DEFINIZIONE DI BILANCIO DI ESERCIZIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DEFINIZIONE DI BILANCIO DI ESERCIZIO"

Transcript

1 DEFINIZIONE DI BILANCIO DI ESERCIZIO CONCETTO GENERALE SISTEMA DI VALORI DI SINTESI ORDINATO A MISURARE IN VIA CONGIUNTA R.E. E C.F. (SOTTOSISTEMI) GLI ASPETTI TECNICI FONDAMENTALI SULLA FORMAZIONE RIGUARDANO: LA COSTRUZIONE FORMALE IL PROCESSO DI FORMAZIONE E DI ATTRIBUZIONE DEI VALORI 1

2 DEFINIZIONI (O MODALITA DI OSSERVAZIONE) DEL BILANCIO DI ESERCIZIO GENETICA: È CORRELATA AL SISTEMA CONTABILE STRUTTURALE: È CORRELATA ALLA COMPOSIZIONE DEI DOCUMENTI ECONOMICO/GIURIDICA: EX CODICE CIVILE GIURIDICA (ART. 2423) ECONOMICA CHI REDIGE IL BILANCIO DI ESERCIZIO COMPOSIZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO CARATTERI QUALITATIVI DEL DOCUMENTO FINALITÀ: INFORMARE SU COSA DESTINATARI OGGETTO MISURAZIONE 2

3 DEFINIZIONE DI BILANCIO D ESERCIZIO (PIU COMPLETA) IL BILANCIO DI ESERCIZIO È DOCUMENTO DI DERIVAZIONE CONTABILE, REDATTO DAGLI AMMINISTRATORI, COMPOSTO DA STATO PATRIMONIALE/CONTO ECONOMICO/NOTA INTEGRATIVA, PER ESPRIMERE LA MISURA E LA COMPOSIZIONE DEL R.E. E C.F. (OGGETTO), AL FINE DI FORNIRE CON CHIAREZZA, CORRETTEZZA E VERITÀ (QUALITÀ), LA SITUAZIONE PATRIMONIALE, FINANZIARIA, ECONOMICA (OBIETTIVO) AI SOGGETTI INTERESSATI (DESTINATARI). 3

4 I TRE RIFERIMENTI FONDAMENTALI AI FINI DELLA FORMAZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO SONO: A. LA CLASSIFICAZIONE DEI DATI CONTABILI B. LA RAPPRESENTAZIONE DEI DATI CONTABILI C. LE VALUTAZIONI A. LA CLASSIFICAZIONE DEI DATI CONTABILI E LA MODALITA SECONDO CUI I VALORI CONTABILI SONO RILEVATI O CLASSIFICATI IN CONTABILITA ED IN BILANCIO. CLASSIFICATI = ORDINATI E RAGGRUPPATI DUE MODALITA (TRADIZIONALI): 1. PER NATURA O ORIGINE CONTABILE 2. PER DESTINAZIONE O FUNZIONE 4

5 LA 1. (classificazione per natura): PER I VALORI REDDITUALI SI CERCA LA CAUSA IMMEDIATA DEL COSTO O DEL RICAVO, SEPARANDO I VALORI OGGETTIVI DA QUELLI SOGGETTIVI. ES.: COSTO D ACQUISTO M.P., RICAVO VENDITA PRODOTTI, ACCANTONAMENTO T.F.R., ACCANTONAMENTO FONDO RISCHI CREDITI. PER I VALORI PATRIMONIALI SI RICERCANO IL SOGGETTO E LA SPECIE DEL RAPPORTO. ES.: CREDITI V/CLIENTI PER VENDITE, FONDO T.F.R., FONDO AMMORTAMENTO IMPIANTI. LA 2.( classificazione per destinazione): SI HA RIGUARDO AL SETTORE O SERVIZIO AZIENDALE DESTINATARIO DEL COSTO. ES.: COSTI AMMINISTRATIVI (OGGETTIVI E STIMATI), COSTI INDUSTRIALI, COSTI COMMERCIALI. 5

6 B. LA RAPPRESENTAZIONE DEI DATI CONTABILI RIGUARDA LE MODALITA SECONDO CUI LE VOCI O CLASSI DI VALORI SONO ESPOSTE IN BILANCIO. OCCORRE DISTINGUERE: STRUTTURA BILANCIO (S.P. E C.E.) FORMA BILANCIO (S.P. E C.E.) 6

7 STRUTTURA BILANCIO DI ESERCIZIO RIGUARDA LE MODALITA SECONDO CUI I VALORI (DELLA CONTABILITA ) SONO SINTETICAMENTE E ORGANICAMENTE RAPPRESENTATI, OSSIA AGGREGATI IN STATO PATRIMONIALE E IN CONTO ECONOMICO. LA STRUTTURA DISCENDE O DA TEORIA CONTABILE PRESCELTA O DA TIPO DI INFORMAZIONE CHE SI VUOLE DARE. 7

8 TIPOLOGIE DI STRUTTURE DI CONTO ECONOMICO COSTI, RICAVI, RIMANENZE (DISCENDE DA CLASSI- FICAZIONE PER ORIGINE O NATURA DEI VALORI) COSTI E RICAVI DELLA PRODUZIONE A RISULTATI DIFFERENZIATI (BANCHE) A COSTI E RICAVI O COSTO DEL VENDUTO (DISCENDE DA CLASSIFICAZIONE PER FUNZIONE) 8

9 TIPOLOGIE DI STRUTTURE DI STATO PATRIMONIALE SECONDO L ORIGINE DEI VALORI (E IN RELAZIONE A ORIGINE E NATURA CONTABILE VALORI (VALORI NUMERARI, RIMANENZE) SECONDO IL CRITERIO DELLA DESTINAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIO. LA CLASSIFICAZIONE E IN RELAZIONE ALLA DESTINAZIONE SPECIFICA ATTRIBUITA DALL IMPRESA, OSSIA AL VINCOLO GESTIONALE ATTRIBUITO ALLE ATTIVITA E ALLA SCADENZA TEMPORALE DELLE STESSE, NONCHE ALLA SCADENZA FINANZIARIA DELLE PASSIVITA (FONTI) SEPARATE PER ORIGINE. FORMA BILANCIO DI ESERCIZIO RIGUARDA LE MODALITA SECONDO CUI LA STRUTTURA E ESPOSTA, OSSIA IN FORMA CONTRAPPOSTA O SCALARE. 9

10 C. LE VALUTAZIONI: CONCETTI GENERALI LE VALUTAZIONI SONO L ESPRESSIONE MONETARIA DELLE OPERAZIONI AZIENDALI ESSE SONO IL RISULTATO DI UNA QUANTITà PER UN PREZZO (FATTO O FATTIBILE: - IL PREZZO FATTO DERIVA DA NEGOZIAZIONI AVVENUTE; - IL PREZZO FATTIBILE O IPOTIZZABILE COMPORTA SCELTE DA PARTE DEL VALUTATORE (REDATTORE DEL BILANCIO) 10

11 GLI INTERVENTI PUBBLICI SUL BILANCIO DI ESERCIZIO MOTIVAZIONE: IL BILANCIO E UN DOCUMENTO DI INTERESSE PUBBLICO FINALITA : ADEGUATA E NEUTRALE INFORMAZIONE ASPETTO TECNICO: PRINCIPI GENERALI DI FORMAZIONE DEL BILANCIO MODELLI OBBLIGATORI DI S.P. E C.E. SPECIFICI CRITERI DI VALUTAZIONE ASPETTO CONCETTUALE: UNIFICAZIONE CONTABILE 11

12 IL SISTEMA DELLA DISCIPLINA SUL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONTENUTO NEGLI ARTICOLI 2423 E SEGUENTI COD. CIV. IL SISTEMA DELLA DISCIPLINA E ORDINATO SU BASE PIRAMIDALE SECONDO L ASSETTO CHE SEGUE: CLAUSOLA GENERALE PRINCIPI DI REDAZIONE CRITERI DI RAPPRESENTAZIONE CRITERI DI VALUTAZIONE 12

13 CLAUSOLA GENERALE (art. 2423) PRINCIPI DI REDAZIONE EL BILANCIO (ART BIS) CRITERI DI RAPPRESENTAZIONE (art ter, 2424, 2424 bis, 2425, 2425 bis) CRITERI DI VALUTAZIONE (art. 2426) 13

14 LA COMPOSIZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO STATO PATRIMONIALE: esprime la composizione e la consistenza quantitativa delle attività, delle passività e del patrimonio netto aziendale alla data di riferimento del bilancio; CONTO ECONOMICO: esprime la composizione e la consistenza quantitativa del reddito di esercizio conseguito dall azienda nell orizzonte temporale delimitato dal periodo amministrativo; NOTA INTEGRATIVA: svolge una funzione esplicativo-integrativa delle classi di valore di bilancio e dei criteri di valutazione utilizzati per la sua formazione. IL SISTEMA INFORMATIVO DI BILANCIO BILANCIO DI ESERCIZIO (composto dai tre documenti sopra indicati) LA RELAZIONE SULLA GESTIONE (redatta dagli amministratori) I DOCUMENTI ACCOMPAGNATORI (tavola delle variazioni del patrimonio netto; eventuali conti economici e stati patrimoniale riclassificati; rendiconto finanziario) LA RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE (se esiste) LA RELAZIONE DELLA SOCIETA DI REVISIONE (se prevista per legge o su basi volontarie) 14

15 LA CLAUSOLA GENERALE LA CLAUSOLA GENERALE E ESPRESSA DALL ART COD. CIV. C. 2 COME SEGUE: IL BILANCIO DEVE ESSERE REDATTO CON CHIAREZZA E DEVE RAPPRESENTARE IN MODO VERITIERO E CORRETTO LA SITUAZIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA DELLA SOCIETA E IL RISULTATO ECONOMICO DELL ESERCIZIO. IL CARATTERE DI GENERALITA (SOVRAORDINAZIONE) DELLA CLAUSOLA SI RICONNETTE: 1. ALL OBBLIGO DI FORNIRE INFORMAZIONI COMPLEMENTARI SE LE INFORMAZIONI OBBLIGATORIE PER LEGGE NON CONSENTONO DI RAGGIUNGERE L OBIETTIVO DELLA RAPPRESENTAZIONE VERITIERA E CORRETTA (art. 2343, c. 3); 2. ALL OBBLIGO, NEI CASI ECCEZIONALI DI INCOMPATIBILITA DI UNA NORMA DI LEGGE CON L OBIETTIVO DELLA RAPPRESENTAZIONE VERITIERA E CORRETTA, DI DISAPPLICARE LA NORMA (art c. 4). 15

16 LA CLAUSOLA GENERALE: IL SIGNIFICATO AZIENDALE CHIAREZZA: QUALITA DEL BILANCIO STRUMENTALE ALLA RAPPRESENTAZIONE VERITIERA E CORRETTA. ASSUME IN PARTICOLARE RILIEVO: A) NEI CASI DI ADATTAMENTI DEGLI SCHEMI DI STATO PATRIMONIALE E DI CONTO ECONOMICO; B) CON RIGUARDO AL CONTENUTO DELLA NOTA INTEGRATIVA. VERIDICITA E CORRETTEZZA: ESPRESSIONE DEL REDDITO 16

17 D ESERCIZIO E DEL CAPITALE DI FUNZIONAMENTO NEL RISPETTO DELLE TECNICHE CONTABILI DI GENERALE ACCETTAZIONE. IL BILANCIO PUO FORNIRE UNA RAPPRESENTAZIONE VERITIERA E CORRETTA DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE-FINANZIARIA E DEL RISULTATO D ESERCIZIO, MA NON ESISTE UNA VERITA OGGETTIVA DI BILANCIO, TENUTO CONTO DELLA PRESENZA DI VALORI STIMATI E CONGETTURATI. 17

18 PRINCIPI DI REDAZIONE SI TRATTA DEI PRINCIPI DI ORDINE GENERALE CHE SOVRAINTEDONO AL PROCESSO DI FORMAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO. L ART BIS C.C. CODIFICA I SEGUENTI PRINCIPI: CONTINUAZIONE DELL ATTIVITA (going concern); PRUDENZA COMPETENZA SEPARATEZZA DELLA VALUTAZIONE DEGLI ELEMENTI ETEROGENEI RICOMPRESI NELLE SINGOLE VOCI IMMODIFICABILITA DEI CRITERI DI VALUTAZIONE VEDIAMO I PRINCIPALI: 18

19 CONTINUAZIONE DELL ATTIVITA AZIENDALE E IL PRESUPPOSTO LOGICO PER LA FORMAZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO. LA FORMAZIONE DEL BILANCIO IMPLICA, COME E NOTO, UN RAGIONAMENTO ECONOMICO SULLE CONDIZIONI PROSPETTICHE DI SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA AZIENDALE (Es. stima ammortamenti, valutazione crediti, valutazione rimanenze e via dicendo). LA CIRCOSTANZA CHE L AZIENDA CONTINUI A OPERARE IN MODO FISIOLOGICO E LA CONDIZIONE PRELIMINARE PERCHE SI POSSA REDIGERE UN BILANCIO DI ESERCIZIO. IL RIFERIMENTO NORMATIVO E COSTITUITO DALL ART BIS, N. 1). 19

20 PRUDENZA CONTENUTODEVONO CONCORRERE ALLA FORMAZIONE DEL RISULTATO DELL ESERCIZIO (art bis): - I PROVENTI SOLO SE REALIZZATI (art bis, n. 2) - LE PERDITE ANCHE SE SEMPLICEMENTE PRESUNTE (art bis n. 4) OBIETTIVOIL PRINCIPIO E STRUMENTALE ALL ESPRESSIONE DI UN REDDITO D ESERCIZIO CHE POSSA CONSIDERARSI PRELEVABILE SENZA INTACCARE LA CONSISTENZA DEL CAPITALE. L OBIETTIVO ULTIMO E DUNQUE COSTITUITO DALL INTEGRITA DEL CAPITALE. RIFERIMENTO NORMATIVO: 2423 BIS N. 1) e N. 2) e n. 4) 20

21 COMPETENZA Principio generale per determinazione del reddito esercizio e del capitale di funzionamento, che comporta stime e congetture. LA COMPETENZA DEI RICAVI SI VERIFICA QUANDO: a. IL PROCESSO PRODUTTIVO DEI BENI O SERVIZI E STATO COMPLETATO; b. LO SCAMBIO CON TERZE ECONOMIE E GIA STATO REALIZZATO. CONVENZIONALMENTE SI FA RIFERIMENTO: AL MOMENTO DELLA SPEDIZIONE PER I BENI MOBILI; 21

22 AL PERFEZIONAMENTO DEL NEGOZIO GIURIDICO DAL QUALE DERIVA LA TRASLAZIONE DEL DIRITTO DI PROPRIETA PER I BENI IMMOBILI (O PER I BENI MOBILI REGISTRATI); AL MOMENTO IN CUI SONO RESI E FATTURABILI PER I SERVIZI. LA COMPETENZA DEI COSTI I costi sono di competenza in quanto correlati con i ricavi imputati all esercizio. La correlazione si realizza: a. PER ASSOCIAZIONE DI CAUSA AD EFFETTO TRA COSTI E RICAVI (ES. PROVVIGIONI); b. PER RIPARTIZIONE DI UN COSTO PLURIENNALE LUNGO IL PERIODO NEL QUALE POSSONO DISTRIBUIRSI LE 22

23 UTILITA ECONOMICHE A ESSO ASSOCIATE (ES. AMMORTAMENTO); c. PER IMPUTAZIONE DIRETTA DEI COSTI AL CONTO ECONOMICO IN ASSENZA DI UNA CORRELAZIONE SPECIFICA CON I RICAVI E ALL ESARIRSI DELLE UTILITA ASSOCIATE AI COSTI STESSI (ES. COSTI AMMINISTRATIVI). RIFERIMENTO NORMATIVO: art BIS N. 2), 3) e 4) Art bis n. 2) : LA REALIZZAZIONE SI INTERSECA CON PRUDENZA E COMPETENZA Art bis n. 3): ESCLUDE IL RIFERIMENTO ALL INCASSO COME MOMENTO RILEVANTE PER LA CONTABILIZ-ZAZIONE DELLE COMPONENTI REDDITUALI. Art bis n. 4): COSTITUISCE UNA SPECIFICAZIONE DEL PRINCIPIO DI COMPETENZA 23

I principi generali del bilancio di esercizio civilistico

I principi generali del bilancio di esercizio civilistico I principi generali del bilancio di esercizio civilistico 1 IL BILANCIO DI ESERCIZIO: clausole generali, principi di redazione e criteri di valutazione CLAUSOLE GENERALI PRINCIPI DI REDAZIONE CRITERI DI

Dettagli

Il Bilancio d esercizio

Il Bilancio d esercizio Il Bilancio d esercizio Il Bilancio d esercizio Il Bilancio d esercizio della s.p.a. I postulati del bilancio I criteri di valutazione Indice Lo Stato patrimoniale Il Conto economico La Nota integrativa

Dettagli

I principi generali del bilancio di esercizio civilistico. Prof. Francesco Ranalli CLEM A.A. 2015/16

I principi generali del bilancio di esercizio civilistico. Prof. Francesco Ranalli CLEM A.A. 2015/16 I principi generali del bilancio di esercizio civilistico Prof. Francesco Ranalli CLEM A.A. 2015/16 1 IL BILANCIO DI ESERCIZIO: clausole generali, principi di redazione e criteri di valutazione CLAUSOLE

Dettagli

Qual è il ruolo del bilancio d esercizio?

Qual è il ruolo del bilancio d esercizio? Qual è il ruolo del bilancio d esercizio? (1/4) Il ruolo del bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio è un documento di derivazione contabile avente lo scopo di rappresentare la situazione patrimoniale

Dettagli

LA COMPOSIZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

LA COMPOSIZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO Obiettivi Documenti LA COMPOSIZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO Relazione sulla gestione Parte descrittiva Nota integrativa Bilancio d esercizio Parte contabile Stato patrimoniale Conto economico Ipotesi

Dettagli

Finalità del bilancio

Finalità del bilancio Finalità del bilancio Art. 2423 c.c.: II comma (clausola generale): Il bilancio essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della

Dettagli

Art. 2423 Redazione del bilancio

Art. 2423 Redazione del bilancio Art. 2423 Redazione del bilancio Gli amministratori devono redigere il bilancio di esercizio, costituito dallo stato patrimoniale, dal conto economico e dalla nota integrativa. Il bilancio deve essere

Dettagli

Lettura ed Analisi del Bilancio IL BILANCIO DI ESERCIZIO

Lettura ed Analisi del Bilancio IL BILANCIO DI ESERCIZIO IL BILANCIO DI ESERCIZIO CHE COS E UN BILANCIO Il bilancio è un insieme di documenti che illustrano la situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell impresa a tutti i soggetti interessati. CHI

Dettagli

Principi generali - CHIAREZZA

Principi generali - CHIAREZZA Principi generali - CHIAREZZA Il bilancio deve essere: comprensibile (per tutti i destinatari) trasparente (nel processo di formazione sostanziale e di rappresentazione formale) Tale principio riguarda

Dettagli

LA COMPOSIZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

LA COMPOSIZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO Obiettivi Documenti LA COMPOSIZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO Relazione sulla gestione Parte descrittiva Nota integrativa Bilancio d esercizio Parte contabile Stato patrimoniale Conto economico Ipotesi

Dettagli

BILANCIO DI ESERCIZIO IN ITALIA

BILANCIO DI ESERCIZIO IN ITALIA BILANCIO DI ESERCIZIO IN ITALIA Società quotate, Società con strumenti finanziari diffusi, Banche e società finanziarie, Assicurazioni Obbligo di redazione bilancio di esercizio e consolidato in base ai

Dettagli

Ragioneria A.A. 2014/2015

Ragioneria A.A. 2014/2015 1 ü Disciplina giuridica del bilancio: o clausole generali o principi di redazione o principi di valutazione o principi contabili «nazionali» ü La chiusura dell esercizio e il cambiamento dei criteri guida

Dettagli

Indice XIII. Premessa

Indice XIII. Premessa Indice Premessa XIII 1. Finalità e principi del bilancio d esercizio 1 1.1. La finalità e l oggetto del bilancio d esercizio 3 1.1.1. La finalità del bilancio d esercizio 3 1.1.2. L oggetto della rappresentazione

Dettagli

Contabilità e Bilancio Edizione 2010/2011. I principi generali e particolari di valutazione

Contabilità e Bilancio Edizione 2010/2011. I principi generali e particolari di valutazione Contabilità e Bilancio Edizione 2010/2011 I principi generali e particolari di valutazione 1 2 Clausole generali Art. 2423 c.c. Principi generali Art. 2423 bis c.c. Le regole specifiche Art. 2426 c.c.

Dettagli

ECONOMIA AZIENDALE A.A Il sistema di bilancio

ECONOMIA AZIENDALE A.A Il sistema di bilancio ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012 Il sistema di bilancio Argomenti trattati Riferimenti normativi Finalità del bilancio d esercizio Le norme generali sul bilancio I criteri di valutazione La struttura

Dettagli

IL BILANCIO DI ESERCIZIO. Unità 1

IL BILANCIO DI ESERCIZIO. Unità 1 IL BILANCIO DI ESERCIZIO Unità 1 IL SISTEMA INFORMATIVO Comunicazione interna per instaurare sia un clima partecipativo che per supportare le decisioni aziendali IL SISTEMA INFORMATIVO Comunicazione esterna

Dettagli

I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS = INTERNATIONAL ACCOUNTING STANDARDS)

I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS = INTERNATIONAL ACCOUNTING STANDARDS) I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS = INTERNATIONAL ACCOUNTING STANDARDS) 20/01/2016 ECONOMIA AZIENDALE Prof. Antoni Sara 1 PERCHE? Armonizzazione regole contabili Creazione linguaggio comune al fine

Dettagli

VALORI FINANZIARI. certi. presunti VALORI ECONOMICI. Costi di acquisto fattori produttivi. Ricavi di vendita beni e servizi allestiti.

VALORI FINANZIARI. certi. presunti VALORI ECONOMICI. Costi di acquisto fattori produttivi. Ricavi di vendita beni e servizi allestiti. VALORI FINANZIARI Valori numerari certi assimilati presunti Crediti e debiti di finanziamento VALORI ECONOMICI Costi di acquisto fattori produttivi Ricavi di vendita beni e servizi allestiti Capitale proprio

Dettagli

Riflettiamoci su. In che modo le stock option sono state uno stimolo a falsificare il bilancio?

Riflettiamoci su. In che modo le stock option sono state uno stimolo a falsificare il bilancio? Riflettiamoci su Capitolo 1 Le fonti del bilancio A cosa serve il bilancio d esercizio? In che modo le stock option sono state uno stimolo a falsificare il bilancio? Come è possibile rafforzare il controllo

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO Gli articoli 2423-2425 bis c.c., che formano la sezione IX, disciplinano il bilancio annuale di esercizio (cosiddetto bilancio ordinario). Il bilancio è suddiviso in

Dettagli

IL BILANCIO D ESERCIZIO PARTE I

IL BILANCIO D ESERCIZIO PARTE I IL BILANCIO D ESERCIZIO PARTE I LA COMPOSIZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO Documenti Relazione sulla gestione Parte descrittiva Nota integrativa Bilancio d esercizio Parte contabile Stato patrimoniale Conto

Dettagli

Lo scopo di un bilancio

Lo scopo di un bilancio FORMAZIONE CONTINUA AGI LOMBARDIA VIA LENTASIO 7 MILANO Lo scopo di un bilancio Prof. Riccardo Bauer Lo scopo di un bilancio Il bilancio è un documento FORMALE, che in base a metodologie e calcoli, descrive

Dettagli

SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BRESCIA. Il bilancio. La lettura e l interpretazione. I principi generali

SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BRESCIA. Il bilancio. La lettura e l interpretazione. I principi generali SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BRESCIA IL BILANCIO D ESERCIZIO I Incontro Il bilancio. La lettura e l interpretazione. I principi generali Renato Camodeca Renato Camodeca Dottore Commercialista

Dettagli

Postulati e Principi di Redazione del Bilancio. Prof. Luigi Trojano

Postulati e Principi di Redazione del Bilancio. Prof. Luigi Trojano Postulati e Principi di Redazione del Bilancio IL BILANCIO DESTINATO A PUBBLICAZIONE L ESISTENZA DI INTERESSI DA PARTE DI TERZI RICHIEDE LA GARANZIA DI UNA LORO TUTELA Il legislatore civilistico disciplina:

Dettagli

La contabilità finanziaria

La contabilità finanziaria La contabilità finanziaria E il sistema contabile principale e fondamentale per i fini autorizzatori e di rendicontazione della gestione: rileva le obbligazioni attive/passive, gli incassi ed i pagamenti

Dettagli

IL BILANCIO DI ESERCIZIO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO Katia Corsi DISEA Università di Sassari kcorsi@uniss.it IL BILANCIO DI ESERCIZIO Corso di laurea in Economia e management Corso di Economia Aziendale Prof.ssa Lucia Giovanelli giovanel@uniss.it Aspetti

Dettagli

MISURAZIONE DEL REDDITO D IMPRESA

MISURAZIONE DEL REDDITO D IMPRESA MISURAZIONE DEL REDDITO D IMPRESA R T C F C I QUANTITA ECONOMICA Condizioni Stabilità valore moneta Assenza di operazioni dirette sul capitale Ricerca dei fattori determinanti Gestione Caratteristica Gestione

Dettagli

Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale Dipartimento di Economia e Giurisprudenza ECONOMIA AZIENDALE. Anno Accademico

Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale Dipartimento di Economia e Giurisprudenza ECONOMIA AZIENDALE. Anno Accademico Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale Dipartimento di Economia e Giurisprudenza ECONOMIA AZIENDALE Anno Accademico 2014-2015 Parte speciale: la logica e il sistema delle rilevazioni

Dettagli

Bilancio d esercizio - Redazione

Bilancio d esercizio - Redazione Bilancio d esercizio Bilancio d impresa Quadro normativo Principi (o clausole) generali Principi di redazione Norme contabili Criteri di valutazioni Lezione 17 1 Bilancio d esercizio - Redazione Aspetti

Dettagli

L equilibrio finanziario. La riclassificazione del bilancio d esercizio

L equilibrio finanziario. La riclassificazione del bilancio d esercizio L equilibrio finanziario La riclassificazione del bilancio d esercizio Il bilancio civilistico Il Bilancio è il logico punto di partenza per conoscere e comprendere la dinamica della gestione aziendale.

Dettagli

La riclassificazione del bilancio d esercizio. Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap.

La riclassificazione del bilancio d esercizio. Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap. La riclassificazione del bilancio d esercizio Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap. 4 1 Il bilancio pubblico. Il sistema informativo di bilancio secondo

Dettagli

La riclassificazione del bilancio d esercizio

La riclassificazione del bilancio d esercizio La riclassificazione del bilancio d esercizio Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap. 4 (Prof. A. Ferrari). 1 Riclassificazione del bilancio di esercizio

Dettagli

Introduzione. Gli Autori e Ringraziamenti dell Editore. Guida alla lettura. Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini)

Introduzione. Gli Autori e Ringraziamenti dell Editore. Guida alla lettura. Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini) Prefazione Introduzione Gli Autori e Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XIII XV XIX XX Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini) Capitolo 1 La ragioneria: il mondo

Dettagli

Capitale e Reddito. Prof. Federico Alvino

Capitale e Reddito. Prof. Federico Alvino Capitale e Reddito Prof. Federico Alvino Lezione XIII : obiettivi Cos è il Capitale? Cos è il Reddito? 2 Capitale d impresa complesso di beni materiali ed immateriali disponibili, potenzialità, altre componenti

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale Economia aziendale, bilancio, business plan Anno accademico 2016/2017 Prof. Antonio Staffa Prof. Mario Venezia

Dettagli

Rag. Emanuele La Porta. Schemi per la redazione dei bilanci di esercizio degli enti no profit

Rag. Emanuele La Porta. Schemi per la redazione dei bilanci di esercizio degli enti no profit Rag. Emanuele La Porta Schemi per la redazione dei bilanci di esercizio degli enti no profit Obbligo di redazione del bilancio - Codice Civile (art. 20) - Normative speciali - Legge 266/1991 Legge quadro

Dettagli

Il contenuto e la struttura degli schemi di Bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs)

Il contenuto e la struttura degli schemi di Bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) Il contenuto e la struttura degli schemi di Bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) 1 Contenuto Stato Patrimoniale Ias/Ifrs Contenuto minimo obbligatorio: a) immobili, impianti

Dettagli

Indice. Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini) 1 XIII XVII XXI XXII. Prefazione. Introduzione

Indice. Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini) 1 XIII XVII XXI XXII. Prefazione. Introduzione Indice Prefazione Introduzione Gli Autori e i ringraziamenti dell'editore Guida alla lettura XIII XVII XXI XXII Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini) 1 Capitolo 1 La ragioneria:

Dettagli

Modulo n. 3. Docente: Rosario Calabrese

Modulo n. 3. Docente: Rosario Calabrese Corso Master Revisore Condominiale Modulo n. 3 Docente: Rosario Calabrese Corso Revisore Contabile Condominiale (Art. 1130-bis c.c.) Mod. 3 - Pt. 1 Docente: Rosario Calabrese 3 - Identificazione dei principi

Dettagli

La struttura e il contenuto del bilancio di esercizio

La struttura e il contenuto del bilancio di esercizio La struttura e il contenuto del bilancio di esercizio Il bilancio di esercizio investigazione dei criteri e delle logiche idonee per la costruzione delle periodiche sintesi dell unitario sistema generale

Dettagli

Introduzione al bilancio d esercizio. CdS Biotecnologie

Introduzione al bilancio d esercizio. CdS Biotecnologie Introduzione al bilancio d esercizio CdS Biotecnologie Il Bilancio Modello per la rappresentazione dell economicità sviluppato attorno al XV sec. Economicità: capacità dell impresa di rimunerare - adeguatamente

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata I. Il contenuto e la struttura degli schemi di Bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs)

Ragioneria Generale e Applicata I. Il contenuto e la struttura degli schemi di Bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) Il contenuto e la struttura degli schemi di Bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) Stato Patrimoniale Ias/Ifrs Schema esemplificativo OIC ATTIVO Attività non correnti Immobili,

Dettagli

MISURAZIONE DEL REDDITO D IMPRESA

MISURAZIONE DEL REDDITO D IMPRESA MISURAZIONE DEL REDDITO D IMPRESA R T = C F C I QUANTITA ECONOMICA Condizioni Stabilità valore moneta Assenza di operazioni dirette sul capitale Ricerca dei fattori determinanti Gestione Caratteristica

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA LETTURA E COMPRENSIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PER GIURISTI IV INCONTRO

INTRODUZIONE ALLA LETTURA E COMPRENSIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PER GIURISTI IV INCONTRO INTRODUZIONE ALLA LETTURA E COMPRENSIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PER GIURISTI IV INCONTRO 1 DAL BILANCIO ECONOMICO AZIENDALE AL BILANCIO CIVILISTICO Necessità di norme che tendano a definire i comportamenti

Dettagli

PARTE I LE SCRITTURE CONTABILI

PARTE I LE SCRITTURE CONTABILI 1. LE RILEVAZIONI CONTABILI PARTE I LE SCRITTURE CONTABILI 1.1. Linee di inquadramento pag. 7 1.1.1. L oggetto della contabilità generale e lo scambio monetario pag. 7 1.1.2. I valori originati dallo scambio

Dettagli

Struttura e principi di redazione del bilancio d esercizio

Struttura e principi di redazione del bilancio d esercizio Struttura e principi di redazione del bilancio d esercizio Prof. Giovanni Liberatore Università di Firenze Corso di Studi su Il Bilancio delle Società di Capitali Fondazione per la Formazione Forense dell

Dettagli

REDDITO D ESERCIZIO. Incremento del capitale netto per effetto della gestione durante un certo periodo di tempo

REDDITO D ESERCIZIO. Incremento del capitale netto per effetto della gestione durante un certo periodo di tempo REDDITO D ESERCIZIO Incremento del capitale netto per effetto della gestione durante un certo periodo di tempo Maggiore ricchezza prodotta dalla gestione Si distingue tra REDDITO TOTALE REDDITO D ESERCIZIO

Dettagli

GLI SCHEMI DI BILANCIO IN ITALIA

GLI SCHEMI DI BILANCIO IN ITALIA GLI SCHEMI DI BILANCIO IN ITALIA Il sistema di bilancio per le società di capitali, le società cooperative e mutualistiche Conto Economico art. 2425 Nota Integrativa art. 2427... Stato Patrimoniale art.

Dettagli

PARTE I LE SCRITTURE CONTABILI

PARTE I LE SCRITTURE CONTABILI 1. LE RILEVAZIONI CONTABILI PARTE I LE SCRITTURE CONTABILI 1.1. Linee di inquadramento pag. 7 1.1.1. L oggetto della contabilità generale e lo scambio monetario pag. 7 1.1.2. I valori originati dallo scambio

Dettagli

LE SCRITTURE DI RETTIFICA DEL BILANCIO

LE SCRITTURE DI RETTIFICA DEL BILANCIO Antonio Cavaliere LE SCRITTURE DI RETTIFICA DEL BILANCIO ASSESTAMENTO, EPILOGO, CHIUSURA E RIAPERTURA Antonio Cavaliere Le scritture di rettifica del bilancio assestamento, epilogo, chiusura e riapertura

Dettagli

FARMAPUBBLISANITARIA RELAZIONE DEL REVISORE UNICO AL BILANCIO

FARMAPUBBLISANITARIA RELAZIONE DEL REVISORE UNICO AL BILANCIO Azienda Speciale FARMAPUBBLISANITARIA RELAZIONE DEL REVISORE UNICO AL BILANCIO 31.12.2014 Revisore Carlo Ulisse Rossi Al Sig.Sindaco e ai Sig.ri Consiglieri del Comune di Lugnano in Teverina. Il sottoscritto

Dettagli

INTRODUZIONE AL BILANCIO D ESERCIZIO I principi di redazione. A cura di Carlo Pagliughi Dottore commercialista Avvocato

INTRODUZIONE AL BILANCIO D ESERCIZIO I principi di redazione. A cura di Carlo Pagliughi Dottore commercialista Avvocato INTRODUZIONE AL BILANCIO D ESERCIZIO I principi di redazione A cura di Carlo Pagliughi Dottore commercialista Avvocato LA DOCUMENTAZIONE CHE FORMA E CORREDA IL BILANCIO Stato patrimoniale (art. 2424 c.c.)

Dettagli

IL BILANCIO D ESERCIZIO (art. 2423, 2423 bis, 2423 ter C.c.)

IL BILANCIO D ESERCIZIO (art. 2423, 2423 bis, 2423 ter C.c.) Documento, redatto dagli amministratori alla fine dell esercizio, con cui si rappresentano la situazione patrimoniale e finanziaria dell azienda e il risultato economico FINALITA -Rappresentare il quadro

Dettagli

INDICE. INTRODUZIONE pag.

INDICE. INTRODUZIONE pag. INTRODUZIONE pag. 1. La nuova filosofia contabile dell Unione Europea fondata sui principi dell I.A.S.C.... 1 2. I criteri di redazione del bilancio consolidato nei principi I.A.S.C... 6 3. La disciplina

Dettagli

SINTESI DEI RIFERIMENTI NORMATIVI

SINTESI DEI RIFERIMENTI NORMATIVI SINTESI DEI RIFERIMENTI NORMATIVI ART.2423 c.c. principi di redazione bilancio ART 2424 c.c. schema di stato patrimoniale ART 2425 c.c. schema di conto economico ART 2426 c.c. criteri di valutazione ART

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA S.O.GE

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA S.O.GE CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA S.O.GE MODULO A IL BILANCIO DI ESERCIZIO I Principi di redazione I PRINCIPI DI REDAZIONE CODIFICATI Prudenza Competenza Valutazione secondo la prospettiva

Dettagli

IL BILANCIO D ESERCIZIO

IL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO funzione,analisi equilibri e attestazioni 1 L AZIENDA COME SISTEMA DI RISCHI LA GESTIONE AZIENDALE: - si svolge in un contesto di incessante cambiamento in presenza di RISCHI (esterni

Dettagli

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2015

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2015 Nota integrativa al bilancio al 31/12/2015 Introduzione La presente Nota Integrativa costituisce parte integrante del bilancio della Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia ed è stata redatta

Dettagli

Dal bilancio contabile al Bilancio d esercizio destinato a pubblicazione. Il caso TECNIC S.p.a.

Dal bilancio contabile al Bilancio d esercizio destinato a pubblicazione. Il caso TECNIC S.p.a. Dal bilancio contabile al Bilancio d esercizio destinato a pubblicazione Il caso TECNIC S.p.a. Bilancio d esercizio contabile o Situazione contabile (patrimoniale ed economica) finale della SpA Tecnic

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI EX ARTT TER E 2429 DEL CODICE CIVILE AL BILANCIO AL 31/12/2008 *********

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI EX ARTT TER E 2429 DEL CODICE CIVILE AL BILANCIO AL 31/12/2008 ********* RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI EX ARTT. 2409 TER E 2429 DEL CODICE CIVILE AL BILANCIO AL 31/12/2008 ********* Signori Soci e Consiglieri, il presente documento riguarda sia l attività di controllo

Dettagli

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2014

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2014 Nota integrativa al bilancio al 31/12/2014 Introduzione La presente Nota Integrativa costituisce parte integrante del bilancio della Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia ed è stata redatta

Dettagli

9a. Scritture di assestamento. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo

9a. Scritture di assestamento. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo 9a. Scritture di assestamento Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano, Febbraio 2013 SITUAZIONE CONTABILE Al termine del giorno 31 dicembre dell anno di riferimento, si chiudono i conti e se ne

Dettagli

Agenda. Introduzione all analisi di bilancio Riclassificazione di bilancio Analisi per indici

Agenda. Introduzione all analisi di bilancio Riclassificazione di bilancio Analisi per indici ANALISI DI BILANCIO Agenda Introduzione all analisi di bilancio Riclassificazione di bilancio Analisi per indici 1) Cos è È l insieme delle prassi e degli strumenti volti ad acquisire maggiori e migliori

Dettagli

IL MODELLO DEL BILANCIO

IL MODELLO DEL BILANCIO IL MODELLO DEL BILANCIO II Facoltà di Economia - TA Marco Papa Il modello del bilancio - concetti generali (1) L azienda produce o non produce ricchezza? Il modello del bilancio sintetizza l effetto delle

Dettagli

Il bilancio di esercizio

Il bilancio di esercizio 1 con tale termine, si intende quel documento composto da CONTO ECONOMICO Espone i RICAVI ed i COSTI attribuiti, per competenza, ad un determinato periodo amministrativo STATO PATRIMONIALE Espone gli ELEMENTI

Dettagli

Il Bilancio d esercizio Aspetti formali e sostanziali

Il Bilancio d esercizio Aspetti formali e sostanziali Università degli Studi di Sassari Dipartimento di Scienze economiche e aziendali Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza Corso di Economia Aziendale Alberto Ezza, Ph. D. alberto.ezza@uniss.it Il Bilancio

Dettagli

Il Bilancio d esercizio Principi e postulati

Il Bilancio d esercizio Principi e postulati Università degli Studi di Sassari Dipartimento di Scienze economiche e aziendali Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza Corso di Economia Aziendale Alberto Ezza, Ph. D. alberto.ezza@uniss.it Il Bilancio

Dettagli

AZIENDA SPECIALE DON MOSCHETTA. Nota integrativa abbreviata ex Art bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

AZIENDA SPECIALE DON MOSCHETTA. Nota integrativa abbreviata ex Art bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 AZIENDA SPECIALE DON MOSCHETTA Codice fiscale 04053410272 Partita iva 04053410272 VIA BUONARROTI 10-30021 CAORLE VE Numero R.E.A. Registro Imprese di n. 04053410272 Capitale Sociale Lit i.v. Nota integrativa

Dettagli

Bilancio 2016: come cambia la Nota integrativa parte seconda

Bilancio 2016: come cambia la Nota integrativa parte seconda Pubblicato il 21-12-2016 alle 23:00 Bilancio 2016: come cambia la Nota integrativa parte seconda Continuiamo la nostra analisi sulle modifiche che interessano la Nota integrativa del prossimo bilancio.

Dettagli

www.libriprofessionali.it per i tuoi acquisti di libri, banche dati, riviste e software specializzati

www.libriprofessionali.it per i tuoi acquisti di libri, banche dati, riviste e software specializzati Capitolo 1: L azienda 1. L attività economica 2. Concetto di azienda 3. La struttura dell azienda 4. Classificazione delle aziende 5. Imprenditore, impresa e azienda secondo il codice civile 6. Il soggetto

Dettagli

CASTIGLIONE OLONA SERVIZI SRL a socio unico

CASTIGLIONE OLONA SERVIZI SRL a socio unico CASTIGLIONE OLONA SERVIZI SRL a socio unico Sede Legale VIA MARCONI N. 1 CASTIGLIONE OLONA VA Iscritta al Registro Imprese di VARESE - C.F. e n. iscrizione 02481220123 Iscritta al R.E.A. di VARESE al n.

Dettagli

a.a. 2012-2013 Economia Applicata all Ingegneria 1 Docente: Prof. Ing. Donato Morea Lezione n. 11 del 13.11.2012

a.a. 2012-2013 Economia Applicata all Ingegneria 1 Docente: Prof. Ing. Donato Morea Lezione n. 11 del 13.11.2012 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria --------------------------------------------------------------------- --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Sede in Grosseto Via Bulgaria, 21 Codice Fiscale e Partita IVA Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2013

Sede in Grosseto Via Bulgaria, 21 Codice Fiscale e Partita IVA Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2013 FONDAZIONE GROSSETO CULTURA Sede in Grosseto Via Bulgaria, 21 Codice Fiscale e Partita IVA 01431230539 Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2013 PREMESSA Il bilancio che sottoponiamo alla vostra

Dettagli

Il bilancio d esercizio

Il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio Corso di Economia aziendale Anno Accademico 2013-2014 a cura di Giovanna Galizzi Testo di riferimento Testo prof. Maurini (2007) Cap. 18-19 20 Il Bilancio di esercizio Strumento

Dettagli

Corso completo di contabilità

Corso completo di contabilità Corso completo di contabilità Tutto quello che devi sapere sulla compravendita, sulla partita doppia, sulla gestione del personale, sulla chiusura del bilancio d esercizio e della partita doppia. iltuocorso

Dettagli

Potenza Campusdi Macchia Romana 2 ottobre Ferdinando DI CARLO Università della Basilicata Dipartimento di Matematica informatica ed Economia

Potenza Campusdi Macchia Romana 2 ottobre Ferdinando DI CARLO Università della Basilicata Dipartimento di Matematica informatica ed Economia Le operazioni straordinarie d impresa: profili aziendalistici e giuridici Potenza Campusdi Macchia Romana 2 ottobre 2015 Il bilancio annuale di liquidazione: problematiche valutative Ferdinando DI CARLO

Dettagli

La riclassificazione del Conto Economico Criterio Costi e Ricavi del Venduto

La riclassificazione del Conto Economico Criterio Costi e Ricavi del Venduto Corso di Economia Aziendale Prof. Alberto Kunz a.a. 2015.2016 La riclassificazione del Conto Economico Criterio Costi e Ricavi del Venduto 15 Marzo 2016 Dott.ssa Fabrizia Sarto LA RICLASSIFICAZIONE DEL

Dettagli

Il bilancio di esercizio

Il bilancio di esercizio 1 con tale termine, si intende quel documento composto da CONTO ECONOMICO Espone i RICAVI ed i COSTI attribuiti, per competenza, ad un determinato periodo amministrativo STATO PATRIMONIALE Espone gli ELEMENTI

Dettagli

CE.P.I.M. SPA Sede Legale: P.zza Europa, 1 43010 Bianconese di Fontevivo (PR) Iscritta al registro Imprese di Parma al n 00324710342 = = RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE ai sensi dell'art.2429 c.c. Bilancio

Dettagli

Movimenti finanziari e competenza economica

Movimenti finanziari e competenza economica Movimenti finanziari e competenza economica Movimenti finanziari: Variazione debiti, crediti o liquidità Competenza economica: Realizzazione ricavi processo produttivo è stato completato lo scambio è già

Dettagli

IL BILANCIO D ESERCIZIO: REDAZIONE, IMPOSTE ED INDICI SIMULAZIONE ESAME DI STATO

IL BILANCIO D ESERCIZIO: REDAZIONE, IMPOSTE ED INDICI SIMULAZIONE ESAME DI STATO IL BILANCIO D ESERCIZIO: REDAZIONE, IMPOSTE ED INDICI SIMULAZIONE ESAME DI STATO 1 Dott. Alfonso Trignano Dott. Angelo Massara ARGOMENTI DA SVILUPPARE 1. IL BILANCIO D ESERCIZIO: FORMA E CONTENUTO 2. PRINCIPI

Dettagli

Schema di stato patrimoniale ai sensi dell art c.c.

Schema di stato patrimoniale ai sensi dell art c.c. Schema di stato patrimoniale ai sensi dell art. 2424 c.c. ATTIVO PASSIVO A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata. B) Immobilizzazioni, con

Dettagli

STRATEGY INNOVATION SRL

STRATEGY INNOVATION SRL STRATEGY INNOVATION SRL Bilancio di esercizio al 31-12-2015 Dati anagrafici Sede in DORSODURO - CA' FOSCARI 3246 VENEZIA VE Codice Fiscale 04323680274 Numero Rea VE 401230 P.I. 04323680274 Capitale Sociale

Dettagli

Contabilità e bilancio (Premesse)

Contabilità e bilancio (Premesse) Contabilità e bilancio (Premesse) Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano-Bicocca University All rights reserved Milano, Febbraio 2015 1. Introduzione al bilancio di esercizio (IL RISULTATO DELL

Dettagli

Il bilancio d esercizio

Il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio Corso di Ragioneria Generale Anno Accademico 2012-2013 a cura di Giovanna Galizzi Testo di riferimento Testo prof. Maurini (2007) Cap. 18-19 20 Il Bilancio di esercizio Strumento

Dettagli

IL PRINCIPIO DI VERITÀ E LA RIFORMA DEL FALSO IN BILANCIO TRA FATTI E VALUTAZIONI

IL PRINCIPIO DI VERITÀ E LA RIFORMA DEL FALSO IN BILANCIO TRA FATTI E VALUTAZIONI Ordine dei Dottori Commercialisti di Cagliari Hotel Regina Margherita, 22 gennaio 2016 IL PRINCIPIO DI VERITÀ E LA RIFORMA DEL FALSO IN BILANCIO TRA FATTI E VALUTAZIONI IL PRINCIPIO DI VERITÀ E LA RIFORMA

Dettagli

OIC 25 IMPOSTE SUL REDDITO

OIC 25 IMPOSTE SUL REDDITO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE OIC 25 IMPOSTE SUL REDDITO Francesco Grasso 20 marzo 2015 Modalità esposizione Analisi del principio contabile con particolare riferimento alle novità rispetto alla precedente

Dettagli

REDDITO FISCALE. Viene determinato attraverso un bilancio differenziato (autonoma configurazione)

REDDITO FISCALE. Viene determinato attraverso un bilancio differenziato (autonoma configurazione) REDDITO FISCALE Viene determinato attraverso un bilancio differenziato (autonoma configurazione) E' finalizzato al prelievo d'imposta (aspettative dell'amministrazione finanziaria) La determinazione risulta

Dettagli

Situazione Patrimoniale al 30 aprile 2014 redatta ai sensi e per gli effetti dagli artt comma 1 e 2447 c.c.

Situazione Patrimoniale al 30 aprile 2014 redatta ai sensi e per gli effetti dagli artt comma 1 e 2447 c.c. Situazione Patrimoniale al 30 aprile 2014 redatta ai sensi e per gli effetti dagli artt. 2446 comma 1 e 2447 c.c. Approvata dal Consiglio di Amministrazione di EEMS Italia S.p.A. in data 11 giugno 2014

Dettagli

ai sensi dell art. 2429, secondo comma, c.c. e dell art. 14, comma 1, lett. a), D. Lgs. n. 39/2010

ai sensi dell art. 2429, secondo comma, c.c. e dell art. 14, comma 1, lett. a), D. Lgs. n. 39/2010 IL NUOVO PONTE Società Cooperativa Sociale Onlus Sede in 36100 Vicenza - Via Strade Scuole Anconetta, n. 12 Capitale sociale euro 4.363,58.= i.v. Iscritta al n. 175.617 R.E.A. di Vicenza Registro delle

Dettagli

RELAZIONE DEL REVISORE UNICO AL BILANCIO CHIUSO AL

RELAZIONE DEL REVISORE UNICO AL BILANCIO CHIUSO AL PROGETTO SANTA MARGHERITA S.R.L. Società unipersonale Codice fiscale 01593830993 Partita iva 01593830993 VIA SAN FRANCESCO 3-16038 SANTA MARGHERITA LIGURE GE Numero R.E.A. 421003 Registro Imprese di GENOVA

Dettagli

Il bilancio aziendale. Ferdinando Vassallo

Il bilancio aziendale. Ferdinando Vassallo Il bilancio aziendale Ferdinando Vassallo Introduzione Impresa=Generatore di beni e servizi Altre imprese Mercato Obiettivi: creare valore ottenere un soddisfacente livello di profitto F.Vassallo 2 Schematizzazione

Dettagli

I principi di redazione e i criteri di valutazione preposti alla redazione del bilancio d esercizio Normativa nazionale

I principi di redazione e i criteri di valutazione preposti alla redazione del bilancio d esercizio Normativa nazionale I principi di redazione e i criteri di valutazione preposti alla redazione del bilancio d esercizio Normativa nazionale 1 Articolo 2423 - I comma Il sistema di bilancio è costituito da: Stato patrimoniale

Dettagli

INDICE SOMMARIO. pag. Presentazione...

INDICE SOMMARIO. pag. Presentazione... INDICE SOMMARIO Presentazione.......................................... pag. XIX 1. LA REVISIONE CONTABILE: INQUADRAMENTO E APPROCCIO AL RISCHIO 1. Il ruolo dei controlli interni ed esterni nell impresa.................

Dettagli

LA DISCIPLINA DEL BILANCIO D ESERCIZIO 2. SCHEMI E STRUTTURA DELLO STATO PATRIMONIALE E DEL CONTO ECONOMICO

LA DISCIPLINA DEL BILANCIO D ESERCIZIO 2. SCHEMI E STRUTTURA DELLO STATO PATRIMONIALE E DEL CONTO ECONOMICO LA DISCIPLINA DEL BILANCIO D ESERCIZIO 2. SCHEMI E STRUTTURA DELLO STATO PATRIMONIALE E DEL CONTO ECONOMICO Struttura dello Stato Patrimoniale S.P. e del Conto economico - CE (art. 2423-ter c.c.) Obbligo

Dettagli

Capitolo 1 La natura e lo scopo della contabilità 1

Capitolo 1 La natura e lo scopo della contabilità 1 Indice Prefazione Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XV XIX XXI Capitolo 1 La natura e lo scopo della contabilità 1 1.1 La necessità di informazioni 1 1.1.1 Le informazioni motorie operative

Dettagli

Il bilancio d esercizio

Il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio Corso di Ragioneria Generale Anno Accademico 2013-2014 a cura di Giovanna Galizzi Testo di riferimento Testo prof. Maurini (2012) Cap. 18-19 20 Il Bilancio di Esercizio Il Bilancio

Dettagli

Quesiti tratti dai temi d esame di Modello e teoria del bilancio di esercizio

Quesiti tratti dai temi d esame di Modello e teoria del bilancio di esercizio Quesiti tratti dai temi d esame di Modello e teoria del bilancio di esercizio Bilancio d esercizio. Bilanci differenziati. Bilanci speciali. Il Candidato illustri la natura di tali documenti, alla luce

Dettagli

Corso Base di Formazione per dipendenti e collaboratori di studi professionali Mercoledì 10 ottobre 2012

Corso Base di Formazione per dipendenti e collaboratori di studi professionali Mercoledì 10 ottobre 2012 Corso Base di Formazione per dipendenti e collaboratori di studi professionali Mercoledì 10 ottobre 2012 1 IL BILANCIO D ESERCIZIO 2 Bilancio di esercizio IL PRINCIPALE STRUMENTO DI INFORMAZIONE ESTERNA

Dettagli

ASSOCIAZIONE CIDAC CITTA D ARTE E CULTURA

ASSOCIAZIONE CIDAC CITTA D ARTE E CULTURA ASSOCIAZIONE CIDAC CITTA D ARTE E CULTURA Sede Legale Corso Vittorio Emanuele II, 21 ROMA RM P.IVA - C.F. n. 06227901003 NOTA INTEGRATIVA (Valori in Euro) Bilancio al 31/12/2013 Introduzione Il bilancio

Dettagli