Rapporto finale di sintesi dei risultati delle indagini ambientali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rapporto finale di sintesi dei risultati delle indagini ambientali"

Transcript

1 HIA21 - Participative assessment of the health, environmental and socio-economic impacts resulting from urban waste treatment LIFE10 ENV/IT/ AZIONE D1 Rapporto finale di sintesi dei risultati delle indagini ambientali Maggio 2014

2 HIA21 - Participative assessment of the health, environmental and socio-economic impacts resulting from urban waste treatment LIFE10 ENV/IT/ SEZIONE I Relazione tecnica di sintesi sulla qualità dell aria

3 Sommario INTRODUZIONE... 1 CAP.1 - AREZZO Griglia di campionamento per Aria, Suolo, Acqua e Rumore Aria Determinazioni di inquinanti gassosi in aria Particolato atmosferico Determinazioni di PCDD/F e PCB nel particolato atmosferico (PM10) Determinazioni di PCB nel particolato atmosferico (PM10) Determinazioni di metalli nel particolato atmosferico (PM10) Determinazioni di IPA nel particolato atmosferico (PM10) CAP. 2 - LANCIANO Griglia di campionamento per Aria, Suolo, Acqua e Rumore Aria Determinazioni di inquinanti gassosi in aria... 18

4 INTRODUZIONE Le determinazioni analitiche effettuate sono state: per l aria; per il suolo; 15 per il rumore. Nell ambitodelprogettohia21lematricicampionateperiduesitisonoriportatinellafigura1.peridettagliele relazioniestesesirimandaaireportrelativi. FIGURA1Schemadicampionamentoperciascunamatrice FIGURA 1 Schema di campionamento per ciascuna matrice Volatile compounds (radiello technique) air soil water noise Particulate: dioxines, furans, PCBs, * metals Lanciano X X X X Arezzo X X X - X Tabella1.Schemadicampionamentoperciascunamatrice. Lacaratterizzazionedelleacquesotterraneenonèstatarealizzata.Acompletamentodelquadroambientaledi Arezzo, per questa matrice si rimanda alla banca dati disponibile online, gestita da ARPAT l agenzia per l ambientedellaregionetoscana. ALanciano,riguardoallasituazionedelleacque,sièpresoattoesisonoutilizzatiidatidiARTAAbruzzo L ARTA,Agenziaregionalepropostaperilcontrolloambientale,staeffettuandounavalutazioneperquanto riguarda il sito contaminato, relativamente al sottosuolo, quindi in HIA21 non sono state aggiunte altre determinazionirispettoaquelleufficialiprodottedall Agenzia. LarilevazionedelrumorenonèstatarealizzataaLanciano. CAP.1 - AREZZO 1.1 Griglia di campionamento per Aria, Suolo, Acqua e Rumore La definizione dei punti di campionamento delle matrici ambientali ad Arezzo deriva dall analisi della documentazioneprodottadaarpat(francalanci,2011;giovannini,2011)allalucedegliobiettividelprogetto. DallagrigliadicampionamentoconsideratadaARPAT(inclusivadi19stazioni)sonostatiscelti10puntisituati intorno all impianto, a cui sono stati aggiunti ulteriori tre punti di prelievo rappresentativi della massima ricadutadelpennacchiodifumoemessodalcaminodell inceneritore(cfr.giovannini,2011).lagrigliadefinitiva 1

5 èquindicompostada13stazionidicampionamento,concordateconarpat.ilcampionamentoambientalenelle stazioniidentificateintendesoddisfarel esigenzatecnicadioperaredeiconfronticondatipregressialfinedi individuare eventuali trend temporali negli scenari di inquinamento. In particolare, molti parametri inclusi nell analisidalprogettohia21sonoglistessiconsideratidafrancalanci(2011). In ciascun punto della griglia individuata si è proceduto al campionamento delle varie matrici con lievi aggiustamentispazialidettatidall orografiadelterritorio,dalladisponibilitàdisupportipericampionatoridella qualitàdell aria,dalladisponibilitàdipozzi/piezometri LagrigliadicampionamentoèstatadefinitasullascortadiduedocumentiARPAT: GiovanniniF.Studiointegrativosullericadutediinquinantiatmosfericinell areadisanzenorelazione finale;dicembre2011.dipartimentodimodellisticaprevisionale,arpatfirenze; FrancalanciR.Esperienzeregionali:Arezzo.ConvegnonazionaleImpiantidiincenerimento,esperienzedi studiemonitoraggionellaricercadellacompatibilitàambientale;23dicembre2011,pistoia. Ilsecondodiquestidocumentisiriferisceairisultatidianalisididiversematricifralequaliilterreno,in alcunipuntinell areadisanzeno;lagrigliaiviindividuataèstatapresacomebaseperladefinizionedella grigliadicampionamentoperhia21;aquestasisonoaggiuntiitrepuntiindividuatidallostudiodi Giovanninicomequellidimassimaricadutadeifumiemessidalcaminodell inceneritoreaisa.sièarrivati cosìadindividuareilreticolatodefinitivo,costituitoda13puntidicampionamento. Schemadeipuntidicampionamento. 2

6 Caratterizzazionedeipuntidicampionamento. LocalizzazionegeograficadeipuntidiprelievonelterritoriodelcomunediArezzo 1.2 Aria Determinazioni di inquinanti gassosi in aria Per il campionamento degli inquinanti gassosiè stato utilizzato il campionatore passivo Radiello. I Radiello configurati per il campionamento vanno agganciati all interno di box in polipropilene per proteggerli dalle intemperie.nelcasospecifico,inciascunboxsonostatiposizionati4campionatori(cov,h2s,no2so2,o3). 3

7 IDROGENOSOLFORATO BIOSSIDODIAZOTO OZONO BIOSSIDODIZOLFO Particolato atmosferico Determinazioni di PCDD/F e PCB nel particolato atmosferico (PM10) Campionamento con campionatore ad alto volume (1,07 m3/min) per 24 ore consecutive. Filtri in fibra di quarzo,8 10pollici,trattatesecondoquantostabilitonellasezioneIVdell allegatoxideldecretoministerialen 60del02/04/2002. Determinazione delle concentrazioni per gravimetria, tramite bilancia semimicro (quinta cifra decimale sulla scaladeigrammi)sartorius. 4

8 Ildecretocitatofissadeilimitiperlaconcentrazioneinariaambientedelparticolatoatmosfericonellafrazione granulometricainferioreai10 m(pm10): 50 g/m3nelperiododimediazionedi24ore,danonsuperareperpiùdi7voltenell annocivile; 20 g/m3nell annocivile. LeconcentrazioniosservateaS.Zenonei7puntidicampionamentosonoriassuntenellaseguentetabella: 5

9 Lamassainfgdeterminataperivaricongenerididiossineefuranièlaseguente: 6

10 InterminidiconcentrazionidiPCDDePCDFinariaambiente,questatabellasitraducenellaseguente: ConcentrazionediPCDD/FsulPM10neipuntidiArezzo(fg/g). Se,persemplicitàdiesposizione,non siconsideranoivaloriinferioriallod,lemedieperisingolicongeneri calcolateperi7puntidicampionamento,mostranovaloripiùelevatipergliesacloroedeptaclorodibenzofurani: 7

11 Non sono molti i lavori scientifici il cui scopo è quello di determinare diossine e furani in aria ambiente. Fra questisipossonocitare: Caserinietal.Chemosphere54(2004) ; Colomboetal.Chemosphere90(2013) ; Moscaetal.EnvironSciPollutRes19(2012) ; Ragazzietal.WasteManagement&Research,31(2013) HIA21 Caserinietal. Colomboetal. Moscaetal. Ragazzietal. Range PCDD+PCDF (fg TEQ /gs.s.) 27,20 76, ,04 37,

12 Determinazioni di PCB nel particolato atmosferico (PM10) LamatricedeidatirelativiallaconcentrazionedeisingolicongeneridiPCBreperitasufiltroèlaseguente(fg/g): FR9 FR2 FR1 FR7G3 FR4 FR6 FR10 PCB81 1,12 1,64 0,77 1,13 0,96 1,22 0,99 PCB77 23,28 7,96 10,59 17,85 0,98 21,14 16,34 PCB123 1,16 1,33 1,45 0,90 0,69 0,65 0,77 PCB118 92,40 64,24 87,18 196,43 37,73 60,24 59,12 PCB114 1,18 1,32 1,36 4,31 0,70 0,62 0,74 PCB105 47,96 36,04 35,02 74,67 15,36 1,67 29,93 PCB126 1,46 0,90 0,95 0,86 0,92 1,20 0,67 PCB167 7,69 5,90 10,20 20,14 0,67 3,63 5,04 PCB156 22,35 13,67 23,22 45,54 0,55 8,66 10,61 PCB157 1,13 3,23 3,93 7,70 0,69 0,71 1,97 PCB169 1,26 1,49 0,88 0,91 1,05 1,39 0,67 PCB189 1,80 1,72 5,02 7,49 1,08 1,00 1,20 PCB28 64,35 67,67 61,28 210,81 109,16 37,46 100,41 PCB52 87,44 102,24 70,67 177,39 43,70 50,56 87,75 PCB ,58 113,23 93,03 203,73 39,50 55,95 55,47 PCB118 92,40 64,24 87,18 196,43 37,73 60,24 59,12 PCB ,45 138,48 225,03 476,08 41,80 66,38 80,10 PCB ,19 135,19 180,29 419,65 41,54 63,82 91,70 PCB ,81 111,89 174,16 531,43 36,69 35,16 65,53 TRICl 99,52 93,65 80,52 578,40 252,16 45,06 136,03 TETRACl 386,62 551,04 721,89 664,21 167,88 234,33 365,31 PENTACl 433,53 348,33 381,17 780,46 143,29 240,82 290,30 ESACl 423,13 433,53 663, ,06 115,91 195,60 273,73 EPTACl 295,59 219,41 361, ,77 61,00 52,62 134,76 OCTACl 87,47 18,70 125,21 225,24 0,88 6,91 31,32 PCBTotali 1725, , , ,34 756,53 780, ,68 9

13 FR9 FR2 FR1 FR7G3 FR4 FR6 FR10 PCB81 1,12 1,64 0,77 1,13 0,96 1,22 0,99 PCB77 23,28 7,96 10,59 17,85 0,98 21,14 16,34 PCB123 1,16 1,33 1,45 0,90 0,69 0,65 0,77 PCB118 92,40 64,24 87,18 196,43 37,73 60,24 59,12 PCB114 1,18 1,32 1,36 4,31 0,70 0,62 0,74 PCB105 47,96 36,04 35,02 74,67 15,36 1,67 29,93 PCB126 1,46 0,90 0,95 0,86 0,92 1,20 0,67 PCB167 7,69 5,90 10,20 20,14 0,67 3,63 5,04 PCB156 22,35 13,67 23,22 45,54 0,55 8,66 10,61 PCB157 1,13 3,23 3,93 7,70 0,69 0,71 1,97 PCB169 1,26 1,49 0,88 0,91 1,05 1,39 0,67 PCB189 1,80 1,72 5,02 7,49 1,08 1,00 1,20 PCB28 64,35 67,67 61,28 210,81 109,16 37,46 100,41 PCB52 87,44 102,24 70,67 177,39 43,70 50,56 87,75 PCB ,58 113,23 93,03 203,73 39,50 55,95 55,47 PCB118 92,40 64,24 87,18 196,43 37,73 60,24 59,12 PCB ,45 138,48 225,03 476,08 41,80 66,38 80,10 PCB ,19 135,19 180,29 419,65 41,54 63,82 91,70 PCB ,81 111,89 174,16 531,43 36,69 35,16 65,53 TRICl 99,52 93,65 80,52 578,40 252,16 45,06 136,03 TETRACl 386,62 551,04 721,89 664,21 167,88 234,33 365,31 PENTACl 433,53 348,33 381,17 780,46 143,29 240,82 290,30 ESACl 423,13 433,53 663, ,06 115,91 195,60 273,73 EPTACl 295,59 219,41 361, ,77 61,00 52,62 134,76 OCTACl 87,47 18,70 125,21 225,24 0,88 6,91 31,32 PCBTotali 1725, , , ,34 756,53 780, ,68 L istogrammarelativoalleconcentrazionidipcbtotalipersingolopuntodicampionamentoèilseguente: 10

14 L istogrammarelativoalleconcentrazionimediepersingolocongenereèilseguente(fg/g): IldatobibliograficodiriferimentotrovatoinletteraturaèquellocontenutonelgiàcitatostudiodiColomboet al., che indica concentrazioni molto superiori a quelle osservate a S. Zeno. Il sito oggetto di questo studio, tuttavia,èparticolare. Studio Colomboetal. RangePCBtotali(fg/g) HIA21 756, , Determinazioni di metalli nel particolato atmosferico (PM10) Ilriferimentonormativoperquantoriguardaleconcentrazionidimetallipesantiinatmosfera,èrappresentato dald.lvo.13/08/2010n.155,chefissailimitisoloperalcunespecie: Metallo Piombo Arsenico Cadmio Nichel Limitedilegge 0,5g/m 3 6ng/m 3 5ng/m 3 20ng/m 3 Anche in questo caso le analisi sono state condotte tramite spettrometriadimassaaplasmaaccoppiatoinduttivamente,tecnica moltosensibile,checonsentediscendereavalorimoltobassi. Ancheinquestocasosonostateconsiderateledeterminazionidi35 metalli;10diessi(b,as,cr,zn,ga,rb,sr,te,cs,ba)sonorisultati nondeterminabili(concentrazioniinferiorialletracce). Perimetallinormali,leconcentrazionisonorisultateovunque inferioriailimitidilegge;inquestosensoirisultati corroborano quantovistoperiterreni. 11

15 Lamatriceriassuntivadelleconcentrazionièlaseguente(concentrazioniinng/m3): 12

16 Determinazioni di IPA nel particolato atmosferico (PM10) IlriferimentonormativoperlapresenzadiIdrocarburiPolicicliciAromaticiinariaambienteèilgiàvistoD.Lo 13/08/2010n.155,(All.XIII)chefissaunlimiteperilsolobenzo(a)pirenea1ng/m3. Ladeterminazioneanaliticaèstataeffettuatamediantegascromatografiaaccoppiataallaspettrometriadimassa (GCMS) LagrigliariassuntivadeirisultatidiconcentrazioneottenutiaS.Zenoèlaseguente(concentrazioniinng/m3): 13

17 Perilpuntochepresentalaconcentrazionedibenzo(a)pirenepiùalta(FR10),siparlacomunquedivaloridioltre 15volteinferioriallimitedilegge. SonomoltiglistudichevannoadeterminareleconcentrazionidiIPAinariaambiente.Tral altromolteretidi monitoraggio atmosferico sono dotate della strumentazione per monitorare in continuo la presenza di benzo(a)pirene.peroperareunconfrontoconidatiosservatiinhia21,cisipuòlimitare,inquestasedeadatia livelloregionale(arpat). FR9 FR2 FR1 FR7G3 FR4 FR6 FR10 Fenantrene 0,02 0,01 0,01 0,06 0,02 0,03 0,05 Antracene <0,01 <0,01 <0,01 0,01 <0,01 <0,01 <0,01 Fluorantene 0,02 <0,01 0,01 0,08 0,01 0,03 0,06 Pirene 0,03 <0,01 0,01 0,06 0,02 0,04 0,08 Benzo(a)antracene 0,02 0,01 0,02 0,03 0,01 0,03 0,05 Crisene 0,06 0,02 0,02 0,11 0,03 0,06 0,12 Benzo(b)fluorantene 0,05 0,03 0,03 0,10 0,04 0,04 0,10 Benzo(k)fluorantene 0,04 0,03 0,03 0,06 0,03 0,05 0,06 Benzo(e)pirene 0,03 0,03 0,03 0,07 0,03 0,04 0,09 Benzo(a)pirene 0,03 0,03 0,02 0,04 0,02 0,03 0,06 Perilene 0,02 <0,01 0,01 0,04 0,01 0,02 0,02 Indeno(1,2,3cd)pirene 0,01 0,03 0,02 0,03 0,02 0,02 0,03 Dibenzo(a,h)antracene <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 Benzo(g,h,i)perilene 0,03 0,04 0,04 0,06 0,04 0,04 0,06 Dibenzo(a,l)pirene <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 Dibenzo(a,e)pirene <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 Dibenzo(a,i)pirene <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 Dibenzo(a,h)pirene <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 <0,01 IldipartimentodiPiombinomonitoralaqualitàdell ariaperilbenzo(a)pireneintrestazionidal 99: 14

18 StazioneCotone:dal2008valoricompresifra0,66ng/m3e0,37ng/m3(al12/2012),incostantediscesa; StazioneviadellaPace:dal2008al12/2012valoricompresifra0,16ng/m3e0,35ng/m3; StazioneviaFerrer:dal2006al12/2012valoricompresifra0,14ng/m3e0,39ng/m3. 15

19 CAP. 2 - LANCIANO 2.1 Griglia di campionamento per Aria, Suolo, Acqua e Rumore AdifferenzadiquantofattoadArezzo,perladeterminazionedellagrigliadicampionamentodelsitodiLanciano non ci si è potuti basare su studi pregressi effettuati da Enti di controllo indipendenti, in quanto, in fase di raccolta delle informazioni (azione B.3), non si sono individuati lavori dell Agenzia Regionale di Tutela Ambientale (ARTA), eseguiti nell area specifica della discarica di Cerratina, all esterno del perimetro dell impianto.leinformazioniraccoltenell ambitodellacitataazioneb.3comprendonocaratterizzazionidelsito, analisidirischiositospecifica,analisidirischiosanitario,edaltro,marelativeall areainternaall impianto.la definizionedellagriglia,pertanto,haseguitouncriteriocasuale,secondoilqualel areaintornoalladiscaricaè stata suddivisa in maglie regolari di circa un Km di lato, nei nodi delle quali sono stati individuati i punti di campionamento. Alla luce delle informazioni esistenti si è giunti a definire la seguente griglia, composta da 17 stazioni di campionamentoperaria,terrenoeparticolato; 16

20 e22stazionidicampionamentoperl acqua Inciascunpuntodellagrigliasièeffettuatoilcampionamentoperciascunamatrice.Allagrigliadefinitaèstato affiancatounpuntodiprelevodetto bianco dautilizzarecome controllo. 17

21 2.2 Aria Determinazionidiinquinantigassosiinaria Perlacaratterizzazionedellaqualitàdell aria,ilprogettoprevedeladeterminazionediinquinantigassosi.peril campionamento degli inquinanti gassosi è stato utilizzato il campionatore passivo Radiello. I Radiello configurati per il campionamento vanno agganciati all interno di box in polipropilene per proteggerli dalle intemperie.nelcasospecifico,inciascunboxsonostatiposizionati4campionatori(cov,h2s,no2so2,o3). Le concentrazioni delle altre sostanze analizzate (MTBE,1,1,1Tricloroetano, Tricloroetilene, Tetracloroetilene, Stirene, 1,2,4Trimetilbenzene, 1,4Diclorobenzene, (+)Limonene) hanno presentato valori quasi sempre inferioriallimitediquantificazione. 18

22 OZONO IDROGENOSOLFORATO 19

23 BIOSSIDIDIAZOTO BENZENE ALTRIAROMATICI BUTILACETATO XILENE 20

24 AncheaLanciano,comeadArezzo,ivaloriosservatisonomoltobassi.Ilsitonelqualesonostatedeterminatele concentrazioni mediamente più elevate è quello denominato C13, che si trova relativamente lontano dalla discarica.danotarecomevaloriparagonabiliaquestosianostatiosservatinelbianco;inquest ultimocasonon sipuòescludereunruolodellavicinazonaindustriale ValdiSangro,cherappresentailpiùestesoagglomerato produttivodellaprovinciadichieti. Per Lanciano si dispone di dati pregressi relativi ad analisi di autocontrollo o a piani di caratterizzazione e/o bonifica dell area della discarica. Questi documenti, però, non hanno mai preso in considerazione la determinazionedidiossine,furaniepoliclorobifenilinellamatricesuolo,pertantononèpossibileoperare,per Lanciano,alcunconfrontofradatipregressiedatiprodottinell ambitodihia21. 21

Valutazioni e analisi di microinquinanti

Valutazioni e analisi di microinquinanti Valutazioni e analisi di microinquinanti LA RETE DI MONITORAGGIO CON STAZIONI FISSE SUL TERRITORIO REGIONALE 25 STAZIONI FISSE suddivise in 14 URBANE 9 INDUSTRIALI 2 RURALI ~ 150 parametri misurati Superamenti

Dettagli

Tariffe per prestazioni di laboratorio a pagamento S.C. Medicina del Lavoro (Delibera Direttore Genelare N. 261 del 4/03/2009)

Tariffe per prestazioni di laboratorio a pagamento S.C. Medicina del Lavoro (Delibera Direttore Genelare N. 261 del 4/03/2009) Tariffe per prestazioni di laboratorio a pagamento S.C. Medicina del Lavoro (Delibera Direttore Genelare N. 261 del 4/03/2009) ANALISI DI INQUINANTI AERODISPERSI PRESTAZIONE Matrice Tecnica analitica Euro

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Via S.Marco (cimitero comunale) Periodo di attuazione: 12 aprile 17 maggio 2013 (semestre estivo) 18 settembre 29 ottobre 2013 (semestre invernale) RELAZIONE

Dettagli

Progetto Sito di Ferrara Nuova Torcia MTD (Migliore Tecnologia Disponibile) per Basell Poliolefine Italia S.r.l.

Progetto Sito di Ferrara Nuova Torcia MTD (Migliore Tecnologia Disponibile) per Basell Poliolefine Italia S.r.l. Progetto Sito di Ferrara Nuova Torcia MTD (Migliore Tecnologia Disponibile) per Basell Poliolefine Italia S.r.l. Comunicazione al pubblico ai sensi del PMA approvato con prescrizioni da ISPRA (Istituto

Dettagli

ATTIVITÀ CONDOTTE DA ARPA

ATTIVITÀ CONDOTTE DA ARPA ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO AMBIENTALE 8 giugno 2010 Sezione Provinciale di Ferrara Via Bologna, 534 44124 Ferrara ATTIVITÀ CONDOTTE DA ARPA Ricerca di microinquinanti in suoli superficiali della provincia

Dettagli

Tab.1 Punti di monitoraggio oggetto di campionamento di suolo

Tab.1 Punti di monitoraggio oggetto di campionamento di suolo ARPAT Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana Dipartimento Provinciale di Arezzo U.O. C. Prevenzione e Controlli Ambientali Integrati 52100 Arezzo - viale Maginardo, 1 tel. 0575939105

Dettagli

LA RETE SPECIALE DI MISURE DELLA QUALITA DELL ARIA OBIETTIVI GENERALI ED ASPETTI SPECIFICI SULLA SPECIAZIONE CHIMICA DEL PARTICOLATO.

LA RETE SPECIALE DI MISURE DELLA QUALITA DELL ARIA OBIETTIVI GENERALI ED ASPETTI SPECIFICI SULLA SPECIAZIONE CHIMICA DEL PARTICOLATO. LA RETE SPECIALE DI MISURE DELLA QUALITA DELL ARIA OBIETTIVI GENERALI ED ASPETTI SPECIFICI SULLA SPECIAZIONE CHIMICA DEL PARTICOLATO Cinzia Perrino CONSIGLIO NAZIONALE delle RICERCHE ISTITUTO sull INQUINAMENTO

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SANITA'

DIREZIONE GENERALE SANITA' 2275 13/03/2013 Identificativo Atto n. 180 DIREZIONE GENERALE ANITA' AGGIORNAMENTO DEL REGITRO DELLA REGIONE LOMBARDIA DEI LABORATORI CHE EFFETTUANO ANALII NELL'AMBITO DELLE PROCEDURE DI AUTOCONTROLLO

Dettagli

Confronto tra concentrazioni limite accettabili ex D.M. 471/99 e concentrazioni soglia di contaminazione ex D.Lgs 152/06.

Confronto tra concentrazioni limite accettabili ex D.M. 471/99 e concentrazioni soglia di contaminazione ex D.Lgs 152/06. Confronto tra concentrazioni limite accettabili ex D.M. 471/99 e concentrazioni soglia di contaminazione ex D.Lgs 152/06 Acque sotterranee D.M. 471/99 D.Lgs. 152/06 Sostanze Valori limite (μ/l) Sostanze

Dettagli

Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente Ligure

Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente Ligure Validazione della Caratterizzazione Ambientale dei Cantieri Navali Michelini s.r.l. V.le S. Bartolomeo S.I.N. Pitelli La Spezia 1 Indice INDICE...2 1 PREMESSA...3 2 RISULTATI DELLA CARATTERIZZAZIONE...5

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 6 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acqua sotterranea, superficiale potabile, Acqua di scarico, percolato Idrocarburi totali come n-esano APAT CNR IRSA 5160B2 Man 29 2003 Acque di scarico

Dettagli

EMISSIONI IN ATMOSFERA DA CENTRALI A TURBOGAS A cura di Arpa Sezione di Piacenza e Ferrara

EMISSIONI IN ATMOSFERA DA CENTRALI A TURBOGAS A cura di Arpa Sezione di Piacenza e Ferrara EMISSIONI IN ATMOSFERA DA CENTRALI A TURBOGAS A cura di Arpa Sezione di Piacenza e Ferrara Premessa In questo documento si vogliono approfondire gli elementi tecnici caratteristici delle emissioni in atmosfera

Dettagli

RELAZIONE SULLA CONFORMITA AMBIENTALE DEI TERRENI

RELAZIONE SULLA CONFORMITA AMBIENTALE DEI TERRENI studio montanari & partners via lusardi, 10 20122 milano t +39.0258317320 f +39.0258313397 studio@smp.mi.it www.smp.mi.it CASSA EDILE DI MILANO Via San Luca, 6 20122 Milano IMMOBILIARE AZZURRA S.r.L. Via

Dettagli

MONITORAGGIO DEL SUOLO

MONITORAGGIO DEL SUOLO Dipartimento Provinciale di Treviso Servizio Suoli MONITORAGGIO DEL SUOLO DETERMINAZIONE DELLE CONCENTRAZIONI DI MICROINQUINANTI ORGANICI PRIMA RILEVAZIONE A SCALA REGIONALE 2010-2013 REPORT INTERMEDIO

Dettagli

AL PERSONALE DOCENTE e NON DEOCENTE. CIRCOLARE n 157

AL PERSONALE DOCENTE e NON DEOCENTE. CIRCOLARE n 157 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Liceo Scientifico, Liceo Classico, Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico Tito Lucrezio Caro 35013 CITTADELLA (PD) - Via Alfieri, 58 tel. 049 5971313 - fax 049 5970692

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 4 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque civili, industriali, reflue, sotterranee e superficiali Fluoruri, bromuri, cloruri, nitrati, nitriti, fosfati, solfati Metalli disciolti: Argento,

Dettagli

Decreto Ministeriale 14 aprile 2009, n. 56

Decreto Ministeriale 14 aprile 2009, n. 56 Decreto Ministeriale 14 aprile 2009, n. 56 Acque superficiali Tab. 1/A Standard di qualità nella colonna d acqua per le sostanze dell elenco di priorità 1 2 (1) Le sostanze contraddistinte dalla lettera

Dettagli

Campione di prova per verifica efficienza ECAIA ionizer

Campione di prova per verifica efficienza ECAIA ionizer RAPPORTO DI PROVA N 5455/14 Data emissione 10/12/2014 SPETT. SANUSLIFE INTERNATIONAL GMBH/SRL Manötsch 15 39053 KARNEID (BZ) Data inizio prove 05/12/2014 Descrizione campione Campione di prova per verifica

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia Via Lissa, 6 30171 Venezia Mestre - Italy Tel. +39 041 5445511 Fax +39 041 5445500 e-mail: dapve@arpa.veneto.it Servizio Sistemi Ambientali Responsabile del Procedimento:

Dettagli

RELAZIONE DI VALUTAZIONE

RELAZIONE DI VALUTAZIONE RELAZIONE DI VALUTAZIONE MONITORAGGIO AMBIENTALE DELL ARIA TERRITORIO DEL COMUNE DI CASORATE SEMPIONE 1. Scopo del monitoraggio Lo scopo del monitoraggio è quello di determinare l impatto ambientale generato

Dettagli

PROGETTO OPERATIVO DEGLI INTERVENTI DI BONIFICA

PROGETTO OPERATIVO DEGLI INTERVENTI DI BONIFICA committente Comune di Pesaro PROGETTO OPERATIVO DEGLI INTERVENTI DI BONIFICA ai sensi del D.Lgs. 152/06 sito Area Centro Direzionale Benelli sottocomparto 1 via Morosini, 12 Pesaro (PU) PROGETTO N : B3

Dettagli

MONITORAGGIO DEL SUOLO E ALTRI MONITORAGGI

MONITORAGGIO DEL SUOLO E ALTRI MONITORAGGI MONITORAGGIO DEL SUOLO E ALTRI MONITORAGGI 16 febbraio 2011 Sezione Provinciale di Ferrara Via Bologna, 534 44124 Ferrara ENRICA CANOSSA-MANUELA MENGONI-CLAUDIA MILAN (ecanossa@arpa.emr.it) (mmengoni@arpa.emr.it)

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Comune di Castelnuovo Piazza degli Alpini Periodo di attuazione: 15/8/214 3/11/214 (periodo estivo) 29/1/214 13/3/214 (periodo invernale) RELAZIONE TECNICA

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 8 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque di scarico (domestici ed industriali) Alluminio, Antimonio, Arsenico, Bario, Berillio, Boro, Cadmio, Calcio, Cromo, Cobalto, Rame, Ferro, Piombo,

Dettagli

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda N 1 di 5 PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 1 2 3 Acque potabili, naturali, industriali, di scarico Alluminio, Antimonio, Arsenico, Bario, Berillio, Boro, Cadmio, Calcio, Cobalto, Cromo, Ferro, Magnesio,

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Comune di San Martino Buon Albergo Via Serena Periodo di attuazione: 7/8 / (semestre estivo) 6 8/4 (semestre invernale) RELAZIONE TECNICA Realizzato a cura

Dettagli

OFFERTA DI PRESTAZIONI DELLA UF IGIENE INDUSTRIALE

OFFERTA DI PRESTAZIONI DELLA UF IGIENE INDUSTRIALE Pagina 1 di 7 Aldeidi Aldeide formica (A) R MPI001 HPLC 15,11 HIach3 Aldeide acetica (A) R MPI001 HPLC 15,11 HIach3 Acroleina (A) R MPI001 HPLC 15,11 HIach3 Benzaldeide R MPI003 HPLC 15,11 HIach3 Benzaldeide

Dettagli

"Valutazione partecipata degli impatti sanitari, ambientali e socioeconomici derivanti dal trattamento di rifiuti urbani"

Valutazione partecipata degli impatti sanitari, ambientali e socioeconomici derivanti dal trattamento di rifiuti urbani LIFE Project Number LIFE10 ENV/IT/331 Monthly Report Reporting Date April 2014 LIFE+ PROJECT NAME "Valutazione partecipata degli impatti sanitari, ambientali e socioeconomici derivanti dal trattamento

Dettagli

Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro

Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro Aprile Maggio 2015 1 Pag / indice 03 / Scopo della campagna di monitoraggio 03 / Scelta del sito di monitoraggio 05 / Misure effettuate

Dettagli

ARPAV AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E PROTEZIONE AMBIENTALE DEL VENETO DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI VENEZIA DIREZIONE

ARPAV AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E PROTEZIONE AMBIENTALE DEL VENETO DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI VENEZIA DIREZIONE RAPPORTO DI SINTESI SULL INCIDENTE PRESSO IL REPARTO TD5 DELL IMPIANTO DI PRODUZIONE DEL TDI DI PORTO MARGHERA DELLA DITTA DOW POLIURETANI ITALIA S.R.L. AVVENUTO NELLA SERATA DEL GIORNO 28 NOVEMBRE 2002.

Dettagli

METODI ANALISI TERRENO

METODI ANALISI TERRENO Data aggiornamento 0/0/202 Accreditato ACCREDIA Residui residuo a 600 C DM 3/09/999 SO n 85 GU n 248 2/0/999 Met II.2 residuo secco a 05 C DM 3/09/999 SO n 85 GU n 248 2/0/999 Met II.2 umidità DM 3/09/999

Dettagli

IL MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA NELLA PROVINCIA DI TREVISO. Comune di Spresiano. Via Montello

IL MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA NELLA PROVINCIA DI TREVISO. Comune di Spresiano. Via Montello IL MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA NELLA PROVINCIA DI TREVISO Via Montello Periodo di indagine: 01 Settembre 03 Ottobre 2011 Realizzato a cura di A.R.P.A.V. Dipartimento Provinciale di Treviso Ing.

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N. 702/14

RAPPORTO DI PROVA N. 702/14 Data emissione: 23 settembre 2014 Committente: RUGGERI SERVICE SpA - Strada Statale 275 Maglie Leuca, Muro Leccese(LE) Sito di provenienza: Stabilimento di Muro Leccese Matrice dichiarata: Emissioni in

Dettagli

Qualità dell aria Torino, 8 febbraio 2011

Qualità dell aria Torino, 8 febbraio 2011 Qualità dell aria La rilevanza del fenomeno dell accumulo di biossido di azoto nella Pianura Padana rilevato da misure satellitari Concentrazione di biossido di azoto sull Europa tra Gennaio 2003 e Giugno

Dettagli

THEOLAB S.p.A. Corso Europa, 600/A Volpiano (TO)

THEOLAB S.p.A. Corso Europa, 600/A Volpiano (TO) 1 NUOVA NORMATIVA CLASSIFICAZIONE RIFIUTI Febbraio Giugno 2015 Legge 11 agosto 2014 n. 116 conversione del D.L. 24 giugno 2014, n. 91 Decisione della Commissione n. 2014/955/UE del 18 dicembre 2014 (in

Dettagli

RELAZIONE SUI DATI AMBIENTALI DELL AREA DI TARANTO

RELAZIONE SUI DATI AMBIENTALI DELL AREA DI TARANTO RELAZIONE SUI DATI AMBIENTALI DELL AREA DI TARANTO 1 PREMESSA Nell area tarantina sono presenti numerosi e diversificati elementi di pressione antropica, legati alla presenza di attività industriali oggetto,

Dettagli

Attività di Arpa nell ambito della procedura di bonifica del sito Hera ex Gasometri. Maria Adelaide Corvaglia

Attività di Arpa nell ambito della procedura di bonifica del sito Hera ex Gasometri. Maria Adelaide Corvaglia Attività di Arpa nell ambito della procedura di bonifica del sito Hera ex Gasometri Maria Adelaide Corvaglia Bologna 26 novembre 2014 procedura di bonifica fasi procedura bonifica attività di Arpa criticità

Dettagli

MICRO-B srl Via Cremona, 25/b 46041 Asola (MN) C.F. : 02140460201 P. Iva: 02140460201 Tel. : 0376 712079 Fax : 0376 719207 Web: www.micro-b.it e-mail: info@micro-b.it Reg. Imp. : Cap. Soc. i.v. : MN 02140460201

Dettagli

Data aggiornamento: 18/12/2014 CATALOGO DELLE PRESTAZIONI 2014 U.O. LABORATORIO DI MILANO SEDE LABORATORISTICA DI MONZA

Data aggiornamento: 18/12/2014 CATALOGO DELLE PRESTAZIONI 2014 U.O. LABORATORIO DI MILANO SEDE LABORATORISTICA DI MONZA Data aggiornamento: 18/12/2014 CATALOGO DELLE PRESTAZIONI 2014 U.O. LABORATORIO DI MILANO SEDE LABORATORISTICA DI MONZA TITOLAZIONE ACIDO-BASE Idrogenocarbonati - ALCALINITA' MT.MZ.064 rev.01 2008 Titolazione

Dettagli

Il contributo del Sistema Nazionale per la Protezione dell'ambiente alla Sicurezza Alimentare: l'esperienza di Arpa Piemonte

Il contributo del Sistema Nazionale per la Protezione dell'ambiente alla Sicurezza Alimentare: l'esperienza di Arpa Piemonte Il contributo del Sistema Nazionale per la Protezione dell'ambiente alla Sicurezza Alimentare: l'esperienza di Arpa Piemonte Angelo ROBOTTO Direttore Generale ARPA Piemonte Ambiente Sano per una Alimentazione

Dettagli

Allegato 1 Trend dei monitoraggio da stazioni fisse

Allegato 1 Trend dei monitoraggio da stazioni fisse Allegato 1 Trend dei monitoraggio da stazioni fisse Indice 1 / A1.1 Particolato fine (PM 10) 7 / A1.2 Particolato fine (PM 2.5) 11 / A1.3 Biossido di azoto (NO 2) 14 / A1.4 Monossido di carbonio (CO) 17

Dettagli

COMPOSIZIONE CHIMICA DEL FUMO PRINCIPALE DI SIGARETTA

COMPOSIZIONE CHIMICA DEL FUMO PRINCIPALE DI SIGARETTA COMPOSIZIONE CHIMICA DEL FUMO PRINCIPALE DI SIGARETTA Emilia Marchei, Manuela Pellegrini, Roberta Pacifici, Piergiorgio Zuccaro, Simona Pichini Istituto Superiore di Sanità, Dipartimento del Farmaco Viale

Dettagli

Il Naftalene è il più semplice degli IPA. Cl 12

Il Naftalene è il più semplice degli IPA. Cl 12 Gli idrocarburi policiclici aromatici sono idrocarburi costituiti da due o più anelli benzenici uniti fra loro, in un unica struttura piana, attraverso coppie di atomi di carbonio condivisi fra anelli

Dettagli

SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI. ECOFELSINEA S.r.l. via Dei Poeti, 1/ Bologna(BO) ECOFELSINEA S.r.l.

SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI. ECOFELSINEA S.r.l. via Dei Poeti, 1/ Bologna(BO) ECOFELSINEA S.r.l. SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI Etichettatura e sigilli: Numero del Rapporto di Prova: 4176 Committente: Produttore del campione: MPS - Frantumato da demolizione ECOFELSINEA

Dettagli

ARPAV DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI VERONA

ARPAV DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI VERONA ARPAV DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI VERONA La qualliità dellll ariia iin proviinciia e nell comune dii Verona Siintesii - anno 2011 Dipartimento Provinciale ARPAV di Verona 1 A cura di: Francesca Predicatori

Dettagli

LABORATORIO DI ANATOMIA PATOLOGICA

LABORATORIO DI ANATOMIA PATOLOGICA LABORATORIO DI ANATOMIA PATOLOGICA riduzione dei pezzi anatomici formaldeide inclusione in paraffina preparazione dei vetrini e fissaggio xilene ed etanolo colorazione automatica o manuale FORMALDEIDE

Dettagli

150599-02 Emissioni gassose

150599-02 Emissioni gassose Rapporto di prova n Descrizione Accettazione Data Inizio prove Impianto: Emissioni gassose 150599 17-giu-15 Data fine prove 30-lug-15 Pagina 1\5 Spettabile: AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE

Dettagli

Messa a punto di un metodo GC-MS per la determinazione di 16 IPA Idrocarburi Policiclici Aromatici nei molluschi bivalvi

Messa a punto di un metodo GC-MS per la determinazione di 16 IPA Idrocarburi Policiclici Aromatici nei molluschi bivalvi 22 Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'umbria e delle Marche Webzine Sanità Pubblica Veterinaria: Numero 59, Aprile 2010 [http://www.spvet.it/] ISSN 1592-1581 Messa a punto di un metodo GC-MS per

Dettagli

DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012.

DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. 1. Premessa L art. 13 del DM 161/2012 prevede che al fine di

Dettagli

Anno 2009 PONTELAGOSCURO (FERRARA) - FIUME PO

Anno 2009 PONTELAGOSCURO (FERRARA) - FIUME PO Sezione Provinciale di Ferrara Rete di monitoraggio per la qualità ambientale Stazioni acque superficiali interne Resp. Serv. Sistemi Ambientali Dott.ssa. C. Milan Resp. Ecosistemi Idrici Dott.ssa S. Bignami

Dettagli

HIA21 Partecipative assessment of the health, environmental and socio economic impacts deriving from the handling of urban waste LIFE+10 ENV/IT/000331

HIA21 Partecipative assessment of the health, environmental and socio economic impacts deriving from the handling of urban waste LIFE+10 ENV/IT/000331 HIA21 Partecipative assessment of the health, environmental and socio economic impacts deriving from the handling of urban waste LIFE+10 ENV/IT/000331 LACARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE: CAMPIONAMENTO E ANALISI

Dettagli

MANUALE GESTIONE QUALITÀ Laboratorio Analisi

MANUALE GESTIONE QUALITÀ Laboratorio Analisi 1,1,1-Tricloroetano Acqua APHA SMEW ed 22nd 2012, 6200/B 1,1,2-Tricloroetano Acqua APHA SMEW ed 22nd 2012, 6200/B 1,1-Dicloroetilene Acqua APHA SMEW ed 22nd 2012, 6200/B 1,2,4-Triclorobenzene Acqua APHA

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia Via Lissa, 6 3171 Venezia Mestre - Italy Tel. +39 41 5445511 Fax +39 41 54455 e-mail: dapve@arpa.veneto.it Servizio Stato dell Ambiente Responsabile del Procedimento:

Dettagli

Studi condotti dalla Metapontum Agrobios finalizzati alla valutazione dell impatto delle attività estrattive

Studi condotti dalla Metapontum Agrobios finalizzati alla valutazione dell impatto delle attività estrattive Studi condotti dalla Metapontum Agrobios finalizzati alla valutazione dell impatto delle attività estrattive Audizione III Commissione consiliare 26.10.2011 Studi realizzati Area di studio 2000-2005 Val

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA

RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA Risultati delle campagne di monitoraggio vento-selettive con campionatori Wind Select di ARPA Puglia nei comuni di Brindisi e di Torchiarolo (BR). BRINDISI, 30-04-2009

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA

RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA RELAZIONE TECNICA DI ARPA PUGLIA Risultati della campagna di monitoraggio invernale vento-selettiva con campionatore Wind Select di ARPA Puglia nel comune di Torchiarolo (BR) BRINDISI, 31-08-2009 ARPA

Dettagli

(Rev. 1) DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012.

(Rev. 1) DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. (Rev. 1) DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. 1. Premessa L art. 13 del DM 161/2012 prevede che al

Dettagli

Anno 2009 PONTE S.S. ROMEA (MESOLA) - CANAL BIANCO

Anno 2009 PONTE S.S. ROMEA (MESOLA) - CANAL BIANCO Sezione Provinciale di Ferrara Rete di monitoraggio per la qualità ambientale Stazioni acque superficiali interne Resp. Serv. Sistemi Ambientali Dott.ssa. C. Milan Resp. Ecosistemi Idrici Dott.ssa S. Bignami

Dettagli

3 a Campagna di monitoraggio 23, 24 e 26 giugno 2008

3 a Campagna di monitoraggio 23, 24 e 26 giugno 2008 Rilevazione di PCDD/F e PCB diossina simili nei fumi di processo emessi dal camino E 312 dell impianto di agglomerazione AGL/2 dello stabilimento siderurgico ILVA S.p.A. di Taranto 3 a Campagna di monitoraggio

Dettagli

Un analisi di dettaglio della qualità dell aria in provincia di Torino

Un analisi di dettaglio della qualità dell aria in provincia di Torino Un analisi di dettaglio della qualità dell aria in provincia di Torino Antonella Pannocchia Arpa Piemonte La provincia di Torino nel contesto territoriale della pianura padana La provincia di Torino è

Dettagli

SUOLI AGRICOLI ADIACENTI AL SITO INQUINATO DI INTERESSE NAZIONALE LAGUNA DI MARANO E GRADO

SUOLI AGRICOLI ADIACENTI AL SITO INQUINATO DI INTERESSE NAZIONALE LAGUNA DI MARANO E GRADO SUOLI AGRICOLI ADIACENTI AL SIN LAGUNA DI MARANO E GRADO 175 SUOLI AGRICOLI ADIACENTI AL SITO INQUINATO DI INTERESSE NAZIONALE LAGUNA DI MARANO E GRADO La presenza di sostanze potenzialmente pericolose

Dettagli

DECRETO N. 889 Del 11/02/2016

DECRETO N. 889 Del 11/02/2016 DECRETO N. 889 Del 11/02/2016 Identificativo Atto n. 61 DIREZIONE GENERALE WELFARE Oggetto AGGIORNAMENTO DEL REGITRO DELLA REGIONE LOMBARDIA DEI LABORATORI CHE EFFETTUANO ANALII NELL'AMBITO DELLE PROCEDURE

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell Aria con approfondimento sui livelli dei microinquinanti organici in aria ambiente

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell Aria con approfondimento sui livelli dei microinquinanti organici in aria ambiente Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia Via Lissa, 6 30174 Venezia Mestre Italy Tel. +39 041 5445511 Fax +39 041 5445500 e-mail: dapve@arpa.veneto.it Servizio Sistemi Ambientali Responsabile del Procedimento:

Dettagli

Linee guida per la rimozione dei rifiuti abbandonati o depositati in modo incontrollato

Linee guida per la rimozione dei rifiuti abbandonati o depositati in modo incontrollato Linee guida per la rimozione dei rifiuti abbandonati o depositati in modo incontrollato 1. Premessa... 2 2. Rimozione di rifiuti abbandonati o depositati in modo incontrollato su strade ed aree pubbliche

Dettagli

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda N 1 di 8 PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 1 Acque 2,4'-DDT, dieldrin, d-hch, endrin, cis-clordano, b-hch, aldrin, alaclor, a-hch, 4,4'-DDT (o DDT), 4,4'-DDE (o DDE), 4,4'-DDD (o DDD), trans-clordano,

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 6 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque potabili, acque di piscina Batteri coliformi e Escherichia coli (conta) UNI EN ISO 9308-1:2014 acque potabili, industriali, naturali e materiali

Dettagli

Luigi Turrio Baldassarri Igiene degli ambienti di vita Istituto superiore di sanità, Roma

Luigi Turrio Baldassarri Igiene degli ambienti di vita Istituto superiore di sanità, Roma Luigi Turrio Baldassarri Igiene degli ambienti di vita Istituto superiore di sanità, Roma L aria indoor è contaminata? L aria degli ambienti interni può essere contaminata sia da sostanze già presenti

Dettagli

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA COMUNE DI BOLOGNA AEROPORTO G. MARCONI 8 luglio 31 agosto 2011

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA COMUNE DI BOLOGNA AEROPORTO G. MARCONI 8 luglio 31 agosto 2011 Sezione provinciale di Bologna Via F. Rocchi, 19 40138 Bologna BO tel. 051/396211 fax 051/396216 e-mail: urpbo@arpa.emr.it SSA - Area S.O. Valutazione e Monitoraggio Aria MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL

Dettagli

per lo studio delle sorgenti emissive di microinquinanti organici e di metalli Alessandra Nocioni Arpa Puglia

per lo studio delle sorgenti emissive di microinquinanti organici e di metalli Alessandra Nocioni Arpa Puglia Rilevazioni ventoselettive in aria ambiente per lo studio delle sorgenti emissive di microinquinanti organici e di metalli Alessandra Nocioni Arpa Puglia Rilevazioni vento-selettive in aria ambiente per

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia Via Lissa, 6 30171 Venezia Mestre Italy Tel. +39 041 5445511 Fax +39 041 5445500 e-mail: dapve@arpa.veneto.it Servizio Sistemi Ambientali Responsabile del Procedimento:

Dettagli

6.1. Risultati simulazioni termovalorizzatore Osmannoro2000

6.1. Risultati simulazioni termovalorizzatore Osmannoro2000 pag. 217 6. Risultati Di seguito si riportano i risultati relativi alle diverse simulazioni di diffusione atmosferica degli inquinanti effettuate. In particolare sono riportati i risultati sotto forma

Dettagli

ELENCO DELLE PROVE Matrici Ambientali

ELENCO DELLE PROVE Matrici Ambientali Pag. 1 a 8 ELENCO DELLE Matrici Ambientali Elenco delle prove non esaustivo effettuabili presso i laboratori di Ecoprisma. MATRICI: Acque, Acque di scarico, Acque superficiali, Campioni acquosi, Acque

Dettagli

STABILIMENTO DE LONGHI (Via seitz - Treviso)

STABILIMENTO DE LONGHI (Via seitz - Treviso) STABILIMENTO DE LONGHI (Via seitz - Treviso) Evento del 18 aprile 2007 Descrizione generale stabilimento e collocazione geografica L attività svolta nello stabilimento consisteva nell assemblaggio piccoli

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 7 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque destinate al consumo umano Carica Batterica Totale a 22 C e 36 C MU 956:01 Coliformi fecali MU 953/1:01 Coliformi totali MU 952/1:01 Enterobatteri

Dettagli

Emissioni di composti volatili non metanici dalle discariche dell area vasta di Giugliano: il progetto BioQuAr RISULTATI PRELIMINARI

Emissioni di composti volatili non metanici dalle discariche dell area vasta di Giugliano: il progetto BioQuAr RISULTATI PRELIMINARI Emissioni di composti volatili non metanici dalle discariche dell area vasta di Giugliano: il progetto BioQuAr RISULTATI PRELIMINARI Premessa I composti organici non metanici (COV), pur rappresentando

Dettagli

Tariffario per analisi di acqua potabile (Stato 7.1.2016)

Tariffario per analisi di acqua potabile (Stato 7.1.2016) Dipartimento della sanità e della socialità LABORATORIO CANTONALE Tariffario per analisi di acqua potabile (Stato 7.1.2016) Prestazioni di servizio del laboratorio cantonale per analisi di acqua potabile.

Dettagli

LA DIOSSINA IN CAMPANIA

LA DIOSSINA IN CAMPANIA 1 3 LA DIOSSINA IN CAMPANIA 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 tossici conosciuti. 1 7 1 7 1 7 Figura 4.1-2,3,7,8-tetraclorodibenzo-p-diossina 161 1 3 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1 7 1

Dettagli

UNITA OPERATIVA. Istituto Superiore di Sanità. Bagnoli Futura S. p. A.

UNITA OPERATIVA. Istituto Superiore di Sanità. Bagnoli Futura S. p. A. UNITA OPERATIVA Istituto Superiore di Sanità Dott.ssa Loredana Musmeci (Direttore del Reparto Suolo e Rifiuti) Dott.ssa Eleonora Beccaloni Dott.ssa Maria Rita Cicero Dott. Fabrizio Falleni Dott.ssa Federica

Dettagli

COMPLETAMENTO DEL PIANO DI CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DEL SITO PRODUTTIVO DISMESSO CENTRALE DEL LATTE DI VICENZA IN VIA MEDICI

COMPLETAMENTO DEL PIANO DI CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DEL SITO PRODUTTIVO DISMESSO CENTRALE DEL LATTE DI VICENZA IN VIA MEDICI REGIONE VENETO PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI VICENZA COMPLETAMENTO DEL PIANO DI CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DEL SITO PRODUTTIVO DISMESSO CENTRALE DEL LATTE DI VICENZA IN VIA MEDICI IN COMUNE DI VICENZA.

Dettagli

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto IL MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA NELLA PROVINCIA DI TREVISO

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto IL MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA NELLA PROVINCIA DI TREVISO Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto IL MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA NELLA PROVINCIA DI TREVISO Comune di Spresiano Periodi di indagine: 23 Luglio 4 Novembre

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 11 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque destinate al consumo umano Alluminio UNI EN ISO 12020:2002 Batteri coliformi a 37 C Rapporti ISTISAN 2007/5 pag 58 Met ISS A 006B Cadmio UNI

Dettagli

6.5. Risultati simulazioni sistema rifiuti e riscaldamento

6.5. Risultati simulazioni sistema rifiuti e riscaldamento Capitolo 6 Risultati pag. 301 6.5. Risultati simulazioni sistema rifiuti e riscaldamento Come già detto nel paragrafo 5.8, i risultati riportati in questo paragrafo fanno riferimento alle concentrazione

Dettagli

Progetto Europeo MixBioPells

Progetto Europeo MixBioPells Progetto Europeo MixBioPells Dario Molinari CTI Cremona, 19/03/2011 Supported by: Partecipante Sigla Paese Ambito German Biomass Research Centre Bioenergy 2020+ GMBH Technical Research Centre of Finland

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 6 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acqua, Depositi, Incrostazioni, Filtri, Tamponi Conta di Legionella Doc. 04/04/2000 GU n 103 05/05/2000 All.2 e All.3 Acque destinate al consumo umano

Dettagli

Centrale Termoelettrica di Scarlino

Centrale Termoelettrica di Scarlino Centrale Termoelettrica di Scarlino Monitoraggio di Microcontaminanti Organici ed Inorganici su Recettori Sensibili RELAZIONE FINALE SULLE OPERAZIONI DI CAMPIONAMENTO ED ANALISI Prof. Eros Bacci Ordinario

Dettagli

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA IN PROSSIMITA DELL AEROPORTO ANTONIO CANOVA DI TREVISO

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA IN PROSSIMITA DELL AEROPORTO ANTONIO CANOVA DI TREVISO MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA IN PROSSIMITA DELL AEROPORTO ANTONIO CANOVA DI TREVISO CAMPAGNA ESEGUITA DURANTE IL PERIODO DI CHIUSURA DELL AEROPORTO Periodo di indagine: Giugno - Luglio 11 Realizzato

Dettagli

Relazione Tecnico Descrittiva Piano di caratterizzazione dei Suoli nel Comune di Acerra

Relazione Tecnico Descrittiva Piano di caratterizzazione dei Suoli nel Comune di Acerra Piano di caratterizzazione dei Suoli nel Comune di Acerra SIN Litorale Domitio Flegreo ed Agro Aversano Maggio 2008 INDICE 1 PREMESSA... 3 1.2 Obiettivi... 4 1.3 Destinazione d uso... 4 2 INDAGINI PREGRESSE...

Dettagli

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda N 1 di 9 PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 1 2 3 Acque destinate al consumo umano, acque naturali Clostridium perfringens UNI EN ISO 19458:2006 + Rapporti ISTISAN 2007/5 Pag 48 Met ISS A 005A, Rapporti

Dettagli

Progetto Sito di Ferrara Nuova Torcia MTD (Migliore Tecnologia Disponibile) per Basell Poliolefine Italia S.r.l.

Progetto Sito di Ferrara Nuova Torcia MTD (Migliore Tecnologia Disponibile) per Basell Poliolefine Italia S.r.l. Progetto Sito di Ferrara Nuova Torcia MTD (Migliore Tecnologia Disponibile) per Basell Poliolefine Italia S.r.l. AGGIORNAMENTO MAGGIO 2017 (evidenziato in rosso) Premessa: il presente documento, aggiornato

Dettagli

METODI ANALISI EMISSIONI

METODI ANALISI EMISSIONI Accreditato ACCREDIA Parametri determinati in campo Anidride carbonica Ossigeno Temperatura C 1 UNI 10169:2001 Umidità g/nmc 0,01 UNI 10169:2001 Parametri Fisici, Chimici e Chimico-fisici Portata secca

Dettagli

La qualità ambientale

La qualità ambientale IL INCONTRARE CTN_ACE IL CTN_ACE La qualità ambientale Autori Giorgio Catenacci, Donata Lerda, Elisabetta Di Caprio, Francesca Fornasier Obbiettivo dell attività Valutare le potenziali linee di sviluppo

Dettagli

Sulle matrici indagate sono stati determinati i livelli di concentrazione delle seguenti sostanze:

Sulle matrici indagate sono stati determinati i livelli di concentrazione delle seguenti sostanze: 1 La Relazione sui risultati preliminari dei Piani di monitoraggio sugli inquinanti ambientali nell area del Poligono interforze del salto di Quirra, predisposta dall Istituto zooprofilattico della Sardegna

Dettagli

Regione Liguria Dipartimento Ambiente Settore Ecosistema Costiero Ilaria Fasce. Normativa e linee guida per gli interventi di difesa della costa

Regione Liguria Dipartimento Ambiente Settore Ecosistema Costiero Ilaria Fasce. Normativa e linee guida per gli interventi di difesa della costa Regione Liguria Dipartimento Ambiente Settore Ecosistema Costiero Ilaria Fasce Normativa e linee guida per gli interventi di difesa della costa Direttiva Habitat mantenere l habitat naturale prioritario

Dettagli

CAMPAGNA DI MISURA DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO

CAMPAGNA DI MISURA DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO Dipartimento Provinciale di Verona CAMPAGNA DI MISURA DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO Comune di Verona Ca di David P.zza Roma 18 luglio-6 settembre 2013 a cura del Dipartimento Provinciale ARPAV di Verona

Dettagli

Sala Porta Soprana - Fondazione CARIGE 15 maggio 2006 Ripascimenti stagionali

Sala Porta Soprana - Fondazione CARIGE 15 maggio 2006 Ripascimenti stagionali Sala Porta Soprana - Fondazione CARIGE 15 maggio 2006 Ripascimenti stagionali Inquadramento generale LE COMPETENZE L.r. 28 aprile 1999 n.13 Disciplina delle funzioni in materia di difesa della costa, ripascimento

Dettagli

Risultati della caratterizzazione dei fumi

Risultati della caratterizzazione dei fumi Progetto Produzione di energia e sostanza organica dai sottoprodotti del vigneto Risultati della caratterizzazione dei fumi Paolo Giandon ARPAV Dipartimento Provinciale di Treviso Biella, 24 settembre

Dettagli

LA NOSTRA RICERCA AL TUO SERVIZIO TUTELA DELL UOMO TUTELA DELL AMBIENTE

LA NOSTRA RICERCA AL TUO SERVIZIO TUTELA DELL UOMO TUTELA DELL AMBIENTE TUTELA DELL UOMO TUTELA DELL AMBIENTE LA NOSTRA RICERCA AL TUO SERVIZIO Copyright SCAR Labs s.r.l. Tutti i diritti riservati. Viale delle Industrie. Zona ASI, 81020 S. Marco Evangelista (CE) Tel. +39 0823

Dettagli

CATALOGO DELLE PRESTAZIONI U.O. LABORATORIO DI MILANO SEDE LABORATORISTICA DI MONZA. Data aggiornamento: 15/06/2016

CATALOGO DELLE PRESTAZIONI U.O. LABORATORIO DI MILANO SEDE LABORATORISTICA DI MONZA. Data aggiornamento: 15/06/2016 U.O. LABORATORIO DI MILANO SEDE LABORATORISTICA DI MONZA Data aggiornamento: 15/06/2016 Acque superficiali e sotterranee : ACQUE SUPERFICIALI E SOTTERRANEE CAMPIONI: ACQUE SUPERFICIALI E SOTTERRANEE Applicare

Dettagli

Elaborazione WWF su dati Environ-Solvay (tratti dalle relazioni sui monitoraggi ambientali svolti nell'area)

Elaborazione WWF su dati Environ-Solvay (tratti dalle relazioni sui monitoraggi ambientali svolti nell'area) TABELLA 1 - Allegata al comunicato stampa divulgato durante la Conferenza stampa WWF del 29/04/2013 DATI RELATIVI ALLA CONTAMINAZIONE DELLA FALDA SUPERFICIALE E PROFONDA - PIEZOMETRI E POZZI POSTI ALL'INTERNO

Dettagli

IMPIANTO di TERMOVALORIZZAZIONE di RIFIUTI URBANI E SPECIALI NON PERICOLOSI. Stazione di Monitoraggio HERA via Barsanti - Forlì

IMPIANTO di TERMOVALORIZZAZIONE di RIFIUTI URBANI E SPECIALI NON PERICOLOSI. Stazione di Monitoraggio HERA via Barsanti - Forlì Sezione Provinciale di Forlì-Cesena Viale Livio Salinatore, 2 47121 - Forlì PEC: aoofc@cert.arpa.emr.it Tel. 543/451411 - Fax 543/451451 E-mail: Servizio Sistemi Ambientali Area Monitoraggio e Valutazione

Dettagli