Salute. Spettacoli. Sport. agosto 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Salute. Spettacoli. Sport. agosto 2011"

Transcript

1 POINT MESE IL Poste Italiane spedizione in abb. postale DL 353/2003 (conv. in L il 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1. DCB Parma n. 148 agosto 2011 in edicola a 0,50 1 luglio 2011, il Comune sospende i lavori del termovalorizzatore. La storia, il dibattito, le alternative possibili. Aspettando settembre, quando si giocheranno le sorti del progetto B Salute Anziani e caldo, una rete per proteggerli Sport Parma FC: si riparte con Catania e Juve Spettacoli Al San Paolo un tranquillo mercoledì di paura media partner di

2 SONO APE RTE LE ISCRIZIONI DEI CORSI: NUOTO ADULTI E BIMBI NELLE PISCINE : Viale Piacenza, Via Zarotto e Corazza CORSI DI NUOTO ANCHE ALLA MATTINA ACQUA GYM NELLE PISCINE: Viale Piacenza, Via Zarotto Informazioni e iscrizioni: CSI p.le Matteotti 9 PARMA tel / I CORSI ACQUA GYM con idromassaggio nella nuova piscina termale di Monticelli Terme NUOTARE A PARMA corsi di nuoto adulti - bambini e corsi di Acqua Gym HIP HOP per ragazzi e ragazze ci si può scatenare ginnastica & stretching per adulti muoversi in compagnia CORSI DI DANZA MODERNA.. e non solo.. Benessere divertimento creatività... per piacersi per piacere, comunicare DANZA CON STELLA presso la palestra di Corcagnano CSI PARMA - Piazzale Matteotti, PARMA Telefono 0521/ Fax 0521/236626

3 Il Centro Sportivo Italiano e la Società ACQUA GYM 2000 vi propone: per informazioni e iscrizioni: ACQUA GYM 2000 P.le MATTEOTTI 9 PARMA corsi di ACQUA GYM con idromassaggio 50 minuti di Acqua Gym - 10 minuti di Idromassaggio tutte le sere dalle alle nella nuova piscina termale di Monticelli Terme

4 A via dei FARNESE In collaborazione con IL MESE POINT Comune di Parma Ikea spazio clienti - Largo Benito Jacovitti 11/A Strada Burla Loc. Ugozzolo Parma GRATIS NELLA TUA CITTÀ Il Mese Parma Flash-On Fuori Porta Primo Piano parcheggio scambiatore NORD centro commerciale TORRI centro commerciale EUROTORRI Euro Torri Presso libreria Mondadori via San Leonardo, 66 Centro Torri presso Ipercoop via San Leonardo, 69/A canale NAVIGLIO Centro Sportivo TANGENZIALE NORD Cerca gli espositori distribuiti nei punti strategici della città. Guarda la mappa e trova quello più vicino a te Conad viale Piacenza Viale Piacenza, 25 via VENEZIA Temporary Station Piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa parco ERNESTO CHE GUEVARA canale NAVIGLIO via E. JENNER Palazzetto dello sport str. BUFFOLARA Coop Via Gramsci, 41/a str. BUFFOLARA viale PIACENZA viale PIACENZA str. ABBEVERATOIA via A. GRAMSCI Ospedale Nelle sale d attesa Ospedali RIUNITI Ospedale RASORI O via VOLTURNO p.le S. CROCE viale DEI MILLE viale VITTORIA viale A. PASINI viale DEI MILLE via LA SPEZIA viale VITTORIA via J.F. KENNEDY viale PIACENZA str. M. D AZEGLIO Istituzione Biblioteche Biblioteca Civica Vicolo s. Maria, 5 via F. LEPORATI via P. RUBINI via G. RASORI via DIGIONE p.za G. MATTEOTTI Poliambulatorio Ausl Via Pintor, 1 p.le T. BARBIERI via E. SARTORI Parco Ducale Palazzo Ducale ponte DI MEZZO ponte CAPRAZUCCA via MILAZZO via MILAZZO ponte ITALIA Torrente PARMA str. DELLE FONDERIE ponte VERDI ponte BOTTEGO v.le G. MARIOTTI p.za GHIAIA Università di Parma Segreteria studenti Piazzale Barezzi, 1 v.le A. TOSCANINI b.go ROMAGNOSI v.le F.BASETTI Torrente PARMA viale QUATTRO NOVEMBRE viale TOSCHI p.za DELLA PILOTTA s.da G. MAZZINI s.daconservatorio s.da L.C. FARINI v.le A. BERENINI stazione FF. SS. p.le C.A. DALLA CHIESA v.le BOTTEGO Cinema d Azeglio Via M. D Azeglio, 33 via VERDI p.za DELLA PACE s.dac. B. CAVOUR via TRENTO via PALERMO b.go DEL PARMIGIANINO p.za DUOMO v.le FRATTI v.le MENTANA p.le S. GIOVANNI p.le S. D ACQUISTO v.le FRATTI v.le MENTANA s.da DELLA REPUBBLICA s.da DELLA REPUBBLICA b.go G.TOMMASINI Comune di Parma Piazza Garibaldi Distributore metano viale Milazzo, 42/a b.go FELINO str.xxii LUGLIO str.xxii LUGLIO b.go del CORREGGIO b.go REGALE b.go PADRE ONORIO s.ne MARTIRI DELLA LIBERTÀ DUC Comune di Parma L.go Torello de Strada v.le B. PELACANI s.da A. SAFFI IAT e Infopoint Via Melloni - via Garibaldi stadio TARDINI str. P. TORELLI v.le R. BARILLA via TRIESTE v.le PARTIGIANI D ITALIA str. G. PUCCINI via TOSCANA Barilla Center Unes Food Store via Emilia Est, 39/B via EMILIA EST v.le COCCONI via EMILIA EST via MANTOVA TANGENZIALE NORD via MANTOVA v.le SOLFERINO via P. RACAGNI centro commerciale PANORAMA via LA SPEZIA cimitero VILLETTA v.le della VILLETTA POLIZIA MUNICIPALE Torrente PARMA v.le G. RUSTICI GUARDIA DI FINANZA Cinema Astra Piazzale Volta, 3 parco CITTADELLA parco GIACOMO FERRARI piscina FERRARI str. A. ZAROTTO p.le LUBIANA p.le LUBIANA str. CASABIANCA Torrente BAGANZA casa di cura PICCOLE FIGLIE Ade S.p.A. Viale della Villetta via G. SIDOLI VIGILI DEL FUOCO POLIZIA Centro Commerciale Campus Via Schreiber, 15/E Parco F.LLI FANO DELLA PERGOLA str. MONTANARA Coop Montanara Via Zanguidi, 2 Parco MONTETERMINI Torrente PARMA Il Mese Parma LO TROVI ANCHE NELLE EDICOLE A SOLI 50 centesimi. str. LANGHIRANO

5 B Sommario p.6 p.8 p.10 p.13 p.14 p.16 p.18 p.20 p.21 p.22 Primo Piano Game over o time out? Inceneritore, il destino del progetto si decide a settembre Differenziata&domiciliare, il sistema funziona Obiettivo: 65% entro il 2012 CittàcheCambia Parma 2011: il punto sui cantieri aperti I tempi e le criticità PromoGhiaia, un consorzio per far crescere la piazza Nominato il CdA L oasi dei sapori introvabili L Azienda Agricola Stuard, un fiore all occhiello del territorio Chiusi i libri, non ci si annoia un attimo La vita universitaria a Parma Salute Anziani e caldo, una rete per proteggerli I servizi e i consigli utili Ospedale: riconosciute le buone pratiche nella ricerca Dal Ministero 658mila euro Anche l occhio vuole la sua parte Come proteggersi dal sole Seirs Onlus, vent anni di impegno La Croce Gialla di Parma p.24 p.26 p.27 p.28 p.29 p.30 p.32 p.48 p.50 p.54 p.56 p.59 p.61 p.62 Sport IL MESE POINT Economia Turismo a Parma 2010: qui passa lo straniero I dati annuali della Provincia Un nuovo servizio dedicato agli imprenditori dal mondo L iniziativa di Ascom Parma Imprese storiche, un valore che vale 150 anni La premiazione in CCIAA Economia e consumi: anche a Parma 6 mesi dai toni cupi I primi dati Ascom per il 2011 Formazione, occupazione, territorio La ricerca Iscom sulla CM Ovest Rilanciare l economia con le competenze 11 progetti di formazione Provincia Catania e Juve per ripartire Il calendario del Parma FC Parma 2011 a segno prima del fischio finale I primi 6 mesi del progetto Spettacoli In centro, un tranquillo mercoledì di paura L horror ai Giardini di S. Paolo Al Pigorini Padiglione Italia Il progetto di Vittorio Sgarbi In montagna echeggiano poesie La X edizione di Ermo Colle «Mi scopro sinfonico» Intervista a Max Gazzè Granara, il villaggio delle arti Dal 2 al 7/8 in Appennino La nostra redazione cerca giovani collaboratori interessati alla vita culturale, politica, sociale, economica di Parma e provincia: se sei motivato ad approfondire le tue conoscenze e a fare esperienza nel campo dell editoria e del giornalismo, chiama 0521/ o manda il tuo curriculum a Grazie alla collaborazione dei principali centri commerciali e delle istituzioni di Parma, puoi ritirare gratuitamente le riviste Edicta anche nei Mese Point. Continuerai a trovare il Mese anche in edicola, in biblioteca e nei punti informativi della città POINT MESE IL 1 luglio 2011, il Comune sospende i lavori del termovalorizzatore. La storia, il dibattito, le alternative possibili. Aspettando settembre, quando si giocheranno le sorti del progetto Salute Anziani e caldo, una rete per proteggerli Sport Parma FC: si riparte con Catania e Juve Spettacoli Al San Paolo un tranquillo mercoledì di paura n 148 agosto 2011 Aut. tribunale di Parma N.16 del Poste Italiane spedizione in abb. postale DL 353/2003 (conv. in L il 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1. DCB Parma n.148 a g o s t o in edicola a 0,50 media partner di Editore Edicta p.s.c.r.l. via Torrente Termina, 3/b PARMA N iscrizione al ROC: 9980 Registrazione ISSN: Redazione via Torrente Termina 3/b PARMA Tel Fax Direttore responsabile Simone Simonazzi Art director Pietro Spagnulo Grafica Davide Pescini, Jessica Zaia Coordinamento editoriale Ilaria Gandolfi Redazione Federica Bordone, Fabrizio Furlotti, Daniele Paterlini, Matteo Sartini, Mauro Simonazzi, Erika Varesi Fotografie Francesca Fietta, Alessandro Lapetina Hanno collaborato Alessandra Pradelli, Chiara Corradi, Chiara Gandini, Matteo Sartini, Giorgia Veneziani Pubblicità e abbonamenti Tel. 0521/ Tiratura copie Chiuso in tipografia il 29/7/2011 Foto in copertina Associazione Corretta Gestione Rifiuti Parma

6 Primo Piano Game over o time out? Cantiere chiuso dal 1 luglio, secondo il Comune manca il permesso a costruire: ecco la (travagliata) storia del progetto Si giocano a settembre le sorti del termovalorizzatore di Parma Stop al cantiere dell inceneritore: lo ha deciso il Comune di Parma, che a luglio ha firmato un ordinanza con cui sospende in via cautelativa il cantiere di Ugozzolo dopo aver accertato la mancanza del permesso a costruire necessario. Per capire qualcosa della complicata vicenda del termovalorizzatore, però, val la pena partire dal 2005, anno in cui la Provincia approva il Piano Provinciale per la Gestione dei Rifiuti: questo comprende un Polo Ambientale Integrato (PAI) dotato di un impianto avanzato per smaltire i rifiuti tramite combustione. Parma è, infatti, l unica provincia della regione a non essere dotata di impianti di smaltimento e a conferire, in deroga alla normativa, i propri rifiuti in impianti extraprovinciali. Passaggio successivo: l ente competente in materia di trattamento di rifiuti, l Autorità d Ambito Territoriale Ottimale, adotta una delibera in cui si esprime favorevolmente in ordine alla realizzazione del PAI. Sempre l Ato, nel 2004, aveva affidato a Amps (poi divenuta Enìa, poi Iren) il servizio di raccolta, trasporto, pretrattamento e avvio al recupero o allo smaltimento dei rifiuti urbani: basandosi su questa convenzione, nel 2006 il Comune di Parma (amministrazione Ubaldi) incarica la multiutility della progettazione, realizzazione e gestione del progetto. Questo passaggio avviene tramite affidamento diretto e non con una gara d appalto: un aspetto che è attualmente oggetto di una procedura d infrazione aperta dall Unione Europea a febbraio 2011, su richiesta degli avvocati Pietro de Angelis e Arrigo Allegri. Enìa procede e presenta un progetto alla Provincia: accensione dell impianto prevista per il Si apre la conferenza dei servizi, vengono raccolte le osservazioni, e modificato su questa base il progetto: nel marzo 2007 l area selezionata per il PAI viene inserita nel Piano Strutturale Comunale di Parma. A ottobre 2008 arriva l ok della Provincia, un atto in cui vengono recepite la Valutazione di Impatto Ambientale e l Autorizzazione Ambientale Integrata della conferenza dei servizi: il 28 settembre 2009 possono così cominciare i lavori. Ora occorre fare un passo indietro. Nel 2006 nasce il Comitato Corretta Gestione dei Rifiuti, oggi diventato associazione: un gruppo di parmigiani che in questi mesi ha costantemente combattuto contro il progetto, mobilitando normali cittadini ed esperti internazionali per denunciare i rischi per la salute e indicare soluzioni alternative al forno (vedi box a pag 8). Ed è stato proprio il CGR, tramite gli avvocati De Angelis e Allegri, a presentare a luglio 2011 al Nucleo Abusi Edilizi polo AMBIENTALE INTEGRATO: IL PROGETTO IN PILLOLE da > servizi > ambiente Dove: 58 ettari nell area Spip Sud Cosa: il Polo Ambientale Integrato Il termovalorizzatore: dimensioni e capacità L energia e il riciclaggio delle scorie Il Polo Ambientale Integrato di Parma si trova nel quartiere Spip Sud, e precisamente nella zona compresa tra via Forlanini a nord, la Tav a sud, il Canale Naviglio a ovest e via Ugozzolo ad est: un area di 58 ettari, 50 dei quali destinati ad essere piantumati con circa 15mila alberi e arbusti. 33 ettari di questo parco saranno accessibili al pubblico. Il PAI conterrà: impianti di Trattamento Meccanico Biologico dei rifiuti urbani residui della raccolta differenziata; un termovalorizzatore per lo smaltimento della frazione residua con produzione di energia termica; un impianto di trattamento e recupero di rifiuti speciali, raccolte differenziate e multimateriale; fabbricati per controllo accessi e pesatura, servizi e parcheggi per il personale, officine e magazzini. Nell Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata dalla Provincia di Parma è stabilito che nel PAI potranno essere trattati solo rifiuti provenienti dall ambito provinciale. La capacità dell impianto sarà di 130 mila tonnellate l anno, di cui 70mila di rifiuti urbani residui della raccolta differenziata domestica e del trattamento meccanico biologico e 60mila di fanghi di depurazione, rifiuti speciali non pericolosi, rifiuti ospedalieri e cimiteriali. Gli impianti sono stati dimensionati tenendo conto dell obiettivo inserito nel Piano Provinciale per la Gestione dei Rifiuti, che prevede il 65% della raccolta differenziata nel Il termovalorizzatore produrrà energia elettrica coprendo il fabbisogno medio di circa 75mila cittadini, ed energia termica, che consentirà a circa 38mila parmigiani di allacciarsi al sistema di teleriscaldamento di Parma. Le scorie prodotte dalla combustione dei rifiuti (pari a circa il 22-23% del totale) verranno riciclate per la produzione di cemento. [6] gennaio agosto 2011 IL IL MESE MAGAZINE

