Maddalena Carlini. Ad eccezione dell essere umano, nessuna creatura si pone domande sulla propria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Maddalena Carlini. Ad eccezione dell essere umano, nessuna creatura si pone domande sulla propria"

Transcript

1 Maddalena Carlini Perché morire? Perché nascere per poi morire? Qual è allora il senso della vita e quello della morte? (Opera premiata al Premio Letterario SOCREM, Italia, 2009). Ad eccezione dell essere umano, nessuna creatura si pone domande sulla propria esistenza, sulla cognizione della Vita e della Morte, due aspetti spesso considerati, sin dalla filosofia antica, momenti della stessa realtà e tali da rendere necessario vivere di morte e morire di vita. Addirittura, secondo Parmenide tale coincidenza porta a considerare la Morte l unica verità, la cui esistenza viene avvertita come una massa oscura, lunare, pesante, immota. È un immagine che il pensiero socratico e platonico alleggeriscono, riconducendo la Fine della vita ad una dimensione liberatoria dal peso della corporeità e dalle sofferenze. Se è indubbio che Nascita e Morte rappresentano l Inizio e la Fine per eccellenza dell esistenza, in realtà ogni aspetto della vita è soggetto ad una sorta di ricapitolazione intelligente che chiude ogni processo in modo tale che non potrà ripetersene un altro nelle stesse condizioni. È esperienza comune, infatti, la fine di un ciclo, qualunque esso sia, in cui si avverte, spesso dolorosamente, la caducità di quanto ci era sembrato incrollabile ed intangibile allo scorrere del tempo e che. invece, si chiude, perché l Alfa ha incontrato l Omega, l Origine ha raggiunto il Punto d arrivo, il Primo e l Ultimo si sono ritrovati. Sono davvero Solo pochi brutti momenti alla fine della vita", così come li liquidava Montaigne, i titoli di coda? «Ogni evento, tranne la morte, ha una promessa scritta in inchiostro indelebile, che per quanto stampata piccola assicura: la storia continua»

2 secondo Zygmunt Bauman, uno dei più importanti sociologi viventi, il quale ha affrontato il tema del morire, che costituisce la madre di tutte le paure, analizzando le diverse soluzioni filosofiche a partire dalla giustificazione cristiana, che giudica la più efficace, in quanto presuppone l immortalità dell anima nelle due opzioni del paradiso e dell inferno e fornisce così un efficace risposta a quella mancanza di senso della vita che ossessionava Pascal. Le soluzioni laiche, invece, investono su un immortalità terrena, che conta sull apprezzamento collettivo dei contemporanei per un singolo o un gruppo di persone che si sono distinte per una causa importante. La fine di un ciclo, tuttavia, non coincide solo con la chiusura di un capitolo, ma dischiude l inizio di un nuovo corso, le cui condizioni sono tutte da sperimentare. Si tratta di un finalismo che forse solo l essere umano ha il privilegio di percepire in maniera riflessa, consapevole, tale da condurre, prima o poi, ciascuno alla domanda che chiede la ragione di una Nascita, dentro covile o cuna destinata alla Morte. È un interrogazione tanto fondamentale quanto vana, poiché della Morte, che costituisce uno dei passaggi più significativi nella vita di ogni persona, non è possibile avere alcuna esperienza, visto che il sopraggiungere della Fine coincide con la cessazione della possibilità di sperimentarla consapevolmente. L unico aspetto della Morte che ci è dato la possibilità di esperire è la conclusione dell esistenza altrui, per la quale proviamo dolore proporzionalmente all intensità affettiva che ci ha legati a quella persona durante la sua esistenza. Ma aldilà di questo legame, che rende la Morte inaccettabile, è proprio la decadenza fisica, maggiormente se accompagnata dalla sofferenza, che induce a considerare la Fine della vita nella dimensione

3 liberatoria, poiché finalizzata a porre fine ad una forma di esistenza diventata inetta, ovvero non atta, inadatta a proseguire un ciclo vitale divenuto un peso insostenibile, da cui si avverte la necessità di svincolarsi per vivere una nuova condizione. Nel secolo scorso tale insostenibilità è stata oggetto di analisi filosofica da parte di molti pensatori, tra i quali Sartre, che ha identificato nella nausea il sentimento che sopraggiunge quando subentra la scoperta dell assurdità esistenziale del mondo, questo grosso essere assurdo, una larva strisciante che non ha ragione d essere. Ogni esistenza, dunque, per il grande filosofo francese è. senza ragione, nella totale gratuità, come tutte le cose che sono, nascono senza un motivo, si protraggono per debolezza e muoiono per combinazione. La realtà umana è nullificazione, ma, se la vita è priva di senso, solo l essere umano può infondere valori, progettare di essere Dio, anche se si tratta di una passione inutile, perché ad attenderlo c è sempre lo Scacco Finale, che lo costringe ad incamminarsi verso l Ignoto. È una transizione propria della storia di ogni uomo e di ogni civiltà, che, se costituisce un momento di rottura, contiene in sé la certezza della continuità, perché la vita continua, nel senso metafisico di un esistenza collettiva, universale, di cui la Morte stessa fa parte, come un aspetto fondamentale, imprescindibile, irrinunciabile. Addirittura possiamo affermare che è la Morte a garantire umanità alla vita, poiché senza di essa la vita stessa non farebbe parte del processo universale di trasformazione. Nell universo, infatti, ogni cosa inizia e finisce e la Morte non è che il modo in cui si

4 passa da una condizione ad un altra, da una forma di vita ad un altra. Ma se la Vita e la Morte sono le due Forme dell esistenza, è pur vero che la seconda rimane una senza contenuto, visto che sfugge all esperienza. Eppure, la Fine ha rappresentato il campo d indagine speculativa più praticato sino alla cultura contemporanea, che non ha più concesso spazio ai cortei funebri, ha smesso gli abiti da lutto, ha ridotto l estensione dei Cimiteri e limitato le visite alle tombe ad una ritualità spesso esteriore. Come scrive Philippe Ariés nella Storia della morte in Occidente dal Medioevo ai giorni nostri, la morte è divenuta l innominabile e Lei, respinta dalla normalità, può trovare spazio solo nella spettacolarizzazione mediatica. Tutta la cultura contemporanea è concentrata sulla Nascita, il cui perché rimane un fatto sociale poiché si ammanta dei contenuti della biologia, della sociologia, della statistica; mentre la morte, estranea alla società del produttivismo e del consumismo, viene relegata nella dimensione individuale, che interessa solo colui che ne è colpito e i suoi famigliari. Il perché della Morte rimane legato al dolore privato, in cui, come scrive ancora Ariès, le lacrime sono assimilate alle escrezioni del malato. Le une e le altre sono ripugnanti e quindi, se la Nascita è celebrata dai riti di massa, la Morte, antagonista dagli attuali irrinunciabili Miti della giovinezza, della salute e della felicità, rimane una condizione clandestina che impone un uscita di scena silenziosa e il più possibile priva di conseguenze sul piano emotivo e collettivo. In questo scenario, interrogarsi sul perché della Morte diventa quasi impossibile, visto che, all approssimarsi di Essa, direttamente o indirettamente, tutto deve concorrere a rendere anonimo il morire, ridotto ad un mero incidente biologico, un

5 exitus del paziente, da sterilizzare, vetrificare, isolare come un virus, eliminare come la sporcizia. A tale proposito, lo storico Chaunu arriva efficacemente ad osservare: Ci è capitata una curiosa avventura, ci siamo dimenticati di morire. Certo, la Morte, irrimediabile rottura dell esistenza, precarizza affetti e legami, squarcia il velo delle ambizioni per svelarsi nella sua terribile, imprevedibile, assurdità, sfugge all interrogativo che concerne il senso e la ragione. L homo sapiens, che domanda all universo di rivelare la sua intima essenza, ha lasciato il posto all homo faber, impegnato a trasformare la terra perché sia meglio rispondente ai suoi bisogni, nella ricerca sfrenata del benessere materiale, sempre più convinto di poter essere arbitro del proprio presente e del proprio futuro. Per rendere l idea della Morte meno terribile si è provato a scomporla in tante parti, relegandola alla somma delle sotto cause cancro, fumo, cattive abitudini alimentari, dipendenze illudendosi che, neutralizzandole singolarmente, l esito finale possa essere bandito, in quanto condizione non ineluttabile, poiché determinato da cause intercettabili: si muore, alla fine, perché la scienza non è ancora riuscita ad evitarlo o i comportamenti non sono stati corretti. Tuttavia, da alcuni anni, le ricerche antropologiche, sociologiche, psicanalitiche, sono tornate ad interrogare la Vita e la Morte in una fioritura di convegni. Certamente, nella cultura odierna è in atto un ripensamento nei confronti della scienza e del progresso in generale, colpevole di non aver contribuito a liberare l uomo dalla schiavitù delle necessità, ma a renderlo schiavo dei prodotti da egli stesso realizzati, quasi divorato da una vita professionale che non tutela la riflessione, la

6 meditazione, l essenziale. Così, l uomo del nostro tempo non solo non è in grado di trovare risposte ai suoi interrogativi esistenziali, ma non riesce nemmeno a trovare le condizioni per potersi permettere di porseli, in uno scenario planetario su cui incombono, sempre di più, i rischi della distruzione e della fine. In tale scenario sembra ancora dominare l angosciante Niente di Feuerbach, per il quale sarà di noi, dopo la nostra morte, quello che è già accaduto prima che nascessimo. La morte non è la fine di qualcosa, nè lascia spazio ad un Nulla spirituale: è la Morte totale, poiché include la Morte stessa, che finisce per mancanza di contenuti. Le risposte, allora, ai perché della vita e, soprattutto, della morte, si affidano alle dottrine che rendono sopportabile la consapevolezza di quanto l Inizio e la Fine siano inevitabilmente correlati e che, ad esempio, sostengono la reincarnazione, o le teorie psicanalitiche che, invece, prevedono, con la Morte, la possibilità di un ritorno ad un esistenza semplice ed inorganica. In generale, è diffuso il tentativo di identificare il ciclo Vita/Morte in un fatto naturale che non può costituire un problema per l individuo in quanto rientra nella natura del genere umano, accomunato da un destino ultimo che non ammette distinzioni. Ma neppure la naturalità chiarisce il perché della Vita e il perché finisca, magari proprio mentre, come osserva Camus, nello stesso minuto tutta la popolazione, al telefono o ai caffè, parla di tratte, di polizze e di sconto. Alla luce di queste considerazioni, risulta evidente che il problema della Morte richiede di essere affrontato in una prospettiva che riporti la riflessione sulla vita, intesa nella sua totalità, nella sua realtà profonda e

7 nel suo più intimo significato. Innanzitutto, la Nascita e la Morte sono entrambe eventi che ci mettono di fronte alla nostra identità di esseri che non hanno in sé il proprio fondamento, ma dipendono da altri o da altro, che ne trascende la volontà. Entrambe producono spaesamento, perché, se lungo il cammino dell esistenza, per quanto faticoso, l uomo riesce comunque ad orientarsi, nei momenti della Nascita e della Morte non è possibile orizzontarsi e prevale l angoscia. Si nasce e si muore soli è un adagio popolare che coglie efficacemente il dramma di una solitudine in cui può recitare un solo personaggio. Questa condizione era resa sopportabile per gli Stoici dalla capacità, per l uomo sapiente, di sentirsi in sintonia con la natura, in una comune appartenenza all universale naturale, in evoluzione continua sino alla fine del ciclo. Di fronte alla Vita e alla Morte il Sapiente doveva, dunque, mantenere l immota stabilitas, la capacità di sopportare qualsiasi peso, anche quello della sofferenza. In quest ottica, la Morte assumeva una valenza formativa, in quanto consentiva l esercizio estremo della Virtù. Seneca, nelle lettere all amico Lucilio, sostiene che è il modo in cui si muore che rivela la vera natura dell essere; per il resto, la Morte rimaneva non essere, l assenza di vita. Non solo, pertanto, dopo la Morte è il Nulla, ma il morire stesso sfugge in un uno spazio di tempo impercettibile, mentre, proprio nel corso dell esistenza, cotidie morimur, ci alleniamo ogni giorno a cedere, ma è necessario che la resa avvenga con orgoglio, con l abilità del nocchiero che cerca di mantenere la rotta anche con la vela squarciata e la prossimità della deriva. È un immagine che

8 ci richiama alla consapevolezza che ciò che conta davvero non sono la Vita o la Morte - tra le quali non c è alcuna differenza dal punto di vista fisico, in quanto diverse modalità di passaggio da una forma di vita ad un altra - ma la dignità dell essere umano, l essenza dell umanità che induce l uomo ad indagare il senso della vita. Sono in un ignoranza spaventosa di tutto Da ogni parte vedo soltanto infiniti Tutto quello che so è che debbo morire; ma quel che ignoro di più è, appunto, questa stessa morte, che non posso evitare : così Pascal esprime la lucidissima consapevolezza del mistero che circonda l interrogativo sul significato dell esistenza. Pascal ritiene folle l indifferenza nei confronti del problema, poiché l essere umano è nato fondamentalmente per pensare e nel pensiero sta tutta la sua dignità e il suo pregio. Ma quale attività speculativa può aiutarci a comprendere il senso della Vita? La scienza è certamente sovrana, ma limitata nel campo esistenziale, e neppure la filosofia riesce a risolvere le questioni metafisiche e la condizione dell uomo, compreso fra il tutto e il nulla. Tuttavia, l essenza umana è proprio racchiusa nella compresenza di miseria e grandezza. La coscienza del limite che non limita, ma conferma la grandezza umana, è presente anche nel pensiero filosofico del novecento, come testimonia la speculazione di Kierkegaard e Heidegger. Questa angoscia esistenziale è centrale nel pensiero del Secondo. A differenza della paura che ha un preciso oggetto di riferimento, l irrompere dell angere si determina quando l uomo si trova di fronte all annientamento dell esistenza, la Morte. Nei vari modi di Essere nella vita e nel mondo, secondo Heidegger, infatti, l essere

9 umano può comprendere l esistenza solo con l Essere per la morte, ovvero quando viene posto dinanzi al limite della fine della vita. La coscienza del limite costituisce una scansione temporale, un prima, un adesso e un poi, al suo Essere nella vita. L angoscia esistenziale nasce quando l uomo scopre nella morte la possibilità decisiva dell esistenza. Le altre emozioni sono poca cosa di fronte all angoscia esistenziale e solo in questa l uomo scopre la pienezza della sua condizione. Nel pensiero di Heidegger non c è una concezione oggettivizzata della morte, come, in Hegel, ma l attenzione al processo attraverso il quale il singolo individuo nasce a causa dello scacco ontologico e, da quel momento, può realizzare la propria autenticità attraverso le infinite possibilità che la Vita gli offre. In questo quadro, la Morte rimane un Evento singolo ed ineluttabile, presente in qualunque azione e passaggio, denso di speranza, orientato a Dio. La Morte diventa, quindi, un esperienza della Vita e si pone come possibilità radicale, quella di non esserci più, che non esclude, ma riafferma il riconoscimento di sé stessi, la progettualità della propria Vita, il senso dell esser nati. Su questa base il Novecento ha sviluppato un attenta riflessione sulla Morte, dalla quale non si può prescindere, che condiziona il modo di essere vivi e si pone come momento immanente allo sviluppo dell esistenza, la quale diventa, in quest ottica di reciprocità, presupposto alla Morte stessa. Personalmente, ritengo che, se il perché della Nascita, pure ammantata dalla condizione di Dono che ne costituisce il presupposto, rimane determinata da un fatto ontologico limitato alla sua epifania, il perché della Morte è legato alla

10 consapevolezza della Fine che infonde ad ogni attimo l incitamento a riempire la Vita di significati. È questa consapevolezza che ci sollecita a ricercare incessantemente nuovi incipit. Bauman sostiene, infatti, che la vita è piena delle cose non una di più né una di meno che la morte è riuscita a piantarci dentro. Eccoci arrivati al fondamento della Dignità umana: si nasce per rendere la vita vivibile nonostante la coscienza della mortalità, e la Cultura si pone come un ponte tra la Nascita e la Morte per incitare a lasciare una traccia della nostra seppur breve visita. L uomo del Terzo Millennio, che raccoglie l eredità di una speculazione filosofica che dal divenire eracliteo lo ha condotto alla considerazione della Morte come un passaggio estraneo alla vita o come liberazione dai limiti del sensibile nell infinito o nella visione salvifica della Fede, è, dunque, ancora il Pastore Errante che interroga la luna. Ma se dentro covile o cuna, è funesto a chi nasce il dì natale, è in Amore e Morte che si svela il senso della Vita, che nasce da Amore e in Amore ritorna, purché si giunga a gettare ogni conforto stolto, null altro in alcun tempo sperar, se non nella Bellissima Fanciulla, per La quale vale la pena di aspettar quel dì che consentirà di piegar addormentato il volto nel suo virgineo seno. Amore e Morte, le cui assonanze sono mirabilmente composte dal Poeta di Recanati nel quadro filiale che ritrae la Morte in un materno atteggiamento legato alla Nascita, presupposti inscindibili della Vita nell universalità e continuità del ciclo vitale, unica Spes, sono stati generati insieme ed insieme accompagneranno per sempre gli Esseri umani al loro Destino. Genova, 29 settembre 2012

11 Curriculum letterario di Maddalena Carlini Formazione LAUREA IN LETTERE VOTAZIONE 110 CUM LAUDE ABILITAZIONE ALL INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA PRIMARIA CON SPECIALIZZAZIONE NELLA LINGUA INGLESE VOTAZIONE 55/60 Esperienze professionali DOCENTE DALL'ANNO SCOLASTICO PRESSO LA DIREZIONE DIDATTICA "SAMPIERDARENA 2"; COLLABORATRICE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DALL ANNO SCOLASTICO ALL ANNO SCOLASTICO ; COLLABORATRICE VICARIA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DALL ANNO SCOLASTICO ALL ANNO SCOLASTICO ; REFERENTE PER L'EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA ATTIVA; CONSIGLIERE DEL CONSIGLIO D'ISTITUTO DALL ANNO SCOLASTICO 2000 ALL ANNO SCOLASTICO 2012; FIGURA OBIETTIVO E FUNZIONE STRUMENTALE PER LA GESTIONE DEL PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA DALL ANNO SCOLASTICO 2001 ALL ANNO SCOLASTICO 2010; R.S.U. E RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA DALL ANNO SCOLASTICO 2000 ALL ANNO SCOLASTICO 2010; MEMBRO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO SINDACALE COMPARTO SCUOLA; COORDINATRICE DIRIGENTI SCOLASTICI.

12 Pubblicazioni 2006: PREMIO SEZIONE CREATIVITÀ - ELABORAZIONE DI UNA FAVOLA INTERCULTURALE CON UN GRUPPO CLASSE DI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA - NELL AMBITO DEL CONCORSO LITTLE PROMOSSO DAL CENTRO IN EUROPA (Let s Invent and Teach a Tale to the Little ones of Europe) SOSTENUTO DALLA DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE E CULTURA DELLA COMMISSIONE EUROPEA. DALL ANNO 2008: COLLABORAZIONE A CADENZA BIMESTRALE CON LA RIVISTA LA SCELTA DELLA SOCIETÀ SO.CREM E PREMIAZIONE TRA I VINCITORI DEL CONCORSO LETTERARIO ANNUALE. PREMIO LETTERARIO SO.CREM TRE COMPONIMENTI POETICI PUBBLICATI NEL IV VOLUME 500 POETI DISPERSI DEDICATO A GIACOMO LEOPARDI E A TUTTI I POETI RITROVATI. Ai sensi delle vigenti normative sulla tutela della privacy, autorizzo al trattamento dei miei dati personali Maddalena Carlini

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Essere e Tempo. Quaderno Filosofi & Classici SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it. a cura di R. Terzi. r_terzi@hotmail.

Essere e Tempo. Quaderno Filosofi & Classici SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it. a cura di R. Terzi. r_terzi@hotmail. Essere e Tempo a cura di R. Terzi r_terzi@hotmail.com SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it Introduzione Essere e tempo (Sein und Zeit) di Martin Heidegger costituisce uno dei testi più importanti

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

2. La struttura formale del problema dell essere.

2. La struttura formale del problema dell essere. Indice Introduzione... 7 2. La struttura formale del problema dell essere.... 9 7. Il metodo fenomenologico della ricerca.... 14 7(c). Il concetto preliminare di fenomenologia... 16 8. Schema dell opera...

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

Spinoza e il Male. Saitta Francesco

Spinoza e il Male. Saitta Francesco Spinoza e il Male di Saitta Francesco La genealogia del male è sempre stato uno dei problemi più discussi nella storia della filosofia. Trovare le origini del male è sempre stato l oggetto principale di

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

LA NATURA UMANA? NON ESISTE: E L UOMO CHE DEVE INVENTARLA. IL MONDO E AL DI FUORI DELLA COSCIENZA? UNA DOMANDA SENZA SENSO.

LA NATURA UMANA? NON ESISTE: E L UOMO CHE DEVE INVENTARLA. IL MONDO E AL DI FUORI DELLA COSCIENZA? UNA DOMANDA SENZA SENSO. LA NATURA UMANA? NON ESISTE: E L UOMO CHE DEVE INVENTARLA. IL MONDO E AL DI FUORI DELLA COSCIENZA? UNA DOMANDA SENZA SENSO. Introduzione a Martin Heidegger 1 Heidegger è sulla stessa lunghezza d'onda della

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

incontro e condivisione la strada: un luogo non solo un percorso

incontro e condivisione la strada: un luogo non solo un percorso incontro e condivisione la strada: un luogo non solo un percorso AGESCI ROUTE NAZIONALE 2014 Inventare la strada è un rischio, è il rischio: ma il rischio è la condizione della libertà, è l ambito della

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Il giardino nella macchina

Il giardino nella macchina Idee per una rilettura Il giardino nella macchina La nuova scienza della vita artificiale Claus Emmeche Bollati Boringhieri, 1996 È possibile la vita artificiale? In che modo gli strumenti offerti dalla

Dettagli

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI IL RAPPORTO CON GLI ALTRI Cos è la vita?, è una domanda che molti si pongono. La vita è rapporto, amici miei. Possono essere date altre risposte, e tutte potrebbero essere valide, ma al di là di tutto,

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Insieme con gli altri nella città degli uomini. La lezione di Bruno Schettini. di Rocco Pititto

Insieme con gli altri nella città degli uomini. La lezione di Bruno Schettini. di Rocco Pititto Insieme con gli altri nella città degli uomini La lezione di Bruno Schettini di Rocco Pititto Brevi vivens tempore, explevit tempora multa Sap 4,13 1. Tra biografia e storia: il profilo umano di uno studioso

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

Heidegger: la cura, l empatia e la morte dell altro. 1

Heidegger: la cura, l empatia e la morte dell altro. 1 Heidegger: la cura, l empatia e la morte dell altro. 1 di Danilo Semprini Heidegger è la figura più rappresentativa dell esistenzialismo tedesco. Il termine esistenzialismo, da cui esistenziale, è utilizzato

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma)

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Un amore che desidera (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Lei: A che cosa stai pensando? Io: Lei: Oh, dico a te Io: Eh? Lei: A che cosa stai pensando? Io: Mmmh a niente Lei: Ah a niente Io: Sì, a niente

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW La filosofia del viaggio nel tempo di ROBERTA SPARROW Traduzione a cura di Paolo Xabaras Montalto In lingua originale lo trovate sul sito ufficiale del film: http://www.donniedarko.com o presso il sito:

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem

E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem Comunicazione E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem Lucia Bacci * lucia.bacci@unifi.it Come sostiene Rosaria Egidi in Wittgenstein e il problema

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE Adottata all'unanimità a Parigi durante la 31esima sessione della Conferenza Generale dell'unesco, Parigi, 2 novembre 2001 La Conferenza

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli