BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A NAPOLI 27 MARZO 2012 PRESIDENZA DEL VICE PRESIDENTE LUDOVICO VICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A NAPOLI 27 MARZO 2012 PRESIDENZA DEL VICE PRESIDENTE LUDOVICO VICO"

Transcript

1 MISSIONE A NAPOLI 27 MARZO /8 PRESIDENZA DEL VICE PRESIDENTE LUDOVICO VICO La seduta comincia alle Audizione del dottor Luigi Merolla, questore di Napoli. PRESIDENTE. Saluto, anche a nome della Commissione, il dottor Merolla. Avverto il nostro ospite che della presente audizione sarà redatto un resoconto stenografico e che, se lo riterrà opportuno, i lavori della Commissione potranno proseguire in seduta segreta, invitando comunque a rinviare eventuali interventi di natura riservata alla parte finale della seduta. Do quindi la parola al questore di Napoli, dottor Luigi Merolla. LUIGI MEROLLA, questore di Napoli. Signor presidente, onorevoli componenti la Commissione, l attività della polizia di Stato in Napoli nei confronti delle fenomenologie criminose della pirateria e della contraffazione si pone - laddove, metaforicamente parlando, si faccia riferimento al monte e alla valle - in un versante intermedio rispetto a questi fenomeni. Infatti, da un lato, non vi è la possibilità tecnica di intercettare il fenomeno alla fonte, cioè nel momento in cui esso si presenta come attività di import-export illegale, anche se parliamo soprattutto di importazione (la polizia di Stato, infatti, non dedica in via primaria la sua attività alla ricerca dei luoghi - che sono numerosi - di produzione esistenti sul territorio); dall altro, la nostra attività non si pone neanche del tutto a valle, così come invece accade per le varie polizie locali, che intercettano tali fenomeni nella loro diffusione al minuto. La nostra attività tende quindi a porsi a metà costa. In particolar modo, ci occupiamo di tali fattispecie, nell ambito delle attività di polizia giudiziaria di aggressione alle organizzazioni criminali organizzate, nel momento in cui queste ultime tendono ad avvalersi di tali attività economiche, così come accade per ogni altra attività che abbia il sapore dell illegalità in questo territorio, dal gioco alla prostituzione, allo spaccio di sostanze stupefacenti (quest ultima, un attività che è diventata sicuramente quella primaria e di maggior reddito). Tuttavia, l attività di controllo della produzione e dell importazione del prodotto contraffatto, di qualunque tipologia - dalla pirateria musicale, passando per il vestiario, l abbigliamento, gli accessori, le borse, la pelletteria e così via - è sicuramente una delle attività