7 del Comune un esposto in cui si metteva in dubbio la regolarità del cantiere: per una serie di passaggi tecnici in seno alla conferenza dei servizi, sarebbe mancato il permesso a costruire necessario all avvio dei lavori. Il 1 luglio il Comune accerta la mancanza e stabilisce la sospensione dei lavori in via cautelativa. Nella decisione pesano, molto probabilmente, alcune posizioni autorevoli sull impianto che si erano fatte strada, lentamente, da diversi mesi: tra queste riportiamo quella di Guido Barilla, che ad aprile 2010 si era detto «preoccupato per le ricadute di una struttura simile sull immagine dell azienda e sulla percezione delle persone». Anche il Sindaco Vignali negli ultimi mesi aveva più volte - l ultima a febbraio 2011, con una lettera ufficiale - chiesto a Iren maggiore chiarezza su entità e qualità del progetto, preoccupandosi tra le altre cose dell aumento dell investimento richiesto per il suo finanziamento (da 175 a 193 milioni) e rimarcando la necessità di garanzie su provenienza e quantità dei rifiuti da smaltire. Così come è lecito supporre che abbia influito sulla scelta del Comune la vicenda Green Money e la conseguente instabilità politica della Giunta. Iren rispedisce le accuse al mittente ribadendo «la propria convinzione sulla correttezza delle procedure [...] che, com è opportuno ricordare, non vengono definite dal soggetto attuatore ma dagli enti e dalle istituzioni competenti, in primis il Comune di Parma». E contrattacca: «Dopo tanti tentennamenti - afferma l a.d. di Iren Ambiente, Andrea Viero - si giunge ad una presa di posizione da parte del Comune, che permette di confrontarsi in uno scenario in cui ciascuno si assume le proprie responsabilità». A nulla è valso il tentativo della multiutility di fare ricorso al Tar, che lo ha rigettato: il cantiere rimarrà chiuso fino a settembre, appuntamento al 14 per prossima udienza. [I.G.] in queste pagine alcune FOTO dell Associazione GCR: qui sopra, in particolare, l apposizione simbolica dei sigilli al cantiere dopo la decisione del comune di sospendere i lavori. In basso l ulivo piantato dall associazione di fronte all impianto di ugozzolo Referendum, slitta la decisione Rimandata a settembre la decisione dei capigruppo sull ammissibilità del referendum contro l inceneritore. Gli esponenti delle forze politiche consiliari, riunitisi il 25 luglio, hanno infatti ritenuto di dover richiedere, prima di decidere, un parere al segretario generale del Comune, Michele Pinzuti; questo non ha, però, alcun limite di tempo per esprimersi. Nelle settimane scorse il Comitato No Inceneritore aveva fatto richiesta di referendum abrogativo sulle delibere assunte dal Comune di Parma - nello specifico si tratta di variazioni urbanistiche - sul progetto del termovalorizzatore. Lo statuto del Consiglio comunale stabilisce infatti che referendum abrogativi «possono essere richiesti su tutte le materie sulle quali il Consiglio ha competenza deliberativa, fatta eccezione per: a) Bilanci, finanze, tributi e relative tariffe; b) Attività vincolata di esecuzione di norme statali, regionali, o statutarie; c) Atti di elezione, nomina, designazione, revoca; d) Disciplina del personale del Comune e delle sue Aziende ed Istituzioni; e) gli atti inerenti la tutela dei diritti delle minoranze». Una volta ottenuto il parere positivo dei capigruppo sull ammissibilità del referendum, il comitato promotore avrebbe tre mesi di tempo per raccogliere 50mila firme; ultima condizione per l abrogazione effettiva delle delibere interessate sarebbe, infine, il raggiungimento del quorum e - ovviamente - la maggioranza dei «sì» sul totale dei votanti. IL MESE MAGAZINE agosto 2011 [7]

8 Primo Piano Differenziata & domiciliare, il sistema funziona Nel 2010 in provincia di Parma la raccolta intelligente era al 54,7%. Buone notizie anche nel capoluogo: 46% a giugno 2011, +0,9 in un anno Lo sviluppo della raccolta domiciliare in zona pedecollinare, l informatizzazione di alcune stazioni ecologiche attrezzate e l allestimento di due mezzi per la raccolta di rifiuti abbandonati. Sono le tre azioni recentemente deliberate dalla giunta provinciale in materia di gestione rifiuti; nel complesso interventi per oltre 1 milione e 824mila euro, coordinati dalla Provincia e realizzati con fondi della Regione Emilia-Romagna e dell ente gestore Iren. La parte rilevante delle risorse, oltre 1 milione e 100mila euro, sarà impiegata per l ulteriore sviluppo della raccolta domiciliare dei rifiuti, in continuità con le azioni già realizzate. Con buoni risultati: nel 2010 in Provincia di Parma la differenziata era al 54,7%, uno dei valori più alti della regione, mentre i dati dei primi sei mesi 2011 del capoluogo - dove in alcuni quartieri il Comune ha di recente introdotto la differenziata spinta - segnano l arrivo a quota 46,4% (+ 0,9 rispetto all anno precedente). Saranno dunque acquistati contenitori per la raccolta differenziata domiciliare da effettuarsi nei comuni dell area pedecollinare, nel quadro di una progressiva estensione del porta a porta. L obiettivo è quello di alzare il livello di raccolta differenziata - il piano provinciale prescrive il 65% nel valorizzando le diverse frazioni merceologiche e privilegiando il loro avvio al recupero, all interno di un sistema di gestione integrata dei rifiuti che privilegi la personalizzazione dei servizi. Circa 500mila euro saranno invece impiegati per l informatizzazione dei centri di raccolta comunali (stazioni ecologiche attrezzate nei comuni di Colorno, Felino, Langhirano, Montechiarugolo, Noceto, Roccabianca, Sala Baganza, Soragna, Torrile, Traversetolo) e per la realizzazione di sistemi premianti per l utenza. Si punta a facilitare l accesso e il conferimento dei materiali nei centri di raccolta comunali, assegnando una card dotata di codice a barre a ogni utenza titolare di contratto e installando specifiche attrezzature informatiche che permettano la gestione del conferimento. Oltre 223mila euro, infine, serviranno per l acquisto e l allestimento di due mezzi per la raccolta dei rifiuti abbandonati, con sistema di aspirazione per la raccolta di bottiglie, carta rifiuti vari, e rimorchio ribaltabile. I mezzi potranno essere utilizzati anche per lo sfalcio e l aspirazione di erba su fossi o scarpate, o di rifiuti accatastati in luoghi difficilmente raggiungibili con i normali veicoli di raccolta. L ALTERNATIVA AL FORNO secondo CGR da Le ragioni per dire no 1 step: più differenzio, meno spendo 2 step: buona raccolta = più soldi 3 step: per quel che resta c è l estrusore «In una reazione chimica come la combustione - scrive l Associazione Corretta Gestione dei Rifiuti - la massa iniziale è esattamente uguale alla massa finale. Bruciando 130mila tonnellate annue usciranno 130mila tonnellate di scarti, composti da: 1) fumi e polveri di scarto, tra cui diossine, PM10 e altri, che andranno in atmosfera in un raggio di 30 Km; 2) ceneri nocive da stoccare in discarica, pari a circa il 30% del rifiuti in ingresso; 3) acque di scarico inquinate, che comprometteranno falde e terreni». Per l Associazione CGR l alternativa è un mix di corrette politiche di gestione e tecnologie di trattamento a freddo. Primo step: eliminare i cassonetti per strada e introdurre la tariffa puntuale. «Se in una settimana produco 9 sacchetti di differenziata e 1 di indifferenziata, dovrò pagare solo per quest ultimo sacchetto». Con questo meccanismo di incentivo e con una buona informazione ai cittadini «si può raggiungere l 80% di differenziata e puntare al 90% in breve termine». La raccolta differenziata viene inviata ai vari consorzi nazionali che gestiscono il riciclo (Conai, Corepla, Conieco) e che poi riconoscono al Comune incentivi economici in funzione della qualità della raccolta, alimentando così un circolo virtuoso. «Pensate - scrive l Associaizone GCR - che nel 2009 il Comune di Parma ha perso 600mila euro di incentivi di Corepla per la cattiva qualità della raccolta differenziata della plastica». La percentuale dei rifiuti non differenziati (il 10% secondo lo scenario proposto da CGR) si può «trattare meccanicamente mediante una macchina che si chiama estrusore : una sorta di tritacarne che macina questi materiali, li omogeneizza e produce una sabbia sintetica (nell immagine) poi utilizzata dall industria edile». A Vedelago, in provincia di Treviso, questa tecnologia serve un bacino di un milione di utenti; altri impianti sono in funzione a Colleferro (Roma) e Tergu (Sassari). [10] [8] agosto gennaio IL IL MESE IL MESE MAGAZINE MAGAZINE

9 IL MESE MAGAZINE gennaio 2011 [9]

10 CittàcheCambia Parma 2011: il punto sui cantieri aperti Da via Newton all Ostello della Cittadella, dal Teatro dei Dialetti alle rotatorie: tempi e criticità dei principali lavori avviati in città L instabilità politica della Giunta dopo l avvio dell inchiesta Green Money, la situazione economica del Comune, la crisi e i vincoli del Patto di Stabilità: la Parma che qualche anno fa si definiva «cittàcantiere» annusa oggi il rischio di non riuscire a mettere la parola fine ai tantissimi lavori avviati in questi anni. A luglio l assessore ai Lavori Pubblici, Giorgio Aiello, ha fatto il punto sullo stato dei principali cantieri in essere. Via Montanara- «L impresa COIS - spiega Aiello - dopo un momento di evidente difficoltà che non ha consentito di concludere i lavori in tempo utile, sta completando i lavori della rotatoria tra via Montanara e via Aleotti: i lavori dovrebbero terminare entro la fine di luglio» Anche la realizzazione della pista ciclabile su via Montanara è a buon punto (70% circa), ma l appaltatore ha richiesto la procedura di concordato preventivo e i lavori sono fermi dalla fine di giugno. «Probabilmente - afferma l assessore - sarà necessario procedere con una rescissione contrattuale per grave inadempimento e verificare, come prevede la legge, la disponibilità a subentrare di una delle imprese che hanno partecipato alla gara (alle condizioni di chi ha vinto la gara). Se nessuno vuole subentrare si dovrà procedere con una nuova gara o far concludere i lavori mancanti al Global Service delle strade». Comparto Spezia-Villetta - Un lavoro concluso al 75% e «decisamente complesso, perché ha comportato anche l abbattimento di un fabbricato con tutti gli annessi e connessi legati all esproprio ed ai danni conseguenti». è stata conclusa la rotatoria via Spezia/via Milazzo. I rimanenti lavori (rotatoria Villetta-Stirone e collegamento tra le due nuove rotatorie) dovrebbero terminare entro il 31 agosto. Rotatorie via Emilia Est e via Giovenale - Le tre rotonde di via Emilia Est sono praticamente concluse: «Stiamo effettuando alcune modifiche alle imboccature per facilitarne l accesso - precisa Aiello - quindi partirà l asfaltatura. Sarà potenziata inoltre la segnaletica verticale e orizzontale». Anche i lavori della rotatoria di via Giovenale sono in avanzata fase di completamento, «anche se risentono del grave momento di crisi anche per l impresa appaltatrice». Via Volturno - Via Abbeveratoia - I lavori della pista ciclabile di via Volturno sono iniziati con difficoltà e proseguiti con altrettanta difficoltà da COSPE. «Questa impresa - spiega l assessore - ha creato una nuova società a cui affitterà i lavori». Quanto a via Abbeveratoia, la messa in sicurezza è stata terminata. «Ora occorre intervenire sulla potatura delle piante per poter dare una luce migliore a una zona prevalentemente buia, specie se si considera che è zona frequentata giorno e notte da molte persone». GIORGIO AIELLO Rotatorie di via Begherella e di via La Spezia/Tronchi Pontasso- La rotonda di via Begherella, realizzata con il contributo della Provincia e della Regione Emilia Romagna, è conclusa al 90%. La gara per l appalto della rotatoria su via La Spezia è invece stata vinta il 13 luglio dalla ditta Piazza: il cantiere aprirà ad agosto, per minimizzare l impatto sul traffico. Via Newton - Sono iniziati i lavori di riqualificazione dell area antistante la scuola: «I lavori, oggi al 40% - afferma Aiello - dovranno terminare prima dell apertura delle scuole, quindi entro il 15 settembre». Parcheggio di via Vasco da Gama - L impresa ha praticamente concluso i lavori, ma per ritardi nei pagamenti ha rallentato la consegna del cantiere. Scuola Parmigianino - L opera, costata euro, è praticamente conclusa al 90%: mancano [10] agosto 2011 IL MESE MAGAZINE

11 da sinistra, le ricostruzioni 3d dei progetti di riqualificazione di via newton e dell ostello della cittadella. qui sopra il cantiere del nuovo teatro della cultura popolare (ex macello) infatti solo alcune opere di finitura e le pulizie. «L impresa Cooperativa Edile Artigiana ha portato avanti i lavori in modo perfetto» spiega l assessore. «A causa del Patto di Stabilità oggi siamo in difficoltà a liquidare i lavori eseguiti e quindi l impresa ha temporaneamente sospeso i lavori. Stiamo lavorando insieme per cercare la soluzione che preveda la cessione del credito. Pensiamo comunque che per il 15 settembre tutto sia a posto e che la scuola possa perfettamente funzionare». Scuola Acquerello - I lavori sono stati eseguiti al 75% e, secondo Aiello, «verranno terminati entro il 15 settembre. L impresa Allodi aveva interrotto il cantiere per i limiti imposti dal Patto di Stabilità che: in questo caso siamo riusciti a liquidare parte del credito e l impresa ha regolarmente ripreso i lavori.» Cooperativa La bula - è stata completata la nuova mensa per circa 600 mila euro: «Ora - aggiunge l assessore - dovremo intervenire sulla copertura della falegnameria per ulteriori 70 mila euro. Nei giorni scorsi l impresa aveva avuto qualche problema, sempre dovuto al Patto di Stabilità, che ora è risolto». Teatro dei dialetti - I lavori del primo stralcio - a carico di Esselunga per un importo pari a euro - sono terminati nel «Nei euro dell impegno iniziale Esselunga - racconta Aiello - era anche compresa la progettazione a finire del teatro e cioè: progetto degli impianti elettrici, degli impianti meccanici e delle finiture architettoniche. Questa Amministrazione ha poi finanziato altri euro per la realizzazione degli impianti e per i completamenti architettonici». Centro Congressi - La parte di opere del primo stralcio, a carico di Diana 2, si sono concluse nel febbraio «Quindi sono state successivamente finanziate lavorazioni per il completamento delle opere architettoniche e delle vetrate per ulteriori euro» aggiunge l assessore. «Oggi si sta ultimando una gara per poltrone ed arredi impegnando una spesa di euro. Il lavoro beneficia di un finanziamento regionale di euro ed è regolarmente in corso: i lavori sono stati completati all 80% e termineranno presumibilmente entro il 2011». Comparto B del DUC - Anche in questo caso si tratta di un cantiere in parte sostenuto da Diana 2: l amministrazione ha dovuto trovare il finanziamento per ulteriori euro. «Attualmente - spiega Aiello - sono in corso lavorazioni per opere architettoniche e impianti per un valore pari a euro ed è in corso la perizia per impegnare circa di euro per allestire il nuovo servizio di InformaStranieri, oltre a euro per i completamenti esterni e euro per gli arredi». Fognano - Il cantiere del centro civico - di un valore pari a euro - è in forte rallentamento per motivi legati al Patto di Stabilità. «Siamo invece in fase di gara - aggiunge l assessore - per la scuola della frazione». Ostello della Cittadella - Sono ormai ultimati i lavori finanziati dalla Soprintendenza, che riguardavano il consolidamento del vecchio ostello e la ricostruzione volumetrica dell impianto bombardato durante l ultima guerra. «Sono stati inseriti nel piano di Parma Infrastrutture - conclude Aiello euro per il completamento: del progetto se verranno concluse le operazioni di finanziamento con le banche in corso, i lavori potranno essere appaltati». 197 milioni di euro è l ammontare totale degli investimenti inseriti nel bilancio preventivo 2011 del Comune di Parma (comprensivi degli interventi delle società partecipate, di altri soggetti attuatori e di project financing) -21,6 milioni di euro è la differenza sul totale degli investimenti inclusi nel bilancio milioni di euro è il debito del Comune a luglio 2011: lo ha dichiarato Vignali in un intervista al Corriere della Sera. A questa cifra va aggiunto il debito delle società partecipate del Comune, che ammontano, sempre secondo il Sindaco Vignali, a circa 238 milioni di euro Vignali: «Ecco i miei obiettivi prima di lasciare» Le priorità? Assestamento di bilancio, fondi ex metro e Festival Verdi L assestamento di bilancio, i fondi legati al progetto della metro, il Festival Verdi: questi sono «i passaggi fondamentali per la città» a cui si dedicherà Pietro Vignali nei prossimi mesi, prima di abbandonare la propria esperienza amministrativa. Nei giorni febbrili di fine giugno, subito dopo la raffica di arresti legati all operazione Green Money e allo tsunami politico conseguente, il Sindaco aveva annunciato la propria decisione di non ricandidarsi alle elezioni del 2012 e quella, contestuale, di non rassegnare le proprie dimissioni: «Non per attaccamento alla poltrona o per carriera politica, ma per concludere alcuni passaggi amministrativi, frutto di un lunghissimo lavoro con le imprese, il territorio, il Governo, le banche». A inizio luglio, dopo due infuocate sedute del Consiglio comunale in cui la maggioranza è riuscita ad approvato alcune delibere strategiche - il finanziamento a Parma Infrastrutture, il rafforzamento patrimoniale della holding STT, il piano industriale e il nuovo regolamento delle società partecipate - Vignali torna a scrivere alla Città per chiarire le priorità del proprio lavoro nel futuro prossimo. Prima tappa, il passaggio in Consiglio comunale dell assestamento di Bilancio, slittato (tra molte polemiche, la maggior parte delle quali interne alla maggioranza) da inizio agosto a settembre. «Un altro tema fondamentale - scrive Vignali - a cui sto lavorando è la destinazione alla nostra città dei 70 milioni di euro per opere alternative alla metropolitana: sto lavorando con i ministeri perché questo sia uno dei primi atti del Governo appena approvata la Finanziaria. Sto anche continuando a lavorare con il Regio e il Ministero dei Beni culturali per la realizzazione del prossimo Festival Verdi». «Non sottovaluto le proteste di piazza - conclude il Sindaco - che sono legittime, quando sono civili, ma credo di dover rispondere anche a tanti altri cittadini, che oggi vogliono una città governata e un sindaco che svolge interamente le sue funzioni [...] Il mio unico obiettivo ora è portare a termine prima possibile ciò che è necessario, per lasciare una città in ordine. Perché in questi anni Parma è stata bene amministrata. E così io la voglio lasciare: con i servizi che funzionano, le strade e i parchi sicuri, puliti e con i conti a posto». [i.g.] IL MESE MAGAZINE agosto 2011 [11]

12 CittàcheCambia [12] agosto 2011 IL MESE MAGAZINE

13 PromoGhiaia, un consorzio per far crescere la piazza Nominato a fine luglio il CdA della società, nata per gestire il nuovo comparto e promuovere il tessuto commerciale della Ghiaia Chiesa: «Tradizione e innovazione per riportare la Ghiaia nel cuore di tutti i parmigiani» PromoGhiaia diventa operativa. La società, nata a gennaio 2011 per gestire il nuovo comparto della piazza e promuovere lo sviluppo di tutto il suo tessuto commerciale, è composta da Progetto Ghiaia (le imprese realizzatrici del progetto di riqualificazione), Ascom, Confesercenti e dai negozi della nuova Ghiaia, cioè gli esercizi sotto viale Mariotti e gli alimentari che occuperanno il piano meno uno. Giovedì 28 luglio PromoGhiaia, che ha la forma di società consortile a responsabilità limitata, si è dunque dotata di un proprio CdA: presidente ne è Corrado Chiesa, consiglieri sono Leonardo Pinalli (Vicepresidente), Aldo Sartini, Giacomo Piroli, Claudio Franchini, Ernesto Monteverdi e Patrizia Iselli. Albino Guatteri ne è stato invece nominato direttore. «Vogliamo riportare la Ghiaia nel cuore dei parmigiani - afferma il Presidente Chiesa - garantendo un offerta commerciale che sposi la tradizione, come conferma il rientro di diversi operatori della vecchia piazza, con l innovazione e la qualità, soprattutto nell alimentare. Lavoreremo per aumentare continuamente l attrattività di questo luogo, che per sua vocazione è un un polo commerciale di richiamo per tutta la città». «Vorrei sottolineare aggiunge il direttore, Albino Guatteri - che PromoGhiaia agirà sempre muovendosi nella massima sinergia con tutti gli operatori della piazza, non solo quelli del nuovo comparto. Ogni strategia verrà condivisa con l intero tessuto commerciale che quotidianamente anima questo luogo strategico per la città». L estate 2011 ha rappresentato un buon inizio per la promozione della piazza: le due iniziative organizzate da PromoGhiaia nel mese di luglio, Sapore di Mare e BirretTiamo hanno infatti registrato un notevole successo di pubblico. In particolare, Sapore di Mare - realizzata in collaborazione con il Comune di Parma, il Consorzio GeCC, il Centro Commerciale Naturale Piazza Ghiaia e organizzata da Edicta Eventi - ha animato tutti i venerdì di luglio della Ghiaia, dalla mattina alla sera, con mercato ittico, bancarelle di specialità alimentari e artigianato artistico, spettacoli, piano bar, danza e sfilate di moda. Affolata soprattutto la versione notturna della festa, quando più di 400 persone a serata hanno cenato - a base di pesce, ovviamente - ai tavoli che alcuni degli operatori del mercato ittico hanno allestito per l occasione. Grande affluenza anche a Birret- Tiamo, la prima festa della birra in piazza Ghiaia, promossa da PromoGhiaia e organizzata da Edicta Eventi: nel weekend del 16 e 17 luglio i parmigiani hanno potuto degustare le migliori birre artigianali abbinandole con i piatti più vari, dall asado alla paella, dai wurstel ai tacos; a far cornice concerti, la diretta di Radio Malvisi Network e tanto shopping, tra le bancarelle del mercatino dell artigianato artistico e i negozi aperti fino a tarda sera. il CDA PRESIDENTE Corrado Chiesa CONSIGLIERI Leonardo Pinalli (vicepresidente), Aldo Sartini, Giacomo Piroli, Claudio Franchini, Ernesto Monteverdi, Patrizia Iselli DIRETTORE Albino Guatteri ad agosto viabilità modificata Ponte di Mezzo, lavori nel sottopasso Sono iniziati a fine luglio i lavori di impermeabilizzazione del sottopasso che unisce il ponte di Mezzo a via Mazzini. I lavori, che termineranno a fine agosto, comporteranno la chiusura totale di viale Toscanini nel tratto che va dal ponte di Mezzo a via Pigorini (esclusa), mentre dalle 7,30 alle 20,30, scatterà il divieto di circolazione per i mezzi privati nei seguenti tratti stradali: ponte di Mezzo, viale Toscanini da via Mazzini a via Duse (intersezione esclusa), e via Mazzini dal civico 43/G al ponte di Mezzo. Per accedere all Oltretorrente e al centro storico Il traffico privato autorizzato potrà percorrere, rispettivamente, le corsie preferenziali di via d Azeglio e di strada Repubblica. IL MESE MAGAZINE agosto 2011 [13]

14 CittàcheCambia L oasi dei sapori introvabili è a due passi da Parma e si chiama Azienda Agricola Sperimentale Stuard. Didattica, ricerca e shopping gastronomico in un fiore all occhiello del nostro territorio Nelle grandi città del nord Europa si chiamano City Farm: letteralmente, Fattorie Urbane, strutture che hanno lo scopo di far riscoprire a piccoli e grandi cittadini sapori e competenze di un mondo sempre meno conosciuto, quello rurale. L Azienda Agricola Sperimentale Stuard, a un passo da Parma, a San Pancrazio, è questo e molto di più: perchè oltre a fornire un importante supporto all insegnamento e alla formazione in campo agrario, si occupa di promuovere, progettare, realizzare e divulgare attività di ricerca e sperimentazione, muovendosi sia in ambito locale che regionale, nazionale e comunitario. Nata per volontà di Maria Luigia d Austria, l azienda Agraria opera su un fondo del Demanio dello Stato di circa 11 ettari concesso in uso gratuito e perpetuo alla Amministrazione Provinciale per attività di sperimentazione e didattica in campo agrario. è però solo agli inizi degli anni 80, dopo una fase di inattività a cavallo degli anni 70, che l azienda diviene realmente operativa nella ricerca e sperimentazione a supporto dell agricoltura parmense e dei suoi operatori. Dopo un primo periodo di attività sotto il controllo di un Comitato di Gestione nominato dalla Provincia, a fine 1993, con atto del Consiglio in strada Madonna dell Aiuto 7/a All Emporio Podere Stuard il paradiso dei golosi Birra, biscotti a base di orzo, pasta, gallette, crakers, farina di farro, olio extravergine d oliva, aceto di mele antiche, semi di peperoncino ornamentale, vini del territorio e da uve biologiche... questa è solo una parte dell offerta dell Emporio Podere Stuard, in Strada Madonna dell Aiuto 7/a, dove tutti possono comprare le prelibatezze dell Azienda Agricola a o da produttori selezionati. Qui si trova pane fresco di grani antichi macinati a pietra, passata di pomodoro biologica, cipolline borettane, mostarda di anguria bianca, miele millefiori, salse e confetture a base di peperoncino piccante, e ancora creme, verdure sott olio e confetture. Fino a settembre l Emporio sarà aperto quattro giorni alla settimana: mercoledì e sabato mattina dalle 9,00 alle 13,00, giovedì e venerdì pomeriggio dalle 15,30 alle 19,00. Ma l Emporio ha anche una versione on line, dove è possibile acquistare i prodotti con un semplice clic: Info: tel / Provinciale, l Azienda è stata costituita in azienda speciale prendendo l attuale denominazione e ricevendo come dotazione patrimoniale il podere ed i fabbricati su di esso insistenti. «Attualmente - spiega Nicola Dall Olio, presidente dell Azienda - la ricerca e la sperimentazione agronomica interessa il settore vegetale erbaceo e riguarda la coltivazione secondo criteri di produzione integrata e biologica. Buona parte dell attività trova collocazione nei programmi regionali di ricerca e sperimentazione che nel 2011, grazie al lavoro congiunto delle aziende sperimentali e del Centro Ricerche Produzioni Vegetali Emilia Romagna, garantiranno un finanziamento di oltre 80mila euro a livello regionale, di cui il 27% destinato alle aziende sperimentali dell Emilia occidentale Stuard e Tadini (di Piacenza, NdR). Alla sperimentazione con finanziamento pubblico si aggiungono poi le attività su commesse private, che per quanto di difficile programmazione, hanno raggiunto nel corso del tempo un considerevole volume di entrata, arrivando a coprire una quota variabile compresa tra il 15 e il 20%. Gli obiettivi futuri sono quelli di confermare il proprio ruolo di riferimento nel campo delle produzioni orticole e dei cereali, ampliando la proposta di sperimentazione anche a nuove colture e settori come le agro-energie e la chimica verde». Come da Statuto, inoltre, l azienda svolge un importante ruolo di [14] agosto 2011 IL MESE MAGAZINE

