Risoluzione del Ministero delle Finanze - (RIS) n. 69 E del 24 maggio 2000

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risoluzione del Ministero delle Finanze - (RIS) n. 69 E del 24 maggio 2000"

Transcript

1 3/06/2000 MODELLO F24 CODICI TRIBUTO n. 22/2000 Pag Compilazione del nuovo modello F24: nuove istruzioni e modifiche alle tabelle con i codici tributo per il pagamento delle somme dovute per i vari istituti conciliativi Risoluzione del Ministero delle Finanze - (RIS) n. 69 E del 24 maggio 2000 OGGETTO: RISCOSSIONE - Modello F24 - DM 31/03/ Estensione dell applicazione del sistema dei versamenti unitari con compensazione e approvazione del nuovo mod. F24 - Precisazioni e modifiche della tabella con i codici tributo da utilizzare per l accertamento con adesione, la conciliazione giudiziale e la definizione agevolata per omessa impugnazione In riscontro alle richieste di precisazione giunte in merito alle avvertenze del nuovo mod. F24 approvato con decreto dirigenziale 31 marzo 2000 ed alle istruzioni contenute nella circolare n. 83/E del 27 aprile 2000 (in Finanza & Fisco n. 17/2000, pag. 2334): 1) si fa presente che i soggetti il cui periodo d imposta non coincide con l anno solare devono indicare nella colonna anno di riferimento dello stesso mod. F24: il primo dei due anni solari interessati, in corrispondenza dei codici tributo dei saldi e degli acconti; l anno solare cui si riferisce il versamento, in corrispondenza dei codici tributo delle ritenute alla fonte e dell IVA periodica; 2) si ribadisce che, per l accertamento con adesione, la conciliazione giudiziale e la definizione agevolata di cui all art. 15 del D.Lgs. n. 218/1997 (in Finanza & Fisco n. 29/97, pag. 3329) e agli artt. 16 e 17 del D.Lgs. n. 472/1997 (in Finanza & Fisco Suppl. al n. 29/98, pag. 86), ferma restando l utilizzazione del nuovo mod. F24, i nuovi codici tributo devono essere impiegati esclusivamente con riferimento agli atti impositivi recanti il codice atto, e non, invece, per quelli che, essendo stati predisposti antecedentemente al 1 maggio 2000, sono privi di tale indicazione. Per questi ultimi, quindi, i contribuenti che aderiscono ai citati istituti conciliativi: devono continuare ad utilizzare i vecchi codici tributo, che fino al 30 aprile venivano usati con il mod. F23 o con il vecchio mod. F24; nel nuovo mod. F24 devono riempire lo spazio codice ufficio, ma non quello codice atto ; 3) si istituiscono i seguenti codici tributo, non utilizzabili a credito né rateizzabili: A) spese di notifica dovute per gli atti impositivi relativi ai tributi art. 17, comma 2, D.Lgs. n. 241/1997 e all imposta sugli intrattenimenti in caso di accertamento con adesione, conciliazione giudiziale o definizione agevolata ai sensi dell art. 15 del D.Lgs. n. 218/1997 o degli artt. 16 e 17 del D.Lgs. n. 472/1997. Periodo di riferimento: anno d imposta per il quale è stato emesso il provvedimento impositivo; Finanza & Fisco

2 Pag n. 22/2000 3/06/2000 MODELLO F24 CODICI TRIBUTO B) Accertamento con adesione: Contributo al Servizio Sanitario Nazionale Contributo straordinario 9420 per l Europa e Sanzioni contributo straordinario 9421 per l Europa Imposta sul patrimonio netto delle 9422 Sanzioni imposta sul patrimonio 9423 netto delle Sanzioni relative all anagrafe tributaria, 9424 al codice fiscale e alle altre violazioni tributarie. Imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA C) Conciliazione giudiziale (Art. 48 D.Lgs. n. 546/1992) Contributo al Servizio Sanitario Nazionale e Sanzioni contributo al Servizio Sanitario Nazionale Contributo straordinario 9518 per l Europa e Sanzioni contributo straordinario 9519 per l Europa Imposta sul patrimonio netto delle 9520 Sanzioni imposta sul patrimonio 9521 netto delle Sanzioni IRPEG Sanzioni altre imposte sui redditi Sanzioni ritenute Sanzioni ILOR Sanzioni relative all anagrafe tributaria, 9424 al codice fiscale e alle altre violazioni tributarie. Imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA Finanza & Fisco

3 3/06/2000 MODELLO F24 CODICI TRIBUTO n. 22/2000 Pag D) Definizione agevolata per omessa impugnazione dell atto di contestazione o del provvedimento di irrogazione delle sanzioni (artt. 16 e 17 D.Lgs. n. 472/1997) Sanzioni imposta sul patrimonio 654T 9615 netto delle Sanzioni relative all anagrafe tributaria, 9424 al codice fiscale e alle altre violazioni tributarie. Imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA E) Definizione agevolata per omessa impugnazione dell avviso di accertamento o di liquidazione (Art. 15 D.Lgs. n. 218/1997): Contributo al Servizio Sanitario Nazionale Contributo straordinario 9471 per l Europa e Sanzioni contributo straordinario 9472 per l Europa Imposta sul patrimonio netto delle 9473 Sanzioni imposta sul patrimonio netto 9474 delle Sanzioni relative all anagrafe tributaria, 9424 al codice fiscale e alle altre violazioni tributarie. Imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA F) Ravvedimento: Sanzioni pecuniarie imposte 687T 8913 sostitutive delle imposte sui redditi Sanzione pecuniaria imposta sul 688T 8914 patrimonio netto delle Finanza & Fisco

4 Pag n. 22/2000 3/06/2000 MODELLO F24 CODICI TRIBUTO In proposito, si precisa che nel mod. F23 continuerà ad essere utilizzato, per il pagamento delle sanzioni pecuniarie relative alle imposte sostitutive delle imposte indirette, il codice 687T, che assume la seguente denominazione: 687T sanzione pecuniaria imposte sostitutive delle imposte indirette ; Inoltre, con riferimento agli istituti conciliativi di cui agli allegati da 1 a 4 della circolare n. 83/E (accertamento con adesione, conciliazione giudiziale e definizioni agevolate), si fa presente che occorre utilizzare, in via residuale, per tutte le sanzioni relative a violazioni riconducibili ai tributi il cui versamento si effettua con il mod. F24 e per le quali non sono già previsti specifici codici tributo, il nuovo codice tributo Correlativamente, i codici tributo 8911 e 8912 assumono la seguente denominazione: 8911 sanzioni pecuniarie altre violazioni tributarie relative ad imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA. Ravvedimento ; 8912 sanzioni pecuniarie relative all anagrafe tributaria e al codice fiscale. Imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA. Ravvedimento. - i codici tributo 695T e 683T devono continuare ad essere utilizzati nel mod. F23, ma con la seguente denominazione: 695T sanzioni pecuniarie altre violazioni tributarie relative alle tasse ed alle imposte indirette ed alle relative imposte sostitutive ; 683T sanzioni pecuniarie relative all anagrafe tributaria e al codice fiscale. Tasse, imposte indirette e relative imposte sostitutive ; 4) rispetto alle indicazioni fornite nelle tabelle allegate alla citata circolare n. 83/E sui codici tributi che venivano utilizzati fino al 30 aprile u.s., si procede ad effettuare le seguenti integrazioni e precisazioni: A) i vecchi codici tributo per IRAP e e Sanzioni IRAP erano, rispettivamente: per l accertamento con adesione, 3820 e 3823; per la conciliazione giudiziale (art. 48 D.Lgs. n. 546/1992), 3821 e 3823; per la definizione agevolata per omessa impugnazione dell avviso di accertamento o di liquidazione (art. 15 D.Lgs. n. 218/1997), 3822 e 3823; B) il codice tributo della sanzione pecuniaria IVA dovuta per ravvedimento era 670T, e non 684T; C) il codice tributo della sanzione IVA dovuta per la definizione agevolata di cui all art. 15 del D.Lgs. n. 218/1997 era 631T, e non 671T; D) il codice tributo della sanzione Irpef dovuta in caso di accertamento con adesione era 4454, e non E) sono soppressi i codici tributo 9510 e 9464, istituiti con la circolare n. 83/E e, correlativamente, i codici tributo 9509 e 9463 assumono la seguente denominazione: 9509 IVA e. Conciliazione giudiziale ; 9463 IVA e. Definizione agevolata omessa impugnazione. Art. 15 D.Lgs. n. 218/1997. Ciò premesso, per agevolare la ricostruzione dei codici tributo da utilizzare nel mod. F24, si allegano alla presente, debitamente corrette, le tabelle già allegate alla circolare n. 83/E del 27 aprile u.s. Infine, con l occasione: A) si sostituisce la denominazione del codice tributo 3805 con la seguente: pagamento dilazionato tributi regionali ; B) si sostituisce la denominazione del codice tributo 1245 con la seguente: proventi derivanti da depositi a garanzia di finanziamenti. Art. 7, c. 1 e 2, D.L. n. 323/1996. Sostituti d imposta ; C) si istituiscono i seguenti codici tributo, da utilizzare nel mod. F24: pagamento dilazionato tributi enti locali (non utilizzabile a credito né rateizzabile), il cui periodo di riferimento è l anno d imposta per il quale si effettua il versamento che deve essere utilizzato nella seconda parte della sezione regioni ed enti locali del mod. F24 per corrispondere gli per la rateazione, ai sensi dell art. 20 del D.Lgs. n. 241/1997, dei tributi degli enti locali; eccedenze imposte sostitutive quadro RT mod. UNICO (utilizzabile soltanto a credito e non rateizzabile), il cui periodo di riferimento è l an- Finanza & Fisco

5 3/06/2000 MODELLO F24 CODICI TRIBUTO n. 22/2000 Pag no d imposta dal quale deriva l eccedenza; eccedenze altre imposte versate in eccesso esposte nei righi RX9, colonna 3, mod. UNI- CO persone fisiche e RX5, colonna 3, mod. UNICO società di persone (utilizzabile soltanto a credito e non rateizzabile), il cui periodo di riferimento è l anno d imposta dal quale deriva l eccedenza; proventi derivanti da depositi a garanzia di finanziamenti. Art. 7, c. 2, D.L. n. 323/1996. Autotassazione (rateizzabile e non utilizzabile a credito), il cui periodo di riferimento è l anno d imposta per il quale si effettua il versamento regolarizzazione operazioni soggette ad IVA in caso di mancata o irregolare fatturazione. Art. 6, comma 8, D.Lgs. n. 471/1997 ; 9701 IVA dovuta ai sensi dell art. 60 del DPR n. 633/1972 e 9702 sanzioni IVA dovute ai sensi dell art. 61 del D.P.R. n. 633/1972, il cui periodo di riferimento è l anno d imposta per il quale si effettua il versamento. Tali codici devono essere utilizzati, per il pagamento delle somme individuate nella loro denominazione, in sostituzione del codice 100T, finora impiegato nel mod. F23. Tuttavia, analogamente a quanto precisato al punto n. 2 della presente risoluzione, per gli avvisi di rettifica e di accertamento predisposti anteriormente al 1 maggio 2000 e, quindi, privi del codice atto, dovrà essere utilizzato nel nuovo mod. F24 il vecchio codice 100T, senza riempire lo spazio codice atto, ma compilando quello codice ufficio. Nelle pagine seguenti si riportano i seguenti allegati: + ALLEGATO 1 - ACCERTAMENTO CON ADESIONE ALLEGATO 2 - CONCILIAZIONE GIUDIZIALE (ART. 48 D.LGS. N. 546/1992) ALLEGATO 3 - DEFINIZIONE AGEVOLATA PER OMESSA IMPUGNAZIONE DELL ATTO DI CONTESTAZIONE O DEL PROVVEDIMENTO DI IRROGAZIONE DELLE SANZIONI (ARTT. 16 E 17 D.LGS. N. 472/1997 ALLEGATO 4 - DEFINIZIONE AGEVOLATA PER OMESSA IMPUGNAZIONE DELL AVVISO DI ACCERTAMENTO O DI LIQUIDAZIONE (ART. 15 D.LGS. N. 218/1997) ALLEGATO 5 - RAVVEDIMENTO Finanza & Fisco

6 Allegato 1 ACCERTAMENTO CON ADESIONE Irpef e Sanzioni Irpef Addizionale regionale Irpef e Sanzioni addizionale regionale Irpef Irpeg e Sanzioni Irpeg Altre II.DD. e sostitutive e Sanzioni altre II.DD. e sostitutive Ritenute e Sanzioni ritenute Ilor e Sanzioni Ilor IVA e Sanzioni IVA Irap e Sanzioni Irap Addizionale comunale Irpef e 9417 Sanzioni addizionale comunale Irpef 9418 Contributo al Servizio Sanitario Nazionale Contributo straordinario per l Europa 9420 e Sanzioni contributo straordinario per 9421 l Europa Imposta sul patrimonio netto delle 9422 Sanzioni imposta sul patrimonio netto 9423 delle Sanzioni relative all anagrafe tributaria, codice fiscale e alle altre violazioni tributarie. Imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA 695T 9424

7 Allegato 2 CONCILIAZIONE GIUDIZIALE (ART.48 D.LGS. N. 546/1992) Irpef e Sanzioni Irpef Addizionale regionale Irpef e Sanzioni addizionale regionale Irpef Irpeg e Sanzioni Irpeg Altre II.DD. e sostitutive e Sanzioni altre II.DD. e sostitutive Ritenute e Sanzioni ritenute Ilor e Sanzioni Ilor IVA e 100T e 140T 9509 Sanzioni IVA 421T 9511 Irap e Sanzioni Irap Addizionale comunale Irpef e 9514 Sanzioni addizionale comunale Irpef 9515 Contributo al Servizio Sanitario Nazionale e Sanzioni contributo al Servizio Sanitario Nazionale Contributo straordinario per l Europa 9518 e Sanzioni contributo straordinario per 9519 l Europa Imposta sul patrimonio netto delle 9520 Sanzioni imposta sul patrimonio netto 9521 delle Sanzioni relative all anagrafe tributaria, al codice fiscale e alle altre violazioni tributarie. Imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA 695T 9424

8 Allegato 3 DEFINIZIONE AGEVOLATA PER OMESSA IMPUGNAZIONE DELL ATTO DI CONTESTAZIONE O DEL PROVVEDIMENTO DI IRROGAZIONE DELLE SANZIONI (ARTT. 16 E 17 D.LGS. N. 472/1997) Sanzione pecuniaria Irpef 650T 9601 Sanzione pecuniaria sostituti 658T 9602 d imposta Sanzione pecuniaria addizionale 659T 9603 regionale all Irpef Sanzione pecuniaria addizionale 9604 comunale all Irpef Sanzione pecuniaria Ilor 651T 9605 Sanzione pecuniaria Irpeg 652T 9606 Sanzione pecuniaria Irap 660T 9607 Sanzione pecuniaria imposte 653T 9608 sostitutive Sanzione pecuniaria prestazioni 657T 9609 servizio sanitario nazionale Sanzione pecuniaria imposta 654T 9610 patrimonio netto Sanzione pecuniaria altre imposte 655T 9611 dirette Sanzione pecuniaria contributo 656T 9612 straordinario per l Europa Sanzione pecuniaria IVA 421T 9613 Sanzione pecuniaria per atti emessi 422T 9614 dalla Guardia di Finanza Sanzione pecuniaria imposta sul 9615 patrimonio netto delle Sanzioni pecuniarie relative all anagrafe tributaria, al codice fiscale e alle altre violazioni tributarie. Imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA 695T 9424

9 Allegato 4 DEFINIZIONE AGEVOLATA PER OMESSA IMPUGNAZIONE DELL AVVISO DI ACCERTAMENTO O DI LIQUIDAZIONE (ART. 15 D.LGS. N. 218/1997) Irpef e Sanzioni Irpef Addizionale regionale Irpef e Sanzioni addizionale regionale Irpef Irpeg e Sanzioni Irpeg Altre II.DD. e sostitutive Sanzioni altre II.DD. e sostitutive Ritenute e Sanzioni ritenute Ilor e Sanzioni Ilor IVA e 100T e 140T 9463 Sanzioni IVA 631T 9465 Irap e Sanzioni Irap Addizionale comunale Irpef e 9468 Sanzioni addizionale comunale Irpef 9469 Contributo al Servizio Sanitario Nazionale Contributo straordinario per l Europa 9471 e Sanzioni contributo straordinario per 9472 l Europa Imposta sul patrimonio netto delle 9473 Sanzioni imposta sul patrimonio netto 9474 delle Sanzioni relative all anagrafe tributaria, al codice fiscale e alle altre violazioni tributarie. Imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA 695T 9424

10 Allegato 5 RAVVEDIMENTO Sanzione pecuniaria Irpef 684T 8901 Sanzione pecuniaria addizionale 693T 8902 regionale Irpef Sanzione pecuniaria addizionale 8903 comunale Irpef Sanzione pecuniaria IVA 670T 8904 Sanzione pecuniaria Irpeg 686T 8905 Sanzione pecuniaria sostituti 692T 8906 d imposta Sanzione pecuniaria Irap 694T 8907 Sanzione pecuniaria altre II.DD. 689T 8908 Sanzione pecuniaria imposta sugli intrattenimenti Sanzione pecuniaria IVA forfetaria connessa ad imposta sugli intrattenimenti Sanzione pecuniaria altre violazioni tributarie relative ad imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA Sanzioni pecuniarie relative all anagrafe tributaria e al codice fiscale. Imposte sui redditi, relative imposte sostitutive, IRAP e IVA Sanzioni pecuniarie imposte sostitutive delle imposte sui redditi Sanzioni pecuniarie imposta sul patrimonio netto delle T T T

Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi

Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi Pag. 2334 n. 17/2000 29/04/2000 Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi Circolare del Ministero delle Finanze -

Dettagli

RISOLUZIONE N. 16/E. Roma, 25 marzo 2016

RISOLUZIONE N. 16/E. Roma, 25 marzo 2016 RISOLUZIONE N. 16/E Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Roma, 25 marzo 2016 OGGETTO: Istituzione dei codici tributo per il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute

Dettagli

Il Testo unico del 31 ottobre 1990, n. 346, disciplina l imposta sulle successioni e donazioni.

Il Testo unico del 31 ottobre 1990, n. 346, disciplina l imposta sulle successioni e donazioni. Agenzia delle Entrate RISOLUZIONE n. 16/E del 25 marzo 2016 OGGETTO: Istituzione dei codici tributo per il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute in relazione alla presentazione della dichiarazione

Dettagli

sono versati mediante il modello F24.

sono versati mediante il modello F24. SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2016 pag. 104 5 aprile 2016 43/FS/om Mod. F24 Utilizzo Estensione Provvedimento dell Agenzia delle Entrate del 17 marzo 2016 Codici tributo Risoluzione n. 16 del 25 marzo 2016 Sintesi

Dettagli

Circolare n. 5. Del 19 febbraio Compensazione crediti verso Pubbliche Amministrazioni con istituti deflativi INDICE

Circolare n. 5. Del 19 febbraio Compensazione crediti verso Pubbliche Amministrazioni con istituti deflativi INDICE Circolare n. 5 Del 19 febbraio 2014 Compensazione crediti verso Pubbliche Amministrazioni con istituti deflativi INDICE 1 Premessa... 2 2 Crediti commerciali utilizzabili in compensazione... 2 3 Istituti

Dettagli

Studio Zemella. Compensazione crediti verso Pubbliche Amministrazioni con istituti deflativi CIRCOLARI PER LA CLIENTELA NUMERO 5-13 FEBBRAIO 20141

Studio Zemella. Compensazione crediti verso Pubbliche Amministrazioni con istituti deflativi CIRCOLARI PER LA CLIENTELA NUMERO 5-13 FEBBRAIO 20141 Studio Zemella Compensazione crediti verso Pubbliche Amministrazioni con istituti deflativi 1 1 PREMESSA L art. 9 co. 1 del DL 8.4.2013 n. 35, conv. L. 6.6.2013 n. 64, ha inserito l art. 28-quinquies nel

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 141

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 141 SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 141 15 aprile 2015 48/FS/om Codici tributo - Soppressione Risoluzione Agenzia delle Entrate n. 37 del 10 aprile 2015 Sintesi Nell ottica della semplificazione degli adempimenti

Dettagli

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 249 26.09.2013 Unico 2012: integrativa entro il 30.09 Categoria: Intermediari Sottocategoria: Adempimenti Il termine del 30.09.2013 incide anche

Dettagli

LA REGOLARIZZAZIONE DEGLI OMESSI / INSUFFICIENTI VERSAMENTI D IMPOSTA

LA REGOLARIZZAZIONE DEGLI OMESSI / INSUFFICIENTI VERSAMENTI D IMPOSTA LA REGOLARIZZAZIONE DEGLI OMESSI / INSUFFICIENTI VERSAMENTI D IMPOSTA Nel corso del 2015 il Legislatore ha modificato: l istituto del ravvedimento operoso; il regime sanzionatorio, la cui decorrenza è

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 334 21.12.2015 Unico tardivo entro il 29.12 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Ravvedimento La mancata presentazione di Unico 2015 può essere

Dettagli

Codici tributo per versamenti ai sensi dell articolo 36-bis del D.P.R. n. 600/1973

Codici tributo per versamenti ai sensi dell articolo 36-bis del D.P.R. n. 600/1973 DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 100 15.10.2012-100/FS/om TITOLO: Controllo formale delle dichiarazioni Versamento somme dovute Istituzione codici tributo Risoluzione dell Agenzia delle Entrate

Dettagli

Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24

Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24 Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24 Considerazioni dopo un anno di applicazione della nuova norma 2015 Studio Tributario e Societario 1

Dettagli

Rimborsi per versamenti in eccedenza

Rimborsi per versamenti in eccedenza Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 58 20.02.2015 Rimborsi per versamenti in eccedenza Categoria: Versamenti Sottocategoria: D imposta L art. 15, D.Lgs n. 175/2014 introduce, a decorrere

Dettagli

RAVVEDIMENTO OPEROSO:REGOLE DI COMPILAZIONE DELL F24 E SANATORIA PER LA MANCATA PRESENTAZIONE

RAVVEDIMENTO OPEROSO:REGOLE DI COMPILAZIONE DELL F24 E SANATORIA PER LA MANCATA PRESENTAZIONE RAVVEDIMENTO OPEROSO:REGOLE DI COMPILAZIONE DELL F24 E SANATORIA PER LA MANCATA PRESENTAZIONE Il ricorso allo strumento del cosiddetto ravvedimento operoso per regolarizzare violazioni quali: l omesso

Dettagli

w w w. f e r d i n a n d o b o c c i a. i t

w w w. f e r d i n a n d o b o c c i a. i t Circ. n. 7 del 30 marzo 2009 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: RAVVEDIMENTO OPEROSO: NUOVE REGOLE Il ricorso allo strumento del cosiddetto ravvedimento operoso per regolarizzare violazioni quali:

Dettagli

Circolare per gli associati del 06/06/2016

Circolare per gli associati del 06/06/2016 Circolare per gli associati del 06/06/2016 OGGETTO: Pagamento imposta successione con Modello F24 Ciao, con questo articolo ti voglio portare a conoscenza che i tributi dovuti in relazione alla presentazione

Dettagli

LE REGOLE DEL RAVVEDIMENTO DI OMESSI O PARZIALI VERSAMENTI

LE REGOLE DEL RAVVEDIMENTO DI OMESSI O PARZIALI VERSAMENTI LE REGOLE DEL RAVVEDIMENTO DI OMESSI O PARZIALI VERSAMENTI Con il presente contributo si intende riepilogare le regole per l utilizzo del ravvedimento operoso, istituto che permette di sanare (con l applicazione

Dettagli

19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF

19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF 19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF ATTENZIONE Il presente quadro non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle con ordinamento autonomo. Il quadro

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, Torino Telefono Fax

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, Torino Telefono Fax Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it DL 6.7.2011 n. 98 convertito nella L. 15.7.2011 n. 111 (c.d.

Dettagli

STUDIO DI CONSULENZA SOCIETARIA E TRIBUTARIA CASTELLANO

STUDIO DI CONSULENZA SOCIETARIA E TRIBUTARIA CASTELLANO AREA FISCALE E SOCIETARIA - RISTRUTTURAZIONI AZIENDALI- trasformazioni-fusioni-scissioni-conferimenti- - FISCALITA INTERNAZIONALE - TAX LEGAL - MERGER & ACQUISITION - GESTIONI PATRIMONI - TRUST COMPANY

Dettagli

SOMMARIO. Premessa... 5

SOMMARIO. Premessa... 5 SOMMARIO Premessa... 5 REATI TRIBUTARI IMPOSTE SUI REDDITI ED IVA D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74. - Nuova disciplina dei reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto, a norma dell art. 9

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

ACCONTO DI NOVEMBRE (AVV. MAURIZIO VILLANI)

ACCONTO DI NOVEMBRE (AVV. MAURIZIO VILLANI) STUDIO LEGALE TRIBUTARIO Avv. MAURIZIO VILLANI PATROCINANTE IN CASSAZIONE VIA CAVOUR, 56 TEL. 0832 247510 73100 LECCE LECCE, 10/11/2004 ACCONTO DI NOVEMBRE (AVV. MAURIZIO VILLANI) Il 30 novembre p.v. scade

Dettagli

REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F. Approvato con delibera C.C. n. 3 del

REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F. Approvato con delibera C.C. n. 3 del REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F. Approvato con delibera C.C. n. 3 del 29.1.2007 Il Sindaco Il Segretario Comunale REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F. Art. 1 Oggetto del regolamento Il

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Agenzia delle Entrate DIREZIONE CENTRALE SERVIZI AI CONTRIBUENTI Risoluzione del 10/02/2010 n. 5 Oggetto: Istituzione dei codici tributo per il versamento di somme dovute a seguito delle comunicazioni

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007; PROSPETTO ST - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il 12.01.2008 relativi all anno 2007; - versamenti effettuati entro marzo 2008 relativi alle operazioni di conguaglio di fine anno

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE COMUNE DI SANNAZZARO DE BURGONDI PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di Giugno 2009.

Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di Giugno 2009. Torino, 09/06/2009 SCADENZARIO TRIBUTARIO: GIUGNO 2009 Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di Giugno 2009. 1 15 Lunedì IVA Fatturazione differita: Scade il termine per l emissione

Dettagli

Il modello F24 enti pubblici (F24 EP)

Il modello F24 enti pubblici (F24 EP) Allegato 1 Il modello F24 enti pubblici (F24 EP) PREMESSA Il modello F24 enti pubblici (F24 EP) è lo strumento che gli enti titolari di contabilità speciali di tesoreria unica devono utilizzare per eseguire

Dettagli

Sanzioni amministrative

Sanzioni amministrative Sanzioni amministrative Dichiarazione redditi e Irap omessa: NUOVE PREVI Sanzione base: dal 120 al 240% delle imposte dovute, con minimo di 250 euro Sanzione base in assenza di imposte dovute: da 250 a

Dettagli

Torino, 10/10/2012 SCADENZARIO TRIBUTARIO: OTTOBRE 2012. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di ottobre 2012.

Torino, 10/10/2012 SCADENZARIO TRIBUTARIO: OTTOBRE 2012. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di ottobre 2012. Torino, 10/10/2012 SCADENZARIO TRIBUTARIO: OTTOBRE 2012 Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di ottobre 2012. 15 Lunedì IVA Fatturazione differita: scade il termine per l emissione

Dettagli

Sanzioni tributarie: le modalità di calcolo per l applicazione del cumulo giuridico in caso di concorso o progressione di violazioni

Sanzioni tributarie: le modalità di calcolo per l applicazione del cumulo giuridico in caso di concorso o progressione di violazioni n. 38/2000 Pag. 4729 Sanzioni tributarie: le modalità di calcolo per l applicazione del cumulo giuridico in caso di concorso o progressione di violazioni Nota del Ministero delle Finanze - (RIS) prot.

Dettagli

Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI

Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESCLUSI COME SI COMPILA Il quadro SX è utilizzato per evidenziare i dati riepilogativi dei crediti e le compensazioni

Dettagli

ACCERTAMENTO ESECUTIVO

ACCERTAMENTO ESECUTIVO ACCERTAMENTO ESECUTIVO Art. 29 DL 78/2010 conv. Legge 122/2010 e succ. mod. Novità fiscali: come orientarsi fra normativa e prassi 24 Novembre 2011 IL PROCEDIMENTO DI RISCOSSIONE ANTE RIFORMA 2 I TEMPI

Dettagli

Via Kennedy, Favara (AG) tel fax IL DIRITTO CAMERALE

Via Kennedy, Favara (AG) tel fax IL DIRITTO CAMERALE IL DIRITTO CAMERALE Che cosa è? Il diritto camerale è il tributo che ogni impresa, iscritta o annotata nel Registro delle imprese, è tenuta a versare alla Camera di Commercio di riferimento (art. 18 della

Dettagli

Le principali scadenze fiscali dal 16 Settembre al 30 Settembre 2015

Le principali scadenze fiscali dal 16 Settembre al 30 Settembre 2015 Le principali scadenze fiscali dal 16 Settembre al 30 Settembre 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 30 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala ai Signori

Dettagli

RISOLUZIONE N. 85/E. Roma, 12 agosto 2011

RISOLUZIONE N. 85/E. Roma, 12 agosto 2011 RISOLUZIONE N. 85/E Roma, 12 agosto 2011 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Richiesta di rimborso per somme erogate a titolo di incremento della produttività negli anni 2008 e 2009. Compilazione

Dettagli

Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF

Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI COME SI COMPILA CASI PARTICOLARI CASI PRATICI Il prospetto SV riguarda il riepilogo dei dati relativi alle trattenute

Dettagli

Modello 770: ST e SX

Modello 770: ST e SX Modello 770: ST e SX Modello Ordinario SI I quadri ST e SX vanno con il Modello Ordinario o con il Modello Semplificato * NO I quadri ST e SX vanno con il Modello Semplificato * Se non sono state effettuate

Dettagli

COMUNE DI FARA NOVARESE

COMUNE DI FARA NOVARESE COMUNE DI FARA NOVARESE Provincia di Novara REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F. Approvato con deliberazione di C.C. n. 3 del 06/02/2007 Modificato con deliberazione di C.C. n. 10 del 27/06/2012

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2016 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti 16 al 15 dicembre 2016, con il commento dei termini di prossima scadenza. segnala

Dettagli

SCADENZARIO TRIBUTARIO: NOVEMBRE Torino, 03/11/2016. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di novembre 2016.

SCADENZARIO TRIBUTARIO: NOVEMBRE Torino, 03/11/2016. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di novembre 2016. SCADENZARIO TRIBUTARIO: NOVEMBRE 2016 Torino, 03/11/2016 Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di novembre 2016. 15 Martedì IVA Fatturazione differita: scade il termine per l emissione

Dettagli

Roma, 23 Novembre Prot. n. 630 /2010/AR/SS/GN. AI CORRISPONDENTI C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n.: 28/2010

Roma, 23 Novembre Prot. n. 630 /2010/AR/SS/GN. AI CORRISPONDENTI C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n.: 28/2010 C.A.F. UIL S.P.A. CENTRO ASSISTENZA FISCALE DELLA UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE LEGALE VIA DI SAN CRESCENZIANO, 25 00199 ROMA TELEFONO 06/86.22.631 TELEFAX 06/86.22.63.33 E-MAIL cafuil@cafuil.it CAPITALE

Dettagli

Torino, 05/12/2014 SCADENZARIO TRIBUTARIO: DICEMBRE Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di dicembre 2014.

Torino, 05/12/2014 SCADENZARIO TRIBUTARIO: DICEMBRE Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di dicembre 2014. Torino, 05/12/2014 SCADENZARIO TRIBUTARIO: DICEMBRE 2014 Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di dicembre 2014. 15 Lunedì IVA Fatturazione differita: scade il termine per l emissione

Dettagli

Il nuovo ravvedimento operoso

Il nuovo ravvedimento operoso Il nuovo ravvedimento operoso RIFERIMENTI: Art. 13, d.lgs. 18 dicembre 1997, n. 472 Disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie - Art. 1, comma 637,

Dettagli

Scadenze fiscali: AGOSTO 2011

Scadenze fiscali: AGOSTO 2011 Scadenze fiscali: AGOSTO 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo lunedì 1 titolari di contratti di locazione che non hanno optato per il regime della cedolare secca versamento imposta di

Dettagli

Circolare N.158 del 24 novembre Ridotto l acconto Irpef di novembre. Il versamento di mercoledì prossimo scende dal 99% all'82%

Circolare N.158 del 24 novembre Ridotto l acconto Irpef di novembre. Il versamento di mercoledì prossimo scende dal 99% all'82% Circolare N.158 del 24 novembre 2011 Ridotto l acconto Irpef di novembre. Il versamento di mercoledì prossimo scende dal 99% all'82% Ridotto l acconto Irpef di novembre: il versamento di mercoledì prossimo

Dettagli

Studio Denti & Associati Via Aspromonte 55 Nuoro

Studio Denti & Associati Via Aspromonte 55 Nuoro Egr. Clienti Loro sedi Nuoro, 07 novembre 2016 OGGETTO: Acconti d imposta 2016. Entro il prossimo mercoledì 30 novembre 2016 andrà versata la seconda rata d acconto relativa alle imposte sui redditi ed

Dettagli

Contenuto in sintesi

Contenuto in sintesi DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 105 09.11.2012-105/GD/om TITOLO: Imposte dirette - IRPEF - IRES - IRAP - Cedolare Secca Acconti. Contenuto in sintesi Con la presente comunicazione si illustrano

Dettagli

CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011

CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011 Circolare informativa per la clientela n. 28/2011 del 15 settembre 2011 CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011 In questa Circolare 1. Controllo automatico delle dichiarazioni Comunicazione

Dettagli

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie (approvato con deliberazione di C.C. n. 2 del 30/01/2017) Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie 1 Sommario

Dettagli

COME SI PAGA PER LA REGOLARIZZAZIONE VIOLAZIONI DI NATURA FORMALE

COME SI PAGA PER LA REGOLARIZZAZIONE VIOLAZIONI DI NATURA FORMALE XIII. XIII. Il Il ravvedimento ravvedimento operoso operoso Come si paga per la regolarizzazione violazione di natura formale Come si paga per la regolarizzazione - violazione di natura formale - omesso

Dettagli

Prot. 2012/14335 IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE IL DIRETTORE DELL AGENZIA DEL TERRITORIO

Prot. 2012/14335 IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE IL DIRETTORE DELL AGENZIA DEL TERRITORIO Prot. 2012/14335 Estensione delle modalità di versamento unitario previste dall articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, ai tributi speciali catastali, agli interessi, alle sanzioni e

Dettagli

I NUOVI MODELLI F24 E F23

I NUOVI MODELLI F24 E F23 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 3/2002 I NUOVI MODELLI F24 E F23 Copyright 2002 Acerbi & Associati ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

L AUMENTO DELLE SANZIONI RIDOTTE PER IL RAVVEDIMENTO OPEROSO

L AUMENTO DELLE SANZIONI RIDOTTE PER IL RAVVEDIMENTO OPEROSO Circolare N. 06 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 25 gennaio 2011 L AUMENTO DELLE SANZIONI RIDOTTE PER IL RAVVEDIMENTO OPEROSO La Legge di stabilità 2011 ha aumentato la misura delle sanzioni

Dettagli

SCADENZIARIO MESE DI OTTOBRE 2016

SCADENZIARIO MESE DI OTTOBRE 2016 SCADENZIARIO MESE DI OTTOBRE 2016 17/10/2016 Sostituti d'imposta: versamento ritenute operate nel mese precedente RITENUTE FISCALI - 1. Cosa: Versamento della rata dell'addizionale regionale dell'irpef

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO 2013 AL 15 AGOSTO 2013

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO 2013 AL 15 AGOSTO 2013 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO 2013 AL 15 AGOSTO 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 agosto 2013, con il commento dei termini di prossima

Dettagli

Scadenze fiscali: MAGGIO 2011

Scadenze fiscali: MAGGIO 2011 Scadenze fiscali: MAGGIO 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo lunedì 2 soggetti iva che effettuano operazioni con operatori economici aventi sede, residenza o domicilio negli Stati o

Dettagli

Scadenzario fiscale Agosto 2016

Scadenzario fiscale Agosto 2016 Scadenzario fiscale Agosto 2016 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenze con data variabile Nel corso del mese scade: Tutti i termini di versamento

Dettagli

1. D.P.R. 22 dicembre 1986, n Approvazione del testo unico delle imposte sui redditi IVA

1. D.P.R. 22 dicembre 1986, n Approvazione del testo unico delle imposte sui redditi IVA Schema dell opera Pag. Costituzione della Repubblica italiana (Articoli estratti)... 11 Imposte dirette 1. D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917. Approvazione del testo unico delle imposte sui redditi... 17

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 ottobre 2013, con il commento dei termini di

Dettagli

CIRCOLARE SPECIALE DIFFERIMENTO TERMINI SCADENTI DAL 1 AL 20 AGOSTO 2011

CIRCOLARE SPECIALE DIFFERIMENTO TERMINI SCADENTI DAL 1 AL 20 AGOSTO 2011 CIRCOLARE SPECIALE DIFFERIMENTO TERMINI SCADENTI DAL 1 AL 20 AGOSTO 2011 Vicenza, Luglio 2011 Con la presente circolare, lo studio desidera informare e aggiornare i Signori Clienti in merito al differimento

Dettagli

Scadenzario fiscale Luglio 2016

Scadenzario fiscale Luglio 2016 Scadenzario fiscale Luglio 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenze con data variabile Nel corso del mese scade: Tutti i termini di versamento e

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 137937 del 2015 RU Modalità con cui l Agenzia delle Entrate mette a disposizione del contribuente e della Guardia di finanza elementi e informazioni al fine di introdurre nuove e più avanzate forme

Dettagli

L ACCONTO IVA L acconto IVA per il 2016, da versare entro il , va determinato utilizzando uno dei seguenti metodi.

L ACCONTO IVA L acconto IVA per il 2016, da versare entro il , va determinato utilizzando uno dei seguenti metodi. Lecco, 1 dicembre 2016 Alla Spettabile Clientela L ACCONTO IVA 2016 L acconto IVA per il 2016, da versare entro il 27.12.2016, va determinato utilizzando uno dei seguenti metodi. DETERMINAZIONE ACCONTO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF

REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF COMUNE DI VAL DI NIZZA Provincia di Pavia REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 02 in data 23.03.2007 S O M M A R I O Articolo 1 Istituzione

Dettagli

SCADENZARIO FISCALE SETTEMBRE 2015

SCADENZARIO FISCALE SETTEMBRE 2015 ENTRO IL CHI CHE COSA COME CODICE TRIBUTO RIFERIMENTI NORMATIVI E DI PRASSI 15 Martedì Soggetti Iva Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare

Dettagli

Periodico informativo n. 143/2012. Le principali scadenze fiscali di Gennaio 2013

Periodico informativo n. 143/2012. Le principali scadenze fiscali di Gennaio 2013 Periodico informativo n. 143/2012 Le principali scadenze fiscali di Gennaio 2013 Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, sulle principali scadenze Fiscali

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2016

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2016 Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2016 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti 16 al 15 novembre 2016, con il commento dei termini di prossima scadenza. segnala

Dettagli

CODICE UFFICIO (4) CODICE ATTO (5)

CODICE UFFICIO (4) CODICE ATTO (5) TRIBUTO CREDITO COMPENSABILE (1) TIPO TRIBUTO RIFERIMENTO TRIBUTO RATEAZIONE / REGIONE/ PROV. (2) ANNO DI RIFERIMENTO (3) CODICE UFFICIO (4) CODICE ATTO (5) DESCRIZIONE 1001 Erario 0000 AAAA RITENUTE SU

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF

REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF COMUNE DI SENNA LODIGIANA Provincia di Lodi REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 in data 29.03.2007 Modificato con deliberazione del

Dettagli

Scadenze fiscali: OTTOBRE 2014

Scadenze fiscali: OTTOBRE 2014 Scadenze fiscali: OTTOBRE 2014 1 OTTOBRE 2014 PARTI CONTRAENTI DI CONTRATTI DI LOCAZIONE E AFFITTO CHE NON ABBIANO OPTATO PER IL REGIME DELLA "CEDOLARE SECCA " Versamento dell'imposta di registro e degli

Dettagli

ALLEGATO 2. (Modello F24 Accise)

ALLEGATO 2. (Modello F24 Accise) ALLEGATO 2 (Modello F24 Accise) genzia ntrate MODELLO DI PAGAMENTO UNIFICATO CONTRIBUENTE CODICE FISCALE DATI ANAGRAFICI cognome denominazione o ragione sociale data di nascita sesso (M o F) giorno mese

Dettagli

IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO

IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO Duilio Liburdi 18 Dicembre 2014 - Milano Disposizioni applicabili dal 1 gennaio 2015 Eliminazione di alcune cause ostative al

Dettagli

CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE

CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE Versamenti I versamenti a saldo risultanti dalla dichiarazione, compresi quelli relativi al primo acconto IRES, devono essere eseguiti entro

Dettagli

COMPENSAZIONI TRAMITE F24: I CODICI TRIBUTO PER I SOSTITUTI D IMPOSTA

COMPENSAZIONI TRAMITE F24: I CODICI TRIBUTO PER I SOSTITUTI D IMPOSTA COMPENSAZIONI TRAMITE F24: I CODICI TRIBUTO PER I SOSTITUTI D IMPOSTA A cura di Paolo Rossi A seguito delle novità introdotte dal Decreto Semplificazioni fiscali 1, in vigore dal primo gennaio 2015, l

Dettagli

Che cosa: Versamento ritenute alla fonte su provvigioni corrisposte nel mese precedente

Che cosa: Versamento ritenute alla fonte su provvigioni corrisposte nel mese precedente Che cosa: Versamento ritenute alla fonte su provvigioni corrisposte nel mese Codici tributo: 1038 - Ritenute su provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rapporti di commercio

Dettagli

Scadenze fiscali: MAGGIO 2015

Scadenze fiscali: MAGGIO 2015 Scadenze fiscali: MAGGIO 2015 4 MAGGIO 2015 PARTI CONTRAENTI DI CONTRATTI DI LOCAZIONE E AFFITTO CHE NON ABBIANO OPTATO PER IL REGIME DELLA "CEDOLARE SECCA " Versamento dell'imposta di registro sui contratti

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 328 28.10.2016 Dichiarazione integrativa: nuovi termini A cura di Pasquale Pirone Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Adempimenti Con l art.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF

REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF COMUNE DI CANNETO PAVESE Provincia di Pavia REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 3 in data 29.03.2007 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

SOMMARIO: 1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi. 4.

SOMMARIO: 1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi. 4. OGGETTO: Riscossione 2010 dei contributi dovuti dagli iscritti alle gestioni artigiani e commercianti sulla quota di reddito eccedente il minimale e dai liberi professionisti iscritti alla gestione separata

Dettagli

Fiscal News N. 193. Unico: acconto per i contribuenti forfettari. La circolare di aggiornamento professionale 08.07.2015. Premessa

Fiscal News N. 193. Unico: acconto per i contribuenti forfettari. La circolare di aggiornamento professionale 08.07.2015. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 193 08.07.2015 Unico: acconto per i contribuenti forfettari Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Ai sensi dell articolo

Dettagli

COMUNE DI PECETTO DI VALENZA PROVINCIA DI ALESSANDRIA

COMUNE DI PECETTO DI VALENZA PROVINCIA DI ALESSANDRIA COMUNE DI PECETTO DI VALENZA PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO AI SENSI DELL ARTICOLO 52 D. LGS. 446/1997 E S.M.I., PER LA VARIAZIONE DELL ALIQUOTA DI COMPARTECIPAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE 1 INDICE Articolo 1 Oggetto Articolo 2 Variazione dell aliquota di compartecipazione Articolo 3 Soggetto

Dettagli

L ACCONTO IVA modalità alternative di calcolo e peculiarità in caso di modifica dei regimi contabili adottati. Relatore Guido BERARDO, Commercialista

L ACCONTO IVA modalità alternative di calcolo e peculiarità in caso di modifica dei regimi contabili adottati. Relatore Guido BERARDO, Commercialista L ACCONTO IVA modalità alternative di calcolo e peculiarità in caso di modifica dei regimi contabili adottati Relatore Guido BERARDO, Commercialista Coordina i lavori Salvatore REGALBUTO, Commercialista

Dettagli

IMPOSTE DIRETTE IRPEF IRES IRAP Cedolare secca Acconti 2016

IMPOSTE DIRETTE IRPEF IRES IRAP Cedolare secca Acconti 2016 IMPOSTE DIRETTE IRPEF IRES IRAP Cedolare secca Acconti 2016 PERSONE FISICHE E SOCIETA DI PERSONE Misura del versamento L imposta da versare a titolo di acconto è pari al 100% dell'importo del rigo RN61

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 GENNAIO 2013 AL 15 FEBBRAIO 2013

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 GENNAIO 2013 AL 15 FEBBRAIO 2013 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 GENNAIO 2013 AL 15 FEBBRAIO 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 febbraio 2013, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si

Dettagli

RISOLUZIONE N. 127/E denominato Imposta sostitutiva per i contribuenti minimi di cui all art. 1, commi da 96 a 117, L. n. 244/2007.

RISOLUZIONE N. 127/E denominato Imposta sostitutiva per i contribuenti minimi di cui all art. 1, commi da 96 a 117, L. n. 244/2007. Direzione Centrale Amministrazione Pianificazione e Controllo RISOLUZIONE N. 127/E OGGETTO: Istituzione del codice tributo per il versamento, tramite modello F24, dell imposta sostitutiva per i contribuenti

Dettagli

Certi di garantire un sempre puntuale servizio, restiamo a disposizione per ogni eventuale

Certi di garantire un sempre puntuale servizio, restiamo a disposizione per ogni eventuale Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 13/07/2015 Oggetto: Informativa n. 10. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a:. Il nuovo ravvedimento

Dettagli

RISOLUZIONE N. 93/E. OGGETTO: Chiusura delle partite IVA inattive Chiarimenti richiesti

RISOLUZIONE N. 93/E. OGGETTO: Chiusura delle partite IVA inattive Chiarimenti richiesti RISOLUZIONE N. 93/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Direzione Centrale Normativa Roma, 21 settembre 2011 OGGETTO: Chiusura delle partite IVA inattive Chiarimenti richiesti Sono stati chiesti

Dettagli

Oggetto: Richiesta di chiarimenti in ordine all applicazione dell articolo 9 della legge 27 dicembre 2002, n. 289.

Oggetto: Richiesta di chiarimenti in ordine all applicazione dell articolo 9 della legge 27 dicembre 2002, n. 289. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso RISOLUZIONE N.92/E Roma,23 aprile 2003 Oggetto: Richiesta di chiarimenti in ordine all applicazione dell articolo 9 della legge 27 dicembre 2002, n. 289. Associazione

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ; PROSPETTO ST Dati relativi a: - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il 12.01.2007; - ritenute operate in sede di conguaglio di fine anno 2006 effettuato entro il 28.02.2007;

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE (I.R.P.E.F.)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE (I.R.P.E.F.) COMUNE DI PONTE LAMBRO Provincia di Como UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE (I.R.P.E.F.) APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

Circolare N. 1 del 10 Gennaio 2017

Circolare N. 1 del 10 Gennaio 2017 Circolare N. 1 del 10 Gennaio 2017 Tasso di interesse legale al 0,1% dal 01.01.2017: effetti ai fini fiscali e contributivi Gentile cliente, con la presente intendiamo informarla che è stato aggiornato

Dettagli

BriaConsulting Commercialisti Associati Consulenza Societaria - Fiscale - del Lavoro

BriaConsulting Commercialisti Associati Consulenza Societaria - Fiscale - del Lavoro A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI Monza, 10 Dicembre 2015 ACCONTO IVA 2015 Scade il 28 dicembre il versamento dell acconto IVA per il 2015, atteso che il termine di legge del 27 dicembre cade di domenica. L

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2016 pag. 450

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2016 pag. 450 SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2016 pag. 450 11 novembre 2016 167/ER/om Imposte dirette - IR- PEF - IRES - IRAP - Cedolare secca - Acconti 2016 RN61 Mod. Unico2016PF Inferiore o uguale a 51,65 Superiore a 51,65

Dettagli

20.10.2014 Modello 770: il ravvedimento

20.10.2014 Modello 770: il ravvedimento Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 36 20.10.2014 Modello 770: il ravvedimento Categoria: Sottocategoria: Ravvedimento I sostituti d imposta tenuti alla presentazione del

Dettagli

F.N.A.A.R.C. Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio

F.N.A.A.R.C. Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio F.N.A.A.R.C. Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio 2 DICEMBRE 2013 - IMPOSTE DIRETTE - IRPEF - IRES - IRAP - CEDOLARE SECCA - ACCONTI Si ricorda la scadenza del 2 dicembre

Dettagli

Novità registrazione locazioni immobiliari

Novità registrazione locazioni immobiliari STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE LEGALE COMO 31.1.2014 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA RISOLUZIONE N. 452/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 27 novembre 2008 OGGETTO: Interpello ai sensi dell art. 11 della legge n. 212 del 2000 compensazione orizzontale del credito Iva in

Dettagli