Indicizzazione terza parte e modello booleano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indicizzazione terza parte e modello booleano"

Transcript

1 Reperimento dell informazione (IR) - aa Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Padova

2 Indice della lezione del ! Processo di indicizzazione seconda parte:! Analisi lessicale (completamento)! Rimozione stop word! Stemming 2

3 Indice! Indicizzazione terza parte! Modello booleano 3

4 Esempio: collezione italiana CLEF 2002! Software: scritto in Java, usando la libreria Lucene 1.2 RC 4! Hardware: Sun Ultra 10, 512 Mbyte RAM, HD SCSI! Collezione: La Stampa SDA Italian 1994! Dimensioni: 280 Mbyte in 721 file per un totale di documenti! Stop list: 409 termini in base alla frequenza No Stop List No Stem Stop List No Stem Stop List Porter Stemmer Tempo 01:09:10 01:06:02 01:05:00 Dimensioni Indice 91 Mbyte 56 Mbyte 50 Mbyte Termini unici (non tutti i 409 temini sono presenti)

5 Informazioni per l utilizzo di collezioni sperimentali The Cultural Heritage in CLEF (CHiC) Dataset:! Document collection developed for the Cultural Heritage in CLEF (CHiC) Evaluation Lab of The CLEF Initiative with the support of the PROMISE FP7 Network of Excellence (contract n )! The metadata contained in this collection are made available by Europeana only to the members of the Europeana Network that have agreed to use it for the research purposes of The CLEF Initiative! This usage falls within the more general conditions of the Europeana Terms for Re-use of Europeana Metadata! 5

6 Fasi del processo di indicizzazione Documenti Analisi lessicale Stringe rilevate Rimozione stop word Parole significative Stemming Radici Composizione termini Termini Indice 6

7 Composizione dei termini! La composizione dei termini serve a rendere più specifici stem generici! data comput invece che comput! Può richiedere un analisi, anche computazionalmente onerosa, dei termini nella collezione 7

8 Fasi del processo di indicizzazione Documenti Analisi lessicale Stringe rilevate Rimozione stop word Parole significative Stemming Radici Composizione termini Termini Indice 8

9 20 termini (stem) diversi Documenti dell esempio: stem presenti nei documenti e che compongono l indice documenti stem autom concord descr diffic document enorm fas incontr inform necessar pagin present quantit recuper relitt rend strument tip us web D 1 D 2 D Non si calcolano le frequenze ma si considera solo la presenza o l assenza del termine nel documento 9

10 Pesatura dei termini indice! Non tutte le parole di un documento ne descrivono il contenuto semantico con la stessa precisione/efficacia! Si può associare un peso ai termini indice! Il peso indica l importanza di un termine indice per ciascun documento! L associazione di un peso ai termini di un documento viene effettuata utilizzando una funzione di pesatura! La pesatura tiene normalmente conto della frequenza del termine nel documento e nella collezione! Sono possibili diversi sistemi di pesatura! Binaria: il termine ha peso = 1 se presente e peso = 0 se assente! Non si tiene conto della frequenza ma della sola presenza! In base alla frequenza: si considera l occorrenza del termine nel documento e la sua occorrenza nella collezione 10

11 Documenti dell esempio: stem e frequenze documenti stem autom concord descr diffic document enorm fas incontr inform necessar pagin present quantit recuper relitt rend strument tip us web D 1 D 2 D 3 Tot

12 Pesatura! La pesatura assegna a ciascun termine (eventualmente composto):! la frequenza di occorrenza del termine in un documento: schema di pesatura Term Frequency (fattore TF)! la frequenza di occorrenza del termine nell intera collezione: schema di pesatura Inverse Document Frequency (fattore IDF)! Nell indice vengono memorizzate le frequenze grezze e non il peso del termine, che viene calcolato in fase di reperimento 12

13 Creazione dell indice dei descrittori D 1 D 2 D 3 01 automatici 02 automatico 03 concordano 04 descritto 05 difficoltà 06 documento 07 enorme 08 enormi 09 fasi 10 incontra 11 informa 12 informativo 13 informazioni 14 necessario 15 pagine 16 presentato 17 presenti 18 quantità 19 recupero 20 relitto 21 rende 22 strumenti 23 strumento 24 tipo 25 usa 26 uso 27 web

14 Creazione dell indice dei descrittori Dizionario 01 automatici 02 automatico 03 concordano 04 descritto 05 difficoltà 06 documento 07 enorme 08 enormi 09 fasi 10 incontra 11 informa 12 informativo 13 informazioni 14 necessario 15 pagine 16 presentato 17 presenti 18 quantità 19 recupero 20 relitto 21 rende 22 strumenti 23 strumento 24 tipo 25 usa 26 uso 27 web 01 D 1,1 02 D 3,1 03 D 2,1 04 D 2,1 05 D 3,1 06 D 3,1 07 D 1,1 D 2,1 08 D 3,1 09 D 2,1 10 D 3,1 11 D 3,1 12 D 3,1 13 D 1,2 D 2,1 14 D 1,1 15 D 1,1 16 D 3,1 17 D 1,1 D 2,1 18 D 1,1 D 2,1 19 D 1,1 D 2,1 20 D 2,1 21 D 1,1 22 D 1,1 D 2,1 23 D 3,1 24 D 2,1 25 D 3,1 26 D 1,1 D 2,1 27 D 1,1 D 3,1 Posting file o File trasposto (inverted index) 14

15 Modello di reperimento dell informazione Information Retrieval Model 15

16 Come già anticipato nella lezione n. 2: Un modello di reperimento dell informazione è un insieme di costrutti che sono formalizzati allo scopo di rendere possibile:! la rappresentazione del contenuto dei documenti! la rappresentazione delle interrogazioni! l ideazione, la progettazione e la realizzazione dell algoritmo o degli algoritmi di reperimento dei documenti in risposta ad un interrogazione 16

17 Astrazione di un ipotetico sistema Il modello di reperimento dell informazione è uno strumento concettuale che fornisce gli strumenti di rappresentazione concettuale! del contenuto dei documenti! dell esigenza informativa espressa nelle interrogazioni! del funzionamento di un sistema Il modello non fornisce dettagli implementativi 17

18 Modello di IR versus Modello di Basi di Dati! Nelle BD il modello ha lo scopo di fornire una astrazione della rappresentazione e del contenuto informativo dei dati e delle operazioni di aggiornamento e accesso ai dati! Nell IR il modello non descrive le operazioni di aggiornamento perché queste operazioni sono effettuate da utenti privilegiati! I sistemi di IR forniscono accesso a collezioni mediante operazioni di lettura che vengono attivate dalle interrogazioni 18

19 I principali modelli proposti negli anni! Modello booleano anni: 1950! usato in sistemi industriali, motori di ricerca, biblioteche digitali, OPAC (Online Public Access Catalogue), sistemi di gestione archivi! Modello vettoriale anni: 1960! usato in sistemi industriali, inizialmente utilizzato da motori di ricerca! Modello probabilistico anni: 1970! usato in sistemi sperimentali, prototipi di ricerca! Modello di analisi della semantica latente fine anni 1980! Modello statistico della lingua fine anni 1990! Modello basato su reti ipermediali anni 1980/

20 Modello booleano di reperimento dell informazione Boolean Information Retrieval Model o Boolean Model 20

21 Metafora del modello booleano! I descrittori sono insiemi di documenti! Le interrogazioni sono proposizioni logiche i cui operandi sono i descrittori, ossia insiemi di documenti! Gli operatori sono gli usuali operatori dell algebra booleana 21

22 Modello booleano - indicizzazione! I concetti sono rappresentati da descrittori estratti mediante un processo di indicizzazione, quindi un descrittore t è l insieme di tutti e solo i documenti in cui è presente il concetto espresso da t! L indicizzazione perde dell informazione e descrive i concetti in modo parziale:! sinonimia: documenti che trattano lo stesso concetto possono usare parole diverse! polisemia: una parola può esprimere concetti diversi! Se l indicizzazione non conserva informazioni su sinonimia e polisemia, i descrittori sono trattati dal modello come espressioni univoche di concetti 22

23 Modello booleano: espressione della esigenza informativa Un sistema basato sul modello booleano chiede all utente di:! esprimere le proprie esigenze informative utilizzando descrittori (che sono presenti nell indice)! costruire nuovi insiemi mediante operatori booleani che allora vengono utilizzati per esprimere concetti non rappresentati con un unico descrittore 23

24 Modello booleano: funzione di reperimento! Associa l interrogazione al sottoinsieme di documenti che la rendono vera! La funzione di reperimento non ordina i documenti che rendono vera l interrogazione perché il valore di verità è binario 24

25 Modello booleano: interrogazione (OR)! I termini sinonimi sono raggruppati mediante l operatore OR! espressioni disgiuntive del tipo (A OR B)! dove A e B sono termini o espressioni disgiuntive 25

26 Modello booleano: interrogazione (AND)! Le espressioni disgiuntive si concatenano mediante l operatore AND! Il risultato: espressione in forma normale congiuntiva, come, ad esempio: (A OR B) AND (C) 26

27 Modello booleano: interrogazione (NOT)! Operatore di negazione che si esprime solitamente con! esempio: NOT NOT A 27

28 Indice dei descrittori dei documenti d esempio Dizionario 01 automatici 02 automatico 03 concordano 04 descritto 05 difficoltà 06 documento 07 enorme 08 enormi 09 fasi 10 incontra 11 informa 12 informativo 13 informazioni 14 necessario 15 pagine 16 presentato 17 presenti 18 quantità 19 recupero 20 relitto 21 rende 22 strumenti 23 strumento 24 tipo 25 usa 26 uso 27 web 01 D 1,1 02 D 3,1 03 D 2,1 04 D 2,1 05 D 3,1 06 D 3,1 07 D 1,1 D 2,1 08 D 3,1 09 D 2,1 10 D 3,1 11 D 3,1 12 D 3,1 13 D 1,2 D 2,1 14 D 1,1 15 D 1,1 16 D 3,1 17 D 1,1 D 2,1 18 D 1,1 D 2,1 19 D 1,1 D 2,1 20 D 2,1 21 D 1,1 22 D 1,1 D 2,1 23 D 3,1 24 D 2,1 25 D 3,1 26 D 1,1 D 2,1 27 D 1,1 D 3,1 Posting file o File trasposto (inverted index) 28

29 Uso del modello booleano (1/4) Collezione dei documenti o insieme di riferimento recupero D 2 D 1 pagine web D 3 pagine OR web in risposta D 1 e D 3 29

30 Uso del modello booleano (2/4) Collezione dei documenti o insieme di riferimento recupero D 2 D 1 pagine web D 3 pagine AND web in risposta D 1 30

31 Uso del modello booleano (3/4) Collezione dei documenti o insieme di riferimento recupero D 2 D 1 pagine fasi web D 3 fasi AND web nessun documento in risposta 31

32 Uso del modello booleano (4/4) Collezione dei documenti o insieme di riferimento recupero D 2 D 1 pagine fasi web D 3 web AND NOT pagine in risposta D 3 32

33 Modello booleano: considerazioni (1/2)! E efficace in ambienti controllati e con utenti bene addestrati! l utente deve sapere che cosa chiede! richiede l addestramento dell utente! ha delle limitazioni dovute alla bassa amichevolezza della logica booleana, spesso l utente finale fa confusione tra AND e OR! ad esempio, l utente può distinguere fra: information AND retrieval information OR retrieval 33

34 Modello booleano: considerazioni (2/2)! Poco controllo sulla dimensione dell insieme dei documenti recuperati:! null output quando l insieme risultato è vuoto (AND)! output overload quando l insieme risultato è troppo grande per essere utilizzato in modo efficace (OR)! non è possibile l ordinamento per una qualche misura di similarità! non è possibile la pesatura dei termini 34

35 Modello booleano: altre possibilità di recupero! A volte è possibile che siano disponibili ulteriori funzioni di recupero:! operatori di prossimità! operatori di troncamento dei descrittori 35

Indicizzazione. Fasi del processo di IR. Indicizzazione: due aspetti. Corpus: Costruzione delle viste logiche dei documenti: Termine indice

Indicizzazione. Fasi del processo di IR. Indicizzazione: due aspetti. Corpus: Costruzione delle viste logiche dei documenti: Termine indice Fasi del processo di IR Indicizzazione Information need text input Pre-process documents Parse Query Index Rank Indicizzazione: due aspetti Costruzione delle viste logiche dei documenti: Per ogni documento

Dettagli

Introduzione all Information Retrieval

Introduzione all Information Retrieval Introduzione all Information Retrieval Argomenti della lezione Definizione di Information Retrieval. Information Retrieval vs Data Retrieval. Indicizzazione di collezioni e ricerca. Modelli per Information

Dettagli

Uno sguardo a Lucene. Diego De Cao, Roberto Basili Web Mining and Information Retrieval a.a. 2010/2011

Uno sguardo a Lucene. Diego De Cao, Roberto Basili Web Mining and Information Retrieval a.a. 2010/2011 Uno sguardo a Lucene Diego De Cao, Roberto Basili Web Mining and Information Retrieval a.a. 2010/2011 Outline Uno sguardo a Lucene Descrizione delle principali caratteristiche Realizzazione di un semplice

Dettagli

Indicizzazione di documenti testuali

Indicizzazione di documenti testuali Indicizzazione di documenti testuali Generazione di un archivio di Documenti Testuali E eseguita off-line necessaria per accelerare il reperimento dei documenti E un processo che esegue le seguenti attività:

Dettagli

Accesso ad archivi sonori

Accesso ad archivi sonori Accesso ad archivi sonori Nicola Orio Dipartimento di Ingegneria dell Informazione IV Scuola estiva AISV, 8-12 settembre 2008 Basi di dati Biblioteche e archivi digitali 2 Sistemi informativi e basi di

Dettagli

La gestione del documento

La gestione del documento Operatore giuridico d impresa Informatica Giuridica A.A 2002/2003 II Semestre La gestione del documento prof. Monica Palmirani Il documento A differenza del dato il documento è solitamente un oggetto non

Dettagli

Pedigree Documentazione aggiuntiva Corso di reperimento dell informazione a.a. 2005/2006 prof.sa Maristella Agosti

Pedigree Documentazione aggiuntiva Corso di reperimento dell informazione a.a. 2005/2006 prof.sa Maristella Agosti Pedigree Documentazione aggiuntiva Corso di reperimento dell informazione a.a. 25/26 prof.sa Maristella Agosti Argenton Matteo Buzzi Lorenzo Gatto Giorgio Molinaro Matteo Zorzan Emmanuele Prestazioni

Dettagli

Lezioni di Informatica Giuridica

Lezioni di Informatica Giuridica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO Scuola di Specializzazione in Diritto Civile III anno Anno accademico 2003/2004 Lezioni di Informatica Giuridica Costantino Ciampi - ITTIG/CNR Camerino, 27-28 28 settembre

Dettagli

Ricerca di informazioni nelle banche dati giuridiche

Ricerca di informazioni nelle banche dati giuridiche Informatica giuridica A.A. 2005-06 Ricerca di informazioni nelle banche dati giuridiche Parte I Avv. Chiara Giovanna Bernardi bernardi@cirfid.unibo.it Definizioni NEL LINGUAGGIO COMUNE: Data base = base

Dettagli

Modelli di Information Retrieval: I modelli base

Modelli di Information Retrieval: I modelli base Modelli di Information Retrieval: I modelli base Gabriella Pasi 1 Università degli Studi di Milano Bicocca Via Bicocca degli Arcimboldi 8 e-mail: pasi@disco.unimib.it Struttura base di un IRS ARCHIVIO

Dettagli

Lezione 2 Gestione del testo

Lezione 2 Gestione del testo Lezione 2 Gestione del testo Pasquale Savino ISTI - CNR Sommario La gestione dei dati in una Biblioteca Digitale Acquisizione Rappresentazione Indicizzazione Ricerca Conservazione Gestione del testo Gestione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica Costruzione di un thesaurus per gli algoritmi di prossimità semantica DISCo LET

Dettagli

Prime sperimentazioni d'indicizzazione [semi]automatica alla BNCF

Prime sperimentazioni d'indicizzazione [semi]automatica alla BNCF Prime sperimentazioni d'indicizzazione [semi]automatica alla BNCF Maria Grazia Pepe - Elisabetta Viti (Biblioteca nazionale centrale di Firenze) 6. Incontro ISKO Italia Firenze 20 maggio 2013 SOMMARIO

Dettagli

Librerie digitali. Introduzione. Cos è una libreria digitale?

Librerie digitali. Introduzione. Cos è una libreria digitale? Librerie digitali Introduzione Cos è una libreria digitale? William Arms "An informal definition of a digital library is a managed collection of information, with associated services, where the information

Dettagli

1 Introduzione 1 1.1 Information Retrieval: promesse e problemi... 1 1.2 Presentazione del lavoro... 3 1.3 Sommario... 5

1 Introduzione 1 1.1 Information Retrieval: promesse e problemi... 1 1.2 Presentazione del lavoro... 3 1.3 Sommario... 5 Indice 1 Introduzione 1 1.1 Information Retrieval: promesse e problemi..................... 1 1.2 Presentazione del lavoro................................ 3 1.3 Sommario........................................

Dettagli

Corso di informatica del diritto: Accesso alla documentazione elettronica. Leonello Mattioli

Corso di informatica del diritto: Accesso alla documentazione elettronica. Leonello Mattioli Corso di informatica del diritto: Accesso alla documentazione elettronica Leonello Mattioli 1 Perché è necessario conoscere il computer Perché occorre avere cognizione del matrimonio i per comprenderne

Dettagli

Algebra Di Boole. Definiamo ora che esiste un segnale avente valore opposto di quello assunto dalla variabile X.

Algebra Di Boole. Definiamo ora che esiste un segnale avente valore opposto di quello assunto dalla variabile X. Algebra Di Boole L algebra di Boole è un ramo della matematica basato sul calcolo logico a due valori di verità (vero, falso). Con alcune leggi particolari consente di operare su proposizioni allo stesso

Dettagli

L INNOVAZIONE SCIENTIFICO-TECNOLOGICA NEI PROCESSI PRODUTTIVI

L INNOVAZIONE SCIENTIFICO-TECNOLOGICA NEI PROCESSI PRODUTTIVI L INNOVAZIONE SCIENTIFICO-TECNOLOGICA NEI PROCESSI PRODUTTIVI Scienza ed industria hanno oggi costituito legami molto forti di collaborazione che hanno portato innovazione tecnologica sia a livello organizzativo-amministrativo

Dettagli

Database. Si ringrazia Marco Bertini per le slides

Database. Si ringrazia Marco Bertini per le slides Database Si ringrazia Marco Bertini per le slides Obiettivo Concetti base dati e informazioni cos è un database terminologia Modelli organizzativi flat file database relazionali Principi e linee guida

Dettagli

Navigazione. per associazione. ipertesti/ipermedia. l utente naviga nello spazio dei documenti alla ricerca dei nodi di interesse

Navigazione. per associazione. ipertesti/ipermedia. l utente naviga nello spazio dei documenti alla ricerca dei nodi di interesse Tipologia dei dati e organizzazione delle informazioni Sistemi di indicizzazione e recupero 5. Database e Information Retrieval per associazione Navigazione ipertesti/ipermedia l utente naviga nello spazio

Dettagli

Sistemi di information retrieval e HCIR

Sistemi di information retrieval e HCIR Sistemi di information retrieval e HCIR Dott. Giuseppe Desolda Outline! Panoramica sui sistemi IR! Progettazione di interfacce per i sistemi IR! Framework di valutazione! Tecniche di visualizzazione e

Dettagli

Periodici elettronici e banche dati

Periodici elettronici e banche dati Servizio civile nazionale volontario Università di Pavia Progetto Vivere la biblioteca: dalla gestione al servizio - 2009 Periodici elettronici e banche dati Caterina Barazia Periodici elettronici: definizione

Dettagli

Università degli studi di Genova. Implementazione e Valutazione di Tecniche di Information Retrieval basate su Stem, Lemma e Synset

Università degli studi di Genova. Implementazione e Valutazione di Tecniche di Information Retrieval basate su Stem, Lemma e Synset Università degli studi di Genova Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Diploma in Informatica Anno Accademico 2003/2004 Implementazione e Valutazione di Tecniche di Information Retrieval

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

Intelligenza Artificiale

Intelligenza Artificiale Intelligenza Artificiale Anno accademico 2008-2009 Information Retrieval: Text Categorization Una definizione formale Sia D il dominio dei documenti Sia C = {c 1,,c C } un insieme di categorie predefinite

Dettagli

BASI DI DATI. Queste slides sono un adattamento di quelle di Luca Anselma e Gian Luca Pozzato, cui va il mio ringraziamento

BASI DI DATI. Queste slides sono un adattamento di quelle di Luca Anselma e Gian Luca Pozzato, cui va il mio ringraziamento BASI DI DATI Queste slides sono un adattamento di quelle di Luca Anselma e Gian Luca Pozzato, cui va il mio ringraziamento BASI DI DATI (DATABASE, DB) Una delle applicazioni informatiche più utilizzate,

Dettagli

Introduzione all'information retrieval

Introduzione all'information retrieval Corso di Ontologie e Semantic Web Introduzione all'information retrieval Stefano Montanelli Schema di riferimento Definizioni essenziali Modello booleano Modello vettoriale Valutazione Riferimenti bibliografici

Dettagli

Alessandra Raffaetà. Basi di Dati

Alessandra Raffaetà. Basi di Dati Lezione 2 S.I.T. PER LA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO Corso di Laurea Magistrale in Scienze Ambientali Alessandra Raffaetà Dipartimento di Informatica Università Ca Foscari Venezia Basi di Dati

Dettagli

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca LICEO SCIENTIFICO STATALE Donato Bramante Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) - MIUR: MIPS25000Q Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97220275 Sito:

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino ANNO SCOLASTICO 2014/2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino Obiettivi minimi Informatica Prime Conoscere il sistema di numerazione binaria e la sua importanza nella codifica delle

Dettagli

Algebra di Boole. Le operazioni, nell algebra booleana sono basate su questi tre operatori: AND ( ), OR ( + ),NOT ( )

Algebra di Boole. Le operazioni, nell algebra booleana sono basate su questi tre operatori: AND ( ), OR ( + ),NOT ( ) Algebra di Boole L algebra di Boole prende il nome da George Boole, matematico inglese (1815-1864), che pubblicò un libro nel 1854, nel quale vennero formulati i principi dell'algebra oggi conosciuta sotto

Dettagli

03 La ricerca testuale

03 La ricerca testuale 03 La ricerca testuale 3.1. Gli operatori booleani La stringa di ricerca può essere costituita da un solo termine o da più termini. Nel primo caso, l interrogazione viene effettuata mediante la specificazione

Dettagli

Lezione 8. Motori di Ricerca

Lezione 8. Motori di Ricerca Lezione 8 Motori di Ricerca Basi di dati Un campo prevalente dell applicazione informatica è quello costituito dall archiviazione e dalla gestione dei dati (basi di dati). Sistema Informativo. Un sistema

Dettagli

Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale. Analisi esplorative di dati testuali

Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale. Analisi esplorative di dati testuali Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale Analisi esplorative di dati testuali Il text mining: una definizione Data mining per dati destrutturati ovvero documenti codificati in linguaggio

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica La ricerca dell informazione Cazzaniga Paolo Dip. di Scienze Umane e Sociali paolo.cazzaniga@unibg.it Outline La ricerca dell informazione 1 La ricerca dell informazione 2 3 Outline

Dettagli

TECNOLOGIE INFORMATICHE DELLA COMUNICAZIONE ORE SETTIMANALI 2 TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO PROVA DI LABORATORIO

TECNOLOGIE INFORMATICHE DELLA COMUNICAZIONE ORE SETTIMANALI 2 TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO PROVA DI LABORATORIO CLASSE DISCIPLINA MODULO Conoscenze Abilità e competenze Argomento 1 Concetti di base Argomento 2 Sistema di elaborazione Significato dei termini informazione, elaborazione, comunicazione, interfaccia,

Dettagli

Archivio globale della Maremma

Archivio globale della Maremma Archivio globale della Maremma Archivi digitali della Biblioteca comunale Chelliana di Grosseto Programma per la gestione e consultazione SCIRE DBA Biblioteca Chelliana http://archivioglobale.chelliana.it/

Dettagli

Corso di Laurea in INFORMATICA

Corso di Laurea in INFORMATICA Corso di Laurea in INFORMATICA Algoritmi e Strutture Dati MODULO 2. Algebre di dati Dati e rappresentazioni, requisiti delle astrazioni di dati, costrutti. Astrazioni di dati e dati primitivi. Specifica

Dettagli

Matematica Computazionale Lezione 4: Algebra di Commutazione e Reti Logiche

Matematica Computazionale Lezione 4: Algebra di Commutazione e Reti Logiche Matematica Computazionale Lezione 4: Algebra di Commutazione e Reti Logiche Docente: Michele Nappi mnappi@unisa.it www.dmi.unisa.it/people/nappi 089-963334 ALGEBRA DI COMMUTAZIONE Lo scopo di questa algebra

Dettagli

Information Retrieval

Information Retrieval Information Retrieval Dario Rigolin Comperio srl CTO dario.rigolin@comperio.it Bologna 22 Maggio 2009 Master in Tecnologie OpenSource Agenda Presentazioni di rito Piccola introduzione sull'ir Cosa offre

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione Il è finalizzato a elevare il livello di competenza nell utilizzo del computer, del pacchetto Office e delle principali funzionalità di Internet. Il percorso formativo si struttura in 7 moduli Concetti

Dettagli

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale Lezione 1 Introduzione e Modellazione Concettuale 1 Tipi di Database ed Applicazioni Database Numerici e Testuali Database Multimediali Geographic Information Systems (GIS) Data Warehouses Real-time and

Dettagli

Macchine per l elaborazione dell informazion e. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Informatica II

Macchine per l elaborazione dell informazion e. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Informatica II Macchine per l elaborazione dell informazion e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Informatica II Ing. Mauro Iacono Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Studi Politici e per l Alta

Dettagli

Analisi, progettazione e sviluppo di un software di Information Retrieval con Tecnologie J2EE

Analisi, progettazione e sviluppo di un software di Information Retrieval con Tecnologie J2EE Scuola Politecnica e delle Scienze di Base Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica Tesi di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica Analisi, progettazione e sviluppo di un software di Information

Dettagli

Progettare una basi di dati vuole dire progettare la struttura dei dati e le applicazioni

Progettare una basi di dati vuole dire progettare la struttura dei dati e le applicazioni LA PROGETTAZIONE DI BASI DI DATI Progettare una basi di dati vuole dire progettare la struttura dei dati e le applicazioni La progettazione dei dati è l attività più importante Per progettare i dati al

Dettagli

Information Retrieval Systems

Information Retrieval Systems Information Retrieval Systems Oreste Signore (Oreste.Signore@cnuce.cnr.it) Contenuto Elaborazione automatica dell informazione Aspetti tecnici e semantici I sistemi di Information Retrieval Caratteristiche

Dettagli

WORKSHOP W 05 I luoghi e i modi della informazione sulle Scienze della Terra: dalla biblioteca al web. Rimini, 11 Settembre 2007.

WORKSHOP W 05 I luoghi e i modi della informazione sulle Scienze della Terra: dalla biblioteca al web. Rimini, 11 Settembre 2007. WORKSHOP W 05 I luoghi e i modi della informazione sulle Scienze della Terra: dalla biblioteca al web. Rimini, 11 Settembre 2007 ThIST il Thesaurus Italiano di Scienze della Terra Luca Olivetta (APAT Servizio

Dettagli

Fondamenti di Informatica Ingegneria Clinica Lezione 16/10/2009. Prof. Raffaele Nicolussi

Fondamenti di Informatica Ingegneria Clinica Lezione 16/10/2009. Prof. Raffaele Nicolussi Fondamenti di Informatica Ingegneria Clinica Lezione 16/10/2009 Prof. Raffaele Nicolussi FUB - Fondazione Ugo Bordoni Via B. Castiglione 59-00142 Roma Docente Raffaele Nicolussi rnicolussi@fub.it Lezioni

Dettagli

Banche dati, risorse elettroniche e strumenti di supporto bibliografico allo studio e alla ricerca

Banche dati, risorse elettroniche e strumenti di supporto bibliografico allo studio e alla ricerca Banche dati, risorse elettroniche e strumenti di supporto bibliografico allo studio e alla ricerca a cura di Carmela Napoletano Presentazione alle matricole del Dipartimento di Scienze dei Materiali Università

Dettagli

Modellazione di sistema

Modellazione di sistema Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Modellazione di sistema E. TINELLI Contenuti Approcci di analisi Linguaggi di specifica Modelli di

Dettagli

Istituto Universitario Navale Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni

Istituto Universitario Navale Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni Istituto Universitario Navale Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni Fondamenti di Informatica Modulo 1 Programma dell'a.a. 2003/2004 Luigi Romano Dipartimento di Informatica

Dettagli

Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Corso di Laurea per "Tecnico Ortopedico" 03

Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Corso di Laurea per Tecnico Ortopedico 03 Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Corso di Laurea per "Tecnico Ortopedico" a.a. 2002-03 03 Prof. Luigi Borrelli Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Napoli - Federico II a.a.

Dettagli

Fondamenti di Informatica - 9Cfu Corso di Laurea in Ingegneria Informatica (ord. 270)

Fondamenti di Informatica - 9Cfu Corso di Laurea in Ingegneria Informatica (ord. 270) Corsi di Laurea Ingegneria Informatica Ord. 270 A.A. 2012-2013 Prof. Vincenza Carchiolo vincenza.carchiolo@dieei.unict.it Fondamenti di Informatica - 9Cfu Corso di Laurea in Ingegneria Informatica (ord.

Dettagli

Modulo 1: Motori di ricerca

Modulo 1: Motori di ricerca Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Antivirus Personal firewall Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi

Dettagli

Fondamenti di Informatica II

Fondamenti di Informatica II Fondamenti di Informatica II Ilaria Castelli castelli@dii.unisi.it Università degli Studi di Siena Dipartimento di Ingegneria dell Informazione A.A. 2009/2010 I. Castelli Introduzione, A.A. 2009/2010 1/8

Dettagli

I livelli di progettazione possono essere così schematizzati: Esistono tre tipi diversi di modelli logici: Modello gerarchico: Esempio SPECIFICHE

I livelli di progettazione possono essere così schematizzati: Esistono tre tipi diversi di modelli logici: Modello gerarchico: Esempio SPECIFICHE I DATABASE o basi di dati possono essere definiti come una collezione di dati gestita dai DBMS. Tali basi di dati devono possedere determinati requisiti, definiti come specifiche, necessarie per il processo

Dettagli

Informatica Documentale

Informatica Documentale Informatica Documentale Ivan Scagnetto (scagnett@dimi.uniud.it) Stanza 3, Nodo Sud Dipartimento di Matematica e Informatica Via delle Scienze, n. 206 33100 Udine Tel. 0432 558451 Ricevimento: giovedì,

Dettagli

TEORIA sulle BASI DI DATI

TEORIA sulle BASI DI DATI TEORIA sulle BASI DI DATI A cura del Prof. Enea Ferri Cos è un DATA BASE E un insieme di archivi legati tra loro da relazioni. Vengono memorizzati su memorie di massa come un unico insieme, e possono essere

Dettagli

Laurea magistrale in Editoria e comunicazione multimediale. Sistemi per il recupero delle informazioni

Laurea magistrale in Editoria e comunicazione multimediale. Sistemi per il recupero delle informazioni Laurea magistrale in Editoria e comunicazione multimediale A.A. 2008/2009 Sistemi per il recupero delle informazioni Docente: Annalisa Pascarella E-mail: pascarel@dima.unige.it 1 APPUNTAMENTI Ottobre Venerdì

Dettagli

IL SISTEMA INFORMATIVO

IL SISTEMA INFORMATIVO IL SISTEMA INFORMATIVO In un organizzazione l informazione è una risorsa importante al pari di altri tipi di risorse: umane, materiali, finanziarie, (con il termine organizzazione intendiamo un insieme

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI INFORMATICA a.s.2014/2015

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI INFORMATICA a.s.2014/2015 LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE LICEO CLASSICO G. BODONI 12037 SALUZZO DIPARTIMENTO DI MATEMATICA FISICA E INFORMATICA PROGRAMMAZIONE GENERALE DI INFORMATICA a.s.2014/2015

Dettagli

Algebra di Boole ed Elementi di Logica

Algebra di Boole ed Elementi di Logica Algebra di Boole ed Elementi di Logica 53 Cenni all algebra di Boole L algebra di Boole (inventata da G. Boole, britannico, seconda metà 8), o algebra della logica, si basa su operazioni logiche Le operazioni

Dettagli

L università degli Studi del Sannio

L università degli Studi del Sannio La ricerca condotta dall Università degli studi del Sannio e dalla Dida Network s.r.l. in tema di formazione avanzata per persone sorde ed in particolare i risultati del progetto: This project has been

Dettagli

Sommario [1/2] Vannevar Bush Dalle Biblioteche ai Cataloghi Automatizzati Gli OPAC accessibili via Web Le Biblioteche Digitali

Sommario [1/2] Vannevar Bush Dalle Biblioteche ai Cataloghi Automatizzati Gli OPAC accessibili via Web Le Biblioteche Digitali Introduzione alle Biblioteche Digitali Sommario [1/2] Cenni storici Vannevar Bush Dalle Biblioteche ai Cataloghi Automatizzati Gli OPAC accessibili via Web Le Biblioteche Digitali Cos è una Biblioteca

Dettagli

UN SISTEMA DI ARCHIVI AUDIOVISIVI. Accesso on line ai metadati e ai dati

UN SISTEMA DI ARCHIVI AUDIOVISIVI. Accesso on line ai metadati e ai dati scaletta per seminario 14-12-05 UN SISTEMA DI ARCHIVI AUDIOVISIVI sul tema Accesso on line ai metadati e ai dati a cura di Francesco Baldi Discoteca di Stato e Museo dell Audiovisivo novembre 2005 Quadro

Dettagli

Cercare documenti Web

Cercare documenti Web Pagine web (struttura html) Cercare documenti Web Motori di Ricerca I MOTORI DI RICERCA Sulla rete Web vi sono strumenti specifici chiamati motori di ricerca (research engines) per la ricerca di siti e

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: CONCETTI DI BASE DELLA TECNOLOGIA INFORMATICA 1.1. Concetti elementari di informatica Algoritmo, Dato, Informazione Campi di applicazione e classificazione

Dettagli

ALGEBRA DELLE PROPOSIZIONI

ALGEBRA DELLE PROPOSIZIONI Università di Salerno Fondamenti di Informatica Corso di Laurea Ingegneria Corso B Docente: Ing. Giovanni Secondulfo Anno Accademico 2010-2011 ALGEBRA DELLE PROPOSIZIONI Fondamenti di Informatica Algebra

Dettagli

Informatica Generale Anno Accademico 2000-2001

Informatica Generale Anno Accademico 2000-2001 Informatica Generale Anno Accademico 2000-2001 Corso di Laurea in Economia e Commercio Informazioni Generali Ricevimento: Mercoledì 15.00-17.00 Libri di "riferimento": C. Gallo, Informatica Generale ed

Dettagli

Basi di Dati. Introduzione ai sistemi di basi di dati. K.Donno - Introduzione ai sistemi di basi di dati

Basi di Dati. Introduzione ai sistemi di basi di dati. K.Donno - Introduzione ai sistemi di basi di dati Basi di Dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Gestione dei Dati Una prospettiva storica File system verso DBSM Vantaggi di un DBMS Modelli dei dati Utenti

Dettagli

Introduzione ai sistemi di basi di dati

Introduzione ai sistemi di basi di dati Basi di Dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Alessandro.bardine@gmail.com alessandro.bardine@iet.unipi.it Introduzione ai sistemi di basi di dati Gestione dei Dati Una prospettiva storica File

Dettagli

Definizione Un modello astratto è la rappresentazione formale di idee e conoscenze relative a un fenomeno.

Definizione Un modello astratto è la rappresentazione formale di idee e conoscenze relative a un fenomeno. MODELLI INFORMATICI 1 Definizione Un modello astratto è la rappresentazione formale di idee e conoscenze relative a un fenomeno. Aspetti di un modello: il modello è la rappresentazione di certi fatti;

Dettagli

Introduzione. Elenco telefonico Conti correnti Catalogo libri di una biblioteca Orario dei treni aerei

Introduzione. Elenco telefonico Conti correnti Catalogo libri di una biblioteca Orario dei treni aerei Introduzione Elenco telefonico Conti correnti Catalogo libri di una biblioteca Orario dei treni aerei. ESEMPI DI INSIEMI DI DATI DA ORGANIZZARE ED USARE IN MANIERA EFFICIENTE Introduzione Più utenti con

Dettagli

Base Dati Introduzione

Base Dati Introduzione Università di Cassino Facoltà di Ingegneria Modulo di Alfabetizzazione Informatica Base Dati Introduzione Si ringrazia l ing. Francesco Colace dell Università di Salerno Gli archivi costituiscono una memoria

Dettagli

Corso di Informatica di Base. Laboratorio 2

Corso di Informatica di Base. Laboratorio 2 Corso di Informatica di Base Laboratorio 2 Motori di Ricerca Sara Casolari Cercare nel posto giusto Andare in posti noti Esempio: per reperire informazioni sui contributi pensionistici chiediamo all INPS

Dettagli

INFORMATICA COMPETENZE

INFORMATICA COMPETENZE INFORMATICA Docente: Sandra Frigiolini Finalità L insegnamento di INFORMATICA, nel secondo biennio, si propone di: potenziare l uso degli strumenti multimediali a supporto dello studio e della ricerca

Dettagli

Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. EXTRA: Progetto e Sviluppo di un Ambiente per Traduzioni Multilingua Assistite

Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. EXTRA: Progetto e Sviluppo di un Ambiente per Traduzioni Multilingua Assistite Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica EXTRA: Progetto e Sviluppo di un Ambiente per Traduzioni Multilingua Assistite Riccardo

Dettagli

Laboratorio Matematico Informatico 2

Laboratorio Matematico Informatico 2 Laboratorio Matematico Informatico 2 (Matematica specialistica) A.A. 2006/07 Pierluigi Amodio Dipartimento di Matematica Università di Bari Laboratorio Matematico Informatico 2 p. 1/1 Informazioni Orario

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA

PROGRAMMA DI INFORMATICA LICEO SCIENTIFICO STATALE A. MESSEDAGLIA -VERONA Via Bertoni, 3b 37121 VERONA tel 045.596432-8034772 fax 045.8038213 Classe 2 Sezione G Anno scolastico 2014/2015 PROGRAMMA DI INFORMATICA docente: prof.

Dettagli

Le informazioni. Fondamenti di informatica. I documenti. Information retrieval. Information retrieval. Ricerche alternative 19/02/2015

Le informazioni. Fondamenti di informatica. I documenti. Information retrieval. Information retrieval. Ricerche alternative 19/02/2015 Fondamenti di informatica Appunti sulla ricerca di informazioni per le scienze umane dal capitolo 8 del testo: M. Lazzari, Informatica umanistica, McGraw-Hill, 2014 Marco Lazzari Le informazioni 1. letteratura

Dettagli

Se il record ha lo status di supplied by publisher o. MESH solo i record pubmed indexed for Medline sono completamente indicizzati

Se il record ha lo status di supplied by publisher o. MESH solo i record pubmed indexed for Medline sono completamente indicizzati Collegarsi a PUBMED Ricercare: 1) Articoli sulle applicazioni della radiologia alla diagnosi di tumore della prostata 2) Articoli sulle problematiche infermieristiche relative alle malattie oncologiche

Dettagli

L interesse nella macchina di Turing

L interesse nella macchina di Turing Aniello Murano Macchina di Turing universale e problema della fermata 6 Lezione n. Parole chiave: Universal Turing machine Corso di Laurea: Informatica Codice: Email Docente: murano@ na.infn.it A.A. 2008-2009

Dettagli

Capitolo 4. Studio dei problemi di progetto. 4.1 Data Quality

Capitolo 4. Studio dei problemi di progetto. 4.1 Data Quality Capitolo 4 Studio dei problemi di progetto Dal primo approccio con il progetto, è risultato chiaro che una semplice analisi della teoria sulla progettazione concettuale non sarebbe stata sufficiente ad

Dettagli

Information Retrieval

Information Retrieval os è l! L (IR) si occupa della rappresentazione, memorizzazione e organizzazione dell informazione testuale, al fine di rendere agevole all utente il soddisfacimento dei propri bisogni informativi.! Data

Dettagli

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Lezione 2 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rappresentazione dei numeri

Dettagli

Calcolatori: Algebra Booleana e Reti Logiche

Calcolatori: Algebra Booleana e Reti Logiche Calcolatori: Algebra Booleana e Reti Logiche 1 Algebra Booleana e Variabili Logiche I fondamenti dell Algebra Booleana (o Algebra di Boole) furono delineati dal matematico George Boole, in un lavoro pubblicato

Dettagli

Informatica 1. Riepilogo

Informatica 1. Riepilogo Informatica 1 Hardware e Software ing. Luigi Puzone 1 Riepilogo Nella lezione scorsa abbiamo visto i seguenti concetti di base Dati e informazioni e loro ciclo di elaborazione Hardware e Software Tipologie

Dettagli

Semantica: un sistema per l indicizzazione, il retrieval semantico di learning objects e la generazione automatica di corsi didattici

Semantica: un sistema per l indicizzazione, il retrieval semantico di learning objects e la generazione automatica di corsi didattici Tesi di laurea Semantica: un sistema per l indicizzazione, il retrieval semantico di learning objects e la generazione automatica di corsi didattici Anno Accademico 2007/2008 Relatori Ch.mo prof. Angelo

Dettagli

Risorse e strumenti per la ricerca bibliografica

Risorse e strumenti per la ricerca bibliografica Risorse e strumenti per la ricerca bibliografica a cura della Biblioteca di Ateneo Presentazione alle matricole del Dipartimento di Scienza dei Materiali Università degli Studi di Milano-Bicocca 13/05/2015

Dettagli

BASI DI DATI per la gestione dell informazione. Angelo Chianese Vincenzo Moscato Antonio Picariello Lucio Sansone

BASI DI DATI per la gestione dell informazione. Angelo Chianese Vincenzo Moscato Antonio Picariello Lucio Sansone BASI DI DATI per la gestione dell informazione Angelo Chianese Vincenzo Moscato Antonio Picariello Lucio Sansone Libro di Testo 22 Chianese, Moscato, Picariello e Sansone BASI DI DATI per la Gestione dell

Dettagli

7 : I DATI E LA LORO STRUTTURA NELLA PROGRAMMAZIONE

7 : I DATI E LA LORO STRUTTURA NELLA PROGRAMMAZIONE 7 : I DATI E LA LORO STRUTTURA NELLA PROGRAMMAZIONE TIPO DI DATO Un tipo di dato è una entità caratterizzata dai seguenti elementi: un insieme X di valori che raprresenta il dominio del tipo di dato; un

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Metrica: Function Point Engineering Contenuti Misurazione del software Metriche basate sulla funzionalità Punto Funzione (Function Point) Esempio di calcolo di FP Rieferimenti: 1. Roger S. Pressman

Dettagli

L informatica comprende:

L informatica comprende: Varie definizioni: INFORMATICA Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science) Scienza dell informazione Definizione proposta: Scienza della rappresentazione e dell elaborazione dell informazione

Dettagli

Introduzione al corso

Introduzione al corso Introduzione al corso Sistemi Informativi L-B Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-b/ Versione elettronica: introduzione.pdf Sistemi Informativi L-B Docente Prof. Paolo Ciaccia

Dettagli

Le componenti fisiche di un computer: l hardware

Le componenti fisiche di un computer: l hardware Le componenti fisiche di un computer: l hardware In questa sezione ci occuperemo di come è strutturato e come funziona l hardware di un computer. In particolare, nella Sezione ci occuperemo del punto di

Dettagli

Rappresentazione e Memorizzazione dei Dati

Rappresentazione e Memorizzazione dei Dati Rappresentazione e Memorizzazione dei Dati Giuseppe Nicosia CdL in Matematica (Laurea Triennale) Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Università di Catania Bit e loro Memorizzazione Definizioni Algoritmo: una

Dettagli

RILEVANZA = attinenza oggettiva/assoluta PERTINENZA = attinenza soggettiva/relativa (effettivo interesse personale) PUNTO DI FUTILITA ---> ranking

RILEVANZA = attinenza oggettiva/assoluta PERTINENZA = attinenza soggettiva/relativa (effettivo interesse personale) PUNTO DI FUTILITA ---> ranking NOZIONI DI INFORMATION RETRIEVAL a cura di Riccardo Ridi (Università Ca' Foscari di Venezia) aggiornate a Ottobre 2014 RILEVANZA = attinenza oggettiva/assoluta PERTINENZA = attinenza soggettiva/relativa

Dettagli

Sistemi Informativi Multimediali 1 - Introduzione

Sistemi Informativi Multimediali 1 - Introduzione Che cos è un sistema informativo multimediale? Sistemi Informativi li 1 - Introduzione Augusto Celentano Università Ca Foscari di Venezia Un sistema informativo multimediale (MMDBMS) è un framework che

Dettagli

RICERCA DELL INFORMAZIONE

RICERCA DELL INFORMAZIONE RICERCA DELL INFORMAZIONE DOCUMENTO documento (risorsa informativa) = supporto + contenuto analogico o digitale locale o remoto (accessibile in rete) testuale, grafico, multimediale DOCUMENTO risorsa continuativa

Dettagli

Il software. la parte contro cui si può solo imprecare. (continua) Funzioni principali del sistema operativo. Gestione della memoria secondaria

Il software. la parte contro cui si può solo imprecare. (continua) Funzioni principali del sistema operativo. Gestione della memoria secondaria Il software la parte contro cui si può solo imprecare (continua) Funzioni principali del sistema operativo Avvio dell elaboratore Gestione del processore e dei processi in esecuzione Gestione della memoria

Dettagli