IMPIANTO di TERMOVALORIZZAZIONE di RIFIUTI URBANI E SPECIALI NON PERICOLOSI. Stazione di Monitoraggio HERA via Barsanti - Forlì

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IMPIANTO di TERMOVALORIZZAZIONE di RIFIUTI URBANI E SPECIALI NON PERICOLOSI. Stazione di Monitoraggio HERA via Barsanti - Forlì"

Transcript

1 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena Viale Livio Salinatore, Forlì PEC: Tel. 543/ Fax 543/ Servizio Sistemi Ambientali Area Monitoraggio e Valutazione Aria IMPIANTO di TERMOVALORIZZAZIONE di RIFIUTI URBANI E SPECIALI NON PERICOLOSI Stazione di Monitoraggio HERA via Barsanti - Forlì Rapporto sulla qualità dell aria Anno 212 A cura di: Cristina Mariotti, Carla Nizzoli In collaborazione con: Paolo Veronesi, M. Cristina Verna, Paolo Vittori Marzo 213 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/

2 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/

3 Indice 1. INTRODUZIONE Descrizione della Stazione di Monitoraggio della Qualità dell Aria Normativa di riferimento Gestione dei dati della Stazione di Monitoraggio della Qualità dell Aria Determinazione del Mercurio Totale Gassoso RISULTATI DEL MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA Misure in continuo Materiale particolato (PM 1 PM 2.5 ) Biossido di azoto (NO 2 ) Monossido di carbonio (CO) Mercurio Totale Gassoso (Hg) Parametri meteorologici Misure in discontinuo Ammoniaca (NH 3 ), acido Cloridrico (HCl), acido Fluoridrico (HF) Metalli pesanti : Piombo (Pb), Cadmio (Cd), Nichel (Ni) Diossine e Furani (PCDD, PCDF) Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/

4 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/

5 1.INTRODUZIONE L Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata ad HERA S.p.A. per la gestione dell impianto di termovalorizzazione di rifiuti urbani e speciali non pericolosi, sito a Forlì, in via Grigioni, prevede, al Punto D2.3.4 INDAGINI E MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA, che il gestore, ai fini di ottemperare alla prescrizione n 26 della delibera di VIA n 323 del 2 settembre 24, provveda ad installare la centralina di monitoraggio di cui all Allegato RT 1.13 della Documentazione Integrativa TV1FCAA113 del 5/2/28 e ad acquisire i campionatori per lo studio della qualità dell aria secondo un determinato protocollo tecnico. Al gestore è inoltre chiesto di stipulare con Arpa un contratto di comodato d uso e gestione per tale stazione ed i relativi campionatori. Le spese di manutenzione preventiva e correttiva e di gestione della stazione fissa di monitoraggio, nonché le spese inerenti le attività di campionamento, analisi ed elaborazione dei dati relativi alle determinazioni discontinue manuali previste dal protocollo tecnico sono a carico di Hera. I parametri individuati in sede di autorizzazione e che devono essere oggetto di indagine, sono i seguenti: a. campionamenti in continuo: Parametri meteorologici (temperatura, velocità e direzione del vento) inquinanti: PM 1, PM 2.5, NO 2, CO e Hg b. campionamenti in discontinuo automatico (frequenza 1settimana/3 mesi): Metalli pesanti (Pb, Cd, Ni) sul particolato fine PM 1 Microinquinanti (IPA, PCDD e PCDF) sul particolato fine PM 1 c. campionamenti in discontinuo manuale (frequenza 1settimana/3 mesi): Inquinanti gassosi (NH 3, HCl, HF); con Delibera della Giunta Provinciale n. 167 del 24/4/212, la modalità da adottare per il campionamento di questi inquinanti gassosi prevede l utilizzo di campionatori passivi con frequenza pari a quattro settimane ogni trimestre. 1.1 Descrizione della Stazione di Monitoraggio della Qualità dell Aria La stazione di monitoraggio installata da HERA è situata in via Barsanti ed è individuata dalle seguenti coordinate: UTM ED5 fuso 32:X = ;Y = Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 1 di 4

6 Nella cartografia seguente è rappresentato in verde il sito in cui è ubicata la stazione, della quale segue un immagine fotografica esterna. Figura 1.1 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 2 di 4

7 All interno della cabina sono installati i seguenti analizzatori in continuo: Analizzatore automatico di monossido di carbonio: API mod. 3E Analizzatore automatico di ossidi di azoto: API mod. 2E Analizzatore automatico di PM 1 : FAI mod. SWAM 5A Analizzatore automatico di PM 2.5 : FAI mod. SWAM 5A Analizzatore automatico di Mercurio: TEKRAN mod. 2537B È inoltre presente un campionatore sequenziale TECORA _ mod. Skypost Gas collegato ad una pompa di campionamento mod. Bravo M Plus per l effettuazione dei campionamenti in discontinuo. Sul tetto della cabina sono posizionate le teste di prelievo per gli inquinanti gassosi, per il particolato fine con taglio granulometrico PM 1 e per quello con taglio PM 2.5 ; gli analizzatori di PM 1 e PM 2.5, infatti, dispongono ciascuno di una linea dedicata, collegata ad una testa di prelievo apposita per la selezione della granulometria del particolato. L aria viene aspirata in continuo da una pompa attraverso la testa di prelievo collocata sulla sommità della cabina, e viene poi trasmessa ai singoli strumenti attraverso una linea di campionamento debolmente riscaldata per evitare la formazione di condensa. Sono inoltre installati i sensori per la rilevazione dei seguenti parametri meteorologici: Velocità e direzione del vento _ LSI-Lastem Pluviometro _ LSI-Lastem Temperatura _ LSI-Lastem Umidità relativa _ LSI-Lastem 1.2 Normativa di riferimento D.Lgs. n 155 del 13 agosto 21 Attuazione della Direttiva 28/5/CE relativa alla qualità dell'aria ambiente e per un'aria più pulita in Europa e successive modifiche ed integrazioni. Il Decreto qui richiamato, entrato in vigore il 3/9/21, recepisce la direttiva 28/5/CE e sostituisce le disposizioni di attuazione della direttiva 24/17/CE; i precedenti riferimenti normativi risultano abrogati a partire dalla data di entrata in vigore del Decreto. L emanazione del D.Lgs. n 155/21 istituisce pertanto un quadro normativo unitario in materia di valutazione e di gestione della qualità dell aria ambiente. Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 3 di 4

8 1.3 Gestione dei dati della Stazione di Monitoraggio della Qualità dell Aria A seguito del collaudo della stazione di monitoraggio nel marzo 29 e della presa in carico da parte di ARPA della relativa gestione, si è proceduto, a far data dal 23 aprile 29, alla validazione giornaliera dei dati di monitoraggio in continuo e alla loro pubblicazione all indirizzo: Dallo stesso anno sono pubblicati i rapporti mensili ed annuali relativi alle concentrazioni di inquinanti monitorati in continuo all indirizzo: Nel grafico seguente sono riportati i rendimenti ottenuti dai suddetti analizzatori nel corso del 212. Grafico 1.1 Rendimenti trimestrali analizzatori 1% 9% 8% 7% 6% 5% 4% 3% 2% 1% % I trimestre II trimestre III trimestre IV trimestre NOx 93% 95% 99% 95% CO 95% 99% 98% 97% Hg 91% 95% 78% 41% PM1 95% 1% 99% 95% PM2.5 96% 1% 99% 98% Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 4 di 4

9 Grafico 1.2 Rendimenti trimestrali sensori meteo 1% 9% 8% 7% 6% 5% 4% 3% 2% 1% % I trimestre II trimestre III trimestre IV trimestre Direzione Vento 92% 99% 98% 96% Velocità Vento 95% 99% 99% 97% pioggia 95% 99% 99% 97% temperatura/umidità rel. 96% 99% 99% 97% Relativamente alle misure in discontinuo, sono state svolte quattro campagne di monitoraggio, rispettivamente nei mesi di gennaio-febbraio (invernale), aprile-maggio (primaverile) luglio agosto (estiva) e ottobre-novembre (autunnale). I campioni raccolti sono stati inviati al laboratorio integrato della sezione provinciale Arpa di Ravenna ed i risultati pervenuti sono riportati nelle tabelle di cui al punto Determinazione del Mercurio Totale Gassoso L analizzatore automatico installato presso la stazione di monitoraggio utilizza il principio del metodo indicato nel Decreto Legislativo 13 agosto 21 n. 155 _ Allegato IV appendice X Metodo di riferimento per il campionamento e l analisi del mercurio totale gassoso nell aria. Il campionamento del TGM (Total Gaseus Mercury) presente nell aria, si basa sul fatto che il mercurio gassoso forma con l oro un amalgama da cui successivamente viene liberato. L aria campionata attraversa alternativamente due dispositivi (trappole) disposti in parallelo, costituiti ciascuno da un tubo di quarzo contenente oro e quarzo. Nella fase successiva al campionamento, il mercurio viene riportato allo stato gassoso mediante desorbimento termico e, successivamente, determinato mediante Spettroscopia in Fluorescenza Atomica (CVAFS). L utilizzo alternato di due trappole in parallelo consente il campionamento e la determinazione in continuo del parametro in esame; la possibilità di determinare il tempo di campionamento, e quindi il volume complessivo per la determinazione, consente di giungere a determinare concentrazioni di inquinante dell ordine di grandezza di ng/m 3. Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 5 di 4

10 Il DLgs n. 25 del 24/12/212, nel modificare ed integrare il DLgs.155/21, indica, quale metodo di riferimento per il campionamento e la misurazione del mercurio nell aria ambiente, quello descritto nella norma UNI EN 15852:21 Qualità dell aria ambiente. Metodo normalizzato per la determinazione di mercurio gassoso totale. Tale metodo normalizzato prevede l utilizzo della tecnica di spettrometria ad assorbimento atomico con vapori freddi (CVAAS), o di quella di spettrometria di fluorescenza atomica con vapori freddi (CVAFS); quest ultima corrisponde a quella impiegata dall analizzatore in esame. Lo strumento ha presentato sin dalla sua installazione nel 29, una serie di problemi tecnici che spesso hanno determinato l invalidità delle concentrazioni medie orarie. Sono stati richiesti alla ditta, che ne garantisce la manutenzione, diversi interventi negli anni ed i rendimenti, seppur in miglioramento, restano inferiori al 9% nel secondo semestre 212, come si evidenzia dal grafico La scarsa efficienza dei dati validi prodotti sino ad oggi è da mettersi in correlazione anche con la rara presenza sul territorio nazionale di questo tipo di analizzatore (poche unità) e conseguentemente alla ridotta esperienza per quanto riguarda la sua manutenzione da parte delle ditte specializzate; nel corso di questi anni si è tuttavia registrato un miglioramento sia nel numero di anomalie strumentali che si sono presentate, che nei tempi di risoluzione delle stesse. L ipotesi di eseguire, nei periodi di mancata disponibilità dei dati in continuo, campionamenti in discontinuo con gorgogliatori, è, come già precisato in precedenza, non praticabile, in quanto tale tecnica non consente di giungere ai livelli di concentrazioni che si possono riscontrare nell aria ambiente. Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 6 di 4

11 2.RISULTATI DEL MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA Nei seguenti paragrafi sono riportati, suddivisi per tipologia di inquinante, gli indici statistici elaborati sui dati validi registrati ed i superamenti che si sono verificati. Seguono i grafici degli andamenti delle concentrazioni, dove i valori inferiori ai rispettivi limiti di quantificazione sono stati rappresentati pari ai 2/3 di tali limiti. E inoltre rappresentato, per il parametro biossido di azoto (NO 2 ), il giorno tipo, ossia l andamento delle concentrazioni medie orarie, calcolato per il periodo invernale e per quello estivo; quale termine di confronto si riporta anche l andamento del giorno tipo presso la stazione da traffico della RRQA a Forlì negli stessi periodi. Sono infine riassunti, per ciascun parametro, gli indici statistici e le medie mensili registrati a partire dalla attivazione della stazione. Nella rappresentazione grafica delle medie mensili, sono state prese in considerazione solo quelle calcolate su almeno il 75% delle medie su 24 ore teoricamente disponibili. Tutte le concentrazioni sono espresse in funzione dei limiti previsti dalla normativa: nel caso del biossido di azoto sono espresse come medie orarie, per il monossido di carbonio sono state calcolate come concentrazioni medie sulle otto ore. 2.1 Misure in continuo Materiale particolato (PM 1 PM 2.5 ) Tabella Indici statistici PM 1 PM 2.5 concentrazioni medie giornaliere (µg/m 3 ) PM 1 PM 2.5 Minimo <5 <5 Media Massimo percentile percentile percentile percentile n. dati rendimento % Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 7 di 4

12 Grafico Concentrazione media giornaliera (µg/m 3 ) perc. - max perc perc. 5-9 perc. min. - 5 perc. PM2.5 PM1 Grafico PM 1 numero mensile di superamenti del limite per la concentrazione media giornaliera numero di superamenti del valore limite giornaliero (5 µg/m 3 ) Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Tabella PM 1 Superamenti Limite Numero di superamenti del valore limite di 24 h per la protezione della salute umana Confronto tra media annua e valore limite annuale per la protezione della salute umana 5 µg/m 3 non più di 35 volte per anno 67 4 µg/m 3 33 µg/m 3 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 8 di 4

13 Tabella PM 2.5 Superamenti Limite Confronto tra media annua e il valore limite per la protezione della salute umana (al 215) 25 µg/m 3 19 µg/m 3 Grafico 2.3 _ PM 1 PM 2.5 concentrazioni medie mensili (µg/m 3 ) Concentrazione media mensile (µg/m 3 ) Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio PM1 Giugno PM2.5 Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 9 di 4

14 Grafico PM1 concentrazioni medie giornaliere (µg/m 3 ) (In rosso il limite per la concentrazione media giornaliera) /1/12 9/1/12 16/1/12 23/1/12 3/1/12 6/2/12 13/2/12 2/2/12 27/2/12 5/3/12 12/3/12 19/3/12 26/3/12 2/4/12 9/4/12 16/4/12 23/4/12 3/4/12 7/5/12 14/5/12 21/5/12 28/5/12 4/6/12 11/6/12 18/6/12 25/6/12 2/7/12 9/7/12 16/7/12 23/7/12 3/7/12 6/8/12 13/8/12 2/8/12 27/8/12 3/9/12 1/9/12 17/9/12 24/9/12 1/1/12 8/1/12 15/1/12 22/1/12 29/1/12 5/11/12 12/11/12 19/11/12 26/11/12 3/12/12 1/12/12 17/12/12 24/12/12 31/12/12 Concentrazione media giornaliera (µg/m 3 ) Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 1 di 4

15 Grafico PM2.5 concentrazioni medie giornaliere (µg/m 3 ) Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 11 di 4 1/1/12 8/1/12 15/1/12 22/1/12 29/1/12 5/2/12 12/2/12 19/2/12 26/2/12 4/3/12 11/3/12 18/3/12 25/3/12 1/4/12 8/4/12 15/4/12 22/4/12 29/4/12 6/5/12 13/5/12 2/5/12 27/5/12 3/6/12 1/6/12 17/6/12 24/6/12 1/7/12 8/7/12 15/7/12 22/7/12 29/7/12 5/8/12 12/8/12 19/8/12 26/8/12 Concentrazione media giornaliera (µg/m 3 ) 2/9/12 9/9/12 16/9/12 23/9/12 3/9/12 14/1/12 7/1/12 21/1/12 28/1/12 4/11/12 11/11/12 18/11/12 25/11/12 2/12/12 9/12/12 16/12/12 23/12/12 3/12/12

16 Grafico PM 1 numero di superamenti del limite per la concentrazione media giornaliera dal 29 al numero di superamenti del valore limite giornaliero (5 µg/m 3 ) Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Grafico PM 1 concentrazione media mensile dal 29 al 212 Concentrazione media mensile PM 1 (µg/m 3 ) Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Grafico PM 2.5 concentrazione media mensile dal 29 al 212 Concentrazione media mensile PM 2.5 (µg/m 3 ) Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 12 di 4

17 Tabella Indici statistici PM 1 PM 2.5 concentrazioni medie giornaliere dal 29 al 212 PM1 PM2.5 (µg/m 3 ) Minimo <5 <5 6 <5 <5 <5 <5 <5 Media massimo n. dati rendimento % 68 * * * analizzatore attivo dal marzo 29 * analizzatore attivo dal marzo Biossido di azoto (NO 2 ) Tabella Indici statistici NO 2 concentrazioni medie orarie (µg/m 3 ) Parametro NO 2 Minimo <12 Media 25 Massimo percentile 21 9 percentile percentile percentile 7 n. dati validi 836 rendimento % 95 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 13 di 4

18 Tabella Superamenti dei valori limite nell anno 212 NO 2 Limite Valore Numero di superamenti della soglia di allarme 4 µg/m 3 su 3 ore consecutive Numero di superamenti del valore limite orario per la protezione della salute umana al 21 2 µg/m 3 (non più di 18 volte per anno) Confronto tra media annua e valore limite annuale per la protezione della salute umana 4 µg/m 3 25 µg/m 3 Grafico NO 2 concentrazioni medie mensili (µg/m 3 ) Concentrazione media mensile NO 2 (µg/m 3 ) Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre I giorni tipo considerati si riferiscono alle stagioni invernale ed estiva, in quanto proprio nel corso di queste due stagioni si verificano le condizioni opposte sia dal punto di vista meteorologico che, di conseguenza, sotto il profilo dell inquinamento atmosferico. In relazione alle differenze tra le intensità di traffico che sono normalmente presenti dal lunedì Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 14 di 4

19 al venerdì e durante il fine settimana, sono stati messi a confronto i giorni tipo calcolati su entrambe le tipologie di situazione. Grafico 2.1 Confronto fra giorno tipo NO 2 (feriale e fine settimana) rilevato presso la stazione Hera e la stazione di Viale Roma (traffico) nei mesi di gennaio, febbraio e dicembre 212 giorno tipo feriale giorno tipo fine settimana 1 1 Concentrazione NO 2 (µg/m 3 ) Hera Roma Concentrazione NO 2 (µg/m 3 ) Hera Roma Grafico 2.11 Confronto fra giorno tipo NO 2 (feriale e fine settimana) rilevato presso la stazione Hera e la stazione di Viale Roma (traffico) nei mesi di giugno, luglio e agosto 212 Giorno tipo fine settimana Giorno tipo feriale 1 1 Concentrazione NO 2 (µg/m 3 ) Hera Roma Concentrazione NO2 (µg/m 3 ) Roma Hera In entrambe le stagioni l andamento tipico giornaliero evidenzia per la stazione di via Barsanti un profilo simile a quello che caratterizza la stazione da traffico della RRQA; i valori di concentrazione aumentano nelle ore tipicamente legate al traffico veicolare legato agli spostamenti mattutini (8-9) e serali (19-2); in estate i livelli sono inferiori rispetto a quelli Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 15 di 4

20 invernali e gli orari leggermente diversi (7) e (21). Le elaborazioni relative ai giorni feriali (dal lunedì al venerdì) presentano per entrambe le cabine valori di concentrazione oraria maggiori di quelli che caratterizzano il weekend (sabato e domenica). Il profilo che caratterizza l andamento delle concentrazioni presso la stazione di via Barsanti si differenzia da quello della stazione da traffico per valori di concentrazione inferiori agli analoghi presso la stazione da traffico. Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 16 di 4

21 Grafico 2.12 NO2 concentrazioni medie orarie(µg/m 3 ) Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 17 di 4 1/1/12 15/1/12 29/1/12 12/2/12 26/2/12 11/3/12 25/3/12 8/4/12 22/4/12 6/5/12 2/5/12 3/6/12 17/6/12 1/7/12 15/7/12 29/7/12 12/8/12 26/8/12 9/9/12 Concentrazione media oraria NO2 (µg/m 3 ) 23/9/12 7/1/12 21/1/12 4/11/12 18/11/12 2/12/12 16/12/12 3/12/12

22 Grafico NO 2 concentrazione media mensile dal 29 al 212 Concentrazione media mensile NO 2 (µg/m 3 ) Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Tabella Indici statistici NO 2 concentrazioni medie orarie dal 29 al 212 NO 2 concentrazione media oraria (µg/m 3 ) Minimo <12 <12 <12 <12 Media Massimo percentile percentile percentile percentile n. dati validi rendimento % 62 * * stazione attiva dal marzo 29 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 18 di 4

23 2.2.3 Monossido di carbonio (CO) Tabella Indici statistici CO concentrazioni medie orarie (µg/m 3 ) Parametro concentrazione media oraria (mg/m 3 ) concentrazione media su 8 ore (mg/m 3 ) Minimo <.6 <.6 Media <.6 <.6 Massimo percentile <.6 <.6 9 percentile percentile percentile 1..9 n. dati rilevati rendimento % 97 1 Tabella Superamenti del valori limite nell anno 212 Limite Valore Numero di superamenti del valore limite su 8 h per la protezione della salute umana 1 mg/m 3 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 19 di 4

24 Grafico 2.14 concentrazioni medie su 8 ore (mg/m 3 ) Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 2 di 4 1/1/12 15/1/12 29/1/12 12/2/12 26/2/12 11/3/12 25/3/12 8/4/12 22/4/12 6/5/12 2/5/12 3/6/12 17/6/12 1/7/12 15/7/12 29/7/12 12/8/12 26/8/12 9/9/12 Concentrazione media 8 ore (mg/m 3 ) 23/9/12 7/1/12 21/1/12 4/11/12 18/11/12 2/12/12 16/12/12 3/12/12

25 Tabella 2.1 Indici statistici dal 29 al 212 NO2 concentrazione media oraria (µg/m3) Minimo <12 <12 <12 <12 Media Massimo percentile percentile percentile percentile n. dati validi rendimento % 62 * * stazione attiva dal marzo Mercurio Totale Gassoso (Hg) Tabella Indici statistici Hg Hg Medie orarie (ng/m 3 ) Medie giornaliere (ng/m 3 ) Minimo.5.7 Media Massimo percentile percentile percentile percentile n. dati rendimento % Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 21 di 4

26 Grafico 2.15 concentrazioni medie orarie (ng/m 3 ) Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 22 di 4 1/1/12 15/1/12 29/1/12 12/2/12 26/2/12 11/3/12 25/3/12 8/4/12 22/4/12 6/5/12 2/5/12 3/6/12 17/6/12 1/7/12 15/7/12 29/7/12 12/8/12 26/8/12 Concentrazione media oraria Hg (ng/m 3 ) 9/9/12 23/9/12 7/1/12 21/1/12 4/11/12 18/11/12 2/12/12 16/12/12 3/12/12

27 Grafico 2.16 concentrazioni medie giornaliere (ng/m 3 ) Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 23 di 4 1/1/12 15/1/12 29/1/12 12/2/12 26/2/12 11/3/12 25/3/12 8/4/12 22/4/12 6/5/12 2/5/12 3/6/12 17/6/12 1/7/12 15/7/12 29/7/12 12/8/12 26/8/12 Concentrazione media giornaliera Hg (ng/m 3 ) 9/9/12 23/9/12 7/1/12 21/1/12 4/11/12 18/11/12 2/12/12 16/12/12

28 Grafico 2.17 concentrazioni medie mensili (ng/m 3 ) Concentrazione media mensile Hg (ng/m 3 ) Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Grafico 2.18 concentrazioni medie mensili dal 21 al 212 (ng/m 3 ) Concentrazione media mensile Hg (ng/m 3 ) Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 24 di 4

29 2.2 Parametri meteorologici Grafico 2.19 Temperatura Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 25 di 4 1/1/12 15/1/12 29/1/12 12/2/12 26/2/12 11/3/12 25/3/12 8/4/12 22/4/12 6/5/12 2/5/12 3/6/12 17/6/12 1/7/12 15/7/12 29/7/12 12/8/12 26/8/12 9/9/12 Temperatura (C ) 23/9/12 7/1/12 21/1/12 4/11/12 18/11/12 2/12/12 16/12/12 3/12/12

30 Grafico 2.2 Umidità relativa Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 26 di 4 1/1/12 15/1/12 29/1/12 12/2/12 26/2/12 11/3/12 25/3/12 8/4/12 22/4/12 6/5/12 2/5/12 3/6/12 17/6/12 1/7/12 15/7/12 29/7/12 12/8/12 26/8/12 9/9/12 Umidità relativa (%) 23/9/12 7/1/12 21/1/12 4/11/12 18/11/12 2/12/12 16/12/12 3/12/12

31 Grafico 2.21 Pioggia Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 27 di 4 1/1/12 15/1/12 29/1/12 12/2/12 26/2/12 11/3/12 25/3/12 8/4/12 22/4/12 6/5/12 2/5/12 3/6/12 17/6/12 1/7/12 15/7/12 29/7/12 12/8/12 26/8/12 9/9/12 pioggia (mm) 23/9/12 7/1/12 21/1/12 4/11/12 18/11/12 2/12/12 16/12/12 3/12/12

32 Grafico 2.22 Rosa dei venti : mesi di dicembre, gennaio, febbraio G:\Sistemi Ambientali\Aria\Relazioni qualità aria\hera\212\meteo\inverno_meteo.met (knots) Wind speed (m/s) Grafico 2.23 Rosa dei venti : mesi di marzo, aprile, maggio G:\Sistemi Ambientali\Aria\Relazioni qualità aria\hera\212\meteo\primavera_meteo.met (knots) Wind speed (m/s) Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 28 di 4

33 Grafico 2.24 Rosa dei venti : mesi di giugno, luglio, agosto G:\Sistemi Ambientali\Aria\Relazioni qualità aria\hera\212\meteo\estate_meteo.met (knots) Wind speed (m/s) Grafico 2.25 Rosa dei venti : mesi di settembre, ottobre, novembre G:\Sistemi Ambientali\Aria\Relazioni qualità aria\hera\212\meteo\autunno_meteo.met (knots) Wind speed (m/s) Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 29 di 4

34 2.3 Misure in discontinuo Ammoniaca (NH 3 ), acido Cloridrico (HCl), acido Fluoridrico (HF) Nel corso del primo semestre, come da prescrizioni autorizzative, è stato eseguito il campionamento degli inquinanti gassosi (ammoniaca, acido cloridrico, acido fluoridrico) mediante gorgogliatori in vetro ed apposita soluzione di assorbimento; contemporaneamente sono proseguite le misure del monitoraggio sperimentale in parallelo avviato nel 21 che prevede l impiego di campionatori passivi Analyst. Successivamente, a seguito delle modifiche introdotte con Delibera della Giunta Provinciale n. 167 del 24/4/212, si è proceduto utilizzando unicamente il campionamento con passivi. Nelle tabelle seguenti sono riportati gli esiti dei campionamenti effettuati con entrambe le metodologie. Nei campioni per i quali non si è riscontrata presenza degli analiti, il limite di rilevabilità indicato in tabella è quello ottenuto dal limite di rilevabilità analitico indicato dal laboratorio, rapportato al volume prelevato. Nelle tabelle 2.12 e 2.13, che si riferiscono ai campionamenti mediante l uso di gorgogliatori, si evidenzia come acido fluoridrico e ammoniaca siano risultati essere sempre al di sotto del limite di rilevabilità, mentre i dati riferiti alla concentrazione di acido Cloridrico hanno mostrato delle positività. Al riguardo si ribadisce quanto espresso in occasione dei precedenti report annuali in merito a tale metodologia. Le positività riscontrate, a parere della scrivente Agenzia, non derivano dalla presenza di acido cloridrico, ma dal fatto che con tale metodica anche eventuali cloruri presenti normalmente in aria ambiente vengono determinati come acido cloridrico; inoltre il campo di applicazione di tale metodica riguarda concentrazioni > 1 mg/m 3.. In considerazione di questa scarsa specificità del metodo e della possibilità, emersa negli ultimi anni, di disporre di campionatori passivi specifici per questi inquinanti, da tempo è stato avviato un monitoraggio sperimentale in parallelo alle campagne di controllo ufficiali i cui esiti hanno portato a richiedere un adeguamento delle prescrizioni tecniche in autorizzazione. Relativamente al campionamento con passivi sono stati impiegati campionatori Analyst di due tipologie: una specifica per acido cloridrico e acido fluoridrico, l altra per l ammoniaca. Il vantaggio offerto da questi campionatori è costituito dalla specificità per i composti ricercati, con assorbimento selettivo dell inquinante, e dall assai inferiore limite di rilevabilità (µg invece di mg). Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 3 di 4

35 Tabella 2.12 NH 3 gorgogliatori) concentrazioni medie settimanali (campionamento con NH 3 (mg /m 3 ) I campagna 23/1/212 3/1/212 <.2 II campagna 12/4/212 18/4/212 <.2 Tabella 2.13 HCl, HF concentrazioni medie giornaliere (campionamento con gorgogliatori) HCl mg /m 3 HF mg /m 3 16/1/ <.2 17/1/212.9 <.2 18/1/ <.2 I campagna 19/1/ <.2 2/1/ <.2 21/1/ <.2 22/1/ <.2 3/4/212 * <.2 4/4/212 * <.2 5/4/212 * <.2 II campagna 6/4/ <.2 7/4/212.4 <.2 8/4/ <.2 * dato invalido 9/4/ <.2 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 31 di 4

36 Tabella 2.14 HCl, HF, NH 3 concentrazioni medie di campagna (campionamento con passivi) Periodo di campionamento HCl (µg/m 3 ) HF (µg/m 3 ) NH3 (µg/m 3 ) I campagna dal 1/1/212 al 1/2/ II campagna dal 2/4/212 al 3/5/ III campagna dal 3/7/212 al 6/8/ IV campagna dal 2/1/212 al 2/11/ Metalli pesanti : Piombo (Pb), Cadmio (Cd), Nichel (Ni) L autorizzazione integrata ambientale rilasciata dalla Amministrazione Provinciale all azienda, prevede per il monitoraggio della qualità dell aria relativamente ai metalli, che sia effettuato una settimana ogni tre mesi mediante campionamento discontinuo automatico determinando il valore medio settimanale. Tabella 2.15 Pb, Cd, Ni Valori limite ed obiettivo DLgs 155/21 concentrazione media annuale Soglia di valutazione superiore Soglia di valutazione inferiore Valore limite Pb (µg/m 3 ) Valore obiettivo Cd (ng/m 3 ) Valore obiettivo Ni (ng/m 3 ) Tabella 2.16 Pb, Cd, Ni concentrazioni medie di campagna Concentrazioni medie Pb (µg/m3) Cd (ng/m3) Ni (ng/m3) I Campagna dal 14/1/12 al 2/1/ II Campagna dal 11/4/12 al 17/4/ III Campagna dal 4/7/12 al 1/7/ IV Campagna dal 9/1/12 al 15/1/ Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 32 di 4

37 Tabella 2.17 Pb, Cd, Ni concentrazioni medie dal 29 al 212 Pb (µg/m 3 ) Cd (ng/m 3 ) Ni (ng/m 3 ) Campagna dal 17/6/29 al 23/6/ Campagna dal 4/1/29 al 1/1/ Campagna dal 21/1/21 al 27/1/ Campagna dal 3/4/21 al 9/4/ Campagna dal 17/7/21 al 25/7/ Campagna dal 17/1/21 al 23/1/ Campagna dal 2/1/211 al 26/1/ Campagna dal 22/4/211 al 28/4/ Campagna dal 6/7/211 al 12/7/ Campagna dal 13/11/211 al 19/11/ Campagna dal 14/1/212 al 2/1/ Campagna dal 11/4/212 al 17/4/ Campagna dal 4/7/212 al 1/7/ Campagna dal 9/1/212 al 15/1/ Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 33 di 4

38 Grafico 2.26 Pb concentrazioni medie dal 29 al concentrazioni (µg/m 3 ) estate '9 autunno '9 inverno '1 primavera '1 estate '1 autunno '1 inverno '11 primavera '11 estate '11 autunno '11 inverno '12 primavera '12 estate '12 autunno '12 Grafico 2.27 Cd e Ni concentrazioni medie dal 29 al Cd 5 Ni estate '9 autunno '9 inverno '1 primavera '1 estate '1 autunno '1 inverno '11 primavera '11 estate '11 autunno '11 inverno '12 primavera '12 estate '12 autunno '12 concentrazioni (ng/m 3 ) Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 34 di 4

39 2.3.3 Diossine e Furani (PCDD, PCDF) L autorizzazione integrata ambientale prevede che il monitoraggio della qualità dell aria relativamente ai microinquinanti organici sia effettuato una settimana ogni tre mesi, mediante campionamento discontinuo automatico. Per ottenere il volume sufficiente a raggiungere il limite di quantificazione della metodica analitica, il campionamento dell aria ambiente è stato protratto mediamente per 15 giorni, per ogni singola campagna. Tabella 2.18 Diossine (PCDD) e Furani (PCDF) concentrazioni medie per campagna Periodo di campionamento I campagna dal 23/1/12 al 6/2/12 II campagna dal 2/4/12 al 4/5/12 III campagna dal 12/7/12 al 26/7/12 IV campagna dal 18/1/12 al 1/11/12 unità di misura fg/m 3 I-TE fg/m3 fg/m 3 I-TE fg/m3 fg/m 3 I-TE fg/m3 fg/m 3 I-TE fg/m3 Fattore Tossicità Equivalente (TEF) T4CDD 1 <13.6 6,8 <15.2 7,58 <1.6,79 <1.6, P5CDD,5 <13.6 3,4 <15.2 3,79 <1.6,39 4,6 2, H6CDD,1 <15.2,76 <15.2,76 <1.6,8 <1.6, H6CDD,1 <15.2,76 <15.2,76 <1.6,8 <1.6, H6CDD,1 <15.2,76 <15.2,76 <1.6,8 <1.6, H7CDD,1 35,7,36 <15.2,8 4,6,5 38,,38 O8CDD,1 199,9,2 <13.3,1 15,2,2 57,6, T4CDF,1 <15.2,76 <15.2,76 6,1,61 <1.6, P5CDF,5 <15.2,38 2,5 1,3 <1.6,4 6,1, P5CDF,5 <15.2 3,79 <15.2 3,79 <1.6,39 <1.6, H6CDF,1 11,9 1,19 <12.1,61 <1.6,8 <1.6, H6CDF,1 16,7 1,67 <12.1,61 4,6,46 7,6, H6CDF,1 16,7 1,67 <12.1,61 <1.6,8 <1.6, H6CDF,1 <1.8,54 <12.1,61 <1.6,8 <1.6, H7CDF,1 17,4,17 <12.1,6 <1.6,1 28,9, H7CDF,1 <1.8,5 <12.1,6 <1.6,1 <1.6,1 O8CDF,1 23,3,2 46,6,5 9,1,1 16,7,2 SOMMA VALORI 461,6 23,28 274,6 21,91 57,7 3,25 174,5 5,86 In tabella sono riportati i dati di concentrazione, rapportati ai volumi prelevati, relativi alle campagne di monitoraggio svolte nel 212; per ogni analita, accanto alla concentrazione è presente il rispettivo contributo al Fattore Equivalente di Tossicità complessivo del campione. Quest ultimo, espresso in I-TE fg/m 3, è calcolato moltiplicando per ciascun Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 35 di 4

40 composto la concentrazione rilevata (fg/m 3 ) per il corrispondente Fattore di Tossicità Equivalente (TEF) secondo NATO/CCMS del 1988 (vedi tabella); nel calcolo del valore di tossicità equivalente (I-TE) si tiene conto, in via cautelativa, anche dei composti che non sono risultati rilevabili; essi infatti sono considerati come presenti in concentrazione pari a metà del rispettivo limite di rilevabilità (medium bound). Risulta evidente come i valori della III e IV campagna siano decisamente inferiori alle prime due. Nel grafico successivo sono rappresentati gli andamenti storici della concentrazioni totali relative ai composti che presentano i fattori di tossicità più alti, in particolare con valore maggiore o uguale a.1; tra essi tuttavia, non compaiono i composti T4CDD e H6CDD, in quanto sino ad ora non ne è stata mai riscontrata presenza. Grafico 2.28 Diossine (PCDD) e Furani (PCDF) con TEF.1 - concentrazioni medie dal 29 al P5CDD estate '9 autunno '9 inverno '1 primevera '1 estate '1 autunno '1 inverno '11 primavera '11 estate '11 autunno '11 inverno '12 primavera '12 estate '12 autunno '12 concentrazione totale (fg/m 3 ) H6CDD H6CDD T4CDF P5CDF H6CDF H6CDF H6CDF H6CDF Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 36 di 4

41 La rappresentazione grafica che segue, riporta per ciascuna campagna il valore di tossicità equivalente totale, suddiviso per singolo componente; si segnala a tale proposito che i valori relativi alle campagne 29 e alla prima del 21 erano stati riportati a suo tempo come upper bound e pertanto sono stati ricalcolati secondo il criterio attualmente in uso per poter operare un confronto corretto. Grafico 2.3 Indici di tossicità calcolati dal 29 al 212 suddivisi per singolo composto 1 O8CDF Equivalenti di tossicità I-TE (fg/m 3 ) H7CDF H7CDF H6CDF H6CDF H6CDF H6CDF P5CDF P5CDF T4CDF O8CDD H7CDD H6CDD H6CDD H6CDD P5CDD T4CDD estate '9 autunno '9 inverno '1 primavera '1 estate '1 autunno '1 inverno '11 primavera '11 estate '11 autunno '11 inverno '12 primavera '12 estate '12 autunno '12 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 37 di 4

42 Si vuole evidenziare che nel conteggio dei composti totali come equivalenti di tossicità si sommano anche i componenti non rilevati, il grafico successivo riporta la suddivisione percentuale dei due tipi di contributo al calcolo del I-TE complessivo, quello dovuto ai composti effettivamente rilevati e quello esclusivamente calcolato, essendo i composti non determinabili. Grafico 2.29 Contributi agli Indici di tossicità, sia in toto sia in %, calcolati dal 29 al Equivalenti di tossicità I-TE (fg/m 3 ) contributo I-TEQ da PCDD/PCDF rilevati contributo I-TEQ da PCDD/PCDF inferiori al limite di rilevabilità estate '9 autunno '9 inverno '1 primavera '1 estate '1 autunno '1 inverno '11 primavera '11 estate '11 autunno '11 inverno '12 primavera '12 estate '12 autunno '12 1% 8% 6% 4% % contributo I-TEQ da PCDD/PCDF rilevati % contributo I-TEQ da PCDD/PCDF inferiori al limite di rilevabilità 2% % estate '9 autunno '9 inverno '1 primavera '1 estate '1 autunno '1 inverno '11 primavera '11 estate '11 autunno '11 inverno '12 primavera '12 estate '12 autunno '12 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 38 di 4

43 2.3.4 Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) Tabella 2.19 Idrocarburi Policiclici Aromatici concentrazioni per campagna Periodo di campionamento I campagna II campagna III campagna IV campagna dal 23/1/12 al 6/2/12 dal 2/4/12 al 4/5/12 dal 12/7/12 al 26/7/12 dal 18/1/12 al 1/11/12 unità di misura ng/m 3 ng/m 3 ng/m 3 ng/m 3 Naftalene.23 <.1 <.1.4 Acenaftilene <.1 <.1 <.1 <.1 Acenaftene <.1 <.1 <.1.16 Fluorene.59 < Fenantrene Antracene.461 < Fluorantene Pirene Benzo(a)antracene Ciclopenta(c,d)pirene Crisene Benzo(b)+(j)fluorantene Benzo(k)fluorantene Benzo(e)pirene Benzo(a)pirene 1 ng/m Indeno(1,2,3,c,d,)pirene < Dibenzo(ac)+(ah)antracene.1925 <.1 <.1.18 Benzo(g,h,i)perilene < Dibenzo(a,l)pirene.789 <.1 < Dibenzo(a,e)fluorantene <.1 <.1 <.1 <.1 Dibenzo(a,e)pirene.237 <.1 <.1 <.1 Dibenzo(a,i)pirene.495 <.1 <.1 <.1 Dibenzo(a,h)pirene.165 <.1 <.1 <.1 SOMMA VALORI ANALITICI In grassetto sono evidenziati gli Idrocarburi Policiclici Aromatici di cui al DM 25/11/1994. In rosso è indicato il valore obiettivo previsto dal DLgs n. 155 del 13/8/21 per il Benzo(a)pirene Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 39 di 4

44 Grafico 2.31 Idrocarburi Policiclici Aromatici DM 25/11/1994 concentrazioni dal 29 al Concentrazione (ng/m 3 ) Benzo(a)antracene Benzo(b)+(j)fluorantene Benzo(k)fluorantene Benzo(a)pirene Indeno(1,2,3,c,d,)pirene Dibenzo(ac)+(ah)antrac ene 1 estate '9 autunno '9 inverno '1 primevera '1 estate '1 autunno '1 inverno '11 primavera '11 estate '11 autunno '11 inverno '12 primavera '12 estate '12 autunno '12 Grafico 2.32 Somma delle concentrazioni totali dal 29 al212 4 Somma concentrazioni campagna (ng/m 3 ) estate '9 autunno '9 inverno '1 primevera '1 estate '1 autunno '1 inverno '11 primavera '11 estate '11 autunno '11 inverno '12 primavera '12 estate '12 autunno '12 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena, Viale Livio Salinatore, Forlì, Tel. 543/ Fax 543/ Pagina 4 di 4

ARPA PUGLIA Agenzia regionale per la Prevenzione Tel. 08 e la Protezione dell ambiente. CENTRO REGIONALE ARIA c/o DS ARPA

ARPA PUGLIA Agenzia regionale per la Prevenzione Tel. 08 e la Protezione dell ambiente. CENTRO REGIONALE ARIA c/o DS ARPA Oggetto: Valutazione metalli (As,, e ) e Benzo(a)pirene nel PM0 ex D.Lgs. 55/200 ANNO 203 - Lecce-Via (Rete Comune di Lecce) e S.M. Cerrate (RRQA) Il 29/04/204 e il 06/04/204, sono stati trasmessi da parte

Dettagli

Relazione sullo Stato dell Ambiente Comuni di Capurso (capofila), Cellamare e Triggiano Bozza Aprile 2006

Relazione sullo Stato dell Ambiente Comuni di Capurso (capofila), Cellamare e Triggiano Bozza Aprile 2006 10. ARIA 10.1. Inquadramento L inquinamento atmosferico è un fenomeno assai complesso poiché, oltre ad essere il risultato dell immissione di sostanze prodotte da svariate attività antropiche (produzione

Dettagli

VALUTAZIONE DELLA QUALITÁ DELL ARIA NELLA PROVINCIA DI PARMA. COMUNE DI PARMA Strada Burla

VALUTAZIONE DELLA QUALITÁ DELL ARIA NELLA PROVINCIA DI PARMA. COMUNE DI PARMA Strada Burla Sezione Provinciale di Viale Bottego, 9 43121 Tel. 521/976.111 Fax 521/976.112 Email: sezpr@arpa.emr.it Posta elettronica certificata: aoopr@cert.arpa.emr.it Servizio sistemi ambientali Viale Bottego,

Dettagli

Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di incenerimento di rifiuti

Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di incenerimento di rifiuti ALLEGATO 1 Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di incenerimento di rifiuti A. VALORI LIMITE DI EMISSIONE IN ATMOSFERA 1. Valori limite di emissione medi giornalieri a) Polveri

Dettagli

I DATI SULL INQUINAMENTO DELL ARIA RILEVATO DALLE STAZIONI FISSE NELLA CITTA DI VICENZA

I DATI SULL INQUINAMENTO DELL ARIA RILEVATO DALLE STAZIONI FISSE NELLA CITTA DI VICENZA I DATI SULL INQUINAMENTO DELL ARIA RILEVATO DALLE STAZIONI FISSE NELLA CITTA DI VICENZA Anno 27 Area Tecnico-Scientifica Dipartimento Provinciale di Vicenza ARPAV Direttore Generale Andrea Drago Direttore

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N. 702/14

RAPPORTO DI PROVA N. 702/14 Data emissione: 23 settembre 2014 Committente: RUGGERI SERVICE SpA - Strada Statale 275 Maglie Leuca, Muro Leccese(LE) Sito di provenienza: Stabilimento di Muro Leccese Matrice dichiarata: Emissioni in

Dettagli

Laboratorio Mobile Campagna di Misura Inquinamento Atmosferico COMUNE DI SAN FILIPPO DEL MELA Fraz. ARCHI 14/09/ /10/2006

Laboratorio Mobile Campagna di Misura Inquinamento Atmosferico COMUNE DI SAN FILIPPO DEL MELA Fraz. ARCHI 14/09/ /10/2006 Laboratorio Mobile Campagna di Misura Inquinamento Atmosferico COMUNE DI SAN FILIPPO DEL MELA Fraz. ARCHI 14/09/2006-19/10/2006 A cura del Servizio Tecnico IV-Atmosfera Dirigente Dott. Capilli Laboratorio

Dettagli

ARPA FVG. Monitoraggio della qualità dell aria. Rilievi effettuati a centrale termoelettrica spenta ed accesa nel comune di Monfalcone

ARPA FVG. Monitoraggio della qualità dell aria. Rilievi effettuati a centrale termoelettrica spenta ed accesa nel comune di Monfalcone Monitoraggio della qualità dell aria Rilievi effettuati a centrale termoelettrica spenta ed accesa nel comune di Monfalcone Mercoledì 19 novembre 2014 Comune di Monfalcone Durata del monitoraggio A2A FERMA

Dettagli

CAMPAGNA DI MONITORAGGIO DELLA QUALITA' DELL'ARIA EFFETTUATA NEL COMUNE DI

CAMPAGNA DI MONITORAGGIO DELLA QUALITA' DELL'ARIA EFFETTUATA NEL COMUNE DI Sezione Provinciale di Bologna Via F. Rocchi, 19 40138 Bologna Tel. 051 396211 Fax 051 342642 PEC: aoobo@cert.arpa.emr.it e-mail: sezbo@arpa.emr.it Servizio Sistemi Ambientali Bologna Area Monitoraggio

Dettagli

5.4. La matrice di correlazione

5.4. La matrice di correlazione 6 CO 4 (mg/m 3 ) 2 domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato Giorni della settimana P. Bissuola Outliers Extremes P. Matter Outliers Extremes Le distribuzioni degli inquinanti non mostrano

Dettagli

Direttore A.R.P.A.B Ing. Raffaele Vita

Direttore A.R.P.A.B Ing. Raffaele Vita POTENZA P.zza VITTORIO EMANUELE CAMPAGNA MONITORAGGIO PM10 E METALLI IN TRACCIA ANNO 2011 1 Gestione Manutenzione ed Elaborazione a cura di : Ufficio Aria Dip. Prov. Potenza P.I. Giuseppe Taddonio P.I.

Dettagli

Campagna di monitoraggio della Qualità

Campagna di monitoraggio della Qualità Periodo di osservazione: dal 30/11/ al 16/02/2011 dell Aria: Gioia Tauro Il presente lavoro descrive i risultati dell'indagine sulla qualità dell'aria effettuata nel comune di Gioia Tauro nel periodo compreso

Dettagli

Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di coincenerimento

Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di coincenerimento ALLEGATO 2 Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di coincenerimento A. VALORI LIMITE DI EMISSIONE IN ATMOSFERA 1. Formula di miscelazione La seguente formula di miscelazione deve

Dettagli

12. LA QUALITA DELL ARIA NEL COMUNE DI SAN MARTINO BUON ALBERGO

12. LA QUALITA DELL ARIA NEL COMUNE DI SAN MARTINO BUON ALBERGO 12. LA QUALITA DELL ARIA NEL COMUNE DI SAN MARTINO BUON ALBERGO 12.1. Introduzione Il comune di San Martino Buon Albergo è caratterizzato da una direttrice viaria principale, che attraversa l area centrale

Dettagli

Università degli studi di Genova Facoltà di Ingegneria, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali in collaborazione con PERFORM Master

Università degli studi di Genova Facoltà di Ingegneria, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali in collaborazione con PERFORM Master Università degli studi di Genova Facoltà di Ingegneria, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali in collaborazione con PERFORM Master Universitario di II livello in Master Universitario di II

Dettagli

I DATI SULL INQUINAMENTO DELL ARIA RILEVATO NELLA CITTÀ DI VICENZA

I DATI SULL INQUINAMENTO DELL ARIA RILEVATO NELLA CITTÀ DI VICENZA I DATI SULL INQUINAMENTO DELL ARIA RILEVATO NELLA CITTÀ DI VICENZA ARPAV Dipartimento Provinciale di Vicenza Vincenzo Restaino Progetto e realizzazione Servizio Stato dell Ambiente Ugo Pretto (Responsabile

Dettagli

LIMITE. giorno Valori limite DPR 203/ semestre freddo (1 ott.-31 mar.) 80 (mediana) 250 (98 percentile) 1

LIMITE. giorno Valori limite DPR 203/ semestre freddo (1 ott.-31 mar.) 80 (mediana) 250 (98 percentile) 1 Tabella A: Limiti alle concentrazioni di inquinanti dell'aria previsti dalla normativa nazionale e attualmente in vigore (dicembre 2002) INQUINANTE ZOLFO PARTICOLATO PST (gravimetrico) PERIODO DI RIFERIMENTO

Dettagli

ARPA Puglia Centro Regionale Aria Ufficio Qualità dell Aria di Bari. Rapporto sui livelli di Benzo(a)Pirene e metalli pesanti nel PM 10 in Puglia

ARPA Puglia Centro Regionale Aria Ufficio Qualità dell Aria di Bari. Rapporto sui livelli di Benzo(a)Pirene e metalli pesanti nel PM 10 in Puglia Rapporto sui livelli di Benzo(a)Pirene e metalli pesanti nel PM 10 in Puglia Anno 2014 ARPA Puglia Centro Regionale Aria Ufficio Qualità dell Aria di Bari Corso Trieste 27 Bari INTRODUZIONE Il Rapporto

Dettagli

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria Rete di monitoraggio della qualità dell'aria di Reggio Emilia Campagna di rilevamento della qualità dell'aria A cura del Servizio Sistemi Ambientali Unità Monitoraggio e Valutazione Qualità dell'aria Dati

Dettagli

Costa Crociere S.p.A. Genova, Italia

Costa Crociere S.p.A. Genova, Italia Doc. No. 12-343-H37 Rev. 0 APRILE 2013 Costa Crociere S.p.A. Genova, Italia Operazioni di Rimozione del Attività di Monitoraggio della Qualità dell Aria Relitto della Nave Costa Concordia Presso Isola

Dettagli

Provincia di Forlì-Cesena. Rapporto sulla qualità dell aria. Anno 2012

Provincia di Forlì-Cesena. Rapporto sulla qualità dell aria. Anno 2012 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena Viale Livio Salinatore, 2 47121 - Forlì PEC: aoofc@cert.arpa.emr.it Tel. 543/451411 - Fax 543/451451 E-mail: sezfo@arpa.emr.it Servizio Sistemi Ambientali Area Monitoraggio

Dettagli

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria Rete di monitoraggio della qualità dell'aria di Reggio Emilia Campagna di rilevamento della qualità dell'aria Via Val d'enza Nord A cura del Servizio Sistemi Ambientali Unità Monitoraggio e Valutazione

Dettagli

RELAZIONE DI VALUTAZIONE

RELAZIONE DI VALUTAZIONE RELAZIONE DI VALUTAZIONE MONITORAGGIO AMBIENTALE DELL ARIA TERRITORIO DEL COMUNE DI CASORATE SEMPIONE 1. Scopo del monitoraggio Lo scopo del monitoraggio è quello di determinare l impatto ambientale generato

Dettagli

CONCENTRAZIONE DI MONOSSIDO DI CARBONIO NELL ARIA AMBIENTE

CONCENTRAZIONE DI MONOSSIDO DI CARBONIO NELL ARIA AMBIENTE CONCENTRAZIONE DI MONOSSIDO DI CARBONIO NELL ARIA AMBIENTE Il monossido di carbonio è un inquinante da traffico caratteristico delle aree urbane a circolazione congestionata. CLASSIFICAZIONE TEMA SOTTOTEMA

Dettagli

CAMPAGNA DI RILEVAMENTO DELLA QUALITÀ

CAMPAGNA DI RILEVAMENTO DELLA QUALITÀ ARPAT Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI LUCCA 551 LUCCA Via A. Vallisneri, 6 - Tel. 553261 Fax 5553568 P.I. e C.F.: 468619481 cl. DP_LU.1.35.2/1 CAMPAGNA

Dettagli

Monitoraggio chimico biologico impianto di termovalorizzazione dei rifiuti solidi urbani

Monitoraggio chimico biologico impianto di termovalorizzazione dei rifiuti solidi urbani 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 Risultati simulazione sui recettori discreti nello studio dei gas Periodo dal 08/05/00 al 17/05/00 SO2 NOx CO HCl COORDINATE X COORDINATE Y N [UTM

Dettagli

Valutazione della qualità dell'aria nella Provincia di Parma Borgotaro. Laboratorio Mobile - Unità Mobile

Valutazione della qualità dell'aria nella Provincia di Parma Borgotaro. Laboratorio Mobile - Unità Mobile Valutazione della qualità dell'aria nella Provincia di Parma 1-11 1 Località: Coordinate: UTM X: 561644 Inizio campagna: /1 Postazione: P.le Lauro Grossi UTM Y: 9643 Fine campagna: 17/1 Unità Mobile: Località:

Dettagli

DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI COSENZA Servizio Tematico Aria

DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI COSENZA Servizio Tematico Aria DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI COSENZA Servizio Tematico Aria RETE EDISON DI ALTOMONTE AGGIORNAMENTO DATI DI QUALITA DELL ARIA ANNO 2010 Realizzato a cura di ARPACal Dipartimento Provinciale di Cosenza Servizio

Dettagli

RAPPRESENTAZIONI CARTOGRAFICHE RELATIVE AL BIANCO AMBIENTALE

RAPPRESENTAZIONI CARTOGRAFICHE RELATIVE AL BIANCO AMBIENTALE ALLEGATO 1 RAPPRESENTAZIONI CARTOGRAFICHE RELATIVE AL BIANCO AMBIENTALE 65 INDICE DELLE FIGURE Figura 1. biossido di azoto: concentrazione media annuale Figura 2. biossido di azoto: superamenti del valore

Dettagli

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria Rete di monitoraggio della qualità dell'aria di Reggio Emilia Campagna di rilevamento della qualità dell'aria A cura del Servizio Sistemi Ambientali Unità Monitoraggio e Valutazione Qualità dell'aria Dati

Dettagli

Capitolo 6 Risultati pag. 382

Capitolo 6 Risultati pag. 382 Capitolo 6 Risultati pag. 382 generazione del calore per riscaldamento urbano, ed è comunque uniformemente distribuita sui quadranti interessati dal teleriscaldamento, con maggiore effetto su quelli più

Dettagli

CAMPAGNA DI MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA EFFETTUATA CON MEZZO MOBILE NEL COMUNE DI SAN PROSPERO, VIA CANALETTO/PIAZZA ARIETE

CAMPAGNA DI MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA EFFETTUATA CON MEZZO MOBILE NEL COMUNE DI SAN PROSPERO, VIA CANALETTO/PIAZZA ARIETE CAMPAGNA DI MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA EFFETTUATA CON MEZZO MOBILE NEL COMUNE DI SAN PROSPERO, VIA CANALETTO/PIAZZA ARIETE Periodo Dal 08/07/2016 Monitorata Via Canaletto parcheggio piazza Ariete

Dettagli

Andamento meteorologico dell inverno a Bologna - dati aggiornati a febbraio

Andamento meteorologico dell inverno a Bologna - dati aggiornati a febbraio Andamento meteorologico dell inverno a Bologna - dati aggiornati a febbraio 2014 - I dati meteo registrati a febbraio nella stazione di Bologna-Borgo Panigale e comunicati dal Servizio IdroMeteoClima dell'arpa

Dettagli

ATTIVITÀ CONDOTTE DA ARPA

ATTIVITÀ CONDOTTE DA ARPA ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO AMBIENTALE 8 giugno 2010 Sezione Provinciale di Ferrara Via Bologna, 534 44124 Ferrara ATTIVITÀ CONDOTTE DA ARPA Ricerca di microinquinanti in suoli superficiali della provincia

Dettagli

NUOVO IMPIANTO DI TERMOVALORIZZAZIONE RIFIUTI DI MODENA ANALISI DELLE SCELTE TECNOLOGICHE ADOTTATE

NUOVO IMPIANTO DI TERMOVALORIZZAZIONE RIFIUTI DI MODENA ANALISI DELLE SCELTE TECNOLOGICHE ADOTTATE NUOVO IMPIANTO DI TERMOVALORIZZAZIONE RIFIUTI DI MODENA ANALISI DELLE SCELTE TECNOLOGICHE ADOTTATE Modena, 19 Settembre CONTENUTI DELLA PRESENTAZIONE Descrizione delle migliori tecnologie disponibili (DM

Dettagli

Qualità dell Aria in Località Torre di Cordaglia di Nocera Umbra

Qualità dell Aria in Località Torre di Cordaglia di Nocera Umbra UNI EN ISO 9001:2008* (*) emissione di pareri tecnici ed esecuzione di controlli ambientali. Gestione reti di monitoraggio della qualità dell aria. Gestione reti di monitoraggio quantitativo e qualitativo

Dettagli

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria Campagna di rilevamento della qualità dell'aria Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell Emilia-Romagna Sezione di Reggio Emilia Servizio Sistemi Ambientali Via Amendola, 2 42122

Dettagli

INDAGINE SULL INQUINAMENTO ATMOSFERICO

INDAGINE SULL INQUINAMENTO ATMOSFERICO RELAZIONE TECNICA INDAGINE SULL INQUINAMENTO ATMOSFERICO Comune Castell Arquato Anno 27 Servizio Sistemi Ambientali Eccellenza CEM, Rumore Responsabile: Dott.ssa Silvia Violanti arpa - Sezione Provinciale

Dettagli

MONITORAGGIO DEL PM10 MEDIANTE STAZIONE RILOCABILE VICENZA. Località Maddalene - Strada Pasubio (Cortile Scuole Elementari J.

MONITORAGGIO DEL PM10 MEDIANTE STAZIONE RILOCABILE VICENZA. Località Maddalene - Strada Pasubio (Cortile Scuole Elementari J. MONITORAGGIO DEL PM10 MEDIANTE STAZIONE RILOCABILE VICENZA Località Maddalene - Strada Pasubio (Cortile Scuole Elementari J. Cabianca) ARPAV Dipartimento Provinciale di Vicenza Vincenzo Restaino Progetto

Dettagli

Ambiente, Salute e Sviluppo in Puglia

Ambiente, Salute e Sviluppo in Puglia Ambiente, Salute e Sviluppo in Puglia L impegno dei Medici e delle Istituzioni nella Provincia di Brindisi e in Puglia Dott. Emanuele VINCI Presidente OMCeO Brindisi Rapporto sulle emissioni in atmosfera

Dettagli

Andamento meteorologico dell inverno e della primavera 2012 a Bologna dati aggiornati a maggio 2012

Andamento meteorologico dell inverno e della primavera 2012 a Bologna dati aggiornati a maggio 2012 Andamento meteorologico dell inverno 2011-2012 e della primavera 2012 a Bologna dati aggiornati a maggio 2012 I dati meteo registrati a maggio nella stazione di Bologna-Borgo Panigale e comunicati dal

Dettagli

Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile

Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile Sito di monitoraggio: MONOPOLI Periodo di osservazione: 28/11/2014 02/03/2015 Relazione tecnica CRA/15 Campagna di monitoraggio della

Dettagli

BORGOFRANCO D IVREA fraz. BAIO DORA FOGLIZZO reg. BRAGLIA

BORGOFRANCO D IVREA fraz. BAIO DORA FOGLIZZO reg. BRAGLIA PPRROVVIINNCCIIAA DDII TTORRIINNO AREA AMBIENTE, PARCHI, RISORSE IDRICHE E TUTELA DELLA FAUNA CAMPAGNA DI RILEVAMENTO DELLA QUALITA' DELL'ARIA CON UTILIZZO DEL LABORATORIO MOBILE NEI COMUNI DI BORGOFRANCO

Dettagli

CAMPAGNA DI MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA EFFETTUATA CON MEZZO MOBILE NEL COMUNE DI CAMPOSANTO. Periodo Dal 14/01/2016 al 09/02/2016

CAMPAGNA DI MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA EFFETTUATA CON MEZZO MOBILE NEL COMUNE DI CAMPOSANTO. Periodo Dal 14/01/2016 al 09/02/2016 CAMPAGNA DI MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA EFFETTUATA CON MEZZO MOBILE NEL COMUNE DI CAMPOSANTO Comune Camposanto Periodo Dal 14/01/2016 al 09/02/2016 Monitorata Centro - Via Baracca Coordinate UTM

Dettagli

Indicazioni operative per La Misurazione dei fumi e dei gas durante la attività di saldatura

Indicazioni operative per La Misurazione dei fumi e dei gas durante la attività di saldatura Indicazioni operative per La Misurazione dei fumi e dei gas durante la attività di saldatura Scheda n 1 Giugno 2010 1 Norme di riferimento: UNI EN 10882-1:2002: Campionamento delle particelle in sospensione

Dettagli

IQA Indice di Qualità dell Aria

IQA Indice di Qualità dell Aria IQA Indice di Qualità dell Aria Giorno di riferimento: 1 giugno 2016 Autore: ARIASANA: Osservatorio della Qualità dell Aria Portale web: http://ariasana.isafom.cnr.it E-mail: ariasana@isafom.cnr.it Responsabile:

Dettagli

TRM S.p.A. Maggio - Giugno 2015

TRM S.p.A. Maggio - Giugno 2015 Prot. 65428 del 5 agosto 2015 POLO MICROINQUINANTI DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI TORINO Via Sabaudia 164 10095 Grugliasco (TO) RELAZIONE TECNICA TRM S.p.A. Via Gorini Torino (TO) Controllo microinquinanti

Dettagli

Andamento meteorologico della primavera a Bologna - dati aggiornati a maggio

Andamento meteorologico della primavera a Bologna - dati aggiornati a maggio Andamento meteorologico della primavera a Bologna - dati aggiornati a maggio 2016 - Primavera con temperature più alte rispetto al trentennio di riferimento 60-90, ma non particolarmente elevate, e precipitazioni

Dettagli

MICRO-B srl Via Cremona, 25/b 46041 Asola (MN) C.F. : 02140460201 P. Iva: 02140460201 Tel. : 0376 712079 Fax : 0376 719207 Web: www.micro-b.it e-mail: info@micro-b.it Reg. Imp. : Cap. Soc. i.v. : MN 02140460201

Dettagli

Andamento meteorologico della primavera a Bologna - dati aggiornati a maggio

Andamento meteorologico della primavera a Bologna - dati aggiornati a maggio Andamento meteorologico della primavera a Bologna - dati aggiornati a maggio 2015 - I dati meteo registrati a maggio nella stazione di Bologna-Borgo Panigale e comunicati dal Servizio IdroMeteoClima dell'arpa

Dettagli

ISTRUTTORIA TECNICA. Piano di Monitoraggio Ambientale ATMOSFERA. Risultati Monitoraggio Corso d Opera. 2 Trimestre 2015.

ISTRUTTORIA TECNICA. Piano di Monitoraggio Ambientale ATMOSFERA. Risultati Monitoraggio Corso d Opera. 2 Trimestre 2015. SUPPORTO TECNICO ALL OSSERVATORIO AMBIENTALE CASCINA MERLATA ISTRUTTORIA TECNICA Piano di Monitoraggio Ambientale ATMOSFERA Risultati Monitoraggio Corso d Opera 2 Trimestre 2015 Aprile - Maggio Agosto

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia Via Lissa, 6 30171 Venezia Mestre Italy Tel. +39 041 5445511 Fax +39 041 5445500 e-mail: dapve@arpa.veneto.it Servizio Sistemi Ambientali Responsabile del Procedimento:

Dettagli

3 a Campagna di monitoraggio 23, 24 e 26 giugno 2008

3 a Campagna di monitoraggio 23, 24 e 26 giugno 2008 Rilevazione di PCDD/F e PCB diossina simili nei fumi di processo emessi dal camino E 312 dell impianto di agglomerazione AGL/2 dello stabilimento siderurgico ILVA S.p.A. di Taranto 3 a Campagna di monitoraggio

Dettagli

la qualità dell Aria in Emilia-Romagna

la qualità dell Aria in Emilia-Romagna la qualità dell Aria in Emilia-Romagna aggiornamento al 2015 0T0TSINTESI 1 2 indice - i messaggi chiave 4 Pag. - la sintesi 5 - i fattori meteo climatici: 7 - giorni favorevoli all accumulo di PM 10 7

Dettagli

QUALITA DELL ARIA RELAZIONE ANNUALE 2003 ZONA INDUSTRIALE S.CHIODO DI SPOLETO DISTRETTO DI: SPOLETO - VALNERINA

QUALITA DELL ARIA RELAZIONE ANNUALE 2003 ZONA INDUSTRIALE S.CHIODO DI SPOLETO DISTRETTO DI: SPOLETO - VALNERINA DISTRETTO DI: SPOLETO - VALNERINA QUALITA DELL ARIA ZONA INDUSTRIALE S.CHIODO DI SPOLETO RELAZIONE ANNUALE 23 Pagina 1 di 18 A cura di: T.d.P. Irene Dominici ARPA Sezione Territoriale Foligno Spoleto Collaborazioni

Dettagli

RELAZIONE SUI DATI DELLA QUALITA DELL ARIA TARANTO Gennaio 2013 Ottobre 2013

RELAZIONE SUI DATI DELLA QUALITA DELL ARIA TARANTO Gennaio 2013 Ottobre 2013 RELAZIONE SUI DATI DELLA QUALITA DELL ARIA TARANTO Gennaio 2013 Ottobre 2013 1 Nella seguente relazione si riportano i dati riguardanti lo stato della matrice aria registrati nel quartiere Tamburi di Taranto

Dettagli

THEOLAB S.p.A. Corso Europa, 600/A Volpiano (TO)

THEOLAB S.p.A. Corso Europa, 600/A Volpiano (TO) 1 NUOVA NORMATIVA CLASSIFICAZIONE RIFIUTI Febbraio Giugno 2015 Legge 11 agosto 2014 n. 116 conversione del D.L. 24 giugno 2014, n. 91 Decisione della Commissione n. 2014/955/UE del 18 dicembre 2014 (in

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA

RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA Risultati delle campagne di monitoraggio vento-selettive con campionatori Wind Select di ARPA Puglia nei comuni di Brindisi e di Torchiarolo (BR). BRINDISI, 30-04-2009

Dettagli

Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile

Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E LA PROTEZIONE AMBIENTALE Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile Sito di monitoraggio: comune di Soleto (LE) Periodo di osservazione:

Dettagli

Report campagne di misura CEM per il sito: via Carraie, 21 Comune: Ravenna - Periodo:

Report campagne di misura CEM per il sito: via Carraie, 21 Comune: Ravenna - Periodo: Report campagne di misura CEM per il sito: via Carraie, 21 Comune: Ravenna - Periodo: 2004 2008 1. PARAMETRI IDENTIFICATIVI DELLA CAMPAGNA DI MISURA - Luogo dei rilievi: condominio via Carraie, 21 - Ravenna

Dettagli

PISA AEROPORTO Galileo Galilei 17 Luglio Agosto 2009

PISA AEROPORTO Galileo Galilei 17 Luglio Agosto 2009 PISA AEROPORTO Galileo Galilei 17 Luglio 2009-12 Agosto 2009 Quartiere San Marco Istituto Tecnico Chiara Gambacorti via Possenti, 18 14 Agosto 2009 09 Settembre 2009 Risultati dei rilevamenti dell inquinamento

Dettagli

ARPA LOMBARDIA - MONITORAGGI AMBIENTALI RAPPORTO TECNICO

ARPA LOMBARDIA - MONITORAGGI AMBIENTALI RAPPORTO TECNICO ARPA LOMBARDIA - MONITORAGGI AMBIENTALI RAPPORTO TECNICO CAMPAGNA DI MONITORAGGIO IN CONTINUO PER LA RILEVAZIONE DEL RUMORE AEROPORTUALE NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI SEGRATE Report Gennaio/Ottobre-Dicembre

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia Via Lissa, 6 30171 Venezia Mestre - Italy Tel. +39 041 5445511 Fax +39 041 5445500 e-mail: dapve@arpa.veneto.it Servizio Sistemi Ambientali Responsabile del Procedimento:

Dettagli

Provincia di Reggio Calabria

Provincia di Reggio Calabria Provincia di Reggio Calabria Settore Ambiente Energia Demanio Idrico e Fluviale Protezione Civile L impianto di termovalorizzazione ed il ciclo integrato di gestione dei rifiuti: La procedura di autorizzazione

Dettagli

Elementi di controllo amministrativo e tecnico sull impianto di incenerimento rifiuti di Reggio E

Elementi di controllo amministrativo e tecnico sull impianto di incenerimento rifiuti di Reggio E La GESTIONE DEI RIFIUTI costituisce attività di pubblico interesse ed è disciplinata al fine di assicurare un'elevata protezione dell'ambiente e controlli efficaci (art 2 D.L.vo 22/97). Gli IMPIANTI DI

Dettagli

EMISSIONI IN ATMOSFERA

EMISSIONI IN ATMOSFERA EMISSIONI IN ATMOSFERA RAPPORTO DI PROVA Rif. AMB-2015/22 Insediamento: SIME ENERGIA SRL - VIALE DELLO SPORT, 103 - ZOLA PREDOSA - BO Committente: SIME ENERGIA SRL EMISSIONE - sigla: E2 - origine: Caldaia

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria c/o piazzale Ospedale S.Luca Periodo di attuazione: data inizio-fine (3/12/215 1/2/216) data inizio-fine (5/6/215 21/7/215) RELAZIONE TECNICA ARPAV Commissario

Dettagli

Servizio Sistemi Ambientali

Servizio Sistemi Ambientali Sezione Provinciale di Bologna Via F. Rocchi, 19 - Via Triachini, 17 4138 Bologna Tel. 51 396211 Fax 51 342642 PEC: aoobo@cert.arpa.emr.it e-mail: urpbo@arpa.emr.it Servizio Sistemi Ambientali Sezione

Dettagli

Il D.Lgs. 46/2014 e le modifiche al D.Lgs. 152/2006. I Sistemi di Monitoraggio alle Emissioni (SME) e la Linea Guida di ARPA Emilia Romagna

Il D.Lgs. 46/2014 e le modifiche al D.Lgs. 152/2006. I Sistemi di Monitoraggio alle Emissioni (SME) e la Linea Guida di ARPA Emilia Romagna Il D.Lgs. 46/2014 e le modifiche al D.Lgs. 152/2006 I Sistemi di Monitoraggio alle Emissioni (SME) e la Linea Guida di ARPA Emilia Romagna Dr.Stefano Forti ARPA Sezione Provinciale di Modena Piacenza novembre

Dettagli

Area Innovazione Tecnologica - Ufficio Innovazione

Area Innovazione Tecnologica - Ufficio Innovazione Area Innovazione Tecnologica - Ufficio Innovazione Analisi dei dati e grafici dell inquinamento atmosferico riferito alle polveri sottili (PM10) della città di Palermo per l anno 2015. Palermo, gen. 2016

Dettagli

La Qualità dell'aria a Vicenza. Anno RELAZIONE TECNICA

La Qualità dell'aria a Vicenza. Anno RELAZIONE TECNICA La Qualità dell'aria a Vicenza Anno 2014 2015 RELAZIONE TECNICA ARPAV Direttore Generale Carlo Emanuele Pepe Dipartimento Provinciale di Vicenza Giancarlo Cunego Progetto e realizzazione Servizio Stato

Dettagli

LE EMISSIONI DERIVATE DALLA COMBUSTIONE DEI TRALCI DI VITE

LE EMISSIONI DERIVATE DALLA COMBUSTIONE DEI TRALCI DI VITE LE EMISSIONI DERIVATE DALLA COMBUSTIONE DEI TRALCI DI VITE Sabato 24 settembre 2011 Dalla Venezia Fabiano CENTRO DI RICERCA PER LA VITICOLTURA Conegliano (TV) Progetto: Produzione di energia e sostanza

Dettagli

Valutazioni e analisi di microinquinanti

Valutazioni e analisi di microinquinanti Valutazioni e analisi di microinquinanti LA RETE DI MONITORAGGIO CON STAZIONI FISSE SUL TERRITORIO REGIONALE 25 STAZIONI FISSE suddivise in 14 URBANE 9 INDUSTRIALI 2 RURALI ~ 150 parametri misurati Superamenti

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Comune di Venezia Isola di Sant Elena Periodo di attuazione: 5 giugno 22 luglio 2013 (semestre caldo) RELAZIONE TECNICA Realizzato a cura di: A.R.P.A.V.

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Comune di Rosà Via dei fanti Periodo di attuazione: 05/06/2013 27/06/2013 (semestre estivo) 23/10/2013 25/11/2013 (semestre invernale) RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Campagna di Monitoraggio con campionatori passivi (radielli) di idrogeno solforato (H 2 S) in Val D Agri 2013

Campagna di Monitoraggio con campionatori passivi (radielli) di idrogeno solforato (H 2 S) in Val D Agri 2013 AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DI BASILICATA Dipartimento Provinciale di Potenza Campagna di Monitoraggio con campionatori passivi (radielli) di idrogeno solforato (H 2 S) in Val D Agri

Dettagli

Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile

Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile Sito di monitoraggio: Barletta (BAT) Via del Mare Anno 2013 Relazione tecnica CRA Campagna di monitoraggio della qualità dell aria

Dettagli

Misure ambientali del progetto CCM Indoor-School: inquinamento chimico indoor e outdoor

Misure ambientali del progetto CCM Indoor-School: inquinamento chimico indoor e outdoor Inquinamento atmosferico interno e salute nelle scuole italiane Roma 23/02/2015 Misure ambientali del progetto CCM Indoor-School: inquinamento chimico indoor e outdoor Gaetano Settimo Reparto Igiene dell

Dettagli

Attività di Arpa nell ambito della procedura di bonifica del sito Hera ex Gasometri. Maria Adelaide Corvaglia

Attività di Arpa nell ambito della procedura di bonifica del sito Hera ex Gasometri. Maria Adelaide Corvaglia Attività di Arpa nell ambito della procedura di bonifica del sito Hera ex Gasometri Maria Adelaide Corvaglia Bologna 26 novembre 2014 procedura di bonifica fasi procedura bonifica attività di Arpa criticità

Dettagli

EMISSIONI IN ATMOSFERA

EMISSIONI IN ATMOSFERA EMISSIONI IN ATMOSFERA RAPPORTO DI PROVA Rif. AMB-2014/2714 Insediamento: ZOLA PREDOSA TELERISCALDAMENTO SRL - VIALE DELLO SPORT, 101 - ZOLA PREDOSA - BO Committente: ZOLA PREDOSA TELERISCALDAMENTO SRL

Dettagli

ASSE VIARIO MARCHE - UMBRIA E QUADRILATERO DI PENETRAZIONE INTERNA MAXILOTTO 1 ATTIVITA IN FASE DI COSTRUZIONE SUBLOTTO 1.2

ASSE VIARIO MARCHE - UMBRIA E QUADRILATERO DI PENETRAZIONE INTERNA MAXILOTTO 1 ATTIVITA IN FASE DI COSTRUZIONE SUBLOTTO 1.2 ASSE VIARIO MARCHE - UMBRIA E QUADRILATERO DI PENETRAZIONE INTERNA MAXILOTTO 1 ATTIVITA IN FASE DI COSTRUZIONE SUBLOTTO 1.2 S.S.77 VAL DI CHIENTI TRONCO PONTELATRAVE FOLIGNO TRATTI FOLIGNO VALMENOTRE E

Dettagli

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto La qualità dell'aria nel Comune di Abano Terme

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto La qualità dell'aria nel Comune di Abano Terme Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto La qualità dell'aria nel Comune di Abano Terme ARPAV - Dipartimento Provinciale di Padova La qualità dell'aria nel Comune di Abano

Dettagli

La qualità dell aria nell intorno del termovalorizzatore nel periodo 23 dicembre gennaio Comitato Locale di Controllo 16 gennaio 2014

La qualità dell aria nell intorno del termovalorizzatore nel periodo 23 dicembre gennaio Comitato Locale di Controllo 16 gennaio 2014 La qualità dell aria nell intorno del termovalorizzatore nel periodo 23 dicembre 2013 7 gennaio 2014 Sommario Nella presentazione verranno affrontati per il periodo 23 dicembre- 7 gennaio due argomenti

Dettagli

6.2. Risultati simulazioni sorgenti lineari significative

6.2. Risultati simulazioni sorgenti lineari significative Capitolo 6 Risultati pag. 241 6.2. Risultati simulazioni sorgenti lineari significative 6.2.1. Concentrazioni medie annuali Per le sorgenti lineari significative (infrastrutture stradali a maggiore volume

Dettagli

MONITORAGGIO DEL SUOLO E ALTRI MONITORAGGI

MONITORAGGIO DEL SUOLO E ALTRI MONITORAGGI MONITORAGGIO DEL SUOLO E ALTRI MONITORAGGI 16 febbraio 2011 Sezione Provinciale di Ferrara Via Bologna, 534 44124 Ferrara ENRICA CANOSSA-MANUELA MENGONI-CLAUDIA MILAN (ecanossa@arpa.emr.it) (mmengoni@arpa.emr.it)

Dettagli

PROGETTO S.I.M.A.G.E.

PROGETTO S.I.M.A.G.E. PROGETTO S.I.M.A.G.E. Sistema Integrato per il Monitoraggio Ambientale e la Gestione del rischio industriale e delle Emergenze Nell Ottobre 2002 la Regione del Veneto si è fatta promotrice delle opere

Dettagli

Provincia di Forlì-Cesena. Rapporto sulla qualità dell aria. Anno 2011

Provincia di Forlì-Cesena. Rapporto sulla qualità dell aria. Anno 2011 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena Viale Livio Salinatore, 2 47121 - Forlì Tel. 543/4514111 Fax 543/451451 E-mail: sezfo@arpa.emr.it Servizio Sistemi Ambientali Area Monitoraggio e Valutazione Aria Provincia

Dettagli

ALLEGATO 2 alla d.g.r. 3/10/16, n. 5656

ALLEGATO 2 alla d.g.r. 3/10/16, n. 5656 ALLEGATO 2 alla d.g.r. 3/10/16, n. 5656 CLASSIFICAZIONE AMBIENTALE DEI GENERATORI DI CALORE ALIMENTATI CON BIOMASSA LEGNOSA, AI FINI DELL APPLICAZIONE DELLE MISURE TEMPORANEE E OMOGENEE PER IL MIGLIORAMENTO

Dettagli

MELDOLA: MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA CON LABORATORIO MOBILE

MELDOLA: MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA CON LABORATORIO MOBILE Agenzia Regionale per la Prevenzione e l Ambiente dell Emilia-Romagna Via Po, n. 5 4139 - BOLOGNA tel 51/6223811 - fax 51/543255 P.IVA e C.F. 4298637 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena C.P. 345 471 FORLI

Dettagli

La scelta del metodo di campionamento ed analisi nelle emissioni convogliate. Il ruolo di Arpav

La scelta del metodo di campionamento ed analisi nelle emissioni convogliate. Il ruolo di Arpav La scelta del metodo di campionamento ed analisi nelle emissioni convogliate. Il ruolo di Arpav Antonio Uguaglianza Arpav Dap PADOVA auguaglianza@arpa.veneto.it I Il ruolo di Arpav: Consulenza tecnica

Dettagli

1.2 Il monitoraggio degli inquinanti atmosferici

1.2 Il monitoraggio degli inquinanti atmosferici L ossidazione di NO o NO 2 a nitrati può avvenire dopo assorbimento del gas all interno di una gocciolina di acqua. L acido nitrico reagisce con ammoniaca per dare nitrato d ammonio : NH 3 + HNO 3 NH 4

Dettagli

SERVIZIO OSSERVATORIO ACQUE MARINE E LAGUNARI

SERVIZIO OSSERVATORIO ACQUE MARINE E LAGUNARI SERVIZIO OSSERVATORIO ACQUE MARINE E LAGUNARI Copertura: regionale Periodicità: annuale www. arpa.veneto.it Rapporto di sintesi sugli andamenti dei principali parametri oceanografici e meteo-marini delle

Dettagli

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto La qualità dell'aria nel Comune di Villa Estense

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto La qualità dell'aria nel Comune di Villa Estense Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto La qualità dell'aria nel Comune di Villa Estense ARPAV - Dipartimento Provinciale di Padova La qualità dell'aria nel Comune di Villa

Dettagli

Boceto di Borgotaro - Laboratorio Mobile

Boceto di Borgotaro - Laboratorio Mobile Valutazione della qualità dell'aria nella Provincia di Parma -7 Coordinate UTM X: 533 UTM Y: 99 anno 7 Inizio campagna: /7 Fine campagna: 3/5/7 Dati riepilogativi: inquinante BENZ NO O 3 PM1 SO dati dati

Dettagli

Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro

Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro Aprile Maggio 2015 1 Pag / indice 03 / Scopo della campagna di monitoraggio 03 / Scelta del sito di monitoraggio 05 / Misure effettuate

Dettagli

La rete di monitoraggio provinciale

La rete di monitoraggio provinciale Direzione Ambiente e Gestione Rifiuti VIA, AIA, ARIA Il monitoraggio 2008 della qualità dell aria nella provincia di Firenze La rete di monitoraggio provinciale 07 Aprile 2009 Dipartimento provinciale

Dettagli

RELAZIONE SU CONDIZIONI METEOAMBIENTALI E PRIMI DATI QUALITA DELL ARIA A SEGUITO DELL INCENDIO DI CASALNUOVO 18-19 LUGLIO 2016

RELAZIONE SU CONDIZIONI METEOAMBIENTALI E PRIMI DATI QUALITA DELL ARIA A SEGUITO DELL INCENDIO DI CASALNUOVO 18-19 LUGLIO 2016 RELAZIONE SU CONDIZIONI METEOAMBIENTALI E PRIMI DATI QUALITA DELL ARIA A SEGUITO DELL INCENDIO DI CASALNUOVO 18-19 LUGLIO 2016 Attività dell ARPAC A seguito dell incendio che si è sviluppato a partire

Dettagli

Servizio Agrometeorologico Regionale. Analisi climatica della Regione Toscana. Anno 2005

Servizio Agrometeorologico Regionale. Analisi climatica della Regione Toscana. Anno 2005 A.R.S.I.A. Agenzia Regionale Sviluppo e Innovazione nel Settore Agricolo-Forestale Servizio Agrometeorologico Regionale Analisi climatica della Regione Toscana Anno Maggio 6 Analisi climatica del territorio

Dettagli

n. 098 - Martedì 12 Maggio 2015 Emissioni provenienti dall'uso della biomassa per la produzione di energia La stima delle emissioni e le politiche dell Emilia Romagna per limitarle in un recente articolo

Dettagli

Allegato C 1. Precipitazioni (grafico dimostrativo )

Allegato C 1. Precipitazioni (grafico dimostrativo ) Allegato C 1 Precipitazioni (grafico dimostrativo ) 1 segue Allegato C 1 Precipitazioni Mappe relative al numero di giorni in cui si sono verificate precipitazioni superiori ai 5 mm nei vari mesi degli

Dettagli