15 un obiettivo strategico della provincia Ferrari: «Un presidio per la tutela della biodiversità» «Con una serie di impegni che si è assunta nel tempo - afferma Pierluigi Ferrari, vicepresidente della Provincia di Parma con delega all Agricoltura e alle Attività Produttive - l Azienda Stuard è diventata un punto di riferimento a livello del territorio cittadino e provinciale per quanto riguarda la sperimentazione agricola. Non solo, è anche un vero e proprio presidio in materia di km zero e biodiversità: temi su cui la Provincia sta investendo con decisione». Il progetto dell Associazione Agricoltori e Allevatori Custodi, l impegno per il cavallo bardigiano, il maiale nero, la pecora cornigliese e il tacchino di Parma e Piacenza: l ente di piazzale della Pace ha scelto da tempo di considerare la biodiversità «un arricchimento, una parte rilevante della nostra cultura e della nostra economia». «Con l introduzione dell emporio, poi - prosegue Ferrari - registriamo con grande soddisfazione un numero considerevole di produttori che si rivolgono all Azienda per farne la loro vetrina. La Stuard, con la sua posizione vicina a Parma, rappresenta infatti un buon modo per i nostri agricoltori di farsi conoscere anche in città. Senza di loro la Stuard perderebbe gran parte del suo valore». Per quanto un eccellenza, nemmeno la Stuard è immune dalla crisi economica. «Rispetto al passato - rileva Ferrari l Azienda sta vivendo un momento di particolare difficoltà, a causa non solo del periodo che stiamo vivendo ma anche dei tagli subiti dagli Enti locali. Pur nell avversità però l Azienda ha cercato di dotarsi di proprie gambe, provando a contare più sulle proprie forze e sempre meno sui fondi pubblici. Un momento difficile, quindi, che auspichiamo possa essere superato in breve tempo». [A.P.] supporto all insegnamento e alla formazione in campo agrario. Sul podere aziendale insiste un ettaro di frutteto di varietà antiche e due serre gestite dall Istituto Tecnico Agrario Statale (ITAS) Bocchialini, che dispone anche di un aula didattica e di vari locali di servizio. Alle visite didattiche ai campi nel corso dell anno si aggiungono gli stage scolastici del periodo estivo che vedono impegnati per un periodo di almeno 4 settimane un numero consistente di studenti. «Per il futuro - aggiunge Dall Olio - l Azienda intende sfruttare al meglio questo potenziale di conoscenza tecnicoscientifica, ampliando l offerta di percorsi didattici e formativi. In collaborazione con il Servizio Ambiente della Provincia, si struttureranno inoltre due percorsi attrezzati con pannelli informativi sul tema della biodiversità agricola e delle fonti energetiche rinnovabili». Ma c è di più. Nel 2008 l Azienda ha aperto nella propria sede di Strada Madonna dell Aiuto un vero e proprio Emporio, dove vende prodotti a km 0, fortemente connotati sul piano della sostenibilità ambientale e del rispetto per la tradizione. «Vogliamo dare sempre più visibilità ai piccoli produttori locali - spiega Mario Dadomo, direttore della Stuard, ricercatore e sperimentatore - e ai prodotti meno noti dell agroalimentare parmense, in particolare quelli ottenuti impiegando specie e varietà locali, magari utilizzate in ricette antiche o originali, per favorirne la conoscenza e la valorizzazione». «L obiettivo per il prosegue Dadomo - è diventare un luogo di richiamo per la città e per il territorio provinciale, nel quale consumatori attenti alle tematiche della sostenibilità e del mangiare sano, nonché operatori della ristorazione e dell agriturismo, potranno reperire e degustare le produzioni biologiche e i prodotti della biodiversità agricola del territorio. Questa vetrina polifunzionale, che oltre al punto informativo al negozio, offre un laboratorio del gusto con cucina, da spazi dedicati a mercati periodici e a piccole fiere tematiche, dovrà autosostenersi da un punto di vista gestionale mediante i proventi delle vendite e dei diversi servizi erogati». [Alessandra Pradelli] 11 ettari è l ampiezza del fondo su cui sorge l Azienda Agricola Sperimentale Stuard, concesso dal demanio in uso gratuito e perpetuo all Amministrazione PUBB Provinciale per attività di sperimentazione e didattica in campo agrario 442 le varietà di peperoncino disponibili nell Azienda, di cui 280 acquistabili anche on line sul sito www. poderestuard. it euro sono i fondi dei programmi regionali di ricerca e sperimentazione destinati nel 2011 all Emilia Romagna, di cui il 27% alle aziende sperimentali dell Emilia occidentale Stuard (PR) e Tadini (PC) VIAGGI TURISTICI EUROPEI E ITALIANI TRANSFERT AEROPORTUALI SERVIZI SCOLASTICI E/O VISITE D ISTRUZIONE SERVIZI DI NAVETTA PER FIERE E CONGRESSI SERVIZI PER MATRIMONI O ALTRE CELEBRAZIONI SERVIZI PER DISCOTECHE O CENE DI RAPPRESENTANZA EVENTI CULTURALI, SPORTIVI, LUDICHE Via Cav. Sante Bertoluzzi, SORBOLO (PR) tel cell Fax IL MESE MAGAZINE agosto 2011 [15]

16 CittàcheCambia Chiusi i libri, non ci si annoia un attimo Il Coro polifonico, l orchestra, il Centro Teatrale e le mille proposte sportive del Cus...a Parma l università è un esperienza a 360 Recitazione, musica, canto e un mare di sport: oltre lo studio, c è di più...così si potrebbe riassumere il ventaglio di opportunità di cui potrà godere chi deciderà di iscriversi all Università di Parma per il prossimo anno accademico. Numerosi sono, infatti, i servizi che l Ateneo offre agli studenti per trasformare gli anni dell università da un semplice percorso formativo ad un esperienza a tutto tondo. Eccone una sintesi. Cus Parma - Il CUS è l ente che gestisce lo sport dell Università: organizza corsi e tornei, oltre a convegni e appuntamenti culturali formativi; dà vita a 15 sezioni agonistiche; gestisce gli impianti, con particolare attenzione a quelli L Ateneo sostiene un ampia serie di attività e iniziative per promuovere la socializzazione, lo scambio culturale e la crescita personale dei ragazzi del Campus Universitario, vera e propria cittadella sportiva, sullo stile delle Università americane, ulteriormente arricchita a partire da quest anno dal nuovo Centro Polisportivo. Per poter aderire alle iniziative del CUS, e partecipare a corsi, tornei, campus estivi e invernali, oltre a utilizzare gli impianti sportivi a tariffe particolarmente vantaggiose, è necessario tesserarsi. Info: it, tel Coro polifonico I. Pizzetti - Il coro dell Università di Parma è nato nel 1968: per partecipare non occorre conoscere la musica o avere esperienze musicali; chii vuole aderire deve solo dare la propria disponibilità a seguire con costanza e impegno le prove - si svolgono il lunedì dalle ore 21 alle presso la sede di via Cavour 28 - nonchè a partecipare ai tanti concerti che il coro organizza in Italia e all estero. Info: unipr.it, Orchestra universitaria - L Orchestra universitaria è una formazione musicale composta da studenti dell Ateneo parmigiano: per partecipare basta saper suonare uno strumento, preferibilmente ad arco o a fiato, anche a livello amatoriale. L orchestra effettua esibizioni concertistiche sia all interno dell Università di Parma, sia in sedi esterne, favorendo le occasioni d incontro e di scambio culturale con studenti di altri atenei, italiani ed esteri. Le prove si svolgono presso la Sezione di Musicologia con cadenza settimanale: il martedì alle ore Info: Direttore dell Orchestra Prof. Luca Aversano, Via Cavour, 28, tel Centro Universitario Teatrale - Il CUT nasce come associazione studentesca un gruppo di ragazzi con la passione per l arte teatrale che si autogestisce e organizza laboratori, seminari e realizza spettacoli. Dal 2006 è riconosciuto come Centro dell Università e dunque è in grado di offrire un attività strutturata. Info: Sezione Teatro del Dipartimento dei Beni culturali e dello spettacolo, Via Cavour, 28, tel in breve le iscrizioni all a.a. 2011/2012 si sono aperte il 25 luglio: su si trovano tutte le info necessarie. Sempre sul sito si trovano le date entro cui è necessario fare domanda di accesso ai corsi a numero programmato: la maggior parte delle domande va consegnata entro gli ultimi dieci giorni di agosto, mentre le prove di ammissione si svolgono indicativamente a inizio settembre studenti con disabilità Unipr è davvero per tutti. Con le Eli-Che L Ateneo di Parma, particolarmente attento al diritto allo studio di tutti e tutte, garantisce percorsi individuali per il conseguimento della laurea alle persone con disabilità e per studenti con disturbi di apprendimento. Il centro Le Eli-Che, accoglie infatti i ragazzi, elabora con loro curricula individualizzati e fornisce sussidi, strumenti di ultima generazione e servizi, nel rispetto delle esigenze personali. In particolare, lo studente con invalidità pari o superiore al 66% ha il diritto all esonero dalle tasse, può richiedere il trasporto o di essere affiancato da uno studente-tutor che frequenta il suo stesso Corso di Laurea, avere in comodato d uso uno scooter elettrico; ha poi la possibilità di un percorso dedicato per le borse di studio Erasmus, può fare sport, partecipare e co-organizzare eventi... Info: Prof. ssa Emilia Wanda Caronna, tel Cell , www. dis-abile.unipr.it [16] agosto 2011 IL MESE MAGAZINE

17 L associazione opera con una base sociale volontaria costituita da personale sanitario, volontari del soccorso, privati cittadini che hanno scelto di svolgere attività di aiuto e di assistenza a favore del prossimo. I servizi che oggi l associazione esprime sono: Servizio di soccorso Sanitario e Trasporto Infermi Servizi Preventivi di soccorso per manifestazioni sportive, musicali e culturali Servizi di trasporto pazienti critici in Italia e all Estero Servizio di Protezione Civile Centro di Formazione al Soccorso Aiuti Internazionali Servizio Sociale Servizio Emergenza Interventi Ricerche Soccorso Tutte le persone possono partecipare alla vita dell associazione, dopo avere partecipato ai corsi di formazione e di preparazione, possono far parte degli equipaggi di soccorso e di assistenza. La formazione, è importante, viene eseguita dal nostro Centro di Formazione I.R.C. (Italian Resuscitation Council) che organizza i corsi a seconda della specificità dell impiego e della disponibilità operativa dei volontari. Tra i nostri progetti, desideriamo ricercare un donatore, sia privato o azienda, per l acquisto di una ambulanza destinata al trasporto di pazienti critici con particolare attenzione alle persone con problematiche cardiache e respiratorie. Molte persone possono essere salvate, se il soccorso avviene tempestivamente sia da parte dei presenti, sia da parte dei mezzi di soccorso. Chiunque, ha la disponibilità ad aiutarci in questo progetto, può prendere contatto con la nostra segreteria al Parma - Via del Taglio 6 - Tel. emergenza Sede: Tel./fax website: - IL MESE MAGAZINE agosto 2011 [17]

18 Salute Una rete per salvagua gli anziani dai colpi di c Dalle linee guida stabilite dalla Regione si sviluppa un azione coordinata frutto della collaborazione tra Ausl, Aosp, Comuni e Volontariato DI FEDERICO MOGLIA Con l arrivo dell estate e delle possibili ondate di calore, anche quest anno è scattato il Piano caldo a protezione della popolazione anziana, frutto della collaborazione tra Distretto di Parma, composto dai Comuni di Parma, Colorno, Mezzani, Sorbolo e Torrile e l Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma, in collaborazione con l Azienda Ospedaliero- Universitaria di Parma. In coerenza con quanto previsto dalle linee guida indicate dalla Regione Emilia Romagna, sono state predisposte una serie di misure, concordate a livello distrettuale, per prevenire e alleviare i disagi che le forti ondate di calore possono provocare sugli anziani che più di altri possono subire gli inconvenienti della stagione estiva. Un pacchetto di misure che vanno ad aggiungersi alla rete dei servizi per le persone anziane che, anche nel periodo estivo, prosegue a pieno regime la sua attività costituita da numeri utili, attivi 24 ore, per raccogliere eventuali segnalazioni, locandine con tutti i consigli utili per difendersi dal caldo, monitoraggio degli anziani soli, tramite anche i medici di famiglia, condizionatori d aria portatili, collaborazione con il volontariato a supporto dei servizi. Sempre in linea con le indicazioni regionali, i Comuni hanno provveduto, inoltre, a potenziare nel periodo estivo a favore degli anziani più fragili i servizi domiciliari già esistenti e le accoglienze dal comune di parma numeri e statistiche Un parmigiano su tre è anziano Per capire la portata e l importanza dell impegno che Ausl di Parma e Comune di Parma stanno portando avanti per prevenire e contrastare i disagi dovuti a colpi di calore sulla popolazione anziana, è indispensabile sottolineare alcuni dati. Al 31 dicembre 2010 le persone con età uguale o superiore ai 65 anni residenti nel Comune di Parma erano (22,63% della popolazione), di queste risultavano vivere anagraficamente sole. Alla stessa data gli anziani con età uguale o superiore ai 75 anni erano (11,64% del totale), di questi risultavano vivere anagraficamente soli. Gli anziani in carico al Servizio Anziani del Comune nel 2010 sono stati 4.905, di cui 1181 soli, privi cioè di rete familiare. Nel 2010 sono state 93 le segnalazioni pervenute al numero verde del Comune di Parma. temporanee in strutture residenziali come le Comunità Alloggio e le Case protette. Numeri utili Grazie alla collaborazione dell Assistenza Pubblica di Parma e di Colorno e della Croce Rossa di Sorbolo, si sono attivati anche quest anno, fino al 15 settembre, numeri telefonici ai quali gli anziani possono telefonare 24 ore su 24 compresi i giorni festivi. Gli anziani del Comune di Parma hanno a disposizione il numero verde , quelli dei Comuni di Colorno, Torrile e Mezzani possono rivolgersi all Assistenza Pubblica di Colorno al numero , quelli di Sorbolo alla Croce Rossa di Sorbolo al numero A questi numeri di riferimento rispondono operatori volontari che provvedono a segnalare ai servizi competenti le singole situazioni o ad attivare, se necessario, un intervento d urgenza. Di questa opportunità, i Comuni hanno scelto di dare anche un informazione personalizzata tramite lettera ai propri Interventi coerenti con i modelli dettati dalla Regione Emilia Romagna cittadini anziani ultra 75enni che vivono soli. Materiale informativo Sono state predisposte locandine con tutti i consigli utili per evitare i rischi connessi al grande caldo che verranno distribuite ed esposte nei luoghi frequentati dalle persone anziane (Cup, farmacie, Comitati anziani ). Monitoraggio anziani soli L Ausl e i Comuni del Distretto richiederanno ai medici di fami- [18] agosto 2011 IL MESE MAGAZINE

19 rdare alore glia di segnalare situazioni a loro note di anziani soli in condizioni di fragilità, per garantire un più completo monitoraggio. Condizionatori d aria portatili Per gli anziani del Comune di Parma più in difficoltà economica, con priorità per chi vive da solo, e su segnalazione del Servizio sociale territoriale, l Amministrazione comunale mette a disposizione in comodato d uso gratuito Nuove misure che in estate vanno ad aggiungersi ai servizi per gli anziani già in essere una rete di interventi tra cui una mappa delle situazioni a rischio Le linee guida definite dalla Regione Anche per l estate 2011 la Regione Emilia Romagna ha disposto le linee guida per l assistenza alle persone che più risentono delle ondate di calore, definendo i piani locali che devono essere realizzati dalle Aziende Usl e dai Comuni, in collaborazione con tutti i soggetti attivi nel volontariato. Una rete d interventi che prevede: centri di riferimento territoriali con funzioni di coordinamento gestiti in modo integrato tra Ausl e Comuni, la mappa delle situazioni a rischio, il potenziamento dell assistenza alla popolazione già assistita a domicilio o nei centri diurni, un programma di intervento per le strutture residenziali e diurne che accolgono anziani e disabili. è inoltre attivato un sistema di monitoraggio degli accessi e dei ricoveri in Pronto soccorso e la raccolta delle informazioni sulle dimissioni ospedaliere fino all 11 settembre delle persone con più di 75 anni: due - Cittadella solidale, i volontari del progetto Ser.mo.sol. e l associazione Seirs ; per Sorbolo e Mezzani Auser e il Centro sociale ricreativo culturale autogestito; per Colorno e Torrile Auser ) garantiscono la collaborazione con i Servizi Sanitari strumenti che possono permettere di individuare condizioni di solitudine o di particolare fragilità. Una particolare attenzione è rivolta alle persone non note ai servizi, attraverso la collaborazione tra medici di famiglia, presidi ospedalieri e servizi sociali dei Comuni. Le linee guida regionali promuovono inoltre occasioni di incontro e socializzazione (anche in luoghi di aggregazione, come i centri sociali per persone anziane), attraverso le iniziative dei Comuni con le associazioni di volontariato e il privato sociale. In ogni realtà locale viene inoltre diffuso materiale informativo per i familiari e per le assistenti familiari, anche straniere, che assistono persone anziane e disabili. è infine istituito un servizio giornaliero di previsioni sulle eventuali ondate di calore a cura dell Arpa regionale riguardanti le successive 72 ore e consultabili sul sito www. arpa.emr.it/calore. per fornire interventi di supporto agli anziani soli, soprattutto per il disbrigo delle pratiche della vita quotidiana. condizionatori d aria portatili, laddove le condizioni sanitarie delle persone ne consentano l uso. La scorsa estate sono stati assegnati 28 condizionatori pinguino. Volontariato Anche quest anno importanti realtà del volontariato (per Parma: Auser - Filo d argento, il Comitato di volontariato Bizzozero la grande importanza dell informazione nell opera di prevenzione Consigli utili per evitare i disagi Tra le iniziative che i Comuni del Distretto di Parma, Ausl e Aosp hanno messo in campo per ovviare e prevenire i disagi da colpo di calore, un ruolo importante è riservato all informazione. Migliaia di volantini, depliant e locandine sono state inviate direttamente al domicilio degli ultrasettantacinquenni soli e messi in evidenza nei centri d aggregazione e diversi luoghi pubblci. In caso di improvvisa ondata di calore, l organismo umano può infatti accusare una serie di disturbi tra cui la diminuizione della pressione sanguigna, senso di debolezza, mal di testa, vertigini, annebbiamento della vista, nauasea, aumento del battito cardiaco, difficoltà di respiro, dolori al torace. Per difendersi dal caldo e dall afa è dunque buona cosa conoscere alcune regole fondamentali, chiaramente illustrate nel materiale distribuito. Bere molta acqua anche se non si ha sete. Evitare bibite gassate, conteneti zuccheri o molto fredde. Evitare alcol e caffeina. Fare pasti leggeri privilegiando verdura, minestre e minestroni tiepidi, pesce, gelato alla frutta. Frutta tra un pasto e l altro. Evitare cibi grassi, fritti, troppo elaborati o ricchi di zuccheri. Nel caso di assunzione di farmaci in maniera continuativa, consultare il proprio medico per eventuali controindicazioni. Far uso moderato dei condizionatori, fissando la temperatura a non oltre i 6/7 gradi in meno rispetto all esterno. In caso di afa, meglio i deumidificatori. Non indirizzare i ventilatori direttamente sul corpo. Usare tendaggi alle finestre e chiuderle nelle ore più calde. Evitare di accendere il forno e utilizzare gli altri elettrodomestici nelle ore più fresche. Preferire vestiario ampio, leggero e comodo, di colore chiaro e di fibre naturali. Evitare di uscire nelle ore più calde della giornata e di sostare all interno delle auto. Coprirsi il capo e portare occhiali da sole. L informazione si completa indicando che in caso di necessità si deve consultare il proprio medico di famiglia (o il suo sostituto), tenendo sempre a portata di mano i relativi numeri telefonci. Eventualmente chiamare la guardia medica o in caso di emergenza il 118. Per dare maggiore tranquillità alla popolazione anziana del Comune di Parma, è stato inoltre istituito il numero verde I residenti nei Comuni di Colorno, Torrile e Mezzani possono far riferimento allo (AP di Colorno), quelli di Sorbolo allo (Croce Rossa). IL MESE MAGAZINE agosto 2011 [19]

20 Salute Riconosciute le buone pratiche nella ricerca sul campo Il Ministero della Salute premia l Azienda-Ospedaliera di Parma con un finanziamento di oltre 658mila euro DI FEDERICO MOGLIA Un significativo riconoscimento all attività di ricerca dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma è stato recentemente assegnato dal Ministero della Salute attraverso la Commissione Nazionale per la Ricerca Sanitaria che ha concesso finanziamenti per oltre 658mila euro per finalizzare due progetti di ricerca dedicati al morbo di Parkinson e alle innovazioni terapeutiche per la cura dei tumori, in particolare melanomi e alcuni tipi di sarcomi. Al progetto di ricerca finalizzata a verificare la capacità di rallentare la progressione del morbo di Parkinson in fase iniziale grazie all azione di una terapia farmacologica combinata (area clinico-assistenziale) e coordinato dal professor Stefano Calzetti, andranno oltre 127mila euro. Il progetto presentato da Domenica Mangieri per giovani ricercatori (area biomedica) finalizzato a fornire nuovi orizzonti terapeutici per contrastare la formazione di metastasi in pazienti affetti da tumore, ha ottenuto il finanziamento di 531mila euro. I progetti di ricerca riguardano l area clinico-assistenziale e biomedica Da segnalare che l analisi dei lavori partecipanti al bando ha coinvolto circa 800 scienziati valutatori dell NIH-CSR statunitense (National Institutes of Health- Center for Scientific Review) e due study session costituite da ricercatori italiani residenti da più di dieci anni all estero. Ogni progetto è stato valutato in modo anonimo da tre revisori che successivamente si sono incontrati e hanno concordato la valutazione finale. Un risultato significativo - spiega il direttore Generale del Maggiore Leonida Grisendi - che conferma la qualità della ricerca dell Azienda Ospedaliero-Universitaria e dei suoi professionisti. I finanziamenti riguardano progetti di ricerca sul morbo di Parkinson e sulla cura dei tumori e coinvolgono sia l area clinico-assistenziale, dove la ricerca è maggiormente orientata al miglioramento della diagnosi e delle cure, che l area biomedica, orientata alla scoperta di innovazioni terapeutiche, dando quindi un riconoscimento a 360 gradi all attività del Maggiore. il risultato è da ascrivere anche alle politiche regionali e aziendali di sviluppo della ricerca e al sistema organizzativo messo in atto dalla struttura di Ricerca e Innovazione dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, diretta da Caterina Caminiti, che sostiene e supporta i professionisti impegnati nella ricerca. stefano calzetti neurologo e docente Rallentare la progressione del morbo di Parkinson Il professor Stefano Calzetti è titolare dell insegnamento di semeiotica neurologica nel corso di laurea in Medicina e Chirurgia dell Università di Parma e responsabile del settore relativo al Morbo di Parkinson e altre malattie extrapiramidali presso il Dipartimento di Neuroscienze a Parma. I 127mila euro assegnati al suo progetto consentiranno di destinare una borsa di studio a due giovani neurologi per una sperimentazione che avrà la durata di due anni. In questo lasso di tempo verrà testata l associazione di due farmaci su di un considerevole campione di pazienti affetti dal morbo di Parkinson in fase iniziale, vale a dire non superiore ai 24 mesi. Se lo scopo primario è di rallentare la progressione della malattia, il secondo obiettivo è di poter agire anche sui sintomi. Domenica Mangieri biologa e ricercatrice Nuove strategie terapeutiche per contrastare le metastasi Domenica Mangieri è una giovane ricercatrice laureata in Scienze Biologiche che dal 2009 è titolare di un assegno di ricerca sul tema: Eziopatogenesi della fibrosi retroperitoneale idiopatica presso il Dipartimento di Clinica Medica, Nefrologia e Scienze della Prevenzione dell Università di Parma. Il fondo di 531mila euro verrà principalmente impiegato al reclutamento di ricercatori, alla sperimentazione e alla diffusione dei risultati, su di un progetto triennale di ricerca finalizzato ad individuare nuove strategie terapeutiche per contrastare la formazione di metastasi in pazienti affetti da patologie tumorali, in particolare melanomi e sarcomi, approfondendo le conoscenze sulla funzione premetastatica dei periciti, le cellule che rivestono e sostengono i vasi sanguigni. [20] agosto 2011 IL MESE MAGAZINE

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015

EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015 Comune di Forlì PRESENTANO EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015 NOTTE VERDE e dell'innovazione RESPONSABILE e SETTIMANA DEL BUON VIVERE a cura di Centro per l Innovazione e lo Sviluppo Economico AZIENDA SPECIALE

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA La Direttiva 2008/98/CE introduce una importante distinzione

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA Via Capoluogo, 21-27050 Menconico (PV) Tel. 0383574001 - Fax 0383574156 P. IVA/C.F. 01240140184 Prot. n. 797 Menconico, 15 luglio 2010 Spett.le - COMUNE DI VARZI

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RCT/RCO Parma, ottobre 2013 2 INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Ragione sociale Pedemontana Sociale - Azienda Territoriale per i Servizi alla

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE (L.R. n 89/98 art 2.2, D.R. n 77/2000 Parte 3 e L. 447/95) Il Dirigente GEOL. ROBERTO FERRARI Approvato con deliberazione del C.C. n. 14 del 13/02/2008 1 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli