P.I. Valutazione di Compatibilità Idraulica INTEGRAZIONE. Schede di fattibilità. Provincia di Verona. Elaborato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "P.I. Valutazione di Compatibilità Idraulica INTEGRAZIONE. Schede di fattibilità. Provincia di Verona. Elaborato"

Transcript

1 Comune di Rivoli Veronese Provincia di Verona P.I. Elaborato VCI INT Valutazione di Compatibilità Idraulica INTEGRAZIONE Schede di fattibilità GRUPPO DI LAVORO Progettisti Incaricati Ing. Mario Medici Arch. Nicola Grazioli Arch. Emanuela Volta Collaboratore: Geom. Fabiano Zanini Analisi Geologiche Dott.ssa Geol. Annapaola Gradizzi Analisi Agronomiche Dott.ssa Agr. Bruna Basso Per. Agr. Andrea Festa Analisi Naturalistiche sul sistema ecorelazionale Dott.ssa Biol. Paola Modena Dott.ssa Marianna Canteri Valutazione VINCA Studio Ing. Mario Medici Valutazione Compatibilità Idraulica Studio Ing. Mario Medici Comune di Rivoli Veronese Sindaco Mirco Campagnari Progettisti incaricati Ing. Mario Medici Arch. Nicola Grazioli Arch. Emanuela Volta Verona Via Mons. Giacomo Gentilin, 62 Maggio 2012

2 INDICE 1 PREMESSA RIFERIMENTI AL PATI APPROVATO SCHEDE DI FATTIBILITÀ... 6 Pagina 2 di 13

3 1 PREMESSA Nel Piano degli Interventi l Amministrazione Comunale ha ritenuto di inserire solo le nuove aree di trasformazione che fossero oggetto di specifiche richieste. In particolare sono state inserite nel PI soltanto le aree (sia produttive, che residenziali, che turisticoricettive) per le quali l amministrazione abbia ricevuto concrete proposte operative da parte dei privati. L Amministrazione Comunale ha provveduto pertanto a individuare le nuove carature urbanistiche sulla base di un dimensionamento che tenga conto della iniziative in corso, della congiuntura economica, della domanda insediativa emergente, della quantità di credito edilizio (residenziale e produttivo) disponibile. Tenuto conto che ai sensi dell art. 6 della LRV n 11/04 non sono ancora stati sottoscritti accordi pubblico/privato supportati da planimetrie di dettaglio relative al rilievo topografico, all uso del suolo, alla definizione di viabilità di progetto, allo schema distributivo dell edificato, e altri dettagli progettuali, l Amministrazione Comunale ha ritenuto di rimandare alla successiva fase del Piano Urbanistico Attuativo la definizione dei criteri progettuali. Gli Elaborati e Le Norme Tecniche Operative del Piano degli Interventi quindi definiscono i parametri stereometrici per le nuove aree inserite rispetto al PRG, rimandando alla fase attuativa del PUA la definizione delle scelte progettuali relative a ciascun ambito. Tenuto conto delle caratteristiche dello strumento di pianificazione urbanistica precedentemente descritte lo studio di compatibilità idraulica non dispone di informazioni sufficienti a definire la puntuale localizzazione delle misure compensative e la loro definizione progettuale e i dimensionamenti preliminari. Nel seguito vengono riportate alcune schede puntuali per ciascun intervento che integrano quelle già inserite nello studio di compatibilità idraulica. In particolare tali schede precisano gli interventi di compensazione compatibili con ciascun intervento, con riferimento agli interventi descritti al paragrafo 7 della Valutazione di Compatibilità Idraulica del Piano degli Interventi e ai dispositivi inseriti nelle schede di cui all ALLEGATO I della stessa Valutazione di Compatibilità Idraulica. Pagina 3 di 13

4 2 RIFERIMENTI AL PATI APPROVATO Di seguito si riporta la tabella degli ATO definiti in sede di PATI. estratto schema ambiti territoriali omogenei del PATI Pagina 4 di 13

5 Di seguito si riporta la legenda della Carta delle Fragilità del PATI. Legenda Tavola 3 del PATI Carta delle Fragilità Pagina 5 di 13

6 3 SCHEDE DI FATTIBILITÀ INTERVENTO 1 Località Castello ATO 2.5 Non sono stati sottoscritti accordi pubblico/privato ai sensi dell art. 6 della LRV n 11/04 l Amministrazione Comunale ha ritenuto di rimandare alla successiva fase del Piano Urbanistico Attuativo la definizione dei criteri progettuali. Pagina 6 di 13

7 INTERVENTO 2 Località Sabbioni ATO 2.2 Destinazione campeggio. Paragrafo 7: Bacini laminazione 7.1 Vasche laminazione 7.2, condotte sovradimensionate 7.3; Allegato I Scheda 2 bacini detenzione, 3 sistemi modulari geocellulari, scheda 4 superfici permeabili, 5 cisterne. Pagina 7 di 13

8 INTERVENTO 3 Località Zuane ATO 2.4 Destinazione residenziale. Paragrafo 7: Vasche laminazione 7.2, condotte sovradimensionate 7.3; Allegato I Scheda 3 sistemi modulari geocellulari, scheda 4 superfici permeabili, scheda 6 cisterne domestiche. Pagina 8 di 13

9 INTERVENTO 4 Località Osteria Vecchia ATO 2.9 Destinazione residenziale. Paragrafo 7: Vasche laminazione 7.2, condotte sovradimensionate 7.3; Allegato I Scheda 3 sistemi modulari geocellulari, scheda 4 superfici permeabili, scheda 6 cisterne domestiche Pagina 9 di 13

10 COMUNE DI RIVOLI VERONESE (VR) INTERVENTO 5 Località Valdoneghe ATO 2.6 Destinazione residenziale. Paragrafo 7: Bacini di laminazione 7.1, Vasche laminazione 7.2, condotte sovradimensionate 7.3; Allegato I: Scheda 2 bacini detenzione, Scheda 3 sistemi modulari geocellulari, scheda 4 superfici permeabili, scheda 6 cisterne domestiche Pagina 10 di 13

11 INTERVENTO 6 Località Porton ATO 2.2 Destinazione produttiva. Paragrafo 7: Vasche laminazione 7.2, condotte sovradimensionate 7.3; Allegato I: Scheda 3 sistemi modulari geocellulari, scheda 4 superfici permeabili, scheda 5 cisterne Pagina 11 di 13

12 INTERVENTO 7 Località Valdoneghe ATO 2.6 Destinazione produttiva. Paragrafo 7: Vasche laminazione 7.2, condotte sovradimensionate 7.3; Allegato I: Scheda 3 sistemi modulari geocellulari, scheda 4 superfici permeabili, scheda 5 cisterne Pagina 12 di 13

13 INTERVENTO 8 Località Terramatta ATO 2.8 Destinazione produttiva. Paragrafo 7: Vasche laminazione 7.2, condotte sovradimensionate 7.3; Allegato I: Scheda 3 sistemi modulari geocellulari, scheda 4 superfici permeabili, scheda 5 cisterne Pagina 13 di 13

P.I. Modelli documentazione. All. NTO 03. Provincia di Verona. Elaborato

P.I. Modelli documentazione. All. NTO 03. Provincia di Verona. Elaborato Comune di Rivoli Veronese Provincia di Verona P.I. Elaborato All. NTO 03 Modelli documentazione GRUPPO DI LAVORO Progettisti Incaricati Ing. Mario Medici Arch. Nicola Grazioli Arch. Emanuela Volta Collaboratore:

Dettagli

Piano degli Interventi Comune di Zimella -VR- Registro dei crediti edilizi

Piano degli Interventi Comune di Zimella -VR- Registro dei crediti edilizi Comune di ZIMELLA Provincia di Verona P.I. 2^ fase Elaborato N.T.O. Scala Registro dei Crediti Edilizi di cui all'art.17 comma 5 della LRV n 11/2004 GRUPPO DI LAVORO Ufficio Tecnico Comunale Geom. Claudio

Dettagli

Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18

Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18 Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18 Bando di raccolta delle proposte di Accordi Pubblico-Privato COMUNE DI CALDOGNO (VI) REDAZIONE DEL PIANO DEGLI INTERVENTI

Dettagli

COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE PROVINCIA DI PISTOIA

COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE PROVINCIA DI PISTOIA COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE PROVINCIA DI PISTOIA RELAZIONE IDRAULICA A SUPPORTO DEL P.A.4 NEL COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE CON INDICAZIONE SUL SISTEMA DI INVARIANZA IDRAULICA Il TECNICO INCARICATO Dott. Ing.

Dettagli

Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail.

Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail. Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail.com AL DIRIGENTE DEL SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI

Dettagli

Problematica Idraulica e piani urbanistici

Problematica Idraulica e piani urbanistici Associazione Nazionale Urbanisti e Pianificatori Territoriali e Ambientali con il patrocinio di Comune di Este Consorzio di Bonifica Adige Euganeo PREVENZIONE DEL RISCHIO IDRAULICO: UN COMPITO PER LA PIANIFICAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CASNIGO Provincia di Bergamo SETTORE 2 TECNICO

COMUNE DI CASNIGO Provincia di Bergamo SETTORE 2 TECNICO COMUNE DI CASNIGO Provincia di Bergamo SETTORE 2 TECNICO cap 24020 Via R. Ruggeri, 38 - tel. 035/ 74 02 59 - fax 035/74 00 69 - c.f. 81001030162 - p. I.V.A. 00793310160 e-mail: protocollo@comune.casnigo.bg.it

Dettagli

COMMISSARIO DELEGATO PER L EMERGENZA CONCERNENTE GLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI DEL 26 SETTEMBRE 2007

COMMISSARIO DELEGATO PER L EMERGENZA CONCERNENTE GLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI DEL 26 SETTEMBRE 2007 ORDINANZA N. 3 DEL 22.01.08 Oggetto: O.P.C.M. n. 3621 del 18.10.2007. Interventi urgenti di protezione civile diretti a fronteggiare i danni conseguenti agli eccezionali eventi meteorologici che hanno

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COPIA WEB Deliberazione N. 07 In data 13.01.2015 Prot. N. 866 OGGETTO: COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria

Dettagli

ILPRINCIPIO DELL INVARIANZA IDRAULICA NEI NUOVI INSEDIAMENTI: Implicazioni e spunti per la pianificazione di bacino

ILPRINCIPIO DELL INVARIANZA IDRAULICA NEI NUOVI INSEDIAMENTI: Implicazioni e spunti per la pianificazione di bacino ILPRINCIPIO DELL INVARIANZA IDRAULICA NEI NUOVI INSEDIAMENTI: Implicazioni e spunti per la pianificazione di bacino Autorità di bacino del fiume Tevere Centro di Ricerca CERI Previsione, Prevenzione e

Dettagli

Studio geologico del territorio comunale (L.R. n. 41 / 1997)

Studio geologico del territorio comunale (L.R. n. 41 / 1997) R e g i o n e L o m b a r d i a Provincia di Milano COMUNE DI NERVIANO Studio geologico del territorio comunale (L.R. n. 41 / 1997) Marzo 2003 PRESCRIZIONI GEOLOGICHE PER LE N.T.A. Studio Associato di

Dettagli

INDICE TITOLO PRIMO 5 DISPOSIZIONI GENERALI 5

INDICE TITOLO PRIMO 5 DISPOSIZIONI GENERALI 5 Albignasego, gennaio 2013 INDICE TITOLO PRIMO 5 DISPOSIZIONI GENERALI 5 Articolo 1 - Il Piano Regolatore Comunale richiamo alla legislazione vigente 5 Articolo 2 Valori e contenuti strategici dell assetto

Dettagli

Piano delle Regole. Norme Tecniche di Attuazione. Allegato A. Ambiti di completamento a SLP definita

Piano delle Regole. Norme Tecniche di Attuazione. Allegato A. Ambiti di completamento a SLP definita Comune di Serle Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio Piano delle Regole Norme Tecniche di Attuazione Allegato A Ambiti di completamento a SLP definita Approvato con delibera C.C. n.15 del

Dettagli

CRITERI per l applicazione della perequazione, del credito edilizio e della compensazione urbanistica

CRITERI per l applicazione della perequazione, del credito edilizio e della compensazione urbanistica COMUNE DI THIENE UFFICIO URBANISTICA CRITERI per l applicazione della perequazione, del credito edilizio e della compensazione urbanistica 1 Premessa Il presente documento detta i criteri di valutazione

Dettagli

Provincia di Bergamo Via Gavazzeni, 1 24020 Ranica - 035/479015 Fax 035/511214 e-mail: tecnico@comune.ranica.bg.it

Provincia di Bergamo Via Gavazzeni, 1 24020 Ranica - 035/479015 Fax 035/511214 e-mail: tecnico@comune.ranica.bg.it Comune di Ranica Provincia di Bergamo Via Gavazzeni, 1 24020 Ranica - 035/479015 Fax 035/511214 e-mail: tecnico@comune.ranica.bg.it Settore Gestione Territorio e sue Risorse VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del IL SINDACO Proposta N. 10 del 31/01/2014 SERVIZIO --Pianificazione Urbanistica Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian

Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian ARTICOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian dell Asso, nel comune di Montalcino, delimitata a nord e ad est da aree

Dettagli

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa 3 SETTORE Ufficio Urbanistica RELAZIONE TECNICA-URBANISTICA ISTRUTTORIA PRATICA EDILIZIA: n 04/2010 Intestatario:Taliani Luigi ed altri Oggetto Intervento: Lottizzazione

Dettagli

PIANO DEGLI INTERVENTI. Valutazione di Compatibilita' Idraulica

PIANO DEGLI INTERVENTI. Valutazione di Compatibilita' Idraulica PROVINCIA DI PADOVA P.I.n.3 Elaborato 12 Scala PIANO DEGLI INTERVENTI Valutazione di Compatibilita' Idraulica tav. 1.1.1 Sindaco: Mirco Gastaldon Ufficio di Piano: Nicoletta Paiaro Valentina Giacon Roberta

Dettagli

CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE

CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Adozione Piano di Lottizzazione della zona F4B2 PRUSST Via Ciccotti ed approvazione progetto preliminare strada di collegamento tra

Dettagli

COMUNE DI PIOMBINO DESE Provincia di Padova Area Urbanistica - Edilizia Privata

COMUNE DI PIOMBINO DESE Provincia di Padova Area Urbanistica - Edilizia Privata COMUNE DI PIOMBINO DESE Provincia di Padova Area Urbanistica - Edilizia Privata SERVIZIO URBANISTICA (FAQ: Frequently Asked Questions) Come si ottiene il rilascio di un certificato di destinazione urbanistica

Dettagli

Provincia di Pavia. ai sensi della L.R. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i. Allegato PR.03. Sindaco. Progettisti Incaricati. Collaboratori tecnici

Provincia di Pavia. ai sensi della L.R. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i. Allegato PR.03. Sindaco. Progettisti Incaricati. Collaboratori tecnici Provincia di Pavia ai sensi della L.R. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i. Progettisti Incaricati dott. ing. Fabrizio Sisti via C. Battisti, 46-27049 Stradella (PV) dott. arch. Giuseppe Dondi via San Pietro,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Delibera N. 48 del 06 Giugno 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Delibera N. 48 del 06 Giugno 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera N. 48 del 06 Giugno 2014 OGGETTO: PIANO DI RECUPERO AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 7 MAGGIO 1985 N. 57 FINALIZZATO ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO

Dettagli

VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL DOCUMENTO DI PIANO (PARERE MOTIVATO)

VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL DOCUMENTO DI PIANO (PARERE MOTIVATO) Prot. n. 5915 Imbersago, 4 ottobre 2012 Cat. 6 Classe 1 Fasc. 1 VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL DOCUMENTO DI PIANO (PARERE MOTIVATO) l autorità competente per la VAS d intesa con l autorità procedente

Dettagli

Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC

Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Applicazione dell art. 14.1 del Testo Coordinato delle Norme di PSC-POC-RUE RAPPORTO PRELIMINARE (ART. 12 D.LGS. N. 152/2006

Dettagli

Valli Savena-Idice PROVINCIA DI BOLOGNA S UAP ASSOCIA TO

Valli Savena-Idice PROVINCIA DI BOLOGNA S UAP ASSOCIA TO U n i o n e M o n t a n a Valli Savena-Idice PROVINCIA DI BOLOGNA S UAP ASSOCIA TO C o m u n i d i L o i a n o, M o n g h i d o r o, M o n t e r e n z i o, P i a n o r o CONFERENZA DEI SERVIZI APPROVAZIONE

Dettagli

P.U.A. n 3 Via Leopardi

P.U.A. n 3 Via Leopardi P.U.A. n 3 Via Leopardi REGIONE VENETO provincia di Padova comune di Galliera Veneta Relazione idraulica Il committente Comune di Galliera Veneta Via Roma 174 Il progettista Arch. Sara Favotto STUDIO NOVE

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE COMUNE DI ANCONA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE del 31/03/2011 N. 741 SERVIZIO GESTIONE EDILIZIA E CONDONO Oggetto : Atto non comportante impegno di spesa. ASSIMILAZIONE USI AI SENSI ART. 7 NTA DEL PRG:

Dettagli

Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA

Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA Committente: Ferrari Vittorio e Rebellato Maria Bertilla Via

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O P I A Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: ADOZIONE AI SENSI DELL ART. 20 DELLA L.R. 11/2004 DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO RESIDENZIALE DENOMINATO BORGO SAN FRANCESCO. DITTA: EDIL

Dettagli

UTOE 5_Latignano. IR_g3 IR_g4(a) IR_g4(b) IR_g1 IR_g5. IR_g2. IR_g7. IR_g6 SCHEDE GUIDA

UTOE 5_Latignano. IR_g3 IR_g4(a) IR_g4(b) IR_g1 IR_g5. IR_g2. IR_g7. IR_g6 SCHEDE GUIDA UTOE 5_Latignano IR_g2 IR_g3 IR_g4(a) IR_g4(b) IR_g1 IR_g5 IR_g6 IR_g7 SCHEDE GUIDA COMUNE DI CASCINA - REDAZIONE DI SCHEDE NORMA E SCHEDE GUIDA PER LE AREE DI RECUPERO (IR) DELL'UTOE 4 - Cascina

Dettagli

Comune di San Zeno di Montagna

Comune di San Zeno di Montagna Comune di San Zeno di Montagna Provincia di Verona - Ufficio Tecnico Comunale - Sede : Contrada Ca Montagna, 11-37010 San Zeno di Montagna (VR) Partita I.V.A.- C.F. : 00414190231 - Tel. 045/728.59.55-728.50.17

Dettagli

Capitolo 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI

Capitolo 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 9 Il Piano per l assetto idrogeologico ha lo scopo di assicurare, attraverso vincoli, direttive e la programmazione di opere strutturali, la difesa del suolo - in coerenza con le finalità generali indicate

Dettagli

Comune di Spinea. Accordo di Pianificazione. Tempo Libero srl Aspen srl Pasqualetto Mario. ai sensi art 6 L.R. 11/2004

Comune di Spinea. Accordo di Pianificazione. Tempo Libero srl Aspen srl Pasqualetto Mario. ai sensi art 6 L.R. 11/2004 Comune di Spinea Venezia Tempo Libero srl Aspen srl Pasqualetto Mario Accordo di Pianificazione ai sensi art 6 L.R. 11/2004 Relazione Variante al Piano degli Interventi Aprile 2013 1 Aggiornamento Novembre

Dettagli

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO DIREZIONE URBANISTICA SERVIZIO Edilizia Privata, DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO Deliberazione Consiglio Comunale n. 13/2014 SCHEDA INFORMATIVA Aprile 2014 In data 25 marzo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI INTEGRATI DI INTERVENTO (P.I.I.): MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA CONCERTAZIONE IL SINDACO

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI INTEGRATI DI INTERVENTO (P.I.I.): MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA CONCERTAZIONE IL SINDACO AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI INTEGRATI DI INTERVENTO (P.I.I.): MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA CONCERTAZIONE IL SINDACO Allegato B Visto il Piano Regolatore Generale, approvato con

Dettagli

Le linee guida per la garanzia dell invarianza idraulica degli interventi urbanistici

Le linee guida per la garanzia dell invarianza idraulica degli interventi urbanistici Regione Toscana Autorità di Bacino del Reno Convegno Gestione, trattamento e riutilizzo delle acque meteoriche in ambito urbano Bentivoglio, 7 Marzo 2014 Le linee guida per la garanzia dell invarianza

Dettagli

Società MATTIA INVESTIMENTI IMMOBILIARI SRL via G. Fabbri n. 7 44121 Ferrara P.I. 01864530389

Società MATTIA INVESTIMENTI IMMOBILIARI SRL via G. Fabbri n. 7 44121 Ferrara P.I. 01864530389 Società MATTIA INVESTIMENTI IMMOBILIARI SRL via G. Fabbri n. 7 44121 Ferrara P.I. 01864530389 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI COMACCIHO PIAZZA FOLE GATTI N. 15 44022 COMACCHIO (FE) CONTENUTO: "PROPOSTE

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE C O M U N E D I E M P O L I SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE S E R V I Z I O U R B A N I S T I C A SETTORE AMBIENTE, SICUREZZA E ATTIVITA PRODUTTIVE S E R V I Z I O A M B I E N T E, S I C U R E Z Z

Dettagli

Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D. Piani di Recupero in Ambito N

Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D. Piani di Recupero in Ambito N Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi Piano di Governo del Territorio Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D Piani di Recupero in Ambito N Approvato con delibera C.C. n.59

Dettagli

BNP Paribas Real Estate Investment Management Italy

BNP Paribas Real Estate Investment Management Italy BNP Paribas Real Estate Investment Management Italy Comune di Camposampiero (PD) IL PARCO DI CAMPOSAMPIERO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE Sintesi non Tecnica 2 Studio di Impatto Ambientale Il Parco di Camposampiero

Dettagli

SCHEDA DI VERIFICA E VALUTAZIONE DELL AMBITO DI POSSIBILE TRASFORMAZIONE: AR 15

SCHEDA DI VERIFICA E VALUTAZIONE DELL AMBITO DI POSSIBILE TRASFORMAZIONE: AR 15 SCHEDA DI VERIFICA E VALUTAZIONE DELL AMBITO DI POSSIBILE TRASFORMAZIONE: AR 15 VERIFICA DI COERENZA ESTERNA: Compatibilità dell intervento con le previsioni del PTCP VERIFICA DELLA VINCOLISTICA E DEGLI

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE FOGNARIA NELL AMBITO DI INTERVENTI DI ESPANSIONE URBANISTICA

OPERE DI URBANIZZAZIONE FOGNARIA NELL AMBITO DI INTERVENTI DI ESPANSIONE URBANISTICA Comune di Faenza Sportello Unico per le Attività produttive 7 Incontro Tecnico - 23 Giugno 2005 OPERE DI URBANIZZAZIONE FOGNARIA NELL AMBITO DI INTERVENTI DI ESPANSIONE URBANISTICA ing. Michele Lotito

Dettagli

REGOLAMENTO URBANISTICO

REGOLAMENTO URBANISTICO Provincia di Arezzo COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA REGOLAMENTO URBANISTICO SCHEDE DI FATTIBILITA' (Zona industriale Farniole) Gennaio 2014 Sindaco - Ass. all'urbanistica: Franco Parigi Resp. del Procedimento:

Dettagli

DCC n. del 16.07.2014. Oggetto: Piano Regolatore Comunale Adozione Variante parziale n. 19..

DCC n. del 16.07.2014. Oggetto: Piano Regolatore Comunale Adozione Variante parziale n. 19.. DCC n. del 16.07.2014. Oggetto: Piano Regolatore Comunale Adozione Variante parziale n. 19.. Il Sindaco, prima di iniziare la discussione relativa alla Variante Parziale n.19 dà lettura del comma 2 dell'art.

Dettagli

Indirizzi normativi per l invarianza idraulica degli insediamenti esistenti e futuri

Indirizzi normativi per l invarianza idraulica degli insediamenti esistenti e futuri Giornata di studio Gestione Sostenibile delle Acque Meteoriche Urbane Indirizzi normativi per l invarianza idraulica degli insediamenti esistenti e futuri Dario Fossati, Raffaele Occhi, Roberta Cotignola,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 5

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 5 O R I G I N A L E VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 5 SESSIONE ORDINARIA - SEDUTA PUBBLICA 1^ CONVOCAZIONE Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Lobascio Giuseppe IL SEGRETARIO

Dettagli

INDICE TITOLO PRIMO 5 DISPOSIZIONI GENERALI 5

INDICE TITOLO PRIMO 5 DISPOSIZIONI GENERALI 5 Saccolongo, luglio 2011 INDICE TITOLO PRIMO 5 DISPOSIZIONI GENERALI 5 Articolo 1 - Il Piano Regolatore Comunale richiamo alla legislazione vigente 5 Articolo 2 - Obiettivi generali, processo pianificatorio

Dettagli

All. 2: Osservazioni pervenute a seguito dell Adozione della Variante Urbanistica

All. 2: Osservazioni pervenute a seguito dell Adozione della Variante Urbanistica COMUNE DI SCANSANO Prov. di Grosseto IL SINDACO Avv. Sabrina Cavezzini IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 4 SERVIZI PER IL TERRITORIO Arch. Daniela Giura Comune di Scansano Variante

Dettagli

Roma, 15 novembre 99. Direzione Generale del Commercio Delle Assicurazioni e dei Servizi LORO SEDI. Prot. n. 530971 All.: n. 1

Roma, 15 novembre 99. Direzione Generale del Commercio Delle Assicurazioni e dei Servizi LORO SEDI. Prot. n. 530971 All.: n. 1 Roma, 15 novembre 99 Direzione Generale del Commercio Delle Assicurazioni e dei Servizi Div. II Agli UU.PPI.CA LORO SEDI Prot. n. 530971 All.: n. 1 E, p.c. UNIONCAMERE P.zza Sallustio, 21 00187 R O M A

Dettagli

PREMESSE. Allegato sub A)

PREMESSE. Allegato sub A) Allegato sub A) SITI RETE NATURA 2000. DIRETTIVE PER L'APPLICAZIONE DELL'ALLEGTO A) ALLA DGR N. 3173/2006 GUIDA METODOLOGICA PER LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA AI SENSI DELLA DIRETTIVA 92/43/CEE. PREMESSE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA. Premessa

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA. Premessa Premessa Il Piano Esecutivo Convenzionato che riguarda l area a tal fine assoggettata dal vigente Piano Regolatore Generale della Città di Biella in via Fratelli Rosselli è stato elaborato ai sensi e per

Dettagli

La valutazione nella pianificazione

La valutazione nella pianificazione Corso di «Processi di pianificazione e processi di valutazione» a.a. 2014/15 La valutazione nella pianificazione Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it arch. Pietro

Dettagli

Geol. Alberto Cò. Spett. le Comune di Grezzana c.a. Arch. Laura Orso. Verona 29 Gennaio 1970 Via del Bersagliere, 5 37123 Verona

Geol. Alberto Cò. Spett. le Comune di Grezzana c.a. Arch. Laura Orso. Verona 29 Gennaio 1970 Via del Bersagliere, 5 37123 Verona dott. geol. Alberto Cò Ordine Regionale Geologi n 599 alberto.co@unitechprogetti.com 347/188.74.45 Spett. le Comune di Grezzana c.a. Arch. Laura Orso Gent.ma Arch. Orso, Le invio, come richiesto un sintetico

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI TORRI DEL BENACO Provincia di Verona Viale F.lli Lavanda, 3 - Cap. 37010 0456205888 - fax 0456205800 P.IVA 00661030239 sito internet: www.comune.torridelbenaco.vr.it e-mail: comune@torridelbenaco.vr.it

Dettagli

PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA (P.A.S.)

PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA (P.A.S.) Comune di Cavaion Veronese Provincia di Verona Ufficio Tecnico Edilizia Privata Piazza G.Fracastoro, 8 37010 Cavaion Veronese w ww.comunec a va i on.it - edili zi aprivata@c omun ecav aion.it e dilizi

Dettagli

C.U.P. COMITATO UNITARIO PERMANENTE

C.U.P. COMITATO UNITARIO PERMANENTE Prot. Modena, ALL ILL.MO SINDACO DEL COMUNE DI MARANELLO (MO) Oggetto: Osservazioni al PSC-RUE 2007, adottato con delibera di Consiglio Comunale n 51 del 31.07.2007. Il CUP (Comitato Unitario delle professioni

Dettagli

RELAZIONE INTEGRATIVA

RELAZIONE INTEGRATIVA COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) INDAGINE GEOLOGICO TECNICA DI SUPPORTO ALLA VARIANTE DEL PORTO TURISTICO DI TALAMONE (D.P.G.R.T. N 26/R/2007) RELAZIONE INTEGRATIVA Consulenti: Dr. Geol. STEFANO

Dettagli

PROVINCIA DI COMO SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA - ONLUS

PROVINCIA DI COMO SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA - ONLUS PROVINCIA DI COMO SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA - ONLUS BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A COMUNI PER INTERVENTI FINALIZZATI ALLA RIDUZIONE DEL RISCHIO

Dettagli

COMUNE DI CASALSERUGO

COMUNE DI CASALSERUGO Elaborato1.2 COMUNE DI CASALSERUGO Documento del sindaco Piano Regolatore Comunale LR 11/2004 Piano degli Interventi n. 02 PI 2013 Gruppo di lavoro PROGETTISTI Urbanista Raffaele Gerometta CONTRIBUTI SPECIALISTICI

Dettagli

PRG COMUNE DI SAN BONIFACIO TAVOLA 2 NORME TECNICHE PROVINCIA DI VERONA

PRG COMUNE DI SAN BONIFACIO TAVOLA 2 NORME TECNICHE PROVINCIA DI VERONA PROVINCIA DI VERONA PRG COMUNE DI SAN BONIFACIO VARIANTE PARZIALE N. 68 ALLA SECONDA VARIANTE GENERALE AL P.R.G. PER L ADEGUAMENTO ALLA L.R. N. 50 DEL 28.12.2012 DELLA ZONA A DI CENTRO STORICO E INDIVIDUAZIONE

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE I Consiglieri presenti sono 15. L Assessore all Urbanistica Francesco Pellegrini propone ed illustra l adozione della seguente deliberazione, posta all od.g. con il n. 4). Viene chiesto di anticiparlo

Dettagli

C O M U N E D I D E R U T A

C O M U N E D I D E R U T A C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA OGGETTO: Piano Attuativo di iniziativa privata in Variante al PRG Parte Operativa, sensi e per gli effetti della L.R. 11/2005, riguardante l ambito urbano

Dettagli

PIANO STRALCIO PER L ASSETTO IDROGEOLOGICO

PIANO STRALCIO PER L ASSETTO IDROGEOLOGICO Autorità di Bacino Regionale della Campania Centrale Delibera di Comitato Istituzionale n. 1 del 23 febbraio 2015 PIANO STRALCIO PER L ASSETTO IDROGEOLOGICO G R U P P O D I P R O G E T T O R.U.P. arch.

Dettagli

Rel. 04 VAL C.I. VALUTAZIONE DI COMPATIBILITA IDRAULICA Dgr n. 2948 del 6 ottobre 2009

Rel. 04 VAL C.I. VALUTAZIONE DI COMPATIBILITA IDRAULICA Dgr n. 2948 del 6 ottobre 2009 Comune di PESCHIERA DEL GARDA Provincia di Verona II VARIANTE P.I. 2014 Elaborato Rel. 04 VAL C.I. VALUTAZIONE DI COMPATIBILITA IDRAULICA Dgr n. 2948 del 6 ottobre 2009 II VARIANTE PARZIALE 2014 Approvata

Dettagli

CRITERI PER LA REDAZIONE DI UN PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE

CRITERI PER LA REDAZIONE DI UN PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE Provincia di Venezia Settore Politiche Ambientali CRITERI PER LA REDAZIONE DI UN PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE Con la collaborazione di ARPAV Dipartimento

Dettagli

Studio di Geologia Applicata - Dott. Geol. Pier Luigi Amadori

Studio di Geologia Applicata - Dott. Geol. Pier Luigi Amadori Studio di Geologia Applicata - Dott. Geol. Pier Luigi Amadori Viale della Repubblica, 4-47014 Meldola (FC) Tel-Fax. 0543/49 03 36 - C. F. MDR PLG 44L06 A 565 O - P. IVA 00627450406 PREMESSA La presente

Dettagli

Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC

Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Applicazione dell art. 14.1 del Testo Coordinato delle Norme di PSC-POC-RUE RAPPORTO PRELIMINARE (ART.

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

COMUNE DI MONTEFORTE D'ALPONE PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI MONTEFORTE D'ALPONE PROVINCIA DI VERONA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI MONTEFORTE D'ALPONE PROVINCIA DI VERONA C O P I A Affissa all'albo Pretorio il 02/02/2015 PIANO DEGLI INTERVENTI (P.I.) - ACCORDO PUBBLICO-PRIVATO EX ART.

Dettagli

file:///c:/users/utente/appdata/local/temp/iride/irideweb_106188.xml

file:///c:/users/utente/appdata/local/temp/iride/irideweb_106188.xml file:///c:/users/utente/appdata/local/temp/iride/irideweb_106188.xml Pagina 1 di 2 25/04/2015 - - RegioneToscana

Dettagli

COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia

COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia COPIA COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO ( ASSUNTA CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE) N. 1 17/01/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE DEFINITIVA PIANO DEL

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Estratto degli articoli oggetto di modifica

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Estratto degli articoli oggetto di modifica PIANO OPERATIVO COMUNALE Adottato con Delibera di C.C. N. 22 del 15 marzo 2011 Approvato con Delibera di C.C. N. 78 del 27 settembre 2012 COMUNE DI BERTINORO PROVINCIA DI FORLI -CESENA NORME TECNICHE DI

Dettagli

CHIEDE L AUTORIZZAZIONE ALL ALLACCIO E SCARICO DEI REFLUI

CHIEDE L AUTORIZZAZIONE ALL ALLACCIO E SCARICO DEI REFLUI Marca da bollo 14,62 COMUNE DI MODELLO DA UTILIZZARE SOLO PER LA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALL ALLACCIO E SCARICO ALLA PUBBLICA FOGNATURA DI P.L., P.A., Piani di Recupero, P.I.I. OGGETTO: Richiesta di

Dettagli

COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI

COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI il presente verbale viene letto e sottoscritto come segue: IL SINDACO IL SEGRETARIO GENERALE f.to Avv. Simone Petrangeli f.to dott.ssa Rosa Iovinella COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

LE LINEE GUIDA PROVINCIALI

LE LINEE GUIDA PROVINCIALI LE LINEE GUIDA PROVINCIALI 2) INDICAZIONI PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEI MODULI ELABORATO PROGETTUALE (Mod.( A) predisposto dal produttore delle terre e rocce da scavo va presentato all autorità competente

Dettagli

IL SOTTOSCRITTO. Iscritto all albo della. Legale rappresentante della società Studio: Comune di C.A.P. Provincia

IL SOTTOSCRITTO. Iscritto all albo della. Legale rappresentante della società Studio: Comune di C.A.P. Provincia Spazio per la vidimazione da parte del SUAP ALLEGATO A-24 Dichiarazione di conformità dell impianto alle vigenti norme CONFORMITA ALLE RME IN MATERIA DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI N SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Progetto Definitivo Rev. Novembre 2013

Progetto Definitivo Rev. Novembre 2013 Accordo di Programma tra Ministero della Tutela del Territorio e del Mare e Regione Lombardia per la mitigazione del rischio idrogeologico Convenzione per la progettazione e realizzazione dell intervento

Dettagli

COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI PER ATTIVITA EDILIZIA LIBERA (art.6 comma 2 del D.P.R. n.380/2001 così come modificato dalla Legge n.

COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI PER ATTIVITA EDILIZIA LIBERA (art.6 comma 2 del D.P.R. n.380/2001 così come modificato dalla Legge n. Comune di Oliva Gessi Provincia di Pavia Spazio riservato per il protocollo Servizio Territorio ed Ambiente Ufficio Edilizia Privata COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI PER ATTIVITA EDILIZIA LIBERA (art.6 comma

Dettagli

Sub ambito di Trasformazione 02 SN1

Sub ambito di Trasformazione 02 SN1 Var. 24 Var. 58 Var.168 D.D. 53 Scheda norma D/1 Ex scalo merci V.le Fratti (Tav. P.R.G.23) Sub ambito di Trasformazione 02 SN1 PARTE I STATO DI FATTO 1. DESCRIZIONI DELLE CONDIZIONI ATTUALI DELL AREA

Dettagli

P r o v i n c i a d i C r e m o n a

P r o v i n c i a d i C r e m o n a COMUNE DI TICENGO P r o v i n c i a d i C r e m o n a ZIONE N.37 Adunanza del 29-09-2010 Codice ente: 10807 7 Ticengo Originale VERBALE DI ZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Straordinaria di prima convocazione

Dettagli

Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P.

Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 021 del Consiglio comunale OGGETTO:

Dettagli

VARIANTE DI DETTAGLIO E NORMATIVA RELATIVA ALLA ZONA 2 PIAN DI CIABATTA

VARIANTE DI DETTAGLIO E NORMATIVA RELATIVA ALLA ZONA 2 PIAN DI CIABATTA Allegato B alla deliberazione C.C. n. 13 del 16.03.2011 COMUNE DI SAN MARCELLO PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA 4 ^ AREA - SERVIZI ALLO SVILUPPO e al TERRITORIO Prot. n 2851. - San Marcello Pistoiese, 8

Dettagli

COMUNE DI MARCON PROVINCIA DI VENEZIA

COMUNE DI MARCON PROVINCIA DI VENEZIA COMUNE DI MARCON PROVINCIA DI VENEZIA AREA: USO ASSETTO TERRIT. UFFICIO: URBANISTICA Soggetta a ratifica Immediatamente eseguibile PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO DEL 05-08-14 N.75 O G G E T T O APPROVAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CARTIGLIANO Provincia di Vicenza ------- NON SOGGETTA A CONTROLLO SOGGETTA A CONTROLLO DI IMMEDIATA ESEGUIBILITA

COMUNE DI CARTIGLIANO Provincia di Vicenza ------- NON SOGGETTA A CONTROLLO SOGGETTA A CONTROLLO DI IMMEDIATA ESEGUIBILITA N.7 reg COPIA COMUNE DI CARTIGLIANO Provincia di Vicenza ------- NON SOGGETTA A CONTROLLO SOGGETTA A CONTROLLO DI IMMEDIATA ESEGUIBILITA Oggetto: VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Seduta

Dettagli

ACCORDO. (ex art. 6 della L.R. n. 11/2004) tra IL COMUNE DI CASALEONE

ACCORDO. (ex art. 6 della L.R. n. 11/2004) tra IL COMUNE DI CASALEONE ACCORDO (ex art. 6 della L.R. n. 11/2004) tra IL COMUNE DI CASALEONE e AMBROSI NERINO, AMBROSI FABIO, AMBROSI ROBERTO I sottoscritti AMBROSI NERINO nato a Casaleone il 05.02.1965, residente in Casaleone

Dettagli

Visti il D.Lgs. 4/2008 e il D.Lgs. 128/2010 recanti modifiche ed integrazioni al D.lgs. 152/2006, di seguito denominato D.Lgs. 152/06 e ss.mm.ii.

Visti il D.Lgs. 4/2008 e il D.Lgs. 128/2010 recanti modifiche ed integrazioni al D.lgs. 152/2006, di seguito denominato D.Lgs. 152/06 e ss.mm.ii. Anno Prop. : 2014 Num. Prop. : 1979 Determinazione n. 1788 del 07/10/2014 OGGETTO: COMUNE DI GABICCE MARE - PROVVEDIMENTO FINALE DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA' A VAS - ART. 12 D.LGS. 152/2006 S.M.I.

Dettagli

Il/La sottoscritto/a, in qualità di progettista

Il/La sottoscritto/a, in qualità di progettista Foglio n 1 di 9 CHECK LIST DI ASSEVERAZIONE DEI CONTENUTI DEL PROGETTO ESECUTIVO Il/La sottoscritto/a, in qualità di progettista delle opere fognarie comprese nel Piano Urbanistico denominato. in Comune

Dettagli

1 Premessa. 1.1 Incarico. 1.2 Oggetto della variante

1 Premessa. 1.1 Incarico. 1.2 Oggetto della variante 1 Premessa 1.1 Incarico Con Deliberazione della Giunta Comunale del Comune di San Vito di Leguzzano N. Reg. 75 del 30/07/2012 si è deliberato di avviare la procedura per una variante al Piano Particolareggiato

Dettagli

QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE.

QUERCE IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. Oggetto: VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE "DUE QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: - con delibera della Giunta Comunale

Dettagli

Norme del Documento di Piano

Norme del Documento di Piano Norme del Documento di Piano SOMMARIO: ART. 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 3 ART. 2. CONTENUTO DEL DOCUMENTO DI PIANO... 4 ART. 3. RINVIO AD ALTRE DISPOSIZIONI DIFFORMITÀ E CONTRASTI TRA DISPOSIZIONI, DEROGHE...

Dettagli

COMUNE DI OPPEANO. Provincia di Verona Settore edilizia privata/urbanistica DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA D.I.A.

COMUNE DI OPPEANO. Provincia di Verona Settore edilizia privata/urbanistica DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA D.I.A. COMUNE DI OPPEANO Provincia di Verona Settore edilizia privata/urbanistica Al Responsabile UTC Ed. Priv./Urbanistica del Comune di Oppeano (VR) P.zza G. Altichieri, n. 1 37050 OPPEANO (VR) DENUNCIA DI

Dettagli

Gruppo di lavoro. PROGETTISTI Urbanista Raffaele Gerometta

Gruppo di lavoro. PROGETTISTI Urbanista Raffaele Gerometta Gruppo di lavoro PROGETTISTI Urbanista Raffaele Gerometta CONTRIBUTI SPECIALISTICI Ingegnere Paolo Tosetto Ingegnere Lino Pollastri Urbanista Giuseppe Segno GRUPPO DI VALUTAZIONE Ingegnere Elettra Lowenthal

Dettagli

02 20.07.2015 Pag. 0 / 9

02 20.07.2015 Pag. 0 / 9 02 20.07.2015 Pag. 0 / 9 INDICE OGGETTO... 2 UBICAZIONE GEOGRAFICA... 2 AMBITO DI INTERVENTO... 2 Perimetro del Piano di Recupero... 2 DATI DEL PIANO... 2 Zonizzazione... 2 Verifica degli standards...

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA. Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05

DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA. Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05 DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05 PROPOSTA DI DELIBERAZIONE - OGGETTO - ESTENSIONE DELL AMBITO DI

Dettagli

d09 P.I. Norme Tecniche Operative COMUNE DI TORREBELVICINO Provincia di Vicenza Anno 2012 Elaborato

d09 P.I. Norme Tecniche Operative COMUNE DI TORREBELVICINO Provincia di Vicenza Anno 2012 Elaborato COMUNE DI TORREBELVICINO Provincia di Vicenza Anno 2012 P.I. Elaborato d09 01 Norme Tecniche Operative Adozione: Del. C.C. n. 33 del 02.08.2012 Deduzione alle osservazioni ed Approvazione: Del. C.C. n.

Dettagli

PIANO DI ATTUAZIONE DI INIZIATIVA PRIVATA PER LA TRASFORMAZIONE DA ATTIVITA' PRODUTTIVE AD ATTIVITA' COMMERCIALI - AREA SICEM - PROGETTO DI VARIANTE

PIANO DI ATTUAZIONE DI INIZIATIVA PRIVATA PER LA TRASFORMAZIONE DA ATTIVITA' PRODUTTIVE AD ATTIVITA' COMMERCIALI - AREA SICEM - PROGETTO DI VARIANTE PIANO DI ATTUAZIONE DI INIZIATIVA PRIVATA PER LA TRASFORMAZIONE DA ATTIVITA' PRODUTTIVE AD ATTIVITA' COMMERCIALI - AREA SICEM - PROGETTO DI VARIANTE RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Oggetto di tale relazione

Dettagli

P.I. Prontuario per la qualità architettonica e la mitigazione ambientale. Provincia di Verona. Elaborato

P.I. Prontuario per la qualità architettonica e la mitigazione ambientale. Provincia di Verona. Elaborato Comune di Rivoli Veronese Provincia di Verona P.I. Elaborato Prontuario per la qualità architettonica e la mitigazione ambientale GRUPPO DI LAVORO Progettisti Incaricati Ing. Mario Medici Arch. Nicola

Dettagli

Invarianza idraulica degli insediamenti esistenti e futuri Reticolo idrico minore

Invarianza idraulica degli insediamenti esistenti e futuri Reticolo idrico minore Invarianza idraulica degli insediamenti esistenti e futuri Reticolo idrico minore Dario Fossati UO Difesa del suolo ACQUA E SVILUPPO SOSTENIBILE - 20 MARZO 2015 I problemi delle aree urbanizzate (ridotta

Dettagli

AMBITO DI TRASFORMAZIONE

AMBITO DI TRASFORMAZIONE AMBITO DI TRASFORMAZIONE PET1 Localizzazione : Cibrone - via XXV Aprile INQUADRAMENTO TERRITORIALE L ambito è localizzato nella zona nord-est del territorio comunale, tra la via XXV Aprile e la SS. 36.

Dettagli