ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013."

Transcript

1 ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani. L impegno programmatico per l Istruzione pubblica e i servizi scolastici, partendo da questo assunto, è quello di consolidare il piano della collaborazione tra scuola ed ente comunale, muovendo dal principio che gli interventi di questo settore rappresentano investimenti per il futuro della nostra comunità, riguardando i cittadini di domani, la loro crescita culturale e civile. All Ufficio Pubblica Istruzione sono demandati i compiti di organizzare e gestire servizi quali la mensa scolastica e il trasporto e di assicurare il diritto allo studio tramite l erogazione di fondi alla scuola. Nello specifico tali interventi comprendono: l erogazione gratuita dei libri di testo agli alunni della scuola primaria; il trasporto scolastico degli alunni delle scuole presenti sul territorio; il servizio mensa per gli alunni della scuola dell infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di 1 grado; la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolastici e degli arredi; il riscaldamento e le spese normali di gestione e di custodia degli edifici; l assistenza socio-psico-pedagogica agli studenti portatori di handicap psico-fisici; l assistenza economica a favore delle famiglie a basso reddito; il finanziamento di un progetto di prevenzione del disagio giovanile e alla dispersione scolastica, attraverso uno sportello psicopedagogico a disposizione di docenti, alunni e genitori; la gestione dell erogazione della dote scuola e della dote merito della Regione Lombardia a favore degli studenti in possesso dei requisiti richiesti. A tal fine l Amministrazione Comunale si impegna a proseguire nello spirito di collaborazione, i positivi rapporti con le Istituzioni scolastiche presenti sul territorio facendosi promotrice di incontri con i vari ordini di scuola al fine di: programmare congiuntamente, verificare l andamento dei servizi gestiti dal Comune raccogliere indicazioni e suggerimenti tempestivi per l organizzazione degli interventi di supporto educativo nell ambito del nostro territorio

2 SCUOLA DELL INFANZIA STATALE MONDO BAMBINO Sezioni: n. 2 Alunni: n. 54 di cui n. 23 stranieri Avendo recentemente provveduto all ampliamento degli spazi e al rinnovo degli arredi a seguito dell istituzione della seconda sezione, nel corrente anno non sono previsti interventi di tipo strutturale a) Servizi accessori e integrativi del piano dell offerta formativa Saranno garantiti il trasporto scolastico con accompagnatore e la refezione scolastica, mediante appalto del servizio di preparazione e distribuzione pasti b) Sostegno all attività didattica Gli interventi che l Amministrazione Comunale intende attuare a sostegno della programmazione didattica sono : - sportello di ascolto e servizio psico-pedagogico di prevenzione al disagio scolastico e alle difficoltà di apprendimento, per una spesa complessiva di 1.232,00 - corso di psicomotricità per una spesa complessiva 2.000,00. Nel bilancio sarà previsto lo stanziamento finanziario di 2.200,00 così suddiviso: SCUOLA DELL INFANZIA MONDO BAMBINO STANZIAMENTO Stampati, cancelleria e varie Arredamenti, attrezzature e materiale didattico 700. SCUOLA PARITARIA DELL INFANZIA "LOCATI BERETTA" Sezioni: n. 4 Alunni: n. 104 di cui n. 4 diversamente abili L assegnazione del contributo, che come indicato nella convenzione è di per sezione, ammonterà nel corrente anno a È previsto un contributo aggiuntivo di per l asilo estivo del mese di luglio. Tale iniziativa ha riscosso notevole apprezzamento da parte delle famiglie che hanno aderito numerose. Inoltre, per le attività integrative didattiche ed in particolare per un corso di psicomotricità, tenuto da personale esterno specializzato, si prevede un contributo di

3 L Amministrazione sostiene l assistenza scolastica di alunni diversamente abili, per un costo complessivo di ,00 nell anno scolastico 2010/2011. È garantito il trasporto scolastico con accompagnatore. SCUOLA PRIMARIA STATALE "ALDO MORO" Sezioni: n. 11 Alunni: n. 241 di cui n. 28 stranieri Lo stanziamento finanziario previsto ammonta a ,00 euro così suddivisi: SCUOLA PRIMARIA A. MORO STANZIAMENTO Stampati, cancelleria e varie Arredamenti, attrezzature e materiale didattico Fornitura gratuita di libri agli alunni Direzione Scolastica e oneri di segreteria Anche per la scuola primaria verrà attivato lo sportello di ascolto psico-pedagogico di prevenzione al disagio scolastico e alle difficoltà di apprendimento, per una spesa complessiva di 3.248,00 di cui una quota a carico della Legge n. 285 In relazione alle esigenze del trasporto scolastico, per la collaborazione del personale scolastico dell'istituto Comprensivo che assicura i relativi periodi di accoglienza e di sorveglianza degli alunni in arrivo anticipato e in uscita posticipata rispetto all orario delle attività didattiche, il Comune mette a disposizione la somma di 3.200,00. SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "DON BOSCO" Sezioni: n. 13 Alunni: n. 309 di cui n. 48 stranieri 116 alunni di Costa Masnaga - 65 alunni di Bulciago 83 alunni di Nibionno - 23 alunni di Rogeno 22 alunni di altri comuni. Gli accordi relativi alla sorveglianza pre e post scolastica di cui sopra, comprendono anche la Scuola Secondaria di I grado, limitatamente al servizio inerente l uscita posticipata.

4 Lo stanziamento finanziario previsto è di 9.600, così suddivisi: SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO DON BOSCO STANZIAMENTO Arredamenti, attrezzature Integrazione dote scuola Acquisto materiali e strumenti tecnologici L Amministrazione promuove un progetto di prevenzione del disagio giovanile, concordato con la scuola, in collaborazione con gli altri comuni convenzionati per la scuola secondaria di 1 grado, con una spesa complessiva di ,00 di cui una quota a carico della Legge n. 285 Il progetto prevede quattro tipologie di intervento: A- corso di educazione alla sessualità affettività per ragazzi delle classi seconde e terze. Il corso di educazione alla sessualità e all affettività riveste una notevole importanza in un età così fortemente connotata da cambiamenti che investono la sfera dell identità, le trasformazioni del corpo, del modo di pensare, di gestire le emozioni e del rapportarsi alle persone. B- sportello di ascolto psicologico per ragazzi, insegnanti e famiglie. Lo sportello di ascolto psicologico prevede colloqui individuali per ragazzi (50- ore), insegnanti (7- ore), e famiglie (15- ore). C- orientamento scolastico per i ragazzi delle classi terze L intervento si prefigge di supportare i ragazzi nell individuazione del corso di studi da intraprendere dopo la scuola secondaria di 1 grado affinché acquisiscano competenze orientative indispensabili per una scelta consapevole. D- momenti formativi per genitori ed insegnanti. È prevista all inizio dell anno scolastico una serata di presentazione delle attività alle famiglie al fine di esplicitare i contenuti di ciascun intervento proposto, e di portare i genitori ad una maggiore conoscenza relativa alle dinamiche intra ed interpersonali presenti nella fase preadolescenziale. ATTIVITÀ INTEGRATIVE

5 Il Comune di Costa Masnaga eroga all'istituto Comprensivo ,00, per la realizzazione di attività didattiche integrative da realizzare secondo le necessità nelle seguenti scuole: - Scuola dell Infanzia "Mondo Bambino" - Scuola Primaria "Aldo Moro" e Direzione Scolastica - Scuola Secondaria di 1 grado Don Bosco Per l attuazione di singoli progetti proposti dalla Scuola, dal Comune, dalla Biblioteca Comunale, o da altri soggetti e di cui sia stata concordata la validità, la realizzazione e i costi, il Comune di Costa Masnaga potrà mettere a disposizione ulteriori fondi da impiegare direttamente o da erogare all Istituto Comprensivo. INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI In considerazione del rilevante numero di alunni stranieri presenti nelle scuole del territorio comunale l Amministrazione, in collaborazione con l'istituto Comprensivo, promuove specifiche iniziative di accoglienza e di accompagnamento, finalizzate alla migliore integrazione degli alunni stranieri e delle loro famiglie. Il Comune aderisce ad un accordo di programma con altri comuni del territorio per interventi di facilitazione e mediazione linguistica nella Scuola Primaria e Secondaria di 1 grado. L intervento dei facilitatori linguistici verrà effettuato all interno dell orario scolastico e sarà rivolto a singoli alunni e/o a piccoli gruppi omogenei per competenze. Per l anno scolastico 2010/2011 è previsto un progetto per n. 190 ore nella scuola secondaria di 1 grado e n. 21 ore a disposizione per la Scuola Primaria da attivare in base alle richieste dei docenti, e che il Comune si impegna a finanziare per un totale stimato in 4.870,00. L incarico è stato affidato all associazione Bondeko che opera nelle nostre scuole già da alcuni anni ottenendo apprezzabili risultati SERVIZIO CIVILE Da fine dicembre 2010 operano due volontarie del servizio civile che sono impegnate a favore degli alunni dell Istituto Comprensivo. Per entrambi gli ordini di scuola le operatrici, in orario extra scolastico, assistono gli alunni in situazione di disagio nel supporto educativo e nello svolgimento dei compiti. Inoltre, solo per quanto riguarda la scuola primaria, si attuano interventi anche in orario scolastico, sia come supporto per gli alunni in difficoltà, sia come facilitazione linguistica per gli alunni stranieri.

6 ASSEGNI DI STUDIO Per gli alunni della Scuole Superiori saranno individuati criteri per integrare il contributo regionale della Dote Scuola, sia per sostegno al merito che per sostegno al reddito. Vengono confermati gli assegni di studio per gli studenti universitari. La somma a disposizione è di ASSISTENZA SCOLASTICA Attraverso volontari, in collaborazione con la Parrocchia S. Maria Assunta, a mezzo dell Oratorio San Giovanni Bosco, viene organizzata un attività di sostegno scolastico pomeridiano ed estivo rivolta ad alunni, in situazione di difficoltà, frequentanti le Scuole Primaria e Secondaria di 1 grado. La somma prevista per l anno scolastico 2010/2011 è di TRASPORTO SCOLASTICO La sorveglianza e la sicurezza a bordo dei 2 scuolabus è assicurata da 20 volontari che a turno garantiscono il servizio giornaliero sul bus grande e sul minibus. Il servizio a pagamento è esteso anche agli utenti del Comune di Rogeno (23 studenti) che frequentano la Scuola Secondaria Don Bosco. Per il trasporto scolastico la spesa prevista è di ,00 per i conducenti e di 8.500,00 per la manutenzione e gli interventi ordinari e straordinari sui mezzi. Il servizio di trasporto è appaltato sino al alla ditta Donghi Snc di Costa Masnaga. SERVIZIO MENSA Il Comune di Costa Masnaga assicura il servizio di refezione scolastica presso le scuole locali, mediante appaltato alla ditta Bibos che provvede a cucinare i pasti presso il centro cucina di Costa Masnaga, dove sono ubicati anche gli uffici e la sede amministrativa. L'Istituto Comprensivo assicura il riordino dei locali, con materiale di pulizia messo a disposizione dal Comune.

7 L Amministrazione collabora altresì con la Scuola Primaria, mettendo a disposizione personale che coopera con gli insegnanti nella sorveglianza degli alunni durante la somministrazione dei pasti. La commissione mensa, composta da genitori, insegnanti e rappresentanti del Comune, garantisce la valutazione e la verifica del servizio. Il costo del pasto è stato mantenuto a 3,32. Nelle tre scuole statali, Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado, il Comune provvede a somministrare annualmente circa pasti, per un costo complessivo di circa L Amministrazione Comunale ha stabilito alcune agevolazioni per le famiglie numerose o in condizioni socio-economiche disagiate. Annualmente eroga buoni pasto gratuiti per circa ,00. È allo studio un cambiamento per semplificare ed informatizzare il pagamento dei buoni pasto al fine di agevolare le famiglie ed avere una più rapida trasmissione dei dati. Saranno comunque garantite le agevolazioni previste dalle deliberazioni comunali e la possibilità di utilizzare i buoni di dote scuola e dote lavoro. Esenzioni e contributi necessari a garantire i servizi previsti dal Piano programmatico per il diritto allo studio e per l attuazione degli stessi in presenza di situazioni economico-sociali straordinarie, potranno essere concessi dall Amministrazione Comunale, su proposta dell Ufficio Pubblica Istruzione e/o dell Ufficio Servizi Sociali con provvedimenti motivati. L Assessore all Istruzione Prof.ssa Anna Cazzaniga

Piano diritto allo studio Anno scolastico 2013/2014

Piano diritto allo studio Anno scolastico 2013/2014 COMUNE DI ALBAIRATE PROVINCIA DI MILANO Piano diritto allo studio Anno scolastico 2013/2014 La scuola è aperta a tutti. L'istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.

Dettagli

Comune di Novedrate Provincia di Como

Comune di Novedrate Provincia di Como Pagina 1 di 16 Legge Regionale n. 31 del 20/03/1980 - Attribuisce al Comune il compito di individuare gli interventi più opportuni a favore di tutte le scuole presenti sul territorio, nel quadro degli

Dettagli

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera di consiglio comunale n 33 del 08.08.2007 INDICE Art. 1 Oggetto del servizio Art.

Dettagli

COMUNE DI SARMATO Provincia di Piacenza

COMUNE DI SARMATO Provincia di Piacenza COMUNE DI SARMATO Provincia di Piacenza SERVIZIO SOCIALE PUBBLICA ISTRUZIONE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 19 del 29.06.2012 regolamento

Dettagli

Rosario Montalbano. Assessore all istruzione, personale e servizi al cittadino IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI

Rosario Montalbano. Assessore all istruzione, personale e servizi al cittadino IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI Rosario Montalbano Assessore all istruzione, 7 NIDI COMUNALI totale iscritti 450 11 NIDI PRIVATI ACCREDITATI (convenzionati per un numero limitato di posti) totale posti 63 1 Sezione Primavera Comunale

Dettagli

INTRODUZIONE POPOLAZIONE SCOLASTICA GESTIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI. REFEZIONE SCOLASTICA TRASPORTO SCOLASTICO Servizio di Piedibus

INTRODUZIONE POPOLAZIONE SCOLASTICA GESTIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI. REFEZIONE SCOLASTICA TRASPORTO SCOLASTICO Servizio di Piedibus Sommario INTRODUZIONE NOTA POPOLAZIONE SCOLASTICA GESTIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI REFEZIONE SCOLASTICA TRASPORTO SCOLASTICO Servizio di Piedibus SCUOLE DELL INFANZIA PRIVATE CONVENZIONATE EDILIZIA SCOLASTICA

Dettagli

COMUNE DI CARUGATE. Provincia di Milano ASSESSORATO alla PUBBLICA ISTRUZIONE. Piano Annuale Scolastico 2014-2015

COMUNE DI CARUGATE. Provincia di Milano ASSESSORATO alla PUBBLICA ISTRUZIONE. Piano Annuale Scolastico 2014-2015 COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano ASSESSORATO alla PUBBLICA ISTRUZIONE Piano Annuale Scolastico 2014-2015 1 D A T I S T A T I S T I C I Popolazione residente a Carugate al 30 Giugno 2014 14.649 Popolazione

Dettagli

Comune di Cermenate Provincia di Como. ASSESSORATO AI SERVIZI EDUCATIVI Servizio Istruzione

Comune di Cermenate Provincia di Como. ASSESSORATO AI SERVIZI EDUCATIVI Servizio Istruzione Comune di Cermenate Provincia di Como ASSESSORATO AI SERVIZI EDUCATIVI Servizio Istruzione ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SEDE DIREZIONALE SCOLASTICA : Via Alfieri DIRIGENTE: Prof.ssa Ada De Santis SCUOLA

Dettagli

IL SERVIZIO ORIENTAMENTO

IL SERVIZIO ORIENTAMENTO IL SERVIZIO ORIENTAMENTO L ORIENTAMENTO SCOLASTICO E CONSULENZA PSICOLOGICA Il Servizio di Consulenza Psicologica e Orientamento nelle scuole turche è una struttura che opera con un apposito regolamento

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale è direttamente raccordato al Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce, in

Dettagli

ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE E CULTURA

ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE E CULTURA COMUNE DI POLIA Provincia di Vibo Valentia Piazza Dott. Pasquale Pizzonia Tel/fax 0963.321091 comunepolia@libero.it comune@comune.polia.vv.it www.comune.polia.vv.it ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Comune di Azzano San Paolo Assessorato Pubblica Istruzione P.zza IV nov. Tel. 035/530130 Fax 035/530073 C.F./IVA n. 00681530168 REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 36 DEL

Dettagli

Guide per i cittadini

Guide per i cittadini PIANO DI ZONA AREA FAMIGLIA, INFANZIA ADOLESCENZA E MINORI Guida per i cittadini - Anno 2011 Guide per i cittadini S c h e d e P r o g e t t i Interventi Pablo Picasso Maternità INDICE Interventi di accesso,

Dettagli

PIANO COMUNALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2014/2015

PIANO COMUNALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2014/2015 COMUNE DI BONATE SOPRA PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato alla Pubblica Istruzione PIANO COMUNALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2014/2015 Approvato con deliberazione di C.C. n. 40 del 25/09/2014

Dettagli

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 COMUNE DI CAPRIOLO PROVINCIA DI BRESCIA UFFICIO SCUOLA, CULTURA & SPORT PIANO DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SOMMARIO BILANCIO DI PREVISIONE PIANO DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

Dettagli

Comune di Cogliate Provincia di Monza e della Brianza

Comune di Cogliate Provincia di Monza e della Brianza PIANO DI INTERVENTO PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO Relazione introduttiva ANNO SCOLASTICO 2013/2014 (Approvato con deliberazione di C.C. del..) Nel predisporre la presente proposta di approvazione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica

Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica www.comune.bottanuco.bg.it Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 40 del 29.9.2005 e modificato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE E.F. 2014

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE E.F. 2014 RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE E.F. 2014 Il Programma Annuale per l E.F. 2014 viene elaborato e predisposto in applicazione della comunicazione ufficiale del MIUR prot.9144 datata 05/12/2013 trasmessa

Dettagli

Comune di Settala- Provincia di Milano

Comune di Settala- Provincia di Milano Comune di Settala- Provincia di Milano ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE PIANO FINANZIARIO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2005/2006 L ASSESSORE ALLA P.I. (Massimo Dr. Labadini) IL SINDACO

Dettagli

COMUNE DI TOSCOLANO MADERNO Provincia di Brescia Ufficio Pubblica Istruzione PIANO COMUNALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

COMUNE DI TOSCOLANO MADERNO Provincia di Brescia Ufficio Pubblica Istruzione PIANO COMUNALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 COMUNE DI TOSCOLANO MADERNO Provincia di Brescia Ufficio Pubblica Istruzione PIANO COMUNALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Allegato alla deliberazione di C.C. n. 57 del 28.11.2014

Dettagli

Comune di Settala- Provincia di Milano

Comune di Settala- Provincia di Milano Comune di Settala- Provincia di Milano ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE PIANO FINANZIARIO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2007/2008 L ASSESSORE ALLA P.I. (Massimo Dr. Labadini) IL SINDACO

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 29/11/2013 Indice Art. 1. Oggetto e finalità del servizio

Dettagli

C O M U N E D I C R E M A REGOLAMENTO SCUOLA INFANZIA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

C O M U N E D I C R E M A REGOLAMENTO SCUOLA INFANZIA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE C O M U N E D I C R E M A REGOLAMENTO SCUOLA INFANZIA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 2012/00093 DEL 20 DICEMBRE 2012 PA RT E I N O R M E G E N E R A L I ART. 1 PREMESSA Il

Dettagli

LE SCUOLE PRIMARIE. SCUOLA PRIMARIA B. FERRARI DI LANGHIRANO n. classi 20 n. alunni 432

LE SCUOLE PRIMARIE. SCUOLA PRIMARIA B. FERRARI DI LANGHIRANO n. classi 20 n. alunni 432 LE SCUOLE PRIMARIE SCUOLA PRIMARIA B. FERRARI DI LANGHIRANO n. classi 20 n. alunni 432 La scuola primaria B. Ferrari è ospitata in un edificio storico di pregio la cui costruzione risale all anno 1927

Dettagli

COMUNE DI GAZZO VERONESE

COMUNE DI GAZZO VERONESE COMUNE DI GAZZO VERONESE PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO DI ACCESSO E FRUIZIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI DI TRASPORTO E MENSA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 27 in data 06 agosto 2010,

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna COMUNE DI PIANO Provincia di Bologna ALLEGATO 7 SPECIFICHE TECNICHE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEI BAMBINI ED ALUNNI DISABILI, DEI SERVIZI INTEGRATIVI E DELL

Dettagli

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Sintesi del Piano Dell offerta Formativa A.S. 2014-2015 16 gennaio 2015: presentazione delle scelte educativo-didattiche ai genitori (ore 18.00) 17 gennaio 2015: scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BRUGNERA PROGETTO DI ORIENTAMENTO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. CANOVA ANNO SCOLASTICO 2013-2014

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BRUGNERA PROGETTO DI ORIENTAMENTO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. CANOVA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTITUTO COMPRENSIVO DI BRUGNERA PROGETTO DI ORIENTAMENTO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. CANOVA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 LEGALITA - ACCOGLIENZA - SOSTENIBILITA ATTIVITA DI ORIENTAMENTO FORMATIVO

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA - SECONDARIA DI PRIMO GRADO Via Porrettana 258 40037 SASSO MARCONI tel.051.841185 fax 051-843224 e-mail: ic.sassomarconi@libero.it -

Dettagli

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 La facciata ristrutturata Comune di Castiglione d Adda Via Roma 130, 26823 - Castiglione d Adda Tel. 0377/900403 Fax.

Dettagli

PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO. Anno scolastico 2011-2012

PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO. Anno scolastico 2011-2012 COMUNE DI MARCIGNAGO PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO SERVIZI E INTERVENTI Anno scolastico 2011-2012 Marcignago Settembre 2011 Nota introduttiva al Piano Diritto allo Studio 2011-2012 L Amministrazione

Dettagli

PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO

PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO COMUNE DI BERNAREGGIO Provincia di Monza e della Brianza PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO e SERVIZI ALL INFANZIA PRE SCOLASTICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Allegato alla delibera di consiglio comunale n

Dettagli

Piano Diritto allo Studio 2013/2014

Piano Diritto allo Studio 2013/2014 Piano Diritto allo Studio 2013/2014 (Legge Regionale n. 31/80) Scuola di ieri Scuola di oggi.. L'istruzione è l'arma più potente che si può usare per cambiare il mondo (Nelson Mandela) Introduzione Il

Dettagli

Comune di Settala- Provincia di Milano

Comune di Settala- Provincia di Milano Comune di Settala- Provincia di Milano ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE PIANO FINANZIARIO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2008/2009 od L ASSESSORE ALLA P.I. (Massimo Dr. Labadini) IL SINDACO

Dettagli

Scuola dell infanzia di Ponte Ronca via Risorgimento 217

Scuola dell infanzia di Ponte Ronca via Risorgimento 217 ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA segreteria: Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it Pec : boic86400n@pec.istruzione.it sito

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI TRIGOLO (Provincia di Cremona) Allegato alla delibera C.C. n. 33 del 28.08.2007 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI MENSA SCOLASTICA IL SEGRETARIO COMUNALE IL SINDACO DOTT.SSA VINCENZA ZUMBOLO

Dettagli

COMUNE DI GIAVERA DEL MONTELLO Provincia di Treviso

COMUNE DI GIAVERA DEL MONTELLO Provincia di Treviso Prot. n. 7369 6 settembre 2013 Ai Genitori degli alunni della Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado e, p.c. Alla Dirigente Scolastica Istituto Comprensivo Statale di Giavera del Montello

Dettagli

Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) Il CONSIGLIO DI ISTITUTO ADOTTA

Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) Il CONSIGLIO DI ISTITUTO ADOTTA Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) VISTO il DPR 8 marzo 1999, n. 275 art. 3, c.3: Il Piano dell'offerta formativa è elaborato

Dettagli

Uno spazio per tutti

Uno spazio per tutti Comune di Calangianus Assessorato ai servizi sociali Uno spazio per tutti -INTRODUZIONE -IL PROGETTO -ATTUAZIONE -RISORSE UMANE E PARTNER COINVOLTI INTRODUZIONE Il Centro di Aggregazione Sociale (in seguito

Dettagli

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità Settore Socio-Educativo Fattori della qualità Indicatori di qualità Competenza Professionalità degli operatori Grado di soddisfazione degli utenti: 70% di soddisfazione del campione esaminato. Monitoraggio

Dettagli

Città di Racconigi. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali

Città di Racconigi. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali Città di Racconigi Al Dottor Paolo FLESIA CAPORGNO Segretario Comunale In Sede Prot. n. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali In riferimento al Piano integrato

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

Nuovo X Attivato in continuità con interventi avviati a partire dall anno: 2002-2003

Nuovo X Attivato in continuità con interventi avviati a partire dall anno: 2002-2003 Comune sede progetto: Bolgare AT n. 4 - Grumello Progetto: Spazio Gioco Cerchio dei Piccoli Sede presso Sala polivalente Tel. fax e-mail Tipologia di progetto extrascuola Solo compiti X Compiti e proposte

Dettagli

PIANO INTERVENTI DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2014/2015 (APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 32 DEL 16 LUGLIO 2014)

PIANO INTERVENTI DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2014/2015 (APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 32 DEL 16 LUGLIO 2014) PIANO INTERVENTI DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2014/2015 (APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 32 DEL 16 LUGLIO 2014) PIANO DI INTERVENTI PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO PER L ANNO

Dettagli

COOPERAZIONEFAMIGLIE

COOPERAZIONEFAMIGLIE COOPERAZIONEFAMIGLIE Chi siamo La Cooperativa Sociale CAF nasce nel 2011 a Romano di Lombardia ( BG ) dalla filiazione dell Associazione di Volontariato Sociale CAF Centro Aiuto Famiglia, sorta nel 1986,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Salita Santa Cristina, 88-09014 Carloforte (Ci)

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Salita Santa Cristina, 88-09014 Carloforte (Ci) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Salita Santa Cristina, 88-09014 Carloforte (Ci) C. F. 90016560923 Cod. Min. CAIC82000T Tel. 0781/854078 Fax 0781/855471

Dettagli

Capo III Strumenti, procedure della programmazione ed ambiti territoriali

Capo III Strumenti, procedure della programmazione ed ambiti territoriali LEGGE REGIONALE 14 APRILE 1999, n.22 "Interventi educativi per l infanzia e gli adolescenti" INDICE TITOLO I Disposizioni generali art. 1. Finalità TITOLO II Soggetti, programmazione e organizzazione Capo

Dettagli

Carta dei Servizi. (approvata con delibera del Consiglio Istituto n. 15 del 28/01/2014)

Carta dei Servizi. (approvata con delibera del Consiglio Istituto n. 15 del 28/01/2014) Carta dei Servizi (approvata con delibera del Consiglio Istituto n. 15 del 28/01/2014) Indice 1. PREMESSA... 2 2. UGUAGLIANZA ED IMPARZIALITA'... 2 3. REGOLARITA' DEL SERVIZIO... 3 4. ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE...

Dettagli

SINTESI PROGETTO S.M.S. Scuola Sostegno, Motivazione e Successo

SINTESI PROGETTO S.M.S. Scuola Sostegno, Motivazione e Successo SINTESI PROGETTO S.M.S. Scuola Sostegno, Motivazione e Successo POR SARDEGNA 2000/2006 Misura 3.6 Azione 3.6.a Bando 2005/2006 Il progetto denominato SMS Scuola Sportello di ascolto, orientamento e informazione

Dettagli

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2014-2015

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2014-2015 PIANO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 214-215 SCHEMI E TABELLE PER UNA LETTURA SINTETICA DEL PIANO IN FASE DI APPROVAZIONE L Assessore alla Pubblica Istruzione (Mariella Smiroldo) Popolazione residente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n.

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n. ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n. 0332400737 e-mail scuolavo@libero.it C è qualcosa di più

Dettagli

Relazione di presentazione del programma annuale Anno 2015

Relazione di presentazione del programma annuale Anno 2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani Via Trieste 21 20029 Turbigo Tel 0331 899168 Fax 0331 897861 e-mail uffici istituto@comprensivoturbigo.gov.it

Dettagli

SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali

SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali Il settore dei servizi sociali comprende varie aree: anziani, handicap, minori, disagio. AREA ANZIANI L'assistenza alle persone

Dettagli

COMUNE DI LEGGIUNO Provincia di Varese Assessorato alla Pubblica Istruzione. www.comune.leggiuno.va.it

COMUNE DI LEGGIUNO Provincia di Varese Assessorato alla Pubblica Istruzione. www.comune.leggiuno.va.it COMUNE DI LEGGIUNO Provincia di Varese Assessorato alla Pubblica Istruzione www.comune.leggiuno.va.it Piano per il diritto allo Studio Anno scolastico 2012/2013 PREFAZIONE Il Piano per il Diritto allo

Dettagli

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO PER L E.F. 2013

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO PER L E.F. 2013 RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO PER L E.F. 2013 OSSERVAZIONI SULL ANDAMENTO DEL PROGRAMMA E I RISULTATI CONSEGUITI IN RAPPORTO AGLI OBIETTIVI E AGLI ASPETTI CARATTERIZZANTI La presente relazione tecnico-contabile

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO (Provincia di Milano) CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI. (approvata con Deliberazione G.C. n. 99 in data 8/9/2009) INDICE

COMUNE DI INVERUNO (Provincia di Milano) CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI. (approvata con Deliberazione G.C. n. 99 in data 8/9/2009) INDICE COMUNE DI INVERUNO (Provincia di Milano) CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI (approvata con Deliberazione G.C. n. 99 in data 8/9/2009) INDICE Prefazione Pag 3 Ufficio Istruzione Pag 4 Servizio di Refezione Scolastica

Dettagli

Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 46 del 13.4.2010 ART. 1 FINALITA 1. Il servizio

Dettagli

CRITERI DI COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AI COSTI DEI SERVIZI SOCIALI

CRITERI DI COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AI COSTI DEI SERVIZI SOCIALI CRITERI DI COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AI COSTI DEI SERVIZI SOCIALI In conformità alla L. 328/2000 e al D. Lgs 109/1998, come modificato dal D. Lgs 130/2000, visto il D.P.C.M. 242/2001 ed i principi

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA PREMESSA

PROGRAMMA ANNUALE PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA PREMESSA Istituto Comprensivo Carbonera Via Roma, 56 Tel n 0422 / 396256 - Fax n 0422 / 699584 e-mail: tvic85600q@pec.istruzione.it - segreteria@iccarbonera.it www.iccarbonera.it C.F. 80026200263 31030 - C A R

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E CULTURA

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E CULTURA 1329 22/02/2012 Identificativo Atto n. 36 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E CULTURA APPROVAZIONE DELL AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA - ANNO SCOLASTICO 2012/2013, AI SENSI DELL ART.

Dettagli

Relazione illustrativa al Programma Annuale 2015

Relazione illustrativa al Programma Annuale 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA EZIO COMPARONI Via della Repubblica 4-42011 Bagnolo in Piano Codice fiscale 80016210355 Tel. 0522/957194 - Fax 0522/951435 e-mail: reic818007@istruzione.it

Dettagli

si presenta STAMPATO IN PROPRIO

si presenta STAMPATO IN PROPRIO Tutti i bambini sono semi di luce che cercano ispirazione, guida, la promessa di un mondo d armonia e generosità. Agli adulti spetta la grande responsabilità di offrire loro un terreno in cui fa germogliare

Dettagli

PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 COMUNE DI CASSINA DE PECCHI Provincia di Milano PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Comune di Cassina de Pecchi Piano di Diritto allo Studio Anno Scolastico 2014-2015 1/22 Sommario Sommario...

Dettagli

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO PUNTO DI INCONTRO E SPAZIO DI ASCOLTO 1. Premessa 1.1 - Il percorso fatto nella scuola e nel rione Esquilino L Associazione Genitori Scuola Di Donato nasce

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI NONANTOLA Provincia di Modena REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 63 del 13/10/05 modificato con delibera di Consiglio Comunale n.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TOMMASO GROSSI MILANO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TOMMASO GROSSI MILANO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TOMMASO GROSSI MILANO L Istituto Comprensivo Statale Tommaso Grossi realizza, sin dall anno scolastico 1990/1991, interventi specifici tesi all alfabetizzazione e all integrazione

Dettagli

Il contributo volontario delle famiglie

Il contributo volontario delle famiglie Il contributo volontario delle famiglie Il contributo delle famiglie sostiene l offerta formativa dell istituto. Si descrive l offerta formativa della scuola e come sono stati usati i contributi dello

Dettagli

I.I.S. Albert Einstein a.s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione

I.I.S. Albert Einstein a.s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità I.I.S. Albert Einstein a.s. 2014-2015 Piano Annuale per l Inclusione Rilevazione dei BES presenti: n disabilità certificate (Legge 104/92 art. 3, commi

Dettagli

PROGETTO LETTURA UN LIBRO PER AMICO

PROGETTO LETTURA UN LIBRO PER AMICO ISTITUTO COMPRENSIVO G. CALO V.le M. UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA Tel.099/8290470 Fax 099/8290471 E-mail comprensivocalo@libero.it TAIC82600L@istruzione.it Sito web www.scuolacalo.it PROGETTO LETTURA UN

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO E LA GESTIONE PARTECIPATA DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO E LA GESTIONE PARTECIPATA DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNALE REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO E LA GESTIONE PARTECIPATA DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNALE Approvato con Delibera di Consiglio n. 168 del 22.11.2012 1 TITOLO I - IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Montebelluna 1

Istituto Comprensivo Statale Montebelluna 1 Istituto Comprensivo Statale Montebelluna 1 MONTEBELLUNA- TV SINTESI DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015-2016 scuola Primaria G. Marconi Via XXX Aprile, 28 31044 Montebelluna G. Pascoli Via Contea, 74 31044

Dettagli

NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO

NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO Legge regionale 26 aprile 1985, n. 30 NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Finalità La Regione, al fine di concorrere alla realizzazione del diritto allo studio,

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI TRASPORTO E REFEZIONE SCOLASTICA. Art. 1 - Finalità

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI TRASPORTO E REFEZIONE SCOLASTICA. Art. 1 - Finalità REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI TRASPORTO E REFEZIONE SCOLASTICA TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Finalità I servizi di trasporto e di refezione scolastica sono servizi a domanda individuale per gli

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DIEGO VALERI

ISTITUTO COMPRENSIVO DIEGO VALERI ISTITUTO COMPRENSIVO DIEGO VALERI 30010 CAMPOLONGO MAGGIORE (VE) Via Roma, 47 - Tel. 049/5848146 - Fax 049/9744126 Codice Meccanografico VEIC80800A - C.F. 82011520275 - e-mail: veic80800a@istruzione.it

Dettagli

C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale

C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AIUTO DOMESTICO DISABILI GRAVI ASSISTENZA IGIENICO PERSONALE DISABILI GRAVI Art.1

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Comune di Saletto Provincia di Padova --==ooooo== ==ooooo==-- REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 03/08/2009 TITOLO I ISTITUZIONE DEL

Dettagli

RELAZIONE CONTO CONSUNTIVO 2013

RELAZIONE CONTO CONSUNTIVO 2013 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITA E RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA ARISTIDE LEONORI 74 Via Aristide Leonori,74-00142 Roma C.M. RMIC8FF00E - C.F.

Dettagli

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2009/2010

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2009/2010 COMUNE DI CISLIANO Provincia di Milano PIANO DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2009/2010 Allegato a deliberazione C.C. n. del Pagina 1 di 13 Premessa Dall introduzione del regime di autonomia per le

Dettagli

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI CAMPOSANTO PROVINCIA DI MODENA Via F. Baracca, 11-41031 Camposanto (MO) Tel. 0535-80903-4 - Fax: 0535-80917 E-mail: servizi.socioculturali@comune.camposanto.mo.it AREA SOCIO-CULTURALE Ufficio

Dettagli

COMUNE DI GAVIRATE Varese. P.zza Matteotti n. 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 REGOLAMENTO. SCUOLA COMUNALE DELL INFANZIA Prof.Paolo Crosta GAVIRATE

COMUNE DI GAVIRATE Varese. P.zza Matteotti n. 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 REGOLAMENTO. SCUOLA COMUNALE DELL INFANZIA Prof.Paolo Crosta GAVIRATE COPIA COMUNE DI GAVIRATE Varese P.zza Matteotti n. 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 REGOLAMENTO SCUOLA COMUNALE DELL INFANZIA Prof.Paolo Crosta GAVIRATE Parificata con Decreto 73 del 6.02.2003 MIUR Milano

Dettagli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli Centro di Orientamento dell Alto Friuli Azienda per i Servizi Sanitari n. 3 Alto Friuli Distretto Socio-sanitario n. 1 Distretto Socio-sanitario n. 2 C.I.C. Centro Informazione e Consulenza Dipartimento

Dettagli

Apprendimento motivato e creativo:

Apprendimento motivato e creativo: Apprendimento motivato e creativo: sostenere educare orientare ISTITUTO COMPRENSIVO VIRGILIO VIRGILIO Via Giulia 25 00186, Roma tel. 066861390 fax 0668199423 email:rmic80600v@istruzione.it posta certificata:

Dettagli

Istituto comprensivo M. Anzi di Bormio

Istituto comprensivo M. Anzi di Bormio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Piazza V Alpini, 5-23032 Bormio (SO) - Tel. e fax: 0342/901467 C.F. 93022020148 Sito web: http://www.comprensivobormio.gov.it/

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI ATTIVITÀ EDUCATIVE E LUDICO RICREATIVE RIVOLTE AI MINORI RESIDENTI NEL COMUNE DI CALCINAIA. Art. 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D ONERI ATTIVITÀ EDUCATIVE E LUDICO RICREATIVE RIVOLTE AI MINORI RESIDENTI NEL COMUNE DI CALCINAIA. Art. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D ONERI ATTIVITÀ EDUCATIVE E LUDICO RICREATIVE RIVOLTE AI MINORI RESIDENTI NEL COMUNE DI CALCINAIA. Art. 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto l appalto della gestione

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014

Anno scolastico 2013/2014 L Istituto Comprensivo ha la sua sede in AZZANO SAN PAOLO Via Don Gonella, 4 Tel.: 035/530078 Fax: 035/530791 e-mail: BGIC82300D@istruzione.it sito internet : www.azzanoscuole.it I. C. - AZZANO S. PAOLO

Dettagli

ASSESSORATO ALL EDUCAZIONE, SICUREZZA ED INTEGRAZIONE. Claudio Fantinati

ASSESSORATO ALL EDUCAZIONE, SICUREZZA ED INTEGRAZIONE. Claudio Fantinati ASSESSORATO ALL EDUCAZIONE, SICUREZZA ED INTEGRAZIONE Claudio Fantinati 64 E D U C A Z I O N E Obiettivo principale dell attività dell assessorato è quello di mantenere gli standard qualitativi dei servizi

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI ISTITUTO TECNICO STATALE Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue Estere Astolfo Lunardi Via Riccobelli, 47-25123 Brescia - Tel. 0302009508 - Fax: 030390996 E-mail info@lunardi.bs.it - URL http://www.lunardi.bs.it

Dettagli

VERIFICA STATO DI ATTUAZIONE PROGRAMMA ANNUALE

VERIFICA STATO DI ATTUAZIONE PROGRAMMA ANNUALE REPUBBLICA ITALIANA ISTITUTO COMPRENSIVO SAN BIAGIO Via Celso Cicognani, 8 48123 Ravenna TEL. 0544/464469 E-Mail: ics.biagio@libero.it Pec: RAIC82000@PEC.ISTRUZIONE.IT Web: www.icbiagio.gov.it VERIFICA

Dettagli

ARTICOLO 1 OGGETTI E RIFERIMENTI ARTICOLO 2 DESTINATARI ARTICOLO 3 AMBITO DI APPLICAZIONE

ARTICOLO 1 OGGETTI E RIFERIMENTI ARTICOLO 2 DESTINATARI ARTICOLO 3 AMBITO DI APPLICAZIONE I.S.E.E. Comune di Caselette ARTICOLO 1 OGGETTI E RIFERIMENTI Il presente regolamento è finalizzato all individuazione delle condizioni economiche richieste per l accesso alle prestazioni comunali agevolate,

Dettagli

RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO 2015 PROPOSTA ALLA DELIBERA DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DALLA GIUNTA ESECUTIVA

RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO 2015 PROPOSTA ALLA DELIBERA DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DALLA GIUNTA ESECUTIVA RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO 2015 PROPOSTA ALLA DELIBERA DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DALLA GIUNTA ESECUTIVA (come da D.I. n. 44 art. 2 del 1 Febbraio 2001) IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

Le classi di questo Istituto sono interessate dalla Legge di Riforma della Scuola Secondaria con conseguente modifica degli ordinamenti.

Le classi di questo Istituto sono interessate dalla Legge di Riforma della Scuola Secondaria con conseguente modifica degli ordinamenti. RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL PROGRAMMA ANNUALE 2013 (D.I. N. 44 DEL 1 FEBBRAIO 2001) IL DIRIGENTE SCOLASTICO Visto l art. 21 della legge 59 del 15 marzo 1997; Visto il D.P.R. 275 dell 8 marzo 1999 e successive

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 ELENCO DEI SERVIZI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 ELENCO DEI SERVIZI C O M U N E DI O P E R A PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO DEI SERVIZI SCOLASTICI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI C. C. N. 12 DEL 10 APRILE 2013 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 ELENCO DEI SERVIZI

Dettagli

Allegato: PIANO NAZIONALE L2 INTERVENTI PER L INSEGNAMENTO / APPRENDIMENTO DI ITALIANO L2 PER ALUNNI DI RECENTE IMMIGRAZIONE DI SCUOLA SECONDARIA DI

Allegato: PIANO NAZIONALE L2 INTERVENTI PER L INSEGNAMENTO / APPRENDIMENTO DI ITALIANO L2 PER ALUNNI DI RECENTE IMMIGRAZIONE DI SCUOLA SECONDARIA DI Allegato: PIANO NAZIONALE L2 INTERVENTI PER L INSEGNAMENTO / APPRENDIMENTO DI ITALIANO L2 PER ALUNNI DI RECENTE IMMIGRAZIONE DI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO Il fenomeno della elevata presenza

Dettagli

LEGGE REGIONALE 28 APRILE 2000, N.76 DIRETTIVE GENERALI DI ATTUAZIONE

LEGGE REGIONALE 28 APRILE 2000, N.76 DIRETTIVE GENERALI DI ATTUAZIONE Direzione Qualità della Vita, Beni ed Attività Culturali, Sicurezza e Promozione Sociale Servizio Servizi Sociali LEGGE REGIONALE 28 APRILE 2000, N.76 Norme in materia di servizi educativi per la prima

Dettagli

LE SCUOLE DELL INFANZIA: UNA TRADIZIONE VENETA. Paritarie Non paritarie (2) ALUNNI 1.655.386 100% Statali regionali (1) 960.

LE SCUOLE DELL INFANZIA: UNA TRADIZIONE VENETA. Paritarie Non paritarie (2) ALUNNI 1.655.386 100% Statali regionali (1) 960. FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE Associazione delle Scuole dell Infanzia paritarie e servizi alla Prima Infanzia Via G. Medici 9/d 35138 PADOVA Tel. 049.8711300 Fax 049.8710833 www.fismveneto.it segreteria@fismveneto.it

Dettagli