ATTIVITÀ CONDOTTE DA ARPA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ATTIVITÀ CONDOTTE DA ARPA"

Transcript

1 ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO AMBIENTALE 8 giugno 2010 Sezione Provinciale di Ferrara Via Bologna, Ferrara ATTIVITÀ CONDOTTE DA ARPA Ricerca di microinquinanti in suoli superficiali della provincia di Ferrara CLAUDIA MILAN

2 ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO AMBIENTALE 8 giugno 2010 Sezione Provinciale di Ferrara Via Bologna, Ferrara Seminario 26 maggio 2008 Qualità dell aria e dintorni: recenti indagini di approfondimento in provincia di Ferrara

3 Il RAPPORTO fornisce i risultati delle campagne eseguite in diverse aree del territorio provinciale compresa l indagine del suolo intorno all inceneritore di via Diana Gherardi 2008 SMB-Bando d Argenta

4 FINALITÀ DELLO STUDIO Incen. Via Diana Incen.. Via Conchetta Verificare se fosse possibile cogliere in suoli circostanti a sorgenti emissive atmosferiche puntiformi, pur in presenza di fattori confondenti Incen. Via Diana dovuti ad altre pressioni emissive, eventuali variazioni spaziali di concentrazione di microinquinanti in funzione della distanza dei campionamenti dai punti di emissione.

5 FINALITÀ DELLO STUDIO Comparare gli esiti di rilievi sulle aree all intorno dell inceneritore che potrebbero risentire di una maggior ricaduta delle emissioni con gli esiti di rilievi su altri siti, alcuni dei quali considerati di riferimento basso : area presso centralina MAIA-località Gherardi; località Villa Fulvia (Ferrara); ed altri considerati potenzialmente contaminati da sorgenti emissive importanti diverse come : centralina MAIA-Barco (1 sito nelle adiacenze est del Polo chimico) m (E e W) da Autostrada A13 (6 siti). AUTOSTRADA A13 GHERARDI

6 EFFETTO MEMORIA E COMPLESSITÀ DEL SUOLO

7 metodologia adottata nelle indagini del suolo (maggio giugno 2007) Modelli e strategia di campionamento S individuavano 16 siti (4 per ogni fascia di distanza dal punto emissione dell impianto: 250, 500, 1000 e 1500 metri), rifacendosi anche a preliminare modellistica diffusionale con annessa elaborazione meteorologica. Siti di campionamento intorno all inceneritore di Via Diana Canal Bianco Camino inceneritore 1 ulteriore sito veniva individuato all interno dell insediamento abitativo di Cassana: nuova stazione di monitoraggio della qualità dell'aria (stazione collegata al previsto funzionamento della centrale turbogas SEF).

8 metodologia adottata nelle indagini del suolo (maggio giugno 2007) Campionamento I campionamenti venivano effettuati a colonna indisturbata fino alla profondità di circa 10 cm, ed i terreni erano stati individuati fuori da aree di proprietà privata, tra siti incolti e che non avevano presumibilmente subito rimaneggiamenti recenti. 5 m B C A+B+C+D 2 m A D Strumenti di campionamento CAMPIONE 1 di 4 (medio composito)

9 metodologia adottata nelle indagini del suolo (maggio giugno 2007) Parametri determinati da ARPA-Ferrara e ARPA-Ravenna 16 METALLI (Concentrazioni espresse come mg / Kg s.s.) D.Lgs 152/2006 Antimonio Arsenico Berillio Cadmio Cobalto Cromo tot Cromo VI Mercurio Nichel Piombo Rame Selenio Stagno Tallio Vanadio Zinco SITO A: ad uso verde pubblico, privato e residenziale SITO B: ad uso commerciale e industriale PCDD (Diossine) e PCDF (Furani) (Concentrazioni espresse come pg / g s.s.) Dei 75 congeneri (specie chimiche) di diossine e dei 135 congeneri di furani solo 7 PCDD e 10 PCDF destano particolare preoccupazione.

10 metodologia adottata nelle indagini del suolo (maggio giugno 2007) Parametri determinati da ARPA-Ferrara e ARPA-Ravenna 18 POLICLOROBIFENILI (PCB) (Concentrazioni espresse come ng / g s.s.) L indagine ha preso in considerazione i 18 congeneri (fra cui due dioxin-like) previsti dal Piano Nazionale Residui dell ISS e tradizionalmente ricercati, a protezione della salute, negli alimenti e nei mangimi, con i quali avviene sostanzialmente la maggiore esposizione di persone e animali: T3CB-28, T4CB-52, P5CB-95, P5CB-101, P5CB-99, P5CB-110, H6CB-151, H6CB-149, P5CB-118 (dioxin-like), H6CB-146, H6CB-153, P5CB-105 (dioxin-like), H6CB-138, H7CB-187, H7CB-183, H7CB-177, H7CB-180, H7CB IDROCARBURI POLICICLICI AROMATICI (IPA) (Concentrazioni espresse come ng / g s.s.) Naftalene; Acenaftene; Acenaftilene; Fluorene; Fenantrene; Fluorantene; Antracene; Pirene; Benzo(a)antracene; Crisene; Benzo(b+j)fluorantene; Benzo(k)fluorantene; Benzo(a)pirene; Benzo(e)pirene; Dibenzo(a,h)antracene; Indeno(1,2,3,c,d)pirene; Benzo(g,h,i)perilene; Dibenzo(a,e)pirene; Dibenzo(a,i)pirene; Dibenzo(a,h)pirene; Dibenzo(a,l)pirene

11 metodologia adottata nelle indagini del suolo (maggio giugno 2007) Procedure statistiche e tecniche di elaborazione Test per l individuazione di potenziali anomalie nei dati (test di Dixon e test di Grubbs, adatti a campioni di ridotta numerosità). Procedure per effettuare un elaborazione esplorativa (Cluster analysis e Principal Components Analysis). Elaborazioni grafiche (con software Excel, Statistica e Minitab) e cartografiche (con software Surfer e ArcView).

12 risultati dell ìndagine - METALLI ( ) I valori osservati di cromo esavalente, mercurio e selenio sono inferiori ai limiti di quantificazione. Per gli altri metalli i valori osservati sono inferiori ai limiti stabiliti dalla normativa per i siti di tipo B (uso commerciale e industriale) Per gli altri metalli i valori osservati sono stati confrontati con i limiti stabiliti dalla normativa per i siti di tipo A (uso verde pubblico, privato e residenziale). Alcuni valori di nichel, zinco, cromo totale e stagno sono superiori ai limiti, ma ciò potrebbe collegarsi alla variabilità del metodo di campionamento. Un gruppo di lavoro nazionale, costituito da esperti di APAT, ISS, APPA e ARPA regionali, ha considerato il limite dello stagno indicato in tab. A (1 mg/kg s.s.) del D.Lgs 152/2006 sostanzialmente inapplicabile, vista l estrema diffusione di valori superiori a detto limite quasi ovunque. Va ricordato che, per il cromo ed il nichel, esistono segnalazioni bibliografiche di presenza consistente anche in altri siti in pianura padana, potendosi quindi forse ipotizzare una loro natura di tipo geologico (frutto dello smantellamento dei complessi ofiolitici delle Alpi occidentali).

13 risultati dell ìndagine - METALLI ( ) siti di tipo A Nell area circostante l inceneritore di via Diana si osservano 2 punti con valori superiori al limite di quantificazione (0.5 mg/kg s.s.): il più alto in area di tipo A (classificazione dei suoli ai sensi del D.Lgs 152/06) e il minore in area di tipo B (sito industriale). Il primo dista 500 m dall inceneritore, il secondo 250 m.

14 risultati dell ìndagine - METALLI ( ) Cadmio 1,60 mg/kg s.s. 0,61 mg/kg s.s. Sito B : uso commerciale e industriale Sito A: uso verde pubblico, privato, residenziale < 0,5 mg/kg s.s. Sito A: uso verde pubblico, privato, residenziale Siti di campionamento intorno all inceneritore di Via Diana Canal Bianco Camino inceneritore

15 risultati dell ìndagine - METALLI ( ) Villa Fulvia Conchetta Disc, inerti Barco Autostrada Acq. Po Gherardi Inceneritore v. Diana Staz. Cassana Disc. RSU Nell area circostante l inceneritore di v. Diana si osservano diversi punti con valori superiori a 150 mg/kg s.s. (classificazione dei suoli di tipo A ai sensi del D.Lgs 152/2006). Il valore più alto dista 250 m dall inceneritore.

16 risultati dell ìndagine - METALLI ( ) 201,60 mg/kg s.s. Sito A: uso verde pubblico, privato, residenziale Cromo 251,90 mg/kg s.s. Sito B : uso commerciale e industriale 188,10 mg/kg s.s. Sito A: uso verde pubblico, privato, residenziale 177,30 mg/kg s.s. Sito A: uso verde pubblico, privato, residenziale 177,10 mg/kg s.s. Sito B : uso commerciale e industriale 74,72 mg/kg s.s. Sito A: uso verde pubblico, privato, residenziale Siti di campionamento intorno all inceneritore di Via Diana Canal Bianco Camino inceneritore

17 risultati dell indagine - DIOSSINE E FURANI (PCDD e PCDF) ( ) 1) Si osserva che circa il 79 % dei valori analitici riscontrati, incluso il composto 2,3,7,8-tetraclorodibenzodiossina, sono inferiori ai limiti di quantificazione analitica. 2) Nessun valore, per quel che riguarda i siti di tipo sia A che B, è risultato superiore al limite di 10 pg TEQ/g s.s. definito dalla legge per siti di tipo A (uso verde pubblico, privato e residenziale). 3) Si osserva che i valori maggiori sono riscontrati nei suoli in prossimità dell autostrada. PCDD e PCDF I - FTE WHO - FTE T4CDD 1 1 Villa Fulvia Conchetta Disc, inerti Barco Autostrada Acq. Po Gherardi Inceneritore v. Diana Staz. Cassana Disc. RSU P5CDD H6CDD H6CDD H6CDD H7CDD O8CDD T4CDF P5CDF P5CDF H6CDF H6CDF H6CDF H6CDF H7CDF H7CDF O8CDF Dalla indagine successiva condotta a Bando d Argenta è emerso che i microinquinanti considerati non sembrano risentire della granulometria dei suoli indagati.

18 risultati dell ìndagine - Policlorobifenili (PCB) ( ) La maggior parte dei valori è di entità simile alla zona di Villa Fulvia, sito preso a riferimento basso Indagine 'Via Conchet t a' e 'Via Diana' - PCB Som m a d ei valori analit ici (valori < l.q. f at t i uguali a l.q.) limite D.Lgs. 152/06 per 'siti di tipo A' Villa Fulvia Conchetta Disc, inerti Barco Acq. Po Autostrada 0 C13 V.Fulvia 5 Km C7 P.Urb. SW 1.4 Km C11 S 1 Km C5 NW 570 m C1 W 330 m C4 S 220 m C3 E 170 m C2 N 260 m C10 N 560 m C8 permalb ESE 800 m C9 Malb ESE 1.2 Km C6 Disc WSW 1 Km C12 Barco WSW 2 Km C14 Acqued.Po 3.3 Km C21 A13 W 150 m C20 A13 W 50 m C18 A13 W 10 m C17 A13 E 10 m C16 A13 E 50 m C15 A13 E 150 m C19 Gherardi D15 Porotto S 1.5 Km D16 W 1.5Km D11 Cassana S 1 Km D12 W 1 Km D7 S 500 m D8 W 500 m D3 PMI S 250 m D4 W 250 m D1 PMI N 250 m D2 PMI E 250 m D5 PMI N 500 m D6 PMI E 500 m D9 N 1 Km D10 PMI E 1 Km D17 StazCassana 1.3 Km D13 Disc. N 1.5 Km D14 E 1.5 Km ng / g s.s. Gherardi Inceneritore v. Diana Staz.. Cassana Disc. RSU E interessante notare come l influenza di sorgenti emissive si rilevino abbastanza chiaramente nei siti peri-autostradali e all intorno dell inceneritore di Via Conchetta. Dalla indagine successiva condotta a Bando d Argenta è emerso che i microinquinanti considerati non sembrano risentire della granulometria dei suoli indagati.

19 risultati dell ìndagine - Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) ( ) La somma di Pirene; Benzo(a)antracene; Crisene; Benzo(b+j)fluorantene; Benzo(k)fluorantene; Benzo(a)pirene; Dibenzo(a,h)antracene; Indeno(1,2,3,c,d)pirene; Benzo(g,h,i)perilene; Dibenzo(a,e)pirene; Dibenzo(a,i)pirene; Dibenzo(a,h)pirene; Dibenzo(a,l)pirene è ampiamente lontana dal limite previsto dalla normativa per i siti di tipo A. Staz. Cassana Disc, inerti Disc. RSU Barco Inceneritore Villa Fulvia Conchetta Acq. Po Autostrada Gherardi v. Diana Dalla indagine successiva condotta a Bando d Argenta è emerso che i microinquinanti considerati non sembrano risentire della granulometria dei suoli indagati.

20 INCENERITORE DI V.DIANA CANAL BIANCO Convenzione tra Hera e ARPA Principali modifiche rispetto all indagine 2007 Siti di campionamento Camino dell inceneritore giugno-luglio siti di massima ricaduta, lungo l asse E- W all interno della fascia di distanza di 500 m, secondo preliminare modellistica diffusionale: punti 03, 08, e 18; 3 siti di influenza a circa 250 m di distanza dal camino: punti 01, 02, 04; 3 siti di influenza a circa 500 m di distanza dal camino: punti 05, 06, 07; 4 siti di influenza a circa 1000 m di distanza dal camino: punti 09, 10, 11, 12; 4 siti di influenza a circa 1500 m di distanza dal camino: punti 13, 14, 15, 16; 1 sito nella fascia residenziale di Porotto, presso la nuova stazione (SEF) di monitoraggio della qualità dell'aria: punto 17; 1 sito (bianco urbano) nell area urbana a circa 9 Km di distanza dal camino, in località Villa Fulvia, presso la stazione di ARPA per il monitoraggio della qualità dell'aria: punto 19; 1 sito punto di controllo a circa 4 Km di distanza dal camino, in località Borgo Scoline: punto 20.

21 INCENERITORE DI V.DIANA CANAL BIANCO Convenzione tra Hera e ARPA Principali modifiche rispetto all indagine 2007 giugno-luglio 2010 Analisi granulometrica % sabbia, limo, argilla 28 PCB di cui 10 sono congeneri Dioxin like T4CB-81; T4CB-77; P5CB-123; P5CB-118; P5CB-114; P5CB-105; P5CB-126; H6CB-( ); H6CB-156; H6CB-157; H7CB-( ); H6CB-169; H7CB-170; H7CB-189; T3CB-28; T4CB-52; P5CB-95; P5CB-101; P5CB-99; P5CB-110; H6CB-151; H6CB-149; H6CB-146; H6CB-( ); H6CB-138; H7CB-187; H7CB-183; H7CB-177

MONITORAGGIO DEL SUOLO E ALTRI MONITORAGGI

MONITORAGGIO DEL SUOLO E ALTRI MONITORAGGI MONITORAGGIO DEL SUOLO E ALTRI MONITORAGGI 16 febbraio 2011 Sezione Provinciale di Ferrara Via Bologna, 534 44124 Ferrara ENRICA CANOSSA-MANUELA MENGONI-CLAUDIA MILAN (ecanossa@arpa.emr.it) (mmengoni@arpa.emr.it)

Dettagli

Tab.1 Punti di monitoraggio oggetto di campionamento di suolo

Tab.1 Punti di monitoraggio oggetto di campionamento di suolo ARPAT Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana Dipartimento Provinciale di Arezzo U.O. C. Prevenzione e Controlli Ambientali Integrati 52100 Arezzo - viale Maginardo, 1 tel. 0575939105

Dettagli

Ricerca di microinquinanti in suoli superficiali della provincia di Ferrara

Ricerca di microinquinanti in suoli superficiali della provincia di Ferrara Sezione Provinciale di Ferrara Via Bologna, 534 44124 Ferrara Ricerca di microinquinanti in suoli superficiali della provincia di Ferrara RAPPORTO A cura di : D.ssa Manuela Mengoni Dr. Giovanni F. Garasto

Dettagli

AL PERSONALE DOCENTE e NON DEOCENTE. CIRCOLARE n 157

AL PERSONALE DOCENTE e NON DEOCENTE. CIRCOLARE n 157 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Liceo Scientifico, Liceo Classico, Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico Tito Lucrezio Caro 35013 CITTADELLA (PD) - Via Alfieri, 58 tel. 049 5971313 - fax 049 5970692

Dettagli

EMISSIONI IN ATMOSFERA DA CENTRALI A TURBOGAS A cura di Arpa Sezione di Piacenza e Ferrara

EMISSIONI IN ATMOSFERA DA CENTRALI A TURBOGAS A cura di Arpa Sezione di Piacenza e Ferrara EMISSIONI IN ATMOSFERA DA CENTRALI A TURBOGAS A cura di Arpa Sezione di Piacenza e Ferrara Premessa In questo documento si vogliono approfondire gli elementi tecnici caratteristici delle emissioni in atmosfera

Dettagli

Progetto Sito di Ferrara Nuova Torcia MTD (Migliore Tecnologia Disponibile) per Basell Poliolefine Italia S.r.l.

Progetto Sito di Ferrara Nuova Torcia MTD (Migliore Tecnologia Disponibile) per Basell Poliolefine Italia S.r.l. Progetto Sito di Ferrara Nuova Torcia MTD (Migliore Tecnologia Disponibile) per Basell Poliolefine Italia S.r.l. Comunicazione al pubblico ai sensi del PMA approvato con prescrizioni da ISPRA (Istituto

Dettagli

RELAZIONE SULLA CONFORMITA AMBIENTALE DEI TERRENI

RELAZIONE SULLA CONFORMITA AMBIENTALE DEI TERRENI studio montanari & partners via lusardi, 10 20122 milano t +39.0258317320 f +39.0258313397 studio@smp.mi.it www.smp.mi.it CASSA EDILE DI MILANO Via San Luca, 6 20122 Milano IMMOBILIARE AZZURRA S.r.L. Via

Dettagli

MONITORAGGIO DEL SUOLO

MONITORAGGIO DEL SUOLO Dipartimento Provinciale di Treviso Servizio Suoli MONITORAGGIO DEL SUOLO DETERMINAZIONE DELLE CONCENTRAZIONI DI MICROINQUINANTI ORGANICI PRIMA RILEVAZIONE A SCALA REGIONALE 2010-2013 REPORT INTERMEDIO

Dettagli

Rapporto finale di sintesi dei risultati delle indagini ambientali

Rapporto finale di sintesi dei risultati delle indagini ambientali HIA21 - Participative assessment of the health, environmental and socio-economic impacts resulting from urban waste treatment LIFE10 ENV/IT/000331 AZIONE D1 Rapporto finale di sintesi dei risultati delle

Dettagli

THEOLAB S.p.A. Corso Europa, 600/A Volpiano (TO)

THEOLAB S.p.A. Corso Europa, 600/A Volpiano (TO) 1 NUOVA NORMATIVA CLASSIFICAZIONE RIFIUTI Febbraio Giugno 2015 Legge 11 agosto 2014 n. 116 conversione del D.L. 24 giugno 2014, n. 91 Decisione della Commissione n. 2014/955/UE del 18 dicembre 2014 (in

Dettagli

Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente Ligure

Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente Ligure Validazione della Caratterizzazione Ambientale dei Cantieri Navali Michelini s.r.l. V.le S. Bartolomeo S.I.N. Pitelli La Spezia 1 Indice INDICE...2 1 PREMESSA...3 2 RISULTATI DELLA CARATTERIZZAZIONE...5

Dettagli

UNITA OPERATIVA. Istituto Superiore di Sanità. Bagnoli Futura S. p. A.

UNITA OPERATIVA. Istituto Superiore di Sanità. Bagnoli Futura S. p. A. UNITA OPERATIVA Istituto Superiore di Sanità Dott.ssa Loredana Musmeci (Direttore del Reparto Suolo e Rifiuti) Dott.ssa Eleonora Beccaloni Dott.ssa Maria Rita Cicero Dott. Fabrizio Falleni Dott.ssa Federica

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N. 702/14

RAPPORTO DI PROVA N. 702/14 Data emissione: 23 settembre 2014 Committente: RUGGERI SERVICE SpA - Strada Statale 275 Maglie Leuca, Muro Leccese(LE) Sito di provenienza: Stabilimento di Muro Leccese Matrice dichiarata: Emissioni in

Dettagli

Confronto tra concentrazioni limite accettabili ex D.M. 471/99 e concentrazioni soglia di contaminazione ex D.Lgs 152/06.

Confronto tra concentrazioni limite accettabili ex D.M. 471/99 e concentrazioni soglia di contaminazione ex D.Lgs 152/06. Confronto tra concentrazioni limite accettabili ex D.M. 471/99 e concentrazioni soglia di contaminazione ex D.Lgs 152/06 Acque sotterranee D.M. 471/99 D.Lgs. 152/06 Sostanze Valori limite (μ/l) Sostanze

Dettagli

ALLEGATO 2. Piano di Monitoraggio e Controllo

ALLEGATO 2. Piano di Monitoraggio e Controllo PROVINCIA DI CAGLIARI-PROVINCIA DE CASTEDDU ASSESSORATO ALLE POLITICHE ERGETICHE - POLITICHE AMBITALI ECONOMIA VERDE Settore Ecologia e Protezione Civile Via diego Cadello, 9b 09121 CA ALLEGATO 2 Piano

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 6 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acqua sotterranea, superficiale potabile, Acqua di scarico, percolato Idrocarburi totali come n-esano APAT CNR IRSA 5160B2 Man 29 2003 Acque di scarico

Dettagli

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda N 1 di 5 PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 1 2 3 Acque potabili, naturali, industriali, di scarico Alluminio, Antimonio, Arsenico, Bario, Berillio, Boro, Cadmio, Calcio, Cobalto, Cromo, Ferro, Magnesio,

Dettagli

Decreto Ministeriale 14 aprile 2009, n. 56

Decreto Ministeriale 14 aprile 2009, n. 56 Decreto Ministeriale 14 aprile 2009, n. 56 Acque superficiali Tab. 1/A Standard di qualità nella colonna d acqua per le sostanze dell elenco di priorità 1 2 (1) Le sostanze contraddistinte dalla lettera

Dettagli

La caratterizzazione analitica delle terre e rocce da scavo: affidabilità dei risultati d analisi.

La caratterizzazione analitica delle terre e rocce da scavo: affidabilità dei risultati d analisi. R&C Lab S.r.l. La caratterizzazione analitica delle terre e rocce da scavo: rintracciabilità come garanzia di affidabilità dei risultati d analisi. Dr. Dino Celadon Responsabile Ricerca & Sviluppo Ambientale

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N DEL 29/11/2012

RAPPORTO DI PROVA N DEL 29/11/2012 Rimini, lì 29/11/2012 RAPPORTO DI PROVA N 1211603001 DEL 29/11/2012 Studio: 1211603 Data di ricevimento: 15/11/2012 Commessa/lotto: 46318451 Committente: URS Italia S.p.A. Campionamento effettuato da:

Dettagli

Servizi Consulenze Analisi Ambientali i S.C.A. s.n.c. - Analisi ambientali e alimentari, formazione I

Servizi Consulenze Analisi Ambientali i S.C.A. s.n.c. - Analisi ambientali e alimentari, formazione I Servizi Analisi Ambientali i S.C.A. s.n.c. - Analisi ambientali e alimentari, formazione I CARATTERIZZAZIONE CHIMICO-FISICA DI SEDIMENTI FLUVIALI PER SOSPETTA PRESENZA DIIDROCARBURI PRESSO LA FOCE DEL

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia Via Lissa, 6 30171 Venezia Mestre - Italy Tel. +39 041 5445511 Fax +39 041 5445500 e-mail: dapve@arpa.veneto.it Servizio Sistemi Ambientali Responsabile del Procedimento:

Dettagli

SC Rischio Industriale e Energia SS Rischio Industriale e Igiene Industriale. IMPIANTO DI TERMOVALORIZZAZIONE di TORINO- zona GERBIDO

SC Rischio Industriale e Energia SS Rischio Industriale e Igiene Industriale. IMPIANTO DI TERMOVALORIZZAZIONE di TORINO- zona GERBIDO SC Rischio Industriale e Energia SS Rischio Industriale e Igiene Industriale RELAZIONE TECNICA SOGGETTO CONTROLLATO IMPIANTO DI TERMOVALORIZZAZIONE di TORINO- zona GERBIDO Data di redazione: ANALISI E

Dettagli

Valutazioni e analisi di microinquinanti

Valutazioni e analisi di microinquinanti Valutazioni e analisi di microinquinanti LA RETE DI MONITORAGGIO CON STAZIONI FISSE SUL TERRITORIO REGIONALE 25 STAZIONI FISSE suddivise in 14 URBANE 9 INDUSTRIALI 2 RURALI ~ 150 parametri misurati Superamenti

Dettagli

Provincia Autonoma di Trento Progetto Speciale recupero urbanistico e ambientale aree industriali. Comune di Levico Terme. Trento 14 gennaio 2008

Provincia Autonoma di Trento Progetto Speciale recupero urbanistico e ambientale aree industriali. Comune di Levico Terme. Trento 14 gennaio 2008 Provincia Autonoma di Trento Progetto Speciale recupero urbanistico e ambientale aree industriali Comune di Levico Terme MAPPATURA AMBIENTALE DEL CONTENUTO IN METALLI DEL TERRENO AL FINE DELLA DEFINIZIONE

Dettagli

Spett.le 2 F s.n.c. di Federico Fastro & C. Via Conti d Onigo, 6 31040 Pederobba (TV)

Spett.le 2 F s.n.c. di Federico Fastro & C. Via Conti d Onigo, 6 31040 Pederobba (TV) Spett.le 2 F s.n.c. di Federico Fastro & C. Via Conti d Onigo, 6 31040 Pederobba (TV) DATI IDENTIFICATIVI DEL CAMPIONE N richiesta prove : 2014 1862 Del : 01/08/2014 Cliente: 2 F s.n.c. di Federico Fastro

Dettagli

Risultati ante operam o prima dell assunzione presso l impianto (T0) I 55 lavoratori coinvolti nello studio di biomonitoraggio al T0 hanno un buono

Risultati ante operam o prima dell assunzione presso l impianto (T0) I 55 lavoratori coinvolti nello studio di biomonitoraggio al T0 hanno un buono Biomonitoraggio dei lavoratori addetti all impianto di termovalorizzazione dei rifiuti di Torino Risultati sui livelli di bioaccumulo di metalli e inquinanti organici dopo un anno dall avvio dell impianto

Dettagli

Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro

Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro Aprile Maggio 2015 1 Pag / indice 03 / Scopo della campagna di monitoraggio 03 / Scelta del sito di monitoraggio 05 / Misure effettuate

Dettagli

MICRO-B srl Via Cremona, 25/b 46041 Asola (MN) C.F. : 02140460201 P. Iva: 02140460201 Tel. : 0376 712079 Fax : 0376 719207 Web: www.micro-b.it e-mail: info@micro-b.it Reg. Imp. : Cap. Soc. i.v. : MN 02140460201

Dettagli

METODI ANALISI TERRENO

METODI ANALISI TERRENO Data aggiornamento 0/0/202 Accreditato ACCREDIA Residui residuo a 600 C DM 3/09/999 SO n 85 GU n 248 2/0/999 Met II.2 residuo secco a 05 C DM 3/09/999 SO n 85 GU n 248 2/0/999 Met II.2 umidità DM 3/09/999

Dettagli

Relazione Tecnico Descrittiva Piano di caratterizzazione dei Suoli nel Comune di Acerra

Relazione Tecnico Descrittiva Piano di caratterizzazione dei Suoli nel Comune di Acerra Piano di caratterizzazione dei Suoli nel Comune di Acerra SIN Litorale Domitio Flegreo ed Agro Aversano Maggio 2008 INDICE 1 PREMESSA... 3 1.2 Obiettivi... 4 1.3 Destinazione d uso... 4 2 INDAGINI PREGRESSE...

Dettagli

Banca dati ISS-ISPESL - Proprietà Tossicologiche Aggiornamento Maggio pag. 1/5

Banca dati ISS-ISPESL - Proprietà Tossicologiche Aggiornamento Maggio pag. 1/5 Composti Inorganici Alluminio 7429-90-5 - - - - 1,00E+00 23 1.43E-03 23 0,01 2,14E-03 23 Antimonio 7440-36-0 - - - - 4,00E-04 I 4,00E-04 R 0,01 1,09E-03 Argento 7440-22-4 - D - - 5,00E-03 I 5,00E-03 R

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 4 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque civili, industriali, reflue, sotterranee e superficiali Fluoruri, bromuri, cloruri, nitrati, nitriti, fosfati, solfati Metalli disciolti: Argento,

Dettagli

SERVIZIO DI CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DELL AREA DI PROPRIETA DISTRIPARK TARANTO s.c.a r.l.

SERVIZIO DI CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DELL AREA DI PROPRIETA DISTRIPARK TARANTO s.c.a r.l. SERVIZIO DI CARATTERIZZAZIOE AMBIETALE DELL AREA DI PROPRIETA DISTRIPARK TARATO s.c.a r.l. ELECO PREZZI UITARI DISTRIPARK TARATO SOCIETA COSORTILE A RESPOSABILITA LIMITATA Iscritta al Registro delle Imprese

Dettagli

Linee guida per la rimozione dei rifiuti abbandonati o depositati in modo incontrollato

Linee guida per la rimozione dei rifiuti abbandonati o depositati in modo incontrollato Linee guida per la rimozione dei rifiuti abbandonati o depositati in modo incontrollato 1. Premessa... 2 2. Rimozione di rifiuti abbandonati o depositati in modo incontrollato su strade ed aree pubbliche

Dettagli

Le nuove aree agricole indagate

Le nuove aree agricole indagate Caffaro e Brescia I nuovi dati Dott.ssa Geol. Maria Luigia Tedesco Dott. Geol. Enrico Alberico Brescia, 20 Ottobre 2015 Le campagne di indagini precedenti svolte da ARPA 2002 2005 2003 2006 Metodo delle

Dettagli

Catalogo prove-listino_prezzi_sige_rev04_ xls Rifiuti Pag. 1 di 5

Catalogo prove-listino_prezzi_sige_rev04_ xls Rifiuti Pag. 1 di 5 Rifiuto Campionamento UNI 10802: 2013 Pacchetto classificazione terre e rocce Rifiuto Residuo secco, sostanza secca UNI EN 14346 2007 Met A Rifiuto Cromo totale UNI EN ISO 13657 2004+ EPA 6010D 2014 Rifiuto

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SANITA'

DIREZIONE GENERALE SANITA' 2275 13/03/2013 Identificativo Atto n. 180 DIREZIONE GENERALE ANITA' AGGIORNAMENTO DEL REGITRO DELLA REGIONE LOMBARDIA DEI LABORATORI CHE EFFETTUANO ANALII NELL'AMBITO DELLE PROCEDURE DI AUTOCONTROLLO

Dettagli

SUOLI AGRICOLI ADIACENTI AL SITO INQUINATO DI INTERESSE NAZIONALE LAGUNA DI MARANO E GRADO

SUOLI AGRICOLI ADIACENTI AL SITO INQUINATO DI INTERESSE NAZIONALE LAGUNA DI MARANO E GRADO SUOLI AGRICOLI ADIACENTI AL SIN LAGUNA DI MARANO E GRADO 175 SUOLI AGRICOLI ADIACENTI AL SITO INQUINATO DI INTERESSE NAZIONALE LAGUNA DI MARANO E GRADO La presenza di sostanze potenzialmente pericolose

Dettagli

RELAZIONE DI VALUTAZIONE

RELAZIONE DI VALUTAZIONE RELAZIONE DI VALUTAZIONE MONITORAGGIO AMBIENTALE DELL ARIA TERRITORIO DEL COMUNE DI CASORATE SEMPIONE 1. Scopo del monitoraggio Lo scopo del monitoraggio è quello di determinare l impatto ambientale generato

Dettagli

Ricerca di microinquinanti nel suolo del comune di Ferrara

Ricerca di microinquinanti nel suolo del comune di Ferrara Seminario Qualità dell aria e dintorni: recenti indagini di Approfondimento in provincia di Ferrara - 26 maggio 2008 Provincia di Ferrara Ricerca di microinquinanti nel suolo del comune di Ferrara in relazione

Dettagli

3 a Campagna di monitoraggio 23, 24 e 26 giugno 2008

3 a Campagna di monitoraggio 23, 24 e 26 giugno 2008 Rilevazione di PCDD/F e PCB diossina simili nei fumi di processo emessi dal camino E 312 dell impianto di agglomerazione AGL/2 dello stabilimento siderurgico ILVA S.p.A. di Taranto 3 a Campagna di monitoraggio

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell Aria con approfondimento sui livelli dei microinquinanti organici in aria ambiente

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell Aria con approfondimento sui livelli dei microinquinanti organici in aria ambiente Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia Via Lissa, 6 30174 Venezia Mestre Italy Tel. +39 041 5445511 Fax +39 041 5445500 e-mail: dapve@arpa.veneto.it Servizio Sistemi Ambientali Responsabile del Procedimento:

Dettagli

pubblicato su fanpage.it

pubblicato su fanpage.it EMERGENZA TERRA DEI FUOCHI RISULTATI INERENTI IL MONITORAGGIO STRAORDINARIO EFFETTUATI A FRONTE DELL EMERGENZA TERRA DEI FUOCHI A seguito dell emergenza terra dei fuochi è stato organizzato un campionamento

Dettagli

COMPLETAMENTO DEL PIANO DI CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DEL SITO PRODUTTIVO DISMESSO CENTRALE DEL LATTE DI VICENZA IN VIA MEDICI

COMPLETAMENTO DEL PIANO DI CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DEL SITO PRODUTTIVO DISMESSO CENTRALE DEL LATTE DI VICENZA IN VIA MEDICI REGIONE VENETO PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI VICENZA COMPLETAMENTO DEL PIANO DI CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DEL SITO PRODUTTIVO DISMESSO CENTRALE DEL LATTE DI VICENZA IN VIA MEDICI IN COMUNE DI VICENZA.

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE Arch. Alverio Camin Progetto Speciale Recupero Ambientale e Urbanistico delle aree Industriali - PAT REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE 1. Esperienza

Dettagli

Comune di Camposanto Provincia di Modena

Comune di Camposanto Provincia di Modena P r o g e t t o U r b a n i s t i c o Coordinamento di progetto: Codice Progetto Piano Particolareggiato di Iniziativa Privata Comparto D.2/IV "Martini"_ Aree artigianali e industriali di nuovo insediamento

Dettagli

Sulle matrici indagate sono stati determinati i livelli di concentrazione delle seguenti sostanze:

Sulle matrici indagate sono stati determinati i livelli di concentrazione delle seguenti sostanze: 1 La Relazione sui risultati preliminari dei Piani di monitoraggio sugli inquinanti ambientali nell area del Poligono interforze del salto di Quirra, predisposta dall Istituto zooprofilattico della Sardegna

Dettagli

STUDIO DI CARATTERIZZAZIONE

STUDIO DI CARATTERIZZAZIONE STUDIO DI CARATTERIZZAZIONE DELLO STATO AMBIENTALE DELL AREA CIRCOSTANTE IL TERMOVALORIZZATORE DEL GERBIDO MONITORAGGIO SUOLI Committente: PROVINCIA DI TORINO Torino 23 ottobre 2007 Relazione realizzata

Dettagli

6.1. Risultati simulazioni termovalorizzatore Osmannoro2000

6.1. Risultati simulazioni termovalorizzatore Osmannoro2000 pag. 217 6. Risultati Di seguito si riportano i risultati relativi alle diverse simulazioni di diffusione atmosferica degli inquinanti effettuate. In particolare sono riportati i risultati sotto forma

Dettagli

Attività di Arpa nell ambito della procedura di bonifica del sito Hera ex Gasometri. Maria Adelaide Corvaglia

Attività di Arpa nell ambito della procedura di bonifica del sito Hera ex Gasometri. Maria Adelaide Corvaglia Attività di Arpa nell ambito della procedura di bonifica del sito Hera ex Gasometri Maria Adelaide Corvaglia Bologna 26 novembre 2014 procedura di bonifica fasi procedura bonifica attività di Arpa criticità

Dettagli

Studi condotti dalla Metapontum Agrobios finalizzati alla valutazione dell impatto delle attività estrattive

Studi condotti dalla Metapontum Agrobios finalizzati alla valutazione dell impatto delle attività estrattive Studi condotti dalla Metapontum Agrobios finalizzati alla valutazione dell impatto delle attività estrattive Audizione III Commissione consiliare 26.10.2011 Studi realizzati Area di studio 2000-2005 Val

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA

RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA Risultati delle campagne di monitoraggio vento-selettive con campionatori Wind Select di ARPA Puglia nei comuni di Brindisi e di Torchiarolo (BR). BRINDISI, 30-04-2009

Dettagli

CARATTERIZZAZIONE DELL AMBIENTE MARINO CIRCOSTANTE LA PIATTAFORMA RSM-B

CARATTERIZZAZIONE DELL AMBIENTE MARINO CIRCOSTANTE LA PIATTAFORMA RSM-B VARIAZIONE PROGRAMMA LAVORI NELL AMBITO DELLA CONCESSIONE DI COLTIVAZIONE B.C8.LF : PERFORAZIONE DI NUOVI POZZI DI COLTIVAZIONE E ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ESISTENTI PER L OTTIMIZZAZIONE DEL RECUPERO

Dettagli

Tariffe per prestazioni di laboratorio a pagamento S.C. Medicina del Lavoro (Delibera Direttore Genelare N. 261 del 4/03/2009)

Tariffe per prestazioni di laboratorio a pagamento S.C. Medicina del Lavoro (Delibera Direttore Genelare N. 261 del 4/03/2009) Tariffe per prestazioni di laboratorio a pagamento S.C. Medicina del Lavoro (Delibera Direttore Genelare N. 261 del 4/03/2009) ANALISI DI INQUINANTI AERODISPERSI PRESTAZIONE Matrice Tecnica analitica Euro

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA

RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA Risultati della campagna di monitoraggio invernale vento-selettiva con campionatore Wind Select di ARPA Puglia nel comune di Torchiarolo (BR) BRINDISI, 31-08-2009 ARPA

Dettagli

Biomonitoraggio di metalli urinari nella popolazione residente nei pressi del termovalorizzatore di Torino

Biomonitoraggio di metalli urinari nella popolazione residente nei pressi del termovalorizzatore di Torino Biomonitoraggio di metalli urinari nella popolazione residente nei pressi del termovalorizzatore di Torino Monica Chiusolo 1, Ennio Cadum 1, Martina Gandini 1, Alessandro Alimonti 2, Beatrice Bocca 2,

Dettagli

Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di incenerimento di rifiuti

Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di incenerimento di rifiuti ALLEGATO 1 Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di incenerimento di rifiuti A. VALORI LIMITE DI EMISSIONE IN ATMOSFERA 1. Valori limite di emissione medi giornalieri a) Polveri

Dettagli

Qualità dell aria Torino, 8 febbraio 2011

Qualità dell aria Torino, 8 febbraio 2011 Qualità dell aria La rilevanza del fenomeno dell accumulo di biossido di azoto nella Pianura Padana rilevato da misure satellitari Concentrazione di biossido di azoto sull Europa tra Gennaio 2003 e Giugno

Dettagli

MANUALE GESTIONE QUALITÀ Laboratorio Analisi

MANUALE GESTIONE QUALITÀ Laboratorio Analisi 1,1,1-Tricloroetano Acqua APHA SMEW ed 22nd 2012, 6200/B 1,1,2-Tricloroetano Acqua APHA SMEW ed 22nd 2012, 6200/B 1,1-Dicloroetilene Acqua APHA SMEW ed 22nd 2012, 6200/B 1,2,4-Triclorobenzene Acqua APHA

Dettagli

SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI. ECOFELSINEA S.r.l. via Dei Poeti, 1/ Bologna(BO) ECOFELSINEA S.r.l.

SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI. ECOFELSINEA S.r.l. via Dei Poeti, 1/ Bologna(BO) ECOFELSINEA S.r.l. SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI Etichettatura e sigilli: Numero del Rapporto di Prova: 4176 Committente: Produttore del campione: MPS - Frantumato da demolizione ECOFELSINEA

Dettagli

150599-02 Emissioni gassose

150599-02 Emissioni gassose Rapporto di prova n Descrizione Accettazione Data Inizio prove Impianto: Emissioni gassose 150599 17-giu-15 Data fine prove 30-lug-15 Pagina 1\5 Spettabile: AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE

Dettagli

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda N 1 di 9 PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 1 2 3 Acque destinate al consumo umano, acque naturali Clostridium perfringens UNI EN ISO 19458:2006 + Rapporti ISTISAN 2007/5 Pag 48 Met ISS A 005A, Rapporti

Dettagli

IMPIANTO di TERMOVALORIZZAZIONE di RIFIUTI URBANI E SPECIALI NON PERICOLOSI. Stazione di Monitoraggio HERA via Barsanti - Forlì

IMPIANTO di TERMOVALORIZZAZIONE di RIFIUTI URBANI E SPECIALI NON PERICOLOSI. Stazione di Monitoraggio HERA via Barsanti - Forlì Sezione Provinciale di Forlì-Cesena Viale Livio Salinatore, 2 47121 - Forlì PEC: aoofc@cert.arpa.emr.it Tel. 543/451411 - Fax 543/451451 E-mail: Servizio Sistemi Ambientali Area Monitoraggio e Valutazione

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Via S.Marco (cimitero comunale) Periodo di attuazione: 12 aprile 17 maggio 2013 (semestre estivo) 18 settembre 29 ottobre 2013 (semestre invernale) RELAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012.

DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. 1. Premessa L art. 13 del DM 161/2012 prevede che al fine di

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 8 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque di scarico (domestici ed industriali) Alluminio, Antimonio, Arsenico, Bario, Berillio, Boro, Cadmio, Calcio, Cromo, Cobalto, Rame, Ferro, Piombo,

Dettagli

Tariffario per analisi di acqua potabile (Stato 7.1.2016)

Tariffario per analisi di acqua potabile (Stato 7.1.2016) Dipartimento della sanità e della socialità LABORATORIO CANTONALE Tariffario per analisi di acqua potabile (Stato 7.1.2016) Prestazioni di servizio del laboratorio cantonale per analisi di acqua potabile.

Dettagli

COMPOSIZIONE CHIMICA DEL FUMO PRINCIPALE DI SIGARETTA

COMPOSIZIONE CHIMICA DEL FUMO PRINCIPALE DI SIGARETTA COMPOSIZIONE CHIMICA DEL FUMO PRINCIPALE DI SIGARETTA Emilia Marchei, Manuela Pellegrini, Roberta Pacifici, Piergiorgio Zuccaro, Simona Pichini Istituto Superiore di Sanità, Dipartimento del Farmaco Viale

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 7 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque destinate al consumo umano Carica Batterica Totale a 22 C e 36 C MU 956:01 Coliformi fecali MU 953/1:01 Coliformi totali MU 952/1:01 Enterobatteri

Dettagli

RELAZIONE SUI DATI AMBIENTALI DELL AREA DI TARANTO

RELAZIONE SUI DATI AMBIENTALI DELL AREA DI TARANTO RELAZIONE SUI DATI AMBIENTALI DELL AREA DI TARANTO 1 PREMESSA Nell area tarantina sono presenti numerosi e diversificati elementi di pressione antropica, legati alla presenza di attività industriali oggetto,

Dettagli

Campione di prova per verifica efficienza ECAIA ionizer

Campione di prova per verifica efficienza ECAIA ionizer RAPPORTO DI PROVA N 5455/14 Data emissione 10/12/2014 SPETT. SANUSLIFE INTERNATIONAL GMBH/SRL Manötsch 15 39053 KARNEID (BZ) Data inizio prove 05/12/2014 Descrizione campione Campione di prova per verifica

Dettagli

Il Naftalene è il più semplice degli IPA. Cl 12

Il Naftalene è il più semplice degli IPA. Cl 12 Gli idrocarburi policiclici aromatici sono idrocarburi costituiti da due o più anelli benzenici uniti fra loro, in un unica struttura piana, attraverso coppie di atomi di carbonio condivisi fra anelli

Dettagli

Laboratorio CONSUL AB S.r.l. analisi chimiche e consulenze ambientali RAPPORTO DI PROVA N. : 586/14/M DEL: 26/03/2014

Laboratorio CONSUL AB S.r.l. analisi chimiche e consulenze ambientali RAPPORTO DI PROVA N. : 586/14/M DEL: 26/03/2014 Spett.le AUTOSERVIZI DE ZEN MICHELE s.a.s. Via del Capitello, 5 31011 Asolo (TV) RAPPORTO DI PROVA N. : 586/14/M DEL: 26/03/2014 DATI IDENTIFICATIVI DEL CAMPIONE N richiesta Prove : 2014 0586 Del : 17/03/2014

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Via Università, PORTICI (NA) Italia

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Via Università, PORTICI (NA) Italia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Via Università, 100 80055 PORTICI (NA) Italia L Operatore Dott. Pio Gialdi dell Istituto zooprofilattico sperimentale del mezzogiorno

Dettagli

Messa a punto di un metodo GC-MS per la determinazione di 16 IPA Idrocarburi Policiclici Aromatici nei molluschi bivalvi

Messa a punto di un metodo GC-MS per la determinazione di 16 IPA Idrocarburi Policiclici Aromatici nei molluschi bivalvi 22 Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'umbria e delle Marche Webzine Sanità Pubblica Veterinaria: Numero 59, Aprile 2010 [http://www.spvet.it/] ISSN 1592-1581 Messa a punto di un metodo GC-MS per

Dettagli

Caratteristiche dei sedimenti nei porti canale dell Emilia-Romagna

Caratteristiche dei sedimenti nei porti canale dell Emilia-Romagna Ravenna 26/09/2012 PROGETTO LIFE ENV/IT/426 COAST-BEST http://www.coast-best.eu Caratteristiche dei sedimenti nei porti canale dell Emilia-Romagna Action 2: Il prelievo dei campioni di sedimenti nei porti

Dettagli

(Rev. 1) DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012.

(Rev. 1) DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. (Rev. 1) DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. 1. Premessa L art. 13 del DM 161/2012 prevede che al

Dettagli

6.5. Risultati simulazioni sistema rifiuti e riscaldamento

6.5. Risultati simulazioni sistema rifiuti e riscaldamento Capitolo 6 Risultati pag. 301 6.5. Risultati simulazioni sistema rifiuti e riscaldamento Come già detto nel paragrafo 5.8, i risultati riportati in questo paragrafo fanno riferimento alle concentrazione

Dettagli

La sicurezza alimentare

La sicurezza alimentare PRIMO PIANO La sicurezza alimentare in relazione alla presenza di microinquinanti provenienti dai processi di incenerimento dei rifiuti DOTT. DAVIDE ZINGARIELLO Tecnico della Prevenzione nell Ambiente

Dettagli

Sabina Bellodi,, Enrica Canossa Ecosistema Urbano, Servizio Sistemi Ambientali ARPA sez.provinciale di Ferrara

Sabina Bellodi,, Enrica Canossa Ecosistema Urbano, Servizio Sistemi Ambientali ARPA sez.provinciale di Ferrara La Qualità dell Aria stimata: applicazioni modellistiche ADMS per uno studio della diffusione degli inquinanti atmosferici nel comune di Ferrara e aree limitrofe Sabina Bellodi,, Enrica Canossa Ecosistema

Dettagli

ARPAV AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E PROTEZIONE AMBIENTALE DEL VENETO DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI VENEZIA DIREZIONE

ARPAV AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E PROTEZIONE AMBIENTALE DEL VENETO DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI VENEZIA DIREZIONE RAPPORTO DI SINTESI SULL INCIDENTE PRESSO IL REPARTO TD5 DELL IMPIANTO DI PRODUZIONE DEL TDI DI PORTO MARGHERA DELLA DITTA DOW POLIURETANI ITALIA S.R.L. AVVENUTO NELLA SERATA DEL GIORNO 28 NOVEMBRE 2002.

Dettagli

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda N 1 di 8 PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 1 Acque 2,4'-DDT, dieldrin, d-hch, endrin, cis-clordano, b-hch, aldrin, alaclor, a-hch, 4,4'-DDT (o DDT), 4,4'-DDE (o DDE), 4,4'-DDD (o DDD), trans-clordano,

Dettagli

Risultati della caratterizzazione dei fumi

Risultati della caratterizzazione dei fumi Progetto Produzione di energia e sostanza organica dai sottoprodotti del vigneto Risultati della caratterizzazione dei fumi Paolo Giandon ARPAV Dipartimento Provinciale di Treviso Biella, 24 settembre

Dettagli

7.7 Indagini ambientali matrice suolo

7.7 Indagini ambientali matrice suolo 7.7 Indagini ambientali matrice suolo L area del Comune di Brescia interessata dal fenomeno di inquinamento del suolo è quella riportata nella mappa che segue. Sito nazionale Brescia Caffaro : Area Industriale

Dettagli

Data aggiornamento: 18/12/2014 CATALOGO DELLE PRESTAZIONI 2014 U.O. LABORATORIO DI MILANO SEDE LABORATORISTICA DI MONZA

Data aggiornamento: 18/12/2014 CATALOGO DELLE PRESTAZIONI 2014 U.O. LABORATORIO DI MILANO SEDE LABORATORISTICA DI MONZA Data aggiornamento: 18/12/2014 CATALOGO DELLE PRESTAZIONI 2014 U.O. LABORATORIO DI MILANO SEDE LABORATORISTICA DI MONZA TITOLAZIONE ACIDO-BASE Idrogenocarbonati - ALCALINITA' MT.MZ.064 rev.01 2008 Titolazione

Dettagli

Allegato 1 al Titolo III-bis alla Parte Quarta. Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di incenerimento di rifiuti

Allegato 1 al Titolo III-bis alla Parte Quarta. Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di incenerimento di rifiuti Allegato 1 al Titolo III-bis alla Parte Quarta Norme tecniche e valori limite di emissione per gli impianti di incenerimento di rifiuti A. VALORI LIMITE DI EMISSIONE IN ATMOSFERA 1. Valori limite di emissione

Dettagli

IL CASO DIOSSINE IN CAMPANIA

IL CASO DIOSSINE IN CAMPANIA IL CASO DIOSSINE IN CAMPANIA L allarme Diossina ha rappresentato in Campania uno dei più diffusi motivi di preoccupazione tra i cittadini, in gran parte a causa delle implicazioni sulla salute e sulla

Dettagli

Centrale Termoelettrica di Scarlino

Centrale Termoelettrica di Scarlino Centrale Termoelettrica di Scarlino Monitoraggio di Microcontaminanti Organici ed Inorganici su Recettori Sensibili RELAZIONE FINALE SULLE OPERAZIONI DI CAMPIONAMENTO ED ANALISI Prof. Eros Bacci Ordinario

Dettagli

ISTITUTO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE MARIO NEGRI

ISTITUTO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE MARIO NEGRI ISTITUTO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE MARIO NEGRI Via Giuseppe La Masa, 19-20156 Milano MI - Italy - www.marionegri.it tel +39 02 39014.1 - fax +39 02 354.6277 - mnegri@marionegri.it Monitoraggio di inquinanti,

Dettagli

METODI ANALISI EMISSIONI

METODI ANALISI EMISSIONI Accreditato ACCREDIA Parametri determinati in campo Anidride carbonica Ossigeno Temperatura C 1 UNI 10169:2001 Umidità g/nmc 0,01 UNI 10169:2001 Parametri Fisici, Chimici e Chimico-fisici Portata secca

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

INDAGINE AMBIENTALE PROVINCIA DI FERRARA COMUNE DI FERRARA

INDAGINE AMBIENTALE PROVINCIA DI FERRARA COMUNE DI FERRARA PROVINCIA DI FERRARA COMUNE DI FERRARA Committente: Università degli Studi di Ferrara Cantiere: Cona (FE), nuovo Arcispedale S.Anna INDAGINE AMBIENTALE Revisione n 0 Dicembre 2011 Tavole 3 Allegati 4 Sede

Dettagli

Confronto attuale-futuro (con termovalorizzatore a Case Passerini) sistema rifiuti e riscaldamento

Confronto attuale-futuro (con termovalorizzatore a Case Passerini) sistema rifiuti e riscaldamento Capitolo 6 Risultati pag. 447 Confronto attuale-futuro (con termovalorizzatore a Case Passerini) sistema rifiuti e riscaldamento Come già detto nel paragrafo 5.8, i risultati riportati in questo paragrafo

Dettagli

Comune di Avigliana PIANO DI UTILIZZO

Comune di Avigliana PIANO DI UTILIZZO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO Comune di Avigliana PIANO DI UTILIZZO T.U. D. Lgs. 152/2006 D.M. 10/08/2012 n.161 Regolamento recante la disciplina dell utilizzazione delle terre e rocce da scavo

Dettagli

Progetto Europeo MixBioPells

Progetto Europeo MixBioPells Progetto Europeo MixBioPells Dario Molinari CTI Cremona, 19/03/2011 Supported by: Partecipante Sigla Paese Ambito German Biomass Research Centre Bioenergy 2020+ GMBH Technical Research Centre of Finland

Dettagli

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA COMUNE DI BOLOGNA AEROPORTO G. MARCONI 8 luglio 31 agosto 2011

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA COMUNE DI BOLOGNA AEROPORTO G. MARCONI 8 luglio 31 agosto 2011 Sezione provinciale di Bologna Via F. Rocchi, 19 40138 Bologna BO tel. 051/396211 fax 051/396216 e-mail: urpbo@arpa.emr.it SSA - Area S.O. Valutazione e Monitoraggio Aria MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL

Dettagli

LA RETE SPECIALE DI MISURE DELLA QUALITA DELL ARIA OBIETTIVI GENERALI ED ASPETTI SPECIFICI SULLA SPECIAZIONE CHIMICA DEL PARTICOLATO.

LA RETE SPECIALE DI MISURE DELLA QUALITA DELL ARIA OBIETTIVI GENERALI ED ASPETTI SPECIFICI SULLA SPECIAZIONE CHIMICA DEL PARTICOLATO. LA RETE SPECIALE DI MISURE DELLA QUALITA DELL ARIA OBIETTIVI GENERALI ED ASPETTI SPECIFICI SULLA SPECIAZIONE CHIMICA DEL PARTICOLATO Cinzia Perrino CONSIGLIO NAZIONALE delle RICERCHE ISTITUTO sull INQUINAMENTO

Dettagli

RELAZIONE CONCLUSIVA SULL ATTIVITÀ DI SVOLTA RELATIVA AL PRO- GETTO DI RICERCA :

RELAZIONE CONCLUSIVA SULL ATTIVITÀ DI SVOLTA RELATIVA AL PRO- GETTO DI RICERCA : RELAZIONE CONCLUSIVA SULL ATTIVITÀ DI SVOLTA RELATIVA AL PRO- GETTO DI RICERCA : Metodologie a basso impatto ambientale per il miglioramento della qualità dei suoli e delle produzioni agricole oggetto

Dettagli

A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5

A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5 A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5 Analisi sui rifiuti in ingresso alla discarica Servizio di gestione operativa del sistema di smaltimento RSU dell ex bacino 12 di Sassari.

Dettagli