2 2/8 pregnanti di numerose organizzazioni criminose organizzate, per cui, nel momento in cui ci dedichiamo, così come facciamo quotidianamente, al contrasto di queste organizzazioni, inevitabilmente, finiamo con l intercettare anche fenomenologie di questo tipo. Non mancano, comunque, attività di integrazione con delle azioni svolte dalle polizie locali. Tali attività sono curate, inevitabilmente, dai nostri uffici che si occupano delle attività di prevenzione sul territorio, laddove esse finiscono per intercettare situazioni di contravvenzione della normativa, da quella sui depositi, a quella che regola le dinamiche di vendita all ingrosso, in cui ci sono dei soggetti che si pongono come dei grossisti tra una fonte di grande produzione - quasi paraindustriale - e la vendita al minuto. Ci sono, quindi, interventi sui depositi ma non mancano neanche quelli sul singolo venditore che opera per strada, perché è nell attività di polizia di tutti i giorni finire con l interfacciare anche costoro. Nel momento in cui queste vendite sono diventate, su alcune porzioni del territorio, organizzate in maniera diffusa, tanto da rappresentare un fattore determinante dell immagine degradata della città, ci siamo posti anche il problema di svolgere dei servizi in tal senso, articolandoci con le altre forze di polizia, per contrastarlo, specialmente in alcune zone centrali della città, svolgendo queste attività per una fase abbastanza lunga, anche in sostituzione, affiancamento e concorso con la polizia locale. Da ultimo, siamo riusciti a far sì che la polizia locale decollasse a sufficienza nel contrasto stabile verso questa fenomenologia, per cui se stiamo risparmiando le forze, tuttavia, purtroppo, dobbiamo comunque dedicarci alle tante fenomenologie criminali che affliggono la nostra, dalla criminalità organizzata, alle attività predatorie tout court, che sono tra le più intense che si possano registrare sul nostro territorio nazionale. Ultimamente, stiamo applicando delle energie anche in campo amministrativo, un ambito sul quale non ci eravamo soffermati nel passato. Stiamo applicando in maniera un po più intensa l articolo 175-quinquies della legge n. 633 del 1941 sul diritto d autore: una volta accertato che un esercizio commerciale svolga una vera e propria attività di pirateria, in particolar modo su prodotti informatici, cd musicali, dvd e quant altro, previo input del magistrato - che ci consente di stabilire per certa questa attività - abbiamo adottato dei provvedimenti di sospensione per 15 giorni della licenza di esercizio al commerciante che svolge queste attività illegali. Per quanto riguarda il lavoro quotidiano di contrasto verso queste fenomenologie, il nostro impegno risulta in molti casi frenato, da un lato, per il fatto che le forze di polizia sono inevitabilmente spinte ad orientarsi verso il contrasto a fenomenologie predatorie che appaiono più significative ai cittadini, dall altro, perché bisogna tenere necessariamente conto di difficoltà di gestione in campo procedurale, in particolar modo nella gestione dei beni sequestrati. La prima difficoltà viene, vista la mole del fenomeno da contrastare, proprio dalla gestione di tali beni

3 3/8 sequestrati. Nel momento in cui si sequestra un deposito, si realizza l attività dell apposizione dei sigilli e, quindi, si concretizza una sorta di congelamento del deposito di per sé; ben altre difficoltà, invece, incontriamo nel momento in cui dobbiamo contrastare attività più al dettaglio, che comportano quindi un sequestro della merce. Questo sequestro ha un iter abbastanza veloce quando è riferito ad una persona certa, che è stata denunciata o addirittura arrestata; se, tuttavia, tale procedimento di sequestro è avvenuto contro ignoti, il procedimento penale finisce con l essere molto più rallentato, rischiando, quindi, di intasare la capacità stessa di tenere a deposito questo materiale. Tentiamo di seguire la strada della richiesta di distruzione di questo materiale ma, ovviamente, non sempre con esiti veloci, anzi, in qualche caso, anche con qualche rallentamento. Sicuramente, dunque, sull aspetto degli sviluppi procedurali, conosciamo un impasse che è dovuta, da una parte, alle nostre difficoltà logistiche, proprio per la carenza degli spazi in cui stoccare il materiale sequestrato, dall altra, ai tempi delle attività a cui ci costringono le procedure. Questo è un po, a grandi linee, il quadro della nostra attività. Ovviamente, se volete, mi riservo di produrvi un appunto sulle attività svolte. Resto a diposizione per rispondere ad eventuali domande. PRESIDENTE. Prima di dare la parola ai colleghi che intendono porre domande o formulare osservazioni, coglierei subito la sua ultima dichiarazione. Noi siamo venuti qui anche per avere un conforto di dati precisi e comparati sull azione di contrasto condotta negli anni nel volume, nella qualità e nella quantità dell azione di contrasto in ordine al fenomeno della contraffazione delle merci distribuiti in maniera illecita. Pensiamo che la missione che il Parlamento ci ha affidato, anche rispetto alle stesse visite, consista nel provare a comprendere ciò che accade in aree precise. In relazione a Napoli, le sarei grato se potrà renderci un supplemento di informazioni in forma cartacea entro la giornata di domani. Già dall avvio delle audizioni, infatti, avremmo anche bisogno di comprendere, soprattutto dal punto di vista del coordinamento della forze dell ordine, qual è l azione di contrasto, anch essa comparata, contro i fenomeni delle merci illegali, della illegalità del commercio, della contraffazione e del controllo da parte della camorra o di organizzazioni consimili, ben sapendo - come ella ci ha detto - che il confine è la dogana, dove arriva anche dell altro materiale, che le forme di controllo non possono più ruotare solo intorno alla sottofatturazione, posto che esistono nuovi metodi di ingresso o di distrazione dei containers quando nelle dogane o nei porti si sente l odore dello Stato che arriva. Vorremmo capire se lo Stato a Napoli c è! Le dico, con grande sensibilità, che fino ad ora non l ho capito e, dato che vorremmo avere un quadro della presenza dello Stato e della sua azione di contrasto, di intelligence e di prevenzione, confido nellla sua promessa che ci fornirà la documentazione necessaria.

4 4/8 FILIPPO ASCIERTO. Colgo l occasione, signor questore, per ringraziare lei e la polizia di Stato per l attività in senso generale di contrasto alla criminalità organizzata: sono sotto gli occhi di tutti i risultati ottenuti nel recente passato e quotidianamente. Attendiamo i dati riguardanti il contrasto e la contraffazione perché riteniamo che falsificazione e contraffazione siano fenomeni che rimpinguano le casse della criminalità organizzata. Comprendiamo che, in una città come Napoli, questi dati possano apparire secondari rispetto agli omicidi, alle rapine, ai furti e ai reati di grande preoccupazione. Tuttavia, abbiamo visto come falsificazione e contraffazione portino un danno all economia italiana: le falsificazioni del made in Italy sono oggi quantificate al di sopra dei 50 miliardi l anno, anzi, molto al di sopra di tale cifra se ci aggiungiamo anche l alimentare e altri settori. Grazie, quindi, per l azione svolta: rimaniamo in attesa di conoscere i dati più approfonditi in merito al contrasto di questi fenomeni. ANDREA LULLI. Intervengo solo per una considerazione. Ovviamente, noi siamo consapevoli d altra parte, questa è una Commissione d inchiesta della rilevanza che i fenomeni della contraffazione e della pirateria commerciale hanno, però vorrei ascoltare una sua opinione al riguardo, perché ritengo che il modo migliore per combattere questi fatti risieda molto nel lavoro di intelligence più che nella repressione sul campo. Ho motivo di ritenere, infatti, che il fenomeno della contraffazione sia molto rilevante, ma è un opinione personale che incroci, nella sua illegalità, sempre più spesso dei circuiti legali. Di conseguenza, al di là del necessario contrasto - che, ovviamente, le forze dell ordine svolgono su tutto il territorio nazionale - penso che il punto principale dovrebbe essere quello riguardante l intelligence. Peraltro, Napoli ha un porto nel quale sono avvenuti vari fatti, che è stato al centro di molta attenzione e penso che questo sia un punto molto importante: mi piacerebbe conoscere la sua opinione in merito. PRESIDENTE. Do la parola al dottor Merolla per la sua replica. LUIGI MEROLLA, questore di Napoli. Ribadisco che la nostra consapevolezza del fenomeno proviene, in parte, anche dalla certezza del ruolo che il nostro porto ha quale porta d ingresso scusate il bisticcio di parole rispetto ad un importazione per la gran parte di origine asiatica. Per quanto riguarda l aggressione a questo fenomeno, ci siamo posti sotto un profilo d attacco alle organizzazioni criminali che si dedicano prevalentemente a questo fenomeno, a comiciare dal clan Mazzarella, sicuramente - che operano nell area che va da San Giovanni a Teduccio fino al centro

5 5/8 della città; a seguire, abbiamo poi, ancora, anche il clan dei Cardarelli, vassallo dei Mazzarella, i Misso e i Sarno di Ponticelli (ma che adesso non ci sono più perché sono stati completamente scompaginati). Quindi, il possesso dei depositi da parte di chiunque passa attraverso una mediazione camorristica dell organizzazione criminosa principale. L altro fenomeno di grande interesse è quello della produzione, che presenta degli addentellati atavici, almeno per quanto riguarda quelle attività svolte qui a nero nel dopoguerra e fino agli anni Settanta, nell area della Sanità (Fontanelle, rione Miracoli e, più o meno, l intero quartiere di San Carlo all Arena) dove, casa per casa, vicolo per vicolo, si vedeva la produzione - già all epoca - del 90 per cento dei guanti prodotti al mondo e di borse, scarpe e quant altro. In un solo palazzo poteva esserci la produzione delle scarpe, delle scatole di cartone per scarpe, quindi, un vero e proprio indotto completamente al nero, che però, all epoca, erano poi commercializzati al bianco direttamente da interi negozi locali e, probabilmente, anche ad altri in campo nazionale nel momento in cui si sviluppava, come per i guanti, questo tipo di esportazione. Per assurdo, le stesse norme più severe, che ci siamo giustamente e inevitabilmente conferiti come paese, hanno in un certo senso fatto scomparire la semiufficialità di queste fabbriche: ne sono resistite alcune, che si sono spostate nell hinterland e sono sopravvissute anche come marchi, a tutt oggi di un certo valore. Ciò ha determinato un inclinazione nella cultura della produzione di articoli che possono essere tal quali, oppure addirittura di articoli in cui è diversificata la griffe famosa, anche affidata ad aziende di tipo artigianale, che possono poi stoccare alcuni prodotti. ANNA TERESA FORMISANO. Posso interromperla un secondo? Le rivolgo una domanda un po brutale: vorrei non aver capito che, essendo Napoli una città difficile, dove ci sono mille problemi, dove è atavica la storia di una serie di problematiche lei ricordava la storia dei vicoli dove erano prodotte addirittura le scatole di cartone per un mercato «parallelo», dove sono tanti i problemi e tanta è la crisi, l opposizione e il contrasto a questo tipo di fenomenologia, che stiamo studiando ormai da due anni come Commissione d inchiesta, sia un po in secondo piano rispetto alla marea dei grandi problemi che ci sono in questa città. Questo non ci aiuterebbe tornando a Roma, quindi, mi auguro di non aver capito. LUIGI MEROLLA, questore di Napoli. A me, invece, fa piacere che lei abbia inteso ciò, perché lo spirito del mio intervento non era di giustificazione per il comportamento della città (di certo, non faccio il difensore d ufficio bensì svolgo la mia attività di questore). Tento, per il fatto di essere nella parte di questore - quindi, trovandomi in una posizione privilegiata - di offrirvi delle chiavi di

6 6/8 lettura del fenomeno. Non spetta a me, ovviamente, trarre delle conclusioni e non intendo assolutamente accampare alcuna giustificazione, tuttavia, indirettamente, debbo profilarne una: malgrado ciò che si dice - non è una frase fatta -, quando parliamo di polizia partecipata, parliamo di sicurezza in genere, cioè di una cosa seria. Se, a Padova, l onorevole Ascierto riesce a fare qualcosa in un determinato campo contro lo spaccio di sostanze stupefacenti, fa ciò anche perché c è una città che partecipa a questo tipo di contrasto. Quando io mi muovo a Scampia contro una piazza di spaccio, mi muovo, materialmente e militarmente, solo con i miei uomini, senza l ausilio alcuno dalle persone che stanno sul posto. Se, quindi, non riscontro una grande sensibilità su un fatto orrorifico, quale può essere una vendita di kobret o di sostanze che prevedono addirittura che ci si inietti una siringa nella carotide, si estragga il sangue, lo si mescoli con la sostanza stupefacente e si reinietti il tutto nella carotide, le lascio immaginare quale può essere la sensibilità di questa popolazione nei confronti del fenomeno della borsa falsificata o contraffatta: è praticamente pari allo zero. Non solo, nel momento in cui interveniamo per strada o su un deposito, corriamo anche il rischio di sottostare a confronti che hanno un influenza sull ordine pubblico: la prima cosa che ci chiedono è perché non pensiamo al rapinatore o allo spacciatore! Il mio è semplicemente un racconto, una fotografia delle difficoltà; non per questo, intendiamo giustificarci o giustificare il fenomeno: sia sicuramente chiaro questo aspetto. Per quanto riguarda le attività di intelligence, in prefettura si raggiungono degli accordi di tipo amministrativo, ma non c è bisogno di aspettare il semaforo verde della Guardia di finanza per quanto attiene all attività da svolgere, pur essenda quest ultima a svolgere, egregiamente, il contrasto primario verso queste fenomenologie. Per quanto riguarda l aggressione ai clan, essa è semaforizzata in maniera molto rigorosa, precisa ed attenta da una magistratura molto articolata, estremamente agguerrita, ormai da anni, nel contrasto alla criminalità mafiosa: non c è indagine o pezzo d indagine che non passi attraverso il semaforo del magistrato competente per quel ramo territoriale. Abbiamo, infatti, una rigorosa, rigida, suddivisione delle indagini che avviene per territori. Se, per esempio, voglio svolgere un indagine sulla Duchessa, debbo comunque rivolgermi al magistrato che segue i clan operanti su quel territorio il quale stabilirà se è economico che se ne interessi il mio commissariato (il commissariato Vicaria, per esempio, che si occupa proprio dell area che circonda la piazza Garibaldi, quella della stazione ferroviaria). PRESIDENTE. Mi scusi, giustamente, con riferimento alla comunità, quando intervenite sul rivenditore della merce e vi si dice di pensare ai rapinatori, ciò è comprensibile ma ha fatto bene a

7 7/8 dircelo. La mia domanda è: prima che la merce arrivi al venditore e la comunità intorno all extracomunitario o al napoletano sia solidale con esso per la miseria atavica e via dicendo, sulla lotta alla fase precedente abbiamo dei dati? Chi produce cosa, chi controlla cosa? Quali opifici, quali laboratori, quali containers? Sono perfettamente d accordo con quanto lei dice ma poiché le merci per arrivare seguono un percorso precedente, almeno sull altra parte, che non è attività pubblica, cosa accade? LUIGI MEROLLA, questore di Napoli. Ribadisco che la nostra intercettazione è prevalentemente quella al deposito nel momento in cui esso, per noi, è il frutto dell attività di un organizzazione criminosa che vive in una determinata zona. Non guardiamo proprio al container, perché esso è movimentato in una sfera di influenza che è della dogana e della Guardia di finanza. PRESIDENTE. Non vi parlate? LUIGI MEROLLA, questore di Napoli. Perché dovremmo? PRESIDENTE. Non riuscite a parlarvi? LUIGI MEROLLA, questore di Napoli. Della mole di dati criminosi che affliggono la città ci parliamo tutti i giorni, però, dello specifico argomento attinente al container nel porto non ci interessiamo assolutamente: diamo per scontato che nella divisione dei compiti istituzionale ci sia un attività da parte delle dogane e della Guardia di finanza. Se poi ci sono dei fatti specifici, abbiamo anche una polizia di frontiera che si occupa della frontiera marittima, ma che solo per avventura, di tanto in tanto, ha effettuato anche questo genere di intercettazioni. Per il resto - lo ribadisco -, la nostra attività, sotto il profilo giudiziario, va vista come un versante della montagna data dalla criminalità organizzata, come una delle tante attività legate al suo contrasto. Per questa ragione vi ho nominato i clan che maggiormente si interessano di questa attività. Inoltre, ad livello un po più basso, di commissariato, nel caso di servizi dai quali emerga l esistenza di un deposito aggredibile (perché magari non fa parte di un inchiesta che sta svolgendo la magistratura con la Guardia di finanza su quello specifico clan), interveniamo e si procede al suo sequestro. In questo caso, escono fuori, in genere, capi di abbigliamento contraffatti nonché supporti magnetici, cd, dvd e quant altro. Questo è il nostro tipo di aggressione a queste fenomenologie.

8 8/8 PRESIDENTE. Grazie, dottor Merolla, per il contributo che ci ha reso. Ci ha annunciato che ci avrebbe fornito del materiale cartaceo già nella relazione che ha svolto e noi attenderemo. LUIGI MEROLLA, questore di Napoli. Vi ringrazio per l attenzione e vi auguro buon proseguimento di lavoro a tutti. PRESIDENTE. Dichiaro conclusa l audizione. La seduta termina alle

RESOCONTO STENOGRAFICO

RESOCONTO STENOGRAFICO 1/6 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO

RESOCONTO STENOGRAFICO 1/5 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA 1/7 MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA La seduta inizia alle 15.50. Audizione della dottoressa Patrizia Rabatti, rappresentante della Camera di commercio di Firenze.

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06. 1/5 MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA La seduta inizia alle 18.06. PRESIDENTE. Buonasera. Ringrazio il presidente di Confindustria della provincia

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/6

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 1/6 MISSIONE IN SICILIA 29 SETTEMBRE 2009 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.53. PRESIDENTE. Buongiorno. La ringraziamo per la presenza e segnaliamo che dell audizione

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA 1/6 La seduta inizia alle 18.29. PRESIDENTE. Siamo in audizione durante la seconda missione in Puglia come Commissione parlamentare

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI)

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Purtroppo noi scontiamo, in Italia, il fatto che l odontoiatria come branca autonoma rispetto alla medicina si sia affermata solo in anni recenti, e nel passato l odontoiatria

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

RASSEGNA STAMPA REGIONALE

RASSEGNA STAMPA REGIONALE Il volto economico delle mafie. Focus sul nord est 15 aprile 2015, ore 9.00-16.00, Vicenza RASSEGNA STAMPA REGIONALE La Prima Pagina 13 aprile 2015 Vicenza, il volto economico delle mafie Focus sul Nord

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 26 MARZO 2015 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE ALESSANDRO BRATTI

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 26 MARZO 2015 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE ALESSANDRO BRATTI CAMERA DEI DEPUTATI 1/6 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento dell Ing. Gaetano Battistella Mi occupo di protezione dell ambiente e porterò una testimonianza in un campo parallelo, ma che ha sicuramente forti legami

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 18.10. PRESIDENTE. Buongiorno. Vi ringraziamo per la vostra presenza e per la collaborazione che

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE A VENEZIA GIOVEDÌ 27 NOVEMBRE 2014 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE ALESSANDRO BRATTI

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE A VENEZIA GIOVEDÌ 27 NOVEMBRE 2014 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE ALESSANDRO BRATTI CAMERA DEI DEPUTATI 1/7 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

SEDUTA DI MARTEDÌ 15 LUGLIO 2014

SEDUTA DI MARTEDÌ 15 LUGLIO 2014 Atti Parlamentari 1 Camera Deputati Senato Repubblica COMMISSIONE PARLAMENTARE DI CONTROLLO SULLE ATTIVITÀ DEGLI ENTI GESTORI DI FORME OBBLIGATORIE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA SOCIALE RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 14

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 14 XVI LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 14 N.B. I resoconti stenografici delle sedute di ciascuna indagine conoscitiva seguono una numerazione indipendente. 12ª COMMISSIONE PERMANENTE

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA!

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! I piccoli reporter della Guglielmo Marconi intervistano la dott.ssa Laura Bottini, psicologa che collabora con il nostro istituto. A cura del gruppo 4 dei Piccoli Reporter Quando

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008 Atti Parlamentari 1 Camera Deputati Senato Repubblica COMITATO PARLAMENTARE DI CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELL ACCORDO DI SCHENGEN, DI VIGILANZA SULL ATTIVITÀ DI EUROPOL, DI CON- TROLLO E VIGILANZA IN MATERIA

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A NAPOLI 27 MARZO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A NAPOLI 27 MARZO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA MISSIONE A NAPOLI 27 MARZO 2012 1/20 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA La seduta comincia alle 15.00. Audizione del dottor Andrea De Martino, prefetto di Napoli. PRESIDENTE. Avverto il nostro ospite

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO

RESOCONTO STENOGRAFICO CAMERA DEI DEPUTATI 1/6 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

Casi pratici di comunicazione per il farmacista

Casi pratici di comunicazione per il farmacista Casi pratici di comunicazione per il farmacista 1 Premessa e Punti di vista Un futuro farmacista viene addestrato, ma vuol dire la sua opinione La storia Farmacia lunedì mattina ore 8.15 Buon giorno. Si

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

Indice. 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3. 2 di 6

Indice. 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3. 2 di 6 LEZIONE MONITORARE UN PROGETTO FORMATIVO. UNA TABELLA PROF. NICOLA PAPARELLA Indice 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3 2 di 6 1 Il

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Tommaso

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Come scrivere una lettera di presentazione?

Come scrivere una lettera di presentazione? Come scrivere una lettera di presentazione? Dividerla in tre sezioni: 1. Perché sto scrivendo e chi sono: Se state rispondendo ad un annuncio, inserzione, sui giornali, siti-web ecc allora potete esordire

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

MONTI E IL SUO FUTURO. SI CANDIDA O NON SI CANDIDA?

MONTI E IL SUO FUTURO. SI CANDIDA O NON SI CANDIDA? 237 i dossier www.freefoundation.com MONTI E IL SUO FUTURO. SI CANDIDA O NON SI CANDIDA? 11 dicembre 2012 a cura di Renato Brunetta Monti assicura che non si candiderà 19 novembre 2011 2 Durante la conferenza

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

PAROLE E FRASI EVOCATIVE

PAROLE E FRASI EVOCATIVE Continuiamo con il nostro viaggio nella comunicazione che ipnotizza ed attrae. Quante volte magari vi siete soffermati a d ascoltare qualcuno che parlava perché diceva qualcosa di interessante? E quante

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

LA CENTRALE OPERATIVA ANTIRAPINA: FILTRO TRA LE SEGNALAZIONI PROVENIENTI DAGLI SPORTELLI BANCARI E LE SALE OPERATIVE DELLE FORZE DELL ORDINE

LA CENTRALE OPERATIVA ANTIRAPINA: FILTRO TRA LE SEGNALAZIONI PROVENIENTI DAGLI SPORTELLI BANCARI E LE SALE OPERATIVE DELLE FORZE DELL ORDINE LA CENTRALE OPERATIVA ANTIRAPINA: FILTRO TRA LE SEGNALAZIONI PROVENIENTI DAGLI SPORTELLI BANCARI E LE SALE OPERATIVE DELLE FORZE DELL ORDINE DOTT. GIUSEPPE CALABRESE Istituto di Vigilanza Città di Milano

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Grazie mille. sono io la violenza, scusatemi tanto, spero che sia una bella violenza in realtà. Mi piaceva molto il titolo della

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A NAPOLI 27 MARZO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA. La seduta inizia alle 19.40.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A NAPOLI 27 MARZO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA. La seduta inizia alle 19.40. 1/9 MISSIONE A NAPOLI 27 MARZO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA La seduta inizia alle 19.40. Audizione del dottor Alberto Libeccio, direttore dell Agenzia interregionale delle dogane di Napoli,

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A NAPOLI 28 MARZO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A NAPOLI 28 MARZO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA 1/14 MISSIONE A NAPOLI 28 MARZO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA La seduta inizia alle 12.40. Audizione del comandante della legione Carabinieri Campania, generale Carmine Adinolfi e del comandante

Dettagli

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano Tre storie che ci raccontano 1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, 2 3 un graphic designer di esperienza racconta l incontro con Botticelli La Stampa. La nostra azienda

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

Buon pomeriggio. Grazie per questo invito. E un piacere doppio essere qui a questa tavola rotonda ed in questa splendida città. Tra le cose che vorrei portare alla vostra attenzione, vorrei innanzitutto

Dettagli

Seduta Plenaria del 17 dicembre 2014 Nomina del Procuratore della Repubblica di Palermo Intervento del Cons. Piergiorgio Morosini

Seduta Plenaria del 17 dicembre 2014 Nomina del Procuratore della Repubblica di Palermo Intervento del Cons. Piergiorgio Morosini Seduta Plenaria del 17 dicembre 2014 Nomina del Procuratore della Repubblica di Palermo Intervento del Cons. Piergiorgio Morosini Oggi siamo chiamati a un supplemento di attenzione verso le regole della

Dettagli

GRUPPO TELECOM ITALIA. Tel@com srl. La gioia di vendere. Colloquio di vendita

GRUPPO TELECOM ITALIA. Tel@com srl. La gioia di vendere. Colloquio di vendita Tel@com srl GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Colloquio di vendita Il nostro processo comunicativo 1 Presentazione personale 2 Feeling 3Motivo dell'incontro 4 Presentazione Aziendale 5 Conferma

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 GUARDIA DI FINANZA DI PIACENZA BILANCIO OPERATIVO ANNUALE ANNO 2015 Nel 2015 è proseguita l attività delle Fiamme Gialle piacentine indirizzata al raggiungimento

Dettagli

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI Grazie mille Gianni e grazie mille alla fondazione Italcementi Pesenti per questo invito. Credo che oggi il punto fondamentale sia cercare di ragionare su quella

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

Sfatare il mito del posto fisso

Sfatare il mito del posto fisso Intervista Sfatare il mito del posto fisso Gli obiettivi di Daniele Rossi neo presidente del gruppo giovani imprenditori Contribuire a creare una cultura d impresa per dare ad una regione che ancora vive

Dettagli

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione!

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione! ... La Campania la Cambimo dvvero con una nuova Regione! La Campania la CambiAmo davvero con una nuova Regione E' finito il tempo della Regione concepita come un posto di potere, che gestisce soldi e poltrone.

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

A cura di: Giangiacomo Freyrie

A cura di: Giangiacomo Freyrie 1 Buongiorno. La collaborazione con Federcongressi&eventi entra nel vivo e nella fase più operativa. Partiamo dal gruppo dei PCO. Il primo con cui siamo entrati in contatto e con cui abbiamo cominciato

Dettagli

GAMBA: Io, invece, sarò molto più breve e mi atterrò strettamente. alla variante che ci è stata sottoposta. Devo dire che la

GAMBA: Io, invece, sarò molto più breve e mi atterrò strettamente. alla variante che ci è stata sottoposta. Devo dire che la C.C. 24.7.2014 GAMBA: Io, invece, sarò molto più breve e mi atterrò strettamente alla variante che ci è stata sottoposta. Devo dire che la presentazione della variante è avvenuta in più occasioni, c è

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

LA CONTRAFFAZIONE IN CIFRE. La lotta alla Contraffazione in Italia nel quadriennio 2008 2011

LA CONTRAFFAZIONE IN CIFRE. La lotta alla Contraffazione in Italia nel quadriennio 2008 2011 DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UIBM PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PR LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO

RESOCONTO STENOGRAFICO 1/10 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014

COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014 COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014 GUARDIA DI FINANZA: TUTELA DEI MERCATI FINANZIARI, CONTRASTO AL RICICLAGGIO, AGGRESSIONE AI PATRIMONI DELLA CRIMINALITA ORGANIZZATA, LOTTA AL CONTRABBANDO ED AL

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè #innoviamo Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita Alessandro Frè Non si fa altro che parlare di cambiamento, crescita, innovazione, crisi dei mercati, competizione sempre più

Dettagli

13ª COMMISSIONE PERMANENTE

13ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 13ª COMMISSIONE PERMANENTE (Territorio, ambiente, beni ambientali) INDAGINE CONOSCITIVA SULL EMERGENZA IDRICA NEI CENTRI URBANI DEL MEZZOGIORNO E DELLE ISOLE 9º

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

Viaggiare, fotografare, guadagnare

Viaggiare, fotografare, guadagnare Paolo Gallo Viaggiare, fotografare, guadagnare Crea il tuo secondo stipendio con il Microstock Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro.

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Henry Hansmann Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Prima di tutto è bene iniziare da una distinzione

Dettagli

ATTI PARLAMENTARI. Interrogazioni - Nuove direttive sui reparti investigativi speciali

ATTI PARLAMENTARI. Interrogazioni - Nuove direttive sui reparti investigativi speciali ATTI PARLAMENTARI Interrogazioni - Nuove direttive sui reparti investigativi speciali DOCUMENTI COMMISSIONE I MERCOLEDÌ 22 MARZO 2000 Presidenza del Presidente ROSA JERVOLINO RUSSO Interviene il Ministro

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli