sordi sit-com cabaret (al Teatro Due il prossimo dicembre). Alla ricerca di un linguaggio teatrale per comunicare con persone udenti e non, il duo apre un laboratorio di recitazione per creare il gruppo che sarà coinvolto nei nuovi progetti: fino al 26 giugno, corsi per principianti e avanzati il mercoledì pomeriggio all Istituto statale dei sordi, a Roma. Le lezioni, aperte a tutti, propongono un uso creativo della Lis. Info: Europa Assistenza domiciliare: il Regno Unito arranca In Inghilterra le persone disabili non ricevono la giusta assistenza. È l allarme lanciato dall associazione Scope in un rapporto che ha raccolto le voci di 600 titolari di assistenza domiciliare. Il 40% non riceve aiuto neppure per l igiene personale, il vestirsi, il mangiare o l uscire di casa e il 34% si sente limitato sul 7 lavoro e nelle attività sociali. Ciò sembra dipendere dalla scarsità di fondi. E la situazione potrebbe peggiorare se passasse la riforma sull assistenza sanitaria ipotizzata dal governo britannico: circa 200mila persone rischierebbero di non ricevere alcuna sovvenzione, garantita solo alle disabilità più gravi. Una carta dei servizi per i pazienti del Centro di riabilitazione motoria Inail di Volterra. L opuscolo fornisce informazioni sulla struttura, l organizzazione e le prestazioni: dal ricovero all attività ambulatoriale, dall utilizzo di piscina e palestra alla consulenza psicologica. Nel 2011 il 94,5% dei pazienti ha dichiarato ottima o buona l assistenza ricevuta. Per contatti: tel. 0588/98444,

8 l inchiesta L altra metà del mondo Se questa è una donna (disabile) Otto marzo amaro per l universo femminile con disabilità. Tante le discriminazioni: nella vita privata, sul lavoro, in ambito sanitario. Ancora numerosi i pregiudizi e le violenze subite. Mentre da tempo le associazioni s impegnano in un lavoro dal basso, per scardinare la mentalità comune Laura Badaracchi Oggi Marie Deliesse ha 64 anni. Un papà operaio e una mamma casalinga che non ha mai accettato la sua disabilità, la sindrome di Little, infermità motoria cerebrale che provoca problemi nella coordinazione dei movimenti. «Fino all età di sette anni mi sposto strisciando. Poi mio padre mi porta a Parigi per un intervento alla colonna vertebrale che mi permetterà di camminare, seppur in maniera ancora molto scoordinata. Mia madre sviluppa nei miei riguardi un odio che mi perseguiterà per tutta l infanzia, l adolescenza e lungo tutta la mia vita di donna». Ripercorre dolorosamente la spirale di botte, discriminazioni e soprusi subiti in casa proprio da chi l ha messa al mondo nel volume autobiografico Più for- 8 te della violenza, pubblicato dalle Paoline. È la sua storia, drammaticamente vera seppur estrema. E rappresenta la punta di un iceberg: restano ancora molte, troppe, le facce della discriminazione che le donne con disabilità si trovano a dover affrontare dalla nascita o a causa di una malattia invalidante, di un incidente sul lavoro. «Vengo picchiata senza mo-

9 tivo, privata di amore e di affetto, maltrattata fisicamente e moralmente», racconta Marie, ricordando in maniera lucida, nitida, tutti gli episodi di violenza subiti dalla madre: «Deve aver sofferto anche lei per odiarmi così tanto». L autrice riproduce nelle sue scelte l imprinting ricevuto: sposa un uomo aggressivo, che abuserà di lei. Ma con un lungo percorso riuscirà a separarsi e a riannodare i fili della sua esistenza, impegnandosi anche in numerose associazioni a fianco di persone disabili e malate: è il suo riscatto, insieme ai suoi figli. Insomma, l esclusione subita non resta mera cronaca, anzi si trasforma in vicinanza e condivisione. «In un mondo costruito per uomini e gestito da uomini, essere donna e avere una disabilità comporta una vita di discriminazione multipla. Le donne disabili sono sempre e comunque donne, ma non sono mai riconosciute come tali. Non bisogna credere che in Italia la condizione di vita delle donne con disabilità sia sicuramente migliore rispetto ad altri Stati, né che la povertà economica e culturale in cui sono segregate le donne disabili sia tipica dei Paesi in via di sviluppo», denuncia Luisella Bosisio Fazzi, consigliere della Ledha (Lega per i diritti delle persone con disabilità). L associazione sta progettando l apertura di un Centro di tutela antidiscriminatoria, a sostegno anche dell universo femminile, in grado di diventare punto di riferimento regionale e nazionale raccogliendo segnalazioni e ri- 9 Musica in rosa per la sicurezza sul lavoro. Una sfida tra cantautrici e compositrici per esprimere l importanza della prevenzione degli infortuni, in fabbrica così come in casa, in ufficio o nei cantieri. È Note di sicurezza - Umbria donne e lavoro, il concorso nazionale per parole e musica al femminile promosso da Inail e Anmil di Perugia insieme a Comune, Provincia, Consigliera provinciale di Parità, Università, Ordine degli psicologi dell Umbria, Centro internazionale di promozione delle attività musicali e Radio Subasio, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa della donna. Giunta alla sua ottava edizione dopo quelle dedicate a pittura, prosa, fotografia, fumetto, video, sms e favole, quest anno l iniziativa ha visto le sfidanti cimentarsi nello scrivere una canzone o nel comporre un opera per quintetto d archi e voce recitante. Il filtro di una lente di genere sta diventando sempre più essenziale per guardare al mondo professionale, oltre alla volontà di rendere le donne vere protagoniste di una cultura della prevenzione dei rischi sul lavoro che passi anche attraverso la dimensione artistica e creativa. Le opere vincitrici premiate il 6 marzo a Perugia e la sera stessa in concerto a Terni, nonché quelle scelte dalla giuria presieduta dal maestro Carlo Alberto Neri, saranno pubblicate in un cd. «Insieme al materiale delle scorse edizioni, faranno parte degli strumenti di comunicazione utilizzati nelle varie iniziative di sensibilizzazione e formazione sul territorio», commenta Alessandra Ligi, direttrice della sede Inail di Perugia. [M.T.] In Italia le donne disabili sono il doppio degli uomini (oltre un milione e 700mila, contro gli oltre 880mila di sesso maschile) e rappresentano circa il 6% della popolazione. Ma su tre lavoratori disabili, solo uno è donna. Le rappresentanti del genere femminile sono però più autonome: il 37% delle donne disabili vive da sola, contro il 13% degli uomini (fonte: Istat-ministero del Lavoro e politiche sociali).

10 l inchiesta L altra metà del mondo Con il progetto Omero. La forza della narrazione l Anmil (Associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro) sta affrontando al femminile il tema degli infortuni sul lavoro: su 800mila incidenti annui in Italia, 245mila riguardano le donne. Obiettivo? Sviluppare attraverso storie reali una «catena della consapevolezza» insieme a organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori, associazioni imprenditoriali e di categoria. Info: [L.B.] Le lavoratrici disabili? Doppiamente discriminate secondo la sesta relazione Isfol. Nel biennio 2010/2011, a fronte della contrazione generale che interessa entrambi i sessi nelle iscrizioni al collocamento mirato, la presenza femminile resta inferiore rispetto a quella maschile: iscrizioni nel 2010, pari al 48,7%, e nel 2011, pari al 48,1%. Invariata la distribuzione geografica: più consistente al Sud e nelle Isole. Nel 2011 gli avviamenti complessivi di donne con disabilità sono stati Sopra, uno degli scatti di Pietro Sparaco per la mostra fotografica sulle donne Tra il corpo e gli affetti, realizzata per la Uildm di Bergamo. Al centro, Maria Pia Latorre, fotografata da Tiziana Luxardo per Anmil. «In lavanderia le macchine lavorano a una temperatura di 190. Ne bastano molti meno per mangiarti un braccio», racconta la 32enne di Carpi. La sua mano è finita lì dentro 12 anni fa, quando lavorava d estate in un albergo. chieste, offrendo informazioni e consulenze. «I dati ci dicono che le donne disabili trovano con più difficoltà lavoro, spesso devono rinunciare al desiderio di maternità e, in generale, subiscono più discriminazioni rispetto ai maschi. Sono invisibili perché le politiche di genere non influenzano la loro condizione e le politiche sulla disabilità non tengono conto del genere», insiste Bosisio Fazzi. Evidenziando che raramente le donne disabili sono «considerate in relazione alla femminilità, alla maternità, alla genitorialità, alla bellezza. Detengono il più alto tasso di non impiego, sono più spesso escluse dai sistemi educativi; normalmente vengono dissuase dall avere figli. Spetta a loro la percentuale più elevata di violenze e abusi subiti, soprattutto alle donne con malattie psichiatriche, disabilità sensoriali e intellettive». 10 Un quadro sconfortante. Per questo la Ledha offre da tempo un servizio legale. «Anche a causa della scarsa informazione sul tema, le persone con disabilità e in particolar modo le donne, sono ancora spesso vittime di violenza», fa notare l avvocato Gaetano De Luca, che ha supportato la famiglia di una ragazza milanese con una disabilità di tipo intellettivo vittima di violenza sessuale da parte dell autista che l accompagnava a scuola e al centro diurno: «Comprensibile la difficoltà dei genitori nel dover affrontare un processo e nel vedere la propria figlia subire tutta una serie di attività di indagine volte ad accertarne la credibilità e la reale capacità di poter percepire e rendersi conto di quanto le è accaduto. L imputato infatti durante il processo ha più volte negato gli addebiti, ma dopo il dibattimento è stato condannato a una pena di sei anni». Se circa il 16% delle donne europee è disabile, un rapporto del Parlamento dell Unione denuncia che circa l 80% di quelle istituzionalizzate sono esposte al rischio di violenza, spesso compiuta proprio dalle persone che dovrebbero prendersi cura di loro. E nella civilissima Germania uno studio commissionato dal ministero per la Famiglia rivela che migliaia di donne con disabilità intellettiva, rinchiuse in istituti, hanno subito abusi sessuali. Al di là dei casi di cronaca, i diritti violati pongono l urgenza di un cambiamento culturale, di una sterzata decisa nella men-

11 talità comune. Perché i pregiudizi sono duri a morire. Approvata nel dicembre 2006, la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità (ratificata da una ventina di Paesi della Ue) auspica che le donne non siano più vittime della «discriminazione multipla». Un concetto «reso noto dagli studi di Kimberly W. Crenshaw in riferimento alle esperienze di discriminazione vissute dalle donne nere in America, che si è progressivamente esteso in altri ambiti», spiega la psicologa valdostana Laura Elke D Apolito, autrice di una recente ricerca sulle donne disabili: «In una società come la nostra, dove la sessualità è l oggetto più frequente della comunicazione di massa, l invisibilità a cui sono costrette le donne disabili in qualche modo è una for- ma di negazione del loro diritto alla sessualità. Sono quasi invisibili all interno dei media, poiché il loro corpo è percepito dalla società come poco desiderabile». Secondo il Global gender gap report 2012, lo studio sulla disuguaglianza di genere a livello mondiale elaborato annualmente dal World economic forum, «l Italia si colloca all 80 posto nella classifica planetaria della parità donna-uomo. C è ancora una forte rigidità nell associare i ruoli sociali al genere di appartenenza. E questo solitamente penalizza le donne, anche quelle disabili, soggette a discriminazione anche per la loro disabilità, il che le pone in posizione di svantaggio rispetto a chi (uomo o donna) non è disabile, ma anche rispetto agli uomini svantaggiati solo per il fatto di essere disabili», fa notare Simona Lancioni, sposata con un partner disabile e membro fin dalla sua costituzione, nel 1998, del Coordinamento del Gruppo donne Uildm (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare, Uildm.org/ gruppodonne). Un gruppo che punta alla formazione e all informazioni di genere, formato da volontarie non solo disabili. «Penso sia un valore aggiunto: se ciò che si vuol promuovere è l inclusione, quale miglior modo che praticarla? Un bell esempio di solidarietà tra donne al di là delle differenze che mi consente di coniugare due miei interessi: quello per la condizione femminile e quello di chi con la disabilità si confronta quotidianamente da 20 anni». A volte Simona viene scambiata al telefono per una persona disabile: «Quando chiarisco che non lo sono, al- 11 Immagine e pubblicità: il modello impossibile «L a pubblicità influenza le donne in particolare, in quanto genere subalterno. E le donne disabili sono doppiamente discriminate perché subiscono anche il processo di inferiorizzazione che, storicamente, l Occidente ha portato avanti nei confronti delle persone con un aspetto diverso». A riflettere sul potere della pubblicità nella vita delle donne disabili è Laura Corradi (nella foto), docente di Studi di genere all Università della Calabria e autrice di un saggio pubblicato nel 2012 da Ediesse: Specchio delle sue brame. Analisi socio-politica delle pubblicità: genere, classe, razza, età ed eterosessismo. Qual è l impatto della pubblicità sulle donne disabili? «La pubblicità dà un idea di norma, di bellezza e di prestanza fisica che è un insulto per tutte le donne e lo è doppiamente per le donne con disabilità. Queste ultime, infatti, sono escluse in partenza rispetto a un ideale di bellezza talmente lontano e irreale da cozzare contro la realtà della stragrande maggioranza delle donne». C è modo di scalfire la forza di questo modello? «Negli ultimi mesi tante cose sono cambiate: nel mondo della pubblicità sono comparse persone più normali. Come cinque ex top model degli anni Ottanta reinserite nel mercato pubblicitario per reclamizzare creme di bellezza. Sono donne non più giovani, che io trovo assolutamente appropriate per la pubblicità di prodotti di bellezza destinati a chi è avanti con gli anni». Alcune donne disabili cercano di essere protagoniste nella pubblicità e nella moda. Che ne pensa? «Accanto alla lotta per i diritti sociali e civili, esiste anche una lotta per i diritti cosiddetti simbolici. Non è indecente che una donna disabile porti una scollatura o una minigonna. Un tempo le persone con disabilità venivano chiuse in casa, mentre oggi possono viaggiare, fare politica, lavorare. Domani potranno girare in bikini e nessuno troverà oscena l esposizione della loro difformità rispetto a una norma sempre meno tale. Quindi ben venga il giorno in cui una casa di cosmetici deciderà di avvalersi di una donna disabile per reclamizzare un profumo. Tuttavia, non penso che si tratti di un focus prioritario. Ci sono battaglie più urgenti da portare avanti, come quelle per il lavoro, per l istruzione e contro gli stereotipi dominanti». [Antonella Patete]

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II.

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II. Lezione 10 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

PRIMI IN SICUREZZA La prevenzione si impara a scuola: idee, ricerche, proposte e messaggi,

PRIMI IN SICUREZZA La prevenzione si impara a scuola: idee, ricerche, proposte e messaggi, PRIMI IN SICUREZZA La prevenzione si impara a scuola: idee, ricerche, proposte e messaggi, XIV EDIZIONE Promossa da ANMIL Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro OKAY! Attività

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra 1 Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra STILEMA / UNOTEATRO di e con Silvano Antonelli collaborazione drammaturgica Alessandra Guarnero Ogniqualvolta si utilizzino e

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

IL DISTURBO AUTISTICO

IL DISTURBO AUTISTICO LEZIONE: DISTURBI PERVASIVI DELLO SVILUPPO (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 INTRODUZIONE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Intervista iniziale Raccolta delle storie di vita Nome dell'apprendente Pablo sesso: m Data di nascita Paese di provenienza Brasile Nome dell'interprete

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Progetto Casa Pangea Calcutta Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Sommario 3 Introduzione 5 Programma di supporto e riabilitazione fisico-mentale 5 Supporto medico 5 Accesso alle agevolazioni statali

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

Intervento dell Associazione Divento Grande Onlus di Salvatore Bianca

Intervento dell Associazione Divento Grande Onlus di Salvatore Bianca Intervento dell Associazione Divento Grande Onlus di Salvatore Bianca Buon pomeriggio a tutti, sono Salvatore Bianca, vicepresidente di Divento Grande Onlus, una associazione di genitori, in prevalenza

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso.

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Anna Contardi Ass.Italiana Persone Down www.aipd.it Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Esperienze di educazione sessuale per adolescenti con disabilità intellettiva Premessa Esisteun diritto alla

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

ASPETTO RITENUTO DEBOLE CRITICITA RILEVATE - CAUSE SOLUZIONI adottate..

ASPETTO RITENUTO DEBOLE CRITICITA RILEVATE - CAUSE SOLUZIONI adottate.. CONTRIBUTO CONSORZIO SOLIDARIETà SOCIALE di PARMA e delle sue cooperative sociali BOTTEGA DEL POSSIBILE RICERCA CENTRI DIURNI Alcuni elementi di premessa: Il Consorzio Solidarietà Sociale comprende 36

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero DIVENTARE GRANDI: LA CONQUISTA DELL AUTONOMIA Anna Contardi annacontardi@aipd.it Associazione Italiana Persone Down Viale delle Milizie 106-00192- Roma - Italy In Italia 1 bambino ogni 1200 nasce con la

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 -

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - Indice: 1. Presentazione di me stesso. 2. Come ho imparato ad usare il p. c. 3. Che programmi ci sono nel

Dettagli

COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di.

COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di. COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di. Vorrei partire da un assunto, o meglio una constatazione: è impossibile non comunicare: la comunicazione è una proprietà del

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Conferenza stampa VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Parma, 2 aprile 2013 Via La Spezia n. 147, ore 11,30 Intervengono Laura Rossi, Assessore al Welfare Comune

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14 VI Sommario Parte prima Da bambino a preadolescente Chi è il bambino? Come cresce? Come impara a interagire con il mondo e a lasciare un segno nel suo ambiente di vita? La prima parte del volume cerca

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

La funzione dei centri antiviolenza e il loro osservatorio: il sostegno del bambino coinvolto nel percorso di protezione assieme alla madre A cura di Centri antiviolenza Demetra, Linea RosaeSos Donna Formazione

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Centro Antiviolenza Catia Doriana Bellini nel comune di Perugia per donne sole o con eventuali figli minori, vittime di violenza o di stalking,

Centro Antiviolenza Catia Doriana Bellini nel comune di Perugia per donne sole o con eventuali figli minori, vittime di violenza o di stalking, Presentazione Apertura centro antiviolenza Catia Doriana Bellini di Perugia Perugia, Palazzo dei Priori - Sala dei Notari Giovedì 6 marzo 2014 ore 17.30 Intervento introduttivo Lorena Pesaresi Assessore

Dettagli

DOCUMENTO. 25 Novembre 2014

DOCUMENTO. 25 Novembre 2014 DOCUMENTO Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: insieme contro la violenza sul lavoro Consigliere di parità dalla parte delle donne e del lavoro 25 Novembre 2014 Promuovere il lavoro

Dettagli

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE Ciao a tutti, io sono Andrea referente locale Ferrara-Bologna per Aismac. Sono affetto da una Siringomielia traumatica dorsale e da una amputazione

Dettagli

CONVEGNO ACCESSIBILITA AI MEDIA 03 OTTOBRE 2014

CONVEGNO ACCESSIBILITA AI MEDIA 03 OTTOBRE 2014 CONVEGNO ACCESSIBILITA AI MEDIA 03 OTTOBRE 2014 Buongiorno a tutti, desidero presentarmi, sono RENZO CORTI Presidente del Consiglio Regionale ENS (Ente Nazionale Sordi) della Lombardia, un ente ONLUS oggi

Dettagli

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA Premessa: Il progetto La Scuola in Piazza, nasce dall esigenza di ricercare forme e momenti di incontro della scuola con il proprio territorio di appartenenza.

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE LE SCUOLE DELL INFANZIA DELL ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO COMPRENDONO: Scuola dell infanzia statale Il Girasole di Conselve composta da nove sezioni

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

OSSERVATORIO NINNA HO. Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita

OSSERVATORIO NINNA HO. Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita OSSERVATORIO NINNA HO Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita - OSSERVATORIO NINNA HO Il Progetto ninna ho, voluto dalla

Dettagli

Siamo una cooperativa sociale prevalentemente al femminile composta da educatori, operatrici socio assistenziali, assistenti sociali e psicologi

Siamo una cooperativa sociale prevalentemente al femminile composta da educatori, operatrici socio assistenziali, assistenti sociali e psicologi Cooperativa sociale E.T.I.C.A. Onlus "Mi chiamo Patrizia e questa comunità è casa mia. Qui mi accettano anche quando urlo perché sono arrabbiata. Qui capiscono quando sto nervosa e voglio mollare tutto

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

CONNESSIONI 3.0: l inclusione sociale come metodologia sociale e organizzativa

CONNESSIONI 3.0: l inclusione sociale come metodologia sociale e organizzativa FONCOOP AVVISO 32 STANDARD FONDO DI ROTAZIONE CONNESSIONI 3.0: l inclusione sociale come metodologia sociale e organizzativa CONTESTO Connessioni è un progetto avviato da più di tre anni E stato e continuerà

Dettagli

" Uguali e diversi da me. Nuove forme di aggregazione giovanile per costruire una comunità interculturale"

 Uguali e diversi da me. Nuove forme di aggregazione giovanile per costruire una comunità interculturale Ente accreditato dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia per la formazione professionale Servizio di promozione europea della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia Punto della Rete informativa per

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Il volontariato va a scuola

Il volontariato va a scuola Il volontariato va a scuola Il volontariato incontra i giovani, e lo fa nel luogo principe della loro formazione: la scuola. Grazie anche al Protocollo d Intesa con l Ufficio Scolastico Regionale per il

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE LE SCUOLE DELL INFANZIA DELL ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO COMPRENDONO: Scuola dell infanzia statale Il Girasole di Conselve composta da nove sezioni Scuola dell infanzia statale M. Immacolata di

Dettagli

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Luglio 2011 Indice Premessa... pag. 3 Documenti e ricerche... pag. 5 Gli obiettivi... pag.

Dettagli

La Felicità con gli occhi di

La Felicità con gli occhi di La Felicità con gli occhi di Di Paolo Sichel, Giorgia Zanierato e Sidney Fontana Classe 4 BSU Indice Felicità: Con la spensieratezza di un bambino Con la grinta dell adolescente Con la serenità di un adulto

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO Negli ultimi anni i media sono sempre più al centro dell attenzione, per la loro sempre più rapida diffusione, soprattutto

Dettagli

L EMOZIONE NON HA VOCE MA PARLA CON IL CORPO

L EMOZIONE NON HA VOCE MA PARLA CON IL CORPO L EMOZIONE NON HA VOCE MA PARLA CON IL CORPO Dal corpo, al cuore, alla mente. Scuola dell infanzia statale G.Rodari Direzione Didattica di Vignola (Mo) Tel.: 059-777651 Sezioni coinvolte: I (4 anni) -

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Da vari anni nel territorio della città di Roma e provincia stiamo cercando di realizzare un progetto, cominciato quasi 10 anni fa da alcuni

Dettagli

Le principali differenze psicologiche, comportamentali e di ruolo tra maschi e femmine.

Le principali differenze psicologiche, comportamentali e di ruolo tra maschi e femmine. Dott.ssa Panaghia Facchinelli, Pedagogista clinica Tel 348-8742827 panaghia@email PERCORSO DI EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITA E ALLA SESSUALITA Questo progetto di educazione all affettività e sessualità è rivolto

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA MANUALE PER IL docente II EDIZIONE A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA 1 INDICE Il progetto 03 Scambio di generazioni 04 Crescendo si scambia in 4 mosse 05 Certi giochi sono sempre

Dettagli

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta.

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta. 1 Completate con i verbi dati. parlate partono preferiamo abitano pulisce lavora sono vivo aspetto 1. Stefania... tanto. 2. Io... una lettera molto importante. 3. Tu e Giacomo... bene l inglese. 4. Noi...

Dettagli

Insieme contro la violenza di genere

Insieme contro la violenza di genere CONCORSO MARKETING SOCIALE E COMUNICAZIONE PER LA SALUTE. Sezione STUDENTI Insieme contro la violenza di genere Campagna di comunicazione contro la violenza sulle donne Studenti che presentano il progetto:

Dettagli

SINTESI. Fumetto realizzato per noi da Ernesto Grassani disegnatore di Dylan Dog. Sbullit Action

SINTESI. Fumetto realizzato per noi da Ernesto Grassani disegnatore di Dylan Dog. Sbullit Action progetto SINTESI Fumetto realizzato per noi da Ernesto Grassani disegnatore di Dylan Dog PREFAZIONE è un grande progetto a lungo termine dedicato a tutti quei ragazzi e ragazze che vogliono vivere la loro

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA PRINCIPALI RISULTATI EMERSI Tra le tematiche sociali maggiormente sentite dagli adolescenti vi è prima di tutto il diritto alla vita (37%), sentito ancor di

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

I segreti della mente

I segreti della mente Vittorino Andreoli I segreti della mente Capire, riconoscere, affrontare i segnali della psiche Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2013 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06413-2 Prima edizione:

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE

EDUCAZIONE ALLA SALUTE ISTITUTO COMPRENSIVO GARIBALDI-LEONE TRINITAPOLI EDUCAZIONE ALLA SALUTE Anno scolastico 2015/2016 La salute è creata e vissuta dalle persone all interno degli ambienti organizzati della vita quotidiana:

Dettagli

Progetto interprete dei bisogni di formazione al ruolo educativo per i genitori del territorio di Buccinasco

Progetto interprete dei bisogni di formazione al ruolo educativo per i genitori del territorio di Buccinasco Progetto interprete dei bisogni di formazione al ruolo educativo per i genitori del territorio di Buccinasco MOTIVAZIONI : 2005 1. Carenza di interventi di sviluppo di comunità per i genitori del territorio

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Sondaggio sulla diffusione di pregiudizi e stereotipi tra i ragazzi fra i 14 e i 17 anni EXECUTIVE SUMMARY

Sondaggio sulla diffusione di pregiudizi e stereotipi tra i ragazzi fra i 14 e i 17 anni EXECUTIVE SUMMARY Sondaggio sulla diffusione di pregiudizi e stereotipi tra i ragazzi fra i 14 e i 17 anni EXECUTIVE SUMMARY Progetto N. 280-2014 Novembre 2014 METODOLOGIA L indagine è stata realizzata dal 5 al 12 Novembre

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova solidar Chi siamo La mission Sol.Co. Mantova (Solidarietà e Cooperazione) è un consorzio di cooperative sociali impegnate nella

Dettagli

S cuele A tive V ierte E ducative PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA. per l anno scolastico 2013/2014

S cuele A tive V ierte E ducative PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA. per l anno scolastico 2013/2014 S cuele A tive V ierte E ducative IMPARARE GIOCANDO PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA per l anno scolastico 2013/2014 IMPARARE GIOCANDO L U.O. Ludobus propone per l anno scolastico 2013-2014 percorsi

Dettagli